Issuu on Google+

3

La Voce della Franciacorta n.

MENSILE D'INFORMAZIONE

WWW.LAVOCEDELPOPOLO.IT

ANNO II - Marzo 2010

Iseo. Sei cooperative sociali hanno recentemente fondato il consorzio Coeso

La dimensione umana dell’energia pulita In campo il Gruppo Pinocchio e il Gruppo Cascina Clarabella. Due i Il servizio progetti fondamentali: lo sviluppo di servizi psichiatrici sempre più a pag. 11 capillari e la produzione di energia da fonti rinnovabili Vivere la Franciacorta fra Castelli e Palazzi

Primavera va cercando In programma una serie di eventi, dalla "Primavera Culturale" agli appuntamenti al Convento dell'Annunciata, e alcune iniziative, come il "Treno Blu", che seguono il calendario astronomico

Il servizio a pag. 2-3

Palazzolo

Economia

Nil: dal Comune e dall'Asl arriva un'opportunità per i lavoratori svantaggiati

Intervista a Massetti, imprenditore clarense di "Vino e dintorni"

tt pag. 7

tt pag. 15

Brescia Via Valcamonica, 14 Telefono 030/314526

San Zeno Naviglio Via Diaz, 4 Telefono 030/2106908 www.isocar-auto.it

Lonato Via Folzone, 1 Telefono 030/9919035

Editoriale

Benedetti politici di Adriano Bianchi

J Le Regionali del 28 e 29 marzo sono vicine e questa strana democrazia all’italiana ci ha propinato un’innaturale campagna elettorale. Lo dimostrano i toni, la spettacolarizzazione dello scontro politico e il tentativo di delegittimazione degli avversari che lasciano sempre in seconda fila le scelte da compiere per il bene del Paese. Vizio italiano? Solo una politica che mostra ormai tutto il suo limite. C’è in più oggi una società civile dispersa, frantumata dai contrasti sociali e dall’invadenza dei partiti nella vita pubblica tanto da renderla quasi inconsistente. Torna allora urgente il compito formativo della comunità cristiana. Una nuova generazione di politici cristiani, chiedono i Vescovi, che sono però da far crescere. Un ruolo per la Chiesa chiaro e difficile con, al tempo stesso, qualche tentazione che forse, in passato, era meno evidente. Fin dal suo interno la Chiesa è tentata di riproporre lo stile di questo schema politico. Non nelle logiche, ma come se l’appartenenza agli schieramenti esprimesse visioni entrambe cristiane dell’uomo e del mondo tra loro inconciliabili. Questa divisione marcata tra cattolici di destra, di sinistra o di centro rischia oggi di “inquinare” anche la vita ecclesiale e trova casa persino nei consigli pastorali, nei gruppi e nei movimenti ecclesiali. Sta alla Chiesa ribadire con forza che essa è altro rispetto a tutto questo, e che qualunque politica miri ad accreditarsi tra i preti, le suore, i Vescovi, ma anche gli organismi e le istituzioni pastorali, è fastidiosa e non fa bene nemmeno ai valori che intende difendere. Resto convinto che i veri politici cattolici non ne hanno bisogno, se “brillano” lo fanno già per la testimonianza evangelica della loro vita e la coerenza delle loro scelte. A questi dobbiamo dare coraggio, ma nessuna benedizione, qualunque sia lo schieramento politico a cui appartengono. Così sia anche per le elezioni lombarde. Per il resto non ci resta che informarci; e ciascuno giudichi col voto chi merita la sua fiducia.


2

La Voce della Franciacorta marzo 2010

Sito: www.lavocedelpopolo.it

Primo piano

Crucifixus, il sacro conquista la scena Crucifixus, il prestigioso festival del sacro che si svolge ogni primavera non dimentica l’Ovest Bresciano. Diverse, infatti, quest’anno, le tappe che toccheranno Franciacorta e Sebino. Il primo appuntamento in zona è domenica 21 marzo, alle 20.45, presso la Chiesa di S. Maria del Mercato con “Le donne del Vangelo” a cura dell’Associazione Culturale “Almadeira”. Mercoledì 24 marzo, la Compagnia CSS Udine metterà invece in scena “L’abbandono alla Divina Provvidenza” presso la Chiesa di S.Maria della Neve a Pisogne (replica il 26 a Nigoline di Cortefranca). Sempre il 26, a Marone, “Oibò son morto” (Compagnia Liberate Orvieto). Tutto il programma si trova sul sito www.crucifixus.com

Centro culturale e artistico. Il presidente Castellini si sofferma sulla 18ª edizione della manifestazione

La “Primavera Culturale” come risorsa per il territorio di Daniele Piacentini

Da trent'anni il Centro culturale e artistico della Franciacorta e del Sebino promuove una serie di iniziative. La rassegna, che inizia il 19 marzo, prosegue fino a maggio J Il Centro culturale artistico della Franciacorta e del Sebino, da trent’anni attivo nell’Ovest bresciano, chiama a raccolta le nuove generazioni la 18ª edizione della “Primavera Culturale” Obiettivo del 2010, sottolinea infatti il presidente Giovanni Castellini, è “saldare la trentennale esperienza del sodalizio con gli interessi dei giovani, spesso disorientati dai dinamici cambiamenti socio-culturali o isolati nella pur appassionata attività di studio”. In particolare il Centro punta a proseguire il concorso per premiare

Un'immagine del Castello Oldofredi di Iseo che ospiterà molti incontri

le migliori tesi di laurea concernenti la Franciacorta e il Sebino bresciano e bergamasco, aumentare la pubblicazione degli atti dei diversi convegni realizzati ed arricchire la biblioteca del Centro. E ancora: fornire a tutti i cultori di storia locale gli strumenti per la ricerca storica con il corso di avviamento diretto dal professor don Giovanni Donni, moltiplicare i contatti con centri analoghi di territori vicini, come la Valle Camonica e infine pro-

seguire nella campagna di incontri aperti al grande. Proprio in questa direzione vanno le iniziative della 18ª “Primavera Culturale”, che sarà al Castello Oldofredi di Iseo venerdì 19 per “Monticelli Brusati nella storia dall’abitato sparso al comune” (relatore Angelo Valsecchi) e venerdì 26 marzo “L’archeologia medievale a Riva di Solto: architettura civile tra il XII e il XIV secolo” (Federica Mattoni). Mercoledì 7 aprile alle 20.30

l'azienda agricola “Al Rocol” di Ome ospiterà invece la presentazione delle tesi di Laura Colosio su “Agricoltura e territorio: la viticoltura tra risorse e criticità in Franciacorta”, di Federica Aletto su “Remuage. Nuovo modello di servizio per la formazione e l'ospitalità in Franciacorta” e Alessandro Pagani su “Riqualificazione delle Torbiere d'Iseo”. Venerdì 16 aprile il volume “Il disegno dei Tridui”, verrà presentato dall'autrice Ivana Passamani Bonomi nella chiesa di San Lorenzo a Gussago insieme a Mariella Annibale Marchina e a Matteo Pontoglio. Sempre ad aprile, il 23, la Chiesa di Santo Stefano a Rovato ospita la tesi di Gloria Guerrini su “La vicaria di Rovato nelle visite pastorali di Età Moderna” e Davide Bellini su “Privilegi tributari della quadra di Rovato nella Serenissima Repubblica Veneta: la Santissima Annunciata”, mentre il 29 a Villa Gnecchi di Cologne si parlerà di “La gestione del patrimonio familiare dalla Serenissima a Napoleone nelle carte del notaio Bertolino Mazzotti 2, a cura di Osvaldo Benedetti. A maggio previsti altri quattro incontri. Info: www.infranciacorta.com o 030/7255014 oppure via Tito Speri, 6 - 25040 Bornato, tel. 0307255014.

Convento dell'Annunciata. Da un lato il percorso sulla testimonianza cristiana, dall'altro uno antropologico

La Pasqua cristiana e la marginalità nell’essere umano J La Pasqua e i limiti: sono questi i temi primaverili del Convento della Santissima Annunciata sul Monte Orfano, a cavallo dei Comuni di Coccaglio e Rovato. Le iniziative messe in campo dai frati Servi di Maria testimoniano da un lato il percorso di testimonianza cristiana, attraverso quattro incontri che culmineranno nella Pasqua di domenica 4 aprile, dall’altro, invece, la riflessione filosofica, che subito dopo la Resurrezione troverà spazio fra le mura del Convento con il nuovo “Percorso antropologico”, quest’anno incentrato per

l’appunto sui temi della liminalità e della marginalità. Gli incontri in preparazione alla Pasqua saranno tenuti da padre Francesco Geremia. Si parte venerdì 26 marzo, ore 20.30, con la Lectio divina sulla “Passione secondo Luca”. Giovedì 1 aprile, alle ore 17, incontro su “La chiesa nasce dalla Eucaristia”. Venerdì 2, invece, alle 9.30, “Morire per vivere” e infine sabato 3, sempre alle 9.30, “Io credo nella Risurrezione”. Il percorso antropologico prenderà, invece, il via il 12 aprile: relato-

Il chiostro del Convento

re sarà il filosofo Salvatore Natoli che interverrà su “Katastrophé: verso dove?”. Vito Mancuso parlerà di “... un po’ fuori dal mondo”; il 26 aprile “Marginalia. L’itinerario degli esclusi dai bordi delle pagine alle periferie delle città” con Raffaele Mantegazza; il 3 maggio “Il luogo fecondo della conoscenza” con Gabriella Caramore e, infine, il 10 maggio “La liminalità rituale: oltre il quotidiano” con Giorgio Bonaccorso. Gli incontri si tengono alle ore 20.30 presso il Convento dell’Annunciata.


La Voce della Franciacorta marzo 2010

E-mail: franciacortavocemedia.it

3

Quarto corso di narrativa per i giovanissimi L’associazione culturale “Il Maestrale” indice il quarto concorso di narrativa “L’immagine parla” riservato alle ragazze e ai ragazzi dalla terza media alle scuole superiori; si divide in due sezioni dai 13 ai 15 anni e dai 16 ai 19 anni. Il concorso vuole sollecitare la curiosità e la voglia di scrivere dei ragazzi. Il tema del concorso è dettato dalla fotografia vincitrice del concorso e che rappresenta una figura femminile adulta che si specchia in una ragazza, in un ambiente domestico. Gli elaborati dovranno pervenire entro e non oltre il 17 aprile 2010 all’Associazione culturale “Il Maestrale”, via Civerchi, 16 – 25036 Palazzolo sull’Oglio; tel. e fax 030731088. Il regolamento completo è scaricabile dal sito: www.ilmaestrale.eu.

Treno Blu. L'Associazione Ferrovia del Basso Sebino porterà i turisti a vivere le manifestazioni bresciane

Il forte fascino senza tempo delle vecchie littorine d’epoca di Riccardo Timpini

Il centro del lago d'Iseo sarà raggiungibile dal 18 aprile al 27 giugno e poi dal 5 al 26 settembre attraverso la riattivazione delle linea Palazzolo-Bergamo J Dal prossimo 21 marzo l’Associazione Ferrovia del Basso Sebino, in collaborazione con diversi enti locali, torna a scommettere sul fascino delle vecchie littorine d’epoca. Con la primavera torna sulle rotaie dell’Ovest Bresciano l’iniziativa “Treno Blu”, giunta ormai alla sua 17ª edizione. Il centro di gravità resta sempre il lago d’Iseo, raggiungibile ogni domenica, dal 18 aprile al 27 giugno e poi dal 5 al 26 settembre, attraverso la riattivazione della linea Palazzolo–Bergamo. Sono previste due partenze domenicali

Torna il treno che riattiva la linea Palazzolo-Bergamo

dalla città orobica (una al mattino, una al pomeriggio) e tre da Palazzolo, tutte con littorine diesel d’epoca, risalenti alla fine degli anni ’50. L’Associazione Ferrovia del Basso Sebino ha messo a punto anche iniziative specifiche per le scolaresche e i gruppi organizzati interessati “a scoprire in treno – si legge sul sito www.ferrovieturistiche.it – gli angoli più suggestivi e nascosti della Lombardia in generale e del Sebino – Franciacorta in particolare”. Piatto forte del programma saranno le gite fuoriporta con partenza da Milano che toccheranno paesi e borghi dove si tengono le più interessanti sagre bresciane. I “treni dei sapori” – questo il nome dell’iniziativa – porteranno il 21 marzo a Rovato per “Lombardia Carne - Sagra del manzo all’olio”; il 25 aprile a Palazzolo sull’Oglio e a Capriolo per la “Sagra del Brasato” e, infine, il 30 maggio a Iseo “Festival dei Laghi italiani”. Altri appuntamenti ad hoc sono in programma il 18 aprile, quando le tradizionali littorine diesel partiranno da Milano per andare a scoprire la storia e la cultura di Palazzolo sull'Oglio. Stesso discorso il 13 giugno: in questo caso la partenza è fissata a Bergamo e l’arrivo sarà nella cittadina lacustre di Paratico.

Iseo. Nasce la "Fondazione Arsenale" che si occuperà delle proposte culturali e artistiche dell'edificio

Lo storico Palazzo Vantini ritorna all’antico splendore J Dopo nove anni di lavori e oltre due milioni di euro di spesa riapre finalmente ad Iseo lo storico Palazzo Vantini. A dare la notizia, nel Consiglio Comunale tenutosi ad inizio marzo, è stato il sindaco della cittadina sebina, Riccardo Venchiarutti. Con l’inaugurazione del Palazzo Vantini Venchiarutti ha ufficializzato anche la nascita di un’apposita istituzione che si occuperà delle proposte culturali ed artistiche dell’edificio: si tratta della “Fondazione Arsenale”, approvata con il sì di tutti i consiglieri. La Fondazione sarà formata da rappresentanti del

Comune iseano e da un Comitato di Mecenati. Obiettivo: mettere in campo i fondi necessari a sostenere mostre ed eventi turistici che sappiano arricchire l’offerta di Iseo ai suoi molti visitatori. Il Palazzo comunale aprirà ufficialmente i battenti il 25 aprile per l’inaugurazione di ben quattro mostre dedicate al “Festival dei Laghi”. Nei due mesi di esposizione iseani e turisti potranno vedere una mostra di pittori dell'Ottocento e del Novecento che hanno creato paesaggi lacustri; "L'acqua e i Camuni", in collaborazione con il Centro Studi Prei-

Palazzo Vantini

storici della Valle Camonica e “Le origini del Comune di Iseo”, con una messe importante di documenti inerenti i Consigli comunali dall'Unità d'Italia in poi proprio nell’ edificio di piazza Garibaldi. A chiudere, la bella iniziativa del “Gruppo Iseo Immagine” che allestirà, sempre al Vantini, una mostra di cartoline d'epoca provenienti da gran parte dei laghi italiani. Capitolo biglietti l'ingresso sarà gratuito per i residenti. Gli altri visitatori pagheranno invece regolare biglietto. L'ingresso libero tutti, invece, per quanto riguarda il Museo civico.


La Voce della Franciacorta marzo 2010

E-mail: franciacortavocemedia.it

Arriva la "campagna amica"

La parola ai lettori

Ogni venerdì, da marzo fino a maggio, la “campagna amica” arriva a Palazzolo sull’Oglio. La centrale piazza Roma è infatti teatro della collaborazione fra Amministrazione comunale e Coldiretti: una schiera di bancarelle dedicate alla filiera agroalimentare locale consentirà ai palazzolesi di acquistare direttamente dai produttori locali dell’area dell’Oglio il meglio delle specialità della terra. Dalle 8 alle 13, sui banchi ci saranno latticini, formaggi, salumi, frutta e verdura, ma anche marmellate, miele e vino. Obiettivo: unire un prezzo equo a freschezza, qualità e tracciabilità dei prodotti. L’iniziativa, denominata “Mercato di campagna amica”, fa parte di un primo ciclo sperimentale di tre mesi.

L

IL MEGLIO DELLA FRANCIACORTA

Le "bollicine" avanzano La crisi non ferma la voglia di “bollicine”. Secondo un sondaggio, realizzato dai portali Winenews e Vinitaly, il Franciacorta è la quarta denominazione preferita dagli enonauti italiani, e la prima per quanto riguarda proprio le bollicine. In testa a questa particolare classifica c’è il Barolo con il 22%, seguito da Chianti Classico (12%), Brunello di Montalcino (11%) e, appunto, Franciacorta (10%). Il risultato d’immagine si sposa poi con la tenuta delle vendite. Nel 2009, infatti, sono state commercializzate quasi 9 milioni e mezzo di bottiglie, in linea con l’anno precedente.

LETTERE

Sono stanca di questi reality a ripetizione Adesso che finalmente è finito il Grande Fratello, dopo oltre tre mesi di prigionia dorata, speravo ci fossimo liberati dei reality…e invece no! Ecco che spunta subito la nuova (l’ennesima?) edizione de “L’isola dei famosi”, con chissà quanti soldi del servizio pubblico spesi per mandare dieci “quasi” famosi in villeggiatura in Nicaragua. Abbiamo proprio perso il senso della misura e della realtà. Un consiglio a tutti i giovani: non fatevi incastrare, fra poco inizia la primavera, uscite, state insieme e non lasciatevi abbindolare ancora davanti ai teleschermi. Una mamma preoccupata

"Gandhi. La mia vita è il mio messaggio" Ho partecipato da semplice appassionata all’inaugurazione della mostra “Gandhi. La mia vita è il mio messaggio” che si tiene a Capriolo fino al 27 marzo. La giornata è stata impreziosita dalla visita del console indiano a Milano Sarvajit Chakravarti. Le fotografie, una sessantina, messe in esposizione presso la sala civica comunali, la loro disposizione e la gentilezza delle persone addette alla mostra meritano il mio personale plauso. A tutti i bresciani, invece, l’invito a visitare l’esposizione e affrontare come ho fatto io la forte vitalità della biografia di Mahatma Gandhi, un esempio ancora oggi per tutti noi. Lucia Ferretti

Un po' di attenzione sulla strada Venerdì 5 marzo, uscita delle scuole primarie di via San Lorenzo a Zocco: un bambino attraversa la strada sulle strisce pedonali, una macchina non si ferma… la tragedia questa volta è solo sfiorata! Per fortuna la vettura andava piano (almeno quello), e quindi il tutto si è risolto con l’arrivo dell’eliambulanza e il trasporto all’ospedale Civile di Brescia.

5

IL PEGGIO DELLA FRANCIACORTA

Strade pericolose Nonostante i recenti interventi viabilistici, come la sostituzione dei semafori e degli incroci a raso con le rotatorie, la ex statale 11 (la “Padana Superiore”) resta una delle arterie stradali più pericolose. Gli ultimi dati disponibili, quelli diffusi l’anno scorso dall’Aci, parlano chiaro: in dodici mesi ci sono stati ben 85 incidenti di rilievo. Pesante il bilancio anche in termini di vite umane: 5 i morti e almeno 130 i feriti. La direttrice che taglia tutto l’Ovest bresciano, unendo Chiari a Brescia e conducendo da lì fino in Veneto resta un nervo scoperto di tutta la Franciacorta.

Ma quante altre volte dovrà succedere prima di farla finita con questi incidenti? Un pensiero va anche a chi parcheggia la propria macchina in posti assurdi per non fare quattro passi in più e in questo modo trasforma le scuole in pericolosissime gimkane… M.G.

Il futuro incerto del Pastificio Pagani Dopo mesi di incertezze e scaricabarile i lavoratori del Pastificio Pagani di Rovato e tutte le loro famiglie non sanno ancora cosa attendersi dal loro futuro! L’ultima notizia è stato il fallimento, ma ci sarebbero pronti i compratori…allora cosa si aspetta a risolvere il problema e a ricominciare? Chiediamo solo di poter fare il nostro lavoro nel miglior modo possibile, le possibilità ci sono, i prodotti e la volontà anche: manca solo l’intento comune di tutte le parti coinvolte ma il tempo ormai stringe. Una realtà produttiva forte e radicata nel tempo e nel territorio di tutta la

Franciacorta non può e non deve finire così! Un gruppo di lavoratori e lavoratrici

Potenziare la linea ferroviaria Sento il bisogno come pendolare che sia rilanciata la linea ferroviaria. Manca una politica di promozione delle rotaie. Si fanno tanti discorsi sull'iqnuinamento e poi? Un pendolare

Aumenta la raccolta differenziata A distanza di diversi mesi dall’introduzione della raccolta differenziata in buona parte dell’Ovest Bresciano i dati parlano chiaro: c’è un aumento netto del riciclo, si spende meno e meglio, tanti supermercati hanno adottato soluzioni “antiche” ma per quanto incredibilmente “moderne” come la vendita sfusa di detersivi, prodotti alimentari e altro… tutto bene, quindi? Purtroppo no! C’è ancora chi non ha capito il messaggio e

continua ad abbandonare sacchetti della spazzatura ai bordi delle strade, o a portarli nei Comuni limitrofi… Cari signori fermatevi a pensare prima di agire, ne va del bene di tutti. Stefano Trentini

Il casello ferroviario torna funzionante Voglio fare i complimenti al Comune di Sale Marasino. Finalmente, dopo tanti anni di abbandono e degrado, il casello ferroviario a sud del paese verrà sistemato e trasformato nella nuova sede degli locale gruppo Ana (Associazione nazionale alpini), dei volontari di Protezione civile e Pronto intervento per il 118. Per tanto tempo si è temuto che lo stabile venisse abbattuto, mentre in questa maniera almeno fino al 2016 il casello diventerà un centro importante per le associazioni del nostro paese. Aldilà dei colori politici è una scelta che la popolazione apprezza perché conosce bene l’importanza e il valore delle nostre “penne nere”. Un salese soddisfatto

Quanto viene pubblicato in queste pagine è da attribuirsi unicamente alla responsabilità dei firmatari delle lettere. Nelle lettere è necessario indicare in modo leggibile nome, cognome, indirizzo e numero di telefono di chi scrive per renderne possibile l’identificazione. La redazione si riserva il diritto di sintetizzare, senza alterarne il senso, i contributi ritenuti troppo lunghi (massimo 1500 battute). La pubblicazione di una lettera non implica la condivisione del suo contenuto da parte della direzione del giornale. Non saranno pubblicate lettere già apparse su altri organi di stampa. Scrivete a “La Voce della Franciacorta”, via Callegari, 6 - 25121 Brescia o via mail a franciacorta@vocemedia.it.


A8>L8I %@K

ßE8KFLEELFMF JK@C<%@E>C<J<%

:fejldfZ`ZcfZfdY`eXkf[X()#,X-#/c&(''bd%<d`jj`fe`:F)[X)0)X(.0^&bd%

CLJJF8IK@>@8E8C< <c\^Xek`cXmfiXq`fe`Xik`^`XeXc``ej\i`k\`elefjk`c\Zfek\dgfiXe\f\iX]]`eXkf @ej\ik`[`c\^e`gi\^`Xk`#Xccld`e`f\g\cc\\jk\jX[\ccXd`^c`fi\hlXc`k~ <hl`gX^^`Xd\ek`[`cljjfjlggfikXk`[Xk\Zefcf^`\[`lck`dX^\e\iXq`fe\

[XE+0%.''

GifmXcXe\cefjkifj_fniffd Tua per un giorno presso

CONCESSIONARIA JAGUAR BRESCIA s.r.l. :FE:<JJ@FE8I@8A8>L8I S.S. Padana Superiore, 34 - Castegnato (BS) - Tel. 030.3229881 www.jaguarbrescia.it E-mail: jaguarbrescia@jaguarbrescia.it M`Xooooooooo#K\c%ooooooooo#=Xoooooooooo


La Voce della Franciacorta marzo 2009

E-mail: franciacortavocemedia.it

Palazzolo

A maggio il torneo Enrico Raccagni Torna a Palazzolo sull’Oglio il torneo benefico dedicato ad Enrico Raccagni, giovane stronco nel maggio 1992 dall’emofilia. In suo ricordo, da anni è nata una onlus, l'associazione “Amici di Enrico”, che organizza dall’11 maggio il Torneo di calcio a 7 giocatori per alunni delle scuole medie. Saranno ammesse otto squadre, composte da un massimo di 11 nati negli anni '96, '97 e '98. Le partite si svolgeranno all’oratorio Sacro Cuore di Palazzolo sull’Oglio. Le iscrizioni si ricevono, dal 15 marzo al 15 aprile, nella sede degli Amici di Enrico, in via Italia 7 a Palazzolo ( info: www.torneodienrico.it). La memoria del giovane Enrico sarà poi omaggiata anche attraverso un concorso artistico per studenti delle scuole della provincia. Il ricavato di tutte le manifestazioni viene devoluto in beneficenza.

Progetto Nil. La scelta di tre Distretti per aiutare le persone svantaggiate

Opportunità lavorative di Irene Ziliani

J L’Ovest bresciano si conferma capofila dei servizi dedicati a persone portatrici di handicap di vario tipo. Negli anni la zona della Franciacorta, dell’Oglio e Sebino ha sviluppato una sensibilità sul tema che si è tradotta in decine di gruppi, attività e iniziative dedicate alla valorizzazione delle potenzialità che ogni persona con disabilità porta con sé. Obiettivo comune: respingere l’esclusione sociale, un rischio concreto che riguarda da vicino chi ad esempio ha scarse possibilità di inserirsi autonomamente nel mondo del lavoro e della socialità. Il problema principale è la difficoltà non solo di trovare realtà produttive disposte ad investire (difficoltà aumentata in maniera esponenziale con la crisi), ma pure la necessità per questa tipologia di lavoratori di un accompagnamento mirato. Per spezzare questo circolo vizioso, fino al 2009 le azioni e i progetti più significativi facevano riferimento alla singole unità operative dell’Asl bresciana. Da gennaio, invece, la Regione ha affidato ai singoli Comuni le competenze in merito all'organizzazione dei cosiddetti Nil, i “Nuclei inserimenti lavorativi”. Per non disper-

L'inserimento delle persone svantaggiate è passato dalle Asl ai Comuni

dere quanto di buono fatto in questi anni, le Amministrazioni hanno mantenuto operativo il modello strutturato dall’Asl: i tre ambiti di riferimento dell’Ovest bresciano (Iseo, Palazzolo e Chiari) hanno deciso di unirsi, mettendo al centro ancora una volta il lavoro e puntando a costruire collaborazioni stabili con la Provincia e il mondo del Terzo Settore. E’ nato così un significativo modello a rete, dove ai singoli attori istituzionali è stato affidato un compito ben preciso: ai

7

Comuni fanno capo gli aspetti socio assistenziali e programmatori; alla Provincia il sistema di collocamento ordinario e mirato ed infine al Terzo Settore la rilevazione dei bisogni e la definizione dei progetti e dei collocamenti lavorativi presso il mondo del lavoro. Obiettivo degli sforzi: confermare e, se possibile, incrementare il numero di persone collocate stabilmente in un processo lavorativo, che nel periodo 2003/2008 ammontano a ben 456.

La "Santa Crus": un rito che continua Palazzolo e Cerveno, il fiume Oglio e la Valle Camonica: due realtà diverse e distanti ma unite dal comune sentire verso il rito della “Santa Crus”. A proporre l’originale gemellaggio è stata l’associazione culturale “Il Maestrale”, dal 2002 attiva nella vita culturale e artistica dell’Ovest Bresciano. Al centro degli interessi dei soci palazzolesi de “Il Maestrale” ci sono “lo studio e la valorizzazione del patrimonio artistico cittadino e della tradizione culturale locale attraverso la promozione di scuole d’arti e mestieri, nonché il recupero e l’abbellimento della nostra città con particolare riferimento alla salvaguardia delle opere d’arte, dell’ambiente naturale e del verde”. Ma cosa si prefigge, in sostanza, il sodalizio palazzolese, trasferendo a valle la tradizione di un angolo di Valle Camonica? L’obiettivo è quello di portare anche in riva all’Oglio, attraverso lo spazio offerto dall’Auditorium San Fedele di Palazzolo, dal 20 marzo in poi, le atmosfere e i valori della storica manifestazione che si svolge ogni dieci anni (ultima edizione nel 2002, la prossima nel 2012) a Cerveno: un connubio di liturgia e rappresentazione della Passione di Gesù basata sulle possenti sculture lignee realizzate nel XVIII secolo dall’artista camuno Beniamino Simoni. Proprio a San Fedele sarà quindi ospitata una mostra con oggetti custoditi nel museo etnografico di Cerveno, oltre alla tavola rotonda sul tema “Santa Crus, il mistero della croce”. Soddisfatte dell’iniziativa anche le rispettive amministrazioni, che hanno riconosciuto l’importanza del connubio proposto dall’associazione culturale “Il Maestrale” garantendo la propria collaborazione ed il proprio convinto appoggio.

Festival diocesano di teatro dialettale. Palazzolo ospiterà l'11, il 12 e il 13 giugno la prima edizione

La nostra antica lingua risuoni nelle piazze e nei cortili J Il dialetto al centro di un festival. Da qui parte l’idea di promuovere un bando di concorso da cui verranno scelte 20 proposte che animeranno le serate dell’11, 12 e 13 giugno a Palazzolo, paese che ospita la prima edizione del festiva promosso da Voce Sas (Servizio assistenza sale della diocesi di Brescia). Così sono definiti gli obiettivi: “si intende scegliere 20 progetti teatrali dialettali, inediti o meno, destinati alla scena. Saranno valorizzate proposte teatrali di qualità di artisti e compagnie in grado di promuovere la

doppia valenza, artistica e antropologico-culturale, del rapporto tra il teatro e il dialetto, con particolare attenzione alla ricaduta dei progetti sul territorio e al coinvolgimento partecipativo della comunità”. Sono circa un centinaio le compagnie dialettali nel Bresciano. Il festival diocesano vuole divenire l’occasione per mettere in rete questo variegato panorama teatrale. Il bando è aperto a professionisti o meno, con spettacoli editi o inediti, della durata massima di 30 minuti. La scadenza di presentazione della domanda, da far-

La compagnia teatrale "La Maschera"

si tramite i moduli scaricabili insieme al testo completo del bando dal sito www.vocesas.it, completi della documentazione necessaria, è il 16 aprile. Il tutto va spedito tramite raccomandata a Voce Sas - Progetto Festival dialetto bresciano via Callegari 6, 25121 Brescia. Soddisfazione da parte di Alessandro Sala, sindaco di Palazzolo, che ospiterà la manifestazione dialettale nelle proprie piazze e cortili che assicura una serie di iniziative locali a corollario. (m.t.)


8

La Voce della Franciacorta marzo 2010

Sito: www.lavocedelpopolo.it

Franciacorta

La comunità Pinocchio punta sul cineforum “L’uomo e il suo destino”, questo il filo conduttore della rassegna di cinema che è partita a febbraio e che continuerà fino a settembre presso la comunità di recupero Pinocchio di Rodengo Saiano. I film, scelti dal critico cinematografico Raffaele Chiarulli, costituiscono una sicura ipotesi di lavoro per riflettere e forse trovare le risposte a molte domande. Il prossimo 8 aprile il cineforum riprende con il capolavoro di Oliver Stone, Wall Street. Si prosegue con il 6 maggio con Will Hunting - Genio Ribelle di Gus Van Sant. Chiudono la rassegna Wall-E di Andrew Stanton (il 3 giugno) e Blade Runner Di Ridley Scott (il 23 settembre). Per info www.pinocchiogroup.it.

Ome. Da cinque anni il Gruppo Fraternità ha attivato il Centro semiresidenziale per adolescenti in difficoltà

La terapia del “Raggio di Sole” Conclusa la fase sperimentale della struttura terapeutica che rappresenta un'articolazione del Servizio di neuropsichiatria di Luciano Febbrari

J Il periodo dell’adolescenza e della preadolescenza rappresenta di per sé un passaggio delicato nello sviluppo di un ragazzo, ma se a questo passaggio della vita si aggiungono delle difficoltà, può essere necessario e al tempo stesso provvidenziale un intervento terapeutico. Da cinque anni il Gruppo Fraternità ha attivato a Ome in via Negrini 2/A il Centro semiresidenziale per adolescenti “Raggio di Sole”, una struttura terapeutica che rappresenta un’artico-

La sede della struttura che ospita ragazzi e ragazze dai 12 ai 18 anni

lazione del Servizio di Neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza dell’Azienda ospedaliera di Brescia (UONPIA). Oggi può dirsi conclusa la fase sperimentale del progetto che ha visto una stretta collaborazione tra le UONPIA territoriali e il privato sociale del Gruppo Fraternità. Il Centro diur-

no è uno dei servizi della cooperativa sociale “Fraternità Giovani” la quale si occupa dell’area minori offrendo supporti sia formativi sia preventivi e terapeutici. Il aervizio diurno è accreditato per 15 ragazzi, per motivi logistici (trasporti degli utenti, contatto con l’Ospedale, con le famiglie e i servizi)

oggi appare difficoltosa la risposta ai complessi bisogni dell’utente e del suo territorio; per questo l’idea prossima è quella di un trasferimento del servizio a Brescia; pertanto si cercano proposte per una sede dal Comune, da altri Enti o da privati. Lo spostamento del Centro permetterebbe di accogliere un nucleo più numeroso di utenti e verrebbe così ampliato, nella sede di Ome, il servizio residenziale che oggi ospita 8 ragazzi. Il Centro diurno è aperto tutta la settimana dal lunedì al sabato. L’inserimento viene programmato in mondo individuale, in relazione alle caratteristiche clinico-comportamentali del paziente e alla specifica condizione sociale e ambientale familiare. Accedono al servizio ragazzi e ragazze dai 12 ai 18 anni. Essendo una struttura sanitaria l’ente ufficiale che invia le richieste di inserimento dei ragazzi è la UONPIA territoriale. Gli adolescenti e preadolescenti inseriti possono presentare disturbi di personalità, disturbi della condotta, psicosi e sindromi affettive.


La Voce della Franciacorta marzo 2010

E-mail: franciacortavocemedia.it

9

Rovato. Dal 20 al 22 marzo va in scena la 121ª edizione della fiera dedicata a bovini, equini e ovicaprini

Lombardia carne: prodotti tipici, degustazioni ed esibizioni agricole L'apertura è fissata presso il Foro Boario con la mostramercato di macchine e attrezzature e di prodotti agroalimentari tipici bresciani e non di Riccardo Timpini

J Va in scena la 121ª edizione di Lombardia Carne. La fiera nazionale dedicata a bovini, equini e ovicaprini organizzata dal Comune di Rovato e patrocinata dal Ministero delle Politiche agricole, Regione Lombardia, Provincia di Brescia e Camera di Commercio di Brescia si terrà quest’anno dal 20 al 22 marzo. La storica manifestazione fieristica rovatese si svolge come da tradizione due settimane prima di Pasqua. Quest’anno l’apertura ufficiale sarà sabato 20 marzo alle ore 9 presso il Foro Boario di piazza Garibaldi, con la mostra-mercato di macchine e attrezzature agricole e di prodotti agroalimentari tipici bresciani e con specialità gastronomiche provenienti da diverse Regioni italiane. In giornata previste degustazioni, esibizioni

Un'immagine della passata edizione

Alcuni eventi fra cultura e degustazioni Come di consueto, durante “Lombardia Carne” (20–22 marzo) Rovato ospita una serie di eventi a corollario della kermesse. Fra le diverse iniziative, da segnalare in primis il volume “Rovato si racconta”: sabato 20 marzo, alle 20.30, il Foro Boario ospita la presentazione del libro voluto dall’Auser e dal Comune sulle storie di vita dei rovatesi. Domenica 21 marzo, invece, alle 20.45, la parrocchia Santa Maria Assunta vedrà in concerto la banda di Rovato e il coro polifonico Calliope di Gussago. Lo spettacolo

Coccaglio via Gramsci IMMOBILE COMMERCIALE mq 480 in Ottima Posizione

VENDO

TRATTATIVE RISERVATE 338 8365317 - 340 8213890

è organizzato a favore della fondazione Ant che lavora per offrire assistenza domiciliare gratuita ai sofferenti di tumore. Sempre domenica prenderà nuovamente il via il “Mese del manzo all’olio”, 30 giorni in cui i ristoratori del paese offriranno menù a prezzi speciali per conoscere l’enogastronomia locale (info: 030/7713251). Infine, lunedì 22 marzo, il convegno conclusivo: Coldiretti Brescia e Codife discuteranno di “Diabrotica del mais, come affrontare e risolvere i problemi” (ore 10, Foro Boario).

agricole, l’esposizione dei prodotti tipici e l’apertura degli stand con gli animali in gara. Domenica 21 marzo, secondo giorno di fiera, si entrerà nel clou della manifestazione, con la mostra-mercato di bovini da carne e da ristallo, equini e con la mostra mercato ovicaprina regionale. L’apertura al pubblico di Lombardia Carne sarà alle 7.30 e già a partire dalle ore 9 le giurie saranno impegnate nell’attività di monitoraggio e preselezione del bestiame in concorso. Il taglio del nastro ufficiale di Lombardia Carne con il civico corpo bandistico Luigi Pezzana è fissata alle ore 10, alla presenza delle autorità. Alle ore 14.30, invece, la proclamazione dei migliori esemplari bovini (maschio e femmina) selezionati da una commissione composta da esperti del settore zootecnico, che assegnerà il primo premio assoluto della 121ª edizione della fiera. La premiazione ufficiale si terrà alle ore 16, con la consegna dei trofei e dei diplomi alla presenza del pubblico. I cancelli della fiera chiuderanno domenica alle ore 19 per riaprire il lunedì mattina alle ore 7.30 per l'ultima giornata di Lombardia Carne, in concomitanza con il tradizionale Mercato del lunedì di Rovato e le visite delle scolaresche. Per i visitatori (10mila l’anno scorso) della storica fiera rovatese immutate le condizioni d’ingresso: sabato e lunedì gratuito, domenica 5 euro.


RED VALENTINO

Cazzago San Martino BS Via De Gasperi, 43 Tel 030 725288

THIS IS SPRING SUMMER 2010


La Voce della Franciacorta marzo 2010

E-mail: franciacortavocemedia.it

Una serata sul tema del lavoro a Capriolo

Sebino

Orientarsi nel mondo del lavoro: quali servizi, quali agevolazioni e a quali strutture rivolgersi. Questi i tanti questi con i quali deve confrontarsi chi, magari più giovane, vuole entrare nel mondo del lavoro. Al fine di agevolare questo percorso di inserimento il comune di Capriolo in collaborazione con la Regione Lombardia, la Rete informa giovani bresciana e col patrocinio del Ministero della Gioventù, organizza per mercoledì 21 aprile dalle ore 20 alle ore 22 presso la Biblioteca comunale una serata a tema. Dal curriculum, al primo colloquio ai canali di ricerca: questi solo alcuni degli argomenti che verranno trattati. Durante tutta la serata sarà presente un esperto che potrà fornire le giuste indicazioni per chi cerca lavoro. Per info biblioteca@capriolo.org.

Iseo, consorzio Coeso. Sei cooperative sociali tra ambiente e servizi alla persona

Produrre energia pulita di Alba Vezzoli

J Possono persona e ambiente essere al centro di una medesima filiera produttiva? Questa la sfida del neonato consorzio Coeso, un consorzio di economia sociale, una realtà che nasce dalla collaborazione di sei cooperative sociali, di cui tre del Gruppo Pinocchio di Rodengo Saiano (Campus, Pinocchio e Pinocchio Group) e tre del Gruppo Cascina Clarabella di Iseo (Isparo, Diogene e Clarabella). Due i progetti fondamentali del Consorzio: lo sviluppo di servizi psichiatrici sempre più capillari e la produzione di energia da fonti rinnovabili (biomasse) e di agro energie. Alla base la convinzione che la produzione di energia “pulita”, oltre al rispetto dell’ambiente, abbia anche una dimensione “umana”. A questo scopo vengono coinvolti tutti gli attori del territorio, dalle risorse umane, professionali e istituzionali alle materie prime. L’idea è quella di uti-

11

Un ettaro coltivato a Miscanto equivale a 10mila litri di olio combustibile

lizzare le aree dei cosiddetti reliquati stradali per la coltivazione di Miscanto, coltura energetica caratterizzata da un alto Potere calorifico. Per essere chiari, un ettaro coltivato a Miscanto equivale in termini energetici a circa 10mila litri di olio combustibile extra-

light. Per questo importante è stata la collaborazione con la provincia di Brescia: i reliquati stradali messi a disposizione tra Sebino e Franciacorta ora passeranno da 2 a 8 e la superficie complessiva utilizzata salirà a 51 mila metri quadri.

Erbusco: percorso fra cibo e vino Nel cuore della Franciacorta, alla scoperta di uno dei prodotti nazionali più rinomati. L’assessorato alla Cultura del Comune di Erbusco in collaborazione con la Sommelier Degustatrice Loretta Zammarchi organizza, infatti, il corso “Abbinare, bere, conoscere - Percorso guidato alla scoperta del vino e del suo abbinamento con il cibo”. In quattro incontri, a partire dal 9 aprile presso il salone Titonio di Erbusco, verranno spiegati i fattori qualitativi alla base della creazione del vino, i metodi della degustazione, le buone regole per la conservazione, il servizio, e l’abbinamento col cibo. Il primo incontro sarà dedicato a chiarire cos’è la degustazione, le tecniche e le regole per poter giudicare un vino. Si prosegue venerdì 16 aprile con una lesione sui fattori della qualità, “Dalla pianta al bicchiere L'ambiente, il vitigno, l'uva”. Le ultime due lezioni saranno dedicate rispettivamente alle tecniche e ai processi di vinificazione e alla questione dell’abbinamento cibo-vino. Le lezioni saranno tutte accompagnate da dimostrazioni pratiche e della degustazione di varie tipologie di vino. Per maggiori informazioni, Biblioteca Comunale 030/7760813, biblioteca@comune.erbusco.bs.it.


Brescia Via Valcamonica, 14 Telefono 030/314526

San Zeno Naviglio Via Diaz, 4 Telefono 030/2106908

Lonato Via Folzone, 1 Telefono 030/9919035

Autorizzari: Punto Auto - Verolanuova - Tel. 030/9361270 Autoghedi Group SrL - Ghedi - Tel. 030/8365099 Missarelli SrL - Pian Camuno - Tel. 0364/599204

WWW.CHEVROLET.IT


La Voce della Franciacorta marzo 2010

E-mail: franciacortavocemedia.it

A Villa Mazzotti arriva Chiarissima 2010

Chiari

In programma venerdì 7, sabato 8 e domenica 9 maggio in Villa Mazzotti la prima edizione in Provincia di Brescia di Chiarissima 2010, festival del Ben-Essere, della salute olistica e della vitalità. L’evento, organizzato dall’associazione Kundalini e patrocinato dal Comune di Chiari e dalla Provincia, si propone come kermesse multidisciplinare dedicata al tema del benessere e alla valorizzazione dei numerosi operatori del settore. Sarà presentata una vasta gamma di prodotti e servizi: discipline olistiche (yoga, meditazione, ayurveda, shiatsu, ecc.), fitness e centri benessere, edilizia ecologica. Per informazioni, www.chiarissima.com. (r.a.)

Genitori per genitori. Con il Comune nel 2000 è sorto un gruppo spontaneo

Crescere con e per i figli di Claudia Morandini

J Da sempre è riconosciuto come “il mestiere più difficile del mondo”. Per qualcuno si tratta di una naturale predisposizione; per altri è una corsa ad ostacoli. È il mestiere del genitore,con la “G” maiuscola, perché maiuscolo è l’impegno chiesto a mamme e papà nell’educazione dei figli, dove la famiglia, prima ancora delle istituzioni, è il contenitore dentro il quale il bambino cresce, si nutre e riceve i primi input. La consapevolezza di questa responsabilità educativa è in crescita e i genitori, consci del loro ruolo fondamentale nella formazione dei figli e della difficoltà che questo implica, sentono la necessità di trovarsi, confrontarsi e mettere sul tavolo esperienze personali. A Chiari, da anni, l’Assessorato ai Servizi sociali si è fatto promotore di percorsi formativi e incontri a sostegno delle genitorialità, conformemente alla legge 285/97 (“Disposizioni per la promozione di diritti e opportunità per l’infanzia e l’adolescenza”). Una legge che ha portato in primo piano la centralità della figura del genitore. Le iniziative messe in atto dall’Assessorato nascono dalla collaborazione con i genitori stes-

13

Di volta in volta professionisti esperti affrontano le tematiche della genitorialità

si, attori e non spettatori di questo progetto. Da questo interscambio è nato il gruppo “Genitori per Genitori”, persone che dedicano tempo e risorse alla loro formazione, seguendo percorsi mirati con l’ausilio di docenti qualificati. “Dopo anni che condivido il percorso che insieme al gruppo spontaneo di genitori abbiamo tracciato − spiega l’assessore ai Servizi sociali Boifava − mi sento molto soddisfatta delle iniziative organizzate perché hanno visto un sempre crescente nume-

ro di partecipanti e una vera presa di coscienza del ruolo dei genitori stessi. Anche gli argomenti trattati − prosegue l’Assessore − hanno assunto un’importante profondità, hanno fatto crescere anche l’Assessorato che si è dimostrato sempre più pronto a rispondere alle reali esigenze”. Le iniziative promosse da questa partnership si traducono in incontri con esperti professionisti che di volta in volta affrontano tematiche inerenti il difficile rapporto genitore-figlio.

Si chiude il capitolo del Polo culturale Uno dei progetti che avrebbe dovuto caratterizzare il volto di Chiari nei prossimi anni era il Polo della cultura, destinato a sorgere dove una volta si trovata il vecchio Cinema Teatro Comunale. Il progetto prevedeva una stretta collaborazione tra Comune e la società Eleca Cantù (con la controllata Eleca Chiari) per la realizzazione di una struttura comprendente quattro piani di parcheggio sotterraneo e tre piani fuori terra, comprensivi di spazi da destinarsi ai privati e una sala pubblica da 400 posti. Il progetto, costituto da un projec financing che vedeva la partecipazione di comune e ditta privata, aveva un costo iniziale di 18 milioni di euro, di cui uno a carico del comune, che ha regolarmente versato la sua parte. All'Eleca sarebbe andata anche la gestione per 30 anni dei parcheggi a pagamento di Chiari e la proprietà per 90 anni del complesso che si andava realizzando. Nel marzo del 2009 veniva aperto il cantiere, che oltre allo spiazzo di viale Mazzini comprendeva alcune vie laterali, creando non pochi disagi ai residenti. Cantiere che, da allora, è praticamente rimasto fermo, suscitando anche l'ironica protesta della minoranza del consiglio comunale che con lo slogan “e alura?” sottolineava il fatto che i lavori fossero praticamente fermi. Anche perché nel frattempo, a causa sia di alcune preiscrizione dei Vigili del Fuoco che della crisi economica, Eleca aveva chiesto di rivedere il progetto e aveva sollecitato il comune a versare altri due milioni di euro, necessari per far partire i lavori. Versamento a cui il comune si è opposto. A nulla sono valse le successive trattative che hanno visto impegnato in prima persona il sindaco Mazzatorta: il cantiere verrà chiuso e il comune cercherà di riuscire a farsi restituire il milione di euro già versato. (p.f.)

Pinacoteca Repossi. Sarà messo a disposizione dei visitatori il patrimonio calcografico con più di 3000 incisioni

La sala delle stampe è pronta ad aprire con i suoi tesori J Volgono ormai al termine i lavori per la realizzazione della sala delle stampe all’interno della Pinacoteca Repossi di Chiari che, insieme alla Biblioteca Morcelli forma un complesso culturale che rappresenta una delle eccellenze bresciane, tanto da essere stata inserita l’anno scorso, una realtà della provincia bresciana, nell’elenco di quelle visitate dal congresso mondiale dei bibliotecari. La sala delle stampe permetterà di met-

tere a disposizione dei visitatori il prezioso e rarissimo patrimonio calcografico della Pinacoteca, composta da più di 3000 incisioni e comprendente alcune opere di pregio assoluto come la Battaglia degli ignudi di Pollaiolo o l’Ultima Cena di Rubens. Opere che, fino ad ora, erano chiuse nel gabinetto delle stampe e accessibili perlopiù per motivi di studio e di ricerca. Per finanziare l’allestimento della sala, la Fondazione a cui fanno

Compianto sul Cristo morto di Albrecht Dürer

capo pinacoteca e biblioteca ha organizzato una lotteria con in premio opere di numerosi artisti. “Siamo molto contenti della risposta dei clarensi – ha commentato la presidente Ione Belotti – e del loro impegno a favore di una realtà preziosa come la Fondazione”. Ai 9.000 euro accolti con la lotteria vanno aggiunti i 12.500 erogati dalla Regione, che ha ritenuto il progetto di notevole qualità, che uniti ai 10.5000 euro ricevuti dalla Agenzia delle Entrate per il 5x1000 (anno finanziario 2007) e ai 500 euro donati dal dott. Osvaldo Bosetti permettono di coprire praticamente quasi tutte le spese. (p.f.)


La Voce della Franciacorta marzo 2010

E-mail: franciacortavocemedia.it

15

Economia L'incontro

Piero Massetti Il gestore di "Vino e Dintorni" racconta la sua attività

Il gusto del palato, il piacere del vino L'enoteca di Chiari punta sulla qualità e non solo sul vino Piero Massetti ha aperto "Vino e Dintorni", "Vino e Dintorni Plus" e "Santè"

di Claudia Morandini

J L’anima dell’enoteca è il suo gestore, Piero Massetti, imprenditore clarense dalla forte carica empatica, con uno spiccato senso per gli affari e dal carattere deciso: passione e amore per un mestiere che negli anni ha subito forti cambiamenti di mercato. Lo incontriamo nella sua enoteca “Vino e Dintorni” di piazza Martiri della Libertà 13 a Chiari. Ambiente molto accogliente, dettagli estremamente curati, arredo sobrio ma “trés chic”. Sugli scaffali il meglio di quello che un mercato esigente chiede: vini naturalmente, ma anche “Dintorni”. Ampio spazio a paste, marmellate, olii e aceti pregiati, cioccolate ricercate, sughi, confezioni regalo di raffinati tè. Piero Massetti e il vino, una passione nata quando? Predisposizione naturale, direi. Sin da piccolo compravo il vino per mio padre e lo imbottigliavo con una nostra etichetta: Vi’ de’ Piero. Con il passare degli anni, la voglia di conoscere questo mondo affascinante è andata crescendo. Un secondo motivo viene da clienti e amici che vivono in Toscana e che mi hanno dato ulteriore forza ad entrare in questo settore. Qual è stata la molla che l’ha spinta ad aprire un’enoteca, la “Vino e Dintorni”, avendo già un’attività redditizia? La molla definitiva è arrivata da un amico di Spello proprietario dell’enoteca “Properzio”, che mi ha introdotto in molte aziende facendomi un

po’ da tutor. Ecco perchè siamo un po’ sbilanciati verso Umbria e Toscana. Nel 2006 arriva “Vino e Dintorni Plus” Esatto. Per integrare l’offerta di vini

abbiamo ritenuto opportuno aprire “Vino e Dintorni Plus” dando maggior respiro alla produzione della nostra zona, la Franciacorta e delle bollicine in generale. Con questo secondo punto vendita, abbiamo voluto dare

Dal 2000 una presenza di qualità Anno 2000. Nasce Vino e Dintorni Enoteca. Siamo a Chiari, in piazza Martiri della Libertà 13. Il primo dei due punti vendita ai quali Piero Massetti ha dato vita realizzando un sogno. Vini delle marche più prestigiose provenienti da ogni dove sono racchiusi in questo scrigno: italiani naturalmente, con uno “sbilanciamento verso Umbria e Toscana – spiega il proprietario – e poi californiani, cileni, francesi, sudafricani, portoghesi e molte altre referenze”. Ma anche prodotti gastronomici di altissima qualità. Per capire di cosa parliamo, visitate il sito web di vendita online www.vinoedintorni.com, piattaforma lanciata nel 2003 dall’enotecaro clarense .Nel 2006,raccogliendo un’altra sfida, nasce il secondo punto vendita altamente specializzato, Vino e Dintorni Plus. Qui, in piazza Martiri

della Libertà 17, regnano lo Champagne e le bollicine della vicina Franciacorta, con un occhio particolare ai vini fermi stranieri. Maison famose, certo, ma anche ricerca di produttori meno conosciuti. Estate 2009, ecco www.vedstore.it ,altra piattaforma ecommerce dedicata ai prodotti in promozione. “Una visione del commercio globale – siamo nell’era digitale – che trova conferma nei risultati di vendita”. Mai nessun pentimento? ”Ci sono stati momenti di grande riflessione – risponde l’intervistato – ma la consapevolezza di portare avanti un progetto che coinvolge la famiglia ci ha sempre dato la forza di continuare”. Da Piero Massetti ci si aspetta molto. La ristorazione, forse. ”I sogni aiutano a restare giovani”, chiosa prima di salutarci. E noi gli crediamo.

seguito alla nostra manifestazione “Arte & Bollicine” dove vengono degustati oltre un centinaio di referenze della Franciacorta e Champagne. E dopo ancora, “Santè”, la champagneria. In una cittadina piccola come Chiari, una scelta da imprenditore che ama il rischio. Santè è il minimo che potessimo fare per Chiari. Forti ormai dell’esperienza maturata e del supporto dei nostri compagni Gianni e Francesco. Come vede il futuro delle enoteche? La grande distribuzione rappresenta un problema, o secondo la sua esperienza, sono due canali con target di clientela diverso? Il futuro delle enoteche dipende dal futuro della nostra economia, consapevoli comunque che alla fine, passione, competenza, qualità e servizio sono l’arma vincente. Credo anche che la grande distribuzione non abbia figure qualificate per incontrare gusto e richieste di una clientela sempre più esigente. Quanto ha risentito il settore enologico di questa crisi che ha investito la quasi totalità dei mercati? Il settore enologico non può certo chiamarsi fuori da questa crisi che modificherà usi e costumi di tutti noi. Tradizione e innovazione: avete anche un sito web di vendita on line all’avanguardia La vendita on line rappresenta per la nostra enoteca uno spazio importante con un volume adeguato all’investimento e con una possibilità di espansione sicuramente interessante.Un sito che ci consente di arrivare a privati e non, in tutto il mondo.


PORTE APERTE SABATO 20 E DOMENICA 21


La Voce della Franciacorta marzo 2010

E-mail: franciacortavocemedia.it

17

Iseo. Il ristorante-pizzeria "La Perla Nera" e il salone di bellezza Enry's hanno realizzato un connubio

Quando il gusto e la bellezza si incontrano in riva al Lago d’Iseo Enry's conta cinque sedi sul territorio ad impatto zero, cioè punta sull'ambiente. Interessanti le serate a tema con la "Perla Nera", aperta lo scorso maggio di Luciano Zanardini

J A Iseo il gusto e la bellezza si incontrano. “La Perla Nera” e Enry’s sono gli artefici di questo connubio importante. Partiamo dalla bellezza. Cinque strutture (Bienno, Edolo, Iseo, Terme di Boario e Piamborno) per un unico gruppo di parrucchieri. Questo è Enry’s, un’intuizione della proprietà rappresentata da Enrico Pedretti. Il direttore Luciano Buizza racconta la genesi di una realtà che ha visto la prima sede dieci anni fa a Piamborno e, poi, si è man mano sviluppata. La particolarità risiede nella mission dell’azienda, cioè nell’attenzione al discorso ambientale: tutti i saloni partecipano al programma “LifeGate” ad impatto zero per la salvaguardia del buco dell’ozono. Concretamente, per fare qualche esempio, si utilizza la carta riciclata (vedi il kimono), si lavano

Un interno del salone di Enry's a Iseo

gli asciugamani in acqua fredda e si impiegano dei prodotti naturali Davines (si serve solo di risorse energetiche rinnovabili). Il potenziale cliente quando arriva viene accolto da una receptionist che, oltre a consigliarlo sulle diverse offerte, lo informa del programma di rispetto ambientale adottato all’interno. Enry’s significa anche un approccio pionieristico alle cabine di musicoterapia, aromaterapia e cromoterapia. Recentemente la qualità di Enry’s è stata certificata nella speciale graduatoria dei top high style: figura, infatti, tra i 350 saloni selezionati su 50mila. Si guarda anche avanti perché

La "Perla Nera" Ogni giovedì sera il ristorante “La Perla Nera” in via Campo 25 a Iseo propone serate a tema con degustazioni e promozioni. Si prepara all'apertura (7 giorni su 7) nei mesi estivi, mentre d’inverno resta chiuso il lunedì tutto il giorno, il martedì e il mercoledì a mezzogiorno. Fra le specialità, il risotto alla perla nera, la zuppetta alla perla nera, le linguine alla amalfitana e la pizza con il calzone fritto, una specialità napoletana.

in questo 2010 è prossima l’apertura di un nuovo salone di 500 metri a Darfo Boario Terme, ma non è finita qui: sarà il primo in Europa completamente ecosostenibile, cioè autosufficiente anche nella produzione di energia. All’arte della cura dei capelli si unisce anche una promozione del vino della cantina di Nigoline “Barboglio de Gaioncelli” e la vendita di prodotti come marmellate e biscotti. Ogni giovedì poi sono proposte delle serate a tema nel ristorante-pizzeria “La Perla Nera”, una realtà sorta lo scorso maggio nel cuore di Iseo in via Campo 25. Tre soci (Annamaria, Gaetano e Massimo) con la passione per la buona cucina e la voglia di affermarsi. L’esperienza nel settore di Annamaria e Gaetano ha accompagnato l’entusiasmo dell’intraprendente Massimo, che ha realizzato un sogno nel cassetto. La prima estate a contatto con il turismo lacustre è andata bene, adesso l’obiettivo è quello di migliorarsi puntando molto sulla fase primaverile, che nella passata stagione per ovvii motivi (il ristorante è stato in allestimento per quattro mesi) non è stata coperta. Anche qui il cliente può trovare tante offerte e promozioni. Fra queste, ogni giovedì sera, come si anticipava, c’è la possibilità di volta in volta di degustare risotti, pasta fresca, pizza (si possono richiedere gusti “impossibili”), carne, salumi e formaggi.

Ristorante Pizzeria Tutti i giovedì CENA A TEMA con Degustazioni a base di primi, risotti, pizze, pesce ecc. a partire da € 10

Specialità della casa: calzone fritto risotto al Nero di seppia linguine all’amalfitana

www.pubblishopping.it Via Campo, 25 • 25049 ISEO (BS) • Tel. e Fax 030 9840025


18

La Voce della Franciacorta marzo 2010

Sito: www.lavocedelpopolo.it

A Gussago "Sipario di velluto" in oratorio

Cultura

Ultimi due appuntamenti a Gussago per la prima edizione di “Sipario di Velluto”. La rassegna teatrale, in corso dal mese di gennaio, ha in calendario per il prossimo venerdì 26 marzo la commedia brillante “Il rompiballe” di Francis Veber. La regia è a cura di Emanuela Soffiantini: in scena, invece, ci sarà la Compagnia delle Muse. Venerdì 9 Aprile, invece, un classico del teatro nostrano: “Il Bibbiù” di Achille Platto, intensa commedia dialettale messa in scena dalla Cooperativa Teatro Laboratorio per la regia di Giacomo Andrico. Per informazioni, 0302522919 o www.gussago.com. Gli spettacoli si tengono presso il salone polifunzionale “Monsignor Bazzani”, nell’oratorio San Filippo Neri, alle ore 21.

Leo Club Chiari Le Quadre. Francesca Pagani spiega i prossimi programmi con un'attenzione al disagio

Sensibilizzare il pianeta giovani La "cena al buio" organizzata lo scorso 6 marzo ha avuto un grande successo. Nel frattempo il sodalizio clarense prosegue la sua attività di formazione di Daniele Piacentini

J Chiudere gli occhi per vederci meglio: grande successo per “Cena al buio” organizzata lo scorso 6 marzo dai giovani del “Leo Club Chiari Le Quadre”. Il ristorante “Abbazia” di Rodengo Saiano ha ospitato 54 persone decise a raccogliere la sfida dei giovani clarensi: affidarsi agli altri sensi, per capire cosa significhi affrontare giorno dopo girono le difficoltà di chi non può utilizzare la vista. “La serata è andata decisamente bene – dice per il Leo Club Francesca Pagani – e ab-

La sala che ha ospitato la "Cena al buio"

biamo raccolto anche 1500 euro per il progetto “UniLeo 4 Light” (www. unileo4light.t), che ha come obiettivo sostenere il futuro professionale dei ragazzi disabili della vista”. Protagonismo giovanile, quindi, ma anche attenzione alle spie di disagio che a

volte riguardano i ragazzi all’interno della società: il “Lions Club Le Quadre” ha l’ambizione di riuscire a tenere assieme entrambi gli aspetti del pianeta giovani. Per farlo, il club clarense ha preso parte all’“Intermeeting” tenutosi al Touring di Coccaglio sul tema del

“Bullismo”. A organizzare la serata cinque Lions Club della provincia di Brescia: Montorfano-Franciacorta, ChiariLe Quadre, Valle Camonica, Palazzolo e Sebino. Il centinaio di presenti ha ascoltato le riflessioni del sociologo Antonio Marziale, presidente dell’Osservatorio sui diritti dei minori, oltre che della dott.ssa Paola Cattenatti, responsabile del Criaf e membro della commissione ministeriale “Disagio, adolescenti e bullismo”. Lo stile Lions non prevede ricette miracolose: i due relatori hanno lanciato spunti e provocazioni ai presenti, chiamandoli ad interrogarsi su quanto sia importante rivestire il proprio ruolo nella società: una riflessione adatta sia ai genitori che ai figli, spesso “parcheggiati” di fronte ai media. Per la dott.ssa Cattenatti, è “importante non confondere bullismo e microcriminalità giovanile. Famiglia e società hanno caricato la scuola di grandi pesi, senza pensare agli strumenti necessari per queste sfide”. Idee condivise anche da Marziale, che ha lanciato la proposta di istituire a scuola “l’educazione ai media”.

Sebino bresciano. Da qualche mese è attivo il "Gruppo d'azione locale Gölem", un'agenzia di sviluppo

Un ulteriore strumento per la promozione del territorio J Da qualche mese è attivo sul territorio il “Gruppo di azione locale Gölem”. La nuova agenzia di sviluppo, attivata dalle Comunità montane del Sebino bresciano e della Valle Trompia e partecipata da cooperative, consorzi e imprese, rappresenta un ulteriore strumento di promozione del nostro territorio e di valorizzazione delle eccellenze dell’agricoltura della nostra provincia. “Per questo – ha osservato l’assessore provinciale all’agricoltura Gian Franco Tomasoni, nel corso della presentazione avvenuta a Villa Barboglio – sosteniamo il Gal Gölem non solo sotto l’aspetto produttivo, ma anche dal punto di vista della promozione, della comunicazione e delle strategie di marketing per fidelizzare i clienti e conquistarne di nuovi”. Protagonista di questo Gal è il mon-

te Guglielmo, monte dei bresciani e punto d'incontro tra il Sebino e la Valle Trompia. Il ‘gölem’ unisce questi due territori molto diversi tra loro ma proprio per questo complementari per ciò che possono offrire. Il Sebino è realtà conosciuta dal punto di vista turistico. La verde Valle Trompia vanta un vasto sistema museale che valorizza la secolare attività di lavorazione del ferro. E in entrambi i siti numerosi sono i prodotti tipici di qualità. Come prima tappa di un più ampio piano di comunicazione e di informazione sabato 13 marzo a partire dalle 10, nell’aula magna dell’Istituto Pastori di Brescia, il Gal Gölem propone un confronto sui temi dello sviluppo rurale del territorio. Particolare attenzione sarà dedicata alla necessità, che è opportunità, di sviluppare azioni sinergiche tra

Un patrimonio da promuovere

il settore agricolo e gli altri settori economici che caratterizzano il territorio – artigianato, commercio e turismo – per dare vita ad una rete economica competitiva e integrata, che sia in grado di eccellere a livello regionale e sovra regionale. “La promozione delle linee di intervento – ha spiegato la presidente Laura Boldi – lungo le quali, nei prossimi anni, sarà orientata la nostra attività e la diffusione delle opportunità che verranno via via attivate grazie al Gal, rappresentano un elemento strategico per sostenere la crescita competitiva del contesto rurale, a supporto degli enti pubblici e delle imprese del settore agricolo”. Il confronto di sabato 13 ha rappresentato un punto di partenza per il Gal e per la nascita di un rapporto diretto tra la società e i soggetti che operano sul territorio. (v.b.)


La Voce della Franciacorta marzo 2010

E-mail: franciacortavocemedia.it

Sale della comunità. Il ritorno al cinema della coppia Tim Burton e Johnny Depp

“Alice in wonderland”: in sala a bocca aperta La visione onirica del regista racconta la seconda visita di Alice, del tutto inventata, nel mondo parallelo dove la guida è il Cappellaio matto di Depp di Mauro Toninelli

J Inseguire il bianconiglio, cadere in un buco, essere circondato dalle magie dello Stregatto, bere il thè con il cappellaio matto e mille altre vicende incredibili per dire che Tim Burton è tornato. E lo fa in maniera strabiliante; ovviamente in compagnia dell’istrione e migliore interprete dei suoi sogni: Johnny Depp (Cappellaio). Nel cast non poteva mancare la moglie e musa ispiratrice del regista, l’attrice Helena Bonham Carter (Regina rossa), al fianco di Depp anche nel film, sempre diretto da Burton, “Sweeney Todd”. “Alice in wonderland” non è la fiaba nota a tutti ma qualcosa di diverso. Stessi personaggi, stesso paese delle meraviglie ma con risvolti nuovi. La visione onirica di Burton racconta il ritorno di Alice, dieci anni dopo.

Alcuni protagonisti della pellicola di Tim Burton

Alice (Wasikowska) ha 19 anni e insegue il bianconiglio per fuggire ad una proposta di matrimonio che ha tutte le prospettive dell'infelicità. Gli abitanti del paese delle meraviglie la stanno aspettando perchè solo lei può riusolvere definitivamente la diatriba, tutt’altro che dialettica, tra la regina bianca (Hathaway) e la rossa. Onirico e meraviglioso il mondo costruito da Tim, ma la sua visione, che rapisce,

sembra perdere di realtà forse per la troppa tecnologia utilizzata, in sostituzione della scenografia. Pare davvero manchi la concretezza, di solito caratteristica dei personaggi di Burton; concretezza che dà un tocco di realtà a personaggi del tutto inverosimili (con le scenografie di “Sweeney Todd” Dante Ferretti vinse l’Oscar.). Nonostane ciò, con Burton-Depp non si può non rimanere a bocca aperta!

19

Programmazione SALA DELLA COMUNITÀ COLOGNE Fuori controllo Sabato 20 marzo ore 20.45; domenica 21 marzo ore 17.30. Il nastro bianco Domenica 21 marzo ore 20.30. La prima linea Giovedì 25 marzo ore 20.30; domenica 28 marzo ore 20.30. Invictus Sabato 27 marzo ore 20.45; domenica 28 marzo ore 17.30. Alice in wonderland Domenica 4 aprile ore 16.30, 20.45. SALA DELLA COMUNITÀ MARONE I vècc èl badanto Commedia dialettale in 3 atti, sabato 20 marzo ore 20.45. Alice in wonderland Sabato 27 marzo ore 20.45; domenica 28 marzo ore 16.00, 20.45. AGORÀ - OSPITALETTO Io, loro e Lara Sabato 20 marzo ore 21.00; domenica 21 marzo ore 21.00. AURORA - PALAZZOLO Viola di mare Venerdì 19 marzo ore 21.00. L'uomo che verrà Sabato 20 marzo ore 21.00; domenica 21 marzo ore 20.30. Piovono polpette Domenica 21 marzo ore 16.00. Amelia venerdì 26 marzo ore 21.00. Maga martina e il libro magico del draghetto sabato 27 marzo ore 21.00; domenica 28 marzo ore 16.00, 20.30. DON BOSCO - PONTOGLIO Cuccioli e il codice di Marco Polo Domenica 21 marzo ore 16.15. Maga Martina e il libro magico del draghetto Domenica 28 marzo ore 16.15. PAX - PROVAGLIO D'ISEO Arthur e la vendetta di Maltazard Sabato 20 marzo ore 20.45; domenica 21 marzo ore 16.00. Maga Martina e il libro magico del draghetto Sabato 27 febbraio ore 20.45; domenica 28 febbraio ore 16.00. SEBINO - SALE MARASINO Maga Martina e il libro magico del draghetto Sabato 20 marzo ore 20.45; domenica 21 marzo ore 16.00, 20.45.

Sentire bene dà gioia alla vita. Nel nostro Centro troverete la massima disponibilità con personale specializzato e qualificato.

soluzioni per l’u udito Q Q

Centro convenzionato ASL

Q

Assistenza domiciliare Riparazione e permuta protesi acustiche

Controllo dell’udito gratuito

Q

Q

Apparecchio acustico in prova

Q

Otoprotettori per acqua e rumori

Q

Apparecchio sostitutivo

Q

AMPIO PARCHEGGIO

Orari: Dal Lunedi al Venerdì 9.00 - 12.00 / 15.00 - 19.00 Sabato mattino si riceve su appuntamento Si riceve anche a Palazzolo s/o per info Tel 030 7241615

CENTRO ACUSTICO FRANCIACORTA di Marco Bernacchi audioprotesista Via Franciacorta 22 Rovato (Bs) Tel.030 7241615 Cell, 393 9028208 acusticafranciacorta@libero.it


20

La Voce della Franciacorta marzo 2010

Sito: www.lavocedelpopolo.it

La "Gran Fondo Franciacorta Sebino"

Sport

Domenica 21 marzo torna l’affascinante “Gran Fondo Franciacorta Sebino". Ad organizzare l’evento, dedicato ad atleti e appassionati di mountain bike, è l’associazione sportiva Gulliver Cycling Team. La partenza è fissata per le 9 presso il centro sportivo Sassabanek. La gara ciclistica avrà un risvolto benefico: continua anche nel 2010 il connubio con l’associazione di volontariato “Gioventù Missionaria” che sostiene padre Luciano Cominotti, missionario in Africa, a cui verrà devoluto parte del ricavato. Iscrizioni online aperte fino al 19 marzo sul sito www. granfondofranciacortasebino.it. Saranno molti gli appassionati che seguiranno la corsa lungo i suggestivi saliscendi del Sebino e della Franciacorta.

Lega Pro Seconda Divisione. La presidenza chiede aiuto per la sopravvivenza della compagine gialloblù

Rodengo: Trainini torna in sella Nel 1997 conquistò a Lumezzane una storica promozione in C1. Ha allenato anche Montichiari, Monza e Pro Sesto. Affiancherà capitan Bertoni di Mario Ricci

J È il sessantunenne Giampiero Trainini il traghettatore del Rodengo Saiano fino al termine della stagione in corso. Dopo il divorzio da Maurizio Braghin, sostituito temporaneamente per un mese dal vice Maccarinelli assieme al tecnico-capitano Mauro Bertoni, è cominciata l’era Trainini. Terzo allenatore dall’inizio del 2010, dunque, per la compagine del presidente Ferrari che punta – per il terzo anno consecutivo – ai play off promozione. Il tutto sempre

Esultanza di alcuni giocatori del Rodengo, anche se il momento non è dei migliori

sotto il controllo defilato di Mauro Bertoni che proseguirà a fungere da collante fra il gruppo e il neo tecnico. Torna in sella Giampiero Tranini dopo l’ultima apparizione a Lumezzane. Lui che, oltre ad essere un bresciano, vanta nel curriculum non solo l’esperienza in valgobbia (dal ’94 al ’97 conquistando, proprio in quest’ultima stagione, una storica promozione in C1 per poi tornare per una breve parentesi nel 2007) ma anche sulla panchina di Montichiari e Monza in C2 ma anche Pro Sesto. “Spero di contribuire alle sorti del Rodengo – esordisce Trainini – traghettando questa squadra ai play off ripagando la dirigenza che mi ha cercato e voluto”. Intanto, però, la situazione in casa franciacortina è sempre più emergenza “economica” e il presidente Ferrari lancia un appello. “Sono pronto a farmi da parte se qualcuno è interessato a rilevare il club. Stiamo tribolando per mantenere questo organico, abbiamo bisogno di sponsor e imprenditori che ci diano una mano per sopravvivere”.

Agenzia territoriale per il turismo. Presentati due opuscoli per gli amanti della bici e delle passeggiate

Su due ruote o a piedi attraverso le colline e sul Lago J Torna la primavera: tempo di togliere dalla naftalina gli abiti sportivi o di inforcare la bicicletta lasciata mestamente a riposo per i lunghi mesi invernali. Per chi volesse unire l’attività fisica alla scoperta delle bellezze del territorio, l’Agenzia territoriale per il turismo ha appena realizzato due interessanti brochure: la prima, dal titolo “Lago d’Iseo-Franciacorta. Itinerari cicloturistici”, raccoglie i percorsi che conducono alla sco-

perta di tutte le sorprese naturalistiche, storiche e architettoniche nascoste tra lago e colline, ma comunque a portata di qualsiasi bicicletta. Un esempio su tutti: la Brescia–Paratico, strada ciclabile che in meno di 5 ore conduce dalla città alle porte del lago d’Iseo, attraversando senza fretta né difficoltà eccessive le colline dove si produce il Franciacorta. La seconda guida, invece, dal titolo “Lago d’Iseo e Franciacorta. Itinerari tu-

.rad ww iovoce.it

100 % BRESCIA

w

Tutti i giorni, dal lunedì al venerdì dalle 14alle 15 un’esclusiva

ristici”, è rivolta agli amanti delle passeggiate. Fra i percorsi indicati: il giro di Montisola, l’antica strada Valeriana che collega Iseo a Pisone, il sentiero della cascate in Valle Gaina (a Monticelli Brusati) e tanto altro ancora. Le brochure si trovano presso gli uffici turistici di tutto il comprensorio di Iseo e Franciacorta. Per informazioni, www.agtiseofranciacorta.it o 0309802009.

L L'allenatore 'alle 'a llllle en e nat na nat ato a tore orre o re Ga G Gaspare asp sspa pa p arre eS Sca Sc Scalia cca alia alia liia a

In collaborazione con


La Voce della Franciacorta marzo 2010

E-mail: franciacortavocemedia.it

Rugby Rovato. Lo storico sodalizio continua la sua attività nel settore giovanile

La palla ovale rotola nei cuori dei tifosi Ogni settimana anche a Gussago e Ospitaletto molti appassionati rincorrono la meta

Il rugby è uno sport molto seguito in Franciacorta

di Irene Ziliani

J In Franciacorta batte un cuore a forma di… palla ovale. Rovato, Ospitaletto, Gussago e altro ancora: l’Ovest Bresciano è, assieme alla Bassa, il territorio bresciano più fertile per quanto riguarda il rugby. Ogni settimana centinaia gli appassionati, dalle categorie giovanili fino agli over 35, si muniscono di scarpe con tacchetti e protezioni varie per rincorrere il sogno di una

meta. E sono ancora di più gli aficionados che salgono i gradini delle tribune, per sostenere i rugbisti nei fatidici ottanta minuti di mischie, placcaggi, drop e touches. Dal 1976 la capitale della palla ovale, ad Occidente della città di Brescia, è la cittadina di Rovato. Sono passati infatti ben 34 anni da quando, alle pendici del Monte Orfano, un gruppo di atleti fondò l’Associazione Sportiva Rugby Rovato. Da allora l’attività non si è mai interrotta, arrivando anche a vette prestigiose con la nascita della Rugby Leonessa 1928

e il conseguente arrivo a Rovato dei massimi vertici del rugby nazionale. Oggi il sodalizio ha preso la via della città, ma a Rovato la passione non si è spenta: il settore giovanile è composto da centinaia di giovani provenienti da tutti i paesi della Franciacorta, mentre la prima squadra è leader incontrastata della serie C territoriale. Sempre in serie C, ma nel girone d’Elite, naviga il Gussago, impegnato nei bassifondi della classifica. Ancora più su, in serie B, c’è il Rugby Ospitaletto, che cerca la sospirata salvezza

21

Coccaglio: retrocede il Tennis Tavolo Niente exploit finale per il Tennis Tavolo Coccaglio: dopo la salvezza record della scorsa stagione, ottenuta attraverso un’irresistibile rush finale, il 2009/2010 si è chiuso per le atlete franciacortine con la retrocessione in serie A2 femminile. Verdetto decisamente amaro, quindi, per il Tennis Tavolo Coccaglio, ma di certo non inatteso. In tutta la stagione le ragazze guidate da Michela Merenda non sono infatti riuscite a vincere un match, impattando solo in tre occasioni e perdendo le altre sfide in calendario. Un’annata partita col piede sbagliato e terminata peggio, visto che al danno (la retrocessione in A2) si è aggiunta anche la beffa: nonostante i tre pareggi ottenuti, infatti, il Coccaglio si è ritrovata con due soli punti in classifica. Il pareggio conquistato a Molfetta non è stato accettato dalla Federazione (la Fitet) che ha deciso di penalizzare di un punto la società franciacortina. Motivo: il ritardo con cui le atlete si sono presentate nella cittadina pugliese, raggiunta dopo un lungo viaggio per l’Italia. A dare il colpo di grazia è stata la dura sconfitta contro le mantovane del Castelgoffredo, che hanno superato le atlete di Coccaglio per 4-1 rendendo impossibile l’aggancio al penultimo posto del Tt Siena. Michela Merenda, Wang Xue Lan, Jana Tomazini e Sabrina Moretti, nonostante l’impegno, non sono quindi riuscite nella seconda impresa consecutiva. Ora per il Tennis Tavolo Coccaglio si apre una nuova sfida, quella della serie A2: una volta smaltita la delusione, occorrerà presto rimettersi al lavoro con professionalità e passione per analizzare cosa è andato storto quest’anno e continuare ad onorare la storia di una società da 32 anni attiva nei palazzetti di tutta Italia.


22

La Voce della Franciacorta marzo 2010

Sito: www.lavocedelpopolo.it

SERVIZI - NUMERI UTILI - ORARI delle SANTE MESSE (Prefestive e Festive) COMUNI ADRO Via Dandolo 55, 25030 tel. 030/7454311 www.comune.adro.bs.it BRIONE Via San Zenone 1, 25060 tel. 030/84013 www.comune.brione.bs.it CAPRIOLO Via Vittorio Emanuele, 43 25031 tel. 030/74641 www.capriolo.org CASTEGNATO Via Trebeschi 8, 25045 tel. 030/2146811 www.comune.castegnato.bs.it CAZZAGO SAN MARTINO Via Carebbio 32, 25046 tel. 030/7750750 www. comune.cazzago.bs.it CELLATICA Piazza Martiri Libertà 9, 25060 tel. 030/2526811 www.comune.cellatica.bs.it CHIARI Piazza Martiri Libertà 26, 25032 tel.030/70081 www.comune.chiari.brescia.it COCCAGLIO Viale Matteotti 10, 25030 tel. 030/7703004 www. comunedicoccaglio.it COLOGNE Piazza Garibaldi 31, 25033 tel. 030-7058111 www.comune.cologne.bs.it CORTE FRANCA Piazza di Franciacorta, Timoline, 25040 tel. 030/984488 www.comune.cortefranca.bs.it ERBUSCO Via Verdi 16, 25030 tel. 030/7767311 www.comune.erbusco.bs.it ISEO Piazza Garibaldi 10, 25049 tel. 030/980161 www. comune.iseo.bs.it GUSSAGO Via Peracchia 3, 25064 tel. 030/2522919 www. gussago.com LOVERE Via Marconi, 19 24065 tel. 035/983008 www.comune.lovere.bg.it MARONE Via Roma 10, 25054 tel. 030/987104 www.comune.marone.bs.it MONTE ISOLA Via Siviano 76, 25050 tel. 030/9825226 MONTICELLI Via della Valle 2, 25040 tel. 030/652423 www.co-

mune.monticellibrusati.bs.it OME Piazza Moro 1, 25050 tel. 030/652025 www.comune.ome.bs.it OSPITALETTO Via Mons. Rizzi 24, tel. 030/6841223 www.comune.ospitaletto.bs.it PADERNO FRANCIACORTA Via Mazzini 5, 25050 tel. 030/6853911 www.comune.padernofranciacorta.bs.it PALAZZOLO SULL’OGLIO Via Torre del Popolo 2, 25036 tel. 030/7405511 www.palazzoloweb.it PARATICO Via Risorgimento 1, 25030 tel. 035/924311 www. comune.paratico.bs.it PASSIRANO Piazza Europa 16, 25050 tel. 030/6850557 www. comune.passirano.bs.it PISOGNE Via Vallecamonica 2, 25055 tel. 0364/883011 www.comune.pisogne.bs.it POLAVENO Piazza Marconi 4, 25060 tel.030/8940955 www. comune.polaveno.bs.it PONTOGLIO Piazza XXVI Aprile 16, 25037 tel. 030/7479200 www.comunedipontoglio.eu PROVAGLIO D’ISEO Via Europa 5, 25050 tel. 030/9291011 www.comune.provagliodiseo.bs.it RODENGO SAIANO Piazza Vighenzi 2, 25050 tel. 030/6817711 www. rodengosaiano.net ROVATO Via Lamarmora 7, 25038 tel. 030/77131 www.comunedirovato.it RUDIANO Piazza Martiri Libertà 21, 25030 tel. 030/7060711 www.comune.rudiano.bs.it SALE MARASINO Via Mazzini 75, 25057 tel. 030/9820921 www.comune.sale-marasino.bs.it SULZANO Via Battisti 91, 25058 tel. 030/985141 www.comune.sulzano.bs.it URAGO D’OGLIO Piazza Marconi 27, 25030 tel. 030/717114 www. comune.uragodoglio.bs.it ZONE Via Monte Guglielmo 42, 25050 tel. 030/9870913 www.comune.zone.bs.it

DISTRETTI SANITARI ANNO II NUMERO 03 - MARZO 2010 Edizioni Opera Diocesana San Francesco di Sales Registrazione del Tribunale n. 48/2009 del 10-11-2009 Direttore responsabile: Adriano Bianchi Sede e redazione: Via Callegari, 6 Brescia tel.: 03044250 - fax: 0303757897 e-mail: franciacortavocemedia.it Pubblicità: Voce Media Pubblicità - Via Callegari, 6 Brescia Tel.: 0302808966 - fax: 0302809371 - e-mail: marketingvocemedia.it Stampa: CENTRO STAMPA QUOTIDIANI Spa - Via dell'Industria, 52 25030 Erbusco (Bs) - Tel. 0307725511 - Fax 0307725566 Progetto grafico e impaginazione: Ernesto Olivetti

CHIARI Piazza Martiri della Libertà, 25 - Telefono: 030/7007011 distretto.chiari@aslbrescia.it

GUSSAGO Via Richiedei, 10 - Telefono: 030/2499911 distretto.gussago@aslbrescia.it

ISEO Via Giardini Garibaldi, 2 - Telefono: 030/9887456 distretto.iseo@aslbrescia.it

PALAZZOLO SULL’OGLIO Via Lungo Oglio Battisti, 39 - Telefono: 030/7007645 distretto.palazzolo@aslbrescia.it

ORARI SANTE MESSE ADRO Santuario Madonna della Neve - Prefestivo: 17.00 - Festivo: 6.30 - 8.00 - 9.00 - 10.00 - 11.00 S. Giovanni Battista - Prefestivo: 18.00 - Festivo: 7.00 - 9.00 - 10.30 - 18.00 Torbiato - SS. Faustino e Giovita: Prefestivo: 18.00 - Festivo: 10.00 BRIONE S. Zenone - Prefestivo: 17.00 - Festivo 10.30 - 17.00 CAPRIOLO S. Giorgio - Prefestivo: 18.30 - Festivo: 7.00 8.30 - 10.00 - 11.15 - 15.30 - 18.30 CASTEGNATO S. Giovanni Battista - Prefestivo: 18.00 - Festivo: 8.00 - 9.30 - 11.00 - 18.00 CAZZAGO SAN MARTINO Natività di Maria Vergine - Prefestivo: 18.00 - Festivo: 8.00 - 9.30 - 11.00 - 18.00 Bornato - S. Bartolomeo - Prefestivo: 18.00 - Festivo: 7.00 - 8.00 - 9.30 - 11.00 - 18.00 Calino - S. Michele - Prefestivo: 18.30 - Festivo: 7.30 - 10.30 - 18.30 Pedrocca - S. Francesco d’Assisi - Prefestivo: 18.00 - Festivo 8.00- 10.00 CELLATICA S. Giorgio - Prefestivo: 17.00 - 18.00 - Festivo 8.30 - 9.30 - 10.30 - 18.00 CHIARI Duomo SS. Faustino e Giovita - Prefestivo: 18.00 - Festivo: 6.00 - 7.00 - 8.00 - 9.00 - 10.00 - 11.00 - 12.00 - 18.00 S. Bernardino - Prefestivo: 17.30 - Festivo: 7.30 - 9.30 - 11.00 - 17.30 COCCAGLIO S. Maria Nascente - Prefestivo: 18.00 - Festivo: 7.00 - 9.00 - 10.00 - 11.00 - 18.00 COLOGNE SS. Gervasio e Protasio - Prefestivo: 18.00 Festivo: 7.00 - 8.30 - 9.45 - 11.00 - 18.00 CORTEFRANCA Borgonato - S. Vitale - Festivo: 7.30 - 10.30 - 17.30 Colombaro - S. Maria Assunta - Prefestivo: 18.00 - Festivo: 8.00 - 10.30 - 18.00 Nigoline - SS. Martino ed Eufemia - Prefestivo: 18.00 - Festivo: 8.00 - 10.30 Timoline - SS. Cosma e Damiano - Prefestivo: 18.00 - Festivo: 8.00 - 10.30 ERBUSCO S. Maria Assunta - Prefestivo: 18.30 - Festivo: 8.30 - 10.30 - 18.30 Villa di Erbusco - S. Giorgio - Prefestivo:

EMERGENZA

118 112 113 115 117 1515

(Emergenza sanitaria) (Carabinieri) (Polizia) (Vigili del Fuoco) (Guardia di Finanza) (Corpo Forestale)


La Voce della Franciacorta marzo 2010

E-mail: franciacortavocemedia.it

23

ORARI delle SANTE MESSE (Prefestive e Festive) 18.30 - Festivo: 8.30 - 10.30 - 18.30 Zocco di Erbusco - S. Lorenzo - Prefestivo: 18.00 - Festivo: 8.00 - 11.00 - 18.00 ISEO S. Andrea - Prefestivo: 17.00 - Festivo: 8.00 9.30 - 11.00 - 18.00 Clusane - Cristo Re - Prefestivo: 18.00 - Festivo: 8.00 - 10.30 - 18.00 Pilzone - Madonna Assunta - Prefestivo: 18.00 - Festivo: 8.00 - 10.30 - 18.00 GUSSAGO S. Maria Assunta - Prefestivo: 18.30 - Festivo: 7.00 - 8.30 - 10.00 - 11.15 - 16.30 - 18.30 Civine - S. Girolamo - Prefestivo: 20.00 - Festivo: 9.00 Ronco di Gussago - S. Zenone - Prefestivo: 20.00 - Festivo: 8.30 - 10.00 Sale di Gussago - S. Stefano - Prefestivo: 18.00 - Festivo: 7.30 - 9.45 - 11.00 - 18.00 LOVERE S. Giorgio Martire - Prefestivo: 18.00 - Festivo: 8.30 - 10.00 - 17.00 - 18.30 Convento dei Cappuccini - Festivo: 7.00 9.00 - 11.30 MARONE S. Martino - Prefestivo: 18.30 - Festivo: 8.00 - 9.15 - 10.30 - 18.30 Vello - S. Eufemia - Festivo: 9.15 MONTE ISOLA Carzano - S. Giovanni Battista - Prefestivo: 16.50 - Festivo: 8.45 Peschiera Maraglio - S. Michele Arcangelo - Prefestivo: 18 - Festivo: 11.15 Siviano - SS. Faustino e Giovita - Prefestivo: 18.00 - Festivo: 7.30 - 10.00 MONTICELLI BRUSATI SS. Tirso ed Emiliano - Prefestivo: 18.00 Festivo: 7.00 - 9.30 - 10.00 - 18.00 OME Ritrovamento di S. Stefano - Prefestivo: 18.00 - Festivo: 8.00 - 10.30 - 18.00 OSPITALETTO S. Giacomo - Prefestivo: 18.30 - Festivo: 7.30 - 9.00 - 10.00 - 11.00 - 16.30 - 18.30

PADERNO FRANCIACORTA S. Pancrazio - Prefestivo: 19.00 - Festivo: 7.30 - 9.30 - 11.00 - 18.00 PALAZZOLO SULL’OGLIO Sacro Cuore - Prefestivo: 18.30 Festivo: 8.00 - 9.30 - 11.00 - 18.30 S. Giuseppe - Prefestivo: 18.30 - Festivo: 8.30 - 10.30 - 18.00 S. Maria Assunta - Prefestivo: 18.00 - Festivo: 8.00 - 9.30 - 11.00 - 18.00 S. Paolo in S. Rocco - Prefestivo: 18.00 - Festivo: 8.00 - 9.30 - 11.00 - 18.00 San Pancrazio - Prefestivo: 18.30 - Festivo: 8.00 - 9.30 - 11.00 PALOSCO S. Lorenzo - Prefestivo: 20.00 - Festivo: 7.30 - 9.30 - 10.45 - 18.00 PASSIRANO S. Zenone Prefestivo: 19.00 Festivo: 7.30 9.30 - 11.00 - 18.00 CAMIGNONE S. Lorenzo - Prefestivo: 18.00 - Festivo: 8.00 - 11.00 - 18.00 MONTEROTONDO S. Vigilio - Prefestivo: 18.30 - Festivo: 8.00 - 10.30 PISOGNE S. Maria Assunta - Prefestivo: 18.30 - Festivo: 7.30 - 9.30 - 11.00 - 18.30 Fraine - S. Lorenzo - Prefestivo: 17.00 - Festivo: 11.00 - 18.30 Gratacasolo - S. Zenone - Prefestivo: 18.00 - Festivo: 8.30 - 11.00 - 18.00 Grignaghe - S. Michele Arcangelo - Prefestivo: 18.00 - Festivo: 11.00 Pontasio - S. Vittore - Prefestivo: 16.00 - Festivo: 9.30 Sonvico - S. Martino - Prefestivo: 16.00 - Festivo: 10.00 Toline - S. Gregorio Magno - Prefestivo: 17.00 - Festivo: 10.00 PONTOGLIO S. Maria Assunta - Prefestivo: 19.00 - Festivo: 7.00 - 8.30 - 11.00 - 18.30

PROVAGLIO D’ISEO SS. Pietro e Paolo - Prefestivo: 18.00 - Festivo: 7.30 - 10.00 - 18.00 Fantecolo - S. Apollonio - Prefestivo: 18.00 - Festivo: 10.30 Provezze - S. Filastrio - Prefestivo: 18.00 Festivo: 8.00 - 10.30 RODENGO SAIANO Rodengo - Abbazia Olivetana S. Nicola Prefestivo: 19.30 Festivo: 6.30 - 8.00 - 9.30 10.30 - 18.00 Padergnone - S. Rocco - Prefestivo: 18.30 Festivo: 8.00 - 10.30 - 18.00 Saiano - Cristo Re - Prefestivo: 19.30 - Festivo: 7.30 - 9.00 - 10.30 - 16.00 ROVATO S. Maria Assunta - Prefestivo: 19.00 - Festivo: 7.00 - 8.15 - 9.30 - 11.00 - 18.30 Convento SS. Annunciata Monte Orfano Prefestivo: 18.45 - Festivo: 9.00 - 11.00 - 17.00 S. Giovanni Bosco - Prefestivo: 17.00 - Festivo: 9.00 - 11.00 - 17.00 Duomo di Rovato - Sacro Cuore di Gesù Prefestivo: 18.00 - Festivo: 8.00 - 10.00 - 18.00 Lodetto - S. Giovanni Battista - Prefestivo: 18.00 - Festivo: 8.00 - 10.00 - 18.00 S. Andrea di Rovato - S. Andrea Apostolo - Festivo: 7.30 - 10.30 S. Anna di Rovato - S. Anna - Prefestivo: 17.00 - Festivo: 8.30 - 11.00 S. Giuseppe di Rovato - S. Giuseppe - Prefestivo: 18.00 - Festivo: 9.00 SALE MARASINO S. Maria Assunta e S. Zenone - Festivo: 7.00 - 9.00 - 11.00 - 19.00 SULZANO S. Giorgio - Prefestivo: 18.00 - Festivo: 10.30 - 18.00 URAGO D’OGLIO S. Lorenzo - Prefestivo: 18.00 Festivo: 7.30 9.30 - 11.00 - 18.00 ZONE S. Giovanni Battista - Prefestivo: 18.00 - Festivo: 08.00 - 10.30 - 18.00

AL DETTAGLIO CON PREZZI DA INGROSSO Alla continua ricerca di prodotti di qualità con prezzi ancora più bassi, per proporre ai nostri clienti un ulteriore risparmio! Molti propongono offerte che durano per un breve periodo di tempo. Le nostre molteplici offerte sono state studiate per durare nel tempo.

Conigli Galline Faraone Salamelle fresche Fettine vitellone Fettine di cavallo(scamone) Lonza maiale Fesa tacchino Magatello vetellone Salame nostrano

€ 4,90 al kg € 1,90 al kg € 2,90 al kg € 4,40 al kg € 7,90 al kg € 9,90 al kg € 5,90 al kg € 4,90 al kg € 7,90 al kg € 7,80 al kg

La sola e inimitabile! UNICA SEDE: San Vigilio di Concesio (Bs) - Via della Stella, 87 - Strada delle Gallerie - Tel. 030 2751858 - www.lastella.bs.it


TI ASPETTIAMO IN CONCESSIONARIA Sabato 20 - Domenica 21 e Sabato 27 - Domenica 28

GOZZINI S.R.L.: ROVATO: Via XXV Aprile - Tel. 030.7241531 CHIARI: Via Muradello, 3 - Tel. 030.711032 - PARATICO: Viale Madruzza, 23 - Tel. 035.910203


La Voce della Franciacorta 2010 03