Page 1

Il

Tiraccio

VoceGiovani ai

Anno 42 - Venerdì 3 Agosto 2018 - Numero 31

Settimanale indipendente di informazione

Euro 0,50

Mome Festival 2018: riapre i battenti l’edizione estiva Preparativi terminati per il Riaceinfestival

ANOTHER BEACH PROJECT: IL PROGRAMMA COMPLETO A SOVERETO


VoceGiovani ai

Il

Tiraccio

2

Venerdì 3 Agosto 2018

‘’L’uomo dei tulipani’’ di Elia Banelli alla Libreria Ubik

O

ggi alle ore 21.30 il giovane autore catanzarese presenterà il suo libro d’esordio, edito da Alterego, nei locali della libreria di Catanzaro Lido. In una piccola città dell’Umbria una ricca signora muore in un incidente tanto sfortunato quanto improbabile: un vaso di fiori, caduto dal balcone di casa sua, la

colpisce in testa, uccidendola sul colpo. L’appuntato Franco Laganà, inviato sul posto per archiviare il caso, scopre un dettaglio insolito accanto al corpo della vittima: un petalo di tulipano finto nascosto tra i fiori veri. Nonostante il parere contrario del maresciallo Urbani, Laganà non crede alla natura accidentale dell’evento, e finirà

per imbarcarsi in un’indagine personale e clandestina, trovando sostegno solo in Rosanna, una poliziotta con cui, in passato, ha avuto una relazione tormentata. Mentre le indagini proseguono, un nuovo caso di cronaca squassa la tranquillità della cittadina: viene assassinato un celebre avvocato, avvelenato durante un ballo in maschera.

Chi si nasconde dietro queste morti? Si tratta di due episodi casuali, in apparenza non connessi, oppure fa tutto parte di un piano? In una corsa rocambolesca contro il tempo e le apparenze, Laganà scoprirà l’esistenza di un disegno mostruoso e chirurgico, orchestrato da una mente tanto scaltra quanto brillante.

Successo delle attività di Calabria Film Commission a Fico (Bo)

N

uovo grande successo per la Regione Calabria a “Fico Eataly World” con le attività organizzate dalla Calabria Film Commission per promuovere il progetto “L’evoluzione della tradizione”, finanziato nell’ambito del PSR Calabria 2014-2020”. Il Psr (Programma di Sviluppo Rurale), infatti, è lo strumento di programmazione comunitaria basato su uno dei fondi Sie, il Feasr (Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale), che permette alle Regioni italiane di sostenere e finanziare gli interventi del settore agricolo- forestale regionale al fine di accrescere lo sviluppo delle aree rurali.Il testimonial della Calabria, il noto conduttore di linea verde estate e di altri format televisivi e radiofonici, Federico Quaranta, profondo conoscitore ed amante della regione, per due giorni ha incontrato il pubblico, gli operatori del mondo agricolo, i giornalisti, i presidenti dei consorzi Il

Tiraccio Editore

GESC Società cooperativa - Catanzaro Direttore responsabile

Claudia de Fazio

di tutela accorsi per gli incontri/eventi programmati.Lo stand della Regione Calabria, infatti, ha ospitato due giorni incontri informativi, dibattiti, cooking show e degustazioni di prodotti DOP, DOC, IGP e IGT calabresi. A curare la cucina è stato lo Chef Carmelo Fabbricatore – Presidente Provinciale “Associazione Regionale Cuochi”. Presenti all’evento i Presidenti dei Consorzi di Tutela delle eccellenze enogastronomiche in degustazione, gli imprenditori, i rappresentanti delle associazioni di

categoria, stakholder ed operatori del mondo agricolo. L’animazione è stata affidata al Re del Peperoncino, Gianni Pellegrino, dell’Accademia Nazionale del Peperoncino.Le attività della Calabria Film Commission rientrano nel progetto “Azioni di informazione sul PSR Calabria 2014-2020 – Submisura 1.2 “Sostegno ad attività dimostrative e azioni di informazione” – Intervento 1.2.1 “Sostegno per progetti dimostrativi e azioni di informazione”.

Registrazione tribunale Castrovillari n° 44 del 30-11-1977

Stampa: Grafica LUCIA Catanzaro

Amministrazione: Traversa Milano 5 Catanzaro

Diffusione e pubblicità:

Redazione: Via Gioacchino da Fiore Montepaone

Tec srl

La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla legge 7 agosto 1990 n.250


Il

Tiraccio

Venerdì 3 Agosto 2018

A

VoceGiovani ai

3

Teatro d’aMare 2018: il calendario

Tropea è di nuovo il momento di Teatro d’aMare. Tra agosto e settembre, per la quarta volta, torna la rassegna che ha portato alla luce negli anni, tutti i segreti della drammaturgia calabrese. Lo scopo è quello di avvicinare il pubblico locale, regionale e il bacino di utenza turistica ai nuovi linguaggi comunicativi, coniati dalle compagnie contemporanee, alla continua ricerca di sintesi che superino i linguaggi già esplorati dal teatro. Questa vuole essere un’occasione per arricchire l’immaginario della regione Calabria, affiancare alle bellezze naturali e all’eccellenza dei prodotti tipici un altro tassello non meno prezioso: le iniziative culturali, spesso veramente scarne rispetto alla richiesta del turismo estivo. Gli appuntamenti saranno cinque e avranno luogo nello splendido Teatro del Porto di Tropea con inizio alle ore 21.30. I passaggi e paesaggi del teatro contemporaneo prenderanno corpo il 26 agosto con un’anteprima firmata Raffaele Cacciola: “La scarpa di Colombo”, opera musicale-teatrale in un atto del Bartok Studio di Bernareggio (Milano), organizzata in collaborazione con l’associazione “Amici del Conservatorio” presieduta da Emilio Aversano e del festival “Armonie della Magna Graecia”. Il testo narra la vicenda di Vincenzo Fondacaro, eroico capitano bagnarese di una nave sgangherata, partita da Montevideo alla volta dell’Italia. Le peripezie di questo viaggio assurdamente vero, verranno raccontate dalla partitura di Raffaele Cacciola (an-

che lui bagnarese) e vedrà in scena le voci recitanti di Gualtiero Scola ed Elda Ravanelli, il violino di Matteo Cossu, il violoncello di Andrea Noferini, la chitarra di Daniele Fabio, le percussioni di Giuseppe Cacciola e i live electronics di Raffaele Cacciola. Il 28 agosto si torna al teatro di prosa con lo spettacolo “‘Nta ll’aria” di Tino Caspanello del Teatro Pubblico incanto di Pagliara (Messina); la poetica della compagnia, basata sull’indagine del continuo scontro tra Io e Altro da me, non viene tradita da questo testo, che vede in scena Alessio Bonaffini e Tino Calabrò a interpretare due surreali imbianchini, interrotti nei loro discorsi leggeri da una donna interpretata da Cinzia Muscolino. L’opera fa luce sulle dinamiche che ci portano a cogliere le diversità (più che le affinità) nell’altro; Non ci si rende conto che ogni essere umano possieda una ricchezza di emozioni, un bagaglio di verità, che appartengono a tutti noi, che ci arricchirebbero se solo cominciassimo a rispettarne l’origine, la causa e la differenza. Il 31 agosto arriva “Zitta... cretina” di Bernando Migliaccio Spina, compagnia LocriTeatro. Anche quest’opera, interpretata da Giulia Palmisano e accompagnata musicalmente da Marco De Leo, racconta una storia di Sud. Il testo riprende le vicende di “Adele” di Giuseppina Torregrossa. Adele, incinta di un uomo scomparso nel nulla, decide di andare in sposa, così da tacitare la nomea di “donna perduta” cui sarà inevitabilmente destinata, a Totò, detto il manciato, causa una malattia delle pelle che lo

rende repellente ai più. Adele impone delle regole al marito, da questi accettate, vita insieme ma letti separati, ma le regole, si sa, sono fatte per essere infrante. Zitta...cretina è una denuncia al forte maschilismo presente nella cultura meridionale, ancora difficile da scalfire, in quanto assume connotati diversi ma non meno discriminatori nel corso delle epoche. Il 4 settembre arriva la Piccola Compagnia Dammacco e Serena Balivo, vincitrice del Premio Ubu 2017 come migliore attrice italiana under 35, di scena sarà “L’inferno e la fanciulla” per la regia di Mariano Dammacco. I linguaggi scelti sono quelli dell’allegoria e dell’umorismo, affiancati da una lingua altra, poetica. In scena, l’attrice interpreta una surreale bambina, la fanciulla, e conduce gli spettatori in un suo personale viaggio all’inferno, non l’inferno delle anime dannate, bensì l’inferno che a volte ci sembra di vivere nella nostra quotidianità. Si tratta di un viaggio alla ricerca di una propria dimensione di adulto. Gli spettatori assistono al confronto della fanciulla con le aspettative e le speranze riguardo la sua vita, con le difficoltà e le delusioni legate alla ricerca di qualcuno che le sia affine. Il 7 settembre la rassegna si chiude con l’inedito testo dell’attrice tropeana Rossana Colace “Cantigola”. In un paesello calabrese che ricorda lontanamente Tropea, vive una ragazzina di quattordici anni, con una grande passione per l’arte teatrale. La leggerezza che dovrebbe abitare la sua età, però, è scossa da minacce continue nei confronti della

sua famiglia, che animano il filo narrativo della storia. I parallelismi con Antigone e le voci di paese interpretate da Rossana Colace, conferiscono al testo un sali e scendi di emozioni, che sono poi la benzina naturale del teatro. Cinque spettacoli, accomunati da una linea drammaturgica che racconta le storie di un sud che ha voglia di rivincita, un sud che ha voglia di cacciarsi di dosso tutte le etichette negative che, spesso anche a ragione, gli sono state appioppate. La rassegna sarà impreziosita dal Laboratorio di clowneria a cura di Rossana Colace il 19 e il 20 agosto presso il LaboArt Cafè di Santa Domenica e dalla mostra d’arte “Matram x y z” con le opere di Myriam Clericuzio, Vida Dena e Naomi Serrao. La mostra è curata da Marco Perri e allestita nel foyer del Teatro del Porto. La direzione artistica è affidata a Maria Grazia Teramo, presidente da otto anni dell’associazione culturale LaboArt Tropea. Attrice e regista proveniente dall’ormai ex fucina di teatro calabrese: l’Accademia d’Arte Drammatica di Palmi (Reggio Calabria), ha lavorato, tra gli altri, con Luciano Lucignani, Alvaro Piccardi e Flavio Colombaioni. Il suo lavoro è coadiuvato da un’equipe di professionisti appartenenti all’associazione LaboArt e da altre associazioni dpresenti sul territorio di Tropea e delle zone limitrofe.


Il

Tiraccio

4

VoceGiovani ai

Venerdì 3 Agosto 2018

Seconda edizione di Scilla Jazz Festival: tre giorni di musica, arte e letteratura al Castello Ruffo di Scilla

D

opo l’ottimo riscontro dello scorso anno si prepara ad approdare nuovamente lungo le coste dell’incantevole borgo cantato da poeti e scrittori di ogni epoca la seconda edizione di Scilla Jazz Festival, in programma per il 10, 11 e 12 agosto. La rassegna, ideata e promossa dall’associazione culturale Be-Art insieme dal Comune di Scilla (RC), avrà quest’anno come tema “il Mar Mediterraneo” e si svolgerà all’interno del Castello Ruffo, luogo ricco di fascino, custode di miti e storie millenarie che si erge incontrastato sul promontorio a ridosso dello Stretto di Messina. Così, in un magico intreccio di note musicali, storia magnogreca e mitologia, il festival - in continuità con la passata edizione e quelle che verranno - si pone l’obiettivo di promuovere non solo la musica jazz ma l’arte a tutto tondo, nella convinzione che “la cultura sia l’unica via percorribile per la rinascita del Sud e unica arma contro il degrado”, afferma il direttore artistico Francesco Barillà. Se, infatti, da una parte l’evento sarà una vetrina privilegiata per musicisti calabresi e jazzisti di fama internazionale, esso è anche un contenitore di diverse forme d’arte, dalla letteratura alle arti visive,

dalla fotografia al cinema. Particolarmente denso, dunque, il cartellone della tre giorni: si parte venerdì 10 agosto “NOTTE DI SAN LORENZO AL CASTELLO RUFFO” con una doppia inaugurazione: Apertura ufficiale di SCILLA JAZZ FESTIVAL e vernissage del FIMAC (FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL MEDITERRANEO DI ARTE CONTEMPORANEA) ore 18:00. Inoltre prenderà vita quest’anno la rassegna letteraria sotto le stelle cadenti “Libera Lettura” a cura dell’editore Laruffa, che prevede la fruizione di testi legati al mito greco, in particolare alla tappa di Ulisse a Scilla e Cariddi descritta da Omero, e di autori locali per tutta la durata del festival, seguita alle 20 dalle melodie etniche dei reggini TRigGitani, e alle 22 dalla performance dei MJL3io, dal sound americaneggiante che strizza l’occhio alla World Music; sabato 11 alle 21.30 sarà la volta del trombettista bresciano Gabriele Mitelli (“Nuovo Talento Italiano” al Top Jazz 2017) accompagnato al piano da Alexander Hawkins, uno dei compositori più interessanti del jazz inglese di tendenza; divertimento assicurato domenica 12 per il gran finale alle 21 con i B-Sharp e alle 22 con i virtuosismi della formazione Gavino

Murgia Blast Quartet. Ampio spazio dedicato alla pittura e alla scultura con il Festival Internazionale del Mediterraneo dell’Arte Contemporanea, la mostra curata dal museo MIIT di Torino e dalla rivista Italia Arte visitabile fino al 25 agosto. Tutti gli eventi di Scilla Jazz Festival sono rigorosamente ad ingresso gratuito. Le ricadute positive sul territorio relative all’edizione 2017 in termini culturali, sociali, economici e di marketing hanno spinto gli organizzatori a perseguire in maniera ancor più incisiva la loro mission: quella di valorizzare e promuovere la cultura jazzistica riuscendo, contemporaneamente, ad attrarre flussi turistici, favorire un legame virtuoso con associazioni, scuole, università, artisti e produttori locali e inserire Scilla Jazz Festival nel panorama dei festival di jazz a livello nazionale e internazionale. Il direttore artistico di SJF Francesco Barillà si è detto convinto «della necessità di educare la gente alla bellezza, di praticare e diffondere l’arte per dare lustro a tante realtà che stanno ammuffendo, arte come senso e contenuto nella vita reggina, calabrese ed italiana, arte per andare lontano, stando vicini alla nostra terra, arte per migliorare, arte per sconfiggere l’ignoranza».


Il

Tiraccio

Venerdì 3 Agosto 2018

T

ha preso vita il concerto di Carmine Torchia. Il cantautore ha voluto aprire il concerto con una overture dedicata a The dark side of the moon dei Pink Floyd, per poi entrare nel vivo del suo variegato mondo di cantautore. Delicati e carezzevoli , ma anche sfrontati e rivoluzionari, i brani di Carmine Torchia hanno una loro intima coerenza poetica e musicale che si è sposata magnificamente con la visual art di Ehab che per tutta la durata del concerto, ha proiettato sulle mura della Collegiata delle vere e proprie opere d’arte. Il giorno seguente nella Villa Cecilia Faragò di Soveria Simeri è andato in scena lo spettacolo

teatrale Lamagara prodotto da Confine Incerto (vincitore del premio della critica Gaiaitalia al Roma Fringe Festival 2014) che racconta la vicenda appunto di Cecilia Faragò, ultima donna processata per stregoneria nel Regno Delle Due Sicilie e la cui vicenda ha portato all’ abolizione del reato di stregoneria in tutta Italia, un esempio di donna coraggiosa e combattiva; a conclusione dell’evento l’amministrazione comunale di Soveria, rappresentata dal Sindaco Amedeo Mormile e del Consigliere con delega alla Cultura Pino Ionà, ha fatto omaggio a tutti i ragazzi che frequenteranno l’ultimo anno di scuole primarie

secondarie, il libro edito da Rubbettino “Cecilia Faragò, L’ultima fattucchiera” di Mario Casaburi, un gesto concreto che evidenzia l’importanza del recupero della memoria e della sua possibilità di offrire spunti e riflessioni alla contemporaneità. Il MOME FESTIVAL realizzato a valere sull’avviso pubblico per la selezione e il finanziamento di interventi per la valorizzazione del sistema dei beni culturali e per la qualificazione e il rafforzamento dell’attuale offerta culturale presente in Calabria” ritornerà tra fine agosto e i primi di settembre, con l’augurio che ogni memoria possa aprire le porte dell’immaginazione futura.

Summer Arena di Soverato: manca pochissimo per la super comicità di Pio e Amedeo

a Summer Arena di Soverato si prepara a ospitare il duo più irriverente e scorretto della Tv. Parliamo di Pio e Amedeo che si esibiranno sul palco del campo Marino il 5 agosto, nell’ambito della programmazione ideata e organizzata dalla Esse Emme Musica di Maurizio Senese, che gestisce l’area. Lo spettacolo che andrà in scena si intitola “Tutto fa Broadway” e rientra nel tour che ha portato nei mesi scorsi con successo il duo comico nelle principali

S

5

Mome Festival 2018: riapre i battenti l’edizione estiva

orna il MOME FESTIVAL 2018, proposto dai comuni di Simeri Crichi e Soveria Simeri sotto la direzione artistica ed organizzativa di Emi Bianchi e Giorgia Boccuzzi. Venerdì 27 e sabato 28 luglio ha riaperto i battenti per l’edizione estiva, nella straordinaria cornice della Collegiata offerta da don Francesco Cristofaro – alla presenza dell’assessore Caterina Zangari e del vicesindaco Eugenio Grande di Simeri Crichi – con in alto la luna rossa nella sua eclissi più lunga da 15 anni a questa parte, tra gli effetti sorprendenti della visual art di Ehab Halabi Abo Kher

L

VoceGiovani ai

città italiane: dopo il grande riscontro ottenuto con “Emigratis”, la trasmissione che li ha resi noti, giunta quest’anno alla sua terza edizione con ascolti invidiabili in prima serata su ItaliaUno, Pio e Amedeo hanno deciso di ritornare sul palcoscenico con una tranche estiva del tour. Ma chi sono Pio e Amedeo? Dopo aver conquistato il grande pubblico con “Le Iene”, è con “Emigratis”, programma ideato da loro stessi, che i due pugliesi hanno fatto furore. La loro comicità eccessiva, politicamente scorretta non

è più una sorpresa, Pio e Amedeo sono ormai una certezza, oltre ad essere un fenomeno cult. Pio e Amedeo estremizzato i difetti tipici degli italiani, ne esasperano i cliché, scandalizzano, ma colgono nel segno. “Tutto fa Broadway” è uno spaccato della società italiana letto con la comicità diretta e dissacrante che caratterizza i due artisti. Gag, battute e improvvisazioni nello stile del duo sono al centro dello spettacolo. Insomma, ci sarà da ridere, domenica sera alla Summer Arena.

Premio Legatum Calabrie: presentati i vincitori a Cariati

i è svolta sulla terrazza del Municipio di Cariati la conferenza stampa di presentazione del “Premio Legatum Calabrie”, ambasciatori di Calabria. L’evento si svolgerà martedì 7 agosto, alle 21 nel borgo di Cariati, alla Spezieria. Un evento patrocinato dall’Amministrazione comunale di Cariati, coordinato dalla

giornalista Viviana Rizzo, organizzato in collaborazione con l’associazione dei Cariatesi a Milano e l’associazione Radici. Un riconoscimento volto alle eccellenze calabresi e cariatesi che danno lustro alla nostra terra attraverso le proprie professionalità, e che riconoscono il forte legame con le proprie radici. Ancor più importante, rispetto al pas-

sato, premiare i giovani: che sia per loro un ulteriore stimolo, un incoraggiamento e un invito a mantenere stretto il legame con la Calabria. Svelati anche i nomi dei premiati: Attilio sabato - giornalista direttore di Tele Europa Giornalista Attilio sabato direttore di Tele Europa network Chef stellata Caterina Ceraudo - Ristorante Dattilo e agri-

cola Ceraudo . Maestro Leonardo Caligiuri - pianista compositore .Imprenditore Roberto Maiorano - azienda Il Calabro liquori . Dr. Gianfranco Cosentino - fisico e ricercatore .Inoltre, l’associazione radici premierà la scrittrice Loredana Nigri. .Parteciperà alla manifestazione il cantautore folk Santino Cardamone, rivelazione di Xfactor 9


Il

Tiraccio

6

I

VoceGiovani ai

Venerdì 3 Agosto 2018

ANOTHER BEACH PROJECT: il programma completo a Sovereto

l Riot Village, ancora in corso sino al 6 agosto, si avvia al termine, sono state due settimane piene di incontri, socialità, punti di vista sul futuro visto dai giovani. Si sono tenuti i due Congressi: quello dell’U.D.S. e quello di Link, dibattiti, concerti e tanto altro, ma la programmazione dell’Another Beach Project continua. Dal 6 agosto riprenderanno gli spettacoli teatrali, i concerti, i dj set, le perfomance. Si ricomincia con Bollari di e con Carlo Gallo, il 7 sarà la volta di Pg Petricca bluesman girovago che torna in Calabria, e poi ancora lo spettacolo pirotecnico del 10 agosto, il concerto di Michele Scerra accompagnato da una band di musicisti straordinari (Giovanni De Sossi, Raffaele Rizza e Emmanuele Sestito) Il 13 agosto sarà la volta dei ritmi tradizionali degli Astiokena, mentre il tradizionale concerto al tramonto di Ferragosto, quest’anno vedrà protagonista l’arpa suonata da Rosaria Belmonte.E poi ancora il musicista senegalese Boto Cissokho, l’Orchestra di Fiati dell’Istituto Musicale L.Vinci e tanto altro ancora. Saranno settimane piene, all’insegna della cultura e della bellezza, nella splendida cornice di Sovereto. PROGRAMMA: 6 AGOSTO – BOLLARI MEMORIE DALLO JONIO di e con Carlo Gallo Uno spettacolo di narrazione su una Crotone che non c’è più, del bravissimo attore del Teatro della Maruca

7 AGOSTO – PG PETRICCA

in con-

certo

Delta

blues anni’ 30, una voce che scolpisce pietre e tante storie da raccontare, per un bluesman giramondo.

8 AGOSTO – MALA TEMPORA CURRUNT – UNO SPACCATO POLITICO MUSICALE Unire

canzoni e dibattito, per un’analisi politico sociale di questi tempi, con (Fabio Bernardi, Pompilio Turtoro, Francesco Perri e tanti altri)

9 AGOSTO – SEMPRE CHE NON PIOVA in concerto A SEGUIRE dj PEG Torna il quartetto crotonese con il pop d’autore che li contraddistingue, a seguire balleremo sulle note del pugliese DJ PEG 10 AGOSTO – ASPETTANDO LE STELLE – UNO SPETTACOLO PIROTECNICO Un

Musica

tradizionale e tanto amore per la nostra terra, semplicemente gli Astiokena.

14 AGOSTO – ELE DJ SET Aspettiamo Ferragosto Dancehall

a

ritmo

di

15 AGOSTO – ROSARIA BELMONTE Tradizionale

appuntamento di Ferragosto al tramonto, con l’arpa di Rosaria Belmonte, un suono ancestrale all’ora del crepuscolo, fra i gigli di mare

18 AGOSTO – BOTO CISSOKHO

in

concerto

I

ritmi mediterranei del musicista senegalese ci faranno ballare, musicista da generazioni e polistrumentista.

20 AGOSTO – ORCHESTRA DI FIATI L.VINCI

modo diverso di aspettare le stelle cadenti, nello scenario incredibile della spiaggia dei Gigli

La musica classica in pineta, come non l’avete mai ascoltata. Un’orchestra in-

11 AGOSTO – MICHELE SCERRA & BAND in concerto

21 AGOSTO – IL MONDO CAPOVOLTO di e con Roberta Sestito

Dopo

Perfomance teatrale della talentuosa attrice/ballerina crotonese. Un passo in là verso l’arte assoluta.

il lungo tour cominciato a luglio 2017, Michele Scerra torna a casa accompagnato da una band d’eccezione.

13 AGOSTO – ASTIOKENA certo

in con-

tera fra gli alberi

22 AGOSTO – L’AVVELENATA Proiezione e incontro con l’autore Claudio Metallo


Il

Tiraccio

Venerdì 3 Agosto 2018

VoceGiovani ai

7

Presentata la 5^edizione di ‘’Liriche, note e... sotto le stelle di San Lorenzo’’ che si terrà al parco naturale di Terme Caronte

Oltre 300 anni di attività ininterrotta delle Terme Caronte e della famiglia Cataldi a Lamezia Terme rappresentano un esempio emblematico della evoluzione dei valori dell’accoglienza e dell’ospitalità per le cure termali e delle interrelazioni con il territorio di riferimento”. Lo afferma il presidente di Federterme Confindustria Costanzo Jannotti Pecci che ha inviato un suo messaggio di saluto in occasione della presentazione alla stampa della quinta edizione di “Liriche, note e… sotto le stelle di San Lorenzo” che quest’anno si svolgerà nel parco delle Terme Caronte a Lamezia, la sera del 9 agosto prossimo a partire dalle 21. L’evento che si snoderà tra momenti di musica e teatro in poesia, è promosso e organizzato dall’Associazione culturale San Nicola di Pino Morabito. Jannotti Pecci annuncia inoltre che “Federterme sarà presente alle Terme Caronte, nel 2019, per celebrare insieme i primi 100 di vita delle federazione che rappresenta tutte le stazioni termali italiane”. Sull’evento del 9 agosto prossimo, Federterme tiene a sottolineare che “la manifestazione si inserisce nel programma di appuntamenti che le Terme Caronte ospitano durante il corso dell’anno con l’obiettivo di promuovere riflessione e approfondimento su temi e problemi culturali e della ricerca scientifica, per favorire anche una promozione integrata dell’offerta terapeutica e di benessere termale con le altre risorse

del territorio”. “Liriche, note e … sotto le stelle di San Lorenzo” è stata presentata dal presidente Morabito nella sala convegni di Terme Caronte. A fare gli onori di casa Emilio Cataldi, in rappresentanza della famiglia che da diverse generazioni gestisce lo stabilimento termale nella zona collinare di Sambiase. “Siamo ben lieti di ospitare questo evento e ci auguriamo di poterne ospitare ancora in futuro” ha commentato Cataldi rammentando che negli anni passati il parco naturale delle terme ha già accolto numerosissime manifestazioni di gran livello che hanno sempre ottenuto un ottimo riscontro di pubblico e di critica. Nel corso della serata del 9 agosto saranno ricordati il Senatore Giuseppe Lelio Petronio e l’Avvocato penalista Felice Manfredi. “Petronio è stato un politico illuminato – ha affermato il presidente delle Terme Caronte – E’ stato

una di quelle figure che, a prescindere dal colore politico di chi avesse di fronte, si è sempre mosso per lo sviluppo del territorio, per il bene della comunità”. Cataldi ha poi ricordato la sua personale amicizia con l’avvocato Manfredi che era un abituale frequentatore delle terme. Morabito ha ringraziato la famiglia Cataldi per l’ospitalità e naturalmente tutto il personale dello stabilimento che, per il 9 agosto, sarà mobilitato anche nell’organizzazione logistica della manifestazione. Un ‘grazie’ sentito è stato rivolto anche a tutti i componenti dell’associazione che, da sempre, operano a titolo volontaristico e in maniera coesa per la buona riuscita degli eventi che il sodalizio organizza. Nel parco naturale delle Terme andranno in scena dei testi in vernacolo di cui è autore Salvatore De Biase, socio onorario dell’associazione. Due i lavori teatrali scelti: “Danti e

Caronti” e “Adamu ed Eva” che saranno interpretati da Angela Isabella, Pino Mete e dallo stesso De Biase. La regia sarà curata da Maria Scaramuzzino, l’accompagnamento musicale sarà affidato al M° Francesco Sinopoli. Ospite della serata il M° Roberto Fabietti, direttore della Filarmonica di Chiusi; ad allietare il pubblico anche i giovani talenti lametini Salvatore Mete e Francesca Torcasio che riproporranno delle canzoni ‘senza tempo’, grandi successi della musica italiana e straniera. Saranno assegnate anche delle targhe a dei nuovi soci onorari, tra questi Padre Antonio Bonacci appartenente all’Ordine dei Minimi, per molto tempo assistente spirituale dell’associazione. Riconoscimenti anche alla Top Volley Lamezia e al Cosenza Calcio che saranno rappresentati rispettivamente dagli imprenditori Salvatore Rettura ed Eugenio Guarascio.


31 03 Agosto 2018  
31 03 Agosto 2018  
Advertisement