Page 1

Visualcontainer Omaggia i SOCI con il primo DVD collezionabile della serie VideoSpin Ed. Limitata 100

Video

SPin

*2012

Barbara Brugola Silvia Camporesi Pascal Caparros

DVD Vol.1 - 2012 Tiratura 1/100 DVD PAL Contenuti digipack in lingua inglese Allegato OMAGGIO alla tessera Associativa

Visualcontainer - Italian Videoart Distributor - Via Volturno 41, 20124 Milano - Italia, CF 97508130156 all rights reserved 2008-2012


Video

SPin

*2012

*Prima edizione Il primo volume di una raccolta preziosa e da collezione che proseguirà negli anni successivi, e che vuole fare il punto sui molteplici linguaggi della video arte. Ogni tesserato di Visualcontainer avrà in omaggio uno speciale DVD collezioabile a tiratura 1/100, dedicato a tutti i sostenitori e amanti della videoarte. In questa prima edizione sono state selezionate le opere di tre artisti di livello internazionale – Barbara Brugola, Silvia Camporesi e Pascal Caparros - che indagano forme di narrazione, la performance e i new media come nuove espressioni della videoarte del terzo millennio.

VideoSpin è un progetto ideato e curato da Visualcontainer Italian Videoart Platform Visualcontainer è impegnata da oltre tre anni a promuovere e diffondere opere di video arte su territorio nazionale ed internazionale sia come primo distributore italiano che come network di promozione, accreditato ormai presso istituzioni, festival, musei a altre realtà no profit. Nel corso degli anni Visualcontainer ha sviluppato diversi progetti paralleli, tra cui VisualcontainerTV e [.BOX] per fornire altre piattaforme divulgative di aggiornamento sul territorio, fruibili gratuitamente da tutti gli appassionati di videoarte.

Visualcontainer Associazione No profit Fondata nel 2008 Sede legale: Via Volturno 41, 20124 Milano CF 97508130156 www.visualcontainer.org

Visualcontainer 2008 - 2012© - DVD Omaggio, non commerciabile - all rights reserved©


Video

SPin

*2012

*Omaggio Visualcontainer vuole ringraziare tutti i sostenitori 2012 con un omaggio unico e prezioso, perchè crediamo sia fondamentale prendersi cura della cultura e dei suoi protagonisti e lo vogliamo fare dando qualcosa in cambio, nella speranza che questa operazione smuova un sentimento di tutela verso l’arte, gli artisti e chi opera nel settore cultura con passione, sentimento che ormai, alberga unicamente nel singolo individuo.

VideoSpin Vol.1 Omaggio ai tesserati di Visualcontainer che con il loro prezioso contributo sostengono: Gli artisti presenti con la loro opera a videoSpin2012 Visualcontainer Italian videoart distributor - il primo distributore di video arte italiano e polo di promozione di artisti italiani all’estero che si occupa di promuovere e distribuire opere di video arte a livello nazionale ed internazionale. Attivo dal 2008 www.visualcontainer.org VisualcontainerTV , webtv in streaming dedicata alla video arte, ospita gratuitamente festival di videoarte, progetti curatoriali, monografie provenienti da tutto il mondo. La webtv è fruibile gratuitamente 24/7 da tutti i paesi con accesso ad internet.Attivo dal 2009 www.visualcontainer.tv [.BOX]Videoart project space,attivo dal 2010,è una piccola sala di proiezione video situata a Milano, ospita progetti curatoriali di video arte nazionale ed internazionale, offrendo un calendario ricco di eventi per il pubblico milanese e un luogo dove poter discutere e approfondire le ultime tendenze della video arte ed che esiste grazie al contributo personale dei fondatori e dei sostenitori. www.dotbox.it


Video

SPin

*2012

*progetto curatoriale Il progetto curatoriale Videospin si propone di identificare i trend più significativi della videoarte e fornire quindi delle indicazioni sulle direzioni della ricerca e della sperimentazione del video d’arte in Italia e non solo, suggerendo possibili spunti di analisi e di riflessione. Vengono proposti tre suggestioni di visione, tre temi di particolare frequenza nella produzione più recente: il primo riguarda la relazione interpersonale: un ambito di indagine che sembra essere fondamentale nel clima d’incertezza sociale ed esistenziale del mondo contemporaneo, cui si sommano sempre più numerose istanze ecologiste o almeno di attenzione al rapporto con l’ambiente, oltre che con i propri simili. Si assiste pertanto alla formulazione di un nuovo sguardo sul territorio e relativi protagonisti che ci circondano, nella volontà di “stare addosso” al reale ed avvicinarci a coloro che lo popolano, riscattandone nuove e positive interazioni. In tangenza con questo, si sviluppano anche inedite forme di narrazione: fenomeno per lo più sconosciuto nella storia della videoarte, tradizionalmente contrapposta ad ogni facile ipotesi di lettura secondo un inizio ed una fine, la narrazione diviene un linguaggio sempre più frequente nella proposta videoartistica più recente. La crescente ibridazione del video d’arte con le forme narrative e comunicative del linguaggio cinematografico e del film d’artista, oltre che video-sharing online a contenuto (auto) biografico ha infatti creato un qualcosa che, senza abdicare alle tipicità dell’opera artistica, indubbiamente si veste di una struttura più narrativa, di una trama più discorsiva: un ibrido artistico che forse è solo agli inizi come sviluppo e potenzialità e che potrà giovarsi sempre più della tecnologia audiovisiva per fornire inedi scenari sulla realtà o sull’evasione da questa. Terzo trend riconosciuto e proposto è quello della performance, vale a dire la presentazione attoriale da parte dell’artista e/o di collaboratori, che affidano ogni risultato in termine di poetica ed estetica ad una gestualità e corporeità inedita e rivelatrice. Le ultime opere di videoarte mostrano spesso la mise-en-scène di nuovi codici semantici affidati ad un nuovo senso dato alla vista, al contatto, al movimento, ai gesti. Quanto mimato e agito sullo schermi, nello schermo, permette di confrontarsi con le vibrazioni del reale, presente o del passato, antropologico eo fenomenologico, andando dentro a quel suo campo d’indagine che è la vita ed agendo direttamente, in prima persona con una performance, nelle sue potenzialità comunicative e sociali. Giorgio Fedeli


Video

SPin

*2012

*artisti

Barbara Brugola Wrapped Love 3:49 2010

Silvia Camporesi SIFR - La distanza canonica 4:30 2010

Pascal Caparros Man&Woman 6’00” 2010


Video

SPin

*2012

*Barbara brugola

Wrapped Love 3:49 2010 In un giardino botanico trascurato, il vento increspa lo specchio d’acqua vicino al quale si scorge una figura inanimata avvolta in una mantella di plastica rossa a pois bianchi. Come se fosse una bambola buttata a terra, è in relazione solo con la superficie nera dell’acqua accanto. Lavoro prevalentemente con il medium del video perchè unisce immagini e suono che insieme riescono a stimolare maggiormente le percezioni sensoriali dell’osservatore, invitandolo ad indugiare sull’immagine, costruita per assorbire lo sguardo dello spettatore. I miei video hanno spesso come protagonista la figura femminile che si relaziona con lo spazio: talvolta lo spazio indagato è quello naturale, all’aperto, altre volte è quello di un luogo chiuso. Il suono ha un ruolo importante nel mio lavoro: è per me una traccia incisiva che guida le immagini, accompagnandole nel loro fluire. Barbara Brugola vive e lavora a Milano, dove si è diplomata all’Accademia di Belle Arti di Brera. Ha conseguito un M.A. presso il Royal College of Art a Londra. Lavora con il video e l’animazione digitale. Ha partecipato a numerosi festival e i suoi lavori sono stati mostrati sia in spazi museali che no-profit in Italia come all’estero. Dal 1998 insegna nella scuola pubblica secondaria e dal 2002 insegna Educazione Visiva in un Istituto d’Arte di Milano. È co-fondatrice dell’associazione E2A “educare all’arte attraverso l’arte” che si occupa di didattica dell’arte, specialmente di quella contemporanea.


Video

SPin

*2012

*silvia camporesi

SIFR - La distanza canonica 4:30 2010 Sifr, dedicato alla disciplina sportiva della corsa, offre una personale riflessione sul modo in cui, a partire dal corpo e dallo sforzo fisico, si possa arrivare ad una evoluzione spirituale. L’artista, anche protagonista, si ritrova ad affrontare un percorso mettendo alla prova le emozioni del proprio essere: l’azione della corsa, con le fatiche che essa comporta, sui momenti di debolezza e di esaltazione di chi la prova. Courtesy Galleria Sara Zanin Z20, Roma Silvia Camporesi Silvia Camporesi è nata a Forlì nel 1973. E’ laureata in filosofia all’Università di Bologna.


Video

SPin

*2012

*Pascal caparros

Man&Woman 6’00” 2010 Pascal Caparros : Vidéo Léa Claessens : Violon Sébastien Eglème : Violon Realizzato tramite feedback, i video (realizzati dal vivo, registrati e non sottoposti a montaggio) sono stati proposti a S. Claessens e L. Eglème, con ciascun pezzo di violino realizzato senza la conoscenza di ciò faceva l’altro. Entrambe le selezioni audio sono state poi semplicemente giustapposte solo per scommessa, e i due video messi fianco a fianco. L’idea è quella di fondere audio e video collegandoli tramite fili invisibili, quelli del pensiero, dell’equilibrio e della fragilità. Il pensiero, il legame tra i pensieri di una musicista ed un musicista al lavoro a distanza, senza alcun contatto durante la realizzazione del progetto. L’equilibrio precario, che cambia ogni frame tra due sequenze video riprodotte dal vivo. La fragilità, il rischio risultante dalla giustapposizione di queste quattro opere (due tracce video, due tracce audio). Man & Woman discute l’energia della complicità, la complessità del “vivere con” che è spesso sostituita dal “vivere per”. L’energia distribuita e condivisa nei nostri rapporti con gli altri, presente anche nella proposta creativa, se consideriamo l’equazione arte=umanità. Pascal Caparros vive e lavora a Lione e collabora con il collettivo LE MATRICE come visualdesigner.


Video

SPin

*2012

*Come Associarsi

VideoSpin2012 DVD Omaggio allegato alla tessera associativa 2012 * * Il costo della tessara associativa è di €30.00 (come da tesseramento ordinario) **Il tesseramento si effettua presso lo spazio [.BOX] di Via Confalonieri 11 Milano oppure ONLINE compilando il form sul sito di Visualcontainer www.visualcontainer.org in questo caso saranno addebitate le spese di spedizione della tessera e del DVD pari a € 5,20 - Costo finale della tessera + DVD € 35,20 - per spedizioni in Italia Per il tesseramento Online è necessario fare un Bonifico anticipato su c/c intestato a: VISUALCONTAINER, presso Banca Prossima: Causale: Contributo associativo Anno... IBAN IT65 S033 5901 6001 0000 0016 006 *** Per infomazioni scrivere a: amministrazione@visualcontainer.org


Video

SPin

*2012

Barbara Brugola Silvia Camporesi Pascal Caparros

DVD Vol.1 - 2012 Tiratura 1/100 Allegato OMAGGIO alla tessera Associativa

Visualcontainer 2008 - 2012Š - DVD Omaggio, non commerciabile - all rights reservedŠ

Videospinvol 1 ita  

VideoSpin DVD Vol.1 - 2012 PAL DVD edition 100 Digipack content in English Artists:Pascal Caparros, Barbara Brugola, Silvia Camporesi FREE M...