Page 1

1 LUGLIO

una musica di alto livello ci purifica e ci solleva, in definitiva ci fa sentire la grandezza e la bellezza di Dio.

Novanta minuti di sospensione. Dovendo descrivere la serata di ieri sera, userei queste quattro parole. Abbiamo deciso di sospendere, per circa novanta minuti, il modo in cui spesso viviamo il nostro quotidiano: preoccupazioni, ansie, materialismo, sfiducia, distrazione e soprattutto una terribile sfiducia verso quello che ci attende e quindi, per chi si professa cattolico, una pazzesca mancanza di fede. Lo abbiamo fatto riprendendo un frammento di un Angelus del 2011 di Papa Benedetto XVI; nella calda estate di quell’anno il geniale pontefice tedesco, in una manciata di minuti, ricordava come ogni forma di arte sia realmente una strada privilegiata per l’uomo che cerca l’infinito. Così, nei minuti

successivi, ci siamo messi anche noi a cercare, grazie agli allievi della nostra scuola e grazie ad altri contributi video, dove non sono mancati richiami all’arte (Roma) ed alla natura (i nostri monti azzurri). Abbiamo asciugato le parole per far parlare il cuore. Ed ecco la sorpresa: un pubblico attentissimo, come mai in questi anni, ha seguito con grande attenzione il susseguirsi degli eventi, creando un’atmosfera sospesa, dove il palco e la platea erano un’unica cosa. Con l’ultimo brano ed i saluti siamo tornati nel nostro quotidiano, ma un po’, ne sono certo, non siamo gli stessi di novanta minuti fa. Francesco D’Ercoli


“PARLANO I GIOVANI…” "Una musica di alto livello ci purifica e ci solleva, in definitiva ci fa sentire la grandezza e la bellezza di Dio". Oggi la musica ci accompagna in ogni momento della nostra giornata. Soprattutto per i giovani, le "cuffiette" sono diventate un suppellettile quasi vitale. Ma in realtà non abbiamo mai tempo di fermarci ad ascoltarla. La varietà di musica che viene ascoltata è tanta. I generi sono molteplici. E ci aiuta solo a riempire i momenti vuoti in cui abbiamo paura a rimanere in silenzio, da soli con i nostri pensieri. Il titolo della serata rimanda a un discorso fatto dal priore del monastero dei monaci benedettini di Norcia, Padre Benedetto Nivakoff che ci sottolinea come la musica, la vera musica, rimanda a un'alta contemplazione del creato. Musica classica, gregoriana, musica che ci permette di contemplare Dio, di contemplare il bello. Una musica che non ci aiuta solo a colmare i silenzi, ma che ci aiuta a elaborare i nostri silenzi. Il gusto per la musica oggi è andato perso. Ma sono serate come queste che ci aiutano a rinvigorirlo. È stato molto piacevole ascoltare le esibizioni della scuola di musica Perosi. E ringrazio il maestro D'ercoli che ogni anno ci permette di partecipare a queste serate! Laura Urriani

COMMENTO SULLA MOSTRA DEI BAMBINI: “LA BELLA SIGNORA E I TRE PASTORELLI” Quest'anno, nel centenario delle apparizioni di Fatima, abbiamo deciso di stampare su pannelli, effettuando qualche piccola modifica, la mostra dei bimbi fatta lo scorso anno sui tre pastorelli di Fatima, inizialmente stampata a libretto. Abbiamo colto l’occasione di celebrare questa ricorrenza così importante, raccontando in modo semplice ed immediato, attraverso foto e fumetti, che hanno come protagonisti proprio i nostri bambini, la storia di tre bimbi dalla fede incrollabile. Senza timore hanno offerto la loro vita per la conversione dei peccatori così come veniva chiesto loro dalla Bella Signora. Silvia Grazioli

Sorprese musicali a cura della Scuola di Musica "L. Perosi"  

Una musica di alto livello ci purifica e ci solleva, in definitiva ci fa sentire la grandezza e la bellezza di Dio.

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you