Issuu on Google+

La tua Chiesa

ComunitĂ  Parrocchiale Santa Teresa Viganello - Cassarate - Albonago Quaresima e Pasqua 2012


ORARI

ORARIO DELLE CELEBRAZIONI Eucaristia festiva

Sabato e vigilia di feste 16.30 18.00 Domenica e feste 9.00 10.00 10.00 11.00 18.00

Eucaristia feriale Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì

9.00 9.00 18.00 9.00 18.00

Sacramento della riconciliazione Sabato

14.30 - 16.00

Residenza alla Meridiana Santa Teresa Santa Teresa S. Pietro, Cassarate S. Nicolao, Albonago la 1a domenica del mese Santa Teresa Santa Teresa

Santa Teresa Santa Teresa Santa Teresa Santa Teresa Santa Teresa

Santa Teresa

V isita e comunione agli anziani e agli ammalati Primo venerdì del mese

Adorazione Eucaristica Primo venerdì del mese

2

17.00

8.30 - 11.30

Santa Teresa


LA LET TERA

VERSO LA PASQUA Carissimi, da pochi giorni abbiamo iniziato l’itinerario quaresimale, il cammino che ci conduce alla gioia della Pasqua nella quale celebrare la risurrezione di Gesù. Verso la Pasqua eterna si è incamminato il nostro P. Giuseppe Meier che, dopo la sofferenza dell’ultimo periodo della sua vita, è ora partecipe della Pasqua eterna e può celebrare in eterno la bontà del Signore. Lo abbiamo accompagnato con l’affetto, la preghiera e la gratitudine nella chiesa di S. Teresa dove per molti anni risuonava la sua parola, il suo canto e il suo organo. “Verso la Pasqua con Maria” è il tema che il nostro Vescovo Pier Giacomo Grampa ha scelto per la Peregrinatio Mariæ che percorre i 6 vicariati della nostra diocesi per concludersi alla Madonna del Sasso i giorni 24 e 25 marzo in occasione della riapertura del santuario dopo gli importanti lavori di restauro interno iniziati nel mese di giugno del 2009. Cara ai fedeli dell’intera diocesi, la statua lignea della Madonna del Sasso, risalente probabilmente agli anni 1485-1487, sarà nel nostro vicariato nella settimana dall’11 al 18 marzo: la si potrà venerare nella basilica del Sacro Cuore. Il programma dettagliato lo si trova alla pagina 13. Verso la Pasqua siamo incamminati anche noi in questo tempo della quaresima iniziato con il gesto simbo-

lico dell’imposizione delle ceneri. È un periodo che richiama alla conversione, in particolare attraverso la preghiera, il digiuno e la carità. Come ogni anno la carità che ci vede uniti come comunità è in particolare la proposta del sacrificio quaresimale che propone come tema “più uguaglianza significa meno fame”, sottolineando soprattutto la necessità di una effettiva parità tra uomo e donna perché se più di un miliardo di persone patiscono la fame, il 70 per cento di queste sono donne. Verso la Pasqua eterna siamo incamminati noi. Il giorno di Pasqua le donne volevano terminare di onorare il corpo del Signore sepolto di fretta il venerdì santo. Hanno però trovato il sepolcro vuoto. E hanno sentito una domanda: “Perché cercate tra i morti colui che è vivo? Non è qui, è risorto”. Come quelle donne, anche noi dobbiamo sempre essere in ricerca. Non di un corpo deposto in una tomba. La nostra ricerca deve essere diversa. “Se dunque siete risorti con Cristo, cercate le cose di lassù, dove è Cristo, seduto alla destra di Dio” (Col 3,1). Sapendo di non essere mai persone arrivate alla meta, ricordiamoci di cercare sempre le cose di lassù, perché lassù trascorreremo con Cristo l’eternità, partecipi della sua Pasqua. don Fabiano, don Valentino, don Nicola e don Dino

3


CALENDARIO

CALENDARIO LITURGICO Q uaresima II domenica di quaresima - anno B Sabato 3 marzo 16.30 Meridiana Eucaristia festiva della vigilia 18.00 Santa Teresa Eucaristia festiva della vigilia Domenica 4 marzo 9.00 Santa Teresa Eucaristia festiva 10.00 Cassarate Eucaristia festiva 10.00 Albonago Eucaristia festiva 11.00 Santa Teresa Eucaristia festiva 17.30 Santa Teresa Celebrazione dei vespri 18.00 Santa Teresa Eucaristia festiva III domenica di quaresima - anno B Sabato 10 marzo 16.30 Meridiana Eucaristia festiva della vigilia 18.00 Santa Teresa Eucaristia festiva della vigilia Domenica 11 marzo 9.00 Santa Teresa Eucaristia festiva 10.00 Cassarate Eucaristia festiva 11.00 Santa Teresa Eucaristia festiva 17.30 Santa Teresa Celebrazione dei vespri 18.00 Santa Teresa Eucaristia festiva IV domenica di quaresima, “Lætare” - anno B Sabato 17 marzo 16.30 Meridiana Eucaristia festiva della vigilia 18.00 Santa Teresa Eucaristia festiva della vigilia Domenica 18 marzo 9.00 Santa Teresa Eucaristia festiva 10.00 Cassarate Eucaristia festiva 11.00 Santa Teresa Eucaristia festiva 17.30 Santa Teresa Celebrazione dei vespri 18.00 Santa Teresa Eucaristia festiva 4


CALENDARIO

Solennità di S. Giuseppe - anno B Lunedì 19 marzo 9.00 Santa Teresa Eucaristia festiva 10.00 Cassarate Eucaristia festiva 11.00 Santa Teresa Eucaristia festiva 18.00 Santa Teresa Eucaristia festiva V domenica di quaresima - anno B Sabato 24 marzo 16.30 Meridiana Eucaristia festiva della vigilia 18.00 Santa Teresa Eucaristia festiva della vigilia Domenica 25 marzo 9.00 Santa Teresa Eucaristia festiva 10.00 Cassarate Eucaristia festiva 11.00 Santa Teresa Eucaristia festiva 17.30 Santa Teresa Celebrazione dei vespri 18.00 Santa Teresa Eucaristia festiva S ettimana Santa e Triduo pasquale Domenica delle Palme e della Passione del Signore - anno B Sabato 31 marzo 16.30 Meridiana Eucaristia festiva della vigilia 18.00 Santa Teresa Eucaristia festiva della vigilia Domenica 1° aprile 9.00 Santa Teresa Eucaristia festiva 10.30 Santa Teresa Eucaristia festiva con la lettura della Passione secondo San Marco. Inizio della celebrazione al campo sportivo dietro la chiesa, benedizione degli ulivi e processione verso la chiesa percorrendo via Guggirolo e via alla Roggia. 17.30 Santa Teresa Celebrazione dei vespri 18.00 Santa Teresa Eucaristia festiva Giovedì santo Giovedì 5 aprile 9.30 S. Nicolao 20.00 Santa Teresa

Eucaristia e benedizione degli oli Eucaristia nella Cena del Signore seguita dall’adorazione eucaristica fino alle 22.00. 5


CALENDARIO

Venerdì santo Venerdì 6 aprile 15.00 Santa Teresa 16.15 Santa Teresa 20.00 Santa Teresa È giorno di magro e di digiuno Sabato santo Sabato 7 aprile 9.30 Santa Teresa 14.30 Santa Teresa

Celebrazione della Passione del Signore e adorazione della Croce. Confessioni fino alle 18.00 Via Crucis

Confessioni fino alle 11.30. Confessioni fino alle 18.00

Confessioni per la Pasqua • Venerdì santo, 6 aprile, dalle 16.00 alle 18.00. • Sabato santo, 7 aprile, dalle 9.30 alle 11.30 e dalle 14.30 alle 18.00. Comunione alle persone ammalate o anziane • Mercoledì 4 aprile, dalle 8.30 alle 11.30 V ia Crucis • Venerdì 2 marzo, S. Teresa, ore 20.00 • Venerdì 9 marzo, S. Teresa, ore 20.00 • Venerdì 23 marzo, S. Teresa, ore 20.00 • Venerdì 30 marzo, S. Teresa, ore 20.00 • Venerdì santo 6 aprile, S. Teresa, ore 20.00. Pranzo povero quaresimale • Venerdì santo, 6 aprile, salone parrocchiale, ore 12.00. Il ricavato è destinato al “Sacrificio quaresimale”. Busta del “Sacrificio quaresimale” La busta che trovate nelle nostre chiese è quella del Sacrificio Quaresimale, l’azione promossa dai vescovi svizzeri per sostenere progetti per lo sviluppo dei paesi poveri nel terzo Mondo, progetti per l’evangelizzazione dei popoli, opere pastorali importanti nelle Diocesi svizzere. Sarebbe bene che la busta non fosse riempita solo il giorno della riconsegna (Domenica delle Palme), ma – tenuta in casa – raccogliesse il frutto dei reali sacrifici, delle autentiche rinunce personali e familiari. Grazie per la vostra generosità. 6


CALENDARIO

Pasqua e tempo pasquale Veglia pasquale e solennità della Pasqua Sabato 7 aprile 21.00 Santa Teresa Solenne veglia pasquale. Liturgia della luce e benedizione del fuoco nuovo e del cero; annuncio pasquale (Exultet); liturgia della Parola; liturgia battesimale; liturgia eucaristica della Risurrezione del Signore. Partecipa il coro polifonico Polifonico di Santa Teresa. Ci scambieremo gli auguri di Pasqua condividendo la colomba sul sagrato della chiesa. Domenica 8 aprile 9.00 Santa Teresa Eucaristia pasquale 10.00 Cassarate Eucaristia pasquale 10.00 Albonago Eucaristia pasquale 11.00 Santa Teresa Eucaristia pasquale 16.30 Meridiana Eucaristia pasquale 17.30 Santa Teresa Vespri 18.00 Santa Teresa Eucaristia pasquale

Lunedì dell’Angelo Lunedì 9 aprile 10.00 Santa Teresa Eucaristia In questo giorno non vengono celebrate altre Messe.

II domenica di Pasqua, “in Albis” o “della divina Misericordia” - anno B Sabato 14 aprile 16.30 Meridiana Eucaristia festiva della vigilia 18.00 Santa Teresa Eucaristia festiva della vigilia Domenica 15 aprile 9.00 Santa Teresa Eucaristia festiva 10.00 Cassarate Eucaristia festiva 11.00 Santa Teresa Eucaristia festiva 18.00 Santa Teresa Eucaristia festiva 7


CALENDARIO

III domenica di Pasqua - anno B Sabato 21 aprile 16.30 Meridiana Eucaristia festiva della vigilia 18.00 Santa Teresa Eucaristia festiva della vigilia Domenica 22 aprile 9.00 Santa Teresa Eucaristia festiva 10.00 Cassarate Eucaristia festiva 11.00 Santa Teresa Eucaristia festiva 18.00 Santa Teresa Eucaristia festiva IV domenica di Pasqua - anno B Sabato 28 aprile 16.30 Meridiana Eucaristia festiva della vigilia 18.00 Santa Teresa Eucaristia festiva della vigilia Domenica 29 aprile 9.00 Santa Teresa Eucaristia festiva 10.00 Cassarate Eucaristia festiva 11.00 Santa Teresa Eucaristia festiva 18.00 Santa Teresa Eucaristia festiva V domenica di Pasqua - anno B Sabato 5 maggio 16.30 Meridiana Eucaristia festiva della vigilia 18.00 Santa Teresa Eucaristia festiva della vigilia Domenica 6 maggio 9.00 Santa Teresa Eucaristia festiva 10.00 Cassarate Eucaristia festiva 10.00 Albonago Eucaristia festiva 11.00 Santa Teresa Eucaristia festiva 18.00 Santa Teresa Eucaristia festiva VI domenica di Pasqua - anno B Sabato 12 maggio 16.30 Meridiana Eucaristia festiva della vigilia 18.00 Santa Teresa Eucaristia festiva della vigilia Domenica 13 maggio 9.00 Santa Teresa Eucaristia festiva 10.30 Santa Teresa Eucaristia festiva e celebrazione della Prima Comunione 18.00 Santa Teresa Eucaristia festiva 8


CALENDARIO

Ascensione del Signore - anno B Mercoledì 16 maggio 16.30 Meridiana Eucaristia festiva della vigilia 18.00 Santa Teresa Eucaristia festiva della vigilia Giovedì 17 maggio 9.00 Santa Teresa Eucaristia festiva 10.00 Cassarate Eucaristia festiva 11.00 Santa Teresa Eucaristia festiva 18.00 Santa Teresa Eucaristia festiva VII domenica di Pasqua - anno B Sabato 19 maggio 16.30 Meridiana Eucaristia festiva della vigilia 18.00 Santa Teresa Eucaristia festiva della vigilia Domenica 20 maggio 9.00 Santa Teresa Eucaristia festiva 10.00 Cassarate Eucaristia festiva 11.00 Santa Teresa Eucaristia festiva 18.00 Santa Teresa Eucaristia festiva Solennità di Pentecoste - anno B Sabato 26 maggio 16.30 Meridiana Eucaristia festiva della vigilia 17.00 Santa Teresa Celebrazione della Cresima Domenica 27 maggio 9.00 Santa Teresa Eucaristia festiva 10.00 Cassarate Eucaristia festiva 11.00 Santa Teresa Eucaristia festiva 18.00 Santa Teresa Eucaristia festiva Tempo Ordinario SS. Trinità - anno B Sabato 2 giugno 16.30 Meridiana 17.00 Santa Teresa Domenica 3 giugno 9.00 Santa Teresa 10.00 Cassarate 10.00 Albonago 11.00 Santa Teresa 18.00 Santa Teresa

Eucaristia festiva della vigilia Eucaristia festiva della vigilia Eucaristia festiva Eucaristia festiva Eucaristia festiva Eucaristia festiva Eucaristia festiva 9


CALENDARIO

Ss. Corpo e Sangue di Cristo - anno B Mercoledì 6 giugno 16.30 Meridiana Eucaristia festiva della vigilia 18.00 Santa Teresa Eucaristia festiva della vigilia Giovedì 7 giugno 9.00 Santa Teresa Eucaristia festiva 10.00 Cassarate Eucaristia festiva 11.00 Santa Teresa Eucaristia festiva 18.00 Santa Teresa Eucaristia festiva 20.00 S. Antonio Eucaristia festiva e processione presieduta da Mons. Vescovo per tutte le Parrocchie della città X domenica del tempo ordinario - anno B Sabato 9 giugno 16.30 Meridiana Eucaristia festiva della vigilia 17.00 Santa Teresa Eucaristia festiva della vigilia Domenica 10 giugno 9.00 Santa Teresa Eucaristia festiva 10.00 Cassarate Eucaristia festiva 11.00 Santa Teresa Eucaristia festiva 18.00 Santa Teresa Eucaristia festiva XI domenica del tempo ordinario - anno B Sabato 16 giugno 16.30 Meridiana Eucaristia festiva della vigilia 17.00 Santa Teresa Eucaristia festiva della vigilia Domenica 17 giugno 9.00 Santa Teresa Eucaristia festiva 10.00 Cassarate Eucaristia festiva 11.00 Santa Teresa Eucaristia festiva 18.00 Santa Teresa Eucaristia festiva Natività di S. Giovanni Battista - anno B Sabato 23 giugno 16.30 Meridiana Eucaristia festiva della vigilia 17.00 Santa Teresa Eucaristia festiva della vigilia Domenica 24 giugno 9.00 Santa Teresa Eucaristia festiva 10.00 Cassarate Eucaristia festiva 11.00 Santa Teresa Eucaristia festiva 18.00 Santa Teresa Eucaristia festiva 10


CALENDARIO

GRUPPI PARROCCHIALI Catechesi per gli adulti La nostra Parrocchia continua la proposta di catechesi per adulti. Un cammino che percorre il Catechismo della Chiesa cattolica, testo che sintetizza in modo autorevole l’insegnamento della Chiesa. I primi appuntamenti saranno: • giovedì 8 marzo, alle ore 20.00 • giovedì 26 aprile, alle ore 20.00 • giovedì 10 maggio, alle ore 20.00 • giovedì 14 giugno, alle ore 20.00 Gruppo famiglie In Parrocchia è presente un gruppo che riunisce le famiglie: ogni famiglia può partecipare agli incontri e unirsi al gruppo. Le prossime attività saranno: • sabato 10 marzo, ore 16.00 • sabato 21 aprile, ore 16.00 • domenica 6 maggio • domenica 3 giugno: partecipazione all’incontro mondiale di Milano • domenica 17 giugno Incontri del “Gruppo donne ” Proseguono gli incontri del “gruppo donne” della nostra Parrocchia: • 22 marzo, ore 15.00: unitamente all’incontro anziani • 29 marzo, ore 20.00: incontro ordinario • 19 aprile, ore 15.00: unitamente all’incontro anziani • 24 maggio, ore 20.00: incontro ordinario • 31 maggio, ore 15.00: unitamente all’incontro anziani Incontri per gli anziani Ecco gli appuntamenti per gli anziani: • 22 marzo, ore 15.00 • 19 aprile, ore 15.00 • 31 maggio, ore 15.00 S. Messe ad Albonago • Domenica 4 marzo, ore 10.00 • Domenica 8 aprile, Pasqua, ore 10.00 • Domenica 6 maggio, ore 10.00 • Domenica 3 giugno, ore 10.00 11


DIOCESI

VERSO LA PASQUA CON MARIA Nella nota della Congregazione per la dottrina delle fede contenente indicazioni pastorali per l’anno della fede, che avrà inizio l’11 ottobre 2012, troviamo anche questo suggerimento: “nel corso di quest’anno sarà utile invitare i fedeli a rivolgersi con particolare devozione a Maria, figura della Chiesa, che ‘in sé compendia ed irraggia le principali verità della fede (L.G. 65). È dunque da incoraggiare ogni iniziativa che aiuti i fedeli a riconoscere il ruolo particolare di Maria nel mistero di salvezza, ad amarla fedelmente ed a seguirne la fede e le virtù. A tale scopo risulterà quanto mai conveniente effettuare pellegrinaggi, celebrazioni ed incontri presso i maggiori Santuari”. È nello spirito di questa indicazione che, cogliendo la circostanza della

12

riapertura del restaurato Santuario della Madonna del Sasso sopra Locarno, abbiamo predisposto un pellegrinaggio della Effigie nei sei Vicariati della Diocesi, memore di altre peregrinatio della Madonna del Sasso, ognuna delle quali vissuta con fede e devozione, e che hanno portato nelle nostre terre il sapore ed il gusto del Vangelo e della Chiesa. Non si tratta quindi di iniziativa devozionale, ma di una proposta che ci aiuti a vivere in pienezza l’anno della fede, nel cinquantesimo anniversario dell’apertura del Concilio Ecumenico Vaticano II e in preparazione alla prossima Assemblea Generale del Sinodo dei Vescovi, che avrà come tema: “La nuova evangelizzazione per la trasmissione della fede cristiana”. Iniziando il nuovo anno, abbiamo bisogno non solo per la vita ecclesiale, ma prima per quella civile, sociale e politica, di riflettere sull’atteggiamento di Maria, che, dice Luca, “meditava nel cuore”, cioè metteva assieme nel suo cuore tutto ciò che le accadeva, superando le rigidità, i blocchi, le chiusure e gli immobilismi. La vita cammina, è continuità, ma anche novità, crescita, cambiamento, movimento, non fissità ingessata. Con questo spirito viviamo il pellegrinaggio dell’Effigie della Madonna del Sasso nei Vicariati, che si concluderà domenica 25 marzo con la riapertura del suo Santuario restaurato.


DIOCESI

Programma Domenica 11 marzo Accoglienza dell’effigie della Madonna del Sasso 20.00 Veglia di preghiera Lunedì 12 marzo Giornata dei presbiteri, dei religiosi e delle religiose 10.00 Eucaristia presieduta dal Vescovo Pier Giacomo 20.00 Eucaristia per le Zone pastorali «San Salvatore» e «Collina» Martedì 13 marzo Giornata dei malati e degli anziani 14.30 Sacramento dell’Unzione 20.00 Eucaristia per le Zone pastorali «Capriasca» e «San Bernardo» Mercoledì 14 marzo Giornata dei bambini e dei ragazzi 14.00 Pomeriggio di attività e preghiera per bambini e ragazzi 20.00 Eucaristia per le Zone pastorali «San Lorenzo», «Brè» e «Boglia» Giovedì 15 marzo Giornata dei coniugi e dei fidanzati 12.30 Eucaristia per gli universitari 20.00 Veglia di preghiera per coniugi e fidanzati Venerdì 16 marzo Giornata penitenziale 12.00 Preghiera e pranzo povero 15.00 Via Crucis 20.00 Celebrazione comunitaria della Riconciliazione Sabato 17 marzo Giornata dei giovani 20.00 Veglia di preghiera per i giovani Domenica 18 marzo Giornata conclusiva 15.00 Eucaristia presieduta dal Vescovo Pier Giacomo e commiato dall’Effigie Appuntamenti quotidiani: • da lunedì a venerdì, ore 7.30 e ore 18.00: Eucaristia parrocchiale • da martedì a venerdì, alle ore 10.00: Rosario • da martedì a venerdì, dalle ore 9.30 alle ore 11.30: Confessioni 13


VITA DELLA COMUNITÀ

RICORDO DI P. GIUSEPPE MEIER Nella tarda serata di domenica 19 febbraio si è conclusa la lunga vita di P. Giuseppe Meier, vita trascorsa in gran parte nella nostra comunità parrocchiale di S. Teresa. Moltissimi hanno espresso la riconoscenza per tutto il bene ricevuto da P. Giuseppe negli anni del suo servizio pastorale. Riproponiamo alcuni estratti dell’omelia del Vescovo e del discorso pronunciato dal Presidente del Consiglio parrocchiale al termine del funerale. L’omelia del Vescovo Mons. Pier Giacomo Grampa

Con il trapasso di P. Giuseppe Meier, avvenuto nella tarda serata di domenica, possiamo dire che è venuta a mancare una figura storica della vita cattolica della Comunità di Viganello. Arrivato in Ticino il 1. settembre 1949, come collaboratore di don Giovanni Guggia, prevosto di Pazzalino, che aveva promosso la costruzione della nuova chiesa di Santa Teresa, padre Giuseppe rimase sempre fedele, attivo ed operoso presso la nuova realtà di cui seguì gli sviluppi da rettoria a parrocchia, da rettore ad amministratore parrocchiale a parroco, dando vita con i suoi confratelli redentoristi, in particolare padre Max, padre Alfonso e padre Alberto, ma pure padre Antonio e padre Andrea, ad una comunità parrocchiale nuova, vivace e rigogliosa, e modernamente organizzata, che non mancava di sollevare ammirazione e stima nel tessuto urbano luganese, di cui i padri 14

redentoristi divennero un punto di riferimento e di emulazione. Dimostrarono un’attenzione, un impegno ed una generosità di servizio per la realtà locale, che non è infrequente tra i confederati quando si affezionano alla realtà ticinese, sapendo integrare le nostre qualità positive con le loro, dando luogo in questo caso ad un progetto pastorale che si è imposto nel cuore della gente e nel contesto della diocesi. Lo abbiamo toccato con mano quando, venendo meno le vocazioni, l’Ordine ha deciso il ritiro dei padri per l’impegno prioritario dato ai paesi di missione. Dovessimo chiederci dove sta la ragione del successo del loro ministero e della grande simpatia riscossa tra la popolazione, credo di doverla porre in un insieme di iniziative equilibrate ed armoniose che facevano crescere con le strutture organizzative della nuova


VITA DELLA COMUNITÀ

comunità, la dedizione intensa e la vicinanza alla popolazione alla quale si rispondeva con coraggiose iniziative verso tutti i bisogni nuovi che si andavano leggendo. Prima che delle cose da fare o delle leggi da rispettare furono attenti ad un servizio delle persone, con le quali si preoccuparono di stabilire relazioni vive e coinvolgenti. Solo così possiamo spiegarci il sorgere dei diversi gruppi di animazione con gli scout, la corale, l’oratorio, gli anziani e i malati, la visita alle famiglie, l’insegnamento religioso oltre che la catechesi e la cura della liturgia. Sì alla liturgia prestarono attenzione prioritaria con la sistemazione liturgica della Chiesa, con la fondazione del coro polifonico e del coro dei piccoli cantori, con una schiera di ministranti che rendevano curate e partecipate le

celebrazioni liturgiche, anche se l’amore eccessivo per l’organo non ha permesso di trovare soluzioni migliori nella sistemazione del presbiterio. Si comprende come padre Giuseppe e i suoi confratelli fossero diventati famigliari dentro la comunità di Viganello che si estendeva progressivamente verso Cassarate ed Albonago che lo zelante padre Giuseppe raggiungeva con il suo inseparabile motorino, sempre per strada, sempre a bussare alle porte, a visitare le persone, a raccogliere i loro desideri, a rispondere alle loro necessità. È a questo pastore buono e mite, zelante ed operoso, esemplare e generoso, che oggi diciamo il nostro grazie, esprimiamo la riconoscenza e la gratitudine non solo della parrocchia di Santa Teresa, ma dell’intera Chiesa diocesana.

I l discorso del Presidente del Consiglio Parrocchiale

Caro Padre Meier, così desiderava essere chiamato e così mi permetto rivolgermi a lei per questo ultimo saluto a nome di tutta la Sua Comunità parrocchiale. Personalità di una squisita cortesia e di notevoli doti intellettuali, Padre Giuseppe Meier era nato il 3 settembre 1919 a Fislisbach nel Canton Argovia. Il 1° settembre 1949, come ordinatogli dai suoi superiori, Padre Meier giunse a Viganello come vicario della nuova rettoria di Santa Teresa del Bambino Gesù. Nel 1955, fu nominato rettore responsabile, facente funzione di parroco autonomo di Viganello, Cassarate ed Albonago, mentre il 1° giugno 1988, al

momento della costituzione della Parrocchia di Santa Teresa, Padre Meier fu nominato primo parroco, funzione che mantenne fino al mese di giugno 2004, quando, per motivi di salute, dovette ritirarsi presso la Residenza alla Meridiana, dove purtroppo è spirato domenica scorsa. Padre Meier ha dedicato tutta la sua vita a Dio, al prossimo, a noi, svolgendo il suo ministero con instancabile lena, umiltà e passione, in condizioni non sempre facili, soprattutto nei primi anni in cui era arrivato a Viganello, in un alloggio semplice e con poche conoscenze della lingua italiana, ma grazie alla sua personalità e intelligenza ha 15


VITA DELLA COMUNITÀ

saputo subito farsi ben volere e stimare. Egli ha assistito e partecipato attivamente allo sviluppo del Comune di Viganello, di cui era pure cittadino onorario, e ha creato attorno alla Chiesa di Santa Teresa un’intensa attività parrocchiale, sociale, musicale, ricreativa, formativa e anche sportiva, aperta a tutti, che tutti noi conosciamo e di cui tutta la comunità ha potuto beneficiare. Lui è stato un prezioso esempio di umiltà, impegno, dedizione, altruismo e soprattutto con il suo carisma e la facilità di contatto con la gente, ha alimentato e fatto crescere la nostra grande comunità parrocchiale. Si é quindi creato un rapporto privilegiato e molto apprezzato, tra Padre Meier e i suoi parrocchiani, così da avvicinarli tutti, in modi diversi, alla nostra Chiesa. Questo legame, così intenso e proficuo, tra Padre Meier e la sua comunità parrocchiale è proseguito anche dopo il mese di giugno 2004. In quel momento egli ha deciso di rimanere a Viganello e di non ritornare nel suo Comune d’origine, perché qui aveva trascorso la maggior parte della sua vita, aveva creato i legami più profondi, sapeva di essere amato e la Parrocchia di Santa Teresa era la sua casa. Durante oltre sessant’anni di presenza nella nostra Parrocchia, con un ministero semplice, intessuto di ascolto, comprensione e di sempre attuale applicazione del messaggio evangelico, Padre Meier ha trasmesso la fede cristiana ad almeno tre generazioni di parrocchiani, dai più piccoli ai giovani, dagli adulti 16

agli anziani che hanno frequentato la parrocchia e che ancora oggi testimoniano l’insegnamento ricevuto e gli sono riconoscenti. Ne è la dimostrazione e la prova più evidente, la vostra odierna numerosa presenza e testimonianza. A Padre Meier vada la nostra più sincera riconoscenza e gratitudine, per il grande bene che ha compiuto per la nostra comunità. Come voi sapete, una delle grandi passioni e dei talenti di Padre Meier era la musica, ma Padre Meier amava anche la fotografia. Con migliaia di scatti ha immortalato la vita parrocchiale e le numerose persone che l’hanno animata nelle diverse associazioni da lui create. Tra tutte queste numerose fotografie ognuno di noi si potrà sicuramente riconoscere, ricordare e rivedere con affetto Padre Meier, negli anni, in diversi momenti e attività, ma io credo che il più caro ricordo e la migliore immagine di Padre Meier saranno quelli che ognuno di noi porterà sempre nel proprio cuore, grazie al bene da lui ricevuto. Grazie di cuore Padre Meier.


VITA DELLA COMUNITÀ

ASSEMBLEA PARROCCHIALE ORDINARIA CONVOCAZIONE DELL’ASSEMBLEA PARROCCHIALE ORDINARIA I cittadini dei quartieri di Viganello e di Cassarate, appartenenti alla Parrocchia di Santa Teresa di Viganello, sono convocati all’Assemblea parrocchiale ordinaria per il giorno di: giovedì 19 aprile 2012, alle ore 20.30 presso il Salone dell’Oratorio, con il seguente

Ordine del giorno: 1. Apertura dell’Assemblea da parte del Presidente del Consiglio parrocchiale 2. Lettura e approvazione del verbale dell’Assemblea parrocchiale ordinaria del 14 aprile 2011 3. Designazione di un Presidente del giorno e di due scrutatori 4. Esame ed approvazione della gestione 2011 e del rapporto di revisione. 5. Approvazione del preventivo per l’anno 2012 6. Eventuali Viganello, 17 febbraio 2012

Per il Consiglio parrocchiale Il presidente avv. Nicola Respini

N.B.: Possono partecipare all’Assemblea - con diritto di voto e di eleggibilità - tutte le persone appartenenti alla Chiesa cattolica apostolica romana residenti da almeno 3 mesi nel Comune, che abbiano 16 anni compiuti, non abbiano dichiarato l’uscita dalla Chiesa cattolica e risultino iscritte nel catalogo elettorale della Parrocchia. 17


QUARESIMA

SACRIFICIO QUARESIMALE L’impegno di Pane per tutti, Sacrificio Quaresimale ed Essere solidali a favore di una vera uguaglianza fra i sessi, oltre a essere dettato dall’esperienza di mezzo secolo di lavoro sul terreno è fortemente motivato da una prospettiva biblica: «Dio creò l’uomo simile a sé, lo creò a immagine di Dio, maschio e femmina li creò». (Genesi 1,27) Il motto della Campagna ecumenica 2012 mette in relazione la rivendicazione della parità fra uomo e donna, con la problematica della fame. È un accostamento lecito? Alcuni fatti balzano agli occhi: più di un miliardo di persone patiscono la fame sul nostro pianeta. Il 70 per cento di queste sono donne, sebbene in molti paesi del Sud esse rivestano il ruolo principale nell’approvvigionamento di cibo. Nonostante gli sforzi intrapresi negli ultimi decenni e le conferenze mondiali svoltesi al riguardo, le prospettive sono a dir poco deprimenti. L’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) prevede che entro il 2050 il numero di uomini, donne e bambini che non hanno di che sfamarsi a sufficienza crescerà ulteriormente: si aggiungeranno 26 milioni in più di affamati in America latina, e 132 milioni in Asia. È pressoché certo che anche in futuro le donne saranno colpite ben al di sopra della media da questa tragedia umana. Questa parte oltre misura di donne colpite ha a che fare anche con la mancanza di parità, con il 18

peggiore accesso all’informazione o alla formazione, con le ristrette possibilità di azione quale conseguenza delle ben poche possibilità di partecipazione politica ai processi decisionali. A fronte di questi fatti disincantati, nell’ambito della Campagna ecumenica 2012, mettiamo in risalto sei esempi positivi. Sono progetti corredati dalle testimonianze delle persone che li realizzano e che testimoniano come giovi a tutti quando uomini e donne lavorano quali pari, collaborando vicendevolmente e fornendo il proprio specifico contributo al miglioramento delle condizioni di vita di tutta la comunità. Uno di questi progetti, avrà l’opportunità di essere presentato alla comunità internazionale e di prendere parte alle discussioni su nuovi modelli economici al Summit ONU di Rio de Janeiro. Visto che il termine “economia” deriva dal greco che allinea le due parole “casa” e “legge”, il suo utilizzo originariamente si riferiva alla gestione dell’economia domestica. In un nuovo sistema economico globale che concerne ognuno di noi - essendo il pianeta la nostra “casa” - devono poter confluire le esperienze di tutti, comprese quelle delle persone povere di entrambi i sessi e che vivono nei paesi in via di sviluppo. Che più eguaglianza conduca al successo lo dimostra la prassi. La stessa Organizzazione per l’Alimentazione e l’Agricoltura delle Nazioni Unite (FAO) conclude che rafforzando i diritti e aumentando


QUARESIMA

le opportunità delle contadine si potrebbe aumentare del 2,5% fino al 4% la produzione agricola nei paesi in via di sviluppo! Questa pubblicazione è rivolta a pastori, presbiteri, religiose e religiosi, catechiste e insegnanti… A tutti voi, dunque, che siete i nostri moltiplicatori nelle parrocchie della Svizzera italiana. Il vostro lavoro è fondamentale per la formazione, la sensibilizzazione dei cristiani ai temi della Pace, Giustizia e Salvaguardia del creato. Senza di voi, sa-

remmo persi e poco efficaci. Il contatto diretto con le persone è fondamentale e voi ci aiutate a rendere un po’ più corti i “fili” che uniscono noi al Nord ai poveri e agli affamati del Sud del mondo. Grazie di cuore per il vostro impegno e per restare in contatto con noi, anche facendoci sapere dove e come possiamo migliorare. L’equipe di Sacrificio Quaresimale e Pane per tutti nella Svizzera italiana.

19


QUARESIMA

CAMPAGNA ECUMENICA Cos’è la Campagna ecumenica La Campagna ecumenica della Quaresima, ideata da Sacrificio Quaresimale (organizzazione di cooperazione allo sviluppo dei cattolici) e Pane per tutti (organizzazione di cooperazione allo sviluppo delle chiese evangeliche riformate), in collaborazione con Essere solidali (organizzazione analoga dei cattolici-cristiani), esiste da oltre 40 anni. Gli obiettivi sono quelli di sensibilizzare le persone sulle questioni legate alla giustizia globale; e raccogliere fondi destinati a progetti pastorali e di sviluppo per sostenere le popolazioni nel Sud del mondo. Drappo e meditazioni Quest’anno è riproposto il drappo quaresimale del 2011, realizzato dall’artista togolese Sokey Edorh. Cambiano invece le meditazioni, che

20

sono della teologa cattolica Elisabeth Bernet-Eich, e dello scrittore Andreas Knapp, della comunità dei “Piccoli Fratelli del Vangelo”. I due autori invitano a gettare uno sguardo sul mondo con gli occhi delle donne e degli uomini. Le prospettive individuali però, col tempo lasciano il posto a un nuovo modo di vedere ciò che ci circonda: con occhi nuovi. Gli stessi occhi che vi scrutano nel profondo dalle pagine dell’agenda e che accompagnano le meditazioni della Settimana Santa. Motto “Più uguaglianza significa meno fame” è il motto della Campagna ecumenica 2012. Essa si inserisce nel ciclo, iniziato nel 2008, incentrato sul diritto al cibo, un diritto che continua a non essere garantito a più di un miliardo di persone. I dati della FAO e dell’ONU


QUARESIMA

indicano che tra il 60 e il 70% di chi non mangia abbastanza sono donne. L’accesso alle risorse quali sementi, acqua, terra e la possibilità di esercitarvi un controllo è diverso per uomini e donne e dipende dalle loro differenti situazioni, come mostrano alcuni esempi. Il lavoro compiuto dalle donne inoltre (accudire la casa, i figli, gli anziani, coltivare un orto, ecc.) non essendo rimunerato, non è conteggiato nel prodotto interno lordo dei paesi, eppure è indispensabile per la sopravvivenza e per la sostenibilità ed è una valida alternativa al sistema economico attuale. Con le loro attività al Sud Sacrificio Quaresimale, Pane per tutti ed Essere solidali rafforzano il diritto al cibo, promuovono in ugual misura donne e uomini nei loro rispettivi ruoli, portandoli all’ottenimento dei loro diritti. Agenda L’agenda è il simbolo della Campagna ecumenica e ci accompagna fino alla Pasqua, ogni giorno con uno spunto di riflessione. Vi si trovano sei ritratti di

donne dal Sud del mondo (Colombia, Brasile, Camerun, Filippine, Senegal e Benin), altrettanti progetti, racconti, riflessioni e meditazioni (dei teologi Andreas Borter, e Gabriele Berz per la Settimana Santa). Non mancano inoltre esempi concreti su quello che già si fa o si potrebbe fare per rendere il mondo più giusto e migliore. A voice in Rio Quest’anno la Campagna sbarca anche su Facebook con “A voice in Rio” (www.facebook.com/voiceinrio). Date voce al progetto che secondo voi, fra i sei presentati, merita di recarsi al Summit delle Nazioni Unite (che si terrà nel giugno 2012) e, con la sua presenza, mostrare che esistono già soluzioni efficaci contro la fame. Potete esprimere la vostra preferenza online, staccando e inviando il tagliando risposta dai sottopiatti oppure dall’agenda. Non vincete nulla, ma avrete fatto un gesto concreto contro le ingiustizie e le discriminazioni.

Vendita delle rose La tradizionale vendita di 160’000 rose per il diritto al cibo avrà luogo sabato 17 e domenica 18 marzo 2012 in tutta la Svizzera. Le rose, offerte da Migros e vendute a un prezzo simbolico di 5 franchi, sono certificate con il marchio Max Havelaar del commercio equo. Il ricavato della vendita andrà interamente a finanziare progetti al Sud di Sacrificio Quaresimale e Pane per tutti. 21


VITA DELLA COMUNITÀ

IL CORO POLIFONICO Canta con noi L’Eucarestia è il luogo dell’Amore e la fonte stessa della vita della Chiesa. E in questo momento - centro della nostra vita di cristiani - nasce il canto dei credenti che celebrano l’Amore in Dio e la comunione coi fratelli. È un inno di ringraziamento e di lodi che si diffonde in tutte le Membra della Chiesa e che unisce in una unica melodia voci diverse che provengono dai fedeli e in ogni luogo. Questo canto dei credenti è per tutti, ecco perché i fedeli non devono assistere come estranei o muti spettatori a questo mistero di fede, ma comprendendolo bene per mezzo dei riti e delle preghiere, partecipano al momento consapevolmente, pienamente ed affettivamente I Cantori ed il Piccolo coro vogliono essere guida e supporto, un mezzo di coesione, una simbiosi spirituale di intenti per rendere il canto più solenne, più vivo e gioioso. Ecco quindi che tutti i fedeli, formando un vera assemblea con il coro cantano assieme l’atto penitenziale, il Gloria i Salmi via via nello svolgersi del rito. Al coro compete inoltre la gioia del canto sacro artistico fine a se stesso solo in momenti propri. Per fare ogni canto in modo dignitoso e sempre più bello, occorrono nuove voci al nostro organico. Questo è emerso nelle relazioni dell’ultima assemblea del coro. Perché non vieni con noi? Occorre piacere al canto, una intonazione atta a seguire una melodia, e trovarsi in sede - nell’oratorio sottostante la Chiesa - ogni martedì sera alle 20.30. E qui può iniziare una esperienza corale, un arricchimento interiore di inesauribile bellezza. Sempre nella recente assemblea del Coro parrocchiale vi sono state nuove nomine: Mario Mangiaracina nuovo Presidente, membri del Comitato sono don Fabiano Guidicelli, Mario Santoro, Elda Ambrosetti, Flavia Lampietti, Rachele Rossi Volpe, Claudia Guggiari. Maestro riconfermato Piero Bistoletti ed organista Stefano Keller. Sabato 2 giugno i due cori terranno un concerto in occasione del 40° del nostro organo.

22


VITA DELLA COMUNITÀ

VITA DELLA COMUNITÀ PARROCCHIALE Battesimi • Davide Puglisi • Dalia Fini • Alisée Sibemberg

di Massimo e Vanda Massimo e Dareen Stefano e Moira

Matrimoni • Silvia Quarantini e Igor Benzonelli Defunti • Angiolina Covino • Egidio Tognalli • Adriana Balestreri • Ezio Bernasconi • Giuseppe Gaggini • Pio Beretta • Steno Steffani • Carla Rebsamen • Arnoldo Modine • Dina Huber • Olga Weibel • Jolanda Bertoni • Maria Rovelli • Elsa Maria Knöpfel • Franco Leidi • Maria Stefanini • Elvezia Lantzsch • P. Giuseppe Meier • Germano Taddei • Maria Baccanelli

1932 1936 1937 1925 1922 1936 1922 1926 1925 1922 1912 1926 1927 1927 1912 1918 1920 1919 1930 1920

l’11 dicembre 23 dicembre 22 gennaio 21 gennaio 5 dicembre 6 dicembre 11 dicembre 12 dicembre 18 dicembre 24 dicembre 30 dicembre 31 dicembre 13 gennaio 14 gennaio 14 gennaio 22 gennaio 24 gennaio 27 gennaio 9 febbraio 15 febbraio 15 febbraio 19 febbraio 20 febbraio 23 febbraio

23


Ritorni: Parrocchia S. Teresa via alla Chiesa 5 6962 Viganello

P. P. 6962 Viganello

INFORMAZIONI Parrocchia S. Teresa

Via alla Chiesa 5 6962 Viganello

 091 971.60.76  parrocchiaviganello@gmail.com

 www.viganello.altervista.org CCP 69-1950-0

Don Fabiano Guidicelli, parroco Via alla Chiesa 5 6962 Viganello

 091 971.60.76  donfabianoguidicelli@gmail.com

Don Valentino Kokou Tafou, parroco Via alla Chiesa 5 6962 Viganello Don Nicola Zanini, collaboratore parrocchiale Via alla Chiesa 5 6962 Viganello

 091 971.60.76  donvalentinot@gmail.com  091 971.60.76  zanini.nicola@gmail.com

Don Dino Petruzzella, collaboratore parrocchiale Via del Tiglio 48  091 972.55.73 6900 Cassarate  dinopetruzzella@bluewin.ch P. Giuseppe Meier, già parroco Residenza alla Meridiana Via Crocetta 8 6962 Viganello

 058 866.31.41


Bollettino Pasqua 2012