Page 1

3

La Voce della Franciacorta n.

WWW.LAVOCEDELPOPOLO.IT

MENSILE D'INFORMAZIONE

ANNO III - MARZO 2011

Inchiesta. Oltre ai dati sugli stranieri, l’esperienza sul campo dei Sindaci di Castegnato e Coccaglio

L’integrazione non è possibile senza la conoscenza reciproca Vi presentiamo le storie di Andrew e di Jude e di come i Comuni scelgono l’accoglienza

Editoriale

dove la cultura e le tradizioni gli sono più confacenti. Ma nel frattempo? Molta di questa gente guarda all’Europa, all’Italia con speranza, per costruire un futuro migliore. Scappano dalla guerra e dalla fame e vengono da noi. La nostra terra ne ha accolti molti, non senza fatica, non senza dibattere della loro presenza, non senza cercare le soluzioni più opportune. Molti di questi stranieri sono stati per un poco ospiti delle nostre comunità, tanti sono ormai nuovi bresciani, concittadini. Accade anche nei borghi

tt pag. 2-3

Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in Abbonamento Postale - 70% - LO/BS

Fanno migliaia di chilometri per cercare un posto di lavoro, costretti a vivere lontano dai loro Paesi.

Qualcosa di nuovo di Adriano Bianchi

Le notizie di ciò che accade nei Paesi che si affacciano sul Mediterraneo dicono di un movimento di popoli in cerca di una storia nuova. C’è il desiderio di lasciare alle spalle anni di dittatura e di violenze per costruire

sistemi politici diversi, speriamo più giusti e democratici. Il futuro è incerto per tutti. Per le popolazioni anzitutto, quelle che stanno combattendo per la libertà, ma anche per i Paesi occidentali che non possono solo assistere a uno spettacolo il cui finale è più che mai incerto. Si parla della caduta di un nuovo muro di Berlino e di un piano Marshall per il nord Africa, di sviluppo e di crescita. Ne discutiamo perché crediamo sia bene che ciascuno possa realizzare la propria vita soprattutto nella sua terra, vicino ai suoi cari,

della Franciacorta, dove le loro storie si intrecciano con le nostre, dove il lavoro, la scuola, l’oratorio divengono i primi luoghi di contatto e di conoscenza, e dall’incontro nascono le relazioni, le amicizie. “L’immigrazione − dice il vescovo Luciano Monari − è un fenomeno complesso da affrontare con serenità”. E con serenità vi raccontiamo, in questo numero, qualche loro storia, insieme a ciò che alcune delle nostre comunità fanno perché cresca nella comprensione reciproca, qualcosa di nuovo.

AVANZI MOTO

CONCESSIONARIO UFFICIALE PER BRESCIA E PROVINCIA

BAGNOLO MELLA (BS) Via Solferino, 18 Tel. 030 620452 - Via Europa 3/A Tel. 030 620440 - www.avanzimoto.it info@avanzimoto.it


2

La Voce della Franciacorta marzo 2011

Sito: www.lavocedelpopolo.it

Primo piano

Un fenomeno complesso La Lettera “Stranieri, ospiti, concittadini” inviata alle comunità cristiane della diocesi sulla pastorale per gli immigrati è stata scritta, come ha precisato il Vescovo, “per aiutare le comunità cristiane a prendere in considerazione e affrontare con serenità un fenomeno oggettivamente complesso”. Quello dell’immigrazione è uno di quegli argomenti che meritano di essere discussi. Non sempre è facile trovare luoghi e interlocutori per fare in modo che il dibattito non sia sterile e superficiale. A volte è possibile giungere a un’opinione equilibrata solo a distanza di tempo, quando la riflessività garantisce un adeguato approfondimento. Ma quando i problemi scottano ancora, come agire?

Interviste. Le storie differenti di Jude Chikeka, che abita a Rovato, e di Andrew Gabinu che vive a Roccafranca

Costretti all’esilio forzato per cercare una vita migliore Uno è originario della Nigeria, l’altro del Ghana. Entrambi conoscono bene gli italiani grazie alle tante occasioni e opportunità di incontro avute di Luciano Zanardini

Uno è originario della Nigeria, l’altro del Ghana. Entrambi sono in Italia da tempo e del Bel Paese hanno potuto conoscere vizi e virtù. Il primo (Jude Chikeka) abita a Rovato in una casa di proprietà e ha quattro figli, il secondo (Andrew Gabinu) ne ha due (uno è morto tragicamente lo scorso anno in un canale) e vive a Roccafranca. “La cosa più importante – spiega Jude – è capire le persone e le regole. In quanto cattolico, la via più facile per inserirsi è quella di frequentare la chiesa”. Partecipa alle attività del-

La famiglia Chikeka

la parrocchia di San Giovanni Bosco guidata da don Serafino Festa per il quale esprime vera amicizia. La differenza poi la fa “la via legale”. Le perplessità di Jude, operaio in un’azienda di Camignone, non mancano: “Gli italiani pensano che gli stranieri non sono come loro. Quando ero all’asilo, mi hanno insegnato che il cittadino è colui che rispetta le leggi fondamentali senza alcun distinguo di razza o di colore”. Forse sarebbe opportuno fare

uno sforzo per comprendere chi abbiamo di fronte: “Nella storia – continua Jude che è arrivato in Italia, a Roma, nel 1989 – se uno commetteva un reato contro il popolo veniva esiliato, ecco noi, per sopravvivere, siamo costretti ad autoesiliarci. Così non apparteniamo più né al Paese d’origine né a quello di destinazione”. In un Paese straniero i contatti si mantengono anche attraverso la nascita di associazioni socio-culturali come nel caso di Jude

e dei suoi amici partiti dalla zona del Biafra: ogni prima domenica del mese si ritrovano nell’associazione “Nzuko Ndi Igbo” presso la sede della circoscrizione Sud al Villaggio Sereno. Se la legislazione non favorisce un percorso facile di integrazione, la scuola è il principale momento di incontro di culture, anche se i genitori di questi bambini hanno studiato altre materie e con altre modalità: “Io – continua Jude – mi trovo in difficoltà a insegnare ai miei figli. A scuola andrebbero seguiti di più; nel mio caso sono contento perché frequentano il Cag dove possono fare i compiti e stare insieme”. Se Jude può raccontare un’esperienza positiva di integrazione, Andrew, disoccupato, sottolinea le difficoltà di una persona che pur avendo l’esperienza in campo lavorativo (come macellaio) non trova le opportunità di impiego e si scontra con la diffidenza. A questo si aggiunge il dolore per la perdita del figlio Kevin nell’agosto 2010 e un sentimento di sconforto per l’abbandono delle istituzioni: “Sto cercando di aprire un’attività, ma non riesco. Sono in Italia da 30 anni e come me in tanti stanno vivendo la stessa situazione. Nessuno ti aiuta”. Questo commento vale più di mille parole.

Coccaglio. Il sindaco Franco Claretti illustra le difficoltà degli stranieri nella gestione della raccolta differenziata

L’educazione civica è la via ideale per favorire l’integrazione Per un primo cittadino l’integrazione delle diverse culture presenti sul territorio è quasi indispensabile. In questa intervista il sindaco Franco Claretti si sofferma sulla presenza degli stranieri. Quali attività avete sviluppato per favorire l’incontro tra culture? Per il secondo anno consecutivo abbiamo portato avanti un corso di educazione per adulti stranieri presso le Scuole medie. il percorso sta finendo con un buon successo: sono iscritte 40 persone; c’è anche una sorta di baby parking dove le mamme possono portare i loro figli. Accanto a questi servi-

zi ci sono le attività del tavolo di zona, come l’accompagnamento minori, collegate alla legge 40. A fronte dei numeri (1550 extracomunitari stranieri su 8492 abitanti), qual è il livello di integrazione sul suo Comune? Non ci sono particolari difficoltà. La scuola ci segnala una scarsa attenzione verso le istituzioni con i ragazzi che, senza preavviso, vanno via anche per lunghi periodi. Facciamo anche lezioni di educazione civica perchè abbiamo evidenziato una criticità nella gestione della differenziata (Coccaglio con il 78% è il terzo Comune per la raccolta

Franco Claretti

differenziata in Provincia, nda). L’educatore ha confermato che in molti casi gli stranieri non sono a conoscenza del servizio. A distanza di tempo si è pentito dell’operazione White Christmas? C’è stato un eccessivo clamore mediatico con l’utilizzo, da parte dei giornalisti, di un nome improprio. È stata solo una verifica anagrafica che ha portato a cancellare più di 300 iscritti dai registri comunali. Abbiamo semplicemente applicato la legge ed è un percorso che va avanti: non c’è stato alcun ricorso contro la nostra decisione.


La Voce della Franciacorta marzo 2011

E-mail: franciacortavocemedia.it

3

Il 4 aprile a Marone “Il dialogo tra i credenti” Lunedì 4 aprile alle 20.30 a Marone è organizzato l’appuntamento di “Voci nell’Agorà” dedicato alla zona del Sebino e della Franciacorta. Presso la Sala della comunità viene affrontato il tema: “Il dialogo tra i credenti”. Intervengono Anne Zell, pastora valdese, padre Mario Toffari, direttore ufficio migranti, Issam Mujahed, esponente del Centro culturale islamico di Brescia; Giovanni Boccacci, direttore del Centro migranti. introduce Emanuele Turelli, modera don Adriano Bianchi, direttore de “La Voce del Popolo”. Nell’occasione sarà presentato anche il restyling grafico e di formato del settimanale diocesano “La Voce del Popolo”, in uscita per la prima volta il 17 marzo (Festa dell’Unità nazionale).

I dati della Franciacorta. Rovato è il Comune con più stranieri sul territorio

Migliaia di chilometri per un posto di lavoro Migliaia di chilometri inseguendo un sogno o semplicemente un posto di lavoro che possa garantire un futuro più sicuro per se stessi e per la propria famiglia. Per non fermarsi ai soliti luoghi comuni, basterebbe, forse, andare in profondità, leggere in ogni storia la tribolazione di una persona che lascia tutto, compresi gli affetti e le radici, per cercare fortuna. La vita poi, si sa, è un grande ciclo che ritorna di continuo: non a caso tutte le popolazioni sono state protagoniste di grandi emigrazioni. Ma dove emigrano le persone? Dove c’è lavoro o dove la qualità della vita sembra migliore. Da questo punto di vista la Lombardia e la provincia di Brescia sono un ottimo polo attrattivo. Nella terra dei vigneti e delle industrie (Ovest bresciano) la richiesta di manodopera è sempre molto alta. Ma in Franciacorta recentemente si è parlato molto degli stranieri più per alcune scelte mediatiche(la mensa di Adro o la vicenda denominata White Christmas a Coccaglio), ma è stato poco sottolineato cosa fanno i Comuni per cercare la via ineludibile dell’integrazione. Siamo andati a spulciare alcuni dati (relativi all’Osservatorio regionale per l’integrazione e la mul-

tietnicità 2010) per verificare quanto incide sul territorio la presenza degli stranieri. Ecco alcuni numeri: Adro (624 stranieri su 7120 abitanti); Castegnato (898 su 7904); Chiari (2947 su 18710); Coccaglio (1583 su 8492); Cologne (1006 su 7594); Corte Franca (665 su 6267); Erbusco (875 su 8470); Gussago (1505 su 16585); Paderno Franciacorta (385 su 3750); Palazzolo (2944 su 19724); Rovato (3666 su 14354). Non ci siamo fermati solo ai dati abbiamo anche chiesto

a due Sindaci (Castegnato e Coccaglio) di spiegare come si muovono le loro Amministrazioni. Sono tanti i servizi attivati dai Comuni, ma forse la difficoltà maggiore è proprio quella di comunicarli alle persone potenzialmente interessate e soprattutto la difficoltà di intercettare i bisogni ovvero di mettersi in ascolto. Non è facile. Serve sempre di più una comunità solidale che sappia fare rete, coinvolgendo le associazioni che già operano nel quotidiano.

“Voci nell’Agorà” sul territorio “Voci nell’Agorà” intende promuovere interviste e dibattiti pubblici su temi di attualità nel territorio con l’obiettivo di dare spazio a più voci (giornalisti, ospiti, pubblico) al fine di affrontarne le criticità alla luce del vangelo. Questi gli appuntamenti: lunedì 21 marzo a Bienno presso la Sala della comunità; tema: “Nuove famiglie, nuove comunità”; intervengono Mario Sberna, presidente Famiglie numerose, Carla Bisleri, sociologa dell’Università cattolica, Giuliana Bertoli, assessore ai servizi sociali di Palazzolo. Giovedì 24 marzo a Sarezzo presso la Sala della comunità; tema: “Comunità cristiana e immigrati”; intervengono don Alfio Bordiga, già fidei donum in Germania tra gli immigrati italiani, don Danilo Vezzoli, parroco di Fucine di Darfo, Gabriele Bazzoli del Centro oratori bresciani. Lunedì 28 marzo a Pontevico presso la Sala della comunità; tema: “Lavoro e cittadinanza”; intervengono Marco Fenaroli, sindacalista Cgil, Renato Zaltieri, sindacalista Cisl, Eugenio Massetti, presidente Confartigianato Brescia, Luciano Pendoli, vice presidente Acli provinciali. Giovedì 31 a Vobarno presso il Centro sociale parrocchiale; tema: “La responsabilità politica dei cristiani”; intervengono Pietro Bisinella, segretario provinciale del Pd, Aristide Peli, assessore della Provincia di Brescia della Lega Nord, Margherita Peroni, consigliere regionale del Pdl.

Castegnato. L’Amministrazione comunale ha puntato sull’accoglienza, sull’integrazione e sulla coesione sociale

Gli stranieri non sono un’emergenza, ma un’opportunità Ogni straniero residente a Castegnato ha ricevuto a casa i principali articoli della Costituzione tradotti in dieci lingue. Anche se il sindaco Giuseppe Orizio sottolinea che “non stiamo facendo niente di straordinario, semplicemente, forti di valori in cui crediamo, stiamo operando perché la nostra comunità si voglia sempre più bene”. Lo straniero (al 31 ottobre 2010 il Comune contava 7904 abitanti: di questi 917, pari all’11,6%, non erano italiani) a Castegnato è integrato. Solo vent’anni fa gli stranieri erano 33 (0,69%). “Il forte incremento di cittadini stranieri è stato affrontato – spiega

il Sindaco – non come un’emergenza, ma con realistiche politiche di accoglienza e di integrazione nel rispetto delle regole. Abbiamo avuto il caso di rette della mensa e scuolabus non pagati, ma non ci siamo mai sognati di togliere il cibo a nessun bambino e abbiamo puntato molto sui Servizi sociali”. L’Amministrazione ha favorito la nascita dell’Associazione Multietnica nella quale sono rappresentate le principali etnie (46) del territorio. Concretamente porta il suo contributo nelle dieci Consulte istituite per aiutare il Sindaco nel governo del paese. Con il costo insostenibile di case e affitti, il

Giuseppe Orizio

Comune si è attivato per il servizio di compilazione delle pratiche e per consentire a tutti l’accesso agli aiuti. Potenziato lo Sportello unico locale per stranieri per il rinnovo del permesso di soggiorno, della carta di soggiorno e dei ricongiungimenti familiari. Grazie alle risorse della Legge 40/98 vengono finanziati anche i corsi di alfabetizzazione per adulti, di italiano per donne straniere al mattino, attività di mediazione linguistica nelle scuole e il doposcuola. Le donne (accedono ai servizi e così assumono un ruolo primario nella famiglia) possono usufruire anche lezioni di arabo e di informatica.


La Voce della Franciacorta marzo 2011

E-mail: franciacortavocemedia.it

La parola ai lettori

Rovato: un percorso sul tema del viaggio Il Convento dell’Annunciata di Rovato ospita un percorso antropologico sulla marginalità: il tema è il viaggio. Il 14 marzo interviene Carlo Sini su “Il viaggio fra mito e religione: Abramo contro Ulisse”; il 21 marzo tocca a Duccio Demetrio con “Filosofia del cammino”; il 29 marzo Marco Guzzi (“Viaggio al centro del cuore”); il 4 aprile Giorgio Bonaccorso si sofferma su “Il pellegrinaggio: il centro è altrove”; Luigi Verdi, l’11 aprile, affronta “Il cammino della Chiesa. Tra fedeltà e cambiamento”. Il ciclo di conferenze si conclude il 18 aprile con padre Ermes Ronchi, che spiega “Il viaggio, paradigma della vita umana”. Gli incontri iniziano alle 20.30.

L

IL MEGLIO DELLA FRANCIACORTA

Assistenza famigliare Grazie alla collaborazione tra Comune di Coccaglio, Asl, Fondazione Pompeo e Cesare Mazzocchi e Associazione “Vita per la Vita”, nasce la Scuola di assistenza famigliare: primo step di una serie d’iniziative che coinvolgono anche volontari e badanti. Il progetto si propone sia di condividere informazioni e competenze sul modo di fare-pensare l’assistenza, sia come tempo-spazio di confronto, nel tentativo di uscire dall’isolamento. Il corso si articola in 6/7 incontri di 2 ore all’interno della Rsa della Fondazione Mazzocchi: si parte il 16 marzo. Info: 030/7725713.

LETTERE

Situazione incresciosa Non è mia intenzione scrivere queste note per polemizzare tanto per il gusto di farlo. L’intenzione vera è quella di esporre una civile e pacata critica per fare meglio le cose in futuro, una “fraterna” correzione insomma… L’associazione “Humana” che a Palazzolo gestisce la raccolta di indumenti usati (puliti e in buono stato di conservazione) per distribuirli alle persone bisognose di casa nostra o di paesi lontani, dovrebbe svolgere la propria “mission” con maggiore zelo e amore. Il cassonetto giallo posizionato all’inizio del lungo Oglio presenta da anni un buco nella struttura attraverso il quale persone sconsiderate estraggono il vestiario in esso contenuto. Fatta una sommaria cernita del materiale impropriamente prelevato, sottraggono quanto interessa a loro lasciando il rimanente alla mercé delle intemperie, inoltre lo spettacolo di disordine e di degradi è da immaginarsi. Magliette, intimo, pantaloni, gonne, scarpe… tutto materiale rovinato, sporcato, strappato, bagnato e alla portata degli animali randagi. Penso alle persone che generosamente hanno conservato e curato quel vestiario per donarlo a persone meno fortunate nella vita affinché lo possano riutilizzare. Invece tanto ben di Dio viene sprecato assieme a tante buone intenzioni dei donatori. Chi fa del volontariato lo faccia bene e al meglio delle proprie possibilità, altrimenti non lo faccia, si iscriva a un corsi di ballo sudamericano o a un circolo sportivo. Così facendo non si fanno danni al “pensiero collettivo”, non si offendono i principi etici di nessuno e non si spingono persone generose verso l’indifferenza. È così che succede, quando le buone intenzioni vengono umiliate e tradite, ci si chiude ai bisogni degli altri. Durante le ferie natalizie ho riparato quel buco, visto il disinteresse di chi doveva intervenire per dovere, con una lamiera piegata ad angolo, silicone, rivetti e trapano. Non lo segnalo per sentirmi dire “bravo”, lo dico perché ero stanco di vedere tanto spreco e lassismo. Purtroppo esistono anche poveri materiali che sono anche poveri di cervello, dei miseri (solitamente i poveri sono ricchi di valori umani), dopo poche

5

IL PEGGIO DELLA FRANCIACORTA

Un tunnel “infinito” Doveva essere un progetto pilota, unico in tutta la Lombardia, in grado di produrre energia pulita, ridurre lo smog e l’inquinamento acustico provocato dalle auto e, contemporaneamente, restituire vivibilità alle case di Sale Marasino. Ma il tunnel “Genesis”, l’opera presentata quasi quattro anni fa, sembra essere naufragato nel nulla: sulla strada provinciale 510 continuano a transitare 1.600 veicoli all’ora e i motori scaricano nell’aria ossido di azoto, anidride carbonica e polveri sottili che si depositano nei prati e sui muri delle case vicine. Nel municipio affacciato sul Sebino l’impressione è che il tunnel rimarrà soltanto una gran bella idea.

Giornali della Comunità

Radio Voce “100% Brescia” è la trasmissione in diretta dal lunedì al venerdì dalle 14 alle 15 dedicata al mondo delle Rondinelle. Oltre al Brescia Calcio, segui ogni domenica con “Diretta Sport” l’intero campionato del Rodengo Saiano con collegamenti dal Comunale e in trasferta. Spogliatoi anche di Lumezzane, Montichiari e Feralpi Salò.

settimane quella lamiera è stata parzialmente strappata e lo scempio continua. Per assurdo ho dovuto rimuovere il riparo perché era diventato un pericolo per i passanti, penso ai bimbi e agli anziani che candendoci sopra potevano seriamente ferirsi. Concludo dicendo ai responsabili dell’associazione “Humana” di svolgere bene il loro servizio se vogliono essere di utilità pubblica. Scusate se posso essere apparso arrogante o uno che vuole dare lezioni di comportamento. Così non è e mai avrei voluto scrivere questa lettera di segnalazione, comunque ognuno sia libero di e pensarla come vuole. Se la situazione non cambierà, la mia famiglia non metterà più niente in quei cassonetti… Sergio Belotti

Liberarsi dai bisogni “Giornale di Bornato” è il Giornale della comunità della parrocchia di Bornato. Il numero per la Quaresima ha come sottotitolo “Guardati dal dimenticare il Signore”. All’interno gli appuntamenti per il periodo quaresimale, il messaggio del Papa e un servizio sulle Giornate mondiali della gioventù.

fm 88.3 88.5 Brescia e Provincia

Sempre più persone sono pronte a degradarsi pur di raggiungere un risultato. L’uomo davvero libero non considera se stesso come un insieme di bisogni da soddisfare. Darsi delle mete e perseguirle, in questo risiede la dignità dell’uomo. Se no, è un oggetto inutile. Lettera firmata

Quanto viene pubblicato in queste pagine è da attribuirsi unicamente alla responsabilità dei firmatari delle lettere. Nelle lettere è necessario indicare in modo leggibile nome, cognome, indirizzo e numero di telefono di chi scrive per renderne possibile l’identificazione. La redazione si riserva il diritto di sintetizzare, senza alterarne il senso, i contributi ritenuti troppo lunghi (massimo 1500 battute). La pubblicazione di una lettera non implica la condivisione del suo contenuto da parte della direzione del giornale. Non saranno pubblicate lettere già apparse su altri organi di stampa. Scrivete a “La Voce della Franciacorta”, via Callegari, 6 - 25121 Brescia o via mail a franciacorta@vocemedia.it.


La Voce della Franciacorta marzo 2011

E-mail: franciacortavocemedia.it

Cologne

La parrocchiale è tornata all’antico splendore La chiesa di Cologne dedicata ai Santissimi Gervasio e Protasio è tornata al suo antico splendore, dopo i lunghi e impegnativi lavori di ristrutturazione protratti per oltre tre anni e costati circa due milioni di euro. Dopo la definitiva riapertura ai fedeli del 19 febbraio, ora la parrocchiale si accinge a ricevere la benedizione impartita dalle mani del vescovo Luciano Monari, nel corso di una celebrazione fissata alle 10.30 del primo maggio. Un appuntamento significativo che ben s’inserisce nell’ambito dei festeggiamenti promossi nella comunità colognese in occasione della ricorrenza del centenario di presenza delle suore francescane in paese e che vedrà il suo clou nelle giornate di sabato 28 e domenica 29 maggio.

Sessant’anni di storia. L’esperienza di ”Elettrodomestici e casalinghi Piantoni”

Dalla parte dei clienti di Anna Salvioni

Cambiano tempi ed esigenze, ma la vocazione resta la stessa e, anzi, si affina. Dal primo dopoguerra, quando nella piccola bottega appena avviata dalla famiglia Piantoni si commerciavano semplici piatti, bicchieri, scodelle, ma anche alluminio, stufe, bombole a gas e pesanti fustini di cherosene per far fronte alle quotidiane esigenze domestiche, si è giunti oggi alla vendita di una vasta gamma di moderni e sofisticati elettrodomestici. Nel mezzo, l’invenzione del televisore e della lavatrice, la commercializzazione dei primi giocattoli, l’irrefrenabile innovazione di tecnologia e casalinghi, ma anche più attenzione per il mobilio legato all’organizzazione della casa e alle sue comodità. A fare da potente collante, in sessant’anni d’incessante attività, un’innata predisposizione al contatto umano e a quel “saperci fare con la gente” tramandato dai nonni Teresa e Mario, ai genitori Giuliana e Vittorio, fino a Giambattista – per tutti Gian – primogenito di quattro figli (Angioletta, Rosanna e Ruggero) che, insieme alla moglie Marinella dedita a cassa e negozio, ora conduce vendita, trasporto e assistenza dei suoi elettrodomestici, favorito dalla sua formazione di perito elettronico conseguita al don Bosco di Brescia e da un’inarrestabi-

Giambattista Piantoni insieme alla moglie Marinella Moretti

le voglia di specializzarsi. “Anche se la mentalità e il contesto sociale sono cambiati, il lavoro prosegue nella stessa direzione: andare incontro alla gente, con massimo impegno, apertura e disponibilità, partendo dalla base di sempre: instaurare rapporti seri, onesti e amichevoli con le persone, sempre più rari da riscontrare nelle odierne grandi distribuzioni commerciali”. Pensando al passato? “Sono stati anni di grossi sacrifici, sia nell’avviare che nel mantenere l’attività, ma anche di grandi soddisfazioni legate soprattut-

7

to alla funzione che il negozio, al di là del vendere, ha svolto nel tempo, favorendo l’incontro, la comunicazione, lo scambio di idee e il vivere il paese”. E guardando al futuro? “Nonostante la crisi, sono contento per come si è evoluta l’attività e credo che la forza e la tranquillità del nostro negozio sia racchiusa proprio in quel legame di fiducia e d’intesa creatosi nel tempo con la clientela, di fronte alla quale, consigli, sicurezze e garanzie, anticipano il soddisfacimento di richieste, esigenze e desideri”.

Con un televisore vince una Fiat 500 Come per ogni compleanno che si rispetti si attende una sorpresa, così anche per il 60° degli Elettrodomestici Piantoni è giunto puntuale un biglietto speciale: quello con le cifre vincenti (6218) una fiammante Fiat 500. In occasione delle scorse festività natalizie, infatti, oltre una quarantina di esercizi commerciali del paese avevano promosso per il primo anno, in collaborazione con Comune e Gruppo Bossoni, la curiosa iniziativa “Regalati un Natale in Fiat 500 nei negozi di Cologne”. Ad ogni acquisto effettuato in uno dei punti vendita aderenti al concorso durante lo shopping pre-natalizio erano consegnati tagliandi numerati gratuiti da conservare fino all’estrazione, organizzata in piazza Garibaldi la sera del 24 dicembre, del biglietto vincente l’autovettura in palio, pronta nei successivi 30 giorni per essere ritirata “chiavi in mano” dall’invidiato estratto. Un’identità presto svelata la mattina del 30 dicembre quando la colognese Patrizia Tripodi, del tutto ignara di possedere il fortunato biglietto, consegnatole dopo aver acquistato un piccolo televisore a inizio dicembre, varcò l’uscio dei Piantoni per effettuare una nuova compera. “L’esito della lotteria era appeso sull’ingresso – ha raccontato la titolare Marinella – e ho spronato la signora a verificare subito tra i suoi tagliandi. Giusto il tempo di raggiungere casa per recuperarli e poi... la magnifica sorpresa!”. “Tra tutti i negozi del paese, erano stati distribuiti circa 15mila tagliandi, di cui 500 consegnati agli acquirenti del mio negozio – ha ricordato ancora emozionato Gian Piantoni –: lo scoprire che proprio una mia cliente era stata baciata dalla fortuna è stata per me un’emozione enorme, quasi un premio riconosciuto, proprio nel nostro sessantesimo, per esserci sempre battuti nell’intento di accontentare il cliente”.

Dal 1950. Il piccolo negozio nel tempo si è ampliato, ma ha mantenuto al piano superiore gli spazi abitativi

Il binomio casa e negozio: una scelta per ottimizzare i tempi La storia dell’attuale “Elettrodomestici e casalinghi Piantoni” è una di quelle che, nonostante l’intenso sessantennio, resta indissolubilmente legata a denominazione e territorio. Un nome di buon auspicio se si pensa che la storica attività venne avviata dal poco più che ventenne Vittorio Piantoni, all’interno della sua casa nell’omonima via. È tra le mura domestiche al 26 di via Piantoni infatti che, attorno al 1950, aprì i battenti il negozietto condotto dall’intraprendete colognese, supportato dagli affabili genito-

ri: l’energica mamma Teresa e papà Mario, abile costruttore di caratte in legno. Dopo i primi cinque anni di rodaggio, il piccolo “bazar” approdò nella centralissima piazza Garibaldi (a sinistra della parrocchiale, al posto dell’odierno Bar Acli) dove vi rimase fino al 1963 circa, prima del trasferimento in uno stabile poco distante (ora occupato dallo studio di assicurazioni Pagani), proprio di fronte all’attuale sede del negozio, in via Guglielmo Marconi numero 25. È qui infatti che, negli anni Settanta, l’attività trovò

L’ingresso del negozio

definitiva ubicazione, mantenendo la sua posizione strategica nel cuore del paese, ma cogliendo anche l’occasione d’ampliare gli spazi disponibili, espandendosi su oltre un centinaio di mq dedicati all’esercizio commerciale e integrandone altrettanti adibiti a magazzino, senza tralasciare i locali abitativi al piano superiore. “Tranne che negli anni trascorsi in piazza – ha evidenziato Gian Piantoni –, la nostra attività ha sempre abbinato casa e negozio: una scelta ideale, seppur di sacrificio, per ottimizzare i tempi di gestione”.


8

La Voce della Franciacorta marzo 2011

Sito: www.lavocedelpopolo.it

Franciacorta

Erbusco: la biblioteca diventa itinerante Il Comune mette mano all’area di piazza Castello e la biblioteca è costretta a traslocare. I lavori messi in cantiere dal sindaco Isabella Nodari e dall’assessore ai lavori pubblici, Felice Buelli, hanno come controindicazione la chiusura della zona. In attesa che gli interventi di riqualificazione finiscano, fino al 15 di marzo la biblioteca verrà trasferita all’ufficio Istruzione, al pianoterra del Municipio di via Verdi, 16. I corsi d’inglese e le “Letture per raccontare” verranno effettuate nel Salone Titonio di piazza Roma, 9, alle spalle del Municipio stesso. Gli orari di apertura sono: lunedì, martedì e venerdì, dalle 14.30 alle 18.30; giovedì, dalle 17 alle 21. Mercoledì e sabato l’ufficio Istruzione non sarà aperto al pubblico.

Gussago. Il suo secondo lavoro, l’album “La regola”, è stato prodotto da Giancarlo Prandelli per la Gne Records

Elodea, un’artista da scoprire Elisabetta Coiro, 25 anni, è considerata l’astro nascente della musica bresciana (ha cantato con Michael Bolton). In questa intervista racconta i suoi sogni di Alessio Andreoli

Il nuovo astro nascente della musica ha 25 anni e vive a Gussago: si chiama Elisabetta Coiro, in arte Elodea. Elisabetta per lanciare “La Regola”, il tuo ultimo disco, ti sei buttata con il paracadute sopra i cieli di Bologna. Dove hai trovato questa idea brillante? Ho deciso di lanciarmi nel vero senso della parola tenendo in mano il mio album per cercare di dare ancora più importanza al disco e per dimostrare che farei qualunque cosa per la musi-

La copertina dell’album

ca! Devo ringraziare alcuni amici paracadutisti e la scuola Milancio.com che mi hanno proposto questa splendida iniziativa. Il primo singolo si chiama “Perdere i ricordi”. Che messaggio vuoi dare con questo brano? Questa è una canzone strettamente

autobiografica. Ho scritto questo testo in un momento molto particolare della mia vita nel quale dimenticare è stato fondamentale per andare avanti. Io non sono il tipo di persona che cerca di dimenticare il passato, ma a volte cancellare qualche ricordo è utile per superare le difficoltà.

Nonostante la giovane età hai già pubblicato un album, “Ancora non c’è”, e calcato palchi come il Festival Show e il Festival del Garda, ma c’è qualcosa che ti rimarrà sempre nel cuore? Non dimenticherò mai il 22 dicembre 2007 quando feci la corista per Michael Bolton in una cornice splendida come quella di Piazza Duomo a Milano. Mi vengono ancora i brividi se ci penso. La musica è stata la tua passione fin da quando eri piccola. Cosa provi quando canti? Cantare mi fa stare bene e mi fa sorridere in qualunque momento. La musica è per me il più bel modo di trasmettere le proprie sensazioni agli altri e questo mi riesce più facilmente scrivendo i testi delle mie canzoni. Hai uno splendido rapporto d’amicizia con Jury Magliolo, in futuro ti piacerebbe duettare con lui? Abbiamo già duettato in passato, prima che per lui arrivasse il successo di X-Factor. Un domani sarei molto lieta e contenta di cantare con Jury in un mio brano o con una sua canzone.

ROVATO Corso Bonomelli 1 tel 030 7702663

Liberi di viaggiare Offerta Life Viaggi

info@lifeviaggi.it altre offerte su:

www.lifeviaggi.it

MESSICO - Akumal Club Beach Resort in all inclusive assistenza italiana. 9 giorni 7 notti Marzo/Aprile da euro € 990 all inclusive

APERTURA PRENOTAZIONE VACANZE ESTATE 2011 Speciale prenota prima con " beati i primi e spendi meno " PRENOTANDO ENTRO IL 31/3 NESSUN ADEGUAMENTO CARBURANTE* + BAMBINO GRATIS

VIAGGI DI NOZZE "realizza il tuo sogno piu bello con noi " life viaggi e vacanze ? Si lo voglio!!!


La Voce della Franciacorta marzo 2011

E-mail: franciacortavocemedia.it

9

La “Strada del Franciacorta” investe e rilancia La “Strada del Franciacorta” investirà nel 2011 circa 265mila euro che serviranno a migliorare il sistema d’accoglienza e creare un nuovo modello di agricoltura attraverso la partecipazione al Piano di sviluppo rurale della Regione che ha concesso un contributo a fondo perduto pari al 90% del totale. Sarà rinnovata la segnaletica con cartelli autostradali e cicloturistici, quadri turistici con impianti fotovoltaici, sistema Qr code (quello che consente di ricevere sul cellulare le informazioni), 10 corner informativi multimediali. In cantiere l’acquisto di 50 biciclette, di cui 20 elettriche, messe a disposizione dei turisti. La “Strada del Franciacorta” non partirà più dalla frazione Mandolossa ma da piazza Loggia.

Rovato. Una decina di imprenditori agricoli bresciani proporranno i prodotti coltivati o allevati nelle aziende

Sul banco i prodotti a km zero: frutta, verdura, formaggi e altro In piazza Cavour ogni mercoledì, dalle 8 alle 13, arriva la “Campagna Amica”, l’iniziativa della Coldiretti. Questi mercati offrono prodotti di stagione e del territorio

Nello specifico, in piazza a Rovato ci saranno più di una decina di imprenditori agricoli bresciani presenti, pronti a vendere quanto coltivato o allevato nelle proprie aziende: per i consumatori sarà possibile acquistare direttamente dai produttori frutta e verdura fresca e di stagione, formaggi vaccini e caprini freschi e stagionati, salami e insaccati vari, miele, marmellate artigianali e succhi di frutta, farine, vino e olio bresciani, ma anche piantine da orto e fiori. I mercati di “Campagna Amica” rappresentano una garanzia per i consumatori di acquistare prodotti freschi e di qualità a prezzi competitivi, un metodo per migliorare i redditi dei produttori offrendo nuove opportunità di vendita e una educazione del consumatore a un acquisto responsabile e rispettoso dei cicli produttivi, attraverso l ‘offerta di prodotti di stagione e del territorio. “La proposta nasce − spiega Diomira Ramera, assessore rovatese − dalla condivisione dell’idea di filiera corta. In un mercato che si è sviluppato moltiplicando gli intermediari, diventa oggi possibile sperimentare un’altra strada che premia il produttore e offre al consumatore la possibilità di acquistare prodotti convenienti e garantiti”.

di Irene Ziliani

Dal 2 marzo, e per i prossimi tre mesi, l’acciottolato di piazza Cavour torna ad ospitare un mercato. Non si tratta di quello merceologico, che ormai da una decina d’anni ha lasciato il salotto di Rovato per approdare al Foro Boario: in piazza Cavour, ogni mercoledì dalle 8 alle 13, arriva la “Campagna Amica” del mercato con prodotti a chilometro zero di Coldiretti. Grazie a una sinergia fra l’associazione di categoria dei coltivatori diretti e l’assessorato comunale al commercio e alle attività produttive, una dozzina di banchi provenienti dalla provincia troverà spazio a ridosso del porticato progettato dall’architetto Rodolfo Vantini.

150° Unità d’Italia. Tutti i Comuni della Franciacorta promuovono anche il concorso “I giovani e l’Italia unita”

La Notte Bianca a Erbusco in musica fino a mezzanotte Tutti i Comuni della Franciacorta stanno promuovendo il progetto provinciale, nato nell’ambito del progetto Gioventù Card e in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia: il bando di concorso “I giovani e l’Italia unita”. Il concorso, patrocinato dal Ministero della Gioventù, è aperto a tutti i giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni e consiste nella produzione di uno scritto da consegnare entro il 16 maggio. La rete degli Informagiovani di Erbusco, Cazzago, Coccaglio, Rovato e Cologne è in campo per for-

nire maggiori dettagli ai giovani interessati. Oltre a questo, alcune realtà hanno messo in campo una serie di incontri sul tema dell’Unità d’Italia. Il Comune più sensibile, al riguardo, è quello di Erbusco: mercoledì 16 marzo, al parco comunale accanto al Municipio, ci sarà una “Notte bianca dell’Unità d’Italia”: alle ore 21.30 concerti con gruppi giovanili fino a mezzanotte, quando ci sarà l’alzabandiera. A seguire, nel vicino teatro comunale, proiezione de “Il Gattopardo” di Luchino Visconti. Il giorno dopo,

alle 10.30, corteo cittadino e in serata spettacolo in teatro su “Anita e Giuseppe, amori e battaglie” di Barbara Mino. Nella vicina Rovato, invece, doppio appuntamento in biblioteca, in corso Bonomelli, 37: mercoledì 16 marzo con il pm Armando Spataro che presenta il libro “Ne valeva la pena” e venerdì 25 marzo con il giornalista e ricercatore storico locale, Enrico Mirani, che presenta il libro “Dal Monte Orfano alla Costituzione: storia di Oreste Bonomelli, socialista, antifascista e deputato”. Inizio alle ore 21, ingresso libero.


STILE ED ELEGANZA HANNO TROVATA CASA

Borgo Colombaia Solo cuore e passione rendono le cose straordinarie

NASCE A MONTICELLI BRUSATI, NELLE COLLINE STORICHE DELLA FRANCIACORTA, AVVOLTO DAI VIGNETI DEL BOLLICINE E DA UN’ATMOSFERA DI STRAORDINARIA TRANQUILLITA’. VIENI A SCEGLIERE LA TUA NUOVA CASA TRA DIVERSE PROPOSTE DI TRILOCALI E QUADRILOCALI INDIPENDENTI.

E S P IMM OBILIARE

direttamente dal costruttore

informazioni e visite in cantiere Tel. 030/6854071 - 338/7491232


La Voce della Franciacorta marzo 2011

E-mail: franciacortavocemedia.it

Rovato. Al Foro Boario sono attese migliaia di persone per la 122ª edizione

Degustazioni varie a Lombardia Carne Il Foro Boario di piazza Garibaldi ospita, dal 9 all’11 aprile, la fiera zootecnica nazionale. Da oltre un secolo in esposizione bovini, equini e caprini di Daniele Piacentini

Il prossimo 9, 10 e 11 aprile il Foro Boario di piazza Garibaldi di Rovato vedrà ripetersi la magia di tutti gli anni, dalla fine del XIX secolo a oggi. La fiera zootecnica nazionale Lombardia Carne, infatti, aprirà i battenti per la sua 122ª edizione. Rovato e “Lombardia Carne”, “Lombardia Carne” e Rovato, il binomio è ormai entrato nel dna della capitale della Franciacorta che due settimane prima delle festività pasquali ospita da oltre un secolo l’importante kermesse dedicata a bovini, equini e caprini. Il programma dell’edizione 2011 è ancora in fase di definizione da parte dell’assessorato comunale alle fiere, al commercio e alle attivita produttive retto da Diomira Ramera. Le indiscrezioni sulle attività in cantiere per quest’anno parlano di una conferma della tradizione

dell’ultimo periodo, che ha consentito alla kermesse di riprendere quota dopo alcuni anni un po’ negativi a cavallo del passaggio del millennio. La 122ª edizione di Lombardia Carne si aprirà sabato 9 aprile in mattinata. Nel pomeriggio previste degustazioni enogastronomiche, in particolare di insaccati. Gli amanti del buon cibo potranno godere della tensostruttura (circa 1000 mq) all’interno della quale saranno disposti gli stand dei diversi espositori agroalimentari. I visitatori potranno degustare una serie di prodotti tipici e acquistare generi alimentari come formaggi, miele e vino.

Domenica 10 aprile si entra nel vivo della manifestazione. Alle 10 si terrà l’inaugurazione ufficiale della manifestazione con il taglio del nastro tricolore. L’appuntamento più atteso della giornata, ore 14.30, sarà quello in cui saranno premiati i migliori esemplari bovini (maschio e femmina), scelti da una commissione composta da alcuni esperti del settore zootecnico che assegnerà il primo premio assoluto della 122ª edizione. La tre giorni si chiude nella mattinata di lunedì con il tradizionale mercato merceologico, appuntamento che si rinnova a Rovato da oltre 500 anni.

FLOWERS APERTO LA DOMENICA

ISEO Via Campo, 36 Tel. 0309822055

11

La tradizione mercantile Il rapporto fra Rovato e la sua fiera, Lombardia Carne, affonda le proprie radici attorno al 1870. Le tradizioni mercantili della capitale della Franciacorta, invece, sono addirittura millenarie. Le prime tracce di un mercato zootecnico sono situate dagli storici sul Monte Orfano, nei pressi della Chiesa di San Michele. Fin dal tempo della dominazione longobarda (fine del V secolo dopo Cristo) mandriani, nomadi e pastori provenienti dalla Valtellina e dalla Valcamonica trasportavano il bestiame sulla piazza rovatese, dove avvenivano vere e proprie contrattazioni lunghe ore e ore. Sui primi secoli del secondo millennio le informazioni scarseggiano, mentre dopo le dure prove di un’invasione di cavallette (1477) e della pesante peste bubbonica (14491478), gli esperti concordano che a partire dalle fine del Quattrocento il mercato del paese rifiorisce tanto da portare a una nuova forma di esposizione, il tradizionale mercato del lunedì attivo ancora oggi. Una conferma dell’esistenza di tale mercato si trova nella Ordinanza Ducale del 5 luglio 1517, con la quale il Doge di Venezia conferma a Rovato il diritto di “tenere un mercato ogni settimana”, un privilegio concesso a ben pochi paesi in tutto il Bresciano. Il passare dei secoli porta alla formazione di un mercato nazionale che nel 1866 consente al mercato rovatese di diffondersi fuori provincia: gli archivi di quel periodo conservano infatti manifesti con le norme introdotte nel 1868 dall’Amministrazione comunale, fra cui l’istituzione della prima edizione della “Fiera di bestiame, formaggio e merci di qualsiasi altro genere” fissata per il 6-9 luglio 1868. Da allora, Lombardia Carne rimane una delle caratteristiche di Rovato che anche per il 2011 vedrà la presenza al Foro boario di migliaia di persone.


La Voce della Franciacorta marzo 2011

E-mail: franciacortavocemedia.it

Sebino

13

Marone: documenti e cimeli del Risorgimento Dal 13 marzo al 27 marzo dal giovedì alla domenica (ore 10-12 e 15-18) c’è la mostra “Documenti e cimeli del risorgimento italiano e bresciano”. Presso il Centro civico sono in programma gli incontri su “L’economia bresciana di fronte all’Unità d’Italia. Il 17 marzo alle 20.30 il prof. Giovanni Gregorini illustra il “Risorgimento Parziale: economia e società del Bresciano tra XIX e XX secolo”. Si prosegue giovedì 24 con il dott. Giovanni Tacchini in “Le aree sistema della produzione della lana nella Lombardia Orientale” e giovedì 31 marzo con Mauro Pennacchio e “Il lanificio nell’economia sebina”. L’ultimo è il 7 aprile alle 20.30 con lo storico Roberto Predali e “Uomini, vicende luoghi dell’industria laniera a Marone”.

Prolago Sebino. L’associazione punta alla valorizzazione dei piatti tipici con “Itinerari di gusto”

Olio d’oliva e diario di viaggio di Alba Vezzoli

Un lago da conoscere e da far conoscere, cinque paesi coinvolti e 61 protagonisti tra Enti locali, produttori, aziende, negozi, ristoranti e strutture ricettive. Questi in breve i numeri di “Sebino – Itinerari di gusto”, ambizioso progetto presentato sabato 26 febbraio nella splendida cornice dell’ex chiesa dei Disciplini a Sale Marasino. Frutto dalla volontà e dal lavoro di “Prolago Sebino”, associazione nata circa otto anni fa e composta principalmente da operatori del settore turistico- commerciale e da un buon numero di volontari, e riconosciuto dalla Regione Lombardia, “Sebino – Itinerari di gusto” coinvolge i comuni di Sulzano (Capofila), Montisola, Sale Marasino, Marone e Zone. Come si evince dallo stesso nome il progetto punta alla valorizzazione del territorio sebino attraverso la valorizzazione dei suoi piatti tipi-

ci, come olio d’oliva, pesce, salumi, formaggi, miele e marmellate. Ma come si compone concretamente questo itinerario? Innanzitutto si parte da un quadernetto promozionale, una moleskine dal sapore Hemingueiano, un moderno diario

di viaggio, rigorosamente bilingue (italiano- inglese), dove si può leggere il racconto di uno scrupoloso viaggiatore che attraverso appunti e meravigliose fotografie racconta la sua esperienza sul lago d’Iseo, in un mix di cose da vedere di sapo-

ri e così via. Non meno importante la realizzazione di un sito Internet dedicato, ove trovare sia le informazioni pratiche, sia divagare per scoprire storie, tradizioni e curiosità del lago e dei suoi abitanti. Ulteriore chicca è la realizzazione di Totem descrittivi posti in punti strategici dei comuni coinvolti. Obiettivo prioritario: valorizzare le reali risorse territoriali in tutti i contesti, dalla natura al cibo, e anche la commercializzazione di servizi e pacchetti turistici che non saranno limitati solo in Italia, ma anche all’estero. Ovviamente, come più volte sottolineato dai protagonisti di “Sebino – Itinerari di gusto”, si punta ad un genere di turismo di tipo sostenibile, compatibile con l’ambiente e con i suoi abitanti, in modo da creare un importante equilibrio tra domanda e offerta. L’auspicio è quello di creare maggiore sinergia tra enti, ma anche quello di coinvolgere in breve-medio periodo anche gli altri comuni del bacino lacustre.

Great Wall Hover 5. Benvenuti a bordo.

Ecoincentivi fino a € 4.100 per il tuo usato da rottamare (se non è da rottamare Great Wall lo supervaluta). 2 WuDr y Lux

a€

17.990

*

4 WxDu r y S. L u

Con 28 optional Vantaggio cliente € 3.425 e con soli € 990 impianto GPL BRC

a€

www.greatwall.it

20.990

*

Con 33 optional Vantaggio cliente € 4.100 e con soli € 990 impianto GPL BRC

Acquistabili con Anticipo Zero e Tasso Agevolato del 3,79%. Con polizza incendio/furto e collisione inseribile nel piano finanziario.

Un’auto che vale.

*Prezzo più IPT con campagna rottamazione, € 4.100 per la versione Hover 5 4WD S.Luxury e €3.425 per il 2WD

Luxury. Ulteriore risparmio sull’Impianto GPL BRC di € 910 cumulato con la rottamazione. Spese finanziarie €300 salvo approvazione della finanziaria. Scade il 30\03\2011 in tutte le concessionarie che aderiscono alla promozione. Consumi ciclo combinato: ( l / 100 km) bz 10.3; Gpl 13.8 – Emissioni CO 2 (g/ km): bz 242; Gpl 222

ISOCAR

BRESCIA L O N AT O SAN ZENO

V ia Valcamonica, 14 V ia Folzone, 1 V ia Armando Diaz, 4

www.greatwallisocar.it


14

La Voce della Franciacorta marzo 2011

Sito: www.lavocedelpopolo.it

Ovest bresciano

Chiari e il Risorgimento Italiano Con “Chiari e il Risorgimento Italiano” la Fondazione Morcelli Repossi partecipa alle celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia. Fino a sabato 7 maggio presso la Biblioteca Morcelli è possibile visitare gratuitamente diari, medaglie, armi bianche, documenti rari che testimoniano la partecipazione della cittadina al Risorgimento. In mostra anche i ritratti dei patrioti clarensi Giovanni Maffoni (17861872) e Paolo Bigoni, caduti in mano austriaca e imprigionati come cospiratori nella fortezza di Lubiana negli anni 1823 e 1824. L'esposizione è aperta dal martedì al sabato dalle 9.30 alle 12.30; martedì e sabato anche di pomeriggio dalle 14 alle 17. Per gruppi e scolaresche visite su appuntamento al tel. 0307000730.

Azienda ospedaliera Mellino Mellini. Parla Andrea Materzanini, direttore del Dipartimento di salute mentale

Il Centro di salute mentale amplia la sua offerta oraria Quello di Rovato è, insieme a Iseo e Orzinuovi, uno dei tre Centri di Salute Mentale dell’Azienda ospedaliera. L’accesso al Centro è libero, senza prenotazioni o impegnative mediche di Francesco Uberti

La malattia non va in vacanza. Non si prende week-end di pausa, non ha orari d’ufficio: chi soffre di qualche disturbo ha bisogno di un aiuto continuo. È a partire da queste considerazioni, così stringenti nel loro realismo, che ha preso avvio, presso il Centro di Salute Mentale di Rovato, una sperimentazione, la prima in Lombardia, che ne aumenta orari e giorni di apertura. Il centro di via Golgi 1 (0307719664) sarà aperto dalle 8.30 alle 20.30, tre ore in più rispetto al precedente orario che prevedeva la chiusu-

Il dott. Andrea Materzanini

ra alle 17.30, tutti i giorni dell’anno weekend e festività comprese. Dietro a quello che può sembrare un semplice cambiamento di orari, si sviluppa un discorso molto più ampio riguardante l’approccio alla tutela della salute mentale. Il dott. Andrea Materzanini, direttore del Dipartimento per la Salute Mentale dell’azienda ospedaliera Mellino Mellini di Chiari, a cui il centro di Rovato fa riferimento, pone l’accento sulla più completa capacità di acco-

glienza e integrazione con il territorio e la cittadinanza che si verrà a realizzare: “È l’evoluzione del percorso che questo dipartimento svolge da anni in termini di presa in carico dei bisogni della cittadinanza e del territorio, nonché della promozione di una cultura della salute mentale”. Il centro, oltre ad offrire al proprio interno il supporto di psichiatri, psicologi, infermieri educatori ed assistenti sociali, promuoverà iniziative all’esterno come

interventi culturali e didattici,in collaborazione con vari enti ed associazioni. “Potremmo definirla psichiatria territoriale – continua il dottor Materzanini – tutti, qualsiasi sia il loro problema, potranno accedere al centro, senza bisogno di alcuna impegnativa. Ci si propone di fornire un supporto soprattutto durante le feste, quando la condizione dei soggetti in difficoltà si fa più difficile da sopportare. Per questo c’è bisogno anche del sostegno della cittadinanza e delle associazioni di volontariato, che invitiamo fin d’ora a collaborare con il nostro centro”. La sperimentazione durerà tre anni ed è finanziata da un cospicuo finanziamento regionale di circa 800mila euro, fondi che serviranno principalmente a coprire i costi del personale. L’intenzione è quella di estendere questo modello anche ai centri di Iseo e Orzinuovi, facenti parte della stessa Azienda ospedaliera. La sfida è quella di tutelare la salute mentale delle persone nella propria rete di relazioni, perché non restino isolati nella condizione di malati. Con la sperimentazione si avvia a fornire assistenza e sostegno a un numero maggiore di persone (ogni anno sono un migliaio). Una sfida che a Rovato vogliono vincere.

Chiari. Domenica 13 marzo dalle 9 alle 19.30 l’edizione primaverile della manifestazione merceologica

“Fuori Tutto” ovvero l’opportunità di fare acquisti di qualità Pronta l’edizione primaverile del “Fuori Tutto”, organizzata dall’associazione Botteghe di Chiari in collaborazione con la Società Consortile per la Promozione del Centro Storico. L’appuntamento è per domenica 13 marzo dalle 9 alle 19.30. Il luogo è il centro storico naturalmente, lontano dall’essere agonizzante e pronto a deporre le armi, come qualcuno ha prematuramente annunciato. E se qualche esercizio ha chiuso i battenti, altri hanno prontamente aperto. C’è ancora chi non si scoraggia e crede nella propria attività e nel motto

l’unione fa la forza. Questo il messaggio lanciato da Roberto Sbaraini, presidente dell’associazione Botteghe di Chiari nel corso di una riunione, avvenuta il 22 febbraio nella sala Repossi in Municipio, alla quale hanno partecipato molti commercianti clarensi. “Non voglio entrare nel negozio di nessuno per dare consigli − ha chiarito Sbaraini sin dalle prime battute − ma dobbiamo unirci per dialogare serenamente con l’Amministrazione e per far questo ci vogliono i numeri”. E i risultati stanno arrivando. Il messaggio è stato recepito e nuovi as-

Roberto Sbaraini

sociati stanno già ingrossando le fila dell’Associazione, promotrice della giornata di domenica 13 marzo e di altri eventi a venire. Oltre 40 gli stand che verranno allestiti nelle piazza e lungo il perimetro della circonvallazione interna. Le tipologie merceologiche spazieranno dall’abbigliamento e calzature alla bigiotteria, dall’oggettistica ai fiori e all’arredo per la casa. I prezzi saranno da super saldo senza perdere di vista la qualità della merce esposta. In caso di pioggia la manifestazione sarà rimandata a domenica 20 marzo. (c.m.)


E-mail: franciacortavocemedia.it

La Voce della Franciacorta marzo 2011

Chiari. La significativa esperienza dello Sve, il Servizio di volontariato europeo

Dalla Lituania con amore La storia di Cristina che a 20 anni ha deciso di dedicare un anno della sua vita, in un incontro di culture, alla solidarietà con un progetto legato al Centro giovanile 2000 di Claudia Morandini

Cristina ha 20 anni, lunghi capelli biondi ed è di origine lituana. A Chiari è arrivata alla fine di ottobre e ci resterà per un anno. Parla già un italiano molto comprensibile. “Volevo prendermi tempo prima di andare all’università, dedicarmi a una nuova lingua, una nuova cultura, fare un’esperienza che mi arricchisse sul piano personale e professionale”. L’esperienza a cui si riferisce è lo Sve, il Servizio di volontariato europeo che rientra nel programma “Gioventù Europea” al quale la parrocchia clarense ha scelse di aderire nel 2001 presentando richiesta a Bruxelles e ottenendone poi l’accreditamento. Il desiderio di far sì che il Centro giovanile 2000 entrasse a far parte di questo circuito di interscambio culturale tra giovani di tutta Europa, nacque dalla volontà di don Piero Marchetti Brevi. In paese tutti lo ricordano per la particolare empatia

Al centro, Cristina

che sa creare con i giovani. Per don Piero lo spirito di un centro giovanile deve favorire l’incontro tra ragazzi di culture diverse. Oggi si parla sempre di più di multiculturalismo, multilinguismo e società globale. E chi se non i giovani possono fare da volano? Lo Sve risponde esattamente a questo spirito. È un anno di volontariato rivolto a ragazzi di età compresa tra i 18 e 30, anche se, spiegano al Centro giovanile 2000 “difficilmente superano i 25 anni”. Durante questo periodo i volontari partecipano a un progetto di utilità comune. Nello specifico clarense si intendono le attività che il

centro organizza a favore dei giovani. Al termine del servizio viene rilasciato un certificato, lo Youth Pass. L’obiettivo dello Sve è di sviluppare la solidarietà e promuovere la tolleranza, rafforzare la coesione sociale nell’Unione europea. A Chiari la responsabile del servizio è Emma Marconi; dal 2001 ad oggi sono stati ospitati tra i 20 e i 25 ragazzi provenienti da tutta Europa. Tra alcuni di questi sono nate unioni sfociate in matrimoni. Dal 2009 il Centro giovanile è anche organizzazione di invio: supporta nella ricerca di un’organizzazione di accoglienza e di un progetto Sve.

15

Appuntamenti PONTOGLIO Nell’ambito di “Adolescenza: tempo meraviglioso per i figli, tempo difficile per genitori” promosso dall’Age e dalla parrocchia, domenica 13 marzo dalle 15 alle 18 nell’aula Paolo VI dell’oratorio don Bosco l’incontro sul tema “Ricerca dell’eccesso alcool e uso di sostanze” presieduto dal dott. Piccoli. PONTOGLIO In occasione del suo 10 compleanno torna al Palabosco l’atteso appuntamento con lo spettacolo per dilettanti allo sbaraglio “Musicastello 2011” che quest’anno si snoderà su tre serate: il 17, 18 e 19 marzo con inizio alle 21. Ingresso libero. PALAZZOLO Secondo appuntamento il 16 marzo alle 20.30 per “I mercoledì dell’Arte” promosso dall’Associazione culturale “Il Maestrale” presso la Fondazione Cicogna Rampana di via Garibaldi 24. Si parla dei “Pittori che fecero il Risorgimento”, sotto la guida del giornalista Fausto Lorenzi. Ingresso libero. COLOGNE Nell’ambito delle iniziative promosse dal Comune per il 150° dell’Unità d’Italia, giovedì 17 marzo alle 20.30 nel Cine-teatro parrocchiale va in scena la rappresentazione “Italia 150... passi verso l’Unità” curata dalla compagnia “Il Nodo Teatro”. Ingresso libero. CASTREZZATO Il Centro culturale Carlo Cattaneo organizza degli incontri (alle ore 20.30) su “Federalismo e Risorgimento” presso la sala congressi dell’autodromo di Franciacorta. Il 21 marzo “Il federalismo nella cultura politica italiana” con Ettore Albertoni e Stefano Galli; il 28 marzo “Piemonte e Lombardo-Veneto nel Risorgimento” con Andrea Rognoni e Davide Lovat su; il 4 aprile “Federalismo nel 150° dell’Unità” con Giuseppe Reguzzoni e Stefano Galli.

Con il Patrocinio di

CENTRO CULTURALE Carlo Cattaneo - Castrezzato CICLO DI INCONTRI Federalismo e Risorgimento CASTREZZATO AUTODROMO DI FRANCIACORTA “DANIEL BONARA” SALA CONGRESSI

PRIMO INCONTRO - LUNEDÌ 21 MARZO - ore 20,30 “Il federalismo nella cultura politica italiana” Prof. Ettore A. Albertoni (Professore ordinario di Storia delle dottrine politiche, Presidente emerito del Consiglio regionale lombardo) Prof. Stefano B. Galli (Docente di Storia delle dottrine politicheUniversità degli Studi di Milano, Presidente di Eupolis Lombardia, membro dell’Accademia roveretana degli Agiati) Modera: Angelo Bruno Ferretti (ViceSindaco-Comune di Castrezzato) SECONDO INCONTRO - LUNEDÌ 28 MARZO - ore 20,30 Piemonte e Lombardo-Veneto nel Risorgimento Prof. Andrea Rognoni (docente di materie letterarie, direttore di ArteNord) Prof. Davide Lovat (teologo della politica) Modera: Dott.ssa Federica Epis

TERZO INCONTRO - LUNEDÌ 4 APRILE - ore 20,30 Il Federalismo nel 150mo dell’Unità Prof. Giuseppe Reguzzoni (Docente di Ermeneutica-Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano) Prof. Stefano B. Galli (Docente di Storia delle dottrine politiche-Università degli Studi di Milano, Presidente di Eupolis Lombardia, membro dell’Accademia roveretana degli Agiati) Modera: Dott.ssa Mariapaola Bergomi QUARTO INCONTRO - DOMENICA 10 APRILE - ore 10,30 Scenari per un’Italia federale On. Davide Caparini Sen. Sandro Mazzatorta Ass. Regionale Monica Rizzi Coordina: Prof. Stefano Bruno Galli


 , 

&  , "*&%(%" '!$#' $%#&&#" '+  #"&&#"%(%$% '(#(&'#&# # #%#$#'%""#% ! #%) #%  '(#(&'#"$%!('

(%#&($%) ('*#" %') "#  !%*#

  

JAGUAR BRESCIA # %+'!(#&(! )*!"%*& (!)# !$



#"&(! ##!"'#    !!&&#" !


La Voce della Franciacorta marzo 2011

E-mail: franciacortavocemedia.it

Economia

17

Per l’Ovest bresciano un triennio di interventi Tra gli interventi più significativi di prossimo avvio nel settore vanno senza dubbio ricordati il collettore Concesio-Verziano con il contestuale potenziamento del depuratore intercomunale di Brescia (quasi 25 milioni di euro a disposizione), gli adeguamenti del collettore gardesano e del depuratore di Peschiera del Garda (3,5 milioni di euro), lo schema di collettamento e depurazione dei Comuni dell’asta del Gandovere con la realizzazione del nuovo depuratore di Torbole Casaglia (22,7 milioni di euro). L’area dell’Ovest bresciano sarà interessata nel prossimo triennio da numerosi interventi che miglioreranno l’efficienza e l’efficacia della depurazione delle acque reflue dei Comuni.

AATO. L’opera, che consentirà la dismissione di sei depuratori, avrà un costo di oltre 26 milioni di euro

Il nuovo depuratore si avvicina: dal 2013 coprirà otto Comuni L’infrastruttura è stata progettata per Cazzago S. Martino, Coccaglio, Cologne, Erbusco, Passirano, Paderno Franciacorta, Provaglio d’Iseo e Rovato Il sogno della Franciacorta si avvera. Idealmente posata la prima pietra del nuovo depuratore consortile di Rovato alla presenza di sindaci e amministratori dei Comuni interessati da questa grande opera che entrerà in funzione dopo due anni di lavori a partire dal 2013. Si tratta di uno degli esempi più significativi della concretezza dell’azione dell’AATO, l’Autorità di regolazione dei servizi idrici sul territorio bresciano, che ha coordinato il finanziamento dell’opera assegnando alla stessa 1,5 milioni

di euro provenienti da Ministero dell’Ambiente e Regione Lombardia e mettendo a disposizione direttamente 7,5 milioni di euro. L’infrastruttura, progettata a servizio di otto Comuni (Cazzago S.Martino, Coccaglio, Cologne, Erbusco, Passirano, Paderno Franciacorta, Provaglio d’Iseo e Rovato), avrà un costo di oltre 26 milioni di euro; il quadro dei finanziamenti è completato da 15 milioni di euro reperiti da AOB2 e riconosciuti attraverso

l’applicazione della tariffa di Piano d’Ambito e 3 milioni di euro messi a disposizione dai Comuni interessati, che anticiperanno le somme in seguito rimborsate dall’AATO. L’opera consentirà la dismissione di 6 depuratori comunali, inadeguati per garantire un livello ottimale di depurazione degli scarichi, e prevederà la posa di 18 km di collettori fognari, nei Comuni di Cazzago S. Martino, Coccaglio, Cologne e Rovato. Un unico impianto consente

una migliore qualità degli scarichi, al punto che l’acqua in uscita, immessa nella Roggia Castrina, potrà essere utilizzata per usi irrigui, limitando i problemi di siccità estiva. Sarà garantita una maggiore flessibilità di gestione, con ripercussioni positive sia in relazione alla continuità del servizio che alla ottimizzazione dei costi. La dorsale di collettamento velocizzerà l’allacciamento alla fognatura di ampie zone non ancora fognate.

Consulenza. A cura dello Studio B&B e Ass.ti (via Roma 2/a Paderno Franciacorta; tel/fax: 0306857086)

Prorogata fino a luglio la moratoria dei debiti delle Pmi A febbraio è stato siglato il nuovo accordo per il credito alle piccole e medie imprese (Pmi) che concede la proroga dei termini, fino al 31 luglio 2011, alle Pmi che hanno debiti con le banche per chiedere la moratoria dei finanziamenti e che non hanno già usufruito della sospensione prevista dall’avviso comune abi-imprese. Una proroga ulteriore della moratoria che ha evidentemente l’obiettivo dichiarato di evitare la crisi di liquidità per le aziende in difficoltà e prevedere nuove forme di finanziamento per coloro che hanno già agganciato la ripresa e sono in grado di avviare processi di ristrutturazione patrimoniale. A tale proroga potranno essere ammesse le Pmi di tutti i settori produttivi che dimostrano di avere un fatturato annuo non superiore a 50

milioni di euro, un attivo patrimoniale non eccedente i 43 milioni di euro e un numero di lavoratori dipendenti inferiore alle 250 unità. Le stesse devono anche essere esenti da posizioni debitorie classificate dalla banca come “sofferenze” o come “partite incagliate”, esposizioni ristrutturate o scadute/sconfinanti da oltre 180 giorni, o da procedure esecutive in corso. Il nuovo accordo si regge essenzialmente su quattro pilastri:il primo è appunto la proroga al 31 luglio 2011 del termine per la presentazione delle domande di ammissione ai benefici previsti dall’avviso comune abiimprese che non hanno già usufruito della sospensione;il secondo riguarda il possibile allungamento di quei finanziamenti a medio lungo termine (mutui) che hanno già avuto la

sospensione per un periodo pari alla vita residua del finanziamento e, in ogni caso, non superiore ai 2 anni per i finanziamenti chirografari e ai 3 anni per quelli ipotecari. L’obiettivo è quello di consentire alle imprese che hanno beneficiato della sospensione della quota capitale delle rate di mutuo, di riprendere l’ammortamento del proprio finanziamento con una rata più sostenibile, spalmando il debito residuo su un orizzonte temporale più lungo; terzo, l’accordo prevede anche che le banche possano, su richiesta delle imprese, mettere a disposizione delle stesse specifici strumenti di gestione del rischio di tasso relativi ai finanziamenti per i quali si propone l’allungamento del piano di ammortamento con lo scopo di convertire il tasso di interesse del finanziamento

da variabile a fisso o di fissare un tetto al possibile incremento del tasso di interesse variabile. Tali strumenti di gestione del tasso devono avere esclusivamente finalità di copertura del rischio di tasso ed essere strettamente correlati ai finanziamenti sottostanti in termini di durata, valore nominale e parametro di indicizzazione. L’ultimo pilastro prevede la possibilità di istituire appositi finanziamenti per le imprese che avviano processi di rafforzamento e di ristrutturazione patrimoniale. Importante sottolineare che per realizzare quanto detto, le banche si impegnano a non gravare le imprese con spese o altri oneri oltre a quelli eventualmente sostenuti nei confronti di terzi che possano essere adeguatamente documentati.


18

La Voce della Franciacorta marzo 2011

Sito: www.lavocedelpopolo.it

“Mia facil” e “Ure de macc”

Cultura

Imparare i segreti della teatro in dialetto sono gli snodi del nuovo corso proposto da Voce Sas, il Servizio assistenza sale della diocesi di Brescia, “Mia facil”. Il 26 marzo Egidio Bonomi, autore, terrà un intervento sul dialetto come lingua, il 23 marzo John Comini, autore e regista, proporrà una riflessione sui ruoli, i personaggi e gli imprevisti che fanno funzionare la storia e il 30 marzo Massimo Venturelli, regista, svelerà i segreti della messa in scena. Il corso si svolgerà al Centro pastorale Paolo VI, in via Calini 30, a Brescia. Iscrizioni (30 euro) presso Voce Sas: toninelli@vocesas.it o 030 44250 (chiedere di Mauro Toninelli). Su vocesas.it anche il bando del nuovo festival dialettale diocesano “Ure de macc”.

Sale della Comunità. “Sono il numero quattro” del regista David J. Caruso

Il nuovo eroe è alieno di Mauro Toninelli

Alieni che tornano sulla terra e, ovviamente, al cinema. Il nuovo film, forse la pellicola fantascientifica più attesa della stagione, alla regia è targato Davd J. Caruso (regista di “Disturbia”) ed è tratto dal romanzo bestseller “I am number four”, primo di una saga di sei libri firmati da Pittacus Lore (pseudonimo della coppia Jobie Hughes e James Frey) e che è stata paragonata alla saga di “Twilight”. Al centro della vicenda il numero quattro, un giovane alieno, interpretato da Alex Pettyfer, che è fuggito con altri otto dal sua pianeta, attaccato e distrutto dalla razza ostile dei Mogadoriani, che, come si vuole da copione, sono scesi anche sulla Terra per eliminarli. John Smith, questo il finto nome che il numero quattro si dà, si camuffa tra gli adolescenti di un liceo e proprio qui scoprirà l’amore per una ragazza, Sarah e la bellezza, per la prima volta di sentirsi a casa. Il film inizia con la morte del numero tre. Ciascuno dei nove ha un guardiano che li protegge perchè hanno dei poteri particolari che li rendono unici. Fuga da un pianeta distrutto, poteri, eroi, l’amore per la bella di turno, con cui non ci può stare per la

Alex Pettyfer, Dianna Agron e il regista David J. Caruso

sua sicurezza, problemi di identità: non sembra un canovaccio del tutto nuovo in fondo, ma la traccia che resta dietro ad un buon film d’azione con effetti speciali targati Industrial Light and Magic è quello, non tanto nuova ma sempre attuale, del rapporto con il diverso, del tutto simile a noi, ma che viene da un altro paese e che ha una cultura e un passato sconosciuto. La raccolta delle paure e delle richezze legate al tema di tutto il genere umano. David J. Caruso ha dichiarato riguar-

do agli effetti speciali “Quando cresci sognando di fare film di fantascienza e ti ritovi a lavorare con la Industrial Light and Magic hai l’impressione di essere dentro al tuo sogno”. Questo sogno “Sono il numero quattro” regala 110 minuti di emozioni e lascia un finale aperto come prevede il romanzo iniziale di una saga. Resta ancora da vedere se questo sogno, filmico, sarà in grado di essere come i parenti vampiri e divenire un fenomeno o scomparire come “Jump” o altri tentativi.

La programmazione delle Sale LOVERE – CRYSTAL Il mio nome è Khan: venerdì 11 marzo ore 21.00; Il piccolo principe opera teatrale con Catherine Spaak: sabato 12 marzo ore 20.45; domenica 13 marzo ore 16.00; Una domenica d’agosto: giovedì 17 marzo ore 15.00; Illegal: venerdì 18 marzo ore 21.00; Le cronache di Narnia - Il viaggio del veliero: domenica 20 marzo ore 15.00; Oblivion Show il musical più musical che c’è con la regia di Gioele Dix: sabato 9 aprile ore 20.45; domenica 10 aprile ore 16.00; MARONE – SALA DELLA COMUNITÀ I fantastici viaggi di Gulliver: sabato 19 marzo ore 20.45; domenica 20 marzo ore 16.00, 20.45. PALAZZOLO – AURORA I fantastici viaggi di Gulliver: sabato 12 marzo ore 21.00; domenica 13 marzo ore 16.00, 20.30. Immaturi: sabato 19 marzo ore 21.00; domenica 20 marzo ore 16.00, 20.30; Gianni e le donne: venerdì 25 marzo ore 21.00; Sono il numetro quattro: sabato 26 marzo ore 21.00; domenica 27 marzo ore 16.00, 20.30. PONTOGLIO - DON BOSCO The green hornet: domenica 13 marzo ore 16.15; I fantastici viaggi di Gulliver: domenica 20 marzo ore 16.15; Sono il numero quattro: domenica 27 marzo ore 16.15. PROVAGLIO - PAX Il giardino dei limoni:lunedì 14 marzo ore 20.45; Madagascar (musical tratto dal film a cura dell’associazione Duturkaos): sabato 12 marzo ore20.45; I fantastici viaggi di Gulliver: sabato 19 marzo ore 20.45; domenica 20 marzo ore 16.00; Animals united: sabato 26 marzo ore 20.45; domenica 27 marzo ore 16.00. SALE MARASINO - SEBINO Immaturi: sabato 12 marzo ore 20.45; domenica 13 marzo ore 16.00, 20.45. I fantastici viaggi di Gulliver: sabato 26 marzo ore 20.45; domenica 27 marzo ore 16.00, 20.45.

Rovato. Dal 17 marzo entra nel vivo l’undicesima edizione di “Cristiani nella città”. Fra gli ospiti, Renato Zaltieri

Costruire umanità attraverso nuove narrazioni di speranza Dopo il prologo con mons. Giacomo Canobbio, l’undicesima edizione di “Cristiani nella città” entra nel vivo in questo mese di marzo. Azione Cattolica, Acli, Caritas, Laici Giuseppini Marelliani e Convento dell’Annunciata organizzano da giovedì 17 marzo una serie di incontri sul tema: “Nuove narrazioni per costruire umanità”. A muovere gli organizzatori, i rovatesi Giorgio Baioni e Sergio Manenti, la riflessione dei viandanti di Emmaus: “Non

ci sentivamo come un fuoco nel cuore, quando egli lungo la via ci parlava? E a loro volta raccontarono quel che era loro accaduto”. Necessità di testimoniare, di essere parte di un racconto, un progetto: parole che hanno difficoltà nel trovare cittadinanza nella politica e nella società italiana. Per evitare vittimismi e piagnistei, volendo capire la realtà, “Cristiani nella città” ospiterà giovedì 17 marzo Pierpaolo Triani, docente di didattica generale presso

la facoltà di Scienze della Formazione all’Università Cattolica di Piacenza che parlerà su “Nuove narrazioni per costruire comunità”. Giovedì 24 marzo sarà Luciano Corradini (già ordinario di Pedagogia Generale alla Statale di Milano e a Roma Tre) a concentrarsi su “Scuola e costituzione italiana”. Ultimo appuntamento di marzo, quello di giovedì 31, quando Renato Zaltieri (già segretario generale Cisl a Brescia) discuterà di “Disoccupazione giovanile, crisi del lavoro, evasione fiscale: la perdita della dimensione sociale”. Gli incontri si svolgono presso l’Oratorio di Rovato in via Sant’Orsola alle ore 20.30. (d.p.)


La Voce della Franciacorta marzo 2011

E-mail: franciacortavocemedia.it

19

Oggi l’80% delle lenti sono in plastica Una volta le lenti per occhialeria erano prodotte in vetro “ordinario”, detto vetro minerale. Oggi circa 80% delle lenti sono in materiale plastico. I vantaggi principali delle lenti organiche sono l’infrangibilità e la leggerezza rispetto al vetro minerale, lo svantaggio è che si possono rigare. Lo spessore delle lenti varia a seconda dell’ indice di rifrazione (valore che determina quanto una determinata lente può riflettere la luce). L’indice di rifrazione delle vostre lenti (che varia da 1,5 a 1,8 – dove 1,5 sta per lente più spessa e 1,8 per lente in assoluto più sottile) é una caratteristica del materiale utilizzato per la produzione di queste, indipendente che siano lenti organiche o in vetro minerale.

Salute. I difetti visivi (ipermetropia, miopia, presbiopia e astigmatismo) si possono correggere

Le lenti non sono tutte uguali Le lenti oftalmiche devono essere otticamente efficienti ed essere esteticamente sottili in modo da poterle inserire in una montatura piacevole di Carlo Taglietti

I problemi della visione più comuni sono ipermetropia, miopia, presbiopia e astigmatismo. L’ipermetropia é un difetto visivo. L’occhio è “troppo corto” i raggi luminosi non convergono nel punto corretto sulla retina ma dietro e l’immagine risulta essere sfuocata. A volte l’ipermetropia può essere causata anche da una curvatura insufficiente della cornea. Le lenti per gli ipermetropi sono più spesse al centro che al bordo. La differenza di spessore è direttamente proporziona-

le alla correzione, ipermetropia importante spessore maggiore. La miopia è causata da un occhio che si è sviluppato troppo in lunghezza. L’immagine degli oggetti si forma prima della retina e di conseguenza risultano essere sfuocati. La miopia può anche essere causata da una curvatura errata della cornea. Socchiudete gli occhi per vedere da lontano? Incrociate i vostri amici per strada e non li riconoscete? Percepite i cartelli segnaletici all’ultimo momento? Segno della miopia è

quando avete difficoltà a vedere chiaramente da lontano. Gli occhi sono spesso stanchi e possono insorgere emicranie. Più la miopia è importante, più le lenti sono spesse al bordo e pesano, tanto da pregiudicare l’estetica e il comfort. Oggi però esistono lenti molto più performanti, con un ottima qualità ottica senza danneggiare l’estetica. La presbiopia è una difficoltà crescente a vedere da vicino. Quando il vostro occhio funziona correttamente, permette la rifrazione della luce sia

LENTI ANTIGRAFFIO ED ANTIRIFLESSO € 65.00 -55% € 29.25

in visione ravvicinata che da lontano correttamente. Con il trascorrere del tempo il cristallino del vostro occhio diviene più duro e meno elastico, allo stesso tempo i muscoli circostanti dell’occhio divengono meno flessibili. Ecco l’insorgere della presbiopia. I sintomi saranno evidenti intorno ai 45 anni, la presbiopia “apparirà” e si addizionerà agli altri eventuali difetti visivi. Se siete miopi scoprirete di vedere meglio da vicino levando gli occhiali, l’ipermetrope invece si accorge prima della presbiopia. Le vostre braccia non sono sufficientemente lunghe per leggere il giornale? Dovete chiedere ai vostri figli di infilare il filo nell’ago? Vi avvicinate molto alla luce per vedere gli oggetti? Questi sono i primi sintomi della presbiopia. L’astigmatismo é causato da un’irregolare curvatura della cornea. Questa irregolarità fa sì che i raggi luminosi rifratti arrivino sulla retina in posizioni differenti anziché focalizzare in un unico punto. L’astigmatismo è sovente ereditato insieme ad altri problemi di vista. L’astigmatico ha una visione imprecisa da vicino, come da lontano.

LENTI INFRANGIBILI € 35.00 -50% € 17.50

OCCHIALI COMPLETI DI LENTI A PARTIRE DA € 77.50

  ^ d  ' E d K  ͳ  s /   D K Z  d d K  Ϯ ϯ &  d  > ͘  Ϭ ϯ Ϭ  Ϯ ϭ ϰ ϭ ϳ Ϯ ϯ


20

La Voce della Franciacorta marzo 2011

Sito: www.lavocedelpopolo.it

Salute. La pressoterapia, abbinata a trattamenti come fanghi, alghe e impacchi, rende la pelle più sana

La cellulite e la ritenzione idrica, le cause della buccia d’arancia Due patologie che danno un effetto visivo non troppo piacevole. La cellulite non si combatte solo con il semplice massaggio. Serve l’esercizio fisico La buccia d’arancia è l’effetto visivo di 2 patologie: la cellulite e la ritenzione idrica. Fenomeno sempre più in crescita, colpisce ormai quasi l’80% della popolazione femminile soprattutto la zona dei fianchi e la regione esterna delle cosce sono le zone più colpite insieme all’addome e ai glutei. La cellulite è una malattia delle cellule adipose per lo più genetica. Ne esistono di 3 tipi: compatta, molle ed edematosa. La cellulite compatta: colpisce soprattutto i soggetti in buona forma fisica con una muscolatura tonica; la cellulite molle colpisce persone di mezza età o soggetti che variano spesso di peso e, infine, la cellulite edematosa è caratterizzata dalla presenza di una componente idrica: il ristagno liquido dei glutei e del bacino conferiscono ai tessuti un aspetto gonfio e spugnoso. La cellulite purtroppo,

La soluzione? Bere molta acqua Accanto all’assunzione di cibi salutari, è indispensabile fare sport in maniera graduata. L’attività fisica è molto importante per rendere i muscoli più tonici e favorire lo stiramento della pelle, attenuando dunque il manifestarsi degli sgradevoli problemi estetici legati alla cellulite. Come combattere allora le bucce d’arancia? È consigliabile bere molta acqua, mangiare in modo equilibrato eliminando cibi ricchi di grassi o molto conditi e limitando il consumo di cibi ricchi di sodio (ad esempio insaccati, surgelati, piatti pronti) e so-

prattutto limitare l’uso del sale! Non dimentichiamoci inoltre l’importanza dell’attività sportiva, che oltre ad essere un toccasana per la mente aiuta il nostro corpo a stare meglio. Aggiungendo ad uno stile di vita sano, trattamenti estetici mirati, si ha la certezza di vedere il proprio corpo migliorare anche se è doveroso ricordare che nessuno fa miracoli! Una volta raggiunto l’obiettivo, ovvero l’eliminazione della fastidiosa buccia d’arancia è necessario continuare periodicamente con trattamenti di mantenimento.

non si combatte con il semplice massaggio, tuttavia si può ridurre e levigare il tessuto rendendo la pelle più compatta grazie a trattamenti specifici. La pressoterapia, per esempio, abbinata a trattamenti quali, fanghi, impacchi, alghe e prodotti drenanti facilitano la circolazione sanguigna e linfatica e gli effetti di questi trattamenti rendono la pelle visibilmente più “sana”. Per ritenzione idrica si intende la tendenza a trattenere liquidi nell’organismo, ed è un fenomeno che non provoca solo danni estetici, ma alla lunga può causare anche gravi patologie come l’insufficienza renale. La ritenzione idrica circolatoria è caratterizzata dalla dilatazione dei tessuti molli a causa dell’accumulo di liquido extracellulare, in altre parole del liquido compreso negli spazi tra le cellule. La ritenzione idrica non è una malattia genetica e può essere causata da un’ostruzione corporea dovuta agli accumuli di grasso, questa crea gonfiore e l’effetto visivo è simile a quello della buccia d’arancia. Somiglia infatti alla cellulite ma fortunatamente è curabile in toto. Come? Per esempio con bendaggi a freddo che agiscono come tonificante e aiutano la microcircolazione, oppure con massaggi linfodrenanti; smuovono i liquidi ristagnati e aiutano maggiormente la circolazione stimolando i reni.


La Voce della Franciacorta marzo 2011

E-mail: franciacortavocemedia.it

Sport

21

Basket C Regionale. Monticelli si rinforza A inizio stagione il tesseramento di Hugo Sconochini. Nel mercato di riparazione, un altro colpo: Paolo Alberti. Nel ricco palmarès il pivot vanta una Coppa Korac (1993), uno scudetto (1996), una Coppa Italia (1996) e una Supercoppa Italiana (1993) con la maglia dell’Olimpia Milano, con la quale ha disputato altre due finali di Coppa Korac (1995 e 1996) e ha ottenuto un 3° posto in Eurolega (1992). In azzurro ha ottenuto l’argento ai Goodwill Games del 1994 a San Pietroburgo; la stessa medaglia l’ha conquistata ai Giochi del Mediterraneo del 1997 a Bari. Oltre a Milano, ha vestito le maglie di Siena, Verona, Reggio Calabria, Novara, Omegna, Venezia e, nella scorsa stagione, quella del Basket Brescia. (m.r.)

Motori. L’appuntamento con la settima edizione dedicata alle auto d’epoca è fissato per domenica 17 aprile

Settimo raduno in Franciacorta di Lorenzo Romano

benefiche che oramai contraddistinguono il raduno. Nel 2009 e 2010 i fondi raccolti sono serviti per realizzare un pozzo e nuove strutture nella missione di Marsassoum in Senegal devolvendo alle Suore Adoratrici di Rivolta d’Adda la somma complessiva di 19.770 Euro. Inoltre 1.650 Euro erano stati stanziati all’Azienda Spedali Civili di Brescia per sostenere il progetto di riqualificazione dei Poliambulatori della Clinica Pediatrica e che, sempre nel 2009 e 2010, la somma di 3.200,00 Euro erano stati devoluti all’Associazione “Nessuno è Perfetto” di Rovato, che opera da diversi anni sul nostro territorio col Dipartimento di Salute Mentale dell’ Azienda Ospedaliera Mellino Mellini di Chiari. Anche quest’anno – dunque – il settimo raduno di Auto d’Epoca in Franciacorta sarà a scopo benefico. Per informazioni e iscrizioni sulla gara, contattare i numeri telefonici 030/7722446 oppure 030/7703037. A disposizione anche il numero di fax 030/7701938.

Fervono i preparativi per la settima edizione del Raduno di Auto D’Epoca in Franciacorta, manifestazione in programma domenica 17 aprile e coinvolgerà ben sei comuni dell’area. Si stanno pianificando il ritrovo e la partenza (lo scorso anno furono entrambe a Chiari a ridosso della splendida Villa Mazzotti), il percorso, gli ultimi dettagli e tutte le varie iniziative culturali collegate all’evento. Diversi e molteplici i patrocini: fra questi si confermano quelli della Regione Lombardia, Provincia e Comune di Brescia, Comune di Chiari, Rovato, Corte Franca, Coccaglio, Erbusco, e Cazzago, Museo 1000 Miglia, ACI Brescia, Avis e Aido. Al di là della competizione sportiva e della passione per questi gioielli, l’organizzazione – presieduta da Ivan Archetti con la collaborazione del Club Motori Storici Franciacorta – vuole soffermarsi sulle finalità

Concessionaria: VIKING STHIL GOLDONI CARTER

V VOCE MEDIA P U B B L I C I T À Concessionaria di pubblicità per

Tel. 030 2808966 - Fax 030 2809371 marketing@vocemedia.it

Sede: ISEO Via Bonomelli, 1 - Tel. 030.980236 Filiale: Gavardo Via Conter - Tel. 0365.371628


22

La Voce della Franciacorta marzo 2011

Sito: www.lavocedelpopolo.it

EDICOLE Ritira qui la tua copia gratuita ADRO: Edicola Punto e Virgola - Via Provinciale - Zini Laura: Via Roma 13 BORNATO: Edicola Belleri - Via S. Bartolomeo 3 CAPRIOLO: L’Edicola - Viale IV Novembre CAZZAGO SAN MARTINO: Bar La Bertola Via Padana Superiore 12; Filippini Marco Via San Michele 2 CELLATICA: Edicola Torchio Giampaolo - Via Caporalino; Francioli Bruno - Via Risorgimento 2/A CHIARI: Legrenzi Alessandro - P.zza Martiri della Libertà 15; San Faustino - Via Villatico 8; Vanfiori Michele - Via Mazzini 6; L’Edicola delle erbe - Via XXVI aprile 42

COCCAGLIO: Il negozio dietro l’angolo - Via Martiri della Libertà 9 - Donghi Barbara - L.go Garibaldi,1 COLOGNE: Non Solo Giornali - Via Brescia CORTEFRANCA: Cappelletti Davide - Via Provinciale 6; Non solo merceria - Via Roma 77/B ERBUSCO: L’Edicola - Via Rovato GUSSAGO: Gatta Giovanni - Via Dante Alighieri 5/A - Tonelli Mauro - Viale Italia - Ravarini Pierina - Via Richiedei 10 - La Luna di Carta - P.zza Vittorio Veneto 25 ISEO: Edicola 71 - Via C. Bonari; Volonghi Ettore - Viale Repubblica 6 - Patrizia Verri - P.zza Garibaldi 8

MONTICELLI: Cartoleria ABC - Via Caduti 42/C OME: Franchi Daniele Via E. Fermi 1 PADERNO: Minelli Loretta - P.zza Libertà 27 PALAZZOLO S/ OGLIO: Pasquali Alessandro - Viale Italia 1; Bertocchi Giuseppe - Piazzale Giovanni XXIII PASSIRANO: Berardelli Livio - Via XXV aprile 3 RODENGO SAIANO: Edicola Rodengo Saiano - Via Brescia ROVATO: Edicola Cavour - P.zza Cavour 17; Edicola Bianchi Giancarlo - Via Franciacorta; Edicola Ghafar Mohamed - Via C. Battisti 101

ORARI delle SANTE MESSE (Prefestive e Festive) ADRO: Santuario Madonna della Neve - P: 17.00 F: 6.30 - 8.00 - 9.00 - 10.00 11.00 - 15.30 - 17.00 - 18.30. S. Giovanni Battista - P: 18.00 - F: 7.00 - 9.00 - 10.30 - 18.00. Torbiato - SS. Faustino e Giovita: P: 17.00 - F: 10.00 - 17.00 CAPRIOLO: S. Giorgio - P: 16.30 - 18.00 - F: 7.00 - 8.30 - 10.00 - 11.15 - 15.30 - 18.30 CASTEGNATO: S. Giovanni Battista - P: 18.30 - F: 8.00 - 9.30 - 11.00 - 18.30 CAZZAGO SAN MARTINO: Natività di Maria Vergine - P: 17.30 - F: 7.30 - 9.30 -11.00 -17.30. Bornato S. Bartolomeo - P: 18.00 - F: 7.00 - 8.00 - 9.30 - 11.00 - 18.00. Calino - S. Michele - P: 18.30 - F: 7.30 - 10.30 - 18.30. Pedrocca - S. Francesco d’Assisi - P: 18.00 - F: 8.00 - 10.00 CELLATICA: S. Giorgio - P: 18.00 - F 8.30 - 10.30 18.00 CHIARI: Duomo SS. Faustino e Giovita - P: 18.00 F: 6.00 - 7.00 - 8.00 - 9.00 - 10.00 - 11.15 - 18.00. S. Bernardino - P: 17.30 - F: 7.30 - 8.30 - 11.00 - 17.30 COCCAGLIO: S. Maria Nascente - P: 18.00 - F: 7.30 9.00 - 10.00 - 11.00 - 18.30 COLOGNE: SS. Gervasio e Protasio - P: 18.00 - F:

ANNO III NUMERO 3 - MARZO 2011 Edizioni Opera Diocesana San Francesco di Sales Registrazione del Tribunale n. 48/2009 del 10-11-2009 Direttore responsabile: Adriano Bianchi Sede e redazione: Via Callegari, 6 Brescia tel.: 03044250 - fax: 0303757897 e-mail: franciacortavocemedia.it Pubblicità: Voce Media Pubblicità - Via Callegari, 6 Brescia Tel.: 0302808966 - fax: 0302809371 - e-mail: marketingvocemedia.it Stampa: CENTRO STAMPA QUOTIDIANI Spa - Via dell'Industria, 52 25030 Erbusco (Bs) - Tel. 0307725511 - Fax 0307725566 Progetto grafico e impaginazione: Ernesto Olivetti

7.00 - 8.30 - 9.45 - 11.00 - 18.00 CORTEFRANCA: Borgonato - S. Vitale - F: 7.30 10.30 - 18.00. Colombaro - S. Maria Assunta - P: 18.00 - F: 8.00 - 10.30 - 18.00. Nigoline - SS. Martino ed Eufemia - P: 18.00 - F: 8.00 - 10.30 - 18.00. Timoline - SS. Cosma e Damiano - P: 18.00 - F: 8.00 - 10.30 ERBUSCO: S. Maria Assunta - P: 18.30 - F: 10.30 18.30. Villa di Erbusco - S. Giorgio - P: 18.30 - F: 10.30 - 18.30. Zocco di Erbusco - S. Lorenzo - P: 18.00 - F: 8.00 - 11.00 - 18.00 ISEO: S. Andrea - P: 20.00 - F: 8.00 - 9.30 - 11.00 11.00 - 18.00. Clusane - Cristo Re - P: 18.00 - F: 8.00 10.30 - 18.00. Pilzone - Madonna Assunta - P: 18.00 - F: 8.00 - 10.30 - 18.00 GUSSAGO: S. Maria Assunta - P: 18.30 - F: 7.00 8.30 - 10.00 - 11.15 - 18.30. Civine - S. Girolamo - P: 20.00 - F: 9.00. Ronco di Gussago - S. Zenone - P: 20.00 - F: 8.00 - 10.30. Sale di Gussago - S. Stefano - P: 18.00 - F: 7.30 - 9.45 - 11.00 - 18.00 LOVERE: S. Giorgio Martire - P: 18.00 - F: 8.30 10.00 - 17.00 - 18.30 . Convento dei Cappuccini - F: 7.00 - 9.00 - 11.30 MARONE: S. Martino - P: 18.30 - F: 8.00 - 10.30 18.30. Vello - S. Eufemia - F: 9.15 MONTE ISOLA: Carzano - S. Giovanni Battista - P: 16.50 - F: 8.20. Peschiera Maraglio - S. Michele Arcangelo - P: 19 - F: 11.15. Siviano - SS. Faustino e Giovita - P: 18.00 - F: 10.00 MONTICELLI BRUSATI: SS. Tirso ed Emiliano - P: 18.00 - F: 9.30 - 11.00 - 18.00 OME: Ritrovamento di S. Stefano - P: 18.00 - F: 8.00 - 10.00 - 18.00 OSPITALETTO: S. Giacomo - P: 18.30 - F: 7.30 - 9.00 10.00 - 11.00 - 18.30 - 20.00 PADERNO FRANCIACORTA: S. Pancrazio - P: 19.00 F: 7.30 - 9.30 - 11.00 - 18.00 PALAZZOLO SULL’OGLIO: Sacro Cuore - P: 18.30 F: 8.00 - 9.30 - 11.00 - 18.30. S. Maria Assunta - P: 18.00 - F: 8.00 - 9.30 - 11.00 - 18.00. S. Paolo in S. Rocco - P: 18.00 - F: 8.00 - 10.00 - 18.00 San Pancrazio - P: 18.30 - F: 8.00 - 9.30 - 11.00

PALOSCO: S. Lorenzo - P: 20.00 - F: 7.30 - 9.30 - 10.45 - 18.00 PASSIRANO: S. Zenone P: 18.30 F: 8.00 - 1030 18.30 CAMIGNONE: S. Lorenzo - P: 18.00 - F: 8.00 - 11.00 - 18.00 MONTEROTONDO: S. Vigilio - P: 18.30 - F: 8.00 10.30 PISOGNE: S. Maria Assunta - P: 18.30 - F: 7.30 - 9.30 - 11.00 - 18.30. Grignaghe - S. Michele Arcangelo - F: 11.00: Pontasio - S. Vittore - P: 16.30 - F: 9.30. Sonvico - S. Martino - P: 16.00 - F: 10.00. Toline - S. Gregorio Magno - P: 17.00 - F: 10.30 PONTOGLIO: S. Maria Assunta - P: 18.30 - F: 7.00 8.30 - 9.30 - 10.00 - 11.00 - 18.30 PROVAGLIO D’ISEO: SS. Pietro e Paolo - P: 18.00 F: 7.30 - 10.00 - 18.00. Fantecolo - S. Apollonio - P: 18.00 - F: 10.30. Provezze - S. Filastrio - P: 18.00 - F: 8.00 - 10.30 RODENGO SAIANO: Rodengo - Abbazia Olivetana S. Nicola P: 19.30 F: 6.30 - 8.00 - 9.30 - 10.30 - 18.00 Padergnone - S. Rocco - P: 18.30 - F: 8.00 - 10.30 11,15 -18.00. Saiano - Cristo Re - P: 19.30 - F: 7.30 9.00 - 10.30 - 16.00 ROVATO: S. Maria Assunta - P: 19.00 - F: 7.00 - 8.15 9.30 - 11.00 - 18.30. Convento SS. Annunciata Monte Orfano - P: 18.45 - F: 9.00 - 11.00 - 17.00. S. Giovanni Bosco - P: 17.00 - F: 9.00 - 11.00 - 17.00. Duomo di Rovato - Sacro Cuore di Gesù - P: 18.00 - F: 8.00 - 10.00 - 18.00. Lodetto - S. Giovanni Battista - P: 18.00 - F: 8.00 - 10.00 - 18.00. S. Andrea di Rovato - S. Andrea Apostolo - F: 7.30 - 10.30. S. Anna di Rovato - S. Anna - P: 17.00 - F: 8.30 - 11.00 S. Giuseppe di Rovato - S. Giuseppe - P: 18.00 - F: 9.00 SALE MARASINO: S. Maria Assunta e S. Zenone F: 9.00 - 11.00 - 18.00 SULZANO: S. Giorgio - P: 18.00 - F: 10.30 - 18.00 URAGO D’OGLIO: S. Lorenzo - P: 18.00 F: 7.30 - 9.30 - 11.00 - 18.00 ZONE: S. Giovanni Battista - P: 18.00 - F: 08.00 10.30 - 18.00

Centro di odontoiatria e implantologia dentale Non più viaggi all’estero per una soluzione economica, ma Dentalcoop La Fenice s.C., con la qualità italiana. Conservativa - Chirurgia orale - Implantologia -Protesi fissa e mobile Endodonzia - Ortodonzia - Disturbi cranio - mandibolari Odontoiatria estetica: ceramica integrale, zirconio, inlay-onlay, sbiancamento CONVENZIONATO CON: Rovato Direttore sanitario Dott.ssa Rivetti Donatella

Via Rieti, 4 25122 Brescia - Tel. 030 3545278/ 030 3469941 www.dentalcoop.it Direttore sanitario Dr. Fabrizio Rigamonti

Rovato Via del Campo, 10 Tel. 030 7704475


www.LPassociati.eu

“L’abitare con stile a contatto con la natura...”

VILLA DI TESTA

Nel cuore della Franciacorta, a due passi da Iseo. Una Villa di testa + ultimi trilocali con giardino

GIARDINO DI PROPRIETÀ

Villa di Testa: - Soggiorno con camino - Cucina abitabile - 3 camere, 3 bagni, lavanderia - Box doppio + cantina - Ampio giardino con Spa interrata - Ampio Pergolato - Finiture con materiali naturali - Isolamenti termici e acustici di alto livello

LAVAND.

TRILOCALE INDIPENDENTE

GIARDINO DI PROPRIETÀ

Trilocali Indipendenti: - Soggiorno con cucina separata - 2 camere - Bagno - Lavanderia - Box doppio + cantina - Ampio giardino oppure giardino + tezzazza - Finiture con materiali naturali - Isolamenti termici e acustici di alto livello

Vendita diretta dal costruttore

030 8908056

www.levignedifantecolo.it

La Voce della Franciacorta 2011 03  

L’integrazione non è possibilesenza la conoscenza reciproca

Advertisement