Page 1

Dalla e Guadagnino ospiti a Pantelleria per la tre giorni di «Visioni perdute» - Corriere del Mezzogiorno

31/08/11 14.34

Corriere Del Mezzogiorno > Lecce > Spettacoli > Dalla E Guadagnino Ospiti A Pantelleria Per La Tre Giorni Di «Visioni Perd IL 17, 18 E 19 AGOSTO

Dalla e Guadagnino ospiti a Pantelleria per la tre giorni di «Visioni perdute» Edizione «meno uno» del Festival di film, incontri, arti della visione, al Cineteatro San Gaetano di Scauri TRAPANI - Partirà il 17 agosto l'edizione «meno uno» di «Visioni perdute», festival di film, incontri, arti della visione. Tre giorni, tre presentatori, tre film. Nella cornice del Cineteatro San Gaetano di Scauri, frazione di Pantelleria, Lucio Dalla, il regista Luca Guadagnino e il critico cinematografico Mario Sesti saranno i protagonisti della kermesse e discuteranno di tre pellicole, film che hanno in comune un uso fuori dal comune degli occhi, ma anche del suono.

Lucio Dalla

I FILM - «Arancia meccanica» di Stanley Kubrick, nella versione restaurata presentata a Cannes da Malcom Mc Dowell; «The Tree of Life» di Terrence Malick , pellicola che ha riportato il cinema al centro dell'attenzione collettiva, stimolando discussioni come avveniva con Kubrick, Bunuel o Fellini; «Io sono l'amore» di Luca Guadagnino, opera italiana che ha riportato il nostro cinema all'attenzione della critica di tutto il mondo. IL SENSO DEL CINEMA - Umberto Massa, direttore organizzativo della manifestazione, ha dichiarato: «Per me "Visioni Perdute" è il modo per mettere insieme le passioni che mi danno più gioie e dolori: il cinema, l' amicizia, il mare e Pantelleria. Alla base, innanzitutto, c'è l'idea di celebrare in una delle location più amate e spettacolari del Mediterraneo, una idea di cinema forte, antica, violenta, quella di cui erano portatori i film che ti cambiavano la vita». «La vita di tutti senza il cinema», afferma invece Lucio Dalla, «sarebbe stata sicuramente diversa. Nel mio caso credo sarebbe stata addirittura insopportabile oppure forse non avrei vissuto affatto. Tutto quello che ho dentro e che mi circonda, tutte le cose che so e le intuizioni che mi hanno fatto scrivere le canzoni che ho fatto, provengono da ore, giorni, mesi e anni passati nelle sale, con la curiosità e la soddisfazione di uno che guarda dal buco di una serratura il mondo o che lo annusa dalla cima più alta dell'Everest». PUNTI DI RIFERIMENTO -Luca Guadagnino parla di come abbia sognato il cinema vedendo i film di Kubrick: «Sono film che insegnano tutto quello che c'è da sapere in primo luogo sulla natura dei compromessi da fare e su quali siano le ossessioni davvero da coltivare: la sua impagabile genialità compositiva, di quadro, di immagine, di suono. La lezione, mai messa in cattedra, di questo puro cineasta è per me stata quella di cercare senza fine una via per fare il Cinema. Essere proiettato a fianco di un tale gigante sullo stesso schermo, introdotto da due personalità del calibro di Lucio Dalla e Mario Sesti (le cui ossessioni di cinema hanno partecipato alla mia curiosità negli anni) è già file:///Users/ff/Desktop/PANTELLERIA/Pantelleria_Rass%20Stampa/pantelleria_CorrMezzog.webarchive

Pagina 1 di 2


Dalla e Guadagnino ospiti a Pantelleria per la tre giorni di «Visioni perdute» - Corriere del Mezzogiorno

31/08/11 14.34

per me un risultato straordinario». IL CRITICO - «Si tratta di film che, benchè realizzati da registi e autori distanti anni luce per formazione, cultura e notorietà», sostiene Mario Sesti, direttore artistico della kermesse, «hanno in comune la capacità straordinaria di parlare in profondità del mondo creando qualcosa di totalmente diverso da esso. Sono film che rendono finalmente chiaro il significato di una parola abusatissima, lo stile: al cinema significa far vedere cosa vuol dire investire in pieno petto la realtà con le immagini e i suoni». Fonte Italpress 02 agosto 2011 © RIPRODUZIONE RISERVATA

ANNUNCI PREMIUM PUBLISHER NETWORK Laurea a Tutte le Età Hai più di 30 Anni e non sei ancora Laureato? Chiedi Info! www.cepu.it Pannelli fotovoltaici Confronta 3 preventivi gratuiti e scegli il migliore in zona Preventivi-PannelliSolari Sono mamma di due bambini Uno è qui accanto a me, l'altro l'ho adottato a distanza. www.sositalia.it

file:///Users/ff/Desktop/PANTELLERIA/Pantelleria_Rass%20Stampa/pantelleria_CorrMezzog.webarchive

Pagina 2 di 2


La Gazzetta del Mezzogiorno.it | Festival: a Pantelleria Visioni Perdute

31/08/11 14.36

Spettacolo Mercoledì, 31 Agosto 2011 14:37Martedì, 02 Agosto 2011 17:32

HOME

PUGLIA BASILICATA SPORT ITALIA

Legale

Servizi

v

Vivi La Città

v

MONDO

LaGazzetta.TV

Cerca

ECONOMIA SPETTACOLO NEWS IN ENGLISH

Meteo

Viaggi

v

Oroscopo

Blog

Sei in: La Gazzetta del Mezzogiorno.it >> Spettacolo >> Festival: a Pantelleria Visioni Perdute...

Forum

Sondaggi

Foto

Contatti

v

LE ALTRE NOTIZIE SPETTACOLO

Amy Winehouse si era fidanzata con Reg

Traduci

Share

?

Share

Festival: a Pantelleria Visioni Perdute 17-19 agosto, film e incontri con Dalla, Guadagnino e Sesti (ANSA) - ROMA, 2 AGO - Si svolgera' a Pantelleria dal 17 al 19 agosto l'edizione 'meno uno' di Visioni perdute, un festival di film, incontri, arti della visione, che vedra' Lucio Dalla, il regista Luca Guadagnino e il critico cinematografico Mario Sesti in scena a parlare di Arancia meccanica di Stanley Kubrick (nella versione restaurata presentata a Cannes), The Tree of Life di Terrence Malick, Io sono l'amore di Luca Guadagnino.

02 AGOSTO 2011

Stampa

Commenta

Invia a un amico

Annunci Premium Publisher Network Laurea a Tutte le Età Hai più di 30 Anni e non sei ancora Laureato? Chiedi Info! www.cepu.it Nuove Idee di Viaggio Organizza il tuo prossimo viaggio con i consigli giusti! www.FamigliaCristiana.it Il tuo mutuo? MutuiOnline Mutui fino al 100% in 40 anni. Scegli le migliori offerte! www.mutuionline.it

PIÙ LETTI

PIÙ COMMENTATI

Oggi

Settimana

Mese

1. «E tu dove glielo metteresti?» Manifesti offensivi a Bari il Comune li fa togliere (2293 letture) 2. Esplosione in negozio nel centro di Lecce muore l'attentatore Il procuratore: un errore lo scoppio, forse per una truffa (505 letture) 3. Ostuni, bimbo di sette anni muore folgorato (255 letture)

Visualizza i 10 articoli più letti

METEO

0

Meteo by ilMeteo.it

VOLI IN TEMPO REALE ARRIVI REAL TIME

file:///Users/ff/Desktop/PANTELLERIA/Pantelleria_Rass%20Stampa/Pantelleria_GazzMezzog.webarchive

VEDI PARTENZE

Ora 17:40 17:45 18:00

Volo AP0110 AZ1638 IG2006

Origine Destinazione MILANO MALPENSA BRINDISI VENEZIA BARI ROMA FIUMICINO BARI

18:10

FR8819

VERONA

BRINDISI

Pagina 1 di 2


La Gazzetta del Mezzogiorno.it | Festival: a Pantelleria Visioni Perdute

Copyright Š 2011 EDISUD SpA. Tutti i diritti riservati.

file:///Users/ff/Desktop/PANTELLERIA/Pantelleria_Rass%20Stampa/Pantelleria_GazzMezzog.webarchive

31/08/11 14.36

EDISUD SpA - Partita Iva N. 02492480724

Pagina 2 di 2


cinemotore press book center

31/08/11 14.33

ultimi post | tag | utenti online | foto | video | audio

crea il tuo blog gratis su Splinder |

Cinemotore Press Book Center Tutte Le Curiosità Introvabili Dei Film In Uscita By Http://Www.cinemotoreonline.net E Non Solo.... « post precedente | Home | post successivo »

Chi Sono

Martedì, 02 Agosto 2011

VISIONI PERDUTE

a Pantelleria – 17/18/19 agosto 2011 Commenti Recenti

Archivio oggi agosto 2011 luglio 2011 giugno 2011 maggio 2011 aprile 2011 marzo 2011 febbraio 2011 gennaio 2011 --- 2010 ----- 2009 ----- 2008 ----- 2007 ----- 2006 ----- 2005 ----- 2004 ---

Categorie cast in corso cinema story classifiche compleanni cosa fanno cose curiose cose utili cronaca echissenefrega foto incassi in sala libri musica musica sul web polemiche premi presto al cinema speciali star sul set teatro trailer tv

Links

Il festival di film, incontri e arti della visione. Edizione menouno 2011 Si svolgerà a Pantelleria dal 17 al 19 agosto 2011 l’edizione “meno uno” di VISIONI PERDUTE, un festival di film, incontri, arti della visione, che vedrà Lucio Dalla, il regista Luca Guadagnino e il critico cinematografico Mario Sesti, in scena a presentare e parlare di tre film che hanno in comune un uso davvero spericolato e sorprendente degli occhi, ma anche del suono: Arancia meccanica di Stanley Kubrick (nella versione restaurata presentata a Cannes da Malcom Mc Dowell), The Tree of Life di Terrence Malick (il film che ha riportato il cinema al centro dell’attenzione collettiva: non si parlava, o si litigava su un film allo stesso modo, proprio dai tempi di Kubrick, Bunuel o Fellini), Io sono l’amoredi Luca Guadagnino (il film italiano che ha riportato il nostro cinema all’attenzione della critica di tutto il mondo, come ai suoi tempi d’oro). Ma che tipo di manifestazione sarà sarà questa prima edizione (o edizione “meno uno”, come amano definirla gli organizzatori) di Visioni Perdute, che nasce da un’idea del produttore Umberto Massa (che con la Kubla Khan ha realizzato film come La capa gira,Pater Familias, Mater natura, Shoting Silvio, Polvere, Tris di donne ed abiti nuziali), ), e con il sostegno di Enigma Securities? “Per me – sostiene Umberto Massa, che ne sarà anche il Direttore Organizzativo - Visioni Perdute è il modo per mettere insieme le passioni che mi danno più gioie e dolori: il cinema, l’ amicizia, il mare e Pantelleria”. Alla base, innanzitutto, c’è l’idea di celebrare in una delle location più amate e spettacolari del Mediterraneo, una idea di cinema forte, antica, violenta, quella di cui erano portatori i film che ti cambiavano la vita. Dice infatti Lucio Dalla: "La vita di tutti senza il cinema sarebbe stata sicuramente diversa. Nel mio caso credo sarebbe stata addirittura insopportabile oppure forse non avrei vissuto affatto.

file:///Users/ff/Desktop/PANTELLERIA/Pantelleria_Rass%20Stampa/Pantelleria_Cinemotore.webarchive

Pagina 1 di 3


cinemotore press book center

Partecipano

Foto Recenti

Bottoni

Counter visitato 204737 volte

31/08/11 14.33

Tutto quello che ho dentro e che mi circonda, tutte le cose che so e le intuizioni che mi hanno fatto scrivere le canzoni che ho fatto, provengono da ore, giorni, mesi e anni passati nelle sale, con la curiosità e la soddisfazione di uno che guarda dal buco di una serratura il mondo o che lo annusa dalla cima più alta dell'Everest”. Dichiara Luca Guadagnino: “Ho sognato il cinema vedendo i film di Stanley Kubrick. Sono film che insegnano tutto quello che c'è da sapere in primo luogo sulla natura dei compromessi da fare e su quali siano le ossessioni davvero da coltivare: la sua impagabile genialità compositiva, di quadro, di immagine, di suono. La lezione, mai messa in cattedra, di questo puro cineasta è per me stata quella di cercare senza fine una via per fare il Cinema. Essere proiettato a fianco di un tale gigante - dice emozionato Guadagnino - sullo stesso schermo, introdotto da due personalità del calibro di Lucio Dalla (la cui musica ha morso il mio stomaco di malinconia innumerevoli volte) e Mario Sesti (le cui ossessioni di cinema hanno partecipato alla mia curiosità negli anni) è già per me un risultato straordinario”. “Si tratta di film che, benchè realizzati da registi e autori distanti anni luce per formazione, cultura e notorietà – sostiene Mario Sesti che sarà il direttore artistico di Visioni Perdute - hanno in comune la capacità straordinaria di parlare in profondità del mondo creando qualcosa di totalmente diverso da esso. Sono film che rendono finalmente chiaro il significato di una parola abusatissima, lo stile: al cinema significa far vedere cosa vuol dire investire in pieno petto la realtà con le immagini e i suoni”. Aggiunge Lucio Dalla: “Ricordo la prima volta che vidi 2001 Odissea nello spazio di Kubrick (dico la prima perché l'ho visto almeno 15 o 16 volte, le ultime portando gli amici, perfino mia madre): mi fece scegliere il regista, insieme a Fellini, Pasolini e non so quanti altri, come un mio riferimento preciso, un mio mondo personale dal quale entravo e uscivo, come da bambino entravo e uscivo dalla porta di casa mia per andare a giocare, per diventare grande con un decoroso disordine che mi ha accompagnato fino ad oggi. La stessa emozione, dopo anni, l'ho provata vedendo l'ultimo film di Malick per 3 giorni di seguito al Cinema Arlecchino di Bologna!”. La ritualità di Visioni Perdute sarà semplice e antica anch’essa: i film saranno preceduti dalle voci di Dalla, Guadagnino, Sesti, Marco Alemanno (attore e collaboratore di Dalla), lo stesso Massa e alla fine, dopo le proiezioni, alle loro conversazioni si uniranno le voci del pubblico, insieme alle voci, spesso autorevoli, di tutti coloro che fanno parte del mondo del cinema e che in quel momento saranno presenti sull’isola: chiunque sarà lì, nelle notti di Pantelleria (17, 18 e 19 agosto), potrà essere parte di questo rito e potrà perdersi nelle sue visioni, alla ricerca di immagini e suoni che pensavamo di aver perduto per sempre. postato da: cinemotore alle ore agosto 02, 2011 14:26 | Permalink |

Commenti:

categoria: file:///Users/ff/Desktop/PANTELLERIA/Pantelleria_Rass%20Stampa/Pantelleria_Cinemotore.webarchive

Pagina 2 di 3


cinemotore press book center

31/08/11 14.33

template by Splinder

file:///Users/ff/Desktop/PANTELLERIA/Pantelleria_Rass%20Stampa/Pantelleria_Cinemotore.webarchive

Pagina 3 di 3


46 Napoli Cultura / Spettacoli

Domenica 21 agosto 2011

Il Mattino

Diego Del Pozzo

La De Rossi

Flash

N

el cast di interpreti non professionisti messo insieme dal regista Guido Lombardi e dal produttore Gaetano Di Vaio per «Là-Bas», l’atteso film prodotto dalla factory partenopea Figli del Bronx selezionatonellaSettimanadellacriticadella prossima Mostra di Venezia, ci sono due artisti che, invece, fanno gli attori permestiere eche sperano nel successo della pellicola, che racconta la strage di immigratidel2008echeègiàstataribattezzata «Gomorra nera». Si tratta dell’emergentenapoletanoSalvatoreRuocco e di Esther Elisha, bresciana originaria del Benin, il cui coinvolgimento in unfilm ambientato nellacomunità africana di Castelvolturno risulta ancora piùinteressanteproprioperlesueorigini. «Sono felicissima - racconta Esther cheancheilcinemaitalianosisiaaccorto dei mutamenti in atto nella società e abbia aperto a un film con protagonisti africani. È stata una scelta coraggiosa». Com’è stata l’esperienza di un film così particolare? «Ho avuto modo di lavorare con tanti giovani di valore, sia nel cast che nella troupe, su una storia importante chemi aveva colpito fin da quando avevo letto la sceneggiatura. E poi, il fatto di aver potuto interagire con una seriedi non professionisti, a partire dal protagonista L’attrice Kader Alas«Io e Ruocco Abdou sane, ha arricchito unici ciascuno di noi». professionisti Il film parla di cadella pellicola morra, immigradegrado. I protagonisti zione, Ma lascia aperto sono tutti più di uno spiraafricani» glio di speranza. Come pensa che possa essere recepito dal pubblico? «A me piacerebbe che “Là-Bas” potesse trovare una strada nelle sale e raggiungere un suo pubblico. In Italia, c'è tanto cinema indipendente di valore, che lottaperemergereearrivareinsala.E,invece, penso chepuntare suprogetti giovani e originali come questo potrebbe essere la vera ricchezza dalla quale far ripartire il cinema italiano». La ricchezza di «Là-Bas», poi, è anche linguistica e, dunque, culturale. «Epermeproprioquestoèstatounulteriore elemento di interesse. Nel film, infatti, si alternano molte lingue diverse: nigeriano, inglese, senegalese, napoletano, italiano. E vanno a comporre un'autentica polifonia che arricchisce la narrazione. Da parte mia, ho vissuto una vera e propria sfida, perché ho dovuto fare un lavoro in profondità su un dialetto nigeriano che, essendo italiana originaria del Benin, non parlavo affatto». Che personaggio interpreta? «IosonoSuad,una prostitutadella quales’innamorailprotagonistapocodopo il suo arrivo dall’Africa a Castelvoltur-

«Per amore del mio toy boy adesso canto in napoletano» Il premio

Mangiacapre tra Venezia e Napoli

Dalla cronaca alla fiction Un’immagine del regista Guido Lombardi sul set di «Là-Bas» e, a sinistra, Esther Elisha

Sul set

«Ho imparato il nigeriano tra i neri di Castelvolturno» Esther Elisha star di «Là-Bas», film di Lombardi sulla strage del 2008

fa.co.

no. Lui, però, all'inizio non sa cosa faccia davvero la ragazza per vivere. Poi, quando lo capisce, cerca in tutti i modi ditrascinarla via daquellavita, fin quasi a farne un'ossessione». Lei ha lavorato anche in passato in film indipendenti, come «Last minute Marocco» e il francese «Les gardiens de l'ordre», ma anche in tv in «Boris», «IlcommissarioDeLuca»e«DonMatteo 5». Cosa c’è nel suo futuro? «Inautunno,sarònellafiction“Unamusicanelcuore”,suRaiuno.Poihoiniziatoa collaborareconunacoppiadiartisti della scena berlinese, gli Ze Coeupel, cioè Ambra Pittoni e Paul-Flavien Enriquez-Sarano, nell’ambito di un progettoperformativoitinerantecreatotraBerlino e Milano. Lo porteremo in scena da settembre, al Festival de performances “Préavis de Désordre Urbain” di Marsiglia: è un lavoro al quale tengo molto, perché mira a spingere il cittadino a interrogarsi sul rapporto che ha con la città nella quale vive».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

La rassegna

Lucio Dalla e il mondo del cinema di Kubrick «Un’idea di cinema forte, antica, violenta, quella di cui erano portatori i film che ti cambiavano la vita». Così il produttore napoletano Umberto Massa («Lacapagira») intende celebrare ogni anno a Pantelleria il ciclo di «Visioni perdute». Tra gli ospiti il regista Luca Guadagnino, autore del recente «Io sono l'amore» con Tilda Swinton, il critico Mario Sesti - direttore artistico - e Lucio Dalla nelle insolite vesti di appassionato cultore di

cinema oltre che di ex attore (per «I sovversivi» dei fratelli Taviani) e autore di diverse colonne. «Ma il mio culto per il grande schermo arriva da lontano: la vita di tutti senza il cinema sarebbe stata sicuramente diversa». «Nel mio caso - ha aggiunto il cantautore bolognese tutto quello che ho dentro, tutte le cose che so e le intuizioni che mi hanno fatto scrivere le canzoni che ho fatto, provengono da ore, giorni, mesi e anni passati nelle sale, con la

curiosità e la soddisfazione di uno che guarda dal buco di una serratura il mondo o che lo annusa dalla cima più alta dell'Everest». Dalla ha ricordato anche la prima volta che vide «2001 - Odissea nello spazio»: «Scelsi Kubrick come un mio riferimento preciso. La stessa emozione, dopo anni, l'ho provata vedendo l'ultimo film di Malick, per 3 giorni di seguito al Cinema Arlecchino di Bologna».

Un premio tra la Mostra del Cinema di Venezia e Napoli. Lo assegna l’Associazione Le Tre Ghinee/Nemesiac he in nome di Lina Mangiacapre omaggio ad una scrittrice, giornalista e regista che ha contribuito a diffondere un cinema da cui emerge una nuova sensibilità verso l’universo femminile. La manifestazione (ex Premio Elvira Notari), giunta al nono anno, viene attribuito ad ogni edizione della Mostra di Venezia. Quest’anno, come nel 2010, la il premio sarà consegnato ufficialmente a Napoli, Al Blu di Prussia, con la proiezione del film premiato in presenza di regista e protagonista.

P

iù di trent’anni fa esordì per AlbertoLattuadaalcinema.DaallorainpoiBarbaraDeRossinon hamaiabbandonatolarecitazione,spaziandotragenerieriuscendoamostrare ilsuotalentosiasulgrandechesulpiccolo schermo. Ora l’attrice, che festeggia unannodiamoreconilcantautoreAnthony Manfredonia, ha un nuovo progetto.«Nonostantesicontinuiadireche luièilmiotoy-boy,ilrapportosièrinsaldato»,raccontalaDeRossicheperluisi propone anche come cantante. «Non mifermapiùnessuno.Peròprecisiamo che canto soltanto una canzone. L'ho fattoperamore». Spieghiamo il progetto, allora. «Il 20 settembreesce“Insolitariosplendore”, il suo primo disco di inediti dopo quasi 12 anni di autoproduzioni. Il cd comprendetredicibrani,dicuiduesonocover:“Amaroè’obene”diSergioBrunie “Se potessi amore mio” di Luigi Tenco. Al disco hanno collaborano tanti musicisti e... an- Il progetto ch’io: recitando Un brano un'introduzione albrano“Ilnostro nell’album amore”eduettan- di Anthony do con lui in “Il Manfredonia mio amore”. So- poi uno show no un omaggio al nostro sentimen- musicale to e mi sono mol- a teatro to emozionata quando le ho ascoltateperlaprimavolta». Ildiscosaràpromossoancheattraversountourteatrale.«Insiemealmiocompagno-annuncial’attricecheharecitatoin“NapoliMilionaria!”diEduardoin tvconRanieri-stiamodefinendoicontenutidiunospettacoloconNapoliprotagonista.Saràunacommistionetratangoecanzoniclassichenapoletane,tradizionesìmaanchemoltasperimentazione.Ioreciterò,balleròeinpochissimicasifaròinterventicanori.Ilcantanteincasaèunosolo,Anthony». © RIPRODUZIONE RISERVATA

Poliedrica Barbara De Rossi

Composite IL_MATTINO - NAZIONALE - 46 - 21/08/11 ----

Time: 20/08/11

Mariagiovanna Capone

21.40


46 Napoli Cultura / Spettacoli

Domenica 21 agosto 2011

Il Mattino

Diego Del Pozzo

La De Rossi

Flash

N

el cast di interpreti non professionisti messo insieme dal regista Guido Lombardi e dal produttore Gaetano Di Vaio per «Là-Bas», l’atteso film prodotto dalla factory partenopea Figli del Bronx selezionatonellaSettimanadellacriticadella prossima Mostra di Venezia, ci sono due artisti che, invece, fanno gli attori permestiere eche sperano nel successo della pellicola, che racconta la strage di immigratidel2008echeègiàstataribattezzata «Gomorra nera». Si tratta dell’emergentenapoletanoSalvatoreRuocco e di Esther Elisha, bresciana originaria del Benin, il cui coinvolgimento in unfilm ambientato nellacomunità africana di Castelvolturno risulta ancora piùinteressanteproprioperlesueorigini. «Sono felicissima - racconta Esther cheancheilcinemaitalianosisiaaccorto dei mutamenti in atto nella società e abbia aperto a un film con protagonisti africani. È stata una scelta coraggiosa». Com’è stata l’esperienza di un film così particolare? «Ho avuto modo di lavorare con tanti giovani di valore, sia nel cast che nella troupe, su una storia importante chemi aveva colpito fin da quando avevo letto la sceneggiatura. E poi, il fatto di aver potuto interagire con una seriedi non professionisti, a partire dal protagonista L’attrice Kader Alas«Io e Ruocco Abdou sane, ha arricchito unici ciascuno di noi». professionisti Il film parla di cadella pellicola morra, immigradegrado. I protagonisti zione, Ma lascia aperto sono tutti più di uno spiraafricani» glio di speranza. Come pensa che possa essere recepito dal pubblico? «A me piacerebbe che “Là-Bas” potesse trovare una strada nelle sale e raggiungere un suo pubblico. In Italia, c'è tanto cinema indipendente di valore, che lottaperemergereearrivareinsala.E,invece, penso chepuntare suprogetti giovani e originali come questo potrebbe essere la vera ricchezza dalla quale far ripartire il cinema italiano». La ricchezza di «Là-Bas», poi, è anche linguistica e, dunque, culturale. «Epermeproprioquestoèstatounulteriore elemento di interesse. Nel film, infatti, si alternano molte lingue diverse: nigeriano, inglese, senegalese, napoletano, italiano. E vanno a comporre un'autentica polifonia che arricchisce la narrazione. Da parte mia, ho vissuto una vera e propria sfida, perché ho dovuto fare un lavoro in profondità su un dialetto nigeriano che, essendo italiana originaria del Benin, non parlavo affatto». Che personaggio interpreta? «IosonoSuad,una prostitutadella quales’innamorailprotagonistapocodopo il suo arrivo dall’Africa a Castelvoltur-

«Per amore del mio toy boy adesso canto in napoletano» Il premio

Mangiacapre tra Venezia e Napoli

Dalla cronaca alla fiction Un’immagine del regista Guido Lombardi sul set di «Là-Bas» e, a sinistra, Esther Elisha

Sul set

«Ho imparato il nigeriano tra i neri di Castelvolturno» Esther Elisha star di «Là-Bas», film di Lombardi sulla strage del 2008

fa.co.

no. Lui, però, all'inizio non sa cosa faccia davvero la ragazza per vivere. Poi, quando lo capisce, cerca in tutti i modi ditrascinarla via daquellavita, fin quasi a farne un'ossessione». Lei ha lavorato anche in passato in film indipendenti, come «Last minute Marocco» e il francese «Les gardiens de l'ordre», ma anche in tv in «Boris», «IlcommissarioDeLuca»e«DonMatteo 5». Cosa c’è nel suo futuro? «Inautunno,sarònellafiction“Unamusicanelcuore”,suRaiuno.Poihoiniziatoa collaborareconunacoppiadiartisti della scena berlinese, gli Ze Coeupel, cioè Ambra Pittoni e Paul-Flavien Enriquez-Sarano, nell’ambito di un progettoperformativoitinerantecreatotraBerlino e Milano. Lo porteremo in scena da settembre, al Festival de performances “Préavis de Désordre Urbain” di Marsiglia: è un lavoro al quale tengo molto, perché mira a spingere il cittadino a interrogarsi sul rapporto che ha con la città nella quale vive».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

La rassegna

Lucio Dalla e il mondo del cinema di Kubrick «Un’idea di cinema forte, antica, violenta, quella di cui erano portatori i film che ti cambiavano la vita». Così il produttore napoletano Umberto Massa («Lacapagira») intende celebrare ogni anno a Pantelleria il ciclo di «Visioni perdute». Tra gli ospiti il regista Luca Guadagnino, autore del recente «Io sono l'amore» con Tilda Swinton, il critico Mario Sesti - direttore artistico - e Lucio Dalla nelle insolite vesti di appassionato cultore di

cinema oltre che di ex attore (per «I sovversivi» dei fratelli Taviani) e autore di diverse colonne. «Ma il mio culto per il grande schermo arriva da lontano: la vita di tutti senza il cinema sarebbe stata sicuramente diversa». «Nel mio caso - ha aggiunto il cantautore bolognese tutto quello che ho dentro, tutte le cose che so e le intuizioni che mi hanno fatto scrivere le canzoni che ho fatto, provengono da ore, giorni, mesi e anni passati nelle sale, con la

curiosità e la soddisfazione di uno che guarda dal buco di una serratura il mondo o che lo annusa dalla cima più alta dell'Everest». Dalla ha ricordato anche la prima volta che vide «2001 - Odissea nello spazio»: «Scelsi Kubrick come un mio riferimento preciso. La stessa emozione, dopo anni, l'ho provata vedendo l'ultimo film di Malick, per 3 giorni di seguito al Cinema Arlecchino di Bologna».

Un premio tra la Mostra del Cinema di Venezia e Napoli. Lo assegna l’Associazione Le Tre Ghinee/Nemesiac he in nome di Lina Mangiacapre omaggio ad una scrittrice, giornalista e regista che ha contribuito a diffondere un cinema da cui emerge una nuova sensibilità verso l’universo femminile. La manifestazione (ex Premio Elvira Notari), giunta al nono anno, viene attribuito ad ogni edizione della Mostra di Venezia. Quest’anno, come nel 2010, la il premio sarà consegnato ufficialmente a Napoli, Al Blu di Prussia, con la proiezione del film premiato in presenza di regista e protagonista.

P

iù di trent’anni fa esordì per AlbertoLattuadaalcinema.DaallorainpoiBarbaraDeRossinon hamaiabbandonatolarecitazione,spaziandotragenerieriuscendoamostrare ilsuotalentosiasulgrandechesulpiccolo schermo. Ora l’attrice, che festeggia unannodiamoreconilcantautoreAnthony Manfredonia, ha un nuovo progetto.«Nonostantesicontinuiadireche luièilmiotoy-boy,ilrapportosièrinsaldato»,raccontalaDeRossicheperluisi propone anche come cantante. «Non mifermapiùnessuno.Peròprecisiamo che canto soltanto una canzone. L'ho fattoperamore». Spieghiamo il progetto, allora. «Il 20 settembreesce“Insolitariosplendore”, il suo primo disco di inediti dopo quasi 12 anni di autoproduzioni. Il cd comprendetredicibrani,dicuiduesonocover:“Amaroè’obene”diSergioBrunie “Se potessi amore mio” di Luigi Tenco. Al disco hanno collaborano tanti musicisti e... an- Il progetto ch’io: recitando Un brano un'introduzione albrano“Ilnostro nell’album amore”eduettan- di Anthony do con lui in “Il Manfredonia mio amore”. So- poi uno show no un omaggio al nostro sentimen- musicale to e mi sono mol- a teatro to emozionata quando le ho ascoltateperlaprimavolta». Ildiscosaràpromossoancheattraversountourteatrale.«Insiemealmiocompagno-annuncial’attricecheharecitatoin“NapoliMilionaria!”diEduardoin tvconRanieri-stiamodefinendoicontenutidiunospettacoloconNapoliprotagonista.Saràunacommistionetratangoecanzoniclassichenapoletane,tradizionesìmaanchemoltasperimentazione.Ioreciterò,balleròeinpochissimicasifaròinterventicanori.Ilcantanteincasaèunosolo,Anthony». © RIPRODUZIONE RISERVATA

Poliedrica Barbara De Rossi

Composite IL_MATTINO - NAZIONALE - 46 - 21/08/11 ----

Time: 20/08/11

Mariagiovanna Capone

21.40


11-AGO-2011

Lettori: 2.467.000 Diffusione: 328.844

Dir. Resp.: Bruno Manfellotto

da pag. 95


08-AGO-2011

Lettori: 827.000 Diffusione: 221.508

Dir. Resp.: Vera Montanari

da pag. 143


A Pantelleria "Visioni perdute - meno uno"

31/08/11 16.38

cerca...

Home

Recensioni

News

Eventi

Curiosità

Cerca

Contatti

A Pantelleria "Visioni perdute - meno uno" Comincia il 17 agosto a Pantelleria e si svolgerà fino al 19 agosto 2011 lʼedizione “meno uno” di VISIONI PERDUTE, un festival di film, incontri, arti della visione, che vedrà Lucio Dalla, il regista Luca Guadagnino e il critico cinematografico Mario

Box Office

Sesti, in scena a presentare e parlare di tre film che hanno in comune un uso davvero spericolato e sorprendente degli occhi, ma anche del suono: Arancia meccanica di Stanley Kubrick (nella versione restaurata presentata a Cannes da Malcom Mc Dowell),

Ultime Recensioni Solo per vendetta

The Tree of Life di Terrence Malick, Io sono lʼamore. Alla base, innanzitutto, cʼè la volontà di celebrare in una delle location più amate e spettacolari del Mediterraneo, un'idea di cinema forte, antica, violenta, quella di cui

Pink Subaru

erano portatori i film che ti cambiavano la vita. La ritualità di Visioni Perdute sarà semplice e antica anchʼessa: i film saranno preceduti dalle voci di Dalla, Guadagnino, Sesti, Marco Alemanno (attore e collaboratore di Dalla), lo stesso

Lanterna verde

Massa e alla fine, dopo le proiezioni, alle loro conversazioni si uniranno le voci del pubblico, insieme alle voci, spesso autorevoli, di tutti coloro che fanno parte del mondo del cinema e che in quel momento saranno presenti sullʼisola.

Kung Fu Panda 2

Fright Night Amministrazione

< >

© 2008 intothemovie.com

file:///Users/ff/Desktop/PANTELLERIA/Pantelleria_IntotheM-webarchive.webarchive

Pagina 1 di 1


-MSGR - 20 CITTA - 21 - 14/08/11-N:RIBATTUTA

21

CULTURA 21 & SPETTACOLI 21

IL MESSAGGERO DOMENICA 14 AGOSTO 2011

CINEMA L’altdellemajorferma leripresediTheLoneRanger con la star di Pirati dei Caraibi Arischioanchelenuoveregie diHowardeDelToro ROMA K Hollywood non è invulnerabile. La crisi ha investito anche la Mecca del cinema che inizia a tagliare i costi come il resto delle produzioni mondiali. Sono già diverse le star che pagano questo momentoeconomico. Nonimporta se alcuni tra i personaggi che vedono sfumare i loro progetti hanno sbancato i botteghi,sealtri invece sono riusciti a ricevere premi e lodi dalla critica con film indipendenti e quindi a basso costo: il ciclone ha travolto tutti. Nonostante la situazione non sia disastrosa come allora, l’America degli Studios ricorda quella degli anni di Frank Capra, quando i film si facevano conpochidollari, molta buona volontàe soprattuttoconunmessaggiocherassicurasse la popolazione. Già la scorsa stagione le majors erano state scosse dai continui scioperi degli sceneggiatori, e la Metro Goldwin Mayer, un colosso, era stata sull’orlo del fallimento. Adesso tocca alla Disney, una delle più società più potenti, che ha rimandato a data da definire il suo «The lone ranger» (il ranger solitario) con Johnny Depp nel ruolo del protagonista, quel cavaliere mascherato che nasceva alla Radionegli Anni Trenta. Quell’eroe al quale migliaia di donne scrivevano: salvami da questa grigia vita. L’alt delle majors ha fermato anche un altro gigantesco progetto di Ron Howard. E poi il rifacimento di «Yellow Submarine». Immobile per ora anche «Southpaw», dramma ambientato nel mondo della boxe che avrebbe riportato il rapper Eminem sul set. Per«The loneranger», bloccato dalla Disney due mesi prima dell’inizio riprese - erano previste per il prossimo ottobre in Nuovo Messico - il problema consisterebbe solo e

Johnny Depp protagonista del nuovo western della Disney bloccato per mancanza di soldi

Hollywood stringe la cinghia stop ai film di Depp e Cruise Glistudiostaglianoicosti,saltanoalcuneproduzionimultimilionarie

unicamente nel budget. Il costo iniziale sarebbe dovuto essere di circa duecento milioni di dollari, poi lievitato a duecentocinquanta. La produzione esecutiva è riuscito ad abbassarlo, ma di poche unità (232 milioni) L’arresto però non è dovuto sic et simpliciter a quei 32 milioni in più. Il fatto è più complesso. A Hollywood si sono resi conto che le produzioni cosiddette spettacolari effetti speciali, sofisticate tecniche di computer - hanno cifre troppo alte. In contrasto

A sinistra Tom Cruise coinvolto in un progetto rimandato A destra di Ron Howard Anche il suo film è al palo

con l’andamento dell’economia americana. Nell’ambiente degli addetti ai lavori però tutti scommettono che il progetto arriverà al traguardo: Johnny Depp collabora al suo sviluppo dal 2008.

E il produttore Jerry Bruckheimer, che ha già realizzato con l’attore la tetralogia dei Pirati dei Caraibi, proverà a salvare il western che sarebbe dovuto essere il film di Natale del 2012, abbassando i costi. Non

Il fenomeno Pattinson prima di Twilight ROMA - Dopo l’uscita in librerie e videoteche sta già scalando il box-office dell’home-video: è «How to be», in italiano «Come solo tu sei», la commedia romantica che vede assoluto protagonista Robert Pattinson, il leggendario Edward Cullen della saga-fenomeno Twilight (amatissima non solo dai giovani). Si tratta di un film pre-Twilight, realizzato nel 2008 quando Robert Thomas Pattinson era un emerito sconosciuto, qui nella doppia veste di interprete e autore della colonna sonora. E’ la storia di un ragazzo lasciato dalla fidanzata e tornato a vivere con i genitori, che troverà nella musica l’autostima perduta. «Vista la popolarità del personaggio - spiega Lorenzo Ferrari Ardicini, vicepresidente Cecchi Gori Home Video e responsabile acquisizioni – abbiamo ritenuto che il film potesse avere un mercato, anche al di là della sala. E i risultati ci stanno dando ragione. I

nostri criteri? Non ci fermiamo allo sfruttamento di un volto popolare, puntiamo comunque sui contenuti. Come per «Blindness» interpretato da Julienne Moore, diretto da Fernando Meirelles e tratto da Saramago. Un Robert Pattinson film passato a Cannes qualche anno fa che abbiamo editato in dvd dopo che nessuno ha voluto distribuirlo al cinema.La stessa cosa faremo per l’interessante documentary «I’ll still heare», con Joaquin Phoenix intento a fingersi drogato e depresso per svelare i lati oscuri e il cinismo di Hollywood».

di 32 milioni, ma almeno di un centinaio, e portando il film a un altra major. Se «The Lone ranger» non può andare avanti perché così ha deciso la Disney, anche altri progetti tra i 200 e i 300 milioni sono al palo. Come fantascientifico «John Carter».. E come «Oz: The great and powerful», di Sam Raimi con James Franco, prequel del cult «Il mago di Oz». Questa corsa al risparmio rientra nella nuova politica di rigore di Rich Ross, presidente dei Walt Disney Studios dal 2009. Per questo motivo infatti lo scorso marzo è stato cancellato il remake in 3D di «Yellow Submarine», il film con le musiche dei Beatles a cui stava già lavorando Robert Zemeckis: la decisione è stata presa dopo il disastroso risultato al botteghino di un’altra produzione del regista, «Mars need moms». È rimasto senza casa di produzione anche il mega progetto tra western e fantasy «The dark tower», una trilogia cinematografica più due serie tv, con le riprese del primo lungometraggiofissate per quest’estate, che Ron Howard voleva trarre dalla serie omonima di sette romanzi scritta da Stephen King. Ma una ventina di giorni fa la Universal ci ha ripensato e ha fermato tutto. Sempre la Universal ha rimandato un altro progetto di alto profilo, «Alle montagne della follia», horror da 150 milioni di dollari, con la regia di Guillermo del Toro e con Tom Cruise. Mi.U. © RIPRODUZIONE RISERVATA

P. P. Moc. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Dalla e Guadagnino a Pantelleria Locarno, vince l’Argentina protagonisti di un nuovo festival duepremiagliitaliani ROMA - Si svolgerà a Pantelleria dal 17 al 19 agosto l’edizione «meno uno» di Visioni perdute, un festival di film, incontri, arti della visione. Lucio Dalla, il regista Luca Guadagnino e il critico cinematografico Mario Sesti saranno in scena per presentare tre film che hanno in comune un uso spericolato e sorprendente degli occhi, ma anche del suono: «Arancia meccanica» di Stanley Kubrick (nella versione restaurata presentata a Cannes da Malcom Mc Dowell), «The Tree of Life» di Terrence Malick (il film, Palma d’oro, che ha riportato il cinema al centro dell’attenzione collettiva), «Io sono l’amore» di Luca Guadagnino, il film italiano che ha riportato il nostro cinema all’attenzione della critica di Lucio Dalla tutto il mondo. Dice Lucio Dalla: «La vita di tutti senza il cinema sarebbe stata sicuramente diversa. Nel mio caso credo sarebbe stata addirittura insopportabile oppure forse non avrei vissuto affatto. Tutto quello che ho dentro e che mi circonda, tutte le cose che so e le intuizioni che mi hanno fatto scrivere le mie canzoni provengono da ore, giorni, mesi e anni passati nelle sale».

LOCARNO - Con una rappresentazione poetica in cui la realtà e la fantasia si fondono nella più classica tradizione sudamericana, «Abrir puertas y ventanas» (aprire porte e finestre), opera prima di Milagros Mumenthaler, produzione svizzero-argentina, ha vinto il Pardo d’Oro nel Concorso internazionale al 64mo Festival del cinema di Locarno. Ma anche l’Italia è andata bene nella rassegna: ha centrato il Pardo d’Oro nella sezione Cineasti del presente, il cosiddetto Pardino, con «L’estate di Giacomo» di Alessandro Comodin. E «Sette opere di misericordia» dei fratelli Gianluca e Massimiliano De Serio è arrivato secondo nel Premio giuria dei giovani e ha preso anche un altro riconoscimento, il Don Quijote. «Abrir puertas y ventanas» si svolge a Buenos Aires (la regista argentina ha vissuto a lungo in Svizzera per poi tornare in patria) verso la fine dell’estate. Protagoniste sono tre sorelle orfane, Marina(l’attrice Maria Canale, migliore interpretazione femminile), Sofia e Violeta che vivono prima con la nonna e poi, dopo la sua morte, da sole - in una casa antica sui cui particolari spesso indugia la telecamera. È invece un film biografico e di formazione

Milagros Mumenthaler (a sinistra) e Maria Canale

«L’estate di Giacomo». Comodin inizialmente voleva fare un documentario sull’apprendimento del suono. Ma poi, girando con il protagonista, Giacomo Zulian, un giovane sordo fin da piccolo che grazie a un’operazione ha riacquistato in gran parte l’udito e ora deve rieducare la parola, il cineasta ha deciso di cambiare strada. Ha raccolto materiale e ha scelto di raccontare il passaggio all’età adulta. Soddisfazione è stata espressa per «Sette opere di misericordia», storia della redenzione di una clandestina moldava, da Luciano Sovena, ad di Cinecittà Luce, distributore del film: «I riconoscimenti confermano la validità delle nostre scelte e dell’opera di ricerca di nuovi talenti che saranno i maestri di domani».

-TRX IL:13/08/11

23.24-NOTE:RIBATTUTA


19-AGO-2011

Lettori: 3.250.000 Diffusione: 485.286

Dir. Resp.: Ezio Mauro

da pag. 51


03-AGO-2011

Lettori: 317.000 Diffusione: 53.221

Dir. Resp.: Claudio Sardo

da pag. 43


Visioni Perdute a Pantelleria – 17/18/19 agosto 2011 - Cinema News - PRIMISSIMA

31/08/11 14.36

Cerca nel sito...

FILM

CINEMA NEWS

Attualità

Personaggi

AL CINEMA Eventi

MULTIMEDIA Interviste

DVD & BLU RAY Speciali

Trade

MAGAZINE

PRIMISSIMA SCUOLA

Recensioni

ATTUALITÀ

Gossip

PROMOZIONI

Trailer

NEWSLETTER

FORUM

DVD & Blu Ray

01/08/2011

VISIONI PERDUTE A PANTELLERIA – 17/18/19 AGOSTO 2011

Si svolgerà a Pantelleria dal 17 al 19 agosto 2011 l’edizione “meno uno” di VISIONI PERDUTE, un festival di film, incontri, arti della visione, che vedrà Lucio Dalla, il regista Luca Guadagnino e il critico cinematografico Mario Sesti, in scena a presentare e parlare di tre film che hanno in comune un uso davvero spericolato e sorprendente degli occhi, ma anche del suono: Arancia meccanica di Stanley Kubrick (nella versione restaurata presentata a Cannes da Malcom Mc Dowell), The Tree of Life di Terrence Malick (il film che ha riportato il cinema al centro dell’attenzione collettiva: non si parlava, o si litigava su un film allo stesso modo, proprio dai tempi di Kubrick, Bunuel o Fellini), Io sono l’amore di Luca Guadagnino (il film italiano che ha riportato il nostro cinema all’attenzione della critica di tutto il mondo, come ai suoi tempi d’oro).

LOGIN

REGISTRATI ORA!

Nome Utente

Password (Dimenticata?)

username

••••••••

Ricordami

Ma che tipo di manifestazione sarà questa prima edizione (o anche edizione “meno uno”, come amano definirla gli organizzatori) di Visioni Perdute, che nasce da un’idea del produttore Umberto Massa (che con la Kubla Khan ha realizzato film come La capagira, Pater Familias, Mater natura, Shoting Silvio, Polvere, Tris di donne ed abiti nuziali), e con il sostegno di Enigma Securities? “Per me – sostiene Umberto Massa, che ne sarà anche il Direttore Organizzativo Visioni Perdute è il modo per mettere insieme le passioni che mi danno più gioie e dolori: il cinema, l’amicizia, il mare e Pantelleria”. Alla base, innanzitutto, c’è l’idea di celebrare in una delle location più amate e spettacolari del Mediterraneo, una idea di cinema forte, antica, violenta, quella di cui erano portatori i film che ti cambiavano la vita”. Dice infatti Lucio Dalla: "La vita di tutti senza il cinema sarebbe stata sicuramente diversa. Nel mio caso credo sarebbe stata addirittura insopportabile oppure forse non avrei vissuto affatto. Tutto quello che ho dentro e che mi circonda, tutte le cose che so e le intuizioni che mi hanno fatto scrivere le canzoni che ho fatto, provengono da ore, giorni, mesi e anni passati nelle sale, con la curiosità e la soddisfazione di uno che guarda dal buco di una serratura il mondo o che lo annusa dalla cima più alta dell'Everest”. Dichiara Luca Guadagnino: “Ho sognato il cinema vedendo i film di Stanley Kubrick. Sono film che insegnano tutto quello che c'è da sapere in primo luogo sulla natura dei compromessi da fare e su quali siano le ossessioni davvero da coltivare: la sua impagabile genialità compositiva, di quadro, di immagine, di suono. La lezione, mai messa in cattedra, di questo puro cineasta è per me stata quella di cercare senza fine una via per fare il Cinema. Essere proiettato a fianco di un tale gigante - dice emozionato Guadagnino - sullo stesso

file:///Users/ff/Desktop/PANTELLERIA/Pantelleria_Rass%20Stampa/pantelleria_Primissima.webarchive

NOTIZIE CORRELATE Anche ad Alex, o meglio Malcolm McDowell, piacciono i vampiri E’ stata la sua fortuna e la sua dannazione. Malcolm McDowell, ha...

Buon Compleanno Alex! Arancia Meccanica compie 40anni Il suo ‘Ciao, ciao, ciao, ciao...’ ha segnato le migliori menti di...

Cose inaudite!: dal Re del porno giapponese a Bruce Springsteen Mario Sesti presenta Extra “Uno dei temi presenti in questa sezione è l’ossessione della...

Corso di Regia: in cattedra Paolo

Pagina 1 di 3


Visioni Perdute a Pantelleria – 17/18/19 agosto 2011 - Cinema News - PRIMISSIMA

31/08/11 14.36

schermo, introdotto da due personalità del calibro di Lucio Dalla (la cui musica ha morso il mio stomaco di malinconia innumerevoli volte) e Mario Sesti (le cui ossessioni di cinema hanno partecipato alla mia curiosità negli anni) è già per me un risultato straordinario”.

Sorrentino Stanno terminando le selezioni per il corso di regia cinematografica,...

“Si tratta di film che, benché realizzati da registi e autori distanti anni luce per formazione, cultura e notorietà – sostiene Mario Sesti che sarà il direttore artistico di Visioni Perdute - hanno in comune la capacità straordinaria di parlare in profondità del mondo creando qualcosa di totalmente diverso da esso. Sono film che rendono finalmente chiaro il significato di una parola abusatissima, lo stile: al cinema significa far vedere cosa vuol dire investire in pieno petto la realtà con le immagini e i suoni”.

LA PROSSIMA SETTIMANA Diario di una schiappa 2: La legge

Aggiunge Lucio Dalla: “Ricordo la prima volta che vidi 2001 - Odissea nello spazio di Kubrick (dico la

dei più grandi

prima perché l'ho visto almeno 15 o 16 volte, le ultime portando gli amici, perfino mia madre): mi fece scegliere il regista, insieme a Fellini, Pasolini e non so quanti altri, come un mio riferimento preciso, un mio mondo personale dal quale entravo e uscivo, come da bambino entravo e uscivo dalla porta di casa mia per andare a giocare, per diventare grande con un decoroso disordine che mi ha accompagnato fino ad oggi. La stessa emozione, dopo anni, l'ho provata vedendo l'ultimo film di Malick per 3 giorni di seguito al Cinema Arlecchino di

L'adattamento cinematografico del secondo libro della serie scritta da Jeff Kinney. Gregg...

L’arte di cavarsela

Bologna!”.

George, un adolescente solitario e fatalista che è arrivato al suo ultimo

La ritualità di Visioni Perdute sarà semplice e antica anch’essa: i film saranno preceduti dalle voci di Dalla, Guadagnino, Sesti, Marco Alemanno (attore e collaboratore di Dalla), lo stesso Massa e alla fine, dopo le proiezioni, alle loro conversazioni si uniranno le voci del pubblico, insieme alle voci, spesso autorevoli, di tutti coloro che fanno parte del mondo del cinema e che in quel momento saranno presenti sull’isola: chiunque sarà

anno di scuola...

Student Services Laura ha 18 anni, è una studentessa

lì, nelle notti di Pantelleria (17, 18 e 19 agosto), potrà essere parte di questo rito e potrà perdersi nelle sue visioni, alla ricerca di immagini e suoni che pensavamo di aver perduto per sempre.

iscritta al primo anno di Università, determinata a...

Scritto da Nicoletta Gemmi

Tekken Ambientato nel 2039, i più grandi combattenti del mondo si riuniscono per

Tag: luca guadagnino, stanley kubrick, mario sesti, visioni perdute, lucio dalla

competere... CONDIVIDI

VOTO

SCRIVI UN COMMENTO Non risulti

Nome

attualmente loggato! Email

Commento

Ricorda le informazioni personali Inviami una notifica sulle risposte Inserisci qui a fianco il testo che vedi nel riquadro sottostante:

INSERISCI IL COMMENTO

CINEMA NEWS

MULTIMEDIA

ATTUALITÀ / PERSONAGGI / EVENTI / INTERVISTE / SPECIALI / TRADE / RECENSIONI / GOSSIP / TRAILER / DVD & BLU RAY

TRAILERS / GALLERIE / POSTER / CLIP EXTRA / MOVIE NEWS / CONVENTION / VIDEO INTERVISTE / STAR'S STORY

FORUM

DVD & BLU RAY

FILM / STAR & GOSSIP / TRAILER & VIDEO / POSTER / PHOTO GALLERIES / DVD & BLU RAY / LE VOSTRE RECENSIONI

DVD VENDITA / BLU RAY VENDITA / DVD NOLEGGIO / BLU RAY NOLEGGIO

MAGAZINE

ORARI CINEMA I cinema a BARI I cinema a BOLOGNA I cinema a FIRENZE I cinema a GENOVA

file:///Users/ff/Desktop/PANTELLERIA/Pantelleria_Rass%20Stampa/pantelleria_Primissima.webarchive

I cinema a MILANO I cinema a NAPOLI I cinema a PALERMO MAGAZINE Giugno 2011

I cinema a PERUGIA I cinema a ROMA

Pagina 2 di 3


Visioni Perdute a Pantelleria – 17/18/19 agosto 2011 - Cinema News - PRIMISSIMA

31/08/11 14.36

MAGAZINE Maggio 2011

TRADE

SCUOLA

FILM IN SALA

FILM IN ARRIVO

Diario di una schiappa

Diario di una schiappa 2: La legge dei più grandi

Harry Potter e i doni della morte: Parte II Per sfortuna che ci sei

MAGAZINE TRADE Maggio 2011

MAGAZINE SCUOLA Febbraio 2011

I cinema a VENEZIA

L’arte di cavarsela

Vanishing on 7th Street

Student Services

Captain America: il Primo Vendicatore

Tekken Hanna

Bitch Slap - Le superdotate

I Pinguini di Mr. Popper

Monte Carlo

Grease

At the End of the Day

MAGAZINE Aprile 2011

I cinema a TORINO

Almeno Tu nell’Universo

Chi siamo | Contatti | Disclaimer | Trattamento dei dati personali | Credits | Pubblicità | Feed RSS Multivision s.r.l. - P. IVA 07210901000 - Via Fabio Massimo, 107 00192 Roma - Powered by Siloos.it

Apri

file:///Users/ff/Desktop/PANTELLERIA/Pantelleria_Rass%20Stampa/pantelleria_Primissima.webarchive

Pagina 3 di 3


Festival: nasce a Pantelleria Visioni Perdute - Notizie Flash - l'Unità

Home Italia Home

prove

Edicola Mondo

Blog

Economia

Notizie Flash

admin

Rubriche

Ambiente

Culture

31/08/11 14.35

Commenti Scienza

Scuola

Mobile Sociale

Video Donne

Contattaci

Viaggi

Privacy

adv

Toscana

Emilia Romagna

Note legali

Notizie Flash

Kiddy English

Immagini

Tecnologia

Sport

Satira

Abbonati

Immigrazione

Cerca nel sito

Festival: nasce a Pantelleria Visioni Perdute

Ultim'ora

Festival: nasce a Pantelleria Visioni Perdute Staino

TV

Speciali

La striscia rossa Diretta

cestino

Feed

Pubblicita

Pagina non trovata

Blog

(ANSA) - ROMA, 2 AGO - Si svolgera' a Pantelleria dal 17 al 19 agosto l'edizione 'meno uno' di Rubriche Commenti Satira ItaliaLucio Mondo Economia Ambiente Culture Scienza Visioni perdute, un festival di Mobile film, incontri, arti della Abbonati visione, che vedra' Dalla, il regista Luca Guadagnino e il critico cinematografico Mario Sesti in scena a parlare di Arancia meccanica Scuola Sociale(nellaDonne Viaggi presentata Tecnologia Sport Immigrazione Sezionediappoggio Attivabbonamento di Stanley Kubrick versione restaurata a Cannes), The Tree of Life di Terrence Malick, Io sono l'amore di Luca Guadagnino. Nata da un'idea del produttore Umberto Massa (che Innomameli Etilometro Cucinaregionale Segretiebugie copiahp Abbonamentitest AbbonatiTemp con la Kubla KhanPrimolevi ha realizzato film da La capa gira a Shooting Silvio), e con il sostegno di Enigma Securities, ''Visioni Perdute e' il modo per mettere insieme le passioni che mi danno piu' Abbonamentisostienici Abbonamentinonvabene Abbonamenti gioie e dolori: il cinema, l' amicizia, il mare e Pantelleria'', dice Massa, che nenewsletter sara' anche il direttore organizzativo. Alla base, innanzitutto, c'e' l'idea di celebrare in una delle location piu' amate e spettacolari del Mediterraneo un'idea di cinema forte, antica, violenta, quella di cui erano portatori i film che ti cambiavano la vita. La ritualita' di Visioni Perdute sara' semplice: i film saranno preceduti dalle voci di Dalla, Guadagnino, Sesti, Marco Alemanno (attore e collaboratore di Dalla), lo stesso Massa e alla fine, dopo le proiezioni, alle loro conversazioni si uniranno le voci del pubblico. Più letti di oggi

della settimana

Silvio's superstory: la satira che spopola sul web Tagli, Gelmini bocciata dal Consiglio di Stato Salute: Gb, allarme medici, anoressiche a 5 anni Bussate e vi sarà aperto Strage di Bologna: «Se non c'è dovere nel rispetto» Bersani contro le favole di Silvio: «Sulla crisi mente da tre anni»

file:///Users/ff/Desktop/PANTELLERIA/Pantelleria_Rass%20Stampa/pantelleria_Unita.webarchive

Pagina 1 di 3


Festival: nasce a Pantelleria Visioni Perdute - Notizie Flash - l'Unità

31/08/11 14.35

Comune

Località / Cod Annuncio

Contratto

vendita

residenziale

Prezzo (!)

0

Qualsiasi

CERCA SUBITO

Blog Nemici

Mezzo secolo di P2 di Giovanni Maria Bellu

S'ode a destra

Stalin non abita a Sesto San Giovanni di Bruno Ugolini

Città e città

Scampia, Italia di Ella Baffoni

Leonardo

Ma Breivik è davvero così pazzo? di Leonardo Tondelli

Giffords ritorna alla Camera per vot...

Rubriche Italia-Razzismo

Clandestini in carcere, la beffa dell’irregolarità che è diventata reato di ItaliaRazzismo.it

Lorsignori

L’assicurazione sulla vita di Berlusconi di Il Congiurato

Fronte del video

Bussate e vi sarà aperto di Maria Novella Oppo

Duemiladieci battute

Lo strano caso di Giulio e la Finanza di Francesca Fornario

file:///Users/ff/Desktop/PANTELLERIA/Pantelleria_Rass%20Stampa/pantelleria_Unita.webarchive

Pagina 2 di 3


Festival: nasce a Pantelleria Visioni Perdute - Notizie Flash - l'Unità

31/08/11 14.35

Guadagna 500! in 15 minuti Con le Opzioni Binarie è possibile Guadagna La bolletta semplice. 500! in 15 La bolletta di Energia minuti Tutto Compreso Green halesolo tre voci Con La bolletta semplice. Opzioni La bolletta di Energia Binarie è possibile Tutto Compreso Vodafone ADSL Green ha solo tre Per te che sei sempre online, ADSL voci Vodafone a 19! al mese per un anno. Vodafone ADSL Per te che sei sempre online, ADSL Vodafone a 19! al mese per un anno.

Home

Commenti

Blog

Video

Archivio foto

Rubriche

Italia Mondo Economia Ambiente Culture Scienza Scuola Sociale Donne Viaggi Tecnologia Sport Immigrazione

Roberto Alajmo Silvia Ballestra Vincenzo Cerami Enzo Costa Giancarlo De Cataldo Luigi De Magistris Enrico Deaglio Don Filippo Di Giacomo Vittorio Emiliani Goffredo Fofi Pietro Greco Toni Jop Amara Lakhous Carlo Lucarelli Luigi Manconi Loretta Napoleoni Moni Ovadia Stefano Passigli Francesco Piccolo Giuseppe Provenzano Andrea Satta Igiaba Scego Beppe Sebaste Marco Simoni Paolo Soldini Flavio Soriga Nicola Tranfaglia Bruno Ugolini

Claudio Sardo Concita De Gregorio Ella Baffoni Videogiochi Roberto Brunelli Cesare Buquicchio Andrea Carugati nuoviitaliani Ivan Franceschini Massimo Franchi Fiorenzo Sartore Leonardo Tondelli Fabrizio Lorusso Laura Lucchini Manginobrioches Alessandro Capriccioli Antonio Mombelli Salvatore Righi Pulci Valerio Rosa Pietro Spataro Bruno Ugolini Delia Vaccarello Marco Ventimiglia Gianluca Zucchelli Simonetta Cavalli Ennio Calabria UomoMordeCane Roberto Natalini Stefano Pisani Mila Spicola Sten e Lex Massimo Solani Marco Rizzo Matteo B. Bianchi MaiGeneration Serena Prinza Damiano Bertè Marco Salvia Dania occupanti del Teatro Valle di Roma Leonardo Romanelli

Notizie Mondo Ambiente Culture Musica Cinema Scienze Sport

Biografie Cronaca Cultura Economia Esteri Natura Persone Politica Scienza Spettacolo Sport Storia

Duemiladieci battute Fronte del video Italia-Razzismo Lorsignori Qui Milano Qui Torino Qui Napoli Pan di stelle Salva con nome

Edicola Archivio Satira Video Immagini Rubriche Strisce Vignette YourVirus Staino

Immagini Foto del giorno Politica Cronaca Mondo Culture Musica Cinema Sport Scienze Ambiente

Speciali

Mobile iPhone

Informazione Sociale Cultura Intrattenimento Film d'autore Musica Sport Viaggi

Sandro Pertini Bertrand Russell Giorgio Caproni Sibilla Aleramo Nilde Iotti Muro di Berlino Bobbio e l'Unità Silvio Story Libertà di stampa Benaglia 25 Speciale Europee

Rss/Xml

Facebook

Ricerca

Twitter

Meteo

TV

Pubblicità Note legali Contattaci Abbonati

© 2011 L'Unita'.it | Nuova Iniziativa Editoriale S.p.A. - P.IVA 13199630156

file:///Users/ff/Desktop/PANTELLERIA/Pantelleria_Rass%20Stampa/pantelleria_Unita.webarchive

Pagina 3 di 3

Rassegna Stampa Visioni Perdute ed. 2011  

Rassegna stampa dell'edizione del Festival di film, incontri e arti della visione 2011