Issuu on Google+


Prevalence of Pain in Italian Hospitals: results of a regional cross-sectional survey Costantini M. et al.

Journal of Pain and Symptom management 2002; 23,3: 221- 230 Distribuzione disomogenea del dolore tra i vari ospedali Prevalenza del dolore molto alta in diversi ospedali Età, sesso, educazione, diagnosi e tempo dall’intervento….variabili da considerare…> dolore


Dolore Nocicettivo Il dolore nocicettivo è una reazione fisiologica ad uno stimolo potenzialmente lesivo per i tessuti

Mediatori dell’infiammazione nocicettore

Tessuti superficiali o profondi

Stimolo algogeno


Dolore Neuropatico AttivitĂ  aberrante delle vie dolorifiche provocata da una Deafferentazione (periferica o lesione del sistema nervoso centrale) Deficit della inibizione discendente e locale Sensibilizzazione centrale

Sensibilizzazione periferica

Generatore (periferico o centrale) di impulsi nervosi ectopici


IntensitĂ  Dolore

Breakthrough Pain

Dolore

Dolore

soglia dolore

tempo


Componente Motivazionale -affettiva

Corteccia prefrontale

Talamo mediale Mesencefalo

Ipotalamo Strutture limbiche Formazione reticolare

Talamo laterale


Dolore come informazione Il dolore costituisce un’informazione che la persona assistita trasmette secondo uno specifico codice culturale

Comportamento di malattia

Individuare la dimensione comunicativa e sociale del dolore amplia le opportunitĂ  di trattamento


ICIDH, 1980

Impairment

Funzione e struttura corporee (Impairment)

DisabilitĂ 

Handicap

AttivitĂ  (Limitation)

Fattori ambientali

partecipazione (Restriction)

Fattori personali

ICF, 2002


a- funzioni mentali (globali, specifiche) b- funzioni sensoriali e dolore c- funzioni della voce e dell’eloquio d- funzioni dei sistemi cardio-vascolare, ematologico, immunologico e dell’apparato respiratorio e- funzioni dell’apparato digerente e dei sistemi metabolico ed endocrino f- funzioni genito-urinarie, riproduttive g- funzioni neuro-muscolo-scheletriche e correlate al movimento h- funzioni della cute e delle strutture correlate


• b2 funzioni sensoriali e dolore (primo livello) • b280 sensazione di dolore (secondo livello) • b2801 dolore in una parte del corpo (terzo livello) • b28013 dolore alla schiena (quarto livello) Valutazione con qualificatori (intensità)


Dolore e QualitĂ  della Vita Il dolore fa parte di tutti i questionari di valutazione della QualitĂ  della Vita sia generici che specifici ed anche delle scale di utility


Terapia: chirurgica chemioterapica radioterapica target terapy

contesto familiare e lavorativo patologie non oncologiche aumento dell’età media

Patologia oncologica - Localizzazione primitiva : mammella, cute, polmoni, SNC, SNP, apparato g.i., apparato genitourinario, s. ematopoietico et al. - Localizzazioni secondarie


• Fisiokinesiterapia ed Esercizio terapeutico • Terapia fisica • Terapia occupazionale • Tecniche neuromotorie • Tecniche complementari (tecniche di rilassamento,musicoterapia, medicina alternativa es. shatsu) • Tecniche educazionali • Terapia farmacologica : scala OMS


OBIETTIVI - conservare – migliorare il range del movimento articolare; - conservare – migliorare la forza muscolare; - conservare – migliorare l’endurance (cioè la resistenza allo sforzo prolungato come per es. nel maratoneta); -Conservare – migliorare la fitness cardiovascolare (esercizio aerobico : ciclette, tapis roulant); -Coordinazione e controllo dei movimenti (per es. riabilitazione neuromotoria per ridurre la spasticità o per riapprendere i pattern motori con varie metodiche tipo Bobath, Kabat, Perfetti, ecc.); -Conservare – migliorare la velocità dei movimenti.


Ostacoli all’esercizio terapeutico ed all’attività fisica in oncologia Condizioni sistemiche : Dolore Cardiotossicità Neurotossicità Fatigue Disordini nutrizionali Insonnia Febbre Lesioni ossee litiche


Indicazioni all’esercizio ed all’attività fisica in oncologia • • • • • • • • • • • • • •

Ipomobilità e TVP Fatigue Osteoporosi Lesioni ossee litiche Insonnia Disturbi posturali Limitazioni ROM Riduzione della forza muscolare Alterazioni del cammino e dell’equilibrio Fibrosi postattiniche Neuropatie periferiche Disturbi nutrizionali Rischio di TVP Comorbidità : osteoartrosi, insufficienza respiratoria


Programma graduale e circostanziato di esercizi • Mobilizzazione attiva in un contesto funzionale • Esercizi aerobici a bassi carichi • Esercizi respiratori • Rilassamento • Utilizzo di ortesi ed ausili Evitare esercizi contro resistenza nelle sedi di lesioni e cautela nella mobilizzazione passiva Controindicazioni : dolore non controllato,ipercalcemia severa Bunting RW et al. Bone metasthasis and rehabilitation. Cancer 2001;92 (Suppl 4): 1020-48


Numerose evidenze scientifiche documentano l’efficacia dell’esercizio e dell’attività fisica nel migliorare : • Fatigue • Nausea e vomito da chemioterapia • Well-being e qualità della vita • Sonno • Stato nutrizionale


L’esercizio aerobico ha un effetto positivo sulla fatigue • van Weert E, Hoekstra-Weebers J, Otter R et al. Cancerrelated fatigue predictors and effects of rehabilitation. Oncologist 2006;11:184-96 • Mustian KM, Sprod LK, Palesh OG et al. Exercise for the management of side effects and quality of life among cancer survivors. Curr Sports Med Rep 2009; Nov-Dec; 8(6):325-30


Dolore ed esercizio • Il corretto inquadramento del dolore (tipo,sede,caratteristiche,intensità ed etiologia) ed il suo idoneo trattamento farmacologico sono il necessario presupposto per l’esecuzione di un programma di esercizio. Deve essere prevista una dose analgesica salvataggio (dose aggiuntiva dei farmaci già adoperati) ed una specifica terapia per il breakthroug pain • L’esercizio aerobico ed a bassa resistenza può essere iniziato precocemente,preferendo una durata moderata ed una frequenza più elevata • Devono sempre essere associati esercizi respiratori ( dolore: atelettasie, tosse efficace,  volume corrente)


L’Esercizio ha effetto sul dolore e come?


Un peggioramento del sintomo dolore con l’esercizio merita sempre una rivalutazione del paziente Importanza di periodiche misurazioni dell’intensità del dolore a riposo e durante il movimento in condizioni riproducibili Utilizzare una scala di valutazione precisa, identificata a livello aziendale, e riportare i valori di misura in cartella Un VAS  4 impone una rivalutazione del paziente Trattare sempre il breakthroug pain


Programma di esercizi respiratori, mobilizzazione, rilassamento, esercizi per gli arti superiori ed inferiori, TENS Sintomi respiratori  dolore misurato con VAS  HRQofL valutata con il Nottingham Health Profile


Esame delle caratteristiche della attivitĂ  fisica correlate con un migliore impatto su dolore, sintomi depressivi, funzione fisica e stato di salute generale :  spesa energetica,  frequenza delle sedute, durata moderata


Per le donne survivors con diagnosi di cancro della mammella importanza della valutazione degli item dolore corporeo e vitalità della HRQofL come indicatori per sviluppare un intervento specifico di aumento dell’attività fisica


L’aumento dell’attività sportiva e fisica dopo la diagnosi di tumore della mammella è correlata con una migliore QofL e con una riduzione della fatigue e del dolore corporeo


L’esercizio (home-based walking) durante radio o chemioterapia migliora la fitness cardiovascolare, la funzione fisica della QofL (valutata con SF36) e riduce l’esperienza dolorosa


L’esercizio terapeutico di moderata intensità con la supervisione di un FT per 50’ 3 volte/ settimana per 5 settimane prima della RT è correlato con un miglioramento della QofL e del ROM scapolomerale e con uns riduzione della fatigue e del dolore dopo il termine della RT


Numerose evidenze scientifiche testimoniano l’effetto positivo di programmi riabilitativi comprendenti l’esercizio terapeutico sul dolore in pazienti affetti da Head and Neck Cancer


Un reggiseno inadeguato è una potenziale barriera all’esercizio fisico in donne operate al seno ! (insieme a senso di perdita di autodisciplina, tendenza a procrastinare gli impegni, senso di affaticamento)


GRAZIE


Dolore ed esercizio