Issuu on Google+

La Voce

12

n.

della Bassa Bresciana MENSILE D'INFORMAZIONE

WWW.LAVOCEDELPOPOLO.IT

Capriano del Colle. Edison vorrebbe realizzare un impianto di stoccaggio

Editoriale

Dio è in pace con noi di + Luciano Monari

Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in Abbonamento Postale - 70% - LO/BS

ANNO II - DICEMBRE 2011

J Il Bambino che nasce a Betlemme non è solo un evento suggestivo, un richiamo allo stupore che dobbiamo avere di fronte la miracolo della vita o un invito a deporre i sentimenti di aggressività che ci sono dentro il nostro cuore. Quel Bambino è la dichiarazione di pace che Dio dà al mondo. Non so se gli uomini siano in pace con Dio, ma, nel Natale, Dio dichiara di essere in pace con gli uomini. Se Dio è in pace con noi allora anche noi possiamo essere in pace con noi stessi, possiamo dire di sì alla vita senza riserve e senza risentimenti. Non c'è dubbio che la vita è un dono stupendo, ma non è detto che sia sempre facile da accettare. Ci sono nella vita distacchi dolorosi, fallimenti umilianti, fatiche oppressive, obiettivi mancati. Tutte queste cose ci provocano sofferenza e possono alimentare in noi risentimento, a volte addirittura un rifiuto. Quando avviene ci ripieghiamo su noi stessi come un animale ferito e facciamo fatica ad interessarci davvero degli altri, a donare affetto, facciamo fatica a gioire con chi gioisce e a piangere con chi piange. Ma se Dio è in pace con noi, anche noi possiamo fare pace con noi stessi e con la vita. La possiamo accettare di cuore gustandone gli aspetti positivi e portando il peso di quelli negativi senza troppa angoscia; più ancora, la pace che Dio ci offre in Gesù Bambino ci permette di vivere in pace con gli altri, di dire noi agli altri "pace", cioè di non rimanere bloccati dalla paura e dal sospetto per il male che gli altri potrebbero farci, di non sentirci feriti in eterno per il male che qualcuno di fatto ci ha recato, di divenire capaci di rischiare la fiducia, il dialogo, l'ascolto e l'amicizia. Per questo Dio ci ha creati: l'uomo trova se stesso solo quando può guardare in faccia un altro senza aggressività, senza doppi fini, senza volere sedurre o vincere o possedere, ma piuttosto comprendere e amare con un animo umile e riconoscente. Ecco perché che Dio sia in pace con noi conta e rende bella la nostra vita.

Nuova sfida al territorio: “No al gas sotto terra” Tramontata l’idea della centrale a olio, il Comune si oppone ora a una proposta per immagazzinare idrocarburi nel sottosuolo Inchiesta

Il servizio a pag. 11

Borgo San Giacomo

Dalla Bassa a tutto il mondo

Giulia Brognoli, una vita al servizio della parrocchia •• pag. 7

Carpenedolo La corale “Ars Nova” festeggia i 30 anni di attività •• pag. 13

Agricoltura Sono molti i missionari della Bassa che in ogni parte del mondo svolgono la loro opera : ne abbiamo raccolto le storie e i legami con i paesi d'origine

I servizi a pag. 2-3

La campagna di una volta rivive nell’entusiasmo dei “Gnari dei tratùr vecc” •• pag. 18


2

La Voce della Bassa bresciana dicembre 2011

Sito: www.lavocedelpopolo.it

Primo piano

Il Natale dei missionari: il dono è la vicinanza Nell’ultimo numero del 2011 della Voce della Bassa bresciana il nostro sguardo si vuole allargare a tutto il mondo, in un viaggio all’insegna della solidarietà. Ci fanno da guida quanti questo percorso non l’hanno intrapreso solo idealmente, ma nella concretezza di una vita donata giorno per giorno: sono molti infatti i missionari, sacerdoti o laici, che dalla Bassa sono partiti per aiutare i poveri e i bisognosi di ogni parte della Terra. Ne vogliamo presentare le figure e, insieme, i legami mantenuti con le comunità di origine, legami che nel tempo di Natale si rafforzano. Con la crisi che morde alle caviglie la nostra società è motivo di speranza constatare che la generosità continua a trovare spazio.

Roccafranca. Le iniziative di sostegno a tre missionari originari del paese, dall’Uganda alle Filippine

Lo solidarietà si fa concreta: torte e presepi per un aiuto Una comunità civile e religiosa fortemente caratterizzata dal legame con i propri missionari: da mons. Franzelli a don Marchetti Brevi fino a padre Cappelli di Francesco Uberti

JA Roccafranca la solidarietà si fa in tre. Tanti infatti sono i missionari originari del piccolo centro bassaiolo, con i quali la comunità da tempo intrattiene in forme diverse un rapporto di aiuto e collaborazione. E poiché la carità non toglie mai, ma moltiplica, l’attenzione per ognuno di essi riverbera sugli altri e viene a determinare un circolo virtuoso che raggiunge un numero di persone sempre maggiore. La personalità più conosciuta è di certo il vescovo mons. Giuseppe Franzelli, missionario comboniano dal

Il vescovo Giuseppe Franzelli con un gruppo di bambini

2005 alla guida della diocesi di Lira in Uganda. Il legame con la sua comunità è rimasto vivo negli anni a Roccafranca, fino alla recente fondazione della onlus “Due mani”, che si occupa di promuovere iniziative per raccogliere fondi da destinare alle popolazioni africane affidate alle sue cure pastorali. Nel periodo natalizio, in particolare, si sta portando avanti la realizzazione di presepi artigianali da esporre nei nego-

zi del paese per una lotteria. Legato per nascita a Roccafranca, pur se la sua formazione è avvenuta principalmente nella parrocchia di Orzinuovi, don Pietro Marchetti Brevi è invece missionario fidei donum della diocesi di Brescia in mozambico, per la precisione nella parrocchia di Murrumbene. Il suo operato è sostenuto dall’associazione “Calima” con sede a Orzinuovi nella località del convento Aguzzano, di cui fan-

no parte le persone che hanno avuto modo di conoscerlo nei luoghi in cui ha in precedenza prestato servizio, dalla parrocchia di Sant’Antonio in città a Chiari. Anche da Roccafranca non sono mancati gli attestati di solidarietà: ultima in ordine di tempo, dopo il sostegno alla realizzazione della scuola materna e il contributo del gruppo teatrale, una vendita di calendari con immagini dalla sua missione in terra africana. Non è un missionario, ma è sempre in giro per il mondo ad aiutare chi ha bisogno padre Alessio Capelli della congregazione di don Orione, originario di Ludriano, frazione di Roccafranca, e responsabile della fondazione “Don Orione Onlus” che promuove interventi di carità in tutto il mondo, segnalandosi di recente per essere intervenuta fornendo viveri contro la carestia del Corno d’Africa. Per il Natale di quest’anno sta promuovendo la vendita di presepi di cioccolata per aiutare la comunità di Lucena nelle Filippine, incontrando anche in questo caso il contributo degli abitanti di Roccafranca. Tanti piccoli segni, perchè sia un Natale migliore in tutto il mondo.

Padre Mario Bellini. L’impegno del missionario diocesano a favore degli indios Pilagas

Il Vangelo viaggia sulla rotta tra Calvisano e l’Argentina J La Chiesa testimonia il Vangelo ovunque, anche e soprattutto negli angoli più sperduti del mondo. È proprio tra i reietti della Terra, spesso dimenticati da tutti, che lavorano quotidianamente, in mezzo a mille difficoltà, ma anche confortati dall’affetto delle locali popolazioni, molti missionari cattolici. Un bell’esempio viene da padre Mario Bellini, missionario diocesano nato nel 1940 a Calvisano e dal 1967 in attività in Argentina, nella parrocchia di San Martin 2 della diocesi di Formosa: oltre ad esercitare il ruolo di predicatore cristiano, padre Bellini è anche insegnante di inglese in una

scuola locale. I suoi parrocchiani sono in prevalenza gli indios Pilagas, gente umile e modesta, di una povertà assoluta, ma disposti ad accogliere il messaggio evangelico che padre Bellini diffonde con costanza. “In quelle zone sperdute – ci confidano alcuni familiari del sacerdote, residenti a Malpaga di Calvisano – servono prima di tutto le scuole perché solo con l’istruzione le persone possono rendersi conto della propria identità; nel corso degli ultimi anni, grazie a numerosi progetti umanitari, siamo riusciti ad inviare a Formosa anche alcuni carri e trattori necessari per la coltivazione della terra,

bene primario di quelle zone. Il nostro grazie più grande va a tutti coloro che, dai nostri sacerdoti ai parenti di padre Mario, hanno reso possibile tanti concreti doni”. E poi c’è sempre la Provvidenza che interviene, come afferma lo stesso padre Bellini per il quale “a volte ci si scoraggia visto il lavoro notevole che c’è da fare. Si vorrebbe arrivare dappertutto, ma il territorio è estesissimo: alla fine sono convinto che laddove non arriviamo noi ci pensa Dio. Vivere tra gli indios Pilagas mi ha arricchito perché hanno saputo unire fede e vita, un esempio che può servire anche a tutti noi. (f.m.)


La Voce della Bassa bresciana dicembre 2011

E-mail: bassabrescianavocemedia.it

Kiremba: delegazione in visita da Brescia

Padre Antonio Baronio

Nei giorni scorsi, una delegazione bresciana è partita alla volta del Burundi, per visitare la missione bresciana di Kiremba dopo l’assalto dei giorni scorsi. Don Carlo Tartari (nella foto), vicedirettore dell’ufficio missionario diocesano, don Angelo Ghitti sacerdore bresciano per anni fidei donum nel Paese africano, e Giovanni Gobbi, presidente dell’Ascom di Legnago che si occupa della gestione dell’ospedale di Kiremba, hanno raggiunto la missione per incontrare e rassicurare il personale e i volontari locali ancora smarriti per l’episodio di inaudita violenza. Ad attenderli don Michele Tognazzi, rimasto nella missione. La delegazione si tratterrà in Burundi sino al prossimo 21 dicembre.

Pompiano. Sette le religiose del paese, sempre in contatto grazie al bollettino

Dono offerto al mondo di Fabrizio Giovannini

JBrasile, Timor Est, Kenia, Bolivia. Sono solo alcuni dei paesi nei quali operano le suore originarie di Pompiano. Appartengono a congregazioni diverse, madri Canossiane o suore del Cottolengo, ma sono unite da un’identica volontà di aiutare il prossimo, secondo le varie necessità che sorgono di volta in volta. Madre Antonia Robusti, per esempio, dallo scorso anno ha in progetto la realizzazione di un pozzo in Brasile, mentre madre Maria Chioda opera a Timor Est da quando il paese si trovava alle prese con una sanguinosa guerra civile. Madre Lucia Molinari si trova in Argentina, suor Maria Maninetti invece in Kenya, a Tuuru, da dove quest’anno ha scritto al parroco don Carlo Gipponi e a tutta la parrocchia descrivendo la difficile delle popolazioni a causa della mancanza di piogge e della conseguente carestia: “sono due anni che non piove a sufficienza, perciò potete immaginare la miseria di questa gente che soffre silenziosamente senza lamentarsi e nemmeno imprecare”. E poi ancora madre Anna Molinari, che ha trascorso molti anni in Australia, suor Orsolina Dusio e suor

Suor Maria Maninetti

Antonella Mosconi, originaria della frazione Gerolanuova, che da tempo si trova in Bolivia. Sono queste le consacrate che disegnano un profilo particolare della comunità missionaria di Pompiano, alimentata quasi prevalentemente, se si esclude il francescano padre Angelico Manenti (originario di Coniolo, la cui famiglia da anni risiede a Pompiano) missionario in Brasile, dagli ordini religiosi femminili. Tra quanti invece rimangono a Pompiano e si dedicano da qui a sostenere l’operato delle religiose, si segnalano tre associazioni: il primo è

3

il gruppo legato alla diocesi, che in occasione della giornata missionaria e in altri momenti dell’anno mette in atto una pluralità di iniziative per raccogliere fondi e sensibilizzare la popolazione. Vi sono poi gli “Amici delle missioni”: una ventina di pensionati che hanno in gestione l’isola ecologica e ne destinano i proventi sia alle missioni sia alle attività portate avanti dalla parrocchia. Ad essi si aggiunge “Operazione Lieta”, la Onlus fondata nel 1983 nel solco del carisma dei padri Piamartini, il cui vicepresidente è Luigi Molinari, originario proprio di Pompiano. L’associazione sostiene una settantina di adozioni a distanza. Il filo rosso che consente a persone tanto lontane ed appartenenti ad esperienze così disparate è il giornale della comunità “La sorgente”, giunto ormai al nono anno di pubblicazione, che esce tre volte l’anno nelle ricorrenze più importanti. “In ogni numero − spiega il parroco don Carlo Gipponi − dedichiamo due o tre pagine alla pubblicazione delle lettere che le nostre suore ci spediscono, contenenti il resoconto delle loro attività. È un modo per rimanere vicini, per tenere un collegamento. Ricordiamo infatti anche gli anniversari e altre ricorrenze, in modo che il legame duri nel tempo”.

Padre Antonio Baronio, gesuita e missionario da oltre 40 anni di tanto in tanto manda notizie a Dello, suo paese d’origine (dove ha fatto una capatina lo scorso agosto), e l’ultima lettera giunta via mail alla parrocchia di Dello, a don Fabrizio, risale alla fine di settembre. Sappiamo che sta bene e che ha cambiato lavoro. “Ho iniziato un nuovo lavoro – si legge nella lettera -. Il mio Provinciale infatti mi ha affidato la missione di animare la casa di Esercizi spirituali nella periferia della città di Teresina, nel Piauì. Nella nuova missione che ho ricevuto, che consiste nel dare esercizi e far funzionare la casa piuttosto malandata, sarò anche il coordinatore di una comunità di sei gesuiti con i quali ci occupiamo di alcune opere, fra queste di una parrocchia con 50 comunità sparse in un raggio di 80 km. Curiamo anche una scuola gratuita per 500 ragazzi poveri, quattro scuole agricole, con relativa fazenda per il tirocinio degli studenti, un ospedale con 50 posti letto, un centro giovanile e dodici asili a tempo pieno, per permettere ad entrambi i genitori di lavorare. Questi venti giorni trascorsi tra voi a Dello – conclude la lettera - sono stati un riposo e una gioia. Complimenti a don Fabrizio e alla comunità per la festa di fine estate, per il coinvolgimento di tanti giovani in un’iniziativa che offre l’occasione a tutti di stare insieme in un clima sereno. Desidero ringraziare di cuore tutti coloro che aiutano la mia missione anche finanziariamente e l’infaticabile signora Anna Stabile sempre pronta a ricevere le vostre offerte”

Berlingo. Il comune destina ai missionari quanto avrebbe speso per l’illuminazione natalizia

Meno luci, più Luce: da anni l’iniziativa per le missioni JL’iniziativa si chiama “La luce nel cuore” e già da qualche anno si caratterizza come la cifra distintiva del Natale nel piccolo centro di Berlingo. Il contenuto è molto semplice, ma di grande significato: si tratta in sostanza, da parte del Comune di rinunciare ad addobbare il paese con la classica illuminazione natalizia, per destinare la cifra al sostegno dei missionari berlinghesi che operano nel terzo mondo. Una scelta che privilegia l’essenziale, che invita a guardarsi dentro e a riscoprire la luce dentro di sè, nella propria interiorità e non solo come un simbolo che via via va smarrendo

il proprio significato più ero, riducendosi ad una stanca abitudine. Questo almeno è quanto si può ricavare dal commento all’iniziativa rilasciato da Anna Dessole, assessore alle Politiche sociali: “Già da qualche tempo ovunque si respira un’atmosfera speciale fatta di luci, colori e addobbi. La luce domina ovunque a pieno titolo; lungo le strade e nelle vetrine c’è uno sfavillio festoso, che conferisce al tutto, anche di sera, la luminosità del giorno. Gli acquisti stanno assumendo un ritmo vertiginoso: è un crescente correre da un negozio all’altro per le compere natalizie. Purtroppo il consumismo è

diventato, anche nei momenti critici come il presente, lo stile di vita della maggior parte della popolazione. Ma vivere il Natale è vivere il mirabile mistero cristiano fatto di santa umanità e di un grande amore. Proprio con questo spirito anche noi intendiamo avvicinarci a questo evento tendendo una mano a tre religiosi nostri concittadini, che da tanti anni operano in terra di missione: suor Giuliana Fadani in Congo, padre Natale Battezzi in Brasile e suor Franca Orizio in Uruguay. Per raggiungere questo obiettivo diciamo no alle luminarie, per offrire loro un aiuto materiale nelle difficoltà quotidiane”.


In dicembre domenica pomeriggio aperto

TRAVAGLIATO (Bs) via Brescia, 6 tel. 030 660502 www.pelliccenaoni.it


E-mail: bassabresciana@vocemedia.it

La Voce della Bassa bresciana dicembre 2011

Orzivecchi: restaurata la Cappella Pastori

La parola ai lettori

Restaurata nel cimitero di Orzivecchi la cappella di Giuseppe Pastori, un pezzo molto importante di arte e di storia del paese. Si tratta infatti del monumento funebre del politico bresciano fondatore dell'omonimo istituto tecnico per l'agricoltura in città. L'iter per il restauro è cominciato lo scorso anno con l'aggiunta di una nuova ala al camposanto, che ha richiesto la sistemazione della camera mortuaria, edificio costruito in maniera simmetrica alla cappella. La Soprintendenza pertanto ha stabilito che la sistemazione dovesse riguardare entrambe. Il restauro della cappella è stato finanziato dalle Istituzioni agricole raggruppate.

L

IL MEGLIO DELLA BASSA

Sentieri di futuro Un'iniziativa di alfabetizzazione rivolta agli adulti stranieri presenti a San Paolo è stata portata avanti in questi mesi dalla parrocchia di Santa Maria Nascente. Preparata con incontri di formazione diretti a quanti si sono messi a disposizione per questa finalità, sta riscuotendo un notevole successo, interessando quasi la metà delle famiglie di extracomunitari residenti sul territorio comunale. Si coordina con altri momenti, come il ciclo di incontri denominati "sentieri di futuro", al fine di raggiungere una migliore integrazione tra la popolazione e gli immigrati.

LETTERE

Troppe cave a Vighizzolo Abito a Vighizzolo, frazione di Montichiari di circa 1800 abitanti. Da anni la nostra brughiera è martoriata da innumerevoli escavazioni, cave che poi, mai ripristinate come si dovrebbe, sono diventate quasi in automatico discariche. Ne abbiamo 11, raggruppate in pochissimi chilometri quadrati, confinano una con l’altra, come un inquietante quadrifoglio. Si aggira intorno di 15milioni di mc la quantità di rifiuti di ogni genere in esse stipati, o più precisamente alla fine delle quattro ancora operative (le altre hanno già terminato il loro ciclo). Tutte autorizzate, d’accordo. L’ultima aperta un anno fa ha già chiuso, una prima volta per 15 giorni per problemi tecnici e poi, circa 20 giorni fa, sequestrata dalla procura, e ora riaperta a basso regime, ma ancora sotto sequestro. Dalla sua apertura specialmente noi di Vighizzolo abbiamo subito giornalmente, festività comprese, disagi olfattivi molto forti. Molte volte, all’ora di pranzo o di cena sembra di avere in casa un animale morto in avanzato stato di decomposizione. Le innumerevoli denunce inoltrate agli organi competenti, per altro sempre in modo molto civile, hanno portato gli organi di controllo e giudiziari a controllare in modo più approfondito il problema. Ci aspetta poi a breve l’apertura di una discarica in cui dovrebbe essere smaltito l’amianto di una parte della Lombardia e in particolare di Milano. Circa 600mila mc la sua capacità. In questo caso le proteste e i vari ricorsi non sono serviti, perché già da tempo la realizzazione era stata pianificata e a niente sono valsi i nostri sei incontri in Regione. Francamente mi pare di poter affermare che questo pezzo di territorio è stato messo pesantemente sotto pressione e a dura prova. Ma questo non è tutto. 15 giorni fa è giunta la richiesta di una nuova discarica di circa 1 milioni di mc di rifiuti non pericolosi contenenti amianto, confinante anche questa con le altre discariche. È incredibile! Ed è altrettanto incredibile leggere su un giornale che il piano d’area bloccherebbe sì nuove escavazioni (che di fatto così non è) e

5

IL PEGGIO DELLA BASSA

Cromo a Orzivecchi Lo scandalo politico e ambientale che ha portato all'arresto del vicepresidente del consiglio regionale lombardo Franco Nicoli Cristiani insieme all'imprenditore bergamasco Pierluca Locatelli ha avuto un prologo l'anno scorso con il sequestro del cantiere della circonvallazione sulla statale 235, proprio all'altezza del comune della Bassa. Le indagini avevano accertato che per il fondo stradale la ditta bergamasca aveva utilizzato materiale vietato come il cromo esavalente. Da qui gli inquirenti sono risaliti alle irregolarità in altri cantieri lungo il tracciato dell'autostrada Brebemi e nella discarica cremonese di Cappella Cantone.

Giornali della comunità

Radio Voce Spazio all'informazione nazionale ogni ora e a quella locale con 6 edizioni giornaliere dal lunedì al venerdì. Intrattenimento dalle 10.30 alle 13 con il contenitore “Voce Mattina”, al pomeriggio la comicità dei “Belli Dentro”. Ampio spazio allo sport: dalle 14 alle 15 il calcio con “100% Brescia”, mentre la domenica le radiocronache del Basket Brescia.

“La vita monteclarense”:

è il titolo del mensile riguardantela parrocchia di Santa Maria Assunta, Borgosotto e Vighizzolo. Nel numero di dicembre 2011, oltre alle classiche rubriche, si segnala il benvenuto a don Italo Uberti, per anni responsabile del Centro audiovisivi diocesano.

fm 88.3 88.5 Brescia e Provincia

discariche, ma soltanto quelle che potrebbero attirare gabbiani (pericolosi per l’aeroporto) ma altre, se compatibili potrebbero essere prese in considerazione. Compatibili?! Tutte le valutazioni di impatto ambientale fatte dai proponenti sono compatibili con la fauna, la flora, l’impatto visivo. E con le persone, con noi? Cosa contiamo in queste valutazioni? Non continiamo nulla! Visto che in questi ultimi anni ci hanno scaricato addosso 15 milioni di mc di rifiuti di ogni genere. Possibile che nessun politico abbia un po’ di coscienza e non si chiedo se tutto ciò è compatibile con il vivere quotidiano di bambini e di adulti. Noi che viviamo a poco più di 500 metri da tutto questo cosa dobbiamo fare di più per bloccare altre richieste scelleratedi questo tipo? Noi siamo molto preoccupati. Per noi, per i nostri figli, per il nostro futuro. Per questo ci stiamo muovendo per finanziare uno studio di impatto ambientale e l’11 dicembre prossimo abbiamo organizzato un concerto dei Nomadi al PalaGeorge di Montichiari. Gianluigi Rosa

Quanto viene pubblicato in queste pagine è da attribuirsi unicamente alla responsabilità dei firmatari delle lettere. Nelle lettere è necessario indicare in modo leggibile nome, cognome, indirizzo e numero di telefono di chi scrive per renderne possibile l’identificazione. La redazione si riserva il diritto di sintetizzare, senza alterarne il senso, i contributi ritenuti troppo lunghi (massimo 1500 battute). La pubblicazione di una lettera non implica la condivisione del suo contenuto da parte della direzione del giornale. Non saranno pubblicate lettere già apparse su altri organi di stampa. Scrivete a “La Voce della Bassa bresciana”, via Callegari, 6 - 25121 Brescia o via mail a bassabresciana@vocemedia.it.


La Voce della Bassa bresciana dicembre 2011

E-mail: bassabresciana@vocemedia.it

7

In visita alla pinacoteca di Brera

Borgo San Giacomo

Se è vero che il tempo delle feste è l'occasione più propizia per coltivare nei momenti liberi anche le proprie passioni e dedicarsi ad attività che durante l'anno non sarebbe possibile praticare a causa del ritmo frenetico imposto dal tran tran quotidiano, per gli appassionati d'arte gabianesi l'occasione è davvero ghiotta: il Comune infatti ha organizzato per domenica 18 dicembre una visita a Milano, in particolare alla pinacoteca di Brera. Quanti si iscriveranno potranno quindi trascorrere la giornata nel prestigioso museo meneghino, collegato all’omonima accademia, che ospita, tra le altre tele, capolavori come la “Cena in Emmaus” di Caravaggio.

Il personaggio. Incontriamo Giulia Brognoli, 88 anni, da sempre punto di riferimento per la parrocchia

“Ho fatto ogni cosa con amore” di Francesco Uberti

J Ci fa accomodare nel suo salottino lasciando da parte il giornale che stava scorrendo e si prepara a raccontarci qualcosa della sua vita: sì, perché la sua è una di quelle storie umili e nascoste che meritano una volta tanto di salire alla ribalta, di essere raccontate. Giulia Brognoli, 88 anni, di Borgo San Giacomo, infatti, sin dalla giovinezza è stata un punto i riferimento fondamentale per la parrocchia e per molte persone del suo paese, in una vita spesa senza fatti eclatanti, ma che potrebbe riassumersi nella sequela costante dei due comandamenti dell’amore, verso Dio e il prossimo. “La mia è stata una vita semplice – esordisce – ho frequentato la scuola fino alla quinta elementare, poi ho iniziato, nonostante la salute cagionevole, a lavorare come operaia per aiutare un po’ in casa, visto che mio padre, che di mestiere faceva il

La signora Giulia Brognoli

sarto, era spesso malato. A 17 anni le madri Canossiane che erano qui a Borgo San Giacomo mi spinsero a studiare da privatista per ottenere il diploma di maestra elementare, che conseguii durante il periodo di guerra. Finita la guerra, maturai dentro di me la vocazione alla vita religiosa ed entrai nelle Canossiane, ma per la mia salute cagionevole mi rimandarono a casa dopo pochi

mesi”. Da lì il lavoro in casa con il padre e, in seguito il posto come insegnante a Padernello e a Brescia, ma soprattutto l’impegno in parrocchia: “Mi sono sempre dedicata alla catechesi e alla preparazione ai sacramenti per i bambini. Anche ora, durante la settimana, continuo a fare catechismo qui a casa ai ragazzi che non possono frequentarlo la domenica, o agli stranieri che

desiderano ricevere il sacramento del battesimo”. Una generosità che si estende anche agli anziani, tanto da fondare un gruppo per visitarli quando ammalati e portar loro l’Eucaristia, stando accanto ai bisognosi di aiuto o, semplicemente, di un po’ di compagnia. Nel corso degli anni non c’è stata attività a cui Giulia non abbia dato il suo contributo: dalla Corale alla Filodrammatica, dalla cura della chiesa alle colonie estive per i bambini. E poi ancora la vicinanza e il sostegno ai sacerdoti e alle suore: “Ho sempre cercato di aiutare. Dopo essere uscita dal convento sono entrata anche nei laici canossiani, ramo secolare dell’ordine religioso”. Un impegno costante di vita, portato avanti con gioia e semplicità, nella normalità di ogni giorno che passa: “Penso che questa fosse la mia vocazione: non cade semplicemente dal Cielo, ma è maturata dentro di me alla luce del Vangelo. Non mi sembra di aver fatto cose grandiose, ma l’ordinario l’ho sempre fatto con amore e dedizione”.

Fendi boutique

abbigliamento 0-16

Tommy Hilfiger

des

Petit Bateau One love Club Sports Trussardi Junior Doudou Bebebò Monnalisa Sce rvino Street Jeckerson La Stupenderia Twin-set Laura Biagiotti

ORZINUOVI (BS) P.zza Vittorio Emanuele II, 25 Tel. - 030 9941872


 

      



   

     



             !"#$


La Voce della Bassa bresciana dicembre 2011

E-mail: bassabresciana@vocemedia.it

Bassa occidentale

9

Quinzano d’Oglio: il vero senso del Natale Due iniziative organizzate dall’oratorio di Quinzano per riscoprire il vero significato cristiano del Natale. Domenica 18 dicembre si terrà la “Veglia della Luce”, un corteo che partirà dall’ oratorio alle ore 17 e arriverà in chiesa, dove si terrà un momento di riflessione con preghiere e canti. A tutti verrà consegnata una candela accesa da portare lungo il tragitto. Martedì 20 dicembre, alle 20.30 in oratorio, un momento di preghiera e lectio divina per i giovani, gli educatori Acr, i capi scout, i catechisti e gli assistenti. Sarà un momento di formazione, un’occasione per leggere il vangelo affinchè il Natale non sia solamente una festa del consumo.

Mercatini di natale. L’atteso appuntamento si rinnova in diversi centri della bassa

Caccia al regalo tra arte e folklore di Francesco Uberti

JMentre l’anno volge al termine e si attendono con trepidazione le festività natalizie, si moltiplicano nei paesi le iniziative che uniscono folklore, arte ed attività commerciali. Anche in molti paesi della Bassa, quindi, è scattato il momento dei mercatini: oltre alle visite organizzate a quelli più famosi del Trentino Alto Adige o dell’Austria, non si contano più le organizzazioni nostrane di eventi simili. Tra di esse citiamo per esempio il “Natale in piazza sotto l’albero” che il comune di Comezzano-Cizzago ha programmato per domenica 18 dicembre: tra la bancarella del libro e l’esposizione degli alberi di Natale realizzati dai ragazzi troveranno posto giochi per tutti e trucca bimbi e la mostra dell’associazione “Arte Viva” di Passirano. Il tutto allietato dalle melodie del gruppo “Cornamuse di Franciacorta”. Nel-

Un'immagine dei mercatini di San Paolo

Pompiano: Giornata sulla neve Dicembre, tra le altre cose, è anche sinonimo di sport invernali: sci, pattinaggio su ghiaccio e snowboard per alcuni mesi la faranno da padrone. In questo contesto la Consulta dei giovani di Pompiano, in collaborazione con il gruppo “Snowclan Ronin Crew Pompiano”, organizza per dome-

nica 18 dicembre una giornata sulla neve a Madonna di Campiglio. Il ritrovo per i partecipanti sarà alle 5.10 presso la piazza comunale, mentre la partenza verso la nota località sciistica alle 5.30. Il costo, comprensivo di skypass e pullman, sarà di 40 euro per i tesserati e di 50 per i non tesserati.

la stessa giornata, con un preludio sabato 17, a San Paolo andranno in scena i “bei ma bei”, appuntamento fisso di esposizione per i commercianti di San Paolo, corredato da un fitto calendario di manifestazione di vario genere. “Nonostante le difficoltà economiche legate alla contingenza del periodo – fanno sapere dall’amministrazione comunale – abbiamo voluto mantenere, pur se in tono minore, quest’iniziativa molto sentita dalla gente e dai commercianti”. In calendario, oltre ad una mostra organizzata dal Circolo culturale “Don Emilio Verzeletti”, si terrà sabato alle 21 uno spettacolo celebrativo per 150 anni dell’Unità d’Italia intitolato “Il risorgimento degli uomini”. Domenica, invece, alle 10 apertura degli stand espositivi e alle 15 inaugurazione del presepe meccanico nella chiesa di Santa Maria Nascente. Per tutta la giornata, inoltre, esibizione dei “corni delle Alpi”, formazione di musica tradizionale proveniente da Lugano.


10

La Voce della Bassa bresciana dicembre 2011

Sito: www.lavocedelpopolo.it

Roccafranca. Avanza, tra le perplessità dei comuni circostanti, l'iter dello strumento urbanistico

Sul Pgt in arrivo nuova valutazione per convincere i comuni vicini Nell'ultimo consiglio comunale, dopo un’interrogazione della minoranza, il sindaco relaziona sul Pgt: a metà dicembre una nuova Vas con gli altri comuni di Umberto Franceschini

JTra i diversi Pgt in corso di approvazione nel territorio della Bassa ce n’è uno in particolare che sta suscitando un nugolo di polemiche, protagonista il comune di Roccafranca e le amministrazioni limitrofe. Tutto incomincia nel 2009 quando cinque comuni della Bassa occidentale, Roccafranca appunto, insieme a Castelcovati, Chiari, Urago d’Oglio e Rudiano, decidono di dare vita ad un polo logistico in comune in un’area situata nel territorio di Chiari all’altezza della rotonda che conduce ad Urago d'Oglio. Il progetto avrebbe vincolato le scelte urbanistiche dei comuni aderenti per i dieci anni successivi, ma poco tempo più tardi l’attuale amministrazione di Roccafranca, vincitrice delle elezioni comunali, decideva di ritirarsi dal progetto. Infine,

nella recente fase di elaborazione del Pgt, il Comune ha inserito a nord della località San Fermo, ad una distanza di un paio di chilometri dall’ “area vasta”, uno spazio di circa 200mila metri quadrati destinato ai medesimi scopi di piattaforma logistica. Ciò creerebbe ovviamente moltissime interferenze con l’opera già in corso di realizzazione ed ha ovviamente sca-

tenato le proteste dei restanti Comuni aderenti al polo condiviso, vale a dire Chiari, Rudiano, Urago d'Oglio e Castelcovati. I rispettivi sindaci hanno fatto rilevare al momento della Valutazione ambientale strategica, uno dei passaggi necessari all'approvazione del Pgt, come la decisione non sia stata concertata con loro e hanno auspicato

una procedura di valutazione ambientale più adatta alla grande estensione dell'opera, cioè la Via, valutazione di impatto ambientale. All’intricata questione si è aggiunto un nuovo capitolo nell’ultimo consiglio comunale di Roccafranca. Il sindaco Marina Murachelli e il vicesindaco Marco Franzelli hanno dato conto della situazione, dietro richiesta del gruppo di minoranza Pdl- Rinnovamento: “Gli enti preposti al controllo del Piano, come la Provincia e l’Asl, non hanno rilevato nessun impedimento durante la seconda Vas da noi effettuata”. In ogni caso l’amministrazione ha deciso di procedere ad una nuova valutazione: “Abbiamo deciso di fare una terza Vas entro la fine di dicembre, questo per scandagliare con esattezza ed esporre agli altri comuni tutti gli aspetti del polo logistico. Non sono stati capiti alcuni nostri criteri, come la volontà di non edificare tutta l’area in questione”. Superato quest’ulteriore step, l'iter dovesse procedere senza intoppi fino alla procedura di adozione prevista per la fine di Gennaio e, dopo un tempo tecnico necessario a recepire eventuali osservazioni, passare alla definitiva approvazione. In realtà il cammino sarà tutt’altro che tranquillo perché i sindaci degli altri quattro paesi non sembrano intenzionati ad arrendersi e sono pronti a dare battaglia.


La Voce della Bassa bresciana dicembre 2011

E-mail: bassabresciana@vocemedia.it

11

Manerbio: le iniziative per il Natale

Bassa centrale

Le feste Natalizie si avvicinano e anche i centri della Bassa, piccoli e grandi che siano, si mettono il vestito buono e mettono in calendario eventi e serate a tema. Manerbio non fa eccezione, allestendo per venerdĂŹ 16 dicembre una shopping night con negozi aperti dalle 21 alle 24: accanto agli stand allestiti dagli hobbisti, assaggi di specilitĂ  natalizie offerte da Amministrazione comunale, Avis, Vespa club e steam boiler. Sabato 17, invece, a partire dalle 16.30 esordio per l’iniziativa denominata “Camminata di Santa Clausâ€?. Con partenza da piazza Italia un percorso appositamente studiato si snoderĂ  per el vie del centro di Manerbio per 2, 5 km.

Capriano del Colle. Fa discutere la richiesta di Edison per immagazzinare nel sottosuolo il gas

Impianto di stoccaggio? No, grazie di Maria Teresa Marchioni

Una veduta del comune di Capriano del Colle

Leno: porte aperte al “Capirola�

SOLUZIONI PER IL BUSINESS.

CONTO PROFESSIONISTI SCEGLI L’EFFICIENZA.

–—–‘ Ž‡Â?‡•‡ •ƒ”ƒÂ?Â?‘ ƒ †‹•’‘•‹œ‹‘Â?‡ †‡ŽŽ‡ ˆƒÂ?‹‰Ž‹‡’‡”’”‡•‡Â?–ƒ”‡‰Ž‹‹Â?†‹”‹œœ‹†‹•–—nj †‹‘‡’‡”—Â?ƒ˜‹•‹–ƒÂƒÂŽÂŽÇŻÂ‹Â•Â–‹–—–‘Ǥ‹”‹…‘”†ƒ …Š‡ǥ ’‡” …Š‹ Ž‘ Â˜Â‘ÂŽÂ‡Â•Â•Â‡ÇĄ ‘‰Â?‹ •ƒ„ƒ–‘ Â†ÂƒÂŽÇŚ Ž‡͙͚ƒŽŽ‡Í™ÍœÇĄ°ƒ––‹˜‘‹Ž•‡”˜‹œ‹‘Dz’‘”–‡ŽŽ‘ ‘”‹‡Â?–ƒÂ?‡Â?–‘dzǤ ‡ ˆƒÂ?‹‰Ž‹‡ ’‘••‘Â?‘ ÂƒÂ…ÇŚ …‡†‡”˜‹ ’”‡˜‹ƒ ’”‡Â?‘–ƒœ‹‘Â?‡ –‡Ž‡ˆ‘Â?‹…ƒ Č‹Í˜Í›Í˜Č€ÍĄÍ˜ÍžÍ?Í›ÍĄČŒÇ¤ Â?ˆ‘”Â?ƒœ‹‘Â?‹ƒÂ?…Š‡•—Ž•‹–‘ Â™Â™Â™Ç¤Â’Â‘Â’Â‘ÂŽÂ‹Â•Ç¤Â‹Â–Č€Â…ÂƒÂ’Â‹Â”Â‘ÂŽÂƒÇ¤Č‹Â?–Â?ČŒ

5HOD]LRQLHVWHUQHHFRPXQLFD]LRQH/*+05DGYLW

Â? ˜‹•–ƒ †‡ŽŽ‡ ‹•…”‹œ‹‘Â?‹ ƒŽŽƒ •…—‘Žƒ •‡…‘Â?ÇŚ Â†ÂƒÂ”Â‹ÂƒÇĄ †ƒ ‡ˆˆ‡––—ƒ”•‹ ‡Â?–”‘ ‹Ž ͙͛ ‰‡Â?Â?ƒ‹‘ ÍšÍ˜Í™ÍšÇĄŽǯ‹•–‹–—–‘•—’‡”‹‘”‡DzÂƒÂ’Â‹Â”Â‘ÂŽÂƒÇł†‹‡nj Â?‘Šƒ‘”‰ƒÂ?‹œœƒ–‘ƒŽ…—Â?‹‹Â?…‘Â?–”‹†‹‘”‹‡Â?ÇŚ –ƒÂ?‡Â?–‘’‡”ƒ‹—–ƒ”‡Ž‡ˆƒÂ?‹‰Ž‹‡‡‹”ƒ‰ƒœœ‹ ƒ†‹•–”‹…ƒ”•‹‹Â?“—‡•–ƒ•…‡Ž–ƒǤƒ’”‘••‹Â?ƒ ‰‹‘”Â?ƒ–ƒ†‹…—‘Žƒƒ’‡”–ƒ°‹Â?’”‘‰”ƒÂ?Â?ƒ •ƒ„ƒ–‘͙͜‰‡Â?Â?ƒ‹‘†ƒŽŽ‡͙͜Ǥ͛͘ƒŽŽ‡Í™Í&#x;Ǥ‡Ž …‘”•‘†‡Ž’‘Â?‡”‹‰‰‹‘‹Â?•‡‰Â?ƒÂ?–‹†‡ŽŽǯ‹•–‹nj

0HVVDJJLRSXEEOLFLWDULRFRQILQDOLWjSURPR]LRQDOL3HUOHFRQGL]LRQLFRQWUDWWXDOLVLULQYLDDTXDQWRLQGLFDWRQHLIRJOL 0HVVDJJLRSXEEOLFLWDULRFRQILQDOLWjSURPR]LRQDOL3HUOHFRQGL]LRQLFRQWUDWWX XDOLVL DO ULQYLDDTXDQWRLQGLFDWRQHLIRJOL LQIRUPDWLYLDGLVSRVL]LRQHGHOODFOLHQWHODSUHVVRWXWWHOHILOLDOLHVXOVLWRZZZDJUREUHVFLDQRLW LQIRUPDWLYLDGLVSRVL]LRQHGHOODFOLHQWHODSUHVVRWXWWWHOHILOLDOLHVXOVLWRZZZDJUREUHVFLDQRLW

5$,1(5,'(6,*1&20

J E’ ancora presto stabilire se a Capriano del Colle verrĂ  realizzato l’impianto per lo stoccaggio di gas. E’ ancora presto perchĂŠ l’iter procedurale è iniziato ufďŹ cialmente solo un paio di settimane fa con un incontro che si è tenuto nella sede della Regione Lombardia e decisioni non ne sono state prese. A questo incontro interlocutorio erano presenti la Edison, la multinazionale che ha chiesto di realizzare questo impianto, il sindaco di Capriano, Claudio Lamberti e l’assessore all’Ambiente Leonida Tedoldi. Con loro, l’Ing. Bellini, che ha redatto lo studio relativo al territorio (studio che ha messo in evidenza alcune criticitĂ ), tecnici della Provincia di Brescia, rappresentanti del comune di Bagnolo Mella e il sindaco di Dello, Ettore Monaco. Questi due Comuni erano presenti in quanto interessati indirettamente al progetto di stoccaggio. PerchĂŠ è vero che

l’impianto sorgerĂ  sul territorio di Capriano (cascina Movico) ma anche vero che il gas incamerato sottoterra si diffonderĂ  anche sotto il territorio dei comuni limitroďŹ . “E’ stato solo un incontro interlocutorio - ha riferito il sindaco Claudio Lamberti. In quella sede non è stato deciso nulla ma almeno abbiamo incominciato il confronto. In questo incontro abbiamo ribadito la nostra contrarietĂ  all’impianto di stoccaggio – ha precisato il sindaco Lamberti. La Edison ha presentato il suo progetto e noi abbiamo posto alcune domande di ordine tecnico ma anche relative al tema della sicurezza sia del territorio che dei cittadini. Ora siamo in attesa di ottenere risposteâ€?. Tra i prossimi appuntamenti vi sarĂ  un’assemblea pubblica, in programma a gennaio, alla quale prenderanno parte anche tecnici della Edison. Nel frattempo il consiglio comunale approverĂ  una delibera, quale documento ufďŹ ciale che, se necessario, verrĂ  utilizzato per contrastare la realizzazione di questo progetto.

INSIEME AL TERRITORIO PER ANDARE LONTANO

Pi Ăš f o rte LG H , piĂš f o rti i No stri Territo ri. Per garantire uno sviluppo piĂš sereno al nostro territorio, occorre condividere con forza e passione le eccellenze, le tradizioni e le esperienze. Ecco perchè Cogeme Rovato, SCS Crema, Aem Cremona, Astem Lodi e Asm Pavia hanno dato vita a Linea Group Holding, un grande Gruppo, dedicato ad offrire ai propri p p clienti alti livelli di qualitĂ  nei settori di acqua, gas, energia elettrica, ambiente nte e telecomunicazioni. I suoi numeri parlano chiaro: Lgh è tra i primi cinque operatori a livello nazionale nale nella gestione dei riďŹ uti con circa 1.000.000 di tonnellate gestite ed è ormai vicina al traguardo di un miliardo di Kw/h di energia elettrica provenienti da fonti rinnovabili. In piĂš, distribuisce e vende circa rca 500 milioni di m3 di gas e 14 milioni di m3 di acqua e produce e distribuisce calore per circa 180 GWh. Oltre 100 milioni di euro sono gli investimenti nel triennio 2008-2010, tradotti nella lla realizzazione di opere pubbliche e nella crescita costante dei servizi ai cittadini: valori concreti, per dare al nostro territorio le migliori prospettive.

Il futuro del territorio è in buone mani D I F F E R E N T I P E R S C E LTA .

www.cogeme.net

www.lgh.it


12

La Voce della Bassa bresciana dicembre 2011

Sito: www.lavocedelpopolo.it

Natale. Negli scatti sottostanti piccoli e grandi allestimenti che riproducono la Natività di Gesù

Ecco i presepi delle associazioni In questo periodo di Avvento che ci avvicina al Natale sono già molte le realtà del territorio che si sono date da fare per allestire con impegno e passione presepi tradizionali, opere innovative e idee del tutto originali

JSeguendo la stella... Le prime quattro immagini di questa pagina ritraggono altrettante realizzazioni di presepi prodotte dall’associazione “Due maniOnlus” di Roccafranca: utilizzando materiali tradizionali, come pezzi di legno, o più inconsueti come valve di conchiglia, hanno messo insieme un vasto campionario, in vendita per sostenere l’operato di mons. Franzelli in Uganda. Nella parte inferiore della pagina invece, alcuni degli esemplari più curiosi della mostra curata dagli “Amici del Presepe” di Vighizzolo, frazione di Montichiari: dal presepe inserito nella spaccatura di un vaso di coccio, fino ad un curioso esemplare “subacqueo”.


La Voce della Bassa bresciana dicembre 2011

E-mail: bassabresciana@vocemedia.it

13

Festa d'inverno al “Bergomi” di Montichiari

Bassa orientale

Al Museo Bergomi è tutto pronto per la Festa d’inverno organizzata dal Comune di Montichiari e da Montichiari Musei per la giornata di domenica 18 dicembre. La giornata vedrà l’esposizione e la degustazione di prodotti biologici a km 0, con possibilità di acquistare articoli e prodotti artigianali del territorio. Nel pomeriggio sono in programma anche la dimostrazione di mestieri rurali nonché laboratori manuali per i più piccoli. Ad intrattenere i partecipanti sono stati invitati gruppi bresciani di musica folk che intoneranno canti popolari: saranno presenti, infatti, il complesso “Salvadech”, il gruppo “Hofoch e Hstofech”, per chiudere con “Le Maranteghe”. (f.m.)

Montichiari. Anche le frazioni aderiscono al nuovo sistema di raccolta dei rifiuti

La raccolta porta a porta è per tutti di Federico Migliorati

J La “rivoluzione verde” di Montichiari scatterà completamente il prossimo 1° gennaio 2012 quando anche nella zona B (area con la quale intendiamo tutte le frazioni eccetto Chiarini e Boschetti) si entrerà nel regime del servizio di raccolta “porta a porta”, già avviato nelle restanti parti del territorio comunale. A tal proposito l’assessorato all’Ecologia del Comune ha previsto, a partire dal 28 novembre e fino al 15 dicembre, la consegna del kit per l’iniziativa (comprendente sacchetti e bidoncini) che si terrà al Centro Fiera nei seguenti orari: dal lunedì al sabato dalle 9 alle 13 e dalle 15,30 alle 19, alla presenza del personale di Cbbo, ente che gestisce la raccolta dei rifiuti. Nel frattempo, nella zona A, il “porta a porta” è stato bene accolto e, dopo i primi, fisiologici disagi, i monteclarensi si sono abituati in fretta ai 5 giorni set-

timanali di raccolta delle varie tipologie di rifiuti tanto che oggi non si segnalano praticamente più zone scoperte o comportamenti non conformi al regolamento del servizio anche grazie all’ottimo lavoro svolto in fase di controllo dalla Polizia Locale, attenta a monitorare ogni zona del territorio. “La città si presenta decisamente più pulita, senza cassonetti a disturbare l’estetica e la visione e conforme a quanto prevede l’Unione Europea nell’ambito dei rifiuti. L’amministrazione comunale – afferma l’assessore all’Ecologia Sandro Zampedri - continua, così, a dare un segno nettamente verde alla propria attività, da una parte contrastando l’insediamento di nuove discariche, dall’altra puntando su sempre più numerose aree naturali per i cittadini”. Per ogni necessità o per maggiori informazioni sul servizio di raccolta “porta a porta” si può chiamare la sede di Cbbo al numero 030/902605 o l’ufficio Ecologia del Comune al numero 030/9656218.

L'assessore all'ecologia Sandro Zampedri

Calvisano: all'asta oggetti non reclamati

Ž…Š‹‘•–”‘†‡Ž…‘’Ž‡••‘…‘˜‡–—ƒŽ‡ †‘‡‹…ƒ‘ǡ ’‘•‹œ‹‘ƒ–‘ ‡Ž …‡–”‘ •–‘”‹…‘†‡Ž’ƒ‡•‡ǡ•‹’”‡’ƒ”ƒƒˆƒ”‡†ƒ …‘”‹…‡ƒ†—‡˜‡–‘’‹—––‘•–‘‹•‘Ž‹Ǧ –‘ǣ‡ŽŽƒ†ƒ–ƒ†‹ƒ”–‡†¿͙͜†‹…‡„”‡ǡ ‹ˆƒ––‹ǡ ° •–ƒ–ƒ ‹†‡––ƒ ƒŽ •—‘ ‹–‡”Ǧ ‘ —̹ƒ•–ƒ ’—„„Ž‹…ƒ ƒ ’ƒ”–‹”‡ †ƒŽŽ‡ ͙͘ †‡Ž ƒ––‹‘Ǥ —ƒ–‹ ˆ‘••‡”‘ ‹–‡”‡•Ǧ •ƒ–‹ ’‘–”ƒ‘ ’ƒ”–‡…‹’ƒ”˜‹ ’‡” ƒ…“—‹Ǧ

UKEQPHG\KQPCPQ EGUVKPCVCNK\K

•–ƒ”‡ ƒŽŽ̹‹…ƒ–‘ ‘‰‰‡––‹ •ƒ””‹–‹ ‡Ž …‘”•‘ †‡Ž –‡’‘ ‡ ƒ‹ ”‡…Žƒƒ–‹ ‡Ž ˆ”ƒ––‡’‘†ƒ‹’”‘’”‹‡–ƒ”‹Ǥ Ž‘––‹•‘‘ …‘•–‹–—‹–‹’‡”Žƒƒ‰‰‹‘”’ƒ”–‡†ƒ„‹…‹Ǧ …Ž‡––‡ǡƒ‘Ž–”‡ƒ†‡••‡•ƒ”ƒ‘ƒ…Š‡ †‹†‹˜‡”•‘‰‡‡”‡‹’‡œœ‹…Š‡˜‡””ƒ‘ „ƒ––—–‹†ƒŽ„ƒ†‹–‘”‡‡…Š‡’‘–”‡„„‡Ǧ ”‘•—•…‹–ƒ”‡Ž̹‹–‡”‡••‡†‡‹…‘’”ƒ–‘”‹ …Š‡‹–‡”˜‡””ƒ‘ǤȋˆǤ‰ǤȌ

ORZINUOVI - Via Adua, 42 Tel. 030 941502

t 900 etichette vini di qualità italiani t ed esteri con ottimo rapporto qualità-prezzo t t Selezione di birre da tutto il mondo, anche le artigianali t Corsi di degustazione, serate a temat t Consulenza per l’abbinamento cibo-vino per ogni occasione t Fornitura impianti spillatura bevande t

info@prandellisrl.it

Consulenza per l’allestimento e fornitura di cantinette private Vastissima scelta di liquori, grappe, whisky, cognac, brandy, armagnac, rhum ecc. Selezioni gastronomiche (pasta di kamut, cioccolata, patè, sottoli, biscotti, confetture, miele, the, olio) Vini da tavola per tutti i giorni

per oratori sagre patronali, feste parrocchiali: bibite, acqua, vino.

Degustazioni rossi della Maremma fino a fine mese

SEMPRE APERTI AL PUBBLICO CON VENDITA AL DETTAGLIO ORARI: Dalle 09.00-12.00 e 14.00-19.00 Lunedì mattino chiuso IN DICEMBRE SIAMO SEMPRE APERTI ANCHE LA DOMENICA


La Voce della Bassa bresciana dicembre 2011

E-mail: bassabresciana@vocemedia.it

15

Carpenedolo. La corale “Ars novaâ€? festeggerĂ  l'anniversario domenica 18 dicembre alle 21

La corale spegne 30 candeline e festeggia con un concerto Nel corso della serata verranno eseguiti brani di Mozart, Rutter e della Missa “Pax et Tolerantia� del maestro Mario Tononi, direttore del coro di Federico Migliorati

JL’appuntamento è di quelli prestigiosi: pochi sodalizi, infatti, possono fregiarsi del traguardo delle 30 primavere. Ăˆ cosĂŹ per l’Ars Nova, gruppo musicale di Carpenedolo, che si esibirĂ  in concerto domenica 18 dicembre alle ore 21 nella chiesa parrocchiale. Per l’occasione sarĂ  presente l’Orchestra ďŹ larmonica italiana, con il soprano Nadia Engheben e il tenore Stefano Ferrari. Il programma del concerto prevede l’esibizione iniziale del coro giovanile “Ars Novaâ€? diretto dal Maestro Michela Tononi accompagnato al pianoforte dal Maestro Luca Tononi con musiche di J Rutter. Successivamente Engheben eseguirĂ  “Laudate Dominumâ€? di W.A. Mozart, mentre la corale “Ars No-

E il 26 dicembre tocca a “In dulci jubiloâ€? ƒ …Š‹‡•ƒ ’ƒ””‘……Š‹ƒŽ‡ †‹ ƒ”’‡Â?‡†‘Ž‘ ‘•’‹–‡”Â?ÇĄ Ž—Â?‡†¿ ͚͞ †‹…‡Â?„”‡ ƒŽŽ‡ ÍšÍ˜ÇĄÍœÍ?ÇĄ ‹Ž…‘Â?…‡”–‘Dz Â?†—Ž…‹ÂŒÂ—„‹Ž‘dz…‘Â?‹Ž•‘’”ƒÂ?‘ Â?ƒÂ?—‡Žƒ‘”‡•…Š‹ǥŽƒˆŽƒ—–‹•–ƒ…ƒ”’‡Â?‡nj †‘Ž‡•‡ƒ”ƒ‡ŽŽ‹Â?‹ǥ‹Ž–”‘Â?„‡––‹•–ƒŽ„‡”–‘ ƒ”†‡ŽŽ‘Â?‹ ‡ ÂŽÇŻÂ‘Â”Â‰ÂƒÂ?‹•–ƒ †‡ŽŽƒ Â’ÂƒÂ”Â”Â‘Â…Â…ÂŠÂ‹ÂƒÇŚ Ž‡ Žƒ—†‹‘ ‡””ƒ”‹Ǥ ÂŽ ’”‘‰”ƒÂ?Â?ƒ Â’Â”Â‡Â˜Â‡ÇŚ †‡Â?—•‹…Š‡Â?ƒ–ƒŽ‹œ‹‡†‹ƒ—–‘”‹˜ƒ”‹–”ƒ…—‹ ǤǤÂƒÂ…ÂŠÇĄ ƒÂ?†‡Žǥ—––‡”ǥ‡‡–Š‘˜‡Â?Ǥ‘nj

”‡•…Š‹Šƒ†‡„—––ƒ–‘‹Â?†‹˜‡”•‹–‡ƒ–”‹‹–ƒŽ‹ƒÂ?‹ ‹Â?Â?—Â?‡”‘•‹”—‘Ž‹•‹ƒ‹Â?‘’‡”‡˜‡”†‹ƒÂ?‡…Š‡ ’—……‹Â?‹ƒÂ?‡‡†‹ƒŽ–”‹…‘Â?’‘•‹–‘”‹Ǥ ƒ‹Â?…‹nj •‘—Â?†‹Â?—•‹…Š‡‹–ƒŽ‹ƒÂ?‡†‡Ž‘˜‡…‡Â?ÇŚ –‘‡—Â?…‘Â?Â?—•‹…Š‡…‡Ž‡„”ƒ–‹˜‡Â?‡Ž„‹nj …‡Â?–‡Â?ƒ”‹‘†‹‡†‹ˆ‹…ƒœ‹‘Â?‡†‡Ž‡ƒ–”‘Dz—nj Â?Â‹Â…Â‹Â’ÂƒÂŽÂ‡Çł†‹‹ƒ…‡Â?œƒ‹Â?–‡”’”‡–ƒÂ?†‘Â’ÂƒÂ‰Â‹ÇŚ Â?‡†ƒŽŽ‡‘’‡”‡‹Â?‡†‹–‡‹Â?ƒ—‰—”ƒŽ‹Ǥǯ‹Â?‰”‡•nj •‘ƒŽ…‘Â?…‡”–‘°Ž‹„‡”‘Ǥ

vaâ€? si cimenterĂ  con la Missa (sine credo) “Pax et tolerantiaâ€? per coro, orchestra ed organo, direttore e autore il Maestro Mario Tononi. â€œĂˆ un compleanno straordinario quello che ci accingiamo a festeggiare – afferma Giorgio Tortelli, presidente della corale “Ars Novaâ€? – perchĂŠ sono stati trent’anni di grande impegno e sacriďŹ ci, ma soprattutto di enormi soddisfazioni ed importanti traguardi che mai noi coristi avremmo immaginato di poter raggiungere. CosĂŹ facendo il cantare ha assunto per noi un signiďŹ cato profondo e speciale; abbiamo potuto assaporare la bellezza dei brani sacri e profani antichi, la suggestivitĂ  del romanticismo europeo, l’intensitĂ  del melodramma e la ricchezza della musica contemporanea. Ringrazio piĂš di tutti – conclude Tortelli - il maestro Mario Tononi, la cui preparazione musicale, il cui immenso cuore e la cui grande costanza sono state le fondamenta per la nostra crescita sia culturale che umana. Da sempre il maestro è stato sia la mente che il cuore pulsante di questa straordinaria realtĂ  della quale con orgoglio posso affermare di farne parte sin dalla sua nascitaâ€?. Il concerto, come ogni anno, è ad ingresso libero.

2572)5877$

$OLPHQWDUL'URJKHULD *DVWURQRPLD )UXWWDH9HUGXUD 6HYL]LRDGRPLFLOLR *5$78,72

%$==$1$ Frutta e Verdura Qualità a prezzi d’ingrosso Forniture per privati e ristorazione

())(%,0$5.(7GL%(1(',1,)(558&&,2 )HQLOL%HODVL %V 9LD7UHQWR7HO

GOTTOLENGO (BS) - Via Traversa, 16 Tel. e Fax 030 9517179


16

La Voce della Bassa bresciana dicembre 2011

Sito: www.lavocedelpopolo.it

Cultura

Sale della Comunità: i film di dicembre Ideal di Castenedolo: 17 e 18 dicembre ore 21 “Anche se è amore non si vede”. Gloria di Montichiari: “The twilight saga: breaking down” 17, 18 e 19 dicembre ore 21; “Lo schiaccianoci” 25 dicembre, ore 16 e 21 e 26 dicembre ore 15 e 21; “Anche se è amore non si vede” 1 gennaio ore 16 e 21, 2 gennaio alle 15 e alle 21. Aurora di Pavone Mella: “The twilight saga: breaking down” 16 e 17 dicembre ore 20.45, 18 dicembre ore 15.30 e 20.45; “Il re leone” 23 dicembre ore 20.45, 25 dicembre ore 16 e 20.45, 26 dicembre ore 15 e 20.45; “Happy feet 2” 27 dicembre ore 15.30 e 20.45, 28 dicembre ore 20.45. “Vacanze di Natale a Cortina” 30 dicembre ore 20.45, 1,5 e 6 gennaio ore 20.45.

Cori e Orchestre. Una panoramica su alcuni dei concerti in programma nella Bassa

Natale in musica: tutti al concerto di Francesco Uberti

JChe la musica sia parte integrante dell’atmosfera che ci avvicina alle festività natalizie è cosa nota a tutti: dappertutto, in questi giorni, si sentono risuonare le note di canzoni e carole conosciutissime, che pian piano ci si trova a ripetere quasi senza rendersene conto. Non solo: non si contano i brani nel repertorio di cori e orchestre legati a questa ricorrenza, che puntualmente in questo periodo vengono riproposti ad un pubblico attento ed affezionato. Luoghi d’elezione per le esibizioni sono solitamente le chiese di ogni paese e città, sia per caratteristiche tecniche come la buona acustica e la capacità per ospitare un folto pubblico, sia per il significato legato alla festa. Anche nella Bassa fioriscono diversi appuntamenti, alcuni con una storia più che decennale alle spalle: è il caso per esempio di Orzinuovi, che rinnoverà la tradizione venerdì 16 dicembre alle 20.30 con l’esibizio-

ne preso la chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta dell’Ensemble Archi di Milano. In programma il giorno successivo altre due serate in musica: a Roccafranca alle 21 la chiesa ospiterà l’esibizione del corpo bandistico comunale “S.S. M.M. Gervasio e Protasio, per la direzione del maestro Locatelli. Corale e Orchestra”Don

Arturo Moladori” di Castrezzato, invece, proporranno, diretti dal maestro Giuseppe Gelmini un programma che prevede, tra gli altri, il “Magnificat” di Vivaldi e il “Concerto grosso per la notte di Natale” di Arcangelo Corelli, insieme a brani di Uberto Pieroni e Stefano Seghedoni. Il concerto, sponsorizzato dall’Assessorato alla cultura

del Comune di Castrezzato, si terrà nella parrocchiale dedicata ai Santi Pietro e Paolo alle 20.45. Da Castrezzato a Manerbio per il tradizionale concerto di Natale organizzato dalla Civica associazione musicale “Santa Cecilia” diretta dal maestro Arturo Andreoli: la serata, in programma per il 14 dicembre al teatro Politeama, oltre ai brani più tradizionali spazierà tra generi ed interpreti sempre molto apprezzati, da George Frideric Haendel a Carl Orff, da Andrew Lloyd Webber a Luis Bacalov. Non manca all’appello neppure Ghedi che per sabato 17 dicembre, alle 21, al teatro comunale Gabbiano attende l’esibizione della Corale Polifonica “Gaydum”, diretta dal maestro Angelo Orsini, accompagnata al pianoforte da Pierpaolo Vigolini, presentati da Maurizio Trivella. La nostra breve rassegna si conclude a Villachiara che per santo Stefano propone una serata intitolata “Una luce nella notte”: il coro “Santa Chiara”, insieme ad alcuni ragazzi della banda musicale “Città di Orzinuovi” si esibiranno alle 20.30 nella chiesa parrocchiale.

Scuola. Il liceo classico paritario cittadino presenta le novità per il prossimo anno scolastico

L’Arici potenzia l’offerta: debutta anche la seconda lingua JIl Collegio dei Docenti del Liceo classico “Cesare Arici” ha elaborato per l’a.s. 2012/2013 un’offerta unica sul territorio cittadino. Partendo dalla considerazione che, oltre alle iniziative che si svolgono durante il percorso liceale, anche in ambito universitario vari progetti (Erasmus in primis) prevedono la frequenza di lezioni in un paese europeo attraverso il superamento di un esame pre-

liminare delle competenze linguistiche, e che sempre più gli studenti sono chiamati ad operare a livello internazionale, si è deciso di proporre durante il liceo la prosecuzione dello studio di una seconda lingua straniera, come già avviene per la secondaria di I grado. È stato così elaborato un nuovo piano di studi che si affianca a quello tradizionalmente offerto dall’Istitu-

to e che dà la possibilità di approfondire una seconda lingua in base a programmi progettati ed elaborati autonomamente dai docenti. Sicuramente l’offerta va incontro a precise esigenze culturali, ma anche al desiderio di molte famiglie che non vada “perso” quanto gli studenti hanno già appreso nel percorso scolastico; il sostrato culturale classico e la programmazione particolare degli inse-

gnamenti linguistici faranno sì che l’approfondimento sia gratificante per gli studenti e premi la loro scelta di qualità. L’illustrazione del progetto nel dettaglio verrà effettuata giovedì 15 dicembre alle ore 20.30 nella Sala Rossa di via Trieste 17 (possibilità di parcheggio interno). A fine serata sarà possibile partecipare alla visita guidata della domus romana e dei locali del liceo.

'(17,67,&$(2'21727(&1,&$,17(51$7,21$/&223(5$7,21VUO PROTESI NUOVE Dall’impronta alla messa in opera della tua nuova PROTESI MOBILE; ai nostri odontoiatri altamente specializzati ed organizzati servono solo 24H (festività comprese) . Non più viaggi all’estero per essere soddisfatti anche economicamente.

PROTESI MOBILI ROTTE? NO PANICO!!! Riparazioni in pochissime ore anche con prelievo e consegna a domicilio

Conserva questo numero 340 5829599 Sede Legale: Brescia, Via Solferino, 31


La Voce della Bassa bresciana dicembre 2011

E-mail: bassabresciana@vocemedia.it

Economia

17

Piubega: riproposto il presepio vivente Ritorna anche quest’anno il presepio vivente di Piubega (MN), uno dei più grandi e apprezzati d’Italia, che richiama ogni anno più di 50mila visitatori. Più di 200 le comparse che danno vita a circa 30 quadri diversi, su un totale di 10mila metri quadrati di superficie utilizzata. Nella parte del Bambino Gesù si alternano, invece, diversi bambini di età compresa tra i sei mesi e un anno. Il presepio nasce nel 1986 da un idea della locale sezione Avis, che ne ha curato la realizzazione per i primi 4 anni. Nel 1990 l’ideazione e la regia passano sotto la cura della parrocchia locale. Dal 1996 ha preso vita l’associazione “Amici del Presepio Vivente”, che affianca la parrocchia.

Lonato del Garda. A gennaio la 54a edizione della rassegna agricola, artigianale e commerciale

Tutti pronti alla fiera regionale di Fabrizio Giovannini

J Una kermesse che unisce modernità e tradizione, realizzata grazie ad un impegno di un gruppo di organizzatori e volontari che dure dei mesi: la Fiera regionale di Lonato del Garda scalda i motori in vista dell’edizione numero 54, in programma dal 13 al 15 gennaio 2012. La tre giorni che da oltre mezzo secolo rappresenta il primo appuntamento dell’anno per il settore sul nostro territorio, si prepara ad accogliere anche quest’anno migliaia di visitatori in un percorso accattivante che si snoda lungo le vie della cittadina gardesana. Gli organizzatori sono ottimisti riguardo al successo della formula sperimentata negli anni scorsi, e testimoniata dal continuo incremento del flusso di visitatori. La carta vincente è rappresentata dalla felice combinazione tra l’accesso gratuito alle strutture fieristiche e la collocazione degli espositori nelle

vie del centro cittadino: in questo modo, infatti, è assicurato un volume di presenze che assicura agli espositori un ritorno importante in termini di presentazione dei propri prodotti al pubblico. In tempi, come questi, di difficile congiuntura economica, inoltre, gli enti che si occupano della re-

alizzazione della Fiera, vale a dire L’Assessorato al commercio, attività produttive, fiere e mercati, guidato da Valentino Leonardi e il Comitato di gestione della fiera, diretto da Nicola Ferrarini, hanno deciso di non incrementare le tariffe agli espositori e di mantenere la scontistica in vigore nelle prece-

denti edizioni. Ciò dovrebbe favorire gli standisti, le cui prenotazioni, infatti, sono già piuttosto cospicue. L’organizzazione, come ogni anno, garantisce spazi espositivi coperti e riscaldati, degustazioni di enogastronomia tipica, manifestazioni folkloristiche di varia natura e convegni e mostre collettive. La Fiera di Lonato rappresenta un evento di primaria importanza nell’ambito della provincia di Brescia e molto conosciuto anche a livello regionale, risultando particolarmente strategico rispetto ai settori coinvolti, vale a dire l’agricoltura, che continua ad essere un comparto determinate per l’economia locale, l’artigianato e il commercio, grazie alla capacità di saperne interpretare le esigenze, soprattutto in periodi di difficoltà economica come quello attuale. Trascorse quindi le ricorrenze natalizie e il passaggio all’anno nuovo Lonato si prepara a vivere questi giorni di festa, cui da anni arridono risposte convincenti in termini di pubblico e operatori.


18

La Voce della Bassa bresciana dicembre 2011

Sito: www.lavocedelpopolo.it

Anche la Bassa a Mompiano con Campagna amica Organizzato a Mompiano dall’Associazione no proďŹ t “Vivere Mompianoâ€?, con il patrocinio del Comune di Brescia e la collaborazione della Circoscrizione Nord a Mompiano, l’evento “Notti di Natale 2011â€?: tre serate in via Ambaraga e via Boccacci dove saranno presenti 10 aziende del mercato di Campagna Amica di Coldiretti Brescia per la degustazione e la vendita diretta dei prodotti tipici bresciani, tra i quali molte specialitĂ  della Bassa. Dopo l’apertura di mercoledĂŹ 7, si proseguirĂ  il 14 e il 21 con addobbi del quartiere, specialmente con candele, grazie al coinvolgimento dei residenti e si concluderĂ  con lo scambio degli auguri. (f.u.)

Agricoltura. L’associazione di Mairano tra passione per i mezzi agricoli e rievocazioni storiche

“I Gnari� dei trattori di una volta di Francesco Uberti

J Tra le distese di campi di un piccolo territorio solamente sďŹ orato (per il momento) dalle grandi direttrici del trafďŹ co e dell’urbanizzazione, certe cose sembrano aver conservato l’atmosfera dei racconti dei nostri nonni, la magia inconfondibile e velata di nostalgia delle cose “de na òltaâ€?. CosĂŹ accade che a Mairano da quattro anni operi un’associazione di una quarantina di soci che si dedica al recupero e al restauro dei trattori e dei mezzi agricoli d’epoca. Loro sono “I gnari dei tratĂšr veccâ€? e annoverano tra le loro ďŹ la non solo giovani “nel cuoreâ€?, ma anche molti ragazzi, nel nome di una passione condivisa. La loro storia incomincia nel 2007 quando all’interno della “Sagra del contadinoâ€? che annualmente si svolge a Mairano, quasi per scommessa si offrono di allestire un piccolo raduno di trattori d’epoca che giĂ  qualcuno

di loro privatamente collezionava. “Ci aspettavamo una quarantina di mezzi − ricordano − ne arrivarono quasi 120. Da lĂŹ abbiamo capito che la cosa poteva avere un futuroâ€?. La passione contagia molta gente e il passo successivo è stata l’organizzazione del raduno annuale dei

trattori d’epoca, che quest’anno ha visto la presenza di piĂš di 200 mezzi. “Siamo diventati un punto ďŹ sso della sagra, ai primi di settembre, ma siamo ormai conosciuti a livello regionale e oltre, viene gente dalla Liguria e dalla Svizzeraâ€?. Il raduno diventa un modo per stringere ami-

cizia con altri gruppi che condividono la medesima passione e partecipare a manifestazioni analoghe, che negli anni sono molto cresciute di numero. “Da metĂ  agosto a settembre siamo impegnati ogni domenica, anche in piĂš raduni contemporaneamente, ne vale la pena per mantenere i legami acquisitiâ€?. Inoltre ogni anno, l’associazione acquista alcuni mezzi come aratri o mietitrebbie d’epoca (mentre i trattori rimangono proprietĂ  dei singoli soci) per partecipare a rievocazioni di vita contadina come il campionato di aratura all’antica o quella denominata “Andiamo a mietere il granoâ€?. un impegno anche didattico e di memoria storica: “Vorremmo creare un museo itinerante collocato su un carro che possa spostarsi di paese in paese, perennemente allestito con macchinari e oggetti antichi, speriamo che qualcuno ci aiutiâ€?. Memoria, magari velata di nostalgia. Forse, ma con la forza di proiettarsi in avanti, di fondare il futuro sulla storia del nostro territorio.

&(5&+,$ 02$ &21'(3 *(17, 2 1(//(3 6,72 5 29', %(5*$0 2(0,/$ 12

ĂŠ,03257$17(35(1'(5(127$YRUUHLVWDUHIUDLYRVWULLQGLUL]]LQHFHVVDUH SHUFKqGRPDQLSRWUHLVHUYLUYL 3URGXFLDPRHFRPPHUFLDOL]]LDPRSURGRWWLFKLPLFLGHWHUJHQWLVDQLWL]]DQWL GLVLQIHVWDQWLGLVLQFURVWDQWLHVSHFLDOL]]DWL $=,(1'($/,0(17$5, FDVHLILFLODWWHULHVDOXPLILFLHFDQWLQHYLQLFROH

$=,(1'($*5,&2/(SURGXWWULFLGLODWWHDOOHYDPHQWL]RRWHFQLFL 3,6&,1(35,9$7((38%%/,&+( &2081,7ÂŹ ULVWRUDQWLUHVLGHQFHVEDUDOEHUJKL

$OOÂśRFFRUUHQ]DLQWHUSHOODWHFLYHQHVDUHPPRJUDWLHIDUHPRGHOQRVWURPHJOLR SHUVHUYLUYLEHQHDQFKHQHOSUH]]R &RUGLDOPHQWHVDOXWLDPR


La Voce della Bassa bresciana dicembre 2011

E-mail: bassabresciana@vocemedia.it

19

Salute. Presso l'erboristeria di Ghedi uno staff di professionisti per aiutarvi nella scelta corretta

Idea regalo: lo show room del tè Infusi e tisane per tutti i gusti In occasione delle feste natalizie, l’erboristeria moderna di via Garibaldi propone strenne come cesti natalizi biologici personalizzati e molto altro pagina a cura di Voce Media

J In occasione delle feste natalizie, l'erboristeria moderna “Evoluzione Naturale” di Ghedi propone delle speciali idee regalo. Cesti natalizi biologici personalizzati, candele pregiate, prodotti di cosmesi naturale, diffusori per aromaterapia e ambiente, lampade e cristalli. Ma le novità non sono finite: su tutte, lo show room del tè con oltre 50 tipi provenienti da varie parti del mondo. Dai tè verdi (bancha, sencha, granpowder, yunnan, gree, ecc.) ai tè neri (keemun, earlgrey imperiale, lapsang, souchonge), rossi (tipo roiboss), bianchi (pai mu tan) tè fruttati e tisane di vario genere. Professionalità e competenza al vostro servizio per aiutarvi nella scelta corretta. Inoltre si possono trovare ricette e consigli da abbinare a piatti culinari.

Il tè era considerata la bevanda dei ricchi che la servivano in preziose tazze di porcellana e rigorosamente alle cinque del pomeriggio. Il suo utilizzo risale a tre secoli fa; i primi ad usarlo furono le comunità dei monaci buddisti, successivamente il popolo cinese fino ad arrivare in Europa. Considerata una bevanda benefica ricca di proprietà, agisce come an-

tiossidante perché contiene sostanze polifenoliche note fin dall'antichità per le capacità antiossidanti in grado di contrastare i radicali liberi responsabili dell'invecchiamento. Il tè nero è un all'alleato per combattere fatica fisica, migliora la concentrazione, lucidità mentale, ottimo per problemi degli apparati respiratori, blocca l'ossidazione del colesterolo

cattivo, migliorano le condizioni di salute del cuore e della circolazione, è ricco di flavonoidi, polifenoli e tannini. Ha un contenuto di teina in più rispetto al tè verde che è molto ricco di catechine, potente polifenolo antiossidante in grado di prevenire i danni di ossidazione alle cellule oltre che ripararli. Alcuni tipi di tè verde sono privi di teina: disintossicano, aiutano ad eliminare le tossine in eccesso, hanno effetti contro l'ansia, stress, portando beneficio a tutti gli organi ed eliminando i liquidi in eccesso. E’ utile nelle diete e nello scioglimento dei grassi. Come preparare un buon the? Prima regola: più è pregiato e più l'acqua non deve essere troppo calda. I tempi di infusione variano da due tre minuti (per i tè verdi fino a cinque). Il tè nero va bevuto appena fatto mentre alcuni tipi possono essere assunti freddi in giornata. Le bustine sono più pratiche delle foglie ma le foglioline sfuse sono più ricche di aroma e meno esposte all'aria. Sono, inoltre, aperte le iscrizioni al corso triennale di Naturopatia Università popolare A.E.Me.Tra sede regionale di Brescia della quale la dottoressa Monica Ferrari è presidente. Si terranno anche corsi di aromaterapia, floriterapia, reflessologia plantare, corsi ayurvedici ed ortobionomy. Per informazioni: tel. 030.5310094.


20

La Voce della Bassa bresciana dicembre 2011

Sito: www.lavocedelpopolo.it

Salute. La dott.ssa Romana Coccaglio, direttrice del “Mellino Mellini� di Chiari illustra il progetto D.a.m.a.

“Andare incontro alla disabilitĂ â€?: l’ospedale crea percorsi dedicati Il progetto riprende un’esperienza simile giĂ  da diversi anni attiva al San Paolo di Milano, dove ha dato ottimi risultati con pazienti e famiglie di Fabrizio Giovannini

J Progetto “D.a.m.a.â€?: quattro semplici lettere che racchiudono una piccola rivoluzione, per centrare l'attenzione su chi ha piĂš bisogno. La sigla, infatti, che sta per Disabled Advanced Medical Assistance – vale a dire assistenza medica avanzata per la disabilitĂ  – è il nome del progetto tenuto a battesimo in questi giorni dall'azienda ospedaliera “Mellino Melliniâ€? di Chiari, che ha l'obiettivo di istituire percorsi di assistenza privilegiata in ambito sanitario nei confronti delle persone disabili. Molteplici i livelli a quali si opererĂ : da una corsia dedicata di acceso al pronto soccorso, dove personale specializzato interagirĂ  con il disabile e i suoi accompagnatori, all'attivazione di un apparato diagnostico e terapeutico a misura

delle esigenze del paziente e della famiglia, ďŹ no alla creazione di spazi di ricovero e degenza appositamente studiati. La storia di questa iniziativa incomincia nel dicembre 2010 quando la Regione Lombardia richiede alle Asl provinciali di individuare strutture di riferimento per ospitare percorsi ospedalieri appositamente pensati per le perso-

nT5T0T%T

ne disabili: tra i progetti pervenuti all'Asl di Brescia quello clarense è risultato il piĂš convincente ed adeguato ed è perciò incominciato il 30 novembre il percorso di attuazione. “Il progetto – afferma la direttrice sanitaria dott.ssa Romana Coccaglio (nella foto) – si ispira ad un'esperienza simile attiva da 10 anni nell'ospedale San Paolo di Milano

che, a distanza di anni, sta fornendo ottimi risultati sia nei confronti dei malati sia del sostegno alle famiglie. PoichĂŠ il nostro direttore generale, il dott. Danilo Gariboldi, proviene proprio da quell'ospedale, la sua esperienza nel campo è stata garanzia della serietĂ  e dell'attuabilitĂ  del percorsoâ€?. La piena operativitĂ , dopo alcuni passaggi strutturali attualmente in discussione, si avrĂ  nel primo semestre del 2012 quando saranno completamente attivi tutti i servizi all'interno del presidio di Chiari, punto di riferimento dell'operazione. “Noi – continua al proposito – abbiamo l'ambizione di replicare qui i risultati del San Paolo, anche se ci vorranno tempi lunghi: per quanto riguarda i malati abbiamo il sostegno delle associazioni per i disabili, che da tempo ci chiedevano di sviluppare questo progetto. All'interno della nostra struttura il nucleo di partenza è formato da un direttore medico di presidio, una caposala, un esponente del personale amministrativo e due infermiere, che faranno riferimento alla direzione sanitaria. Da parte nostra ci proponiamo di allargare in seguito la squadra, cercando di diffondere tra i professionisti delle diverse specializzazioni la cultura dell'ascolto e della pazienza e la capacitĂ  di relazionarsi con il malato disabileâ€?.

&DUSHQWHULDH6DOGDWXUD

   129$*/, 0RQWLFKLDUL

9LD(UFXOLDQL 7HO)D[

info@silmarsaldature.it www.silmarsaldature.it

Via Francesca, 45 25030 Coccaglio (BS) Tel. e Fax 030.7240810 Cel 3489741155


La Voce della Bassa bresciana dicembre 2011

E-mail: bassabresciana@vocemedia.it

21

Montichiari: Sport in festa al Palageorge

Sport

La città di Montichiari, per rendere merito al lavoro e alla passione profusi dai tanti appassionati delle varie discipline, tramite l’assessorato allo Sport organizza il Natale dello sportivo, in collaborazione con l’Accademia calcio di Gianni Guindani. L’evento è previsto giovedì 15 dicembre a partire dalle ore 20,30 al PalaGeorge. Saranno presenti le associazioni sportive cittadine le quali avranno modo di presentarsi alla popolazione con i rispettivi atleti, dirigenti, allenatori e inscenare momenti di gara nel rispettivo settore dopo la sfilata che metterà in mostra tutte le squadre; a ciascun sodalizio verrà consegnata una targa ricordo.

San Gervasio Bresciano. Le premiazioni degli atleti del sodalizio “Water ski”

Vittorie bresciane nello sci d’acqua di Franco Piovani

JAnche la stagione 2011 del Water Ski San Gervasio Bresciano ha confermato gli ottimi risultati conseguiti dai suoi atleti che hanno assicurato al sodalizio l’oro a squadre per il settimo anno consecutivo ai Campionati italiani, oltre ai risultati in varie categorie. Silvia La Malfa, di Alfianello, oro in slalom, argento in figure nella categoria under 10 e in quella under 12 Alberto La Malfa, pure di Alfianello, argento in figure e combinata, bronzo nel salto. “Sono risultati che gratificano i nostri sforzi nel far crescere nuovi atleti in una disciplina impegnativa come quella dello sci nautico per il quale abbiamo realizzato lo specchio d’acqua a Casacce”, il commento del delegato della Federazione sci nautico del Coni provinciale, Giampaolo Mantelli, che riconosce i meriti al presidente del Jolly Ski Brescia e del Water Ski San Gervasio, Fedele Luzzeri. Con Luzzeri collaborano i tecnici preparatori Claudio Benatti di Brescia, e il georgiano Gena-

di Guraglia che hanno portato il sodalizio della Bassa ai massimi livelli: l’under 14 Ettore Ghisi ha conquistato il bronzo nel salto e nella combinata, tra gli under 17, Alessandro Paci, argento nel salto, bronzo in slalom, figure e

combinata, e Gianmarco Pajni argento in figure e combinata e bronzo nel salto. Tra gli under, 21 Marialuisa Pajni argento in slalom e figure e bronzo in salto, Nicholas Benatti,oro in figure e argento in slalom. Nell’open, argento

in figure e bronzo in slalom per Matteo Luzzeri di Villongo oro per Genadi Guralia di San Gervasio Bresciano, in slalom, salto e combinata. Infine oro in slalom a Fedele Luzzeri. Nei campionati assoluti a Noiholas Benatti l’oro in figure; l’argento in combinata a Gianmarco Pajni. Ai Campionati europei bronzo in salto e figure tra gli under 17 a Gianmarco Pajni; argento in figure all’under 21 Nicholas Benatti; oro in combinata, argento in slalom e salto al senior over 35 Genadi Guralia. Nella stagione passata a Casacce di San Gervasio sono state organizzate quattro manifestazioni internazionali con una nutrita partecipazione di atleti stranieri che ritengono l’impianto tra i migliori al mondo tecnicamente attrezzato con impianti d’avanguardia. Nella serata di fine anno, tra gli auguri ad atleti e dirigenti dello sci nautico, è stata consegnata a Nicholas Benatti, la targa di “atleta dell’anno” per il costante impegno che l’ha portato ad ottimi risultati che pongono in evidenza sulla scena internazionale il Water Ski San Gervasio, costituito nel 2005 con l’apertura del bacino di Casacce.


Prezzi Abbiamo definito un Listino Prezzi particolarmente interessante poichè il nostro obbiettivo è quello di aiutare le famiglie ad affrontare le spese per le cure dentali offrendo un servizio di qualità a prezzi sostenibili, citiamo ad esempio : Igiene orale 40,00 Otturazione semplice ( I classe ) 48,00 Corona in metallo-ceramica 420,00 Impianto endosseo 520,00 Ortodonzia bambini 600,00

t t t t t

Per anno per arcata

Finanziamenti anche a tasso zero Mediante convenzioni con Società Finanziarie.

Qualità Abbiamo progettato e realizzato una moderna ed efficiente struttura odontoiatrica organizzata in 16 Ambulatori tutti dotati delle migliori attrezzature e di moderni servizi radiologici ed abbiamo selezionato i migliori materiali per fornire trattamenti di eccellenza.

Igiene e Sicurezza Abbiamo particolarmente curato l’aspetto dell’igiene e della sicurezza a tutela dell’utente, realizzando un reparto per la sterilizzazione degli strumenti odontoiatrici dotato delle migliori attrezzature. Siamo in grado di garantire la tracciabilità dello strumentario sterile utilizzato per ogni intervento. Inoltre tutta l’acqua utilizzata è trattata in ingresso mediante raggi UV.

Personale La nostra Equipe Medica è composta da qualificati Professionisti che coaudiuvati da esperto Personale di Assistenza sapranno consigliare ed attuare le cure più adatte ad ogni singolo caso.

e ai i n o i z al lu La soemi dentiglia. l prob ta la fam t di tu

Trattamenti

Ambulatori Dentistici

AMBULATORI DENTISTICI BELSORRISO GROUP Srl Via O. Fallaci, 24 - Strada Prov. 235 - 25030 Castel Mella (Brescia) Tel. 030 2582204 (4 linee r.a.) - Fax 030 2584678

info@belsorrisogroup.it -www.belsorrisogroup.it

IALLEE NZZIA

Orario continuato: lunedì-venerdì 8,00/20,00 - sabato 8,00/14,00

TAANNGGEENT OVES

Direttore Sanitario Dott. Aldo Albanese

A4

ONCA

SP

VI

UO

ZIN

R RO

PE

5

23

RDA

ISO SORR L E B TICI R L NTIS E HOTE T D N E I ID OR PRES ULAT BBRESCIA RESCIA AMB E DELL

T OVES IALE C R E OMM RO C CENT

IA O

BRESC

VEST

MI

A4 BRESCIA OVEST

PRENOTA LA TUA VISITA AL NUMERO GRATUITO

OD

MI

Autorizzazione Pubblicità Sanitaria n°5/anno 2010

I GA

5

LAG



iscritto all’albo Medici-Odontoiatri di Brescia n° 2804

CIA BRESORZINUOVI IA V VRR V

SP 23

IKEA

X Igiene e Prevenzione X Estetica Dentale X Sbiancamento X Conservativa per Adulti X Conservativa per Bambini X Endodonzia X Protesi fisse e mobili X Ortodonzia X Implantologia X Chirurgia Orale

DESENZANO DESEN A4 M I -VE

PESCHIERA VR

800 570 999


E-mail: bassabresciana@vocemedia.it

La Voce della Bassa bresciana dicembre 2011

23

EDICOLE Ritira qui la tua copia gratuita AZZANO MELLA: Edicola 273 di Bornati Loredana – Piazza Dante Alighieri 19. BAGNOLO MELLA: L'Angolo di Anna Maria via S. Pellico; Edicola - Via Gramsci 110; Edicola di Molteni Clara - Via Leno; Edicola 208 di Montini Orsolina - Via Chiodi 15; Edicola 557 - Via Alpini (trav. Via Europa) (21 luglio ferie); Tabaccheria Castelvecchio di Castelli Vincenzo - Via Solferino 39. BORGO PONCARALE: P. Z. snc - Via Agostino Gallo 10 (negozio frutta e verdura). BORGOSATOLLO: Giovanna Fadini - Tabacchi Edicola - Via Molino Vecchio 1; Bar Edicola Alberti - via Santissima 95. CAPRIANO DEL COLLE: Cartoleria Puntoblu di Agosti Vittorio Via Garibaldi 7; Edicola 140 di Piazza Benedetta - Via Trento - Fenili Belasi. CIGOLE: L’Edicola di Antonio Farina – Via Roma 40. DELLO: Maria Nazarena Anni - Ricevitoria Giornali - Via XI Febbraio 2. FLERO: Sottini e Zola - Via XXV Aprile - Edicola 270 di Meroni Davide - Piazza IV Novembre - Edicola Cortese M. Rosa - Via Quinzano 1. GHEDI: Edicola 237 di Lombardi Gianluigi - Via Matteotti 3; Edicola Bresciani Silvana - Piazzetta Donatori di Sangue; Edicola Da Luca - Via Garibaldi 16; Edicola Carto-

leria di Bellini Chiara - Via Zanardelli 1; Edicola Cartolibreria Malanca Massimo - Via 24 Maggio 39; Tabaccheria L’Oasi di Colosio Lucrezia - Via Brescia 25. GOTTOLENGO: Cartoleria Fioretti Antonella - Via Umberto I 40; Edicola Biazzi Maura - Via V. Emanuele 6. LENO: Edicola 209 G - Leno di Leone Francesco; Bonazza Andrea – Via Brescia 3f; Cartoleria Tabaccheria Fantasy – Via Badia 90. LOGRATO: Cartoleria Edicola Groli - Via G. G. Morando, 20. MACLODIO: Contessa Lorenzi - Tabaccheria Giornali - Via Roma 23. MANERBIO: Donato Seniga - Tabaccheria Ricevitoria - Via xx settembre 20. MONTICHIARI: Edicola Gaia di Borzi Enzo Alberto - Via Marconi 26°; Edicola Lorenzi Tiziana - Piazza Treccani 4; Edicola Boselli Rosanna - Via Trieste 85; Edicola Stringa Antonella – Via Mantova 157. MONTIRONE: La Rivista i Belotti Carlo - Via Borgosatollo 9 a; Edicola 286 di Magna Giuseppe. ORZINUOVI: Ferri Flavio - Rivendita giornali e riviste - Piazza V. Emanuele 36; Edicola Fabio di Biatta Fabio – Piazzale Martiri di Nassiria; Capoferri Rosalinda - Giornali - Piazza V. Emanuele 24 - tel. 030941670. ORZIVECCHI: Edico-

la Ghirardi Paolo - Via Santa Giulia 4; Rivendita 1 di Ferrari Dario - Via Coniolo 1a. POMPIANO: La Pergamena di Zampieri Carla - Via Marconi 3. PONCARALE: Edicola 256 - Piazza Donatori di Sangue. QUINZANO D’OGLIO: Cartolibreria Tabaccheria Edicola Massetti Luigi – P.zza Garibaldi 6; Tabaccheria Monteverdi Pierangelo – P.zza XX Settembre 3. ROCCAFRANCA: Il Via Vai di Martinelli Giuseppe - Via SS. Gervasio e Protasio 51; Lo Scarabocchio di Baresi Diego – P.zza Europa N° 2. S. PAOLO: Libri Colori e Fantasia di Corioni Barbara – P.zza A. Moro 8. SAN GERVASIO BRESCIANO: La Coccinella di Damiani Cristina - Via Antica Piazzola 4/5. S. ZENO NAVIGLIO: Edicola 75 di Natali Simonetta - Piazzetta XXVIII Maggio. TRAVAGLIATO: Edicolalice – Piazza Alpini 4; Cartoleria Edicola Cantoni e Busi snc – Piazza Libertà 11. VEROLANUOVA: Adami Primo Giuseppe - Privativa 1 e giornali - Via Garibaldi 11; Pizzamiglio Caterina - Ricevitoria, lotto 2191, tabacchi, edicola - Via Lenzi 15; L’Idea di Zanolini Antonia - Via Rovetta - 23 tel. 030931805; Tabaccheria N° 3 Laini Renata - Piazza Libertà 48.

ORARI delle SANTE MESSE (Prefestive e Festive) ACQUALUNGA S. Maria Maddalena: Festivo 10 ALFIANELLO Ss. Ippolito e Cassiano: Pref.18.30; fest. 8-10.30-18.30 AZZANO MELLA Ss. Pietro e Paolo: Prefestivo: ore 18.00; Festivo 7.30-10-18.30 BAGNOLO MELLA Visitazione Maria Vergine: 18.30; Festivo: 7.30-9-10-11.30-18.30 BARBARIGA S. Vito, Modesto e Crescenzia: Prefestivo: 18.30; Festivo: 7 – 10.30 – 18.30 BARGNANO S. Pancrazio: Prefestivo 19.00; Festivo 10 BASSANO BRESCIANO S. Michele Arcangelo: Prefestivo 18; Festivo: 8 – 10 – 18 BORGO PONCARALE Purificazione di Maria Vergine: Festivo: 10 - 18 BORGO SAN GIACOMO S. Giacomo maggiore: Prefestivo 18.00; Festivo 7.30-9.30-11.00-18.00 BORGOSATOLLO S. Maria Annunciata: Prefestivo: 19; Festivo: 7 – 8.30 – 9.45 – 11 – 18.30 BRANDICO S. Maria Maddalena: Prefestivo: 18.00; Festivo: 8 – 10.30 – 18 CADIGNANO Ss. Nazaro e Celso: Prefestivo 19.30; Prefestivo 10.30 - 18 CALVISANO S. Silvestro: Prefestivo: 18.30; Festivo: 8 – 10 – 11 – 18.30 CAPRIANO DEL COLLE S. Michele Arcangelo: Festivo 10.30 – 18.30 CARPENEDOLO S. Giovanni Battista: Prefestivo: 18.; Festivo: 7.15-8.30-9.45-11-15.30-18 CASTELCOVATI S. Antonio Abate: Prefestivo 18.30; Festivo 7-8-9.30-11-18.30 CASTENEDOLO S.Bartolomeo Apostolo: Prefestivo 19; Festivo 7 – 9 – 10 – 11 – 18 CASTREZZATO Ss. Pietro e Paolo: Prefestivo 18;

La Voce della Bassa bresciana ANNO II NUMERO 12 - DICEMBRE 2011 Edizioni Opera Diocesana San Francesco di Sales Registrazione del Tribunale n. 20/2010 del 24-05-2010 Direttore responsabile: Adriano Bianchi Sede e redazione: Via Callegari, 6 Brescia tel.: 03044250 - fax: 0303757897 e-mail: bassabrescianavocemedia.it Pubblicità: Voce Media Pubblicità - Via Callegari, 6 Brescia Tel.: 0302808966 - fax: 0302809371 - e-mail: marketingvocemedia.it Stampa: CENTRO STAMPA QUOTIDIANI Spa - Via dell'Industria, 52 25030 Erbusco (Bs) - Tel. 0307725511 - Fax 0307725566 Progetto grafico e impaginazione: Ernesto Olivetti

Festivo: 8-9.30-11-18 CIGOLE S.Martino: Prefestivo: 18; Festivo: 7.30 – 10.30 CIZZAGO S. Cuore di Gesù e S. Giorgio: Prefestivo 18; Festivo 8 - 10.30 – 18 COMELLA S. Maria Annunciata: Festivo 16 COMEZZANO Ss. Faustino e Giovita: Prefestivo 18; Festivo 8 - 10 – 18.30 CORTICELLE PIEVE S. Giacomo: Prefestivo 18; Festivo 10 - 17 CREMEZZANO S. Giorgio: Prefestivo 20; Festivo 8.30 – 11 – 18 DELLO Giorgio: Prefestivo 19; Festivo 8 – 11 – 19 FARFENGO S. Martino: Prefestivo 18; Festivo 10 FENILI BELASI Ss. Trinità: Prefestivo 18; Festivo 8 – 11 – 18 FLERO Conversione di S.Paolo: Prefestivo: 18; Festivo: 7.30 – 8.45 – 10 – 11.15 – 18 FRONTIGNANO Ss. Nazaro e Celso: Prefestivo 18; Festivo 11 – 18 GAMBARA Ss. Pietro e Paolo: Prefestivo: 18.30; Festivo: 7.30 – 9.30 – 11 – 18.30 GHEDI S. Maria Assunta: Prefestivo: 18.30; Festivo: 7.30 – 9 – 10 - 11 – 18.30 GOTTOLENGO Ss. Pietro e Paolo: Prefestivo 20.30; Festivo 8 – 9.30 – 11 - 18 ISORELLA S. Maria Annuciata: Prefestivo: 18.30; Festivo: 7.30 – 10 – 18.30 LENO Ss. Pietro e Paolo: Prefestivo 18.30; Festivo: 7.30 – 9 – 10 – 11 – 18.30 LOGRATO Ognissanti: Prefestivo 18; Festivo 7.30 – 9.30 - 11 – 18 LUDRIANO S. Filastio: Prefestivo 18.30; Festivo 8 – 11 – 18.30 MACLODIO S. Zenone: Festivo: 8 – 10.30 – 18 MAIRANO S. Andrea apostolo: Prefestivo: 18.30; Festivo: 8.30 – 11 – 18.30 MANERBIO S. Lorenzo: Prefestivo: 18.30; Festivo: 7 – 8.30 – 10 - 11.15 - 18.30 MEZZANE DI CALVISANO S. Maria Nascente: Festivo: 7.30 - 10.30 . 18 MILZANELLO S. Michele Arcangelo: Prefestivo: 18; Festivo 7.30 - 10.30 - 18 MILZANO S. Biagio: Prefestivo: 18; Festivo: 8 – 10 – 18 MONTICHIARI S. Maria Assunta: Prefestivo: 18.30; Festivo: 7 – 8.30 – 10 – 11 – 18.30 MONTIRONE S. Lorenzo: Prefestivo: 18.30; Festivo: 7.30 – 9.30 – 11 – 18.30

NOVAGLI S. Lorenzo: Prefestivo: 18.30; Festivo: 7.30 – 9.30 - 11.15 – 18.30 OFFLAGA S. Imerio: Prefestivo: 18; Festivo: 8 – 11 ORZINUOVI S.Maria Assunta: Prefestivo: 18; Festivo: 7 - 8.30 - 9.45 - 11 - 17 - 18 ORZIVECCHI Ss. Pietro e Paolo: Prefestivo 18; Festivo: 7.30 – 10.30 – 18 PADERNELLO S. Maria di Valverde: Festivo 18 PAVONE MELLA S. Benedetto Abate: Prefestivo: 18; Festivo: 8 – 10 – 18 POMPIANO S. Andrea Apostolo: Prefestivo 18; Festivo: 8 – 9.30 – 11 – 18 PONCARALE Ss. Gervasio e Protasio: Prefestivo: 18; Festivo 9 – 10.30 PONTEVICO Ss. Tommaso ed Andrea Apostoli: Prefestivo 18; Festivo: 7.30 – 9.30 11 - 18 PORZANO S. Martino: Prefestivo: 18.30; Festivo 8 – 10.30 – 18.30 PRALBOINO S. Andrea Apostolo: Prefestivo: 17.30; Festivo 8 – 10 – 17.30 QUINZANO D’OGLIO Ss. Faustino e Giovita: Prefestivo 18.30; Festivo: 7.30 – 9.30 – 11 – 18.30 REMEDELLO SOPRA S. Lorenzo: Prefestivo 18.30; Festivo: 8 – 10.30 – 18.30 ROCCAFRANCA Ss. Gervasio e Protasio: Prefestivo: 18.30; Festivo: 8 - 10 - 18.30 RUDIANO Natività di Maria Vergine: Prefestivo 18; Festivo 7.30 – 8.30 – 9.30 – 10.45 – 18 SAN GERVASIO BRESCIANO Ss. Gervasio e Protasio: Prefestivo: 18.30, Festivo: 7.30 – 10.30 – 18.30 SAN PAOLO S. Paolo Apostolo: Prefestivo: 19; Festivo: 7.30 – 10.30 – 18.30 SCARPIZZOLO S. Zenone: Prefestivo: 18; Festivo 9.30 SENIGA S. Vitale: Prefestivo: 18; Festivo 8 – 10.45 TRENZANO S. Maria Assunta: Prefestivo 18; Festivo 8 – 9.30 – 11 – 18 URAGO D’OGLIO S. Lorenzo: Prefestivo 18; Festivo 7.30 – 9.30 – 11 –18 VEROLANUOVA S. Lorenzo: Prefestivo 18; Festivo: 7.30 – 9.30 – 11 – 18 VEROLAVECCHIA Ss. Pietro e Paolo Apostoli: Prefestivo: 18; Festivo: 7.30 – 9.30 – 11 – 18 VIGHIZZOLO S. Giovanni Evangelista: Prefestivo: 19; Festivo 8 – 10 – 18 VILLACHIARA S. Chiara: Prefestivo: 18; Festivo 11 - 18 VISANO Ss. Pietro e Paolo: Prefestivo: 18.30; Festivo: 7.30 – 10.30 – 18.30

IL PROSSIMO NUMERO USCIRÀ IL 18 GENNAIO 2012



La Voce della Bassa bresciana 2011 12