Page 1

Museo delle Tombe Reali di Sipán

Quando visiti il Perù, troverai sempre un Perù Millenario, un Perù Naturale, un Perù di Cultura Viva, un Perù di Avventura, un Perù Affascinante e un Perù Attuale; tante facce diverse di uno stesso paese in ogni destinazione. Percorrere la costa nord del Perù è una magnifica opportunità per viverle tutte.

L’architettura è di evidente influenza spagnola in città come Trujillo, dove sono presenti numerose chiese, tenute agricole, strade lastricate, caseggiati coloniali e repubblicani. Alcuni dei più importanti musei del Perù si trovano a Trujillo, molti dei quali di particolare interesse, come il

Avventura

Millenario

Il tutto rende la Ruta Moche un’esperienza di viaggio unica in America. Goditela con tutti i sensi!

Alex Bryce

Michael Tweedle

Conoscere tre moderni musei del Perù: il Museo delle Tombe Reali di Sipán, il Museo Nazionale di Sicán e il Museo di Archeologia ed Etnografia Brüning (Lambayeque).

Visitare Chan Chan, la più estesa città di fango del mondo preispanico, oltre alle numerose Huacas sacre e alle Piramidi precolombiane.

Naturale

Affascinante

Osservare gli uccelli endemici e i colibrì a Huamachuco (Trujillo), nei boschi di Chaparrí o nel rifugio di vita silvestre di Laquipampa (Lambayeque).

José Cáceres

Cavalcare l’onda sinistra più lunga del mondo (2 km / 1,2 miglia), sulla spiaggia di Puerto Chicama, a Malabrigo (La Libertad).

Gustare la deliziosa gastronomia lambayecana, elaborata con tecniche ancestrali, come il zapallo loche e la chicha de jora, o i rinomati piatti di mare sulla spiaggia di Huanchaco (Trujillo).

�Le antiche civiltà della costa nord Gli attuali dipartimenti di Lambayeque e La Libertad furono la culla di tre grandi civiltà precolombiane che occuparono questa regione in diversi periodi. La cultura Moche si sviluppò nell’omonima valle lungo la costa di La Libertad tra il 200 e 800 d.C., mille anni prima dell’impero Inca. Da essa derivarono due culture: Lambayeque o Sicán, tra il 900 e il 1100 d.C., il cui dominio si estese principalmente nella regione dell’attuale dipartimento di Lambayeque; e la cultura Chimù, sviluppatasi tra il 1100 e il 1470 d.C., occupando la stessa zona dei Moche. Sebbene la costa peruviana sia segnata da una lunga frangia

desertica, il mondo moche riuscì ad espandersi approfittando in particolare della presenza di valli che permettevano l’accesso all’acqua e della vicinanza del mare che offriva diverse risorse. Le principali valli in cui si svilupparono queste culture sono: 1. La valle di Moche Fu il centro di governo della cultura Moche o mochica. Spiccano qui la Huaca del Sol, la Huaca de la Luna e la Huaca Arco Iris. Successivamente fu il centro di sviluppo della cultura Chimú, la cui capitale, Chan Chan, è considerata la città di fango più grande dell’America preispanica.

2. La valle di Chicama Notevoli sono le Huaca El Brujo, Cao, Huaca Prieta e la mummia tatuata della signora di Cao, prima reggente donna scoperta nella storia dell’antico Perù. 3. La valle di Lambayeque Qui si trova il centro cerimoniale Huaca Rajada, appartenente al signore di Sipán, il regnante più potente dell’impero moche la cui tomba è considerata il sito archeologico più ricco dell’America. In questa valle si trovano anche le piramidi di Túcume, tra le quali spicca la piramide più grande del Sud America. 4. La valle di Pómac Venti piramidi risalenti al regno del signore di Sicán si trovano dentro il Santuario Storico del Bosco di Pómac, un ecosistema di bosco secco che serve da rifugio naturale per carrubi e varie specie di

animali come la pava aliblanca, l’orso dagli occhiali, il gatto selvatico o il formichiere, oltre a pappagalli, civette e colibrì.

Christian Jara

La Ruta Moche

Palazzi e signori delle valli del nord del Perù

Orsetto dagli occhiali, Bosco di Pómac

peru.travel

Daniel Silva

Alex Bryce

La gastronomia di questa regione è considerata una delle migliori del Perù, con ricette centenarie preparate con ingredienti naturali e variegati.

Assistere al Concorso Nazionale di Marinera, ballo tradizionale peruviano, e alla Sfilata dei Cavalli di Passo Peruviani, razza oriunda del Perù (La Libertad).

Museo del giocattolo, il Museo di Arte Moderna e il Museo dell’Università Nazionale di Trujillo. Le sue spiagge sono il luogo ideale per pescatori e surfisti. A Trujillo, Puerto Chicama vanta l’onda sinistra più lunga al mondo, e ad Huanchaco corrono onde per giovani surfisti e pescatori nei loro tradizionali “caballitos de totora” (“cavallini di canne”). A Chiclayo, la spiaggia Pimentel combina l’attrattività delle sue onde con ottimi ristoranti che preparano deliziosi piatti a base di pesce e frutti di mare.

Renzo Tasso

Daniel Silva

Michael Tweedle

Scopri le meraviglie della Ruta Moche

La Ruta Moche riunisce le principali attrattive archeologiche, naturali, culturali e paesaggistiche dei dipartimenti costieri di Lambayeque e La Libertad, in un percorso che combina a ricchezza di alcune delle più importanti civiltà precolombiane -Moche, Chimú e Sicán-, con il meglio del mondo moderno.

Attuale

Alex Bryce

Cultura Viva

Un viaggio da gustare con tutti i sensi

peru.travel

Complesso Archeologico El Brujo

Huaca Rajada - Sipán

<Esperienze uniche

Heinz Plenge

La Ruta Moche

Playa Pimentel


Quattro circuiti, un’infinità di esperienze

Riserva Ecologica Privata Chaparri

Ferreñafe

Chongoyape

Lambayeque

CHICLAYO

I circuiti

Sipán Huaca Rajada

Reque

1 Alla scoperta della signora di Cao: Trujillo ed El Brujo.

Cayalti Zaña

Pto. Eten

Signora di Cao. Donna della nobiltà moche che si presume governò la valle di Chicama 1700 anni fa. La sua tomba fu trovata in perfetto stato di conservazione nel Complesso El Brujo. [1]

Motupe

CAJAMARCA

Walter Silvera

Legenda

Cittadella di Chan Chan

In molti di questi edifici è possibile osservare ancora oggi i colori ocra, rosso, giallo e blu ottenuti grazie a vegetali e minerali che si incollavano alle pareti usando la resina del cactus San Pedro, uno psicoattivo utilizzato dai Moche e

Aníbal Solimano

Magalí Del Solar

Corredo funebre del Signore di Sicán

Questi complessi architettonici includevano anche grandi piazze e costruzioni minori destinate alle attività delle classi sociali più basse. Il mattone crudo di argilla, fu la loro materia prima principale, completata da elementi di origine vegetale usati per i tetti, i raccordi e le armature.

fino ai giorni nostri dalle correnti di curanderismo del nord del Perù. Le tombe ritrovate sono la testimonianza della credenza in una vita ultraterrena a cui bisognava accedere accompagnati da utensili, ornamenti, membri della propria famiglia e guardie. In queste tombe,

Circuiti

1. ALLA SCOPERTA DELLA SIGNORA DI CAO Trujillo ed El Brujo.

2. I SIGNORI DEL NORD

Trujillo, Huacas del Sol e de la Luna, Huaca del Dragón o dell’Arco Iris, Chan Chan e Huanchaco.

3. I MOCHE E I LORO MISTERI

Chiclayo, Tombe Reali, Huaca Rajada e Túcume.

Cittadella di Chan Chan. Considerata la più grande città di fango dell’America preispanica. Capitale della cultura Chimú, fu dichiarata Patrimonio Culturale dell’Umanità dall’UNESCO (1986).

LA LIBERTAD Chocope

El Brujo Museo Cao

Magdalena de Cao Santiago de Cao

Huanchaco

TRUJILLO

Chan Chan

Huacas del Sol e de la Luna

Museo de Sitio

4. IMPERO MOCHE E L’EL DORADO DI SICÁN Chiclayo, Túcume, Tombe Reali e Pómac.

Museo Huacas de Moche

Museo delle Tombe Reali di Sipán

tipiche di una élite politica, religiosa e militare, sono state trovate offerte in oro, argento e rame, oggetti in tessuto, legno e ceramica che riflettono lo splendore e il potere di queste potenti classi sociali del regno Moche.

Salaverry

Inca

Antichi Regni del Perù

1

Huaca del Dragón, Chan Chan, Huanchaco.

Malabrigo

Chachapoya Lambayeque

Chavín

Chimú

Moche

Caral

Tiahuanaco e Wari 400

200 100 a.C

0 100 200 d.C

400

600

800

1000

1200

1400

Huacas del Sol e de la Luna. Complesso archeologico della cultura Moche. La Huaca del Sol, con i suoi 43 metri (141 piedi) di altezza, è considerata la più grande del Perù. La Huaca de la Luna è famosa per le sue abbaglianti mura policrome. [2] Huaca del Dragón o dell’Arco Iris. Piramide di mattoni crudi che risale a circa 1.100 anni fa, con pareti decorate in altorilievo con rappresentazioni zoomorfe e antropomorfe. Notevole è un essere bicefalo dalle innumerevoli zampe, simile a un Dragón. [3]

Tombe Reali, Pómac.

Huaca Rajada – Sipán. Nel 1987 fu scoperta qui una tomba con i resti intatti e finemente decorati in oro di un alto dignitario moche: il Signore di Sipán. Questi oggetti d’oro, d’argento e di rame possono essere ammirati nel Museo delle Tombe Reali di Sipán. Museo delle Tombe Reali di Sipán. Contiene la collezione di oggetti d’oro, argento e rame provenienti dalla tomba del Signore di Sipán. [4]

2 I Signori del Nord: Trujillo, Huacas del Sol e de la Luna,

a Ruta Moche

ICO CIF PA

La loro ceramica è considerata la migliore dell’America e, insieme all’impressionante arte muraria

I Moche edificarono una serie di huacas o piramidi tronche in cui si svolgevano cerimonie religiose, politiche e amministrative. Tali costruzioni arrivarono ad essere gli edifici di fango più grandi dell’epoca precolombiana.

Pacasmayo

NO

Questa civiltà dimostrò importanti conoscenze tecniche e artistiche. Furono grandi navigatori che solcarono i mari su imbarcazioni note come “caballitos de totora” (“cavallini di canne”), ancora oggi utilizzate dai pescatori della regione. Dominavano inoltre diverse tecniche tessili utilizzando molte varietà di cotone nativo e, grazie alle attività metallurgiche, elaborarono oggetti cerimoniali di rame, oro e argento.

<Templi e palazzi di fango

EA

che svilupparono, costituisce l’inestimabile memoriale grafico di quella che fu la loro società, grazie alla rappresentazione di diverse scene della vita quotidiana, delle pratiche sessuali e sanitarie, di sacrifici, ritratti di personaggi ed esseri mitologici, molti dei quali decorati con collane e ornamenti per il naso, le orecchie e i capelli.

Complesso Archeologico El Brujo. Ubicato nella valle di Chicama, questo complesso archeologico è costituito da diverse piramidi di mattoni crudi decorati con fregi e murales, dove i mochicas plasmarono dei loro mondo magico religioso attraverso una policroma iconografia.

OC

I Moche formarono uno stato teocratico diviso in diverse classi sociali. I sacerdoti e gli alti militari stavano in cima alla piramide sociale e potevano arrivare ad avere carattere di divinità; più in basso venivano gli artigiani e i commercianti, quindi i pescatori e gli agricoltori.

Sito Archeologico Huaca Museo Alloggi Ristoranti Ufficio di iPerù Boschi Surf Aeroporto Porto

Daniel Silva

Monsefú

4 Impero Moche e l’El Dorado di Sicán: Chiclayo, Túcume,

Sono quattro i percorsi tracciati per trarre il massimo da un solo viaggio attraverso la Ruta Moche. Sono proposte qui solo alcune delle principali attrattive che è possibile visitare in ciascuno di essi.

Ruta Moche

Pomalca

Pimentel

Rajada, Túcume.

Archivio di Promperú

Pitipo

Tombe Reali Museo Brüning

3 I Moche e i loro misteri: Chiclayo, Tombe Reali, Huaca

2

3

Túcume. Le sue origini risalgono al 1100 d.C. È conosciuta anche come la Valle delle Piramidi, poiché presenta 26 piramidi la cui costruzione si stima abbia avuto luogo circa 500 anni fa. [5]

4 Alejandro Balaguer

Santuario storico Bosco di Pómac

Santuario Storico del Bosco di Pómac. Questo bosco secco protegge la formazione naturale di carrubo più importante del paese e ospita le piramidi di Batán Grande. Nel suo habitat è stata reintrodotta la pava aliblanca, un uccello in via di estinzione. Batán Grande. Complesso di piramidi di mattone crudo appartenenti alla cultura Sicán. Qui, negli anni ’30, è stata ritrovata una serie di oggetti d’oro, come il millenario Tumi (coltello cerimoniale) e la “Maschera dagli occhi a mandorla” e, nel 1991, la tomba del Signore di Sicán. Il complesso si trova all’interno del Santuario Storico Bosco di Pómac. [6] Museo di Archeologia ed Etnografia Brüning. La collezione ospitata da questo museo è un compendio delle culture precolombiane del nord peruviano, osservate attraverso le ricerche del viaggiatore Enrique Brüning.

5

Mayu Mohanna

Illimo Museo de Sitio Túcume Túcume

Daniel Silva

LAMBAYEQUE

Magalí Del Solar

Un mondo di divinità, scienza e arte

6

Museo Nazionale di Sicán (Ferreñafe). Sono esposti qui gli oggetti ritrovati negli scavi archeologici di Batán Grande, così come le sepolture e le mummie di personaggi illustri e copie degli oggetti della cultura Sicán.


Quattro circuiti, un’infinità di esperienze

Riserva Ecologica Privata Chaparri

Ferreñafe

Chongoyape

Lambayeque

CHICLAYO

I circuiti

Sipán Huaca Rajada

Reque

1 Alla scoperta della signora di Cao: Trujillo ed El Brujo.

Cayalti Zaña

Pto. Eten

Signora di Cao. Donna della nobiltà moche che si presume governò la valle di Chicama 1700 anni fa. La sua tomba fu trovata in perfetto stato di conservazione nel Complesso El Brujo. [1]

Motupe

CAJAMARCA

Walter Silvera

Legenda

Cittadella di Chan Chan

In molti di questi edifici è possibile osservare ancora oggi i colori ocra, rosso, giallo e blu ottenuti grazie a vegetali e minerali che si incollavano alle pareti usando la resina del cactus San Pedro, uno psicoattivo utilizzato dai Moche e

Aníbal Solimano

Magalí Del Solar

Corredo funebre del Signore di Sicán

Questi complessi architettonici includevano anche grandi piazze e costruzioni minori destinate alle attività delle classi sociali più basse. Il mattone crudo di argilla, fu la loro materia prima principale, completata da elementi di origine vegetale usati per i tetti, i raccordi e le armature.

fino ai giorni nostri dalle correnti di curanderismo del nord del Perù. Le tombe ritrovate sono la testimonianza della credenza in una vita ultraterrena a cui bisognava accedere accompagnati da utensili, ornamenti, membri della propria famiglia e guardie. In queste tombe,

Circuiti

1. ALLA SCOPERTA DELLA SIGNORA DI CAO Trujillo ed El Brujo.

2. I SIGNORI DEL NORD

Trujillo, Huacas del Sol e de la Luna, Huaca del Dragón o dell’Arco Iris, Chan Chan e Huanchaco.

3. I MOCHE E I LORO MISTERI

Chiclayo, Tombe Reali, Huaca Rajada e Túcume.

Cittadella di Chan Chan. Considerata la più grande città di fango dell’America preispanica. Capitale della cultura Chimú, fu dichiarata Patrimonio Culturale dell’Umanità dall’UNESCO (1986).

LA LIBERTAD Chocope

El Brujo Museo Cao

Magdalena de Cao Santiago de Cao

Huanchaco

TRUJILLO

Chan Chan

Huacas del Sol e de la Luna

Museo de Sitio

4. IMPERO MOCHE E L’EL DORADO DI SICÁN Chiclayo, Túcume, Tombe Reali e Pómac.

Museo Huacas de Moche

Museo delle Tombe Reali di Sipán

tipiche di una élite politica, religiosa e militare, sono state trovate offerte in oro, argento e rame, oggetti in tessuto, legno e ceramica che riflettono lo splendore e il potere di queste potenti classi sociali del regno Moche.

Salaverry

Inca

Antichi Regni del Perù

1

Huaca del Dragón, Chan Chan, Huanchaco.

Malabrigo

Chachapoya Lambayeque

Chavín

Chimú

Moche

Caral

Tiahuanaco e Wari 400

200 100 a.C

0 100 200 d.C

400

600

800

1000

1200

1400

Huacas del Sol e de la Luna. Complesso archeologico della cultura Moche. La Huaca del Sol, con i suoi 43 metri (141 piedi) di altezza, è considerata la più grande del Perù. La Huaca de la Luna è famosa per le sue abbaglianti mura policrome. [2] Huaca del Dragón o dell’Arco Iris. Piramide di mattoni crudi che risale a circa 1.100 anni fa, con pareti decorate in altorilievo con rappresentazioni zoomorfe e antropomorfe. Notevole è un essere bicefalo dalle innumerevoli zampe, simile a un Dragón. [3]

Tombe Reali, Pómac.

Huaca Rajada – Sipán. Nel 1987 fu scoperta qui una tomba con i resti intatti e finemente decorati in oro di un alto dignitario moche: il Signore di Sipán. Questi oggetti d’oro, d’argento e di rame possono essere ammirati nel Museo delle Tombe Reali di Sipán. Museo delle Tombe Reali di Sipán. Contiene la collezione di oggetti d’oro, argento e rame provenienti dalla tomba del Signore di Sipán. [4]

2 I Signori del Nord: Trujillo, Huacas del Sol e de la Luna,

a Ruta Moche

ICO CIF PA

La loro ceramica è considerata la migliore dell’America e, insieme all’impressionante arte muraria

I Moche edificarono una serie di huacas o piramidi tronche in cui si svolgevano cerimonie religiose, politiche e amministrative. Tali costruzioni arrivarono ad essere gli edifici di fango più grandi dell’epoca precolombiana.

Pacasmayo

NO

Questa civiltà dimostrò importanti conoscenze tecniche e artistiche. Furono grandi navigatori che solcarono i mari su imbarcazioni note come “caballitos de totora” (“cavallini di canne”), ancora oggi utilizzate dai pescatori della regione. Dominavano inoltre diverse tecniche tessili utilizzando molte varietà di cotone nativo e, grazie alle attività metallurgiche, elaborarono oggetti cerimoniali di rame, oro e argento.

<Templi e palazzi di fango

EA

che svilupparono, costituisce l’inestimabile memoriale grafico di quella che fu la loro società, grazie alla rappresentazione di diverse scene della vita quotidiana, delle pratiche sessuali e sanitarie, di sacrifici, ritratti di personaggi ed esseri mitologici, molti dei quali decorati con collane e ornamenti per il naso, le orecchie e i capelli.

Complesso Archeologico El Brujo. Ubicato nella valle di Chicama, questo complesso archeologico è costituito da diverse piramidi di mattoni crudi decorati con fregi e murales, dove i mochicas plasmarono dei loro mondo magico religioso attraverso una policroma iconografia.

OC

I Moche formarono uno stato teocratico diviso in diverse classi sociali. I sacerdoti e gli alti militari stavano in cima alla piramide sociale e potevano arrivare ad avere carattere di divinità; più in basso venivano gli artigiani e i commercianti, quindi i pescatori e gli agricoltori.

Sito Archeologico Huaca Museo Alloggi Ristoranti Ufficio di iPerù Boschi Surf Aeroporto Porto

Daniel Silva

Monsefú

4 Impero Moche e l’El Dorado di Sicán: Chiclayo, Túcume,

Sono quattro i percorsi tracciati per trarre il massimo da un solo viaggio attraverso la Ruta Moche. Sono proposte qui solo alcune delle principali attrattive che è possibile visitare in ciascuno di essi.

Ruta Moche

Pomalca

Pimentel

Rajada, Túcume.

Archivio di Promperú

Pitipo

Tombe Reali Museo Brüning

3 I Moche e i loro misteri: Chiclayo, Tombe Reali, Huaca

2

3

Túcume. Le sue origini risalgono al 1100 d.C. È conosciuta anche come la Valle delle Piramidi, poiché presenta 26 piramidi la cui costruzione si stima abbia avuto luogo circa 500 anni fa. [5]

4 Alejandro Balaguer

Santuario storico Bosco di Pómac

Santuario Storico del Bosco di Pómac. Questo bosco secco protegge la formazione naturale di carrubo più importante del paese e ospita le piramidi di Batán Grande. Nel suo habitat è stata reintrodotta la pava aliblanca, un uccello in via di estinzione. Batán Grande. Complesso di piramidi di mattone crudo appartenenti alla cultura Sicán. Qui, negli anni ’30, è stata ritrovata una serie di oggetti d’oro, come il millenario Tumi (coltello cerimoniale) e la “Maschera dagli occhi a mandorla” e, nel 1991, la tomba del Signore di Sicán. Il complesso si trova all’interno del Santuario Storico Bosco di Pómac. [6] Museo di Archeologia ed Etnografia Brüning. La collezione ospitata da questo museo è un compendio delle culture precolombiane del nord peruviano, osservate attraverso le ricerche del viaggiatore Enrique Brüning.

5

Mayu Mohanna

Illimo Museo de Sitio Túcume Túcume

Daniel Silva

LAMBAYEQUE

Magalí Del Solar

Un mondo di divinità, scienza e arte

6

Museo Nazionale di Sicán (Ferreñafe). Sono esposti qui gli oggetti ritrovati negli scavi archeologici di Batán Grande, così come le sepolture e le mummie di personaggi illustri e copie degli oggetti della cultura Sicán.


Quattro circuiti, un’infinità di esperienze

Riserva Ecologica Privata Chaparri

Ferreñafe

Chongoyape

Lambayeque

CHICLAYO

I circuiti

Sipán Huaca Rajada

Reque

1 Alla scoperta della signora di Cao: Trujillo ed El Brujo.

Cayalti Zaña

Pto. Eten

Signora di Cao. Donna della nobiltà moche che si presume governò la valle di Chicama 1700 anni fa. La sua tomba fu trovata in perfetto stato di conservazione nel Complesso El Brujo. [1]

Motupe

CAJAMARCA

Walter Silvera

Legenda

Cittadella di Chan Chan

In molti di questi edifici è possibile osservare ancora oggi i colori ocra, rosso, giallo e blu ottenuti grazie a vegetali e minerali che si incollavano alle pareti usando la resina del cactus San Pedro, uno psicoattivo utilizzato dai Moche e

Aníbal Solimano

Magalí Del Solar

Corredo funebre del Signore di Sicán

Questi complessi architettonici includevano anche grandi piazze e costruzioni minori destinate alle attività delle classi sociali più basse. Il mattone crudo di argilla, fu la loro materia prima principale, completata da elementi di origine vegetale usati per i tetti, i raccordi e le armature.

fino ai giorni nostri dalle correnti di curanderismo del nord del Perù. Le tombe ritrovate sono la testimonianza della credenza in una vita ultraterrena a cui bisognava accedere accompagnati da utensili, ornamenti, membri della propria famiglia e guardie. In queste tombe,

Circuiti

1. ALLA SCOPERTA DELLA SIGNORA DI CAO Trujillo ed El Brujo.

2. I SIGNORI DEL NORD

Trujillo, Huacas del Sol e de la Luna, Huaca del Dragón o dell’Arco Iris, Chan Chan e Huanchaco.

3. I MOCHE E I LORO MISTERI

Chiclayo, Tombe Reali, Huaca Rajada e Túcume.

Cittadella di Chan Chan. Considerata la più grande città di fango dell’America preispanica. Capitale della cultura Chimú, fu dichiarata Patrimonio Culturale dell’Umanità dall’UNESCO (1986).

LA LIBERTAD Chocope

El Brujo Museo Cao

Magdalena de Cao Santiago de Cao

Huanchaco

TRUJILLO

Chan Chan

Huacas del Sol e de la Luna

Museo de Sitio

4. IMPERO MOCHE E L’EL DORADO DI SICÁN Chiclayo, Túcume, Tombe Reali e Pómac.

Museo Huacas de Moche

Museo delle Tombe Reali di Sipán

tipiche di una élite politica, religiosa e militare, sono state trovate offerte in oro, argento e rame, oggetti in tessuto, legno e ceramica che riflettono lo splendore e il potere di queste potenti classi sociali del regno Moche.

Salaverry

Inca

Antichi Regni del Perù

1

Huaca del Dragón, Chan Chan, Huanchaco.

Malabrigo

Chachapoya Lambayeque

Chavín

Chimú

Moche

Caral

Tiahuanaco e Wari 400

200 100 a.C

0 100 200 d.C

400

600

800

1000

1200

1400

Huacas del Sol e de la Luna. Complesso archeologico della cultura Moche. La Huaca del Sol, con i suoi 43 metri (141 piedi) di altezza, è considerata la più grande del Perù. La Huaca de la Luna è famosa per le sue abbaglianti mura policrome. [2] Huaca del Dragón o dell’Arco Iris. Piramide di mattoni crudi che risale a circa 1.100 anni fa, con pareti decorate in altorilievo con rappresentazioni zoomorfe e antropomorfe. Notevole è un essere bicefalo dalle innumerevoli zampe, simile a un Dragón. [3]

Tombe Reali, Pómac.

Huaca Rajada – Sipán. Nel 1987 fu scoperta qui una tomba con i resti intatti e finemente decorati in oro di un alto dignitario moche: il Signore di Sipán. Questi oggetti d’oro, d’argento e di rame possono essere ammirati nel Museo delle Tombe Reali di Sipán. Museo delle Tombe Reali di Sipán. Contiene la collezione di oggetti d’oro, argento e rame provenienti dalla tomba del Signore di Sipán. [4]

2 I Signori del Nord: Trujillo, Huacas del Sol e de la Luna,

a Ruta Moche

ICO CIF PA

La loro ceramica è considerata la migliore dell’America e, insieme all’impressionante arte muraria

I Moche edificarono una serie di huacas o piramidi tronche in cui si svolgevano cerimonie religiose, politiche e amministrative. Tali costruzioni arrivarono ad essere gli edifici di fango più grandi dell’epoca precolombiana.

Pacasmayo

NO

Questa civiltà dimostrò importanti conoscenze tecniche e artistiche. Furono grandi navigatori che solcarono i mari su imbarcazioni note come “caballitos de totora” (“cavallini di canne”), ancora oggi utilizzate dai pescatori della regione. Dominavano inoltre diverse tecniche tessili utilizzando molte varietà di cotone nativo e, grazie alle attività metallurgiche, elaborarono oggetti cerimoniali di rame, oro e argento.

<Templi e palazzi di fango

EA

che svilupparono, costituisce l’inestimabile memoriale grafico di quella che fu la loro società, grazie alla rappresentazione di diverse scene della vita quotidiana, delle pratiche sessuali e sanitarie, di sacrifici, ritratti di personaggi ed esseri mitologici, molti dei quali decorati con collane e ornamenti per il naso, le orecchie e i capelli.

Complesso Archeologico El Brujo. Ubicato nella valle di Chicama, questo complesso archeologico è costituito da diverse piramidi di mattoni crudi decorati con fregi e murales, dove i mochicas plasmarono dei loro mondo magico religioso attraverso una policroma iconografia.

OC

I Moche formarono uno stato teocratico diviso in diverse classi sociali. I sacerdoti e gli alti militari stavano in cima alla piramide sociale e potevano arrivare ad avere carattere di divinità; più in basso venivano gli artigiani e i commercianti, quindi i pescatori e gli agricoltori.

Sito Archeologico Huaca Museo Alloggi Ristoranti Ufficio di iPerù Boschi Surf Aeroporto Porto

Daniel Silva

Monsefú

4 Impero Moche e l’El Dorado di Sicán: Chiclayo, Túcume,

Sono quattro i percorsi tracciati per trarre il massimo da un solo viaggio attraverso la Ruta Moche. Sono proposte qui solo alcune delle principali attrattive che è possibile visitare in ciascuno di essi.

Ruta Moche

Pomalca

Pimentel

Rajada, Túcume.

Archivio di Promperú

Pitipo

Tombe Reali Museo Brüning

3 I Moche e i loro misteri: Chiclayo, Tombe Reali, Huaca

2

3

Túcume. Le sue origini risalgono al 1100 d.C. È conosciuta anche come la Valle delle Piramidi, poiché presenta 26 piramidi la cui costruzione si stima abbia avuto luogo circa 500 anni fa. [5]

4 Alejandro Balaguer

Santuario storico Bosco di Pómac

Santuario Storico del Bosco di Pómac. Questo bosco secco protegge la formazione naturale di carrubo più importante del paese e ospita le piramidi di Batán Grande. Nel suo habitat è stata reintrodotta la pava aliblanca, un uccello in via di estinzione. Batán Grande. Complesso di piramidi di mattone crudo appartenenti alla cultura Sicán. Qui, negli anni ’30, è stata ritrovata una serie di oggetti d’oro, come il millenario Tumi (coltello cerimoniale) e la “Maschera dagli occhi a mandorla” e, nel 1991, la tomba del Signore di Sicán. Il complesso si trova all’interno del Santuario Storico Bosco di Pómac. [6] Museo di Archeologia ed Etnografia Brüning. La collezione ospitata da questo museo è un compendio delle culture precolombiane del nord peruviano, osservate attraverso le ricerche del viaggiatore Enrique Brüning.

5

Mayu Mohanna

Illimo Museo de Sitio Túcume Túcume

Daniel Silva

LAMBAYEQUE

Magalí Del Solar

Un mondo di divinità, scienza e arte

6

Museo Nazionale di Sicán (Ferreñafe). Sono esposti qui gli oggetti ritrovati negli scavi archeologici di Batán Grande, così come le sepolture e le mummie di personaggi illustri e copie degli oggetti della cultura Sicán.


Quattro circuiti, un’infinità di esperienze

Riserva Ecologica Privata Chaparri

Ferreñafe

Chongoyape

Lambayeque

CHICLAYO

I circuiti

Sipán Huaca Rajada

Reque

1 Alla scoperta della signora di Cao: Trujillo ed El Brujo.

Cayalti Zaña

Pto. Eten

Signora di Cao. Donna della nobiltà moche che si presume governò la valle di Chicama 1700 anni fa. La sua tomba fu trovata in perfetto stato di conservazione nel Complesso El Brujo. [1]

Motupe

CAJAMARCA

Walter Silvera

Legenda

Cittadella di Chan Chan

In molti di questi edifici è possibile osservare ancora oggi i colori ocra, rosso, giallo e blu ottenuti grazie a vegetali e minerali che si incollavano alle pareti usando la resina del cactus San Pedro, uno psicoattivo utilizzato dai Moche e

Aníbal Solimano

Magalí Del Solar

Corredo funebre del Signore di Sicán

Questi complessi architettonici includevano anche grandi piazze e costruzioni minori destinate alle attività delle classi sociali più basse. Il mattone crudo di argilla, fu la loro materia prima principale, completata da elementi di origine vegetale usati per i tetti, i raccordi e le armature.

fino ai giorni nostri dalle correnti di curanderismo del nord del Perù. Le tombe ritrovate sono la testimonianza della credenza in una vita ultraterrena a cui bisognava accedere accompagnati da utensili, ornamenti, membri della propria famiglia e guardie. In queste tombe,

Circuiti

1. ALLA SCOPERTA DELLA SIGNORA DI CAO Trujillo ed El Brujo.

2. I SIGNORI DEL NORD

Trujillo, Huacas del Sol e de la Luna, Huaca del Dragón o dell’Arco Iris, Chan Chan e Huanchaco.

3. I MOCHE E I LORO MISTERI

Chiclayo, Tombe Reali, Huaca Rajada e Túcume.

Cittadella di Chan Chan. Considerata la più grande città di fango dell’America preispanica. Capitale della cultura Chimú, fu dichiarata Patrimonio Culturale dell’Umanità dall’UNESCO (1986).

LA LIBERTAD Chocope

El Brujo Museo Cao

Magdalena de Cao Santiago de Cao

Huanchaco

TRUJILLO

Chan Chan

Huacas del Sol e de la Luna

Museo de Sitio

4. IMPERO MOCHE E L’EL DORADO DI SICÁN Chiclayo, Túcume, Tombe Reali e Pómac.

Museo Huacas de Moche

Museo delle Tombe Reali di Sipán

tipiche di una élite politica, religiosa e militare, sono state trovate offerte in oro, argento e rame, oggetti in tessuto, legno e ceramica che riflettono lo splendore e il potere di queste potenti classi sociali del regno Moche.

Salaverry

Inca

Antichi Regni del Perù

1

Huaca del Dragón, Chan Chan, Huanchaco.

Malabrigo

Chachapoya Lambayeque

Chavín

Chimú

Moche

Caral

Tiahuanaco e Wari 400

200 100 a.C

0 100 200 d.C

400

600

800

1000

1200

1400

Huacas del Sol e de la Luna. Complesso archeologico della cultura Moche. La Huaca del Sol, con i suoi 43 metri (141 piedi) di altezza, è considerata la più grande del Perù. La Huaca de la Luna è famosa per le sue abbaglianti mura policrome. [2] Huaca del Dragón o dell’Arco Iris. Piramide di mattoni crudi che risale a circa 1.100 anni fa, con pareti decorate in altorilievo con rappresentazioni zoomorfe e antropomorfe. Notevole è un essere bicefalo dalle innumerevoli zampe, simile a un Dragón. [3]

Tombe Reali, Pómac.

Huaca Rajada – Sipán. Nel 1987 fu scoperta qui una tomba con i resti intatti e finemente decorati in oro di un alto dignitario moche: il Signore di Sipán. Questi oggetti d’oro, d’argento e di rame possono essere ammirati nel Museo delle Tombe Reali di Sipán. Museo delle Tombe Reali di Sipán. Contiene la collezione di oggetti d’oro, argento e rame provenienti dalla tomba del Signore di Sipán. [4]

2 I Signori del Nord: Trujillo, Huacas del Sol e de la Luna,

a Ruta Moche

ICO CIF PA

La loro ceramica è considerata la migliore dell’America e, insieme all’impressionante arte muraria

I Moche edificarono una serie di huacas o piramidi tronche in cui si svolgevano cerimonie religiose, politiche e amministrative. Tali costruzioni arrivarono ad essere gli edifici di fango più grandi dell’epoca precolombiana.

Pacasmayo

NO

Questa civiltà dimostrò importanti conoscenze tecniche e artistiche. Furono grandi navigatori che solcarono i mari su imbarcazioni note come “caballitos de totora” (“cavallini di canne”), ancora oggi utilizzate dai pescatori della regione. Dominavano inoltre diverse tecniche tessili utilizzando molte varietà di cotone nativo e, grazie alle attività metallurgiche, elaborarono oggetti cerimoniali di rame, oro e argento.

<Templi e palazzi di fango

EA

che svilupparono, costituisce l’inestimabile memoriale grafico di quella che fu la loro società, grazie alla rappresentazione di diverse scene della vita quotidiana, delle pratiche sessuali e sanitarie, di sacrifici, ritratti di personaggi ed esseri mitologici, molti dei quali decorati con collane e ornamenti per il naso, le orecchie e i capelli.

Complesso Archeologico El Brujo. Ubicato nella valle di Chicama, questo complesso archeologico è costituito da diverse piramidi di mattoni crudi decorati con fregi e murales, dove i mochicas plasmarono dei loro mondo magico religioso attraverso una policroma iconografia.

OC

I Moche formarono uno stato teocratico diviso in diverse classi sociali. I sacerdoti e gli alti militari stavano in cima alla piramide sociale e potevano arrivare ad avere carattere di divinità; più in basso venivano gli artigiani e i commercianti, quindi i pescatori e gli agricoltori.

Sito Archeologico Huaca Museo Alloggi Ristoranti Ufficio di iPerù Boschi Surf Aeroporto Porto

Daniel Silva

Monsefú

4 Impero Moche e l’El Dorado di Sicán: Chiclayo, Túcume,

Sono quattro i percorsi tracciati per trarre il massimo da un solo viaggio attraverso la Ruta Moche. Sono proposte qui solo alcune delle principali attrattive che è possibile visitare in ciascuno di essi.

Ruta Moche

Pomalca

Pimentel

Rajada, Túcume.

Archivio di Promperú

Pitipo

Tombe Reali Museo Brüning

3 I Moche e i loro misteri: Chiclayo, Tombe Reali, Huaca

2

3

Túcume. Le sue origini risalgono al 1100 d.C. È conosciuta anche come la Valle delle Piramidi, poiché presenta 26 piramidi la cui costruzione si stima abbia avuto luogo circa 500 anni fa. [5]

4 Alejandro Balaguer

Santuario storico Bosco di Pómac

Santuario Storico del Bosco di Pómac. Questo bosco secco protegge la formazione naturale di carrubo più importante del paese e ospita le piramidi di Batán Grande. Nel suo habitat è stata reintrodotta la pava aliblanca, un uccello in via di estinzione. Batán Grande. Complesso di piramidi di mattone crudo appartenenti alla cultura Sicán. Qui, negli anni ’30, è stata ritrovata una serie di oggetti d’oro, come il millenario Tumi (coltello cerimoniale) e la “Maschera dagli occhi a mandorla” e, nel 1991, la tomba del Signore di Sicán. Il complesso si trova all’interno del Santuario Storico Bosco di Pómac. [6] Museo di Archeologia ed Etnografia Brüning. La collezione ospitata da questo museo è un compendio delle culture precolombiane del nord peruviano, osservate attraverso le ricerche del viaggiatore Enrique Brüning.

5

Mayu Mohanna

Illimo Museo de Sitio Túcume Túcume

Daniel Silva

LAMBAYEQUE

Magalí Del Solar

Un mondo di divinità, scienza e arte

6

Museo Nazionale di Sicán (Ferreñafe). Sono esposti qui gli oggetti ritrovati negli scavi archeologici di Batán Grande, così come le sepolture e le mummie di personaggi illustri e copie degli oggetti della cultura Sicán.


Quattro circuiti, un’infinità di esperienze

Riserva Ecologica Privata Chaparri

Ferreñafe

Chongoyape

Lambayeque

CHICLAYO

I circuiti

Sipán Huaca Rajada

Reque

1 Alla scoperta della signora di Cao: Trujillo ed El Brujo.

Cayalti Zaña

Pto. Eten

Signora di Cao. Donna della nobiltà moche che si presume governò la valle di Chicama 1700 anni fa. La sua tomba fu trovata in perfetto stato di conservazione nel Complesso El Brujo. [1]

Motupe

CAJAMARCA

Walter Silvera

Legenda

Cittadella di Chan Chan

In molti di questi edifici è possibile osservare ancora oggi i colori ocra, rosso, giallo e blu ottenuti grazie a vegetali e minerali che si incollavano alle pareti usando la resina del cactus San Pedro, uno psicoattivo utilizzato dai Moche e

Aníbal Solimano

Magalí Del Solar

Corredo funebre del Signore di Sicán

Questi complessi architettonici includevano anche grandi piazze e costruzioni minori destinate alle attività delle classi sociali più basse. Il mattone crudo di argilla, fu la loro materia prima principale, completata da elementi di origine vegetale usati per i tetti, i raccordi e le armature.

fino ai giorni nostri dalle correnti di curanderismo del nord del Perù. Le tombe ritrovate sono la testimonianza della credenza in una vita ultraterrena a cui bisognava accedere accompagnati da utensili, ornamenti, membri della propria famiglia e guardie. In queste tombe,

Circuiti

1. ALLA SCOPERTA DELLA SIGNORA DI CAO Trujillo ed El Brujo.

2. I SIGNORI DEL NORD

Trujillo, Huacas del Sol e de la Luna, Huaca del Dragón o dell’Arco Iris, Chan Chan e Huanchaco.

3. I MOCHE E I LORO MISTERI

Chiclayo, Tombe Reali, Huaca Rajada e Túcume.

Cittadella di Chan Chan. Considerata la più grande città di fango dell’America preispanica. Capitale della cultura Chimú, fu dichiarata Patrimonio Culturale dell’Umanità dall’UNESCO (1986).

LA LIBERTAD Chocope

El Brujo Museo Cao

Magdalena de Cao Santiago de Cao

Huanchaco

TRUJILLO

Chan Chan

Huacas del Sol e de la Luna

Museo de Sitio

4. IMPERO MOCHE E L’EL DORADO DI SICÁN Chiclayo, Túcume, Tombe Reali e Pómac.

Museo Huacas de Moche

Museo delle Tombe Reali di Sipán

tipiche di una élite politica, religiosa e militare, sono state trovate offerte in oro, argento e rame, oggetti in tessuto, legno e ceramica che riflettono lo splendore e il potere di queste potenti classi sociali del regno Moche.

Salaverry

Inca

Antichi Regni del Perù

1

Huaca del Dragón, Chan Chan, Huanchaco.

Malabrigo

Chachapoya Lambayeque

Chavín

Chimú

Moche

Caral

Tiahuanaco e Wari 400

200 100 a.C

0 100 200 d.C

400

600

800

1000

1200

1400

Huacas del Sol e de la Luna. Complesso archeologico della cultura Moche. La Huaca del Sol, con i suoi 43 metri (141 piedi) di altezza, è considerata la più grande del Perù. La Huaca de la Luna è famosa per le sue abbaglianti mura policrome. [2] Huaca del Dragón o dell’Arco Iris. Piramide di mattoni crudi che risale a circa 1.100 anni fa, con pareti decorate in altorilievo con rappresentazioni zoomorfe e antropomorfe. Notevole è un essere bicefalo dalle innumerevoli zampe, simile a un Dragón. [3]

Tombe Reali, Pómac.

Huaca Rajada – Sipán. Nel 1987 fu scoperta qui una tomba con i resti intatti e finemente decorati in oro di un alto dignitario moche: il Signore di Sipán. Questi oggetti d’oro, d’argento e di rame possono essere ammirati nel Museo delle Tombe Reali di Sipán. Museo delle Tombe Reali di Sipán. Contiene la collezione di oggetti d’oro, argento e rame provenienti dalla tomba del Signore di Sipán. [4]

2 I Signori del Nord: Trujillo, Huacas del Sol e de la Luna,

a Ruta Moche

ICO CIF PA

La loro ceramica è considerata la migliore dell’America e, insieme all’impressionante arte muraria

I Moche edificarono una serie di huacas o piramidi tronche in cui si svolgevano cerimonie religiose, politiche e amministrative. Tali costruzioni arrivarono ad essere gli edifici di fango più grandi dell’epoca precolombiana.

Pacasmayo

NO

Questa civiltà dimostrò importanti conoscenze tecniche e artistiche. Furono grandi navigatori che solcarono i mari su imbarcazioni note come “caballitos de totora” (“cavallini di canne”), ancora oggi utilizzate dai pescatori della regione. Dominavano inoltre diverse tecniche tessili utilizzando molte varietà di cotone nativo e, grazie alle attività metallurgiche, elaborarono oggetti cerimoniali di rame, oro e argento.

<Templi e palazzi di fango

EA

che svilupparono, costituisce l’inestimabile memoriale grafico di quella che fu la loro società, grazie alla rappresentazione di diverse scene della vita quotidiana, delle pratiche sessuali e sanitarie, di sacrifici, ritratti di personaggi ed esseri mitologici, molti dei quali decorati con collane e ornamenti per il naso, le orecchie e i capelli.

Complesso Archeologico El Brujo. Ubicato nella valle di Chicama, questo complesso archeologico è costituito da diverse piramidi di mattoni crudi decorati con fregi e murales, dove i mochicas plasmarono dei loro mondo magico religioso attraverso una policroma iconografia.

OC

I Moche formarono uno stato teocratico diviso in diverse classi sociali. I sacerdoti e gli alti militari stavano in cima alla piramide sociale e potevano arrivare ad avere carattere di divinità; più in basso venivano gli artigiani e i commercianti, quindi i pescatori e gli agricoltori.

Sito Archeologico Huaca Museo Alloggi Ristoranti Ufficio di iPerù Boschi Surf Aeroporto Porto

Daniel Silva

Monsefú

4 Impero Moche e l’El Dorado di Sicán: Chiclayo, Túcume,

Sono quattro i percorsi tracciati per trarre il massimo da un solo viaggio attraverso la Ruta Moche. Sono proposte qui solo alcune delle principali attrattive che è possibile visitare in ciascuno di essi.

Ruta Moche

Pomalca

Pimentel

Rajada, Túcume.

Archivio di Promperú

Pitipo

Tombe Reali Museo Brüning

3 I Moche e i loro misteri: Chiclayo, Tombe Reali, Huaca

2

3

Túcume. Le sue origini risalgono al 1100 d.C. È conosciuta anche come la Valle delle Piramidi, poiché presenta 26 piramidi la cui costruzione si stima abbia avuto luogo circa 500 anni fa. [5]

4 Alejandro Balaguer

Santuario storico Bosco di Pómac

Santuario Storico del Bosco di Pómac. Questo bosco secco protegge la formazione naturale di carrubo più importante del paese e ospita le piramidi di Batán Grande. Nel suo habitat è stata reintrodotta la pava aliblanca, un uccello in via di estinzione. Batán Grande. Complesso di piramidi di mattone crudo appartenenti alla cultura Sicán. Qui, negli anni ’30, è stata ritrovata una serie di oggetti d’oro, come il millenario Tumi (coltello cerimoniale) e la “Maschera dagli occhi a mandorla” e, nel 1991, la tomba del Signore di Sicán. Il complesso si trova all’interno del Santuario Storico Bosco di Pómac. [6] Museo di Archeologia ed Etnografia Brüning. La collezione ospitata da questo museo è un compendio delle culture precolombiane del nord peruviano, osservate attraverso le ricerche del viaggiatore Enrique Brüning.

5

Mayu Mohanna

Illimo Museo de Sitio Túcume Túcume

Daniel Silva

LAMBAYEQUE

Magalí Del Solar

Un mondo di divinità, scienza e arte

6

Museo Nazionale di Sicán (Ferreñafe). Sono esposti qui gli oggetti ritrovati negli scavi archeologici di Batán Grande, così come le sepolture e le mummie di personaggi illustri e copie degli oggetti della cultura Sicán.


Quattro circuiti, un’infinità di esperienze

Riserva Ecologica Privata Chaparri

Ferreñafe

Chongoyape

Lambayeque

CHICLAYO

I circuiti

Sipán Huaca Rajada

Reque

1 Alla scoperta della signora di Cao: Trujillo ed El Brujo.

Cayalti Zaña

Pto. Eten

Signora di Cao. Donna della nobiltà moche che si presume governò la valle di Chicama 1700 anni fa. La sua tomba fu trovata in perfetto stato di conservazione nel Complesso El Brujo. [1]

Motupe

CAJAMARCA

Walter Silvera

Legenda

Cittadella di Chan Chan

In molti di questi edifici è possibile osservare ancora oggi i colori ocra, rosso, giallo e blu ottenuti grazie a vegetali e minerali che si incollavano alle pareti usando la resina del cactus San Pedro, uno psicoattivo utilizzato dai Moche e

Aníbal Solimano

Magalí Del Solar

Corredo funebre del Signore di Sicán

Questi complessi architettonici includevano anche grandi piazze e costruzioni minori destinate alle attività delle classi sociali più basse. Il mattone crudo di argilla, fu la loro materia prima principale, completata da elementi di origine vegetale usati per i tetti, i raccordi e le armature.

fino ai giorni nostri dalle correnti di curanderismo del nord del Perù. Le tombe ritrovate sono la testimonianza della credenza in una vita ultraterrena a cui bisognava accedere accompagnati da utensili, ornamenti, membri della propria famiglia e guardie. In queste tombe,

Circuiti

1. ALLA SCOPERTA DELLA SIGNORA DI CAO Trujillo ed El Brujo.

2. I SIGNORI DEL NORD

Trujillo, Huacas del Sol e de la Luna, Huaca del Dragón o dell’Arco Iris, Chan Chan e Huanchaco.

3. I MOCHE E I LORO MISTERI

Chiclayo, Tombe Reali, Huaca Rajada e Túcume.

Cittadella di Chan Chan. Considerata la più grande città di fango dell’America preispanica. Capitale della cultura Chimú, fu dichiarata Patrimonio Culturale dell’Umanità dall’UNESCO (1986).

LA LIBERTAD Chocope

El Brujo Museo Cao

Magdalena de Cao Santiago de Cao

Huanchaco

TRUJILLO

Chan Chan

Huacas del Sol e de la Luna

Museo de Sitio

4. IMPERO MOCHE E L’EL DORADO DI SICÁN Chiclayo, Túcume, Tombe Reali e Pómac.

Museo Huacas de Moche

Museo delle Tombe Reali di Sipán

tipiche di una élite politica, religiosa e militare, sono state trovate offerte in oro, argento e rame, oggetti in tessuto, legno e ceramica che riflettono lo splendore e il potere di queste potenti classi sociali del regno Moche.

Salaverry

Inca

Antichi Regni del Perù

1

Huaca del Dragón, Chan Chan, Huanchaco.

Malabrigo

Chachapoya Lambayeque

Chavín

Chimú

Moche

Caral

Tiahuanaco e Wari 400

200 100 a.C

0 100 200 d.C

400

600

800

1000

1200

1400

Huacas del Sol e de la Luna. Complesso archeologico della cultura Moche. La Huaca del Sol, con i suoi 43 metri (141 piedi) di altezza, è considerata la più grande del Perù. La Huaca de la Luna è famosa per le sue abbaglianti mura policrome. [2] Huaca del Dragón o dell’Arco Iris. Piramide di mattoni crudi che risale a circa 1.100 anni fa, con pareti decorate in altorilievo con rappresentazioni zoomorfe e antropomorfe. Notevole è un essere bicefalo dalle innumerevoli zampe, simile a un Dragón. [3]

Tombe Reali, Pómac.

Huaca Rajada – Sipán. Nel 1987 fu scoperta qui una tomba con i resti intatti e finemente decorati in oro di un alto dignitario moche: il Signore di Sipán. Questi oggetti d’oro, d’argento e di rame possono essere ammirati nel Museo delle Tombe Reali di Sipán. Museo delle Tombe Reali di Sipán. Contiene la collezione di oggetti d’oro, argento e rame provenienti dalla tomba del Signore di Sipán. [4]

2 I Signori del Nord: Trujillo, Huacas del Sol e de la Luna,

a Ruta Moche

ICO CIF PA

La loro ceramica è considerata la migliore dell’America e, insieme all’impressionante arte muraria

I Moche edificarono una serie di huacas o piramidi tronche in cui si svolgevano cerimonie religiose, politiche e amministrative. Tali costruzioni arrivarono ad essere gli edifici di fango più grandi dell’epoca precolombiana.

Pacasmayo

NO

Questa civiltà dimostrò importanti conoscenze tecniche e artistiche. Furono grandi navigatori che solcarono i mari su imbarcazioni note come “caballitos de totora” (“cavallini di canne”), ancora oggi utilizzate dai pescatori della regione. Dominavano inoltre diverse tecniche tessili utilizzando molte varietà di cotone nativo e, grazie alle attività metallurgiche, elaborarono oggetti cerimoniali di rame, oro e argento.

<Templi e palazzi di fango

EA

che svilupparono, costituisce l’inestimabile memoriale grafico di quella che fu la loro società, grazie alla rappresentazione di diverse scene della vita quotidiana, delle pratiche sessuali e sanitarie, di sacrifici, ritratti di personaggi ed esseri mitologici, molti dei quali decorati con collane e ornamenti per il naso, le orecchie e i capelli.

Complesso Archeologico El Brujo. Ubicato nella valle di Chicama, questo complesso archeologico è costituito da diverse piramidi di mattoni crudi decorati con fregi e murales, dove i mochicas plasmarono dei loro mondo magico religioso attraverso una policroma iconografia.

OC

I Moche formarono uno stato teocratico diviso in diverse classi sociali. I sacerdoti e gli alti militari stavano in cima alla piramide sociale e potevano arrivare ad avere carattere di divinità; più in basso venivano gli artigiani e i commercianti, quindi i pescatori e gli agricoltori.

Sito Archeologico Huaca Museo Alloggi Ristoranti Ufficio di iPerù Boschi Surf Aeroporto Porto

Daniel Silva

Monsefú

4 Impero Moche e l’El Dorado di Sicán: Chiclayo, Túcume,

Sono quattro i percorsi tracciati per trarre il massimo da un solo viaggio attraverso la Ruta Moche. Sono proposte qui solo alcune delle principali attrattive che è possibile visitare in ciascuno di essi.

Ruta Moche

Pomalca

Pimentel

Rajada, Túcume.

Archivio di Promperú

Pitipo

Tombe Reali Museo Brüning

3 I Moche e i loro misteri: Chiclayo, Tombe Reali, Huaca

2

3

Túcume. Le sue origini risalgono al 1100 d.C. È conosciuta anche come la Valle delle Piramidi, poiché presenta 26 piramidi la cui costruzione si stima abbia avuto luogo circa 500 anni fa. [5]

4 Alejandro Balaguer

Santuario storico Bosco di Pómac

Santuario Storico del Bosco di Pómac. Questo bosco secco protegge la formazione naturale di carrubo più importante del paese e ospita le piramidi di Batán Grande. Nel suo habitat è stata reintrodotta la pava aliblanca, un uccello in via di estinzione. Batán Grande. Complesso di piramidi di mattone crudo appartenenti alla cultura Sicán. Qui, negli anni ’30, è stata ritrovata una serie di oggetti d’oro, come il millenario Tumi (coltello cerimoniale) e la “Maschera dagli occhi a mandorla” e, nel 1991, la tomba del Signore di Sicán. Il complesso si trova all’interno del Santuario Storico Bosco di Pómac. [6] Museo di Archeologia ed Etnografia Brüning. La collezione ospitata da questo museo è un compendio delle culture precolombiane del nord peruviano, osservate attraverso le ricerche del viaggiatore Enrique Brüning.

5

Mayu Mohanna

Illimo Museo de Sitio Túcume Túcume

Daniel Silva

LAMBAYEQUE

Magalí Del Solar

Un mondo di divinità, scienza e arte

6

Museo Nazionale di Sicán (Ferreñafe). Sono esposti qui gli oggetti ritrovati negli scavi archeologici di Batán Grande, così come le sepolture e le mummie di personaggi illustri e copie degli oggetti della cultura Sicán.


Museo delle Tombe Reali di Sipán

Quando visiti il Perù, troverai sempre un Perù Millenario, un Perù Naturale, un Perù di Cultura Viva, un Perù di Avventura, un Perù Affascinante e un Perù Attuale; tante facce diverse di uno stesso paese in ogni destinazione. Percorrere la costa nord del Perù è una magnifica opportunità per viverle tutte.

L’architettura è di evidente influenza spagnola in città come Trujillo, dove sono presenti numerose chiese, tenute agricole, strade lastricate, caseggiati coloniali e repubblicani. Alcuni dei più importanti musei del Perù si trovano a Trujillo, molti dei quali di particolare interesse, come il

Avventura

Millenario

Il tutto rende la Ruta Moche un’esperienza di viaggio unica in America. Goditela con tutti i sensi!

Alex Bryce

Michael Tweedle

Conoscere tre moderni musei del Perù: il Museo delle Tombe Reali di Sipán, il Museo Nazionale di Sicán e il Museo di Archeologia ed Etnografia Brüning (Lambayeque).

Visitare Chan Chan, la più estesa città di fango del mondo preispanico, oltre alle numerose Huacas sacre e alle Piramidi precolombiane.

Naturale

Affascinante

Osservare gli uccelli endemici e i colibrì a Huamachuco (Trujillo), nei boschi di Chaparrí o nel rifugio di vita silvestre di Laquipampa (Lambayeque).

José Cáceres

Cavalcare l’onda sinistra più lunga del mondo (2 km / 1,2 miglia), sulla spiaggia di Puerto Chicama, a Malabrigo (La Libertad).

Gustare la deliziosa gastronomia lambayecana, elaborata con tecniche ancestrali, come il zapallo loche e la chicha de jora, o i rinomati piatti di mare sulla spiaggia di Huanchaco (Trujillo).

�Le antiche civiltà della costa nord Gli attuali dipartimenti di Lambayeque e La Libertad furono la culla di tre grandi civiltà precolombiane che occuparono questa regione in diversi periodi. La cultura Moche si sviluppò nell’omonima valle lungo la costa di La Libertad tra il 200 e 800 d.C., mille anni prima dell’impero Inca. Da essa derivarono due culture: Lambayeque o Sicán, tra il 900 e il 1100 d.C., il cui dominio si estese principalmente nella regione dell’attuale dipartimento di Lambayeque; e la cultura Chimù, sviluppatasi tra il 1100 e il 1470 d.C., occupando la stessa zona dei Moche. Sebbene la costa peruviana sia segnata da una lunga frangia

desertica, il mondo moche riuscì ad espandersi approfittando in particolare della presenza di valli che permettevano l’accesso all’acqua e della vicinanza del mare che offriva diverse risorse. Le principali valli in cui si svilupparono queste culture sono: 1. La valle di Moche Fu il centro di governo della cultura Moche o mochica. Spiccano qui la Huaca del Sol, la Huaca de la Luna e la Huaca Arco Iris. Successivamente fu il centro di sviluppo della cultura Chimú, la cui capitale, Chan Chan, è considerata la città di fango più grande dell’America preispanica.

2. La valle di Chicama Notevoli sono le Huaca El Brujo, Cao, Huaca Prieta e la mummia tatuata della signora di Cao, prima reggente donna scoperta nella storia dell’antico Perù. 3. La valle di Lambayeque Qui si trova il centro cerimoniale Huaca Rajada, appartenente al signore di Sipán, il regnante più potente dell’impero moche la cui tomba è considerata il sito archeologico più ricco dell’America. In questa valle si trovano anche le piramidi di Túcume, tra le quali spicca la piramide più grande del Sud America. 4. La valle di Pómac Venti piramidi risalenti al regno del signore di Sicán si trovano dentro il Santuario Storico del Bosco di Pómac, un ecosistema di bosco secco che serve da rifugio naturale per carrubi e varie specie di

animali come la pava aliblanca, l’orso dagli occhiali, il gatto selvatico o il formichiere, oltre a pappagalli, civette e colibrì.

Christian Jara

La Ruta Moche

Palazzi e signori delle valli del nord del Perù

Orsetto dagli occhiali, Bosco di Pómac

peru.travel

Daniel Silva

Alex Bryce

La gastronomia di questa regione è considerata una delle migliori del Perù, con ricette centenarie preparate con ingredienti naturali e variegati.

Assistere al Concorso Nazionale di Marinera, ballo tradizionale peruviano, e alla Sfilata dei Cavalli di Passo Peruviani, razza oriunda del Perù (La Libertad).

Museo del giocattolo, il Museo di Arte Moderna e il Museo dell’Università Nazionale di Trujillo. Le sue spiagge sono il luogo ideale per pescatori e surfisti. A Trujillo, Puerto Chicama vanta l’onda sinistra più lunga al mondo, e ad Huanchaco corrono onde per giovani surfisti e pescatori nei loro tradizionali “caballitos de totora” (“cavallini di canne”). A Chiclayo, la spiaggia Pimentel combina l’attrattività delle sue onde con ottimi ristoranti che preparano deliziosi piatti a base di pesce e frutti di mare.

Renzo Tasso

Daniel Silva

Michael Tweedle

Scopri le meraviglie della Ruta Moche

La Ruta Moche riunisce le principali attrattive archeologiche, naturali, culturali e paesaggistiche dei dipartimenti costieri di Lambayeque e La Libertad, in un percorso che combina a ricchezza di alcune delle più importanti civiltà precolombiane -Moche, Chimú e Sicán-, con il meglio del mondo moderno.

Attuale

Alex Bryce

Cultura Viva

Un viaggio da gustare con tutti i sensi

peru.travel

Complesso Archeologico El Brujo

Huaca Rajada - Sipán

<Esperienze uniche

Heinz Plenge

La Ruta Moche

Playa Pimentel


Museo delle Tombe Reali di Sipán

Quando visiti il Perù, troverai sempre un Perù Millenario, un Perù Naturale, un Perù di Cultura Viva, un Perù di Avventura, un Perù Affascinante e un Perù Attuale; tante facce diverse di uno stesso paese in ogni destinazione. Percorrere la costa nord del Perù è una magnifica opportunità per viverle tutte.

L’architettura è di evidente influenza spagnola in città come Trujillo, dove sono presenti numerose chiese, tenute agricole, strade lastricate, caseggiati coloniali e repubblicani. Alcuni dei più importanti musei del Perù si trovano a Trujillo, molti dei quali di particolare interesse, come il

Avventura

Millenario

Il tutto rende la Ruta Moche un’esperienza di viaggio unica in America. Goditela con tutti i sensi!

Alex Bryce

Michael Tweedle

Conoscere tre moderni musei del Perù: il Museo delle Tombe Reali di Sipán, il Museo Nazionale di Sicán e il Museo di Archeologia ed Etnografia Brüning (Lambayeque).

Visitare Chan Chan, la più estesa città di fango del mondo preispanico, oltre alle numerose Huacas sacre e alle Piramidi precolombiane.

Naturale

Affascinante

Osservare gli uccelli endemici e i colibrì a Huamachuco (Trujillo), nei boschi di Chaparrí o nel rifugio di vita silvestre di Laquipampa (Lambayeque).

José Cáceres

Cavalcare l’onda sinistra più lunga del mondo (2 km / 1,2 miglia), sulla spiaggia di Puerto Chicama, a Malabrigo (La Libertad).

Gustare la deliziosa gastronomia lambayecana, elaborata con tecniche ancestrali, come il zapallo loche e la chicha de jora, o i rinomati piatti di mare sulla spiaggia di Huanchaco (Trujillo).

�Le antiche civiltà della costa nord Gli attuali dipartimenti di Lambayeque e La Libertad furono la culla di tre grandi civiltà precolombiane che occuparono questa regione in diversi periodi. La cultura Moche si sviluppò nell’omonima valle lungo la costa di La Libertad tra il 200 e 800 d.C., mille anni prima dell’impero Inca. Da essa derivarono due culture: Lambayeque o Sicán, tra il 900 e il 1100 d.C., il cui dominio si estese principalmente nella regione dell’attuale dipartimento di Lambayeque; e la cultura Chimù, sviluppatasi tra il 1100 e il 1470 d.C., occupando la stessa zona dei Moche. Sebbene la costa peruviana sia segnata da una lunga frangia

desertica, il mondo moche riuscì ad espandersi approfittando in particolare della presenza di valli che permettevano l’accesso all’acqua e della vicinanza del mare che offriva diverse risorse. Le principali valli in cui si svilupparono queste culture sono: 1. La valle di Moche Fu il centro di governo della cultura Moche o mochica. Spiccano qui la Huaca del Sol, la Huaca de la Luna e la Huaca Arco Iris. Successivamente fu il centro di sviluppo della cultura Chimú, la cui capitale, Chan Chan, è considerata la città di fango più grande dell’America preispanica.

2. La valle di Chicama Notevoli sono le Huaca El Brujo, Cao, Huaca Prieta e la mummia tatuata della signora di Cao, prima reggente donna scoperta nella storia dell’antico Perù. 3. La valle di Lambayeque Qui si trova il centro cerimoniale Huaca Rajada, appartenente al signore di Sipán, il regnante più potente dell’impero moche la cui tomba è considerata il sito archeologico più ricco dell’America. In questa valle si trovano anche le piramidi di Túcume, tra le quali spicca la piramide più grande del Sud America. 4. La valle di Pómac Venti piramidi risalenti al regno del signore di Sicán si trovano dentro il Santuario Storico del Bosco di Pómac, un ecosistema di bosco secco che serve da rifugio naturale per carrubi e varie specie di

animali come la pava aliblanca, l’orso dagli occhiali, il gatto selvatico o il formichiere, oltre a pappagalli, civette e colibrì.

Christian Jara

La Ruta Moche

Palazzi e signori delle valli del nord del Perù

Orsetto dagli occhiali, Bosco di Pómac

peru.travel

Daniel Silva

Alex Bryce

La gastronomia di questa regione è considerata una delle migliori del Perù, con ricette centenarie preparate con ingredienti naturali e variegati.

Assistere al Concorso Nazionale di Marinera, ballo tradizionale peruviano, e alla Sfilata dei Cavalli di Passo Peruviani, razza oriunda del Perù (La Libertad).

Museo del giocattolo, il Museo di Arte Moderna e il Museo dell’Università Nazionale di Trujillo. Le sue spiagge sono il luogo ideale per pescatori e surfisti. A Trujillo, Puerto Chicama vanta l’onda sinistra più lunga al mondo, e ad Huanchaco corrono onde per giovani surfisti e pescatori nei loro tradizionali “caballitos de totora” (“cavallini di canne”). A Chiclayo, la spiaggia Pimentel combina l’attrattività delle sue onde con ottimi ristoranti che preparano deliziosi piatti a base di pesce e frutti di mare.

Renzo Tasso

Daniel Silva

Michael Tweedle

Scopri le meraviglie della Ruta Moche

La Ruta Moche riunisce le principali attrattive archeologiche, naturali, culturali e paesaggistiche dei dipartimenti costieri di Lambayeque e La Libertad, in un percorso che combina a ricchezza di alcune delle più importanti civiltà precolombiane -Moche, Chimú e Sicán-, con il meglio del mondo moderno.

Attuale

Alex Bryce

Cultura Viva

Un viaggio da gustare con tutti i sensi

peru.travel

Complesso Archeologico El Brujo

Huaca Rajada - Sipán

<Esperienze uniche

Heinz Plenge

La Ruta Moche

Playa Pimentel


Museo delle Tombe Reali di Sipán

Quando visiti il Perù, troverai sempre un Perù Millenario, un Perù Naturale, un Perù di Cultura Viva, un Perù di Avventura, un Perù Affascinante e un Perù Attuale; tante facce diverse di uno stesso paese in ogni destinazione. Percorrere la costa nord del Perù è una magnifica opportunità per viverle tutte.

L’architettura è di evidente influenza spagnola in città come Trujillo, dove sono presenti numerose chiese, tenute agricole, strade lastricate, caseggiati coloniali e repubblicani. Alcuni dei più importanti musei del Perù si trovano a Trujillo, molti dei quali di particolare interesse, come il

Avventura

Millenario

Il tutto rende la Ruta Moche un’esperienza di viaggio unica in America. Goditela con tutti i sensi!

Alex Bryce

Michael Tweedle

Conoscere tre moderni musei del Perù: il Museo delle Tombe Reali di Sipán, il Museo Nazionale di Sicán e il Museo di Archeologia ed Etnografia Brüning (Lambayeque).

Visitare Chan Chan, la più estesa città di fango del mondo preispanico, oltre alle numerose Huacas sacre e alle Piramidi precolombiane.

Naturale

Affascinante

Osservare gli uccelli endemici e i colibrì a Huamachuco (Trujillo), nei boschi di Chaparrí o nel rifugio di vita silvestre di Laquipampa (Lambayeque).

José Cáceres

Cavalcare l’onda sinistra più lunga del mondo (2 km / 1,2 miglia), sulla spiaggia di Puerto Chicama, a Malabrigo (La Libertad).

Gustare la deliziosa gastronomia lambayecana, elaborata con tecniche ancestrali, come il zapallo loche e la chicha de jora, o i rinomati piatti di mare sulla spiaggia di Huanchaco (Trujillo).

�Le antiche civiltà della costa nord Gli attuali dipartimenti di Lambayeque e La Libertad furono la culla di tre grandi civiltà precolombiane che occuparono questa regione in diversi periodi. La cultura Moche si sviluppò nell’omonima valle lungo la costa di La Libertad tra il 200 e 800 d.C., mille anni prima dell’impero Inca. Da essa derivarono due culture: Lambayeque o Sicán, tra il 900 e il 1100 d.C., il cui dominio si estese principalmente nella regione dell’attuale dipartimento di Lambayeque; e la cultura Chimù, sviluppatasi tra il 1100 e il 1470 d.C., occupando la stessa zona dei Moche. Sebbene la costa peruviana sia segnata da una lunga frangia

desertica, il mondo moche riuscì ad espandersi approfittando in particolare della presenza di valli che permettevano l’accesso all’acqua e della vicinanza del mare che offriva diverse risorse. Le principali valli in cui si svilupparono queste culture sono: 1. La valle di Moche Fu il centro di governo della cultura Moche o mochica. Spiccano qui la Huaca del Sol, la Huaca de la Luna e la Huaca Arco Iris. Successivamente fu il centro di sviluppo della cultura Chimú, la cui capitale, Chan Chan, è considerata la città di fango più grande dell’America preispanica.

2. La valle di Chicama Notevoli sono le Huaca El Brujo, Cao, Huaca Prieta e la mummia tatuata della signora di Cao, prima reggente donna scoperta nella storia dell’antico Perù. 3. La valle di Lambayeque Qui si trova il centro cerimoniale Huaca Rajada, appartenente al signore di Sipán, il regnante più potente dell’impero moche la cui tomba è considerata il sito archeologico più ricco dell’America. In questa valle si trovano anche le piramidi di Túcume, tra le quali spicca la piramide più grande del Sud America. 4. La valle di Pómac Venti piramidi risalenti al regno del signore di Sicán si trovano dentro il Santuario Storico del Bosco di Pómac, un ecosistema di bosco secco che serve da rifugio naturale per carrubi e varie specie di

animali come la pava aliblanca, l’orso dagli occhiali, il gatto selvatico o il formichiere, oltre a pappagalli, civette e colibrì.

Christian Jara

La Ruta Moche

Palazzi e signori delle valli del nord del Perù

Orsetto dagli occhiali, Bosco di Pómac

peru.travel

Daniel Silva

Alex Bryce

La gastronomia di questa regione è considerata una delle migliori del Perù, con ricette centenarie preparate con ingredienti naturali e variegati.

Assistere al Concorso Nazionale di Marinera, ballo tradizionale peruviano, e alla Sfilata dei Cavalli di Passo Peruviani, razza oriunda del Perù (La Libertad).

Museo del giocattolo, il Museo di Arte Moderna e il Museo dell’Università Nazionale di Trujillo. Le sue spiagge sono il luogo ideale per pescatori e surfisti. A Trujillo, Puerto Chicama vanta l’onda sinistra più lunga al mondo, e ad Huanchaco corrono onde per giovani surfisti e pescatori nei loro tradizionali “caballitos de totora” (“cavallini di canne”). A Chiclayo, la spiaggia Pimentel combina l’attrattività delle sue onde con ottimi ristoranti che preparano deliziosi piatti a base di pesce e frutti di mare.

Renzo Tasso

Daniel Silva

Michael Tweedle

Scopri le meraviglie della Ruta Moche

La Ruta Moche riunisce le principali attrattive archeologiche, naturali, culturali e paesaggistiche dei dipartimenti costieri di Lambayeque e La Libertad, in un percorso che combina a ricchezza di alcune delle più importanti civiltà precolombiane -Moche, Chimú e Sicán-, con il meglio del mondo moderno.

Attuale

Alex Bryce

Cultura Viva

Un viaggio da gustare con tutti i sensi

peru.travel

Complesso Archeologico El Brujo

Huaca Rajada - Sipán

<Esperienze uniche

Heinz Plenge

La Ruta Moche

Playa Pimentel


Museo delle Tombe Reali di Sipán

Quando visiti il Perù, troverai sempre un Perù Millenario, un Perù Naturale, un Perù di Cultura Viva, un Perù di Avventura, un Perù Affascinante e un Perù Attuale; tante facce diverse di uno stesso paese in ogni destinazione. Percorrere la costa nord del Perù è una magnifica opportunità per viverle tutte.

L’architettura è di evidente influenza spagnola in città come Trujillo, dove sono presenti numerose chiese, tenute agricole, strade lastricate, caseggiati coloniali e repubblicani. Alcuni dei più importanti musei del Perù si trovano a Trujillo, molti dei quali di particolare interesse, come il

Avventura

Millenario

Il tutto rende la Ruta Moche un’esperienza di viaggio unica in America. Goditela con tutti i sensi!

Alex Bryce

Michael Tweedle

Conoscere tre moderni musei del Perù: il Museo delle Tombe Reali di Sipán, il Museo Nazionale di Sicán e il Museo di Archeologia ed Etnografia Brüning (Lambayeque).

Visitare Chan Chan, la più estesa città di fango del mondo preispanico, oltre alle numerose Huacas sacre e alle Piramidi precolombiane.

Naturale

Affascinante

Osservare gli uccelli endemici e i colibrì a Huamachuco (Trujillo), nei boschi di Chaparrí o nel rifugio di vita silvestre di Laquipampa (Lambayeque).

José Cáceres

Cavalcare l’onda sinistra più lunga del mondo (2 km / 1,2 miglia), sulla spiaggia di Puerto Chicama, a Malabrigo (La Libertad).

Gustare la deliziosa gastronomia lambayecana, elaborata con tecniche ancestrali, come il zapallo loche e la chicha de jora, o i rinomati piatti di mare sulla spiaggia di Huanchaco (Trujillo).

�Le antiche civiltà della costa nord Gli attuali dipartimenti di Lambayeque e La Libertad furono la culla di tre grandi civiltà precolombiane che occuparono questa regione in diversi periodi. La cultura Moche si sviluppò nell’omonima valle lungo la costa di La Libertad tra il 200 e 800 d.C., mille anni prima dell’impero Inca. Da essa derivarono due culture: Lambayeque o Sicán, tra il 900 e il 1100 d.C., il cui dominio si estese principalmente nella regione dell’attuale dipartimento di Lambayeque; e la cultura Chimù, sviluppatasi tra il 1100 e il 1470 d.C., occupando la stessa zona dei Moche. Sebbene la costa peruviana sia segnata da una lunga frangia

desertica, il mondo moche riuscì ad espandersi approfittando in particolare della presenza di valli che permettevano l’accesso all’acqua e della vicinanza del mare che offriva diverse risorse. Le principali valli in cui si svilupparono queste culture sono: 1. La valle di Moche Fu il centro di governo della cultura Moche o mochica. Spiccano qui la Huaca del Sol, la Huaca de la Luna e la Huaca Arco Iris. Successivamente fu il centro di sviluppo della cultura Chimú, la cui capitale, Chan Chan, è considerata la città di fango più grande dell’America preispanica.

2. La valle di Chicama Notevoli sono le Huaca El Brujo, Cao, Huaca Prieta e la mummia tatuata della signora di Cao, prima reggente donna scoperta nella storia dell’antico Perù. 3. La valle di Lambayeque Qui si trova il centro cerimoniale Huaca Rajada, appartenente al signore di Sipán, il regnante più potente dell’impero moche la cui tomba è considerata il sito archeologico più ricco dell’America. In questa valle si trovano anche le piramidi di Túcume, tra le quali spicca la piramide più grande del Sud America. 4. La valle di Pómac Venti piramidi risalenti al regno del signore di Sicán si trovano dentro il Santuario Storico del Bosco di Pómac, un ecosistema di bosco secco che serve da rifugio naturale per carrubi e varie specie di

animali come la pava aliblanca, l’orso dagli occhiali, il gatto selvatico o il formichiere, oltre a pappagalli, civette e colibrì.

Christian Jara

La Ruta Moche

Palazzi e signori delle valli del nord del Perù

Orsetto dagli occhiali, Bosco di Pómac

peru.travel

Daniel Silva

Alex Bryce

La gastronomia di questa regione è considerata una delle migliori del Perù, con ricette centenarie preparate con ingredienti naturali e variegati.

Assistere al Concorso Nazionale di Marinera, ballo tradizionale peruviano, e alla Sfilata dei Cavalli di Passo Peruviani, razza oriunda del Perù (La Libertad).

Museo del giocattolo, il Museo di Arte Moderna e il Museo dell’Università Nazionale di Trujillo. Le sue spiagge sono il luogo ideale per pescatori e surfisti. A Trujillo, Puerto Chicama vanta l’onda sinistra più lunga al mondo, e ad Huanchaco corrono onde per giovani surfisti e pescatori nei loro tradizionali “caballitos de totora” (“cavallini di canne”). A Chiclayo, la spiaggia Pimentel combina l’attrattività delle sue onde con ottimi ristoranti che preparano deliziosi piatti a base di pesce e frutti di mare.

Renzo Tasso

Daniel Silva

Michael Tweedle

Scopri le meraviglie della Ruta Moche

La Ruta Moche riunisce le principali attrattive archeologiche, naturali, culturali e paesaggistiche dei dipartimenti costieri di Lambayeque e La Libertad, in un percorso che combina a ricchezza di alcune delle più importanti civiltà precolombiane -Moche, Chimú e Sicán-, con il meglio del mondo moderno.

Attuale

Alex Bryce

Cultura Viva

Un viaggio da gustare con tutti i sensi

peru.travel

Complesso Archeologico El Brujo

Huaca Rajada - Sipán

<Esperienze uniche

Heinz Plenge

La Ruta Moche

Playa Pimentel


Museo delle Tombe Reali di Sipán

Quando visiti il Perù, troverai sempre un Perù Millenario, un Perù Naturale, un Perù di Cultura Viva, un Perù di Avventura, un Perù Affascinante e un Perù Attuale; tante facce diverse di uno stesso paese in ogni destinazione. Percorrere la costa nord del Perù è una magnifica opportunità per viverle tutte.

L’architettura è di evidente influenza spagnola in città come Trujillo, dove sono presenti numerose chiese, tenute agricole, strade lastricate, caseggiati coloniali e repubblicani. Alcuni dei più importanti musei del Perù si trovano a Trujillo, molti dei quali di particolare interesse, come il

Avventura

Millenario

Il tutto rende la Ruta Moche un’esperienza di viaggio unica in America. Goditela con tutti i sensi!

Alex Bryce

Michael Tweedle

Conoscere tre moderni musei del Perù: il Museo delle Tombe Reali di Sipán, il Museo Nazionale di Sicán e il Museo di Archeologia ed Etnografia Brüning (Lambayeque).

Visitare Chan Chan, la più estesa città di fango del mondo preispanico, oltre alle numerose Huacas sacre e alle Piramidi precolombiane.

Naturale

Affascinante

Osservare gli uccelli endemici e i colibrì a Huamachuco (Trujillo), nei boschi di Chaparrí o nel rifugio di vita silvestre di Laquipampa (Lambayeque).

José Cáceres

Cavalcare l’onda sinistra più lunga del mondo (2 km / 1,2 miglia), sulla spiaggia di Puerto Chicama, a Malabrigo (La Libertad).

Gustare la deliziosa gastronomia lambayecana, elaborata con tecniche ancestrali, come il zapallo loche e la chicha de jora, o i rinomati piatti di mare sulla spiaggia di Huanchaco (Trujillo).

�Le antiche civiltà della costa nord Gli attuali dipartimenti di Lambayeque e La Libertad furono la culla di tre grandi civiltà precolombiane che occuparono questa regione in diversi periodi. La cultura Moche si sviluppò nell’omonima valle lungo la costa di La Libertad tra il 200 e 800 d.C., mille anni prima dell’impero Inca. Da essa derivarono due culture: Lambayeque o Sicán, tra il 900 e il 1100 d.C., il cui dominio si estese principalmente nella regione dell’attuale dipartimento di Lambayeque; e la cultura Chimù, sviluppatasi tra il 1100 e il 1470 d.C., occupando la stessa zona dei Moche. Sebbene la costa peruviana sia segnata da una lunga frangia

desertica, il mondo moche riuscì ad espandersi approfittando in particolare della presenza di valli che permettevano l’accesso all’acqua e della vicinanza del mare che offriva diverse risorse. Le principali valli in cui si svilupparono queste culture sono: 1. La valle di Moche Fu il centro di governo della cultura Moche o mochica. Spiccano qui la Huaca del Sol, la Huaca de la Luna e la Huaca Arco Iris. Successivamente fu il centro di sviluppo della cultura Chimú, la cui capitale, Chan Chan, è considerata la città di fango più grande dell’America preispanica.

2. La valle di Chicama Notevoli sono le Huaca El Brujo, Cao, Huaca Prieta e la mummia tatuata della signora di Cao, prima reggente donna scoperta nella storia dell’antico Perù. 3. La valle di Lambayeque Qui si trova il centro cerimoniale Huaca Rajada, appartenente al signore di Sipán, il regnante più potente dell’impero moche la cui tomba è considerata il sito archeologico più ricco dell’America. In questa valle si trovano anche le piramidi di Túcume, tra le quali spicca la piramide più grande del Sud America. 4. La valle di Pómac Venti piramidi risalenti al regno del signore di Sicán si trovano dentro il Santuario Storico del Bosco di Pómac, un ecosistema di bosco secco che serve da rifugio naturale per carrubi e varie specie di

animali come la pava aliblanca, l’orso dagli occhiali, il gatto selvatico o il formichiere, oltre a pappagalli, civette e colibrì.

Christian Jara

La Ruta Moche

Palazzi e signori delle valli del nord del Perù

Orsetto dagli occhiali, Bosco di Pómac

peru.travel

Daniel Silva

Alex Bryce

La gastronomia di questa regione è considerata una delle migliori del Perù, con ricette centenarie preparate con ingredienti naturali e variegati.

Assistere al Concorso Nazionale di Marinera, ballo tradizionale peruviano, e alla Sfilata dei Cavalli di Passo Peruviani, razza oriunda del Perù (La Libertad).

Museo del giocattolo, il Museo di Arte Moderna e il Museo dell’Università Nazionale di Trujillo. Le sue spiagge sono il luogo ideale per pescatori e surfisti. A Trujillo, Puerto Chicama vanta l’onda sinistra più lunga al mondo, e ad Huanchaco corrono onde per giovani surfisti e pescatori nei loro tradizionali “caballitos de totora” (“cavallini di canne”). A Chiclayo, la spiaggia Pimentel combina l’attrattività delle sue onde con ottimi ristoranti che preparano deliziosi piatti a base di pesce e frutti di mare.

Renzo Tasso

Daniel Silva

Michael Tweedle

Scopri le meraviglie della Ruta Moche

La Ruta Moche riunisce le principali attrattive archeologiche, naturali, culturali e paesaggistiche dei dipartimenti costieri di Lambayeque e La Libertad, in un percorso che combina a ricchezza di alcune delle più importanti civiltà precolombiane -Moche, Chimú e Sicán-, con il meglio del mondo moderno.

Attuale

Alex Bryce

Cultura Viva

Un viaggio da gustare con tutti i sensi

peru.travel

Complesso Archeologico El Brujo

Huaca Rajada - Sipán

<Esperienze uniche

Heinz Plenge

La Ruta Moche

Playa Pimentel

Profile for Visit Peru

La ruta moche  

La ruta moche  

Profile for visitperu