Issuu on Google+

La Voce

n.

1

della Bassa Bresciana WWW.LAVOCEDELPOPOLO.IT

MENSILE D'INFORMAZIONE

ANNO II - GENNAIO 2011

Editoriale

Gambara. Con la convinzione che la qualità è una condizione indispensabile

L’agricoltura è sempre un settore trainante Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in Abbonamento Postale - 70% - LO/BS

Gli inevitabili saliscendi del mercato non possono far dimenticare che la Il servizio coltivazione della terra e l’allevamento sono in prima linea nella a pag. 7 comunità ai confini della provincia. Molte le sperimentazioni in atto Inchiesta

“Botteghe” di qualità I piccoli esercizi commerciali che per lunghe stagioni sono stati parte del tessuto connettivo di tante comunità stanno vivendo da tempo grandi difficoltà. Finalmente si pensa a tutelarli

Il servizio a pag. 2-3

Dello

Economia

Una bella notizia per chi ama viaggiare veloce in internet

Beppe Rocca. Un successo che dura da cinquant'anni

ttpag. 11

tt pag. 15

Vivere in centro storico di Adriano Bianchi

Chi in un centro storico ci è nato e vissuto come me per lungo tempo forse mi capirà. Vivere in centro è un po’ come vivere il meglio del cuore di una città, di un paese, di una comunità. Se ne respira la storia, l’arte, l’armonia tra passato e presente nelle case e nei monumenti. Si percepisce una prossimità che si gioca nelle strade, nei cortili, nelle botteghe, nelle chiese. Alimenta l’anima degli abitanti della scoperta di scorci inediti, spesso nascosti alla maggioranza dei passanti distratti. Gode del cammino tra la gente e, nell’intrecciarsi delle vie e delle piazze, delle sue chiacchiere soprattutto nei giorni di mercato. Sente, dettata dal rintocco delle campane, la gioia degli eventi che fanno la storia della comunità nelle feste e la tristezza nei giorni del lutto. Vive il silenzio della sera quando anche qui tutto tace. Forse è poco o forse è molto. Prendetela come una dedica ai nostri centri storici, oggi in difficoltà. Strappati ormai nella dialettica tra pedonalizzazioni e traffico soffocante; incremento del commercio e concorrenza dei centri commerciali; cura dell’arredo urbano e accessibilità per tutti; invecchiamento della popolazione e canoni di affitto troppo alti per chi vorrebbe metter su casa. Il dibattito sui centri storici appassiona. È per questo che l’inchiesta di questo primo numero del 2011 de “La Voce della Bassa Bresciana” cerca di evidenziare le risorse e i nodi che riguardano molte realtà del nostro territorio. La speranza è che nei nostri centri storici torni la vita. Ne va quel senso di appartenenza che non ha caso i nostri padri ci hanno consegnato anche dal punto urbanistico. Un patrimonio comune per sentirci sempre più parte di una comunità.

&21/$)2508/$

35(127$35,0$

*5$1',9$17$**,3(5/(9$&$1=((67,9( 6848$/6,$6,'(67,1$=,21( (6(03,2%$0%,1,*5$7,61(6681',5,772),662

*+(',9LD;;6HWWHPEUH7HOZZZUHGHVLGHULRYLDJJLLWUHGHVLGHULRYLDJJL#OLEHURLW


2

La Voce della Bassa bresciana gennaio 2011

Sito: www.lavocedelpopolo.it

Primo piano

Una presenza ancora viva Nonostante tutto la Bassa bresciana da questo punto di vista è abbastanza fortunata. Basta attraversare in auto alcuni dei suoi centri grandi e piccoli per vedere come sia ancora considerevole il numero dei piccoli esercizi commerciali presenti. Certo, rispetto al passato, è magari cambiata la loro tipologia. Ma ancora resistono; la piazza di Orzinuovi è un esempio lampante anche se i problemi non mancano e le difficoltà sono sempre più consistenti. Importanti riconoscimenti a chi tenacemente difende il suo esercizio commerciale arrivano anche dalla Regione che da qualche anno ha istituito il premio per i negozi storici individuandone un buon numero anche nella Bassa.

Società. I negozi nei centri storici: una scelta coraggiosa che anche le istituzioni devono sostenere

Recuperare la vecchia bottega dove passava la quotidianità Non erano, come non lo sono oggi, solo punti di acquisto. Nel piccolo esercizio commerciale passava la vita della gente, nascevano e si rinsaldavano quei legami del buon vivere a cura di Massimo Venturelli

Quello della qualità della vita è diventato, soprattutto negli ultimi tempi, un argomento su cui abbondano le analisi ma fanno difetto le sintesi. Una tesi largamente sostenuta è che oggi il poter vivere in un piccolo centro piuttosto che in una grande città sia, per la qualità della vita, un bel vantaggio. Tutto vero: un piccolo centro consente ancora (forse) la creazione di quella rete di relazioni sociali, di rapporti di buon vicinato indispensabili per il vivere bene. Molti altri sono i fattori che vanno elencati fra le note

positive del vivere nei piccoli centri. C’è però un aspettto, non secondario, che qualche problema lo crea: quello della presenza dei servizi. Sempre più frequentemente si legge di proteste di paesi piccoli e piccolissimi per la dismissione di importanti servizi come per esempio, le scuole e gli uffici postali. C’è un altro disservizio che, con la progressiva affermazione della grande distribuzione (che nel Bresciano ha ormai rassunto record europei se non

mondiali di concentrazione, ndr.), è andato facendosi sempre più pesante: quello della chiusura dei piccoli negozi di paese. Sino a qualche anno fa non c’era, anche nella Bassa, paese che non presentasse nella sua via o nella sua piazza centrale piccoli esercizi commerciali in grado di soddisfare tutti i bisogni. Il fornaio, il macellaio, il droghiere, la latteria, la farmacia diventavano il percorso obbligato di una quotidianaità che si alimentava

anche dei rapporti che nascevano in queste botteghe. C’era un legame di familiarità, quasi di mutuo aiuto (chi non ricorda i libretti su cui il panettiere piuttusto che il macellaio annotavano gli acquisti della massaia che poi passava a pagare a fine settimana o a fine mese?) che legava il negoziante al cliente. Nelle botteghe dei centri storici passava tutta la vita di un paese. I tempi sono andati progressivamente mutando. È giunta la stagione che ha forzatamente considerati obsoleti i piccoli negozi a scapito dell'attrattiva dei grandi centri commerciali, capaci, nel volgere di pochi anni, di diventare le nuove piazze di riferimento. Con il progressivo invecchiamento della popolazione qualcuno, però, si è accorto che avere fuori dall’uscio di casa il fornaio semplificava la vita. E così anche le istituzioni che avevano sposato la filosofia dei grandi centri commerciali hanno fatto marcia indietro, prodigandosi in iniziative per recuperare quanto ormai perso o per cercare di dare ossigeno a chi, tenacemente, ogni giorno ha continuato ad alzare la saracinesca della propria attività. Queste pagine sono dedicate appunto a verificare quanto del terreno perduto possa essere recuperato.

Roccafranca. Parlano i piccoli commercianti che nonostante tutto lottano contro la grande distribuzione

Qualità e cortesia: le armi dei negozi nei centri storici Che fine hanno fatto i negozi di paese? Quelle botteghe di una volta dove in uno spazio ristretto si trovavano stipati gli articoli più disparati e la spesa diventava occasione anche per scambiare quattro chiacchiere? Incalzati dal proliferare dei centri commerciali sembrano di giorno in giorno ritirarsi e perdere terreno, messi sotto scacco da prezzi a cui non sono in grado di replicare e con la crisi che incombe. Ma è davvero così? Siamo andati a scoprirlo a Roccafranca, un piccolo comune della bassa dove però, oltre agli ipermercati situati nei più grandi centri confinanti, si trova

anche un supermarket da poco passato in gestione alla catena Italmark. “Si punta soprattutto sulla qualità e la freschezza dei prodotti – afferma la signora Magri, titolare di un negozio di frutta e verdura – oltre che sul rapporto di fiducia che si viene a creare con i clienti. Ad essi offriamo anche servizi mirati, come la vendita di verdure già cucinate e pronte per essere messe in tavola”. Le fa eco il signor Savelli, proprietario della storica drogheria in via Pesa: “Abbiamo una piccola clientela fissa ed affezionata. Ad essa si aggiunge chi, per fare una spesa di pochi articoli, preferisce la comodità del nego-

zio, magari perché già in centro per altre commissioni,. Resta il fatto che, se dovessimo pagare l’affitto, l’attività non sarebbe sostenibile”. Punta sulla fidelizzazione della clientela anche la forneria Guagni: “Offrendo prodotti di qualità e venendo incontro alle richieste dei clienti riusciamo a proporre un modello alternativo alla grande distribuzione”. Attenzione alla clientela e alla qualità, e in ogni caso la capacità di “vivere” il paese, di comprendere i ritmi e le abitudini di chi lo abita: è su questi capisaldi che le botteghe di una volta, pur con molte difficoltà , trovano spazio e prospettive per il futuro.


La Voce della Bassa bresciana gennaio 2011

E-mail: bassabrescianavocemedia.it

3

Nel 2010 la Regione ha premiato 2 negozi La Regione Lombardia è da tempo impegnata nella valorizzazione e promozione del commercio di tradizione. Il Pirellone cerca di sostenere il ricco patrimonio di negozi, esercizi, mercati storici presente sul territorio regionale, che rappresentano un reale punto di forza del sistema commerciale lombardo. Nel 2010 ha riconosciuto 28 attività o esercizi commerciali per la loro valenza storica. Nello specifico per la Bassa bresciana sono stati premiati a Milzano “1905 Il Duca Minimo” nel settore ristorazione con somministrazione e a Orzivecchi la “Salumeria salumi e formaggi di Battaglia”: il commercio al dettaglio di carni e di prodotti a base di carne.

Orzinuovi. Sono stati assegnati dei fondi per ristrutturare i locali del centro e sono stati pensati degli eventi

Il cuore della comunità pulsa ancora nel centro storico La posizione strategica tra Brescia e Cremona ha permesso al paese di diventare il distretto più importante della Bassa. Per sostenere i commercianti, il Comune è sceso in campo

di fondi per ristrutturare i locali e organizzando una fitta rete di eventi in collaborazione con le associazioni di categoria, i sindacati e la Pro loco. Così sintetizza Gianfranco Antonelli, responsabile del settore commercio della cittadina orceana: “Bisogna lavorare su due filoni: da una parte migliorare la promozione e la presentazione del prodotto, dall’altra bisogna difendersi dalle operazioni strategiche dei grossi centri commerciali. Per questo bisogna rendere più vivibile il centro storico, facilitandone l’accesso: l’Amministrazione ha completato la sistemazione del piazzale antistante la Rocca di San Giorgio con la creazione di un parcheggio sotterraneo dando la possibilità a chi si presenta a Orzinuovi di trovare un facile parcheggio vicino alle due piazze principali”. Se la forza dei commercianti orceani sembra stare in un’offerta di qualità data dal commercio al dettaglio, occorre però lavorare in sinergia, come aggiunge Antonelli: “Qualsiasi iniziativa deve essere organizzata insieme, commercianti e amministrazioni, per allargare l’offerta a un bacino d’utenza più ampio, unendo all’aspetto commerciale quello turistico e culturale che può offrire la città”.

di Elisa Bassini

L’elegante passerella di negozi e bar di piazza Vittorio Emanuele e la posizione strategica a metà tra Brescia e Cremona sono due degli ingredienti che hanno reso Orzinuovi il distretto commerciale più importante della Bassa. Eppure la concorrenza della grande distribuzione getta non poche ombre sul destino delle attività storiche, accerchiate dai centri commerciali che spuntano un po’ ovunque nei paesi limitrofi. Per sostenere i commercianti del centro, l’amministrazione comunale è intervenuta con l’assegnazione

Borgosatollo. Uno svizzero, emigrato in America per cercare fortuna, tornò in Italia e aprì una ferramenta

Quando il commercio diventa un servizio alla popolazione Sono passati molti anni da quando uno svizzero, emigrato in America per cercare fortuna, è tornato in Italia stabilendosi nel centro di Borgosatollo, in un casolare sotto l’ombra del campanile nel cortile chiamato “Löc del gamber”, aprendo una ferramenta nei primi anni del secolo scorso: una vecchia fattura risale infatti al 1931 portando l’intestazione “Ditta vedova Brioni” quindi quando il negozio era già avviato da alcuni anni. Felice Visini, conosciuto da tutti come “Americano”, soprannome che ha dato poi il nome al negozio,

si è poi sposato con la bisnonna degli attuali gestori. Giovanni e Geltrude Febbrari, figli di Giulia, continuano ora l’attività iniziata quasi cento anni fa. Il negozio si è trasferito da una decina di anni in una struttura di fronte a quella esistente pur rimanendo nella piazza del paese, nella via Castello. Negli ultimi anni, con la grande distribuzione, il calo dei clienti si fa sentire in particolare nei piccoli centri come Borgosatollo. Un altro problema è dato dalla viabilità: il centro si è chiuso in sé

stesso a causa dei sensi unici e la mancanza di parcheggi. “Ma – spiega Giovanni – portare avanti questo tipo di commercio ‘al minuto’ non è solo un fatto commerciale, ma è anche un servizio che si fa alla popolazione: quello del negozio sotto casa che è ancora quello più apprezzato dalla gente, soprattutto quella di una certa età. Finché si continua a guadagnare quel tanto che permette di avere uno stipendio si va avanti”. Ora la speranza è quella che i figli possano continuare questa esperienza ultragenerazionale.


Graphics: Penelope srl Manerbio

A San Valentino riscalda il tuo cuore con un caffè fatto con amore

macchina caffé € 65 + 100 cialde € 33 + servizio pronto intervento gratuito

NUMERO VERDE 800.263180 Ororo by DBM: Via Toscana n°16 25025 Manerbio (BS) Tel. +39 030 9380520 Fax. +39 030 9384175 www.dbmnextgeneration.it info@dbm2000.it


E-mail: bassabresciana@vocemedia.it

La Voce della Bassa bresciana gennaio 2011

5

SPORT: vinci i biglietti Rugby Brescia-Calvisano

La parola ai lettori

La redazione sportiva mette in palio biglietti omaggio (validi per due persone) per assistere al derby di campionato (serie A1) di domenica 6 febbraio allo stadio San Polo di Brescia fra Brescia e Cammi Calvisano. Affrettati: per partecipare all’estrazione devi spedire questo tagliando entro il 4 febbraio a: La Voce di Brescia, via Callegari 6, 25121 Brescia.

NOME:……………………................... LOCALITÀ:………………………........... COGNOME:……………………........... TELEFONO:………………………..........

L

IL MEGLIO DELLA BASSA

Itticoltura al top Negli anni ‘70 i soci di una acciaieria di Viadana di Calvisano intuiscono la possibilità di sfruttare in modo ecologico l’uso delle acque per il raffreddamento dell’acciaio: creare uno stabilimento di itticoltura all’avanguardia, un habitat ottimale per alcune specie ittiche pregiate. La forza industriale di Agroittica Lombarda consiste in una vastissima gamma di prodotti eccellenti che vanno dallo Storione fresco, alle specialità affumicate fino al Caviale di cui è il primo produttore mondiale. Ha chiuso il 2010, nonostante la crisi, con un considerevole aumento del fatturato.

LETTERE

Un Papa Santo Dio conosce tutto, Dio sa tutto, Dio vede tutto. Questo amava ripetere Karol Wojtyla. Altro che Papa che parlava poco di Dio, come qualcuno ha insinuato. La più grande Riforma che un Papa può fare non è quella curiale, ma quella di rendere visibile “la paternità divina”, una paternità che ogni uomo ha riconosciuto nel volto e nella vita di questo piccolo grande Pontefice. Scrisse una volta il compianto padre Styczen: “Giovanni Paolo II mostra a noi, attraverso il suo fragile corpo, Colui accanto al quale vuole rimanere nel Getsemani, per consolare, insieme a quanti soffrono, Dio a nome di tutti noi. Vuole rendere possibile l’impossibile: cogliere per noi tutti l’occasione perduta dai primi rappresentanti della Chiesa, fra essi lo stesso Pietro. Liberato dalla paura di fronte a chiunque, per amore di Cristo, e a ciascuno di noi in Cristo, porta Questi all’uomo”. Forse una Riforma di questo tipo esigeva, dall’uomo distratto del XX e XXI, non tanto un impegno intellettuale, ma un’apertura di cuore, una capacità di leggere i segni, di leggere l’Invisibile nel visibile, capacità tipica più dell’uomo medievale che, senza saper leggere e scrivere. persino nella rosa o nel giglio, riusciva ad incontrare la Bellezza dell’Eterno. Ecco la ragione delle facili “etichettature” alla maniera pirandelliana: papa mediatico, papa dalle cerimonie trionfalistiche, Papa dei raduni pop. Miopi e ciechi, ci siamo fermati sulla soglia, ci siamo fermati alle apparenze, non ci siamo accorti che, in quei gesti e in quelle parole, persino in quelle celebrazioni, oggi guardate con aria di sufficienza, o in quelle Gmg, si rendeva manifesto il Mistero di Dio. Forse non crediamo abbastanza che “Dio è tutto in tutti” e che l’umano, tutto l’umano, è abbracciato dal Mistero. Lo, ammetto, lo disse un giorno anche lui, Giovanni Paolo non era un professore di teologia, non sarà mai celebrato come uno dei più grandi pensatori cattolici, almeno da una parte dell’intellighenzia. Chi, in questi anni non si è fatto guidare da stereotipati clichè, sa bene che, quando Karol Wojtyla scrive di Maria, è come se fosse davanti a Lei, come se fosse nello stesso luogo in cui

IL PEGGIO DELLA BASSA

Divorata dal cemento Uno studio promosso da Legambiente Lombardia conferma come la Bassa sia a livello regionale il bacino più penalizzato sul fronte delle aree agricole sacrificate al cemento. Nel periodo tra 1999 e 2007, nei 109 Comuni che formano la fascia della pianura e della collina in provincia, sono stati urbanizzati 5.800 ettari di suolo agricolo: le macchie di cemento sulla campagna sono cresciute al ritmo di quasi 15 metri quadri al minuto. I paesi in cui il consumo di suolo sta crescendo più rapidamente sono quelli della zona a sud-ovest del capoluogo, da Offlaga a Castrezzato passando per Travagliato e Azzano.

Giornali della comunità

Radio Voce “100% Brescia” è la trasmissione in diretta dal lunedì al venerdì dalle 14 alle 15 dedicata al mondo delle Rondinelle. Oltre al Brescia Calcio, segui ogni domenica con “Diretta Sport” l’intero campionato del Montichiari con collegamenti dal Menti e in trasferta. Spogliatoi anche di Rodengo Saiano, Lumezzane e Feralpi Salò oltre al Brescia.

“La Voce di Calvisano”: è il titolo del giornale della comunità di Calvisano. La copertina riprende il numero di dicembre dedicato interamente alla Nascita di Gesù Bambino. Il sottotitolo della pubblicazione recita così: una comunità in dialogo. Vuole essere strumento di comunicazione e riflessione.

fm 88.3 88.5 Brescia e Provincia

Lei parla, agisce, come se fosse “parte di quell’Evento”, non osservatore esterno. Spesso mi pongo una domanda: lo abbiamo aiutato? Lo abbiamo sostenuto e difeso nel suo Annuncio? Ci siamo fidati di lui? Abbiamo mai fatto lo sforzo di ascoltarlo? Di divulgarne il pensiero? Oppure, chiusi nella nostra autoreferenzialità e nella nostra autosufficienza provinciale, dopo averlo “incapsulato” dentro il ruolo del Papa showman, abbiamo trovato l’alibi per non compiere la fatica di seguire lui che ci stava conducendo a Dio, ci faceva conoscere Dio, ci illuminava sulla vita, sulla sofferenza, persino sulla morte? Abbiamo prestato attenzione alla sua rivoluzionaria “Teologia del corpo”, attraverso la quale indicava all’uomo moderno la via per non “banalizzare la sessualità”? Secondo il card. Scola, il prof. Weigel e altri ancora, no. La beatificazione di Giovanni Paolo II è donata a noi da Benedetto XVI, perché, in un tempo di sfide per la Chiesa e l’umanità intera, possiamo riscoprire la straordinaria figura e il luminoso magistero del suo grande predecessore. Carmela Randone

Quanto viene pubblicato in queste pagine è da attribuirsi unicamente alla responsabilità dei firmatari delle lettere. Nelle lettere è necessario indicare in modo leggibile nome, cognome, indirizzo e numero di telefono di chi scrive per renderne possibile l’identificazione. La redazione si riserva il diritto di sintetizzare, senza alterarne il senso, i contributi ritenuti troppo lunghi (massimo 1500 battute). La pubblicazione di una lettera non implica la condivisione del suo contenuto da parte della direzione del giornale. Non saranno pubblicate lettere già apparse su altri organi di stampa. Scrivete a “La Voce della Bassa bresciana”, via Callegari, 6 - 25121 Brescia o via mail a bassabresciana@vocemedia.it.


La Voce della Bassa bresciana gennaio 2011

E-mail: bassabresciana@vocemedia.it

Gambara

Il "Lunare Gambarés 2011" Nel "Lunare Gambarés 2011" firmato da Ferruccio Mor, rivive un mondo che va perdendosi. Sara Corti, presidente dell'Avis che edirta la pubblicazione, commenta che l'inziativa intende stimolare i più giovani “per far nascere in loro la voglia di iscriversi fra i donatori di sangue". La curiosità è stimolata in aneddoti del passato e da immagini rare come le foto realizzate nel 1890 e nel 1891 con attrezzi d'epoca, da Ettore Mettica, documenti di vita contadina di 120 anni fa. Nel "Lunare" mesi e giorni evidenziano le date importanti e il concorso "Arte, persone, mestieri, lavori tipici o attuali del paese" i cui risultati saranno presentati nel programma della festa della Madonna della Neve ai primi d'agosto.

Economia. È ancora uno dei settori trainanti della realtà della comunità locale

Agricoltura in prima linea di Franco Piovani

Gambara, territorio nell'estremo Sud del Bresciano che si raggiunge fendendo il nebbione tra filari decorazioni di brina, per approdare al lembo di terra incuneato tra Cremonese e Mantovano da cui assimila tradizioni che rimandano alla ruralità. Come la festa di Sant'Antonio, nel cui nome al Corvione s’è radunato il popolo della campagna per il rito religioso in onore del patrono delle mandrie, ed il convivio in palazzo Mettica, concluso al calore del grande falò nel piazzale della Madonna della Neve con cornice di folla che freddo e galaverna non hanno fatto disertare. L’agricoltura rimane settore primario dell'economia pur fra alti e bassi del mercato motivo di preoccupazioni e lamentele. Se ne parla con Beppe Dotti, mentre si forma capannello con Pierangelo Trebeschi, Aldo Cavagni, Luigi Castellucchio, Alessandro Ferrari, Sergio e Giuseppe Minuti. Ognuno è impegnato in un settore specifico dai bovini e suini, agli avicoli, ai cunicoli e quant'altro forma la fauna degli allevamenti intensivi. Tutti fermi nel principio della traccibilità dei prodotti, problema attuale ribadito anche negli interventi di Lorenzo Bazzana, dirigente centrale della Coltivatori Diretti, nato da queste

parti, il quale non manca occasione per consigliare prodotti nostrani datati e sui quali è chiara e semplice l'indicazione della zona di provenienza. Nel discorso rientrano alcune realtà locali per certi versi sorprendenti. È il caso di Ambiente Naturale, azienda estesa su 10 ettari coltivati ad ortaggi, fatta eccezione per carciofi e cardi, attiva dal 1993, a conduzione famigliare che occupa Ettore Tiziano, i suoi tre figli e la moglie Maria Rosa Ghiringhelli. L’impresa è controllata e certificata, coltiva a pieno campo

7

applicando metodi biologici per ottenere prodotti genuini e salutari non contaminati da anticrittogamici chimici. Una realtà agricola diversa rispetto alla consuetudine com’è quella alla cascina Finiletto di Achille Zava dove si trova l'unico allevamento di Chianine, 150 bovini dal mantello candido per la produzione di carne, trasferiti dalla toscana val di Chiana, con l'obiettivo di diversicare la produzione nella ricerca di nuove strade per un’agricoltura nella quale abbiano ad aprirsi nuovi orizzonti.

L’attività del centro parrocchiale Il Centro parrocchiale aggrega giovani e adulti in un “attività incredibile”. Tiziana Panigara, sindaco, commenta l'apporto alla vita del paese dell'organizzazione espressa in ambito parrochiale con dinamismo e puntualità. In sintonia quindi autorità religiosa (parroco, don Luciano Macchina, direttore del Centro, don Giovanni Rizzi) e civica questa impegnata sull'assetto del territorio nel quale le attese sono rivolte alla Provincia per il completamento del quarto lotto della tangenziale che toglierà il traffico pesante dal centro urbano. Interesse accentuato è posto nelle attività produttive che hanno punto di forza nella Luca's Moda della Boglioli Spa per l'abbigliamento medio alto. L'azienda occupa 200 dipendenti, dispone di 550 punti vendita nel mondo. Mario Boglioli, presidente della società, è il sarto della Formula Uno e dei vip; ha vestito Nicolas Sarkozy, Bill Clinton, Rolling Stones, Flavio Briatore, Roberto Mancini. Il 2011 è segnato come periodo di ulteriore espansione, mentre altre prospettive sono riposte nella Metal Sistem di Rovereto, scaffalature metalliche, cui sono assegnati 100 mila metri quadrati d'area per un nuovo stabilimento. Intanto in comune il lavoro è proiettato alle date del 19 e 20 marzo con la Fiera di San Giuseppe, per l'agricoltura ed il commercio nel cui programma s'inserisce la presentazione dell'impianto fotovoltaico al Corvione in suolo pubblico di 35 mila metri quadrati. "Sarà un complesso costruito per mille mega in grado di alimentare l'illuminazione pubblica del nostro paese" afferma la signora sindaco che assegna ruolo importante al volontariato articolato in una quarantina di associazioni per il tempo libero, l'impegno civico, la cultura animata nei programmi della civica biblioteca ed, in particolare nel campo musicale, dai fratelli Andreoli: Arturo direttore del civico corpo bandistico Giuseppe Verdi, e Francesco cui è affidata la corale Santa Cecilia.

Comune. In vigore il nuovo regolamento di polizia municipale approvato il 22 dicembre dello scorso anno

Uno strumento pensato per favorire la convivenza civile Durante la seduta del consiglio comunale del 22 dicembre 2010 è stato approvato il Regolamento di Polizia Urbana di Gambara. Quello approvato è uno strumento che, nel rispetto dei principi generali dell’ordinamento, disciplina i comportamenti e le attività svolte nel territorio comunale al fine di tutelare la convivenza civile, la qualità della vita, la più ampia fruibilità dei beni comuni, la mobilità, salvaguardare la pubblica sicurezza, il decoro ambientale e la convivenza uomo-animale, garantire la prote-

zione del patrimonio artistico e ambientale. Secondo l’assessore alla sicurezza del territorio Eva Lorenzoni: “Questo non vuole essere uno strumento per rimpolpare le casse del comune tramite sanzioni pecuniarie ma rappresenta in primis un prezioso vademecum di educazione civica, la quale importanza sembra ai nostri giorni passare in secondo piano”. “Inoltre – seguita l’assessore – il Regolamento, che soccorrerà all’uopo integrando la Fonte Primaria in caso di lacunosità, consente finalmente alla no-

stra Polizia Locale di dirimere annose controversie in maniera non arbitraria”. Il Regolamento è entrato in vigore nei giorni scorsi e per renderlo maggiormente fruibile e conoscibile il Comune ha pensato alla stampa di copie dello stesso da mettere a disposizione del pubblico affinché ne possa prendere visione in qualsiasi momento, oltre ad avere la possibilità di prelevarlo. Lo stesso documento è stato pubblicato sul sito del Comune e distribuito nelle scuole, per iniziare a sensibilizzare i cittadini del futuro.


8

La Voce della Bassa bresciana gennaio 2011

Sito: www.lavocedelpopolo.it

Bassa occidentale

Pompiano: un corso di autodifesa per donne Il Comune di Pompiano, in collaborazione con la provincia di Brescia e il Comune di Chiari, offre il suo patrocinio a un’importante iniziativa, che va ad interessarsi di un problema troppo spesso sottovalutato: quello della violenza sulle donne. Proprio per contribuire a farvi fronte è stato pensato esclusivamente al femminile un corso di autodifesa che inizierà il 6 febbraio per concludersi il 13 marzo. Il corso è gratuito e si svolgerà nei locali del palazzetto dello sport di Chiari in via Lancini, per parteciparvi è necessario solamente essere munite di certificato medico di sana e robusta costituzione. (f.u.)

Giornata della memoria. Tante le iniziative programmate a Urago d'Oglio, Rudiano e Villachiara

Per non dimenticare l’Olocausto di Francesco Uberti

San Paolo riflette sull'intercultura Ribaltando il classico detto “tutto il mondo è paese” La parrocchia di San Paolo, in collaborazione con l’oratorio, il comune e la cooperativa sociale “Agoghè” organizza un ciclo di incontri formativi riguardanti l’intercultura intitolato “Ogni paese è mondo”. Tenuto dalla dottoressa Pedrali, il corso si articola su tre lezioni: dopo la prima dedicata all’intercultura, tenutasi lunedì 17 presso l’auditorium delle scuole medie, si passerà, lunedì 24

M&B Alcune nostre offerte valide dal 26 gennaio al 5 febbraio 2011

• Nelsen Piatti

€ 1,60

€ 0,99

• Prosciutto cotto Casa Modena nostrano al Kg € 20,90

€13,90

• Pasta Barilla gr 500 € 0,79

€ 0,63

M&B di Moretti M. e Boldrini G. Via Palmiro Tavini, 4 - Gambara Tel. 030 9567508

gennaio alle ore 20.30 alla scuola materna, ad analizzare stereotipi e pregiudizi. L’ultimo incontro, lunedì 31 gennaio, sarà invece dedicato ell’esplorazione di culture e religioni diverse da quella cattolica. L’iniziativa si propone di fare chiarezza riguardo ad alcune paure legate alle relazioni sociali ed economiche con le persone extracomunitarie, paure particolarmente avvertite nel difficile periodo che la nostra società sta attraversando.(f.u.)

Relazioni esterne e comunicazione LGH - MRadv.it

Giovedì 27 gennaio si celebra la giornata della memoria e fioriscono numerose le iniziative per ricordare lo sterminio degli ebrei attuato durante la seconda guerra mondiale dal regime nazista in Germania. Si comincia a Villachiara proprio giovedì sera, quando alle 20.30 nella sala civica intitolata ad Angelo Zani verrà proiettato il lungometraggio realizzato dagli alunni della scuola primaria di Borgo San Giacomo “Il pane della memoria”, per la regia di Giacomo Andrico. La proiezione sarà preceduta dagli interventi del sindaco Elvio Bertoletti, del parroco don Francesco Bertoldi, dello storico dell’arte prof. Consolandi e del dirigente scolastico dott. Lamponi. Iniziativa simile ad Urago d’Oglio dove, sempre giovedì 27, verrà proiettato alle 20.30 nella sala consiliare di piazza Marconi il film di Roman

Polanski “Il pianista”, mentre fino a mezzanotte sarà possibile trovare nella sala civica di viale Roma un’esposizione di libri intitolata “Leggere la Shoah per non dimenticare la Shoah” con titoli pensati per tutte le età riguardanti la tragedia dell’Olocausto. Concludiamo la rassegna delle iniziative segnalando la serata organizzata a Rudiano in collaborazione tra il comune e l’istituto comprensivo: venerdì 28 gennaio alle ore 21, presso l’auditorium della scuola primaria in via De Gasperi si potrà assistere a “Serve alla memoria. Miei cari, cari, cari…”, la lettura di alcune lettere che Louise Jacobson, una ragazza ebrea di 17 anni morta in campo di concentramento ad Auschwitz nel 1943, scriveva a parenti ed amiche descrivendo l’orrore vissuto. Le letture saranno intercalate da brani musicali della tradizione ebraica o delle colonne sonore di capolavori cinematografici sull’Olocausto (La vita è bella e Schindler’s list) eseguiti dal trio “Luca Marenzio”.

Nei nostri Comuni oltre il 70% di rifiuti riciclati.

ra u t a la n ci sta a

e i z a r g La scelta delle Amministrazioni Comunali e l’attenzione di tutti i cittadini alla Raccolta Differenziata Globale hanno permesso di raggiungere un grande risultato. Continuiamo insieme a migliorare la qualità dell’ambiente e della vita: con la raccolta differenziata si riduce al minimo il rifiuto indifferenziato. E la natura ringrazia.

www.cogeme.net


La Voce della Bassa bresciana gennaio 2011

E-mail: bassabresciana@vocemedia.it

9

Barco di Orzinuovi. Dal 2 febbraio Selichot, un nuovo ciclo di conferenze dedicata agli studi sull'ebraismo

Sei incontri per approfondire la conoscenza della Genesi Il percorso sarà affrontato dalla studiosa del pensiero guidaico Claudia Milani. Saranno analizzati diversi episodi del primo libro del Vecchio testamento di Francesco Uberti

Per il quinto anno consecutivo, nella frazione di Barco di Orzinuovi, viene organizzata una manifestazione dall’elevato profilo culturale, che rende il piccolo centro della bassa capitale bresciana degli studi sull’ebraismo. Stiamo parlando di Selichot, un itinerario alla scoperta della cultura e della religiosità ebraica promosso dall’omonimo gruppo culturale e coordinato da don Antonio Lanzoni. Si tratta di una serie di otto incontri che si terranno tra il 2 febbraio e il 6 aprile con cadenza settimanale, eccezion fatta per l’ultima settimana di febbraio e la seconda di marzo, nella sala della parrocchia di Barco alle ore 20.30. Il corso, svolto in collaborazione con il Museo della stampaCasa degli stampatori di Soncino, si concentra quest’anno sull’analisi, dal

Don Antonio Lanzoni

punto di vista ebraico, del libro della Genesi, analisi condotta dalla studiosa del pensiero giudaico Claudia Milani. Verranno di volta in volta presi in esame e gli episodi della creazione, della cacciata dal giardino dell’Eden, di Caino e Abele e del diluvio universale; nella serata del 9 febbraio, invece, verrà presentato il libro di Francesco Capretti, insegnante di religione

impegnato in diverse organizzazioni ecumeniche, intitolato “La Chiesa italiana e gli ebrei”. Proprio quest’ultimo, uno degli organizzatori della manifestazione, racconta un po’ della storia dell’iniziativa: “Gli incontri si svolgono a Barco poiché nel 1496 alcuni stampatori ebrei della famiglia Soncino, che presero il nome dalla cittadina cremonese ove si stabiliro-

no, pubblicarono lì un volume di preghiere penitenziali dette Selichot. Da questo volume ricava il nome l’associazione e l’iniziativa che viene portata avanti: nei primi due anni il principale argomento degli incontri è stato lo studio delle fonti ebraiche. Dapprima la Torah, la legge degli ebrei, e il Talmud, il suo commento, sono stati analizzati da Paolo De Benedetti; mentre l’anno successivo ci si è concentrati sulla riflessione del popolo di Israele riguardo alcuni temi cardine della fede quali il peccato, il male e il Messia. Il terzo anno è stato invece dedicato al confronto tra cristianesimo ed ebraismo, sia per quanto riguarda la relazione tra Antico e Nuovo Testamento, sia per i rapporti tra le prime comunità cristiane e la realtà giudaica. Dallo scorso anno, invece, è iniziata una nuova fase dei nostri studi, cioè l’esegesi di un singolo libro della Bibbia visto in ottica ebraica: il primo ad essere scelto è stato il libro di Giobbe, trattato in massima parte da un allievo di Rav Giuseppe Laras, figura di primissimo piano del mondo ebraico italiano e intenso fautore del dialogo tra ebrei e cristiani”. Una proposta di grande spessore dunque, questa di Selichot, un gioiello uscito dallo scrigno prezioso della bassa, come quel volume di preghiere penitenziali stampato a Barco dai Soncino sul finire del Quattrocento.


10

La Voce della Bassa bresciana gennaio 2011

Sito: www.lavocedelpopolo.it

Bassa centrale

Montirone: con l'Age riapre la materna L’associazione genitori cattolici di Montirone, in collaborazione con le Suore ancelle della carità, con la parrocchia e l’appoggio dell’amministrazione comunale ha inaugurato e riaperto, dopo 25 anni di chiusura, una scuola dell’infanzia di ispirazione cattolica. Fra i testimoni di questa giornata inaugurale c’erano mons. Mascher, che ha celebrato la funzione religiosa e ha benedetto i locali della scuola, la madre vicaria Rosaria Rizzi che ha tagliato il classico nastro, l’assessore Provinciale Giorgio Prandelli e il sindaco, Francesco Lazzaroni."È stato un percorso molto difficile – hanno sottolineato i genitori – . Ma alla fine siamo riusciti a raggiungere l'obiettivo."

Capriano del Colle. Primi apprezzamenti per un servizio partito in forma sperimentale all'oratorio

L’“Aquilone” vola sempre più alto di Maria Teresa Marchioni

L’asilo nido “Aquilone” di Fenili Belasi è decollato. Solo lo scorso anno il Comune di Capriano del Colle aveva attivato, in forma sperimentale, un servizio di asilo nido e l’esperienza era stata appoggiata dall’oratorio. All’inizio i bambini che frequentavano il nido erano soltanto quattro. Ma entro la fine dell’anno, sulla base delle iscrizioni, i bambini diventeranno dieci. “Abbiamo raggiunto l’obiettivo che ci eravamo prefissati circa due anni fa – ha riferito l’assessore Agostino Carrieri –. Per incrementare i servizi di supporto alle famiglie, questa amministrazione comunale, che fra qualche mese conclude il suo mandato, ha voluto finanziarie e creare questo nuovo servizio per andare incontro alla richiesta delle famiglie”. Il progetto del nido Aquilone è andato in porto anche grazie alla collaborazione con la dirigenza scolastica del distretto di

Leno: sì al piano per il diritto allo studio L’amministrazione comunale di Leno ha approvato, per l’anno scolastico 20102011, il Piano per il diritto allo studio che prevede un investimento di 1 milione 400mila euro. A questa cifra ne vanno aggiunti altri 500mila, che gli amministratori hanno da tempo accantonato per la realizzazione di 10 nuove aule (e relativi laboratori) che dovrebbero trovare posto all’Istituto di istruzione superio-

re Vincenzo Capirola. Il progetto risale a qualche anno fa: ne è testimone un accordo siglato fra Comune e l’allora assessore Mantelli. Tuttavia, ad oggi, il progetto è solo sulla carta. “Mi auguro che si possa intervenire in fretta – è il commento del dirigente scolastico Ermelina Ravelli –, anche per evitare che vada perso il contributo regionale di 150.000 euro destinato alla realizzazione dei laboratori”.

Flero. “Attualmente – spiega Carrieri – la sede del nido è nella sezione non utilizzata della scuola materna della frazione di Fenili Belasi, in via Ungaretti ed è aperto dalle 7.30 alle 18.30”. La sede di Fenili Belasi può ospitare sino ad un massimo di 16 bambini che possono frequentare sia part time, cioè mezza giornata, che a tempo pieno. Naturalmente anche le tariffe mensili sono diverse. Chi sceglie la prima opzione spende circa 320 euro; chi opta per il tempo pieno paga 480 euro. Ad occuparsi della gestione del servizio è la cooperativa “Tempo Libero” di Brescia. “Questo servizio è una scommessa forte che l’amministrazione ha voluto portare avanti anche con un impegno finanziario di notevole entità – ha aggiunto il sindaco Alberto Lussignoli soddisfatto per essere riuscito a realizzare questo progetto che era nell’aria da molto tempo – certa di poter offrire sul proprio territorio un valido servizio a quelle famiglie che in questi anni hanno dovuto rivolgersi a strutture collocate in altri comuni”.


La Voce della Bassa bresciana gennaio 2011

E-mail: bassabresciana@vocemedia.it

11

Dello. Il Comune firma un importante accordo che potrà portare vantaggi a tutto il territorio

Una bella notizia per chi ama viaggiare veloce in internet Anche le frazioni di Corticelle, Boldeniga e Quinzanello, incluse cascine e quartieri periferici, potranno accedere al servizio che avrà costi diversi di Maria Teresa Marchioni

Belle notizie per chi ama viaggiare veloce… in internet. A Dello c’è un’interessante novità: grazie alla convenzione firmata con la ditta Wicoon il servizio internet veloce è stato attivato su tutto il territorio comunale. A comunicarlo è il vicesindaco Francesco Gilberti, soddisfatto per questo accordo raggiunto. “Ora – spiega Gilberti – anche le frazioni di Corticelle, Boldeniga e Quinzanello, incluse le cascine e i quartieri periferici potranno avere accesso alla rete e al mondo che fino ad oggi per troppi era solo un sogno. Questo era uno degli obiettivi del mio assessorato, e sono contento di essere riuscito a concretizzarlo. Ritengo che Internet veloce sia un importante servizio primario

NUOVO SHOWROOM PEUGEOT 25085 GAVARDO (BS) Via Bruni Conter ,3 Tel. 036531474 CENTRO REVISIONI AUTO E MOTO DI TUTTE LE MARCHE TUTTI I GIORNI E SABATO MATTINA

Montichiari (Bs) TEL. 030.961654 - 030.9961184 FAX 030.9961186 e.mail:info@bonoldi.it

per tutti i cittadini orami abituati a lavorare costantemente con il computer”. La convenzione sottoscritta con la ditta Wicoon prevede anche uno sconto del 15% per i residenti nel comune di Dello. Ecco, di seguito, le mosse da fare per poter accedere al servizio. Gli interessati dovranno posizionare un’antenna

sul tetto che, in genere, viene attaccata al palo della televisione. Tale antenna non provoca alcuna interferenza sul segnale televisivo (particolare garantito dai tecnici). Il cavo di rete Lan viene tirato dal tetto all’appartamento fino alla postazione del computer attraverso la canalina Tv. Al momento dell’installazione ver-

ranno configurati tutti i personal computer della casa. E veniamo ai costi. Per l’installazione e l’attivazione del servizio si spendono 150 euro; mentre per quanto riguarda i canoni sono state fissate tre tariffe base residenziali. La prima è di 15 euro al mese per 1Mbs di velocità; chi si abbona alla seconda, spende 24 euro mese ed ha a disposizione 4Mbs di velocità, mentre per 30 euro mensili si può sfruttare la velocità di 7Mbs. “Su questi canoni – tiene a precisare l’assessore Gilberti – i residenti di Dello potranno usufruire di uno sconto del 15%. Per le aziende, invece la proposta parte dai 7Mbs a 39.90 euro al mese fino ad 89.90 euro per i 7M con 1M di banda garantita. Anche qui i costi potranno sfruttare lo sconto del 15%”. Tuttavia, nel caso dell’azienda c’è la duplice opzione. “Chi fa la richiesta di internet veloce per l’azienda – conclude l’assessore Francesco Gilberti – può scegliere un servizio residenziale o viceversa. Non c’è preclusione di nessun tipo”. Chi volesse avere maggiori dettagli sul servizio può trovarli sul sito http://www.wiconn.it/adsl/ProvinciadiBrescia.aspx cliccando su privati/business; oppure può telefonare al numero 030/2077767.


12

La Voce della Bassa bresciana gennaio 2011

Sito: www.lavocedelpopolo.it

Ghedi: percorso di spiritualità per giovani

Bassa orientale

La Zona XII San Lorenzo ha organizzato un percorso di spiritualità diretto ai giovani cristiani del territorio sul tema “Signore insegnami a pregare”. Gli incontri, uno al mese, si terranno a Ghedi nella chiesa di Ponterosso, dalle 20.30 alle 22.30, secondo questo calendario. Nella serata di martedì 7 dicembre si parlerà di Natività, mentre martedì 11 gennaio verrà trattato il tema “Il battesimo di Gesù”. L’incontro successivo è previsto per martedì 8 febbraio e verrà illustrato il tema “La madre del Signore”. Ultimo appuntamento è per martedì 3 marzo e, visto il periodo, si parlerà del significato della Pasqua.

Carpenedolo. Ultimi preparativi per un appuntamento particolarmente atteso dal pubblico

Il Gran carnevale carpenedolese di Federico Migliorati

È una cittadina viva e ricca di eventi, quella dei carpini, che si appresta ad assaporare l’aria frizzante della festa più pazza dell’anno, il Gran Carnevale Carpenedolese che torna in pompa magna il prossimo 5 marzo. L’appuntamento è molto seguito, tanto da essere divenuto tra i più importanti dell’alta Italia sia per il numero di carri presenti (lo scorso anno ben 48) sia per il pubblico che accorre numeroso, attirato dalla varietà ed originalità dei personaggi in maschera. Anche quest’anno saranno presenti gruppi provenienti dalla Lombardia e dal Veneto, con rappresentanze bresciane, veronesi, mantovane, bergamasche e cremonesi. Consolidata è anche la collaborazione con il Comitato dei Carnevali Veronesi che sono presenti da diversi anni con la loro maschera ufficiale, Il Papà del Gnoco unitamente a quella di Castel Goffredo con il Re

Un’immagine del carnevale

La medicina naturale a Ghedi Si conosce sempre poco della medicina naturale. Ametra, la scuola di naturopatia, con il patrocinio del Comune di Ghedi organizza due serate informative sulla medicina naturale. Il primo incontro è in programma venerdì 4 febbraio alle 21 presso la Sala consigliare. Si approfondiscono i seguenti temi: benefici e salute con i funghi; effetti dei funghi sul sistema immunitario; verità scientifiche sui vaccini. Il relatore è la

dott.ssa Stefania Cazzavillan, biologa, spec. genetica, Nutrizionissta, presidente International Mycotherapy Institute. L’11 marzo, invece, tocca al dott. Marcello Perotti, biologo ed esperto nutrizionista sportivo (fra gli altri segue Tania Cagnotto e Nadia Cortassa) che si sofferma su la corretta nutrizione per gli sportivi, i rimedi efficaci contro le allergie e l’importanza degli antiossidanti.

Gnocco. Il Gran Carnevale Carpenedolese vedrà sempre la “grande scalata della cuccagna”, con degustazione di gnocchi (cucinati dal comitato dei volontari) e di frittelle offerte dalle varie fornerie e pasticcerie della città, il tutto annaffiato da buon vino. L’evento affonda le sue radici in tempi lontani e, pur tra difficoltà e periodi di magra vissuti nel corso degli anni, ha conosciuto anche fasi di grande splendore grazie a volontari e operatori del posto ed alla collaborazione con i comuni limitrofi. L’organizzazione della Pro Loco vuole dare nuova linfa ad un appuntamento sentito da tutta la comunità carpenedolese, in stretta collaborazione con le altre realtà che in questi anni si sono prodigate per non disperdere un così grande patrimonio di cultura e tradizione. La grande macchina organizzatrice, a tal proposito, è già in movimento per trasformare al meglio le idee nate dall’abile mente dei volontari, uniti con lo scopo di offrire al pubblico un momento sano di allegria.

Nuova Ti sorprende oltre ogni limite, come i KM ILLI M ITAT I della garanzia Tripla Fiducia e i nuovi motori Euro 5. 5 anni di garanzia, 5 anni di assistenza stradale e 5 anni di controlli gratuiti.

Più la guardi, più ti sorprendi.

Gamma i20

GARANZIA KM ILLIMIT AT I

ASSISTENZA STRADAL E

CONTROLLI GR AT UITI

www.hyundai-motor.it

CONCESSIONARIA

AutoBarbieri

s.r.l.

ISORELLA (BS) Via Brescia 125 - Tel 030 9958286 - Tel e Fax 9958972 g.autobarbieri@libero.it

Gamma i20: consumo urbano/extraurbano/ combinato (l/100 km) max: 8,8/6,0/7,0. Emissioni CO 2 max (g/km): 142. Prezzo promozionale € 8.690 riferito a i20 1.2 Classic 3 porte Euro 4 abbinato a rottamazione. Grazie al contributo delle Concessionarie aderenti. Offerta valida fino al 30/09/2010. Versione fotografata Concessionarie aderenti. con allestimenti speciali. * Per le


La Voce della Bassa bresciana gennaio 2011

E-mail: bassabresciana@vocemedia.it

13

Pro loco. Una realtà da tempo impegnata per la valorizzazione della comunità carpenedolese

Da sei anni al lavoro per dare lustro alla cittadina dei carpini Presieduta sin dalla nascita da Mario Chiari, l’organizzazione ha messo in campo iniziative che hanno saputo valorizzare tanti aspetti di Carpenedolo di Federico Migliorati

La vivacità di una città si denota anche dal patrimonio di associazioni che in essa è presente e Carpenedolo, sotto questo punto di vista, non ha nulla da invidiare a realtà ben più grandi del bresciano e del mantovano. “È opinione comune – afferma soddisfatto Mario Ferrari, presidente della Pro loco – che la nostra città abbia riacquistato il suo ruolo di attrazione grazie al lavoro dell’associazione che dirigo; in soli sei anni di vita essa ha saputo dare il meglio di se stessa per una promozione del territorio dando una visibilità invidiabile alla cittadina dei carpini”. Certo non è stato facile, i momenti di difficoltà non mancano considerando anche una crisi economica, come l’attuale, che non pare terminare mai, “ma la popolazione – continua Ferrari – ri-

Una fotografia d’archivio della Fiera del torrone

conosce il coraggio e la dedizione dei volontari della Pro loco che hanno saputo guardare avanti in una visione moderna all’altezza dei tempi raggiungendo obiettivi ottimali affinché i carpenedolesi potessero riscoprire operosità, aggregazione e cultura popolare”. Il sodalizio cittadino, in pochi anni, ha saputo ottenere l’adesione di oltre mille persone e soprattut-

to il consenso comunitario arrivando al cuore delle famiglie con un’azione di coinvolgimento ed un messaggio di speranza per le giovani generazioni. “Si tratta – afferma il suo presidente – di un patrimonio considerevole testimoniato nei fatti più che nelle parole: la passione ed il desiderio hanno permesso di provare la gioia di essere utili al proprio paese

con un’azione aperta verso l’esterno grazie all’intenzione di unire sinergie da più realtà per far fronte nel modo migliore alle sfide future”. E proprio rispetto alla crisi Ferrari ricorda che “avere a disposizione una realtà autonoma, organizzata con numerose persone disposte a dare molto di se stesse, rappresenta una ricchezza incalcolabile per uno sgravio di incombenze che non potrebbero essere altrimenti supportate. Un’istituzione, come tale è ormai la Pro loco, che continua a rimanere al fianco delle varie e molteplici espressioni del volontariato con un coordinamento umile, rispettoso e costruttivo permette a tutti di crescere ed avere un proprio spazio nella serenità di una piena ed efficace collaborazione”. In chiusura ricordiamo che il consiglio direttivo del sodalizio carpenedolese si compone, oltre che del presidente Ferrari, di Paola Barone come vicepresidente, Cinzia Furiani segretario, Ettore Bosio tesoriere, mentre Valter Chiarini, Giovanbattista Ferrari, Attilio Furiani, Guerrino Gerevini e Giuseppe Marini sono i consiglieri con delega. Tra le manifestazioni organizzate dalla Pro loco vanno citate la Fiera di San Bartolomeo, Non solo novello, il Gran Carnevale Carpenedolese passando per la Fiera del Torrone e le manifestazioni estive.


La Voce della Bassa bresciana gennaio 2011

E-mail: bassabresciana@vocemedia.it

15

Economia L’incontro

Beppe Rocca Titolare di "Casa Rocca" a Bedizzole

Un successo che dura da cinquant’anni Attenzione ai cambiamenti e confronto con sfide sempre nuove Beppe Rocca

di Massimo Venturelli

È da cinquant’anni sulla cresta dell’onda ma l’entusiasmo e la voglia di fare, di sperimentare sono ancora quelli degli anni Cinquanta del secolo scorso quando, per aiutare un amico, si improvvisò cameriere in un ristorante in cui pranzavano le insegnati di una vicina scuola elementare. Sono stati questi, infatti, gli esordi di Beppe Rocca nel campo della ristorazione. Da allora molto tempo è passato e da semplice cameriere è divenuto uno dei nomi più importanti della buona tavola bresciana. La fama non è nata dal nulla. Basta chiedergli di raccontare come Beppe Rocca sia diventato Beppe Rocca per apprendere di una carriera costruita sulla voglia di apprendere, della scuola al seguito di grandi chef, barman, sommelier, grandi professionisti del mondo dell'enogastronomia. Ma la sua è anche la storia di una gran voglia di fare, di non considerarsi mai arrivato anche quando incontestabili successi professionali avrebbero potuto portarlo a considerarsi tale, a tirare i remi in barca. È ancora Beppe Rocca, come accaduto in occasione dell'incontro da cui è scaturito questo ritratto, ad accogliere oggi i potenziali clienti, a trattare con loro la definizione del menù, la sistemazione della location negli splendidi spazi dello storico Palazzo Gambara di Bedizzole, oggi più noto come Ca-

sa Rocca. Dimostra quella vitalità e quella sana ambizione che oggi sembra mancare ai tanti giovani che scelgono la ristorazione come professione. “Un limite dei giovani che oggi scelgono questo campo

è che sono abbagliati dal miraggio del tutto e subito – afferma Beppe Rocca –. Non sembrano avere la pazienza necessaria per costruire la loro carriera”. Quella pazienza che Beppe Rocca ha, evidentemente,

Casa Rocca, tra storia e buona tavola Palazzo Gambara, o Casa Rocca, è una struttura polifunzionale in grado di funzionare anche come centro congressi con la possibilità di ospitare sino a 400 persone nella sala più grande ricavata dalle scuderie. La sua posizione geografica è strategica, poco distante dal Lago di Garda nel pittoresco paese di Bedizzole vicino Desenzano, Brescia, lombardia. La conformazione della struttura stessa e l'ampio parcheggio privato, fanno si che ogni azienda possa trovarvi quell'habitat necessario alla buona riuscita di ogni manifestazione, meeting di lavoro, colazioni di lavoro in una villa d’epoca. Particolare importanza è da attribuire alla presentazione, da parte delle aziende dei loro prodotti; l'esperienza consolidata in precedenti manifestazioni ci permette di garantire tramite la nostra organizzazione la perfetta riuscita

delle giornate dimostrative, mettendo a disposizione gli spazi interni, il grande giardino dell'antico Palazzo e ove vi fosse la necessità l'ampio spazio sempre all'interno della cinta. Il nostro servizio catering è sempre pronto per cene aziendali, allestimento banchetti per ogni esigenza e ricevimenti a Brescia. Palazzo Gambara, dimora storica già denominata Palazzo Calini, sorge nel piccolo borgo di San Vito nella regione meridionale del Comune di Bedizzole. L'architettura del Palazzo si è sviluppata nel corso di tre secoli per opera di illustri famiglie che vi hanno abitato; il conte Carlo Antonio Gambara fece erigere il Palazzo nel XVII secolo, ampliando una costruzione del secolo precedente, di cui sono testimonianza gli stucchi di una sala ed alcuni ambienti verso Ovest appartenuti alla famiglia Appiani.

avuto costruendo passo per passo la sua storia di ristoratore. Diventa difficile, quasi impossibile seguirlo quando si mette a elencare i nomi dei locali in cui ha lavorato prinma di mettersi in proprio. “Nei primi anni della mia carriera, costruita abbinando il lavoro allo studio – racconta –, ho lavorato in tantisismi locali bresciani, imparando alla scuola di grandi professionisti”. È dal 1967 il grande di Beppe Rocca con l’apertura del suo primo locale a Travagliato, seguito l’anno successivo dal primo a Brescia, sui Ronchi. “Sono stati anni – ricorda – di grande lavoro” in cui Rocca è anche arrivato a gestire cinque locali in contemporanea. I decenni che separano il 1970 dal 2000 sono cadenzati dall’apertura di ristoranti che hanno segnato la vicenda professionale e umana di Beppe Rocca. Nel 1970 apre la Bussola a Brescia, nel 1980 il Master sempre in città, nel 1990 il Majestic a Castenedolo e il 2000 Casa Rocca. Recuperata la dimora patrizia adagiata sulle colline moreniche, Casa Rocca, grazie anche al suo patron, è diventata un punto di riferimento per le coppie prossime al matrimonio e per quelle realtà in cerca di un ambiente suggestivo per celebrare momenti e circostanze di particolare importanza. Dal 14 febbraio prossimo, inoltre, Casa Rocca, dal giovedì alla domenica, aprirà anche un ristorante. L'ennesima iniziativa che conferma come Beppe Rocca non corra certo il rischio di adagiarsi sugli allori, preferendo accettare sfide sempre nuove.


16

La Voce della Bassa bresciana gennaio 2011

Sito: www.lavocedelpopolo.it

Made in Italy: ecco la nuova legge “Con l’approvazione della legge ‘Disposizioni in materia di etichettatura e di qualità dei prodotti alimentari’ da parte della Commissione agricoltura della Camera si conclude un iter che ha visto oltre dieci anni di impegno della Coldiretti assieme alle associazioni dei consumatori per assicurare la trasparenza di quanto si porta in tavola”. È quanto ha affermato il presidente della Coldiretti Sergio Marini in occasione della seduta della Commissione agricoltura della Camera per l’approvazione definitiva della legge salva Made in Italy sull’obbligo di indicare la provenienza degli alimenti in etichetta

Agricoltura. Dall’11 al 13 febbraio torna a Montichiari per la 83ª edizione la Fiera agricola zootecnica italiana

Fazi: una finestra sul mondo animale di Gioele Zani

Dall’11 al 13 febbraio 2011, al Centro fiera del Garda, torna la Fazi, la Fiera agricola zootecnica italiana di Montichiari. Per la kermesse dedicata al settore primario del polo fieristico bresciano è la 83ª edizione. Evento clou della rassegna che di fatto inaugura il calendario delle fiere di settore del 2011 sarà l’Open Holstein Show, la manifestazione di carattere europeo dedicata agli allevamenti di Frisona di tutta Europa e organizzata dalle Associazioni Provinciali Allevatori di Verona e Brescia, dall’Associazione Nazionale Frisona Italiana - Anafi, in collaborazione con il Centro Fiera del Garda di Montichiari e Veronafiere, nell’ottica di un’alternanza che vede negli anni dispari il confronto internazionale nel Bresciano, mentre negli anni pari a Verona. Un evento particolarmente sentito

Riflettori accesi anche sulla suinicoltura Riflettori accesi sulla suinicoltura, che ha nel quadrilatero costituito da Brescia, Mantova, Cremona e Lodi una punta avanzata per la salumeria di qualità. La Fiera agricola zootecnica italiana rappresenta un appuntamento per tracciare un bilancio del comparto e impostare la barra del timone sulle politiche di mercato da seguire. La Fiera agricola zootecnica italiana di Montichiari porta nel cuore della pianura padana un evento lungo un

intero weekend in grado di catalizzare l’attenzione del comparto primario, con espositori, convegni ed eventi legati alla meccanizzazione, la mangimistica, le agro-energie, i mezzi tecnici, la veterinaria e la zootecnia da reddito. Fra i temi di interesse per gli addetti ai lavori non possono essere dimenticati gli aspetti della Pac dopo il 2013, il reddito nelle stalle da latte, il rilancio della suinicoltura, le nuove frontiere delle energie rinnovabili.

Agricow con il suo staff composto da collaboratori esperti e competenti propone sempre nuove idee per il benessere delle vacche, ma avendo sempre cura e rispetto della salute e dell’ambiente che le circonda. La tecnologia e l’innovazione, per garantire un continuo e costante miglioramento delle condizioni di riposo e di igiene degli animali, per migliorare le condizioni di lavoro del personale e ridurre i costi di gestione.

Prodotti e servizi Agricow





 

nenqiualità a 5 1 rienza o





pe ervizi e al s e vacch u t e dell

di es

Materassi per cuccette Spazzole elettriche Tappeti e rivestimenti in gomma Raschiatori a corda/fune Alloggiamenti per vitelli Impianti di ventilazione e destratificazione Sistemi di copertura mobile Battifianchi, autocattura, antisoffoco, arla e strutture in ferro Abbeveratoi Accessori e macchinari per la pulizia e la manutenzione delle stalle

AGRICOW S.r.l. - Via Caduti del Lavoro, 88 Loc. Cervo - 25013 Carpenedolo (BS) Tel +39 030 9697658 / 9966557 - Fax +39 030 9983270 E-mail: info@agricow.com www.agricow.com

dai produttori italiani ed europei, dal momento che la partecipazione è diretta e nominativa per ciascun allevamento. Per gli allevatori italiani, inoltre, si tratterà di difendere il titolo, conquistato nel febbraio di quest’anno nel corso di Fieragricola dall’azienda agricola Errera Holsteins di Borgoforte, in provincia di Mantova. Nell’ambito della Fiera agricola zootecnica Italia, ampio spazio sarà assicurato anche ai giovani conduttori dell’Agafi, la sezione appunto junior dell’associazione di razza Frisona. Un momento importante, che coinvolge direttamente nella punteggiatura e la valutazione degli animali i ragazzi degli Istituti Agrari da tutta Italia. Non mancheranno, poi, specifici momenti di valorizzazione delle produzioni made in Italy, con lo stand e gli animali del mondo Aia e Italialleva, chiavi strategiche per promuovere la filiera nazionale e al contempo garantire il consumatore finale sul fronte della provenienza.


La Voce della Bassa bresciana gennaio 2011

E-mail: bassabresciana@vocemedia.it

17

Una produzione apprezzata dagli allevatori Agricow è un’azienda altamente specializzata nella produzione di accessori per allevamenti di vacche curati in ogni dettaglio per garantire il benessere degli animali. Dai materassini in ecolattex per mucche fino ai destratificatori, la linea di prodotti Agricow si caratterizza per l'altissima qualità, frutto di grande passione e competenza. Qualità che è anche garantita da quegli allevatori che hanno avuto modo di mettere alla prova i prodotti dell'azienda di Carpenedolo che, come si legge in questa pagina, proprio quest'anno festeggia i suoi 15 anni di attività.

Zootecnia. Agricow festeggia i suoi 15 anni con un convegno al centro Fiera

Latte: si parla di comfort a cura di VoceMedia Pubblicità

Agricow compie 15 anni e chiama a raccolti i suoi partner principali in un convegno organizzato per l'11 febbraio prossimo presso il Centro Fiera del Garda di Montichiari, dal titolo “Il valore del cow comfort nel benessere della vacca da latte”. Il taglio che Alberto Musicco e il suo staff vogliono dare a questo importante traguardo è molto tecnico e legato all’evoluzione di un mercato che, dopo aver abbandonato le prodezze forse un po’ epiche del venditore imbonitore con tanta eloquenza e personalità, corre verso una svolta tecnica e culturale. Evoluzione che, per quanto riguarda le vacche da latte, si muove nel senso del benessere valutato scientificamente e applicato con rigore. Così, il regalo celebrativo riservato in primo luogo all’affezionata clientela è un aggiornamento tecnico del dottor Luigi Bertocchi, stimato dirigente veterinario presso l’Istituto zooprofilattico

ma anche referente riconosciuto e apprezzato per l’ambito dei bovini da latte, del Centro di referenza nazionale per il benessere animale. “Il futuro del benessere nell’allevamento bovino da latte” sarà la linea guida del suo intervento. Per Agricow un salto che può rivelarsi senza rete, se è vero che nella

CERCHIA MO A CON DEP GENTI O NELLE P SITO R OV. DI BERGAM O E MILA NO

È IMPORTANTE PRENDERE NOTA, vorrei stare fra i vostri indirizzi necessare perchè domani potrei servirvi. Produciamo e commercializziamo prodotti chimici detergenti, sanitizzanti, disinfestanti, disincrostanti e specializzati: - AZIENDE ALIMENTARI (caseifici, latterie, salumifici e cantine vinicole) - AZIENDE AGRICOLE produttrici di latte - allevamenti zootecnici - PISCINE PRIVATE E PUBBLICHE - COMUNITÀ (ristoranti, residences, bar, alberghi) All’occorrenza interpellateci, ve ne saremmo grati e faremo del nostro meglio per servirvi bene anche nel prezzo. Cordialmente salutiamo.

valutazione tecnica i suoi prodotti sono messi in discussione tanto quanto quelli della qualificata concorrenza. Ma soprattutto un passaggio necessario nel momento in cui questa tematica è prossima ad essere normata con un impatto importante, nella valutazione dell’erogazione dei contributi.

Importante valore aggiunto Il valore che Agricow da sempre porta al mercato è che una vacca che vive in ambiente comodo e accogliente, con buone cuccette e una buona pavimentazione, può arrivare a fare un litro e mezzo di latte in più al giorno. Di più, un buon materassino in cuccetta abbassa le cellule, mentre il pavimento in gomma nella corsia di alimentazione aumenta la produttività e soprattutto evita problemi dopo il parto. Parrebbe di fare della facile sintesi giornalistica, eppure tutto è documentato da studi o perlomeno dall'esperienza di alcuni importanti allevamenti. Chi investe in benessere animale, dunque, rientra in tempi più che ragionevoli della sua spesa sostenuta. Del benessere animale, il cow comfort fa sicuramente parte; anzi ne rappresenta uno dei settori più significativi. Ma è anche il pilastro attorno a cui Alberto Musicco ha costruito Agricow, un'azienda che realizza arredi per la stalla. Una delle più note nel panorama italiano, ma ben radicata anche a livello europeo e mondiale, visto che con la sua spazzola ha attraversato l'oceano raggiungendo il Brasile e gli Stati Uniti. Senza dimenticare, sull'altra faccia del globo, il Giappone. Sempre in occasione del convegno celebrativo di Montichiari l’azienda di Carpenedolo presenterà anche la nuova collaborazione di mercato con Milkline, la società di Podenzano che produce sistemi di mungitura con la quale si è costituito un rapporto formale di collaborazione in alcune province italiane, dopo aver percorso insieme percorsi significativi di marketing in giro per l’Europa.


www.greatwall.it - Consumi ciclo combinato: ( l / 100 km) bz 10.3; Gpl 13.8 – Emissioni CO 2 (g/ km): bz 242; Gpl 222

Great Wall Hover 5. Benvenuti a bordo.

2 WuDr y Lux

a€

17.990

*

4 WxDu r y S. L u

Con 28 optional Vantaggio cliente € 3.425 e con soli € 990 impianto GPL BRC

a€

20.990

*

Con 33 optional Vantaggio cliente € 4.100 e con soli € 990 impianto GPL BRC

Acquistabili con Anticipo Zero e Tasso Agevolato del 3,79%. Con polizza incendio/furto e collisione inseribile nel piano finanziario. *Prezzo

più IPT con campagna rottamazione, € 4.100 per la versione Hover 5 4WD S.Luxury e €3.425 per il 2WD Luxury. Ulteriore risparmio sull’ impianto GPL BRC di € 910 cumulato con la rottamazione. Spese finanziarie €300 salvo approvazione della finanziaria. Scade il 30\03\2011 in tutte le concessionarie che aderiscono alla promozione.

ISOCAR W W W. G R E AT W A L L I S O C A R . I T

Un’auto che vale.

BRESCIA

V ia Valcamonica, 14

L O N AT O

V ia Folzone, 1

S A N Z E N O V ia Armando Diaz, 4


La Voce della Bassa bresciana gennaio 2011

E-mail: bassabresciana@vocemedia.it

Giornata della memoria e del ricordo

Cultura

L’associazione culturale Chirone in collaborazione con l’assessorato dalla cultura del comune di Manerbio in occasione della Giornata della Memoria e del Ricordo organizzano gli incontri: “La persecuzione degli ebrei ne bresciano” giovedì 27 gennaio alle 20.30 al Piccolo teatro di Manewrbio. “Le foibe e le tragedie del confine orientale” è il tema della seconda serata in programmazione sempre mercoledì 9 febbraio alle 20.10. In entramgli incontri interverrà il professor Marino Ruzzenenti, storico bresciano. Ingresso gratuito e aperto a tutti.

Sale della comunità Proposte d’essai, divertimento, teatro e lirica per tutti i gusti

Comodi in poltrona di Mauro Toninelli

Nel mese di gennaio le Sale della Comunità della Bassa offrono molti film, tra il recupero delle uscite del periodo natalizio, e le pellicole che hanno qualcosa da dire e da raccontare ancora perché stimolanti e adatti a rendere concreta la ricerca costante di spunti culturali e umani delle Sale della Comunità. Tr a l e d e c l i n a z i o n i c o n c r e t e dell’identità di una Sala della Comunità si trova la potenzialità di convertire le riflessioni teologiche e la dottrina della Chiesa in manifestazioni culturali; con la sua competenza tecnica e di pensiero la Sala sostiene e rende sempre più appetibili e frizzanti le attività ordinarie della comunità. In questo senso si trovano mescolati film di puro divertimento a film che si possono definire d’essai, cioè potremmo dire d’autore e di qualità. Su tutti nella Bassa in questo periodo “Uomini di Dio” nella Sala della Comunità di Aurora di Pavone Mella, sul martirio dei monaci di Tibhirine, o “Senza destino” sempre a Pavone in ricordo della Shoah. L’opera di Lajos Koltai è il racconto doloroso e dettagliato dell’esistenza in un campo di concentramento attraverso lo sguardo di Gyuri, un giovane

19

Un immagine dal film “Uomini di Dio”

ebreo ungherese. Dopo la deportazione del padre, anche Gyuri viene rastrellato sull’autobus che lo sta portando a scuola. Dopo un periodo passato ad Auschwitz, viene poi spostato a Buchenwald, dove viene perseguitato da un kapò ungherese e dove inizia la sua routine di fatica e di dolore: perde i lunghi riccioli neri, dimagrisce progressivamente, spala sassi… Da segnalare anche lo spettacolo teatrale al Gloria di Montichiari “Nella notte un giglio nel campo”

che rientra nell’iniziativa nazionale “I teatri del sacro”: lo spettacolo ripercorre l’ultimo anno di vita nel campo di smistamento nazista di Westerbork della giovane Etty Hillesum ed è basato sulle lettere che dal campo indirizzava a familiari e amici e sul diario che quotidianamente raccoglieva già dall’anno precedente. Sempre al Gloria l’opera lirica “La forza del destino” opera Lirica di Giuseppe Verdi dal teatro comunale di Firenze.

La programmazione IDEAL-CASTENEDOLO Vi presento i nostri: sabato 29 gennaio ore 21; domenica 30 gennaio ore 21.00. IL GABBIANO-GHEDI Megamind: sabato 5 febbraio ore 21; domenica 6 febbraio ore 15.30. Le avventure di Sammy - Il passaggio segreto sabato 12 febbraio ore 21.00; domenica 13 febbraio ore 15.30. L'orso Yoghi: sabato 19 febbraio ore 21.00; domenica 20 febbraio ore 15.30. GLORIA-MONTICHIARI Nella notte un giglio nel campo spettacolo teatrale de "I teatri del sacro": sabato 5 febbraio ore 20.30; Qualunquemente sabato 29 gennaio ore 21.00; domenica 30 gennaio ore 15.00, 21.00; lunedì 31 gennaio ore 21.00. Rapunzel - L'intreccio della torre domenica 7 febbraio ore 15.00, 21.00; lunedì 8 febbraio ore 21.00. Le cronache di Narnia Il viaggio del veliero: sabato 12 febbraio ore 21.00; domenica 13 febbraio ore 15.00, 21.00; lunedì 14 febbraio ore 21.00. The tourist sabato 19 febbraio ore 21.00; domenica 20 febbraio ore 21.00; lunedì 21 febbraio ore 21. Megamind domenica 20 febbraio ore 15.00; La forza del destino di Giuseppe Verdi dal teatro comunale di Firenze: mercoledì 23 febbraio ore 20. AURORA-PAVONE MELLA Senza destino: martedì 25 gennaio ore 20.45; giovedì 27 gennaio ore 20.45. Megamind: venerdì 28 gennaio ore 20.45; sabato 29 gennaio ore 20.45; domenica 30 gennaio ore 15.30, 20.45. Tron legacy venerdì 4 febbario ore 20.45; sabato 5 febbraio ore 20.45; domenica 6 febbraio ore 15.00, 20.45. Le avventure di Sammy sabato 12 febbraio ore 20.45; domenica 13 febbraio ore 15.00, 20.45. Uomini di Dio: martedì 22 febbraio ore 20.45; giovedì 24 febbraio ore 20.45

Una scena del film "Senza destino"

Borgosatollo. Alcune proposte, fra queste un incontro con padre Lino Colosio, ideate da Parrocchia e Comune

In teatro arrivano “Uomini di Dio” e “Il sergente nella neve” Tre proposte culturali realizzate al teatro comunale di Borgosatollo. Venerdì 28 gennaio alle 21 torna il cinema nella comunità con la proiezione del film “Uomini di Dio”, vincitore del gran premio della giuria al festival di Cannes del 2010. Attraverso i silenzi, gli sguardi dei protagonisti, i canti, il lavoro nei campi, la descrizione della paura e gli incontri con la popolazione il regista Xavier Beauvois afferma l’appartenenza a Dio e agli uomini dei monaci. Prima del film ci sarà una presentazione e a seguire

una discussione. Sabato 5 febbraio alle 21 ci sarà la possibilità di continuare la riflessione lanciata con la serata del film incontrando padre Lino Colosio, priore della comunità dei monaci trappisti “Madonna dell’Unione” di Boschi (Mondovì), condividendo l’appartenenza allo stesso ordine monastico di Tibhirine aiuterà a conoscere meglio i protagonisti della vicenda e le scelte da loro intraprese. Queste due serate ad ingresso libero sono proposte dall’amministrazione comunale in collaborazione con la

MARIO RIGONI STERN IL SERGENTE NELLA NEVE

parrocchia di Santa Maria annunciata di Borgosatollo. Ultima serata proposta è sabato 12 febbraio con lo spettacolo “Il sergente nella neve” tratto dal libro omonimo di Mario Rigoni Stern. Al pianoforte Alberto Fiorino alla chitarra e voce Paolo Cavagnini con la voce narrante di Stefano Corsini. Con l’arrangiamento di alcuni brani di De André, De Gregori e Battiato vengono simulati suoni e rumori nella confusione di Nikolayewka. Anche questa serata è ad ingresso gratuito.


DONATELLA CALZATURE di Zanini Donatella

continuano i

SALDI DAL 20% AL 50% ďŹ no al 2 Marzo

Capriano del Colle - Fenili Belasi Via Trento 113 F - Tel 0309748442


La Voce della Bassa bresciana gennaio 2011

E-mail: bassabresciana@vocemedia.it

21

Calcio serie D. A Baresi il Pallone d’Oro

Sport

È andato al centrocampista della Rudianese Alessio Baresi il “Pallone d’Oro”, giunto all’ottava edizione e riservato ai calciatori dilettanti. Se l’è aggiudicato grazie al voto di una giuria di esperti e giornalisti. Per Baresi è stato un 2010 da incorniciare. A giugno ha prima contribuito a riportare il Montichiari fra i professionisti per poi mettersi in luce in questa prima parte di stagione alla Rudianese neo promossa in serie D. Ha vinto a man bassa: ben 107 i voti contro i 74 andati al bomber Marco Romanini dell’Aurora Travagliato. “È una soddisfazione immensa – ha commentato Baresi – a Rudiano ho trovato un gruppo speciale. Vedrete che ci toglieremo delle soddisfazioni”. (m.r.)

Calcio. Terzo anno di vita per l’unico Brescia club della Bassa che può vantare su ben 140 iscritti

A Orzinuovi per tifare Brescia La sede è al Bar Marziano di via Cavour. Il presidente Simonelli: “Tutto nato dalla passione cominciata da ragazzi”. Molte le iniziative programate di Francesco Uberti

È il punto di riferimento per i tifosi delle Rondinelle nella Bassa. Si tratta del Brescia Club Orzinuovi, che da tre anni rappresenta sul territorio un punto di aggregazione e passione. Abbiamo incontrato il suo presidente, Marco Simonelli. Com’è nata l’idea di fondare un Brescia Club? È partito tutto dalla passione di un gruppo di amici per il Brescia, nata da quando eravamo ragazzi e frequentavamo lo stadio. Quando abbiamo saputo della fondazione del Brescia Club di Ponte Zanano, sull’onda dell’entusiasmo, abbiamo pensato di portare quest’esperienza anche a Orzinuovi; tanto più che negli anni passati un Brescia Club già esisteva, ma era da tempo un’esperienza conclusa. Quali sono le principali attività in cui il Brescia Club è impegnato?

I numeri del Brescia club Orzinuovi La passione per il calcio e, in particolare, per il Brescia è contagiosa. Quello di Orzinuovi è uno degli undici Brescia club sparsi sul territorio provinciale affiliati al Centro di coordinamento con sede a Brescia. È, oltre a quello di Chiari, l’unico Brescia Club della bassa occidentale, con sede presso il Bar Marziano in via Cavour 4. Il club è ormai al suo terzo anno di vita, essendo nato nel 2008, e conta circa 140 iscritti di tutte le età, a partire dai 5 fino ai 60 anni. Nelle partite interne della Leonessa si reca solitamente allo

stadio circa il 30% degli iscritti, mentre gli altri possono seguire la squadra dalla sede. Per le trasferte, invece, si muove una decina di fedelissimi. La tessera di adesione viene rinnovata annualmente e la gestione del club è così organizzata: il presidente, carica ricoperta da Marco Simonelli, è affiancato da un vice-presidente, Mauro Petrali, e da un gruppo di consiglieri. Si tratta di: Fabio passeri, Alessandro Giroldi, Lorenzo Costa, Piero Bresciani, GianCarlo Locatelli e Michael Corini. (f.u.)

Innanzitutto, la partecipazione alle partite del Brescia, specialmente a quelle casalinghe. Il club, inoltre, si riunisce una volta ogni due settimane nella nostra sede presso il bar Marziano, per discutere e programmare alcune iniziative. Infine siamo coinvolti nella gestione del Centro di Coordinamento a Brescia, impegno che richiede la nostra presenza una volta al mese. Hai parlato di iniziative: che cosa organizzate? Oltre alla cena sociale, alla lotteria organizzata per autofinanziarci e alla realizzazione di svariati gadgets come t-shirt, cuffie e giubbini recanti i colori del Brescia e il nostro logo, lo scorso anno abbiamo organizzato un quadrangolare per bambini allo stadio comunale di Orzinuovi. Partecipiamo alle iniziative di solidarietà del centro di Coordinamento e offriamo il nostro aiuto durante le manifestazioni organizzate dalle associazioni di volontariato di Orzinuovi. Quali sono gli obiettivi e le aspettative per il 2011? A febbraio parte la nuova campagna di tesseramento, l’obiettivo è di mantenere il numero attuale di iscritti, circa 140, sperando che le prestazioni della Leonessa tornino, dopo un periodo difficile, ad entusiasmare la gente. Inoltre riproporremo sicuramente il torneo per i bambini, sperando di portare il numero di squadre iscritte a sei o a otto.

RITIRO ORO - PAGO CONTANTI

Via Roma, 28 ORZINUOVI Tel. 348 7808491

APERTURA ORE 9.00 - 12.30

Cambi telo - Gazebi - Pergolati in ferro - Zanzariere Tapparelle - Veneziane e porte a soffietto Riparazioni di ogni tipo


22

La Voce della Bassa bresciana gennaio 2011

Sito: www.lavocedelpopolo.it

SERVIZI - NUMERI UTILI EDICOLE Ritira qui la tua copia gratuita AZZANO MELLA: Edicola 273 di Bornati Loredana – Piazza Dante Alighieri 19 BAGNOLO MELLA: La Stella di Padovani Adelina; Edicola Cartoleria - Via Gramsci 110 - tel. 030620238; Edicola Cartoleria di Molteni Clara - Via Leno; Edicola 208 di Montini Orsolina - Via Chiodi 15 - tel. 030620309; Edicola 557 - Via Alpini (trav. Via Europa) (21 luglio ferie); Tabaccheria Castelvecchio di Castelli Vincenzo - Via Solferino 39 - tel. 030620464 BORGO PONCARALE: P. Z. snc - Via Agostino Gallo 10 tel. 3389946336 (negozio frutta e verdura) BORGOSATOLLO: Giovanna Fadini - Tabacchi Edicola - Via Molino Vecchio 1 tel. 0302701148; Bar Edicola Alberti - via Santissima 95 CAPRIANO DEL COLLE: Cartoleria Puntoblu di Agosti Vittorio - Via Garibaldi 7 - tel.0309748169; Edicola 140 di Piazza Benedetta - Via Trento - Fenili Belasi CIGOLE: L’Edicola di Antonio Farina – Via Roma 40 DELLO: Maria Nazarena Anni - Ricevitoria Giornali - Via XI Febbraio 2 FLERO: Sottini e Zola di Sottini Adriano - Via XXV Aprile - Edicola 270 di Meroni Davide - Piazza IV Novembre GHEDI: Edicola 237 di Lombardi Gianluigi - Via Matteotti 3 - tel. 0309033029; Edicola Bresciani Silvana - Piazzetta Donatori di Sangue; Da Luca - Libreria, cartoleria, edicola - Via Garibaldi 16 tel.0309032358; Edicola Cartoleria di Bellini Chiara - Via Zanardelli 1 - tel. 030902804; Edicola Cartolibreria Malanca Massimo - Via 24 Maggio 39 - Tel. 030902646; Tabaccheria L’Oasi di Colosio Lucrezia - Via Brescia 25 - tel.0309031555 GOTTOLENGO: Cartoleria Fioretti Antonella - Via Umberto I 40 - tel.0309951285; Edicola Cartoleria Biazzi Maura - Via V. Emanuele 6 LENO: Edicola 209 G - Leno di Leone Francesco - tel. 0309068876; Bonazza Andrea – Via Brescia 3f – tel.0309067891; Cartoleria Tabaccheria Fantasy – Via Badia 90 g tel. 0309068870 LOGRATO: Cartoleria Edicola Groli - Via G. G. Morando, 20 Tel. 030 978268 MACLODIO: Contessa Lorenzi - Tabaccheria Giornali - Via Roma 23 MANERBIO: Donato Seniga - Tabaccheria Ricevitoria - Via xx settembre 20 - tel. 0309937626 MONTICHIARI: Edicola Gaia di Borzi Enzo Alberto - Via Marconi 26°; Edicola Lorenzi Tiziana Piazza Treccani 4; Edicola Boselli Rosanna - Via Trieste 85; Stringa Antonella – Edicola, cartolibreria, Tabaccheria – Via Mantova 157 MONTIRONE: La Rivista – Rivendita Giornali di Belotti Carlo - Via Borgosatollo 9 a; Edicola 286 di Magna Giuseppe ORZINUOVI: Ferri Flavio - Rivendita giornali e riviste - Piazza V. Emanuele 36; Edicola Fabio di Biatta Fabio – Piazzale Martiri di Nassiria; Capoferri Rosalinda - Giornali - Piazza V. Emanuele 24 - tel. 030941670 ORZIVECCHI: Ghirardi Paolo - Edicola, cartoleria - Via Santa Giulia 4 - tel.0309461315; Rivendita 1 di Ferrari Dario - Via Coniolo 1a POMPIANO: La Pergamena di Zampieri Carla - Via Marconi 3 - tel. 0309460683 PONCARALE: Edicola 256 - Piazza Donatori di Sangue (vicino Municipio) QUINZANO D’OGLIO: Cartolibreria Tabaccheria Edicola Massetti Luigi – P.zza Garibaldi 6; Tabaccheria Monteverdi Pierangelo – P.zza XX Settembre 3 ROCCAFRANCA: Il Via Vai di Martinelli Giuseppe - Via SS. Gervasio e Protasio 51 - Tel.0307090101; Lo Scarabocchio di Baresi Diego – P.zza Europa N° 2 - Tel.0307091149 S. PAOLO: Libri Colori e Fantasia di Corioni Barbara – P.zza A. Moro 8 tel. 0309979602 SAN GERVASIO BRESCIANO: La Coccinella di Damiani Cristina - Via Antica Piazzola 4/5 tel.0309934898 SAN ZENO NAVIGLIO: Edicola 75 di Natali Simonetta - Piazzetta XXVIII Maggio - tel. 3392026268 TRAVAGLIATO: Edicolalice – Piazza Alpini 4; Cartoleria Edicola Cantoni e Busi snc – Piazza Libertà 11 tel. 030661042 VEROLANUOVA: Adami Primo Giuseppe - Privativa 1 e giornali - Via Garibaldi 11; Pizzamiglio Caterina - Ricevitoria, lotto 2191, tabacchi, edicola - Via Lenzi 15; L’Idea di Zanolini Antonia - Via Rovetta - 23 tel. 030931805; Tabaccheria N° 3 Laini Renata - Piazza Libertà 48 - tel.030931253

La Voce della Bassa bresciana ANNO II NUMERO 1 - GENNAIO 2011 Edizioni Opera Diocesana San Francesco di Sales Registrazione del Tribunale n. 20/2010 del 24-05-2010 Direttore responsabile: Adriano Bianchi Sede e redazione: Via Callegari, 6 Brescia tel.: 03044250 - fax: 0303757897 e-mail: bassabrescianavocemedia.it Pubblicità: Voce Media Pubblicità - Via Callegari, 6 Brescia Tel.: 0302808966 - fax: 0302809371 - e-mail: marketingvocemedia.it Stampa: CENTRO STAMPA QUOTIDIANI Spa - Via dell'Industria, 52 25030 Erbusco (Bs) - Tel. 0307725511 - Fax 0307725566 Progetto grafico e impaginazione: Ernesto Olivetti

COMUNI ACQUAFREDDA www.comune.acquafredda.bs.it AZZANO MELLA www.comune.azzanomella.bs.it BARBARIGA www.comune.barbariga.bs.it BASSANO BRESCIANO www.comune.bassano-bresciano.bs.it BORGO SAN GIACOMO www.comune.borgosangiacomo.bs.it BORGOSATOLLO www.comune.borgosatollo.bs.it BRANDICO www.comune.brandico.bs.it CALVISANO www.comune.calvisano.bs.it CARPENEDOLO www.comune.carpenedolo.bs.it CASTELCOVATI www.comune.castelcovati.bs.it CASTENEDOLO www.comune.castenedolo.bs.it CASTREZZATO www.comunecastrezzato.it CIGOLE: www.comune.cigole.bs.it COMEZZANO-CIZZAGO www.comune.comezzanocizzago.bs.it FIESSE www.comune.fiesse.bs.it GAMBARA www.comune.gambara.bs.it GHEDI www.comune.ghedi.brescia.it GOTTOLENGO www.gottolengo.com ISORELLA www.comune.isorella.bs.it LENO www.comune.leno.bs.it LOGRATO www.comune.lograto.bs.it LONGHENA www.comune.longhena.bs.it MACLODIO www.comune.maclodio.bs.it MAIRANO www.comunedimairano.it MANERBIO www.comune.manerbio.bs.it MILZANO www.comune.milzano.bs.it MONTICHIARI www.comune.montichiari.bs.it MONTIRONE www.comune.montirone.bs.it OFFLAGA www.comune.offlaga.bs.it ORZINUOVI www.comune.orzinuovi.bs.it ORZIVECCHI www.comune.orzivecchi.bs.it PAVONE MELLA www.comune.pavone-del-mella.bs.it POMPIANO www.comune.pompiano.brescia.it PONTEVICO www.pontevico.it PRALBOINO www.comune.pralboino.bs.it QUINZANO D’OGLIO www.quinzano.it REMEDELLO www.comune.remedello.bs.it ROCCAFRANCA www.comune.roccafranca.bs.it RUDIANO www.comune.rudiano.bs.it SAN GERVASIO BRESCIANO www.comune.sangervasiobresciano.bs.it SAN PAOLO www.comune.sanpaolo.bs.it SENIGA www.comune.seniga.bs.it TRENZANO www.comune.trenzano.bs.it URAGO D’OGLIO www.comune.uragodoglio.bs.it VEROLANUOVA www.comune.verolanuova.bs.it VEROLAVECCHIA www.comune.verolavecchia.bs.it VILLACHIARA www.comune.villachiara.bs.it VISANO www.comune.visano.bs.it

DISTRETTI SANITARI

EMERGENZA

OSPEDALE DI MANERBIO Via G.Marconi, 7, telefono 030/99291 OSPEDALE DI LENO Piazza Donatori di sangue, 1, Telefono 030/90371 OSPEDALE DI MONTICHIARI Via Ciotti, 154, Telefono 030/99631 OSPEDALE DI ORZINUOVI Via Crispi,2, Telefono 030/99441

118 112 113 115 117 1515

(Emergenza sanitaria) (Carabinieri) (Polizia) (Vigili del Fuoco) (Guardia di Finanza) (Corpo Forestale)


E-mail: bassabresciana@vocemedia.it

La Voce della Bassa bresciana gennaio 2011

23

ORARI delle SANTE MESSE (Prefestive e Festive) ORARI SANTE MESSE ACQUALUNGA S. Maria Maddalena: Festivo 10 ALFIANELLO Ss. Ippolito e Cassiano: Pref.18.30; fest. 8-10.30-18.30 AZZANO MELLA Ss. Pietro e Paolo: Prefestivo: ore 18.00; Festivo 7.30-10-18.30 BAGNOLO MELLA Visitazione Maria Vergine: 18.30; Festivo: 7.30-9-10-11.30-18.30 BARBARIGA S. Vito, Modesto e Crescenzia: Prefestivo: 18.30; Festivo: 7 – 10.30 – 18.30 BARGNANO S. Pancrazio: Prefestivo 19.00; Festivo 10 BASSANO BRESCIANO S. Michele Arcangelo: Prefestivo 18; Festivo: 8 – 10 – 18 BORGO PONCARALE Purificazione di Maria Vergine: Festivo: 10 - 18 BORGO SAN GIACOMO S. Giacomo maggiore: Prefestivo 18.00; Festivo 7.30-9.30-11.00-18.00 BORGOSATOLLO S. Maria Annunciata: Prefestivo: 19; Festivo: 7 – 8.30 – 9.45 – 11 – 18.30 BRANDICO S. Maria Maddalena: Prefestivo: 18.00; Festivo: 8 – 10.30 – 18 CADIGNANO Ss. Nazaro e Celso: Prefestivo 19.30; Prefestivo 10.30 - 18 CALVISANO S. Silvestro: Prefestivo: 18.30; Festivo: 8 – 10 – 11 – 18.30 CAPRIANO DEL COLLE S. Michele Arcangelo: Festivo 10.30 – 18.30 CARPENEDOLO S. Giovanni Battista: Prefestivo: 18.; Festivo: 7.15-8.30-9.45-11-15.30-18 CASTELCOVATI S. Antonio Abate: Prefestivo 18.30; Festivo 7-8-9.30-11-18.30 CASTENEDOLO S.Bartolomeo Apostolo: Prefestivo 19; Festivo 7 – 9 – 10 – 11 – 18 CASTREZZATO Ss. Pietro e Paolo: Prefestivo 18; Festivo: 8-9.30-11-18 CIGOLE S.Martino: Prefestivo: 18; Festivo: 7.30 – 10.30 CIZZAGO S. Cuore di Gesù e S. Giorgio: Prefestivo 18; Festivo 8 - 10.30 – 18 COMELLA S. Maria Annunciata: Festivo 16 COMEZZANO Ss. Faustino e Giovita: Prefestivo 18; Festivo 8 - 10 – 18.30

CORTICELLE PIEVE S. Giacomo: Prefestivo 18; Festivo 10 - 17 CREMEZZANO S. Giorgio: Prefestivo 20; Festivo 8.30 – 11 – 18 DELLO Giorgio: Prefestivo 19; Festivo 8 – 11 – 19 FARFENGO S. Martino: Prefestivo 18; Festivo 10 FENILI BELASI Ss. Trinità: Prefestivo 18; Festivo 8 – 11 – 18 FLERO Conversione di S.Paolo: Prefestivo: 18; Festivo: 7.30 – 8.45 – 10 – 11.15 – 18 FRONTIGNANO Ss. Nazaro e Celso: Prefestivo 18; Festivo 11 – 18 GAMBARA Ss. Pietro e Paolo: Prefestivo: 18.30; Festivo: 7.30 – 9.30 – 11 – 18.30 GHEDI S. Maria Assunta: Prefestivo: 18.30; Festivo: 7.30 – 9 – 10 - 11 – 18.30 GOTTOLENGO Ss. Pietro e Paolo: Prefestivo 20.30; Festivo 8 – 9.30 – 11 - 18 ISORELLA S. Maria Annuciata: Prefestivo: 18.30; Festivo: 7.30 – 10 – 18.30 LENO Ss. Pietro e Paolo: Prefestivo 18.30; Festivo: 7.30 – 9 – 10 – 11 – 18.30 LOGRATO Ognissanti: Prefestivo 18; Festivo 7.30 – 9.30 - 11 – 18 LUDRIANO S. Filastio: Prefestivo 18.30; Festivo 8 – 11 – 18.30 MACLODIO S. Zenone: Festivo: 8 – 10.30 – 18 MAIRANO S. Andrea apostolo: Prefestivo: 18.30; Festivo: 8.30 – 11 – 18.30 MANERBIO S. Lorenzo: Prefestivo: 18.30; Festivo: 7 – 8.30 – 10 - 11.15 - 18.30 MEZZANE DI CALVISANO S. Maria Nascente: Festivo: 7.30 - 10.30 . 18 MILZANELLO S. Michele Arcangelo: Prefestivo: 18; Festivo 7.30 - 10.30 - 18 MILZANO S. Biagio: Prefestivo: 18; Festivo: 8 – 10 – 18 MONTICHIARI S. Maria Assunta: Prefestivo: 18.30; Festivo: 7 – 8.30 – 10 – 11 – 18.30 MONTIRONE S. Lorenzo: Prefestivo: 18.30; Festivo: 7.30 – 9.30 – 11 – 18.30 NOVAGLI S. Lorenzo: Prefestivo: 18.30; Festivo: 7.30 – 9.30 - 11.15 – 18.30 OFFLAGA S. Imerio: Prefestivo: 18; Festivo: 8 – 11 ORZINUOVI S.Maria Assunta: Prefestivo: 18; Festivo: 7 - 8.30 - 9.45 - 11 - 17 - 18

ORZIVECCHI Ss. Pietro e Paolo: Prefestivo 18; Festivo: 7.30 – 10.30 – 18 PADERNELLO S. Maria di Valverde: Festivo 18 PAVONE MELLA S. Benedetto Abate: Prefestivo: 18; Festivo: 8 – 10 – 18 POMPIANO S. Andrea Apostolo: Prefestivo 18; Festivo: 8 – 9.30 – 11 – 18 PONCARALE Ss. Gervasio e Protasio: Prefestivo: 18; Festivo 9 – 10.30 PONTEVICO Ss. Tommaso ed Andrea Apostoli: Prefestivo 18; Festivo: 7.30 – 9.30 11 - 18 PORZANO S. Martino: Prefestivo: 18.30; Festivo 8 – 10.30 – 18.30 PRALBOINO S. Andrea Apostolo: Prefestivo: 17.30; Festivo 8 – 10 – 17.30 QUINZANO D’OGLIO Ss. Faustino e Giovita: Prefestivo 18.30; Festivo: 7.30 – 9.30 – 11 – 18.30 REMEDELLO SOPRA S. Lorenzo: Prefestivo 18.30; Festivo: 8 – 10.30 – 18.30 ROCCAFRANCA Ss. Gervasio e Protasio: Prefestivo: 18.30; Festivo: 8 - 10 - 18.30 RUDIANO Natività di Maria Vergine: Prefestivo 18; Festivo 7.30 – 8.30 – 9.30 – 10.45 – 18 SAN GERVASIO BRESCIANO Ss. Gervasio e Protasio: Prefestivo: 18.30, Festivo: 7.30 – 10.30 – 18.30 SAN PAOLO S. Paolo Apostolo: Prefestivo: 19; Festivo: 7.30 – 10.30 – 18.30 SCARPIZZOLO S. Zenone: Prefestivo: 18; Festivo 9.30 SENIGA S. Vitale: Prefestivo: 18; Festivo 8 – 10.45 TRENZANO S. Maria Assunta: Prefestivo 18; Festivo 8 – 9.30 – 11 – 18 URAGO D’OGLIO S. Lorenzo: Prefestivo 18; Festivo 7.30 – 9.30 – 11 –18 VEROLANUOVA S. Lorenzo: Prefestivo 18; Festivo: 7.30 – 9.30 – 11 – 18 VEROLAVECCHIA Ss. Pietro e Paolo Apostoli: Prefestivo: 18; Festivo: 7.30 – 9.30 – 11 – 18 VIGHIZZOLO S. Giovanni Evangelista: Prefestivo: 19; Festivo 8 – 10 – 18 VILLACHIARA S. Chiara: Prefestivo: 18; Festivo 11 - 18 VISANO Ss. Pietro e Paolo: Prefestivo: 18.30; Festivo: 7.30 – 10.30 – 18.30

VOCE MEDIA P

U

B

B

L

I

C

I

T À

Concessionaria di pubblicità per

CERCA

1 AGENTE Al candidato si chiede: serietà, attitudini commerciali, capacità ad operare per obiettivi, diploma di scuola superiore o laurea, automunito. L’esperienza nel settore della vendita di servizi, costituirà titolo preferenziale. Si garantisce: formazione, anticipo provvigionale, crescita professionale, inquadramento Enasarco. Gli interessati possono inviare un dettagliato curriculum vitae completo di foto e consenso al trattamento dei dati personali (art. 13 del D.Lgs 196/2003) all’indirizzo: selezione@vocemedia.it Vmp - Voce Media Pubblicità - via A. Callegari, 6 20121 Brescia Fax 030 2809371 La ricerca è rivolta ad ambosessi (l. 903/77)


Abbigliamento

continuano i

SALDI VERI

-40% CAPRIANO DEL COLLE Loc. FENILI BELASI - Tel. 030 9747826

Fino al 2/03

-20%


La Voce della Bassa Bresciana 2011 01