Page 1

Il settimanale solo sul web di Violanews.com Punto sul campionato con Salvatore Bagni ex interista. a cura di S. Rizzo

pag. 4

n° 9 del 30/11/2009

Esclusiva FMV: Di Chiara:”Viola Rubrica tutta da leggere: stanchi ma compatti”. a cura di V. Centi a cura di Stefano Rizzo. pag. 7 pag. 6

Qui Inter - Fiorentina Ottavo posto!!!

L’editoriale del nostro direttore S.

Ottavo posto, ma niente è perduto. La Fiorentina che è uscita sconfitta da San Siro è una squadra che non ha niente da temere da tante squadre del campionato italiano e che, se continua a giocare così... ...continua a pag.3

La Vignetta Viola di ErreElle


pagina 2

Settimanale di Violanews.com

Editore: TiborPoint SAS Direttore responsabile: Saverio Pestuggia Commerciale: TiborPoint.it - Email: info@tiborpoint.it Mobile: 347/339.55.29 Redattori Web: Chiara Baglioni - Viola Centi - Andrea Muzzi Mommy News - Stefano Rizzo - Elisa Sergi Roberto Vinciguerra Vignettista Web: Luigi Ricci (in arte ERRELLE)

Corri a pagina 13, troverai i pronostici della

Totoricevitoria Gioberti Sport, da non perdere!!!!

ATTENZIONE!!! CORRI A PAGINA 13 E RITAGLIA TUTTI I BUONI SCONTO A TE RISERVATI!!!

Violanews.com - Free Magazine Web


Prandelli pensaci tu! ...e ora si riparte!!!

pagina 3

FIRENZE - Ottavo posto, ma niente è perduto. La Fiorentina che è uscita sconfitta da San Siro è una squadra che non ha niente da temere da tante squadre del campionato italiano e che, se continua a giocare così, può chiaramente confermare il piazzamento ottenuto nelle scorse stagioni che gli è valso il posto in Champions League. Poco prima della rete dell'Inter i viola hanno avuto la migliore occasione della partita per segnare. Gilardino con una prodezza ha saltato Lucio e si è presentato davanti a Julio Cesar, ma il palo ha detto no al giocatore viola. Poi il rigore, la sconfitta e l'ottavo posto. Adesso però ci sono due partite abbordabili, Atalanta in casa e trasferta a Verona che devono ridare ossigeno alla classifica della Fiorentina, nel mezzo per fortuna la quasi inutile trasferta di Liverpool dove al squadra può giocare più tranquilla perché è in gioco il piazzamento ma non il passaggio agli ottavi. Due giorni di riposo e poi Prandelli saprà come far per far ripartire il vascello viola, tanto bello in Coppa, un po' meno in campionato. dal nostro Direttore Saverio Pestuggia

Violanews.com - Free Magazine Web


pagina 4

Il punto sul campionato con Salvatore Bagni

FIRENZE - Una grande Fiorentina

gioca alla pari dell’Inter ed esce a testa alta dal ‘Meazza’ di Milano. Sullo zero a zero l’occasione più pericolosa la crea il bomber Gilardino, che coglie un palo clamoroso su una giocata sensazionale. A cinque minuti dal termine della gara il difensore nerazzurro Samuel travolge in area lo stesso Gila ma l’arbitro non concede il rigore; sull’azione successiva Comotto tocca lievemente Milito lanciato a rete, il quale si lascia scivolare a terra e il direttore di gara assegna la massima punizione ai nerazzurri, trasformata poi dallo stesso centravanti argentino. La squadra di Mourinho resta a +7 sul Milan, il quale supera nei minuti di recupero fuori casa il Catania grazie a una doppietta di Huntelaar ben assistito da Inzaghi; mentre la compagine nerazzurra si porta a +8 sulla Juventus, sconfitta per 2 a 0 a Cagliari. La Roma in trasferta batte l’Atalanta con il punteggio di 2-1. Termina 1-1 Parma-Napoli. Il Genoa nell’anticipo travolge per 3-0 la Sampdoria nel derby della lantern. Per un punto sul campionato, noi di Violanews.com abbiamo intervistato Salvatore Bagni, attuale commentatore Tv per la Rai ed ex interista.

Secondo lei, la Fiorentina esce da San Siro con la consapevolezza di aver giocato all’altezza dell’Inter? Sicuramente sì. I viola hanno giocato benissimo e hanno tenuto il campo in maniera ordinata. Gilardino è stato autore di una giocata straordinaria, ma è stato sfortunato perché la palla ha colto il palo pieno. Negli ultimi minuti sono stati gli episodi a decidere la gara. Bisogna anche ricordarsi che in settimana la squadra gigliata aveva speso più energie rispetto ai nerazzurri. La Fiorentina ha dimostrato ancora una volta di essere ormai all’altezza delle grandi. Quanto continuano a influire gli errori arbitrali e le sudditanze sulle partite di campionato? Di queste cose non ne voglio parlare, ma è certo che la Fiorentina merita un altro tipo di classifica. Il campionato è ancora lungo e se i gigliati continueranno così, si toglieranno diverse soddisfazioni. Come vede l’inserimento di sempre più numerose squadre alla conquista del quarto posto? Ci sono molte squadre raccolte in pochi punti. Se il Napoli avesse vinto a Parma, in questo momento avrei detto che la favorita attuale sarebbe stata la squadra partenopea, ma così non è stato. Saranno molto importanti gli scontri diretti. Come mai delle quattro squadre italiane partecipanti alla Champions League, soltanto la viola è riuscita con una giornata di anticipo a conquistare gli ottavi di finale? La Fiorentina in Europa tra le italiane è quella che senza dubbio ha fatto meglio. I viola in partenza erano considerati la terza forza del proprio girone e invece sono attualmente primi e già qualificati; è stato davvero un miracolo, frutto di un lavoro eccezionale svolto dalla coppia Prandelli-Corvino. Comunque sono convinto che le tre grandi squadre italiane del nord, Milan, Juve e Inter, passeranno il turno. Violanews.com - Free Magazine Web

dal nostro inviato Stefano Rizzo


pagina 5

La supervignetta della giornata di ErreElle......

Violanews.com - Free Magazine Web


Esclusiva FMV

pagina 6

Di Chiara: «Fiorentina stanca, ma compatta. Decisivo il palo» Tra una partita e l’altra, tra uno studio televisivo e uno stadio, tra una telecronaca e un viaggio in auto, Alberto Di Chiara analizza con noi la partita della Fiorentina a Milano.

Una gara contrassegnata dagli episodi: il palo di Gila e il rigore dell’Inter. Prandelli ha chiesto “maggior personalità nel metter giù certi palloni e cercare la giocata con maggior tranquillità”. Secondo lei a chi si riferisce? Probabilmente al centrocampo, che oggi ha avuto qualche difficoltà, o alla difesa. Ma nonostante tutto, la Fiorentina ha dimostrato di essere una squadra compatta. Dopo la Coppa ci stava un calo. L’Inter ha fatto la partita, ma Frey nello scontro con Eto’o è stato bravissimo, non lo ha mai perso di vista. Forse inizia a pesare l’assenza di Mutu, qualcuno che faccia girare la palla, un regista, un punto di riferimento, un uomo d’esperienza. Montolivo non basta? Dopo un periodo superlativo, oggi ha mostrato un po’ di stanchezza, che è normale. La condizione fisica c’è, e a livello tattico è in un buon momento. Ma l’Inter è una squadra che sicuramente ha più ricambi rispetto alla Fiorentina, che comunque in Europa ha giocato bene partite importanti. Rispetto allo scorso campionato, la Fiorentina ha 2 punti in meno, ma si è qualificata per gli ottavi di Champions League. Ne vale la pena di sacrificare qualcosa in serie A? Certamente, anche perché le sconfitte dei viola in campionato sono state decise da degli episodi, non da problemi della squadra. Con il Parma è stata la sfortuna, con l’Inter è un’altra storia. Oggi è stato quasi come una partita di Champions, insomma i nerazzurri sono primi in campionato e i campioni d’Italia uscenti… La Fiorentina ha saputo arginare gli uomini di Mourinho. L’Inter lascia pochi spazi, ma il rigore gli ha regalato la partita, il pareggio poteva starci tutto, anche se l’Inter ha dominato la partita. Il migliore e il peggiore di oggi? Frey è stato decisivo in più di un’occasione, una sicurezza. Gilardino, se all’80’ fosse riuscito a fare gol, avrebbe fatto un capolavoro di partita. E ha saputo dimostrare lucidità ed essere pericoloso anche negli ultimi minuti di gioco. Se quel gol fosse entrato, la partita sarebbe andata forse in modo diverso, poteva esserci il colpaccio. Peggiori no, nessuno. C’è stato forse un calo a centrocampo, di Vargas, che magari non è stato preciso nei passaggi come invece ci ha abituati da un po’ di tempo a questa parte, qualche volta ha messo male il piedino, ma tutto sommato ha giocato abbastanza bene. dalla nostra inviata Viola Centi

TORNEO OVER 35 DI C5 AL CAMPI ARENA

La settimana del 02/12 avrà inizio un piccolo torneo Over 35 presso l'impianto Campi Arena, parteciperanno dalle 6 alle 8 squadre (5 già iscritte). Si diputerà in vari giorni negli splendidi campi coperti del Campi Arena. Una novità a grande richiesta! Per info e iscrizioni contattare la sede allo 055 4630649 o scrivi a info@midlandeuropa.com 10° TORNEO FIRENZE METROPOLI CALCIO A 5 e CALCIO A 7 Classico dell'inverno, torneo utile per squadre "un pò ritardatarie" o per traghettare ai tornei estivi compagini incompiute per i Campionati 09/10. Torneo a gironi 4-5 gare garantite più fasi finali. Vari impianti a disposizione, possibilità di preferenze anche di giorni e orari. ISCRIZIONE GRATUITA Premiate le prima 4 classificate, capocannoniere e miglior difesa. Inizio tornei, il 01/02/10, chiusura iscrizioni 28/01/10

Violanews.com - Free Magazine Web

12° TORNEO FIRENZE ESTATE CALCIO A 5 e CALCIO A 7 Manifestazione che apre la stagione estiva, utile anche per le squadre che escono presto dalle fasi finali dei Campionati. Torneo a gironi 45 gare garantite più fasi finali. Vari impianti a disposizione, possibilità di preferenze anche di giorni e orari. ISCRIZIONE GRATUITA Inizio tornei, il 26/04/10, chiusura iscrizioni 22/04/10


pagina 7 a cura del nostro inviato Stefano Rizzo

Edson Arantes Do Nascimento detto Pelé Edson Arantes Do Nascimento detto Pelé, è nato il: 23 ottobre 1940 a Tres Corações in Brasile Per tutti è il dio del calcio. Soprannominato 'O Rey'.è stato una superstar che dominò il pianeta, un'icona vivente che superò ogni primato. Al di sopra ed oltre il suo ineguagliato record di tre vittorie nella Coppa del Mondo. Pelé è stato un genio che ad ogni occasione reinventava costantemente il gioco del calcio. Con ogni tocco, ogni passaggio, ogni dribbling, Pelé era capace di fare qualcosa di nuovo, qualcosa che i tifosi mai avevano visto prima. Il suo istinto infallibile per il gol, il colpo d'occhio per i passaggi perfetti e le doti leggendarie di dribbling, fecero di lui il perfetto calciatore. E se la "Seleçaõ" incarnava il "bel gioco" agli occhi di tanti tifosi di tutto il mondo, ciò può essere tranquillamente attribuito alle doti straordinarie del suo osannato numero 10. Scoperto all'età di 11 anni dall'ex giocatore della nazionale brasiliana Waldemar de Brito, si unì al Santos all'età di quindici anni e non ne aveva ancora compiuti sedici ,quando segnò un gol nel suo primo incontro ufficiale contro il Corinthians, nel settembre del 1956. Era nata una leggenda. Il soprannome Pelé deriva a Edson Arantes dai tempi della scuola, quando fu così chiamato da un suo compagno; sebbene il giocatore non abbia mai nascosto di non gradirlo, rimane l'appellativo con cui è stato consegnato alla storia del calcio, assieme a quelli di altri calciatori di primissimo piano come per esempio i suoi compagni di nazionale Didì e Vavá, campioni del mondo nel 1958 e nel 1962. In realtà, Pelé ha sempre ricordato con orgoglio come il suo vero nome - con il quale vorrebbe essere chiamato - cioè Edson, gli sia stato imposto in onore di Thomas Alva Edison. Talento precoce, capace di sconvolgere le difese avversarie già a quindici anni, Pelé possedeva un dribbling ubriacante e un tiro formidabile per potenza e precisione. Non era molto alto, ma era fortissimo anche nei colpi di testa (e di testa segnò goal importanti anche ai Mondiali). Con la nazionale brasiliana fu l'unico a vincere tre edizioni dell'allora Coppa Rimet (nel 1958, 1962 e 1970). Il suo goal realizzato alla Svezia nella Finale del 1958 è considerato il miglior gesto tecnico realizzato in una finale di un campionato del mondo. ......La storia del grande Pelè continua la prossima settimana sempre su Free Magazine Violanews.com

Violanews.com - Free Magazine Web


pagina 8

di e con ANDREA MUZZI “l’inimitabile”

Perché i giocatori tutte le volte che segnano un goal devono inventarsi qualcosa? Gilardino mima di suonare un violino, Totti si mette un dito in bocca, Toni la mano all’orecchio, Mutu fa l’inchino, ecc. Oramai i giocatori oltre al manager hanno bisogno anche dello scenografo. Ad esempio, la pantomima che fa Totti dopo ogni goal è curata da Enzo Paolo Turci! Addirittura è tutelata dalla Siae. Una volta, durante la partita Atalanta/Bologna Cristiano Doni fece un goal ed esultò mettendosi il dito in bocca. L’arbitro dette il goal alla Roma! Poi ci sono dei giocatori che il goal non lo festeggiano in campo ma in discoteca. Durante il posticipo della domenica Adriano, a porta vuota, tirò il pallone fuori. Alcuni compagni gli chiesero perché avesse sbagliato un goal così facile e lui rispose “ per forza domani è lunedì e le discoteche sono chiuse!” Cristiano Ronaldo invece il goal lo festeggia sempre con un’orgia. Molti portieri avversari lo fanno segnare a posta perché dopo sperano di essere invitati. E poi ci sono quelli che esultano evocando Dio! Con la globalizzazione un’esultanza del genere è da evitare. Ai mondiali di calcio del 2006 vidi un centravanti segnare e poi alzarsi la maglietta con su scritto “ Grazie Gesù!”. Anche il portiere avversario scoprì subito la sua maglietta ma sotto c’era scritto “ Allah fulminalo!”. Tutta questa religione in campo non mi piace, crea solo confusione. Durante una partita di campionato Le Grottaglie dette di nascosto un pugno ad un avversario poi andò dall’arbitro e gli disse “ padre, per favore mi confessi!” Io fossi un giocatore della Fiorentina farei un’esultanza lunghissima. Ad esempio se segnassi al 5 minuto del primo tempo dopo festeggerei per altri 85 minuti…. Altro che melina! Violanews.com - Free Magazine Web


pagina 9

CHIAVE DI LETTURA La Fiorentina di Elisa Sergi

Scrivi:

webmaster@violanews.com

Trovare una chiave di lettura per la partita di ieri è veramente complicato. Vi potrei dire, ad esempio, che la Fiorentina ci ha ormai abituati a non dormire sonni tranquilli e che l’andamento altalenate di questa squadra è piuttosto bizzarro. Potrei sottolineare il fatto che spesso la compagine viola riesce a dare il meglio di sé nelle sfide davvero difficili e a realizzare anche le anche imprese più ardue, senza tuttavia garantire una reale continuità di rendimento. A questo proposito sarebbe facile argomentare che la Fiorentina è la prima italiana qualificata agli ottavi di finale di Champions League, ma che, in pochi giorni i tifosi viola hanno vissuto l’emozione di un traguardo storico e contemporaneamente digerito il boccone indigesto della seconda sconfitta consecutiva contro l’Inter di Mourinho, arrivata proprio allo scadere, a causa del rigore assegnato per un fallo su Milito. Allo stesso modo, potrei evidenziare il fatto che la Fiorentina -che quasi mai demerita con le grandi- spesso riesce a farsi sfuggire di mano la situazione in condizioni ottimali contro squadre che non sono certamente le più forti del campionato (vedi la sconfitta casalinga contro il Parma di due sabati fa). Tuttavia, non voglio entrare nel merito di questioni tecniche, né annoiarvi con qualche dissertazione su cosa comporti, dal punto di vista psicologico, affrontare una squadra blasonata piuttosto che una squadra mediocre, o giocare in un’importante competizione internazionale piuttosto che nel campionato italiano. E così, l’incredibile palo colto da Gilardino poco prima del rigore interista mi impone una domanda: ma quanto conta la fortuna? Avrete certamente visto lo splendido film di Woody Allen, “Match point”. Cambia tutto se quella pallina da tennis metafora della sorte e dell'andamento degli eventi - rimbalza dentro o fuori dalla rete. E poco conta se il tennista è uno forte, di talento, così come non conta la bellissima azione di Gilardino. Se la palla sbaglia di mezzo millimetro, o coglie il palo esterno, è come se nulla fosse accaduto. Non è colpa tua, “è stata sfortuna”, si dice. Esiste dunque una fortuna, o al contrario una sfortuna, che può rincorrerci e accompagnarci? Certo, è difficile vincere ogni partita. E quella volta che perdi per un episodio sfortunato, c'è sempre qualcuno che se ne esce con una frase, detta magari per consolazione: “Era destino, doveva andare così”. Eccoci allora alla seconda domanda: esiste il destino? Non ho mai creduto molto né all’una né all’altro. O comunque ho sempre pensato che alla sfortuna, se esiste, è doveroso rispondere combattendo. E si avrà la meglio, se davvero ce la si mette tutta. Quanto al destino, è innegabile che possa offrirti qualche opportunità o negartela, come accade a quel ragazzo che si innamora di una ragazza fidanzata e si rende conto che è la sua anima gemella. O come accade, citando nuovamente un film, in Sliding Doors. Ma, alla fine, se la corsa è lunga, si impone chi è più bravo, chi ha maggiore talento, chi ha il carattere più forte, chi sa essere paziente e tenace. Per dirla con Macchiavelli: “ognuno è artefice del proprio destino”. Brutta cosa, per chiunque, lamentarsi o consolarsi, imprecando contro la cattiva sorte: non esiste. Salvo rare eccezioni, s'intende.


pagina 10

Diamo una dimostrazione di superiorità Da Violablog.com: articolo di Saverio Pestuggia

Non sto parlando delle squadre in campo, ma dei tifosi viola che domani dovranno dimostrare al mondo del football di essere veramente dei numeri uno. Sicuramente Balotelli sarà in campo e altrettanto certamente cercherà di irretire il pubblico gigliato. Ecco cosa vi chiedo, ad ogni provocazione di Balotelli, rispondete con un fragoroso applauso con un presa per i fondelli come solo noi toscani sappiamo fare. Ai meno giovani che mi stanno leggendo ricordo una partita giocata al Franchi con l’arbitro Magni di Bergamo che non ne azzeccava proprio una. Il popolo viola rispose con ovazioni entusiastiche ad ogni fischio dell’uomo in nero. Una cosa ma più sentita e vista sui campi di calcio. Perché non riproporla con il giovanotto in casacca nerazzurra?

Commenti Viola

massimo borselli dice Credo che Pestuggia abbia detto una cosa molto intelligente veramente e mi auguro che abbia veramente risonanza nel tifo viola che si muoverà alla volta di Milano . Spero vivamente che tutti ti diano retta caro Pestuggia complimenti . Un grande in bocca al lupo per domani . forza viola saluti a tutti i tifosi viola massimo borselli filippo dice credo che balotelli sia da applaudire e da fischiare allo stesso tempo. applaudire per il suo grande talento e da fischiare perchè è solo un ragazzo che combatte contro i mulini a vento….vediamo se in duemilacinquecento si riesce, fischiando tutti insieme a muovergliele noi quelle maledette palle…..

Scrivi e commenta anche tu su Violablog.com i tuoi pensieri Viola

Violanews.com - Free Magazine Web

SE VUOI PUBBLICARE ANCHE TU IL TUO ARTICOLO LA PROSSIMA SETTIMANA, SCRIVI A webmaster@violanews.com E DOPO L’APPROVAZIONE AVRAI IL TUO SPAZIO SUL NOSTRO FREE MAGAZINE. COSI’ ANCHE TU PUOI DIVENTARE UN GIORNALISTA


Statistiche, numeri, storia e curiosita’ dal mondo viola

a cura di Roberto Vinciguerra - in collaborazione con IRSSF

pagina 11

Email: errevugigliodata@libero.it

Nonostante la sconfitta, questa Fiorentina umilia ancora quella di Batistuta & Co. Considerando contemporaneamente sia il campionato che la massima manifestazione europea l'attuale Fiorentina si attesta fra le migliori della storia gigliata sotto il rendimento "incrociato" nelle due manifestazioni : 1956-57 - in Serie A dopo 14 turni: 25 punti (v.7 - n. 4 - p.3) NB: calcolando i tre punti a vittoria - in Coppa Campioni, dopo 5 gare, aveva collezionato 3 vittorie e due pareggi

1969-70 - in Serie A dopo 14 turni: 24 punti (v.7 - n. 3 - p.4) NB: calcolando i tre punti a vittoria - in Coppa Campioni, dopo 5 gare, aveva collezionato 3 vittorie, un pareggio ed una sconfitta 1999-2000 - in Serie A dopo 14 turni: 15 punti (v.3 - n. 6 - p.5) - nel girone el. di CL dopo 5 gare aveva 8 punti

2008-09 - in Serie A dopo 14 turni: 23 punti (v.7 - n. 2 - p.5) - nel girone el. di CL dopo 5 gare aveva 3 punti

2009-10 - in Serie A dopo 14 turni: 21 punti (v.6 - n. 3 - p.5) - nel girone el. di CL dopo 5 gare ha 12 punti

Violanews.com - Free Magazine Web


Gossippate e curiosita’ dal mondo viola a cura della nostra inviata

pagina 12

Chiara Baglioni

Calendario 2010 calciatori italiani

FIRENZE - Donne rifatevi gli occhi. Sarà presentato il 30 novembre a

Milano il calendario 2010 dei calciatori italiani, il cui scopo è assolutamente benefico. I soldi serviranno per il progetto “Sport a Scampia” che punta al recupero dei giovani del quartiere di Napoli. Organizzatore del tutto non poteva essere altro che Fabio Cannavaro, napoletano e capitano della nazionale. Aspettando la serata lussuosa che presenterà il calendario, sono già stati resi noti i nomi che vi parteciperanno in pose attraenti, tra i quali scopriamo la partecipazione del nostro Alberto Gilardino. Ecco i nomi dei calciatori che si metteranno a nudo: Fabio Cannavaro, Mattia Cassani, Federico Balzaretti, Alessandro Matri, Marco Materazzi, Luca Toni, Alberto Giardino, Giampaolo Pazzini, Stefano Mauri, Sergio Floccari, Marco Di Vaio, Matteo Ferrari e Alessandro Diamanti. Ricordiamo che il calendario è acquistabile insieme alla rivista Max.

Curiosità:

Viola Club anche a Dublino! FIRENZE - Ciao a Tutti

dal Viola Club Dublino!!! Io sono Simone, Fiorentino di nascita e dalla nascita, il Presidente del club e da tre anni vivo a Dublino (Irlanda). Seguire la Viola da un paese diverso dall'Italia, credetemi, e' www.dublinoviola.com molto difficile... All'inizio cercavo di vedere le partite su internet, poi al Pub...Ah...il Pub... Il 95% delle partite che trasmettevano erano quelle della R***, Mi**, In*** e gobbentus...la viola quasi mai. Andavo al pub e mi trovavo solo con la mia sciarpa della Fiorentina sempre in vista in mezzo a 15-20 persone delle altre squadre... Con il passare del tempo il popolo viola che vive a Dublino e' aumentato e abbiamo iniziato ad avere incontri regolari al Pub per seguire la Fiorentina ... Ho conosciuto persone che tifano Fiorentina provenienti da ogni parte dell'Italia, Napoli, Treviso, Torino e varie parti della Toscana. Fin dall'inizio avevo in mente di aprire un Viola Club, ma per lo scarso numero di partecipanti non potevo. Adesso, dopo quasi un anno di PR, siamo arrivati ad una quindicina di persone e ci siamo decisi ed e' nato finalmente il club. L'idea del sito internet mi e' venuta in mente perche' e' bellissimo poter esprimere le proprie emozioni per questa squadra e poterle condividere con tutti i tifosi viola nel mondo...e perche' no, dare anche informazioni su questa nazione irlandese!!! Colgo l'occasione per ringraziare tutti i componenti del Club e gli amici del Torino che vivono qui a Dublino che hanno contribuito anche loro nella costituzione del Club e Violanews.com - Free Magazine Web

tutti i futuri frequentatori del nostro sito!!!


pagina 13

Pronostici offerti dalla ricevitoria “GIOBERTI SPORT” per i prossimi giochi e buona fortuna!!! Vi aspettiamo numerosi nella nostra ricevitoria per giocare!!!

BOLOGNA - UDINESE FIORENTINA - ATALANTA GENOA - PARMA JUVENTUS - INTER LIVORNO - CHIEVO MILAN - SAMPDORIA NAPOLI - BARI PALERMO - CAGLIARI ROMA - LAZIO SIENA - CATANIA

1 1 12 X 12 1X 12 12 X 1

7 - 29 - 45 - 67 - 68 - 88

Violanews.com - Free Magazine Web

1 - 4 - 5 - 7 - 11- 12 - 13 - 14 - 18 - 20


BUONI VIOLA DA RITAGLIARE E PORTARE DIRETTAMENTE AL NEGOZIO PER OTTENERE SUBITO LO SCONTO

Violanews.com - Free Magazine Web

pagina 14


pagina 15

Il modulo 3-5-2 In questo modulo si sceglie di infoltire il piÚ possibile il centrocampo. Si tratta di un modulo estremamente versatile, che se attuato bene diventa un'arma micidiale sia per la fase difensiva che per quella offensiva. Il ruolo da protagonisti infatti lo recitano sicuramente gli esterni. Giocando con una difesa a tre fissa è chiaro che sulle corsie esterne ci voglia una efficiente copertura che dovrà essere effettuata dagli esterni di centrocampo che quindi sono chiamati a difendere in fase difensiva, quando si viene attaccati quindi la difesa da tre passa a cinque per merito della copertura degli esterni. In fase offensiva invece questi esterni devono essere capaci di potersi proporre anche in attacco, questo reparto quindi si trasforma da due a ben quattro uomini. Il centrocampo prevede la presenza di tre centrocampisti centrali, due dei quali possibilmente con propensioni maggiormente di copertura, e uno con caratteristiche da regista per dettare i tempi dell'azione.

Sul prossimo numero del Free Magazine analizzeremo nel dettaglio altri moduli calcistici....da non perdere....appuntamento al 7 Dicembre 2009!!!

Violanews.com - Free Magazine Web


pagina 16

QUI TROVI TUTTI I SITI DEI VIOLA CLUB DELLA FIORENTINA SPARSI IN TUTTO IL MONDO. SE VUOI INSERIRE ANCHE IL TUO SCRIVI A : Viola Club Cerbaia VP

http://www.violaclubcerbaiavp.com

Viola Club Gli Assetati

http://www.violaclubgliassetati.org

Viola Club Argentario

http://www.violaclubargentario.it

Viola Club Toscana Viola

http://www.violaclubgliassetati.org

Viola Club Casciana Terme

http://www.violaclubcascianaterme.it

Viola Club Brandini

Viola Club Chattroni Viola Viola Club Gorinello

Viola Club Gruppo Roma Viola Club Kyoto

Viola Club Modena

Viola Club Montepulciano Viola Club New York Viola Club Palermo

Viola Club Pazzi di Lei

Viola Club Scandinavia Viola Club Siena

Viola Club Alterati Viola

http://utenti.lycos.it/violaclub

http://www.chattroniviola.it

http://www.gorinello.it

http://xoomer.virgilio.it/violagrupporoma

http://violaclubkyoto.fc2web.com/index.html

http://www.clubviolamodena.it

http://www.violaclubmontepulciano.it

http://www.vcny.com

http://utenti.lycos.it/violaclubpalermo http://www.pazzidilei.it

http://www.svenskafans.com/italien/fiorentina http://sienaviola.forumfree.net

http://www.alterativiola.it

ARRIVEDERCI ALLA PROSSIMA SETTIMANA CON TANTE NOVITA’ E TANTISSIME NOTIZIE VIOLA!!! CLICCA E LEGGICI SU www.violanews.com/freemagazine.htm

Violanews.com - Free Magazine Web


pagina 17

IL NEGOZIO DEL VERO TIFOSO VIOLA, SEMPRE AGGIORNATO CON TUTTE LE ULTIME NOVITA’ DEL MOMENTO

WWW.NEGOZIOVIOLA.COM

ATTENZIONE!!! CORRI TORNA A PAGINA 13 PER RITAGLIARE TUTTI I BUONI SCONTO A TE RISERVATI!!!

Violanews.com - Free Magazine Web


pagina 18

Violanews.com - Free Magazine Web

Violanews.com Free Magazine Fiorentina  

Il free magazine della Fiorentina