Page 45

da invidiare alle più prestigiose città europee. La Federazione Italiana Vela, insieme alle istituzioni (Città Metropolitana, Comuni litoranei dell’area dello Stretto, Regione Calabria, e istituzioni sportive) devono collaborare e fare rete creando le condizioni perché la candidatura si possa tramutare in realtà e quindi ospitare il più antico trofeo sportivo del mondo. Un’occasione da non perdere per Reggio Calabria che deve trovarsi pronta ad accogliere una competizione dall’enorme fascino e dall’alto potere attrattivo nei confronti di grandi sponsor. La vela, a questi livelli, è uno sport per ricchi e la mole di soldi che circola nell’ambiente è spaventosa. “L’unione fa la forza. Quello che fa grande Reggio dev’essere proprio l’accordo, l’unione, tra tutti i suoi protagonisti. Il Circolo Velico e la Federazione da sole non bastano”. Eventi come l’America’s Cup richiamano ingenti investimenti economici e necessitano di adeguati progetti di riqualificazione che serviranno alla città ospitante per beneficiare dei vantaggi ottenuti dopo la conclusione dell’evento (Trapani docet). La America’s Cup è una grande opportunità. Una ‘mission impossible’ in cui crederci nella speranza che Reggio possa sfruttare una grande manifestazione per migliorare il proprio scenario, riqualificare il proprio assetto urbano con nuove e più moderne strutture turistiche, sistemi di trasporto innovativi ed attività di commercio e produttive che nulla hanno

Un’opportunità strategica che rappresenterebbe una vetrina internazionale di enorme prestigio, capace di valorizzare in ottica turistica e di marketing territoriale le enormi potenzialità attrattive del nostro territorio. Basti pensare che lo scorso anno l’organizzazione della America’s Cup alle Isole Bermuda è costata 77 milioni di euro tra miglioramenti delle infrastrutture e sponsorship ma il ritorno economico è stato di 250 milioni, più di tre volte tanto. Dopo l’accettazione della candidatura adesso la palla passa alle istituzioni che dovranno convertire il sogno in realtà nella speranza che le acque del nostro mare possano realmente accogliere l’America’s Cup e che i reggini possano vedere sfrecciare sullo Stretto i bolidi volanti del mare più innovativi al mondo. Una sfida dunque da ‘mission impossible’.

VIVIBENE

4 5

VIVI BENE - Numero 9 - 2018  

Trimestrale di salute e benessere

VIVI BENE - Numero 9 - 2018  

Trimestrale di salute e benessere

Advertisement