Page 4

04

Il terzo maestro nel XXI secolo

Attrezzato. La società del XXI secolo è altamente complessa e sta cambiando a velocità esponenziale, è importante quindi che la scuola stia al passo con questa evoluzione e si attrezzi per essere in sintonia con il cambiamento attraverso dispositivi di interazione sempre aggiornati. L’attrezzatura che maggiormente lega la scuola al mondo esterno é la tecnologia. Il gioco é una parte fondamentale dell’apprendimento, quindi il gioco deve essere ovunque, in ogni angolo della scuola (vedi la scuola Hellerup di Copenhagen, segnalata come emblema della scuola del XXI secolo), mentre i luoghi di passaggio accolgono nicchie e arredi che consentono la privacy. Il contatto diretto con la natura dev’essere incentivato, perché apre le menti dei bambini e libera la loro creatività. Fortemente connesso. Con la città prima di tutto, per essere in dialogo costante con la comunità (vedi l’iniziativa Boston Schoolyard Initiative). La grande novità che investe lo spazio scolastico attuale, rispetto a quello storico, é la sua dilatazione fisica attraverso lo spazio virtuale, grazie alla disponibilità della rete e l’uso dei dispositivi cibernetici. La classe diventa così un mix di atomi e bit, dove la dimensione virtuale sta accrescendo sempre più la sua importanza (vedi la Scuola di Scienze e Tecnologia di Denver). Sostenibile. La scuola deve essere in linea con i principi della sostenibilità, in primo luogo perché è un edificio pubblico, visibile da tutta la comunità e perciò un esempio, in secondo luogo perché responsabilizza i bambini rispetto al tema e li rende partecipi fin da subito alle pratiche sostenibili. (vedi la scuola Islandwood a Brainbridge Island, USA). In conclusione é utile sottolineare quanto un ambiente di apprendimento, seppur disponendo di tutte le caratteristiche descritte sopra, non porti all’evoluzione del bambino se non c’è un adeguato personale docente, e un sistematico supporto di facilitatori a favore delle fasce più svantaggiate. A questo proposito va rilevata l’assoluta qualità della sperimentazione italiana, la quale sulle basi solide dell’esperienza di Reggio Emilia ha sviluppato una rete

Equipped. The society of 21st century is highly complex and it’s changing at high speed, it’s important for the school to be aligned with this evolution and to be highly equipped in order to be in sintony with the change through interaction’s tools always updated. The equipment which mainly links the school with the outside world is technology. Playing is a fundamental part of learning, so it has to be everywhere, in every corner of the school (see the Hellerup school of Copenhagen, recommended as the symbol of the school of 21st century), instead the linking spaces host recesses and furniture which allow privacy. The direct contact with the nature has to be fostered because it opens children’s minds and it frees their creativity. Highly connected. Firstly with the city, to be in constant dialogue with the community (see Boston Schoolyard Initiative). The big news regarding the current scholastic space, compared with the historic one, is its physical expansion through the virtual space, thanks to the availability of the internet and the use of cybernetic tools. The classroom becomes in this way a mix of atoms and bits, where the virtual dimension is growing more and more its importance (see Science and Technology School of Denver). Sustainable. The school has to be aligned with the principles of sustainability, first of all because it’s a public building, visible by the whole community, so it’s an example, secondly because it makes the children responsible to the theme and it makes them feel involved since the beginning to sustainable practices (see Islandwood school, in Brainbridge Island, USA). Finally it’s important to underline how much a learning environment, although it has all the characteristics described above, doesn’t lead to the child’s evolution if there isn’t a suitable teaching staff, and a systematic support of facilities for disadvantaged children. In this regard it has to be noticed the absolute quality of the Italian experimentation, which ,on the solid basis of Reggio Emilia experience, developed a network of modern voluntary work which, limited to Milan area

Profile for VoD Value of Differences

IL TERZO MAESTRO NEL XXI SECOLO  

Le potenzialità dello spazio sulle performance di apprendimento e insegnamento

IL TERZO MAESTRO NEL XXI SECOLO  

Le potenzialità dello spazio sulle performance di apprendimento e insegnamento

Profile for vod_group
Advertisement