Issuu on Google+

Voltana On Line

13 2011

www.voltanaonline.it

PRESCRIZIONE BREVE Sbarchi, quanta improvvisazione VERGOGNA Lega di lotta e di governo. Roma Non basta, infatti, farli sparire da e Padania. Ha funzionato per anni, con eccellenti rendite elettorali. Ora, con l’emergenza profughi, i nodi vengono al pettine. Con evidenti contraddizioni, dovendo «far Con un colpo di mano la maggiobuon viso a cattiva sorte». Il miniranza impone l’approvazione di una stro degli Interni, Roberto Maroni, norma che riduce la prescrizione per decongestionare Lampedusa per evitare al Premier una condan- ordina tendopoli e centri di accona, anche solo di primo grado, nel glienza in tutte le Regioni, escluso processo Mills. l’Abruzzo. Impone un principio elementare di solidarietà nazionale: tutCALPESTANO LE VITTIME ITALIAto il Paese deve accogliere una quoNE PER SALVARE BERLUSCONI. ta di tunisini. Verranno posti nel nulla migliaia Ma i governatori delle Regioni riprocessi, con un costo sociale ed spondono picche. Si raccoglie quel che si è seminato. Roma si renderà economico altissimo. disponibile dopo la beatificazione di LA PRESCRIZIONE BREVE Giovanni Paolo II. Come se NON RIDUCE LA DURATA l’emergenza si potesse programmaDEI PROCESSI, re a piacimento. Nell’anno delle MA È UN INCENTIVO celebrazioni dell’Unità d’Italia il PER GLI IMPUTATI A CERCARE DI Paese è frammentato. Ognuno va FAR DURARE per conto suo, secondo egoismi e PIÙ A LUNGO IL PROCESSO. interessi locali. Abbiamo perso la memoria: un tempo eraCon quale faccia la destra e la vamo un popolo di emiLega Nord parlano di sicurezza? granti, conosciuti nel Di legalità e di regole? mondo per spirito di soliLa sicurezza dei cittadini, la legalità darietà. e il diritto alla giustizia Anche i due governatoper le vittime di quei reati ri del Carroccio si sono non contano nulla. sollevati contro il loro Conta solo una cosa: Ministro: «Devono essere salvare Silvio Berlusconi. respinti e basta!». E il loro capo, più sbrigativamenOCCORRE BATTERSI te, s’è smarcato alla sua PER IMPEDIRE QUESTA maniera: «Fuori dalle scaVERGOGNA tole». Operazione difficiE PER MANDARE A CASA UN le, se non impraticabile. GOVERNO INCAPACE E UN Al di là di ogni considePRESIDENTE DEL CONSIGLIO razione umanitaria e di CHE PENSA SOLO A SE STESSO solidarietà. La bacchetta E NON ALL’ITALIA magica non funziona. E AGLI ITALIANI. CON LA PRESCRIZIONE BREVE BOSSI E BERLUSCONI LASCERANNO IMPUNITI MIGLIAIA DI COLPEVOLI.

Consulta www.voltanaonline.it AGENDA

La carta è di Limes n. 1/2011 Rivista italiana di geopolitica. In edicola e in libreria dall'11 marzo 2011. Il grande tsunami. Guerra di Libia, rivoluzione d’Egitto. Tremano i Sauditi. E l’Italia resta sola.

un posto, se non si sa dove portarli. Ci sarebbe un “piano B”. Quello dei permessi temporanei ai migranti, per ragioni umanitarie. Così si darebbe loro la possibilità di raggiungere le mete finali. Germania e Francia in cima ai loro desideri. Ma si stenta a prendere questa soluzione, perché servirebbe la collaborazione con i Paesi dell’Unione europea. Parigi, dal canto suo, alza una “cortina di ferro” al confine con Ventimiglia. E ci rimanda indietro gli immigrati, schierando i gendarmi a Mentone. La responsabilità, o meglio la totale assenza, dell’ Europa è più che evidente. Incapace di un minimo coordinamento. E, soprattutto, sorda a ogni appello del nostro Governo. A onor del vero, però, se da Bruxelles Lampedusa non si vede, anche noi abbiamo spesso ignorato l’Europa. Anni e anni (Segue a pag. 2)


Pagina 2

www.voltanaonline.it

Sbarchi, quanta improvvisazione

La metamorfosi italiana. Da una riflessione di Beppe Grillo. Sintesi

di euroscetticismo all’italiana non hanno giovato. Non è possibile invocare l’aiuto europeo e, al tempo stesso, coltivare i localismi e contrastare i provvedimenti di Strasburgo, come il mancato pagamento delle quote latte. Ma ora questioni più globali, come il flusso di emigranti dalle coste del Nordafrica, mettono in crisi una politica di piccolo cabotaggio, senza radici culturali e ampie visioni del bene comune, che guardi all’umanità come a una sola famiglia. E in grado di coagulare ogni forma di solidarietà. Come quella dei vescovi italiani che, tramite la Caritas, hanno messo a disposizione strutture per 2.500 posti letto in 93 diocesi del Paese.

È la metamorfosi di una nazione che da tollerante è diventata razzista; da ricca a povera; da geniale a banale; da giovane a decrepita; da democratica a partitocratica (e indifferente a qualunque sopruso del potere); da industriale ed agricola a call center e pensioni. È un cambiamento lento, quotidiano, sfinente. L'italiano, quello che negli anni '50 si guardava allo specchio, mentre si stringeva il nodo della cravatta o indossava la tuta da lavoro, non esiste più. Lo ha sostituito un suo nipote mutante (e ignaro della trasformazione avvenuta). Le vecchie generazioni progettavano il futuro, quella attuale subisce il presente al quale seguirà un altro presente, in una collezione infinita di presenti. Gli Olivetti e i Mattei sono figure mitiche, rinascimentali, favolistiche. Al loro posto troviamo i Tronchetti ed i Geronzi (tra i manager più pagati nel 2010, con 5.950.000 euro il primo e 5.088.000 il secondo). Tronchetti ha distrutto la Telecom. Geronzi è indagato per il crack Cirio e per ParmalatEurolat. Ma l'italiano, ora, ha una

(Segue da pag.1)

Dal n. 15 di Famiglia Cristiana, in edicola dal 6 aprile e anticipato nel sito www.famigliacristiana.it

info: mariopaganini@gmail.com

corazza da insetto, con un doppio strato di cheratina su cui tutto scivola via. Non è diventato più cinico e neppure rassegnato; semplicemente ora è inconsapevole. Solo quando varca il confine si accorge di essere prigioniero di un incubo, ma - al rientro - gli è sufficiente qualche giorno per ricadere nell'oblio. Le altre Nazioni deridono l’Italia, le passano gli avanzi della politica internazionale, la considerano un albergo a ore per le basi militari. Disprezzano l’Italia, forse temendone un contagio. In Italia sono rimaste sono soltanto le briciole: dalla Edison alla Parmalat tutto le è stato sottratto. Anche il territorio italiano, una volta "Giardino del Mondo", è una collezione di discariche e cemento, interrotta dagli antichi monumenti. L’Italia è terra di nessuno, e perciò di tutti i disperati della Terra. Ma mentre i disperati lottano per un futuro, noi italiani rimaniamo immobili per paura di perdere qualche cosa che ormai non c’è più, un qualche cosa che esiste soltanto nella nostra immaginazione. sintesi tratta dal sito www.beppegrillo.it

Lipsia, 1697. Leibniz riflette sull’opportunità di passare da un sistema decimale ad uno binario. Duecentocinquant’anni dopo sarà la lingua usata dai calcolatori elettronici. Gottfried Wilhelm von Leibniz (in lat. Leibnitius, in passato francesizz. in Leibnitz; Lipsia, 1º luglio 1646 – Hannover, 14 novembre 1716) è stato un matematico, filosofo, scienziato, glottoteta, diplomatico, giurista, storico, magistrato e bibliotecario tedesco. A lui si deve il termine funzione (coniato nel 1694) che egli usò per individuare varie quantità associate ad una curva, tra cui il suo valore, la pendenza, la perpendicolare e la corda in un punto. A Leibniz, assieme a Isaac Newton, vengono generalmente attribuiti l'introduzione e i primi sviluppi del calcolo infinitesimale, in particolare del concetto di integrale, per il quale si usano ancora oggi molte delle sue notazioni. “Nulla va considerato come un male assoluto: altrimenti Dio non sarebbe sommamente sapiente per afferrarlo con la mente, oppure non sarebbe sommamente potente per eliminarlo” (Gottfried Leibniz, Lettera a Magnus Wedderkopf - 1671) «OMNIBUS EX NIHILO DUCENDIS SUFFICIT UNUM» «Per trarre tutte le cose dal nulla basta l’Uno» «IMAGO CREATIONIS» «Immagine della creazione» fonte WIKIPEDIA


Pagina 3

www.voltanaonline.it

Berlusconi: "Entro tre giorni l'isola sarà libera dai clandestini." Le acque si apriranno e loro torneranno in Africa a piedi !

Un’altra promessa: “Entro 48 ore risolveremo tutte le emergenze.” Porteranno i rifiuti a Lampedusa e i clandestini a Napoli ?!

pubblicata da Giù la Testa su FACEBOOK

Berlusconi: "Come promesso siamo riusciti a risolvere il problema dei clandestini." Li lasceranno scappare via tutti ?! pubblicata da Giù la Testa su FACEBOOK

Nel 2010 sono fallite 11.000 imprese in Italia. Un aumento del 20% rispetto al 2009. Nel 2011 l'andamento non è migliorato. Nei primi tre mesi, ogni giorno, hanno chiuso 30 imprese. Un'ecatombe silenziosa che riguarda tutti i settori. Il più colpito è quello industriale, seguito dalle costruzioni, dal commercio e dalle telecomunicazioni. Il maggior numero di fallimenti è avvenuto in Lombardia, seguono le Marche, il Friuli e il Veneto.

pubblicata da Giù la Testa su FACEBOOK

La Lega Nord voleva “i confini invalicabili”, non voleva che l’Italia entrasse in Europa e prometteva “calci in culo e cannonate a tutti gli immigrati”. Che cosa ha fatto, di concreto, la Lega Nord, dopo anni, oltre che spaventare gli italiani ? Nulla! Nessun provvedimento da parte di Maroni (il leghista Ministro degli Interni) e nessun provvedimento da parte di La Russa, che pure è tra i promotori dei bombardamenti sui libici di Gheddafi. Non solo, ma - ora - il Governo di Berlusconi e di Bossi si appella alla Francia e cerca un aiuto dall’Europa ! Vale per tutti: quando si apre la bocca occorre sempre accertarsi che il cervello sia connesso [buon senso e coerenza non sono un opziona! ]. Loro Signori, con il loro modo di fare stanno … sputtanando anche te. Mandiamoli tutti a casa. L’Italia e gli italiani meritano di meglio ! Ognuno di noi ha due vite: una è quella che vive, l’altra è quella che sogna.

Hai letto qualche cosa di buffo? Hai una notizia che desideri far conoscere? Condividili su www.voltanonline.it info: mariopaganini@gmail.com

Prete blocca funerale a Mestre: "Via la bandiera veneta dalla bara!" Diritto canonico ? Buon gusto ? Semplicemente: non tutte le occasioni sono buone per fare propaganda ! Anche quest’anno sono entrati in Italia alcune centinaia di migliaia di stranieri semi-analfabeti mentre alcune decine di migliaia di laureati italiani hanno trovato lavoro all’estero. Come andremo a finire ? Credo sia facile da immaginare !

"Potevo fare di questo Parlamento un bivacco di manipoli." (Mussolini, 28 ottobre 1922) A lui non riuscì. Altri, invece, sembrano essere ormai prossimi a questa poco lusinghiera meta. pubblicato da Giù la Testa su FACEBOOK

Tutti i PDF di Voltana On Line sono disponibili nel sito www.voltanaonline.it , nel sito http://issuu.com/voltanaonline/docs e in www.facebook.com/home.php .

MONT ARMEN

MONTE ROMANO

A ’vdél incù Mont Armen e’ pé quési un paéṣ mórt mo un quelch an fa u j éra al scól, la pösta, l’ustareia. Adës di tabëch u’n’i n’ è piò, la pusteina la vein so da Briṣighëla e s’t’vu magnér un piat d’amnëstra u t’toca d’arivé fèna a là d’có, d’là da Bambi, indó ch’u j è la Cróṣ.

A vederlo oggi Monte Romano sembra quasi un paese morto ma solo qualche anno fa c’erano le scuole, la posta, l’osteria. Ora di ragazzi non ce ne sono più, la postina viene su da Brisighella e se vuoi mangiare un piatto di minestra devi arrivare fino là in fondo, dopo Bambi, dove c’è Croce Daniele.

Dalla raccolta di poesie “ E’ viaz dl’anma ” (Faenza, Tempo al Libro, 2011)

di

Paolo Gagliardi


Pagina 4

www.voltanaonline.it


Voltana On Line n. 13-2011