Issuu on Google+

/$92&( ( '(/ 2 3232/2

ĒĆČĆğĎēĊ

Natale insieme a voi Tutto quello che dovete sapere per vivere le festività natalizie tra presepi, addobbi, appuntamenti, regali, viaggi e mercatini


$,.9(.-( -4.5 ) &4 17%  $""$++$-9  ++.23 3./41.

CH! TF TNM TQH D% DRS D ".2314(2"((+34.%(- -9( ,$-3.24,(241 ".-) &4 1/1(5(+$&$ 2.+.%(-. + .%%$13 %(- -9( 1( ".-1 3 ,$-2(+$#(

  3@DF  Ăľ 7% #"5Ăľ  

Consumi ciclo combinato da 5,4 l a 8,7 l/100 km. Emissioni CO 2 da 149 g a 292 g/km. Esempio: Jaguar XF 2.2 Diesel – Prezzo di vendita 46.850,00 â‚Źuro (IVA inclusa, escl. IPT) Esempio di Privilege: Anticipo 15.500,00 â‚Źuro, 37 mesi, 36 rate di 490,00 â‚Źuro (comprensive di spese incasso Rid 3,50 â‚Źuro a rata), Valore Finale Garantito pari a 16.397,50 â‚Źuro, Importo totale del credito 31.714,62 â‚Źuro (comprensivi di spese pratica 350,00 â‚Źuro, Bolli 14,62 â‚Źuro), Interessi 2.196,88 â‚Źuro, spese invio estratto conto 2,81 â‚Źuro per anno, Importo Totale Dovuto â‚Ź 34.048,74, TAN ďŹ sso 2,95%, TAEG 3,71%. Salvo approvazione Jaguar Finance. Iniziativa valida ďŹ no al 31/12/2011. Messaggio pubblicitario con ďŹ nalitĂ  promozionale. Fogli informativi presso le concessionarie Jaguar.

/1$-.3 (+34.3$23#1(5$#('

) &4 1!1$2"( 

5H@/@C@M@2TODQHNQD  "@RSDFM@SN !QDRBH@ 3DK 


SOMMARIO

/$92&( (

'(/ 2 3232/2

ƒ‰ƒœ‹�‡

4

ĒĆČĆÄ&#x;ÄŽÄ“ÄŠ

4

I segni del Natale

Č Îť͜͠Č  Í™Í? ͚͙͙͘ǧ   ÇĄÍžǧ 

5

ĉĆěĎĉęĚėĔđĉĔ ‡Â?–”‡‹Ž•‹Ž‡Â?œ‹‘ˆƒ•…‹ƒ˜ƒŽƒ–‡””ƒ Mentre il silenzio fasciava la terra e la notte era a metĂ  del suo corso, tu sei disceso, o Verbo di Dio, in solitudine e piĂš alto silenzio. La creazione ti grida in silenzio, la profezia da sempre ti annuncia, ma il mistero ha ora una voce, al tuo vagito il silenzio è piĂš fondo. E pure noi facciamo silenzio, piĂš che parole il silenzio lo canti, il cuore ascolti quest’unico Verbo che ora parla con voce di uomo. A te, GesĂš, meraviglia del mondo, Dio che vivi nel cuore dell’uomo, Dio nascosto in carne mortale, a te l’amore che canta in silenzio

LA STELLA SULLA GROTTA Presepi meccanici e presepi viventi hanno una forte carica emotiva e coinvolgono molte persone. In Provincia sono tante le raffigurazioni del Natale

La stella sulla grotta IL MONDO DEI PRESEPI

di Adriano Bianchi Il Natale si trascorre insieme alle persone che si amano e in questo tempo cosĂŹ speciale i segni dell’affetto diventano importanti: un dono, un augurio, un sms, un pensiero, una preghiera. Come ricorda il vescovo Monari: “Il Bambino che nasce a Betlemme non è solo un evento suggestivo, un richiamo allo stupore che dobbiamo avere di fronte al miracolo della vita o un invito a deporre i sentimenti di aggressivitĂ  che ci sono dentro il nostro cuore. Quel Bambino è la dichiarazione di pace che Dio dĂ  al mondo. Non so - continua il Vescovo - se gli uomini siano in pace con Dio, ma, nel Natale, Dio dichiara di essere in pace con gli uomini. Se Dio è in pace con noi allora anche noi possiamo essere in pace con noi stessi, possiamo dire di sĂŹ alla vita senza riserve e senza risentimentiâ€?. Fare pace, essere in pace con noi stessi, con Dio, con gli altri: questo è Natale. Ed anche per questo motivo che pure i segni piĂš commerciali di questa festa devono entrare in questa logica. Devono e possono manifestare un sentimento vero, un desiderio, un’aspirazione profonda del cuore, magari persino l’esigenza di una riconciliazione, gettare un ponte per recuperare ciò che sembra irrimediabilmente perduto. Se, infatti, “Dio è in pace con noi, - continua Monari - anche noi possiamo fare pace con noi stessi e con la vita. La possiamo accettare di cuore gustandone gli aspetti positivi e portando il peso di quelli negativi senza troppa angoscia; piĂš ancora, la pace che Dio ci offre in GesĂš Bambino ci permette di vivere in pace con gli altri, di dire noi agli altri “paceâ€?, cioè di non rimanere bloccati dalla paura e dal sospetto per il male che gli altri potrebbero farci, di non sentirci feriti in eterno per il male che qualcuno di fatto ci ha recato, di divenire capaci di rischiare la fiducia, il dialogo, l’ascolto e l’amicizia. Per questo Dio ci ha creati: - conclude il Vescovo - l’uomo trova se stesso solo quando può guardare in faccia un altro senza aggressivitĂ , senza doppi fini, senza volere sedurre o vincere o possedere, ma piuttosto comprendere e amare con un animo umile e riconoscente. Ecco il perchĂŠ che Dio sia in pace con noi conta e rende bella la nostra vitaâ€?. Questo è anche il nostro augurio per ciascuno di voi.

ƒ‰ƒœ‹�‡

16

ƒ‰ƒœ‹�‡

16

ƒ‰ƒœ‹�‡

17

ĕėĔĕĔĘęĊ ‘Â?•‘Ž‘Â?‡”…ƒ–‹Â?‹ Da anni è diffusa anche nel Bresciano la moda dei mercatini natalizi. Una tradizione che dal Nord è arrivata anche in tanti paesi della provincia. Una realtĂ  sempre piĂš consistente che non ha intaccato, però, il piacere di una visita a Trento, Bolzano, Bressanone e Merano, culle di iniziative poi esportate in ogni angolo del Paese. Quello natalizio è anche un tempo per coltivare la passione per lo sci. Brescia vanta importanti localitĂ  sciistiche, anche se sono tanti i bresciani che amano i comprensori del vicino Trentino. Nonostante la crisi sono molte le persone che sognano un Natale al caldo o nelle capitali europee

NATALE... DOVE VUOI Quello natalizio è un tempo che, tradizionalmente, propone numerose attrazioni per tutti i gusti

Natale dove vuoi MERCATINI E TURISMO

30

30

ƒ‰ƒœ‹�‡

ƒ‰ƒœ‹�‡

31

ĚēĊđĊĒĊēęĔĈĆėĆęęĊėĎĘęĎĈĔ ƒ–‡ŽŽƒ†‹ƒ–ƒŽ‡

SULLA TAVOLA E NEL PIATTO La prima cosa da fare è cercare di trasformare la propria casa infondendo la suggestiva atmosfera natalizia; la seconda è quella di predisporre un menÚ ad hoc grazie allo chef Riccardo

La Stella di Natale è una pianta d’appartamento, ma affinchĂŠ si mantenga sempre bene, è necessario che la temperatura dell’ambiente sia compresa tra i 14° e i 22°; infatti è una pianta di origine messicana, che ama le temperature calde, nonostante sia il simbolo del Natale. Ăˆ necessario che stia alla luce almeno 10 ore al giorno, e le restanti ore deve essere messa al buio. Quando termina la fioritura, la pianta deve essere potata e in primavera si deve trapiantare in un vaso piĂš grande, stando bene attenti ad annaffiarla quando la terra è asciutta e concimandola ogni 15 giorni all’incirca.

Sulla tavola e nel piatto ADDOBBI E MENĂ™ DI NATALE 38

38

ƒ‰ƒœ‹�‡

ƒ‰ƒœ‹�‡

39

ĚĔēĊċĊĘęĊ

”‡‰ƒŽ‹†‹ƒ–ƒŽ‡ Non guardare nei cassetti, sugli armadi e sotto i letti, non scartare nessun pacco, non aprire nessun sacco, non frugare nelle sporte se Natale è giĂ  alle porte. Non pigliare il pacchettino consegnato al postino e non scuoterlo per bene per saper cosa contiene: indagare è sempre male sui regali di Natale. Non far finta di dormire per poi startene a sentire cosa dicono i piĂš vecchi. Chiudi gli occhi e poi gli orecchi: è maggiore la sorpresa dopo “ciecaâ€? e “sordaâ€? attesa.

BASTA IL PENSIERO? Si dice, ma si rimane un po’ male se non arriva un segno che sia gradito. Alcuni suggerimenti sui regali: dai classici, tra cui libri e cd, ďŹ no alle novitĂ  dell’hi-tech senza scordare le curiositĂ 

K. Jackson

Basta il pensiero REGALI (LIBRI, CD E HI-TECH) 48

48

ƒ‰ƒœ‹�‡

ƒ‰ƒœ‹�‡

49

CHE COSA SI FA QUESTA SERA ĕĆđĆćėĊĘĈĎĆ ŽŽǯ—Ž–‹Â?‘…‘Â?Dz ÂŽŽƒ‰‘†‡‹…‹‰Â?‹dz Quanti ogni anno si chiedono: “Come passare l’ultima notte dell’anno?â€? Le risposte sono molteplici e varie, cosĂŹ come ogni persona è diversa l’una dall’altra. Il PalaBrescia propone un ultimo dell’anno all’insegna del balletto classico. “Il lago dei cigniâ€?, musicato da Tchaikovsky con il balletto di Sofia e la partecipazione di Vesa Tonova e Trifon Mitev, solisti del Sofia National Opera and Ballet. Dopo lo spettacolo, che inizia alle 21.30, brindisi di mezzanotte nel foyer del teatro con spumante e panettoni. Biglietti da 36 a 56 euro (piĂš 4 per prevendita). Info: palabrescia.it

Ci sono proposte che vengono fatte nel tempo natalizio, alcune legate al Natale, altre no. Sono spettacoli teatrali, concerti, cinema e iniziative che rendono le feste tali

‹”‡––‘”‡”‡•’‘Â?Â•ÂƒÂ„Â‹ÂŽÂ‡ÇŁ†”‹ƒÂ?‘‹ƒÂ?…Š‹

”ƒˆ‹…ƒ‡‹Â?’ƒ‰‹Â?ƒœ‹‘Â?‡ǣƒ‘Ž‘‡†”ƒ……‹Â?‹ –ƒÂ?Â’ÂƒÇŁ‹„‡”•’ƒ

Che cosa si fa questa sera TEATRO, CINEMA E CONCERTI


4

ƒ‰ƒœ‹‡

ĉĆěĎĉęĚėĔđĉĔ ‡–”‡‹Ž•‹Ž‡œ‹‘ˆƒ•…‹ƒ˜ƒŽƒ–‡””ƒ Mentre il silenzio fasciava la terra e la notte era a metà del suo corso, tu sei disceso, o Verbo di Dio, in solitudine e più alto silenzio. La creazione ti grida in silenzio, la profezia da sempre ti annuncia, ma il mistero ha ora una voce, al tuo vagito il silenzio è più fondo. E pure noi facciamo silenzio, più che parole il silenzio lo canti, il cuore ascolti quest’unico Verbo che ora parla con voce di uomo. A te, Gesù, meraviglia del mondo, Dio che vivi nel cuore dell’uomo, Dio nascosto in carne mortale, a te l’amore che canta in silenzio


ƒ‰ƒœ‹‡

LA STELLA SULLA GROTTA Presepi meccanici e presepi viventi hanno una forte carica emotiva e coinvolgono molte persone. In Provincia sono tante le raffigurazioni del Natale

5


6

ƒ‰ƒœ‹‡

ćĔėēĆęĔ ”‡•‡’‹†ƒŽ‘†‘ Ȉ ”ƒŽ‡‘”†‹ƒ–‡˜‹‡†‹‘”ƒ–‘…ǯ°— ˆƒŽ‡‰ƒ‡…Š‡Šƒ…‘‹—‰ƒ–‘Žƒ’ƒ••‹‘‡’‡”‹Ž ’”‡•‡’‹‘‡Žǯƒ„‹Ž‹–ƒ—ƒŽ‡‡Šƒ”‡ƒŽ‹œœƒ–‘—ƒ ‰ƒŽŽ‡”‹ƒ’‡”ƒ‡–‡•—Žƒ˜‘”ƒœ‹‘‹’”‘˜‡‹‡–‹ †ƒ͙͚͘†‹ˆˆ‡”‡–‹’ƒ‡•‹†‡Ž‘†‘ȋ‡ŽŽƒˆ‘–‘ †ƒŽŽƒ’ƒ‰ƒȌǤ Ž•—‘‘‡°ƒ”Ž‘ƒ––‹•–ƒ ƒ•–‡ŽŽ‹‹Ǥƒ‰ƒŽŽ‡”‹ƒ†‹˜‹ƒ‹–‘’‡”‹͙͙° ƒ’‡”–ƒ†ƒ•ƒ„ƒ–‘͙͙†‹…‡„”‡ƒ†‘‡‹…ƒ͡ ‰‡ƒ‹‘͚͙͙͘‡‹‰‹‘”‹ˆ‡•–‹˜‹‡’”‡ˆ‡•–‹˜‹ȋ‘”‡ ͙͘Ȁ͙͚‡͙͜Ȁ͙͠Ȍ‡‡‹ˆ‡”‹ƒŽ‹†ƒŽ͚͟†‹…‡„”‡ȋ‘”‡ ͙͡Ȁ͙͚‡͙͜Ȁ͙͠ȌǤ ‰”‡••‘…‘‘ˆˆ‡”–ƒŽ‹„‡”ƒǤ

di Luciano Demasi

L

’associazione italiana Amici del Presepio ha radici bresciane/bergamasche. Non tutti sanno che il dirigente nazionale dell’Associazione italiana Amici del Presepio è un palazzolese doc, Guido Raccagni, trapiantato in terra bergamasca, dove nel 1991 ha fondato la sezione locale dell’Associazione presepistica, dopo che un gruppo di presepisti già da circa 20 anni allestiva presepi di grandi dimensioni (circa 40 mq), con le tecniche e i materiali tipici del presepio tradizionale, cioè con l’utilizzo di materiali come la carta per fare le montagne, il cartone per le case e l’utilizzo di muschio per il fondo, sovente meccanizzato. Quando a Cividino-

ĈĔđĔČēĊ ƒ”„‹‡‡‹‰ ‹–”ƒŽ‡•–ƒ–—‹‡ Ȉ……‘‹Ž’”‡•‡’‹‘’”‡’ƒ”ƒ–‘ƒ‘Ž‘‰‡ǣ ƒŽŽ‡•–‹–‘–”ƒ†‹œ‹‘ƒŽ‡–‡‡Ž•ƒŽ‘‡‹–‡””ƒ–‘ †‡ŽŽǯ‘”ƒ–‘”‹‘ˆ‡‹‹Ž‡†‹˜‹ƒƒ•–‡ŽŽ‘ǡ†ƒ —ƒ†‡…‹ƒ†‹’‡•‹‘ƒ–‹Dz ”—’’‘˜‘Ž‘–ƒ”‹ ƒŽŽ‡•–‹‡–‘’”‡•‡’‡dz”‹—–‹Ž‹œœƒ†‘…‘‡•–”‘ ‡‹‰‡‰‘ƒ–‡”‹ƒŽ‡†‹”‡…—’‡”‘ǣ…‘‡ƒ”„‹‡ ‡‹‰ ‹˜‡•–‹–‹Ǧƒ––”‡œœƒ–‹ƒ†Š‘…ǡƒ‹ƒ–‹†ƒ ‘–‘”‹‹–‡”‰‹…”‹•–ƒŽŽ‘‹†‹•—•‘‘†‹•…ƒ”–‘Ǥ ǯ‡•’‘•‹œ‹‘‡•ƒ”˜‹•‹–ƒ„‹Ž‡†ƒŽ’‘‡”‹‰‰‹‘ †‡Ž‰‹‘”‘†‹ƒ–ƒŽ‡Ǥ‹•‹–‡ǣˆ‡•–‹˜‹͙͘Ǧ͙͚Ȁ͙͝Ǧ͙͠ǡ ˆ‡”‹ƒŽ‹͙͝Ǧ͙͠Ǥ ˆ‘ǣ͛͘͘Ȁ͙͛͘͟͜͝͞Ǥ

ǯ°ƒ††‹”‹––—”ƒ—ǯƒ••‘…‹ƒœ‹‘‡ ‹–ƒŽ‹ƒƒDz‹…‹†‡Ž”‡•‡’‹‘dzǤƒ •‡œ‹‘‡ǡ…Š‡Šƒ„ƒ•‡ƒ‹˜‹†‹‘ ‹’”‘˜‹…‹ƒ†‹‡”‰ƒ‘ǡ‘•’‹–ƒ —ƒ‘•–”ƒ’‡”ƒ‡–‡‹…—‹ •‘‘‡•’‘•–‹’”‡•‡’‹ƒ’‡”–‹ ‡†‹‘”ƒ‹†‡‹’‹î‹’‘”–ƒ–‹ ’”‡•‡’‹•–‹‹–ƒŽ‹ƒ‹‡Ž‡‹‰Ž‹‘”‹ ‘’‡”‡†‡ŽŽƒ•…—‘Žƒ’”‡•‡’‹•–‹…ƒǤ

Ž‰”—’’‘‘”‰ƒ‹œœƒƒ…Š‡ ”ƒ••‡‰‡‹–—––ƒ –ƒŽ‹ƒ‘Ž–”‡ƒ –‡‡”‡…‘”•‹‡Žƒ„‘”ƒ–‘”‹ ’‡”‰Ž‹ƒ’’ƒ••‹‘ƒ–‹

UN PRESEPE DELL’ASSOCIAZIONE NAZIONALE


ƒ‰ƒœ‹�‡

ĈĆĕėĎĔđĔ ƒ–‡”‹ƒŽ‡’‘˜‡”‘‹Â?•…‡Â?ƒ Čˆ ÂŽ’”‡•‡’‹‘Â?‡ŽŽƒ…Š‹‡•ƒ’ƒ””‘……Š‹ƒŽ‡†‹ ƒÂ? ‹‘”‰‹‘ƒƒ’”‹‘Ž‘°•–ƒ–‘”‡ƒŽ‹œœƒ–‘ ƒ”–‹‰‹ƒÂ?ƒŽÂ?‡Â?–‡†ƒŽ‰”—’’‘…ƒ’”‹‘Ž‡•‡ Dzƒ‘Â?’ƒ‰Â?‹ƒ†‡Ž”‡•‡’‡dz—–‹Ž‹œœƒÂ?†‘ Â?ƒ–‡”‹ƒŽ‡’‘˜‡”‘Ǥ ÂŽÂ?ƒ–‡”‹ƒŽ‡’‘˜‡”‘†‡Ž ’”‡•‡’‹‘ƒ˜˜‹…‹Â?ƒƒÂ?…‘”ƒ†‹’‹Î‹˜‹•‹–ƒ–‘”‹ ƒŽŽ‡•…‡Â?‘‰”ƒˆ‹‡†‡Ž–‡Â?’‘†‹ ‡•ÎǤ‡Â?„”ƒ “—ƒ•‹†‹”‹˜‹˜‡”‡ÂŽÇŻÂƒÂ–Â?‘•ˆ‡”ƒ…Š‡Šƒ’‘”–ƒ–‘ ƒŽŽƒÂ?ƒ•…‹–ƒ†‡ŽƒÂ?„‹Â?‘Â?‡ŽŽƒ‰”‘––ƒ†‹ ‡–Ž‡Â?Â?‡Ǥ

Quintano di Castelli Calepio si costituÏ la sezione, si cominciò a costruire i diorami con la tecnica spagnola e con lo studio della prospettiva, tecnica che viene tuttora utilizzata. La sezione da piÚ di 10 anni possiede una mostra permanente in cui sono esposti presepi aperti e diorami dei piÚ importanti presepisti italiani e le migliori opere della scuola presepistica; ha organizzato una ventina di corsi teorici e una decina di corsi pratici coinvolgendo un migliaio di persone tra appassionati e presepisti alle prime armi. Il gruppo organizza mostre a livello nazionale richiamando decine di migliaia di visitatori; ne è esempio l’ultima mostra organizzata nella città di Rapallo dove era presente anche una rassegna di presepi provenienti da tutto il mondo. Le opere realizzate sono state ospitate in mostre

ėĔěĆęĔ ÇŻ‹†‘ƒŽŽƒ‹•…‹’Ž‹Â?ƒ ČˆÇŻ‹†‘Šƒ’‡Â?•ƒ–‘ƒ—Â?ƒÂ?‘•–”ƒ†‹’”‡•‡’‹ Â?Â‡ÂŽÂŽÇŻÂ‘Â”ÂƒÂ–Â‘Â”Â‹Â‘†‡ŽŽƒ†‹•…‹’Ž‹Â?ƒ†‹‘˜ƒ–‘Ǥƒ Â?Â‘Â•Â–Â”ÂƒÇĄ‘”‰ƒÂ?‹œœƒ–ƒÂ†ÂƒÂŽÂŽÇŻÂƒÂ•Â•Â‘…‹ƒœ‹‘Â?‡ ÇĄ‹Â? …‘ŽŽƒ„‘”ƒœ‹‘Â?‡…‘Â?Žƒƒ””‘……Š‹ƒ†‹ƒÂ?–ƒƒ”‹ƒ ••—Â?–ƒ‡…‘Â?‹Ž‘Â?—Â?‡†‹Â‘Â˜ÂƒÂ–Â‘ÇĄ”‹Â?ƒ””Â? ƒ’‡”–ƒƒŽ’—„„Ž‹…‘ˆ‹Â?‘ƒ†‘’‘ÂŽÇŻ’‹ˆƒÂ?‹ƒǤ”ƒ ‹’‡œœ‹’‹Î’”‡‰‹ƒ–‹‹Â?‡•’‘•‹œ‹‘Â?‡•’‹……ƒÂ?‘‹ ’”‡•‡’‹‹Â?ÂˆÂ‡Â”Â”Â‘ÇĄ‹’”‡•‡’‹ƒÂ?–‹…Š‹ ”‹•ƒŽ‡Â?–‹ƒ‰Ž‹ƒÂ?Â?‹ÇŻÍ›Í˜‡ÇŻÍ?͘‡—Â?‘•–”ƒ‘”†‹Â?ƒ”‹‘ ’”‡•‡’‡‹Â?…ƒ”–ƒ†‡‰Ž‹ƒÂ?Â?‹ÇŻÍšÍ˜Ç¤ Â?ÂˆÂ‘ÇŁƒ””‘……Š‹ƒ ƒÂ?–ƒƒ”‹ƒ••—Â?Â–ÂƒÇĄ–‡ŽǤ͛͘͘Í&#x;Í&#x;͚͙͙͛Ǥ

sparse per l’Europa e per il mondo come a Varsavia, Santo Domingo e sono presenti in alcuni musei in Germania; in Italia i musei che annoverano opere dell’associazione sono quelli di Brembo, Dalmine, Luttago, Ortisei, Siena e il museo nazionale dell’associazione a Roma; sono state organizzate mostre a Rapallo, Bergamo, Milano, Roma e Tortona, La sezione bresciana/ bergamasca è composta da circa una trentina di persone di cui una decina fanno presepi. La scuola si avvale di un laboratorio adiacente alla mostra in cui si lavora tutto l’anno per la creazione delle opere, al momento piÚ di un centinaio ma ogni anno ne vengono create una dozzina di nuove. La sezione ha avuto l’onore di ospitare il 33° convegno nazionale che si è svolto nel 2002.

7


FABBRICA DIVANI

Non ti lasciamo ti portiamo per mano.

B&V Divani.... Un pugno violento contro la crisi

modello Divano angolo con penisola da cm 292 a destra e cm 200 a sinistra; schienali con cricchetti regolabili in altezza, sedute con doppia fodera interna sfoderabile ; sedute in poliuretano espanso a tre densità differenziate . Divano interamente sfoderabile rivestito in tessuto categoria promo, con diverse possibilità di scelta. Piedini in legno con profilo alluminio e cuscini d’arredamento compresi.

Un divano cosi ad un prezzo cosi non l’abbiamo mai fabbricato

Alex

Prezzo super promozionale

½ 1.900,00 come foto

Prezzao comprensivo di IVA trasporto e ritiro usato


ƒ‰ƒœ‹‡

ČĎĆēĎĈĔ ‘•–”ƒ–”ƒ†‹œ‹‘ƒŽ‡

ĉĊĘĊēğĆēĔ ”‡•‡’‡•—ŽŽǯƒ…“—ƒ

ČĆėĉĔēĊėĎěĎĊėĆ —•‡‘†‡Ž‹˜‹‘ ˆƒ–‡

Ȉƒ–”ƒ†‹œ‹‘ƒŽ‡‘•–”ƒ†‡‹”‡•‡’‹ ’‡”Žƒ͙͠ª˜‘Ž–ƒ˜‹‡‡ƒŽŽ‡•–‹–ƒ‡Ž –‡ƒ–”‘’ƒ””‘……Š‹ƒŽ‡†‹ ‹ƒ‹…‘‰”ƒœ‹‡ ƒŽŽƒ’ƒ”–‡…‹’ƒœ‹‘‡†‹‘Ž–‹˜‘Ž‘–ƒ”‹Ǥ —ƒ†‘ǫ Ž͚͝‡‹Ž͚͞†‹…‡„”‡ǡŽǯ͙ǡ‹Ž͞ǡ ‹Ž͟‡Žǯ͠‰‡ƒ‹‘ †ƒŽŽ‡͙͙ƒŽŽ‡͙͚‡†ƒŽŽ‡͙͜ƒŽŽ‡͙͡Ǥ ǯ°ƒ…Š‡‹Ž–”ƒ†‹œ‹‘ƒŽ‡’”‡•‡’‹‘ ˜‹˜‡–‡‹–‹‡”ƒ–‡‡ŽŽƒ•‡”ƒ†‡ŽŽƒ ˜‹‰‹Ž‹ƒ†‹ƒ–ƒŽ‡ƒŽŽ‡͚͙Ǥ͛͘Ǣ‡–”‡‹Ž͞ ‰‡ƒ‹‘ƒŽŽ‡͙͝‹‡ƒ‰‹•ˆ‹Žƒ‘Ž—‰‘ ˜‹ƒƒ†‹‹Ǥ

ˆ‘”ƒœ‹‘‹ǣ–‡ŽǤ͛͛͘͟͟͝͠͝͞͞Ȃ͛͘͜͞ ͙͛͝͞͞͝™™™Ǥ’”‡•‡’‹‰‹ƒ‹…‘Ǥ‹–Ǥ

ȈŽŽ‡•–‹–‘†ƒŽ‰”—’’‘Dz‹…‹†‡Ž‘”–‘ ‡……Š‹‘dz‡ŽŽ‡ƒ…“—‡†‡Ž‘”–‘ ‡……Š‹‘…ǯ°‹Ž’”‡•‡’‡•—ŽŽǯƒ…“—ƒȋˆ‘–‘ †‹ƒ”…‘‹œœ‹‹Ȍ†ƒŽ͙͟†‹…‡„”‡ƒŽŽǯ͠ ‰‡ƒ‹‘Ǥ  ˆ‘”ƒœ‹‘‹ǣ‘—‡ǡˆˆ‹…‹‘ …—Ž–—”ƒ–‡ŽǤ͚͙͛͘͘͜͡͡͡͝Ǧ‹‰Ǥƒ”…‘ ƒ˜ƒŽŽƒ”‘–‡ŽǤ͙͚͛͘͘͜͜͡͡͝Ǥ ‡’”‡ƒ‡•‡œƒ‘Žǯ •–‹–—–‘ –‘‹ƒ‘†‡‹’ƒ†”‹‘‰ƒœ‹‘‹•–‹†‹ ˜‹ƒŽ‡‘––ƒ͜͝‘•’‹–ƒ–—––‹‹‰‹‘”‹ǡ †ƒŽŽ‡͙͜ƒŽŽ‡͙͡ǡ‹Ž‰”ƒ†‡’”‡•‡’‹‘ ƒ”–‹•–‹…‘’‘Ž‹•…‡‹…‘†ƒŽ͚͜†‹…‡„”‡ ƒŽ͙͝‰‡ƒ‹‘Ǥ

Ȉ•’‘•‹œ‹‘‡’‡”ƒ‡–‡†‹‘Ž–”‡͙͘͠ •…—Ž–—”‡Ž‹‰‡‡†‡Ž‹˜‹‘ ˆƒ–‡Ǥ‡Ž ’‡”‹‘†‘ƒ–ƒŽ‹œ‹‘‘•–”ƒDz ‡ƒ–”‹‹ ƒ…”‹dz‡•’‘•‹œ‹‘‡†‹ƒ–‹…Š‹ƒ„‹

‡•î‹–‡…Š‡†‹˜‡–”‘ˆ‹‘ƒŽ͙͝ ‰‡ƒ‹‘Ǥ‡Ž—•‡‘‹Žƒ„‹‘ ‡•î ”ƒ’’”‡•‡–ƒ–‘‹–‡…Š‡•‘–—‘•‡‡‹ ’‹……‘Ž‡•…ƒ–‘Ž‡…Š‡˜‡‹˜ƒ‘—–‹Ž‹œœƒ–‡ ’‡”‹Ž–”ƒ•’‘”–‘‡Žǯ‡•‹„‹œ‹‘‡†‡Ž Dz‹˜‹‘ ˆƒ–‡dz†—”ƒ–‡Ž‡’”‘…‡••‹‘‹Ǥ ƒŽƒ”–‡†¿ƒŽŽƒ†‘‡‹…ƒ†ƒŽŽ‡ ͙͘ƒŽŽ‡͙͠Ǥ ‰”‡••‘ƒ’ƒ‰ƒ‡–‘Ǥ

ˆ‘”ƒœ‹‘‹ǣ–‡ŽǤ͚͛͛͛͘͘͝͞͝‘™™™Ǥ‹ŽǦ „ƒ„‹‘Ǧ‰‡•—Ǥ…‘Ǥ

9


10

ƒ‰ƒœ‹‡

ĈĎČēĆēĔ ‡”•‘ƒ‰‰‹‹‘˜‹‡–‘ Ȉ Ž’”‡•‡’‹‘•‹‡•–‡†‡•—†‹—ƒ•—’‡”ˆ‹…‹‡ †‹…‹”…ƒ͙͘͠“‡†°…ƒ”ƒ––‡”‹œœƒ–‘†ƒ͘͝ ’‡”•‘ƒ‰‰‹‹‘˜‹‡–‘ȋƒŽ…—‹‡……ƒ‹•‹ Šƒ‘”‹…Š‹‡•–‘—‹’‡‰‘†‹‘Ž–”‡͚͘͘‘”‡ ’‡”ŽƒŽ‘”‘”‡ƒŽ‹œœƒœ‹‘‡Ȍ‡†ƒ—…‡–‹ƒ‹‘ †‹•–ƒ–—‹‡ˆ‹••‡…Š‡”‹…”‡ƒ‘—‘•…‡ƒ”‹‘ †‡ŽŽǯƒ–‹…ƒƒŽ‡•–‹ƒǤǯƒ’‡”–—”ƒ†‡Ž’”‡•‡’‹‘ °ˆ‹••ƒ–ƒ’‡”‹Ž͚͝†‹…‡„”‡Ǣ†‘‡‹…ƒ͠ ‰‡ƒ‹‘͚͙͚͘•ƒ”ƒ‘’”‡•‡–‹‰Ž‹œƒ’‘‰ƒ”‹ †‹ƒ”‡œœ‘Ǥ”ƒ”‹ǣ’”‡ˆ‡•–‹˜‹ǣ†ƒŽŽ‡͙͜ƒŽŽ‡͙͟Ǣ ˆ‡•–‹˜‹ǣ†ƒŽŽ‡‘”‡͙͜ƒŽŽ‡͚͘Ǥ

IL PRESEPE VIVENTE DI ACQUAFREDDA

ĈĆĘęĊđĈĔěĆęĎ ””‹˜ƒŽƒ͔͛͛‡†‹œ‹‘‡ Ȉ Ž’”‡•‡’‹‘†‹ƒ•–‡Ž…‘˜ƒ–‹’—Ö˜ƒ–ƒ”‡ —ƒ”‡Žƒ–‹˜ƒ‡–‡„”‡˜‡ƒ‹–‡•ƒ•–‘”‹ƒǤ ǯ‹†‡ƒ†‹”‡ƒŽ‹œœƒ”‡—‰”ƒ†‡’”‡•‡’‡…‘†‡‹ ’‡”•‘ƒ‰‰‹‹‘˜‹‡–‘˜‡‡ǡ“—ƒ•‹’‡” …ƒ•‘ǡƒ†—‡ƒ‹…‹ǡ†‘’‘…Š‡—‘†‹“—‡•–‹ƒ˜‡˜ƒ …‘•–”—‹–‘—•‡’Ž‹…‡’”‡•‡’‹‘‹…ƒ•ƒ’”‘’”‹ƒǤ

Ž͚͝†‹…‡„”‡…ǯ°Žǯ‹ƒ—‰—”ƒœ‹‘‡†‡ŽŽƒ͛͛ª ‡†‹œ‹‘‡…Š‡”‡•–ƒƒ’‡”–ƒˆ‹‘ƒŽ͚͚‰‡ƒ‹‘Ǥ ”ƒ”‹‘ˆ‡•–‹˜‘ȋ†ƒŽŽ‡͡ƒŽŽ‡͙͚‡†ƒŽŽ‡͙͜ ƒŽŽ‡͙͡Ǥ͛͘ȌǢˆ‡”‹ƒŽ‡ǣ†ƒŽŽ‡͙͜ƒŽŽ‡͙͠Ǥ‡” ‹ˆ‘”ƒœ‹‘‹ǡ™™™Ǥ’”‡•‡’‹‘†‹…ƒ•–‡Ž…‘˜ƒ–‹Ǥ‹–Ǥ


ƒ‰ƒœ‹‡

ěĆđđĊĉĎĘĆėĊğğĔ „‹–‹‡•…‡‡†‹—–‡’‘ Ȉƒ’’”‡•‡–ƒœ‹‘‹†‡‹͙͚͘ˆ‹‰—”ƒ–‹Ǥ‡‹‰‹‘”‹ †‡ŽŽ‡”ƒ’’”‡•‡–ƒœ‹‘‹˜‹˜‡–‹ǡ‘‰‹͙͝‹—–‹ ’ƒ”–‡†ƒŽŽ‡•…—‘Ž‡‡†‹‡†‹–ƒ–‘‹˜‹ƒ‡”†‹— ƒ—–‘„—•Ǧƒ˜‡––ƒ…Š‡‰”ƒ–—‹–ƒ‡–‡…‘†—…‡ ‹˜‹•‹–ƒ–‘”‹‹’”‘••‹‹–†‡Ž’”‡•‡’‹‘Ǥƒ“—‹ǡ ’‡”…Š‹ˆ‘••‡‹’‘••‹„‹Ž‹–ƒ–‘ƒ’‡”…‘””‡”‡‹ ’‘…Š‹‡–”‹…Š‡†ƒŽŽƒ…Š‹‡•‡––ƒ…‘†—…‘‘ƒŽ ’”‡•‡’‹‘ǡ•ƒ”ƒ†‹•’‘•‹œ‹‘‡—ƒŽ–”‘‡œœ‘Ǥ ”‰ƒ‹œœƒœ‹‘‡ƒ…—”ƒ†‡Ž •–Žȋ ”—’’‘ •ƒŽ˜ƒ‰—ƒ”†‹ƒ–”ƒ†‹œ‹‘‹Ž‘…ƒŽ‹ǡ–‡ŽǤ͙͙͛͘͘͘͠͝͠Ȍǡ ‹…‘ŽŽƒ„‘”ƒœ‹‘‡…‘‘—‡‡ƒ””‘……Š‹ƒǤ

IL PRESEPE VIVENTE DI NUVOLERA

ĕĎĚćĊČĆ Ž–”‡͙͘͘ˆ‹‰—”ƒ–‹ Ȉ

’”‡•‡’‹‘˜‹˜‡–‡†‹‹—„‡‰ƒȋƒ–‘˜ƒȌ ƒ•…‡‡Ž͙͡͠͞†ƒ—ǯ‹†‡ƒ†‡ŽŽƒŽ‘…ƒŽ‡•‡œ‹‘‡ ˜‹•Ǥ‡Ž͙͘͡͡Žǯ‹†‡ƒœ‹‘‡‡Žƒ”‡‰‹ƒ†‡Ž ”‡•‡’‹‘‹˜‡–‡†‹‹—„‡‰ƒ°’ƒ••ƒ–ƒ•‘––‘Žƒ ”‡‰‹ƒ†‡ŽŽƒ’ƒ””‘……Š‹ƒǤƒŽ͙͡͡͞Šƒ’”‡•‘˜‹–ƒ Žǯƒ••‘…‹ƒœ‹‘‡Dz‹…‹†‡Ž”‡•‡’‹‘‹˜‡–‡dzǤ ‹î†‹͘͝Ǥ͘͘͘˜‹•‹–ƒ–‘”‹‡†‹ƒ‡–‡˜‹•‹–ƒ‘ ‹Ž’”‡•‡’‹‘˜‹˜‡–‡†‹‹—„‡‰ƒ†—”ƒ–‡Ž‡ ”ƒ’’”‡•‡–ƒœ‹‘‹…Š‡˜‡‰‘‘–‡—–‡‡‹‰‹‘”‹ ˆ‡•–‹˜‹ˆ”ƒƒ–ƒŽ‡‡‹Ž͞‰‡ƒ‹‘Ǥ ˆ‘”ƒœ‹‘‹ƒŽ ™™™Ǥ’”‡•‡’‹‘†‹’‹—„‡‰ƒǤ‹–

11


,QGLFHPEUHGRPHQLFDSRPHULJJLRDSHUWR

75$9$*/,$72 %V YLD%UHVFLDWHO ZZZSHOOLFFHQDRQLLW


ƒ‰ƒœ‹�‡

ĉĚĔĒĔěĊĈĈÄ?ÄŽÄ” Â?ƒÂ?‘•–”ƒ…Š‡•–—’‹•…‡ Čˆ—‡•–ƒ°—Â?ƒ†‡ŽŽ‡–ƒÂ?–‡ƒ–‹˜‹–Â? …Š‡•‹’‘••‘Â?‘‘••‡”˜ƒ”‡†ƒ˜‹…‹Â?‘Â?‡Ž —‘Â?‘‡……Š‹‘Ǥ‘•…‘”•‘ƒÂ?Â?‘•‘Â?‘ •–ƒ–‹’‹Î†‹ÍšÍ?Â?‹Žƒ‹˜‹•‹–ƒ–‘”‹’‡”—Â?ƒ Â?‘•–”ƒ…Š‡•–—’‹•…‡’‡”Žƒ˜ƒ”‹‡–Â?†‹ ’”‡•‡’‹Ǥ‘Â?—Â?’‘ǯ†‹ˆƒÂ?–ƒ•‹ƒ‡†‹ …”‡ƒ–‹˜‹–Â?•‹’‘••‘Â?‘”‡ƒŽ‹œœƒ”‡†‡‹ ’‹……‘Ž‹…ƒ’‘Žƒ˜‘”‹ǤƒÂ?‘•–”ƒ˜‹‡Â?‡ ‹Â?ƒ—‰—”ƒ–ƒ•ƒ„ƒ–‘Í™Í&#x;†‹…‡Â?„”‡ƒŽŽ‡ ͙͞Ǥ‡•–ƒƒ’‡”–ƒČ‹ÂˆÂ‹Â?‘ƒŽÍ™Í?‰‡Â?Â?ÂƒÂ‹Â‘ČŒ †ƒŽÂ?ÂƒÂ”Â–Â‡Â†ÂżƒŽ˜‡Â?‡”†¿†ƒŽŽ‡ÍĄƒŽŽ‡͙͚‡ †ƒŽŽ‡Í™Í?ƒŽŽ‡Í™Í Ç¤Í›Í˜Ç˘‹Ž•ƒ„ƒ–‘†ƒŽŽ‡ÍĄƒŽŽ‡ ͙͚‡†ƒŽŽ‡Í™Í?ƒŽŽ‡͙ͥǢ†‘Â?‡Â?‹…ƒ‡ˆ‡•–‹˜‹ †ƒŽŽ‡ÍĄƒŽŽ‡͙͘Ǥ͜Í?‡†ƒŽŽ‡Í™Í?ƒŽŽ‡͙ͥǤ

I RAGAZZI DI ISORELLA VINCITORI DELLA PASSATA EDIZIONE

Brescia Concorso presepi Mcl

E si misero in cammino per ritrovare il Natale La 38ª edizione prevede premi per tutte le categorie e riconoscimenti per i partecipanti che saranno conferiti sabato 14 gennaio alle 15 nell’auditorium degli Artigianelli

di Luca Pezzoli

E

si misero in camminoâ€?, con un “clickâ€?. Basta guardare, scegliere, digitare e inviare tutto con un “clickâ€? sulla tastiera: dal check-in virtuale alle prenotazioni alberghiere; dalla consultazione degli itinerari ai biglietti per le mostre. Un viaggiare funzionale a un’attivitĂ  concreta e vitale. Ăˆ stato possibile compilare il censimento 2011 con internet. Giuseppe e Maria hanno dovuto, invece, spostarsi a piedi da Nazareth a Betlemme. Bisogna andare a piedi per ritrovare lo spirito natalizio? Da buon falegname Giuseppe avrebbe disdegnato le novitĂ  tecniche per lavorare o vivere? Probabilmente no. Ecco perchĂŠ ora nei presepi troviamo non solo materiali sintetici, ma anche luci elettriche,

persino motori e marchingegni. Questo senza tradire lo spirito della tradizione; anzi rinnovandolo per mantenerlo al passo coi tempi. Importante è sapere perchÊ si fa il presepio. Per partecipare al Concorso è possibile telefonare allo 030.2807812 o inviare una e-mail a presepi@mclbrescia. it. L’iscrizione è aperta a tutti, persone, famiglie, gruppi, oratori, parrocchie, enti, ospedali, istituzioni. Numerosi sono gli eventi nati attorno al Concorso presepi Mcl: gli allestimenti di presepi in città, il corso di presepistica, le mostre di arte contemporanea, la mostra in Duomo Vecchio vista da oltre 25mila visitatori. Si conferma l’emissione di due cartoline a cura delle Poste italiane con annulli dedicati. Le cartoline e gli annulli sono elaborati su opere del pittore Mario Gilberti.

ĉĚĔĒĔěĊĈĈÄ?ÄŽÄ”

ÂŽƒ–ƒŽ‡†‡ŽŽǯ…—ƒ†‘” Čˆ……‘†‘˜‡•‹’‘••‘Â?‘˜‡†‡”‡‹’”‡•‡’‹ǣ ƒŽƒœœ‘†‡ŽŽƒÂ‘Â‰Â‰Â‹ÂƒÇĄƒ’‹–‘Ž‹—Â?ÇĄ…‘”•‘ ƒÂ?ÂƒÂ”Â†Â‡ÂŽÂŽÂ‹ÇĄÂ—Â”Â‹ÂƒÇĄ…Š‹‡•ƒ†‹Ǥƒ”‹ƒ †‡‹Â‹Â”ÂƒÂ…Â‘ÂŽÂ‹ÇĄ…‘”•‘ÂƒÂ”Â–Â‹Â”Â‹ÇĄƒ•‹Ž‹…ƒ †‡ŽŽ‡ Â”ÂƒÂœÂ‹Â‡ÇĄ’‹ƒœœƒŽ‡”Â?ÂƒÂŽÂ†Â‘ÇĄƒŽƒœœ‘ ‘‰Â?‹ȋ…‘”•‘ ƒ”‹„ƒŽ†‹Í™ÍžČŒÇĄ˜‹ƒ‘Ž–—”Â?‘ǥ …Š‹‡•ƒ†‹ƒÂ? ‹—•‡’’‡ǥ…Š‹‘•–”‘†‹ƒÂ?

‹‘˜ƒÂ?Â?‹ǥ„ƒ•‹Ž‹…ƒ†‹ƒÂ? ƒ—•–‹Â?‘Ǥ

13


ƒ‰ƒœ‹‡

ĒĆėĈčĊēĔ ”‡•‡’‡‡Ž‡ŽŽƒ

ĒĔēęĎĈčĎĆėĎ ”‡•‡’‹Dz…‘‡•–‹„‹Ž‹dz

ĈĔēĈĊĘĎĔ ”‡•‡’‹–—––‘Žǯƒ‘

Ȉ Ž’”‡•‡’‡‡Ž‡ŽŽƒ•‹•‘†ƒ•—Ž ‰”‡–‘†‡Žˆ‹—‡‡ŽŽƒƒ‹’‹‡†‹†‡ŽŽƒ …Š‹‡•ƒ’ƒ””‘……Š‹ƒŽ‡‡•‹‡•–‡†‡•— —’‡”…‘”•‘†‹…‹”…ƒ͙͘͘‡–”‹Ǥ‡•–ƒ ƒ’‡”–‘†ƒŽ͚͜†‹…‡„”‡ƒŽŽǯ͠‰‡ƒ‹‘Ǥ ‹’—Ö’‡”…‘””‡”‡†ƒŽŽ‡͡ƒŽŽ‡͚͚Ǥ

ˆ‘”ƒœ‹‘‹ƒŽ—‡”‘͙͛͛͛͛͘͜͝͠͞Ǥ ŽŽ’”‹‘’”‡•‡’‹‘•—Žˆ‹—‡‡ŽŽƒ”‹•ƒŽ‡ ƒŽ͙͡͠͠ǢŽǯ‹†‡ƒ°ƒ–ƒ†ƒŽ†‡•‹†‡”‹‘ †‹’‘”–ƒ”‡ƒŽŽǯ‡•–‡”‘Žƒƒ–‹˜‹–ǡ‹ —Ž—‘‰‘†‘˜‡‘‰‹’ƒ••ƒ–‡’‘••ƒ ˆ‡”ƒ”•‹ƒ†ƒ‹”ƒ”‡Žǯ‘’‡”ƒǤ Žƒ˜‘”‹ ’‡”ŽǯƒŽŽ‡•–‹‡–‘‹‹œ‹ƒ‘ƒ•‡––‡„”‡ ‡†—”ƒ‘ˆ‹‘ƒŽŽƒ˜‹‰‹Ž‹ƒ†‹ƒ–ƒŽ‡Ǥ

Ȉǯ͠†‹…‡„”‡‡ŽŽƒ ƒŽŽ‡”‹ƒ…‹˜‹…ƒ †‡ŽŽƒ”‘Ž‘…‘ǡ°•–ƒ–ƒ‹ƒ—‰—”ƒ–ƒ Žǯ‡•’‘•‹œ‹‘‡†‹’”‡•‡’‹…Š‡ Žǯƒ••‘…‹ƒœ‹‘‡‹…‹†‡Ž”‡•‡’‹‘†‹ ‹‰Š‹œœ‘Ž‘Šƒˆƒ––‘‰‹—‰‡”‡†ƒ‘Ž–‡ ’ƒ”–‹†‡Ž‘†‘—‹–ƒ‡–‡ƒ†—ƒ •‡œ‹‘‡…—”ƒ–ƒ†ƒƒŽ…—‹…‘‡”…‹ƒ–‹ ‘–‡…Žƒ”‡•‹‡…‘•–‹–—‹–ƒ†ƒ’”‡•‡’‹ Dz…‘‡•–‹„‹Ž‹dz”‡ƒŽ‹œœƒ–‹…‘’ƒ‡ǡ …‹‘……‘Žƒ–‘‡ƒŽ–”‹‰‡‡”‹ƒŽ‹‡–ƒ”‹Ǥ‡” ƒ‰‰‹‘”‹‹ˆ‘”ƒœ‹‘‹‘’‡”…‘‘•…‡”‡ ‰Ž‹‘”ƒ”‹†‡ŽŽƒ‘•–”ƒ•‹’—Ö…Š‹ƒƒ”‡ Žƒ”‘Ž‘…‘ƒŽ•‡‰—‡–‡—‡”‘ǣ ͛͘͘Ȁ͚͙͚͛͛͝͝Ǥ

Ȉ•’‘•‹œ‹‘‡†‹—…‡–‹ƒ‹‘†‹ ’”‡•‡’‹’”‘˜‡‹‡–‹†ƒ—”‘’ƒȋ‡ŽŽƒ ˆ‘–‘—‘†‡ŽŽƒ…ƒ†‹ƒ˜‹ƒȌǡˆ”‹…ƒǡ •‹ƒǡ‡”‹…Š‡˜‹•‹–ƒ„‹Ž‡–—––‘Žǯƒ‘ ‡ŽŽƒˆ”ƒœ‹‘‡ƒ‹‰‹Ž‹‘†‹˜‹ƒ ‹œœƒ”†‹ǡ͛͘Ȁ„Ǥ‹’—Ö˜‹•‹–ƒ”‡–—––‹‹ ‰‹‘”‹ˆ‹‘ƒŽ͙͛‰‡ƒ‹‘†ƒŽŽ‡͙͜ƒŽŽ‡ ͙͡Ǥ ˆ‘”ƒœ‹‘‹ǣ–‡Ž‡ˆ‘‘͚͙͛͛͘͘͟͝͠͠ ͙͙͛͛͟͡͝͠͞͠™™™Ǥ’”‡•‡’‹‘’ƒ‘Ž‘•‡•–‘Ǥ ‹–Ǥ‡’”‡ƒ‘…‡•‹‘°ƒ’‡”–‘‹Ž —•‡‘†‡Ž’”‡•‡’‹‘Dzƒ‘Ž‘ dzǣ— ‰”ƒ†‡’”‡•‡’‹‘‡……ƒ‹œœƒ–‘†‹ ͘͝‡–”‹“—ƒ†”ƒ–‹’‘•‹œ‹‘ƒ–‘‹ —ǯƒ’‹ƒ‰”‘––ƒ†‹–—ˆ‘Ǥ

15


16

ƒ‰ƒœ‹‡

NATALE... DOVE VUOI Quello natalizio è un tempo che, tradizionalmente, propone numerose attrazioni per tutti i gusti


ƒ‰ƒœ‹‡

ĕėĔĕĔĘęĊ ‘•‘Ž‘‡”…ƒ–‹‹ Da anni è diffusa anche nel Bresciano la moda dei mercatini natalizi. Una tradizione che dal Nord è arrivata anche in tanti paesi della provincia. Una realtà sempre più consistente che non ha intaccato, però, il piacere di una visita a Trento, Bolzano, Bressanone e Merano, culle di iniziative poi esportate in ogni angolo del Paese. Quello natalizio è anche un tempo per coltivare la passione per lo sci. Brescia vanta importanti località sciistiche, anche se sono tanti i bresciani che amano i comprensori del vicino Trentino. Nonostante la crisi sono molte le persone che sognano un Natale al caldo o nelle capitali europee

17


18

ƒ‰ƒœ‹�‡

Natale nel Bresciano I suggerimenti dell’assessore Razzi

Tanto sci, ma anche terme e cultura hanno un grande fascino La responsabile provinciale per le politiche turistiche invita a superare schemi consolidati. Non sono solo le montagne le eccellenze del turismo invernale. Il sistema termale bresciano è importante e già si pensa alla Coppa delle Alpi di Massimo Venturelli

H

anno aspettato con il fiato sospeso sino all’8 dicembre. Poi albergatori e operatori del turismo bresciano si sono rimboccati le maniche: la stagione invernale è ufficialmente iniziata. Certo, come conferma anche l’assessore provinciale al turismo Silvia Razzi in testa, tutti si aspettavano un po’ piĂš di neve... Una consistente imbiancata di tutte le montagne bresciane avrebbe consentito un avvio di stagione “coi fiocchiâ€?. La mancanza di precipitazioni nevose e il clima bizzarro delle scorse settimane hanno inciso consistentemente sulle prenotazioni. Un po’ in tutti i comprensori bresciani le prenotazioni sono andate a rilento, “anche se ormai – continua ancora l’assessore Razzi – gli operatori turistici bresciani si sono abituati alla filosofia del last minuteâ€?. L’ottimismo, comunque non manca, nĂŠ nella sede dell’Assessorato provinciale al turismo (centrale di monitoraggio di tutti i flussi nel Bresciano) nĂŠ nelle diverse localitĂ  sciistiche della provincia. Si punta molto sulle festivitĂ  natalizie e di fine anno, magari sperando in un clima meno avaro di precipitazioni. “Grazie alla costante opera di rilevazione dei nostri uffici – continua Silvia Razzi – abbiamo

praticamente in tempo reale l’andamento del turismo nelle nostre localitĂ â€?. La neve e lo sci, dunque, continuano a farla da padrone ma, come sostiene l’Assessore provinciale, non sono le uniche freccie dell’arco del turismo invernale bresciano. â€œĂˆ un dato di fatto – conferma Silvia Razzi – che i flussi del turismo invernale non sono composti solo da sciatoriâ€?. C’è anche chi (e non si tratta di piccoli numeri) continua a spostarsi lungo gli itinerari dell’enogastronomia bresciana, che tante tappe vantano anche nei comprensori montani della provinciaâ€?. Per questo gli sforzi di Palazzo Broletto puntano a valorizzare proprio queste forme particolari di turismo. “Una scelta

ÇŻ••‡••‘”‡’”‘˜‹Â?…‹ƒŽ‡ƒŽ –—”‹•Â?‘‰—ƒ”†ƒƒ—Â?ƒŽ–”‘ ƒ’’—Â?–ƒÂ?‡Â?–‘†‹‰”ƒÂ?†‡ ˆƒ•…‹Â?‘ǣŽƒ‘’’ƒ†‡ŽŽƒŽ’‹ ‹Â?’”‘‰”ƒÂ?Â?ƒ‹ŽÍœˆ‡„„”ƒ‹‘ ’”‘••‹Â?‘Ǥƒ”‹’”‘’‘•–ƒ†‡ŽŽƒ ‰ƒ”ƒƒ—–‘Â?‘„‹Ž‹•–‹…ƒȋ•—Ž ’‡”…‘”•‘ÂƒÂ”ÂˆÂ‘ÇĄ‘Â?–‡†‹Ž‡‰Â?‘ǥ –ǤÂ‘Â”Â‹Â–ÂœÇĄ‘ŽœƒÂ?‘ǥ ‘Â?–‡†‹Ž‡‰Â?Â‘ČŒÇĄ…‘Â?•‹†‡”ƒ–ƒŽƒ ’”‘‰‡Â?‹–”‹…‡†‡ŽŽƒ‹ŽŽ‡Â‹Â‰ÂŽÂ‹ÂƒÇĄ °‘……ƒ•‹‘Â?‡‹Â?’‘”–ƒÂ?–‡’‡” ‹Ž…‘Â?’ƒ”–‘–—”‹•–‹…‘Â†Â‡ÂŽÂŽÇŻÂƒÂŽÂ–Âƒ ƒŽŽ‡ƒÂ?‘Â?‹…ƒǤ

SILVIA RAZZI

dettata – sono ancora considerazioni di Silvia razzi – anche dalla volontĂ  di valorizzare alcune eccellenze bresciane sempre piĂš conosciuteâ€?. Alcuni ristoranti bresciani, infatti, hanno conseguito negli ultimi mesi importanti riconoscimenti e segnalazioni sulle piĂš prestigiose guide della buoma tavola: ottime credenziali per sviluppare flussi enogastronomici ancora piĂš consistenti. C’è anche un altro settore su cui in molti, assessore Razzi in testa, puntano per non legare il turismo bresciano solo e soltanto alla neve: quello termale. “Da questo punto di vista – sottolinea l’Assessore – Brescia dispone di un sistema termale di grande prestigio, capace di intercettare i consistenti movimenti del turismo del benessere oggi ancora troppo diretti lontano dalla provinciaâ€?. L’obiettivo è quello di valorizzare questa grande risorsa, magari giĂ  dai territori di riferimenti dei complessi termali bresciani. “Per questo – conferma al proposito Silvia Razzi – nel 2012 la Provincia si farĂ  capofila di una serie di incontri sul territorio per far conoscere e valorizzare le tante risorse che il Bresciano può sfruttare per una crescita complessiva del turismo entro i confini provincialiâ€?. Nel frattempo si punta, anche dal punto di vista comunicativo (sito internet e pagine facebook), a far conoscere tante proposte esistenti, mercatini di Natale in testa.


ƒ‰ƒœ‹�‡

ĘĊČēĆđĆÄ&#x;ĎĔēĎ ŽŽƒ”‹…‡”…ƒ†‡ŽŽǯDz‘”‹‰‹Â?ÂƒÂŽÂ‡Çł ČˆŠ‹ƒÂ?ƒŽǯ‘”‹‰‹Â?ƒŽ‡Â?‘Â?’—Ö ƒ……‘Â?–‡Â?–ƒ”•‹…‡”–‘†‡ŽŽƒ˜‹•‹–ƒƒ—Â?‘†‡‹ –ƒÂ?–‹Â?‡”…ƒ–‹Â?‹Â?ƒ–ƒŽ‹œ‹†‡Ž”‡•…‹ƒÂ?‘Ǥ ”‡Â?–‘ǥ‘ŽœƒÂ?‘†‹˜‡Â?–ƒÂ?‘ƒŽŽ‘”ƒ Â?‡–‡Â‘Â„Â„ÂŽÂ‹Â‰ÂƒÂ–Â‡ÇĄƒÂ?…Š‡•‡†ƒƒÂ?Â?‹•‘Â?‘ •‡Â?’”‡’‹ÎŽ‡Ž‘…ƒŽ‹–Â?ƒŽ’‹Â?‡Â?‹Â?‘”‹ƒ ‘”‰ƒÂ?‹œœƒ”‡ƒŽÂ?‡Â?‘—Â?‡”…ƒ–‹Â?‘†‹ ÂƒÂ–ÂƒÂŽÂ‡ÇĄƒÂ?…Š‡’‡”—Â?‰‹‘”Â?‘•‘Ž–ƒÂ?–‘Ǥ

Â? –ƒŽ‹ƒ•‹–”‘˜ƒÂ?‘Â?‡”…ƒ–‹Â?‹Â?‡ŽŽ‡ ‰”ƒÂ?†‹…‹––Â?Â†ÇŻÂƒÂ”Â–Â‡ÇĄ…‘Â?‡‘Ž‘‰Â?ÂƒÇĄ ‹”‡Â?ÂœÂ‡ÇĄÂƒÂ’Â‘ÂŽÂ‹ÇĄ‘”‹Â?‘‡‡”‘Â?ÂƒÇĄÂ?ƒ‹ ’‹Îƒˆˆƒ•…‹Â?ƒÂ?–‹‡ƒÂ?–‹…Š‹…‘Â?–‹Â?—ƒÂ?‘ƒ ‡••‡”‡“—‡ŽŽ‹†‡Ž”‡Â?–‹Â?‘Ž–‘†‹‰‡ǣ ‘Ž–”‡ƒ“—‡ŽŽ‹‰‹Â?…‹–ƒ–‹˜ƒÂ?Â?‘•‡‰Â?ƒŽƒ–‹ “—‡ŽŽ‹†‹”…‘ǥ”‡••ƒÂ?‘Â?‡ǥ‡˜‹…‘ ‡”Â?‡ǥ‡”ƒÂ?‘ǥ‡‹’‹–‡Â?‘Ǥ

Mercatini di Natale Un’antica tradizione

Un viaggio suggestivo nelle magiche atmosfere natalizie del Nord Uno dei primi fu quello di San Nicola che si svolgeva, giĂ  della fine del XIV secolo, in Germania e Alsazia. Di grande suggestione sono anche quelli di Salisburgo e di Normiberga di Mario Garzoni

M

agica è l’atmosfera dei mercatini di Natale che si tuffano nella suggestiva tradizione dell’Avvento alpino. Un’atmosfera

UN MERCATINO DI NATALE DEL TRENTINO

indimenticabile e un fascino che si svela ad ogni bancarella. Vivere un mercatino di Natale significa camminare tra strade strettissime e perdersi in piazze enormi, in città vestite a festa. Calore umano e freddo pungente, atmosfera festosa in piazze brulicanti di gente, colori, luci, suoni e profumi: in tutta Europa, ormai, è tempo di mercatini di Natale, immancabile tradizione e ideale preparazione al clima natalizio, che quest’anno durerà sino alla vigilia del 24 dicembre. Un mercatino di Natale ti trascina in una suggestione di luci, sapori e suoni, le decorazioni riempiono le città, le vetrine brillano ed il profumo di spezie e cannella invade le vie. La tradizione dei mercatini di Natale ha origini assai antiche nella cultura mitteleuropea. Uno dei primi mercati natalizi, il Mercato di San Nicola, risale al XIV secolo e si svolgeva in Germania e Alsazia. In particolare, il mercato di Dresda è il primo di cui ci sia rimasta attestazione scritta, in un documento del 1434. Questa fiera, in origine probabilmente chiamata mercato di Natale, fu ribattezzata durante la Riforma protestante Christkindlmarkt, mercato di GesÚ Bambino, nome che ancora oggi viene dato a molti Mercatini di Natale tedeschi e austriaci. Altri antichi mercati di secolare tradizione sono quello di Salisburgo, risalente al 1570, e quello di Norimberga.

19


ƒ‰ƒœ‹‡

ĉĊĘĊēğĆēĔ ‡‡‡†…‘Ž‡”…ƒ–‹‘

ĕĎĘĔČēĊ ƒ…ƒ”‡ŽŽ‡•—ŽŽƒ‰‘

ćĊėğĔĉĊĒĔ Dz1”‡†ƒƒ†ƒŽ†ƒŽ—–dz

Ȉ ”ƒŽ‡’”‘’‘•–‡ƒ–ƒŽ‹œ‹‡‰ƒ”†‡•ƒ‡ –”‘˜ƒ•’ƒœ‹‘‹Ž‡”…ƒ–‹‘†‹ƒ–ƒŽ‡†‹ ‡•‡œƒ‘†‡Ž ƒ”†ƒ…Š‡“—‡•–ǯƒ‘ ƒ’”‡‹„ƒ––‡–‹‹Ž͡†‹…‡„”‡Ǥ”‘‘••‘ †ƒŽ•‡––‘”‡––‹˜‹–’”‘†—––‹˜‡‡ –—”‹•‘†‡ŽŽƒŽ‘…ƒŽ‡ƒ‹‹•–”ƒœ‹‘‡ …‘—ƒŽ‡ǡƒ––‡†‡‹Ž•—‘’—„„Ž‹…‘†ƒŽ͡ ƒŽŽǯ͙͙†‹…‡„”‡ǡ†ƒŽ͙͞ƒŽ͙͠‡†ƒŽ͚͛ƒŽ ͚͜Ǥƒ…ƒ”‡ŽŽ‡‡†‡•’‘•‹–‘”‹•‹†ƒ”ƒ‘ ƒ’’—–ƒ‡–‘‹’‹ƒœœƒƒŽ˜‡œœ‹Ǥ ‡”‹ˆ‘”ƒœ‹‘‹°’‘••‹„‹Ž‡…‘–ƒ––ƒ”‡ǣ ‘—‡†‹‡•‡œƒ‘†‡Ž ƒ”†ƒǡ •‡––‘”‡––‹˜‹–’”‘†—––‹˜‡‡–—”‹•‘ –‡ŽǤ͛͘͘Ȁ͙͙͚͘͟͡͡

Ȉ ”ƒ‹‡”…ƒ–‹‹ƒ–ƒŽ‹œ‹†‡Ž‡„‹‘ •’‹……ƒ’‡”‘”‹‰‹ƒŽ‹–Žƒ’”‘’‘•–ƒ ˆ‘”—Žƒ–ƒ†ƒŽ‘—‡†‹‹•‘‰‡ǤƒŽ ͙͘ƒŽ͙͠†‹…‡„”‡ŽƒŽ‘…ƒŽ‹–†‡ŽŽǯƒŽ–‘ ‡„‹‘’”‘’‘‡Dz‡”…ƒ–‹‹•—ŽŽƒ‰‘dzǤ ‡…ƒ•‡––‡†‹Ž‡‰‘•ƒ”ƒ‘‘……ƒ•‹‘‡ ’‡”—‘•Š‘’’‹‰ƒ–ƒŽ‹œ‹‘ǡ‹’‹ƒœœƒ „‡”–‘ λǡƒŽŽƒ”‹…‡”…ƒ†‹”‡‰ƒŽ‹ ‘”‹‰‹ƒŽ‹‡†‹•ƒ’‘”‹ƒ–‹…Š‹Ǥ Ž‡”…ƒ–‹‘ •ƒ”˜‹•‹–ƒ„‹Ž‡‹Ž˜‡‡”†¿†ƒŽŽ‡͙͠ƒŽŽ‡͚͚ǡ ‹Ž•ƒ„ƒ–‘†ƒŽŽ‡͙͞ƒŽŽ‡͚͛‡Žƒ†‘‡‹…ƒ †ƒŽŽ‡͙͘ƒŽŽ‡͚͚Ǥ‡”‹ˆ‘”ƒœ‹‘‹ǣ –‡ŽǤ͚͛͛͛͘͜͟͜͟͡ǡ‡”…ƒ–‹‹’‹•‘‰‡̻ ƒŽ‹…‡Ǥ‹–

Ȉ‡”œ‘‡‘ǡ‹ƒŽŽ‡ƒ‘‹…ƒǡ†ƒŽ ͟ƒŽŽǯ͙͙†‹…‡„”‡˜‹‡‡’”‘’‘•–ƒŽƒ͙͘ƅ ‡†‹œ‹‘‡†‹Dz1”‡†ƒƒ†ƒŽ†ƒŽ—–dzǡ—ƒ ‹‹œ‹ƒ–‹˜ƒ‹…‡–”ƒ–ƒ•—ŽŽƒ”‹•…‘’‡”–ƒ†‡‹ ‡•–‹‡”‹†‹—ƒ˜‘Ž–ƒ“—ƒŽ‹‹Ž‘”…‹‘ǡ Žƒ…‘––—”ƒ†‡Ž’ƒ‡‹—ƒ–‹…‘ˆ‘”‘ ƒŽ‡‰ƒǡŽƒŽƒ˜‘”ƒœ‹‘‡†‡ŽŽƒ––‡‡†‡ŽŽ‡ …ƒ•–ƒ‰‡ǤǯƒŽŽ‡•–‹‡–‘†‹’”‡•‡’‹ ƒŽŽǯƒ’‡”–‘—–‹Ž‹œœƒ†‘ƒ–‡”‹ƒŽ‹ ’‘˜‡”ǡ†ƒ’ƒ”–‡†‡‰Ž‹ƒ”–‹•–‹Ž‘…ƒŽ‹ǡ °”‡ƒŽ‹œœƒ–‘‡ŽŽ‡’‹ƒœœ‡––‡‡‡ŽŽ‡ ˆ‘–ƒ‡‹Ǥ‡”‹ˆ‘”ƒœ‹‘‹ǣ”‘‘…‘ ƒŽ•ƒ˜‹‘”‡–‡ŽǤ͙͙͚͛͛͘͜͜͞͞ǡ™™™Ǥ ‡”‡†ƒƒ†ƒŽ†ƒŽ—–Ǥ‹–

21


22

ƒ‰ƒœ‹‡

DUE IMMAGINI DELLE TERME DI SIRMIONE

ęĊėĒĊĉĎĘĎėĒĎĔēĊǤĈĔĒ ƒ’‘†ƒ‘‹”‡Žƒš Ȉˆƒ”‡Žƒ’ƒ”–‡†‡ŽŽ‡‘‡°‹Ž•‹•–‡ƒ –‡”ƒŽ‡†‹‹”‹‘‡…Š‡†ƒ–‡’‘Šƒ ‹†‹˜‹†—ƒ–‘‡ŽŽǯ‹˜‡”‘—ƒ•–ƒ‰‹‘‡ †ƒ˜ƒŽ‘”‹œœƒ”‡ƒ˜ƒ–ƒ‰‰‹‘†‡Ž—‡”‘ •‡’”‡’‹îƒ’‹‘†‹…Š‹ƒƒŽ‡–‡”‡Ǥ ƒ“—‡•–‘’—–‘†‹˜‹•–ƒ‹”‹˜ƒƒŽ

ƒ”†ƒ‘•‹•‘‘”‹•’ƒ”‹ƒ–‹Ǥƒ•–ƒ —ƒ•‡’Ž‹…‡˜‹•‹–ƒƒŽ•‹–‘™™™Ǥ –‡”‡†‹•‹”‹‘‡Ǥ…‘’‡””‡†‡”•‹…‘–‘ †‹…‘‡Ž‡–‡”‡•‹ƒ‘ƒˆˆƒ•…‹ƒ–‹ƒ…Š‡ †ǯ‹˜‡”‘ǡƒ‰ƒ”‹…‘‡ƒ„‹‡–‡‹•‘Ž‹–‘ ’‡”–”ƒ•…‘””‡”‡—…ƒ’‘†ƒ‘ˆ—‘”‹†ƒ‰Ž‹ •…Š‡‹…Žƒ••‹…‹Ǥ‡•‡’‹‘ƒ…Š‡’‡”Ž‡ ƒŽ–”‡Ž‘…ƒŽ‹––‡”ƒŽ‹†‡Ž”‡•…‹ƒ‘

Turismo a Brescia Proposte oltre lo sci

Terme: non solo salute, c’è anche il benessere Brescia dispone di un interessante sistema termale che deve essere ancora completamente valorizzato. Strutture che puntano sempre dui più sul benessere complessivo della persona. Un’ottima proposta per chi vuole rilassarsi tra una festa e l’altra di Massimo Venturelli

L

’ ha ricordato anche l’assessore provinciale Silvia Razzi: il turismo bresciano (quello invernale nella fattispecie) è qualcosa in più dello sci e della neve. Il Bresciano vanta un sistema termale di tutto rispetto che negli ultimi anni si è sganciato dal pur importante aspetto terapeutico a vantaggio di una concezione di benessere molto più ampia. Anche le terme presenti nel Bresciano puntano sempre di più su pacchetti benessere capaci di cullare i clienti per tradizione portati a cercare al di fuori dei confini provinciali questi

servizi. Quella del centro benessere o spa (dal latino salus per aquam) è una tradizaione delle regioni del nord che solo da pochi anni ha fatto breccia anche nel Bresciano. E così anche poli termali noti per le proprietà terapeutiche delle loro acque come Boario, Angolo, Sirmione hanno aperto a questa nuova proposta con risultati positivi. La scommessa, per altro evidenziata in queste pagine anche dall’Assessore provinciale al turismo, è quella di proporre le terme anche come possibilità da sfruttare nel periodo invernale, per liberarsi, nelle festività a cavallo tra il Natale e l’anno nuovo, delle tante tossine accumulate.


ƒ‰ƒœ‹‡

UNA PISTA DEL COMPRENSORIO PONTEDILEGNO/TONALE

Non solo Brescia Proposte per chi ama sciare

Neve: alla ricerca di un “Natale in bianco” Le montagne del Bresciano offrono numerose opportunità agli appassionati di sci e degli altri sport invernali. Ma a poche ore di auto ci sono anche alcuni tra i più bei comprensori d’Europa di Massimo Venturelli

P

ontedilegno/Tonale, Montecampione, Borno, Pezzeda Maniva, Valpalot: non c’è che l’imbarazzo della scelta. Per i bresciani appassionati di sci e di sport invernali in genere la provincia offre parecchie opportunità. Le località citate sono facilmente raggiungibili in tempo sufficientemente breve da ogni angolo del Bresciano, mete ideali per una giornata sugli sci. Tutti i comprensori bresciani, a partire da quello di Pontedilegno/ Tonale, negli ultimi anni hanno investito consistentemente per migliorare impianti

e attrezzature. I riscontri non mancano; il numero degli sciatori è cresciuto, e non arrivano solo dalla provincia. Allo stesso modo gli sciatori di casa guardano con interesse a quelle località dell’arco alpino facilmente raggiungibili con poche ore di auto. Sono sempre tanti i bresciani che “varcano” i confini della provincia per portare i loro sci sulle piste del Trentino. È così sempre più facile sentire qualche “pista” con inconfondibile cadenza bresciana in Val di Fassa, in Val Badia o in Val Pusteria, grazie a compresori sciistici che hanno pochi pari in Europa e che sono all’avanguardia per qualità degli impianti, capacità ricettive e attenzione all’ospite.

ĆĉĆĒĊđđĔĘĐĎ …‹ƒ”‡–”ƒ‘–‡†‹Ž‡‰‘‡‘ƒŽ‡ Ȉ‘‹•—‘‹͙͘͘†‹’‹•–‡‹‡˜ƒ–‡ǡ †ƒ‡ŽŽ‘‹‘ˆˆ”‡‘’’‘”–—‹–’‡”–—––‹ ‰Ž‹ƒƒ–‹†‡‰Ž‹•’‘”–‹˜‡”ƒŽ‹Ǥ Ž–”‡…Š‡‹Ž–”ƒ†‹œ‹‘ƒŽ‡•…‹ƒŽ’‹‘ǡ‹Ž …‘’”‡•‘”‹‘’‡”‡––‡—‡”‘•‡ ƒ––‹˜‹–ǡˆ”ƒŽ‡“—ƒŽ‹•‘™„‘”ƒ†ǡˆ”‡‡•–›Ž‡ǡ •…‹†‹ˆ‘†‘ǡ–‡Ž‡ƒ”‡–ƒ–‡ƒŽ–”‡†ƒ •…‘’”‹”‡Ǥ͜͝‹Žƒ•…‹ƒ–‘”‹•‹•’‘•–ƒ‘ ‘‰‹‰‹‘”‘•—ŽŽ‡’‹•–‡‰”ƒœ‹‡ƒ‹‘†‡”‹ ‹’‹ƒ–‹†‹†ƒ‡ŽŽ‘‹Ǥ‘ƒŽ‡‡†‹–‘”‹ •‘‘Ž—‘‰Š‹‹†‡ƒŽ‹’‡”—ƒ•‡––‹ƒƒ „‹ƒ…ƒ‘ƒ…Š‡—•‘Ž‘™‡‡‡†•—ŽŽƒ ‡˜‡Ǥ ˆ‘ǣ™™™Ǥƒ†ƒ‡ŽŽ‘•‹Ǥ…‘ǡ–‡ŽǤ ͛͘͜͞Ǥ͚͘͟͡͡Ȁ͚͛͡͞͡Ǧˆƒš͛͘͜͞Ǥ͚͚͙͡͞Ǥ

23


ƒ‰ƒœ‹‡

ĒĔēęĊĈĆĒĕĎĔēĊĘĐĎ ™™™Ǥ‘–‡…ƒ’‹‘‡Ǥ‹–

ćĔėēĔǦĒĔēęĊĆđęĎĘĘĎĒĔ ™™™Ǥ„‘”‘–—”‹•‘Ǥ‹–

ĒĆēĎěĆĘĐĎ ™™™Ǥƒ‹˜ƒ•‹Ǥ‹–

Ȉƒ•–ƒœ‹‘‡•…‹‹•–‹…ƒ†‹‘–‡…ƒ’‹‘‡ Ǧ‘˜‡‰‘°•‹–—ƒ–ƒƒŽŽǯ‹‹œ‹‘†‡ŽŽƒ ƒŽŽ‡ƒ‘‹…ƒ‡ŽŽ‡˜‹…‹ƒœ‡†‡Ž ƒ‰‘†ǯ •‡‘ǡ‹Ž–‡””‹–‘”‹‘‹•‹•–‡•—‹ ‘—‹†‹”–‘‰‡‡‹ƒƒ—‘Ǥ ‘–‡…ƒ’‹‘‡†‹•–ƒ…‹”…ƒ͘͞†ƒ ”‡•…‹ƒ‡‡”‰ƒ‘‡͙͚͘†ƒ‹Žƒ‘Ǥ •‘Ž‹͙͝†ƒŽŽƒ•–ƒœ‹‘‡•…‹‹•–‹…ƒ •‹–”‘˜ƒŽƒ†ƒŽŽƒ…‹––ƒ†‹ƒ–‡”ƒŽ‡†‹ ƒ”ˆ‘‘ƒ”‹‘Ǥ Ž†‡ƒ‹‘•…‹‹•–‹…‘‘ˆˆ”‡ ͛͘†‹’‹•–‡†‘–ƒ–‡†‹‹‡˜ƒ‡–‘ ’”‘‰”ƒƒ–‘ǡ…Š‡•‹•‘†ƒ‘–”ƒ ‘–‡…ƒ’‹‘‡͙͚͘͘‡Žƒ͚͘͘͘ǡ •‡”˜‹–‡†ƒ͙͙‹’‹ƒ–‹†‹”‹•ƒŽ‹–ƒǤ

Ȉ ‘†‘ǡ†‹•…‡•ƒǡ•…‹ƒŽ’‹‹•‘ǡ ‡•…—”•‹‘‹ǡ‡•…—”•‹‘‹…‘…‹ƒ•’‘Ž‡ǡ ’ƒ––‹ƒ‰‰‹‘‡ƒ””ƒ’‹…ƒ–‡•—‰Š‹ƒ……‹‘ǣ •‘‘“—‡•–‡•‘Ž‘ƒŽ…—‡†‡ŽŽ‡’”‘’‘•–‡ …Š‡‘”‘ǡ•–ƒ‰‹‘‡•…‹‹•–‹…ƒƒ‹’‹‡†‹ †‡Ž‘–‡Ž–‹••‹‘‘ˆˆ”‡ƒ‹–—”‹•–‹Ǥ …‹ƒ”‡ƒ‘”‘°—ǯƒ˜˜‡–—”ƒǣ‰‘†‡”‡ Žǯ‹˜‡”‘ƒŽ’‹‘‹“—‡•–ǯƒ”‡ƒ•…‹‹•–‹…ƒ †‹‘”‘•‹‰‹ˆ‹…ƒ—†‹˜‡”–‹‡–‘‡ŽŽƒ ‡˜‡Ǥ‘Ž‡•—‡͙͙’‹•–‡”ƒ’’”‡•‡–ƒ Žƒ‡–ƒ‹†‡ƒŽ‡’‡”‰Ž‹ƒƒ–‹†‡ŽŽ‘•…‹ ƒ’’‡ƒˆ—‘”‹’‘”–ƒǤ”‡œœ‹˜ƒ–ƒ‰‰‹‘•‹ †‡‰Ž‹‹’‹ƒ–‹†‹”‹•ƒŽ‹–ƒ‡ˆƒ‘—ƒ ‡–ƒ‰”ƒ†‹–ƒ†ƒ„”‡•…‹ƒ‹ƒ‘Ǥ

Ȉ‘•…‹ƒ’‘”–ƒ–ƒ†‹ƒ‘Ǥ1 “—‡•–‘•Ž‘‰ƒ’ƒ”–‹…‘Žƒ”‡–‡ ‡ˆˆ‹…ƒ…‡…‘‹ƒ–‘’‡”’”‘—‘˜‡”‡‹Ž …‘’”‡•‘”‹‘ƒ‹˜ƒ‹Ǥ …ƒ•–‘ƒ–‘ –”ƒŽƒ’‹ƒ—”ƒ’ƒ†ƒƒ‡Ž‡ƒŽ’‹‡–‹…Š‡ǡ ‹Ž…‘’”‡•‘”‹‘•‹‘ˆˆ”‡…‘‡—ƒ •–ƒœ‹‘‡•…‹‹•–‹…ƒ‹…”‡•…‹–ƒ‡†ƒŽŽ‡ ‰”ƒ†‹’”‘•’‡––‹˜‡Ǥƒ”‡…‡–‡ …‘•–”—œ‹‘‡†‡Ž—‘˜‘‹’‹ƒ–‘ ‡”•‘Ž‡Ǧƒ•†ƒƒǡ…‘‹•—‘‹͚͘͠͠†‹ ƒŽ–‡œœƒǡ’”‘‹‡––ƒ‹Žƒ‹˜ƒƒ†‹˜‡–ƒ”‡ ”‡‰‹ƒ†‡ŽŽ‡•–ƒœ‹‘‹’”‡ƒŽ’‹‡Ǥ ”ƒ—ƒ†‹•…‡•ƒ‡ŽǯƒŽ–”ƒǡ‰Ž‹•…‹ƒ–‘”‹ ’‘••‘‘‰—•–ƒ”‡‹’‹ƒ––‹Ž‘…ƒŽ‹Ǥ

$EHQL5HQ]R*LRLHOOHULD2UH¿FHULD 3LD]]D99HQHWR7HO*XVVDJR %6

25


26

ƒ‰ƒœ‹‡

Natale dove vuoi In viaggio nonostante la crisi

Gran tour per le città d’arte italiane Roma, Firenze, Venezia, ma anche Torino e tanti centri minori saranno la meta di tanti turisti italiani e stranieri di Massimo Venturelli

N

onostante le crisi in corso e le notizie tuttaltro che rassicuranti è facile immaginare che saranno in molti, anche nel Bresciano, a mettersi in viaggio per trascorrere qualche giorno lontano da casa tra Natale e Capodanno. Delle vacanze sulla neve e di quelle alle terme si è già detto nelle pagine precedenti. Un capitolo a parte meritano le città d’arte e le grandi capitali europee. Venezia, Roma, Firenze e Napoli sono da sempre le mete preferite

dagli italiani (e anche da tanti stranieri) che pure non disdegnano località meno affollate dell’Umbria (Assisi in testa) e della Toscana (Siena & co.). In questa ultima parte dell’anno dedicato al 150° dell’Unità d’Italia è facile immaginare che anche Torino sarà una meta particolarmente ambita per una full immersion nella storia risorgimentale italiana. Torino, oltretutto, con la reggia di Venaria, il Museo Egizio e il Museo del cinema, offre grandi opportunità culturali da godere nei periodi di riposo in queste settimane di fine anno.

FIRENZE

DOMANI GRANDE

C’È UN FUTURO O CHE VA V VALE LE PIÙ DI OGNI ALTRO FUTURO. È QUELLO DI TUO FIGLIO. AGENZIA GENERALE DI BRESCIA Via Crocefissa di Rosa, 50 - 25128 Brescia Tel. 030 380313 - Fax 030 380321 e-mail: brescianord@cattolica.it

Ottorino Tecchioli e Anna Montani


ƒ‰ƒœ‹‡

UN’IMMAGINE DI PARIGI

Proposte europee Attirano le grandi capitali

Parigi, Londra, Berlino... Continuano a essere particolarmente gettonate le città europee che sanno offrire un attraente mix tra cultura e animazione di Massimo Venturelli

C

omplice il proliferare dei voli low cost da qualche anno a questa parte le capitali europee sono diventate mete ambite di un numero sempre maggiore di turisti italiani. Anche i bresciani, grazie anche all’offerta di voli low cost dai vicini aeroporti di Orio al Serio e Verona (della partita poteva essere anche Montichiari, ancora in attesa, purtroppo, di conoscere il proprio destino). Grandi capitali come Parigi, Londra, Berlino, ma anche Madrid e Praga sono diventate il punto di riferimento quasi naturale per le vacanza del popolo eterogeneo dei viaggiatori. Sui voli diretti in queste capitali ci si imbatte in schiere di giovani, ma anche in intere famiglie, perché le stesse città, anche per quel che concerne i costi dell’ospitalità, propongono soluzioni per tutte le

tasche. Londra, città oggettivamente più cara delle altre, compensa questo aspetto con l’ingresso gratuito ad alcuni fra i più importanti musei del mondo. Berlino conquista soprattutto i giovani per il fascino di città da poco riunitasi in cui la voglia di incontrarsi e l’entusiasmo dei suoi abitanti hanno condizionato anche le scelte degli urbanisti a cui è stato affidato il compito della costruzione della nuova capitale della Germania unita. Per chi ama le atmosfere più romantiche la meta ideale resta Parigi. I suoi lungo Senna, le sue piazze, il Louvre la Gare d’Orsay, Notre Dame, il Quartiere latino, la torre Eiffel sono luoghi in cui è piacevole perdersi. Un po’ come nelle atmosfere mittleuropee di Praga. Madrid e Barcellona, le due mete più gettonate di Spagna, attirano chi predilige le atmosfere latina e la movida. Insomma, l’Europa offre un po’ di tutto. Basta prendere la valigia e partire.

ēĊĜĞĔėĐ

Žˆƒ•…‹‘†‡ŽŽƒDz‰”ƒ†‡‡Žƒdz Ȉ‰‰‹ǡˆ‘”•‡ǡ‘°’‹îƒŽŽƒ’‘”–ƒ–ƒ †‹–—––‡Ž‡–ƒ•…Š‡Ǥ‘’Ž‹…‡ƒ…Š‡— —‡”‘‹ˆ‹‹–‘†‹ˆ‹Žƒ„‹‡–ƒ–‹ ‡ŽŽƒ‰”ƒ†‡‡Žƒ’”‘’”‹‘‡Ž’‡”‹‘†‘ ƒ–ƒŽ‹œ‹‘ǡ‡™‘”…‘–‹—ƒƒ ‡•‡”…‹–ƒ”‡—‰”ƒ†‡ˆƒ•…‹‘•—…Š‹ ‹–‡†‡˜‹˜‡”‡“—ƒŽ…Š‡‰‹‘”ƒ–ƒ†‹ ˜ƒ…ƒœƒ–”ƒ‹Žƒ–ƒŽ‡‡ƒ’‘†ƒ‘Ǥ ‹ˆˆ‹…‹Ž‡…‘†‡•ƒ”‡‹’‘…Š‡”‹‰Š‡ Ž‡‘’’‘”–—‹–†‡ŽŽƒ‡–”‘’‘Ž‹ǤƒŽ‡ ‹Ž˜‹ƒ‰‰‹‘Žƒ•‘Žƒƒ–‘•ˆ‡”ƒ†‡ŽŽ‡•—‡ ˜‹‡‹ŽŽ—‹ƒ–‡’‡”‹Žƒ–ƒŽ‡ǡ—ƒ˜‹•‹–ƒ ƒŽ‡–”ƒŽƒ”‡ƒŽŽ‡˜‹‡†‡ŽŽƒ‘†ƒ‘ ”‘ƒ†™ƒ›

27


ƒ‰ƒœ‹‡

ĒĆėėĔĘĘĔ ‘•‘Ž‘Šƒ”‡ŽŠ‡‹

ĆċėĎĈĆ

Žˆƒ•…‹‘†‡Ž‡›ƒ

ęĚēĎĘĎĆ Ž…ƒŽ†‘ƒ‘–”‘’’‘

Ȉ‡”‰Ž‹ƒƒ–‹†‡Žƒ–ƒŽ‡ƒŽ…ƒŽ†‘ ‹Žƒ”‘••‘…‘–‹—ƒƒ‡••‡”‡—ƒ †‡ŽŽ‡‡–‡’‹î‰‡––‘ƒ–‡Ǥ‘Ž–‹••‹‹‹ „”‡•…‹ƒ‹…Š‡•…‡Ž‰‘‘“—‡•–‡•’‹ƒ‰‰‡ ’‡”†‹‡–‹…ƒ”‡ǡƒŽ‡‘’‡”“—ƒŽ…Š‡ ‰‹‘”‘ǡŽ‡‡„„‹‡‡‹Žˆ”‡††‘†‹…ƒ•ƒǤ ƒ”‘••‘ǡ’‡”Öǡ‘°•‘Ž‘Šƒ”‡Ž Š‹ǤŽ–”‡––ƒ–‘…ƒ”‹…Š‡†‹ƒ–‘•ˆ‡”‡ •‘‘Ž‡•’‹ƒ‰‰‡†‹ƒ”•ƒŽƒǤ…Š‡ ‹’”‡œœ‹•‘‘–—––‘•‘ƒ–‘…‘–‡—–‹ ‡ŽƒDz”‡Žƒ–‹˜ƒdzˆƒ…‹Ž‹–†‹…‘ŽŽ‡‰ƒ‡–‘ †ƒŽŽǯ –ƒŽ‹ƒˆƒ‘†‡Žƒ”‘••‘—ƒ ‡–ƒ…Š‡ƒ……‘‰Ž‹‡–ƒ–‹ƒƒ–‹†‡Ž ƒ–ƒŽ‡ƒŽ•‘Ž‡Ǥ

Ȉ Žƒ–ƒŽ‡°ƒŽŽ‡’‘”–‡ǡ’‡”…Š‹’”‘’”‹‘ ‘•‘’’‘”–ƒŽ‡ƒ„„—ˆˆƒ–‡…‘–ƒ–‘ †‹ˆƒ‹Ž‹ƒ”‹ǡ—ƒ˜‹ƒ†‹ˆ—‰ƒ…ǯ°ǡ„ƒ•–ƒ ‘”‰ƒ‹œœƒ”•‹‡’ƒ”–‹”‡Ǥ”‘–‹…‘Žƒ ˜ƒŽ‹‰‹ƒƒŽŽƒƒ‘ǡŽƒ‡–ƒ°Žǯˆ”‹…ƒǡ ‘‡‰Ž‹‘‹Ž‡›ƒǤ‹–”ƒ––ƒ†‡ŽŽƒ †‡•–‹ƒœ‹‘‡‹†‡ƒŽ‡’‡”…‘…‹Ž‹ƒ”‡ Žƒ˜‘‰Ž‹ƒ†‹ƒ˜˜‡–—”ƒ…‘“—‡ŽŽƒ†‹ ”‡ŽƒšǡƒŽ–‡”ƒ†‘•ƒˆƒ”‹‡Žˆƒ–ƒ•–‹…‘ ‘†‘†‡‹„‹‰͝ƒ”‹Žƒ••ƒ–‹„ƒ‰‹ †‹ƒ”‡Ǥ‘Ž‘”‡•’‹”ƒ†‘ƒ’‹‡‹ ’‘Ž‘‹‹’”‘ˆ—‹ƒˆ”‹…ƒ‹•‹’‘–” …ƒ’‹”‡‹—ƒ––‹‘‹Ž”‡ƒŽ‡•‹‰‹ˆ‹…ƒ–‘ †‡ŽDzƒŽ†ǯˆ”‹…ƒdzǤ

ȈŽ…ƒŽ†‘ƒ‘–”‘’’‘Ǥ‡”…Š‹˜—‘Ž‡ ˆ—‰‰‹”‡†ƒŽˆ”‡††‘•‡œƒǡ’‡”Öǡ…—‘…‡”•‹ ƒŽ…ƒŽ†‘Žƒ—‹•‹ƒ’‘–”‡„„‡‡••‡”‡Žƒ ‡–ƒ‹†‡ƒŽ‡Ǥƒ—‹•‹ƒ±˜‹…‹ƒǡ•‘Ž‘ †—‡‘”‡†‹ƒ‡”‡‘ƒ••‹‘†ƒ–—––‹‰Ž‹ ƒ‡”‘’‘”–‹‹–ƒŽ‹ƒ‹Ǥ Ž…Ž‹ƒ±‹‰‡‡”ƒŽ‡ •‡”‡‘•‘’”ƒ–—––‘ƒŽ•—†ƒ‰ƒ”‹— ’—‘ǯˆ”‡††‘ƒŽ‘”†ǤŽ•—†‡‡ŽŽƒœ‘ƒ •—„•ƒŠƒ”‹ƒƒŽƒ–‡’‡”ƒ–—”ƒ†‹—”ƒ ”ƒ‰‰‹—‰‡‹͚͝λ’‡”ƒ””‹˜ƒ”‡ƒ͙͘λŽƒ •‡”ƒǤ‘œ‡—”‘ƒ…Š‡ƒ‘—œ…‹•‘‘ „‡ŽŽ‹••‹‹ƒŽ„‡”‰Š‹‡•‹’—Öˆƒ”‡‹Ž„ƒ‰‘ •‡œƒƒ˜‡”ˆ”‡††‘Ǥ…Š‡‹…‘•–‹‘ •‘‘’”‘‹„‹–‹˜‹Ǥ

29


30

ƒ‰ƒœ‹‡

SULLA TAVOLA E NEL PIATTO La prima cosa da fare è cercare di trasformare la propria casa infondendo la suggestiva atmosfera natalizia; la seconda è quella di predisporre un menù ad hoc grazie allo chef Riccardo


ƒ‰ƒœ‹�‡

ĚēĊđĊĒĊēęĔĈĆėĆęęĊėĎĘęĎĈĔ ƒ–‡ŽŽƒ†‹ƒ–ƒŽ‡ La Stella di Natale è una pianta d’appartamento, ma affinchĂŠ si mantenga sempre bene, è necessario che la temperatura dell’ambiente sia compresa tra i 14° e i 22°; infatti è una pianta di origine messicana, che ama le temperature calde, nonostante sia il simbolo del Natale. Ăˆ necessario che stia alla luce almeno 10 ore al giorno, e le restanti ore deve essere messa al buio. Quando termina la fioritura, la pianta deve essere potata e in primavera si deve trapiantare in un vaso piĂš grande, stando bene attenti ad annaffiarla quando la terra è asciutta e concimandola ogni 15 giorni all’incirca.

31


ƒ‰ƒœ‹�‡

ĈĔĕėĎÄŽÄ‘ęĚĔėĊČĆđĔ ‘Â?Žƒ…ƒ”–ƒ†ƒ’ƒ……Š‹ Čˆƒ’‹–ƒ†‹ƒ…“—‹•–ƒ”‡”‡‰ƒŽ‹Â?‘Â?…‘Â?ˆ‡œ‹‘Â?ƒ–‹Ǥ ƒ’‡”ˆƒ”‡„‡ŽŽƒÂˆÂ‹Â‰Â—Â”ÂƒÇĄ„ƒ•–ƒ’‘…‘Ǥ—‡•–‘° Žǯ‘……‘””‡Â?–‡ǣ…ƒ”–ƒ†ƒÂ’ÂƒÂ…Â…ÂŠÂ‹Ç˘ˆ‘‰Ž‹‡ƒ—–—Â?Â?ÂƒÂŽÂ‹Ç˘ ’‘Ž˜‡”‹Â?ƒ†ǯ‘”‘ǢÂ?ƒ•–”‘ÂƒÂ†Â‡Â•Â‹Â˜Â‘Ç˘…‘ŽŽƒÂŽÂ‹Â“Â—Â‹Â†ÂƒÇ˘ Â?ƒ•–”‘†‹•–‘ˆˆƒ‹Â?–‹Â?–ƒ…‘Â?‹Ž…‘Ž‘”‡†‡ŽŽ‡ ˆ‘‰Ž‹‡Ǥ‹’ƒ••ƒ•—ŽŽ‡ˆ‘‰Ž‹‡†‡ŽŽƒ…‘ŽŽƒŽ‹“—‹†ƒ‡ •’‘Ž˜‡”‹œœƒ–‡Ž‡•…ƒ‰Ž‹‡†‘”ƒ–‡Ǥ˜˜‘Ž‰‡–‡‹Ž”‡‰ƒŽ‘ …‘Â?Žƒ…ƒ”–ƒ‡ˆ‹••ƒ–‡Žƒ…‘ŽÂ?ƒ•–”‘ƒ†‡•‹˜‘‹Â?’—Â?–‹ Â?ÂƒÂ•Â…Â‘Â•Â–Â‹Ç˘…Š‹—†‡–‡‹ŽÂ?ƒ•–”‘‹Â?–‘”Â?‘ƒŽ’ƒ……‘‡ ‹Â?•‡”‹–‡Ž‡ˆ‘‰Ž‹‡ƒ—–—Â?Â?ƒŽ‹–”ƒ‹Ž’ƒ……‘‡‹ŽÂ?ƒ•–”‘ ƒ••‹…—”ƒÂ?†‘˜‹…Š‡Â?‘Â?•‹Â?—‘˜ƒÂ?‘Ǥ

a cura di Luciano Febbrari

Ăˆ

Natale anche nei preparativi che spesso e volentieri coinvolgono tutta la famiglia. Ognuno, anche quello piÚ disinteressato, ha il suo compito. Ecco allora che ogni casa e ogni cortile diventano pieni di addobbi e di colori. C’è chi mette la punta all’albero, chi sceglie il colore delle sfere di vetro, chi prepara le decorazioni per la cena della vigilia. Non è certo una tradizione solo italiana. In Canada ad esempio decorano le case con corone di alloro, si comincia ad allestire la settimana prima di Natale. In Polonia il giorno adibito agli addobbi è il 24 Dicembre; cosÏ come in Svezia, dove le case vengono

ĈĔĕėĎÄŽÄ‘ęĚĔėĊČĆđĔ ‘Â?‹Ž–—ŽŽ‡ Čˆ‡”˜‘Â?‘ǣ…ƒ”–ƒ˜‡Ž‹Â?ÂƒÇ˘–—ŽŽ‡Â…Â‘ÂŽÂ‘Â”ÂƒÂ–Â‘Ç˘Â?ƒ•–”‘†‹ ”‡–‡Â†Â‘Â”ÂƒÂ–ÂƒÇ˘ˆ‹‘”‡ŽŽ‹Â?‹†‘”ƒ–‹Ǥ‹•‘‰Â?ƒƒ˜˜‘Ž‰‡”‡ Žƒ•…ƒ–‘Žƒ…Š‡…‘Â?–‹‡Â?‡‹Ž”‡‰ƒŽ‘…‘Â?—Â?ƒ…ƒ”–ƒ ˜‡Ž‹Â?ƒǤ—Ö‡••‡”‡„‹ƒÂ?…ƒ‘†‡ŽŽ‘•–‡••‘…‘Ž‘”‡ †‡Ž–—ŽŽ‡•…‡Ž–‘Ǥ‹–ƒ‰Ž‹ƒ–‡’‘‹†ƒ—Â?’‡œœ‘†‹–—ŽŽ‡ …‘Ž‘”ƒ–‘—Â?“—ƒ†”ƒ–‘ƒ„„‘Â?†ƒÂ?–‡…Š‡…‘Â?–‡Â?‰ƒ Žƒ…‘Â?ˆ‡œ‹‘Â?‡ǥ‹Â?Â?‘†‘…Š‡’‘••‹ƒ–‡”ƒ……‘‰Ž‹‡”‡ ‹“—ƒ––”‘˜‡”–‹…‹‡—Â?‹”Ž‹ƒŽ†‹•‘’”ƒ†‡ŽŽƒ•…ƒ–‘Žƒ Ž‡‰ƒÂ?†‘Ž‹…‘Â?—Â?Â?ƒ•–”‘†‹”‡–‡†‘”ƒ–ƒǤ‡˜‡ ”‹•—Ž–ƒ”‡—Â?„‡Ž…‹—ˆˆ‘†‹–—ŽŽ‡•—ŽŽƒ’ƒ”–‡•—’‡”‹‘”‡Ǥ ‘‹„ƒ•–ƒ…‘Â?’Ž‡–ƒ”‡‹Ž’ƒ……‘…‘Â?ˆ‹‘”‡ŽŽ‹Â?‹†‘”ƒ–‹Ǥ

ÇŻÂƒÂŽÂ„Â‡Â”Â‘†‹ƒ–ƒŽ‡•‡Â?„”ƒƒ„„‹ƒ ƒ˜—–‘—Â?ǯ‘”‹‰‹Â?‡…”‹•–‹ƒÂ?ƒÂ?‡‹ ƒ‡•‹Â?‘”†‹…‹Ǥ‹…‘ŽŽ‡‰ƒƒŽŽƒˆ‡•–ƒ †‹†ƒÂ?‘‡†˜ƒ…‡Ž‡„”ƒ–ƒ‹Â?

‡”Â?ƒÂ?‹ƒ‹Ž͚͜†‹…‡Â?„”‡Ǥ”ƒ …‘Â?•‹†‡”ƒ–‘ÂŽÇŻÂƒÂŽÂ„Â‡Â”Â‘†‡Žƒ”ƒ†‹•‘ ‡ˆ”—––‹•‹Â?„‘Ž‹…‹’‡Â?†‡˜ƒÂ?‘†ƒ‹ •—‘‹”ƒÂ?‹Ǥ‹ÎÂ–ÂƒÂ”Â†Â‹ÇĄ•—ŽŽƒ•—ƒ …‹Â?ƒ˜‡Â?Â?‡ˆ‹••ƒ–ƒ—Â?ƒ•–‡ŽŽƒ ornate con decorazioni fatte con la paglia. Cambiano le stagioni (in Sud America, ad esempio, fa caldo)e le latitudini, ma tutti si mettono all’opera per abbellire, secondo le tradizioni del posto, gli spazi in cui vivono (anche i luoghi di lavoro). Il Natale è alle porte anche quando si accendono davanti al Rockefeller Center le luci dell’albero

di New York, alto 22 metri e adornato con circa 30.000 luci, la cui cima è stata decorata con una stella formata da 25.00 cristalli Swarovski. Questo albero viene selezionato tra gli abeti norvegesi alti almeno 20 metri e larghi almeno 10, che abbiano circa 80 anni. Proviene, invece, dalla regione della Transcarpazia, in Ucraina, l’abete rosso, alto 30,5 metri e pesante 4,9 tonnellate, giunto in Vaticano per diventare l’albero di Natale di Piazza San Pietro accanto all’obelisco. L’albero è stato decorato con oltre 2.500 sfere di colore oro e argento, e con altrettante luci bianche e gialle. Ăˆ la prima volta che l’Ucraina dona l’abete al Pontefice. Un albero di Natale è stato posto in Piazza San Pietro per la prima volta nel 1982 ed è diventato una tradizione annuale.

33


Ci siamo fatti in 3 Specializzarsi significa fare la differenza offrendo un servizio curato e mirato. Abbiamo creato 3 agenzie dedicate, come 3 punti di forza, in grado di rispondere in modo approfondito ad ogni richiesta. Chi siamo Siamo un gruppo. Professionisti che da oltre trent’anni credono fermamente in ciò che fanno con serietà e

trasparenza. La vostra soddisfazione è la nostra missione e questo ci ha permesso di affermarci, maturando esperienza e competenza, nel mercato immobiliare.

Vi ascoltiamo Capire i vostri desideri significa poter essere in grado di soddisfarli. Vi proporremo solo ciò che realmente

corrisponde alle vostre esigenze, senza perdite di tempo e con estrema trasparenza. Per i nostri clienti abbiamo sempre voluto il meglio. Noi vi ascoltiamo, e sappiamo cosa state cercando.

Siamo con Voi Dalla ricerca dell’immobile alla vendita, dal reperimento di documenti e visure, dalla gestione della

locazione alla stipula del contratto. Siamo con voi. Amministratori condominiali, architetti, geometri, periti e consulenti finanziari sapranno consigliarvi per ogni aspetto legato all’immobile, un punto di riferimento presente e sicuro.

Associato

V.le S.Eufemia, 34 - Brescia

030 2352003

Le nostre proposte su www.euroimmobiliare.eu


ƒ‰ƒœ‹‡

ĆđćĊėĔĉĎĆęĆđĊ …‡‰Ž‹…‘‡ƒ††‘„„ƒ”Ž‘

đĊĔĕĊėĆğĎĔēĎĉĆċĆėĊ —…‹ǡ’ƒŽŽ‹‡‡ˆ‡•–‘‹

Ȉ……‘ƒŽ…—‹‡•‡’‹†‹ƒ††‘„„‹†‹ƒ–ƒŽ‡ ’‡”ŽǯƒŽ„‡”‘†‹ƒ–ƒŽ‡ǣƒŽ„‡”‘†‹ƒ–ƒŽ‡ ƒ††‘„„ƒ–‘…‘’‹……‘Ž‹’‡Ž—…Š‡•ȋŽƒ ˜‡”•‹‘‡’‹îƒƒ–ƒ†ƒ‹„ƒ„‹‹ȌǢƒŽ„‡”‘ †‡…‘”ƒ–‘…‘ˆ”—––ƒ•‡……ƒǢƒŽ„‡”‘†‹ ƒ–ƒŽ‡†‡…‘”ƒ–‘…‘ƒ††‘„„‹”‡ƒŽ‹œœƒ–‹ …‘–‡…‹…ƒ„‹‡†‡”‡‹‡”ȋ—–‹Ž‹œœƒ†‘ ƒ–‡”‹ƒŽ‡ƒ–—”ƒŽ‡…‘‡…Š‹……Š‹†‹…ƒˆˆ±ǡ ’‡”Ž‹‡ǡ•‡‹†‹ˆƒ‰‰‹‘ǡƒ‹…‡•–‡ŽŽƒ–‘ǡ ’‹‰‡ǡ‡–…ȌǢƒŽ„‡”‘†‡…‘”ƒ–‘…‘”‘•‡ †‹…ƒ”–ƒ…”‡•’ƒǣ„ƒ•–ƒ”‹–ƒ‰Ž‹ƒ”‡Žƒ…ƒ”–ƒ …”‡•’ƒƒ”‡––ƒ‰‘Ž‘‡”‹’‹‡‰ƒ”‡‹ŽŽƒ–‘ Ž—‰‘•—•–‡••‘’‡”͙Ȁ͛Ǥ‘‹•‹’”‘…‡†‡ ƒ˜˜‘Ž‰‡†‘Žƒ…ƒ”–ƒ•—•‡•–‡••ƒƒ•’‹”ƒŽ‡Ǥ

Ȉƒ•‹•–‡ƒœ‹‘‡†‡ŽŽ‡Ž—…‹°Žƒ’”‹ƒ ‘’‡”ƒœ‹‘‡…Š‡†‡˜‡‡••‡”‡‡ˆˆ‡––—ƒ–ƒǤ‹ ’‘••‘‘‹•‡”‹”‡ƒœ‹‰œƒ‰‘’’—”‡ƒ•’‹”ƒŽ‡ ƒ•‡…‘†ƒ†‡‹’”‘’”‹‰—•–‹ǣŽǯ‹’‘”–ƒ–‡° †‹•–”‹„—‹”‡Ž‡Ž—…‹‹‘†‘†ƒ‘…”‡ƒ”‡ œ‘‡†ǯ‘„”ƒǤ‡”˜ƒŽ‘”‹œœƒ”‡ŽǯƒŽ„‡”‘•‹ …‘•‹‰Ž‹ƒ‘Ž—…‹„‹ƒ…Š‡ȋ‘•‹…‘–”ƒ•–ƒ‘ …‘‹…‘Ž‘”‹†‡‰Ž‹ƒ††‘„„‹ȌǤ‹’”‘…‡†‡‘”ƒ …‘‰Ž‹ƒ††‘„„‹ǣ’ƒŽŽ‹‡ǡˆ‹‘……Š‹ǡ†‘Ž…‡––‹ǡ ƒ††‘„„‹‹’ƒ–…Š™‘”‘’ƒ•–ƒ†‹•ƒŽ‡ǡˆ‹‘”‹‡ ˆ”—––ƒ•‡……ƒǤ‘•–‹Ž‡†‡‰Ž‹ƒ††‘„„‹†‹’‡†‡ †ƒŽ’”‘’”‹‘‰—•–‘’‡”•‘ƒŽ‡Ǥ…‘•‹‰Ž‹‘…Š‡ ˜ƒŽ‡’‡”–—––‹‰Ž‹ƒ††‘„„‹°†‹†‹•’‘””‡“—‡ŽŽ‹ ’‹î’‹……‘Ž‹‡ŽŽǯ‡•–”‡‹–•—’‡”‹‘”‡†‡ŽŽǯƒŽ„‡”‘

‡’‘‹˜‹ƒ˜‹ƒ˜‡”•‘‹Ž„ƒ••‘‹•‡”‡†‘“—‡ŽŽ‹†‹ †‹‡•‹‘‡’‹î‰”ƒ†‡Ǥ Ž‹ƒ††‘„„‹ȋ…‘‡ Ž‡Ž—…‹Ȍ†‡˜‘‘‡••‡”‡„‡†‹•–”‹„—‹–‹ǣ˜ƒ‘ ‹•‡”‹–‹‘•‘Ž‘ƒŽŽǯ‡•–‡”‘†‡‹”ƒ‹ƒ ƒ…Š‡ƒŽŽǯ‹–‡”‘Ǥ‹’—Ö•…‡‰Ž‹‡”‡†‹—•ƒ”‡ ƒ††‘„„‹‘‘…”‘ƒ–‹…‹‘’’—”‡†‹—•ƒ”‡†—‡ …‘Ž‘”‹†‘‹ƒ–‹ȋ‡•Ǥ”‘••‘Ȁ‘”‘ǡƒ”‰‡–‘Ȁ„Ž—ǡ ”ƒ‡Ȁ’ƒƒȌǢ•‹’‘••‘‘—–‹Ž‹œœƒ”‡ƒ…Š‡ ’‹î…‘Ž‘”‹ǣ†‹•–”‹„—‹–‡‰Ž‹ƒ††‘„„‹†‹…‘Ž‘”‡ †‹˜‡”•‘‡˜‹–ƒ†‘ƒ††‘„„‹†‡ŽŽ‘•–‡••‘…‘Ž‘”‡ ‡ŽŽ‘•–‡••‘’—–‘Ǥǯƒ††‘„„‘†‡ŽŽǯƒŽ„‡”‘ ’—Ö‡••‡”‡”‹ˆ‹‹–‘…‘Žǯ—•‘†‹ˆ‡•–‘‹ǡ …ƒ’ƒ‡ŽŽ‹‡ǡ…‘”†‹…‹‡…‘Ž‘”ƒ–‡ǡ…ƒ–‡‡ŽŽ‡ǡ ‹•–‹Ž‡…‘‰Ž‹ƒ††‘„„‹Ǥ

35


ƒ‰ƒœ‹�‡

MenĂš di Natale Con Riccardo Cominardi

Lo Chef porta in tavola risotto alla zucca e... Riccardo Cominardi, stimato chef del ristorante “Casa Roccaâ€? di Bedizzole ha preparato per noi un ricco menĂš di Natale. Nella pagina anche la ricetta per cucinare al meglio la catalana di aragostella con gli ingredienti giusti per quattro persone di Luigi Zameli

I

l menĂš di Natale è una di quelle cose da preparare con cura e attenzione. Ăˆ anche una di quelle occasioni dove, magari per sbizzarrirsi, si rischia di perdere la bussola degli ingredienti e delle cose da fare. Si avvicina il periodo piĂš gustoso dell’anno: le festivitĂ , oltre agli addobbi e ai regali, portano con sè le tavole imbandite e le ricette tipiche del periodo invernale. Con l’aiuto di Riccardo Cominardi, apprezzato chef del rinomato ristorante bedizzolese, abbiamo predisposto un menĂš adatto, semplice e raffinato da poter fare all’interno delle vostre case. Si parte con la catalana di aragostelle, corona di patate delfino con tartara di salmone e le sue uova, maltagliati

ƒ–ƒŽƒÂ?ƒ†‹ÂƒÂ”ÂƒÂ‰Â‘Â•Â–Â‡ÂŽÂŽÂ‡ÇĄ…‘”‘Â?ƒ †‹’ƒ–ƒ–‡†‡Žˆ‹Â?‘…‘Â?–ƒ”–ƒ”ƒ †‹•ƒŽÂ?‘Â?‡‡Ž‡•—‡Â—Â‘Â˜ÂƒÇĄ Â?ƒŽ–ƒ‰Ž‹ƒ–‹ƒŽ…ƒ…ƒ‘…‘Â?…‘†‡ †‹•…ƒÂ?’‹ǥ…ƒ”…‹‘ˆ‹‡…”‡Â?ƒ†‹ œ‡Â?ÂœÂ‡Â”Â‘ÇĄ”‹•‘––‘ƒŽŽƒÂœÂ—Â…Â…ÂƒÇĄ Â?ƒÂ?–‡…ƒ–‘…‘Â?’‡”‡ƒŽ˜‹Â?‘”‘••‘ ‡”‹…‘––ƒÂ•ÂƒÂŽÂƒÂ–ÂƒÇĄ–ƒ……Š‹Â?‡ŽŽƒ ƒŽˆ‘”Â?‘ˆƒ”…‹–ƒ…‘Â?…ƒ•–ƒ‰Â?‡ǤǤ al cacao con code di scampi, carciofi e crema di zenzero, risotto alla zucca, mantecato con pere al vino rosso e ricotta salata, tacchinella al forno farcita con castagne, profumata agli agrumi. E, infine, non poteva mancare il dolce tipico del Natale: lo sformato di panettone e pasta di pistacchio con macedonia di frutta esotica. I vostri ospiti saranno sazi e voi avrete fatto

ĆėĎĈĊęęĆÄ•ÄŠÄ—ÍœĕĊėĘĔēĊ ƒ–ƒŽƒÂ?ƒ†‹ƒ”ƒ‰‘•–‡ŽŽƒ Čˆ Â?‰”‡†‹‡Â?–‹ǣÍœ…‘†‡†‹ÂƒÂ”ÂƒÂ‰Â‘Â•Â–Â‡ÂŽÂŽÂ‡Ç˘Í™ œ—……Š‹Â?ƒÍ™Â…ÂƒÂ”Â‘Â–ÂƒÇ˘͙Ȁ͚ˆ‹Â?‘……Š‹‘ǢÍ™’‘Â?‘†‘”‘Ǣ Í™‡Â?†‹˜‹ƒ„‡Ž‰ƒǤ ‡”ŽƒÂ•ÂƒÂŽÂ•ÂƒÇŁ͙Ȁ͚„‹……Š‹‡”‡Ž‹‘‡š–”ƒ˜‡”‰‹Â?‡ǢÍš …—……Š‹ƒ‹ƒ…‡–‘„ƒŽ•ƒÂ?‹…‘Ǣ Â?ƒœœ‡––‘ƒÂ?‡–‘ǢÍ™ ’‘Â?‘†‘”‘•‡……‘•‘––ǯ‘Ž‹‘ǢÍž…ƒ’’‡”‹Â†Â‹Â•Â•ÂƒÂŽÂƒÂ–‹Ǣ •ƒŽ‡‡’‡’‡“—ƒÂ?–‘„ƒ•–ƒǤ ”‡’ƒ”ƒœ‹‘Â?‡ǣ’—Ž‹”‡Ž‡ƒ”ƒ‰‘•–‡ŽŽ‡–‘‰Ž‹‡Â?†‘ ‹Ž…ƒ”ƒ’ƒ…‡†‡ŽŽƒ…‘†ƒǤ Â?…‹†‡”‡Žƒ…‘†ƒ‡† ‡Ž‹Â?‹Â?ƒ”‡‹Ž…‘”†‘Â?‡Ǥƒ‰Ž‹ƒ”‡Ž‡˜‡”†—”‡ƒ „ƒ•–‘Â?…‹Â?Â‘ÇĄÂƒÂ˜Â‡Â?†‘…—”ƒ†‹–ƒ‰Ž‹ƒ”‡Žƒ„‡Ž‰ƒ •‘Ž‘’‘…‘’”‹Â?ƒ†‹•‡”˜‹”‡ƒŽ–”‹Â?‡Â?–‹•‹‘••‹†ƒ

‡…‘Â?’‘””‡…‘Â?‡—Â?ƒÂ?‹•–‹…ƒÂ?œƒÂ?‡Ž…‡Â?–”‘ †‡Ž’‹ƒ––‘Ǥ …‘––ƒ”‡Ž‡ƒ”ƒ‰‘•–‡ŽŽ‡‹Â?ƒ…“—ƒ„‘ŽŽ‡Â?–‡’‡” Í›Â?‹Â?—–‘…‹”…ƒ‘Â?‡‰Ž‹‘ƒÂ?…‘”ƒƒ˜ƒ’‘”‡’‡”Íž Â?‹Â?—–‹Ǥƒ‰Ž‹ƒ”‡ƒÂ?‡†ƒ‰Ž‹‘Â?‹Ǥ ”‹–ƒ”‡–—––‹‰Ž‹‹Â?‰”‡†‹‡Â?–‹†‡ŽŽƒ•ƒŽ•ƒ‡† ƒÂ?ƒŽ‰ƒÂ?ƒ”‡ÂƒÂŽÂŽÇŻÂ‘Ž‹‘‡ƒ…‡–‘Ǥ ƒŽƒ”‡‡’‡’ƒ”‡Ǥ ƒ’’ƒ”‡Ž‡˜‡”†—”‡…‘Â?—Â?’‘ǯ†‹•ƒŽ•ƒǤ †ƒ‰‹ƒ”‡•‘’”ƒ‹Â?‡†ƒ‰Ž‹‘Â?‹†‹ƒ”ƒ‰‘•–‡ŽŽ‡‡ …‘Â?†‹”‡ƒÂ?…‘”ƒ…‘Â?Žƒ•ƒŽ•ƒ”‹Â?ƒ•–ƒǤ ‡…‘”ƒ”‡ƒ’‹ƒ…‡”‡‹Ž’‹ƒ––‘Ǥ

LO CHEF RICCARDO COMINARDI

bella figura. Rispettando la tradizione e con un po’ di originalità abbiamo creato un menÚ equilibrato per il palato, il vero giudice delle pietanze che prepariamo. E con i suggerimenti dello chef Riccardo la buona riuscita è assicurata: ogni giovedÏ si possono ascoltare su Radio Voce (88.3 - 88.5) alle 11.15 i consigli dello chef Riccardo Cominardi, che svela i piÚ preziosi segreti in cucina.

37


38

ƒ‰ƒœ‹‡

ĚĔēĊċĊĘęĊ

”‡‰ƒŽ‹†‹ƒ–ƒŽ‡ Non guardare nei cassetti, sugli armadi e sotto i letti, non scartare nessun pacco, non aprire nessun sacco, non frugare nelle sporte se Natale è già alle porte. Non pigliare il pacchettino consegnato al postino e non scuoterlo per bene per saper cosa contiene: indagare è sempre male sui regali di Natale. Non far finta di dormire per poi startene a sentire cosa dicono i più vecchi. Chiudi gli occhi e poi gli orecchi: è maggiore la sorpresa dopo “cieca” e “sorda” attesa. K. Jackson


ƒ‰ƒœ‹‡

BASTA IL PENSIERO? Si dice, ma si rimane un po’ male se non arriva un segno che sia gradito. Alcuni suggerimenti sui regali: dai classici, tra cui libri e cd, fino alle novità dell’hi-tech senza scordare le curiosità

39


40

ƒ‰ƒœ‹‡

ĎđĎćėĎ ƒŽˆƒ–ƒ•›ƒŽŽ‡„‹‘‰”ƒˆ‹‡ ȈŽ‹„”‘…Š‡‰Ž‹ƒƒ–‹†‡Žˆƒ–ƒ•›‘’‘••‘‘ ˆƒ”•‹•…ƒ’’ƒ”‡Ǥ””‹˜ƒ‹Ž…ƒ’‹–‘Ž‘…‘…Ž—•‹˜‘†‡Ž …‹…Ž‘†‡ŽŽǯ‡”‡†‹–•…”‹––‘†ƒŠ”‹•–‘’Š‡”ƒ‘Ž‹‹ …‘‹…‹ƒ–‘…‘Dz”ƒ‰‘dzǣDz Š‡”‹–ƒ…‡dzȋ‹œœ‘Ž‹ǡ ͚͜‡—”‘ȌǤ ’”‘–ƒ‰‘‹•–‹†‡ŽŽƒ•ƒ‰ƒ•‘‘‹’‡‰ƒ–‹ ‡ŽŽǯ—Ž–‹ƒ„ƒ––ƒ‰Ž‹ƒ…‘–”‘ ƒŽ„ƒ–‘”‹šǤ……ƒ–‘ †—‡„‹‘‰”ƒˆ‹‡ǣDz ‘ǡ „”ƒdzȋ‹œœ‘Ž‹ǡ͙͠ǡ͘͝‡—”‘Ȍ†‹ Žƒ–ƒ „”ƒŠ‹‘˜‹…ǡƒ˜‹†ƒ‰‡”…”ƒ–œǡ’‡”‰Ž‹ ƒƒ–‹†‡Ž…ƒŽ…‹‘ǡ‡Dz–‡˜‡ ‘„•dzȋ‘†ƒ†‘”‹ǡ͚͘ ‡—”‘Ȍ†‹ƒŽ–‡” •ƒƒ…•‘ǡ’‡”•…‘’”‹”‡“—ƒŽ…‘•ƒ†‹ ’‹î•——‰‡‹‘†‡Ž‘•–”‘–‡’‘Ǥ

di Mauro Toninelli

C

he regalo per Giovanna? E per Luca? Domande che si fanno più pressanti e insistenti, più si avvicinano le festività; domande che si trasformano in veri e propri incubi per coloro che aspettano l’ultimo minuto e che non hanno ancora trovato il regalo giusto. Il regalo giusto. Il vero problema è questo: trovare l’oggetto adatto per la persona a cui si vuole donare. Ad ogni persona va preso il giusto regalo di Natale. Prima di partire in quarta alla ricerca dell’oggetto più originale e sfizioso dell’inverno, fermiamoci un attimo a riflettere e chiediamoci se il regalo di Natale a cui stiamo pensando

ĒĚĘĎĈĆ —…‹ƒ‘‹‰ƒ„—‡‡‹œ‹ƒ‘ ‡””‘ ȈDzƒ’‘˜‘Ž‘͚Ǥ͙͙͘dzȋ͚͞ǡ͘͡‡—”‘Ȍ°ŽǯƒŽ„—†‹ —…‹ƒ‘‹‰ƒ„—‡…Š‡‹͛…†”ƒ……‘‰Ž‹‡‹ŽŽ‹˜‡†‡Ž …‘…‡”–‘‡˜‡–‘†‡Ž͙͞Ž—‰Ž‹‘•…‘”•‘Ǥ‘–‹‡‡͛ „”ƒ‹‹‡†‹–‹ȋ‡š–”ƒ†‹ƒŽ–”‹†‹•…Š‹ȌǣDzǯ„‹–—‡”Ödz ȋ„”ƒ‘‡š–”ƒ†‹Dz‘’”ƒ˜˜‹••—–‹‡‘’”ƒ˜˜‹˜‡–‹dzȌǡ Dz‘––‘„‘„ƒ”†ƒ‡–‘dzȋ„”ƒ‘‡š–”ƒ†‹Dz—‘ ‘’Ž‡ƒ‘Ž˜‹•dzȌ‡Dz”ƒ‡ƒŽŽ‘”ƒdzȋ„”ƒ‘‡š–”ƒ †‹Dz””‹˜‡†‡”…‹ǡ‘•–”‘ǨdzȌǤDzǯƒ‘”‡°—ƒ…‘•ƒ •‡’Ž‹…‡dzȋ͚͘ǡ͘͡‡—”‘Ȍ†‹‹œ‹ƒ‘ ‡””‘Ǥ͙͜‹‡†‹–‹ǣ Dzƒ”ƒdz°…ƒ–ƒ–‘…‘ ‘Š‡‰‡†ǤƒŽ„— …‘•‘—†‡•Žƒ…‹‡–‡”‘‰‡‡‹•—ŽŽǯƒ‘”‡Ǥ

Ž˜‡”‘’”‘„Ž‡ƒ°–”‘˜ƒ”‡ ‹Ž”‡‰ƒŽ‘‰‹—•–‘ǣŽǯ‘‰‰‡––‘ ƒ†ƒ––‘ƒŽŽƒ’‡”•‘ƒ ƒ…—‹•‹†‡˜‡†‘ƒ”‡Ǥ ƒ…‘•ƒ‹‰Ž‹‘”‡° ’”‘‰”ƒƒ”‡Žǯƒ…“—‹•–‘ †‡‹”‡‰ƒŽ‹†‹ƒ–ƒŽ‡‹ƒ–‹…‹’‘ǡ ‹‘†‘†‹–”‘˜ƒ”‡“—‡ŽŽ‘ …Š‡•‹…‡”…ƒǤ ‹‡˜‹–ƒ‘…‘•¿Ž‡…‘”•‡ †‡Ž‡–‡”‹‡†‡ŽŽǯ—Ž–‹‘ ‹—–‘‡“—ƒŽ…Š‡ „”—––ƒˆ‹‰—”ƒ


ƒ‰ƒœ‹�‡

ÄŽđĎćėĎ ‘Ž‘ǥ ƒŽ‡––‹‡ƒ”‹……‘ ČˆDz‡’”‹Â?‡Ž—…‹†‡ŽÂ?ƒ––‹Â?‘dzČ‹‘Â?Â†ÂƒÂ†Â‘Â”Â‹ÇĄ͙ͥ Â‡Â—Â”Â‘ČŒ†‹ ƒ„‹‘‘Ž‘Ǥƒ……‘Â?–‘‹Â?”‘•ƒ†‹Ž‡Â?ƒ ‹Â?ˆ‡Ž‹…‡‡‹Â?•‘††‹•ˆƒ––ƒ†‡ŽŽƒ•—ƒ˜‹–ƒǤ‘Ž‘’ƒ”Žƒ †‡ŽÂ?ƒ–”‹Â?‘Â?‹‘ǥ’”‡•‘•‹Â?–”‘’’‘ƒŽŽƒŽ‡‰‰‡”ƒ †ƒ‹‰‹‘˜ƒÂ?‹†‹‘‰‰‹‡‘ˆˆ”‡Ž‘”‘—Â?ÂƒÂ’Â’Â‹Â‰ÂŽÂ‹Â‘ÇĄ Žƒ’‘••‹„‹Ž‹–Â?†‹”‹Â?„‘……ƒ”•‹Ž‡Â?ƒÂ?‹…Š‡‡†‹ …ƒÂ?„‹ƒ”‡ǤDz”‡ÂƒÂ––‹ǥ†—‡–‡Â?’‹dzČ‹‹Â?ÂƒÂ—Â†Â‹ÇĄ͙͚Â‡Â—Â”Â‘ČŒ †‹ ‹‘”‰‹‘ ƒŽ‡––‹Ǥƒ•–‘”‹ƒ†‹‹Ž˜ƒÂ?‘ǣ…‘Â?”‹–Â?‹ †ƒ–Š”‹ŽŽ‡”ǥŽƒ’”‡…ƒ”‹‡–Â?†‡ŽÂ?‘Â?†‘‰‹‘˜ƒÂ?‹Ž‡ǤDz”

™›Â?dzȋ ‡Ž–”‹Â?‡ŽŽ‹ǥ͙͜Â‡Â—Â”Â‘ČŒ†‹Ž‡••ƒÂ?†”‘ƒ”‹……‘ ”ƒ……‘Â?–ƒ†‹—Â?‘•…”‹––‘”‡Â?‘Â?•‘††‹•ˆƒ––‘Ǥ

piaccia piÚ a noi o al destinatario... Cercare di focalizzarsi sulla personalità della persona, sui suoi gusti e sulle cose che preferisce. Se questo diviene difficile si può optare per segno, per un oggetto che possa andare bene comunque. Ci sono i regali, che potrebbero essere definiti classici, che fanno sempre piacere ricevere e con i quali non si sbaglia mai. Una sciarpa, un maglione e un profumo sono ottime, classiche soluzioni, cosÏ come una buona bottiglia di vino, una cravatta, un set di salviette in tema natalizio, un orologio o un gioiello. Tutti questi permettono di togliere le castagne dal fuoco ma allo stesso tempo di offrire un regalo che sia apprezzato. Accanto a questi c’è chi sceglie un buon libro o un cd

ĒĚĘĎĈĆ ƒ—”ƒƒ—•‹Â?‹‡‹…Šƒ‡Ž—„Ž° ČˆDz Â?‡†‹–‘dzČ‹ÍšÍ˜ÇĄÍĄÍ˜Â‡Â—Â”Â‘ČŒ†‹ƒ—”ƒƒ—•‹Â?‹Ǥ”–‹•–ƒ …Š‡’‹ƒ…‡‹Â?–—––‘‹ŽÂ?‘Â?†‘…‘Â?‘‰Â?‹•—‘Žƒ˜‘”‘Ǥ ͙͜–”ƒ……‡Â?Â—Â‘Â˜Â‡ÇĄ…‘Â?—Â?‰‹—•–‘Â?‹š–”ƒ—Â?”‹–Â?‘ †‘Ž…‡njÂ?‡Ž‘†‹…‘‡—Â?’‘’…‘‹Â?˜‘Ž‰‡Â?–‡…Š‡ Žƒ•…‹ƒ•’ƒœ‹‘Ġ—Â?ǯ‹Â?–‡”’”‡–ƒœ‹‘Â?‡‘”‹‰‹Â?ƒŽ‡Ǥ DzŠ”‹•–Â?ÂƒÂ•ÇłČ‹ÍšÍ˜ÇĄÍĄÍ˜Â‡Â—Â”Â‘ČŒ†‹‹…Šƒ‡Ž—„Ž°ǤŽ–‹Â?‘ Žƒ˜‘”‘Â?ƒ–ƒŽ‹œ‹‘†‡Ž…ƒÂ?–ƒÂ?–‡…ƒÂ?ƒ†‡•‡…Š‡ …‘Â?–‹‡Â?‡͙͜…Žƒ••‹…‹†‡Ž’‡”‹‘†‘Â?ƒ–ƒŽ‹œ‹‘’‹Î—Â? „”ƒÂ?‘‹Â?‡†‹–‘Dz‘Ž††‡…‡Â?„‡”Â?‹‰Š–dzǤ—ƒ•‹–—––‹ ‹„”ƒÂ?‹•‘Â?‘•–ƒ–‹”‹’”‘†‘––‹†ƒŽÂ˜Â‹Â˜Â‘ÇĄ•‡Â?œƒƒ‹—–‹ Â†Â‹Â‰Â‹Â–ÂƒÂŽÂ‹ÇĄ‹Â?’”‡œ‹‘•‡Â?†‘…‘•¿Žƒ”ƒ……‘Ž–ƒǤ

musicale. In questo caso, pur essendo una coppia di regali classici, si richiede una buona conoscenza dei gusti della persona a cui si devono donare. Va di moda anche regalare cuccioli di animali; ma è bene ricordarsi che questi non sono oggetti e richiedono, da parte di chi li riceve, ben piÚ attenzioni di un peluche. In queste pagine alcuni esempi di regali classici e in quelle piÚ avanti uno sguardo sull’hi-tech, che affascina sempre piÚ, o alcune proposte curiose. Un consiglio? La cosa migliore è programmare l’acquisto dei regali di Natale in anticipo in modo da trovare quello che si cerca. Si evitano cosÏ le corse deleterie dell’ultimo minuto e qualche brutta figura.

41


(J D Q/L *L D Q QYLHQOLO D UD


ƒ‰ƒœ‹�‡

ęĆćđĊę

ÇŚÂ’ÂƒÂ†‹Ž’ƒ†”‡Â?ƒǤǤǤ Čˆ’’Ž‡‹Â?•‡‰Â?ÂƒÇĄÂ?ƒ‰Ž‹ƒŽ–”‹‹Â?’ƒ”ƒÂ?‘Ǥ

’ƒ†ÍšČ‹ÍœÍ ÍœÂ‡Â—Â”Â‘ČŒ°ŽƒÂ?—‘˜ƒ˜‡”•‹‘Â?‡ †‡Ž’ƒ’Â?†‡‹Â–ÂƒÂ„ÂŽÂ‡Â–ÇĄ’‹ÎŽ‡‰‰‡”‘‡ ’‘–‡Â?–‡†‡Ž’”‡…‡†‡Â?–‡ǢÂ?ƒ•‡•‹˜—‘Ž‡ •‘•–‹–—‹”‡‹ŽÂ?‡–„‘‘Â?ÇĄ‹•‹•–‡Â?‹ƒÂ?†”‘‹†ǥ ‰‡•–‹•…‘Â?‘Â?‡‰Ž‹‘‹†‘…—Â?‡Â?–‹‘ˆˆ‹…‡Ǥ ‘Â?›–ƒ„Ž‡–Č‹ÍœÍ&#x;ÍĄÂ‡Â—Â”Â‘ČŒÇŁ’‹Î…‘Â?‘†‘†ƒ –‡Â?‡”‡‹Â?Â?ƒÂ?‘ǥ…‘Â?‰‹‘…Š‹ĠŠ‘…„› ’Žƒ›•–ƒ–‹‘Â?ǤƒÂ?•—Â?‰ ƒŽƒš›–ƒ„Č‹ÍœÍĄÍĄ Â‡Â—Â”Â‘ČŒ•…Š‡”Â?‘†ƒÍ&#x;dzǥ’‹Î’‹……‘Ž‘†‡‰Ž‹ ƒŽ–”‹ƒÍ™Í˜ÇłÇ¤ ’”‡œœ‹•—Â?‡Â?‘”‹ƒ†ƒ͙͞‰„Ǥ

Tecnologia Ci sta anche sotto l’albero

Il regalo hi-tech è di moda? Un sondaggio della Coldiretti dice che gli italiani regaleranno cesti di prodotti enogastronomici. Ma Smartphone e Tablet affascinano sempre di Antonello Miuri

S

econdo un sondaggio fatto da Coldiretti oltre la metà delle preferenze espresse dagli italini è sul cesto di prodotti dell’enogastronomia tradizionale. Questo batte di gran lunga l’ultima novità della tecnologia informatica del futuro che con il 9% si colloca in fondo alla lista. Questa la preferenza espressa dagli italiani sul regalo che vorrebbero trovare sotto l’albero nel Natale. Tra i prodotti segnalati nelle preferenze al secondo posto – sottolinea la Coldiretti – si trova l’abbigliamento con il 13%, libri, dvd o cd con il 12% mentre il 14 per cento fa scelte diverse. Per molti comunque il

regalo hi-tech resta il piĂš interessante, magari per sĂŠ o per una persona molto vicina, di cui si è certi del regalo. Oggi parlare di prodotti tecnologici significa parlare di tutto e niente. Significa passare dagli Smartphone, ai tablet, dai computer ai videogiochi, dalle fotocamere ai televisori. Ăˆ chiaro che il mondo della tecnologia affascina e allo stesso tempo divide; affascina chi di questo è innamorato e farebbe di tutto per stare al passo con i tempi; divide chi scopre il necessario e quindi preferisce un modello che faccia ciò che gli serve. Ăˆ un mondo che continua a correre. L’ultimo modello, dopo pochi mesi si rivela superato e ci si trova combattuti se cambiarlo oppure no.

ĘĒĆėęĕÄ?ĔēĊ ‡Â?’”‡…‘Â?Â?‡••‹…‘Â?‹ŽÂ?‘Â?†‘ Čˆ Ž‹Â?ƒ”–’Š‘Â?‡•‘Â?‘‘‰‰‡––‹ ˆ‡Â?‘Â?‡Â?ƒŽ‹ǤƒƒÂ?†”‘‹†͜Ǥ͘ƒ™‹Â?†‘™• ’Š‘Â?‡Í&#x;ǤÍ?ÇĄ•‡Â?œƒ†‹Â?‡Â?–‹…ƒ”‡’’Ž‡Ǥ ƒ•…‡‰Ž‹‡”‡–‡Â?‡Â?†‘’”‡•‡Â?–‡ǣ •…Š‡”Â?‘Č‹Íœ’‘ŽŽ‹…‹‘’‹Î’‡”‹Â?–‡”Â?‡–Ǣ ’‹Î‰”ƒÂ?†‡ǥÂ?‡Â?‘ƒ—–‘Â?‘Â?Â‹ÂƒČŒÇ˘ƒ’’ •–‘”‡Č‹ –—Â?‡•°‹Ž”‡ǥÂ?†”‘‹†˜‹…‹Â?‘ǥ‰Ž‹ ƒŽ–”‹‹Â?•‡‰—‘Â?Â‘ČŒÇ˘ˆ‘–‘…ƒÂ?‡”ƒČ‹Í?Â?’‹š‡Ž ’‡”ˆ‘–‘†‹“—ƒŽ‹–Â?ǢÍš’‡”ˆƒ…‡„‘‘Â?ČŒÇ˘ …Š‹’ȋ‹Â?‹‰Ž‹‘”‹†—ƒŽÂ…Â‘Â”Â‡ČŒÇ¤‡”–—––‡ Ž‡–ƒ•…Š‡ǤÂ?†”‘‹†ǣ‘Â?›’‡”‹ƒČ‹ÍœÍšÍĄ Â‡Â—Â”Â‘ČŒÇ˘Ž…ƒ–‡Ž‘–Í ÍĄÍ˜Č‹ÍĄÍĄÂ‡Â—Â”Â‘ČŒÇ˘ Â?•—Â?‰ ƒŽƒš›‡š—•Č‹Í?ÍĄÍĄ‡—”‘ǥ‹Ž”‡ǣ  Š‘Â?‡Íœ•͚͛‰„Č‹Í&#x;Í&#x;ÍĄÂ‡Â—Â”Â‘ČŒÇ¤

43


ƒ‰ƒœ‹‡

ēĊęćĔĔĐĔēĔęĊćĔĔĐ ””‹˜ƒ‘ƒ…Š‡‰Ž‹—Ž–”ƒ„‘‘

ěĎĉĊĔČĎĔĈčĎ ‡•‘ ‹ˆƒǡƒŽƒ„ƒ––ƒ‰Ž‹ƒ•‹ƒ’”‡

Ȉ‡–„‘‘‘‘–‡„‘‘Ǥƒ†‘ƒ†ƒ °†‹“—‡ŽŽ‡…Š‡‘Šƒ‘’‹î—ƒ ”‹•’‘•–ƒ•‡’Ž‹…‡Ǥ””‹˜ƒ‘†ƒ“—‡•–‹ ‰‹‘”‹‡–„‘‘…‘‹Ž–—”„‘ǡ—‘˜‹ ‘–‡„‘‘•‘––‹Ž‹ǡŽ‡‰‰‡”‹…‘†‡•‹‰ ‹˜‹†‹ƒ„‹Ž‡‡’‡”•‹‘‘–‡„‘‘ –”ƒ†‹œ‹‘ƒŽ‹’‘–‡–‹Ž‘™…‘•–Ǥ‘•Š‹„ƒ ’‘”–°‰‡œ͛͘͠ȋ†ƒ͟͡͡‡—”‘Ȍ°— —Ž–”ƒ„‘‘ǣ͙͛dz†‹ƒ’’‡ƒ͙ǡ͚͡‰ȋ‹Ž ’‹îŽ‡‰‰‡”‘‹ƒ••‘Ž—–‘ȌǤ•—•‡‡‡’… ͙͚͙͝„Ǧ•‹˜͘͜͝ȋ͚͡͡‡—”‘Ȍǣ‹Ž‡–„‘‘ …Š‡•‹’”‘’‘‡…‘‡’…‡…‘‘‹…‘ –—––‘ˆƒ”‡ǡˆ‘”•‡‡‰Ž‹‘†‹—–ƒ„Ž‡–ǡ ƒ…Š‡•‡͚ „†‹ƒ•‘‘’‘…Š‹Ǥ

Ȉ‘•‘ŽŽ‡‡˜‹†‡‘‰‹‘…Š‹ǡ’‘”–ƒ–‹Ž‹‘†ƒ …ƒ•ƒ‡‹Ž‘”‘˜‹†‡‘‰‹‘…Š‹Ǥ‘––‘ŽǯƒŽ„‡”‘ †‹ƒ–ƒŽ‡•‹…‘„ƒ––‡ƒ•—‘†‹Œ‘›Ǧ’ƒ† —ƒ†‡ŽŽ‡„ƒ––ƒ‰Ž‹‡’‹îƒ˜˜‹…‡–‹ǣDz‡• ͚͙͚͘dzȋ͝͡ǡ͘͡Ȍ‘Dz ‹ˆƒ͙͚dzȋ͜͞ǡ͘͡‡—”‘ȌǤ

Ž‘†‘†‡‹‰‹‘…ƒ–‘”‹†‡‹…ƒŽ…‹‘•—ŽŽ‡ …‘•‘ŽŽ‡•‘‘‘”ƒ‹†‹˜‹•‹†ƒ–‡’‘Ǥ ǯ—‘•‹’”‡•‡–ƒ’‹îƒ”…ƒ†‡ǡŽǯƒŽ–”‘’‹î •‹—Žƒ–‘”‡†‹…ƒŽ…‹‘Ǥ ‹ˆƒŠƒŽ‡Ž‹…‡œ‡ —ˆˆ‹…‹ƒŽ‹‡‘Ž–‹…ƒ’‹‘ƒ–‹‡Ž‘†‘Ǥ ‡•Šƒǡ—‹…‘‰‹‘…‘ǡŽ‡Ž‹…‡œ‡†‹‡ˆƒ …Šƒ’‹‘•Ž‡ƒ‰—‡‡—”‘’ƒŽ‡ƒ‰—‡Ǥ ……ƒ–‘ƒ“—‡•–‹†—‡‰‹‘…Š‹•‹ …‘–‡†‘‘‹’‘•–‹‡‹’ƒ……Š‡––‹ƒ–ƒŽ‹œ‹

ƒŽ–”‹–‹–‘Ž‹‹’‘”–ƒ–‹ǣDzƒŽŽ‘ˆ†—–› ‘†‡”ƒ”ˆƒ”‡͛dzȋ…Š‡Šƒ•–”ƒ……‹ƒ–‘ –—––‹‹”‡…‘”††‹˜‡†‹–‡ƒŽ’”‹‘‰‹‘”‘ ͜͞ǡ͘͡‡—”‘ȌǡDzŠ‡‡Ž†‡”•…”‘ŽŽ•ǣ›”‹dz ȋ—‰‹‘…‘†‹”—‘Ž‘–”ƒ‹‹‰Ž‹‘”‹ƒ’’ƒ”•‹ ‡ŽŽƒ˜‹–ƒ†‡‹˜‹†‡‘‰‹‘…Š‹ǡ“—‹–‘…ƒ’‹–‘Ž‘ †‡ŽŽƒ•ƒ‰ƒ…‘—ǯƒ–‘•ˆ‡”ƒ†‡‰ƒ †‹‘Ž‹‡Ǣ͜͞ǡ͘͡‡—”‘ȌǡDz…Šƒ”–‡† ͛Žǯ‹‰ƒ‘†‹”ƒ‡dzȋ•‘Ž‘’‡”’•͛Ǣ ‹ƒ‰‹‡†‡ŽŽƒ…‘•‘ŽŽ‡‘›†‹“—‡•–ƒ ‰‡‡”ƒœ‹‘‡Ǣ͞͡ǡ͘͡‡—”‘Ȍ‡Dz••ƒ••‹ǯ• ”‡‡†‡˜‡Žƒ–‹‘•dzȋ…ƒ’‹–‘Ž‘…Š‡–‹”ƒŽ‡ ˆ‹Žƒ†‡ŽŽƒ˜‹…‡†ƒƒ””ƒ–‹˜ƒ–”ƒŽ–ƒ‹”ǡœ‹‘ —†‹–‘”‡‡‡•‘†Ǣ͜͞ǡ͘͡‡—”‘ȌǤ

45


MADRE

)LMENSILEDELLAFAMIGLIA MADRE

Attualità, costume, cinema, cucina, bellezza e tanto altro ancora... ogni mese c’è sempre qualcosa da scoprire e conoscere. Per te mamma un utile strumento per imparare, per rilassarti e per essere sempre aggiornata.

LE NSIL IL MENSILE A DELLA A LIA FAMIGLIA

Aprile 2011 - n. 3 503) Anno 123 (1503) â‚Ź 3,50

Mensile - Poste Italiane S.p.A. - Sped. abb. post. - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma 1, DCB Padova - Pubbl. Int. 45% - Autorizzazione direzione postale di Padova (Italia)

d ree .it amad www.rivistamadre.it

Abbonamento a MADRE

a soli â‚Ź 35,00

sconto del 18% rispetto al prezzo di copertina 7$*/,$1'2',$%%21$0(172 Se ti abboni ni a Madre per te in omaggio maggio uno splendido dido

PLAID DA VIAGGIO

6L

PLDEERQRSHUXQDQQRD0$'5(3DJKHUzVROL½ $SDJDPHQWRDYYHQXWRULFHYHUzLQUHJDORLO3ODLGGDYLDJJLR

3DJDPHQWRLQFRQWRFRUUHQWHSRVWDOHQLQWHVWDWRD(GL]LRQL0$'5(VUO 6H]LRQH$EERQDPHQWL9LDOH6WD]LRQH%UHVFLD &RJQRPH &RJQRPHVXO&LWRIRQR 1RPH 9LD

Servizio abbonamenti: Tel: 030 42132 e-mail: abbonamenti@rivistamadre.it Tramite conto corrente postale intestato a Edizioni Madre - n. 524256 Tramite conto corrente bancario intestato a Edizioni Madre Srl: BCC del Garda codice IBAN IT44U 08676 11200 000000501203

1

&$3 3URY

&LWWj 7HO

(0DLO 'DWDGL1DVFLWD 7DJOLDQGRGDFRPSLODUHHVSHGLUHLQEXVWDFKLXVDD

(GL]LRQL0$'5(VUO9LD$&DOOHJDUL%UHVFLD ,QIRUPDWLYDDLVHQVLGHO'OJV,O7LWRODUHGHOWUDWWDPHQWRGHLGDWL(GL]LRQL0DGUHVUOFRQVHGHD%UHVFLD9LD$&DOOHJDUL /DLQIRUPDFKHLGDWLSHUVRQDOLIRUQLWLYHUUDQQRWUDWWDWLSHUDGHPSLHUHDOOD6XDULFKLHVWDXWLOL]]DQGRVWUXPHQWLFKHJDUDQWLVFRQROD VLFXUH]]DHODULVHUYDWH]]D,QRJQLPRPHQWRSRWUDQQRHVVHUHHVHUFLWDWLLGLULWWLGLFXLDOO·DUWGHO'OJV


ƒ‰ƒœ‹‡

Dono di Natale Tra idee diverse e solidarietà

Non sai che fare? Ecco l’idea, anche low cost I “Box” che offrono pacchetti viaggi o esperienze, set completi per la cura del corpo, spesso con costi bassi e gradimento assicurato. Ci sono anche regali equo-solidali di Paola Bottinelli

A

Natale si può osare anche qualcosa di più, con regali curiosi e di solidarietà. I “Box” che si possono trovare in molti negozi; All’interno offrono l’acquisto di un pacchetto con esperienze diverse: cene, beauty farm, visite culturali, visite enogastronomiche, week end romantici... Si acquista il pacchetto che contiene una serie di strutture che aderiscono. Alla persona cui regalate la possibilità di scegliere location e

periodo. Per chi ama stare in casa cofanetti dvd o un puzzle. Se amanti di vino un set da sommelier. Oggetti personalizzati con nomi stampati o fotografie. Set completi per la cura del corpo sono molto graditi, soprattutto se chi li riceve è una donna e non costano molto se li cercate nelle botteghe di erboristeria (Bottega verde o Erbolario) oppure deodoranti naturali, quelli per intendersi, con diffusori a bastoncini. Si trovano prodotti interessanti anche nelle botteghe equosolidali. In più si spende offrendo giustizia alla spesa.

47


48

ƒ‰ƒœ‹‡

ĕĆđĆćėĊĘĈĎĆ ŽŽǯ—Ž–‹‘…‘Dz ŽŽƒ‰‘†‡‹…‹‰‹dz Quanti ogni anno si chiedono: “Come passare l’ultima notte dell’anno?” Le risposte sono molteplici e varie, così come ogni persona è diversa dall’altra. Il PalaBrescia propone un ultimo dell’anno all’insegna del balletto classico. “Il lago dei cigni”, musicato da Tchaikovsky con il balletto di Sofia e la partecipazione di Vesa Tonova e Trifon Mitev, solisti del Sofia National Opera and Ballet. Dopo lo spettacolo, che inizia alle 21.30, brindisi di mezzanotte nel foyer del teatro con spumante e panettoni. Biglietti da 36 a 56 euro (più 4 per prevendita). Info: palabrescia.it


ƒ‰ƒœ‹‡

CHE COSA SI FA QUESTA SERA Ci sono proposte che vengono fatte nel tempo natalizio, alcune legate al Natale, altre no. Sono spettacoli teatrali, concerti, cinema e iniziative che rendono le feste tali

49


50

ƒ‰ƒœ‹‡

ĘĚđČčĎĆĈĈĎĔ ‡’‹•–‡†‹’ƒ––‹ƒ‰‰‹‘

ćėĊĘĈĎĆ ƒ‰‹‡†‹ƒ–ƒŽ‡

ēĆęĆđĊēĊđđĊĕĎĊěĎ —•‹…ƒ‡’‘‡•‹ƒ

Ȉ ’‹ƒœœƒƒ‘Ž‘ °•–ƒ–ƒƒŽŽ‡•–‹–ƒ—ƒ ’‹•–ƒ†‹’ƒ––‹ƒ‰‰‹‘Ǥƒ’‹ƒ…‡˜‘Ž‡ …‘ˆ‡”ƒǤ ‹‘ƒŽŽǯ͠‰‡ƒ‹‘†ƒŽŽ‡ ͙͜Ǥ͛͘ƒŽŽ‡͙͡Ǥ͛͘‡‹ˆ‡”‹ƒŽ‹Ǥ Ž•ƒ„ƒ–‘‡Žƒ †‘‡‹…ƒ†ƒŽŽ‡͙͘Ǥ͛͘ƒŽŽ‡͚͚Ǥ͛͘Ǥ ‰”‡••‘ ͜‡—”‘Ȁ‘”ƒǢ‘Ž‡‰‰‹‘’ƒ––‹‹͛‡—”‘Ǥǯ° ƒ…Š‡—•‡”˜‹œ‹‘†‹„ƒ„›•‹––‹‰‡—‘†‹ „ƒ„›‹…‡†ƒ‹͜ƒ‰Ž‹͠ƒ‹Ǥ‹’—Ö’ƒ––‹ƒ”‡ •—Ž‰Š‹ƒ……‹‘ƒ…Š‡ƒŽƒŽƒ‰Š‹ƒ……‹‘ǡ‹˜‹ƒ Ǥ‡‘͙͞͠Ǥ’‡”–‘‹Ž•ƒ„ƒ–‘ȋ͙͝Ǧ͚͛Ȍ‡ Žƒ†‘‡‹…ƒȋ͙͜Ǧ͚͘ȌǤƒŽ͚͛†‹…‡„”‡ ƒŽŽǯ͠‰‡ƒ‹‘ƒ’‡”–‘–—––‹‹‰‹‘”‹ȋ͙͜Ǧ͚͘Ȍǡ •ƒ„ƒ–‘ȋ͙͝Ǧ͚͛Ȍǡ‡•…Ž—•‘‹Ž͙͛ȋ͙͜Ǧ͚͘Ȍǡ‹Ž͚͜ǡ ȋ͙͜Ǧ͙͠Ȍ‡‹Ž͚͝ȋ͙͞Ǧ͚͘ȌǤ

Ȉ Ž͙͟‡‹Ž͙͠†‹…‡„”‡Dz—––‹‹ …ƒ””‘œœƒ…‘ƒ„„‘ƒ–ƒŽ‡dzǣ†ƒŽŽ‡ ͙͞ƒŽŽ‡͙͠Ǥ͛͘†—‡…ƒ””‘œœ‡…‘— …‘……Š‹‡”‡†ǯ‡……‡œ‹‘‡‹˜‹–‡”ƒ‘ „‹„‹‡‰‡‹–‘”‹ƒ—‰‹”‘ǡ‰”ƒ–—‹–‘ǡ †‡Ž…‡–”‘‹––Ǥ ‡Žˆ”ƒ––‡’‘ǡ•‡’”‡‡‹†—‡ ‰‹‘”‹ǡ†ƒŽŽ‡͙͝Ǥ͛͘ƒŽŽ‡͙͠Ž‡Dzƒ‰‹‡†‹ ƒ–ƒŽ‡dzƒ‹‡”ƒ‘Ž‡˜‹‡†‡Ž…‡–”‘ǣ ‰‹‘…‘Ž‹‡”‹ǡ’‡”•‘ƒ‰‰‹†‡ŽŽ‡ˆ‹ƒ„‡ǡ ƒ‰Š‹ǡ–”ƒ’‘Ž‹‡”‹Ǥ‘ƒ…Š‡” Žƒ—•‹…ƒ‹–‹‡”ƒ–‡…‘‹š‹ƒ†ǡ ƒˆƒ”ƒ—”‡ǡ‘”ƒ—•ƒ‡†‹–‘”‹ ‡—‘”‘ ‘•’‡ŽǤ

ȈDzƒ’ƒ°”‡‹–‹”ƒ„ƒ…‹Ö…‘‹dzǡ…‘…‡”–‘ †‹…ƒ’ƒ‡‡…ƒ’ƒƒ”‹ǣ͚͜†‹…‡„”‡ ‘”‡͙͞ƒŽ‹ŽŽƒ‰‰‹‘ƒ†‹ƒDz‘…‡”–‘ •‘Ž‡‡dzǢ͚͞†‹…‡„”‡ǣ͙͘Ǥ͛͘‡Ž‘†‹‡ ƒ–ƒŽ‹œ‹‡†‹…ƒ”‹ŽŽ‘Ǣ‘”‡͙͞…‘…‡”–‘…‘ …ƒ’ƒ‡ƒ„‹……Š‹‡”‡Ǣ•ƒ„ƒ–‘͞‰‡ƒ‹‘ ‘”‡͙͞…‘…‡”–‘†‹…Š‹—•—”ƒǤDz—‡•–ƒ‹ƒ ˜‘…‡dzǡŽƒ’‘‡•‹ƒ†‹Ž‡ƒŽ„‡”–‹—ŽŽ‹‡ Žƒ—•‹…ƒǣŽ—‡†¿͙͡‘”‡͙͠…‘…‡”–‘‡Ž ’ƒ”…Š‡‰‰‹‘†‡ŽŽƒ•–ƒœ‹‘‡Ǣ‡”…‘Ž‡†¿͚͙ ‘”‡͙͠’ƒ”…Š‡‰‰‹‘…‘‡”…‹ƒŽ‡ ”‡……‹ƒ ”‘••ƒǤDz‘‡•‹‡‹‘˜‹‡–‘dzǣ͚͛‡͚͜ †‹…‡„”‡•—‰Ž‹ƒ—–‘„—•ƒŽŽ‡͡ƒŽŽ‡͙͝‡ ƒŽŽ‡͙͠’‘‡•‹‡”‡…‹–ƒ–‡†ƒ͘͜’‡”•‘‡Ǥ

I Poliambulatori W.&B. (Wellness and Body) sono una struttura ambulatoriale privata autorizzata. Nella nostra struttura le diverse èquipe sanitarie specialistiche si integrano per rispondere ad una esigenza di “salute e benessere” della persona


ƒ‰ƒœ‹�‡

TOSCA

Palazzolo sull’Oglio Auguri in musica

Dirsi “Buon Nataleâ€? con Tosca L’opera pucciniana messa in scena dal Corpo musicale “CittĂ  di Palazzolo sull’Oglioâ€? diretto dal maestro Giuseppe Orizio di Mario Garzoni

T

osca. Ăˆ questo il titolo ambizioso che il Corpo musicale “CittĂ  di Palazzolo sull’Oglioâ€? ha scelto per il tradizionale concerto di Natale offerto alla cittadinanza. Diretto dal maestro Giuseppe Orizio, il corpo musicale è alle prese con la partitura pucciana che sarĂ  eseguita, con una messa in scena completa, domenica 18 dicembre alle 16.30 presso il palasport del centro scolastico polivalente di Palazzolo sull’Oglio. A dare voce e corpo ai tre

personaggi principali del melodramma pucciano sono stati chiamati il soprano giapponese Manami Hama (Floria Tosca), il tenore Francesco Paccorini (Mario Cavaradossi) e il baritono Andrea Zese (il barone Scarpia). Per la messa in scena sono state coinvolte diverse realtĂ  del panorama culturale palazzolese come il locale Circolo fotografico e il Centro artistico e culturale. La regia è di Massimo Venturelli, dell’associazione culturale “La Maschera San Sebastianoâ€?. L’ingresso alla rappresentazione di Tosca, a cui farĂ  seguito il tradizionale scambio di auguri, è gratuito.

ĊĆęėĔ ’’—Â?–ƒÂ?‡Â?–‹Â?‡ŽŽ‡…Š‹‡•‡ ČˆÂƒÂ”Â–Â‡Â†ÂżÍšÍ˜ÇŁDzƒÂ?–‘Â?…”‹•Â?ÂƒÂ•Çł…‘Â? ‹Â?‡ŽŽ‹‡ ‘œœ‡––‹Č‹ƒÂ?–ƒ—ˆ‡Â?‹ƒƒ‡ŽŽ‘ †‹ƒ”‘Â?‡ǥ͚͙Ǣ‹Ž͚͚ƒÂ?Â‡ČŒÇ˘Dzƒ–ƒŽ‡ °ƒÂ?‘”‡ǤǤǤ•‡Â?œƒ…‘Â?ˆ‹Â?‹dzČ‹Ǥƒ”–‹Â?‘ ƒƒÂ?ƒÂ?Â‘ČŒÇ¤ Â‹Â‘Â˜Â‡Â†Âż͚͚ǣDzŠ‡ŽÂ?֖‘Â? …Š‡‡Ž˜ƒ‰Â?Âąƒ‹Â?…‹‘†Â?ŽdzȋǤ‘”‡Â?œ‘ƒ

Â—Â•Â•ÂƒÂ‰Â‘Ç˘ƒÂ?…Š‡‹Ž͚͛Â?‡ŽŽƒƒŽƒ†‡ŽŽ‡ …‘Ž‘Â?Â?‡ƒÂ‘Â˜Â‡ÂœÂœÂ‘ČŒÇ¤—Â?‡†¿͚͞ǣDz°– •–‘”‹‡…Š‡•…ƒŽ†ƒ‡Ž…Ú”dzČ‹Ǥƒ”–‹Â?‘ǥ —†‹ƒÂ?Â‘ČŒÇ¤‡”…‘Ž‡†¿͚͠ǣDz‘Â?‡‘Â?„”‡•— —Â?…ƒÂ?’‘†‹Â?Â‡Â˜Â‡ÇłČ‹Â•ÂƒÂ?‘”‡Â?ÂœÂ‘ÇĄƒ„„‹‘ Â…ÂŠÂ‹Â‡Â•Â‡ČŒÇ¤ Â‹Â‘Â˜Â‡Â†Âż͚ͥǣDzƒ…‹Â?Â˜ÇłÇĄǤÂ?Â†Â”Â‡ÂƒÇĄ ‘Â?Â…Â‡Â•Â‹Â‘ČŒÇ¤—––‹ƒŽŽ‡͚͘Ǥ͛͘ǤŽ–”‹•’‡––ƒ…‘Ž‹ ˆ‹Â?‘ƒŽÍ?‰‡Â?Â?ÂƒÂ‹Â‘ÇŁÂ?ƒ–ƒŽ‡Â?‡ŽŽ‡’‹‡˜‹Ǥ…‘Â?

51


STILE ED ELEGANZA HANNO TROVATA CASA...

%RUJR&RORPEDLD Solo cuore e passione rendono le cose straordinarie NASCE A MONTICELLI BRUSATI , NELLE COLLINE STORICHE DELLA FRANCIACORTA, AVVOLTO DAI VIGNETI DEL BOLLICINE E DA UN’ATMOSFERA DI STRAORDINARIA TRANQUILLITA’. VIENI A SCEGLIERE LA TUA NUOVA CASA TRA DIVERSE PROPOSTE DI TRILOCALI E VILLETTE CENTRALI E DI TESTA.

/H9LOOHGL(VSR A MONTICELLI BRUSATI, A 10 KM DAL LAGO D'ISEO, IMMERSO IN CONTESTO DOMINANTE, SORGERA' UN NUOVO PRESTIGIOSO INTERVENTO IMMOBILIARE COMPOSTO DA UNA VILLA SINGOLA E UNA VILLA BIFAMILIARE, UNITA' IMMOBILIARI DAL LINGUAGGIO ARCHITETTONICO ALL' INSEGNA DI STILE ED ELEGANZA. NON SOLO CERTIFICAZIONE ENERGETICA IN CLASSE A, DUNQUE. SARAI TU IL PROTAGONISTA DELLA PERSONALIZZAZIONE DELLA TUA NUOVA CASA IN FRANCIACORTA. VIENI A VEDERE IL PROGETTO E A SCEGLIERE LA TUA NUOVA DIMORA CON L'INVIDIABILE POSSIBILITA' DIPERSONALIZZARE OGNI PARTICOLARE.

DISPONIBILE ULTIMA SOLUZIONE IN BIFAMILIARE si valutano permute

E S P IMM OBILIARE

VENDITA DIRETTA DAL COSTRUTTORE informazioni e visite in cantiere Cell. 338/7491232


ƒ‰ƒœ‹‡

ĈĔēĈĊėęĔČĔĘĕĊ𠋇•‹„‹•…‡‘„‹”‘™

ēĆěĊ

ƒ†‡”•‘‡‹ ‡–Š”‘—ŽŽ‹…‘…‡”–‘‡ŽŽƒ’ƒ””‘……Š‹ƒŽ‡

Ȉ‘…ǯ°ƒ–ƒŽ‡…Š‡•‹”‹•’‡––‹•‡œƒ ‹Ž…‘…‡”–‘‰‘•’‡Ž†‹–—”‘Ǥ—‡†¿͚͞ †‹…‡„”‡‡ŽŽƒ…Š‹‡•ƒ’ƒ””‘……Š‹ƒŽ‡ †‹Ǥ ‹‘˜ƒ‹˜ƒ‰‡Ž‹•–ƒ•‹‡•‹„‹” ‘„‹”‘™…‘Š‡”‹—’Šƒ– †‡Ž‡‰ƒ–‹‘Ǥǯ‡•‹„‹œ‹‘‡°ˆ‹ƒŽ‹œœƒ–ƒ ƒŽŽƒ”ƒ……‘Ž–ƒˆ‘†‹’‡”‹Ž„ƒ…‘ ƒŽ‹‡–ƒ”‡†‡ŽŽƒƒ”‹–ƒ•’ƒ””‘……Š‹ƒŽ‡ Dz—‘”ƒ•“—ƒŽ‡dzǤ ‰”‡••‘ǡ’”‡˜‹‘ ”‹–‹”‘…‘—’‘…‘‘ˆˆ‡”–ƒŽ‹„‡”ƒǡ ‹‹‘͝‡—”‘Ǥ …‘—’‘•‹”‹–‹”ƒ‘ ’”‡••‘Žƒ•‡‰”‡–‡”‹ƒ†‡Ž‡–”‘ …—Ž–—”ƒŽ‡Dz Ž…Š‹‘•–”‘dz†ƒŽŽ—‡†¿ƒŽ •ƒ„ƒ–‘†ƒŽŽ‡͙͝ƒŽŽ‡͙͠Ǥ

Ȉ‡ŽŽƒ…Š‹‡•ƒ’ƒ””‘……Š‹ƒŽ‡†‹ƒ˜‡ǡ‰‹‘˜‡†¿ ͚͚†‹…‡„”‡ƒŽŽ‡͚͙Ǥ͛͘ǡƒ””‹˜ƒ ƒ†‡”•‘ǡ Ž‡ƒ†‡”†‡‹ ‡–Š”‘—ŽŽǤ‘’‘ƒ–‡”„—”›ǡ ƒ…Š‡•–‡”‡‹˜‡”’‘‘Žǡ†‡”•‘’‘”–ƒ’‡” Žƒ’”‹ƒ˜‘Ž–ƒ‹ –ƒŽ‹ƒ‹Ž…‘…‡”–‘„‡‡ˆ‹…‘ †ƒŽ’”‘‰”ƒƒ’ƒ”–‹…‘Žƒ”‡ǡ…Š‡—‹•…‡Žƒ –”ƒ†‹œ‹‘‡ƒ–ƒŽ‹œ‹ƒǡŽƒ—•‹…ƒ…Žƒ••‹…ƒ‡ ‹Ž”‡’‡”–‘”‹‘•–‘”‹…‘†‡‹ ‡–Š”‘—ŽŽǡ‹— ƒ””ƒ‰‹ƒ‡–‘•’‡…‹ƒŽ‡’‡”Ž‡…Š‹‡•‡†‹ ‹ƒ…‡œƒ‡ƒ˜‡ǡ‡ŽŽƒ’ƒ””‘……Š‹ƒŽ‡ƒ–ƒ ƒ”‹ƒ ƒ…‘Žƒ–ƒǤ‡”•‘ƒŽ‡˜‹ƒ‰‰‹‘ Dz‡…—‡‹…‘dz†‹‡•’Ž‘”ƒœ‹‘‡†‹–”ƒ†‹œ‹‘‹ •’‹”‹–—ƒŽ‹†‹˜‡”•‡‡Ž‹‰—ƒ‰‰‹—•‹…ƒŽ‹ †‹ˆˆ‡”‡–‹Ǥ’ƒ”–‹”‡†ƒŽ͙͡͞͡…‘Žƒ…‡Ž‡„”‡

‘—”‡‡†‹ƒ…Š‡•‹‘ƒŽŽǯ—Ž–‹‘ƒŽ„— ‹•–—†‹‘†‡‹ ‡–Š”‘—ŽŽ†‡Ž͚͛͘͘ǡDzŠ‡ Š”‹•–ƒ•Ž„—dzǡ—ƒ•‡”‹‡†‹„”ƒ‹†‡ŽŽƒ –”ƒ†‹œ‹‘‡ƒ–ƒŽ‹œ‹ƒƒ‰Ž‘•ƒ••‘‡‹–‡”’”‡–ƒ–‹ ƒ––”ƒ˜‡”•‘Ž‘•–‹Ž‡–‹’‹…‘†‡Ž‰”—’’‘Ǥ Ž”‹…ƒ˜ƒ–‘ †‡‹†—‡…‘…‡”–‹ƒ–ƒŽ‹œ‹ǡ…‘’‡”–‡Ž‡•’‡•‡ Ž‘‰‹•–‹…Š‡‡‘”‰ƒ‹œœƒ–‹˜‡ǡƒ†”†‡˜‘Ž—–‘‹ „‡‡ˆ‹…‡œƒ’‡”˜‘Ž‡”‡†‡ŽŽƒ•–‡••‘†‡”•‘ǡ …Š‡ƒ†‡”‹•…‡ƒŽŽǯ‹‹œ‹ƒ–‹˜ƒ‡•‹„‡†‘•‹•‡œƒ ’‡”…‡’‹”‡…ƒ…Š‡–ƒ”–‹•–‹…‘Ǥƒˆ‘”ƒœ‹‘‡…Š‡ •‹‡•‹„‹”•ƒ”…‘’‘•–ƒ†ƒ ƒ†‡”•‘ǡ ˜‘…‡ǡ…Š‹–ƒ””ƒ‡ˆŽƒ—–‘ǡ ‘Šǯ ƒ”ƒǡ–ƒ•–‹‡”‡ ‡ Ž‘”‹ƒ’ƒŠŽ‡ƒŽŽƒ…Š‹–ƒ””ƒǤ‹‰Ž‹‡––‘ǣ͘͜ ‡—”‘Ǥ ˆ‘ǣ‰‘•’‡Žˆ‡•–Ǥ‹–

53


LEALE FEDELE CORAGGIOSA

LA VOCE è quella giusta

WWW. L AVO C E D E LPO PO LO. IT ‡Â?•ƒ„‹Ž‡ ÇŻÂƒÂŽÂ–Â”Â‘‹Â?†‹•’     

anè stupore, delle relazioni di vite non il miracolo o, per l’intreccio Essere dentro da il dono immeritat cora, per ni di legami.che i legami fossero di prigiocercato. Intersezio tempo pensatopotenziali fonti poi si è reHo per molto un po’ sciolti, libera. Ma abile. Il scorrere tenere sempre vita che deve l’altro è indispenstu mi sei nia per una capovolgimento: bile; proprio un è indispensa a alizzato quel legame, sostituito le legame, potrĂ  essere cancellerĂ  bile. , nĂŠ alcuno indi indispensa to, e non la soffepotrĂ  sostituirti riempimen come Ness Nessuno sarĂ  senza mio: insistente L tua perdita come la morte, / d’ogni tormento da te. La tenace bisogno partecipe solo. / Ho ggioâ€?). legame forte, di te, che sei il legame, fratello bisogno b pena; mio del pellegrina renza. “Ho / d’ogni mia M. Rilke, “Il libro do dolce (da: R. compagno del de pane!â€?  di te, come 

( /$92&(

'(/ /2 3232  



 



  ͙͠

ÍĄÍ›





   





  Ǥ 

   



   Ǥ



͚͚

Ǥ  

”‡•…‹ƒ͚‰‹— ”‡•



‰�‘͚͙͙͘

͚͘ Ž ƒ––‘

Referendum, per un voto ico non ideolog

Abbonamento presso il Centro per le Comunicazioni Sociali di via Callegari, 6 - 25121 Brescia. Per qualsiasi informazione: UfďŹ cio abbonamenti Tel: 030 44 250 e-mail: abbonamenti@lavocedelpopolo.it Fax: 030 280 93 71

Č‹Â”Â‡Â•Â…Â‹ÂƒČŒ ‘Â?Â?ƒ͙ǥ Â?ÎťÍœÍžČŒÂƒÂ”Â–Ç¤Í™ÇĄ ȋ…‘Â?˜Ǥ‹Â?Ǥ ǤǤÍ›Í?Í›Č€ÍšÍ˜Í˜Í› ‘‘•–ƒŽ‡ÇŚ „„‘Â?ƒÂ?‡Â?– ‡†‹œ‹‘Â?‡‹Â?

ÍšÍ&#x;Č€Í˜ÍšČ€ÍšÍ˜Í˜Íœ

ƒœ‹‘Â?‹•‘…‹ƒŽ‹Ǥ ‹–Â?†‹˜‹–ƒ †‡ŽŽ‡…‘Â?—Â?‹… Â?…‹‘‡ƒ—–‡Â?–‹… Â?–‡‘„‹ƒ ”Â?ƒ–ƒÂ?‘Â?†‹ƒŽ‡ ÇŁDz‡”‹–Â?ÇĄƒÂ?Â?—Ž‹„”‡”‹ƒ˜‹ƒ‰‰‹ƒ Ž‡„”ƒŽƒÍœÍ?Í” ‹‘ ‡Â?—–‘•—Ž–‡Â?ƒ œƒƒ‘Ž‘ ÇĄŽƒ

ÂŽÍ?‰‹—‰Â?‘•‹…‡ –‘ °‹Â?–‡”˜ ‰‹—‰Â?‘‹Â?’‹ƒœ ƒ’ƒ‡Â?‡†‡– ‡dzǤƒŽÍĄƒŽ͙͛ Â?Â‡ÂŽÂŽÇŻÂ‡Â”Âƒ†‹‰‹–ƒŽ alla gestione

͘Í&#x;ƒ‡•‹‡’ƒ

””‘……Š‹‡

una Matrimonio, realtĂ  sempre uta meno conosci

ÍšÍ&#x;……Ž‡•‹ƒ

ni Giovani brescia testimoni a Palermo

‹‘�‡ ‘�—�‹…ƒœ

͛͛—Ž–—”ƒ‡…

legati posti. I nodicomune come l’acqua,  apportare di un bene il reperimento di   la pena di , come   come pure renda l’Italia per Varrebbe modifiche tempo ÇŻ   iente, ad opera ono da energia che alcune semplici autosuffic selvaggio, suggerisc ha di rilevanza quanto possibile tra l’altro costituzionalisti: scorsi l’usoo dei radicali, ne questioni i nariaâ€? sono due per lo sviluppo del autorevol nto decisivo del soprattutt portata “rivoluzio di strategica innalzame firme necessarie il ridotto la La ricerca modelli i gli avevano a e di del popolo nostro Paese. numero di che i costituent ne del quorum, e credibili la chiamata nonostante alternativ dei beni comuni ed eliminazio ebbe i cittadini affidato: parere dei di una di gestioneranno il dibattito che obbligher zione attiva, dare il proprio ione legittima le questioni attraverse alla partecipa l’approvaz za parlamentare; anni. o quando delicate e Ne siamo prossimi soprattutt maggioran dire un baluardo parlato? e sono nze per il Ne abbiamo Non da ultimo di in discussion potremmo 12 e 13 giugno, ale “dittatura consegue oli? giorni, il Paese consapev il tentativo dei gravide di contro un’eventuzaâ€?. Non solo Fra dieci nno nel nostro del Paese. va zione non va sottaciuto bene comune osservazione della maggioranestenuato per si celebreram su tre questioni e la partecipa urna: onestĂ : per la dissuader stanchezza da Una seconda uno strumento i referendula politica ha dibattuto ma pure mo altrettanta per te, sono cittadini fatta, con sugli attuali quesiti cattivo uso,insita nel meccanis sulle quali di persone ta lungamen a al voto per alcuni milioni il dibattito finora non c’è stato. debolezza sono poche le firme e si è accapigliapoco i cittadinie in 30 giorni ri assai e Come chiamati referenda istitutivo: per invocarlo (bassa ne matura aiutando pochissime po’ troppo. ge Un alto e totale, un’opinio tre volte. Silenzio ) e troppo necessari formarsi sa sui temi in gioco. un escamota ni televisive d’accesso di gravi ione nel pure è apparso le trasmissio barriera richiesto (alta barriera coscienzio nel merito e l’approvaz he dedicate, valido. sgradevol di un comma radiofonic ilitĂ  della Rai. il quorum Senza entrare (acqua, nucleare, per renderlo ha dato il quesito decreto omnibus le responsabmolti abbiano nto) una d’uscita) ciascun quesito eccessiva d’inficiare o che impedime forbice cercava coscienza che ia nucleare. Sembra Questa estremism legittimo credo vada fatta crescere forme di e dannose per sull’uso dell’energ paura a far olezza nei cittadini: spazio a riflessione bel vedere. valga rio inutili sullo strumento ente, zione Non è un e consapevazione seria, referenda anzitutto punto credo della partecipa Non rio e, parallelam A questo pena di andare a un’inform fondata sulla realtĂ  la qualitĂ  referenda di tensione e, la ica dei cittadini. e siamo, sperpero qualunque oramai ci davvero attendibil slogan da democrat difficile raccoglier sullo dire che a tiva che esso e il poi cosĂŹ votare, per vada. e non sullo partecipa aiutando i cittadini aiuterebb firme e aprire e ole e è vada comunqu parte provenga, ere la rilevanza almeno 500mila, comunque veicola non zione consapev quesiti su questo Paese a comprend e scelgano. una campagna una partecipa m. Molti due dei tre comunqu non , almeno costruito referendu di il motivata, allo strumento mo hanno se si meccanis i alcuno Riguardo fortune politiche. scandalizz zioneâ€? vere e proprie credo si la sua “consuma dichiara eccessivo. Nei decenni per abuso

‘�—�“—‡ •‹•…‡Ž‰ƒ

‡•Ǥ’ǤƒǤÇŚÂ’

Abbonamento con bollettino postale intestato a: Fondazione Opera Diocesana San Francesco di Sales n. 18881250

‹ ‡”…ƒ� ‘� •—ˆƒ…‡„‘

‘•–‡ –ƒŽ‹ƒ�

Abbonamento online con carta di credito su www.lavocedelpopolo.it

Â?–‹‡Â?‡ ǤǤ ÇŚÍ‚Í™ÇĄÍ˜Í˜ÇŚ‘

ModalitĂ  di abbonamento

incontro Famiglia, con il Papa mondiale nel 2012 a Milano

͙͜…‘�‘�‹ƒ

Aib, la parola d’ordine è riforme

͜͜’‘”–

c’era una Brescia, o, volta il capitan piÚ ora non c’è

Presentaci un amico

Se sei un abbonato a “La Voce del Popoloâ€?, presentaci un amico: per lui ci sarĂ  un abbonamento a prezzo scontato, euro 35,00 anzichĂŠ euro 47,00 e per te una meravigliosa chiavetta USB da 2 Gb con logo del giornale. Chiama lo 03044250 oppure scrivi a: abbonamenti@lavocedelpopolo.it e presentaci un amico.


ƒ‰ƒœ‹�‡

Cinema NovitĂ  in sala

Ti svelo i film da vedere durante le feste Da “Sherlock Holmes Gioco di ombre�, al “Gatto con gli stivali�, passando per “Le idi di marzo� di Clooney; per gli italiani: Pieraccioni, Parenti e De Sica di Nicola Rocchi

U

n vecchio investigatore rimesso a nuovo, un classico delle fiabe rivisitato, risate caserecce e George Clooney pensoso. Ăˆ questo, in sintesi, il “pacchettoâ€? natalizio del cinema. Con “Gioco di ombreâ€? torna lo Sherlock Holmes giovane e atletico interpretato da Robert Downey Jr. Riecco anche il “Gatto con gli stivaliâ€?, senza l’amico Shrek che nella sua saga gli ha dato una nuova vita: il divertente film d’animazione di Chris Miller con il felino protagonista è

ambientato prima dell’incontro con l’orco verde. La commedia nostrana vede in lizza Leonardo Pieraccioni con “Finalmente la felicitĂ â€?, e i forzati del cinepanettone, Neri Parenti e Christian De Sica, che tornano a trascorrere le “Vacanze di Nataleâ€? a Cortina. Infine George, regista e attore in “Le Idi di marzoâ€?, un’amara riflessione sul degrado della politica. Film, questi come tanti altri, che si possono trovare anche nelle Sale della comunitĂ . Film per tutti i gusti a prezzi competitivi e bassi, il che non fa male. Consulta la programmazione aggiornata al sito lavocedelpopolo.it o vocesas.it o con il codice Qr qui a lato.

La trovi solo in questo negozio 0$&(//(5,$&2162/,1, 7UDYDJOLDWR %V YLD*0DUFRQL*7HO

—ƒ”†ƒŽƒ ’”‘‰”ƒ��ƒœ‹‘�‡ …‘�‹Ž…‡ŽŽ—Žƒ”‡Ǥ ‘�‹Ž”‘†‡ ƒ�…Š‡‹–”ƒ‹Ž‡”

55


PUNTO CASA

”‡•…‹ƒ‹ƒƒƒ”–‹‘†‡ŽŽƒƒ––ƒ‰Ž‹ƒǡ͝Ȁ ‡ŽǤ͔͔͙͗͗͛͛͛͗͘Ǧ‹ˆ‘̷’—–‘…ƒ•ƒ„•Ǥ‹–

ZZZSXQWRFDVDEVLW

QUEST'ANNO NON AVERE DUBBI SU COSA REGALARE.... VIENI A TROVARCI....


Magazine Voce - Natale insieme a voi - 2011