Page 28

L’INTERVISTA

L’ORO DI GERARDO SACCO L’ARTISTA RIMASTO BAMBINO di Pasquale Romano - Un successo lungo tutta la vita. Gerardo Sacco non ha inseguito la propria passione ma ne è stato investito. Più di mezzo secolo di carriera per il maestro orafo calabrese, partito da Crotone e diventato nel corso degli anni un artista apprezzato in tutto il mondo. Non è casualità, come spesso sottolineato con eccessiva modestia dallo stesso Sacco, ma amore allo stato puro, tramutato nella creazione dei suoi gioielli.

“Sono passato dallo spazzare capelli la domenica presso mio zio barbiere a fondere il metallo in un’oreficeria a dare un’anima ai materiali. Mi chiedo spesso come sarebbe stata la mia vita senza quell’orafo cliente di mio zio”. La vita non è stata particolarmente tenera con Sacco, senza padre dalla nascita e cresciuto tra infinite difficoltà, con il rischio concreto di prendere strade pericolose. “Ho diversi amici in carcere, sarei potuto essere uno di loro. A 10 anni, non mi vergogno a dirlo, mi sono ritirato da scuola. Nel tempo sono riuscito a colmare la mancanza di studi iniziali. Per creare i miei gioielli ho studiato l’antropologia, la mitologia, l’architettura, l’archeologia”. L’amore per l’arte orafa ha avuto un solo ‘concorrente’, la moglie 2 8

VIVIBENE

Anna. Una storia semplice e pura, che sembra d’altri tempi. “È sempre stata la mia guida, l’ispirazione per le mie creazioni, compagna di vita e di passione. Purtroppo da 20 anni non c’è più ma continua ad accompagnarmi da lassù”. Proprio ad Anna torna il pensiero quando Gerardo Sacco deve ‘spiegare’ il segreto di un successo strepitoso, che ha varcato i confini nazionali: “Lei diceva sempre che la mia forza è l’essere rimasto bambino, con quell’innocenza ed onestà. Credo sia questa la ragione principale dietro alle tante soddisfazioni avute in più di mezzo secolo di carriera”. Una storia infinita, raccontata nel libro scritto da Francesco Kostner “Sono nessuno! Il mio lungo viaggio tra arte e vita”. Il maestro orafo ha raccontato il percorso personale e poi artistico che lo ha portato, in oltre cinquant’anni di attività, da Crotone alle passerelle di tutto il mondo. Un percorso durante il quale non ha mai dimenticato le sue origini e la terra che lo ha visto nascere. Lunghissima la lista di celebrità innamoratesi delle creazioni di Sacco, il regista Franzo Zeffirelli e la diva Liz Taylor, quest’ultima particolarmente appassionata di gioielli tanto da possederne una

VIVI BENE - Numero 8 - 2018  

Trimestrale di salute e benessere

VIVI BENE - Numero 8 - 2018  

Trimestrale di salute e benessere

Advertisement