Issuu on Google+

5

La Voce della Franciacorta n.

MENSILE D'INFORMAZIONE

WWW.LAVOCEDELPOPOLO.IT

Rovato. L’iniziativa nasce dalla sinergia tra Comune e Associazione commercianti

Editoriale

Il lavoro nella tempesta di Adriano Bianchi

Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in Abbonamento Postale - 70% - LO/BS

ANNO V - SETTEMBRE 2013

JPare che le previsioni sui macro scenari economici stiano volgendo a un miglioramento della situazione economica dell’Italia. Ci dicono che bisogna insistere con la stabilità, con le riforme, con il contenimento della spesa. Mollare adesso significherebbe buttare a mare tutto quello che abbiamo fatto finora, compresi i sacrifici di tante famiglie, lavoratori e imprese. Di certo c’è che l’orizzonte dell’economia reale, quella che parla di occupazione, di precari, di esodati non è cambiato. L’economia che valuta il risparmio, che guarda ai consumi e alla possibilità di investimento per il futuro è stabilmente sul brutto tempo, anzi sta esattamente al centro della tempesta. Vale sempre. Se, infatti, dal 2007 i primi segnali della crisi hanno manifestato i loro effetti sulla nostra vita due o tre anni dopo, dobbiamo ipotizzare che per percepire un cambio di tendenza ci saranno da mettere almeno ancora due o tre anni di recessione. In fondo è questo che ci raccontano le storie di lavoratori e imprese anche nei nostri territori. E se la Valle Camonica è alle prese con la vertenza Riva che parte dai problemi dell’Ilva di Taranto, anche la Franciacorta manifesta le sue sofferenze con aziende storiche che chiudono lasciando a casa dipendenti. Qualche speranza viene sempre dal vino che se tutto sarà confermato resta una risorsa imprescindibile dell’eccellenza di un territorio che oltre che dare lustro alla Franciacorta nel mondo è ancora capace di offrire posti di lavoro a molti addetti, fosse anche per un breve ma prezioso periodo di tempo. Ciò che fa la differenza come sempre è la creatività e la capacità di innovazione delle nostre aziende che vanno però sostenute da una rete di relazioni sociali, industriali che inevitabilmente devono venire da lontano. Quello che non si percepisce oggi è proprio questa regia. Il mondo del lavoro in difficoltà si dimena in soluzioni provvisorie che non riescono ad aggredire i problemi veri. Speriamo in qualcosa di meglio per i prossimi mesi in attesa che il temporale lasci il posto a un po’ di sereno.

“Sbarazzo” special, al via la 15ª edizione Una vera e propria sfilata con il meglio dell’offerta commerciale di Rovato e della Franciacorta, con sconti e offerte speciali per tutti Inchiesta

Il servizio a pag. 7

Rovato Amarcord: “Quando avevamo cent’anni di meno” •• pag. 9

Chiari

Rischio occupazione A causa della crisi che persiste non poche aziende hanno chiuso i battenti. L’agricoltura, invece, continua a crescere

Il servizio a pag. 2-3

Nei giorni delle Quadre un’originale iniziativa della Municipale •• pag. 11

Sport Speciale: stagione al via per il Rugby Rovato. Al Pagani il 6 Nazioni “rosa” •• pag. 13

Ti aspettiamo presso l’Agenzia Autorizzata Agos Ducato Numero Iscrizione Elenco Agenti A19733

VIA XXV APRILE, 72 - ROVATO TEL. 030-77.22.299


2

La Voce della Franciacorta settembre 2013

Sito: www.lavocedelpopolo.it

Primo piano Il quadro generale. La fotografia dell’economia bresciana fornita dalla Cisl evidenzia numerose criticità

Enzo Torri: “Governo stabile e strategie chiare sul lavoro” Secondo il segretario della Cisl di Brescia, Enzo Torri, la base per la rinascita economica è rappresentata dalla diminuzione del carico fiscale sul lavoro dipendente di Romano Guatta Caldini

JNegli ultimi mesi la classe politica si è fossilizzata sulla questione Imu, perdendo di vista l’emergenza lavoro. Questo, in sintesi, quanto sostenuto da Enzo Torri (nella foto), segretario della Cisl di Brescia, che ha evidenziato quanto sia distante la politica dai problemi reali del Paese: “L’economia, la disoccupazione e la precarietà”. La fine della pausa estiva ha coinciso con il riemergere dei problemi che le aziende, come i lavoratori, si erano lasciati per un momento alle spalle. Per taluni il rientro ha lasciato l’amaro in bocca. Licenziamenti, cassa integrazione, fabbriche chiuse senza alcun preavviso: il dramma occupazionale è

tornato drammaticamente alla ribalta. A livello provinciale “ci siamo lasciati prima delle ferie con alcune grosse aziende in crisi come l’Agfa di Manerbio, la Piceni di Chiari, la Lones di Calvisano. Ma non solo queste non vedono soluzioni a breve e non forniscono prospettive ai lavoratori” riferisce Torri. Se a essere maggiormente colpite dalla crisi sono le aziende operanti

nel settore manifatturiero, anche nel settore commerciale e in quello dei servizi si registrano gravi problematiche, basti pensare, ricorda Torri, “al Continente di Rezzato come ad altre catene di supermercati che dopo aver cambiato proprietà stanno operando preoccupanti tagli. Ciò implica un ampliarsi della fascia sofferente”. Quotidianamente la Cisl si trova a fronteg-

giare un contesto lavorativo che lascia poco adito alle speranze. Per questo si chiede alla politica una presa di coscienza dei reali problemi che attanagliano l’economia e, gioco-forza, la cittadinanza. “Ognuno deve fare la sua parte – afferma Torri –; ci aspettiamo che l’Europa allenti il rigore al quale ha sottoposto i Paesi dell’area Ue. Dal governo attendiamo, invece, politiche di sostegno per i lavoratori colpiti dalla crisi, finanziamenti per la cassa integrazione in primis”. Al di là della situazione contingente bisogna affrontare la crisi guardando anche al futuro. In tal senso la Cisl di Brescia ritiene doveroso un alleggerimento della tassazione sul lavoro dipendente. Inoltre, la riduzione del carico fiscale potrebbe essere una delle vie più consone per il rilancio del potere d’acquisto. “Con più liquidità si sostengono i consumi, si sostengono le produzioni” chiosa il segretario bresciano della Cisl. Da qui l’appello agli imprenditori: “A loro chiediamo di crederci, dando la nostra disponibilità a far funzionare meglio le aziende, aumentando la qualità dei prodotti”. Un contesto che “non fa trasparire certezze, infonde nei cittadini e in chi deve fare degli investimenti un senso di insicurezza. Noi abbiamo bisogno di un governo stabile”.

Settore secondario. In mancanza di consumi, la produzione langue, e la crisi sembra tutt’altro che finita

Chiari e il lavoro smarrito: tra Nk, Bialetti e Piceni serramenti J Non entriamo in merito alla questione Riva e alle ricadute in Valcamonica della decisione di chiudere gli stabilimenti produttivi di Malegno, Cerveno e Sellero, che hanno fatto letteralmente piombare nella più grande preoccupazione le famiglie dei 440 dipendenti che dall’oggi al domani si sono trovati a spasso. La speranza, infatti, è che la cosa in qualche modo si risolva presto e favorevolmente considerato che la chiusura non è dettata da mancanza di commesse. Il fatto di cronaca

recente ci serve solo come ultimo caso di una striscia che prosegue oramai da tempo e che sta provando il tessuto sociale in modo mai visto prima. Certo, soluzioni miracolose non ce ne sono, ma quanti hanno illuso la società per anni ribadendo che la crisi era quasi alle spalle? Prendiamo il territorio di Chiari e dintorni: Nk, Bialetti e Piceni serramenti, non sono poche le aziende che hanno chiuso o sottoposto a cura dimagrante l’organico. 75 dipendenti della Piceni serramenti

che tali non sono più, è l’ultimo caso aziendale chiuso in ordine temporale (e si spera anche che altri non se ne presentino); una vertenza difficile, in cui il sindacato si è impegnato con forza e che alla fine ha portato alla Cassa integrazione di un anno e mezzo e agli incentivi aziendali per i lavoratori che vi rinunciavano. Qualche timido segnale di ripresa, alcuni esperti economisti lo vedono. Speriamo che il settore possa veramente superare presto la crisi e riproporsi appetibile. (m.l.)


La Voce della Franciacorta settembre 2013

E-mail: franciacortavocemedia.it

3

Le due facce dell’economia in Franciacorta Nell’ultimo numero della nostra “La Voce della Franciacorta” davamo conto del “tempo impazzito”. Un territorio a vocazione vitivinicola quale la Franciacorta, che conseguenze avrebbe patito dalle temperature estremamente variabili e dalla pioggia troppo insistente? Oggi lo sappiamo: nessuna. Anzi, il tempo a giocato a favore tanto che già si parla di annata eccezionale. Questo successo ha favorito anche la crescita dell’occupazione nel comparto; un settore, quello agricolo, che dal punto di vista occupazionale è da tempo in controtendenza. Ma a queste note positive si affianca anche la memoria di un anno che dal punto di vista industriale è risultato molto duro.

Agricoltura. Per Ettore Prandini, presidente regionale di Coldiretti, questa sarà un’annata eccezionale

In base ai primi rilievi effettuati la pioggia ha fatto bene al vino Nei prossimi giorni inizierà la raccolta dei vitigni rossi, mentre per quanto riguarda il Lugana e il Groppello si dovrà attendere ulteriormente di Romano Guatta Caldini

JIl maltempo che ha funestato le attività agricole bresciane ha fatto slittare la vendemmia. Nei prossimi giorni inizierà la raccolta dei vitigni rossi, mentre per quanto riguarda il Lugana e il Groppello si dovrà attendere ulteriormente. Chi ha avuto occasione di visitare i vigneti della provincia si sarà accorto che sono meno carichi del solito. Un contesto che a un profano farebbe presupporre un’annata nera per la viticoltura bresciana, sia dal punto di vista economico che qualitativo. Niente di tutto questo, assicura Ettore Prandini, presidente regionale e provinciale della Coldiretti (nella foto con il presidente della Regione,

Roberto Maroni): “I prezzi resteranno invariati, del resto è il mercato che va a condizionare il prezzo di vendita del prodotto”. Per quanto riguarda la qualità, “l’annata è eccezionale, sebbene sia partita in sordina e con qualche preoccupazione per l’eccessiva piovosità”. L’alternarsi delle temperature ha fornito ai vitigni aromi e profumi rari: “Sarà un’annata da ricordare” sottoli-

nea Prandini. In merito ai frizzanti, sia per quanto riguarda la Franciacorta che la zona del Garda, dove la vendemmia si è conclusa, i primi rilievi confermano l’eccezionalità dell’annata. Nonostante le tante eccellenze prodotte dal territorio bresciano, sia sul fronte vitivinicolo che in quello agroalimentare, non si ha ancora la consapevolezza delle grandi potenzialità che possono

esprimere i produttori della provincia. Un atteggiamento da ricercarsi innanzitutto nella poca conoscenza dei consumatori, spesso provocata da una concorrenza sleale da parte delle multinazionali che sul mercato spacciano per bresciani prodotti che in realtà non lo sono: “I consumatori vengono spesso ingannati da falsi marchi, false etichette che richiamano la brescianità, ma a differenza di quello che è esposto in etichetta, la materia prima non proviene affatto dai nostri territori – afferma il rappresentante della Coldiretti –. Più riusciremo a dare certezza al consumatore, più il consumatore sarà in grado di percepire la qualità del prodotto”. In tutto questo anche la Comunità europea sembra fare ben poco per aiutare a fornire “una giustizia etica anche ai consumatori”, riguardo alla certezza della provenienza dei prodotti che acquistano e consumano. Ed è proprio sul tavolo europeo che il settore agroalimentare, quest’autunno, si gioca il tutto per tutto. Verrà infatti riscritta la Politica agricola comune (Pac), che stabilirà le linee guida che saranno in vigore fino al 2020. In tale frangente “l’Italia dovrà giocare un ruolo da protagonista nei confronti di quei Paesi che a livello comunitario vorrebbero un’agricoltura di massa e non di qualità”.

Settore primario. Il rischio d’impresa per l’agricoltura è sempre legato alle incerte condizioni meteo

I primi risultati della vendemmia 2013 sono ottimi J A fronte della situazione di grande difficoltà economica vissuta da numerose aziende bresciane in questo 2013, non manca il contraltare che, come preannunciato dal presidente di Coldiretti Lombardia Ettore Prandini (intervista sopra), è rappresentato dal settore agricolo. Anche quest’anno, infatti, il Primario ha confermato numeri decisamente in crescita di lavoratori dei campi e ha visto una sovraprenotazione per l’iniziativa chiamata “Vendemmia della solidarietà”.

“Ci sono tutte le premesse per un Franciacorta da millesimo”. A qualche giorno dall’inizio della vendemmia nelle Tenute La Montina in Franciacorta, Michele Bozza, responsabile marketing dell’azienda, guarda con fiducia a quanto prospetta l’annata 2013. I primi a essere stati vendemmiati sono state i grappoli di Chardonnay. La vendemmia continua in questi giorni, con la raccolta scaglionata delle uve di Pinot nero nei circa 72 ettari di vigneti aziendali, dislocati in sette comuni della Franciacorta.

Le uve raccolte sono sane, con un apporto equilibrato di acidità, caratteristiche marcate del clima piovoso di quest’anno alternato a caldo, e con buon accumulo nelle produzioni intrinseche di acidi. “Si tratta di uve con le caratteristiche ottimali per produrre Franciacorta – conclude Michele Bozza – E, aggiungerei, tra le annate migliori del Franciacorta, grazie alla loro caratteristica di finezza ed eleganza dovuta alla buona escursione termica che sta accompagnando i giorni della vendemmia”. (m.b.)


La Voce della Franciacorta settembre 2013

E-mail: franciacortavocemedia.it

5

La parola ai lettori L

IL MEGLIO DELLA FRANCIACORTA

Generazione touchscreen Sabato 27 settembre presso la Biblioteca comunale di Palazzolo si terrà il seminario a libero ingresso “Generazione touchscreen”. L’ iniziativa, patrocinata da Regione Lombardia, Provincia di Brescia e Comune, rientra nell’ambito della rassegna “Palazzolo digital festival 2013” e pone l’accento su una questione che fa molto discutere e preoccupa genitori ed educatori: se sia giusto o no, lasciare che bambini , già in fase prescolare, giochino con tablet e app. per lungo tempo. Si temono innanzitutto le conseguenze che simile abuso tecnologico possa avere sullo sviluppo e sulla propensione alla lettura.

LETTERE

Appello per il Congo Oltre a vedere e toccare con mano quanto realizzato, ho raccolto questa testimonianza dalle suore stesse, fatti che mi hanno segnato profondamente. Stiamo percorrendo a bordo di una jeep l’est della Repubblica democratica del Congo che ci porterà a Bukavo, sede della missione, avendo come guida suor Clara e suor Evelina presenti in questa zona da generazioni. Percorrendo la zona del Kivu, sicuramente qui ci sono due sono due realtà dure, di sofferenza, che molte volte restano nel silenzio o ignorate, soprattutto dai mass media. In molte famiglie la donna è maltrattata e tradita. Ci sono bambini e adolescenti che vengono utilizzate nelle miniere, a: manodopera a basso prezzo. Penetrano nella terra come cani, al di sotto dei 200300 metri, senza nessuna protezione, per cercare l’oro per altri e questo per guadagnarsi la vita a rischio della loro stessa, e c’è infatti chi resta sepolto a cause di frane e cedimenti… In certi posti ci sono bambine che vengono sequestrate per essere sottoposte a violenze sessuali. Nella regione esistono i signori della guerra che regnano tranquillamente, indisturbati, causando terrore nella gente e questo con la complicità di delle autorità locali e nazionali. La violenza è sistematica e senza scrupoli, senza che questo desti indignazione alcuna. A organizzare e orientare le attività è sempre la violenza, che distribuisce potere e ricchezza. Qui la violenza è il sistema, ma nessuno interviene. In certe prigioni i carcerati vivono in condizioni inumane, per poter mangiare qualcosa devono negoziare o barattare con altri compagni di sventura le bucce di patate o le scorze di fagioli. La tortura è consuetudine quotidiana e c’è chi muore per malattie e piaghe non curate. In città come in periferia, la notte non si dorme, poiché famiglie, quartieri e parrocchie sono costantemente messe sotto attacco da uomini armati non identificati. Se qualcuno denuncia ciò che ha visto viene incriminato e messo in prigione. È una “Repubblica Democratica”, ma se un giornalista parla della realtà viene ucciso. L’analfabetismo aumenta

IL PEGGIO DELLA FRANCIACORTA

Il degrado della stazione Il lifting a Viale Mazzini, polemiche a parte sul perché tanti soldi per un progetto simile, è quasi completo. La querelle sulle rotonde di Chiari, tante e costosissime, è ormai alle spalle ma alle prossime elezioni tornerà protagonista. E la stazione di Chiari? È ancora lì, abbandonata nel degrado. Progetti concreti per il suo di “lifting” non se ne vedono. Di tanto in tanto viene data una rinfrescatina alle pareti, puntualmente imbrattate pochi giorni dopo. L’odore nauseabondo di chi confonde il tunnel con un urinatoio fa parte ormai del contesto. Tempo fa un gruppo di cittadini volontari, armati di scope e detersivi e tanta buona volontà diedero una bella ripulita.

Giornali della Comunità

Radio Voce Dal lunedì al venerdì dalle 10.40 Marco Vignoletti vi aspetta con le più belle canzoni, tante rubriche e gli amici del mattino. Tra le novità l’arrivo del critico Simone Agnetti nella rubrica Cinema mon amour. Ascoltaci sulle frequenze terrestri in Fm 88.3 - 88.5 (Brescia e Provincia) oppure tramite il canale streaming all'indirizzo www.radiovoce.it

Sulla copertina del nuovo numero del bollettino parrocchiale di Pontoglio “La Rocca” si fa riferimento alla nascita della Caritas parrocchiale, un nuovo organismo per annunciare il Vangelo e testimoniare l’amore cristiano attraverso gesti concreti di vicinanza e di fratellanza alle persone che soffrono.

fm 88.3 88.5 Brescia e Provincia

per mancanza di mezzi economici delle famiglie. In questa regione è in atto un genocidio silenzioso che continua da 15 anni e nessuno si preoccupa, c’è solo l’interesse affinché resti nella sua instabilità, insicurezza e miseria, cosicché i potenti della storia possano fare i loro affari. La situazione è comoda per molte multinazionali che hanno i loro interessi in questo Paese per arricchirsi. Dove va tutta la ricchezza mondiale che dovrebbe assicurare un minimo di dignità a ciascuno? Sembra che ci sia una chiara volontà di non far avanzare l’Africa perché troppo ricca di risorse, con i potenti che non hanno ancora mangiato a sufficienza, mentre gli abitanti muoiono di fame e malattie. Questa situazione ci mette tutti in ginocchio, sia le vittime che gli oppressori. Per fortuna una cosa resta in tanti cuori: la Speranza. Nonostante tutto c’è il coraggio di stare in piedi. Qui la gente lotta, spera e non ha paura di morire. Qui la gente crede ancora di potercela fare. Diamo una mano anche noi! Se volete, contattatemi al numero telefonico 329 2251448. Giovanni Savelli

Quanto viene pubblicato in queste pagine è da attribuirsi unicamente alla responsabilità dei firmatari delle lettere. Nelle lettere è necessario indicare in modo leggibile nome, cognome, indirizzo e numero di telefono di chi scrive per renderne possibile l’identificazione. La redazione si riserva il diritto di sintetizzare, senza alterarne il senso, i contributi ritenuti troppo lunghi (massimo 1500 battute). La pubblicazione di una lettera non implica la condivisione del suo contenuto da parte della direzione del giornale. Non saranno pubblicate lettere già apparse su altri organi di stampa. Scrivete a “La Voce della Franciacorta”, via Callegari, 6 - 25121 Brescia o via mail a franciacorta@vocemedia.it.


5LSUHVHIRWRJUDILFKH FHULPRQLHD]LHQGH /HYRVWUHIRWRGLJLWDOL LQPLQXWL 6WDPSHLPPDJLQL JUDQGLIRUPDWL

5RYDWR3LD]]D*DULEDOGL7HO Che

),/&$&,6/%5(6&,$),/&$&,6/%5(6&,$),/&$&,6/ cosa fa il sindacato Servizi FILCA gestiti dalla CISL di Brescia

FILCA-CISL di Brescia?

BRESCIA

Attività Sindacale Partecipazione alle trattative per il rinnovo dei contratti nazionali e territoriali, contrattazione territoriale e aziendale (II° livello). Controllo buste paga, malattia, infortunio. Conteggio del trattamento di fine rapporto (TFR). Compilazione pratiche per la Cassa Edile (solo per gli edili). Corsi di formazione per delegati sindacali (RSU) e rappresentanti dei lavoratori della sicurezza (RLS). Attività di informazione attraverso il nostro Notiziario Sindacale Filca-Cisl Brescia.

POLIZZA INFORTUNI GRATUITA Ti garantisce, in caso di ricovero ospedaliero a causa di infortunio, una indennità giornaliera di Euro 30 dal 4° al 30° giorno e di Euro 50 dal 31° al 60° giorno.

Caaf (consulenza fiscale). Dichiarazione dei redditi (730, UNICO), calcolo ICI compilazione modelli RED INPS, denunce di successione, dichiarazione ISEE. Patronato INAS. Accreditamento contributivo del periodo del servizio militare. Controllo dei contributi previdenziali validi per la pensione (INPS, ecc.). Domande per pensioni di anzianità e vecchiaia. Compilazione domande assegno nucleo familiare Ufficio Vertenze e legale Vertenze individuali per recupero differenze salariali, TFR, fallimenti ecc. Assimoco-Unionvita Assicurazioni sulla vita e polizze auto. Calf (centro assistenza lavoro familiare) Gestione pratiche colf. Adiconsum (associazione italiana difesa consumatori). Frodi alimentari e commerciali. Tariffe luce, gas, telefono, riscaldamento assicurazioni, banche mutui. Controversie burocratiche e commerciali. Sicet (sindacato inquilini casa e territorio). Controllo contrattiFax. d’affitto e spese condominiali, stipulaTel. 030-3844540 030-3844541 zione contratti d’affitto, domanda di assegnazione case . popolari, contributi per l’affitto. Anolf (sportello stranieri). Assistenza per permessi di soggiorno, ricongiungimento familiare, carta di soggiorno, residenza, cittadinanza, rapporti con le istituzioni, informazioni varie.

Via Altipiano d’Asiago,3 25128 Brescia

FEDERAZIONE ITALIANA LAVORATORI COSTRUZIONI & AFFINI

Tutti i nostri servizi sono gratuiti o scontati per gli iscritti


La Voce della Franciacorta settembre 2013

E-mail: franciacortavocemedia.it

7

Rovato Rovato. L’iniziativa nasce dalla sinergia tra pubblico (il Comune) e privato (l’associazione commercianti)

Al via lo “Sbarazzo” 15ª edizione Una vera e propria sfilata con il meglio dell’offerta commerciale di Rovato e della Franciacorta, accompagnata da sconti e offerte speciali per tutti di Mario Bruni

J Domenica 22 settembre, dalle 10 del mattino alle 19, lo “Sbarazzo” di Rovato torna nel centro storico della capitale della Franciacorta per la 15ª edizione (foto d’archivio). Tante, infatti, sono le volte in cui è sceso in piazza Cavour il mercatino degli sconti e dei buoni affari, ma l’edizione fine estate inizio autunno 2013 dello “Sbarazzo” si presenta in un’edizione speciale come parte della manifestazione “Quando avevamo

cent'anni di meno” (ne parliamo nella pagina seguente [ndr]). L’appuntamento, organizzato due volte l’anno dall’efficace e attivo sodalizio dei commercianti del centro storico “Le vie di Rovato”, è patrocinato dal Comune di Rovato. Le due realtà – pubblico e privato – hanno

messo a punto ormai da tempo un meccanismo rodato, che riscuote il successo del grande pubblico: fra musica dal vivo, proposte enogastronomiche, possibilità di visite, la parte del leone la farà ancora una volta l’assortita offerta di prodotti per l’abbigliamento, alimenti e bevande,

tempo libero, per la casa e per la cura della persona. Una vera e propria sfilata con il meglio dell’offerta commerciale di Rovato e della Franciacorta, accompagnata da sconti e offerte speciali. In caso di pioggia, la manifestazione si terrà ugualmente nei negozi e sotto i porticati del centro storico. I commercianti rovatesi, come già per le passate edizioni, torneranno quindi a offrire occasioni e affari impareggiabili a tutti. Per Rovato, infatti, lo Sbarazzo in piazza Cavour è ormai un appuntamento tradizionale, atteso sia dai commercianti che dai tanti loro clienti. Un successo costante, imitato da tanti altri Paesi della provincia, che rappresenta un richiamo commerciale importante per il Comune e, più in generale, per la vitalità del centro storico, che mantiene così saldamente le sue peculiarità sia commerciali sia come punto d’incontro durante il passeggio sia come luogo di riferimento per manifestazioni ed eventi. Info: https://it-it.facebook.com/ sbarazzo.


La Voce della Franciacorta settembre 2013

E-mail: franciacortaď˜łvocemedia.it

Franciacorta

9

Erbusco. Il territorio secondo 30 artisti DzÇŻ”–‡‹Â?Â‹ÂŽÂŽÂƒÇł°‹Ž–‹–‘Ž‘†‡ŽŽƒ…‘ŽŽ‡––‹˜ƒ†‹Â’Â‹Â–Â–Â—Â”ÂƒÇĄˆ‘–‘‰”ƒˆ‹ƒ‡•…—Ž–—”ƒ‹Â? ’”‘‰”ƒÂ?Â?ƒ•ƒ„ƒ–‘͚͠‡†‘Â?‡Â?‹…ƒ͚ͥ•‡––‡Â?„”‡†ƒŽŽ‡͙͘ƒŽŽ‡͚͘ƒ‹ŽŽƒ‡nj …Š‹†‹”„—•…‘ǤDzÇŻ”–‡‹Â?Â‹ÂŽÂŽÂƒÇł°Žƒ͔͛Â?‘•–”ƒ‘”‰ƒÂ?‹œœƒ–ƒÂ“Â—Â‡Â•Â–ÇŻÂƒÂ?Â?‘†ƒ—nj „Ž‹•Š‡”Â?Â‡ÂŽÂŽÇŻÂƒÂ?„‹–‘†‡Ž’”‘‰‡––‘DzÂ”Â‡Â•Â…Â‹ÂƒÂ”Â–Â‡ÇŁ—Â?Â?‘Â?†‘†‹•‡”˜‹œ‹ƒ•‡”˜‹œ‹‘ Â†Â‡ÂŽÂŽÇŻÂƒÂ”Â–Â‡ÇłÇ¤ƒÂ?‘•–”ƒ•‹•˜‘Ž‰‡‹Â?…‘Â?–‡Â?’‘”ƒÂ?‡ƒ…‘Â?ŽƒÂ?ƒÂ?‹ˆ‡•–ƒœ‹‘Â?‡DzƒÂ?ÇŚ –‹Â?‡‹Â?Â‹ÂŽÂŽÂƒÇłÇ¤‡Ž•ƒŽ‘Â?‡…‡Â?Â–Â”ÂƒÂŽÂ‡ÇĄÂ?‡Ž‰‹ƒ”†‹Â?‘‡Â?‡Ž…Š‹‘•–”‘†‡ŽŽƒ˜‹ŽŽƒ•ƒ”ƒÂ?ÇŚ Â?‘‡•’‘•–‡Ž‡‘’‡”‡†‹͛͘ƒ”–‹•–‹…Š‡‹Â?–‡”’”‡–ƒÂ?‘…‘Â?Ž‡–‡…Â?‹…Š‡’‹Î†‹˜‡”•‡ ‹Ž–‡Â?ƒ’”‘’‘•–‘Dz‡””‹–‘”‹‘†ƒÂ˜Â‹Â˜Â‡Â”‡dzǤ—Ž•‹–‘™™™Ǥ„”‡•…‹ƒ”–‡Ǥ‹–Ž‡‹Â?ˆ‘”Â?ÂƒÇŚ œ‹‘Â?‹•—ŽŽƒÂ?‘•–”ƒ‡–—––‡Ž‡Â?‘–‹œ‹‡Â•Â—ÂŽÂŽÇŻÂƒÂ”Â–Â‡„”‡•…‹ƒÂ?ƒǤČ‹Â˜Ç¤Â„Ç¤ČŒ

Erbusco. La manifestazione, giunta alla 4ÂŞ edizione, si svolgerĂ  a Villa Lechi i prossimi 28 e 29 settembre

Ăˆ ora di Franciacorta in cantina Sono 28 le aziende produttrici di vino che saranno presenti nell’unica location scelta per il festival “Franciacorta in villaâ€? e il cui motto è “Coesione per crescere insiemeâ€? di Mario Bruni

J Nell’ambito della manifestazione “Festival di Franciacorta in cantinaâ€?, che si svolge per la 4ÂŞ edizione nell’omonimo territorio, i prossimi 28 e 29 settembre, dalle ore 10 alle ore 20, sono 28 le aziende produttrici di vino che hanno deciso per la loro prima edizione di riunirsi a Villa Lechi a Erbusco per presentare al pubblico le loro tipologie di Franciacorta Docg, chiamando tale evento “Franciacorta in villaâ€?. E per venire

Villa Lechi

incontro alle esigenze dei consumatori, per queste due giornate ricche di eventi, saranno afďŹ ancate da altre tre realtĂ  bresciane che, al pari del Franciacorta, rappresentano alcune delle eccellenze enogastronomiche del territorio. Le 28 aziende produttrici di vino con l’evento “Franciacorta in Villaâ€?, han-

no voluto offrire al pubblico di estimatori di Franciacorta, la possibilitĂ  di assaggiare diverse tipologie di vino, e non solo, rimanendo in uno stesso luogo: Villa Lechi. Tra le degustazioni guidate ci sarĂ  il pregiato caviale Beluga iraniano allevato in acqua marina (replicando la natura), e sarĂ  naturalmente in prima

nazionale abbinato al Franciacorta. Il caviale proposto è salato dal maestro salatore persiano Irach Tufani. L’iniziativa di raggruppare varie cantine in un unico ambiente sia nato dalla necessitĂ  di rende fruibile, in una sola location, l’accesso degli estimatori del Franciacorta a tante cantine contemporaneamente, infatti ognuna di esse proporrĂ  al pubblico tre tipologie di Franciacorta. Il motto dell’evento “Franciacorta in villaâ€? sarĂ  “Coesione per crescere insiemeâ€?. A completamento delle due giornate, oltre alle degustazioni con vari abbinamenti, ci sarĂ  “Arte in Villaâ€?, una mostra collettiva di arte contemporanea (dettagli nella testatina). FotograďŹ , pittori e scultori interpretano il “Territorio da vivereâ€?. Ci saranno inoltre due concerti acustici alle 18.30 delle due giornate di evento. Le altre cantine del festival “Franciacorta in cantinaâ€?, che non espongono a Villa Lechi, hanno organizzato degustazioni ed eventi vari direttamente in cantina. Info: www.festivalfranciacorta.it.

Rovato. Su iniziativa dell’associazione commercianti e del polo della cultura comunale “Cesare CantĂšâ€?

Amarcord: “Quando avevamo cent’anni di menoâ€? J Rovato, 100 anni fa, 1913: un paese fulcro del commercio – agricolo, industriale ed enogastronomico –, punto d’incontro tra la Bassa, il lago d’Iseo e gli allevatori della Valle Camonica, chiamati in Franciacorta dal secolare mercato del lunedĂŹ. Rovato, un secolo dopo, 2013: l’associazione di commercianti “Le Vie di Rovatoâ€?, assieme al polo della cultura comunale “Cesare CantĂšâ€? con il patrocinio dell’Amministrazione locale, organizza “Quando avevamo cent’anni di menoâ€?, 10 giorni ďŹ ttissimi di iniziative (dal 20 al 29 settembre) per riportare la capitale della Franciacorta alla sua belle epoque. L’occasione scelta dal sodalizio è il centenario dell'acquedotto comunale (nella foto), uno dei monumenti simbolo di Rovato, situato nel centralissimo Corso Bonomelli. L’inaugurazione dell’acquedotto su quella che all’epoca era chiamata la “Via

Largaâ€? fu celebrata con molti giorni di festeggiamenti: il taglio del nastro fu il fiore all’occhiello della prima “Esposizione agricola industriale di Rovato e della Franciacortaâ€?, che richiamò in paese migliaia di visitatori da tutta la Lombardia. Per riportare Rovato allo splendore che fu, sono state organizzate numerose iniziative tra cultura, rievocazione storica, richiami artistici allo stile liberty, pranzi con menĂš d’epoca, ďŹ lm e occasioni commerciali. Tra gli eventi in programma da sottolineare due esposizioni fotograďŹ che, una mostra dedicata alla storica “Fabbrica di orologi Frassoniâ€?, un’altra riservata agli abiti d’epoca e una terza di giocattoli antichi, il raduno interregionale degli Autieri, ascensioni in mongolďŹ era da piazza Cavour, concerti curati dalla “Scuola di armonia Stricklerâ€? e dalla banda di Rovato, proiezioni di ďŹ lm, illustrazioni di cartoline d'epo-

ca. E ancora: una mostra nei locali dell'acquedotto, che per l'occasione sarĂ  illuminato artisticamente, e visite guidate per il centro storico della cittadina. Tra le tante altre iniziative in cantiere (il programma completo si trova sul proďŹ lo Facebook “Quando avevamo cent’anni di menoâ€?) ne spiccano almeno due: la serata culturale di venerdĂŹ 20 settembre, con – alle 19.30 –, l’inaugurazione della biblioteca del liceo “Lorenzo Gigliâ€? di via Europa, dedicata alla docente scomparsa da poco, Laura Gobbini, seguita alle 20.30 dalla presentazione del curatissimo libro del bibliotecario Ivano Bianchini su “Rovato 1913-2013 - Quando avevamo 100 anni di menoâ€?. Per chi ama il buon cibo, dal 20 al 29 settembre ci sarĂ  invece la riproposizione, nei ristoranti del centro storico, del menĂš offerto 100 anni fa alle autoritĂ  giunte a Rovato per l’inaugurazione dell’acquedotto. (d.p.)


Divano con penisola da cm 270 a destra e da cm 155 a sinistra (penisola) in vera pelle spessorata fiore categoria premier. Garanzia certificata di 10 anni sulla struttura portante del divano. DisponibilitĂ  di altre misure. Pelle disponibile in otto diversi colori.

Via Johannes Gutenberg n° 18/26 strada provinciale 45 bis per Cremona - 25020 PONCARALE (BS) Daf]Ymfg2(+(*-,01+,%Daf]Y\m]2(+(*.,(,+)


La Voce della Franciacorta settembre 2013

E-mail: franciacortaď˜łvocemedia.it

11

Chiari. “L’Origine� di Gianfranco Gavirati

Ovest bresciano

SarĂ  inaugurata sabato 21 settembre alle ore 18 al Museo della cittĂ  di piazza Zanardelli la mostra “L’Origineâ€? di Gianfranco Gavirati aperta ďŹ no al 13 ottobre (venerdĂŹ, sabato e domenica in orario dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19). La rassegna, a ingresso libero, è patrocinata dall’assessorato alle Politiche culturali del Comune di Chiari, dall’assessorato a Cultura e turismo della Provincia di Brescia e dall’assessorato a Cultura, identitĂ  e autonomie di Regione Lombardia. Gian Franco Gavirati, originario di Gubbio (Perugia), sviluppa una passione ďŹ gurativa che affonda le proprie radici nella fotograďŹ a. Come pittore ha ottenuto premi e riconoscimenti a livello nazionale e internazionale.

Chiari. Nei giorni delle Quadre un’interessante e originale iniziativa promozionale della Municipale

Ecco cosa fa la Polizia locale L’esperienza ha permesso alla cittadinanza una maggiore vicinanza alla Polizia locale e una nuova e piÚ completa conoscenza delle attività svolte quotidianamente di Bruno Leoni

JNei giorni di inizio mese caratterizzati dal Palio delle Quadre, è stato ben frequentato il gazebo itinerante della Polizia locale attrezzato a UfďŹ cio mobile per illustrare ai cittadini le diverse attivitĂ  svolte dagli agenti sul territorio, le varie competenze nei settori di pertinenza e i numerosi servizi disponibili presso il Comando di viale Bonatelli. L’iniziativa è stata ideata dall’assessore alla Sicurezza, immigrazione e politiche ambientali

Il comandante Garofalo con l’assessore Mombelli

Maurizio Mombelli in collaborazione con il comandante della Polizia locale Michele Garofalo e con tutto l’organico del Corpo (l’ufďŹ ciale direttivo Mirco Pagani, nove agenti e un ausiliario del trafďŹ co). Durante le serate è stata distribuita una brochure illustrativa sulle mansioni della Polizia Locale con descrizione dei mezzi e

delle attrezzature in dotazione e sui servizi eseguiti nei settori di Polizia amministrativa, Polizia stradale, Polizia commerciale, Edilizia e ambiente, Polizia giudiziaria e Pubblica sicurezza. SpeciďŹ co rilievo anche al “Patto locale di sicurezza urbanaâ€? e al progetto “Sicurezza in voloâ€? che dal 2006 con Chiari ente capoďŹ la ri-

MOBPBKQ>

le imperdibili...

unisce 18 Comuni dell’Ovest bresciano, la Provincia di Brescia e il Parco Oglio Nord per la tutela del territorio degli enti aderenti con l’impiego di strumentazioni condivise e attraverso la sorveglianza aerea della zona di riferimento. Evidenziate in particolare alcune informazioni utili per i cittadini sulla Ztl in vigore a Chiari, come effettuare denunce e segnalazioni presso il Comando di viale Bonatelli, come ricorrere ai verbali elevati per violazione al Codice della strada e come recuperare i punti decurtati dalla patente di guida. Durante le serate promozionali gli agenti di Polizia locale hanno svolto anche una speciďŹ ca attivitĂ  preventiva sulla guida in stato di ebbrezza con la distribuzione di una brochure dedicata al mix da evitare “alcool e guidaâ€?. I cittadini hanno avuto l’opportunitĂ  di sottoporsi al controllo alcolemico attraverso l'etilometro ma è stata accessibile al pubblico anche la soďŹ sticata strumentazione per il controllo dei falsi documentali in modo da riscontrare la veridicitĂ  dei documenti personali.

B?ž

iendali Giiulilieettttaa 22.00 140 cv Az Giu

CHIARI (BS) Via Caduti del Lavoro 2/4 Tel. 030 711003 ROMANO DI LOMBARDIA (BG) Piazza Papa Giovanni XXIII 24 Tel. 0363 902680 TREVIGLIO (BG) Viale Monte Grappa 14 Tel. 0363 304808

KmĂ˜

B?ž li w Panda KmĂ˜/Azienda NNeew

B?ž Fiat 500 KmĂ˜


12

La Voce della Franciacorta settembre 2013

Sito: www.lavocedelpopolo.it

Economia

Progetti di riqualificazione professionale La Regione Lombardia intende realizzare progetti di riqualificazione certificata delle competenze. Il progetto mira a sviluppare nuove competenze professionali da parte dei lavoratori partecipanti all’iniziativa e permettere agli Uffici giudiziari lombardi di ovviare alla carenza di risorse umane, in particolare dedicate allo svolgimento di attività amministrative. Possono presentarsi dagli operatori accreditati per proporre la loro candidatura i percettori di Cig in deroga, Cigs, mobilità ordinaria e in deroga, residenti o domiciliati in Lombardia. Al termine del percorso, sarà rilasciato l’Attestato regionale. Scadenza: 31 dicembre 2013. Info: www.regione.lombardia.it.

Banco di Brescia. Nell’intento di promuovere lo sviluppo la Banca supporta le aziende del territorio

Agricoltura: grande attenzione per un comparto che crea lavoro Il settore vitivinicolo rende la Franciacorta conosciuta ben al di là dei confini nazionali: un territorio vocato alla viticultura, simbolo per eccellenza delle migliori “bollicine” italiane a cura di VoceMedia

J La Franciacorta è uno dei territori fra i più dinamici del nostro Paese che si impegna per valorizzare le sue grandi risorse ambientali, conciliando il nuovo con l’antico, le esigenze di sviluppo economico, commerciale e turistico con il rispetto e la salvaguardia di un patrimonio prezioso qual è quello naturale e storico che le è proprio. Una terra che vanta eccellenze in campo manifatturiero, turistico e agricolo. Ricca di aziende che stanno sfidando la difficile congiuntura con grande forza e radicate competenze imprenditoriali e che grazie all’eccellenza dei loro prodotti

hanno conquistato anche i mercati esteri, divenendo leader nel loro settore anche a livello internazionale. Il settore vitivinicolo rende poi la zona della Franciacorta conosciuta ben al di là dei nostri confini nazionali: un territorio vocato per tradizione alla viticultura, simbolo per eccellenza delle migliori “bollicine” italiane. Un comparto che continua a esprimere ampie potenzialità di sviluppo sul mercato estero. Ingenti sono state le ferite inferte

dal maltempo che nel 2013 ha colpito duramente la nostra Provincia. In primavera la pioggia ha flagellato le campagne ritardando di un paio di mesi le semine. Il 13 luglio scorso un pesante nubifragio ha letteralmente spazzato via, per molte imprese agricole, il lavoro di un’intera annata. A fronte di questo preoccupante bilancio per l’andamento del comparto agricolo il Banco di Brescia (nella foto palazzo Martinengo Villagana, la sede cittadina

del Banco di Brescia) e la Banca di Valle Camonica hanno prontamente messo a disposizione delle aziende danneggiate un nuovo plafond di finanziamenti di 15 milioni di Euro a condizioni vantaggiose, a sostegno delle imprese agricole danneggiate. Due le tipologie di intervento, per un importo massimo di 70mila euro: cambiale agraria con durata massima di 12 mesi e tasso fisso finito del 2% e un finanziamento chirografario con durata massima di 24 mesi, tasso Euribor 3 mesi aumentato di uno spread dello 0,75%. “L’agricoltura rappresenta un importante comparto dell’economia bresciana e lombarda – dichiara Roberto Tonizzo, direttore generale del Banco di Brescia – che registra un significativo aumento nel numero degli occupati, in netta controtendenza con l’andamento economico generale. La nostra Banca supporta quotidianamente le aziende del territorio con strumenti dedicati a soddisfare i fabbisogni di investimento, di sostegno al capitale circolante e di servizi all’impresa agricola, nell’intento di promuovere lo sviluppo di un comparto fondamentale per la nostra provincia, nonché patrimonio di tradizioni e opportunità”.

Consulenza. Servizio a cura di Sei2seiconsulting srl di Mazzano (tel. 030.2594020, sito www.sei2seiconsulting.it)

Più attenzione alla prevenzione dei rischi per i bambini J Si dice comunemente che “il bambino vive in un mondo adulto, progettato dagli adulti per gli adulti”. Se questo è vero, deve essere anche vero che gli incidenti dei bambini sono prevedibili e prevenibili, che la loro tipologia varia a seconda della fascia di età e dell’ambiente in cui si trovano, della struttura o dell’oggetto con cui entrano in contatto e, soprattutto, del ruolo degli adulti cui è affidata la custodia dei minori. I genitori hanno certamente un ruolo strategico, ma altre figure sono temporaneamente

interessate a questo aspetto che non va trascurato. I nonni, le baby-sitter, le assistenti dell’asilo o della scuola, i fratelli più grandi, non sempre sono in grado di pensare anche all’eventualità incidente e alla facilità con cui possono essere adottate misure di prevenzione; il bambino è capace di azioni che solo il giorno prima non era in grado di fare. Normalmente queste novità sono piacevoli, altre volte sono preoccupanti (come cade bene dalle scale! Eppure sapevamo di dover comprare il cancelletto!). La prevenzione degli

eventi evitabili è sicuramente compito dell’adulto, anche in considerazione del fatto che i bambini e gli anziani sono i soggetti a maggiore rischio. Questa premessa serve per farci riflettere sullo sforzo necessario al fine di raggiungere un equilibrio sereno fra il controllo dei nostri figli e la necessaria autonomia, e difendere la difesa della loro sicurezza garantendogli una corretta esplorazione esperienziale. Gli interventi di prevenzione possono almeno ridurre i rischi che però, è evidente, devono essere conosciuti.


La Voce della Franciacorta settembre 2013

E-mail: franciacortavocemedia.it

13

Sei Nazioni donne: a Rovato per il 3° anno di fila

Sport

Speciale Rugby

Lo scorso 20 luglio il Consiglio Federale Fir (Federazione italiana rugby), al termine della quinta riunione del 2013 tenutasi a Napoli, ha ufficializzato le sedi degli incontri interni della Nazionale Italiana femminile in occasione del prestigioso Torneo delle Sei Nazioni 2014. Candidata a ospitare per il terzo anno consecutivo uno dei match dell’Italdonne, Rovato è stata scelta quale sede della sfida fra le azzurre e l’Inghilterra. Appuntamento che premia gli sforzi della società franciacortina, considerata tra le eccellenze di questa disciplina in rosa tanto da meritarsi l’ennesima conferma. La sfida è in programma allo stadio “Giulio e Silvio Pagani” domenica 16 marzo 2014.

Serie B. Campionato al via il 6 ottobre. Derby con Lumezzane e Cus Brescia, entrambi neo promossi

Rovato ai nastri di partenza debutto al Pagani col Torino Rossoblù inseriti nel girone A. Primo derby il 10 novembre con i valtrumplini; il 15 dicembre contro la compagine cittadina

pagina a cura di Mario Ricci

J Partirà ufficialmente domenica 6 ottobre la nuova stagione agonistica del Rugby Rovato impegnato nella prima giornata del campionato di serie B. Torneo che terminerà il 25 maggio 2014 con la disputa dei play off e dei play out. Quattro i gironi da dodici squadre con partite di andata e ritorno. Le prime due classificate di ciascun raggruppamento si contenderanno le quattro promozioni previste in serie A. Saranno, invece, nove le retrocessioni: le ultime due di ciascun girone mentre le quattro squadre classificatesi al terzultimo posto disputeranno i play out che decreteranno un’ulteriore

discesa di categoria. Rovato inserito nella pool A che, rispetto alla scorsa stagione, presenta tre novità: la mancanza del Cus Genova, promosso in serie A, e delle retrocesse Alessandria e Union Milano rimpiazzate da Lumezzane (al ritorno dopo un anno di purgatorio e forte dei numerosi rinforzi provenienti dal Rugby Brescia), Cus Brescia-Marco Polo e Caimani del Secchia (squadra satellite del Viadana). Tre compagini che non nascondono

ambizioni d’alta classifica, soprattutto i valgobbini. Nel complesso il girone sembra aver acquisito un maggior tasso tecnico rispetto alla scorsa stagione e il valore delle squadre impegnate appare più omogeneo: è facile pronosticare un campionato più combattuto e incerto rispetto al passato. Il Rugby Rovato – tornato al lavoro lo scorso 26 agosto riprendendo la preparazione – comincerà la nuova stagione di fronte al proprio pubblico affron-

tando il VII Torino. La prima giornata vedrà anche la disputa del primo derby bresciano della stagione tra Rugby Lumezzane e Cus Brescia-Marco Polo. La gara con i cugini del Lumezzane è prevista alla sesta giornata (10 novembre), quella col “MarCus” alla decima (15 dicembre); entrambe saranno disputate dal Rovato, nel girone d’andata, allo stadio “Pagani”. Per informazioni, biglietti e calendario completo: www.rugbyrovato.it.

Staff tecnico 2013/2014. Da allenatore dei trequarti per due stagioni, a tecnico della prima squadra

Marco Lancini: promozione nel segno della continuità J Nel segno della continuità. Marco Lancini (nella foto), bresciano classe 1965, sarà l’allenatore dei rossoblù. Raccoglie il testimone da Francesco Filippini col quale ha collaborato nelle due ultime stagioni come tecnico dei trequarti. Mediano d’apertura e, all’occorrenza, trequarti centro ha trascorso la carriera agonistica nel Rugby Brescia, dove è arrivato a 17 anni proveniente dalle giovanili dell’Ospitaletto.

Nel 1984 ha vinto, con la Nazionale under 19, l’Europeo di categoria e, in seguito, si è distinto anche con la maglia azzurra dell’Under 21 e della Nazionale B. Tornato a Ospitaletto, ha terminato l’attività agonistica ricoprendo, per 4 anni, il doppio ruolo di allenatore e giocatore. Esperienza preziosa che ha messo a frutto iniziando, dal 2006, un proficuo rapporto col Rugby Rovato, prima come tecnico del settore giovanile poi come collaboratore di Marco Pisati alla guida della squa-

dra che, nella stagione 2009/10, conquistò la B. Lancini sarà coadiuvato da Emanuele Borboni per la preparazione tecnica della mischia e settore giovanile. Pilone cresciuto nel vivaio del Rugby Rovato, nel 2012 è stato costretto da un problema fisico ad abbandonare l’attività agonistica. Lo staff tecnico è completato da Alessio Curione nella doppia veste di giocatore e preparatore atletico, non solo della prima squadra.


14

La Voce della Franciacorta settembre 2013

Sito: www.lavocedelpopolo.it

ORARI delle SANTE MESSE (Prefestive e Festive) ADRO: Santuario Madonna della Neve - P: 17.00 - F: 6.30 - 8.00 - 9.00 - 10.00 11.00 - 15.30 - 17.00 - 18.30. S. Giovanni Battista - P: 18.00 F: 7.00 - 9.00 - 10.30 - 18.00. Torbiato - SS. Faustino e Giovita: P: 17.00 - F: 10.00 - 17.00 CAPRIOLO: S. Giorgio - P: 16.30 - 18.00 - F: 7.00 - 8.30 - 10.00 - 11.15 - 15.30 - 18.30 CASTEGNATO: S. Giovanni Battista - P: 18.30 - F: 8.00 - 9.30 - 11.00 - 18.30 CAZZAGO SAN MARTINO: Natività di Maria Vergine - P: 17.30 - F: 7.30 - 9.30 -11.00 -17.30. Bornato - S. Bartolomeo - P: 18.00 - F: 7.00 8.00 - 9.30 - 11.00 - 18.00. Calino - S. Michele - P: 18.30 - F: 7.30 - 10.30 - 18.30. Pedrocca - S. Francesco d’Assisi - P: 18.00 - F: 8.00 - 10.00 CELLATICA: S. Giorgio - P: 18.00 - F 8.30 - 10.30 - 18.00 CHIARI: Duomo SS. Faustino e Giovita - P: 18.00 - F: 6.00 - 7.00 - 8.00 - 9.00 - 10.00 - 11.15 - 18.00. S. Bernardino - P: 17.30 - F: 7.30 - 8.30 - 11.00 - 17.30 COCCAGLIO: S. Maria Nascente - P: 18.00 - F: 7.30 - 9.00 - 10.00 - 11.00 - 18.30 COLOGNE: SS. Gervasio e Protasio - P: 18.00 F: 7.00 - 8.30 - 9.45 - 11.00 - 18.00 CORTEFRANCA: Borgonato - S. Vitale - F: 7.30 - 10.30 - 18.00. Colombaro - S. Maria Assunta - P: 18.00 - F: 8.00 - 10.30 - 18.00. Nigoline - SS. Martino ed Eufemia - P: 18.00 - F: 8.00 - 10.30 - 18.00. Timoline - SS. Cosma e Damiano - P: 18.00 - F: 8.00 - 10.30 ERBUSCO: S. Maria Assunta - P: 18.30 - F: 10.30 - 18.30. Villa di Erbusco - S. Giorgio - P: 18.30 - F: 10.30 - 18.30. Zocco di Erbusco - S. Lorenzo - P: 18.00 - F: 8.00 - 11.00 - 18.00 ISEO: S. Andrea - P: 20.00 - F: 8.00 - 9.30 - 11.00 - 11.00 - 18.00. Clusane - Cristo Re - P: 18.00 - F: 8.00 - 10.30 - 18.00. Pilzone - Madonna Assun-

ta - P: 18.00 - F: 8.00 - 10.30 - 18.00 GUSSAGO: S. Maria Assunta - P: 18.30 - F: 7.00 - 8.30 - 10.00 - 11.15 - 18.30. Civine - S. Girolamo - P: 20.00 - F: 9.00. Ronco di Gussago S. Zenone - P: 20.00 - F: 8.00 - 10.30. Sale di Gussago - S. Stefano - P: 18.00 - F: 7.30 - 9.45 - 11.00 - 18.00 LOVERE: S. Giorgio Martire - P: 18.00 - F: 8.30 - 10.00 - 17.00 - 18.30 . Convento dei Cappuccini - F: 7.00 - 9.00 - 11.30 MARONE: S. Martino - P: 18.30 - F: 8.00 - 10.30 - 18.30. Vello - S. Eufemia - F: 9.15 MONTE ISOLA: Carzano - S. Giovanni Battista - P: 16.50 - F: 8.20. Peschiera Maraglio - S. Michele Arcangelo - P: 19 - F: 11.15. Siviano SS. Faustino e Giovita - P: 18.00 - F: 10.00 MONTICELLI BRUSATI: SS. Tirso ed Emiliano - P: 18.00 - F: 9.30 - 11.00 - 18.00 OME: Ritrovamento di S. Stefano - P: 18.00 F: 8.00 - 10.00 - 18.00 OSPITALETTO: S. Giacomo - P: 18.30 - F: 7.30 9.00 - 10.00 - 11.00 - 18.30 - 20.00 PADERNO FRANCIACORTA: S. Pancrazio - P: 19.00 - F: 7.30 - 9.30 - 11.00 - 18.00 PALAZZOLO SULL’OGLIO: Sacro Cuore - P: 18.30 F: 8.00 - 9.30 - 11.00 - 18.30. S. Maria Assunta - P: 18.00 - F: 8.00 - 9.30 - 11.00 - 18.00. S. Paolo in S. Rocco - P: 18.00 - F: 8.00 - 10.00 - 18.00 San Pancrazio - P: 18.30 - F: 8.00 - 9.30 - 11.00 PALOSCO: S. Lorenzo - P: 20.00 - F: 7.30 - 9.30 - 10.45 - 18.00 PASSIRANO: S. Zenone P: 18.30 F: 8.00 - 9,30 11,00 - 18.30 CAMIGNONE: S. Lorenzo - P: 18.00 - F: 8.00 11.00 - 18.00 MONTEROTONDO: S. Vigilio - P: 18.30 - F: 8.00 -

DISTRETTI SANITARI ANNO V NUMERO 5 - SETTEMBRE 2013 Edizioni Opera Diocesana San Francesco di Sales Registrazione del Tribunale n. 48/2009 del 10-11-2009 Direttore responsabile: Adriano Bianchi Sede e redazione: Via Callegari, 6 Brescia tel.: 03044250 - fax: 0303757897 e-mail: franciacortavocemedia.it Pubblicità: Voce Media Pubblicità - Via Callegari, 6 Brescia Tel.: 0302808966 - fax: 0302809371 - e-mail: marketingvocemedia.it Stampa: CENTRO STAMPA QUOTIDIANI Spa - Via dell'Industria, 52 25030 Erbusco (Bs) - Tel. 0307725511 - Fax 0307725566 Progetto grafico e impaginazione: Ernesto Olivetti

CHIARI Piazza Martiri della Libertà, 25 - Telefono: 030/7007011 distretto.chiari@aslbrescia.it

GUSSAGO Via Richiedei, 10 - Telefono: 030/2499911 distretto.gussago@aslbrescia.it

ISEO Via Giardini Garibaldi, 2 - Telefono: 030/9887456 distretto.iseo@aslbrescia.it

PALAZZOLO SULL’OGLIO Via Lungo Oglio Battisti, 39 - Telefono: 030/7007645 distretto.palazzolo@aslbrescia.it

10.30 PISOGNE: S. Maria Assunta - P: 18.30 - F: 7.30 - 9.30 - 11.00 - 18.30. Grignaghe - S. Michele Arcangelo - F: 11.00: Pontasio - S. Vittore - P: 16.30 - F: 9.30. Sonvico - S. Martino - P: 16.00 F: 10.00. Toline - S. Gregorio Magno - P: 17.00 - F: 10.30 PONTOGLIO: S. Maria Assunta - P: 18.30 - F: 7.00 - 8.30 - 9.30 - 10.00 - 11.00 - 18.30 PROVAGLIO D’ISEO: SS. Pietro e Paolo - P: 18.00 - F: 7.30 - 10.00 - 18.00. Fantecolo - S. Apollonio - P: 18.00 - F: 10.30. Provezze - S. Filastrio - P: 18.00 - F: 8.00 - 10.30 RODENGO SAIANO: Rodengo - Abbazia Olivetana S. Nicola P: 19.30 F: 6.30 - 8.00 - 9.30 10.30 - 18.00 Padergnone - S. Rocco - P: 18.30 - F: 8.00 - 10.30 - 11,15 -18.00. Saiano - Cristo Re - P: 19.30 - F: 7.30 - 9.00 - 10.30 - 16.00 ROVATO: S. Maria Assunta - P: 19.00 - F: 7.00 - 8.15 - 9.30 - 11.00 - 18.30. Convento SS. Annunciata Monte Orfano - P: 18.45 - F: 9.00 11.00 - 17.00. S. Giovanni Bosco - P: 17.00 - F: 9.00 - 11.00 - 17.00. Duomo di Rovato - Sacro Cuore di Gesù - P: 18.00 - F: 8.00 - 10.00 - 18.00. Lodetto - S. Giovanni Battista - P: 18.00 - F: 8.00 - 10.00 - 18.00. S. Andrea di Rovato - S. Andrea Apostolo - F: 7.30 - 10.30. S. Anna di Rovato - S. Anna - P: 17.00 - F: 8.30 - 11.00 S. Giuseppe di Rovato - S. Giuseppe - P: 18.00 - F: 9.00 SALE MARASINO: S. Maria Assunta e S. Zenone - F: 9.00 - 11.00 - 18.00 SULZANO: S. Giorgio - P: 18.00 - F: 10.30 - 18.00 URAGO D’OGLIO: S. Lorenzo - P: 18.00 F: 7.30 - 9.30 - 11.00 - 18.00 ZONE: S. Giovanni Battista - P: 18.00 - F: 08.00 - 10.30 - 18.00

EMERGENZA

118 112 113 115 117 1515

(Emergenza sanitaria) (Carabinieri) (Polizia) (Vigili del Fuoco) (Guardia di Finanza) (Corpo Forestale)


La soluzione ai problemi dentali di tutta la famiglia

) 9 , :*0( 403( )9,:*0(403(56 (56

TO

IMPIAN

EO ENDOSS

0 0 , 0 4 5  IMPIANTI

CLINICHE DENTALI D’AVANGUARDIA

PROTESI FISSA SU IMPIANTI

O AMBIENTI ACCOGLIENTI E LUMINOSI

O 16 SALE OPERATIVE O SALOTTINI PRIVATI POST-OPERATORI

IN 48 ORE *

O AREA GIOCHI BIMBI

* dall’ intervento implantare

IGIENE E SICUREZZA

O REPARTO DI STERILIZZAZIONE AD ALTA TECNOLOGIA O AMBIENTI COSTANTEMENTE SANIFICATI

RALE

O ACQUA TRATTATA MEDIANTE RAGGI UV

A CARICO IMMEDIATO

IGIENE O

 40,00

RADIOLOGIA

O TAC DENTALE 3D O RADIOLOGIA DIGITALE ENDORALE

CORONA IN MICA METALLO-CERA

 420,00

OLTRE 6.000 PAZIENTI TRATTATI

O RADIOLOGIA PANORAMICA

SBIANCAM

TRATTAMENTI

ENTO

 190,00

O ESTETICA DENTALE O ODONTOIATRIA

GENERALE O PROTESI FISSE E MOBILI O CHIRURGIA - IMPLANTOLOGIA O PARADONTOLOGIA O ORTODONZIA O GNATOLOGIA Direttore Sanitario Dott. Aldo Albanese Iscritto all’albo Medici-Odontoiatri di Brescia n° 2804

AMBULATORI DENTISTICI BELSORRISO

Via O. Fallaci, 24 - Strada Prov. 235 - 25030 Brescia (Loc. Castel Mella) Tel. 030 2582204 (4 linee r.a.) - Fax 030 2584678 - info@belsorrisogroup.it - www.belsorrisogroup.it

AMPIO PARCHEGGIO GRATUITO BUS NAVETTA GRATUITO * stazione Metro * Per informazioni 030 2582204

BRESCIADUE

BELSORRISO

OTTURAZIOaNE sse) SEMPLICE (I cla

 48,00


ANCORA FERMO ALL’ADSL?

PASSA A INTERNET SUPERVELOCE!

www.airbeam.it

BERGAMO - BRESCIA - VERONA - VICENZA - PADOVA

INTERNET WIRELESS PRIVATI: con 25 euro al mese internet fino a 10 MEGA AZIENDE: linee simmetriche, banda garantita e ponti radio dedicati. AMMINISTRAZIONI: eliminiamo il digital divide portando internet anche dove le linee tradizionali non arrivano. Creiamo reti wi-fi cittadine / hot spot pubblici.

BANDA ULTRALARGA

www.dpi-digitale.it

Progettazione e realizzazione reti urbane in fibra ottica ad alta capacità.

Airbeam srl - Predore (Bg) - info@airbeam.it

www.airbeam.it


La Voce della Franciacorta 2013 05