Issuu on Google+

WHAT’S UP in Verona, Vicenza, Brescia 9

Tendenze & Tecnologia Le start-up Impazzano nel Nordest

Grandi Opere

Esempi eccellenti nelle tre province

Focus Economia

BARISONI, LA VOCE VERONESE

Vip per una puntata le celebrità "mordi e fuggi"

Vivere ecosostenibile Supplemento al numero odierno de L’Arena, Bresciaoggi, Il Giornale di Vicenza

Trucchi green per le pulizie di casa

Moda & Stili

Fashion Military al Vittoriale La moda sulle rive del Garda

In copertina Milo Manara fotografato da Lorenzo Rui nella sua dimora in Valpolicella a sinistra, miele

Milo Manara e

IL MONDO DEI DESIDERI vivere BENE in provincia: i vip che hanno PREFERITO la qualità della vita di Simone Ariot


Offerta valida per immatricolazioni fino la 31/07/2012 per Ka Plus 1.2 benzina 69CV con Start&Stop, Clima e Radio CD. Solo per vetture in stock, grazie al contributo dei FordPartner, immatricolate entro il 31 luglio. IPT esclusa. Offerta valida in caso di permuta/rottamazione di vettura immatricolata entro il 31/12/2002. Contributo per lo smaltimento pneumatici escluso. Ka: consumi da 4,9 a 4,1 litri/100 km (ciclo misto); emissioni CO2da 115 a 109 g/km. La vettura in foto può contenere accessori a pagamento.

Ford Ka

Start&Stop, Clima e Radio CD

Solo a luglio a â‚Ź PAGINA.indd 1

7.950 06/07/12 12:56


te entro il 31 luglio. IPT esclusa. emissioni CO2da 115 a 109 g/km.

PAGINA.indd 2

06/07/12 12:57


Nigeria - villa privata

Princ. di Monaco - restauro

Ferro battuto e acciaio inox. Orgoglio italiano nel mondo.

Hotel SPA - U.S.A.

Kuwait - tenuta privata

www.ilgrandefabbro.com Leader mondiale nella produzione e realizzazione di progetti in ferro battuto e acciaio inox. Oltre 40 anni di artigianalità italiana e design, per un prodotto di lusso di rara eccellenza. Le nostre sedi: ITALY VICENZA - AVELLINO • argentina buenos aires • brasil sao marcos • chile santiago • CHINA QINGDAO • croatia gorican • FRANCE Béziers • MEXICO MONTERREY • nigeria LAGOS • POLand varszawa • romania targoviste • russia nizhny novgorod • SPAIN madrid • sweden Göteborg • U.S.A. Houston - miami • UKRAINE kiev

Il Grande Fabbro è un marchio di Ind.i.a. spa - Industria Italiana Arteferro via Vicenza 6/14 - 36034 Malo (Vicenza) Italy ph +39 0445.580.580 - www.arteferro.com - india@arteferro.com


SEI UN PROFESSIONISTA DEL SETTORE? SEI UN APPASSIONATO?

ALL’ OUTLET IND.I.A. SPA PUOI TROVARE MIGLIAIA DI ARTICOLI IN FERRO BATTUTO E ACCIAIO INOX A PREZZI DI FABBRICA, MOBILI E COMPLEMENTI D’ARREDO INCLUSI.

Ind.i.a. spa - Industria Italiana Arteferro Via Vicenza 6/14 36034 Malo (Vicenza) Italy Tel. (+39) 0445 580 580 Fax (+39) 0445 580 874 india@arteferro.com www.arteferro.com - www.arteferroinox.com - www.ilgrandefabbro.com


In un pianeta sempre _più piccolo ed in un mercato globalizzato credian:o che l'innovazione, la qualità e l'affi~abilità siano le carte vincenti per avere succes.so. Per questo non ci fermiamo mai nello sperimentare nuove tecniche per produzioni un tempo impensabili, sempre nel pieno rispetto del pianeta, grazie a prodotti completamente riciclabili, al1oo% progettati e realizzati in Italia.

ADVANCED PACKAGING SOLunONS


Supplemento al numero odierno de

In copertina MILO MANARA e il mondo dei desideri ne parliamo a pagina 18

Direttore Responsabile Maurizio Cattaneo Società Athesis S.p.A.

Foto di Lorenzo Rui

Presidente Gian Luca Rana

Consigliere Delegato Alessandro Zelger

Direttore Responsabile Maurizio Cattaneo Edizioni Brescia S.p.A. Presidente Attilio Lonardi

Consigliere Delegato Alessandro Zelger

Direttore Responsabile Ario Gervasutti Società Athesis S.p.A. Presidente Gian Luca Rana Consigliere Delegato Alessandro Zelger 䁏 Supplemento a Cura della Concessionaria di pubblicità Filiale di Verona Corso Porta Nuova, 67 Tel 045-9600200 Filiale di Brescia Via Eritrea, 18 Tel 030-2911211 Filiale di Vicenza Via E. Fermi, 205 Tel 0444-396200о Responsabile del trattamento dei dati (D. Lgs 196/03) è il Direttore Responsabile

SEI magazine n. 9 luglio 2012 Progetto e Realizzazione Videorunner Vicenza

Ripartire dalla provincia

L’

Italia è il paese dei campanili, delle piccole città, dei comuni. Una realtà che porta con sé universi e mondi fatti di storie dure e difficili, in cui l’uomo ha cercato di trasformare l’esistente modellandolo. Il contenitore di queste trasformazioni sono spesso le grandi città, ma le storie da cui partono sono quasi sempre più lontane e remote, incastonate nelle tante province dello stivale. Il nostro territorio conosce la provincia più di altri, realtà che nei decenni si sono trasformate, ingrandite, arricchite e impoverite. In questo numero di Sei siamo partiti da qui, dalle province, raccontando la storia di chi le ha scelte per viverci e lavorare. Come Milo Manara, fumettaro come lui stesso si definisce, ultimo erede di una tradizione che vede l’erotismo nella sua essenza più pura e innocente. Una storia di successo professionale partita dal coraggio e dalla creatività che l’hanno portato a muoversi controcorrente, anche oltreoceano. Lungo le sponde del Lago di Garda invece troviamo una meravigliosa cornice, densa di storia, per il servizio fotografico di moda dedicato in questo numero al military style, la nuova tendenza dell’estate e dell’autunno che verrà. E senza spostarsi tanto, poco più in là, nelle vicine città di Verona, Brescia e Vicenza raccontiamo le storie di Vip come Jerry Calà e Renzo Rosso che si tengono stretti i loro territori preferendoli alle capitali d’Italia e del mondo. Ma nella provincia non si diventa solo vip e artisti: spesso le migliori idee imprenditoriali è da lì che si muovono, come testimoniano le molte startup di successo che vengono incubate in un casolare di campagna per poi conquistare il mondo, magari raccontate da Sebastiano Barisoni, voce di Radio 24 e anche lui partito da Verona per portare un po’ di provincia nelle case (e nelle auto) degli italiani che vogliono capire meglio come va l’economia.

Simone Ariot

Hai perso l’intervista a Cesare Prandelli? Per sfogliare i numeri arretrati visita il sito www.seimagazine.it

Hanno collaborato Simone Ariot Arianna Bagnara Giovanni Bregant Michela Burati Giorgio Ceolato Alessio Farina Carlo Forte

Karemi Furlani Cesare Mariani ilaria rebecchi Susy Simonetto Martino Soriano Anna Trenti Laura Zarantonello

Prestampa Color Editing Verona Stampa Litopat Verona Chiuso in redazione l’11 luglio 2012

Appuntamento A ottobre 2012 SEI Magazine tornerà in edicola allegato al tuo quotidiano per l’edizione autunnale Opinioni, suggerimenti, proposte sono benvenuti. Scrivete a info@seimagazine.it

La carta di Sei Magazine QuestogiornaleèstampatosucartacertificataFSC®. Il marchio FSC® identifica i prodotti contenenti legno proveniente da foreste gestite in maniera correttaeresponsabilesecondorigorosistandard ambientali, sociali ed economici


PAGINA.indd 1

04/07/12 16:09


Sommario

52 Una montagna da scoprire Comune di Ala

tecnologia

55 Turisti per fede Regione Veneto SEI agenda BRESCIA VERONA VICENZA

ON STAGE a pag. 09

Gli appuntamenti in primo piano

60 Una tremenda voglia di vivere I centri estivi di Don Mazzi 63 Sconti speciali e divertimento con Banca Popolare di Vicenza

Cover story

INVESTIMENTI

Fenomeno start up 95 Nuove imprese

tecnologiA/2 FEDERICO FAGGIN 101 Il papà del microprocessore

OPERE GRANDI 65 A Brescia, Verona e Vicenza

ECONOMIA

MILo manara 18 Verona e le mie bellezze

AMBIENTE ECOLOGIA E PULIZIE 105 Economia domestica green

MODA

TERRITORIO & spettacolo ww E TERRITORIO VIP 29 Vivere bene in provincia 32 Celebrità mordi e fuggi

FOCUS ECONOMIA 79 La parola a Barisoni

37 Estate da vivere in città Comune di Vicenza

84 Il gruppo cresce e si consolida Sicurinvest Group

43 Artisti da tutto il mondo Operaestate Festival 2012

88 Estetica funzionale Interior Design firmato Alifor

45 Emozionati per la 103° volta Società del Quartetto di Vicenza

49 Turismo e Basilica Palladiana Provincia di Vicenza

82 Car sharing e nuove tendenze Mercury Car Renting

90 Se artigiano fa rima con artista Idea Legno 92 Tutti i colori del successo Huber Italia

FASHION MILITARY 109 Sulle sponde del Garda

BEAUTY & salute HAIR & MAKE UP 120 Bellezza da diva e over size 124 Ora l'ospedale si sceglie sul Web Infosalute

LIBRI & CO. NOVITà EDITORIALI 128 Carta stampata ed e-book 7


Rosso: 100% Pantone1797 C Nero: 100% K

Rosso: 100 M - 100 Y - 10 K Nero: 100% K


Mostre ed esposizioni

Eventi sportivi

Enologia e gastronomia

ON STAGE

VERONA, VICENZA, BRESCIA: GLI APPUNTAMENTI iN primo piano

Fiere e raduni

Cultura e spettacoli

ESTATE TEATRALE VERONESE fino al 25 agosto 2012 Verona - Teatro Romano

Un ventaglio di spettacoli che vanno da "La Tempesta" di W. Shakespeare al "Re Lear" interpretato da Michele Placido. Il tutto per celebrare il 64° Festival Shakespeariano. Ma Verona è anche danza e ospita le compagnie di ballo più celebri e importanti. www.estateteatraleveronese.it (continua a pag.14)

OPERA ESTATE FESTIVAL VENETO dal 5 luglio al 9 settembre Bassano del Grappa (VI)

Come ogni anno, anche per avremmo un piatto ricco di ospiti nazionale. Artisti, danzatori, atpreti; il tutto per una stagione completa.

quest'edizione di fama intertori, interculturale

Concerti e musica

ROBERTO BOLLE & FRIENDS 23 luglio 2012 Arena di Verona Piazza Bra

BEN HARPER

20 luglio 2012 Piazzola sul Brenta (PD) Anfiteatro Camerini

Ben Harper sarà sul palco con la sua grandiosa band e come sempre proporrà un concerto fatto prima di tutto di un grande sound, raffinato, eclettico e ricercato. www.zedlive.com

L'artista si esibirà in un galà di danza durante il quale verrà proposta una selezione dei brani più celebri dell'Otto-Novecento. www.eventiverona.it

WALTER BELTRAMI POSTURAL VERTIGO QUINTET

27 luglio 2012 Gardone Riviera (BS) - Teatro del Vittoriale

GORAN BREGOVIC

www.operaestate.it (continua a pag.43)

I CAPOLAVORI DELL’ARTE Rembrandt, Dalì, Picasso, Chagall, Ligabue

"Elettrico e incendiario": il secondo atto del progetto di Beltrami, che nel 2010 presentò il primo, fortunatissimo disco in anteprima alla Settimana Jazz del Vittoriale. www.anfiteatrodelvittoriale.it

21 luglio 2012 Villafranca (VR) - Castello Scaligero

“Champagne for Gypsies” è il titolo del nuovo disco di Goran Bregovic, in uscita in primavera 2012 e rappresenta la seconda parte del progetto Alkohol. www.eventiverona.it

dal 9 giugno al 25 novembre 2012 Asiago (VI) - Museo Le Carceri

Una mostra, che spezza per la prima volta la monotonia che si presenta dinanzi ad un’esposizione monotematica.

TRANS D’HAVET 28 Luglio 2012

PATTI SMITH AND HER BAND

22 luglio 2012 Gardone Riviera (BS) - Teatro del Vittoriale

Dopo nove anni e con un nuovo album, torna al Vittoriale la sacerdotessa "maudit" Patty Smith. www.anfiteatrodelvittoriale.it

 18 e 25 luglio 2012 Arena di Verona - Piazza Bra

FRANCESCO RENGA 23 luglio 2012 Brescia - Piazza Duomo

Dramma in due atti su musiche di Wolfgang Amadeus Mozart e libretto di Lorenzo Da Ponte. www.arena.it

Atmosfere da non perdere, un’anima romantica e un’anima rock, insieme alla sua fedele band e alla sua straordinaria vocalità. www.francescorenga.it

FRANCO BATTIATO e l'ORCHESTRA FILARMONICA TOSCANINI

ORCHESTRA BUENA VISTA SOCIAL CLUB Feat OMARA PORTUONDO

19 luglio 2012 - Piazzola sul Brenta (PD) Anfiteatro Camerini

Un imperdibile concerto arricchisce la stagione dell’Hydrogen Festival: sul palco dell’Anfieteatro Camerini salirà Franco Battiato con un’Orchestra d'eccezione. www.zedlive.com

SEI_EVENTI01.indd 9

www.vicenza.com

DON GIOVANNI

50 miglia delle Dolomiti vicentine. Da Piovene Rocchette a Valdagno attraverso Monte Sommano, Colletti di Velo, Monte Novegno, Forte Rione, Colletto di Posina, Monte Alba Strada delle 52 Gallerie del Pasubio, Strada degli Eroi, Galleria d’Havet, Pian delle Fugazze (Start Trail Marathon) Sengio Alto, Campogrosso, Cima Carega, Catena delle Tre Croci, Cima Marana. www.transdhavet.it

25 luglio 2012 Gardone Riviera (BS) - Teatro del Vittoriale

Il fascino e le atmosfere della musica cubana in un imperdibile appuntamento. www.anfiteatrodelvittoriale.it

PAOLO CONTE

28 luglio 2012 Gardone Riviera (BS) - Teatro del Vittoriale Per la prima volta al Vittoriale uno dei più grandi cantautori italiani. www.anfiteatrodelvittoriale.it

FESTA DI SAN CRISTOFORO dal 28 al 30 luglio 2012 Quinzano (VR) - Via Cava Bradisa

Serate con musica dal vivo, giochi, stands gastronomici e degustazione di specialità locali.

11/07/12 18:02


Se ritieni di aver subito un danno fisico, di essere stato vittima di un errore medico o di un caso di malasanità, contatta la nostra associazione.

Migliaia di persone perdono la VITA o subiscono lesioni GRAVEMENTE INVALIDANTI a causa di errori sanitari! Si legge di casi che riguardano RESPONSABILITÀ Ospedaliera, COLPE dei Medici, MALASANITÀ. Spesso si tratta di Vittime INCONSAPEVOLI! Che non conoscendo i propri diritti o per paura di confrontarsi con le strutture mediche, rimangono senza alcun adeguato risarcimento. Scopri come difendere i tuoi di Diritti L’Associazione Sanità & Giustizia ONLUS Fornisce gratuitamente tutte le informazioni e una completa assistenza professionale, a coloro che ritengono di aver subito danni ingiusti per Malasanità.Potrete avere tutte le indicazioni utili e necessarie per ottenere un giusto indennizzo.Si possono richiedere risarcimenti entro il termine di 10 anni dall’accaduto.

numero verde gratuito

800 498 110

Padova, via Berchet, 17 - 35139Tel. / Fax 049.658752

www.sanitaegiustiziaonlus.it • info@sanitaegiustiziaonlus.it

PAGINA.indd 1

05/07/12 12:47


Mostre ed esposizioni

Eventi sportivi

Enologia e gastronomia

ON STAGE

Fiere e raduni

Cultura e spettacoli

Concerti e musica

EDOARdo bennato in "Peter pan forever"

VERONA, VICENZA, BRESCIA: GLI APPUNTAMENTI iN primo piano

9 settembre 2012 - Arena di Verona

Uno spettacolo spumeggiante con l'eterno bambino della musica leggera italiana. www.mirusagency.com (vedi pag.35)

LA VILLA ROMANA DI VALDONEGA 4 e 5 agosto - 1 e 2 settembre Verona - Via Zoppi

NICK THE NIGHTFLY e SARAH JANE MORRIS 28 luglio 2012 Vicenza - Campo Marzo

La voce ormai storica di Radio Montecarlo e del nuovo jazz misto al pop incontra la travolgente grinta della cantante inglese Sarah Jane Morris. Ingresso libero www.comune.vicenza.it

KATAKLO' ATHLETIC DANCE THEATRE IN "PUZZLE"

29 luglio 2012 Gardone Riviera (BS) - Teatro del Vittoriale Il nuovo spettacolo dell'ensemble di physical theatre più amato della scena italiana. www.anfiteatrodelvittoriale.it

Ogni primo sabato e domenica del mese è possibile ammirare i resti della villa romana della Valdonega. www.veronactg.org

GRAN GALA DI DANZA E DANZE

5 agosto 2012 Gardone Riviera (BS) - Teatro del Vittoriale

Una vera e propria maratona degli stili e dei generi, dal classico al contemporaneo, dal tango al flamenco all'hip hop. www.anfiteatrodelvittoriale.it

DAVID LARIBLE

6 agosto 2012 Gardone Riviera (BS) Teatro del Vittoriale

Il più simpatico e applaudito clown al mondo, che ha entusiasmato il pubblico del Madison Square Garden. www.anfiteatrodelvittoriale.it

visita aL MONASTERO DI S. ZENO E s. PROCOLO 18 agosto, 15 settembre, 20 ottobre, 17 novembre, 15 dicembre Verona - Basilica di San Zeno

Visita all'antica torre dell'Abazia di San Zeno, alla sala del Capitolo, al Sacello di San Benedetto e alla chiesa di San Procolo. www.ctgverona.it

RADIANTISTICA EXPO MOSTRA MERCATO DELLA RADIO 1 e 2 settembre 2012 Montichiari (BS) - Centro Fiera del Garda

La fiera mercato, sviluppata in quattro padiglioni, da non perdere per gli appassionati di radiantismo, radio d’epoca, informatica ed elettronica. www.centrofiera.it

FIERA DELLA CACCIA

1 e 2 settembre 2012 Montichiari (BS) - Centro Fiera del Garda

Salone delle Attività Faunistiche, Venatorie e della Pesca. www.centrofiera.it

FESTIVAL SHOW

30 luglio 2012 Vicenza - Campo Marzo

Torna la festosa kermesse estiva di Radio Birikina e Radio Bella & Monella promossa dal Comune di Vicenza e Aim. Ingresso libero www.festivalshow.it

LUDOVICO EINAUDI E PAOLO FRESU

31 luglio 2012 Gardone Riviera (BS) - Teatro del Vittoriale

Uno dei pianisti italiani più apprezzati al mondo duetta con uno dei protagonisti della scena jazzistica degli ultimi anni. www.anfiteatrodelvittoriale.it

SABATO ON WINE

primo sabato di agosto, settembre e ottobre Distretti vinicoli della provincia di Verona

Una serie di giornate dedicate agli appassionati del vino di qualità. www.mtvveneto.it

 SAMUELE BERSANI PSYCO TOUR

UTE LEMPER LAST TANGO IN BERLIN

SIGUR ROS IN CONCERTO

Un viaggio da Berlino a Buenos Aires, da Brecht a Piazzolla, da Nino Rota a Jacques Brel. www.anfiteatrodelvittoriale.it

Dopo quattro anni di assenza dai palchi torna in Italia la band che ha saputo emozionare con la sua incredibile musica. www.eventiverona.it

9 agosto 2012 Gardone Riviera (BS) - Teatro del Vittoriale

CALICI DI STELLE

12 agosto 2012 Cantine distretti vinicoli e Città del Vino veronesi (VR)

La notte di San Lorenzo si potrà partecipare a deliziose degustazioni al fresco dei vigneti per passare una serata in allegria. www.anfiteatrodelvittoriale.it

PRINCIPALS OF NEW YORK CITY BALLET 12 agosto 2012 Gardone Riviera (BS) Teatro del Vittoriale

Nove primi ballerini di una delle compagnie di danza storiche, la cui fama ha raggiunto la leggenda. www.anfiteatrodelvittoriale.it

3 agosto 2012 Gardone Riviera (BS) - Teatro del Vittoriale

Il vincitore del premio della critica a Sanremo 2012, festeggia i vent'anni di carriera con un tour. www.anfiteatrodelvittoriale.it

SEI_EVENTI01.indd 11

2 settembre 2012 Villafranca (VR) - Castello Scaligero

FIORELLA MANNOIA "SUD, IL TOUR" 3 settembre 2012 Verona - Teatro Romano

Dopo l’uscita del nuovo disco di inediti “Sud” Fiorella Mannoia torna ad esibirsi dal vivo con il suo nuovo tour. www.eventiverona.it

PARTITA A SCACCHI a personagi viventi

dal 7 al 9 settembre 2012 Marostica (VI) - Piazza degli scacchi

Anche quest'anno verrà rappresentata sulla grande scacchiera marmorea di Piazza Castello la famosa partita medioevale. www.marosticascacchi.it

11/07/12 18:02


PAGINA.indd 1

11/07/12 10:42


Mostre ed esposizioni

Eventi sportivi

Enologia e gastronomia

ON STAGE

Fiere e raduni

Cultura e spettacoli

E RISATE VERONA,NOTE VICENZA, BRESCIA: GLI APPUNTAMENTI iN primo piano fino al 15 agosto 2012 Vicenza - Giardino Teatro Astra

Un'estate dedicata alla musica e al buon umore con un ricco ventaglio di appuntamenti. www.comune.vicenza.it - www.teatroastra.it (continua a pag.37)

L'OPERA ALL'Arena di VERONA

62^ EDizione CENTOMIGLIA DEL GARDA

8 e 9 settembre 2012 Lago di Garda (BS) www.centomiglia.it 

Concerti e musica

VICENZAORO Fall

dall'8 al 12 settembre 2012 Vicenza - Quartiere Fieristico

MODÀ IN CONCERTO

16 settembre 2012 - Arena di Verona

Una grande serata di musica in cui i Modà saranno accompagnati dalla Grande Orchestra diretta dal Maestro Charles Burgi. www.eventiverona.it

Uno dei più grandi monumenti risalenti all’epoca romana e indubbiamente quello meglio conservato, ogni anno l'affluenza agli spettacoli che si tengono a Verona è sempre altissima, soprattutto grazie alla ricca e variegata programmazione. Ecco alcune date:

Oltre 1600 espositori presenti selezionano le collezioni più trendy di gioielleria ed oreficeria, nei vari segmenti di vendita, in un contesto volto a valorizzare il confronto tra la miglior domanda e offerta internazionale. www.choicevent.it

ENRICO BRIGNANO “TUTTO SUO PADRE” 12 settembre 2012 Arena di Verona

AIDA

19 - 22 - 24 - 28 luglio 2012 02 - 05 - 09 - 12 - 19 - 26 agosto 2012 02 settembre 2012

Enrico Brignano di nuovo in scena con il successo teatrale dell’anno. www.eventiverona.it

Un'opera in quattro atti di Giuseppe Verdi su libretto di Antonio Ghislanzoni.

CRONOSCALATA IN NOTTURNA DELLE TORRICELLE 14 settembre 2012 Arsenale - Torricelle (VR)

65° Ciclo di Spettacoli Classici al Teatro Olimpico

Gli atleti gareggeranno per il 12^ Gran Premio Città di Verona - Trofeo Banca Popolare di Verona. www.lascaligera.it

dal 21 settembre al 27 ottobre Vicenza - Teatro Olimpico

Nel teatro simbolo di Vicenza la 65°edizione dello storico ciclo teatrale con la direzione artistica di Eimuntas Nekrosius. www.tcvi.it/nekrosius (continua a pag.39)

ENNIO MORRICONE

OPERA ON ICE

Il Maestro festeggia dieci anni di concerti dal vivo. www.eventiverona.it

Il pattinaggio su ghiaccio, la forma più artistica dello sport, si fonde con le migliori espressioni della musica e del canto. www.eventiverona.it

15 settembre 2012 Arena di Verona

PROGETTO CASA FIERA DELL'ARREDAMENTO

dal 15 al 23 settembre 2012 Montichiari (BS) - Centro Fiera del Garda

Venticinquemila metri quadrati espositivi interamente dedicati al mondo della casa, all’arredamento, ai complementi d’arredo e all’edilizia. www.centrofiera.it

22 settembre 2012 Arena di Verona

 

29^ ED. RALLY INTERNAZIONALE  "CITTA' di BASSANO" 28 e 29 settembre 2012 Bassano del Grappa (VI) www.bassanorally.it  

Carmen

20 - 27 - luglio 3 - 7 - 10 - 28 - 31 Agosto

 

Roméo et Juliette 21 - 26 luglio

TURANDOT

04 - 08 - 11 - 17 - 23 - 30 agosto 2012

Turandot è un'opera in tre atti di Giacomo Puccini su libretto di Giuseppe Adami e Renato Simoni.

TOSCA

18 - 22 - 25 - 29 agosto 2012 01 settembre 2012

Opera lirica in tre atti di Giacomo Puccini su libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica.

VICENZA NUMISMATICA 28 e 29 settembre Vicenza - Centro storico

GRANFONDO LUCA AVESANI 16 settembre 2012 Verona - Piazza Bra

Corsa ciclistica che avrà luogo su tre differenti percorsi. www.lascaligera.it

SEI_EVENTI01.indd 13

Ospitata da cinque tra i più prestigiosi palazzi della città (Chiericati, Barbaran Da Porto, Valmarana Braga, Thiene e dell’Episcopio), la mostra sarà contornata da sedici altre esposizioni collaterali, aperte al pubblico fino la fine di ottobre. www.vicenzanumismatica.it 

www.arena.it

11/07/12 15:39


Una speciale commistione di arte e spettacolo L’Arena e il Teatro Romano, oltre a essere due fra i più celebri monumenti della nostra città che è patrimonio mondiale dell’Unesco, sono da tempo due grandi riferimenti culturali e di spettacolo che possono vantare, insieme, centinaia di migliaia di spettatori italiani e stranieri. Come avviene da novantanove anni per l’anfiteatro areniano (il 2013 sarà l’anno del centenario) e da sessantaquattro per il Teatro Romano, anche quest’anno la stagione lirica della Fondazione Arena e l’Estate Teatrale Veronese tornano a essere un polo d’attrazione per chi ama il teatro d’opera, la musica, la prosa e la danza di livello internazionale. Verona, quarta città turistica per presenze in Italia, continua dunque a offrire a quanti vi giungono da ogni parte del mondo, una speciale commistione di arte e spettacolo che la rende unica e particolarmente amata in ambito internazionale.

Cultura

estate teatrale veronese prosa

Flavio Tosi Sindaco di Verona

TEATRO ROMANO 18-19-20-21 luglio ore 21.15 Oblomov Films - Teatro Metastasio Stabile della Toscana LA TEMPESTA di William Shakespeare

64° FESTIVAL SHAKESPEARIAN0

Nasce a Verona la Popular Shakespeare Kompany, compagnia formata da undici attori (Filippo Dini, Deniz Ozdogan, Antonio Zavatteri, Nicola Pannelli, Fulvio Pepe, Gianmaria Martini, Andrea Di Casa, Fabrizio Contri, Giampiero Rappa, Roberto Turchetta, Simone Luglio) e guidata dal regista Valerio Binasco. La compagnia s’impegna ad allestire ogni anno uno spettacolo teatrale tratto da un testo classico. Comincia con La tempesta, capolavoro shakespeariano che Binasco (interprete di Prospero in questo allestimento) intende “mettere in scena come se lo spettacolo non fosse mai esistito prima d’ora e soprattutto capendo fino in fondo i personaggi per farli essere reali”.

TEATRO ROMANO 1-2-3-4 ore 21.15 Ercole Palmieri - Goldenart Production

RE LEAR

di William Shakespeare

Torna a Verona Michele Placido, protagonista e regista, insieme a Francesco Manetti, del Re Lear. «Lear – sottolineano i due registi – non è un testo, Lear è un mondo, è il Mondo, è la distruzione del Mondo, l’Apocalisse e la successiva, appena possibile, Rinascita. Re Lear esplora la natura stessa dell’esistenza umana: l’amore e il dovere, il potere e la perdita, il bene e il male, racconta della fine di un mondo, il crollo di tutte le certezze di un’epoca, lo sgomento dell’essere umano di fronte all’imperscrutabilità delle leggi dell’universo». Tra gli attori Gigi Angelillo, Margherita Di Rauso e Federica Vincenti.

i

VeronaTeatrale 19_inserto_uno.indd 1

estate teatrale veronese

www.estateteatraleveronese.it spettacolo@comune.verona.it. Servizio biglietteria presso tutte le filiali della BANCA POPOLARE DI VERONA e del GRUPPO BANCO POPOLARE, presso BOX OFFICE, circuito GETICKET e presso Palazzo Barbieri (tel. 0458066488 e 0458066485). Biglietti on line su www.geticket.it. Nelle serate di spettacolo biglietti in vendita al Teatro Romano dalle ore 20.00.

10-07-2012 16:26:23


Continua la magia del Teatro Romano Tre, com’è nella tradizione, le sezioni dell’Estate Teatrale Veronese: la prosa nel nome soprattutto di Shakespeare, la danza e Verona Jazz che si è concluso alla grande con il concerto di Maria Gadù. Degli eventi di prosa, due sono andati in scena e hanno concluso le loro repliche: Il Milione di e con Marco Paolini che il 5, 6 e 7 luglio ha fatto registrare tre esauriti, e Tutto Shakespeare in 90 minuti con Zuzzurro & Gaspare e Maurizio Lombardi che il 12, 13 e 14 luglio hanno dato vita a una divertentissima rivisitazione di tutto il repertorio shakespeariano. È invece ancora in scena, fino a sabato 21 luglio, La tempesta per la regia di Valerio Binasco, mentre Michele Placido debutterà il 1° agosto con Re Lear. Per la danza la Spagna della jota e delle nacchere, l’Argentina nella sua globalità, soprattutto quella delle pampas, la musica di Rota e i “classici” del repertorio ballettistico del primo ‘900. Andranno inoltre in scena spettacoli di prosa e danza in Corte Mercato Vecchio, eventi per un pubblico più contenuto che necessitano di un contesto più intimista. Si rinnova dunque anche quest’anno quel particolare fascino del teatro all’aperto che dal 1948 fa di Verona, in ambito europeo, una delle capitali estive dello spettacolo.

la manifestazione è organizzata in collaborazione con

main sponsor

Gianpaolo Savorelli direttore artistico

TEATRO ROMANO 24-25-26-27-28 luglio ore 21.15 Compañia Española de Danza Miguel Ángel Berna

BAILANDO MI TIERRA... Mudéjar

danza

Un’orchestra dal vivo accompagnerà il virtuoso delle nacchere Miguel Ángel Berna e la sua compagnia nel danzare la Spagna più autentica. Soprannominato da alcuni critici il “Paganini delle nacchere”, Berna è anche un virtuoso della jota, antica danza popolare spagnola da lui riportata in auge. Lui stesso spiega il significato del sottotitolo Mudéjar. «È un termine che deriva dall’arabo e che designò quei musulmani che restarono nella Spagna riconquistata dai cristiani e ai quali fu permesso di conservare la loro cultura. In seguito, con mudéjar venne definita quella corrente artistica che mescolava arte cristiana e arte araba e che è una meravigliosa peculiarità della Spagna».

TEATRO ROMANO 7-8-9-10-11 agosto ore 21.00 Compañia de Danza Nestor Pastorive

ARGENTINA BAILA Dopo la Spagna, l’Argentina: in prima mondiale Argentina baila, spettacolo di e con Nestor Pastorive. Un’orchestra dal vivo e i danzatori condurranno lo spettatore tra le numerose danze della cultura argentina. Non solo tango dunque. Anche milonga, derivata dall’habanera, zamba, danza di corteggiamento di origine peruviana, chacarera e soprattutto malambo: la spettacolare danza dei gauchos nata nelle pampas, contraddistinta da particolari zapateados e da virtuosismi con le boleadoras e con i lazos.

TEATRO ROMANO 16-18 agosto ore 21.00 Balletto dell’Arena di Verona

OMAGGIO A NINO ROTA Ripresa dello spettacolo andato in scena lo scorso anno al Filarmonico con la coreografia di Maria Grazia Garofoli. «Nel caso di Rota – scrive – rendergli omaggio è un’impresa che rasenta l’impossibile. Molte sono le melodie di Rota che ci risuonano in mente riportandoci a momenti indimenticabili della storia dello spettacolo. Quest’omaggio ripropone le note struggenti della tromba e del violino della Strada che andò in scena nel 1966, la musica del Molière imaginaire commissionatagli da Béjart nel 1976 e la vicenda di Romeo e Giulietta sulla toccante musica che richiama melodie liturgiche e medioevali composta per il film di Zeffirelli del 1968.

TEATRO ROMANO 23-24-25 agosto ore 21.00

Malandain Ballet Biarritz Il programma che la celebre compagnia francese proporrà quest’anno è un omaggio alla grande danza del Novecento. Cinque capolavori creati tra il 1905 e il 1928 e riproposti nelle coreografie di Thierry Malandain che ne esaltano la valenza classica e i contenuti originali attualizzandone però la costruzione coreografica. Aprirà la serata il più celebre assolo della storia della danza: La morte del cigno che Michel Fokine creò per Anna Pavlova. Seguiranno Lo spettro della rosa e L’après-midi d’un faune che rivelò la genialità di Vaslav Nijinsky e rivoluzionò i canoni della danza. Travolgenti gli ultimi due balletti della serata: Bolero su musica di Ravel e L’amore stregone su musica di Manuel De Falla, storia d’amore e morte in un villaggio andaluso.

19_inserto_due.indd 1

10-07-2012 16:28:28


(SUI TESSUTI A METRO EVIDENZIATI)

(SUI TESSUTI A METRO EVIDENZIATI)

(SUI TESSUTI A METRO EVIDENZIATI) Rosà Peschiera del Garda Via M. Carega, 4 Tel 045/7550855

Via Capitano Alessio 162 Tel. 0424/581471

www.giessescampoli.com

Verona Via Ca’ di Cozzi, 22 Tel. 045/8301099


Mostre ed esposizioni

Eventi sportivi

Enologia e gastronomia

ON STAGE R.E.A.S. SALONE DELL'EMERGENZA

dal 5 al 7 ottobre 2012 Montichiari (BS) - Centro Fiera del Garda

Protezione Civile e attrezzature per l'Emergenza, veicoli sanitari, antincendio, polizia locale e provinciale e sicurezza del lavoro. www.centrofiera.it



Fiere e raduni

Cultura e spettacoli

STASERA UNESCO VERONA, VICENZA, BRESCIA: GLI APPUNTAMENTI IN PRIMO PIANO fino al 1 settembre 2012 Vicenza - Giardino Teatro Astra

In occasione del 40° anniversario della firma della Convenzione Unesco, Vicenza costruisce un percorso inedito di scoperta e valorizzazione di alcuni dei principali siti della città www.comune.vicenza.it - www.teatroastra.it - www.quartettovicenza.org - www.naturalislabor.it

COSROE DUSI 1808 - 1858 DIARIO ARTISTICO DI UN VENEZIANO ALLA CORTE DEGLI ZAR 14 ottobre Marostica (VI) - Castello Inferiore



ABILMENTE AUTUNNO

dal 18 al 21 ottobre Vicenza Quartiere Fieristico Tendenze e ultime novità nel mondo dell’hobbistica creativa per mettere sul palcoscenico la manualità declinata attraverso le tecniche più disparate: dal patchwork al cucito creativo, dallo scrapbooking al country painting, dal ricamo al bijoux. www.abilmente.org

RAFFAELLO VERSO PICASSO

dal 6 ottobre 2012 al 20 gennaio 2013 Vicenza (VI) - Basilica Palladiana

Una mostra di caratura internazionale ad inaugurare la Basilica Palladiana di Vicenza dopo l’imponente restauro che l’ha trasformata in un grande e moderno contenitore culturale. www.lineadombra.it (continua a pag.38 e a pag.41)



ZANI RANZENIGO EXPO dal 6 all'8 ottobre 2012 Brescia - Brixia Expo

Lo showroom per l'illuminazione apre le porte al pubblico in una esposizione di 3 giorni. www.zaniranzenigoeco.it

ART VERONA



dal 18 al 22 ottobre 2012 Verona - Quartiere fieristico

Quest'anno Art Verona presenta centocinquanta espositori con più di mille artisti internazionali. Si estende con 20.000 mq di esposizione in due ampi e luminosi saloni, dagli ariosi percorsi e piacevolissima atmosfera d’ambiente. www.artverona.it

VOCI E LUCI IN LESSINIA Una ricca proposta di eventi ed attività nella Val Lessinia. (continua a pag.52)

Ogni venerdì sera di luglio e agosto 2012 Nordic Walking in the light of the night: camminata notturna con la tecnica del NW

28 e 29 luglio 2012 Lessinia Bike

5 agosto 2012

Voci e Luci in Lessinia: Guitar Republic a Malga Riondera

1 agosto 2012

Voci e Luci in Lessinia: Alfio Antico e Puccio Castrogiovanni negli Orti Forestali a Selva di Progno

12 agosto 2012

Festa in Malga in Località Malga Fratte

14 agosto 2012

Voci e Luci in Lessinia: il cammino della Grande Guerra con musiche, canti e letture da Cima Sparavieri al Monte Aguz

15 agosto 2012

“Danzare la pace” a Malga Riondera

19 agosto 2012

Serata danzante alla Sega di Ala www.vocieluciinlessinia.it



I GRANDI NOMI DELL'ARTE ITALIANA DEL NOVECENTO

20 ottobre 2012 - 20 gennaio 2013 Bassano del Grappa (VI) - Museo Civico www.museobassano.it



ACQUARIA

I "GIOVEDÌ SERA" DEGLI SCAVI SCALIGERI

La Mostra – Convegno Internazionale AcquAria è dedicata alle tecnologie per l’analisi, la distribuzione ed il trattamento dell’Acqua e dell’Aria. www.expoacquaria.com

19 - 26 luglio 02 - 09 - 16 - 23 - 30 agosto 06 - 13 settembre Verona - Centro Internazionale di Fotografia Scavi Scaligeri - Cortile Ex Tribunale

24 - 25 ottobre 2012 Verona - Quartiere fieristico



ADRIANO CELENTANO 8 e 9 ottobre 2012 Arena di Verona

Concerti e musica

Un atteso ritorno alla scena live del Molleggiato.



Una speciale visita guidata alle ore 18.30 per poter ammirare le ricchezze del territorio. Il centro rimarrà aperto tutti i giovedì fino alle ore 22.

17^ ED. FRANCIACORTA IN BIANCO dal 12 al 14 ottobre 2012 Castegnato (BS)

L’appuntamento per appassionati e operatori del lattiero caseario per degustazioni sensoriali guidate in abbinamento tra vini e formaggi. www. franciacortainbianco.it

 SEI_EVENTI01.indd 15

MORGAN

26 ottobre 2012 Padova - Gran Teatro GEOX

Marco Castoldi, in arte Morgan, ha reso glam la musica italiana, con un misto di intelligenza musicale, di colta rivisitazione del passato e molto buon gusto. www.zedlive.com





www.comune.verona.it/scaviscaligeri

12/07/12 11:34


18

SEI_COVERPEOPLE_MiloManara_controcop.indd 18

11/07/12 17.47


COVER PEOPLE

Milo Manara ABBIAMO INCONTRATO IL CELEBRE ILLUSTRATORE NELLA SUA CASA STUDIO IN VALPOLICELLA. LA SUA SCELTA DI VIVERE NELLA PROVINCIA HA ISPIRATO LA NOSTRA RICERCA SUI VIP CHE - COME LUI - HANNO PREFERITO VIVERE E LAVORARE LONTANO DALLE CAPITALI

19

SEI_COVERPEOPLE_MiloManara_controcop.indd 19

11/07/12 17.47


PAGINA.indd 2

11/07/12 09:43


COVER PEOPLE

Milo Manara è nato in provincia di Bolzano nel 1945. Vive e lavora in Valpolicella Ph. Lorenzo Rui

Verona e le mie bellezze di Simone Ariot

Autore di fama internazionale ha creato veri e propri capolavori diventati famosi in tutto il mondo. milo manara si racconta per sei magazine

21

SEI_COVERPEOPLE_MiloManara+1.indd 21

12/07/12 10:23


INTERVISTA A MILO MANARA

U

stico internazionale. Non sono i super eroi di scuola americana na matita, i colori, il tavolo per disegnare, lo stuné i manga giapponesi, le sue creazioni sono molto più vicine dio nella mansarda dalle grandi finestre affacciate alla reale quotidianità. Lui si sente “Fumettaro”. Termine pop sulle colline della Valpolicella. Contenitore e cone bastardo, come il fumetto. «È un’arte popolare con potenziale tenuto di una storia targata Milo Manara. cliente l’intera umanità, e forse per questo si fa fatica ad avviciNon è Miele (erotica protagonista dei suoi fumetti), non sono narla ad altre arti figurative» ci dice per nulla amareggiato. E le ambientazioni esotiche di alcune sue storie di successo, ma se Pasolini gridava che la vera cultura è saper stare con tutè la vicenda umana di un grande artista italiano. Già, perché ti, noi lo ribadiamo per il fumetto. «Ragazzi, giovani, vecchi, anche il fumetto è arte. Percepito come genere di serie B da donne e bambini, tutti possono avvicinarsi molti, ma non da tutti, al punto da appas“IL FUMETTO È UN’ARTE - sottolinea il maestro - e se il committente sionare un genio come Federico Fellini POPOLARE CON è un editore che deve far quadrare i conti, si che con lui ha collaborato in avventure POTENZIALE CLIENTE accettano i rischi, che l’artista sa ben correprofessionali a partire dagli anni ’80. L’UMANITÀ, PER QUESTO SI re!». Come quella volta dello scandalo di L’abbiamo incontrato al lavoro, un po’ inFATICA AD AVVICINARLA AD Papa Giovanni Paolo II. «Alla beatificaziodispettito nel suo perenne disegnare, in ALTRE ARTI FIGURATIVE” ne di Papa Wojtyla, un mio disegno lo ritraogni attimo del giorno e della notte, quaneva in Paradiso contornato da una schiera di do le fabbriche del suo Veneto laborioso angeli sexy. Il giorno dopo mi chiamò la Digos, era un atto dovuto non si fermano e macinano turni diurni e notturni, rincorrena causa di un’interrogazione parlamentare del deputato Renato do il sole e le stelle. Anche lui, nel mezzo della notte, con le Farina (noto per il coinvolgimento nel caso Abu Omar, n.d.r). sue donnine crea mondi di cui l’uomo ha bisogno, dove il soMa io, da non credente, il paradiso lo vedo così, che ci potevo fare, gno si fa strada tra i detriti della moralità. «Non è pornografia, è fermarmi per il gusto dei benpensanti?!» erotismo; termini dal significato opposto, dove il primo è utilizzo, È sempre la donna, e l’erotismo, motore di fatti, fantasie, soil secondo immaginazione» ci spiega con assoluta chiarezza. La gni. E se l’eterna lotta tra Eros (vita) e Thanatos (morte) ristessa di cui necessita l’uomo per prendere a pugni in faccia porta il nostro protagonista sulla vita, motivi di sentirsene in il super-io, ricordandosi di essere vivo. Forse lo sapeva già 45 colpa non ce ne sono, e lo capiamo bene quando entriamo più anni fa, quando ha cominciato un’interminabile avventura che nel vivo della discussione. l’ha reso un nome di indiscusso rilievo nel panorama fumetti-

22

| FEDERICA PELLEGRINI

SEI_COVERPEOPLE_MiloManara+1.indd 22

11/07/12 17.48


COVER PEOPLE

Maestro Manara, sua moglie non è gelosa delle donne che frequenta quotidianamente? Donne giovani, fatali, sexy, seppur imprigionate su carta e frutto della sua fantasia?

Questi i nomi importanti di artisti con cui ha lavorato, poi ce ne sono altri con cui ha sviluppato una forte amicizia. Ora è rimasto il solo. Chi richiamerebbe in vita?

«Finché si tratta di fantasia… - questo mi dice la ragazza che fu la mia modella e che ora, da moltissimi anni, è mia moglie. E siamo ancora qui»

«Andrea Pazienza, il più grande talento, perché aveva ancora molto da dare, ma come ha detto qualcuno, se non si vuole rinunciare a qualcosa, si muore presto»

Quindi c’è stato accordo e vicinanza, cosa non semplice per chi decide di vivere al fianco di un artista. Ma lei, l’essere un artista, riesce a considerarlo un lavoro?

A cosa allude?

«Lavoro, professione, mestiere. Ma soprattutto artigiano, perché il fumetto coinvolge tutte le dimensioni del lavoro. Dietro al fumetto c’è un mondo: le cartiere per la stampa, i camion per la distribuzione, le case editrici…» Oltre alle dimensioni di contorno citate, tornando all’arte in sé ci sono anche le parole, che si fondono nel disegno. Lei preferisce scriverle o affidarsi a quelle di altri? «Pratt, Fellini, Enzo Biagi, Cerami, Jodorowsky…. molti hanno scritto per me e io ho disegnato per loro, ma forse preferisco fare entrambe le cose. Dipende da quale può essere lo scopo, la proposta»

«Penso al fatto che bisogna saper bilanciare. La ricerca della qualità della vita come oggi la si intende… credo vada a discapito della qualità del lavoro» Sta pensando al fatto di vivere isolato, in campagna, a contatto con la natura e lontano dalla civiltà? «Si. La natura mi aiuta. Starmene qui, nel mio studio, in mezzo alle colline, senza cercare occasioni di mondanità…» Questo fa pensare ad uno stretto rapporto con il territorio, con l’identità «Amo la mia terra, il Veneto, e mi sento portatore di un’identità veneta, totalmente. Amo Venezia per la sua magia, per l’aver saputo integrare le arti. Amo molto il mio paese, Sant’Ambrogio di Valpolicella, le sue tradizioni, come il Carnevale. In passato ho collaborato per una quindicina d’anni ad allestirne i carri, vincendo dei premi. Ora sono grande per quelle cose… ora si deve lavorare»

23

SEI_COVERPEOPLE_MiloManara+1.indd 23

11/07/12 17.49


COVER PEOPLE

Se usa questo verbo torna in mente ancora di più Verona, laboriosa città crocevia che unisce l’Italia all’Europa più forte. Come vede questo territorio? «Verona è una città particolare, conflittuale. Una città d’odio in cui è fiorita la storia d’amore per eccellenza ( Giulietta e Romeo, n.d.r). Città della contraddizione, con una tifoseria calcistica razzista e a tratti cattiva, ma è anche la città dove si è sviluppata la storia di Daniele Comboni, fondatore dei padri Comboniani. Una città allo stesso tempo stupenda, con una stratificazione culturale e artistica assoluta, che copre tutte le epoche artistiche» E Verona, come la preferisce vivere? «Un tempo passavo lunghi periodi in un appartamento in centro. Giornate che passavano fra lunghe passeggiate e fumate di pipa, vicino all’Arena. Solo io posso sapere in quante foto di comitive giapponesi sia stato involontariamente immortalato, ho sempre pensato che potesse essere un ricordo del sottoscritto»

E qual era? «Si.» In molti possono convenire con lei! Osservando Miele si ha l’immagine di una donna giovane, esuberante nella sua sensualità, vivace «Mi sono rifatto ai ritratti dei grandi artisti dell’epoca, li ho fusi insieme, ci ho messo del mio. Soprattutto ho fatto funzionare l’immaginazione, e quindi il cervello...» Ed il cervello, con le sue emozioni, è proprio l’elemento che ci porta a concludere questo incontro, condito dal profumo di colori e pastelli che da una mansarda in Valpolicella producono, uno dopo l’altro, piccoli sogni di innocenti evasioni, fatti di donne e donnine, ma soprattutto di istinti e di vita. Quella reale e semplice, che piace ai bambini e fa impazzire gli adulti, come Milo Manara.

Torniamo a parlare di donne. Qual è il suo canone di bellezza femminile? Meglio bionda, mora, o rossa? «Mi piace molto la risposta che aveva dato Casanova a questa stessa domanda”

LA DONNA PROTAGONISTA DI STORIE AFFASCINANTI Qui sopra alcune illustrazioni che hanno fatto parte de “Le Stanze del Desiderio” prima antologica della carriera di Manara mai esposta in Italia, che ha avuto luogo a Siena nel Complesso museale Santa Maria della Scala.

24

SEI_COVERPEOPLE_MiloManara+1.indd 24

11/07/12 17.49


SEI MAGAZINEluglio2012.indd 1

11/07/12 15:20


DAL 7 LUGLIO AL 5 AGOSTO

PER RINNOVO TOTALE REPARTO

DAL 19 LUGLIO

CAMPIONARI

AUTUNNO-INVERNO 2012/2013

GRANDI GRIFFES

OLTRE 10.000

CAPI FIRMATI SCONTATI DEL

Strada Regionale 1O Legnago-Cerea www.puntoblu.com


COVER PEOPLE

Milo Manara in cento parole

N

asce in provincia di Bolzano nel 1945 uno dei più celebri fumettisti italiani. Disegnatore raffinato, ha creato un mondo di ragazze bellissime e impossibili, affascinanti ed eteree quanto irreali. Ha collaborato con Federico Fellini, Hugo Pratt, Enzo Biagi, occupandosi anche di satira (Telerompo) e dando vita a pubblicazioni quali “Lo Scimmiotto”, i fascicoli de “La storia di Francia”, “La scoperta del mondo” e “La Cina”, oltre ai tre episodi per la “Storia d’Italia” di Enzo Biagi. Oltre alla collaborazione con Almodovar e lo sviluppo del volume “seduzioni”, ha lasciato il segno con la sua creatura, Miele, una donna sexy e vivace. Vive in Valpolicella.

Miele, la protagonista femminile più famosa

Alcune delle storiche pubblicazioni

27

SEI_COVERPEOPLE_MiloManara+1.indd 27

11/07/12 17.49


Eurospin

il buono di scegliere ogni giorno una Spesa intelligente.

Eurospin il più grande discount italiano, con oltre 880 punti vendita, presenti in tutta Italia e nella vicina Slovenia, offre a più di 8.000.000 di clienti la possibilità di fare una Spesa intelligente, garantendo un assortimento mirato di prodotti alimentari e non alimentari di elevata qualità, di sicura freschezza a prezzi davvero convenienti tutti i giorni dell’anno. La Spesa intelligente 230x285_SEI_MAGAZINE.indd 1

28/06/12 10.21


TERRITORIO/SPETTACOLO

VIVERE BENE IN PROVINCIA

Jerry Calà

verona & jerry calà è un legame forte quello che unisce il multiforme Jerry Calà a Verona. Nella città dell’Arena è arrivato a dieci anni seguendo i genitori dalla Sicilia, e da allora è stato amore. Sarà per la storia secolare di una città che integra molte culture, sarà per il fatto che nei primi anni ‘60 era vivace e creativa come poche altre, ma Verona è diventata per il protagonista di “Sapore di mare” la migliore tra le città adottive immaginabili. Perché ha deciso di rimanere a vivere a Verona, lei che avrebbe trovato nella capitale o a Milano pane per i suoi denti? Tutto ciò che più amo e che mi sta a cuore è a Verona. Roma e Milano mi piacciono, ma posso tornarci quando voglio, per lavoro o piacere. Verona è la città che mi ha accolto, è da lì che è partita la mia storia professionale e non solo. Lei è arrivato dalla Sicilia in un momento (anni ‘60) in cui cominciavano a farsi sentire le differenze tra Nord e Sud. Come è stato accolto? Nel migliore dei modi. Forse per un bambino è più facile, ma ricordo bene di aver trovato una città serena. Mi sono subito fatto degli amici con cui passavo i pomeriggi a suonare, poi ho frequentato il liceo classico Maffei, e la cerchia di amici si è allargata. Erano anni in cui Verona conosceva un certo fermento creativo, soprattutto in ambito musicale. Infatti lo raccontavo nella canzone “Verona Beat”. Ricordo quando passava il Cantagiro e Verona sembrava una Liverpool italiana, un ambiente artistico pronto ad influenzarmi positivamente.

Vivono a Verona anche

Come ha visto cambiare la città in quarant’anni? Ora il centro è rinato. Bello, pulito, attraente... e caro. Una volta era diverso, esisteva un certo degrado che ora è puro ricordo. Quali sono i luoghi di Verona a cui è più legato? Sono tornato a vivere vicino a ponte Pietra, una realtà per me speciale, con scorci unici. Se penso al passato, l’Arsenale e la Campagnola, dove con gli amici da ragazzini passavamo le giornate. Un artista e un uomo che ama Verona almeno quanto i veronesi amano lui, riuscendo comunque a staccarsene quando serve. In estate ad esempio, per raggiungere la Sardegna e divertire il pubblico nel suo locale (Vita Smeralda) a Polto Quatu.

Bruno Barbieri

Nato a Medicina, volto noto della cucina italiana e di Masterchef, ha scelto di vivere nella città di Verona da circa una decina di anni.

Matteo Manassero

Nato a Negrar nel 1993, oggi è uno dei golfisti più talentuosi e acclamati del mondo. (Ph. Vinod Divakaran)

>>

VIP IN PROVINCIA |

29


COVER story

>> VIVERE BENE IN PROVINCIA

Marisa Laurito

UNA napoletana DOC a brescia COME A CASA La regina della tv innamorata della Leonessa: tra manicaretti e paesaggi incantevoli di Ilaria REBECCHI

“Lieta del fato Brescia raccolsemi, Brescia la forte, Brescia la ferrea, Brescia leonessa d’Italia beverata nel sangue nemico”: così Giosuè Carducci dipinse il coraggio con cui la città si distinse nelle Dieci Giornate contro l’oppressione austriaca del marzo 1849, definendola “Leonessa d’Italia” a simbolo delle sue gloriose genti. Brescia oggi è uno dei centri industriali e culturali della regione, florida meta turistica grazie ad una posizione strategica, in passato dimora di diverse popolazioni, al punto che le incisioni rupestri della Val Camonica e i resti romani della Domus dell’Ortaglia si accostano al monastero medievale di Santa Giulia o al Vittoriale di Gardone. Questa varietà ha conquistato personaggi noti dell’imprenditoria, dell’arte e dello spettacolo, come l’attrice e conduttrice napoletana doc Marisa Laurito, (un esordio nel teatro di De Filippo e i grandi successi TV “Indietro Tutta!”, “Quelli della Notte”, “Domenica In”), bresciana d’adozione grazie al compagno, e che ha ricevuto il Premio Donne Leader 2011 dalla delegazione bresciana. Ai microfoni del programma di RaiUno MixItalia, Marisa ha illustrato la zona: «è felice, elegante, colta e lavoratrice. Ho conosciuto un bresciano fantastico e gran lavoratore come i bresciani doc. Da 11 anni faccio spola tra Brescia e Roma. Quando torno a Roma mi manca». è Montisola, sul Lago d’Iseo, una delle sue mete preferite, e qui ha imparato a pescare: «Il Lago d’Iseo è bellissimo, soprattutto Montisola, una delle poche isole lacustri italiane. La pesca delle sardine orgoglio della gente del posto: pescate e conservate con costanza, fino all’assaggio dopo un anno». Il rapporto con i prodotti tipici è un altro tassello fondamentale: «Cicchetti, baccalà fritto e polpettine. Da brava cuoca ho imparato a fare la polenta, reinventando la polenta federale al ragù di Napoli, per unire le mie influenze. Il mio piatto preferito però sono i casunzei!» «Per me è la Napoli del Nord - afferma - è stato amore a prima vista: pensavo fosse tutta una fabbrica, invece è una meravigliosa città a misura d’uomo». 30

| VIP IN PROVINCIA

Vivono a Brescia anche

Omar Pedrini

Nasce e vive a Brescia, il cantante e chitarrista diventato famoso con Francesco Renga e i Timoria. (Ph. Marco Donazzan)

Cesare Prandelli

Franco Baresi

Nato a Travagliato nel 1960, l’ex calciatore italiano e allenatore di calcio continua ad amare i territori d’origine.

Dopo gli Europei Prandelli torna a casa, nella sua tranquilla Brescia (Ph. Alberto Terenghi). Sotto, la cover dello scorso numero di Sei.


TERRITORIO/SPETTACOLO

Renzo Rosso

BREGANZE E DIESEL UNA SCELTA IN ROSSO RENZO ROSSO HA SCELTO DI VIVERE IN PROVINCIA E DI SCOMMETTERE CON LA SUA AZIENDA SUL TERRITORIO di Simone ARIOT

Sono passati quasi due anni da quando, il 15 settembre 2010, si è inaugurato il nuovo headquarter Diesel a Breganze, ad una ventina di chilometri da Vicenza. Un progetto in linea con la filosofia Diesel, in cui la creatività e l’azzardo hanno portato soluzioni originali. Non solo per un concept innovativo - identificato in uno spazio che non è dedicato solo agli uffici ma che prevede asilo, auditorium multifunzionale, ristorante aziendale e impianti sportivi - ma anche per la scelta di non spostarsi dal territorio a cui è legato e mantenere un legame con la provincia. Come il suo patron Rosso, infatti, la nuova sede ha rinunciato a scenari stranieri o paesi in via di sviluppo, puntando e scommettendo su quel territorio a cui tanto deve e su cui ha costruito il presente di successo che tutti conoscono. La realizzazione del progetto ha messo al centro l’eco-compatibilità e le energie alternative come quella solare e geotermica, raggiungendo risultati di eccellenza rispetto ad ogni altro edificio analogo costruito in Europa, come testimoniato dagli studi del Politecnico di Milano che dimostrano gli elevatissimi standard di progettazione. Una scelta coraggiosa quindi, come coraggiosa è la filosofia di un uomo che ha creduto nel pensiero divergente e non si è lasciato condizionare troppo dalla tradizione, cogliendone solo gli aspetti utili, e riuscendo a proporre un modello imprenditoriale nuovo. Una dimensione che in ogni caso non l’ha distolto dalla realtà, consentendogli ad esempio di continuare ad interessarsi al calcio (Diesel sponsorizza il Bassano) e vivendo nella comunità in modo assolutamente normale. Forse è proprio questo il modello di imprenditore del terzo millennio.

Diesel Headquarters

Vivono a Vicenza anche Aldo Cibic

Il suo nome spicca tra i designer italiani più importanti a livello internazionale.

Anna Valle

Nata a Lentini in Sicilia, vive da qualche anno a Vicenza, città del marito Ulisse Lendaro, avvocato e produttore.

VIP IN PROVINCIA |

31


VIP PER UNA PUNTATA

CELEBRITà MORDI E FUGGI di Ilaria REBECCHI

“Nel futuro ognuno sarà famoso per 15 minuti” diceva il re della Pop Art Andy Warhol, profetizzando quello che sarebbe successo qualche decennio dopo

L

a notorietà oggi è frutto di operazioni di markegressi, interviste e via dicendo. Dodici ore di ripresa in cui ting associate ai mezzi di comunicazione più in preparare da mangiare davanti a 22 persone fingendo di essere voga, dalla tv ai social network e le apparizioni naturale!». Marianna nel 2010 partecipa anche a “La Prova mordi-e-fuggi di persone comuni sembrano esdel Cuoco” su Rai1: «Tutto molto strano, con soli 15 minuti sere all’ordine del giorno, donando fama a tutti per preparare un piatto chiacchierando con Antonella Clerici coloro che partecipano. Canali satellitari come Cielo, Sky e e milioni di spettatori pronti a giudicare. Probabilmente non RealTime sono tra i più seguiti, proprio grazie ai programlo rifarei, ma la visibilità è stata tantissima soprattutto su web mi-reality che entrano nelle vite degli spettatori, mettendo in e social network. Non è un programma molto apprezzato dai piazza un ritorno alle cose più semplici, dal vestirsi all’arredapuristi del settore, anche se prima o poi gli chef emergenti ci re, passando per il fitness e per la cucina, e decretando quotipassano tutti!». Nel 2011 Marianna partecipa a “Masterchef dianamente nuovi eroi simbolo dell’evoluzione sociale. Italia” su Cielo in qualità di chef di due puntate: «è stato molNe sa qualcosa Marianna Pillan, 30enne vicentina di profesto divertente, anche se dovevo ripetere le cose tante volte! Ho sione chef apprezzata prima nel ristorante di famiglia (Zenzepreparato il mio baccalà alla vicentina con il merluzzo. Non ro a Grumolo delle Abbadesse) e ora a domicilio ed insegnate mi piace fare televisione, mi agito molto e rischio di non esdi corsi di cucina, specializzata in cucina bio e pesce crudo. La sere naturale, perché normalmente al lavoro sono molto conPillan nel 2008 partecipa al mini-web-reality centrata e silenziosa e rischierei di annoiare il "15 minuti per “I Sognatori del Gusto”, insieme ai migliori pubblico. Mi ha portato tanta pubblicità, ma giovani chef d’Italia. «è stata un’esperien- preparare un piatto non altrettanti soldi!». davanti a milioni di za molto bella per la grossa visibilità che mi Altro esempio in “Masterchef Italia”, nei spettatori pronti ha dato grazie a sponsor molto noti e perché panni di concorrente, è quello di Anna Lupi, a giudicare" collegata ad Identità Golose con inviti a converonese, ex ballerina di danza classica anche

ai fornelli di masterchef italia, MARIANNA PILLAN La giovane chef vicentina è stata ospite in diversi format televisivi tra cui, oltre Masterchef Italia, La Prova del Cuoco

32

| vip per una puntata

e comE CONCORRENTE aNCHE ANNA LUPI Per l'ex ballerina veronese, l'apparizione sul piccolo schermo è combaciata con un cambio di vita totale


TERRITORIO/SPETTACOLO

da brescia a italian next top model, valeria colosimo Stravince un web casting aggiundicandosi un posto sicuro nel mondo del cinema, nel film "I soliti idioti". E per i prossimi mesi sarà impegnata nel calendario 2013 con Sirio Serughetti

pilota d’aerei che, stanca della vita sedentaria e di un’occupazione da disegnatrice CAD al computer, decide di dedicarsi totalmente alla cucina, iniziando a produrre tutto, dal pane ai saponi. Nel 2011 partecipa al reality: «è stato un caso, conoscevo la versione australiana del programma e guardando la tv ho visto l’annuncio per partecipare. Ho risposto e mi hanno reclutata. Le giornate prevedevano un tour de force incredibile dalla mattina presto fino a cena, quando si registravano i vari confessionali. Questa esperienza? Come essere in gita! Subito dopo l’eliminazione c’è stata una serie di ospitate in fiere ed eventi di settore, poi ho terminato il mio primo libro In Cucina con gli Avi. Infine cercavo da tempo un posticino per farci un ristorante, così ho preso La Fata Zucchina (il nome del locale, ndr) che ora è un ristorante bio con menù vegetariano e vegano. Stiamo andando molto bene, credo anche sull’onda del successo di Masterchef». Anna ha mantenuto un ottimo rapporto con gli altri concorrenti e con i giudici-chef di fama internazionale, tanto che Bruno Barbieri ha scritto per lei la prefazione del suo libro. La splendida venticinquenne bresciana Valeria Colosio invece è stata concorrente di "Italian Next Top Model 4" (Cielo),

dopo aver iniziato come modella ed indossatrice, e vinto nel 2010 il concorso “Belle di Dhalia” dell’omonima tv, entrandovi come valletta in "Dhalia Calcio Show" al fianco di Massimo Caputi e Stefano Bettarini. Ma è con l’ultima edizione del programma di Cielo, e vincendo il web casting con ben 121.000 voti, che Valeria sfonda, arrivando anche al cinema: «Ho partecipato ad un casting entrando di diritto nel cast per i voti sul web. Ero felicissima! Il reality in sé è durissimo e ti fa crescere: devi stare con gente con cui nella vita reale nemmeno parleresti, condeterminati orari con le telecamere sempre accese 12 ore al giorno. è una situazione molto anomala!». Valeria fa un bilancio dell’esperienza: «è stata positiva più nel dopo che nel durante: forse non ero molto a mio agio, ma fuori si sono aperte molte porte, come l’opportunità di partecipare al film de “I Soliti Idioti”. è stato divertentissimo ma molto faticoso. Il mondo del cinema è ancora più duro!» «Lo rifarei? Se pagata sì, perché "Italian Next Top Model" non prevedeva retribuzione e con un mutuo è stata molto dura per me. Ma non mi pento! Ora ho in serbo vari lavori, tra cui un calendario 2013 firmato dal fotografo Sirio Serughetti, e chissà magari qualcos’altro al cinema!». >> 33


Arena_Magazine_PeterPan.pdf

1

11/07/12

14:15

in collaborazione con

C

M

Y

CM

MY

CY

CMY

K


TERRITORIO/SPETTACOLO da vicenza luigi colbax Volto ricorrente nel piccolo schermo, ha ricavato dalle numerose apparizioni televisive un incredibile successo nella sua professione di personal trainer a Vicenza. Nella foto, ritratto assieme alla conduttrice Natasha Stefanenko

OPPORTUNITà IN TV

FICTION O REALTà? Comparse per tv, fiction & co. Ma cosa fanno esattamente i “figuranti”? Categoria poco conosciuta del mondo dello spettacolo, quella delle comparse è una sfera molto particolare di questo ambito lavorativo con tanto di agenzie esclusive che cercano e forniscono personale generico al cinema e alle trasmissioni televisive, dai componenti del pubblico pagato, fino a veri e propri attori che interpretano su richiesta e seguendo uno specifico copione un ruolo preciso e la cui partecipazione attiva è spesso funzionale ad un particolare approfondimento o servizio televisivo, ad esempio. Quelle del figurante, della comparsa e del pubblico sono vere e proprie professioni, dove per esempio i figuranti di “Forum” (Mediaset) arrivano ad essere pagati sui 40 euro a puntata, mentre altre tipologie di “opinionisti” anche sugli 80 euro. Non si tratta però di un imbroglio: il tutto spesso serve a determinati programmi di approfondimento politico o dibattiti sociali, come anche di puro intrattenimento, essendo oggi il pubblico diventato parlante ed interagente con gli stessi concorrenti-protagonisti-vip, al punto da determinare spesso simpatie ed antipatie degli spettatori a casa. Un mito, quello delle comparse, alimentato anche dall’illusione divenuta realtà di una notorietà ambita, come nell’esempio di tanti divi del cinema, per esempio Alberto Sordi che iniziò la propria carriera proprio come comparsa. Perché alla fine, l’importante è divertire, intrattenere, e convincere!

Figurante cercasi

>>

Per chi fosse interessato a partecipare ai casting per le produzioni televisive e cinematografiche della Rai, ecco un link molto utile ed aggiornato sulle posizioni aperte: www.casting.rai.it

Anche il personal trainer vicentino Luigi Colbax è da tempo un volto noto della tv italiana. Con un fisico che buca lo scherPer Mediaset e i reality associati invece: mo ed una passione per i fumetti della Marvel, Colbax già www.tv.mediaset.it/mondotv/casting_ok negli anni Ottanta partecipa ad alcune trasmissioni televisive, www.endemol.it oppure www.magnoliatv.it lavora come indossatore per Valentino, Trussardi e Versace, si laurea in scienze dell'alimentazione e diventa consulente fitness. Di quel periodo Colbax riin pochi minuti corda: «Abitavo a Milano e partecipavo spesso di celebrità è alle trasmissioni Mediaset che servivano all’eper Colbax, come personal trainer dei concorpossibile porre le poca a lanciare i modelli come "Il Gioco delle renti di “Cambio Vita!”: «Il percorso dei probasi della propria Coppie"». tagonisti durava circa un mese, e li seguivo carriera Compare in programmi televisivi come "La la prima e l’ultima settimana. Tutto questo Vita in Diretta" per poi diventare personal trainer nel cast di mi ha dato una visibilità estrema e anche più lavoro. La gente "Ricomincio da qui" (Rai2), "Italian Next Top Model" (Sky) viene da me dicendomi Ti ho visto in tv, voglio che tu faccia con e "Cambio Vita" (Sky Vivo) in tutte le sue edizioni, dal 2006. me quello che hai fatto con quel concorrente!». «Per partecipare al programma ho fatto dei casting con oltre Parlando ancora della tv Colbax aggiunge: «Ho rifiutato altre 200 persone. Inaspettatamente sono arrivato tra i primi perché proposte televisive che avrebbero fatto passare un messaggio il mio aspetto e la mia metodologia avevano convinto la proerrato del mio lavoro. A me sta a cuore la salute delle persone, duzione. Ho fatto varie puntate della prima serie e sono stato indipendentemente dagli ascolti. La televisione è un grande riconfermato per le successive». mezzo di comunicazione e convinzione, ma il messaggio deve La giornata tipo delle registrazioni prevedeva molta libertà essere buono e sano!».

35


Allegato A al Decreto n. 13 del 19 giugno 2009

pag. 6/12

    

      

               

    

  

         

  

     

  

   

         


territorio/spettacolo

Vicenza spettacolI

estate da vivere in città Si chiama “Estatequi” il nutrito programma di spettacoli per chi resta a Vicenza. cinema, teatro, sport, danza, musica

T

erzo anno di Estatequi, la programmazione estiva coordinata dall’Assessorato alla cultura del Comune di Vicenza. Moltissime le iniziative in programma, dal cinema al teatro, dallo sport alla danza, dai concerti sotto le stelle alle sagre, che trasformeranno Vicenza in un vero e proprio palcoscenico a cielo aperto, toccando piazze, parchi, giardini, palazzi, sedi espositive, locali. Un progetto realizzato grazie al sostegno di Aim Gruppo, Fondazione Cariverona, Unicredit, in collaborazione con La Piccionaia – I Carrara Teatro Stabile di Innovazione, con l’intento di offrire a residenti e turisti, un calendario di eventi in grado di trasformare Vicenza in una città tutta da vivere anche nei mesi più caldi dell’anno. E l’edizione 2012 porta con sé una novità: Stasera Unesco, il progetto organizzato da La Piccionaia - I Carrara e realizzato per celebrare i 40 anni dalla firma della storica convenzione, che ha portato la città di Vicenza a entrare nella World Heritage List. Un programma ricco di incursioni letterarie, teatrali e musicali, pensato per valorizzare i principali siti palladiani attraverso eventi site specific, performance, percorsi inediti, laboratori. Inaugurazione mercoledì 11 luglio alle 21.30 con la Compagnia Naturalis Labor in scena con Mon Amour, e a seguire, giovedì 19, a partire dalle 20.45, la Notte della Danza, che animerà vie e piazze del centro con Arco Danza. Il Teatro Spazio Bixio proporrà invece, con inizio sempre alle 21, due commedie brillanti: il 20 luglio al Parco San Felice La Bisbetica Domata della Compagnia L’Archibugio, mentre nel Retro del Teatro di Via Nino Bixio 4, il 24 luglio si esibirà Nautilus Cantiere Teatrale con Sinceramente

bugiardi. Stessa location e stesso orario, l’1 agosto per “Dal vivo!” appuntamento di musica dal vivo e teatro con Paolo Rozzi, e l’8 agosto per il monologo teatrale con Aristide Genovese La bonifica dei Veneti (dal taglio del Po a canale Mussolini). A partire dal 20 luglio e per quattro fine settimana, tutti i venerdì e i sabato dalle ore 21 il progetto Olimpico OpeNights a cura della Società del Quartetto di Vicenza, aprirà le porte del Giardino del Teatro Olimpico a concerti di musica jazz da ascoltare nell’open bar allestito per l’occasione. Il sabato sarà anche possibile visitare il Teatro con percorsi guidati. Venerdì 27 luglio, invece, inaugurazione del progetto Silent Play - piccoli itinerari per turisti del terzo millennio. Per tre fine settimana, dal venerdì alla domenica, il teatro incontrerà le nuove tecnologie Nella foto, La Compagnia Naturalis Labor in scena con “Mon Amour”

comune di vicenza |

37


in tre diversi percorsi pensati per esplorare la città a partire da punti di vista insoliti. Domenica 26 agosto è invece in programma la prima edizione della Magnalonga Palladiana, un percorso enogastroculturale in partenza da Piazza dei Signori alle 9, che condurrà i partecipanti nei paesaggi del Palladio, toccando ville, monumenti e aziende agricole. Ad ogni tappa, degustazioni enogastronomiche e performance. Sabato 1 settembre uno spettacolo ludico e itinerante, ispirato alle avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie, trasformerà Vicenza nella scenografia fantastica di un gioco teatrale e performativo. Protagonista dell’estate sarà anche la musica e la comicità con Note & Risate, il programma di concerti e spettacoli comici nel Giardino del Teatro Astra, a cura de La Piccionaia - I Carrara e MusicaIntus. Tre grandi nomi del country e del folk internazionale, a partire da giovedì 12 luglio alle 21 con Bap Kennedy & Band, passando per il 18 luglio con Alejandro Escovedo & The sensitive Boys e il 26 luglio con Dave Alvin & The Guilty Ones. Spazio alla comicità nostrana: il 24 luglio alle 21.30 sarà protagonista Valter Rado con “Solo solissimo sulla laguna”, il 31 luglio sarà la volta di Igi Meggiorin e Marco Artusi con “Due Allegri Vagabondi”. Doppietta al femminile venata di ironia, poi, con Marta Dalla Via e il suo “Veneti Fair” (2 agosto) e con Antonella Questa con “Vecchia sarai tu” (22 agosto). Non mancheranno gli eventi sportivi e ricreativi, e la grande festa di Ferragosto in Campo Marzo a partire dalle 17, tra giochi,

animazioni e divertimento, che vedrà alle 21.30 l’atteso concerto di Bruno Conte: un viaggio nella canzone d’autore italiana e internazionale, con un omaggio speciale a Lucio Dalla. Torna, poi, come ogni anno Cinema sotto le stelle, la rassegna a cura della Società Generale di Mutuo Soccorso ai Chiostri di Santa Corona, così come il VillazzaRock (dal 5 all’8 luglio nell’area di Via Cavalieri Vittorio Veneto) e l’altrettanto celebre Ferrock (dall’11 al 15 luglio al Parco Retrone). Ancora musica giovane con il gruppo Ska-J in concerto a Campo Marzo sabato 21 luglio alle 21.30, mentre Nick the Nightfly e Sarah Jane Morris saranno nella stessa location, per una serata a ingresso libero che si preannuncia imperdibile, il 28 luglio. Spazio anche all’impegno civile: il 17 luglio, anniversario dell’attentato a Giovanni Falcone, nella Loggia del Capitaniato il magistrato Giuseppe Ayala incontrerà il pubblico alle 19 e a seguire sarà in scena nel Giardino del Teatro Astra con lo spettacolo “Chi ha paura muore ogni giorno. I miei anni con Falcone e Borsellino”; sempre nella Loggia, il 25 luglio alle 21 Gian Antonio Stella presenterà il suo libro “Vandali. L’assalto alle bellezze dell’Italia”, mentre il 31 luglio è previsto l’incontro con il giornalista Domenico Iannacone (modera Antonio De Sanctis). Chiuderà la programmazione estiva, sabato 8 settembre Il Giro della Rua, la grande festa popolare che animerà le piazze e vie del centro Storico, a partire dalle 20.15, per concludersi in Piazza dei Signori, alle 21.30.

Raffaello verso Picasso Storie di sguardi, volti e figure Cresce l’attesa per la grande mostra allestita nella Basilica Palladiana

V

icenza, come ha sancito l’Unesco nel 1994, è universalmente riconosciuta come la città di Andrea Palladio, uno dei maggiori architetti di ogni tempo, il cui stile ha influenzato in modo durevole l’architettura ovunque nel mondo. Sarà idealmente Palladio ad accogliere i visitatori della grande mostra “Raffaello verso Picasso. Storie di sguardi, volti e figure”, curata da Linea D’Ombra, che sarà inaugurata il 6 ottobre 2012 in occasione della riapertura della Basilica Palladiana. Si avvia infatti alla conclusione il grandioso progetto di restauro, durato 5 anni, che ha interessato la fabbrica palladiana, con l’ambizione di trasformare l’intero complesso in

38

| comune di vicenza

un polo culturale di respiro internazionale, in grado di calamitare su di sé le grandi rotte del turismo culturale. L’attesa per l’evento espositivo autunnale, di caratura mondiale, sta crescendo di settimana in settimana al pari delle prenotazioni che hanno raggiunto numeri di tutto rispetto. In mostra un centinaio di quadri straordinari, provenienti da Musei dei vari Continenti, che ripercorreranno la storia del ritratto e della figura dal Quattrocento al Novecento. Il volto e il corpo saranno infatti rappresentati in un percorso che si snoderà tra sacro e profano, tra vita quotidiana ed autocelebrazione, dall’armonia rinascimentale sino all’inquietudine novecentesca. Sviluppata in quattro

ampie sezioni tematiche, l’esposizione condurrà il visitatore attraverso dipinti celebri o inediti, dai ritratti e dalle figure di Raffaello, Botticelli, Mantegna, Giorgione, passando per Dürer, Cranach, Rubens, Van Dyck, Goya per arrivare agli impressionisti, da Manet a Van Gogh, e ai grandi pittori del XX secolo, come Munch, Picasso, Matisse, Bacon (per citare solo alcuni nomi). In concomitanza con l’inaugurazione della Basilica, verrà riaperto al pubblico anche Palazzo Chiericati che ospiterà la mostra “Cinque secoli di volti. Una società e la sua immagine nei capolavori di Palazzo Chiericati” dedicata ai ritratti presenti nelle collezioni della Pinacoteca civica.


territorio/spettacolo

Vicenza cultura

Spettacoli Classici al teatro olimpico Un Ciclo di Spettacoli Classici di respiro internazionale al Teatro Olimpico dal 21 settembre

I

l 65° Ciclo di Spettacoli Classici al Teatro Olimpico, in programma dal 21 settembre al 27 ottobre 2012, si presenta quest’anno con un programma di grande spessore artistico, che reca una significativa impronta di rinnovamento portata dal cambio alla direzione artistica, con l’arrivo di una personalità di primissimo livello, che ha fatto della capacità di rileggere i classici la cifra del suo inconfondibile stile, Eimuntas Nekrosius. La poetica rigorosa e forte di questo regista lituano che è considerato fra i maggiori maestri di teatro contemporanei, si confronterà per una intera stagione con lo spazio scenico del Teatro Olimpico, in un corpo a corpo creativo che si preannuncia da subito davvero stimolante. Ad aprire il Ciclo sarà, in prima mondiale, il Paradiso di Dante Alighieri, in scena dal 21 al 25 settembre con gli attori della compagnia Meno Fortas. Seguirà, il 29 settembre, La storia di Antigone, la tragedia di Sofocle riscritta in modo ironico da Ali Smith e interpretata da Anita Caprioli per la regia di Roberto Tarasco. Il 6 e 7 ottobre è invece in programma la lettura-concerto di Emma Dante MeDea; l’autrice e regista palermitana sarà in scena insieme ai musicisti Enzo e Lorenzo Mancuso e a un coro di cinque uomini. Il 12 e 13 ottobre sarà la volta di Fedra di Racine, un progetto che l’attore Tauras Cizas ha affidato alla creatività di Diletta Acquaviva. Dal 14 al 21 ottobre è previsto un Laboratorio basato sulle Lettere a Lucilio di Seneca (rivolto ad attori italiani che hanno per lo più lavorato su uno schermo cinematografico o televisivo). Infine, il 26 e 27 ottobre sarà riproposto Il Direttore Artistico Eimuntas Nekrosius

al pubblico italiano Caligula di Albert Camus realizzato con il Teatro delle Nazioni di Mosca e interpretato da Evgenij Mironov.

Ph. Pino Ninfa

I ticket degli spettacoli sono a disposizione al Teatro Comunale di Vicenza (tel. 0444 324442 - biglietteria@tcvi.it), sul sito www.tcvi.it e in tutte le filiali della Banca Popolare di Vicenza.

www.comune.vicenza.it

comune di vicenza |

39


PAGINA.indd 1

11/07/12 09:43


TERRITORIO/SPETTACOLO

La mostra in Basilica Palladiana tocca certamente il senso dell’eccezionalità sia per i nomi che vi saranno compresi sia per la qualità dei dipinti che provengono da alcuni dei musei più importanti del mondo. Una grande storia raccontata per tornare al tempo in cui Goethe, durante il suo viaggio in Italia, incontrava per la prima volta nella sua vita la Basilica Palladiana, la cui immagine meravigliosa risultava perfino difficile da essere descritta. Da Beato Angelico fino a Giorgione, da Caravaggio a Rembrandt, da Van Gogh a Gauguin, da Picasso a Matisse, saranno decine e decine i capolavori che con certezza renderanno avvinti e affascinati i visitatori che giungeranno. Io auguro a tutti di poter vivere la stessa esperienza meravigliosa che Goethe visse il 20 settembre 1786 entrando in città. Marco Goldin

VICENZA CULTURA

Marco Goldin, curatore delle mostra Ph. Carlo Perazzolo

RAFFAELLO VERSO PICASSO L’IMPERDIBILE MOSTRA A VICENZA - DA OTTOBRE A GENNAIO

C

ento tele straordinarie racconteranno la più grande storia che la pittura ricordi, quella dedicata al ritratto e alla figura. Volti e bellezza, scelti, raccolti e organizzati all’interno della rinata Basilica Palladiana da

Marco Goldin con un titolo non casuale: Raffaello verso Picasso, ovvero il lungo percorso che dal senso di una perfezione delle forme giunge fino alla rottura di quella stessa forma, con la ricerca cubista novecentesca.

LE SEZIONI DELLA MOSTRA SVILUPPATA IN QUATTRO AMPIE SEZIONI TEMATICHE, E QUINDI SENZA SEGUIRE SEMPLICEMENTE LA PURA CRONOLOGIA, LA MOSTRA RACCONTERÀ LA STORIA DELLO SGUARDO ATTRAVERSO IMMAGINI CELEBRI

Il sentimento religioso. La grazia e l’estasi

Michelangelo Merisi da Caravaggio Coronazione di spine 1602-1603

La prima sezione, assieme a quella conclusiva sul grande mutamento occorso nel XX secolo, sarà la più ampia dell’intera mostra. E si soffermerà sul senso contrapposto di grazia ed estasi dolorosa, che si salda entro un’aura di estrema, alta spiritualità. Tutto un universo di sensibilissima rappresentazione che fa del volto una smorfia di dolore o di suadente bellezza, che fa del corpo la tensione sul finire o la morbida e accogliente casa della grazia.

Il ritratto quotidiano

Albrecht Dürer Ritratto di giovane 1500-1510 circa

La nobiltà del ritratto

Frans Hals Nobiluomo olandese 1643-1645 circa

La seconda sezione della mostra farà sfilare sovrani e principesse, dogi e nobildonne, arciduchi e reverendi. Una galleria di grandi personaggi che rappresentano l’espressione del ritratto nella sua funzione celebrativa e di omaggio. Una messa in scena che talvolta si pone come vera e propria macchina scenografica, a dire come il ritratto si faccia specchio di una società.

Maggiori informazioni sul sito www.lineadombra.it

SEI_Vicenza_Goldin.indd 41

Una delle sezioni più ampie e di maggior fascino di tutta la mostra sarà certamente quella intitolata al ritratto quotidiano. Ritratto, e figura al tempo stesso, come indagine e rappresentazione dell’anima. Uno sguardo sopito e silenzioso, che cova sotto una brace mai spenta. Talvolta malinconico e talvolta lieto. Il ritratto che segna il passare del tempo sui volti.

Il Novecento. Lo sguardo inquieto

Vincent van Gogh Madame Roulin (La Berceuse) 1888-1889

L’ultima sezione, ampia e di superba qualità, sarà dedicata al grande cambiamento che interviene nella pittura a partire dall’ultimo decennio del XIX secolo. Muta radicalmente il senso del ritratto, della rappresentazione di un volto e anche di un corpo. La straordinaria anticipazione offerta da El Greco nella Spagna d’inizio Seicento, con i suoi ritratti visionari e fumiganti, accesi di luci irreali e quasi fosforescenti, porta direttamente al colore lacerato e stringente di Van Gogh e Gauguin.

MOSTRE A VICENZA |

41

11/07/12 18:32


PAGINA.indd 1

25/06/12 10:07


territorio/spettacolo Operaestate Festival Veneto

ARTISTI E COMPAGNIE DA OGNI PARTE DEL MONDO Ai blocchi di partenza gli spettacoli di danza, teatro, musica e lirica della 32° edizione di Operaestate Festival Veneto: imperdibili eventi estivi

A

ttesissimi i Momix che a grande richiesta tornano a Bassano (31 luglio, 1-2 agosto) con l’ultimo spettacolo del loro repertorio ispirato alle meraviglie della natura, Bothanica, mai presentato nel cartellone del Festival, in cui si potranno ammirare corpi, forme e immagini in una serie di quadri spettacolari. Tra gli altri appuntamenti con la

luglio) in una serata di parole e musica che racconta l’Italia che siamo diventati denunciando lo scempio nei confronti del nostro patrimonio artistico e culturale. Alessio Boni (26 luglio) condurrà un affascinante percorso alla scoperta di uno dei più interessanti artisti nella storia della pittura, il Caravaggio. Tra gli altri, Tam Teatromusica (15 luglio)

palcoscenico”. Un grande ritorno anche per la musica classica con Ramin Bahrami (22 luglio) sempre con Bach e accompagnato dal celebre flautista Massimo Mercelli. Tra gli altri, la giovanissima violinista Laura Marzadori (30 luglio) e il pianista coreano DongKyu Kim (4 agosto). Grande novità con il Bassano Jazz festival dal 10 al 15 luglio

alcuni dei più grandi artisti presenti all’operaestate

MOMIX

Aterballetto

alessio boni

uri caine

NATALINO BALASSO

grande danza segnaliamo l’israeliano dedica una serata alla geniale opera di e con artisti di prima grandezza del paItamar Serussi Sahar che aprirà l’inte- Pablo Picasso, il Teatro dell’Archivolto norama interrazionale: nell’ordine John ro Festival con una creazione realizzata (24 luglio) si esibirà in un racconto tra Scofield, Brad Meldhau, Uri Caine, appositamente per la splendida sceno- leggenda e verità ispirato al rinoceronte Paolo Fresu e Joshua Redman (biglietti grafia delle Bolle Nardini (5-6-7 luglio). di Durer. Poi ancora Marco Paolini con on line su www.vivaticket.com). mentre ad agosto, ballerini d’oltreoceano uno spettacolo dedicato a Jack London La stagione lirica del Festival, da del New York City Ballet presentano (5 agosto) e Natalino Balasso (25 luglio sempre uno dei punti cardine dell’intero un galà che omaggia il genio coreogra- a Marostica), ad affiancare i molti ap- progetto, ha anche quest’anno un’aperfico George Balanchine (11 agosto) e un puntamenti disseminati in tutte le “città tura estiva con il gioiello dell’opera coinedito progetto dedicato a Bosch mica ottocentesca: Don Pasquale di con due coreografi di punta della Donizetti al Castello degli Ezzelini B MOTION Dal 24 agosto al 1 settembre scena internazionale: Chris Haring (27 luglio). In Autunno poi altre due Emozioni contemporanee in forma di Festival (17 agosto) e l’israeliana Yasmeen nuove produzioni: L’elisir d’amore La sezione più innovativa del festival dedicata ai linguagGodder con il primo studio delsempre di Donizetti (19 e 21/10) gi del contemporaneo nella danza e nel teatro si terrà tra la nuova produzione (22 agosto). con il Teatro la Fenice di Venezia il 24 agosto e il 1 settembre. Un programma intenso e Tra i numerosi appuntamenti con il e Nabucco di Verdi (30/11 e 2/12) originale che riunisce a Bassano la più nuova generaziocon il programma regionale LI.VE. teatro, vari progetti a metà strane di artisti della scena nazionale e internazionale. E’ già possibile prenotare i biglietti e le card. (oltre al Comune di Bassano, i Coda tra teatro e arte con Gian Antomuni di Padova e Rovigo). nio Stella e Gualtiero Bertelli (20 info: T. 0424 524214 / 0424 519111 - numero verde 800 99 11 06 - www.operaestate.it

43


EMO ZIO NATI 103ª STAGIONE CONCERTISTICA 2012.2013 CAMPAGNA ABBONAMENTI nuovi abbonamenti in vendita dal 25 settembre 2012 ABBONAMENTO CONCERTISTICA (15 concerti - turno unico) Intero: 225,00 euro Ridotto (Over60): 186,00 euro Ridotto (Under30): 96,00 euro

ABBONAMENTO CONCERTISTICA BREVE (8 concerti con date fisse) Intero: 150,00 euro Ridotto (Over60): 130,00 euro Ridotto (Under30): 70,00 euro

BIGLIETTI in vendita dal 2 ottobre 2012 Intero: 25,00 euro Ridotto (Over60): 20,00 euro Ridotto (Under30): 12,00 euro

INFO SOCIETÀ DEL QUARTETTO DI VICENZA vicolo cieco Retrone, 24 - Vicenza tel. 0444 543729 e-mail info@quartettovicenza.org facebook: Società del Quartetto di Vicenza twitter: @QuartettoVI

www.quartettovicenza.org


territorio/spettacolo

Vicenza spettacoli in città

Stagione Concertistica 2012-2013: EMOZIÒNATI, LA 103ª VOLTA EMOZIÒNATI è lo slogan scelto dalla Società del Quartetto per il lancio della campagna abbonamenti alla 103a stagione concertistica al via il prossimo 28 ottobre al Teatro Comunale di Vicenza Mnozil Brass

Sigiswald Kuijken

E

MOZIÒNATI è un invito ed una promes- Canino e Ballista, il più longevo duo pianistico della sa. Un invito a lasciarsi coinvolgere, a vivere storia musicale italiana. Quanto alla musica d’insieme, la Musica da protagonisti. Ed una promessa, tornano a Vicenza The Hilliard Ensemble, La Petite quella di offrire grandi emozioni. Perché, cer- Bande e, quest’anno in trio, Salvatore Accardo (una sorto, la prima Sinfonia di Brahms o la quinta di Schubert ta di “violinista in residence” nelle stagioni del Quartetto). le puoi ascoltare in cd o alla radio, comodamente seduto Sono invece debutti assoluti quelli dei Mahler Chamber sulla poltrona di casa; ma vissute dal vivo, seduti sulle pol- Soloists (due le loro presenze in stagione) e dei Mnozil Brass, sette eclettici ottoni viennesi. trone del Teatro Comunale, si traUn invito a lasciarsi Fra le formazioni “classiche” il Trio sformano in un’esperienza unica ed coinvolgere, a vivere di Parma, il Quartetto di Cremona irripetibile. la Musica da protagonisti ed il Merel Quartet. Si avvicenderanno sul palco 180 Ed una promessa, quella Un’assoluta novità per il pubblico è musicisti provenienti da 3 continenti diversi. Fra gli ensemble or- di offrire grandi emozioni la proposta – oltre alla tessera a tutti e 15 concerti – di un abbonamento chestrali due straordinarie presenze: l’Orchestra Verdi di Milano e l’Orchestra di Padova e “breve” a 8 concerti, pensato particolarmente per coloro del Veneto. Fra i recital ci sarà l’occasione di apprezzare che si avvicinano per la prima volta all’esperienza di una il rigore di Pierre Hantaï, contrapposto alle evoluzioni stagione concertistica. virtuosistiche di Cameron Carpenter (che suonerà un “doppio pianoforte”) e soprattutto di Yuja Wang, fenoPer maggiori informazioni sulla biglietteria e il programma meno pianistico planetario. E ancora il pianoforte con completo si può visitare il sito www.quartettovicenza.org o chiamare lo 0444 543729

SOCietà DEL QUARTETTO DI VICENZA - Vic. Cieco Retrone, 24 - viCENZA - T. 0444 543729 - info@quartettovicenza.org

45


ADV SEI 460x285 Senza titolo-2 1 def.indd 1

10/07/12 12:22


Senza titolo-2 2

06/07/12 12:22 14.57 10/07/12


REGIONE DEL VENETO MANIFESTAZIONE STORICA DI INTERESSE LOCALE

REGIONE DEL VENETO AMMINISTRAZIONE MANIFESTAZIONE STORICA PROVINCIALE DI VICENZA DI INTERESSE LOCALE CITTA’ DI MAROSTICA

La Partita a Scacchi

Marostica

a personaggi viventi

7·8·9

Settembre

2012

www.bozzettofoto.it

di

Opera di Mirko Vucetich

Associazione Pro Marostica

Venerdi e sabato ore 21.00 Domenica ore 17.00 e 21.00

Tel. +39 0424 72127 - 470995 info@marosticascacchi.it www.marosticascacchi.it Prevendite: www.vivaticket.it


tERRITORIO vicenza da scoprire

LA Basilica Palladiana come Monumento Nazionale Il Consorzio di promozione turistica Vicenza è ha lanciato un’ambiziosa iniziativa per rilanciare il turismo a Vicenza, a partire dalla Basilica Palladiana appena riportata agli antichi splendori. Il presidente Dino Secco presenta il progetto

L

a Basilica Palladiana, opera dell’arch. Andrea Palladio e patrimonio dell’Unesco, riapre ad ottobre dopo anni di importanti restauri. Ne parliamo con il presidente del Consorzio di promozione turistica Vicenza è dott. Dino Secco, che ha particolarmente a cuore la valorizzazione a fini turistici di tutto il grande patrimonio architettonico, storico, naturalistico ed enogastronomico del vicentino. “In effetti - afferma Secco - sono stati sei anni di imponenti lavori che hanno richiesto risorse di oltre 20 milioni di euro su un monumento principe della città capoluogo. La Basilica riapre con un evento importante, la mostra “Raffaello verso Picasso” voluta dal sindaco Variati grazie all’intervento generoso di Fondazione Cariverona, impegnata anche nel recupero del manufatto, e di tanti altri sponsor, cui si è aggiunto il consorzio che presiedo su indicazione della stessa Camera di Commercio”.

La Basilica pertanto rinasce a nuova vita, a quasi 500 anni dalla sua costruzione, dopo essere entrata nel 1994 nella prestigiosa Lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità secondo l’Unesco. “La Basilica, come le altre opere di Palladio e l’intero centro storico di Vicenza è entrata nella World Heritage List su richiesta sottoscritta dall’allora giovane sindaco Variati grazie al marchese Roi che presiedeva il comitato promotore voluto e curato dagli attuali consigliere delegato del consorzio Riva e segretario generale Carla Padovan, che si sono poi prodigati anche per l’estensione nel 1996 a tutte le ville di Palladio nel Veneto, su impulso della Provincia guidata da Giuseppe Doppio prima e Manuela Dal Lago poi. Il prossimo 16 settembre poi ricorrerà il quarantesimo anniversario della sottoscrizione, all’Unesco, della convenzione per il Patrimonio Mondiale e noi intendiamo onorare tale ricorrenza proprio presentando cosa ha fatto Vicenza per la Basilica palladiana”. >>

provincia di vicenza |

49


tERRITORIO >> Come Consorzio avete proposto a Comune e Provincia anche il progetto della Basilica come monumento nazionale. “Certo, come consiglio del consorzio abbiamo valutato che la Basilica palladiana ha un’importanza che va oltre l’aspetto architettonico, dato che coinvolge anche gli aspetti storici e civili di Vicenza. E allora, dato che viene chiesto che diventino monumento nazionale sia la Basilica di San Petronio a Bologna che l’autodromo a Monza, sarebbe giusto che anche la Basilica potesse diventare un monumento nazionale. Mi risulta che Comune e Provincia abbiano fatto propria la proposta e che la direttrice del Museo civico dott.ssa Avagnina stia lavorando alla raccolta della documentazione da presentare al Presidente della Repubblica. Noi siamo a disposizione per operare a fianco degli enti preposti anche come comitato promotore della valorizzazione del monumento nazionale”. Questo eventuale riconoscimento potrebbe avere anche valenza turistica? “Ritengo che i monumenti nazionali possano diventare attrattori di turismo se adeguatamente valorizzati, dopo aver potuto constatare che in Francia sono stati oltre 9 milioni i turisti che nel 2011 hanno visitato i loro monumenti nazionali. Occorre certamente farli conoscere, predisporre una segnaletica adeguata, lanciare itinerari. A questo proposito posso anticipare che abbiamo preso contatto con il vicepresidente con delega alla cultura della Regione Marino Zorzato per proporre un incontro con i sindaci dei 17 Comuni di 6 Province venete in cui si trovano i 20 monumenti nazionali del Veneto. In attesa dell’inserimento della Basilica, la città di Vicenza può già contare su un Monumento Nazionale, il Piazzale della Vittoria a Monte Berico, particolarmente importante perché legato agli avvenimenti della Grande Guerra, che saranno tema di promozione da parte di Vicenza è a partire dal prossimo anno”. Il consorzio Vicenza è adesso è impegnato a promuovere la mostra allestita in Basilica da Marco Goldin di Linea d’ombra, artefice dei successi delle mostre allestite prima a Treviso, poi a Brescia, Passariano, Genova e Rimini e dal prossimo 6 ottobre in città. Per info visita i siti www.vicenzae.org e www.vicenzabooking.com oppure telefona allo 0444.994770.

Dino Secco con Matteo Marzotto e Carla Padovan alla presentazione della App Discover Palladio alla Triennale di Milano

50

|

www.vicenzae.org

VISITE GUIDATE

PALLADIO PER MANO e i palazzi dell’arte Riaperta la stagione turistica, puntuale è ripartita anche l’organizzazione curata da Vicenza è del ciclo di visite guidate per individuali “Palladio per mano” in tutti i fine settimana  fino al 30 settembre. Il percorso del sabato pomeriggio, che inizia alle 14.30, conduce alla scoperta delle opere palladiane del centro storico di Vicenza, dal più celebre Teatro Olimpico fino a Palazzo Thiene, sede della Banca Popolare, nei sotterranei aperti eccezionalmente per i partecipanti alla visita. La passeggiata, condotta da guide turistiche autorizzate, si snoda fra le architettoniche scenografie a scoprire Palazzo Chiericati, Casa Cogollo, Palazzo Barbaran da Porto e nelle piazze dei Signori, Duomo e Castello dove pure si affacciano importanti opere palladiane. “Quest’anno precisa Carla Padovan di Vicenza è - si è anche aggiunta la novità, rappresentata dal tour della domenica mattina “I Palazzi dell’arte” che inizia alle 9.45 sempre dall’ufficio Iat di Piazza Matteotti”. Una piacevole immersione - assicurano dal Consorzio Vicenza è che coordina l’organizzazione - nelle opere d’arte vicentine del gioiello barocco di Palazzo Leoni Montanari con la pittura veneta e le icone russe, del Palazzo del Monte di Pietà con l’artigianato artistico di Viart e del Palazzo Vescovile con il museo diocesano e i Tesori di Santa Corona fra cui Il Battesimo di Cristo del Bellini e L’Adorazione dei Magi del Veronese. Il giro si conclude con la visita del Teatro Olimpico per chi non abbia già seguito Palladio per mano il giorno precedente. Il costo di partecipazione è di 12 euro per il tour del sabato, 10.00 euro per la domenica mattina e 18.00 per entrambe le visite, compresi i biglietti di ingresso. Gratuità per i ragazzi fino ai 14 anni con sconto per i soci del Touring club italiani. Sono inoltre disponibili le audio guide in lingua per i turisti stranieri, dato che occorre ricordare che un buon 45% dei turisti individuali che vi partecipano non parla italiano.   Presso l’ufficio Iat di Piazza Matteotti (tel. 0444.320854) e la sede del Consorzio Vicenza è (0444.994770 e info@vicenzae. org) sono disponibili i depliants in italiano e inglese e la possibilità di effettuare le prenotazioni.

società


PAGINA.indd 1

11/07/12 10:30


LESSINIA TRENTINA

UNA MONTAGNA INSOLITA TUTTA DA SCOPRIRE CON L’ARRIVO DELL’ESTATE la lessinia diventa IL PARADISO per gli appassionati DELLA MONTAGNA: PER RILASSARSI, GUSTARE I SAPORI TIPICI O scoprire le bellezze naturali del territorio

Panorama sui Monti Lessini - ph. Daniele Lira

F

ra Trentino e Veneto, la Lessinia è una montagna inedita, un luogo da cercare, scegliere e poi scoprire senza fretta. Il paesaggio sembra scosso solo dal vento, e la terra ha colori caldi, come il tramonto. è un luogo insolito, con ampie distese, gruppi sparsi di antichi faggi, verdi pascoli

52

| trento - comune di ala

punteggiati da malghe con tetti in pietra, ancor oggi utilizzate per l’alpeggio. Per scoprire questo territorio così ricco di fascino un’occasione speciale sono gli itinerari guidati di “Andar per malghe”, dove storia e tradizione si intrecciano ed i profumi della natura si mescolano con i sapori della cucina di montagna.

società


tERRITORIO

Voci e Luci in Lessinia

per gli appassionati delle escursioni

e altri appuntamenti

• Ogni venerdì sera di luglio e agosto Nordic Walking in the light of the night: camminata notturna con la tecnica del NW (prenotazioni al 348-3645673) • Sabato 28 e domenica 29 luglio Lessinia Bike • Domenica 5 agosto Voci e Luci in Lessinia: Guitar Republic a Malga Riondera • Sabato 11 agosto Voci e Luci in Lessinia: Alfio Antico e Puccio Castrogiovanni negli Orti Forestali a Selva di Progno • Domenica 12 agosto Festa in Malga in Località Malga Fratte • Martedì 14 agosto Voci e Luci in Lessinia: il cammino della Grande Guerra con musiche, canti e letture da Cima Sparavieri al Monte Aguz • Mercoledì 15 agosto “Danzare la pace” a Malga Riondera • Domenica 19 agosto Serata danzante alla Sega di Ala

Malga Lavacchietto - ph. Marco Simonini

Andar per malghe 2012 >> Calendario degli appuntamenti • 21 luglio Da Malga Cornafessa a Malga Coe Veronesi • 18 agosto Dalla Sega di Ala a Malga Sega, Malga Lavacchione e Malga Cornafessa • 25 agosto Da Malga Cornafessa a Malga Castelberto, Malga Foppiano e Malga Barogonolo

>> Informazioni > Ritrovo: ore 8.30 – rientro ore 16.00 circa > Tempo di percorrenza: circa 5 ore > Difficoltà: Escursionistica > Quota di partecipazione: Euro 12,00 (ridotto Euro 6,00) inclusi colazione e pranzo in malga > Iscrizioni: entro il giovedì precedente telefonando al numero 0464-674068

INFO E PRENOTAZIONE ITINERARI: Ufficio Attività Turistiche del Comune di Ala T. 0464-674068 - cultura@comune.ala.tn.it www.comune.ala.tn.it - sezione “Vita in Città”

Camminata alla Sega di Ala - ph. Marco Simonini

INFO E PRENOTAZIONI ALBERGHIERE: APT Rovereto e Vallagarina T. 0464-430363 - info@visitrovereto.it www.visitrovereto.it

Uff. Att. Culturali e Turistiche del Comune di Ala - T. 0464 674068 - cultura@comune.ala.tn.it www.comune.ala.tn.it

SEI_TN_Comune Ala.indd 53

comune di ala

53

12/07/12 10:22


AMICI DELLA MUSICA DI ASIAGO "FIORELLA BENETTI BRAZZALE" CITTÀ DI ASIAGO

EDIZIONE 46"


tERRITORIO viaggi e pellegrinaggi

TURISTI PER FEDE Nell’ “Anno della Fede” indetto da Benedetto XVI, la Regione Veneto e Opera Romana Pellegrinaggi hanno siglato un’intesa per la valorizzazione del turismo religioso nel territorio regionale

Una meravigliosa immagine della chiesa e della spiaggia di Levante a Caorle, Venezia A sinistra, Marino Finozzi, Assessore al Turismo della Regione Veneto

S

ua Santità Benedetto XVI ha indetto per quest’anno l’ “Anno della Fede” che si aprirà ufficialmente l’11 ottobre prossimo per chiudersi il 24 novembre del 2013 e che si svolgerà in coincidenza con due importanti anniversari per i cattolici di tutto il mondo, il cinquantesimo dell’apertura del Concilio Vaticano II ed il ventesimo della pubblicazione del Catechismo della Chiesa Cattolica. Il compito di proporre, animare e coordinare eventi a carattere universale legati all’anno della Fede è stato affidato al Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione,

che ha a sua volta delegato ad Opera Romana Pellegrinaggi il ruolo di braccio operativo per l’organizzazione dei flussi che dal mondo cattolico convergeranno su Roma in primis, ma in tutta Italia, per rispondere all’invito del Santo Padre e per condividere, con lui, il rinnovamento dei voti battesimali. “È sicuramente un’occasione importantissima per il turismo religioso in Veneto - spiega l’assessore regionale Marino Finozzi - pensiamo infatti ai milioni di turisti che ogni anno si muovono per raggiungere i luoghi di fede in tutto al mondo. Il Veneto in tutto il suo territorio è disseminato di >>

società

REGIONE VENETO |

55


A sinistra, una suggestiva immagine della Basilica di Santa Maria della Salute a Venezia

>> gioielli dall’inestimabile valore artistico-architettonico e, non dimentichiamolo, veri e propri luoghi di culto di fondamentale significato per i credenti. Proprio in funzione dell’Anno della Fede indetto da Benedetto XVI abbiamo adottato un protocollo d’Intesa e di Collaborazione fra la Regione Veneto e Opera Romana Pellegrinaggi per l’elaborazione e la realizzazione di collaborazioni per lo sviluppo di iniziative,

attività e azioni in gradi di incrementare il flusso di turisti e pellegrini e incrementare le attività economiche e di internazionalizzazione delle imprese venete”. “Ci siamo concentrati in particolare su un paese, il Brasile, vicino al Veneto per moltissimi motivi. Pensiamo infatti alla comunità veneta in Brasile che conta quasi sette milioni di persone, pensiamo poi alla profonda e radicata fede che caratterizza i brasiliani e avremo spiegato il perché di questo protocollo d’intesa. Vogliamo dare a tutti i brasiliani che lo desiderino la possibilità di visitare la loro terra d’origine e al contempo assaporarne anche le bellezze legate alla fede, magari poter visitare la piccola chiesetta dove i nonni si sono sposati o rifare il cammino della fede delle loro origini”. La Regione Veneto dà infatti al turismo religioso una grande importanza, tanto da farne un vero e proprio tematismo turistico. “Basta alla fretta, alla fatica e allo stress. Sono moltissimi i turisti che stanchi della solita vacanza e dei medesimi rituali scelgono destinazioni dove protagonisti sono il silenzio, il raccoglimento religioso e magri anche la meditazione. In Veneto fortunatamente offre anche questo: santuari, chiese, eremi, conventi, monasteri, luoghi della fede dislocati su tutto il territorio, molto spesso solitari e pregni di significato per la tradizione cristiana”, prosegue Finozzi, “ne cito solo alcuni, forse i più suggestivi: Padova e la Basilica di Sant’Antonio, Verona e il Santuario della Madonna della Corona di Monte Baldo, Rovigo e il santuario della Beata Vergine Addolorata, Follina e l’Abbazia di Santa Maria, Vicenza e il Santuario di Monte Berico, Feltre e il Santuario dei Santissimi Vittorio e Corona, senza dimenticare ovviamente Venezia con le sue chiese e la Basilica della Salute”.

METE RELIGIOSE, TRA COLLI, CITTà e mare In provincia di Padova, da sinistra: il Santuario di Monteortone immerso nei Colli Euganei, le Sette chiesette di Monselice e l’Abbazia di Praglia

56

| REGIONE VENETO

società


tERRITORIO

PER GRAZIA RICEVUTA Una citazione a parte meritano i cosiddetti Ex-Voto, offerte votive rese ai Santi o alla Madonna dopo aver scongiurato e combattuto situazioni di sofferenza e precarietà. La presenza a diffusione capillare di questi luoghi di devozione rappresenta sicuramente uno dei tratti più caratteristici della religiosità popolare di tutti i tempi e ha lasciato un patrimonio ed architettonico inestimabile. Vicenza e la sua provincia sono ricchissime di chiese, santuari, sacelli votivi fatti erigere per volontà della popolazione e oggi raccontano la storia, le vicende e le tradizioni locali. Esiste un vero e proprio itinerario dedicato ai “Per Grazia Ricevuta” che si snoda tra i principali Santuari ex-voto della provincia di Vicenza. Il percorso inizia con il Santuario dedicato alla Modonna di Monte Berico (nella foto a destra), patrona delle terre vicentine e della Diocesi. Situato in una splendida posizione panoramica, conserva all’interno la preziosa tela di Paolo Veronese “La cena di San Gregorio Magno” e prosegue con la Casa natale di Santa Maria Bertilla Boscardin a Brendola, dove visse la santa dell’umiltà e dell’assistenza agli ammalati in particolare ai bambini. A Lonigo si trova invece il Santuario della Madonna dei Miracoli, al cui interno è stato istituito un importante Museo degli Ex-Voto che conserva ben 350 preziosissime tavolette votive risalenti al periodo che va dal 1486 fino al 1893. si giunge poi a Thiene, con il seicentesco Santuario della Madonna dell’Olmo, eretto nel luogo della miracolosa apparizione della Vergine, a Scaldaferro di Pozzoleone sorge invece il Santuario della Madonna Salus Infirmorum. Legati a due salvataggi miracolosi della statua della Madonna sono poi i due santuari della Madonna di Pedancino a Cismon del Grappa e della Madonna dell’Acqua a Mussolente. La chiesa

della Madonna dell’Onda ricorda la tragica inondazione del Brenta che colpì San Nazario nel ‘500. Ultime due tappe di questo percorso attraverso credenze, miracoli, storie di devozione e gratitudine popolare sono la Madonna dei Capitei a Marostica e il Sacello della Madonna del Carmine a Gallio, eretto come ringraziamento per aver protetto il paese dalla violenza della Seconda Guerra Mondiale. >>

La Basilica di San Antonio a Padova, Follina in provincia di Treviso e l’isola di San Lazzaro degli Armeni a Venezia.

57


tERRITORIO

IL PERCORSO DEI DIECI CAPITELLI

CHIESE IN VALPOLICELLA

Il classico tracciato per gli amanti delle facili passeggiate, da fare tranquillamente con bimbi a seguito. L’itinerario parte dalla piazza principale di Monteforte d’Alpone (VR) e giunge alle vigne del Soave e del Recioto dei colli circostanti, lungo affascinanti sentieri scanditi dalle testimonianze della devozione popolare.

Testimonianza di una plurisecolare storia di devozione popolare, le chiese e i luoghi di culto della Valpolicella rappresentano un’occasione per scoprire luoghi dalla bellezza silenziosa e discreta, raccolti in un itinerario tra natura, arte e fede. Il percorso, lungo circa 15 chilometri, parte dal paese di Fumane dove sorge il Santuario della Madonna de Le Salette, immerso fra i cipressi del colle Incisa. La storia di questo edificio sacro è legata ad un voto degli abitanti della cittadina veronese: alla metà dell’Ottocento le viti, oggi come allora il bene più prezioso della campagna, furono colpite da un parassita. Tutto il paese partecipò alla costruzione del Santuario in onore della Madonna apparsa a Le Salette (Francia), invocando la sua protezione sui vigneti di Fumane e della vallata. Si scende poi alla volta della frazione di San Floriano, nel comune di San Pietro in Cariano, per visitare la preziosa Pieve Romanica, originaria del XII secolo. La sua imponente facciata in tufo è rimasta sostanzialmente integra nella storia mentre il campanile riprende lo stile veronese dell’epoca. Sebbene gli interventi di ristrutturazione compiuti nel tempo ne abbiano in parte alterato il carattere romanico originale, la pieve conserva opere d’arte di notevole valore, come la scultura lignea raffigurante la “Madonna in adorazione del Figlio”, la tela della “Madonna del Rosario”, il fonte battesimale scavato in un unico blocco di marmo rosso. Risalendo la vallata di Marano si incontra poi il paese di  Valgatara, dove si trova la chiesetta campestre di San Marco del XIII secolo. L’edificio ha una semplice facciata in pietra locale di Prun e un bel campanile, testimonianza della chiara impronta romanica. L’interno a navata unica ha conservato affreschi trecenteschi. Ultima tappa dell’itinerario è Marano di Valpolicella, dove sorge la Santa Maria Valverde, del XV secolo. Nelle limpide giornate di sole lo sguardo riesce a scorrere dalle colline della Valpolicella coltivate a vigneto, per raggiungere poi la Lessinia, il Lago di Garda e la città.

Nei pochi chilometri di percorso si ha la possibilità di ammirare un paesaggio a 360° a perdita d’occhio sulla Pianura Padana e le prime alture delle prealpi veronesi. Il percorso dei dieci capitelli è circolare e nei suoi 8 chilometri circa si snoda tra i bei vigneti della zona rurale attorno e sopra Monteforte d’Alpone. Aperto tutto l’anno, è segnalato da cartelli in legno, con indicazioni aggiuntive che riportano puntualmente i nomi dei capitelli, o edicole votive, che mano a mano s’incontrano. Il punto di partenza e di arrivo è Piazza Silvio Venturi, accanto alla bella chiesa ottocentesca di Santa Maria Maggiore dal monumentale pronao a otto colonne corinzie. Da qui ci si dirige verso le dolci colline che cingono la Val Ponsara e separano Monteforte d’Alpone da Soave. Il placido ondeggiare sarà scandito dalle dieci tappe, i dieci capitelli che nell’ordine sono dedicati a: Madonna con Gesù, San Pietro, Sacra Famiglia (anche detto Capitel del Foscarin), Madonna con Bambino, San Vincenzo Ferreri (protettore dei vigneti contro la grandine), Bassanella, San Giuseppe, Cristo in Croce, Regina Pacis e San Rocheto. L’altimetria della passeggiata varia dai 38 metri sul livello del mare di Piazza Venturi ai 201 metri del terzo capitello”del Foscarin”. Giunti nelle vicinanze del terzo capitello, quello della Sacra Famiglia o del Foscarin, la cima più alta della passeggiata, ci si può fermare e ammirare lo splendido panorama sulla natura circostante.

Da sinistra, Vangadizza a Rovigo e l’isola San Francesco del Deserto, Laguna Nord di Venezia

58

REGIONE VENETO - ASSESSORATO AL TURISMO www.VENETO.TO


www.aismme.org Un bambino su 500 nasce affetto da una malattia metabolica ereditaria, solo 1 su 4 viene riconosciuto in tempo. Lo Screening neonatale metabolico allargato permette una diagnosi precoce che evita al bambino gravi handicap o la morte. VERONICA PIVETTI Testimonial della campagna di sensibilizzazione ed informazione

Nel sito dell'associazione www.aismme.org si possono trovare informazioni sui centri cura, diagnosi e screening delle malattie metaboliche ereditarie.

Iniziativa nazionale di sensibilizzazione promossa da AISMME Onlus con il patrocinio di:

Dona il tuo 5 per mille ad AISMME ONLUS Inserisci il codice fiscale dell'associazione 9 2 1 8 1 0 4 0 2 8 5 e la tua firma nella tua dichiarazione dei redditi (CUD, 730, Unico)

Lun. - Ven. 10.00 / 17.30 da rete fissa

PAGINA.indd 1

Associazione Italiana Sostegno Malattie Metaboliche Ereditarie Onlus info@aismme.org - Tel. 049 99.00.700 IBAN IT 93 X 05018 12101 000000121810 11/07/12 11:00


> Inizio attività: 1984 > Età Fondazione Exodus: 28 anni > Strutture/comunità: 40 Italia; 12 estero   Dipendenti: 100 > Volontari a tempo pieno: 250 > Costi di gestione annuali: 8 milioni di euro > Entrate: circa 4 milioni euro da contributi pubblici, i rimanenti 4 milioni di euro da attività lavorative interne e donazioni > Ragazzi accolti in 28 anni: circa 25.000 > Percentuali di recupero in base all’eta: over 35 anni circa il 40% ; 18-35 anni circa il 55%;  under 18 anni il 72%

Sopra, il motto del progetto presente su striscioni, magliette e gadget

DON antonio MAZZI

Tremenda voglia di vivere CENTRI GIOVANILI DON MAZZI: COSA SONO E DOVE SONO. LA PAROLA D’ORDINE E’ “PREVENZIONE”

S

ono luoghi in cui è protagonista la “tremenda voglia di vivere” dei ragazzi e, quando non c’è, si tira fuori! Sono luoghi d’incontro, di sport, musica, cultura e teatro per giovani e famiglie. Sono luoghi di formazione e di approfondimento per la persona (giovane e adulta) e per le tematiche giovanili. Sono luoghi in cui non si cerca un’alternativa alle tante e varie (a volte belle a volte scarse) proposte per i giovani, ma in cui si punta a fare rete tra le agenzie educative del territorio per ricordare a tutti che solo se si è insieme si raggiungono i risultati (come ricordano le linee guida di tutti i documenti ufficiali di prevenzione al disagio giovanile). I Centri Giovanili Don Mazzi sono una proposta positiva per 60

| CENTRI GIOVANILI DON MAZZI

i ragazzi per aiutarli a credere nella parte più bella e sana di sé. Si tratta di fare prevenzione al disagio e alle dipendenze nel tipico modo di Don Antonio Mazzi attraverso le 4 ruote educative di Exodus: musica e danza, sport, teatro e volontariato, a cui si aggiunge la formazione e l’incontro continuo. Sempre presente il motto tipico: “Riservato a chi ha una tremenda voglia di vivere” su striscioni, magliette e gadget. Casa di Beniamino a Cavriana (in provincia di Mantova) è uno di questi centri, nata come comunità di recupero per giovanissimi e giovanissime dai 16 ai 25 anni (attività che continua tutt’ora) ha avviato da molto tempo proposte sportive per aprire la comunità alle persone del territorio circostante organizzando eventi con comici e gruppi musicali nazionali (da


formazione

Il mondo di Don Antonio Mazzi formazione e prevenzione

Don Antonio Mazzi con Gabriele Viale, manager sportivo ed ex atleta, anima vicentina del Progetto Sport Sociale targato Don Mazzi. A destra, Giovanni Mazzi, nipote di Don Antonio e responsabile del Progetto Sport

Elio e le Storie Tese, Gene Gnocchi, Jerry Calò, i Lost, Raul Cremona, Dado, etc.), eventi teatrali di nicchia, cene e tornei di calcio a cinque aperti alle società sportive e ai giovani (tornei serali e notturni), grandi eventi sportivi con la Nazionale Cantanti e per la Sicurezza Stradale, incontri con le scuole e molto molto altro L’obiettivo del progetto ancora come il bel è fare prevenzione progetto di “Ciak al disagio e alle Your Time” che dipendenza attraverso vede i ragazzi protagonisti di un video le 4 ruote di exodus: musica e danza, sport, musicale o di un teatro e volontariato cortometraggio da loro prodotto. Altre sedi sono a Viterbo con l’associazione Juppiter, in Lombardia con Tremenda XXL. La comunità di Jesi nelle Marche e poi Africo in Calabria e sempre più sedi di comunità si stanno organizzando per passare dal recupero alla prevenzione. Tante le attività sparse in tutta Italia a seconda della caratteristica distintiva di ogni sede: lezioni di musica, danza e teatro; laboratori di teatro; partnership con i settori giovanili delle associazioni sportive; promozione allo sport nelle classi; animazione; formazione per genitori e figli; collaborazioni con giovani bande musicali e molto altro ancora. Per gli staff che lavorano a questi progetti sono fondamentali i valori dell’insegnamento del grande San Giovanni Bosco: ogni ragazzo è speciale, nessuno è irrecuperabile. Alcune parole chiave dell’esperienza educativa: il cammino fuori e dentro di sé, la meraviglia delle piccole cose, la follia di chi non si accontenta di una vita mediocre, l’incontro delle fragilità personali e l’essenzialità della vita. I Centri Giovanili Don Mazzi sono aperti a tutti: bambini, ragazzi, giovani, associazioni sportive e culturali, amministratori locali, insegnanti, parrocchie, famiglie, genitori e individui che sanno mettersi in discussione.

>> Fondazione Exodus Exodus nasce nel 1984 nel Parco Lambro, a Milano. Don Mazzi propose di risanare l’area con il supporto degli stessi tossicodipendenti che lo frequentavano e dei cittadini: ebbe così inizio il Progetto Exodus come esperienza di “viaggio” con le comunità itineranti ma anche con le prime comunità residenziali. Dal 1996 il progetto si è costituito in Fondazione. Oggi Exodus si articola in 5 aree: prevenzione nelle comunità, attività per il tempo libero nei centri giovanili, progetti degli Educatori senza Frontiere nel Sud del Mondo, attività lavorative nelle cooperative, comunicazione. >> Cooperative Hanno lo scopo di permettere il primo inserimento lavorativo agli ospiti delle comunità, realizzando così concretamente l’ultima fase del programma terapeutico. Si occupano di gestione di case vacanza, progettazione e manutenzione del verde pubblico e privato, apicoltura e smielatura, traslochi e sgomberi, laboratori di falegnameria e restauro, e molto altro... >> Educatori senza frontiere Nasce nel 2005 con l’intento di formare educatori competenti e disponibili a condividere situazioni difficili nei vari Paesi del mondo. Il metodo propone la formazione come un viaggio alla scoperta di sè e dell’altro. Le sedi attuali sono 3: Ambalakilonga in Madagascar, Casa Juan Pablo II e casa “Il grande albero di don Zega” in Honduras; ma i progetti sono presenti anche in Brasile, Ruanda, Ucraina, India e Angola. >> Comunicazione/formazione L’impegno quotidiano di Exodus consiste nella comunicazione di valori positivi nel contesto della scuola, della famiglia e della società. Exodus comunica attraverso: • Tremenda Edizioni, che produce una linea cartotecnica per la scuola; • gli eventi come convegni, dibattiti, concerti, tornei sportivi, incontri nelle scuole e nelle parrocchie;   • Don Antonio Mazzi, con le sue pubblicazioni, le rubriche sui periodici, la partecipazione ai dibattiti televisivi; • il web: il sito www.exodus.it, ma anche i nuovi social network. >> Centri giovanili Progetto nato nel 2012, si pone l’obiettivo di creare gli “oratori del 2000”. Centri di aggregazione a prevenzione del disagio giovanile, dove primeggino avventure per adolescenti incentrate su canto, musica, sport e volontariato. Azioni per sviluppare il protagonismo positivo dei giovani. Sviluppare lo sport sociale per insegnare le regole di una sana competizione ed il fair play. Prevenire la solitudine, l’ozio, la sedentarietà, le cattive compagnie ed agire concretamente contro l’inadeguatezza delle strutture di riferimento (famiglia e scuola) per non perdere anche i migliori giovani della nostra società.   

Fondazione Exodus www.exodus.it

61


PagineTabellari.indd 4

19/03/12 15:16


territorio

Carta Prepagata Gardaland

banca popolare di vicenza

bpvI e Gardaland Resort: una partnership vincente La banca Popolare di Vicenza offre a giovani e famiglie prodotti bancari dedicati, sconti e il concorso “Natale a Gardaland”. E per i correntisti ingresso al parco con lo sconto del 20%

B

anca Popolare di Vicenza e Gardaland hanno stretto una partnership finalizzata al lancio di iniziative di comarketing ed allo sviluppo di prodotti e servizi che consentiranno di accedere alle attrazioni del Parco usufruendo di sconti e agevolazioni. La partnership si concretizzerà in numerose iniziative che verranno proposte a giovani e famiglie, segmenti di clientela molto importanti sia per l’Istituto che per il celebre Resort. Banca Popolare di Vicenza ha creato tre nuovi prodotti brandizzati Gardaland con agevolazioni dedicate: Libretto Primi Amici Prezzemolo un libretto di deposito a zero spese rivolto ai minori tra 0 e 12 anni, con tasso del 3% per i primi 3 anni; Carta Prepagata Gardaland per

prelevare, fare acquisti e pagamenti in tutta sicurezza (la carta è venduta online e in filiale al costo di 6 €); il Conto Famiglia Gardaland, un conto corrente rivolto ai nuovi clienti con canone di 3 € al mese, operazioni illimitate e un set completo di servizi bancari e assicurativi dedicati alla famiglia. Con il Conto Famiglia Gardaland la Carta Prepagata Gardaland è gratuita. Contestualmente all’apertura del conto i clienti riceveranno in omaggio n. 2 biglietti per l’ingresso gratuito a Gardaland Park. I tre prodotti sono abbinati a importanti vantaggi: consentono infatti di accedere, senza attesa, al Gardaland Express Mammut e di ottenere speciali sconti per Gardaland SEA LIFE Aquarium ed alla Pizzeria Saloon interna al parco divertimenti.

nella foto in alto Giornata dedicata ai clienti BPVI con ingresso a Gardaland a metà prezzo svoltasi il 28 maggio 2012

“La partnership tra Banca Popolare di Vicenza e Gardaland ha dichiarato Samuele Sorato (nella foto), Direttore Generale di Banca Popolare di Vicenza - è vincente poiché crea un’intelligente sinergia di vantaggi reciproci. L’intesa consente alla Banca di sviluppare prodotti e servizi che possono diventare un’occasione di risparmio e di divertimento per i suoi clienti garantendo a Gardaland la sicurezza di un partner bancario solido e affidabile. Inoltre il particolare core business di Gardaland, legato allo svago e al divertimento, rende questa partnership particolarmente di interesse per le famiglie e i giovani, ai quali la Banca rivolge una costante attenzione.”

Inoltre tutti coloro che, nel periodo dal 2 luglio 2012 al 30 settembre 2012 sottoscriveranno almeno uno dei 3 prodotti, parteciperanno di diritto al concorso a premi “Natale a Gardaland” che prevede l’estrazione di 5 pacchetti soggiorno per 4 persone presso il Gardaland Resort in data da scegliersi tra l’8 dicembre 2012 e il 6 gennaio 2013. L’Istituto bancario ha inoltre attivato la vendita presso le proprie Filiali dei biglietti d’ingresso al Parco garantendo a tutti i correntisti il prezzo scontato di 30 € con uno sconto del 20% sul prezzo iniziale. Infine, per le esigenze di prelievo contante o altri servizi utili, è in corso di installazione uno speciale sportello ATM di Banca Popolare di Vicenza all’interno del Parco.

banca popolare di vicenza società

63


Ogni ultimo MERCOLEDÌ del mese

uno SCONTO REALE del 10% alla cassa, sul totale della spesa.

VERONA

BRESCIA

VICENZA-PADOVA

IPERALIMENTARE ROSSETTO

SUPER ROSSETTO

L’AFFARE E’

All’interno del C.C. “La Grande Mela Shoppingland” Lugagnano di Sona (VR)

SUPER ROSSETTO Corso Milano (VR) Via Spaziani, 12

Parona (VR) Strada per Arbizzano, 10

S. Maria di Zevio (VR) Via Tre Ponti, 2

Lugagnano (VR) Via Betlemme, 20

Concesio (BS) Via Triumplina Piazza Caduti di Nassiriya

Castenedolo (BS) (Loc. Bettole) Via Don Andrea Recaldini, 1

Montichiari (BS) Via Mantova, 142

Desenzano (BS) Via Serio, 2

www.rossettogroup.it

Ci trovi anche su

Torri di Quartesolo (VI) Via Brescia, 31 - Zona “Piramidi”

IPERALIMENTARE ROSSETTO San Giorgio delle Pertiche (PD) all’interno del C.C. “Le Centurie” (Entrata Ingresso nord) Via caselle, 1


economia/OPERE

BRESCIA, VERONA, VICENZA

Le GRANDI OPERE SECONDA PARTE di Martino Soriano

Come cambiano le città: mobilità, urbanistica, viabilità

metrobs

ponte san francesco

la cittadella berica

città di grandi opere |

65


ENACUS® SOTTILE

ELEGANZA

,/-

/ /

/

-···~

~

/

~~

____/

'-

"'---··

"

_

___,_

':.·-

'· ,,

.,,

.

'

http://www.ferraribk.it/travertino Le lastre Travertino della nuova linea Benacus® permettono di combinare la classica eleganza, caratteristica della pietra naturale che le ha ispirate, con la durevolezza e la resistenza di un materiale innovativo sviluppato dalla nostra ricerca tecnica. Straordinariamente resistente all'acqua e alle più diverse condizioni climatiche, Travertino di Benacus® è il materiale ideale per realizzare pavimentazioni di pregio in ambienti esterni pedonali e carrabili.

Ferrari BK s.p.a.- Via Santa Caterina, 7 - 37023 Lugo di Grezzana (VR) TeL 045 880 10 66- fax. 045 880 16 33- www.ferraribk.it- info@ferraribk.it


Ph. Ottavio Tomasini

economia/OPERE

A BRESCIA

MetroBS, conto alla rovescia A fine anno saranno ultimati i lavori di un’opera molto attesa, che avvicina Brescia alle grandi città italiane

U

sono state realizzate calcolando ann progetto attesissimo, dopo 8 anni dai primi che le possibili sollecitazioni sismiche, quello della metropolitana lavori arriva nella per garantire ai bresciani di spostarsi di Brescia, che collegherà i quartieri nord della cit- leonessa d’italia un po’ in piena sicurezza, tenendo l’auto in di danimarca garage e aiutando a ridurre l’inquità con quelli della zona sud-est, pasnamento e il traffico. Dopo otto anni sando per il centro storico. è infatti dai primi lavori per la costruzione della linea, i mezzi da quasi trent’anni, dopo l’impulso dato dalle prime medell’Ansaldo Breda stanno portando nella Leonessa d’Itropolitane senza conducente, che a Brescia si pensa ad talia un po’ di Danimarca, considerando che si tratta deun progetto così importante, un’idea ingegneristica che gli stessi treni attivi nel paese della mobilità sostenibile. affascina le menti razionali e che pone molta attenzione anche alla qualità e alla sicurezza. Le opere strutturali >>

città di grandi opere |

67


economia/OPERE

Ph. Ottavio Tomasini

A destra, l’interno dei vagoni della MetroBS in un momento di collaudo Sotto, il deposito della metropolitana e il veicolo

Ph. Ottavio Tomasini

metroBS

I numeri della metro 2a metropolitana automatica d’Italia, dopo Torino 9 gli anni di lavoro necessari per il completamento (2003-2012)

1985 primo studio di fattibilità per portare la metropolitana a Brescia 935mln di euro: costo finale dell’opera.

Foto Lucini

Finanziata da Comune (300 milioni, di cui 200 milioni di mutuo), Regione (72 milioni), Brescia Mobilità S.p.A. e Brescia Infrastrutture (265 milioni, di cui 220 milioni di mutuo), attraverso un mutuo trentennale (240,3 milioni) e da un contributo statale (298 milioni). Infine, a marzo 2012, il Cipe (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) ha stanziato 71,6 milioni. Il restante denaro necessario va reperito.

Il percorso si estende per 13,1 km e le stazioni sono 17: 5,9 km in galleria profonda (8 stazioni) 3,8 km previsti in trincea coperta (5 stazioni) 1,7 km a raso (2 stazioni) 1,7 km in viadotto sopraelevato (2 stazioni)

68

| città di grandi opere

L’opera, di proporzioni enormi anche dal punto di vista economico, promossa e finanziata da una joint venture creata da Comune di Brescia, Regione Lombardia e Brescia Mobilità S.p.a., sta per essere offerta alla città, pronta a ricevere critiche e suggerimenti. 17 stazioni e circa 13 km di linea sono i numeri di questo progetto, che per essere accolto nel migliore dei modi si sta facendo aprire la strada da un cartone animato visibile in rete. “Capitan Giovanni e l’avventura in città” è il titolo del cartoon in 3D realizzato grazie alla collaborazione tra le agenzie Edworks, Borgo Creativo, Raineri Design, Cassani, con il prezioso supporto di Davide Simon Mazzoli, che racconta l’avventura di Brescia dalla preistoria ai giorni nostri. In un divertente percorso insieme ai due fratelli Monica e Giovanni, al robottino Brixy e alla sfera luminosa Bell, la fine dei lavori lo spettatore va alla scoè attesa per il perta della tecnologica ed 31 dicembre 2012 innovativa metropolitana di Brescia. Il progetto, sviluppato in collaborazione con Brescia Mobilità, Brescia Infrastrutture, Editrice La Scuola e Centrale del Latte di Brescia, ha coinvolto 55 scuole che parteciperanno alla fase conoscitiva, in modo da trasmettere ai bambini le notizie e l’educazione ambientale necessarie per comprendere le potenzialità della metropolitana, un mezzo adatto anche ai più piccoli. Ma l’attenzione verso le categorie più deboli è testimoniata anche da altre iniziative, come la collaborazione con l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, per la quale una delegazione bresciana ha visitato i cantieri delle stazioni per offrire osservazioni e consigli sulla segnaletica per gli ipovedenti e sullo sviluppo di percorsi tattili che possono migliorare l’autonomia delle persone affette da una disabilità collegata alla vista. Allo stato attuale i lavori sono in corso senza sosta, con 17 cantieri aperti affidati a ditte esclusivamente bresciane, che si occuperanno anche di riqualificare strade e piazze inserendo spazi verdi affinché l’opera si caratterizzi non solo come funzionale e utile ma anche come bella e sostenibile. I tempi previsti per la fine dei lavori? Dall’assessorato ai Lavori pubblici promettono che per il 31 dicembre 2012 sarà tutto pronto.


A Cavaion Veronese

Nel centro di Cavaion Veronese, Corte 21 offre appartamenti con finiture esclusive e servizi comuni innovativi: laguna pool riscaldata, grande palestra attrezzata, zona benessere con sauna, bagno turco e idromassaggio, library e area gioco bimbi. Appartamenti a partire da Euro 199.000.

A Peschiera del Garda

Con grandi terrazze vista lago, ampi spazi verdi, comodi parcheggi e piscina a laguna, Loggia del Garda rappresenta la giusta soluzione per chi ricerca l’eccellenza abitativa nel centro di Peschiera del Garda. Appartamenti esclusivi con finiture di alto livello e dotazioni tecnologiche d’avanguardia a partire da Euro 210.000.

Vieni a scoprire Corte 21 e Loggia del Garda nel nostro show room di Piazza Viviani 8, a Verona. Per informazioni: Tel. 045 597776 info@ qualitylivingverona.it | www.qualitylivingverona.it

Corte 21 e Loggia del Garda sono iniziative promosse da:


MER-121888-inserzione verona.idlk 1

CONS

TA Tan zero P-RONtaeg zero – zero spese EGNA

CUCINA CON ELETTRODOMESTICI

euro

MER-121888-inserzione verona.idlk 1

euroA TASSO ZERO 60 RATE

-50 %

a Prezzo di cosTo Le foto sono puramente indicative, i prezzi possono subire variazioni. Offerta valida fino ad esaurimento scorte.

30/03/12 14:16

30/03/12 14:16

cucine in PronTa consegna

CUCINA CON ELETTRODOMESTICI TA PRON GNA E CONS

980

con laVasToViglie in regalo!

Cucina mod. 718 cm. 300 completa di elettrodomestici. Cucina mod. 718 cm. 300 completa di elettrodomestici.

con lavastoviglie in regalo misura 360 cm

1670 € Completa di elettrodomestici

Art. z330

980 980 CUCINA CON ELETTRODOMESTICI

30/03/12 14:16

euro

TA PRON GNA E CONS


Ph. pontesanfranesco.it

economia/OPERE economia

A Verona

Nuovo Ponte San Francesco In posizione strategica, sarà il primo ponte antisismico veronese, pronto per offrire più spazio e sicurezza ai veronesi che entrano in città tutti i giorni

P

La novità importante per quest’opera è la sinergia tra il onte san Francesco, a Verona, è una struttura Comune e il gruppo Agsm, sinergia testimoniata anche che sarà presto trasformata, perché i 14,5 medall’iniziativa che sta consentendo di monitorare quotri di larghezza che attualmente misura risultidianamente lo stato dei lavori attraverso il sito www. tano insufficienti per le necessità del traffico pontesanfrancesco.com. La d’oggi. Diventeranno inscelta vincente è stata sicufatti 20, con quattro corramente quella di pensare ad sie (due per ogni lato), e un cantiere unico per diversi piste ciclabili in entramlavori, per evitare che i canbi i sensi di marcia. Del tieri sulle strade in momenti ponte costruito nel 1930 differenziati interrompessero dal progetto di Arturo la circolazione in più moMidana e poi fatto esplomenti, limitando i disagi per dere dai tedeschi in fuga i cittadini in una delle zone nella notte del 25 aprile Ecco come apparirà Ponte San Franscesco una volta ultimati i lavori >> 1945, rimarrà ben poco.

città di grandi opere |

71


economia/OPERE A destra, lavori in corso. Piastrellatura delle piste ciclabili rialzate di circa mezzo metro rispetto alla strada per aumentare la sicurezza Sotto, il disegno in sezione del ponte

ponte San Francesco CENTRO CITTà

piazzale porta nuova

I numeri 1° ponte veronese antisismico 1000

metri cubi di calcestruzzo

230 tonnellate di armatura d’acciaio 120 tonnellate di acciaio per carpenteria strutturale

più trafficate della città scaligera. Ma non si tratta solo di lavori per migliorare la viabilità, perché ad essere interessati sono anche le condotte del teleriscaldamento che permetteranno di estendere il servizio alla Questura, alla Divisione traffico del Comune e all’Università, considerando anche il nuovo campus universitario residenziale che nascerà in zona santa Marta e Passalacqua. In superficie sarà comun cantiere unico pletamente rifatto anche per diversi lavori: l’impianto di illuminanuovo ponte, teleriscaldamento, zione pubblica con lampioni a led, e forse anche illuminazione per questo i lavori stanpubblica no subendo un ritardo di due mesi circa sui tempi inizialmente stabiliti, ma si tratta pur sempre di un ritardo tollerabile. Una volta completato, il ponte lungo 120 metri risulterà sei metri più largo di prima, con piste ciclabili rialzate di circa mezzo metro rispetto alla strada, per aumentarne la sicurezza. Si tratta di piste larghe tre metri ciascuna, montate su sei archi di acciaio collegati alla struttura. Ma la cosa più importante di questo progetto è ciò che lo muove, ossia l’adeguamento antisismico secondo le nuove norme del 2008 e mai come oggi attuali. Il costo dei lavori? 3 milioni e 350mila euro.

2250 metri quadrati interrati 8 camion da 56 tonnellate ciascuno per il collaudo statico 20 metri di larghezza ( contro i 14,5 di prima) 4

corsie (due per senso di marcia)

2 piste ciclopedonali su entrambi i lati della carreggiata

72

| città di grandi opere

Informazioni utili Per seguire l’avanzamento dei lavori e conoscere news di rilievo per la cittadinanza visita il sito www.pontesanfrancesco.com


Lascia a casa casa l’auto, pr prendi endi il tr treno. eno.

Con DB-Ă–BB EuroCity EuroCity oCity,, Innsbruck da 29 euro euro*. *tarif a posti limitati, a tratta, a persona. *tariffa

Prenota su:

www.bahn.com/it www www.obb-italia.com

Sales partner


Vicenza - Via del Lavoro, 37 - Tel. 0444 96 55 56 Bassano - Via Veneto, 4 - Tel. 0424 50 21 64 Schio - Via Lago di Garda, 110/A - Tel. 0445 57 55 88 PAGINA.indd 1

Verona - Via Basso Acquar, 30 - Tel. 045 8069144

11/07/12 12:31

Vicenza - Via del Lavoro, 37 - Tel. 0444 96 55 56 Bassano - Via Veneto, 4 - Tel. 0424 50 21 64 Schio - Via Lago di Garda, 110/A - Tel. 0445 57 55 88 Verona - Via Basso Acquar, 30 - Tel. 045 8069144


economia/OPERE NE IO GL HI CC BA

RETRONE

CENTRO CITTà

UNIVERSITà

NUOVO TRIBUNALE STAZIONE FS

autostrada a4

A vicenza

La cittadella berica A Borgo Berga, nell’area adiacente Il nuovo tribunale, un progetto di riqualificazione che ha l’obiettivo di valorizzare l’immagine di un’area urbanisticamente significativa

O

anni, il nuovo tribunale (da alcuni chiamato Alcatraz riginariamente si chiamava Berga. Questo per le forme non proprio fluide), e da un progetto ad sembra essere stato il primo nome di Viesso collegato che darà un nuovo volto alla città. Con cenza, il cui nucleo antico si è sviluppato ai la presenza in loco dell’Arco delle Scalette e della vilpiedi di Monte Berico (Berico, Bergo, Bela La Rotonda (entrambi progetti rego), dove s’incrociano i fiumi Recinque blocchi tra palladiani), il rigore formale in fase trone e Bacchiglione che in passato hanno favorito l’insediamento del autorimesse, costruzioni di progettazione ed esecuzione non complesso industriale per la lavo- residenziali, direzionali poteva non emergere e la coppia e commerciali oltre ai di architetti e paesaggisti Gonçalo razione del cotone. Ora quest’area parchi in cui inserire Byrne e João Nunes hanno lavorato è interessata da una delle opere più le strutture >> discusse e tormentate degli ultimi

città di grandi opere |

75


economia/OPERE A destra e sotto, rendering che mostrano il risultato finale del progetto Borgo Berga

la città in città CENTRO CITTà UNIVERSITà

TRIBUNALE

Il progetto è stato suddiviso in tre grandi ambiti di posizione: commerciale e ristorativo, direzionale-residenziale e commerciale

residenziale molteplici tipologie di appartamenti direzionale/RESIDENZIALE uffici da 50 a 1000 mq commerciale 25 negozi di varie dimensioni

PARCHEGGI PUBBLICI E PRIVATI 1500 posti auto

flussi viabilità

territorio

76

| città di grandi opere

al progetto “Borgo Berga” (gruppo Maltauro e Codelfa) considerando anche le importanti novità viabilistiche apportate. L’idea è quella di creare una sorta di nuovo isolato dove troveranno spazio cinque blocchi tra autorimesse, costruzioni residenziali, direzionali e commerciali, oltre naturalmente ai parchi in cui inserire le strutture. Il disegno complessivo della nuova viabilità di accesso e di attraversamento dell’area comprenderà la costruzione di tre nuovi ponti e una nuova urbanistica realizzata per servire il tribunale e le strutture menzionate, con il preciso intento di non interferire con la nuova piazza ciclo-pedonale e di privilegiare la mobilità sostenibile. Il progetto è stato sviluppato con la suddivisione in tre grandi ambiti, nello specifico quello ristorativo, direzionale-residenziale e l’ultimo completamente residenziale verso sud. All’interno vi sarà anche un edificio razionale contenente due livelli di parcheggio per oltre 400 automobili, un supermarket e attività ludiche e ristorative. Dopo la dismissione dell’opificio negli anni ’70, Borgo Berga aveva perso il fascino originario vedendo nel tempo una perdita di valore degli edifici circostanti, ma i nuovi progetti vanno a contrastare il trend cercando una valorizzazione di un territorio che acquisirà grazie alla localizzazione del palazzo di giustizia un’importanza strategica notevole. L’impatto ambientale sarà sotto costante osservazione, anche per limitare e “aggiustare” alcuni irreparabili errori estetici del tribunale, dando al progetto Borgo Berga l’importante responsabilità di addolcire e inserire nel territorio edifici e realtà integrabili e sostenibili. Proprio per questo la scelta di affidarsi a Byrne e Nunes, importanti firme internazionali dell’architettura e del paesaggismo, come sottolinea Paolo Dosa, amministratore di SviluppoCotorossi, l’associazione di imprese che riunisce il Gruppo Maltauro e Codelfa “Per vastità, collocazione e delicatezza il sito meritava una firma importante e per un segno di continuità con Palladio serviva un architetto di fama internazione noto per la sensibilità e la professionalità”. I due portoghesi erano già noti in Italia e a Vicenza per alcuni importanti interventi come il progetto del liceo Pertile ad Asiago o l’impegno come conferenzieri nelle Università di Venezia, Harvard e Milano. La speranza, per quanto riguarda Borgo Berga, è che il territorio possa riuscire a ricreare un dialogo con la bellezza di Monte Berico, assicurando quella linearità e quel collegamento che da qualche anno è andato perso.


PAGINA no bianco.indd 1 ADV_tonello.indd 1

26/06/12 12:01 06/07/12 14:39


'

o

Dal 7 Luglio* Saldi e tante Animazioni: fino al22 Luglio il Parco Avventura dal27 Luglio al12 Agosto le Barchette dal17 Agosto al 2 Settembre la Mongolfiera

NUOVA E UNICA! www.lagrandemela.it

Lugagnano di Sona (VR)

l S.S. 11 Verona Peschiera Uscite Autostradali: Sommacampagna A4 l Verona Nord A22

8 Grandi specialisti e 120 Negozi l dal lunedì al sabato 9.00- 21.00- domenica 10.00- 20.00 Un Piano di Divertimento l aperto 365 giorni l'anno con orario continuato

rossetto

J65giornidigrande rispnrmio

cotéjef

{iE,çf(Y/1

PEI,.IJ~RI ~~J

~ 2.~~


economia

finanza accessibile

La voce dell'ecoNomia di Carlo FORTE

intervista a Sebastiano Barisoni, esperto di economia, alfiere di Radio24, cresciuto nel cuore di Verona

È

tra le voci più conosciute dagli italiani. I viaggi in auto o gli affari di casa odorano sempre più di economia anche grazie a lui. Parliamo di Sebastiano Barisoni, caporedattore di Radio24 nonché conduttore di Focus Economia, la trasmissione che affronta i temi caldi dell’economia senza scadere nell’incomprensibile terminologia tanto cara ai cosiddetti esperti della materia. Dopo un esperienza alla Nazione di Firenze e al Corriere delle Sera approda a Londra dove per tre anni conduce i telegiornali del canale finanziario Bloomberg television per poi tornare

in Italia nel 1999 quando, per volere del Gruppo Sole24Ore, nasce Radio24. Il successo della prima radio italiana si basa su un palinsesto ben strutturato e sull’attenzione alla scelta dei conduttori rendendola un’eccellenza nel panorama radiofonico. Sebastiano Barisoni e Giuseppe Cruciani sono i giornalisti più noti al grande pubblico. Ma se il secondo lascia il segno per la sua dissacrante irriverenza, il primo si è fatto apprezzare per la competenza e la capacità di rendere comprensibili argomenti talvolta tecnici e complessi, tant’è che tra il suo pubblico gli esperti di economia sono ora una minoranza. 79


NIKON

SUPER ZOOM COOLPIX SJJOO 16 MP. Obiettivo zoom ottico grandangolare NIKKOR 6x (26-156 mm). Registra filmati nitidi a 720p con il pulsante dedicato.

REFLEX EOS 10000 CON OBIETTIVO 18-55 Senso re CMOS da 1O,1 Mpx. Scatto continuo a 3 fotogrammi al secondo. Sistema di messa a fuoco automatica a 7 punti ad area allargata.

SONY

COMPATTA LEGGERA DSC W620 Obiettivo grandangolo 28m m con zoom 5x. Registra video HO a 720p. Modalità Panorama a 360°. 14,1Mpx.

COMPATTA ROBUSTA TG320 Antiurto sopporta cadute da 1,5mt, impermeabile fino a 3mt e resistente al gelo. Registra filmati in HO 720P e foto a 14Mpx di qualità. Ampio zoom ottico da 3,6x grandangolare. HO MI.

co

LIQUID IMAGE

MASCHERA DA IMMERSIONE CON FOTOCAMERA INTEGRATA LQ7889 - LQ7890 5Mpx disponibile nelle misure Medium e Large LQ7638 8Mpx LQ7891 5Mpx Filmati HO

e

AGOSTO SEMPRE APERTI


economia

Pochi sanno però del legame familiare tra Barisoni e il Veneto. Pur nato a Roma (padre veneziano e madre istriana), ha vissuto tutta la sua infanzia e adolescenza a Verona, dove ha frequentato le scuole fino al liceo, ed è tutt’ora accanito tifoso dell’Hellas. Un rapporto, quello con Verona, ancora molto stretto. «Quando posso ci torno, abitano lì i miei genitori e i miei fratelli. Ma spesso vado anche a Venezia, nella casa che fu di mia nonna. Ma Verona è rimasta nel cuore non solo calcisticamente tant’è che a Milano, nel poco tempo libero, mi rendo conto di frequentare molti veronesi, e mi sembra di tornare alla mia giovinezza», confessa Barisoni. Dopo la laurea con lode in scienze politiche infatti, Barisoni vola oltre Manica ad imparare i segreti del mestiere. Il giornalismo britannico è una nave scuola, soprattutto perché gli insegna che qualunque concetto può essere spiegato in maniera semplice e accessibile. Come sei arrivato al giornalismo? Quali studi ha fatto? «Mi sono laureato in scienze politiche con indirizzo antropologico e ho poi frequentato la scuola di giornalismo a Milano, cominciando a muovere i primi passi in redazione. Poi l’esperienza a Londra. Bloomberg television mi ha dato molto, il giornalismo inglese è schietto e diretto, arrivando al sodo senza troppi fronzoli e senza bisogno di usare termini complessi per dimostrare che si “ha studiato”»

Sembra che tu stia facendo una crociata contro il dilagare degli inglesismi, nonostante la lingua di Shakespeare non ti sia estranea. «Certamente! Conoscere le lingue è importante, ma non c’è motivo di usare termini inglesi quando esiste il corrispettivo in italiano, è solo un modo per darsi un inutile status» Economia spicciola; esiste un decalogo magico per uscire dalla crisi? «Capire che è un cambiamento epocale non una crisi momentanea, attrezzarsi, cambiare mentalità e modelli di impresa magari facendo più rete, non pensare che di fronte al cambiamento uno possa stare fermo: verrà travolto»

Start up. Fenomeno di costume o reale opportunità? «Senz’altro opportunità. A volte è bastato un piccolo investimento per raggiungere grandi risultati, che hanno interessato poi molti “oggi è importante altri settori. Ma le banche ci devono essere e decomprendere vono crederci»

in modo semplice una materia che non è più per pochi addetti ma interessa a tutti”

Da Facebook si capisce che il pubblico ti segue e ti apprezza. Pensi che questo dipenda dall’interesse per i temi economici o dal fatto che Focus economia tratta la materia con chiarezza, lasciando il linguaggio accademico ad altri? «È proprio questo, il successo dipende dal fatto che si declina l’economia in un modo comprensibile a tutti, perché oggi è importante comprendere in modo semplice una materia che non è più per pochi addetti ma interessa oramai tutti, come dimostra la crisi» Ad esempio? «Lo spread. Molti lo nominavano a sproposito senza sapere cosa fosse. Bastava raccontarlo, con il linguaggio della quotidianità, e paragonarlo a quello che capita ad un normale cittadino: più sei considerato a rischio più alto è l’interesse che devi pagare alla banca per farti prestare i soldi. Lo spread è la differenza tra l’interesse che paghi tu e quello che paga il cliente più affidabile di tutti»

Milo Manara ha definito Verona “città dalle grandi contraddizioni”, dove l’odio degli ultras viene messo in secondo piano da manifestazioni di altruismo come quella di Daniele Combon, fondatore dei comboniani. Pensi che la tua città, e il Veneto in generale, siano accoglienti e generose o chiuse e diffidenti? «Sono d’accordo che vi siano forti contraddizioni: una terra di emigrazione e anche forte solidarismo sociale di matrice cattolica, negli ultimi decenni è apparsa più come luogo di intolleranza, separatismo e anche razzismo. In realtà le contraddizioni sono il frutto di un accumulo di ricchezza rapidissimo, quasi “californiano” senza una narrazione culturale in grado di interpretarlo. Tu non puoi passare in una generazione dalla pellagra alle ville al mare pensando di non avere scompensi sociali. La chiusura verso l’estraneo, l’isolazionismo del “fasso tuto mi”, sono la conseguenza di un individualismo esasperato tipico di chi ce l’ha fatta. Questa crisi però rimetterà in discussione anche questo modello, i Tuareg lo insegnano, non puoi attraversare il deserto da solo» Le parole di Barisoni possono far riflettere, schiette e dirette come è suo solito, e il fatto che provengano da una voce tra le più ascoltate d’Italia è un buon punto di partenza. Per il territorio e non solo. 81


mercury car renting

car sharing e i nuovi trends di mercato Guardare al futuro, innovare, adattarsi alle nuove esigenze del mercato: questi sono i segreti di Mercury

M

ercury nasce nel 1994 ed è tra le prime società di Noleggio a Lungo Termine a costituirsi in Italia. Nella sua storia pluriennale ha immatricolato, gestito e rivenduto veicoli di tutte le marche. Ai vantaggi del Noleggio a Lungo Termine Mercury affianca l’esperienza di professionisti altamente specializzati slegati da marchi automobilistici che offrono una consulenza mirata a condurre la clientela nella scelta della vettura e delle condizioni contrattuali più appropriate alle specifiche esigenze. Mercury dispone di una propria struttura presente sul territorio composto di personale dipendente specializzato e facilmente reperibile. Questo per rendere immediata e semplice la possibilità di godere dei servizi compresi nel Noleggio a Lungo Termine. A guidare questa impresa di successo è Italo Folonari.

12 mesi fa ci disse che prevedeva di chiudere l’anno con la crescita del 7% del portafoglio clienti. Avete raggiunto l’obiettivo? Tale previsione fu fatta proprio 12 mesi fa. Purtroppo il secondo semestre del 2011 fu molto differente rispetto al primo. È stato come subire un uppercut. Siamo rimasti in apnea per alcuni mesi. Per noi il denaro è una materia prima e quando i fornitori non ne hanno, o non lo vogliono vendere, è molto difficile lavorare. Inoltre vendiamo “a rate”, quindi dobbiamo concedere fiducia ai nostri nuovi clienti. Quando su qualunque organo di informazione leggi e senti che il nostro paese è sull’orlo del baratro, è molto difficile trovare e concedere fiducia. Ma alla fine noi imprenditori italiani sappiamo adattarci a qualunque situazione. Mi considero quindi molto soddisfatto di aver concluso il 2011 con fatturato e portafoglio clienti invariato rispetto al 2010.

Nelle foto, la Sede Mercury a San Martino Buon Albergo (a sinistra) e Giuseppe Grendene, Direttore Commerciale

82

| MERCURY


ECONOMIA

ITALO FOLONARI Amministratore Delegato dell’azienda di renting veronese

A questo punto viene spontaneo chiederle quali prospettive ha per il futuro? Visto come è andata l’anno scorso dovrei rifugiarmi, se non altro per scaramanzia, prevedendo una contrazione del 50%. Tornando seri. Al 30/06 confermiamo gli stessi risultati degli ultimi 12 mesi. Stiamo comunque cercando di capire quali opportunità offra il nuovo mercato (smettiamola di chiamarla crisi perché le crisi passano, mentre questa è la nuova realtà). Il noleggio si sta allargando. Molte aziende preferiscono canalizzare nel proprio core business le esigue linee di credito concesse da banche e leasing e quindi valutano con interesse il noleggio per l’approvvigionamento delle auto. Inoltre il crollo del valore dell’usato e l’aumento dei costi di possesso e di manutenzione dei veicoli spinge verso il noleggio anche i privati. In sintesi confidiamo di confermare i risultati del 2011 e stiamo lavorando per migliorarli. Con un mercato dell’auto in calo del 30% sarebbe già molto positivo confermare i risultati degli anni precedenti. Ma Lei parla di crescita, come pensate di raggiungerla? Nell’ultimo anno pre-crisi, il 2007, in Italia furono immatricolate quasi 2.510.000 veicoli. Per il 2012 Marchionne ha recentemente stimato 1.400.000 immatricolazioni. In 5 anni il mercato si è quasi dimezzato. Contrazioni così importanti si giustificano solo con una modifica radicale delle abitudini dei compratori. Oggi, per ragioni fiscali e non solo, avere un auto costa molto anche se la si tiene ferma in garage. Per questa ragione molte famiglie, o piccole aziende, hanno deciso di rinunciare all’auto in più per coprire sporadiche esigenze. Specialmente chi vive nelle grandi città preferisce spendere per quello che consuma. Ed ecco quindi rinascere il Noleggio Breve Termine, che oggi è più politically correct chiamare car sharing. Per 10 mesi all’anno una famiglia che vive in città ha mediamente bisogno di una sola auto (preferibilmente di dimensioni contenute). Per i restanti due mesi, composti da settimane e week-end, noleggia quello che gli serve. Un Suv quattro ruote motrici con pneumatici invernali per la settimana bianca, il monovolume per l’estate e una familiare confortevole per alcuni fine settimana. Le offerte tradizionali di Breve Termine vanno bene per chi arriva in aereo in una località distante. Per le esigenze di cui sopra dobbiamo fornire ai clienti quelle auto che

loro avrebbero scelto per il lungo termine sia per marca (Audi, Bmw, Mercedes, Range Rover, etc etc) che per allestimenti (cambio automatico, navigatore, bluetooth, etc etc) e, per chi lo volesse, forniamo anche il servizio a domicilio. Quindi Mercury dal Noleggio Lungo Termine si sposta al Noleggio Breve Termine? Non è corretto. Diciamo che consideriamo superato lo schematismo Breve/Lungo Termine. Mercury vuole soddisfare esigenze di mobilità che vadano da 1 giorno a 5 anni proponendo al cliente la soluzione ottimale in funzione alle proprie esigenze e necessità. Mi creda che con un parco auto di proprietà di oltre 1.000 veicoli e ottimi rapporti con la maggior parte dei dealer del nord Italia riusciamo a soddisfare le richieste più originali. L’importante è essere disponibili ad esplorare le opportunità del mercato ed estremamente chiari con la clientela (che spesso conosce il mercato dell’auto tanto quanto noi). È ovvio che se un cliente mi chiede un veicolo per 6 mesi gli posso proporre solo qualcosa che ho già di mia proprietà, così come è altrettanto ovvio che se invece ha bisogno di un veicolo nuovo ma vuole risparmiare deve approfittare, e adeguarsi, ai veicoli che le concessionarie hanno in stock e che noi dobbiamo cercare per lui.

MERCURY - Viale Del Lavoro, 33 -San Martino Buon Albergo (VR) - T. 045 8780588 - www.MERCURYSPA.IT |

società

83


Sicurinvest Holding S.p.a.

il gruppo cresce e si consolida Individuare lo scenario di riferimento, prevedere l’evoluzione delle singole variabili di mercato anticipando le esigenze, fornire soluzioni all’avanguardia e fuori dagli schemI. in una parola Sicurinvest Holding Spa

è

sempre aria di grandi novità in casa Sicurint, dove inoltre di fornire a terzi tutta una serie di servizi più prettamenil primo semestre del 2012 ha registrato il perfezio- te indirizzati alla sfera aziendale". namento del nuovo assetto del Gruppo con la costi- Nello specifico i servizi di Sicurinvest Holding S.p.a., di cui tuzione di Sicurinvest Holding S.p.a., capogruppo parla il Presidente Lodi, ruotano attorno a sei grandi macro strutturata per poter svolgere attività di carattere gestionale, fi- aree: operazioni finanziarie e di investimento, organizzazione nanziario e di investimento, e Sicurint Logistics S.c.a.r.l., con- aziendale e assistenza alle imprese, consulenza strategica, consorzio per lo sviluppo dei servizi di logistica ed igienizzazione. trollo di gestione, pianificazione e sviluppo commerciale, interCon questa operazione il gruppo Sicurint mette in cassaforte mediazione e mediazione creditizia. i progetti maturati fino ad oggi, andando a consolidare ulte- "La nascita della Holding ha completato un percorso di crescita riormente la solidità generale per garantire servizi ancora più importante - aggiunge Lodi -, ho personalmente voluto fissare puntuali e qualitativamente ineccepibili. una tappa fondamentale per il Gruppo, per dare ancora magMolto soddisfatto il Presidente dott. Michele Lodi: "L’opera- gior solidità e concretezza ai piani di sviluppo prefissati". zione era già in una fase embrionale da qualche mese, atten- A completare il quadro del Gruppo, la costituzione di Sicurint devamo di completare gli ultimi tasselli perché il tutto potesse Logistics S.c.a.r.l., consorzio multiservizi indirizzato prettaconcretizzarsi nel migliore dei modi. Si tratta di un ulteriore mente alla Logistica e all’Igienizzazione, che va ad affiancarsi passo verso una crescita gestionale organizzativa che nel mer- a Sicurint Group S.c.p.a. come ulteriore braccio armato. cato in generale e, a maggior ragione nel nostro, è sinonimo di A darci qualche delucidazione in merito il neo Presidente Masqualità e tranquillità per il Cliente". simo Andreoli: "Si tratta per me di un’esperien"Sicurinvest Holding si prefigge l’obiettivo za nuova, che ho raccolto con grande entusiaun ulteriore principale di essere un punto di riferimento smo e determinazione. L’idea nata con l’amico passo verso per tutte le attività di carattere gestionale e di Michele Lodi, è proprio quella di progettare una crescita consulenza per i consorzi partecipati, Sicurint un Consorzio che sviluppi una serie di servizi gestionale organizzativa Group S.c.p.a e Sicurint Logistics S.c.a.rl. , ed specifici, mettendo a frutto l’esperienza dell’in-

84

| sicurint HOLDING


ECONOMIA NELLE FOTO A sinistra, Michele Lodi e (sotto) Bosi Federico, Presidente e Vice Presidente di Sicurinvest Holding S.p.a. In basso a destra, Massimo Andreoli, Presidente Sicurint Logistics S.c.a.r.l. consorzio per lo sviluppo dei servizi di logistica ed igienizzazione

tero Gruppo Sicurint. In questo senso si inserisce la mia figura, che contribuirà a dare un taglio gestionale ed organizzativo alla struttura". "Siamo molto soddisfatti di questo primo semestre in quanto stiamo percorrendo con ferma determinazione gli obiettivi preposti con il termine dello scorso anno- aggiunge e conclude il Vice Presidente di Sicurinvest Holding, Federico Bosi - . In un momento di difficoltà e crisi generalizzata, la forza del nostro Gruppo sta nella continua valorizzazione dei pro-

pri punti di forza per consolidare il risultato globale di gestione allo scopo di ottenere una crescita quantitativa e qualitativa". Grazie dunque alla lungimiranza delle idee ed alla costanza di sviluppo, vera nota identificativa del Gruppo e matrice voluta e replicata dal Presidente Lodi, ecco che l’assetto per il 2012 è designato. Sicurinvest Holding è la risposta ad un mercato in continua evoluzione: solidità, elasticità e leggerezza racchiuse in un unico concetto.

Sicurinvest Holding S.p.a. - Via del Perlar, 31 - VERONA - Tel. 045 8201806 - www.sicurinvestholding.com

85


ADV_Hyundai.indd 1

11/07/12 18.06


ADV_Hyundai.indd 2

11/07/12 18.06


Luce, trasparenze, comunicazione. Parole chiave per progettare spazi d'arredo adatti al vivere contemporaneo

interior DESIGN

ESTETICA FUNZIONALE L’azienda veronese Alifor arreda e crea soluzioni contract per uffici, show room, studi professionali, senza dimenticare l'attenzione al design e all'architettura

88

| ALIFOR

P

rogettare spazi di lavoro e fornire arredi per uffici, strutture operative e direzionali, rappresenta una scelta per la quale Alifor vanta esperienza e continuità dal 1989. In quest’anno le competenze di Maurizio Barcotto (proveniente dalla galassia Estel), e degli architetti Gianluca Valdesalici e Paolo Zamperetti si sono

Alifo


DESIGN

Dinamicità e modularità sono peculiarità a cui i tecnici prestano molta attenzione in sede di progettazione

moderne tecnologie, come l’utilizzo della conference fuse dando vita ad una struttura dinamica e caratterizcall per ottimizzare il lavoro di contatto tra progettisti zata dall’elevata attenzione agli aspetti progettuali e di e cantiere, o l’aggiornamento attraverso corsi e seminasinergia, al punto da diventare specialisti nei prodotti ri per essere sempre al passo con le più moderne solu“su misura” e dimostrandosi sempre più orientati verso zioni informatiche e progettuali il contract, servizio chiavi in mano studiato per risponde- "SIAMO SEMPRE PIU' ORIENTATI nel campo dell’arredamento. VERSO IL CONTRACT, Perché oltre alla dimensione re a qualsiasi esigenza interSERVIZIO CHIAVI IN MANO CHE estetica è importante mirare alla venendo nella fase progetGARANTISCE TEMPI E COSTI funzionalità e all’ergonomia, per tuale e di realizzazione, sino CONCORDATI CON IL CLIENTE" rispondere alle esigenze di un’ualla consegna dello stabile, Arch. Paolo Zamperetti tenza sempre più attenta al riufficio o showroom arredato. spetto dei tempi di realizzazione. Per fidelizzare il clienNe è dimostrazione il crescente ricorso al contract in te infatti vengono garantiti elevati standard quaterra statunitense, da sempre abituata a ragionare telitativi e di rispetto delle tempistiche, come dinendo in larga considerazione gli aspetti pratici, gamostrano le esperienze realizzate per importanti rantendo in questo modo economie di scala sorprenclienti tra cui Banca Intesa, Glaxo, Microsoft, denti e di sicuro interesse per il cliente stesso. Lamborghini, Banca Popolare di Verona e Gruppo Per questo la soluzione “chiavi in mano” rappresenta Veronesi. il futuro, perché unisce intelligenza e capacità orgaLa stretta collaborazione con il gruppo Estel, leader nizzativa, un vero e proprio modus operandi in questo nella produzione di mobili per ufficio, garantisce inolcaso arricchito dalla competenza progettuale, elemento tre una qualità del prodotto che si associa all’attenzione solitamente sconosciuto a chi opera nel contract, che che viene riservata alla fase progettuale, grazie ad uno al contrario Alifor mantiene come peculiarità assoluta. studio tecnico sempre attivo ed aggiornato sulle più

Alifor - Via Monte Baldo,14/D - 37069 Villafranca di Verona (VR) - T. 045 8601277 - info@alifor.it www.alifor.it

89


ARTIGIANI PER PASSIONE DAL 1988

idea legno

quando artigiano fa rima con artista Artigiani per passione. Artigiani veri, Di qualità. Idea Legno crede nel valore del lavoro Soprattutto di quello manuale

A

rtigiano. La definizione è quella di un lavoratore esperto che utilizza attrezzi, macchinari e materie prime per la produzione o la trasformazione di determinati oggetti. Una definizione che calza

a pennello con l’azienda Idea Legno. Dal gennaio 2010 Idea Legno ha trasferito la propria sede legale al nuovo stabilimento situato a Rosegaferro, frazione di Villafranca, in via Corfù. Un passo importante che è servito come stimolo e mezzo per permettere all'azienda di confrontarsi con sfide sempre più av-

90

| idea legno

vincenti. Perché essere artigiano oggi è davvero dover affrontare sfide quotidiane, è essere sempre all’avanguardia, al passo con i tempi, aggiornato. Senza dimenticare, comunque, le proprie radici, il proprio passato, un vissuto ricco di sacrifici, ma anche e soprattutto di idee vincenti. Quelle che caratterizzano la produzione di Idea Legno. Una realtà artigiana cresciuta anno dopo anno con abnegazione e forza. Un’azienda, fondata nel 1988 da Giacomo Cavallaro, che grazie al lavoro profuso in quegli anni è ora una realtà operosa in cui ogni commessa

Idea Legno snc -


DESIGN

SHOWROOM Idea Legno presenta anche uno spazio espositivo, un vero e proprio showroom, a Mozzecane, in via Montanari 57, cercando di mostrare alcuni pezzi rappresentativi della propria produzione e del servizio offerto. A completare la produzione, infatti, sono stati inseriti imbottiti, elettrodomestici, tavoli in vetro ed altri complementi per poter dare alla clientela un servizio sempre più ampio e “a misura”. Legno, vetro, agglomerati, acciaio, laminati, tranciati, ferramenta ed illuminazione di varia natura e genere... ogni materiale viene affrontato ed utilizzato con il senso di sfida e di curiosità proprio di chi ama l'esser creativo e vive il momento della realizzazione con la stessa passione e cura che si dedicherebbero ad un'opera d'arte. Dal luglio 2007 sono entrati a far parte di questa realtà che è Idea Legno anche Sara e Marco, che in qualità di figli, in primis, e soci, poi, si propongono di far crescere e maturare ulteriormente questa azienda attraverso i piccoli ma grandi passi quotidiani che da sempre l'hanno contraddistinta nel corso degli anni. Una sfida che si rinnova ogni giorno e che la famiglia Cavallaro intraprende ancora con la stessa gioia e soddisfazione di tutti questi anni.

si distingue dalle precedenti per la cura nella progettazione, nel confronto con il cliente, nella ricerca di soluzioni alternative e sartoriali, nella realizzazione manuale, nell'accurata posa in opera e nell'assistenza, che oggi si chiamerebbe “post vendita” ma che da sempre è frutto della semplice e spontanea sinergia che sin da principio si crea con il committente. Idea Legno opera al meglio perché conosce i materiali su cui lavorare e soprattutto ama offrire quel tocco di originalità in più quasi in ossequio al detto riconosciuto che sia il dettaglio a fare la differenza. Trucciolari, multistrati, laminati,

tranciati, ma anche legno massiccio, acciaio, ferro e vetro... Ogni materiale si armonizza nel prodotto finito grazie alla cura ed alla preparazione degli addetti di Idea Legno che con dedizione, perizia e meticolosità rendono possibile la precisione e la cura del dettaglio che da sempre contraddistingue questa azienda. Una realtà artigianale nella cura del dettaglio e nella gestione della commessa, ma altamente professionale e innovativa. Da anni infatti Idea Legno collabora con studi di architettura per presentare soluzioni di interesse, funzionali, ma anche esteticamente al passo con i tempi.

Idea Legno snc - Via Corfù 17 - 37060 Rosegaferro di Villafranca (VR) - T. 045 6340124 - info@idea-legno.net www.idea-legno.net

91


Litopat S.p.A. - Industria Grafica Via dell’Elettronica, 11 - 37139 Bassone (Verona) Tel. +39 045 81 81 444 - Fax +39 045 98 96 19 www.litopat.it - info@litopat.it

LITOPAT_SeiMagazine.indd 1

11/07/12 11.29


tecnologiA

Inchiostri per il settore alimentare

ETICA D’IMPRESA

LA SALUTE A TAVOLA INIZIA DAL PACKAGING Un’innovativa gamma di inchiostri e vernici ad alta sicurezza per il settore alimentare Tra i fiori all’occhiello del Gruppo Huber vi è un’innovativa linea di inchiostri e vernici a bassa migrazione MGA® per la stampa di imballi alimentari primari, affermatisi rapidamente sul mercato come sinonimo di qualità e sicurezza grazie all’impiego di materie prime attentamente valutate, alla rintracciabilità di ogni singola carica lungo l’intero processo produttivo e all’assenza di contaminazioni grazie a rigidissimi controlli di qualità. Il tutto garantendo anche ottime e affidabili performance di stampa. Un servizio globale a 360° per assicurare che la confezione o l’etichetta stampate rimarranno nel tempo il biglietto da visita sicuro e affidabile per gli alimenti che ne sono a contatto.

Huber Group in numeri

825 milioni di euro il fatturato 2011 200 le sedi nel mondo 3.600 i dipendenti 1765 l’anno di fondazione 82 milioni di euro il fatturato di Huber Italia Oltre 100 i dipendenti di Huber Italia

SOSTENIBILITà E NUOVE GENERAZIONI Il Gruppo Huber tra i protagonisti di un innovativo progetto di informazione e sensibilizzazione rivolto agli studenti Cosa significa esattamente essere un’impresa sostenibile nella filiera della stampa? L’azienda vicentina, insieme ad Assografici e Agfa Graphics, lo ha spiegato ad alcune classi di istituti superiori del settore grafico nell’ambito del progetto promosso e organizzato da Altaeco “Io stampo sostenibile - Scuole”. Ad oggi sono già stati tre gli incontri organizzati in altrettante scuole di Verona, Torino e Milano e rivolti ad allievi e insegnanti, ai quali il caso aziendale presentato dal Gruppo Huber ha dimostrato come anche un’azienda chimica può operare con un approccio perfettamente ecosostenibile. Il messaggio fondamentale lanciato dal Gruppo Huber agli studenti, futuri operatori del settore della grafica e della stampa, è infatti che una gestione aziendale improntata alla sostenibilità permette di ridurre i consumi e le emissioni inquinanti, con conseguenti benefici economici derivanti sia dal risparmio di tempo e risorse, sia dalla capacità di rispondere alle nuove esigenze del mercato.

HUBER ITALIA- Via A. Meucci, 6 - BOLZANO VICENTINO (VI) - T. 0444 250000 www.hubergroup.IT

|

93


Litopat VR


tecnologia

Riccardo Donadon, fondatore di H-Farm

nuove imprese

fenomeno Startup di Martino SORIANO

U

na volta si chiamavano nuove imprese. Nascevano dopo anni di sacrifici, odoravano di olio e ferro e vedevano nel garage di casa l’incipit del futuro capannone. Complice l’anglofilia dilagante e la voglia di guardare lontano, si fanno oggi chiamare Startup, puntano sul web e sono il nuovo sogno proibito dei giovani italiani.

Facebook creò il mito Moda passeggera o reale opportunità? Le nascenti imprese innovative si ritagliano uno spazio importante nell’economia. Dai casi da manuale ai consigli per non sbagliare

Non fu la prima Startup, ma ai tempi di Yahoo e Altavista i fenomeni in grado di decollare erano guardati con ammirazione e stupore, senza comunque diventare modelli da seguire. Zuckerberg invece ha stravolto il sistema e, complice un film riuscito e l’apparente semplicità del progetto, è riuscita a creare un fenomeno, diventando spunto per un esercito di aspiranti nuovi imprenditori. Mai come

fenomeno Startup |

95


oggi, infatti, si parla di creazione di nuove aziende, business plan, finanziatori e business model. La storia però insegna che sono ben altre le condizioni che garantiscono un terreno fertile alle nuove imprese. L’incertezza politico economica di italica matrice, condita e aiutata da una burocrazia galoppante, suggerisce di osservare il fenomeno per selezionare i casi veramente interessanti, spesso supportati dagli incubatori d’impresa.

Un incubatore per culla Intorno al fenomeno delle Startup stanno nascendo premi, inchieste, programmi televisivi e una miriade di gruppi su Linkedin (il social network del mondo del lavoro). Ma soprattutto incubatori d’impresa, luoghi fisici o virtuali in cui le potenziali nuove imprese vengono studiate, analizzate e indirizzate per evitare gli errori dell’inesperienza. Non solo: molte Startup si rivolgono ad un mercato internazionale, e farsi conoscere non è semplice. Finanziamenti e garanzie, ma anche selezione dei modelli e networking, l’incubatore serve a questo. H-Farm è un caso ormai noto a tutti. Un’ex fattoria nel

La sede di H-Farm, Venture Incubator, a Roncade, nelle campagne trevigiane

cuore della campagna veneta, a Roncade nel Trevigiano, dal 2005 diventa la culla dove nascono le idee tecnologiche prodotte dal genio italico. Il doppio ruolo di investitoreincubatore conferma la natura speculativa, ed è proprio questo che serve. Il suo founder Riccardo Donadon, un passato in Benetton e in E-tree, punta sulle potenziali imprese che offrono reali prospettive di sviluppo e crescita. Altrimenti si tratterebbe di beneficienza, inutile quando si parla di economia. Gli ambiti d’interesse sono il web, la rete, i new media ad alto contenuto tecnologico, e l’orizzonte geografico è su scala internazionale, con uffici in U.S.A, Regno Unito e India. H-Farm, (H sta per Human)

96

o r ve

Startup

VICEN

n

a

ZA

> giovani Startupper italiani

i’m watch

Un orologio con cui connettersi ad internet, telefonare, collegarsi a Facebook e gestire l’agenda. è il frutto dell’idea di Manuel Zanella e Massimiliano Bertolini, ingegnere e architetto vicentini non nuovi al successo da Startup. Dopo aver inventato Doooing, un social network per inventori di idee, insieme ad Ennio Doris hanno lanciato sul mercato I’M watch, disponibile in diverse versioni, a partire da 299 euro. L’idea è semplice: un orologio digitale connesso al proprio smartphone attraverso rete bluetooth. Colorato e dal design minimalista, è in vendita in tutto il mondo ma si compra solo su internet

| fenomeno Startup

Glancee

A conquistare Zuckerberg sono state l’eleganza e la funzionalità. Il resto è una pagina ancora da scrivere, anche se l’idea di Andrea Vaccari e Alberto Tretti, che ora lavorano in sinergia con Facebook, sembra avere le premesse per sfondare. La vendita di Glancee (società che ha l’obiettivo di aiutare a trovare persone che hanno interessi simili) si è conclusa con un contratto blindatissimo, che ora vede sviluppate da Facebook le idee iniziali dei due giovani talenti italiani. Glancee è stata una delle app che più ha attirato l’attenzione durante il South by Southwest (SXSW), evento tech tra i più importanti in Usa, dove è esploso il fenomeno del social discovery


tecnologiA è molto attiva anche in ambito comunicativo e formativo, tanto da essere considerata una vera e propria accademia dove presentare le idee agli investitori e relazionarsi con gli attori decisionali, tra cui il ministro Passera, che in un recente incontro ha voluto dialogare con gli startuppers per italiani, per studiare insieme un percorso di semplificazione allo sviluppo e capire quali siano i reali nodi da sciogliere. In questa direzione vanno gli appuntamenti di Storming Pizza, momenti conviviali in cui l’aperitivo coincide con la presentazione di nuove idee. Le imprese nate da H-Farm? H-Art (per il marketing e comunicazione), Zooppa (dove trovare contest creativi dei brand più famosi) e Logopro (un ambiente virtuale in cui veder realizzato il logo aziendale in poche e facili mosse) sono alcuni tra i nomi più noti, ma il ritmo di crescita è notevole e in pieno sviluppo.

gue quali il web e la comunicazione, dove le persone che risiedono all’interno sono selezionate dalla stessa comunità che vive il luogo e che sceglie con chi condividere gli spazi. Tutto questo in una città, Brescia, che si candida attraverso Talent Garden a diventare un “distretto” italiano del web forte della centralitá geografica sull’asse Venezia-MilanoTorino. >>

Talent Garden (Brescia): un misto tra un incubato-

Gli ambienti eco-style di Talent Garden a Brescia, incubatore di numerosi talenti che hanno creato nuove imprese con reali prospettive di crescita e sviluppo, tra cui Yoodeal

Glossario delle Startup

b

r

es

ci a

re d’impresa, co-working e un vivaio in cui si alimenta il raccolto. è un progetto innovativo e ambizioso, partito da Brescia e intenzionato a diffondersi in tutto lo stivale. Un luogo fisico (700 mq), dove lavorano 56 professionisti liberi di collaborare ma senza alcun obbligo e orario. Aperto 24 ore al giorno, si autodefinisce un ecosistema dove si producono idee pronte a fondersi per creare qualcosa di concreto. Un luogo che può ospitare competenze diverse ma conti-

YOODEAL

E’ soluzione al problema della dispersione degli sconti. Quotidianamente, infatti, sconti e coupon vengono proposti da diversi siti senza poterli sfruttare. Alessandro Bruzzi (nella foto) e Dario Guarascio hanno trovato un sistema per far risparmiare tempo e denaro agli utenti trasformandosi in un personal shopper virtuale che aiuta a trovare quello che ognuno cerca all’interno del mercato globale. Il team di Yoodeal ha sviluppato una tecnologia semantica innovativa che aiuta la macchina a capire quali siano le informazioni rilevanti all’interno di un testo per trovare più facilmente le offerte da presentare agli utenti. Diversamente da Groupon, poi, dove l’inserzionista deve dare una percentuale che varia da 20 a 30% al sito, l’inserzione di offerte su Yoodeal è gratuito e l’utente scarica tutti i coupon che desidera al costi di una App (0,79 euro)

Business model

Come l’impresa produce ricavi

Mission

Obiettivo aziendale, il dove si vuole arrivare

Vision

In che modo l’impresa cambierà il mondo, dove la si vede tra dieci anni

Team

Squadra che compone l’impresa

Competitor

Diretti rivali sul mercato

Networking

Rete di relazioni continue, per parlare con fornitori e far conoscere la propria azienda. è un confronto continuo

Venture Capital e Business Angel

Soggetti privati (raramente pubblici), tipici finanziatori della Startup

fenomeno Startup |

97


tecnologiA Come si costituisce una Startup La legislazione La costituzione di una Startup innovativa avviene attraverMai come in questo momento un governo ha dimostraso lo sportello unico per le imprese, e se il fatturato fosse to la voglia di dialogare con gli attori del fenomeno Starinferiore a 1 milione di euro c’è l’esenzione dagli oneri contup. Nella proposta di legge n° 5093 le Startup innovative tributivi e previdenziali per i primi tre anni di attività. Non possono essere beneficiarie del Fondo per l’Italia, destisolo: la possibilità di trovare sede granato all’assunzione di quote di fondi di tuitamente tra gli edifici del patrimonio investimento, con 120 milioni di euro OGGI le facilitazioni per immobiliare degli enti pubblici, oltre nel primo triennio e una durata di dieci creare un’impresa sono ad uno sgravio contributivo del 100% anni. I requisiti? Essere una società con evidenti, si tratta solo di sull’apprendistato completano l’offerta. sede in Italia, fatta da persone fisiche, avere l’idea giusta Mosse che finalmente facilitano e velonon quotata e con fatturato inferiore ai da realizzare cizzano quel lungo limbo transitorio in 50 milioni di euro. In questi casi vi è un cui le potenziali aziende tendevano ad supporto al processo di internazionalizarenarsi. Ora, come avviene in altri stati, le facilitazioni per zazione grazie ad un’assistenza pressoché totale (dalla macreare un’impresa sono evidenti, si tratta solo di avere l’idea teria normativa a quella fiscale, dalle esigenze immobiliari giusta da realizzare, e porla all’attenzione degli incubatori a quelle creditizie). Gli Startupper italiani sono avvisati. per valutarne le effettive possibilità di sviluppo. Servono solo le idee.

> un’app da un miliardo di dollari

INSTAGRAM, che successo! Instagram è una applicazione gratuita scaricabile dall’App Store, il negozio virtuale dei programmi per iPhone di Apple, dall’ottobre del 2010, ed ha superato gli 80 milioni di iscritti in un anno e mezzo circa. L’idea è relativamente semplice: scatti una foto e la condividi con i tuoi amici, che la possono commentare e mettere tra le loro preferite. Nell’aprile 2012 Facebook ha acquisito Instagram per circa un miliardo di dollari, parte in denaro e parte con lo scambio di pacchetti azionari.

Venture Angel

gli angeli delle imprese consentono alle idee di mettere le ali e concretizzarsi A Vicenza il Premio Gaetano Marzotto offre 450.000 euro ogni anno alle idee più brillanti, creando un ecosistema dell’innovazione che fa dialogare venture capital e grandi investitori. Non per nulla nella giuria ci sono nomi come Rosso (Diesel), Polegato (Geox) o Marchetti (Yoox), coinvolgendo incubatori come H-Farm o M31. E se il 40% del Pil americano è generato da aziende giovani (come spiega Cristiano Seganfreddo, diret-

98

| fenomeno Startup

tore del premio) significa che il sostentamento di nuove idee e imprenditorialità è un sostegno per il presente, ma senza retorica e con tanto pragmatismo. Proprio quello che serve, sarà per questo che anche Confindustria sta sviluppando il progetto Venture Community Veneto, in cui Business Angel dalla comprovata esperienza sfrutteranno il loro fiuto per individuare le Startup ad alto valore aggiunto. Ora basta solo farsi sotto.

Francesca Cavallini e Annalisa Balloi vincitrici del Premio Gaetano Marzotto 2011


badge tweet

Pin

Post feed

viral news fans

check-in blog

share

Il tuo target parla una lingua incomprensibile?

Il linguaggio social è il codice di internet. Lo parlano milioni di persone, lo usano i brands per fidelizzare i consumatori, lo adottano le imprese per dialogare nel BtoB Alle Piccole e medie imprese offriamo la creazione e diffusione dei loro contenuti e news gestendo i loro profili sui Social Network, Siti, Blog e Newsletter

Videorunner - ADV Design & Strategy - Vicenza - T. 0444 291615

videorunner.com #easy blogging


PAGINA.indd 1

10/07/12 15:22


tecnologiA federico faggin

il genio da cui partì la rivoluzione tecnologica è uno dei tanti italiani (anzi veneti) espatriati per far fortuna, più famoso all’estero che in Italia, recentemente premiato da Obama con una medaglia al valore per il contributo tecnologico all’umanità di Ilaria rebecchi

I

l mondo 2.0 è tutto blog, video, social network e indici di gradimento, e la popolarità su internet sembra essere la chiave del marketing e della società. Ma senza il computer tutto sarebbe diverso. Dietro all’invenzione più importante del secolo scorso c’è un vicentino, Federico Faggin. Fisico ed inventore di fama internazionale, nasce ad Isola Vicentina nel 1941, e dopo il diploma come perito industriale, la laurea in fisica all’Università di Padova (1965) e una prima occupazione alla Olivetti, entra a far parte della SGS, società produttrice di semiconduttori (oggi ST) all’epoca collegata con la californiana Fairchild Camera Instruments di Palo Alto, dove viene inviato nel 1968 per studiare i semiconduttori. Dedicatosi alla tecnologia MOS (metallo-ossido-semiconduttore), Faggin sviluppa la tecnica della porta al silicio (silicon gate) usando come conduttore il silicio policristallino anziché l’alluminio. Dopo due anni Faggin passa alla nascente Intel alla quale viene chiesto di realizzare i chip per una nuova famiglia di macchine calcolatrici programmabili della giapponese Busicom, con Ted Hoff e Stanley Mazor (ingegnere e programmatore, rispettivamente) e il neoassunto Faggin a dirigere il progetto del primo microprocessore: questi inizia la progettazione del chip-set, sviluppando i quattro moduli (da 4001 a 4004), con il 4004 (sul quale figurano le iniziali FF) primo microprocessore in grado di integrare in un singolo chip una potenza di calcolo superiore a quella del primo nato, l’ENIAC (Electronic Numerical Integrator And Computer), e montato sulla sonda spaziale Pioneer 10 nel 1972, anche il primo a raggiungere la fascia degli asteroidi. Negli anni successivi segue lo sviluppo di altri due microprocessori, 8008 e 8080, progenitori della famiglia di quelli usati oggi. Dopo lo sviluppo del 2102A (prima memoria statica RAM ad alta velocità), Faggin abbandona la Intel nel 1974 dando vita alla ZiLOG (prima società dedicata alla produzione esclusiva di microprocessori). Agli inizi degli anni ’80 fonda la Cygnety Technologies sviluppando il Communication CoSystem, dispositivo in grado

Federico Faggin e nel riquadro il microprocessore Intel 4004 da lui creato negli anni ’70, dando il via alla nascente industria informatica

di collegare PC e telefono per trasmettere voce e dati, e dando vita nell’86 a Synaptics, nota per lo sviluppo del touchpad dei portatili. Amministratore Delegato dal 2004 di Foveon, azienda specializzata nella produzione di sensori d’immagine per fotocamere digitali, Federico Faggin riceve numerosi riconoscimenti internazionali, tra i quali il Premio Marconi e la Medaglia d’Oro per la Scienza e la Tecnologia della Presidenza del Consiglio (1988), la nomina nella National Inventors Hall of Fame (’96) e soprattutto la National Medal of Technology and Innovation, insieme a Marcian E. Hoff Jr e Stanley Mazor, consegnata dalle mani del Presidente degli Stati Uniti d’America Barak Obama nel 2010. Un genio della scienza, che ha ideato il piccolissimo oggetto sofisticato e potente, capace di elaborare e programmare, archiviare e sviluppare: alla base del mondo contemporaneo, dalle grandi aziende alle scuole, passando per media ed entertainment, l’invenzione di Faggin è stata in grado di cambiare radicalmente l’assetto della nostra società e del lavoro. 101


Dietro un ambiente pulito... Spurgo pozzi neri & Videispezione Trasporto • Stoccaggio & Selezione Trattamento Chimico - Fisico Bonifiche • Stabilizzazione & Solidificazione

TORREBELVICINO (VI) Tel. 0445 660455

ZANÈ (VI) Tel. 0445 365424

In caso di urgenze cell. 335 7426667

www.vallortigara.it - info@vallortigara.it PAGINA.indd 1

11/07/12 10:17


ambiente/energia

ecologia e salute

A SCUOLA DI ECONOMIA DOMESTICA GREEN di Karemi FURLANI

L’economia domestica rinasce in chiave verde

“V

i posto la ricetta del detersivo con l’economia domestica si scambiano informazioni circa i prodotti per la casa più “sostenibili”, da acquistare che faccio in casa, da utilizzagreen le persone o fare da sé. re in lavastoviglie e per i piatti sperimentano se stesse a mano. Ecologico, atossico, e giocano un’importante La titanica lotta tra la pubblicità tradizionale, che propone prodotti per la casa conveniente!” (forum.pianetamamma.it). partita con il futuro sempre più potenti e infallibili, e la rete, Nasce così l’alternativa. Indubbiamente che ridimensiona, argomenta, soppesa il su internet e grazie ad una sensibilità parvantaggio rispetto all’effetto sulla salute personale, ambientaticolare, spesso di mamme che guardano alla salute del bambile…globale. no, o di persone amanti della natura. Oggi sensibilità di molti, Va bene anche l’ammorbidente meno ammorbidente, il deterche la crisi ha reso più accorti e riflessivi. sivo meno concentrato, se mi risparmia quel componente che Quello appena riportato è infatti uno dei tanti messaggi che >> mi provoca una tremenda allergia. si possono trovare nei vari forum che su internet dibattono e 105

SEI_Economia domestica green+1.indd 105

11/07/12 20:37


* Consigli *

in prospettiva green 10 SEMPLICI REGOLE PER LAVARE I PIATTI Mode ed estremismi verdi a parte, ci sono alcuni semplici comportamenti che ognuno può mettere in pratica per rinnovare la propria routine secondo una prospettiva green, migliorando in senso ecologico e salutista la propria vita. Gli spunti non mancano: www.vegetarianitaliani.com, www.esseresostenibili.it, www.stelladisale.it ...

1 Usate i guanti. I detersivi fai da te sfruttano il pH delle sostanze che usiamo, acido o basico.

2 Usate acqua bollente. Se abbiamo cucinato della pasta asciutta non buttiamo l’acqua. È ricca di amido e quindi ha un potere detergente ed è calda.

3 Non riempite il lavabo di acqua! Non serve.

4 Se a tavola usate le salviette di carta, non buttatele, sono utili per preparare le stoviglie al lavaggio pulendole.

5 Sciogliete 2 o 3 cucchiai di sapone liquido (non detersivo) nell’acqua. Possiamo aggiungere della liscivia di cenere per rinforzarne l’azione detergente, oppure un cucchiaino di soda Solvay.

6

>> Liberi da plastica e inquinamento www.washmaps.com è una mappa dei distributori italiani di detersivi alla spina. La mappa è collaborativa, gli utenti possono segnalare nuovi distributori, a ricordare che l’ecosostenibilità è responsabilità di ciascuno. Qui troviamo circa 500 distributori inseriti. Brescia ne conta 26, Vicenza 45, Verona 47. Trento (71) e Roma (70) vedono la presenza maggiore. Ma perchè comprare il detersivo alla spina? > Costano meno dei detersivi in flacone, a parità di qualità. Circa un 20% in meno. > Generano meno rifiuti perché non sono imbottigliati, inscatolati e incellophanati. > Diminuiscono il traffico e l’inquinamento atmosferico perché vengono trasportati in tank, ottimizzando così lo spazio ed il numero di camion necessari al trasporto (www.detersivisfusi.it).

>> va bene la ricarica e il fai da te, se mi risparmia i molteplici flaconi di plastica da 1 kg da trasportare, da sistemare in casa e da smaltire. Stabilito che posso mettere in discussione il classico detersivo o detergente, rimane però il problema di garantirmi il pulito di sempre e di trovare il giusto equilibrio tra il non inquinare, il non inquinarmi e il non metterci troppo tempo. Navigando in rete, infatti, e raccogliendo qualche parere in giro, si scoprono differenti valutazioni in merito. C’è chi ritiene che il detersivo alla spina sia una strada da perseguire, ma che ancora oggi non lavi bene come “gli altri”. >>

Non immergere completamente le stoviglie nell’acqua. Per evitare il grasso immergete la spugnetta nell’acqua calda e sapone e passatela sulla stoviglia.

7 C’è un ordine di lavaggio preferenziale: 1° bicchieri e vetro, 2° insalatiere e contenitori in plastica, 3° piatti e insalatiere di ceramica o porcellana, 4° posate, 5° pentole, 6° padelle o teglie molto unte.

8 Risciacquate i piatti usando un filo d’acqua.

9 In caso si presentasse l’effetto patina, date una sciacquata velocissima giusto per rimuovere il detergente, spruzzate una soluzione acqua-aceto o passate una fetta di limone sulla superficie e date un’ultima risciacquata veloce.

10 Asciugate per evitare la formazione degli aloni.

* Il bucato senza sprechi * Per un bucato non troppo sporco, magari colorato, possiamo usare le noci lavatutto, che contengono saponina naturale, si mettono nel sacchetto di stoffa nel cestello e lavano in modo non troppo aggressivo, l’acqua calda fa il resto. Oppure usare pochissimo detersivo ecologico, se ne trova ormai dappertutto con il marchio ecolabel, può costare un po’ di più ma ne basta poco. Abbiamo l’abitudine di usare tantissimo detersivo. Un cucchiaino di bicarbonato, oppure soda solvay, aumentano il potere pulente del detersivo e aiutano a rimuovere i cattivi odori. Sono anche anticalcare. Per profumare il bucato si possono usare gli oli essenziali, lavanda per esempio, o tea tree, o limone, o arancia. Si usano a gocce. Evitare quelli che non hanno niente di naturale e che costano pochissimo.

106

SEI_Economia domestica green+1.indd 106

11/07/12 20:37


ambiente/energia

Lisa Casali, romagnola, vive ormai da diversi anni a Milano. Blogger di ecocucina.org, già autrice di “la cucina a impatto (quasi) zero” (Gribaudo Editore, 2010), “cucinare in lavastoviglie” (Gribaudo Editore, 2011) e ora in uscita con “ecocucina” (Gribaudo Editore, giugno 2012) ph. claudia castaldi

I prodotti “imperfetti” che danno la felicità > Una buona ricetta… per il detersivo fatto in casa - 4 limoni - 100 ml di aceto - 300 ml di acqua - 200 gr sale grosso Tagliare i limoni a fettine, togliete i semi (lasciando la buccia), metteteli in una pentola ed aggiungere tutti gli altri ingredienti. Fate bollite per 7 minuti poi frullate il tutto col frullatore ad immersione finché non diventa una poltiglia simile al detersivo per piatti a mano concentrato. Si conserva senza problemi per molto tempo. Nella lavastoviglie ne basta un cucchiaio o 2, messi nella vaschetta del detersivo. Anche il brillantante si può sostituire con l’acido citrico che si acquista in polvere, diluito in acqua in proporzione del 10%. Attenzione! un detersivo fai da te non va usato insieme ai detersivi per lavastoviglie, poiché l’aceto neutralizza l’efficacia del detersivo, come pure va ricordato che prodotti acidi e basici si annullano a vicenda. > L’anticalcare fai da te Il modo più semplice di decalcificare la lavatrice è lanciare un programma lungo con temperatura alta, 60°, versando nel cestello vuoto un litro di aceto bianco. Utilizzando una dose di aceto da 100 ml o anche meno nella vaschetta dell’ammorbidente, l’aceto funziona sia come ammorbidente che come anticalcare. Tantissimi i siti sull’argomento, vi consigliamo in particolare www. biodetersivi.altervista.org dove i detersivi sono bioallegri, una lettura che promette bene… > Pulizie ecologiche con erbe aromatiche e spezie (www.greenme.it) Erbe aromatiche e spezie sono note fin dall’antichità per le loro proprietà antisettiche e deodoranti e sono state utilizzate per secoli come coadiuvanti nello svolgimento delle pulizie domestiche. Spray per specchi e vetri alla melissa Unire in un contenitore spray 200 ml di aceto bianco e 400 ml di infuso di melissa. Agitate prima dell’uso, spruzzate e passate le superfici in vetro con un semplice panno di cotone. Deodorante per ambienti alla cannella Preparare un semplice infuso di bucce d’arancia e stecche di cannella da travasare in un piccolo contenitore spray, per un profumo gradevole e completamente naturale.

>> C’è chi guarda al prodotto ecologico che fa risparmiare plastica, inquinanti e carburanti e chi invece si aspetta che ecologico voglia anche dire naturale e salutare. C’è chi scopre con stupore l’assoluta efficacia delle semplici ricette dei detersivi fai da te, ma che si chiede dove potrebbe trovare il tempo di metterle in pratica. Indubbiamente con l’economia domestica green le persone sperimentano se stesse e giocano un’importante partita con il futuro, per questo non è più solo appannaggio di casalinghe impegnate in una disciplina dal sapore maschilista. Prendiamo Lisa Casali (nella foto), ad esempio, assicuratrice ambientale, appassionata di cibo, che inizia a cucinare con la lavastoviglie in vasetti di vetro o buste sottovuoto, studiando la migliore resa dei cibi cotti a bassa temperatura, senza tralasciare le dovute (e confortanti) analisi di controllo sulle possibili contaminazioni da detersivo. Già, perché mentre si cucina si lavano i piatti! Insomma, nell’epoca attuale l’economia domestica rinasce in chiave verde e, rivolgendosi alla società tutta, è la nuova prospettiva per un menage casalingo moderno, ecologico e conveniente. DETERSIVI BIOALLEGRI Una guida ricca di consigli pratici: accorgimenti per l’utilizzo dei detersivi e degli elettrodomestici, informazioni sui detersivi ecologici e biologici, ricette di detersivi “fai da te”. Nella convinzione che bastano acqua calda, aceto, bicarbonato, acido citrico o al massimo del percarbonato per pulire di tutto!

ECONOMIA DOMESTICA GREEN |

SEI_Economia domestica green+1.indd 107

107

11/07/12 20:37


Prima infanzia e giocattoli

il pi첫 grande negozio specializzato nella prima infanzia q 4000 m

www.rizziverona.it


Moda

glamorous 40s melanie moir photographed by paolo guadagnin

Per l’utunno/inverno 2011/12 la moda piÚ interessante arriva dagli anni ’40, gli anni di Hollywood, con le sue dive, eteree e irraggiungibili. Muse elegantissime dalle movenze sinuose e gli sguardi carichi di erotismo, capelli ondulati e labbra rosse. Uno stile evidente nelle forme e nel mood sofisticato: spalle nude, vita stretta, gonne che arrivano oltre il ginocchio o pantaloni larghi. Il dettaglio si arricchisce di tessuti glitterati, particolari dorati, lussuose pellicce.

la militE borghese Photo by Matteo Cherubino

stylist paolo mistrorigo hair & make up paolo mistrorigo assistant h&m grazia di nicoli assistant ph michele roma thanks to ronny bellotto fashion editor alessio farina

SEI_Moda-AlessioFarina.indd 109

11/07/12 17:45


110

SEI_Moda-AlessioFarina.indd 110

11/07/12 17:45


abbiamo scelto il Vittoriale degli Italiani (aperto eccezionalmente per seI Magazine) e Salò per ambientare questo servizio moda perché oltre che ad essere luoghi straordinariamente affascinanti, dal paesaggio incantevole, ricchi di cultura e storia, amplificano il mood di questa tendenza, che troverete quest’estate e che dominerà il prossimo autunno inverno; il fashion military. Il FASHION MILITARY è uno stile borghese, né urban né country, che esprime una forte personalità e uno spirito audace. Prende spunto dal guardaroba degli uomini e dallo stile di eroi del passato. È caratterizzato da linee piuttosto austere, file di grandi bottoni metallici, camicie chiuse fino al collo, giacche e lunghi cappotti in panno, stivali al polpaccio, colletti rigidi, fibbie e cinture. I colori dominanti sono il canapa, il verde muschio, il blu scuro o avio e il bianco/nero. si indossa con disinvoltura e fierezza. È adatto a qualsiasi occasione, per il giorno e per la sera e per qualsiasi tasca. Può essere facilmente trasformato da informale a formale grazie all’ausilio di accessori. complemento ideale è il cappello, militare, anche se acquistato in un mercatino o la borsa, grande, in cuoio o pelle nera. Styling Irene de santis Hair davide asquini Make up chiara guizzetti @greenappleItalia using Mac cosmetics Model anna Korn@IceModels Special thanks to - comune di salò - Iat salò Provincia di brescia - fondazione Il vittoriale degli Italiani in particolare all’ufficio della presidenza di giordano bruno guerri Direttore di produzione e Fashion Editor alessio farina

prima pagina Vittoriale: Sala Della MUSiCa - camicia trasparente con bottoncini oro polsi e colletto GF FerrÉ coulotte verde militare in lYcra la Perla cintura elasticizzata nera con fibbia oro eliSaBetta FraNCHi Questa pagina Vittoriale: Sala Da PraNZo - costume verde militar con inserti a fascia oro la Perla

SEI_Moda-AlessioFarina.indd 111

11/07/12 17:45


Vittoriale: MAS cappotto marrone rigato TONELLO camicia in seta color panna con bottoncini dorati colletto e polsini MAURO GRIFONI gonna in eco pelle ANNA RACHELE stivali marroni stringati GF FERRè cintura elasticizzata nera con fibbia oro ELISABETTA FRANCHI cappello ZARA

112

SEI_Moda-AlessioFarina.indd 112

11/07/12 17:45


foto a sinistra camicia bianca in raso con fiocco nero e pantaloni a vita alta Stylist own. Vittoriale: Scarpe vintage armani. Nave Puglia cappotto doppio petto con bottoni G.SEL camicia bianca con bottincini oro GF FERRè foto a destra vita alta vintage MYTHS Abito da serapantalone e cappelLo cintura in pelle ERMANNO by ERMANNO stylist own. guanti in raso SCERVINo dior. colstivali con borchie BALDININI nimei. lana di perle

113

SEI_Moda-AlessioFarina.indd 113

11/07/12 17:45


SEI_Moda-AlessioFarina.indd 114

11/07/12 17:45


Moda

Salò: lungolago giacchino MARTIN SITBON, archivio Irene De Santis camicia verde SILVIAN HEACH pantalone blu rigato TONELLO Cintura in vernice blU CRISTINA EFFE

115

SEI_Moda-AlessioFarina.indd 115

11/07/12 17:45


Le calzature ITERSAN sono acquistabili presso ortopedie, sanitarie e farmacie qualificate

30 a n ni

n n i o e vazione a z n e i r e p s di e

Un’ampia gamma di modelli donna, uomo, bambino, molti dei quali disponibili anche in riassortimento per soddisfare ogni vostra esigenza Materiali classici e innovativi, linee comfort, predisposte per plantare, professionali e post-operatorie

Linea : vasto assortimento di modelli realizzati in materiali elasticizzati innovativi, perfetta adattabilità della tomaia al piede, garanzia di un comfort immediato e un Look attuale e moderno

ITERSAN S S.p.A. A Via Meucci, 62 Z.I. 36057 Arcugnano (VI) Tel. +39 0444 288673 Fax +39 0444 288769

www.itersan.com

Linea : maggior rispetto per l’ambiente, minor rischio di dermatiti da contatto, Ph che rispetta la pelle e colori più naturali e intensi


Salò: lungolago camicia chiffon e cintura con fibbia oro GALLIANO pantalone con taschino TONELLO colletto DANIELE CARLOTTA

117


Mostra chi sei veramente.

Cerchiamo 12 Testimonial (6 donne e 6 uomini) tra i 18 e i 45 anni per realizzare il calendario Beauty Star 2013 Partecipa al concorso fotografico dal 30 Aprile al 7 Settembre 2012 su www.beauty-star.net

Partecipare è semplice. Vincere ancora di più! 1. Registrati al sito

www.beauty-star.net

2. Carica foto, video, testi

sul tuo profilo personale

con il fotografo di moda Luigi Gollin e diventa uno dei 12 protagonisti del calendario Beauty Star 2013

I partecipanti verranno votati online dagli utenti che sceglieranno i 12 vincitori.

Vinci 3 buoni spesa Beauty Star alla settimana da 50€

Acquista 10€ di prodotti delle marche dei partner sponsor del concorso ModelUP e registrati sul sito www.beauty-star.net utilizzando il codice che trovi sullo scontrino! Sponsored by

Concorso valido dal 30/04/2012 al 07/09/2012. Assegnazione tramite classifiche dei voti il 10/09/2012. Regolamento completo su www.beauty-star.net. Totale montepremi € 14.850,00 IVA esclusa. Per il concorso InstantWin è necessario conservare lo scontrino vincente e inviarne una copia tramite fax allo 0425.485929 ai fini di convalidare la vincita e ricevere il premio tramite raccomandata A/R. Ogni codice ModelUP può essere giocato una sola volta.

ph - Luigi Gollin / agency - ovostudio.it

3. Fatti votare dai tuoi amici 4. Vinci il photo shooting professionale


Moda

BACKSTAGE In questa pagina alcune immagini rubate al “dietro le quinte”, durante il servizio fotografico realizzato per SEI magazine tra il Vittoriale di Gardone Riviera e Salò, sulla sponda bresciana del Lago di Garda

119


diva style

Colore da indossare: il bianco, proposto sia per il giorno che per la sera, dona un allure straordinario. Per il trucco: ombretti in crema polvere che danno un effetto lucido e ultra brillante di grande effetto. L’oro è il colore must come è stato utilizzato su Ria Antoniou (Ph. Paolo Guadagnin)

Hair & Make up

Look da diva e bellezza over size Il look sensuale ed elegante dell’estate 2012 e gli accorgimenti beauty per trasformare i difetti in pregi. I suggerimenti del Make Up Artist Paolo Mistrorigo a cura di Alessio FARINA

è

arrivata l’estate e con lei voglia di sole, di energia di liberare il corpo e la mente. Le vacanze sono alle porte e tutti vogliamo essere pronti, sensuali e affascinanti per godere appieno di quello che ci regaleranno i mesi più caldi e vivaci dell’anno. Abbiamo chiesto alcuni consigli a Paolo Mistrorigo che in questo numero ci suggerirà spunti per avere un look da diva, e poi di come trasformare alcuni difetti in pregi. >>

120


BEAUTY

121


Supera la prova costume con noi!

GI

S T R A R OF SY

O 9001

IS

STEMS

®

Lab quarantadue il primo centro di estetica specialistica in Italia e in Europa certificato ISO 9001

U N IT E D R E

Risultato garantito in sole 8 sedute. Cosa aspetti, prenota subito la tua prova gratuita. 50108

URS is a member of Registrar of Standards (Holdings) Ltd..

Per informazioni chiama il numero verde:

Visita il nostro sito:

w w w. l a b q u a r a n t a d u e . i t


BEAUTY

L’esperto di bellezza Ci dica la verità ma le donne dello spettacolo che ha incontrato al naturale sono belle come appaiono? Le donne dello spettacolo fanno della loro immagine il loro punto di forza, quello che vediamo in televisione, al cinema, sulla stampa è il frutto di una preparazione e di una serie di accorgimenti tecnici che non corrispondono alla percezione dell’immagine reale, ma sicuramente dei fondamentali ci sono.

paolo mistrorigo Hair stylist e make up artist. Lavora nella moda, cura il look di celebrities, modelle, personaggi dello spettacolo. Nella foto ripreso con la modella Ria Antoniou (Ph. frombackstage Alessio Farina)

>> Curare l’immagine di una donna o di una modella deve essere molto gratificante ma anche una grande responsabilità. Ma com’è lavorare per una star? Ci riporti ad esempio come è nata la sua esperienza con Ria Antoniou. «Il fashion editor, io e il team di lavoro cercavamo una modella che potesse interpretare un mood da diva. L’agenzia ci propose una modella che era arrivata da poco in Italia, con grandi ambizioni e che aveva già posato per delle testate internazionali oltre che essere stata già eletta Miss Grecia e vice Miss Universo. Anche nel loro caso c’era l’esigenza di creare un’immagine per Ria più da diva e meno da ragazza copertina e così i nostri destini si incrociarono. Da subito si rivelò oltre che molto bella, anche estremamente collaborativa e professionale. Nessuno di noi poteva immaginare che di lì a qualche mese Ria potesse diventare una protagonista di Ballando Con Le Stelle e subito dopo una celebrità». Nelle foto la vediamo ritratta come una diva, c’è qualche suggerimento di look che possiamo consigliare alle nostre lettrici? «Certo, il bianco innanzituto come colore da adottare per questi mesi. è un colore che dona un allure straordinario e si può scegliere in tutte le proposte per il giorno e per la sera. Naturalmente per chi vorrà indossare un abito lungo o corto bisognerà fare attenzione alle proporzioni e alle forme. In ogni caso il bianco vicino al viso da una luce importante. Per il trucco suggerisco di provare per gli occhi gli ombretti in crema polvere con le nuovissime texture che danno un effetto lucido e ultra brillante di grande effetto. Attenzione solo a quando la palpebra non è ben distesa. Indicherei l’oro come colore must come è stato utilizzato su Ria, tra gli ombretti più belli sul mercato potete cercare tra le gamme di Chanel, Shiseido e Armani».

E quando nella vita reale appunto, le misure non corrispondono ai canoni classici quale stile è meglio adottare? «Questo è un argomento molto interessante e molto attuale. Rivolgendomi alle ragazze più giovani vorrei esortare chi non si sente bene con il proprio fisico a prendere spunto per quanto riguarda il look da chi ha fatto del suo essere curvy il suo segno distintivo. Ad esempio Adele, straordinaria ventiquattrenne inglese che oltre ad un enorme talento musicale ha una fisicità morbida e sensuale enfatizzata da trucco retrò e capelli cotonati e dall’uso di abiti al ginocchio con spalle leggermente imbottite e coordinati dall’uso di tacchi alti che slanciano sempre gambe e caviglie arrotondate. Adele usa molto le ciglia finte che in diverse misure e foggie consiglio a tutte. Sono belle, intensificano lo sguardo alzano la linea degli occhi quando serve e possono ridurre l’uso del mascara. A New York ho visto moltissime ragazze e donne di tutte le età portare ciglia finte con grande disinvoltura, non ho mai capito la reticenza delle italiane. Imparate a truccarvi bene, fatevi un taglio ed un colore di capelli originali, portate i tacchi e siate orgogliose di voi stesse!

mood retrò

Fisicità morbida e sensuale enfatizzata da trucco retrò, capelli cotonati e ciglia finte per intensificare lo sguardo. è il look scelto dalla giovane cantante inglese Adele

123


INFORMAZIONE MEDICO-SCIENTIFICA

ORA L'OSPEDALE SI SCEGLIE SU INTERNET di Anna TRENTI

Ogni mese 30 mila italiani con problemi di salute scelgono a chi rivolgersi su Infosalute.info, il primo portale italiano delle eccellenze in sanità

S

anche inserendo nuove leve nel proprio staff. Le figure ricerostituire il passaparola con una guida ragionata, di cate in particolare sono quelle di redattori web, esperti SEO facile comprensione e accessibile a tutti su Internet, e commerciali per la vendita si spazi pubblicitari su una cliper aiutare i cittadini a conoscere e scegliere i migliori netela pre-selezionata di medio-alto profilo. «Ci sono molti specialisti in medicina: da questa intuizione, un anno siti in Italia dedicati ai temi della salute e benessere - spiegano fa, nasceva Infosalute.info, il primo portale nazionale delle gli amministratori Giovanni Bregant e Marco Sinigalia - ma eccellenze in sanità. Il progetto, della società padovana MeInfosalute.info è il primo a fornire una risposta precisa e detdicom - che fa capo all'agenzia di comunicazione padovana tagliata a questo bisogno di conoscenza del cittadino. L’idea, IndustriAdv.com - nel giro di un anno e mezzo si è rivelato un dopo le iniziali diffidenze, sta piacendo molto, come dimosuccesso, attirando l'attenzione sia dei cittadini sia di medici e strano le adesioni piuttosto numerose già ottenute in regioni altri operatori del settore. La dimostrazione viene dai numecome la Lombardia, l’Emilia Romagna e la Toscana. Ora ci ri: attualmente Infosalute.info registra una media di oltre 30 auguriamo di poter presto completare il nomila visitatori mensili e una crescita mensistro database relativo alle strutture ospedale degli accessi superiore al 20%, attirati dalle Sono già presenti liere pubbliche del Veneto, dove certamente oltre 1.200 news pubblicate (con una cadensu Infosalute.info za di 4-5 notizie al giorno, inclusi i giorni oltre 90 tra i migliori ci sono numerose realtà meritevoli di menzione». festivi), ma soprattutto da un database che reparti ospedalieri Ogni struttura o reparto di eccellenza è già oggi raccoglie le eccellenze di oltre 90 di tutta italia, presentato con una scheda composta da strutture ospedaliere di tutta Italia, che inpubblici e privati un testo che ne spiega gli ambiti di speciasieme "coprono" oltre venti specializzazioni lizzazione, fotografie, eventuali filmati, la composizione e il diverse (autismo, disturbi dell’alimentazione, cardiologia, chicurriculum dello staff e i recapiti completi per contattare la rurgia, ematologia, gastroenterologia, laserterapia, medicina struttura. Le schede sono suddivise per ambito di specializzadi urgenza, nefrologia, neurochirurgia, neurologia, oculistica, zione e sono raggiungibili tramite molteplici percorsi di naoncologia, ortopedia, ostetricia, otorinolaringoiatria, pediatria, vigazione, oltre a beneficiare di un'eccellente indicizzazione pneumologia, senologia, trapianti, urologia e trattamento delle sui principali motori di ricerca grazie a specifici accorgimenti ustioni). Circa l'80% dei visitatori arriva su Infosalute tramitecnici. Infosalute.info non formula giudizi comparativi, te motore di ricerca, avendo quindi trovato risposta ad una nella convinzione che ogni valutazione spetti alle Istituspecifica ricerca di informazione per il proprio problema di zioni, ma piuttosto mette a disposizione delle strutsalute e il 40% delle visite proviene da Veneto e Lombardia. ture sanitarie uno spazio per presentare le proprie La rapida crescita registrata in pochi mesi in termini di coneccellenze, che vengono considerate in funzione di tenuti, visite e inserzionisti sta spingendo la società editrice parametri oggettivi. di Infosalute.info a riorganizzare la propria struttura interna, 124

| INFOSALUTE


BEAUTY & salute

UN'INFORMAZIONE SEMPLICE ED EFFICACE Le schede degli ospedali pubblici e delle cliniche private sono suddivise per ambito di specializzazione, per facilitare la ricerca on line dell'utente

Uno strumento di marketing su misura per le strutture sanitarie Per i contenuti presenti all'interno del portale, Infosalute.info è uno strumento fondamentale per farsi conoscere da potenziali pazienti e confermare la propria professionalità e autorevolezza

iNFOSALUTE.INFO Medicom - via E. Fermi, 15 - Padova - T. 049 723461 - redazione@infosalute.info

www.infosalute.info

125


L’Occhiale Terapeutico

STI MOLAZION E LU M I NOSA I NTER M ITTENTE


L’Occhiale Terapeutico

STI MOLAZION E LU M I NOSA I NTER M ITTENTE

MEDICAL DEVICES since 1988

www.teleamedical.com


LIBRI & CO. NOVITà E RIFLESSIONI EDITORIALI

e-book download

GLi E-book aiutano le vendite dei libri Possono i libri di carta continuare a vendere nonostante gli e-books? Pare di si, anzi, sembra addirittura possano aumentare il trend di vendita a cura di Simone ARIOT

U

n’indagine del Book Industry Study Group ha calcolato infatti che il 30% degli intervistati ha aumentato la propria spesa in libri da quando ha iniziato a comprare e-book. Evidentemente i lettori di e-books sono i così detti lettori forti, come avviene d’altra parte in USA, dove le vendite di questo nuovo genere di libro, nonostante la crisi, hanno facilitato le vendite del cartaceo. Evidentemente anche in Italia questa nuova dimensione di lettura piace sempre di più, anche se non ai livelli statunitensi dove le pubblicazione digitali hanno superato gli hardcover in termini di fatturato e copie vendute. Nel Bel paese non siamo ancora a quel livello, ma uno studio di Reputation Manager® dice che nel 2011 la quantità di ebook presenti sul mercato italiano è cresciuta del 329% rispetto al 2010 e il fatturato annuo del 40%: si tratta comunque di dati da prendere con le pinze, perché vecchi, in quanto allo stato attuale la situazione è sicuramente più sviluppata, anche grazie alle nuove applicazioni che consentono di leggere direttamente dal telefonino e tablet, archiviando la propria library digitale con un semplice click.

I moderni e-books amano i classici Chi si aspetta che il lettore di e-books sia una sorta di cacciatore di nuovi titoli, si sbaglia di grosso. Qui di seguito la classifica dei 10 libri più scaricati da i-Tunes Stores parla chiaro. I classici sono intramontabili, anche in formato elettronico.

01 Lo strano caso del Dr. Jekyll e Mr. Hyde R.L. Stevenson, Gli Ascoltalibri 02 Il taccuino di Sherlock Holmes Arthur Conan Doyle, Gli Ascoltalibri 03 Ventimila leghe sotto i mari Jules Verne, Gli Ascoltalibri 04 Alla conquista di un impero Emilo Salgari, Gli Ascoltalibri 05 Assertività. Come comunicare con gli altri Francesco Muzzarelli, GoodMood Edizioni 06 Il ritratto di Dorian Gray Oscar Wilde, LibriVivi 07 Viaggio al centro della Terra Jules Verne, Gli Ascoltalibri 08 Il Mercante di Libri Maledetti Marcello Simoni, Emons Audiolibri 09 Diario di una schiappa Jeff Kinney, Emons Audiolibri 10 L’arciere fantasma

Edgar Wallace, Gli Ascoltalibri

NOVITà IN LIBR ERIA

Fulvio Ervas Se ti abbraccio non aver paura Marcos y Marcos Romanzo Euro 17,00 La straordinaria storia vera di un viaggio americano in motocicletta. Padre e figlio (autistico) partono alla scoperta del proprio rapporto attraverso l’amore e la fantasia

128

Gianluigi Nuzzi Sua Santità. Le carte segrete di Benedetto XVI Chiarelettere Saggio Euro 16,00 Come un thriller, il libro esplora ruoli e segreti nascosti che condizionano la vita in Vaticano e non solo. Gli 007 vaticani non avranno più segreti dopo aver letto questo volume

Niccolò Ammaniti Il momento è delicato Einaudi Racconti Euro 17,50 Sedici racconti scritti da un autore che nel tempo ha saputo dar vita ad una prolifica produzione letteraria. Generazionali, spregiudicati a volte, ingessati altre, ma sempre in classifica


La miglior ricetta per la nostra tavola? Ottimi mangimi.

La qualità delle nostre carni nasce prima di tutto dalla qualità dei nostri mangimi. Per avere l’eccellenza occorre partire da qui: le materie prime. Selezionate e lavorate con cura. Poi ci sono la filiera produttiva, le migliaia di controlli giornalieri, la sicurezza. E le tantissime, fantasiose ricette con cui le nostre migliori carni arrivano sulla nostra tavola.


Carta FAI è la carta prepagata ricaricabile, comoda, conveniente ed etica: • per ogni carta emessa Banca Popolare di Vicenza devolve 5 € al FAI • ogni volta che la carta viene utilizzata Banca Popolare di Vicenza devolve al FAI una percentuale delle commissioni

Richiedila in tutte le filiali della Banca, la consegna è immediata Acquistala online sul sito www.cartafai.it

Banca

Popolare di Vicenza RICORDATI DI SALVARE L'ITALIA.

Tradizione e futuro · pu bbl.ICitano · · con f.ma 1·1tà promoz1ona · 1·1. Per 1e con d.1z1om · · contrattua 1·1SI· nnv1a · · a1· Fog 1·1In format1v1 · ·d.1spom·b·1·11 presso g1·1sporte 11·1de11 a Banca e su 1s1to · ·Internet www.popo1arev1cenza.1t · · Messagg1o

__

(aoo-o235551


SEI magazine 09