Page 1

Il magazine del volontariato

Giugno 2017


Insieme in OPBG | Giugno2017

Crescere insieme

5 cose da sapere sull’Associazione Andrea Tudisco

Una festosa merenda in Oncoematologia

Per diventare volontario del Bambino Gesù è possibile chiedere informazioni e inviare la propria candidatura al seguente indirizzo mail: volontariato@opbg.net

Indice

1 2 3 4 5 6

www.ospedalebambinogesu.it

Dall’Accoglienza ai Clowndottori: l’Associazione Andrea Tudisco

“Essere al’altezza”, l’Associazione Acondroplasia Insieme per Crescere Onlus

L’intervista doppia ai volontari: Daniel Barbieri e Marina Durand De La Penne


Insieme in OPBG | Giugno2017

www.ospedalebambinogesu.it

1 Di Francesca Rebecchini

Crescere insieme

Il 24 maggio scorso c’è stata la prima riunione a livello dipartimentale in Cardiologia alla quale hanno partecipato, coordinati dal responsabile il prof. Fiore Iorio, medici, caposala e le nostre volontarie di reparto. Ho partecipato con interesse all’incontro come uditore, immaginando che sarebbe stato importante comprendere le necessità e le problematiche di un dipartimento così complesso. Il primo punto evidenziato e senz’altro quello della Conoscenza, sapere chi sono gli operatori sanitari e dove svolgono la loro attività, creando una rete di interscambio con tutti i volontari presen-

ti nei vari reparti. Secondo punto è il Confronto, scambiare notizie importanti sulla logistica e sui cambiamenti strutturali, informazioni che possano rendere il reparto più fruibile, confrontandosi in maniera costruttiva per il benessere di tutti. Terzo, esaminare insieme le Criticità, ciò che non funziona e quali modifiche poter apportare per migliorare gli standard di accoglienza in reparto e fuori. Durante la riunione gli argomenti sono stati molteplici, si è parlato di come migliorare la comunicazione ed aumentare la presenza dei volontari in vari reparti, come in Tic ed in Emodinamica. Per metà luglio sono previsti degli spo-

stamenti strutturali, cambierà la geografia dei reparti, sarà quindi necessario aiutare le famiglie ad orientarsi nei nuovi spazi. Infine le volontarie hanno voluto sottolineare la loro concreta disponibilità a collaborazione cercando anche di formare nuove leve per poter offrire un servizio sempre migliore ed efficace. Questo primo incontro in Cardiologia potrebbe diventare un progetto pilota da esportare in tutti gli altri dipartimenti, con incontri mensili e trimestrali programmati, dove il personale sanitario e volontari possano crescere e migliorare il servizio ai piccoli pazienti e le loro famiglie.

IN EVIDENZA Il 4 luglio, in Aula Salviati 2, ci sarà un incontro formativo con i Tutor volontari per parlare dei tirocini: di come stanno andando, con quali difficoltà e quali i punti di forza


Insieme in OPBG | Giugno2017

2

www.ospedalebambinogesu.it

Dall’accoglienza ai Clowndottori: l’Associazione Andrea Tudisco

Di Annamaria Ardini

Ecco le attività dell’Associazione che ha di recente festeggiato i suoi 20 anni: opera a San Paolo e al Gianicolo

U

n proverbio africano dice: “Per crescere un bambino ci vuole un intero villaggio”. L’Associazione Andrea Tudisco crede che “per curare un bambino serve a un’intera comunità”. L’Associazione realizza attività di supporto offrendo gratuitamente ospitalità e assistenza ai bambini con gravi patologie e alle loro famiglie che devono affrontare la malattia lontano da casa, ricevendo assistenza sanitaria nei reparti specializzati degli ospedali romani. Circondati dal calore della famiglia e di una comunità.

tutto il mondo. Oltre ad ospitarli gratuitamente vengono forniti una serie di servizi al fine di migliorare le condizioni di vita del piccolo malato e della sua famiglia: l’assistenza ludico-didattica, il supporto psicologico, sociale e legale, i trasferimenti casa-ospedale. L’associazione Andrea Tudisco offre anche l’attività di Clownterapia con volontari e professionisti appositamente formati. Operano nei reparti pediatrici specialistici, forniscono ogni anno oltre 5000 ore di servizi, raggiungendo più di 10.000 bambini e 13.000 adulti. All’Ospedale Bambino Gesù sono presenti nella sede di L’ACCOGLIENZA San Paolo e nella sede del Ogni anno la Andrea Tudisco Gianicolo. ospita 130 nuclei familiari, per circa sei mesi medi di per- I CLOWNDOTTORI manenza. Si può dire che gli A San Paolo troviamo i ospiti delle quattro struttu- Clowndottori presso il Cenre di accoglienza vengano da tro Prelievi, dove sono state

garantite 240 giornate di servizio per un totale di 1440 ore di prestazioni. I Clowndottori accompagnano e assistono il bambino al prelievo, facendo diminuire l’ansia. Distraendo il piccolo paziente il prelievo risulterà più facile e si abbasserà la soglia del dolore, favorendo l’intervento del personale. In questo modo si abbassano i livelli di ansia e paura collegati al prelievo. Nel reparto di Nefrologia del Gianicolo i Clowndottori sono presenti due volte alla settimana, mentre in quello di Cardiologia una alla settimana. La Clownterapia è un supporto molto importante al fine della cura e al miglioramento della stessa. In questo modo il bambino ritrova il suo mondo fatto di giochi e di allegria. I Clowndottori vengono educati con percorsi formativi da 250 a 600 ore.


Insieme in OPBG | Giugno2017

Il compleanno

www.ospedalebambinogesu.it

Per festeggiare i 20 anni dell’Associazione presso il Teatro Olimpico il 26 giugno è stato realizzato lo spettacolo RIDIAMOCI SU al quale hanno partecipato tanti nomi dello spettacolo tra cui Enrico Brignano, Fabrizio Frizzi e molti altri.


Insieme in OPBG | Giugno2017

3

1

Associazione Andrea Tudisco 5 cose da sapere

L’Associazione Andrea Tudisco realizza attività di supporto offrendo gratuitamente ospitalità e assistenza ai bambini con gravi patologie e alle loro famiglie che devono affrontare la malattia lontano da casa

2 Ogni anno la Andrea Tudisco ospita nuclei familiari in quattro strutture, per circa sei mesi medi di permanenza

130

www.ospedalebambinogesu.it


Insieme in OPBG | Giugno2017

3

www.ospedalebambinogesu.it

All’Ospedale Bambino GesÚ sono presenti nella sede di San Paolo e nella sede del Gianicolo

4 A San Paolo troviamo i Clowndottori presso il Centro Prelievi, mentre al Gianicolo sono presenti una volta alla settimana in Cardiologia e due in Nefrologia.

5 I Clowndottori vengono educati con a percorsi formativi da

250 600 ore


Insieme in OPBG | Giugno2017

www.ospedalebambinogesu.it

4 Di Giada Marchetti

“Essere all’altezza”, l’Associazione Acondroplasia Insieme per Crescere Onlus

Nata sei anni fa, ha sede nel Lazio e opera su tutto il territorio nazionale: aiuta 200 famiglie tra genitori e bambini. Al Bambino Gesù è presente alla sede Gianicolo

L

’Associazione Acondroplasia Insieme per Crescere Onlus è nata 6 anni fa per volere di alcuni genitori con figli affetti da acondroplasia, la forma più comune di nanismo. Ha sede nel Lazio, ad Aprilia (Lt) ma opera su tutto il territorio nazionale, e ad oggi, conta 200 famiglie tra genitori e adulti acondroplasici. Ogni regione ha un referente che può fare da filtro e che può interagire con le famiglie accorciando le distanze dalla sede associativa, ci spiega la Presidentessa dell’associazione Nadia Pivato: “Possiamo sempre contare su un numero costante di 15 volontari”, aggiunge. L’associazione si propone di migliorare quanto più possibile la vita delle persone

con acondroplasia e loro familiari. Nel dettaglio, la mission dell’associazione va dal supporto genitoriale e psicologico alla coppia fin dalla diagnosi di acondroplasia a quello al bambino e ai familiari per l’integrazione e l’inclusione scolastica. Insieme per Crescere propone e promuove inoltre momenti di incontro tra genitori e nelle scuole. L’ASSOCIAZIONE AL BAMBINO GESÙ L’associazione collabora con il nostro Ospedale con volontari presenti presso il Padiglione Sant’Onofrio, nella sede del Gianicolo, tutti i lunedi dalle 10 alle 12 allo sportello di Accoglienza. Inoltre l’Associazione è presente in ospedale con il “Progetto Accoglienza”, realizzato mediante la pre-

senza di una figura volontaria esperta, la Presidente Nadia Pivato, e dello psicologo Dott. Paolo Guaramonti. IL DIVERTIMENTO Inoltre l’associazione partecipa alle attività di svago proposte dall’Ospedale e dalla Fondazione, come la Partita del Cuore 2016 e La Mattinata al Centro Sperimentale Volo di Pratica di Mare 2017, e con i propri volontari realizza momenti di svago sia al mare che in montagna per i piccoli pazienti, al fine di confrontarsi e valutare la propria autonomia anche senza i genitori. Insomma “nella vita non è importante l’altezza... ma essere all’altezza”, questo il motto dell’Associazione.


Insieme in OPBG | Giugno2017

www.ospedalebambinogesu.it

l’Associazione Acondroplasia Insieme per Crescere Onlus

L’Associazione Acondroplasia Insieme per Crescere Onlus è nata 6 anni fa

Ha sede nel Lazio, ad Aprilia (Lt) ma opera su tutto il territorio nazionale, e ad oggi, conta 200 famiglie tra genitori e adulti acondroplasici

L’Associazione si propone di migliorare quanto più possibile la vita delle persone con acondroplasia e loro familiari

L’associazione collabora con il nostro Ospedale con volontari presenti presso il Padiglione Sant’Onofrio, nella sede del Gianicolo, tutti i lunedi dalle 10 alle 12 allo sportello di Accoglienza


Insieme in OPBG | Giugno2017

5

Di Annamaria Ardini

www.ospedalebambinogesu.it

Una festosa merenda in Oncoematologia

S

abato 17 giugno, grande merenda a sorpresa nel reparto di Oncoematologia. Sono arrivati i ragazzi di McDonald, portando a tutti i bambini i cestini di Happy Meal e tantissimi regali. È stato un pomeriggio all’insegna dell’allegria e del divertimento. I bambini che potevano uscire dalle stanze hanno fatto merenda al tavolo nello spazio adiacente all’ingresso. Un caloroso ringraziamento al Responsabile di McDonald Romolo Batazza che con molta partecipazione e sensibilità ha regalato ai nostri piccoli pazienti una giornata particolare, e un pomeriggio indimenticabile.


Insieme in OPBG | Giugno2017

www.ospedalebambinogesu.it


Insieme in OPBG | Giugno2017

6

www.ospedalebambinogesu.it

L’intervista doppia ai volontari: Daniel Barbieri e Marina Durand De La Penne Di Giada Marchetti

Inauguriamo una nuova rubrica in cui due volontari ci raccontano brevemente la loro storia e il loro lavoro Daniel Barbieri

Imprenditore volontario

Daniel Barbieri, 45 anni, da imprenditore a dipendente di un’importante ditta di materiali edili per scelta (“meglio dipendente che cliente - ci dice -, meno stress”), è volontario da 3 anni, ma da poco più di uno si trova presso il reparto di Cardiologia dell’Ospedale Bambino Gesù. Ci racconta di aver fatto l’animatore turistico nei centri estivi tra i 17 ed i 28 anni, dove faceva giocare e divertire bambini problematici che si trovavano nel villaggio con dei ragazzi volontari. Fu colpito pro-

prio dall’amore che questi bambini trasmettevano. Passano gli anni, si cresce, nasce un figlio, e si acquisisce la consapevolezza di ciò che nella vita è importante, e gli tornano in mente i ragazzi che con passione e dedizione accompagnavano quei bambini pieni di problemi. “Ed ora eccomi qui – dice Daniel – sono tanti i motivi che ci spingono verso il volontariato, uno fra tutti, è che si riceve molto più di quanto si da...e che, per chi non ha problemi, è sempre estate”.


Insieme in OPBG | Giugno2017

www.ospedalebambinogesu.it

Marina Durand De La Penne

Musei, case editrici e… volontariato!

Marina Durand De La Penne, è una donna dal sorriso empatico e dal cuore grande. Si è occupata di case editrici ed ha fondato, a Gerano, antico borgo del Lazio, La Casa Delle Antiche Scatole Di Latta, museo che dirige tutt’ora. Da cinque anni è volontaria al Bambino Gesù, nel Reparto di Cardiologia. Ha sempre amato i bambini, e dedica tutto il suo tempo libero con grande passione al gioco dei bimbi ed all’assistenza. “Qui si scopre il vero senso della vita – ci dice – aiutare il prossimo e in particolare i più deboli, provocare un sorriso in un bambino, è la miglior ricompensa ai tanti problemi di una vita.

Ho imparato a mettere al loro posto le priorità della vita – prosegue Marina – e si impara quanto poco valore abbia arrovellarsi per problemi in fondo risolvibili. Quando si entra qui il resto diventa tutto superfluo e sciocco”. Si rivolge ora alla giovane tirocinante che le è stata assegnata: “Qui si entra con il sorriso, non devi aver paura, devi essere forte e trasmettere questa forza a chi non ne ha, genitori e piccoli pazienti”. Chiude con un suo pensiero: “I volontari esaudiscono i piccoli desideri, l’ordinario qui diventa straordinario”.


Profile for Insieme in Opbg

Insieme in OPBG - Giugno 2017  

Insieme in OPBG - Giugno 2017