Page 1

94

95

ROCHER DI FEGATI DI CONIGLIO ALLA NUTELLA

PER 6 PERSONE

fegati di coniglio burro panna liquida fresca gelatina in fogli crema NUTELLA® sale e pepe Porto rosso Cognac granella di nocciole

200 120 50 ½ foglio g 50 q.b. ml 25 ml 25 g 200 g g g

Riducete a dadini i fegatini di coniglio: poneteli in una terrina, salateli, pepateli e lasciateli a riposare per 20 minuti. Quindi saltateli in una padella con 20 g di burro a fiamma vivace e poi sfumate con il Porto rosso e il Cognac. Spegnete il fuoco e fate raffreddare.  Trasferite le frattaglie in un frullatore: emulsionate aggiungendo a pezzetti, poco per volta, il rimanente burro ben freddo, la panna liquida e infine il mezzo foglio di gelatina precedentemente ammorbidito in acqua fredda per 10 minuti circa e poi strizzato. Riponete il composto ottenuto in frigorifero per qualche ora.  Una volta rassodato, con l’apposito scavino ricavate delle palline della grandezza di una noce e con l’aiuto di una siringa da cucina, introducetevi mezzo cucchiaino di Nutella.  Infine avvolgete ogni pallina con uno strato uniforme di granella di nocciole. Ponetele in frigorifero fino al momento del servizio, disponendole in un pirottino di carta.

Nutella d’autore

Un bel gioco di citazioni, per questo appetizer che imita una pralina Ferrero. Una ricetta sfiziosa che Tonino Cannavacciuolo dedica a Nutella, ovvero « l’ingrediente dei primi capricci e dei primi furti». «Adesso tutti se la possono permettere, ma quando ero bambino mi costringeva a diventare… ladro di Nutella nella dispensa dove veniva chiusa. Mamma aveva decretato: non più di un vasetto la settimana, e io ne ero golosissimo».

passione Nutella

passione Nutella

Nutella d’autore

TONINO CANNAVACCIUOLO – VILLA CRESPI (ORTA SAN GIULIO, NO)

ROCHER DI FEGATI DI CONIGLIO ALLA NUTELLA  

Le ricette di Antonino cannavacciuolo. chef di Villa Crespi

ROCHER DI FEGATI DI CONIGLIO ALLA NUTELLA  

Le ricette di Antonino cannavacciuolo. chef di Villa Crespi

Advertisement