Page 1

Sono uno spudorato raccontatore di emozioni Giuseppe Tornatore

Sala della Comunità

IL FILM DEL MESE

Madagascar 2

IN SALA

Le proiezioni di 34 Sale fino all’Epifania

Agorà La Sala della Comunità di Ospitaletto

SIPARIO

“L’improbabile compagnia insieme colla colla” di Bagnolo Mella

TEATRO

“La murusa del mé òm” è il 29° appuntamento natalizio con l’associazione culturale “I Caicì de Inzì”

VOCE S.A.S.

Diocesi di Brescia Dicembre 2008

08


Prima Fila

di Adriano Bianchi

Multisale? Siamo semplicemente un’altra cosa Multisale che crescono come i funghi. Un po’ dappertutto, anche in città e provincia. Super comodose, accessoriate, iperdigitalizzate, con proiezioni differenziate nel tempo e nella proposta. Per assurdo una famiglia di quattro persone che ci va può scegliere di vedere quattro film diversi contemporaneamente per poi ritrovarsi all’uscita. Le multisale o multiplex non sono più il luogo esclusivamente deputato alla fruizione del cinema ma, come i grandi centri commerciali, tendono a gestire tutto il nostro tempo libero, aumentano continuamente i servizi imponendo con la loro forza anche i tempi di uscita nelle altre sale delle pellicole più desiderate e ambite. Sembrerebbe la catastrofe delle piccole sale monoschermo che abbiamo sempre conosciuto. In verità da quando i multiplex sono nati e cresciuti molti dei cinema di casa nostra hanno chiuso i battenti. La loro nascita e crescita ha delocalizzato le sale dai centri storici ai centri commerciali e ha messo in discussione anche la stessa esistenza delle Sale della Comunità. È vero molte parrocchie dovendo scegliere se ristrutturare la propria Sala della Comunità o reinvestire in altre strutture, davanti all’avanzata dell’esercito delle multisale, hanno scelto di chiudere. Una visione miope che segnala la non piena comprensione dell’importanza e del ruolo di una struttura come la Sala della Comunità che è più di un ambiente, ma possiede

La Location • 5

La Sala della Comunità “Agorà” di Ospitaletto

CINEMA

S

una precisa missione culturale e pastorale nella chiesa a servizio dell’inculturazione della fede, e che risponde alle tante esigenze di incontro della comunità, in particolare, dei suoi giovani. La Sala della Comunità, infatti, non è solo cinema o “proiezioni che devono fare cassetto”, è ad esempio anche teatro: quello fatto dagli adulti, quello dei bambini che traducono le loro attività in spettacolo, quello dei giovani che diventano protagonisti con la musica, la danza, la recitazione. La Sala della Comunità è spazio di confronto: in un tempo che con fatica osa lo sforzo del pensare, la Sala può diventare progetto per incrociare la riflessione sugli ambiti della vita umana che più stanno a cuore alla comunità cristiana (la vita, l’amore, la pace, la solidarietà, la fede, la scienza…). Anche questo tempo di Natale dove si alterneranno le recite delle scuole materne, i concerti del coro e della banda, il film natalizio e le tante altre iniziative parrocchiali dice di un compito non esaurito. Per questo sarebbe bello che in ogni parrocchia ci fosse un luogo, anche piccolo, ma stabilmente dedicato ad essere Sala della Comunità, sostenuto da animatori creativi che promuovano occasioni dove le emozioni si condividono, si trasformano in pensieri e coinvolgono la vita. Coraggio, allora! Noi non siamo contro le multisale, semplicemente siamo un’altra cosa.

omma

r

io

Trailer • 11 Panoramica • 15 Il film del mese Sono uno spudorato raccontatore di emozioni Giuseppe Tornatore

Madagascar 2

IN SALA

Le proiezioni di 34 Sale fino all’Epifania

Agorà La Sala della Comunità di Ospitaletto

SIPARIO

“L’improbabile compagnia insieme colla colla” di Bagnolo Mella

VOCE S.A.S.

Diocesi di Brescia Dicembre 2008

Sala della Comunità

IL FILM DEL MESE

Sinossi dei film nelle Sale della Comunità

08

In sala • 20

Programmazione Sale della Comunità

TEATRO

“La murusa del mé òm” è il 29° appuntamento natalizio con l’associazione culturale “I Caicì de Inzì”

T E AT R O

Sipario

I Cineforum • 26

Le ultime proposte della stagione a Brescia (S. Giovanni), Desenzano, Palazzolo

Panoramica cineforum • 27 Fotogrammi • 28

• 29

La fotografia nel cinema

“L’improbabile compagnia insieme colla colla” di Bagnolo Mella

Gli spettacoli del mese • 33

Diocesi di Brescia

•3•


La Sala della Comunità Direttore Responsabile: Adriano Bianchi

Stampa: fda Eurostampa s.r.l. Via Molino Vecchio 185 – Borgosatollo (BS) Tel. 0302701606 – Fax 0302702759

Direzione – Redazione – Amministrazione: Via Callegari, 6 – 25121 – Brescia – Tel. 030 44250 Fax 030 2809371 – E-mail: sdc@vocemedia.it

Progetto grafico: Alessandro Gritta – www.nadir.com

Pubblicità: Fondazione Opera Diocesana S. Francesco di Sales: Via Callegari, 6 -25121- Brescia – Tel. 030 44250 Fax 030 2809371 – E-mail: sdc@vocemedia.it

Autorizzazione del Tribunale di Brescia n. 30/2007 – 21/08/2007

Impaginazione e grafica: Ernesto Olivetti - Piero Lò - Paolo Pedraccini

Centro diocesano per le comunicazioni sociali

•4•


La Location

AGORÀ

La Sala della Comunità di Ospitaletto

I

l carrozzone di Sdc, per il mese di dicembre, fa tappa nel paese dell’ospitalità. Ospitaletto deriva, secondo fonti storiche, da un ospedale (luogo di ospitalità) rintracciabile in documenti medievali e fondato in epoca longobarda. Qui, in questa terra alle porte della Franciacorta, trova spazio l’accoglienza che si tramuta in atteggiamenti e in strutture; tra queste spiccano l’oratorio e la Sala della Comunità. L’oratorio di Ospitaletto è il suo fiore all’occhiello, struttura che lo ha reso noto in tutta la provincia; la Sala della Comunità Agorà è incastonata all’interno del centro giovanile. Non casuale né il nome dato all’ambiente né

il fatto che, come racconta la storia, l’oratorio sia nato attorno al vecchio cinema. Agorà, nome dato alla piazza nell’antica Grecia in cui si trovavano i cittadini e discutevano, indica, fin dalle origini, l’intenzione e le finalità di cui gli abitanti di Ospitaletto avevano investito il luogo, costruito e realizzato con le proprie energie e le proprie forze. Bello, è il primo aggettivo che viene immediatamente alle labbra di chi vede per la prima volta la Sala della Comunità Agorà. Di primo acchito colpisce la grandezza e la pendenza della platea, che ospita 430 posti a sedere; la struttura, così organizzata, è il risultato della ristrutturazione che è

•5•


La Sala della Comunità “Agorà” di Ospitaletto

Cenni storici Il cinema di Ospitaletto viene inaugurato nel 1953, quando il curato era don Patelli, mentre alla guida della comunità c’era mons. Gatti, il quale da sempre aveva creduto nelle potenzialità di una sala dell’oratorio. La prima realizzazione conteneva circa 800 posti. Venne costruito con l’impegno di tutti gli abitanti del paese. La proiezione cinematografica nei fine settimana fu predominante, si aggiunse poi la proposta infrasettimanale con film impegnati. Il ruolo giocato dal cinema parrocchiale è stato sempre apprezzato e i sacerdoti che si sono succeduti negli anni hanno continuato a credere in questa funzione, sia don Dante che don Giuseppe. Un periodo di crisi lo vede anche la Sala Agorà attorno agli anni Ottanta. La svolta decisiva avviene ad opera del parroco don Pietro Pea e del curato don Mario Metelli che cominciano a proporre alla comunità la realizzazione di un oratorio nuovo e di una Sala nuova. L’edificio viene pensato attorno al cinema parrocchiale già preesistente. Sono anni in cui si discute, si approva, poi si rimette in discussione; la spesa è ingente, l’intervento pure ma la gente di Ospitaletto crede nel progetto e finalmente viene realizzato e inaugurato alla presenza di mons. Foresti, vescovo di Brescia, il 22 maggio 1994. Don Paolo Salvadori, curato nella comunità di Ospitaletto dal 2000 al 2008, ha contribuito alla crescita di iniziative e alla valorizzazione della Sala della Comunità. Oggi lo spazio è usato per molte iniziative, non solo cinematografiche e alla guida della comunità ci sono il parroco don Renato Soregaroli, il nuovo curato don Nicola Signorini, don Roberto Manenti e don Pierino Ongaretti. •6•

sfociata nell’inaugurazione il 22 maggio 1994 alla presenza del vescovo di allora mons. Foresti. Alla guida della comunità ospitalettese c’erano il parroco don Pietro Pea e il curato don Mario Metelli, ora parroco a Erbusco (vedi box Cenni storici ndr.). Il precedente cinema, nel 1953, aveva una platea e una galleria che contenevano circa 800 posti. Tanto la prima struttura, voluta fortemente da mons. Gatti e realizzata con il supporto pratico del curato don Patelli, quanto quella attuale, hanno trovato forza, interesse, collaborazione ed energia vitale nella gente di Ospitaletto che ha abbracciato con entusiasmo il progetto pastorale e sociale che gli è sempre stato proposto. I sentimenti dell’ospitalità e dell’accoglienza trovano vita ed espressione concreta nelle Sale della Comunità, differenziandole da altre realtà simili, ma diverse nello spirito, nell’impegno e nelle finalità. L’attività del cinema Agorà dal 1953 in poi ha sempre goduto di molta attenzione da parte degli abitanti della zona che hanno continuato per anni a frequentarlo. Negli anni è venuta meno la predilezione per la proiezione di spettacoli cinematografici e, in particolar modo negli ultimi tempi, è aumentata la poliedricità della proposta, inserendo iniziative di vario genere, dalle commedie teatrali agli appuntamenti musicali, e sfruttando l’ambiente per le svariate iniziative parrocchiali e pastorali. Dall’ingresso, dove fa bella mostra di sé una macchina da proiezione storica, si accede alla Sala salendo le scale che portavano al piano superiore. Sulle pareti delle scale sono esposti i manifesti e le locandine dei vari film, alcuni storici, fatti nei diversi anni. Si accede a quella che una volta era la galleria, mentre ora è la parte più alta dell’unica platea. L’impressione, entrando, non può che essere di meraviglia, chiedendosi se veramente ci si trova in una Sala


La Location

Caratteristiche tecniche Posti a sedere 430 in una unica platea. Sistema audio Dolby Sorround. Misure del palco: usufruibile 8 x 8 metri. A questi possono essere aggiunti gli spazi dietro le quinte che porta la larghezza massima a 15 metri circa. Altezza di 6/7 metri sopra al palcoscenico, dove si trovano una serie di macchinari (carrucole e funi) per la disposizione di determinate scenografie. Mixer luci e audio già predisposti con comandi e regia in un angolo della sala da cui controllare il tutto. Sono presenti 2 americane con 8 fari l’una e 4 fari esterni.

della Comunità o in una multisala, visto che l’idea della struttura porta alla mente le sale realizzate per fruire meglio del film o dello spettacolo proposto. Punto ovviamente a favore per Agorà di Ospitaletto. Ma non finisce qui. L’apparecchiatura tecnica è di prim’ordine (vedi box caratteristiche tecniche ndr.) e il palcoscenico è un qualcosa in più rispetto alle Sale così strutturate. Nello spazio che si è ricavato sotto la Sala, un enorme salone, vista la pendenza e la ristrutturazione intelligente, funziona regolarmente uno dei due bar dell’oratorio. Il colore dominante della Sala Agorà è il rosso, colore delle poltroncine e dei sipari. Quattordici anni di vita sulle spalle di una struttura sfruttata a pieno, complementare alle molte iniziative che possono trovare nella Sala Agorà un punto di appoggio e di stimolo. Molto apprezzata dai sacerdoti della comunità don Renato Segaroli, il parroco, don Nicola e don Roberto, i due curati, da poco a Ospitaletto; “Forse i nostri don – aggiunge con un sorriso Alfredo, responsabile del gruppo che si occupa della Sala – credono anche troppo nelle sue potenzialità” e, mimando una telefonata, “Alfredo mi serve questo, non è che apri; Alfredo guarda che…”. Ma si capisce che scherza e condivide in pieno il progetto, contento che “dopo il bar è l’ambiente più usato di tutto l’oratorio”. Certo si sente un po’ di rammarico nelle parole di Alfredo per

•7•


COMAS

Cappelli Domenico Cell.: 338.3395001

S.n.c.

di Cappelli Domenico e Omassi Giuseppe

Omassi Giuseppe

Cell.: 338.1006494

FABBRO CARPENTERIA LEGGERA E COSTRUZIONE TRASPORTATORI TRUCIOLI Via Mulini, 124/B - 25039 Travagliato (BS) Tel e Fax 030 6864824 e-mail: comas.sncgmail.com

di Andrea Mensi

Via Martiri della LibertĂ , 3 OSPITALETTO (BS) Cell. 338.787.4561


La Location La Sala della Comunità “Agorà” di Ospitaletto

Programmazione dell’anno La programmazione cinematografica è per le famiglie e principalmente un week-end al mese. L’utilizzo della Sala della Comunità è legato alle molte iniziative dell’oratorio, dall’iniziazione cristiana al catechismo settimanale, senza dimenticare le tre compagnie teatrali presenti all’interno dell’oratorio: “Agorà”, “Ghera na olta” e “Parole a Birulù” che utilizzano l’ambiente per le prove e per le proposte teatrali. Appuntamenti fissi dell’anno sono il concerto della banda il 6 gennaio, gli incontri dei genitori e l’ultima domenica di gennaio per la festa di San Giovanni Bosco in cui “Parole a birulù” presenta una fiaba in italiano per i bambini cui segue una tombolata con circa 200 premi. A queste si aggiunge lo spettacolo gestito dal Comune che, come da accordo stipulato, può usufruire della sala con una iniziativa. Molte altre proposte vivono negli ambienti di Agorà legate al cammino pastorale. La Sala rispetta e respira con i ritmi della vita comunitaria.

la poca possibilità di proiettare molti film “ma le iniziative sono molte”. Importante il lavoro fatto negli anni da don Paolo Salvadori che ha permesso alla comunità di crescere attorno alla propria Sala della Comunità, apprezzandone potenzialità e possibilità. A dimostrazione dell’amore per la Sala della Comunità è la presenza di ben tre compagnie teatrali legate alla realtà dell’oratorio: “Agorà” (presente sul numero di novembre di Sdc ndr.), “Ghera na olta” e “Parole a birulù”; queste ultime due compagnie dialettali. Per poter gestire la Sala della Comunità, come per tutto il resto dell’oratorio, c’è bisogno della forza di molti volontari. Sono 350 le persone che prestano il proprio servizio e la propria disponibilità all’oratorio, e nello specifico sono 16 coloro che ruotano nella gestione della Sala della Comunità, che vengono affiancati dal personale delle compagnie teatrali quando sono loro coinvolte. Non va nemmeno sottovalutato l’accordo stipulato con il comune di Ospitaletto per l’uso della Sala Agorà. Visitando gli ambienti, si nota come veramente l’ospitalità e l’accoglienza siano di casa e come la gente viva gli ambienti della realtà, Agorà compresa. Non è certo una cattedrale nel deserto, ma una vera e propria piazza in cui stare, vivere e riflettere. Mauro Toninelli

•9•


Fattoria Didattica Solidale

Piccolo Ranch Sperimentate la Natura e la Condivisione! Per Scuole e Grest questa è un’imperdibile occasione per vivere esperienze e laboratori coinvolgenti e istruttivi! Credete a me!

Inoltre… …spazioso salone nello spettacolare scenario della Cascina Cattafame per conferenze, convegni, feste di compleanno, ricorrenze... …noleggio noleggio tavoli e panche

i

nfo

Cascina Cattafame - Ospitaletto (BS) Via Seriola, 62 Tel 030 6841701-704 – Cel 335 7166358 – Email comunita@fraternita.it

Chiedere aiuto

è il primo passo per stare meglio

per affrontare dipendenze da sostanze, alcool, gioco d’azzardo • • • • • • •

Il servizio è: gratuito personalizzato anonimo su richiesta disponibile 7 giorni su 7 offerto da personale qualificato a contratto con l’ASL di Brescia accreditato dalla Regione Lombardia

S.M.I. “Il Mago Di Oz” - Servizio Multidisciplinare Integrato per le dipendenze Ospitaletto (BS) Via Padana S Superiore, periore 161 - Tel 030 8360856 - Email: Email info@smimagodioz.it info@smimagodio it Comunità Fraternità e Il Mago di Oz sono Cooperative Sociali di

��U��O ������N��� Consorzio di Cooperative Sociali - ONLUS

www.fraternita.it


S D C

r Tr a i l e

E O U I L L R ATAT

Trailer

USA Regia di Tom McGrath e Eric Darnell Distribuzione: Universal Alex il leone, Marty la zebra, Melman la giraffa e Gloria l’ippopotamo si lasciano convincere dai pinguini a tentare di lasciare il Madagascar, a bordo di un aereo improvvisato, per tornare a New York nell’amato zoo di Central Park. Quando il piano sembra funzionare, l’aereo perde quota e il gruppo di ‘civilizzati’ animali precipita nel bel mezzo della selvaggia Africa nera. Le differenze tra la giungla reale e quella di cemento da cui provengono non tardano a palesarsi e la loro sopravvivenza sembra una mera illusione, ma con il passare dei giorni il gruppo si rende conto che l’Africa potrebbe essere un gran bel posto in cui vivere.

• 11 •

LE BELVE SON TORNATE. Disposte, più che mai, a divertire il pubblico italiano ansioso di mettere da parte, almeno per qualche ora, le preoccupazioni da crisi economica. Nel 2005, il leone Alex, la zebra Marty, la giraffa Melman e Gloria l’ippopotama – gli irresistibili protagonisti di “Madagascar” – avevano conquistato con le loro avventure un primato planetario: costato 75 milioni di dollari, il film d’animazione della Dreamworks ne aveva incassati oltre 500. Catapultati, nel primo


ailer S d C • Tr

episodio, da una sonnacchiosa esistenza nello zoo di New York verso la più complicata realtà dell’isola africana, i quattro eroi si ritrovano in “Madagascar 2” esattamente allo stesso punto in cui il racconto li aveva lasciati. E sempre in compagnia di un gruppo di pinguini combinaguai, che imbarcano l’intero branco su un aereo malandato. Destinato a non resistere a lungo in volo: giusto quel che serve per abbandonare gli animali ai piedi del Kilimangiaro, nel cuore dell’Africa e delle sue sterminate pianure. Aria di casa per Alex, che qui ritrova la famiglia dalla quale si era allontanato quando era ancora cucciolo: il padre Zuba, alla guida della comunità leonina, mamma Florrie e anche un antagonista, Makunga, che ambisce al posto di comando occupato dal padre di Alex. Il figlio dovrà dimostrare di essere degno erede di un parentado tanto autorevole. Impresa non facile, quando si è cresciuti facendo i primattori nella comoda gabbia di un giardino zoologico. Il nostro leone non è l’unico a fare incontri interessanti. Gloria deve vedersela con Moto Moto (in swahili l’espressione significa “molto focoso”), un ippopotamo piuttosto impertinente, donnaiolo di vecchia scuola, che si dimostra interessato alle sue grazie: al punto da ingelosire Melman, che nel suo cuore di maschiogiraffa ipocondriaco coltiva sentimenti complessi, molto simili all’amore, nei confronti della sua corpulenta

• 12 •

compagna di avventure. Marty, dal canto suo, corona il proprio desiderio di correre, per la prima volta, intruppato in un branco di zebre: sensazione forte ma un po’ straniante, quella di trovarsi circondati da una gran quantità di esseri in tutto e per tutto identici a te. I registi e sceneggiatori del film – lo stesso duo di “Madagascar”, Eric Darnell e Tom McGrath – lo presentano come una storia che non disdegna momenti di introspezione. A contatto con il vero mondo naturale, fuori dalle pareti protettive dello zoo, ogni animale si confronta con se stesso, con i propri istinti e con il dubbio su quali siano i suoi reali desideri e vocazioni. L’Africa selvaggia, insomma, li fa diventare quasi umani… Accanto ai protagonisti trotterella un nugolo di comprimari dalla personalità ben marcata, travasati anch’essi dal primo film: Julien, il re dei lemuri festaiolo e frenetico, accompagnato dal cugino e braccio destro Maurice, nonché dal piccolo e fin troppo sensibile Mort; gli scimpanzè Mason e Phil; i folli pinguini capitanati da Skipper. BENVENUTI NEL MONDO DREAMWORKS, in cui la storia e i caratteri sono spesso il pretesto per intelligenti incursioni nei temi e nell’iconografia della cultura popolare. “Per creare il look dei personaggi di Madagascar – racconta nel pressbook il disegnatore Andrew Bialk – mi sono ispirato alle illustrazioni dei libri per bambini degli anni ’50, il cui stile è un contrasto di linee nette e curve che danno vita a una grafica molto interessante”. Alle qualità grafiche del


CAR 2 MADAGAS

film si aggiungono quelle tecniche, che siamo ormai abituati a dare per scontate; e pure l’ispirata resa pittorica del paesaggio africano, per conoscere il quale la troupe di “Madagascar 2” ha intrapreso quasi lo stesso viaggio compiuto dai protagonisti del film. Accampati nella savana, i creativi della Dreamworks ne hanno potuto percepire tutta la magia. Racconta Tom McGrath: “Ti rendi conto di quanto sia immensa solo quando ci arrivi. Ci sono spazi verdi e alberi, piante che ti sembra di conoscere ma, quando sei lì, tutto sembra diverso e ti sembra perfino di vedere il profilo della terra. Due terzi di ciò che vedi è cielo, un aspetto che bisognava assolutamente ricreare nel film”. Orizzonti immensi, cielo, nuvole e prati vengono ricostruiti nel film con originalità ed estro. Una riuscita alla quale ha sicuramente giovato la collaborazione di Guillermo Navarro, il direttore della fotografia che ha affiancato il regista Guillermo Del Toro nella realizzazione dell’immaginifico “Il labirinto del fauno”. La tecnica ha fatto il resto. L’affascinante gioco di luci e nuvole del cielo africano è stato ricreato attraverso uno specifico software. Una performance non da poco è stata la realizzazione dei prati: milioni di fili d’erba oscillanti che si estendono all’infinito. Molto lavoro ha richiesto anche mettere in movimento grandi branchi di animali, ricostruendo l’infinita varietà dei loro movimenti senza dare l’impressione di ripetizioni. E ancora, mantenere riconoscibili i protagonisti in mezzo a una folla di loro simili, attraverso una serie di accorgimenti tecnici che hanno piegato il mondo naturale alle esigenze dello star system animalesco. IL PASSAGGIO DALLA VITA autonoma all’incontro con la propria comunità di appartenenza e la definizione del ruolo che in essa ci viene assegnato: intorno a questa tematica ruota la storia, che si regge naturalmente su ritmo,

battute fulminee, rimandi cinematografici (dal “Volo della fenice” al “Re Leone”) e gag distribuite con generosità. Anche se il tono generale della commedia è più sofisticato rispetto al primo episodio, al punto da far dire a molti critici che “Madagascar 2” è migliore del film prototipo. Del quale riprende il messaggio di tolleranza, ribadito dal produttore Jeffrey Katzenberg e dai doppiatori illustri del film in occasione della presentazione italiana: “Fa vedere come anche il diverso da te può esserti vicino, un ippopotamo e una giraffa che si innamorano, e un leone e una zebra amici”, Nella versione originale, la voce di Alex è ormai appaltata a Ben Stiller. Chris Rock, un attore comico meno noto in Italia ma popolare in America, è il suo contraltare Marty. Tra gli altri personaggi spicca il leone Makunga, al quale presta la voce un altro attore conosciuto nel nostro Paese, Alec Baldwin. In Italia, “Madagascar” è diventato la palestra vocale di due brillanti comici televisivi. Ale e Franz, il “duo della panchina” di “Zelig” – ma sono anche veterani del teatro e buoni interpreti di commedie cinematografiche – doppiano Alex e Marty. La coppia sembra essersi parecchio divertita, almeno a giudicare dalle dichiarazioni che gli attori hanno rilasciato. “Far ridere nei cartoon – ha detto Franz – significa anche far ridere senza farsi vedere, far ridere i bambini prima di tutto. È stata la nostra prima volta e un ottimo esercizio oltre che un divertimento. La prima volta senza i nostri testi, oltre noi stessi”. E Ale: “Alcune battute sono eccezionali e le faremmo anche noi davanti al nostro pubblico. Poi, ormai da anni i nostri nipoti ci considerano leoni o zebre”. Torneranno a New York i nostri eroi, o il “mal d’Africa” li possiederà definitivamente? Per saperlo, bisogna aver pazienza: l’uscita di “Madagascar 3” è prevista nel 2011. Nicola Rocchi

• 13 •


GLI OCCHI ALL’INSÙ LA TUA STRENNA

NATALIZIA

TARGATA

OCE

MEDIA

Mauro Orsatti

GLI

OCCHI ALL’INSÙ NSÙ Introduzione di Luciano Monari - vescovo di Brescia

OFFERTE SPECIALI PER GRANDI QUANTITÀ IN VENDITA PRESSO: COB ANCORA LIBRERIA PAOLINE ON LINE SU: WWW.VOCESTORE.IT

COPIA PACCO DA 50 PACCO DA 100 PACCO DA 200 PACCO DA 300 IN POI

€ 1.50 € 1.20 Cad € 1.00 Cad € 0.80 Cad € 0.65 Cad


PANORAMICA i

film

del

mese

G i u di z i d e lla C ommission e N a z ional e V al u ta z ion e F ilm ( C . N . V . F. )

Babylon A.D. USA, FRANCIA Regia di Mathieu Kassovitz con Vin Diesel, Melanie Thierry, Lambert Wilson, Gèrard Depardieu Distribuzione: Moviemax

Il mercenario veterano di guerra Toorop accetta l’incarico di scortare una misteriosa giovane donna dalla Russia a New York. Non sa però che la sua compagna di viaggio ha subito una terribile manipolazione genetica, diventando il vettore di un ospite che si nutre di lei, un organismo geneticamente modificato creato in laboratorio da una setta religiosa che vuole dare vita ad una sorta di Messia, una creatura umana-aliena che potrebbe sterminare l’intera razza umana… GIUDIZIO C.N.V.F.: inconsistente – crudezze

Bolt – Un eroe a quattro zampe USA Regia di Chris Williams e Byron Howard Distribuzione: Walt Disney

Changeling USA Regia di Clint Eastwood con Angelina Jolie, John Malkovich, Jeffrey Donovan Distribuzione: Universal

Il cagnolino Bolt, protagonista di uno show televisivo di successo, è cresciuto tra riflettori e telecamere ed è convinto di essere dotato di superpoteri. Un giorno, Bolt viene accidentalmente allontanato dal set e, disperato, realizza che la vita reale è ben diversa dalla finzione sullo schermo. Ad aiutarlo nel suo viaggio attraverso l’America per ritrovare la strada di casa sarà l’amicizia con Mr. Mittens, una gatta domestica abbandonata, e con Rhino, un criceto rinchiuso in una palla di plastica e ossessionato dalla TV. VOCI DELLA VERSIONE ORIGINALE: JOHN TRAVOLTA (BOLT), MILEY CYRUS (PENNY), MALCOLM MCDOWELL, RONN MOSS.

Los Angeles, marzo 1928. Una mattina di sabato Christine Collins, una giovane donna che lavora in un centralino, lascia a casa da solo il figlio Walter che ha avuto da un uomo che li ha abbandonati. Al ritorno dal lavoro fa una terribile scoperta: il bambino non c’è più. Cinque mesi dopo, il caso sembra risolto. La polizia consegna infatti a Christine un bambino che dice di esser Walter e che un po’ gli assomiglia. La madre è certa che non si tratti di suo figlio. Le autorità di polizia, sostenute da un’opinione pubblica desiderosa di un rassicurante lieto fine, insistono nella loro versione fino a decidere di internare Christine attribuendole disturbi mentali che l’avrebbero spinta a non riconoscere il proprio figlio. Christine però non si arrende e, sostenuta dal reverendo Gustav Briegleb, continua a lottare perché le ricerche di Walter continuino.

Donkey Xote ITALIA, SPAGNa Regia di Josè Pozo Distribuzione: Moviemax

Archiviate le passate avventure, Don Chisciotte ed il suo fido scudiero Sancho Panza, stanno per riattivarsi preparando un nuovo esaltante viaggio. L’annuncio di un nuovo torneo, al quale prenderà parte anche il fantomatico Cavaliere della Luna, farà cambiare idea a Don Chisciotte, già pronto a godersi la meritata pensione, ed accettare la nuova sfida, oltretutto c’è anche da salvare l’amata Dulcinea. Contrario alla nuova missione è Ronzinante, il cavallo del cavaliere errante, che vorrebbe invece riposarsi, mentre Rucio, l’asinello del fido scudiero, non sta più nella pelle, speranzoso di poter, prima o poi, salire di rango e non dover più sopportare le angherie dei cavalli...

• 15 •


P A

N

O

R

A

M

I

C

A

Ember

U.S.A.

Regia: Gil Kenan con Saoirse Ronan, Bill Murray, Tim Robbins, Toby Jones, Mackenzie Crook Distribuzione: Playtone, Walden Media

Per generazioni, la popolazione della città di Ember ha prosperato nel sottosuolo. La città è stata costruita come rifugio per gli esseri umani ed è alimentata da un enorme generatore. Ora Ember sta cadendo preda dell’oscurità, il generatore si sta deteriorando, e le sue luci iniziano già ad affievolirsi. Nonostante la preoccupazione per il futuro della città, gli studenti di Ember si trovano a dover affrontare un’altra fase della loro vita: è il giorno delle assegnazioni. Lina, che sperava con tutte le sue forze di diventare un messaggero, è sconvolta all’idea di essere stata assegnata alla rete delle tubazioni. Il suo compagno di classe, Doon Harrow, si fa letteralmente prendere dal panico quando estrae l’incarico di messaggero. In una lotta contro il tempo, i due iniziano a seguire gli indizi, destreggiandosi tra politici corrotti e personaggi deplorevoli, per raggiungere il proprio fine: restituire la luce alla Città di Ember.

Giù al Nord FRANCIA Regia di Dany Boon con Kad Meran, Dany Boon, Zoè Felix Distribuzione: Medusa

Philippe Abrams, un responsabile dell’ufficio postale di Salon-deProvence, una adorabile cittadina del sud della Francia, cerca di ottenere a tutti i costi un trasferimento, in una città sulla costa, per andare incontro alla moglie che sta attraversando un periodo di depressione. Purtroppo per lui, ottiene sì il trasferimento, ma in una città sulla costa del nord della Francia, dove gli abitanti, per la maggior parte rozzi agricoltori, parlano un dialetto incomprensibile e passano le giornate ad ubriacarsi...

High School Musical 3: Senior Year USA Regia di Kenny Ortega con Zac Efron, Vanessa Anne Hudgens, Corbin Bleu, Lucas Grabeel Distribuzione: Walt Disney

Nel film i diplomandi Troy e Gabriella affrontano la prospettiva della separazione, dovendo proseguire gli studi in college diversi. Affiancati dagli altri membri dei Wildcats, mettono in scena un elaborato musical di primavera, che riflette le loro esperienze, aspettative e paure per il futuro. Con straordinari brani musicali inediti ed emozionanti numeri di ballo il film è stato ideato per rendere al meglio sul grande schermo, in questa fantasmagoria cinematografica il gruppo di talenti della East High che offrono uno spettacolo straordinario ed elettrizzante. GIUDIZIO C.N.V.F.: accettabile – semplice

Il cosmo sul comò ITALIA Regia di Marcello Cesena con Aldo, Giovanni, Giacomo, Victoria Cabello

Il racconto parte da fonti diverse, intreccia situazioni e personaggi, gag come al solito irresistibili, situazioni bizzarre in una serie di episodi imperdibili per spasso, allegria, qualità. Nell’episodio “Osa” Aldo interpreta lo scemo del villaggio che si innamora di una ragazza (Isabella Ragonese); mentre in “Fecondazione” Giacomo e Sara D’Amario sono una coppia che decide di avere un figlio, nonostante la non più giovane età.

Distribuzione: Medusa

L’arca di Noè ARGENTINA Regia di Juan Pablo Buscarini Distribuzione: Eagle Pictures

Noè, seguendo le istruzioni che Dio gli ha indicato, ha costruito l’Arca per salvare dal Diluvio universale sé stesso, la sua famiglia e ogni tipo di specie animale. Tuttavia Noè non si dimostra un abile nocchiero e la convivenza di tante specie diverse a bordo dell’imbarcazione risulta decisamente complicata. La storia del diluvio universale e del viaggio di Noè, con la sua arca, rivista in chiave di fumetto, solo, che questa volta durante il viaggio, non sempre le cose tra i passeggeri vanno come previsto...

• 16 • • 16 •


i

film

del

mese

La fidanzata di papà ITALIA Regia di Enrico Oldoini con Massimo Boldi, Simona Ventura, Enzo Salvi, Biagio Izzo Distribuzione: Medusa Film

A Miami, dove vivono e lavorano, i giovani Barbara e Matteo stanno per avere un figlio. Matteo avverte il padre Massimo, titolare di un albergo a Cortina; Barbara chiama la madre Angela, manager attiva a New York. Tutti convergono a Miami per l’evento, compreso Eros, esuberante fratellastro di Massimo. Dopo una serie interminabile di gaffe, tra Angela e Massimo cala il gelo. Le cose peggiorano, perché il bambino che nasce è di colore. Cercare di sanare questa situazione diventa il compito di tutti i presenti. Dopo molti stratagemmi, la concordia ritorna tra i presenti. GIUDIZIO C.N.V.F.: Inconsistente – grossolano

Mr. Magorium e la bottega delle meraviglie USA

con Dustin Hoffman, Natalie Portman, Zach Mills, Jason Bateman

Mr. Magorium ha 243 anni e pensa che sia giunto il momento di affidare la sua Bottega delle Meraviglie alla giovane assistente Molly Mohoney. Alla notizia però i giocattoli si arrabbiano e perdono la loro magia. Anche Molly del resto è molto perplessa. Il piccolo Eric, cliente affezionato, escogita un piano per risolvere la situazione e consentire a Magorium di mettersi a riposo e a Molly di prenderne il posto senza sentirne la mancanza.

Distribuzione: Moviemax

GIUDIZIO C.N.V.F.: accettabile – semplice

Regia di Zach Helm

Natale a Rio ITALIA Regia di Neri Parenti con Christian De Sica, Massimo Ghini, Michelle Hunziker, Fabio De Luigi Distribuzione: Filmauro

Paolo e Mario, due amici cinquantenni divorziati, hanno deciso di regalarsi una vacanza natalizia a Rio de Janeiro. A loro insaputa, anche i rispettivi figli Piero e Marco hanno scelto il Brasile come luogo di vacanza. Nel frattempo, a insaputa di mariti e figli, le ex mogli di Paolo e Mario arrivano anche loro a Rio per un’operazione di chirurgia plastica. Fabio riceve un inaspettato regalo di Natale: una e-mail da parte della sua collega Linda, di cui è profondamente innamorato, che lo invita a passare con lei le vacanze a Rio. In realtà, si tratta di un equivoco per uno scambio di indirizzi, ma Fabio ne verrà a conoscenza solo una volta giunto in aeroporto. Infatti, ad accompagnare Linda c’è il suo fidanzato Gianni, che lei vuole presentare al padre trasferitosi in Brasile. Nonostante la delusione, Fabio sceglie comunque di partire...

Nessuna verità USA Regia di Ridley Scott con Leonardo Di Caprio, Russell Crowe, Carice Van Houten

Roger Ferris è un agente della Cia inviato ad Amman, in Giordania, con l’incarico di catturare, insieme al capo dell’Intelligence locale, un pericoloso terrorista di Al Qaeda sospettato di progettare un piano per attaccare gli Stati Uniti. Per questa missione, Ferris viene seguito telefonicamente da un esperto veterano dell’agenzia, Ed Hoffman che, grazie al suo computer portatile, ha scoperto il modo in cui i terroristi eludono la più sofisticata rete di servizi segreti del mondo.

Distribuzione: Warner Bros

Piccolo grande eroe USA, CANADA Regia di Colin Brady, Dan St. Pierre, Christopher Reeve Distribuzione: Medusa

Il piccolo Yankee Irving, a soli 10 anni, è già consapevole che con la buona volontà e l’impegno è possibile raggiungere qualsiasi obiettivo. Ed è proprio grazie alle sue qualità che Yankee riuscirà in una serie di meravigliose e importanti imprese, accompagnato da due amici particolari: Marty Brewster, una ragazzina dal temperamento maschile e Darlin’, una mazza da baseball veramente speciale, sempre alle prese con Screwie, una palla da baseball cinica e arrogante. QUESTO FILM È L’ULTIMO PROGETTO A CUI SI È DEDICATO CHRISTOPHER REEVE E CHE, DOPO LA SUA MORTE, È STATO PORTATO A TERMINE DALLA MOGLIE DANA. GIUDIZIO C.N.V.F.: accettabile – semplicistico

• 17 • • 17 •


P A

N

O

R

A

M

I

C

A

Quantum of solace con Daniel Craig, Olga Kurylenko, Giancarlo Giannini

007 è ferito nell’orgoglio dopo che è stato tradito da Vesper, la donna che amava. La missione inizia col compito per Bond di non farne una vendetta personale. Dopo aver scoperto che un’organizzazione segreta ricattava Vesper, e che un conto bancario collega un agente Mi 6 corrotto ad Haiti, Bond grazie all’aiuto di Camille, una donna assettata di vendetta, fa la conoscenza di Dominic Greene, uomo d’affari facente parte dell’organizzazione. Bond scopre che Greene sta lavorando per assumere il controllo di una delle risorse naturali tra le più indispensabili nel mondo, e per farlo è pronto a tutto. Tra inganni e tradimenti Bond, con l’aiuto di alcuni vecchi amici dovrà cercare di scoprire l’uomo che ha causato il tradimento di Vesper ed impedire a Greene di porre in atto il suo piano.

Distribuzione: Sony

GIUDIZIO C.N.V.F.: accettabile – crudezze

USA, GRAN BRETAGNA Regia di Marc Forster

Rachel sta per sposarsi Quando Kym torna a casa per il matrimonio della sorella Rachel, porta con sé una storia di crisi personali, conflitti familiari e tragedie. La quantità di amici presenti al matrimonio della coppia si è riunita per un weekend di feste, musica ed amore, ma Kym, con le sue taglienti frasi secche e un’inclinazione naturale a provocare dei drammi, rappresenta un catalizzatore per le tensioni a lungo sopite nelle dinamiche familiari. Il regista, la sceneggiatrice esordiente Jenny Lumet e un cast stellare esprimono il dramma di queste persone complesse ma affascinanti con un grande affetto e generosità di spirito. GIUDIZIO C.N.V.F.: discutibile - problematico

USA Regia: Jonathan Demme Con Anne Hathaway, Rosemarie DeWitt, Tunde Adebimpe Distribuzione: Sony Pictures Releasing Italia

Senza destino

Racconto doloroso e dettagliato dell’esistenza in un campo di concentramento attraverso lo sguardo di Gyuri, un giovane ebreo ungherese. Dopo la deportazione del padre, anche Gyuri viene UNGHERIA rastrellato sull’autobus che lo sta portando a scuola. Dopo un periodo passato ad Auschwitz, viene poi spostato a Buchenwald, dove viene Regia di Lajos Koltai perseguitato da un kapò ungherese e dove inizia la sua routine di fatica, dolore, sottomissione e degrado: perde i lunghi riccioli neri, dimagrisce con Marcell Nagy, Àaron progressivamente, spala sassi, trasporta sacchi pesantissimi, si lava di Dimény, Andràs M. rado… IMRE KERTESZ NEL 2002 HA RICEVUTO IL PREMIO NOBEL Kecskès PER LA LETTERATURA. NEL 2005 È STATO PRESENTATO A VARI FESTIVAL INTERNAZIONALI TRA I QUALI: BERLINO, CANNES, Distribuzione: Medusa TORONTO, CHICAGO. GIUDIZIO C.N.V.F.: raccomandabile - problematico - dibattiti

Si può fare ITALIA Regia di Giulio Manfredonia con Claudio Bisio, Anita Caprioli, Andrea Bosca, Giovanni Calcagno

Milano, anni ‘80. Nello è un sindacalista le cui posizioni non vengono più gradite dai colleghi per cui viene mandato in una cooperativa di ex malati mentali. Contro il parere degli psichiatri, si batterà perché i ragazzi imparino un mestiere e siano in grado di mantenersi riappropriandosi della loro dignità. Il percorso non sarà facile ma sarà connotato da una ritrovata umanità per tutti, anche per i ‘sani di mente’. MENZIONE SPECIALE DELLA GIURIA DEL PREMIO L.A.R.A. PER L’INTERO CAST AL FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FILM DI ROMA (III EDIZIONE, 2008)

Distribuzione: Warner Bros

The burning plain con Charlize Theron, Kim Basinger, Joaquim De Almeida

Sylvia, giovane proprietaria di un raffinato ristorante a Portland, è in piedi sull’orlo di un precipizio e ripensa, tormentandosi, al proprio passato. Maria, una ragazzina orfana della madre, corre verso il padre, rimasto gravemente ferito in seguito ad un incidente aereo. Due adolescenti, Mariana e Santiago, si innamorano mentre affrontano le conseguenze della morte improvvisa rispettivamente della mamma e del papà. Una casalinga con quattro figli cede alla relazione con un uomo, dopo aver lottato disperatamente contro il cancro.

Distribuzione: Medusa

GIUDIZIO C.N.V.F.: accettabile - problematico

USA Regia di Guillermo Arriaga

• 18 •


i

Tiffany e i tre briganti GERMANIA Regia di Hayo Freitag Distribuzione: Bim

film

del

mese

Tutti hanno paura dei tre briganti della foresta: Potente, Volente e Nolente. Tutti tranne Tiffany, una bimba orfana che sta per essere chiusa in un orfanotrofio e che i tre malviventi decidono di accogliere nel loro rifugio per prendersi cura di lei. Quando Tiffany scopre la loro immensa ricchezza e gli chiede cosa hanno intenzione di fare con tutti quegli oggetti preziosi, i tre lestofanti restano sulle prime sconcertati ma poi decidono di intraprendere il cammino verso la redenzione. PRESENTATO FUORI CONCORSO ALLA SECONDA EDIZIONE DI ‘CINEMA. FESTA INTERNAZIONALE DI ROMA’ (2007) NELLA SEZIONE ‘ALICE NELLA CITTÀ’. GIUDIZIO C.N.V.F.: accettabile – semplice

Twilight USA Regia di Hardwicke con Kristen Stewart, Robert Pattinson, Billy Burke, Ashley Greene Distribuzione: Eagle Pictures

Dopo il matrimonio di sua madre, l’adolescente Bella Swan si trasferisce dall’assolata Phoenix, in Arizona, a casa di suo padre nello stato di Washington. Bella non ha grandi aspettative per quanto riguarda la nuova scuola e i nuovi compagni, ma l’incontro con Edward Cullen cambia completamente le sue prospettive. Tra i due nasce prima una profonda amicizia e poi un’appassionata storia d’amore, ma quando Bella scopre la vera identità di Edward viene catapultata in un mondo misterioso dove la vita e la morte non hanno confini. Edward, infatti, appartiene a una dinastia di vampiri che ha deciso di astenersi dall’abitudine di nutrirsi con sangue umano. PRESENTATO ALLA III EDIZIONE DEL FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL CINEMA DI ROMA (2008), NELLA SEZIONE ALICE NELLA CITTÁ.

Ultimatum alla Terra USA Regia di Scott Derrickson

Un misterioso alieno, Klaatu, sbarca con il suo disco volante nel centro di Washington per dare un ultimatum alla popolazione della Terra: vivere in pace o essere annientati. Remake del classico del 1951 Ultimatum alla Terra.

con Keanu Reeves, Jennifer Connelly, Kathy Bates Distribuzione: 20th Century Fox

Vicky Cristina Barcelona USA, SPAGNA Regia di Woody Allen con Scarlett Johansson, Penelope Cruz, Javier Barden Distribuzione: Medusa Italia

Wall E USA Regia di Andrew Stanton Distribuzione: Walt Disney

Vicky, sensibile e vicina alle nozze, e Cristina, esuberante e in cerca di avventure, sono due amiche americane che decidono di passare le vacanze estive a Barcellona. Il soggiorno spagnolo diverrà per entrambe fonte di vivaci avventure personali e sentimentali grazie all’incontro con il pittore Juan Antonio e con la sua ex María Elena. LE RIPRESE DEL FILM SONO DURATE CIRCA DUE MESI E SI SONO SVOLTE TRA BARCELLONA, NEW YORK E LA REGIONE DELLE ASTURIE, FUORI CONCORSO AL 61° FESTIVAL DI CANNES (2008). GIUDIZIO C.N.V.F.: discutibile - scabrosità

Wall E è un robottino che da centinaia di anni conduce un’esistenza solitaria sulla Terra perché gli esseri umani hanno abbandonato il pianeta, ormai invivibile. Un giorno, mentre Wall E compie le sue consuete mansioni, una misteriosa astronave atterra sul pianeta. Da quel momento il piccolo automa avrà un nuovo scopo nella vita: seguire attraverso la galassia Eve, la robot-ricercatrice che, grazie a lui, ha scoperto una nuova chiave per il futuro dell’umanità. NELLA VERSIONE ORIGINALE LA VOCE DEL COMPUTER DI BORDO È DI SIGOURNEY WEAVER. GIUDIZIO C.N.V.F.: raccomandabile - poetico

• 19 •


DICEMBRE

IN SALA P R O G R A M M A Z I O N E S A L E D E L L A C O M U N I T À D I V O C E S. A . S.

B

27 dicembre ore 20.45; domenica 28 dicembre ore 20.45; lunedì 29 dicembre ore 20.45

rescia - S. Afra PAVANELLI

B

ienno SAN GIOVANNI BOSCO

• WALL - E domenica 14 dicembre ore 17.00

B

rescia - Villaggio Prealpino SANTA GIULIA

• MAMMA MIA venerdì 19 dicembre ore 20.30; sabato

Biglietto 5.00 €, ridotto 3.00 € • THE BURNING PLAIN domenica 14 dicembre ore 20.45; martedì 16 domenica ore 20.45 • SI PUÒ FARE sabato 20 dicembre ore 20.45; domenica 21 dicembre ore 20.45; martedì 23 dicembre ore 20.45 • RACHEL STA PER SPOSARSI sabato 27 dicembre ore 20.45; domenica 28 dicembre ore 20.45; martedì 30 dicembre ore 20.45; • TIFFANY E I TRE BRIGANTI domenica 28 dicembre ore 15.00, 17.30 • CHANGELING sabato 3 gennaio ore 20.45; domenica 4 gennaio ore 20.45; martedì 6 gennaio ore 20.45

B

rescia - Villaggio Sereno SERENO

C

astenedolo IDEAL

• DONKEY XOTE domenica 21 dicembre ore 17.00; • BOLT giovedì 25 dicembre ore 17.00; venerdì 26 • •

dicembre ore 17.00; sabato 27 dicembre ore 17.00; domenica 28 dicembre ore 17.00 CHANGELING sabato 27 dicembre ore 21.00; domenica 28 dicembre ore 21.00 GIÙ AL NORD sabato 3 dicembre ore 21.00; domenica 4 dicembre ore 21.00

C

ollebeato SAN FILIPPO NERI

• LA CLASSE sabato 20 dicembre ore 20.45; domenica •

20 dicembre ore 20.30; domenica 21 dicembre ore 20.00

21 dicembre ore 15.00, 20.45; lunedì 22 dicembre ore 20.45 DONKEY XOTE venerdì 26 dicembre ore 15.00; domenica 28 dicembre ore 20.45 CHANGELING venerdì 26 dicembre ore 20.45; sabato

• MAMMA MIA! sabato 13 dicembre ore 21.00; domenica 14 dicembre ore 17.30

• TWILIGHT sabato 20 dicembre ore 21.00; domenica 21 dicembre ore 17.30, 21.00

• BOLT giovedì 25 dicembre ore 17.30; venerdì 26

dicembre ore 17.30; sabato 27 dicembre ore 21.00;

Le programmazioni potrebbero subire delle variazioni.

• 20 •


domenica 28 dicembre ore 15.00, 17.30;

• IL COSMO SUL COMÒ martedì 30 dicembre ore • •

21.00; giovedì 1 gennaio ore 17.30; sabato 3 gennaio ore 21.00; domenica 4 gennaio ore 17.30; martedì 6 gennaio ore 17.30 ALLA RICERCA DELL’ISOLA DI NIM (in digitale con microcinema): venerdì 2 gennaio ore 21.00; domenica 4 gennaio ore 15.00; lunedì 5 gennaio ore 21.00 MADAGASCAR 2 sabato 10 gennaio ore 21.00; domenica 11 gennaio ore 15.00, 17.30

D

esenzano PAOLO VI

• MR MAGORIUM E LA BOTTEGA DELLE MERAVIGLIE •

domenica 14 dicembre ore 15.00 WALL – E domenica 11 gennaio ore 15.00

E

dolo SAN GIOVANNI BOSCO

• DONKEY XOTE sabato 13 dicembre ore 20.45; domenica 14 dicembre ore 16.00, 20.45;

• SI PUÒ FARE sabato 20 dicembre ore 20.45; domenica

21 dicembre ore 16.00; 20.45; martedì 23 dicembre ore 20.45

• GIÙ AL NORD giovedì 25 dicembre ore 20.45; venerdì

26 dicembre ore 16.00, 20.45; sabato 27 dicembre ore 20.45;

E

sine DEN

• HIGH SCHOOL MUSICAL 3: SENIOR YEAR venerdì 12

dicembre ore 20.30; sabato 13 dicembre ore 20.30; domenica 14 dicembre ore 15.00, 20.30 WALL – E sabato 20 dicembre ore 20.30; domenica 21 dicembre ore 15.00; lunedì 22 dicembre ore 20.30; giovedì 25 dicembre ore 20.30 DONKEY XOTE venerdì 2 gennaio ore 20.30; sabato 3 gennaio ore 20,30; domenica 4 gennaio ore 15.00, 20.30

• •

G

hedi IL GABBIANO

• HIGH SCHOOL MUSICAL 3: SENIOR YEAR sabato 13

dicembre ore 21.00; domenica 14 dicembre ore 15.30; BOLT sabato 3 gennaio ore 21,00; domenica 4 gennaio ore 15,30

I

nzino INZINO

• WALL – E sabato 13 dicembre ore 20.30

I

seo SALA DELLA COMUNITÀ

• BOLT martedì 30 dicembre ore 20.45; mercoledì 31

• PICCOLO GRANDE EROE sabato 13 dicembre ore 20.45;

• QUANTUM OF SOLACE domenica 4 gennaio ore 20.45;

L

dicembre ore 16.00; giovedì 1 gennaio ore 16.00, 20.45 lunedì 5 gennaio ore 20.45; martedì 6 gennaio ore 20.45

• MADAGASCAR 2 venerdì 9 gennaio ore 20.45; sabato

10 gennaio ore 20.45; domenica 11 gennaio ore 16.00, 20.45

domenica 14 dicembre ore 16.00

odrino SAN LUIGI

• HIGH SCHOOL MUSICAL 3: SENIOR YEAR sabato 13

dicembre ore 20.30; domenica 14 dicembre ore 20.30

• 21 •


DICEMBRE

IN SALA • WALL – E sabato 27 dicembre ore 20.30; domenica 28 dicembre ore 20.30

L

onato ITALIA

Biglietto 6.00 €, ridotto 3.00 € • THE BURNING PLAIN venerdì 12 dicembre ore 21.00; sabato 13 dicembre ore 21.00; • BABYLON A.D. venerdì 19 dicembre ore 21.00; domenica 21 dicembre ore 21.00 • TIFFANY E I TRE BRIGANTI domenica 21 dicembre ore 15.00 • QUANTUM OF SOLACE giovedì 25 dicembre ore 21.00; venerdì 26 dicembre ore 21.00; • DONKEY XOTE venerdì 26 dicembre ore 15.00; domenica 28 dicembre ore 15.00; • TWILIGHT sabato 27 dicembre ore 21.00; domenica 28 dicembre ore 21.00 • SI PUÒ FARE lunedì 29 dicembre ore 21.00; martedì 30 dicembre ore 21.00 • NESSUNA VERITÀ giovedì 1 gennaio ore 21.00; venerdì 2 gennaio ore 21.00; sabato 3 gennaio ore 21.00 • BOLT giovedì 1 gennaio ore 15.00; domenica 4 gennaio ore 15.00; martedì 6 gennaio ore 15.00 • CHANGELING domenica 4 gennaio ore 21.00; lunedì 5 gennaio ore 21.00; martedì 6 gennaio ore 21.00

L

umezzane Pieve LUX

L

umezzane S.Apollonio ASTRA

• NESSUNA VERITÀ sabato 13 dicembre ore 20.30; • • • •

domenica 14 dicembre ore 14.30, 17.30, 20.30 TWILIGHT domenica 21 dicembre ore 14.30, 17.30, 20.30 EMBER venerdì 26 dicembre ore 14.30, 17.30, 20.30; sabato 27 dicembre ore 20.30; domenica 28 dicembre ore 20.30 BOLT giovedì 1 gennaio ore 20.30; venerdì 2 gennaio ore 20.30; sabato 3 gennaio ore 20.30; domenica 4 gennaio ore 14.30, 17.30, 20.30; lunedì 5 gennaio ore 20.30; martedì 6 gennaio ore 14.30, 17.30, 20.30 MADAGASCAR 2 sabato 10 gennaio ore 14.30, 17.30, 20.30; domenica 11 gennaio ore 20.30

L

umezzane S. Sebastiano SAN GIOVANNI BOSCO

• BOLT venerdì 26 dicembre ore 15.00, 18.00, 20.45; sa-

• TWILIGHT domenica 14 dicembre ore 15.30, 18.00, •

lunedì 29 dicembre ore 20.30; giovedì 1 gennaio ore 16.00, 18.00, 20.30 BOLT giovedì 25 dicembre ore 16.00, 18.30; venerdì 26 dicembre ore 15.30, 18.00 LA FIDANZATA DI PAPÀ sabato 3 gennaio ore 20.30; domenica 4 gennaio ore 15.30, 18.00, 20.30; lunedì 5 gennaio ore 20.30; martedì 6 gennaio ore 15.30, 18.00, 20.30

20.30; lunedì 15 dicembre ore 20.30 IL COSMO SUL COMÒ sabato 20 dicembre ore 20.30; domenica 21 dicembre ore 15.30, 18.00, 20.30; lunedì 22 dicembre ore 20.30; mercoledì 24 dicembre ore 20.30; giovedì 25 dicembre ore 20.30; venerdì 26 dicembre 20.30; sabato 27 dicembre ore 20.30; domenica 28 dicembre ore 15.30, 18.00, 20.30;

bato 27 dicembre ore 20.45; domenica 28 dicembre ore 15.00, 18.00, 20.45

M

arone SALA DELLA COMUNITÀ

Biglietto 5.00 €, ridotto 3.00 €, gratis inf. 3 anni • BOLT venerdì 26 dicembre ore 16.00, 20.45; domeni-

Le programmazioni potrebbero subire delle variazioni.

• 22 •


ca 28 dicembre ore 16.00, 20.45

• NESSUNA VERITÀ sabato 3 gennaio ore 20.30; dome-

nica 4 gennaio ore 16.00, 20.45; martedì 6 gennaio ore 16.00, 20.45

O

• MADAGASCAR 2 sabato 3 gennaio ore 20.45; dome-

M

ontichiari GLORIA

• QUANTUM OF SOLACE sabato 13 dicembre ore • • • • •

21.00; domenica 14 dicembre ore 21.00; lunedì 15 dicembre ore 21.00 NESSUNA VERITÀ sabato 20 dicembre ore 21.00; domenica 21 dicembre ore 21.00; lunedì 22 dicembre ore 21.00 TIFFANY E I TRE BRIGANTI domenica 21 dicembre ore 15.00 BOLT giovedì 25 dicembre ore 16.00, 21.00; venerdì 26 dicembre ore 16.00; domenica 28 dicembre ore 15.00 TWILIGHT venerdì 26 dicembre ore 21.00; sabato 27 dicembre ore 21.00; domenica 28 dicembre ore 21.00; lunedì 29 dicembre ore 21.00 MADAGASCAR 2 giovedì 1 gennaio ore 16.00, 21.00; venerdì 2 gennaio ore 21.00; sabato 3 gennaio ore 21.00; domenica 4 gennaio ore 15.00, 21.00; lunedì 5 gennaio ore 21.00; martedì 6 gennaio ore 15.00, 21.00

N

ave SAN COSTANZO

• QUANTUM OF SOLACE sabato 13 dicembre ore • • •

20.30; domenica 14 dicembre ore 14.30, 17.00, 20.30 GIÙ AL NORD sabato 20 dicembre ore 20.30; domenica 21 dicembre ore 14.30, 17.00, 20.30 BOLT giovedì 25 dicembre ore 14.30, 17.00, 20.30; venerdì 26 dicembre ore 14.30, 17.00, 20.30 TWILIGHT sabato 27 dicembre ore 20.30; domenica 28 dicembre ore 14.30, 17.00, 20.30

nica 4 gennaio ore 14.30, 17.00, 20.30

dolo SPLENDOR

• HIGH SCHOOL MUSICAL 3: SENIOR YEAR sabato • • •

13 dicembre ore 20.45; domenica 14 dicembre ore 20.30 NESSUNA VERITÀ sabato 20 dicembre ore 20.45; domenica 21 dicembre ore 20.30 BOLT giovedì 25 dicembre ore 20.30; venerdì 26 dicembre ore 15.00, 20.30 TWILIGHT sabato 27 dicembre ore 20.45; domenica 28 dicembre ore 20.30

O

spitaletto AGORÀ

Biglietto 5.00 €, ridotto 4.00 € • BOLT martedì 23 dicembre ore 20.30; giovedì 25 dicembre ore 16.30, 20.30; venerdì 26 dicembre ore 14.30, 16.30, 20.30; sabato 27 dicembre ore 20.30; domenica 28 dicembre ore 14.30, 16.30, 20.30; lunedì 29 dicembre ore 20.30 • TWILIGHT giovedì 1 gennaio ore 20.30; sabato 3 gennaio ore 20.30; domenica 4 gennaio ore 14.30, 16.30, 20.30; martedì 6 gennaio ore 14.30, 16.30; sabato 10 gennaio ore 20.30; domenica 11 gennaio ore 14.30, 16.30

P

alazzolo AURORA

• ULTIMATUM ALLA TERRA sabato 13 dicembre ore 20.30; domenica 14 dicembre ore 20.30

• L’ARCA DI NOÈ domenica 14 dicembre ore 15.00, • TWILIGHT sabato 20 dicembre ore 20.30; domenica 21 dicembre ore 15.00, 20.30

• 23 •


DICEMBRE

IN SALA • BOLT giovedì 25 dicembre ore 15.00, 20.30; venerdì •

26 dicembre ore 15.00, 20.30; sabato 27 dicembre ore 20.30; domenica 28 dicembre ore 15.00, 20.30 DONKEY XOTE lunedì 5 gennaio ore 20.30; martedì 6 gennaio ore 15.00, 20.30

P

avone Mella AURORA

• • • •

lunedì 15 dicembre ore 20.45; HIGH SCHOOL MUSICAL 3: SENIOR YEAR venerdì 19 dicembre ore 20.45; sabato 20 dicembre ore 20.45; domenica 21 dicembre ore 17.30, 20.45; lunedì 22 dicembre ore 20.45; giovedì 25 dicembre ore 20.45; venerdì 26 dicembre ore 20.45 TIFFANY E I TRE BRIGANTI giovedì 25 dicembre ore 16.00; venerdì 26 dicembre ore 16.00 BOLT venerdì 27 dicembre ore 20.45; sabato 28 dicembre ore 20.45; domenica 29 dicembre ore 16.00, 20.45; giovedì 1 gennaio ore 16.00, 20.45; venerdì 2 gennaio 16.00, sabato 3 gennaio ore 20.45 DONKEY XOTE domenica 4 gennaio ore 15.30, 20.30; lunedì 5 gennaio ore 20.30; martedì 6 gennaio ore 16.00, 20.30 MADAGASCAR 2 venerdì 9 gennaio ore 20.45; sabato 10 gennaio ore 20.45; domenica 11 gennaio ore 15.30, 20.45; lunedì 12 gennaio ore 20.45

P

onte Caffaro AURORA

P

• DONKEY XOTE domenica 14 dicembre ore 16.15; • TWILIGHT domenica 21 dicembre ore 16.15 • BOLT domenica 28 dicembre ore 16.15 • NESSUNA VERITÀ domenica 4 gennaio ore 16.15

P

revalle PAOLO VI

• • HIGH SCHOOL MUSICAL 3: SENIOR YEAR domenica 4 gennaio ore 15.30; martedì 6 gennaio ore 15.30

P

rovaglio d’Iseo PAX

• QUANTUM OF SOLANCE sabato 13 dicembre ore • •

• VICKY CRISTINA BARCELONA venerdì 12 dicembre •

21.00; sabato 27 dicembre ore 21.00; domenica 28 dicembre ore 21.00; lunedì 29 dicembre ore 21.00; martedì 30 dicembre ore 21.00

ontoglio DON BOSCO

• TWILIGHT domenica 14 dicembre ore 16.00, 20.45; •

• BOLT giovedì 25 dicembre ore 16.00, 21.00 • NATALE A RIO DE JANEIRO venerdì 26 dicembre ore

ore 21.00; LA FIDANZATA DI PAPÀ sabato 13 dicembre ore 21.00; domenica 14 dicembre ore 21.00; lunedì 15 dicembre ore 21.00 NATALE A RIO DE JANEIRO venerdì 19 dicembre ore 21.00; sabato 20 dicembre ore 21.00; domenica 21 dicembre ore 21.00; lunedì 22 dicembre ore 21.00; martedì 23 dicembre ore 21.00

20.45; domenica 14 dicembre ore 20.45 BOLT sabato 20 dicembre ore 20.45; domenica 21 dicembre ore 20.45 TWILIGHT giovedì 25 dicembre ore 16.00, 20.45; venerdì 26 dicembre ore 16.00; sabato 27 dicembre ore 20.45; domenica 28 dicembre ore 16.00 EMBER – IL MISTERO DELLA CITTÀ DI LUCE sabato 3 gennaio ore 20.45; domenica 4 gennaio ore 16.00; martedì 6 gennaio ore 16.00

R

oncadelle AURORA

• L’INCREDIBILE HULK sabato 13 dicembre ore 20.30;

Le programmazioni potrebbero subire delle variazioni.

• 24 •


domenica 14 dicembre ore 15.00

S

abbio Chiese “LA ROCCA”

• CHANGELING sabato 13 dicembre ore • • •

21.00; domenica 14 dicembre ore 15.00, 21.00 LA FIDANZATA DI PAPÀ sabato 20 dicembre ore 21.00; domenica 21 dicembre ore 15.00, 21.00 TWILIGHT giovedì 25 dicembre ore 15.00, 21.00; venerdì 26 dicembre ore 15.00, 21.00; sabato 27 dicembre ore 21.00; domenica 28 dicembre ore 15.00, 21.00 NATALE A RIO DE JANEIRO giovedì 1 gennaio ore 15.00, 21.00; sabato 3 gennaio ore 21.00; domenica 4 gennaio ore 15.00, 21.00; martedì 6 gennaio ore 15.00, 21.00

S

ale Marasino SEBINO

TWILIGHT sabato 13 dicembre ore 20.45; domenica 14 dicembre ore 16.00, 20.45 • BOLT sabato 20 dicembre ore 20.45; domenica 21 dicembre ore 20.45 • KUNG FU PANDA venerdì 26 dicembre ore16.00, 20.45; sabato 27 dicembre ore 20.45; domenica 28 dicembre ore 16.00, 20.45 • IL COSMO SUL COMÒ sabato 3 gennaio ore 20.45; domenica 4 gennaio ore 16.00, 20.45; lunedì 5 gennaio ore 20.45; martedì 6 gennaio ore 16.00, 20.45

S

domenica 21 dicembre ore 15.30

• QUANTUM OF SOLACE giovedì 25 dicembre ore

erle SAN DOMENICO SAVIO

V

cembre ore 15.30, 20.30

illanuova CORALLO

• QUANTUM OF SOLACE venerdì 12 dicembre ore • •

• ORTONE E IL MONDO DEI CHI domenica 14 di• MAMMA MIA! sabato 20 dicembre ore 20.30;

17.30; venerdì 26 dicembre ore 17.30; sabato 27 dicembre ore 20.30; domenica 28 dicembre ore 15.30 LA FIDANZATA DI PAPÀ giovedì 1 gennaio ore 20.30; sabato 3 gennaio ore 20.30; domenica 4 gennaio ore 15.30; martedì 6 gennaio ore 15.30

20.30; sabato 13 dicembre ore 20.30; domenica 14 dicembre ore 20.30 TIFFANY E I TRE BRIGANTI domenica 14 dicembre ore 14.30 CHANGELING venerdì 19 dicembre ore 20.30; sabato 20 dicembre ore 20.30; domenica 21 dicembre ore 14.30, 20.30 BOLT lunedì 5 gennaio ore 20.30; martedì 6 gennaio ore 14.30, 20.30

• 25 •


Cineforum Cineforum, o film d’essai, significa dialogare, discutere e riflettere partendo da un film. Riflessione su temi che toccano la vita, storie e vicende che dalla vita prendono spunto e alla vita riportano lo spettatore. La Sala della Comunità trova la propria identità tramite lo stimolo di interrogativi, questioni e pensieri. Non basta la programmazione ordinaria se viene tralasciato questo aspetto. Generare domande di senso è fare cultura; fare cultura è far crescere una comunità. Uno degli strumenti? I film d’essai.

BRESCIA - SAN GIOVANNI CINECIRCOLO IL CHIOSTRO • LA VISITA (1963) di Antonio Pietrangeli giovedì 11 dicembre ore 21.00 Al via la rassegna “Il cinema di genere”

• L’ULTIMO UOMO SULLA TERRA (1964) di Ubaldo Ragona giovedì 8 gennaio ore 21.00

DESENZANO PAOLO VI • TUTTA LA VITA DAVANTI: sabato 13 dicembre ore 21.00 Tema: Famiglia - genitori figli; Giovani; Lavoro; Politica-Società;  

• LA BANDA: sabato 20 dicembre ore 21.00 Tema: Musica; psicologia; rapporto tra cultura; solidarietà e amore

PALAZZOLO AURORA Al via “Dal proiettore al cuore”, sesta rassegna di cineforum Ingresso gratuito

• MACHAN: giovedì 8 gennaio ore 21.00 Tema: emigrazione; famiglia, lavoro

• LA ZONA: giovedì 15 gennaio ore 21.00 Vietato ai minori di 14 anni Tema: delinquenza minorile; famiglia, genitori e figli; razzismo; politica e società;

• GRACE IS GONE: giovedì 22 gennaio ore 21.00 Tema: famiglia; genitori e figli

• PA-RA-DA: giovedì 29 gennaio ore 21.00 Tema: bambini; delinquenza minorile, educazione, povertà - emarginazione

• 26 •


P A

N

O

R

A

M

I

C

A

cinefo

r

um

PANORAMICA C I N E F O R U M

G i u di z i d e lla C ommission e N a z ional e V al u ta z ion e F ilm ( C . N . V . F. )

La banda FRANCIA, ISRAELE Regia di Eran Korilin con Sasson Gabai, Ronit Eikabetz, Saleh Bakri, Shlomi Avraham

Invitata in Israele per esibirsi all’inaugurazione di un centro culturale arabo, la banda musicale della Polizia di Alessandria d’Egitto non trova alcuna accoglienza all’aeroporto. Gli otto componenti cercano di proseguire con un pullman ma la destinazione é incerta e finiscono per fermarsi in uno sperduto paesino, dove entrano in contatto con i titolari di un locale e finiscono per passare la notte. GIUDIZIO C.N.V.F.: accettabile – poetico

Distribuzione: Mikado

La visita FRANCIA, ITALIA Regia di Antonio Pietrangeli con Sandra Milo, François Périer Gastone Moschin Distribuzione: Minerva classic

Al centro della vicenda una figura femminile, quella della delicata e solitaria Pina, lavoratrice della bassa mantovana, che cerca senza grandi speranze e un po’ di malinconia un marito tramite una rubrica che si chiama “La posta del cuore”. Dopo un rapporto epistolare, andrà così a trovarla Adolfo, un commesso di una libreria di Roma. Si tratta di un uomo mediocre, furbastro e volgare che cerca solo di entrare in contatto con una donna che possa migliorare la sua condizione economica. Il film si svolge quasi integralmente nella casa di Pina e si evolve narrativamente attraverso un intreccio di presente e passato che serve a fornire elementi significativi sulle esistenze dei due protagonisti. Viene fuori un ritratto amaro di due distinti caratteri italiani: quello provinciale ingenuo e puro, quello cittadino disincantato e bassamente materialista.

Machan con Dharmapriya Dias, Gihan De Chickera

In Sri Lanka oggi alcuni giovani cercano invano da tempo di ottenere il visto di uscita dal proprio Paese e quello di ingresso in Germania. Niente da fare, finché, letta una notizia su un giornale, uno di loro si inventa di spacciarsi per la squadra nazionale di pallamano, invitata ufficialmente dalla omologa federazione tedesca. Raffazzonati e improbabili, i cingalesi arrivano in Germania, giocano, perdono con punteggi pesanti, vengono scoperti ma a quel punto molti sono già fuggiti per altre destinazioni.

Distribuzione: Mikado Film

GIUDIZIO C.N.V.F.: accettabile – semplice

ITALIA, GERMANIA, SRI LANKA Regia di Uberto Pasolini

Tutta la vita davanti ITALIA Regia di Paolo Virzì con Isabella Aragonese, Sabrina Ferilli, Massimo Ghini, Valerio Mastrandea

Dopo aver invato cercato un lavoro confacente con la sua laurea in filosofia, Marta viene assunta nel call center di un’azienda che commercializza un elettrodomestico futuribile. Si trova così fianco a fianco con giovani telefoniste, venditori invasati, danze motivazionali, jingle aziendali, premiazioni alla più brava, applausi e penitenze concordate. Un mondo nel quale Marta ha poche possibilità di sopravvivere. GIUDIZIO C.N.V.F.: accettabile – riserve; problematico

Distribuzione: Medusa film

• 27 • • 27 •


Fotogrammi le

pa r ole

del

cinema

La fotografia nel cinema La fotografia cinematografica (in inglese cinematography) è il processo tecnico ed artistico di registrazione delle immagini dei film. Il processo ha molti punti in comune con la fotografia tradizionale, e determina l’aspetto estetico finale di un’opera cinematografica. La fotografia è considerata, quindi, una delle componenti fondamentali della produzione di un film. Il responsabile della fotografia e di tutti gli accorgimenti tecnici inerenti le riprese, è chiamato “direttore della fotografia”. Egli collabora col regista nella composizione delle inquadrature e nelle scelte stilistiche. Alcune delle figure professionali che solitamente lavorano al suo fianco sono: l’operatore (che manovra la macchina da presa), il primo assistente operatore (che gestisce la messa a fuoco), ed il secondo assistente operatore (che cambia il magazzino con la pellicola). Chi si occupa della fotografia deve necessariamente collaborare anche con lo scenografo, il costumista, gli addetti all’illuminazione, eventuali “seconde unità” e vari attrezzisti che preparano il set (ed i binari per i dolly). Questo perché, solo per fare un esempio banale, un costume di un determinato colore può non intonarsi con la scenografia quando è inquadrato ed illuminato in un certo modo.

• 28 •


Sipario di Carlo Zaniboni

“L’improbabile compagnia insieme colla colla” di Bagnolo Mella La leggenda racconta che un giorno il grande Charlie Chaplin abbandonò per un attimo il proverbiale humor inglese, l’emotività sentimentale e il malinconico disincanto di fronte alla spietatezza e alle ingiustizie della società moderna, motivi ricorrenti di numerosi suoi lungometraggi, e pronunciò queste parole: “Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa andare bene come sei. Quindi vivi come credi, fai cosa ti dice il cuore, ciò che vuoi. La vita è un’opera di teatro che non ha prove iniziali. Canta, ridi, balla, ama e vivi intensamente ogni momento della tua vita prima che cali il sipario e l’opera finisca senza applausi”. La modestia e la prudenza invitano le compagnie teatrali delle nostre parrocchie a non spingersi così al largo. Ma, si sa, almeno le prime tre azioni trovano la loro collocazione ideale sulle assi di un palcoscenico. Vuoi che la capacità di stare

insieme per proporre al meglio uno spettacolo non aiuti a vivere intensamente anche gli altri momenti della nostra vita? E siamo ad un buon 90%. Non resta che “amare”. E qui è richiesto un piccolo sforzo da parte di ognuno. Probabilmente anche gli amici di Bagnolo Mella, come il sottoscritto, prima di cimentarsi in questa scrittura, non erano a conoscenza dell’aforisma che abbiamo un po’ bistrattato. Di certo lo sperimentano ogni qualvolta si ritrovano per allestire un nuovo spettacolo, scherzare su ciò che funziona e non funziona, condividere esperienze, emozioni, difficoltà. Bagnolo Mella, si diceva, una laboriosa comunità di 12mila persone stanziata 15 km a sud di Brescia. “Ma perché L’improbabile compagnia insieme colla colla?” chiedo tra lo stupore e il divertimento. “Durante la lavorazione del nostro secondo spettacolo” racconta Andrea, uno dei pilastri del gruppo, “era-

• 29 •


vamo esasperati dal via vai degli attori e collaboratori. Molti di loro erano adolescenti: garantivano la loro presenza, ma non si presentavano al momento opportuno. In compenso ne venivano altri che prima non avevano dato la disponibilità. Insomma eravamo attaccati con la colla, come si dice in dialetto. Da qui, con un piccolo gioco di parole, il nome della nostra compagnia”. Il luogo della scena è l’Oratorio S. Luigi di Bagnolo Mella ed il calendario è sull’anno 2003. C’era una volta un gruppo di educatori valorosi e giovani, che avevano a cuore le sorti delle loro ancora più giovani pecorelle. Animati dalla speranza (si legga incoscienza) che da sempre alberga nelle tenere vite, decidevano di darsi da fare per i loro ragazzi, consapevoli che la Provvidenza, almeno quella, non li avrebbe certo abbandonati. Sul tavolo c’erano le tradizionali innumerevoli proposte: tornei sportivi, serate di animazione, escursioni, spettacoli musicali. Spettacoli musicali… perché no? È un’ottima idea. Il musical è divertimento, emozione, successo assicurato. La compagnia, insieme colla colla più che mai, si applica e, nel giro di qualche mese sforna il loro primo spettacolo, “Io ne faccio parte”, liberamente ispirato alla più famosa commedia musicale del duo Garinei - Giovannini “Aggiungi un posto a tavola”. Forti di questo primo intoccabile

• 30 •

trionfo, alcuni dei partecipanti li ritroviamo commensali ad una tavola imbandita (una cena “re”furtiva?). “Age quod agis” dicevano i latini “fai bene quanto stai facendo”. Nessuno dubita sulla buona riuscita dell’appuntamento conviviale, ma i nostri decidono di allargare questo detto anche al loro sforzo sulle scene e concordano di continuare l’esperienza teatrale. Il tempo per digerire quanto gustato a tavola ed eccoli riproporre al gruppo sempre più eterogeneo una nuova commedia musicale. Detto, ma non fatto. Il gruppo si trova, discute e si divide di fronte ai diversi copioni presentati: c’è chi vuol proporre qualche musical di grande fama e chi invece predilige le novità. Nel contempo, e siamo alla stagione teatrale 2005/2006, all’Oratorio viene lanciato il progetto educativo per i giovani chiamato “Baricentro”, in occasione del quale si decide di realizzare un breve corso di iniziazione teatrale con l’aiuto dei bravi ed esperti attori della già rinomata compagnia teatrale “Cara… mella”. Quattro pomeriggi domenicali che rinnovano l’entusiasmo ad un animo teatrale temporaneamente precipitato in una preoccupante fase soporifera. Si riparte! Il nuovo testo è “Favolescion”, una commedia musicale di Quattrocchi e Cattivelli, due autori romani, molto rappresentata negli oratori. “Si trattava di un brillante copione sul mondo delle favole” ricorda Andrea “ma proponeva musiche, a nostro dire decisamente inascoltabili. Non ci perdemmo d’animo e decidemmo di scrivere e registrare delle nuove canzoni ad hoc”. La preparazione di questo spettacolo è meticolosa e li impegna per circa due anni. “La causa non fu la difficoltà nel testo, ma i numerosi cambi di attori, che per tanti motivi non garantirono la continuità indispensabile”. Queste difficoltà furono accompagnate dal concomitante inizio dei lavori di ristrutturazione del teatro, ad oggi non ancora conclusi. Dopo tanta tribolazione, nel novembre dell’anno 2006 la compagnia riesce a mettere in scena il tanto sospirato musical. “Il nome della compagnia nasce il mese prima della prima” continua un sempre più scoppiettante Andrea. “Non sto parlando di marce, sarei un folle! E neanche della prima mela, sarei un branduardo, e nemmeno di mele marce… (chi ferma più il cabarettista?!? - ndr), ma della prima volta che presentiamo lo spettacolo al pubblico. Mentre scriviamo la locandina ci rendiamo conto che la nostra compagnia è ancora anonima. Da qui risulta spontaneo “Insieme colla colla”. Ognuno


Sipario di noi era consapevole di appartenere ad un insieme così bizzarro di persone: questo continuo andirivieni di attori poteva essere paragonato a quelle bomboniere carine che si rompono in mille pezzi mentre vengono spolverate. Con pazienza (quanta pazienza!) e tanta colla (uno spreco…) ti applichi nell’impresa quasi impossibile di far tornare la bomboniera bella come era prima”. A seguito di un buon riscontro di critica e pubblico, si decide di presentare “Favolescion” al concorso Punto Art organizzato dall’Ufficio oratori di Brescia. In questa occasione al “L’improbabile compagnia” vengono assegnati i premi per i migliori costumi e per il miglior caratterista maschile (il Lupo Rikybez). Arriva l’estate dell’anno 2007. In paese si stanno organizzando le feste dedicate alla Santa Croce. Il gruppo teatrale prende parte alla sezione culturale di questa importante ricorrenza, allestendo uno spettacolo dal titolo “Croce e libertà”. È una sorta di patchwork artistico-musicale che prende spunto da una riflessione sul significato della Croce dell’editorialista di “Avvenire” Giuseppe Anzani e che li porta diritti alla nuova edizione di Punto Art “Il vero e l’inganno”. “I nostri sforzi erano finalizzati a tradurre in forma teatrale alcune riflessioni sulla morte suggeriteci dal nostro amico e sostenitore G.P., per gli amici, il farmacista” chiosa Andrea. “È nato così lo spettacolo “Helios, anemos, thanatos” che portiamo in scena

Pinocchio e Geppetto

nell’aprile del 2008. Con esso ci siamo aggiudicati il premio come migliore scenografia, una menzione speciale per uno degli attori protagonisti (il solito Rikybez) e per le coreografie”. La stagione teatrale 2008/2009 incombe. La compagnia risponde e, al momento, si trova nella prima fase della lettura di alcuni copioni alla ricerca di quello giusto, discutibile e, perché no, controverso. Sospesi tra l’indicibile desiderio di fama e la più semplice voglia di proporre qualcosa di divertente. Con meno colla e, speriamo, più cemento armato.

Il corpo di ballo

• 31 •


LIBRERIA PAOLINE Centro multimediale

Vasta scelta di libri e dvd a carattere religioso e di cultura. Cd di musica classica e cristiana contemporanea. Oggettistica sacra, icone russe originali. Nel mese di dicembre aperto tutti i giorni con orario continuato 8,45 – 19,00

Via Gabriele Rosa n. 57 - tel 03047444


TEATRO

S P E T TA C O L I T E AT R A L I D E L L E S A L E D E L L A C O M U N I T À D I V O C E S. A . S.

B

rescia, Vill. Prealpino SANTA GIULIA

S-LISO Venerdì 12 dicembre ore 21.00 Sabato 13 dicembre ore 21.00 Spettacolo teatrale a cura di “TeatrOggi” Ingresso 10 euro; ridotto gruppi 5 euro

SPETTACOLO SCUOLA MEDIA PIRANDELLO Mercoledì 17 dicembre ore 20.30 Ingresso libero

CONCERTO DI NATALE Giovedì 18 dicembre ore 21.00 Orchestra scuola media “Virgilio” Ingresso libero

SPETTACOLO SCUOLA MATERNA VILL. PREALPINO Venerdì 19 dicembre ore 20.30 Ingresso libero

SPETTACOLO DI NATALE A cura dell’oratorio S. Giulia Domenica 21 dicembre ore 16.00 Ingresso libero

A

gnosine

GIOVANNI PAOLO II

LA PROA DE LA SCAGNA Sabato 20 dicembre ore 20.30

Commedia brillante dialettale del gruppo “Il Mandorlo” di Agnosine Testo a cura di Velise Bonfante

CONCERTO VOCI BIANCHE Coro “CARMINIS CANTORES” di Puegnago del Garda Venerdì 26 dicembre ore 20.30 Ingresso a offerta libera

FORZA VENITE GENTE Sabato 27 dicembre ore 20.30 Domenica 28 dicembre ore 16.00 Gruppo “Giovani Oratorio Agnosine”

E

sine

SAN GIOVANNI BOSCO

GRANDE CONCERTO DI MUSICA SACRA Domenica 21 dicembre ore 20.30

I

nzino

INZINO

LA MURUSA DEL MÈ ÒM Giovedì 25 dicembre ore 20.30 Venerdì 26 dicembre ore 20.30 Sabato 27 dicembre ore 20.30 Domenica 28 dicembre ore 20.30 Sabato 3 gennaio ore 20.03 Domenica 4 gennaio ore 20.30 Lunedì 5 gennaio ore 20.30 Martedì 6 gennaio ore 20.30

• 33 •


TEATRO

S P E T TA C O L I T E AT R A L I D E L L E S A L E D E L L A C O M U N I T À D I V O C E S. A . S.

Commedia dialettale brillante e comica di Abele Roggeri adattata al bresciano da “I caicì de Inzì” Regia di Giorgio Galvani

29° appuntamento natalizio con l’associazione culturale “I Caicì de Inzì”. Il lavoro che la compagnia teatrale “I Caicì de Inzì” presenta quest’anno è una commedia brillante-comica di Abele Roggeri scritta in bergamasco e adattata al bresciano, con autorizzazione dell’autore per renderlo più comprensibile localmente, dal titolo “La murusa del mé òm”. Su ogni copione l’autore scrive: “Cos’altro può servire, meglio delle commedie dialettali, a conoscere il carattere e le tradizioni che segnano la vita di un popolo?” l’associazione culturale “I Caicì de Inzì” nei ventinove anni di attività, durante i quali ha presentato, sempre, la prima il giorno di Natale, ha scelto come obiettivo la rivalutazione dei veri valori della tradizione attraverso il teatro e il vernacolo.

Lonato

Commedia dialettale di Mazzacani Compagnia “Dedalo”

L

umezzane S. Apollonio ASTRA

CONCERTO DELLA BANDA SANTA CECILIA DI LUMEZZANE S. APOLLONIO Sabato 20 dicembre ore 20.30

M

arone

SALA DELLA COMUNITÀ

SERLÒDA DE NEDÀL ALLODOLA DI NATALE

ITALIA

Sabato 20 dicembre ore 20.30

CANTI NATALIZI PER VOCE BIANCHE

Commedia dialettale in tre atti di Flavio Guarneri

Domenica 14 dicembre ore 20.30 Corale di Lonato del Garda diretta dal maestro Donatella Gallerini Coro voci bianche “Garda Trentino” di Riva del Garda Coro voci bianche del conservatorio “Luca Marenzio” di Brescia

CONCERTO DI NATALE Del Corpo Musicale Banda Città di Lonato del Garda Sabato 20 dicembre ore 21.00 Con il patrocinio del Comune di Lonato

L

umezzane Pieve LUX

PISÌ...COLOGIA CHE MANIA Sabato 13 dicembre ore 20.45

Domenica 21 dicembre ore 17.00 Compagnia Elàia teatro-Marone in collaborazione con la parrocchia di San Martino

O

spitaletto AGORÀ

MISSIÙ DAL PARADISO Lunedì 5 gennaio ore 20.30 Compagnia teatrale dialettale “Ghera na olta” Il ricavato sarà devoluto a favore dell’associazione “I Ragazzi di Chernobyl”

S

ale Marasino SEBINO

SAGGIO DI DANZA ARTISTICA Lunedì 22 dicembre ore 20.30 Gruppo Nuovo Lago d’Iseo

• 34 •


* Consultare il catalogo Brevivet e chiedere conferma partenze

Terra Santa

da un progetto grafico di Andrea Barretta

Partenze ogni giovedĂŹ* da Bergamo/Orio al Serio con voli noleggiati e ogni lunedĂŹ* da Milano con voli di linea

Brescia Via A. Monti 29 Tel. 030 2895 311 Milano Corso Italia 37 Tel. 02 583 901 info@brevivet.it

www.brevivet.it

www.israele-turismo.it


Sala della Comunità 2008 08  

Sono uno spudorato raccontatore di emozioni. [Giuseppe Tornatore]

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you