Page 18

SALUTE

DOLORE AL GINOCCHIO? NON FARTI VENIRE LA TREMARELLA! Dott. Antonio Balestrieri – L’articolazione del ginocchio è la più complessa del corpo umano in quanto è composta da due reparti articolari (femore/piatto tibiale e femore/rotula) che si articolano sui menischi che sono costituiti da tessuto connettivo con fibre di collagene e servono a proteggere le estremità delle ossa e ad assorbire gli urti. Le superfici articolari sembrano consentire un’estesa libertà di movimento, ma l’apparato legamentoso dell’articolazione finisce per limitarli alla sola flesso-estensione svolgendo una funzione di estrema importanza per la stabilità. Questi legamenti sono i collaterali mediale e laterale, i crociati anteriore e posteriore e i legamenti della rotula. Un’alterazione di una o più delle strutture sopra citate comporta una situazione dolorosa o anche patologica. Sindrome di Osgood-Schlatter, instabilità della rotula, ginocchio recurvato, ginocchia varo/valghe, meniscopatie, artrosi del ginocchio sono alcune delle problematiche che affliggono un po’ tutti dal bambino all’adulto. Il morbo di Osgood-Schlatter è una patologia degenerativa della tuberosità tibiale che si manifesta a causa di una ripetuta contrazione del muscolo estensore della gamba. La malattia è caratterizzata da un doloroso gonfiore in prossimità dell’osso sporgente sulla parte superiore della tibia, collocato sotto il ginocchio, si manifesta in età pre-adolescenziale e colpisce maggiormente gli sportivi. Per guarire dalla malattia di Osgood-Schlatter è necessario sospendere l’attività sportiva per un periodo variabile a seconda della gravità. Nelle fasi in cui il dolore è più acuto, si può intervenire con: · crioterapia; · assunzione di farmaci specifici; · utilizzo di ginocchiere per immobilizzare l’arto; · sedute di ultrasuoni e magnetoterapia. L’instabilità della rotula, conosciuta anche come “sindrome femoro-rotulea”, consiste in un malallineamento dell’articolazione del ginocchio. 1 8

VIVIBENE

Durante la flessione del ginocchio, la rotula scorre su un canale compreso tra i due condili femorali che si adatta alla forma della patella, in questo modo il movimento avviene in maniera fluida e indolore, con un attrito minimo. Invece quando subentra la patologia, la rotula è spostata esternamente rispetto alla sua zona anatomica e durante il movimento tende a strisciare contro il condilo femorale con notevole attrito. La patologia si diagnostica attraverso l’osservazione del ginocchio da parte di un medico specializzato e la terapia prevede: · l’utilizzo di antinfiammatori per ridurre il dolore; · infiltrazioni di acido ialuronico; · riposo dagli allenamenti sportivi; · crioterapia; · utilizzo di un tutore per riallineare la rotula. · kinesio taping; · utilizzo di plantari ortopedici. L’artrosi del ginocchio (gonartrosi) è una patologia articolare degenerativa molto diffusa che causa una riduzione della cartilagine articolare. I capi articolari, con la diminuzione del supporto cartilagineo, non trovano più lo spazio per svolgere la loro normale funzione meccanica e iniziano ad avvicinarsi sino a quando non entrano in contatto diretto l’uno con l’altro. Questo processo si accompagna ad una sintomatologia dolorosa associata ad una riduzione della mobilità articolare. Lo specialista (reumatologo, ortopedico, fisiatra) indicherà uno o più tipi di cure per l’artrosi del ginocchio: · assunzione di farmaci specifici; · infiltrazioni di acido ialuronico; · sedute di ultrasuoni, laserterapia, tecar e magnetoterapia; · utilizzo della ginocchiera per immobilizzare l’arto. La miglior cura è la prevenzione da intendere come supporto alle azioni che si compiono quotidianamente, perciò sia che si svolge un lavoro usurante sia che si pratichi uno sport, l’importante è saper intervenire sapientemente al fine di non incorrere in simili problematiche. Affidarsi ad uno specialista (medico, fisioterapista, tecnico ortopedico) è il miglior modo per conoscersi a livello fisico/posturale e quindi saper individuare i punti deboli.

VIVI BENE - Numero 9 - 2018  

Trimestrale di salute e benessere

VIVI BENE - Numero 9 - 2018  

Trimestrale di salute e benessere

Advertisement