Page 1

Il settimanale solo sul web di Violanews.com Punto sul campionato con Bruno Pizzul.

a cura di S. Rizzo

pag. 4

n° 10 del 07/12/2009

Esclusiva FMV: Angella:”Bello sapeRubrica tutta da leggere: re che interesso”. a cura di V. Centi a cura di Stefano Rizzo. pag. 7 pag. 6

Qui Fiorentina - Atalanta Ok cosi’!!! L’editoriale del nostro direttore S.

Una partita non eccezionale che la Fiorentina ha avuto il merito di vincere senza mai dare l'impressione di essere in difficoltà. E' vero che davanti aveva una delle versioni peggiori dell'Atalanta degli ultimi anni, ma.... ...continua a pag.3

La Vignetta della settimana di ErreElle a pag. 5


pagina 2

Settimanale di Violanews.com

Editore: TiborPoint SAS Direttore responsabile: Saverio Pestuggia Commerciale: TiborPoint.it - Email: info@tiborpoint.it Mobile: 347/339.55.29 Redattori Web: Chiara Baglioni - Viola Centi - Andrea Muzzi Mommy News - Stefano Rizzo - Elisa Sergi Roberto Vinciguerra Vignettista Web: Luigi Ricci (in arte ERRELLE)

Corri a pagina 13, troverai i pronostici della

Totoricevitoria Gioberti Sport, da non perdere!!!!

ATTENZIONE!!! CORRI A PAGINA 13 E RITAGLIA TUTTI I BUONI SCONTO A TE RISERVATI!!!

Violanews.com - Free Magazine Web


Va bene cosi’!

pagina 3

...e ora passeggiata Liverpool!!! FIRENZE - Una partita non eccezionale che la Fiorentina ha avuto il merito di vincere senza mai dare l'impressione di essere in difficoltà. E' vero che davanti aveva una delle versioni peggiori dell'Atalanta degli ultimi anni, ma è anche vero che giochi male (l'Atalanta) per quanto una squadra (la Fiorentina) non ti lascia giocare. E adesso tutti a divertirsi a Liverpool dove i viola potranno giocare per l'accademia anche perché per arrivare primi nel girone, dando per scontato che il Lione vinca in casa con almeno due reti di scarto con il Debrecen, ci vorrebbe la vittoria. Non è però pensabile che Prandelli getti le proprie truppe allo sbaraglio per cercare una vittoria quando domenica prossima sarà necessario aver birra in corpo per portare a casa i canonici tre punti dal Bentegodi e per avanzare ancora in classifica. Agli ottavi di Champions ci penseremo a febbraio e allora potrebbe esserci anche qualche altro acquisto, visto che Corvino ha ribadito che la Fiorentina interverrà sul mercato per rafforzarsi. Per il momento ancora due partite (Chievo e Milan) e poi tutti a riposare pronti per un gennaio di fuoco pieno di impegni, come sempre severi e pressanti. dal nostro Direttore Saverio Pestuggia

Violanews.com - Free Magazine Web


pagina 4

Il punto sul campionato con Bruno Pizzul

FIRENZE - Una Fiorentina ben messa

in campo supera per due reti a zero l’Atalanta. Il primo è un super gol targato Vargas, mentre la seconda rete porta la firma del solito Gilardino. La squadra gigliata non concede praticamente nulla agli avversari. Il derby d’Italia Juve-Inter, viene vinto dai bianconeri con il punteggio di 21; il Milan ne approfitta e batte la Sampdoria con un rotondo 3-0. Così i nerazzurri ora sono a +4 sui rossoneri e a +5 sui bianconeri. Il Parma pareggia 2-2 fuori casa con il Genoa, balzando solitario al quarto posto. Discussa e rocambolesca vittoria del Napoli sul Bari (3-2). Nel posticipo la Roma regola di misura la sfortunata Lazio in un derby capitolino sospeso per diversi minuti a seguito di lancio di fumogeni. Per un punto sul campionato abbiamo contattato Bruno Pizzul, telecronista Rai. Come giudica questa prestazione positiva, in quanto a risultato, della Fiorentina rispetto alle due precedenti gare ben giocate ma a secco di punti? La Fiorentina sta attraversando un buon momento. La squadra viola sta abbinando il bel gioco ai risultati. Oggi la viola ha disputato contro l’Atalanta una partita tatticamente molto valida, senza concedere niente affrontando l’avversario con la giusta serenità, cosa non affatto facile per la squadra gigliata reduce da due risultati negativi in campionato. In questo periodo stagionale la rosa della Fiorentina risulta essere ristretta, come dovrebbe intervenire il ds viola Corvino nella sessione invernale del calciomercato? A mio avviso non c’è un ruolo completamente scoperto, dove urge la necessità di intervenire, ma Corvino dovrà essere bravo a puntellare la squadra, inserendo un paio di giocatori utili al turn-over. La Fiorentina ha la propria forza nel gruppo costruito da Prandelli, tanto è che, nelle gare dove erano assenti contemporaneamente più giocatori chiave, ha dimostrato di non subire forti disagi. Dopo la sconfitta dell’Inter contro la Juventus e il successo del Milan, si può considerare riaperto il campionato e può qualche altra squadra ancora inserirsi? Indubbiamente la sconfitta dei nerazzurri ha riaperto il campionato. Se l’Inter avesse vinto a Torino contro la Juve, la squadra di Mourinho avrebbe cristallizzato il primo posto forse in maniera definitiva, ma ciò non è accaduto e questo è stato un bene per il pathos del campionato. La Juventus però non mi convince più di tanto, mentre sto ammirando molto il Milan con questo modulo lanciato da Leonardo che prevede Seedorf e le tre punte larghe, ma non so quanto potrà reggere; l’Inter resta sempre la squadra da battere. La Fiorentina per me potrà lottare anche per il secondo posto. Quanto sarà importante per la squadra viola ottenere un risultato positivo a Liverpool e mantenere di conseguenza il primo posto nel girone Champions? Per i gigliati vincere a Liverpool sarebbe fondamentale, perché un conto è arrivare primi e affrontare negli ottavi le seconde classificate, che potrebbero aver passato il girone con un pizzico di fortuna e non essere completamente all’altezza della competizione, mentre un altro discorso è affrontare compagini più blasonate. Vincere in Champions poi ti dà sempre morale, fiducia nei propri mezzi. Violanews.com - Free Magazine Web

dal nostro inviato Stefano Rizzo


pagina 5

La supervignetta del sabato di ErreElle......

Violanews.com - Free Magazine Web


Esclusiva FMV

pagina 6

Angella: «Bello sapere che c’è un interessamento per me»

Corvino a Empoli per visionare il difensore dell’Empoli e dell’Under 21

Voci di spogliatoio che si rincorrono da una settimana. Ma qualcuno gli occhi su questo ragazzo li aveva già messi da tempo. Sicuramente la Nazionale Under 21. Il ragazzo ha vent’anni, e di maglia indossa quella azzurra. Trenta chilometri lo separano da Firenze, ma tra Empoli e la città di Dante non c’è solo una superstrada in mezzo al nulla: c’è la serie A, c’è la magia della Champions League, e una maglia viola. Il ‘ragazzo’ è Gabriele Angella, difensore dell’Empoli, che si dice sia finito sotto la stretta osservazione nientemeno che di Pantaleo Corvino, uno che se ne intende di giovani promesse. Appena arrivato a Salerno, dove giocherà con la sua squadra martedì per il recupero del match del campionato cadetto contro la Salernitana, ci chiama al telefono, in una domenica in cui la Fiorentina si è ripresa i tre punti che da troppo tempo mancavano all’appello in campionato.

Che effetto fa essere su tutti i giornali sportivi e sulla bocca dei tifosi viola? È bello sentirsi dire che c’è un interessamento della Fiorentina, ma per ora non c’è stato niente di concreto. Ma Corvino la scorsa settimana era al Castellani per vederti giocare o no? Sinceramente, se era a Empoli per me non lo so, perché i miei compagni non me l’hanno detto e io non l’ho visto. Ma è stato meglio così. Troppa tensione? In questo momento sono concentrato sul campionato dell’Empoli e voglio fare bene qui. Poi tutto ciò che può arrivare lo valuteremo. Se ci fosse un’offerta da parte della Fiorentina, te la sentiresti di passare in serie A già a gennaio? Certo sarebbe un bel balzo, ma c’è anche la Champions League, che non è uno scherzo. Però sarebbe un’occasione per crescere. Potersi anche solo allenare con i grandi campioni della Fiorentina mi aiuterebbe a migliorare. Allora in bocca a lupo per la partita, e alla prossima… Crepi, e speriamo di risentirci presto… dalla nostra inviata Viola Centi

TORNEO OVER 35 DI C5 AL CAMPI ARENA

La settimana del 02/12 avrà inizio un piccolo torneo Over 35 presso l'impianto Campi Arena, parteciperanno dalle 6 alle 8 squadre (5 già iscritte). Si diputerà in vari giorni negli splendidi campi coperti del Campi Arena. Una novità a grande richiesta! Per info e iscrizioni contattare la sede allo 055 4630649 o scrivi a info@midlandeuropa.com 10° TORNEO FIRENZE METROPOLI CALCIO A 5 e CALCIO A 7 Classico dell'inverno, torneo utile per squadre "un pò ritardatarie" o per traghettare ai tornei estivi compagini incompiute per i Campionati 09/10. Torneo a gironi 4-5 gare garantite più fasi finali. Vari impianti a disposizione, possibilità di preferenze anche di giorni e orari. ISCRIZIONE GRATUITA Premiate le prima 4 classificate, capocannoniere e miglior difesa. Inizio tornei, il 01/02/10, chiusura iscrizioni 28/01/10

Violanews.com - Free Magazine Web

12° TORNEO FIRENZE ESTATE CALCIO A 5 e CALCIO A 7 Manifestazione che apre la stagione estiva, utile anche per le squadre che escono presto dalle fasi finali dei Campionati. Torneo a gironi 45 gare garantite più fasi finali. Vari impianti a disposizione, possibilità di preferenze anche di giorni e orari. ISCRIZIONE GRATUITA Inizio tornei, il 26/04/10, chiusura iscrizioni 22/04/10


pagina 7 a cura del nostro inviato Stefano Rizzo

Edson Arantes Do Nascimento detto Pelé

...Continua dallo scorso numero...

Nel 1958 giocò la sua prima Coppa del Mondo a soli 17 anni. Il mondo era stupefatto da quel minuto adolescente venuto dal nulla per illuminare il torneo con le sue doti straordinarie. Di fatto fu proprio la sua bravura in campo che gli fece guadagnare un posto nel terzo incontro del Brasile contro l'URSS. Pelé si era infortunato, ma al suo ritorno dall'infermeria, la squadra serrò le fila e insistette con lui per formare un trio d'attacco irresistibile con Garrincha e Vavá. Pelé ripagò con un gol contro il Galles nei quarti di finale e con una tripletta contro la Francia in semifinale. Era inarrestabile, con una tecnica perfetta, accompagnata da una velocità incredibile, mista ad opportunismo e intelligenza. Emanava classe, e concluse la Coppa del Mondo con due splendidi gol nella finale contro la Svezia. Il primo lo vide esibirsi in un audace "sombrero", sollevando la palla sopra l'ultimo difensore prima di depositarla dolcemente in rete, mentre il secondo fu un astuto colpo di testa che superò l'ammaliato portiere svedese. Il difensore Sigge Parling più tardi confessò: "Dopo il quinto gol avevo voglia di applaudire".Dopo il fischio finale, il portiere della Seleçaõ, Gilmar, ricorda con affetto, di aver dovuto consolare il genio bambino che commosso veniva portato fuori dal campo in lacrime sulle spalle dei compagni. Pelé avrebbe consolidato la sua fama negli anni a venire, tormentando le difese e confermando il suo status di fuoriclasse assoluto. Nel 1959 realizzò 127 gol, nel 1961 ne fece 110 e vinse due volte la Coppa Libertadores (1961 e 1962), due volte la Coppa Intercontinentale (1962 e 1963), oltre a nove campionati di Sao Paulo (con cinque campionati conseguitivi che tutt’ora resta un record). Arrivò ai Mondiali del Cile nel 1962 pronto di nuovo a fare faville. Si trattava del palcoscenico ideale per mettere in mostra le sue doti, ma purtroppo Pelé subì un infortunio proprio durante il primo incontro e non potè più giocare. Osservò tutte le partite dalla panchina mentre i suoi compagni vincevano di nuovo il titolo più ambito in assoluto per una nazionale. A partire da quel momento il destino di Pelé era segnato.Subì infatti un secondo infortunio nel 1966, quando dovette uscire dal campo in barella, colpito nello stinco durante la terza partita contro il Portogallo. Anche questa volta fu costretto ad assistere agli incontri dalla panchina, ma in questo caso la sua squadra venne eliminata. ......La storia del grande Pelè continua la prossima settimana sempre su Free Magazine Violanews.com

Violanews.com - Free Magazine Web


pagina 8

di e con ANDREA MUZZI “l’inimitabile”

Leggo sui giornali che la Fiorentina grazie al passaggio di turno in Champion’s si ritrova un tesoretto di circa 40 milioni di euro. Tutti i tifosi si chiedono come li spenderà? Io invece mi chiedo dove li depositerà?! Mica può tenerli in un salvadanaio e romperlo quando c’è da comprare un centrale! Se li mettono in una banca buona fra qualche mese i 40 milioni saranno diventati 45. Compreremo giocatori solo con i soldi degli interessi. A tal proposito sconsiglio la mia banca. La mia banca è come il triangolo delle Bermude: i soldi che ci deposito spariscano nel nulla! Con le banche bisogna stare molto attenti. In tv pubblicizzano il conto arancio, ragazzi è una fregatura: tu gli dai i soldi e loro in cambio ti danno le zucche! Allora meglio depositare i soldi dal fruttivendolo, perlomeno lui ti da anche il sedano, il radicchio e puoi farti un pinzimonio! Purtroppo la televisione trasmette messaggi sbagliati, c’è gente che è convinta di diventare milionaria rispondendo semplicemente ad un quiz “ si, l’accendiamo!”. Non ci credete, chi l’ha fatto ora non ce la fa più a pagare il mutuo! Poi ci sono delle banche particolari come la banca del seme. La banca del seme è l’unica banca che se fai un bancomat dallo sportello invece dei soldi escono i bambini. Poi ci sono le biobanca, dove invece dei soldi ci depositi il sangue. Appena entri, la biobanca è come una banca normale: vedi clienti che si strappano i capelli, si tagliano le vene, sputano in faccia ai cassieri. Solo che nella banca normale i clienti fanno così per via delle rate del mutuo; nella biobanca, invece, i clienti stanno facendo versamento. Tempo fa Valeria Marini voleva donare il suo seno, il direttore della biobanca non gliel’ha permesso: era un falso! Ultima raccomandazione: lo sanno tutti che la Fiorentina ora è ricca, anche i ladri, perciò Pantaleo non girare con questi soldi nel portafoglio! Al massimo nascondili nei calzini o nelle mutande! Un risparmiatore t i f o s o ! Violanews.com - Free Magazine Web


pagina 9

CHIAVE DI LETTURA La Fiorentina di Elisa Sergi

Scrivi:

webmaster@violanews.com

Uno sparo nel buio. In realtà non sto parlando del secondo film della Pantera Rosa diretto nel 1964 da Blake Edwards, ma dello splendido gol di Vargas che ha spianato la strada alla vittoria della Fiorentina (poi impreziosita dal gol di Gilardino) sull’Atalanta del certo non amato Antonio Conte. L’allenatore ex juventino ha sempre avuto con i tifosi viola un rapporto “poco cordiale”, dovuto, oltre all’appartenenza calcistica di Conte, all’esultanza che quest’ultimo fece dopo un suo gol in Juventus- Fiorentina, sventolando la bandierina del calcio d’angolo sotto il settore occupato dai tifosi gigliati. Probabilmente l’odierno allenatore dell’Atalanta immaginava di ricevere una accoglienza calda da parte dello stadio Franchi, ma si sarà stupito quando, prima dell’inizio della partita i tifosi viola l’hanno praticamente ignorato, riservandogli per momenti migliori (o peggiori, dipende dai punti di vista) gli sfottò. E i cori di scherno non potevano non dirigersi sull’incredibile cambiamento di aspetto che Antonio Conte ha avuto in questi ultimi anni: chi è appassionato di calcio e possiede ancora a casa gli album delle figurine, infatti, se lo ricorderà già semi-calvo a inizio carriera. Da quando ha appeso gli scarpini al chiodo, invece, i suoi capelli sono ricresciuti miracolosamente e ieri Conte ha messo in mostra una chioma sempre più folta ma ordinata, per niente impaurita dal gelido vento che soffia in questi giorni di Dicembre. Di sicuro, si può affermare che uno sportivo decide di indossare un parrucchino (o di fare un trapianto di capelli, come nel caso di Conte) nel tentativo di piacersi di più e per essere socialmente più accettabile. Ma è più la vergogna di essere prematuramente calvo o quella di mostrare agli altri che si indossa un toupet? Probabilmente Conte non ha ancora vissuto il dramma del tennista Andrè Agassi, oggi orgogliosamente “pelato”, che ha dichiarato di recente di non essere sempre stato fiero della sua calvizie: «Ogni giorno, trovavo una parte ulteriore della mia identità sul cuscino, nel lavandino, nello scarico. Mi sono chiesto: vuoi indossare un toupet? Sul campo da tennis? Risposi: cos'altro mi rimane da fare?». Divorato da questi dubbi, Agassi decise di indossare, già all’età di venti anni, un folto e selvaggio parrucchino, che lo ha accompagnato nella prima parte della sua lunga carriera. Ci sono stati casi in cui, tuttavia, il tennista americano non ha dovuto sconfiggere soltanto gli agguerriti avversari. Il giorno prima della finale dei French Open del 1990, mentre era sotto la doccia, Agassi si accorse di avere in mano una ciocca di capelli. «Probabilmente feci un lavaggio sbagliato», ricorda oggi l'ex campione, aggiungendo: «La parrucca si stava dissolvendo». A questo punto, il tennista fu costretto a fissare il parrucchino con venti fermacapelli. Tuttavia Agassi fu tormentato per tutta la notte dalla paura che la parrucca gli volasse via e finisse sulla sabbia, durante il match del giorno dopo. Racconta ancora Agassi: «Immaginavo milioni di persone davanti alla tv spalancare gli occhi e domandarsi sconcertati e in tutte le lingue: 'Non credo ai miei occhi; ma ad Andrè Agassi gli sono caduti i capelli dalla testa?'».Tanto fu lo sforzo profuso a non far scappare il parrucchino per uno scatto sotto rete che lo statunitense perse la finale. Non siamo così crudeli da augurare a Conte di retrocedere con l’Atalanta a causa del suo trapianto, ma ci farebbe sorridere pensarlo a rincorrere un parrucchino sul prato verde. Altro che Beatles!


pagina 10

Meno chiacchere e piu’ unione Da Violablog.com: articolo di Filippomorandi

C’è troppo allarmismo per questo” temporaneo” decimo posto in classifica, troppa preocupazione intorno alle ultime due gare di campionato. Posso capire se le sconfitte fossero arrivate con l’undici titolare, ma basta cliccare sulla casella ” infermeria” per notare quanto questa squadra sia stata depennata dagli infortuni. Lo sapevamo bene che la rosa era corta e che i due acquisti estivi ,sponda bianconera, sono fragili muscolarmente , ma chi avrebbe detto che ad una giornata dal termine del girone Champions , la Fiorentina sarebbe già stata qualificata agli ottavi? Ora sento dire che a Gennaio non arrivarà nessuno e che i soldi dello scorso mercato e della qualificazione verranno utilizzati per ripianare e per pagare gli stipendi. Ma a che gioco state gio-

cando? Già a metterci i bastoni tra le ruote ci pensano Figc, lega Italiana e Arbitri, senza escludere le stilettate di Gazzetta dello sport e Rai. Perchè vedere sempre del marcio nella AC Fiorentina? Perchè considerare Corvino un parolaio e i Della Valle dei furbetti pronti a lanciare il sasso e a levare la mano? preoccuparsi ora della classifica è ridicolo pensando e considerando che parma, Sampdoria, Genoa, Bari e Cagliari bolliranno molto ma molto presto.E cosa dovrebbe dire la Juve? Abbiamo un grande allenatore che da cinque anni sta facendo un lavoro a dir poco straordinario, e un gruppo di ragazzi che lotta come non mai e dimostra un attaccamento alla maglia stratosferico. Stiamo calmi e godiamoci questa fiorentina continuando a tifare e a incitare un gruppo che la scorsa settimana ha fatto un miracolo regalandoci un sogno! Scrivi e commenta anche tu su Violablog.com i tuoi pensieri Viola

Violanews.com - Free Magazine Web

SE VUOI PUBBLICARE ANCHE TU IL TUO ARTICOLO LA PROSSIMA SETTIMANA, SCRIVI A webmaster@violanews.com E DOPO L’APPROVAZIONE AVRAI IL TUO SPAZIO SUL NOSTRO FREE MAGAZINE. COSI’ ANCHE TU PUOI DIVENTARE UN GIORNALISTA


Statistiche, numeri, storia e curiosita’ dal mondo viola

a cura di Roberto Vinciguerra - in collaborazione con IRSSF

pagina 11

Email: errevugigliodata@libero.it

170° gol in carriera per Gilardino ! Contro l'Atalanta Gilardino ha segnato il suo 170° gol in carriera, così suddivisi:

Serie A Spareggi Coppa Italia

Champions League Coppa UEFA

Nazionale Nazionale U21 Nazionale Olimpica

120 (26 con la Fiorentina) 1 8 12 (8 con la Fiorentina) 5 (1 con la Fiorentina)

16 4 4

Violanews.com - Free Magazine Web


Gossippate e curiosita’ dal mondo viola a cura della nostra inviata

Aida!!!

pagina 12

Chiara Baglioni

FIRENZE - L'ex di Matteo Ferrari, Aida Yespica, torna a far parlare di se dopo mesi di riflessione sulla storia finita con l'ex difensore del Genoa. In una discoteca di Milano, la bella show girl, si trova insieme al centrocampista della Juventus Momo Sissoko, che, secondo quanto riportato da Chi, viene disturbato dai fotografi piantati all'uscita. Ebbene si è scatenata una vera e propria rissa quando un amico del calciatore ha rotto i vetri della macchina dei fotografi con una sedia del locale. La modella venezuelana se l'è data a gambe scappando dal locale. Sissoko l'ha raggiunta dopo poco, il tempo di tranquillizzare Marco Borriello, che impietrito assisteva alla scena dentro al locale. Una cosa è certa: alla Yespica piacciono parecchio i calciatori.

Curiosità:

Meno male siamo a Firenze!!!

LIVERPOOL - Phil Jagielka, difensore inglese dell'Everton, è l'undicesimo calciatore residente nell'area di Liverpool a subire una rapina domestica. Secondo la polizia 3 uomini armati di coltelli si sono introdotti nella sua casa a Knutsford (Cheshire), dove si trova il calciatore con la moglie e i 2 figli. Ha dovuto consegnare numerosi gioielli e le chiavi di un'auto. Nessuno è rimasto ferito. Quella subita da Jagielka, 27 anni, è l'ultima di una serie di rapine ai danni di calciatori. Violanews.com - Free Magazine Web

dalla nostra inviata Mommy News


pagina 13

Pronostici offerti dalla ricevitoria “GIOBERTI SPORT” per i prossimi giochi e buona fortuna!!! Vi aspettiamo numerosi nella nostra ricevitoria per giocare!!!

ATALANTA - INTER CHIEVO - FIORENTINA MILAN - PALERMO SIENA - UDINESE LAZIO - GENOA CATANIA - LIVORNO PARMA - BOLOGNA

9 - 19 - 25 - 37 - 38 - 88

2 - 3 - 5 - 7 - 11- 12 - 13 15 - 19 - 20 Violanews.com - Free Magazine Web

1 2 1 X 12 1X 12


BUONI VIOLA DA RITAGLIARE E PORTARE DIRETTAMENTE AL NEGOZIO PER OTTENERE SUBITO LO SCONTO

Violanews.com - Free Magazine Web

pagina 14


pagina 15

Il modulo 3-4-3 Il modulo 3-4-3 è il più sbilanciato ed ha due antenati famosi: il sistema, detto anche WM per la disposizione dei giocatori in campo (3-2-2-3), che venne creato come evoluzione dell’altro modulo famoso, il modulo a piramide ( 2-3-5 con gli esterni altissimi ) . Nel 3-4-3 moderno invece i centrocampisti devono dividere le loro forze tra la fase d'attacco e quella di difesa. Avendo solo tre uomini fissi a difendere significa in linea teorica che gli avversari hanno maggiori possibilità di segnare e che, sempre in linea teorica, invece i tre attaccanti fissi garantiscono maggiori opportunità avanti. Questo modulo è usato con successo solo dalle squadre con una mentalità molto offensiva. Dei 3 difensori, quello centrale funge come una sorta di libero e gli altri 2 da veri e propri centrali di difesa. Il giocatore al centro della difesa deve essere il primo ad impostare il rilancio dell'azione ed in alcune occasioni deve proporsi anche in avanti. Dei 4 centrocampisti, i 2 in mezzo fungono da centrali o interni e gli altri 2 da laterali. I 2 centrocampisti laterali (destro e sinistro) ricoprono un ruolo delicato del centrocampo in quanto a loro e' richiesto di scalare in difesa quando la squadra subisce e di salire in attacco fungendo da ali, quando la squadra offende e gli attaccanti si accentrano nell'area avversaria. Gli altri 2 centrali dovrebbero essere intercambiabili e giocare in sintonia, l'uno coprendo l'altro, con compiti di interdizione in fase difensiva ed impostazione in fase offensiva di rilancio. Dovrebbero alternativamente scambiarsi nel fare da scudo alla difesa in caso di pericolo ed inserirsi in attacco in caso di bisogno. Dei 3 attaccanti quello centrale funge da centravanti, e i laterali da ali. Il Centravanti può essere di movimento, cioè portato ad attaccare lateralmente, creare spazi per gli altri e giocare di sponda, o di sfondamento, cioè portato ad incunearsi in area centralmente; in entrambi i casi partecipa poco all'azione corale della squadra, ma molto alla fase finale offensiva. Gli altri 2 attaccanti esterni devono agire molto allargati per costringere le difese ad aprirsi, accentrarsi per aiutare il centravanti quando salgono in attacco i laterali di centrocampo, e sostituirli a centrocampo quando quelli arretrano a terzini. Sul prossimo numero del Free Magazine altre news da non perdere.... al 14 Dicembre 2009!!!

Violanews.com - Free Magazine Web


pagina 16

QUI TROVI TUTTI I SITI DEI VIOLA CLUB DELLA FIORENTINA SPARSI IN TUTTO IL MONDO. SE VUOI INSERIRE ANCHE IL TUO SCRIVI A : Viola Club Cerbaia VP

http://www.violaclubcerbaiavp.com

Viola Club Gli Assetati

http://www.violaclubgliassetati.org

Viola Club Argentario

http://www.violaclubargentario.it

Viola Club Toscana Viola

http://www.violaclubgliassetati.org

Viola Club Casciana Terme

http://www.violaclubcascianaterme.it

Viola Club Brandini

Viola Club Chattroni Viola Viola Club Gorinello

Viola Club Gruppo Roma Viola Club Kyoto

Viola Club Modena

Viola Club Montepulciano Viola Club New York Viola Club Palermo

Viola Club Pazzi di Lei

Viola Club Scandinavia Viola Club Siena

Viola Club Alterati Viola

http://utenti.lycos.it/violaclub

http://www.chattroniviola.it

http://www.gorinello.it

http://xoomer.virgilio.it/violagrupporoma

http://violaclubkyoto.fc2web.com/index.html

http://www.clubviolamodena.it

http://www.violaclubmontepulciano.it

http://www.vcny.com

http://utenti.lycos.it/violaclubpalermo http://www.pazzidilei.it

http://www.svenskafans.com/italien/fiorentina http://sienaviola.forumfree.net

http://www.alterativiola.it

ARRIVEDERCI ALLA PROSSIMA SETTIMANA CON TANTE NOVITA’ E TANTISSIME NOTIZIE VIOLA!!! CLICCA E LEGGICI SU www.violanews.com/freemagazine.htm

Violanews.com - Free Magazine Web


pagina 17

IL NEGOZIO DEL VERO TIFOSO VIOLA, SEMPRE AGGIORNATO CON TUTTE LE ULTIME NOVITA’ DEL MOMENTO

WWW.NEGOZIOVIOLA.COM

ATTENZIONE!!! CORRI TORNA A PAGINA 13 PER RITAGLIARE TUTTI I BUONI SCONTO A TE RISERVATI!!!

Violanews.com - Free Magazine Web


pagina 18

Violanews.com - Free Magazine Web

Violanews Freemagazine Fiorentina  

Il Free Magazine della Fiorentina