Page 1

Blog: Notizie dal VULTURE - il cuore della Basilicata

Sommario 5 Gennaio 2012 Via Anzio Giorgio Kastriota Skanderberg Faro per L'Umanità Pensioni: accredito gratuito Ginestra. Un Solo Nato Nel 2011 Filiano. La Malattia Di Alzheimer Vista Con Gli Occhi Del Malato Venosa. Concerto Per Beneficenza GAL Sviluppo Vulture Alto Bradano. Tempo di bilancio Rionero. Compleanno Centenario Per Filomena CARNEVALE Banzi. 6 Ore dei Templari La Provincia dalla parte dei più deboli Venosa. L’osservatorio Migranti Della Basilicata In Piazza Comunicato Confsal Rassegna stampa sulla eliminazione dei treni verso il Sud VULTURE MAGAZINE

1


VULTURE MAGAZINE

2


VULTURE MAGAZINE

3


Pensioni: accredito gratuito, semplice e sicuro con BancoPosta Più, Libretto Postale e InpsCard Assicurazione gratuita contro furti e rapine

Poste Italiane offre ai pensionati una gamma di soluzioni semplici, sicure e a costo zero per l’accredito della pensione in linea con le norme introdotte dalla Legge 22 dicembre 2011 n. 214 che impone limiti all’uso del contante, obbliga all’utilizzo di strumenti di pagamento elettronici e dal 7 marzo prossimo non consente agli istituti finanziari di effettuare pagamenti di pensione in contanti di importo superiore ai mille euro. Per agevolare i pensionati Poste Italiane propone tre opzioni: il Conto BancoPosta Più, il Libretto postale ordinario nominativo e la InpsCard: la pensione sarà accreditata il primo giorno lavorativo del mese di competenza ed il pensionato potrà prelevare gratuitamente presso tutti i 14 mila uffici postali o presso gli sportelli postali automatici Postamat. Per il 2012 il Conto BancoPosta Più sarà offerto gratuitamente, senza alcuna spesa di tenuta conto, a tutti i pensionati Inps e Inpdap di età superiore ai 65 anni che accrediteranno la propria pensione sul conto entro il 31 marzo 2012 e manterranno attivo il servizio fino al 31 dicembre 2012. La promozione è valida sia per i già clienti di Conto BancoPosta Più che per i nuovi sottoscrittori.

VULTURE MAGAZINE

Inoltre Conto BancoPosta Più offre prelievi gratuiti in numero illimitato sia negli uffici postali sia presso gli sportelli automatici Postamat, l’estratto conto mensile gratuito e alti rendimenti sulla liquidità. Il Libretto di risparmio nominativo ordinario è emesso dalla Cassa Depositi e Prestiti garantiti dallo Stato Italiano e offre alti rendimenti in confronto ad analoghe forme di risparmio. Non comporta alcuna spesa di apertura o di gestione e può essere intestato anche ad altre persone e può essere associato gratuitamente alla Carta Libretto postale, che permette di eseguire operazioni di prelievo e di versamento in tutti gli uffici postali e i Postamat. La terza soluzione proposta da Poste Italiane è la InpsCard, la carta di prelievo rivolta ai pensionati Inps che ritirano la pensione allo sportello degli uffici postali. La sua principale funzione è quella di ricevere l’accredito della pensione direttamente sulla carta. L’attivazione della InpsCard è gratuita e non ci sono spese per i prelievi di contante dai Postamat. La InpsCard opera sul circuito nazionale Postamat e sul circuito internazionale Cirrus/Maestro e consente di effettuare acquisti presso gli esercizi commerciali convenzionati, senza alcun costo aggiuntivo. Inoltre i pensionati con accredito della pensione su Conto Corrente, Libretto di Risparmio (se in possesso di Carta Libretto Postale) e su Carta INPS, usufruiscono di un plafond assicurativo gratuito di 700 euro annui a copertura dei rischi per eventuale furto, rapina o scippo di contante.

4


GINESTRA UN SOLO NATO NEL 2011, DEVID DI PACE. A FRONTE DEI NOVE DECEDUTI. UN PAESE CHE TENDE A REGREDIRE

Ginestra. Il calo demografico della Regione Basilicata, scesa sotto le seicentomila abitanti da qualche anno, si riflette inevitabilmente sui piccoli centri. E’ il caso di Ginestra, piccolo centro del Vulture, fondata dagli arbereshe nella seconda metà del 1500. Nel 2011 c’è stata una sola nascita,Devid Di Pace nato il 9 agosto 2011, da Granicola e Giovanna Libutti. Nel paese c’è già qualcuno che si preoccupa, insieme naturalmente ai genitori, quando Devid avrà sei anni, frequenterà la prima elementare senza un compagno di classe!

E pensare che nel 2011 ci sono stati sette matrimoni, con sei coppie emigrate e solo una realmente residente a Ginestra.Sono decedute 9 persone. Al 31 dicembre 2011 i residenti risultano 746. Per la cronaca: un altro calo demografico nel paese si è riscontrato dieci anni fa, nel 2002, con la nascita di solo 3 bambini a fronte dei 14 VULTURE MAGAZINE

nati del 2001, un anno con una cicogna generosa. Questi 17 bambini frequentano la IV^ e V^ elementare del paese,stanno insieme in una pluriclasse. Il boom di nascite si è avuto nel 2008 con l’arrivo di 16 bambini! In totale i bambini che frequentano la scuola elementare del paese sono poco 41!Avvicinato il responsabile dell’Ufficio Anagrafe del Comune, che lamenta questo calo demografico della popolazione,riferisce: “i piccoli Comuni soffrono questo calo demografico, anche se Ginestra poteva evitare questa crisi in quanto nel passato erano attivi insediamenti industriali, quali L’Arquati, che dava lavoro a ben 40 famiglie del paese e dei Comuni limitrofi. Ci poteva essere una stabilità delle nascite, sparita questa fabbrica è iniziato il calo demografico e questa forzata emigrazione, vedi i sette matrimoni del 2011, di cui solo una coppia risiede stabilmente a Ginestra.Possibile che in Basilicata siamo così poveri che si emigra ancora o non si fanno figli? Nonostante le tante risorse e potenzialità che offre la nostra regione”. Giovanni Musto di Ginestra, coltivatore diretto, ha deciso di investire nel paese,ha sposato una donna di Melfi ed ha quattro figli, su questo calo demografico ha le idee chiare: “ la donna, oggi rispetto al passato, non è più proiettata a svolgere quel ruolo naturale di mamma, ma pensa più alla carriera”. Lorenzo Zolfo

La foto ritrae Devid Di Pace, l’unico nato del 2011 ed il Comune di Ginestra. 5


LA MALATTIA DI ALZHEIMER VISTA CON GLI OCCHI DEL MALATO: se ne parla a Filiano

Lo stigma accompagna pazienti e familiari. Ancora oggi - nei riguardi dei malati di Alzheimer - spesso la prima cosa che si sente dire è che si tratta di un malato che non capisce e soprattutto di un malato aggressivo. È diffusa la difficoltà da parte dei familiari - che è anche la difficoltà degli operatori di comprendere il malato di Alzheimer, l’impotenza di capirne gli strani comportamenti. Il malato di Alzheimer è una persona con una dignità che va tutelata. La mancanza di conoscenza su questa patologia la penalizza ulteriormente. Sulla base di queste premesse l’Associazione Pro Loco di Filiano ha promosso un incontro di in-formazione dal titolo “La relazione con il malato di

VULTURE MAGAZINE

Alzheimer - Il linguaggio non verbale, l’empatia, l’attribuzione dei ruoli”. L’incontro avrà luogo sabato 14 gennaio 2012, presso il Centro sociale “Prof. G. Lorusso” di Filiano, con inizio alle ore 17:00. L’iniziativa, patrocinata dal Comune di Filiano, è realizzata con il contributo e la collaborazione dell’Associazione Alzheimer Basilicata, l’Associazione AVIS Comunale Filiano e il Gruppo VV.d.S.C.R.I. di Filiano. L’obiettivo che la Pro Loco si propone con questo incontro è quello di dare la possibilità ai caregiver e ai familiari di apprendere nuove tecniche e modalità per costruire una buona relazione con l’ammalato; insegnare loro la comunicazione non-verbale, in quanto il malato di Alzheimer ha un suo modo di comunicare e capisce, purtroppo! Il malato di Alzheimer capisce, comprende fino agli ultimi istanti della sua vita. Nella evoluzione della malattia c’è prima l’uso improprio delle parole - non riuscirà a dire le cose o le dirà male - e poi non parlerà più. Per questo diciamo, erroneamente, che non capisce! In realtà comunica con la comunicazione non verbale, con il linguaggio del corpo. Bisogna spiegare che un linguaggio comunicativo esiste, che sbagliamo quando pensiamo che il malato non capisca. Ai saluti del Sindaco di Filiano Giuseppe Nella, seguiranno gli interventi di Giusi Macchia, Vicepresidente dell’Associazione Pro Loco di Filiano, e di Cristiana Coviello, Presidente dell’Associazione Alzheimer Basilicata. Le relazioni saranno tenute dalla dott.ssa Valentina Nocera, Responsabile del Nucleo Alzheimer “Don Uva”, e dalla Dott.ssa Vita Garrammone, Psicologa del Nucleo Alzheimer “Don Uva” e dell’Associazione Alzheimer Basilicata. Il Presidente Nicola Martinelli

6


VENOSA 1 GENNAIO 2012. UN SUCCESSO IL CONCERTO PER BENEFICENZA PORMOSSA DALLA CROCE ROSSA ITALIANA,SEZIONE FEMMINILE DI VENOSA. CHERY NICKERSON, DALLA LOUSIANA,ACCOMPAGNATA DAL GRUPPO STRUMENTI & FIGURE DI LUCERA, CON LA SUA MUSICA GOSPEL, SBALORDISCE I NUMEROSI PRESENTI

Venosa 1 gennaio 2012. La C.R.I. sezione femminile di Venosa ha organizzato per Capodanno 2012, col patrocinio del Comune, un concerto di Solidarietà ( i proventi andranno a bambini dell'Africa e i bisognosi di Venosa): ''THE CHRISTMAS GOSPEL CHOIR'' CON CHERYE NICKERSON. La Nickerson, accompagnata dal gruppo Strumenti & Figure di Lucera (Fg), composto da otto coristi e quattro musicisti (diretto dal M° Francesco Finizio, vedi foto) ha entusiasmato le autorità presenti( Sindaco, presidente pro-loco, parroco Cattedrale, consiglieri provinciali Di Leo e Pace, presidente C.R.I. di Venosa, Labriola ed il commissario regionale VDS Quagliano)ed il numeroso pubblico presente con la cultura gospel della Louisiana, dove è nata, e la musica della melodia sacra. VULTURE MAGAZINE

Nel passato, la Nickerson ha avuto partecipazioni con Ray Charles, Eros Ramazzotti, Marina Ray, Zucchero. E’ apparsa frequentemente al Festival di Sanremo, al Festivalbar, al Disco per l’Estate, a ‘La Casa dei Sogni’, a ‘Le Ragazze di Piazza di Spagna’, a ‘Uno Mattina’. L'ispettrice della C.R.I. sezione femminile di Venosa,Maria Luisa Menna, nel presentare questo evento, ha detto: “abbiamo intitolato questo concerto, diamo voce alla Solidarietà, per sostenere chi ha bisogno più di noi e voi con la vostra presenza numerosa avete dimostrato di non essere insensibili alle necessità del prossimo.

Sono particolarmente onorata di porgervi il saluto ed un ringraziamento a nome di tutte le componenti della Croce Rossa di Venosa che, come insegna la convenzione di Ginevra, mettono il proprio tempo e le proprie energie al servizio degli altri,senza alcuna 7


costrizione e senza aspettare nulla in cambio. Saluto le autorità presenti ed il nostro caro don Vincenzo D’Amato che, con entusiasmo ci ha accompagnato in questa splendida avventura e con affetto ci ospita in questo meraviglioso luogo di culto.Il ricavato della serata sarà devoluto in beneficenza a favore di coloro che hanno bisogno di aiuto. Un piccolo gesto di solidarietà può riscaldare di gioia il cuore di un bambino bisognoso e può far dimenticare per un attimo le difficoltà di chi ha poco o niente. Essere buoni significa dare senza aspettare nulla in cambio, aiutare senza sperare di venire aiutati. Grazie ancora per stasera e per tutte le altre volte che busseremo al vostro cuore e alla vostra generosità”. Il Sindaco, avv. Bruno Tamburriello, a fine concerto, ha sottolineato: “un meraviglioso concerto in una struttura stupenda, come sottolineato anche dalla Nikerson, in questo inizio anno dal futuro incerto. Siamo qui per dare un segno di solidarietà che diventerà sempre crescente in questa cittadina, grazie anche ai servizi sociali dell’amministrazione comunale. Venosa non merita il depauperamento delle strutture e l’accesso nella città con strade di altri tempi. Con la fede e la forza facciamo sentire la nostra voce”. Lorenzo Zolfo

Le foto riprendono un momento del concerto di beneficenza, il publico presente ed un primo piano di Cherye Nikerson. VULTURE MAGAZINE

Via Garibaldi 4- 85028 Rionero in Vulture (PZ)

tel. 0972/725147 fax 0972/724877 e-mail:sviluppo.vulture@libero.it

E’ tempo di bilancio per il Polo Museale di Rionero in Vulture, che riunisce al suo interno la Biblioteca Comunale, il Museo della Civiltà Contadina, il Centro della Civiltà dell’Aglianico e la Mostra Permanente sul Brigantaggio. A farlo è Franco Perillo, presidente del GAL Sviluppo Vulture Alto Bradano. “Nel 2011” afferma Perillo, “c’è stata una grossa affluenza di persone, circa 3.500, che sono venuti a Rionero in Vulture per visitare il Polo Museale.Una presenza significativa fatta di singoli, studiosi, ma anche e soprattutto di gruppi organizzati sia regionali che provenienti da varie regioni italiane, come scuole medie, istituti superiori, circoli didattici, parrocchie, associazioni, archeo club, AEDE, Touring club, per comprendere, attraverso le sale espositive del Polo, le origini e la memoria del nostro territorio”. “Il successo registrato”, continua Perillo, “testimonia l’ottimo lavoro svolto da anni dal Gal nella promozione dell’arte e della cultura del nostro territorio”. Questa nuova forma di cultura “visiva” e di turismo della tradizione è stata oggetto di attenzione dei media nazionali (Rai 1, Canale 5) che, in occasione dei 8


festeggiamenti 150 anni dell’Unità d’Italia, hanno utilizzato il Polo Museale come luogo dove raccontare il fenomeno del Brigantaggio. Si può quindi affermare, senza timori di smentita, che il Polo Museale è diventato un elemento forte di attrazione, promozione e valorizzazione per la Città di Rionero e di tutta l’area del Vulture. “Vista l’importanza assunta dal Polo Museale, con la nuova programmazione LEADER 2007-2013”, conclude Perillo, “il GAL Sviluppo Vulture Alto Bradano ha ritenuto opportuno prevedere misure per consolidare e accrescere il ruolo del stesso Polo, con l’obiettivo di dare continuità allo sviluppo rurale avviato sul territorio in quanto arte, tradizione, ambiente, enogastronomia sono prodotti che, organizzati in un'unica variegata e completa offerta culturale, mirano a proiettare il nostro territorio in contesti turistici sempre più ampi. GAL SVILUPPO VULTURE ALTO BRADANO

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::: RIONERO IN VULTURE. 3 GENNAIO 2012. COMPLEANNO CENTENARIO PER FILOMENA CARNEVALE ORIGINARIA DI BARILE. PARLA ANCORA L’ARBERESHE.IL SINDACO CONSEGNA UNA TARGA RICORDO Rionero in Vulture. Compleanno centenario in Casa Carnevale. La signora Filomena Carnevale, ha raggiunto il traguardo dei 100 anni lo scorso 3 gennaio. La signora Filomena originaria di Barile,è una delle persone più attive e socievoli di Rionero In Vulture, La prima centenaria dell’anno 2012, nativa di Barile e’ residente a Rionero da oltre 70 anni. Filomena Carnevale nata il 1 Gennaio 1912, aspettando l’arrivo del Sindaco incominciano i preparativi in via Gramsci per il compleanno più atteso.I VULTURE MAGAZINE

suoi ricordi risalgono all’anno 1936 nel quale la signora Filomena conosce Michele Tucciarello di Rionero in Vulture il giorno 8 Dicembre, mentre il loro matrimonio fu celebrato il 13 aprile 1939 a Barile.

Filomena Carnevale una signora molto anziana ma pienamente autosufficiente ricorda tutte le date e il suo dialetto arberesh. Filomena rimasta vedova nel 2004 e senza figli conserva con amore il ricordo dei suoi nipoti alcuni al nord altri al sud, i suoi nipoti Angelo Carnevale, Donato Carnevale, Luciana Carnevale, Luigi Carmelo Carnevale,e i pronipoti di Barile Tirico Gianmarco e Tirico Piermauro Pio. Alla presenza del Sindaco di Rionero in Vulture, Antonio Placido ed il presidente del consiglio comunale Maria Pinto e’ avvenuta la consegna della targa e di un bellissimo mazzo di fiori. Con gli auguri vivissimi per il traguardo raggiunto, si coglie l’occasione per ricordare che, oltre ai festeggiamenti organizzati presso la sua casa in via Gramsci e' stato un gioioso pomeriggio di festa insieme. Lorenzo Zolfo La foto ritrae Filomena Carnevale con alcuni parenti.

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

9


6 Ore dei Templari – Memorial Vito Frangione L’immutata volontà di meravigliare

Il 5 maggio 2012, a Banzi (PZ), si terrà la quarta edizione della “6 Ore dei Templari – Memorial Vito Frangione”, la ultramaratona/maratona organizzata dalla ASD Genzano on the Road e dalla Pro Loco "Amici di Ursone", con il sostegno e la collaborazione del Comune di Banzii, e con il patrocinio di Regione, APT Basilicata, Provincia di Potenza. Dopo il trepidante ed appassionato anno del debutto, seguito da una seconda edizione che ha puntato sui numeri e sulle sorprese (tra le quali la sentita partecipazione dell’atleta inglese Richard Whitehead), un terzo appuntamento con un notevole incremento delle presenza e la strepitosa partecipazione di Ivan Cudin, la quarta edizione, conservando la felice combinazione tra sport e identità territoriale, punterà alla piena stabilità dell'evento. Evento unico nel suo genere, si svilupperà lungo quattro linee fondamentali: l'emozione e la fatica della gara, la festa di tutti nessuno escluso, il territorio orgoglioso della sua identità ma accogliente e la buona tavola per la convivialità. Come sa bene chi ci ha già partecipato, i partecipanti alla 6 Ore dei Templari sono ospiti. E l'ospite è un nostro amico. Questa usanza, a Banzi, non è mai divenuta antica. E quindi, a questo appuntamento, oltre ad incontrare i compagni di gara, incontrerete un intero paese che si veste a festa a causa della vostra visita. La Lucania è ricca di calore umano con l'aggiunta di suggestioni storiche, VULTURE MAGAZINE

bellezze naturali e una cultura gastronomica straordinaria. E' la Lucania dei cavalieri templari, il luogo di sosta e di preghiera negli anni delle Crociate, per alcuni persino il possibile punto di approdo nella lunga caccia al Santo Graal. La migrazione sulle tracce del Graal si concentra in particolare nei piccoli centri del potentino sparpagliati ai piedi delle Dolomiti Lucane: città come Forenza, Acerenza, Venosa, Castelmezzano, Serra di Vaglio e Lagopesole si aggiungono infatti alla mappa delle località legate al mistero del Graal, di fianco a mete più note come Rosslyn Chapel in Scozia e la chiesa di Santa Maddalena a Rennes le Château in Francia. La stessa Banzi è stata per sei anni la dimora di Papa Urbano II di Cluny, il promotore della Prima Crociata del 1095, elevando la Basilicata a possibile sede strategica e luogo di ristoro morale e spirituale per le sue truppe. Non è difficile crederci: al di là delle numerose testimonianze storiche sono stati in tanti a riconoscere la magia della Basilicata, definita dal maestro Francis Ford Coppola “una meravigliosa Regione d’Italia, così poco conosciuta”. Anche quest’anno ci si ritrova addosso l’immutata volontà di meravigliare. Per questo non ci rivolgiamo a tutti, ma solo a coloro che hanno mantenuto intatta la voglia di meravigliarsi. I lavori sono iniziati e in progress e, con essi, speriamo, il passaparola. Segnate questa data: il 5 maggio 2012. Sarà il segno della IV Edizione della “6 Ore dei Templari – Memorial Vito Frangione”. Vi aspettiamo tutti a Banzi. A CHI RIVOLGERSI Responsabile Organizzativo: Matto Marotta cell. 3286155114 mail: matteo.marotta@tin.it Sul web: www.6oredeitemplari.it Mail: info@6oredeitemplari.it; sponsorizzazione@6oredeitemplari.it iscrizione@6oredeitemplari.it

10


La Provincia dalla parte dei più deboli: tanti i progetti e le azioni in favore dell’altrabilità

È stato concesso un contributo, pari a 80 mila euro, a carico del Ministero dell’Interno, per il progetto “Alfabeti dell’inclusione”, presentato dall’Ufficio Lavoro, Formazione e politiche sociali della Provincia di Potenza. Lo comunicano il presidente della Provincia di Potenza Piero Lacorazza e l’assessore alle Politiche per il Lavoro e l’occupazione Vitantonio Rossi. “Il progetto ‘Alfabeti dell’inclusione’ si propone sul territorio come strumento di promozione di cittadinanza attiva – hanno spiegato Lacorazza e Rossi offrendo opportunità di crescita personale, integrazione sociale e miglioramento della qualità della vita, attraverso la progettazione e la realizzazione di interventi di prevenzione, sensibilizzazione, aggregazione, orientamento, formazione e inserimento lavorativo di soggetti in condizione di svantaggio sociale. Il progetto è rivolto a quanti, per vari motivi, rischiano l'esclusione sociale, cioè incontrano difficoltà e ostacoli al soddisfacimento di bisogni essenziali e all'esercizio di diritti fondamentali. Per perseguire questi obiettivi – hanno aggiunto il presidente e l’assessore - il progetto concorre alla costruzione di reti di servizi, di sinergie di idee e risorse umane promuovendo la costruzione di “comunità di pratiche” quale tessuto connettivo sul quale sviluppare azioni e servizi direttamente destinati alla popolazione svantaggiata del territorio”. Il progetto si articola in quattro azioni principali ed è rivolto a 40 persone con disabilità che avranno l’opportunità di integrare nel proprio curriculum professionale un segmento di VULTURE MAGAZINE

formazione finalizzato all’acquisizione di competenze tecnico professionali nell’ambito del settore “produzione pasti”. L’attività formativa verrà realizzata nel laboratorio di cucina presso le strutture di proprietà della Provincia di Potenza. “Successivamente a questa fase si avvieranno dei tirocini formativi in azienda secondo l’applicazione delle procedure di matching del Protocollo Icf (International classification of functioning) – hanno concluso Lacorazza e Rossi - per arrivare in seguito alla costituzione di “comunità pratiche” tra gli operatori che a vario titolo agiscono in rete neri servizi di orientamento, formazione, mediazione, collocamento, assistenza e riabilitazione di persone con disabilità”. Un progetto che si inserisce in quadro più generale di interventi promossi dall’Ente in favore delle categorie più deboli, che ha portato lo scorso novembre ad inaugurare il portale www.disabiliprovincia.it o www.valoriprovincia.it (indirizzo utile a segnalare il valore dell’inclusione), realizzato dalla Provincia di Potenza come momento di incontro dinamico e innovativo con i diversamente abili. “Nonostante la delicata e difficile congiuntura, la Provincia di Potenza continua ad offrire il proprio supporto e la propria azione a sostegno delle fasce più deboli della società, con un occhio di riguardo alla disabilità. Questa attenzione viene prestata in maniera, per così dire, ordinaria e cioè garantendo quei servizi minimi che si rivelano essenziali per chi può vivere una situazione di difficoltà. Servizi quali il collocamento mirato per i disabili – ha detto l’assessore alle Politiche sociali Paolo Pesacane – l’assicurazione della gratuità dei trasporti pubblici per alcune categorie di persone, i Pei (Progetti Educativi Individualizzati), l’abbattimento delle barriere architettoniche. La Provincia, inoltre, continua a garantire, in virtù di un apposito protocollo sottoscritto negli scorsi anni con l’Unione italiana ciechi, le risorse necessarie per l’assistenza 11


tiflologica extra scolastica. L’agire del nostro Ente non è rimasto, tuttavia, confinato alla gestione dell’ordinario. È così che per quanto attiene all’avviamento al lavoro dei disabili, la Provincia di Potenza ha promosso i tirocini formativi, nonché la pubblicazione dell’avviso delle work esperience all’interno del progetto Match che riguarda la Val d’Agri e che ha per oggetto l’inserimento lavorativo di 64 persone. Allo stesso fine, e sempre con riferimento al medesimo ambito di intervento, la Provincia ha provveduto a stipulare 16 convenzioni ex art. 11 della legge 68 del 99 per l’inserimento lavorativo di 35 disabili”. L’assessore ha aggiunto che “nel desolante e difficile scenario di continui tagli dei trasferimenti agli Enti locali, la Provincia di Potenza, anche e soprattutto grazie alla riduzione dei costi della politica, è stata in grado di mantenere inalterato il sostegno in favore degli studenti disabili, prevedendo 245 mila euro tra Pei e trasporti scolastici”. E ancora. Pesacane ha ricordato gli interventi all’interno dei progetti Pois, le cui gare sono già state aggiudicate: 200 mila euro nel Lagonegrese (Rotonda), 150 mila euro nel Marmo PlatanoMelandro (Brienza), 150 mila euro nella Val d’Agri (Villa d’Agri) e 200 mila euro nel Vulture Melfese-Alto Bradano (Venosa). Questi interventi localizzati soprattutto all’interno delle palestre sono finalizzati a renderle maggiormente confortevoli per tutti gli studenti, ma contengono anche specifiche azioni per la disabilità. (r.a.)

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

VULTURE MAGAZINE

VENOSA 7 GENNAIO 2012. L’OSSERVATORIO MIGRANTI DELLA BASILICATA IN PIAZZA A DENUNCIARE LA SITUAZIONE DI DISAGIO DEGLI EXTRACOMUNITARI

Venosa. Rosarno, Italia: due anni di lotte”. Sabato 7 gennaio 2012, dalle ore 18, l’Osservatorio Migranti Basilicata sarà in Piazza Castello a Venosa con un banchetto informativo. "A due anni dalla rivolta dei braccianti africani a Rosarno, e contemporaneamente ad altre città d’Italia-riferiscono gli operatori dell'Osservatorio Migranti in Basilicatasaremo in piazza per parlare delle condizioni di vita e lavoro dei lavoratori migranti, soprattutto nell’agricoltura dei nostri territori, e per sostenere le mobilitazioni dei braccianti africani nella Piana di Gioia Tauro. Vogliamo denunciare il fatto che le condizioni di lavoro e di vita dei lavoratori immigrati in Basilicata, come in Calabria, in Puglia e in altre regioni, continuano a restare drammatiche e disumane dopo tante promesse e tanti interventi poco utili e poco efficaci. Vogliamo denunciare il fatto che la crisi economica sta tormentando anche le imprese agricole, per cui sempre più intere famiglie di agricoltori scivoleranno nel baratro della povertà. Saremo in Piazza per informare e discutere su questi temi, ma anche del Ciet di Palazzo San Gervasio, di nuove povertà, di welfare, di sovranità 12


alimentare, di consumo critico, e per fare il punto sulle campagne “SOS Rosarno”, “L’Italia sono anch’io”, “Diritto di scelta”, “Appello per i Tunisini scomparsi”, e sulla lettera inviata dall’OMB al Ministro Riccardi per “Chiudere il CIET di Palazzo San Gervasio”. L.Z

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::: COMUNICATO STAMPA

Le dichiarazioni entusiastiche rilasciate ieri 1 gennaio 2012 alle agenzie stampa dai Vicedirettori Generali Comanducci e Marano in merito agli ottimi ascolti riportati dalle trasmissioni RAI nella notte di capodanno, suonano come il deprofundis per il settore riprese esterne della RAI e come una insopportabile ipocrisia alla quale non si può assistere silenti. Il LIBERSIND CONFSAL e i lavoratori della RAI, adesso più che mai hanno la consapevolezza di quanto l’attuale vertice aziendale sia poco credibile quando un giorno afferma con enfasi di essere orgoglioso delle capacità produttive interne alla RAI ed il giorno seguente con delibera del C.d.A. opera lo smantellamento delle riprese esterne, che sono appunto coloro i quali realizzano il prodotto RAI sul territorio. Bisognerà anche verificare se la presenza in sala durante la trasmissione di capodanno su RAI 1 di alcuni colleghi e dirigenti, che nulla hanno a che vedere con la produzione del programma andato in onda dalla montagna di Courmayeur, sia stata resa possibile con trasferte pagate dall’azienda.

VULTURE MAGAZINE

Il LIBERSIND CONFSAL è consapevole che presso le riprese esterne della RAI è necessaria una profonda revisione dei modelli produttivi per l’efficentamento del settore ma la RAI ha deciso tout cour di chiuderlo per aprire una via privilegiata agli appalti esterni. Questo scenario di sgretolamento del servizio pubblico radiotelevisivo non è accettabile e questo sindacato lotterà anche attraverso la metodica denuncia, qualora dovessero riscontrarsi violazioni nelle attribuzioni di commesse lavorative esterne, verificando la reale consistenza delle ditte appaltatrici e quanto applicato al loro personale sotto gli aspetti contrattuali, previdenziali ed antinfortunistici. Roma, 2 gennaio 2012 Segreteria Nazionale Libersind Confsal

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

13


Le associazioni Lucana, Campana e Calabrese di Reggio Emilia hanno scitto al Prefetto. Donato Vena

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

È una produzione editoriale dell’Associazione Vibrazioni Lucane

PRODUZIONI VIDEO, COMUNICAZIONE, EVENTI… ::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

WWW.SIDERURGIKATV.COM Web-Tv di Video, Filmati, Eventi, Informazioni, Notizie dall’Italia e dal Vulture… con quattro redazioni da tutta Italia (500.000 contatti) Contatti ed Informazioni: e-mail: evasion.giornale@libero.it – Tel. 349.6711604

rassegna stampa sulla eliminazione dei treni verso il Sud. VULTURE MAGAZINE

14

Vulture Magazine, 5 gennaio 2012  

notizie dal cuore della basilicata

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you