Page 1

100% BRESCIA

in onda su

da lunedì al venerdì dalle 14 alle 15

Serie B. Dopo la salvezza con largo anticipo, va completata la strepitosa rimonta

Brescia da play off: provare per credere

J La sensazione è che ogni volta che bisogna fare quel saltino di qualità, le rondinelle arranchino. Come impaurite, timorose della propria forza e qualità. C’è rischio che la spettacolare rincorsa (dieci risultati utili consecutivi e oltre 900 minuti senza subire reti da parte di Arcari fra i pali) venga vanificata da prestazioni figlie di una stanchezza oggettiva. Si comincia ad accusare la mancanza di ossigeno: El Kaddouri non è più lo splendido gioiello che ha brillato per tutto il girone di ritorno, anche Jonathas segna con il contagocce e le alternative al bomber brasiliano sono praticamente nulle. Piovaccari stenta a confermarsi bomber micidiale della passata stagione, Feczesin è praticamente fermo alle prime sette giornate del campionato mentre Foti fatica a trovare

spazio. Anche la difesa ha ripreso a scricchiolare. Martinez dopo essersi riguadagnato a suon di meritato lavoro il posto da titolare, accusa qualche sbandata. A centrocampo, poi, Zambelli e Daprelà sono dei pistoni inesauribili con l’ossigeno in riserva. A Cordova è stata data la possibilità di rilanciarsi per l’ennesima volta dopo il gol capolavoro che ha fatto vincere al Brescia al 90’ il derby col Verona. Calori sappiamo come gli preferisca Salamon. Rossi è un giovane di promettenti speranze ma discontinuo così come Mandorlini è l’emblema del sacrificio misto a tanta buona volontà. Vass, invece, è la brutta copia di quello che abbiamo imparato ad apprezzare nelle stagioni passate e il suo vice, Martina Rina, è ancora acerbo. Siamo al rush finale, bisogna crederci. Anche per-

ché là davanti Pescara, Varese e Padova hanno rallentato e le sorprese sono dietro l’angolo. Attenzione alla sola Sampdoria, dunque, per quella che si preannuncia una continua altalena fino al termine della stagione regolare. Sassuolo e Varese sono gli scontri diretti dai quali bisognerà ricavare punti preziosi soprattutto se si considera che il futuro nei play off potrebbe passare dagli scontri diretti in caso di arrivo a pari punti. Nulla è perduto: serve la zampata della Leonessa, i giochi sono più che mai aperti. Soprattutto se si pensa che a dar manforte al gruppo tornerà utile un certo Alessandro Budel, pronto a dare una mano dopo il lungo infortunio. Insomma tanta esperienza e quella marcia in più da innescare assieme al turbo per un finale di stagione al cardiopalma (mario ricci).

CRESCIUTI BENE INSIEME Quello che alimenta la nostra passione è l’unione di passato e presente, il rispetto di 80 anni di tradizione e la continua ricerca d’innovazione.

www.centralelatte-brescia.it

Ecco perché siamo cresciuti in modo sano e con solidi principi.

IL PUNTO di Luciano De Paola Penso che questi ragazzi abbiano fatto qualcosa di incredibile superando grandissime difficoltà psicologiche e mentali. È inutile dire che l’arrivo di Calori sia stato fondamentale anche dal punto di vista tattico. Oltre ad aver ridato serenità e carattere a un gruppo che – però – adesso vedo un po’ stanco. D’altronde, lo sforzo profuso per la strepitosa rincorsa è stato notevole e ci può stare che qualcuno sia a corto di ossigeno. A prescindere dal fatto che tutti noi prima siamo dei tifosi, non posso però nascondere che sarà dura centrare i play off. La davanti non mollano l’osso, è difficile ma non impossibile. In più non sarà facile tenere a bada la Sampdoria. La salvezza, non dimentichiamocelo, alla fine è tanta roba per come si era messo il campionato. Però è ovvio, siamo in ballo e non possiamo tirarci indietro. Per il proseguo sarebbe fondamentale ritrovare i gol del nostro bomber Jonathas e il prezioso contributo di Omar El Kaddouri. Poi bisognerà crederci, perché questo Brescia ci ha già stupito e chissà: magari potrebbe rifarlo ancora. Con l’apporto di un pubblico stupendo, che dopo gli schiaffi della retrocessione poteva anche abbondare la nave. Invece no, più forte e maturo di prima sarà la carta in più a fianco di questi splendidi ragazzi. Che sia in casa o in trasferta.


18

La Voce di Brescia aprile 2012

Sito: www.lavocedelpopolo.it

Il personaggio. Da aprile 2008 è sindaco di Brescia

Paroli - Stadio: via da Mompiano

JFebbraio 2012: incontro in Loggia fra un gruppo di tifosi e il primo cittadino di Brescia. Da una parte la forte volontà di provvedere con la ristrutturazione del Rigamonti, dall’altra quella di costruirne uno nuovo all’interno della Cittadella dello Sport dalla parte opposta di Mompiano. Non ci stanno i tifosi, che in quell’occasione erano riusciti quasi a convincere Paroli a rivedere la propria posizione. Niente da fare: la chiusura definitiva è arrivata prima del derby con il Verona. “Il Rigamonti – glissa il primo cittadino – non può essere ristrutturato ma rifatto completamente. Anche perché in quel quartiere residenziale mancano i parcheggi. Sarebbe sciocco abbatterlo per ricostruirlo dove è adesso”. Quindi si è passati da una possibile apertura ad una chiusura definitiva. “I soldi spesi sul Rigamonti – aggiunge Paroli

– sarebbero investimenti persi e in questo momento di particolare crisi non possiamo permettercelo”. Sta di fatto che della tanto sbandiera “Cittadella” non si è ancora visto un mattoncino. “Contiamo che questo progetto che sulla carta è realtà, possa diventare fruibile il prima possibile”. Nell’attesa infinita Adriano Paroli ci tiene a precisare una cosa: “Capisco i tifosi che da 25-30 anni sentono parlare di stadio senza che nessuno facesse mai qualcosa. Sono anche convinto, però, che nessun sindaco si sia impegnato come me per lo sport e per la futura Cittadella”. E fra poco meno di un anno, in città sarà tempo di campagna elettorale in vista delle elezioni del 2013. Sempre che prima non si debba festeggiare al ritorno in serie A con il rischio (concreto) di ritrovarsi a giocare le partite casalinghe altrove. (ma.ric.)


La Voce di Brescia aprile 2012

E-mail: bresciaď˜łvocemedia.it

L'agenda del Brescia 16a giornata di ritorno

BRESCIA ALBINOLEFFE - BRESCIA martedĂŹ 1 maggio ore 15

SASSUOLO

17a giornata di ritorno

15a giornata di ritorno venerdĂŹ 27 aprile ore 19 COSĂŒ IN SERIE B: Partite giocate: 5. Vittorie Brescia: 3. Pareggi: 2. Vittorie Sassuolo: 0. Gol Brescia: 10. Gol Sassuolo: 4. Nono sono molti i precedenti fra le due squadre che si sono affrontate solo in cadetteria. Bilancio a favore delle rondinelle imbattute sia in casa che in trasferta. L’ultima sďŹ da al Rigamonti risale al 3-1 del 22 settembre 2009. La prima a Mompiano, invece, andò in scena il campionato precedente (4-2). Quest’anno, all’andata, rocambolesco 1-1: gol neroverde subito al 94’ da Destro e con il Brescia in dieci per l’espulsione di Budel a ďŹ ne primo tempo.

BRESCIA - VARESE sabato 5 maggio ore 15

18a giornata di ritorno

BARI - BRESCIA sabato 12 maggio ore 15

La foto di questo mese arriva direttamente dai Brescia 6;<Ă&#x161;iĂ&#x161; 1911 che ricordano lâ&#x20AC;&#x2122;appuntamento con la 13sima edizione della Festa BiancoblĂš in programma da martedĂŹ 24 aprile a domenica 6 maggio presso lâ&#x20AC;&#x2122;area Spettacoli Viaggianti di via Borgosatollo a S. Polo. Musica, buona cucina, solidarietĂ  e incontri tematici animeranno le serate con ingresso completamente gratuito per tutta la durata della manifestazione. Informazioni: www-brescia1911excurvanord.net. Invia la tua foto allâ&#x20AC;&#x2122;indirizzo mail brescia@vocemedia.it mettendo nome e cognome e una breve didascalia. La pubblicheremo nel prossimo numero di maggio.

19


20

La Voce di Brescia aprile 2012

Sito: www.lavocedelpopolo.it

Speciale tifosi. Inaugurato un nuovo Brescia Club che ha sede in pieno centro storico a Padenghe

Basso Garda, il nuovo che avanza

JÈ l’ultimo in ordine di tempo: nato a marzo, ma presentato ufficialmente lo scorso 14 aprile, il Brescia Club Basso Garda è già diventata una realtà. Oltre 50 iscritti prima della serata inaugurale ed una proiezione di altri 100 entro luglio. Nonostante la retrocessione dello scorso giugno, la passione e l’attaccamento alle Rondinelle non muore, anzi si rafforza. Perché è proprio dai momenti più difficili che si vede l’attaccamento alla maglia. Nato dalla passione di quattro amici, il nuovo centro di “aggregazione calciofila” ha sede in pieno centro storico a Padenghe in via Chiesa al civico 37, all’interno della storica “Birreria al Portec”. Ma la vera curiosità è che il club è sottotitolato ai fratelli Antonio ed Emanuele Filippini. Di solito le “intitolazioni” vengono fatte alle persone scomparse che hanno lasciato un ricordo indelebile: loro sono vivi e vegeti e sorridono all’idea venuta

– come spesso accade – in maniera del tutto casuale. Ex calciatori con la passione per la musica (suonano entrambi la chitarra e si esibiscono con il loro gruppo), un venerdì dello scorso inizio marzo si esibiscono nel locale che poi diventerà la futura sede del Basso Garda. Un successone di pubblico: in 150 almeno seguono i fratelli Filippini a Padenghe. Finito il concerto le solite due chiacchiere e l’idea di intitolare il club a loro. “Non se l’aspettavano – confessa il presidente Emiliano Speziali – alla nostra richiesta si sono guardati negli occhi, hanno avuto un attimo di esitazione e poi hanno subito accettato. E noi ne siamo orgogliosi”. Al Brescia Club Basso Garda si possono seguire tutte le partite in casa e trasferta delle rondinelle ma la passione è viva anche negli altri giorni della settimana. “L’iscrizione deve essere naturale – tiene a precisare il patron Spe-

ziali – siamo aperti anche a persone di Verona o Peschiera. Basta che, di fondo, siano sportivi. Abbiamo avuto un successo inatteso ma non ci interessa fare i grandi numeri: piuttosto pochi ma buoni”. Una risonanza che ha varcato i confini lacustri, visto che diversi sono i tifosi provenienti da Orzinuovi e dalla Bassa bresciana. E all’inaugurazione del locale (lo scorso 13 aprile) non potevano mancare i

fratelli Filippini in concerto. Ed ora è pronto anche lo striscione che debutterà in Gradinata bassa al Rigamonti in occasione di Brescia-Sassuolo. Ma non è tutto: perché i ragazzi sotto i 14 anni di età appartenenti alla locale Polisportiva Vighenzi Padenghe hanno diritto alla tessera annuale gratuita. Per informazioni e iscrizioni, contattare Marco al numero di telefono 342.0714758. (m.r.)

VINCI BIGLIETTI E LA MAGLIA DEL CENTENARIO

&HUFDFL DQFKHVX )DFHERRN

La "MASS POINT" mette in palio ogni settimana una maglia OMAGGIO e BIGLIETTI DI TRIBUNA CENTRALE per le gare casalinghe di campionato fino al termine della stagione. Ascolta 100% Brescia tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 14 alle 15 su RadioVoce Fm 88.3 - 88.5: chiama lo 030 3774592 e se sarai più veloce il premio sarà tuo.

PROMOZIONE: FELPA DEL CENTENARIO EURO 45 Ritaglia e presenta questo coupon alla cassa del punto vendita

via Trento, 100 - Brescia - Tel.: 030 380475

&HQWRSHUFHQWR%UHVFLD


100% Brescia 2012 04  

Brescia da play off: provare per credere

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you