Issuu on Google+

Parigi ai miei piedi ...

Vittoria Casanova I째 anno Design


Citta’

di Ottavia “Sotto non c’e’ niente per centinaia e centinaia di metri: qualche nuvola scorre; s’intravede piu’ in basso il fondo del burrone... Sospesa sull’abisso, la vita degli abitanti d’Ottavia e’ meno incerta che in altre citta’. Sanno che piu’ di tanto la rete non regge.”

Parola chiave:

Sospesione


Brain

storming Sospensione Sospeso Appeso (Carta dei tarocchi) Elevazione spirituale Ribaltamento delle aspirazioni Piani rovesciati Rovesciamento-Ribaltamento- Capovolgimento Oggetto “capovolto“ dal suo uso Ready Made capovolto

Ready Made a testa in giu’


Tema

e concept

la sospensione

La sopensione riguarda cio’ che e’ sospeso, appeso, tenuto in alto a distanza dal suolo, pendente verso il basso. Sospeso o appeso e’ sinonimo di dubbioso, incerto, ma anche precario, in bilico, non posto su qualcosa di solido e saldo. L’appeso e’ anche la dodicesima carta dei tarocchi. La carta raffigura un uomo appeso per una gamba a testa in giu’ con le braccia legate dietro alla schiena e dalle sue tasche cadono delle monete. La carta simboleggia l’elevazione spirituale dell’uomo e il suo abbandono dei beni materiali e terreni. A quest’elevazione corrisponde un ribaltamento delle proprie ambizioni e dei propri desideri. Partendo dalla consapevolezza della sofferenza terrena l’uomo arriva al capovolgimento delle proprie aspirazioni che dall’orizzonte egoistico e umano si convertono all’aspirazione alla liberazione. Il giovane appeso viene raffigurato con un volto sereno e per questo la carta viene associata all’accettazione, all’armonia interiore o alla capacita’ di trascendere le convenzioni e osservare il mondo da un punto di vista piu’ spirituale.


Tema

e concept:

la sospensione

In quest’ottica, infatti, la consueta prospettiva con cui si guardano le cose appare rovesciata. Si guarda il mondo da un altro punto di vista: al contrario. Si osserva la realta’ da un punto di vista inconsueto, si considerano dettagli normalmete mai notati. Il capovolgimento delle proprie aspirazioni e dei propri piani porta allo scardinamento dei valori. Lo scardimnamento e’ inteso come sconvolgimento. Qualcosa che viene capovolto o sconvolto viene decontestualizzato dal suo uso. Il piu’ famoso esempio pratico di decontestualizzazione e’ la poetica del Ready-made. Partendo da questi presupposti il mio progetto prevede la realizzazione di un oggetto sia decontestualizzato dal proprio ambito di utilizzo comune sia capovolto. In poche parole un Ready-made a testa in giu’.


Presentazione del prodotto:

qualita’ e punti di froza - Originalita’

- Estetica elegante

-

Titolo azzeccato:

-

Ironia e dissacrazione:

Parigi ai miei piedi

capovolgere un monu-

mento simbolo e usarlo con un’altra funzione

- Facilita’ realizzativa:

e’ sufficiente sotituire il tac-

co normale di una scarpa con la Tour Eiffel

- Concept comprensibile ed immediato


Descrizione del prodotto

Il prodotto finale e’ una decolte’ che ha per tacco un modellino della Tour Eiffel. Il souvenir del piu’ celebre monumento di Parigi e’ stato capovolto ed e’ stato utilizzato come tacco del decolte’. Il prodotto e’ di notevole facilita’ realizzativa.


Realizzazione del prodotto:

Intercambialita’

Per la realizzazione di questo oggetto e’ sufficiente staccare il tacco “normale” di un paio di scarpe e attaccare il modellino al suo posto. Per staccare il tacco “normale“ bisogna togliere con il cacciavite le viti e i chiodini che attaccano il tacco alla suola. Tolte le viti e’ necessario fare leva con il cacciavite sull’attacco del tacco e fare pressione. A questo punto si estraggono i chiodini con le tenaglie dalla suola. Per attaccare la torre ho prima limato due delle quattro che costituiscono la tour eiffel, successivamente ho attccato con la colla i quattro piedini alla parte superiore della suola


Significato

e significante:

tra feticcio e feticismo

La Tour Eiffel e’ il simbolo che universalmente identifica Parigi. Ormai la struttura in acciaio replicata in migliaia di souvenir e’ diventata un’icona vivente della Francia. L’oggetto in questione e’ diventato quasi un feticcio che bene o male quasi tutti abbiamo in casa in una forma o in un’altra. Il souvenir si puo’ intendere come feticcio se associato alla sua potenza simbolica e alla sua valenza quasi sacra di monumento. E’ evidente il collegamento tra feticcio- souvenir e feticimo del piede associato alla scarpa. ll feticismo del piede e’ un aspetto della sessualita’ umana, che consiste nell’intenso desiderio sessuale rivolto verso i piedi.


cromatici e materici Aspetti

Il rivestimento esterno della scarpa sara’ color nero, in vernice.

La parte interna della scarpa sara’ color oro PANTONE NUMERO 5835 RGB (158, 153, 89)

PANTONE NUMERO 443 RGB (163, 168, 163)

Il colore del tacco-modellino rimarra’ del suo colore originario cioe’ grigio metallico in acciaio La suola della scarpa sara’ dello stesso colore oro-beige in plastica

PANTONE NUMERO 728 RGB (211, 168, 124)


Urbi et

New York

Pisa

orbi

Barcellona

Londra

Venezia


Maquette


Disegni

tecnici:

prospetto

SCALA 1:2


Disegni

tecnici:

prospetto quotato e pianta SCALA 1:2


Parigi ai miei piedi