Issuu on Google+

MAZINGA Z – DATA BOOK

MAZINGA Z DATA BOOK volume 1

http://digilander.libero.it/alcor99/ revisione Agosto 2005

1


MAZINGA Z – DATA BOOK

LA TRAMA Durante una spedizione archeologica sull'isola di Rodi, una squadra di scienziati internazionali rinviene i resti di un'antica civiltà molto avanzata, quella Micenea, che utilizzava giganteschi automi per difendere il proprio territorio. Il Dottor Hell, scienziato tedesco, facente parte della spedizione, in gran segreto ripristina le funzioni degli enormi robot, e li utilizza come armi per uccidere i suoi colleghi. L'unico sopravvissuto è il professore giapponese, Yuzo Kabuto, il quale, resosi conto delle ambizioni di conquista di Hell, inizia a lavorare sul progetto "energia fotoatomica" una straordinaria forma di energia, ricavata dal Japanium, minerale che si trova in abbondante quantità nel monte Fuji. Con la collaborazione del professor Yumi, costruisce il "centro per l'energia fotoatomica", proprio alle pendici del Fuji. Direttore del centro diventa Yumi, mentre il professor Kabuto si ritira in gran segreto per lavorare ad un altro progetto; la costruzione di un gigante d'acciaio in grado di contrastare i robot che Hell sta costruendo in gran segreto sull'isola di Rodi. Per costruire il robot, Kabuto utilizza una lega metallica molto resistente, la superlega Z, ricavata anch'essa dal Japanium, minerale che alimenta di energia fotoatomica Mazinga Z, il dio-demone, come viene battezzato il robot. Intanto sull'isola di Rodi, Hell continua i sui macabri esperimenti sui cyborg, esseri in parte uomo e in parte macchina. Dall'unione di due mummie, una maschile e una femminile, ritrovate in Egitto, crea il Barone Ashura, che diventa il suo primo assistente. Crea inoltre un suo esercito di "Maschere di Ferro", cyborg ricavati sostituendo il cervello di esseri umani morti, per la maggior parte uccisi proprio dal Barone Ashura. Infine costruisce i "mostri meccanici" utilizzando gli automi giganti ritrovati, innestandogli un cervello umano in grado di far muovere autonomamente le terribili creature, e controllandoli attraverso il proprio bastone.

I protagonisti del cartone: Koji Kabuto, Sayaka Yumi, professor Yumi, professor Juzo Kabuto, Boss, Moocha, Nuke e Misato.

La missione del Barone Ashura è quella di scovare ed uccidere il professor Kabuto, ritenuto da Hell, l'unica seria minaccia ai suoi piani di conquista. Una volta scovata l'abitazione, dove lo scienziato giapponese conduce le proprie ricerche, le Maschere di Ferro, agli ordini di Ashura, la fanno esplodere. L'arrivo dei nipoti

2


MAZINGA Z – DATA BOOK

del professore, Koji e Shiro, disturba l'opera degli assalitori, che decidono di dileguarsi, prima di essersi accertati della morte dello scienziato. Con l'ultimo filo di vita, Kabuto, consegna al nipote Koji la propria creatura, Mazinga Z, e gli spiega sommariamente come funziona. "Sali su quell'apparecchio, l'Hover Pilder, e aggancialo alla testa del Robot. Ma sta attento, il potere di Mazinga può trasformarti in un Dio o in un Demone, dipende da te come lo userai". Spirato il nonno, Koji decide di salire su Mazinga per provare a portarlo al sicuro. Con difficoltà aggancia l'Hover Pilder alla testa di Mazinga, solo per scoprire di non essere in grado di manovrarlo; il robot sembra animato da vita propria, e solo grazie all'intervento di un secondo robot, che blocca Mazinga, vengono evitati grossi danni a cose e persone.

I nemici: dottor Inferno (dottor Hell), Barone Ashura, Conte Blocken, Duca Gorgon, Pigman e il Generale Nero.

Marchese

Il mecha: Mazinga Z, Hover Pilder, Jet Pilder, Jet Scrander, Aphrodite A, Istituto di Ricerca per l’Energia Fotoatomica, Boss Robot, Dianan A, Scarlet Mobile.

Il secondo Robot è "Aphrodite A", pilotato da Sayaka Yumi, figlia del professor Yumi, la quale, messa in allarme dal padre all'apparire di Mazinga, raggiunge il ragazzo, e gli da le prime rudimentali istruzioni che gli

3


MAZINGA Z – DATA BOOK

permettono di manovrare l'automa. Ma non c'è tempo per un corso di pilotaggio avanzato, Hell, scoperto Mazinga, e soprattutto capita l'incapacità del pilota, invia due mostri meccanici alla volta di Koji e Sayaka. Nonostante le scarse capacità del ragazzo, la potenza di Mazinga Z è tale che i due mostri vengono facilmente distrutti. Da questo momento gli attacchi di Hell si susseguono; a mettere in difficoltà Koji, e l'istituto per l'energia fotoatomica, è un esercito nemico che diventa di puntata in puntata sempre più forte.I mostri meccanici del dottor Hell assumono capacità sempre maggiori, non ultima la possibilità di volare, mettendo a mal partito l'appiedato Mazinga. Solo l'avvento del Jet Scrander, un apparecchio progettato dal Professor Yumi, che si aggancia alla schiena del robot, rimetterà in parità le forze in gioco. La costruzione delle ali di Mazinga, viene raccontata sia nella serie regolare, che in un episodio speciale, proiettato sul grande schermo delle sale cinematografiche giapponesi, "Mazinga Z contro Devilman". Nell’anime arrivano pure Boss e il suo goffo robot, "Borot" o "Boss Robot" che con gli amici Nuke e Moocha, tentano di mettersi in competizione con lo stesso Mazinga, risultando più di intralcio che di aiuto. Per i nemici, arriva il terribile "Conte Blocken", ex ufficiale delle S.S., riportato in vita come cyborg da Hell, durante la Seconda Guerra Mondiale, che ha la capacità di staccare la testa dal corpo, la cui rivalità con Ashura da un nuovo impulso all'esercito nemico. Questo fino ad arrivare all'ultimo episodio trasmesso in Italia, la serie infatti è stata interrotta dalla Rai, che non trasmise una buona metà delle puntate, a causa delle proteste dei genitori, contro la presunta violenza dei cartoni animati giapponesi.

IL FINALE L'ultima puntata di Mazinga Z che abbiamo visto in Italia, è la puntata 56, "Il furto della superlega Z". Si tratta della prima parte di un episodio doppio, che finisce con la riuscita del piano del Dottor Hell di impossessarsi del Japanium. Però il minerale rubato non è sufficiente a costruire un intero mostro meccanico, quindi la superlega viene utilizzata per costruire un'armatura che avvolge un mostro già costruito. Le armi di Mazinga Z non riescono a scalfire la corazza, ma Koji se la cava colpendo il mostro all'attaccatura del collo, unico punto non protetto dalla lega speciale. La serie prosegue quindi con l'arrivo di nuovi personaggi: Misato, una lontana parente di Boss, che viene assunta da Yumi come governante per cucinare e rassettare gli alloggi di Koji e Shiro. La ragazza non solo è molto carina, ma al contrario di Sayaka possiede una spiccata femminilità , nonché tutte quelle doti che farebbero felice qualunque maschio nipponico. Il piano di Boss è semplice: far allontanare Koji da Sayaka per avere campo libero con quest’ultima.

La morte del Dottor Hell

Misato si rivela inoltre una combattente con i fiocchi, nonché un'abile pilota di elicottero, riesce da sola a sgominare una banda di furfanti che era riuscita, con l'aiuto di Blocken, ad intrufolarsi nell'istituto fotoatomico, e a prenderne in ostaggio i membri. Arriva poi il Duca Gorgon, presentato come il guardiano dell'Impero demoniaco di Micene, che ha il compito di sorvegliare l'entrata per il regno dell'antico popolo. L’incontro tra Hell e Gorgon avviene subito dopo la fuga di Kabuto dall’isola di Rodi, dove i due decidono di stringere un patto di non belligeranza. Metà uomo e metà tigre, Gorgon viene contattato da Ashura, inviato dal dottor Inferno nelle profondità del sottosuolo per incontrarlo, e cede a quest'ultimo le proprie bestie meccaniche. Mostri che si rivelano molto più temibili di quelli messi a punto dal perfido scienziato tedesco, e mettono quasi sempre a mal partito il povero Mazinga Z. Proprio uno dei mostri di Gorgon è l'artefice della

4


MAZINGA Z – DATA BOOK

distruzione dell'aliante slittante, grazie all'uso di un fluido in grado di corrodere la superlega; la povera navicella è talmente malconcia dopo la battaglia, da dover essere ricostruita interamente. Il suo posto viene preso dal Jet Pilder, e durante la sua costruzione, Koji è costretto a far fronte ad un mostro meccanico a bordo dell'elicottero della base. Anche il robot di Sayaka deve soccombere di fronte ad uno dei potenti mostri di Gorgon, il suo posto viene preso da Dianan A, che si rivela molto più utile di Afrodite in battaglia. Intanto stufo dei continui fallimenti, il dottor Hell ripudia il Barone Ashura, il quale imprigionato, fugge e chiede l'ultimo aiuto a Gorgon. Per dimostrare tutto il suo valore non c'è che un modo, esporsi in prima persona in una battaglia mortale contro Mazinga. Il duello tra Ashura e Koji vede quest'ultimo trionfare, con il Barone che perde la vita durante lo scontro. Il nuovo aiutante del dottor Inferno è il Marchese Pigman, nato dall'unione tra uno stregone Pigmeo e un forte guerriero Masai, che fa della magia nera la sua arma preferita. La carriera di Pigman è di breve durata, anch'egli perirà per mano di Mazinga Z al termine di un'azione, ma il temibile Marchese riesce addirittura ad impossessarsi dell'istituto prima di morire. Nell'episodio 90, il terz'ultimo della serie, scopriamo che la madre e il padre di Koji e Shiro, sono deceduti, e si vede, per la prima volta, raffigurato in un cameo, il volto di Kenzo Kabuto. A questo punto Koji, Sayaka e Boss sono pronti per l'ultimo assalto all'Isola dell'Inferno, base del Dottor Hell. Studiato un piano d'attacco, i tre partono alla volta dell'isola, Koji con Mazinga e Jet Scrander, Boss Robot e Dianan con una nave. Intanto il Dottor Hell si prepara a ricevere gli ospiti, mentre il Duca Gorgon decide di rimanere a guardare gli sviluppi. Hell e Blocken mandano un Mostro Meccanico contro Mazinga, il quale viene duramente impegnato nelle profondità marine, mentre Dianan e Boss raggiungono l'isola ed iniziano l'offensiva. Quando anche Mazinga si unisce a loro, costringono il dottore e il suo luogotenente alla fuga a bordo della fortezza volante Gool. Sbarazzatosi dei mostri, e delle maschere di Ferro, Koji insegue la fortezza e la abbatte, uccidendo così i suoi due peggiori nemici. Questi avvenimenti, sono narrati nel penultimo episodio (91), e non nell'ultimo come molti erroneamente credono.

Il finale con l’arrivo del Grande Mazinga

Sconfitto il Dottor Inferno, resta ancora il Duca Gorgon da battere. Quello che Yumi e Koji non sanno, è che il Duca altri non è che un emissario dell'Imperatore delle Tenebre, supremo capo dell'Impero di Micene, il quale appresa la notizia della capitolazione del Dottor Inferno, incarica il Generale Nero, capo dei sette eserciti di Micene, di attaccare Mazinga Z e conquistare il mondo. L'attacco avviene mentre i nostri eroi stanno festeggiando la vittoria. Koji è ancora provato dall'ultima durissima battaglia, ma è costretto a lanciarsi contro il nemico. Questa volta i Mostri appaiono più forti, e stranamente dotati di una volontà ed intelligenza superiore ai precedenti. Mazinga Z viene praticamente distrutto e Koji gravemente ferito. Da un

5


MAZINGA Z – DATA BOOK

istituto in mezzo al mare il dottor Kabuto, padre di Koji, osserva la scena e preoccupato ordina a Tetsuya Tsurugi di uscire con il Grande Mazinga per aiutare Mazinga Z che ormai non è più in grado di combattere. Il nuovo robot ha facilmente la meglio sui Mostri Guerrieri, anche se non era mai stato collaudato in battaglia. Yumi, Shiro e Sayaka visibilmente preoccupati per la sorte del giovane pilota di Mazinga Z, ricevono la visita di un collaboratore di Kabuto, che li invita a seguirli alla Fortezza delle Scienze. Qui i tre possono far visita a Koji, che giace in un letto, ferito e privo di sensi, mentre Yumi viene accompagnato a colloquio con Kabuto. Tetsuya spiega a Shiro che il nuovo Robot, il Grande Mazinga, è molto più potente di Mazinga Z, essendo costruito con una nuova lega, la Superlega NZ. Intanto il professor Kabuto, racconta a Yumi di essere scampato alla morte grazie alla scienza di Yuzo Kabuto, suo padre e nonno di Koji, che lo ha trasformato in un Cyborg. L'uomo desidera che la sua vera identità rimanga ancora un segreto per i due ragazzi. Da parte sua il professor Yumi lo assicura di aver già pensato di mandare Koji e Sayaka negli Stati Uniti a studiare nell'Università del dottor Watson, e di voler lasciare la lotta al Generale Nero nelle mani del Grande Mazinga e della Fortezza delle Scienze. La serie si conclude appunto con la partenza di Koji e Sayaka per gli States, mentre il Professor Kenzo Kabuto guarda l'aereo, con a bordo i due ragazzi, perdersi all'orizzonte. Una versione romanzata dell'ultima puntata, è giunta anche in Italia, si tratta del film "Mazinga Z contro il Generale Nero", in cui però non si assiste alla partenza di Koji e Sayaka alla volta degli Stati Uniti.

DA ATLANTIDE A MICENE Probabilmente giunti da un'altra galassia, gli Atlantidei, colonizzarono una Terra molto diversa da quella attuale, milioni di anni fa. Inadatti alla vita sul nostro pianeta, fondarono una città -stato sul fondo marino, e nel frattempo si preoccuparono di rendere la terraferma adatta alle loro esigenze. Portarono fauna e flora dal loro pianeta di origine, e grazie a delle sofisticate tecniche di ingegneria genetica, le impiantarono sul nostro pianeta, facendole interagire con il nostro primitivo ecosistema, per poter creare, nel tempo le condizioni più adatte alla loro vita. Il processo doveva avvenire con lentezza e naturalità ; gli Atlantidei non avevano certo fretta si erano adattati senza problemi alle città sottomarine artificiali, e il pianeta Terra offriva comunque materie prime ed energia in quantità . Si suppone che la stessa spedizione aliena che colonizzò la Terra, si divise per colonizzare anche molti altri pianeti della Galassia, ma non ne siamo certi, in quanto, gli unici esseri extraterrestri venuti in contatto con la Terra, i Fleediani e i Vegani derivano direttamente dagli Atlantidei che furono costretti a lasciare la Terra, come vedremo in seguito. La seconda fase di terraformazione del nostro pianeta, consisteva nel fare proliferare degli uomini-artificiali bionici, cioè quelli che in futuro sarebbero diventati gli esseri umani terrestri, ovvero gli Homo Sapiens. Creati in laboratorio con caratteristiche fisiche e aspetto molto simile a quello degli Atlantidei, gli Homo Sapiens sono stati costruiti geneticamente usando parte del patrimonio genetico proveniente dai primati terrestri, e parte dagli stessi Atlantidei. Con un quoziente di intelligenza leggermente inferiore a quello dei loro creatori, ma con caratteristiche fisiche a metà strada tra quelle animali, che si adattavano molto bene alla vita terrestre, e quelle Atlantidee, che al contrario erano di costituzione troppo debole, gli uomini furono lasciati liberi di creare le loro civiltà , e intanto adattavano la Terra alle esigenze dei loro creatori. Dopo milioni di anni la Terra fu quasi pronta, e la zona dove maggiormente gli uomini riuscirono a creare le condizioni di vita migliori era intorno al Mar Mediterraneo. Per poter controllare l'attività degli umani, gli Atlantidei si servivano del loro esercito, che per poter operare, però doveva necessariamente agire sulla terraferma. A tale scopo, chi desiderava lavorare nell'esercito al progetto di terraformazione, veniva modificato geneticamente, rafforzando il corpo in modo da poter resistere anche alla vita esterna. Il procedimento di modifica genetica, aveva come effetto collaterale una leggera diminuzione del quoziente intellettivo del soggetto, veramente minima, ma che era sempre accompagnata da una certa instabilità emotiva, e soprattutto da una aumento della belligerosità . Questi effetti collaterali erano comunque ben accetti dagli scienziati Atlantidei, in fondo l'aumento dello spirito combattivo in un soldato non era certo un fatto negativo, ma aveva avuto come conseguenza il divieto assoluto di operare modifiche genetiche su Atlantidei che non lavorassero all'esterno, e soprattutto di effettuare modifiche genetiche direttamente al cervello. I soldati dell'esercito di Atlantide avevano in ogni caso gli stessi diritti di tutti gli altri cittadini, e, una volta tornati in città godevano degli stessi privilegi. Essi erano inoltre visti dagli umani come delle divinità ; disponevano di armi e mezzi impensabili per gli uomini di allora. Atlantide era ormai enorme, nonostante il controllo demografico, la varie città si erano praticamente unite l'una all'altra, fino a formarne una sola ed enorme, grande quasi tutto l'oceano Pacifico. Ma lo stesso processo di terraformazione, che doveva concludersi in ancora pochi millenni, stava provocando la fine della stessa Atlantide; una violenta serie di terremoti, che avrebbero formato diverse isole vulcaniche lungo tutto il Pacifico, avrebbe anche sicuramente decretato la fine di Atlantide, da lì a pochi anni. Per correre ai ripari, la comunità scientifica scelse di sviluppare tre distinte strategie, delle quali solo una

6


MAZINGA Z – DATA BOOK

coinvolse la quasi totalità della popolazione. La prima era ovviamente quella di occupare immediatamente la superficie, mescolandosi dove possibile agli umani, rinunciando però a tecnologie e comodità . Non c'era tempo di costruire abitazioni, città , centrali energetiche ecc... Gli Atlantidei si sarebbero dovuti arrangiare. Come zona principale fu scelto il mediterraneo, l'esercito fu trasferito nella zona dell'Egeo, nelle isole della Grecia; gli scienziati di Atlantide intuirono che la maggior parte di coloro che erano stati modificati geneticamente sarebbe sopravvissuta, mentre gli altri no; facile anche immaginare che, la tecnologia dell'esercito avrebbe fatto gola agli uomini di Atlantide improvvisamente costretti alla vita primitiva, e quindi fu scelto di raggruppare l'esercito in una sola zona per poterlo difendere dagli attacchi degli Atlantidei uniti agli umani. Si trattava in pratica di una strategia di sopravvivenza suicida, la razza di Atlantide non sarebbe sopravvissuta intatta, ma si sarebbe dovuta mescolare a quella umana. Sarebbero sopravvissuti solo gli Atlantidei geneticamente modificati, quindi si decise di modificare chiunque lo avesse voluto; molti scienziati e tecnici si fecero modificare e si unirono all'esercito, mentre le persone comuni, ignare di questa possibilità , si fecero modificare solo in prospettiva della loro futura vita priva di lussi e comodità . C'è da dire che la carriera militare era ben poco ambita, quindi pochi riuscirono a capire che solo in seno all'esercito avrebbero potuto contare sulla tecnologia e quindi su una vita piuttosto comoda. Come previsto gli umani e gli Atlantidei, oramai imbarbariti e inferociti, dotati di uno enorme spirito guerriero indotto dalla modifica genetica, attaccarono e conquistarono una a una le postazioni dell'esercito, ormai senza neppure sapere perché, visto che una volta conquistati gli avamposti nessuno era più in grado di sfruttare le meraviglie tecnologiche che contenevano. Solo l'assembramento sull'isola di Rodi era diventato inespugnabile; i Micenei, questo era il nome che veniva dato agli abitanti di Rodi, a differenza degli altri avamposti dell'esercito, non avevano scrupoli a combattere contro i loro simili. Essi utilizzarono i robots, gigantesche macchine a forma umana, alte circa 20 metri, che in passato erano utilizzate soprattutto come macchine universali per l'edilizia e i lavori pesanti in genere, come arma principale per combattere i nemici. Anziché pilotare i robots, decisero di installare un impianto di cellule nervose, ricavate dall'ingegneria genetica, in modo che le macchine diventassero senzienti; privi di pilota i robots non avevano certo scrupoli ad uccidere uomini e distruggere villaggi nemici. Quando un gigantesco terremoto sconvolse il Mar Egeo, decretando la fine di Micene, la civiltà Micenea si stava addirittura espandendo, anziché limitarsi alla difesa. Come sappiamo ora, la civiltà Micenea non sparì del tutto, ma si trasferì nelle viscere della Terra, continuando gli studi sulla robotica e sull'ingegneria genetica, praticando però, una scienza distorta, dal carattere eccessivamente combattivo che i Micenei avevano acquisito con la modifica genetica, e, soprattutto dalla vita che conducevano in assenza di luce. Come detto in precedenza, questo era solo il primo di tre piani di salvaguardia della civiltà Atlantidea, un piano più che altro messo in atto per dare una possibilità di salvezza a tutti gli abitanti di Atlantide, ma destinato comunque a fallire, in quanto a salvarsi sarebbero stati solo gli individui manipolati geneticamente, che in ogni caso si sarebbero imbarbariti regredendo allo stato di esseri primitivi. Gli altri due piani furono tenuti segreti, ed ebbero certo più successo del primo. Il secondo piano consisteva nel mantenere un piccola comunità di Atlantidei alla vita sottomarina, in piccoli insediamenti, con persone selezionate. Ancora oggi esistono due città di Atlantide, una situata nell'Oceano Atlantico e una nel Pacifico, e ancora oggi gli Atlantidei non possono vivere in superficie, perché il processo di adeguamento della terraferma si è interrotto definitivamente, ma ormai non aspirano più a questo. Il terzo piano è stato quello della conquista spaziale. Diverse missioni partirono per lo spazio; ci furono missioni formate da soli Atlantidei originali, da soli esseri modificati geneticamente e da misti. Oggi sappiamo, ad esempio, che gli Spaziali di Vega derivano da Atlantidei modificati geneticamente, mentre i Fleediani sono i discendenti degli uomini di Atlantide originali.

L'ENERGIA FOTOATOMICA, ATLANTIDE E GLI SPAZIALI Il professor Juzo Kabuto, scopritore dell'energia Fotoatomica, conseguì la laurea in ingegneria meccanica presso l'università di Berlino. Ancora studente ideò le basi teoriche che lo portarono in età avanzata alla realizzazione del primo reattore a fusione fotoatomica. La geniale teoria si basa sul fatto, all'epoca puramente teorico, che una reazione di fusione nucleare, se catalizzata dalla sua stessa componente luminosa poteva sprigionare una quantità di energia doppia, quadrupla o ottupla rispetto alla stessa fusione realizzata in maniera tradizionale, cioè priva della componente "luce". L'aumento teorico della potenza della reazione, avveniva esponenzialmente, con base due, fino ad arrivare ad un limite, calcolato dallo stesso Kabuto, di 1024 volte, questo a parità di massa atomica, detto in parole povere si poteva, teoricamente, aumentare la potenza di un motore atomico fino a 1024 volte, pur mantenendo lo stesso peso. In realtà , come più tardi lo stesso scienziato scoprì, tale limite non esiste affatto, l'aumento avviene esponenzialmente con base due, ed è teoricamente infinito. Studente dello stesso istituto, il dottor Hell, fu contattato da Kabuto per una collaborazione al suo studio sull'energia Fotoatomica. Il dottor Hell, di carattere molto egocentrico,

7


MAZINGA Z – DATA BOOK

sottovalutò gli studi del collega, e li guardò molto superficialmente. Anche perché la teoria non poteva dare nessuno sbocco pratico; non esisteva nessun reattore che potesse funzionare a fusione nucleare, le temperature in gioco erano talmente elevate, da impedire di fatto la realizzazione di un motore a fusione, che senso poteva avere allora studiare una tecnologia che permetteva di raddoppiare la potenza di un motore che non esisteva? Occorreva prima realizzare un reattore a fusione nucleare che funzionasse a temperature "fredde", al massimo di un migliaio di gradi centigradi. In realtà questo tipo di reattore esisteva, veniva utilizzato come motore per i Mostri Guerrieri realizzati nell'Impero sotterraneo di Micene. La tecnologia era molto antica, e quando il dottor Hell e il professor Juzo Kabuto, scoprirono i resti della civiltà Micenea sull'isola di Rodi, entrarono in possesso anche della tecnologia costruttiva del "reattore a fusione nucleare fredda". Hell, che si aspettava proprio di ritrovare questa tecnologia, invitò il geniale ingegnere meccanico, per poter sfruttare le sue conoscenze, e ricostruire quindi i robot di Micene. Hell aveva già pianificato l'uccisione di Kabuto, una volta che fosse entrato in possesso delle macchine restaurate. D'altra parte Kabuto accettò, incuriosito dal fatto di essere stato invitato personalmente da Hell ad una spedizione archeologica, nonostante lui fosse un ingegnere. Yuzo sapeva bene che il suo vecchio collega non faceva mai nulla senza avere uno scopo ben preciso. Il primo reattore nucleare freddo fu costruito direttamente sull'isola di Rodi, da una équipe tecnica comandata dal professor Kabuto, ed aveva un certo rapporto potenza/peso che possiamo prendere come riferimento per calcolare i successivi sviluppi di questi motori. Era costruito in leghe speciali di acciaio, tungsteno e molibdeno, con alcune parti in titanio; aveva un peso di circa 3 tonnellate (2996 kg per l'esattezza) e sviluppava ben 15.000 CV (precisamente 14.991). Il rapporto potenza peso era quindi di circa 5 CV/kg, e fu utilizzato per muovere il primo dei robot Micenei restaurati, quello che fu usato da Hell per uccidere i propri colleghi che ormai sapevano troppo. Questo rapporto Potenza/peso era destinato ad aumentare col tempo, man mano che la tecnologia costruttiva di Hell si affinava. Hell, dotato di un enorme patrimonio di denaro, derivato soprattutto dalle attività criminali del Conte Blocken, continuava a sfornare mostri meccanici a ripetizione, migliorandone di fatto la tecnologia costruttiva, utilizzando materiali più leggeri e diminuendo le temperature di esercizio. Si calcola che i reattori montati sui primi esemplari di mostri meccanici avessero una efficienza aumentata del 10% circa, rispetto al primo prototipo, mentre gli ultimi mostri potevano contare su una potenza di ben 1,8 volte superiore (80% in più ). Dal canto suo, Yuzo Kabuto, poté finalmente sviluppare la sua teoria sull'energia fotoatomica, e costruì per Mazinga Z un reattore, in cui la componente "luce" aveva un fattore 4. Questo, unito all'utilizzo della Super lega Z, dal peso specifico basso, e con un alto fattore di smaltimento del calore, rendeva il propulsore di Mazinga ben 5,3 più efficiente del prototipo originale. Il reattore di Mazinga Z aveva una potenza di 65.000 CV con un peso di soli 2450 Kg. Il professor Kenzo Kabuto, sviluppò invece un propulsore con fattore "luce" di 8, che unito all'utilizzo della Super lega NZ, faceva diventare il motore circa 10,9 volte più efficiente di quello originale. Questo propulsore pesa solamente 1650 Kg per una potenza di 90000 CV, ed è il propulsore più leggero montato su un robot gigante. Il peso del reattore è importantissimo per poter meglio bilanciare le masse del robot, e renderlo quindi più agile e veloce. I mostri meccanici del Duca Gorgon, invece hanno propulsori dotati della stessa tecnologia atomica, ma hanno goduto di uno sviluppo molto più prolungato, ed hanno un'efficienza di circa 3 volte superiore a quella del motore di Rodi. I propulsori di questi mostri hanno comunque una tecnologia piuttosto datata, rispetto agli standard raggiunti da Micene. Le ultime tecnologie erano destinate alla costruzione dei Mostri Guerrieri. I mostri Meccanici di Gorgon erano invece dei Cyborg di origine animale, cioè con i centri del sistema nervoso ricavati da animali selvaggi, e non da uomini come nel caso dei mostri di Micene; una sorta di mostri guerrieri di seconda scelta, o meglio degli esperimenti, per poter travasare le tecniche scientifiche raggiunte alla costruzione dei più preziosi Mostri Guerrieri e Generali di Micene. L'efficienza degli ultimi propulsori di Micene è di circa 5 volte quella del propulsore sviluppato su Rodi, cioè quasi quanto quella del reattore montato su Mazinga Z, che può però contare su un fattore di moltiplicazione "luce" 4. Questo la dice lunga sull'importanza della scoperta dell'energia Fotoatomica; senza questa scoperta, probabilmente Kabuto sarebbe riuscito a costruire un robot abbastanza potente da respingere i primi attacchi di Hell, ma assolutamente inadeguato di fronte ai mostri di Gorgon, e il Grande Mazinga sarebbe stato solo un giocattolo di fronte ai Mostri Guerrieri, oppure avrebbe dovuto montare un reattore ben 10 volte più pesante, perdendo quindi quelle caratteristiche di agilità e velocità che lo rendono così efficace in battaglia. La tecnologia del propulsore a fusione atomica a bassa temperatura, ha origini terrestri, fu sviluppata ad Atlantide, e fu ereditata dai Micenei, che erano degli Atlantidei modificati geneticamente. Essi erano destinati ai lavori più pesanti, e all'esercito, mentre la tecnologia e la scienza era ad appannaggio esclusivo degli Atlantidei non modificati geneticamente. Contrariamente a quanto si possa pensare, Atlantide non era una società razzista o classista, chi voleva sottoporsi a modifiche genetiche era libero di farlo, ma queste modifiche erano tese solo a aumentare le caratteristiche fisiche, e quindi venivano scelte solo da coloro che desideravano dedicarsi a lavori fisici o al combattimento. Era assolutamente vietato manipolare

8


MAZINGA Z – DATA BOOK

geneticamente il cervello o la psiche, anche se, le modifiche fisiche avevano come effetto collaterale una leggera diminuzione del quoziente intellettivo dell'individuo. Quando Atlantide venne distrutta, la maggior parte degli Atlantidei ritornò in superficie, dove, l'esercito si trasferì nelle isole Greche, portando le proprie armi e i propri robots e fondando Micene. In origine i Micenei erano praticamente tutti soldati di Atlantide e quindi geneticamente modificati; le armi che avevano necessitavano di continue manutenzioni, e, per questo motivo, sebbene poco votati alla scienza, i Micenei riuscirono a mantenere cognizione dello sviluppo tecnologico raggiunto da Atlantide. I civili di Atlantide, invece, si ritrovarono senza mezzi tecnologici, ed un po' alla volta si imbarbarirono, perdendo completamente le loro cognizioni scientifiche. I Micenei tenevano alla larga della loro isole gli altri uomini utilizzando i robots, e così le due razze non si integrarono mai più . Un altro gruppo di Atlantidei, nell'imminenza della catastrofe decise invece di tentare la colonizzazione dello Spazio. Molti tecnici e scienziati si unirono al progetto, ma anche uomini comuni e, ovviamente anche militari, quindi, tra di loro c'erano molte persone geneticamente modificate. Il primo pianeta colonizzato fu Vega, poi arrivarono su tutti gli altri pianeti, compreso Fleed. L'origine terrestre degli spaziali, però si perse nella notte dei tempi, ma non fu così per la tecnologia. Facendo dei confronti tra la tecnologia Micenea e quelle di Vega e Fleed, non possiamo fare a meno di notare molti punti di contatto. Quello più evidente è l'utilizzo dei robots giganti come arma militare. L'unica discendenza di Atlantide che ha dovuto ricominciare il cammino tecnologico da zero è quella umana, mentre le altre civiltà sono partite tutte da una base comune. Solamente gli scavi sull'isola di rodi hanno ridato all'umanità l'antica tecnologia atomica, e le geniali intuizioni del professore Yuzo Kabuto, e oggi sappiamo anche di suo figlio Kenzo, hanno permesso ai terrestri di disporre di tecnologie competitive nei confronti di Micene e Vega fin da subito. Nello spazio, nessuno ha avuto il genio di Kabuto, e l'energia fotoatomica non è mai stata sviluppata; i dischi da combattimento di Vega, e lo stesso Goldrake funzionano fusione atomica (in realtà i dischi di Vega hanno un funzionamento ibrido), anche se le tecnologie costruttive sono molto più sofisticate di quelle terrestri, non raggiungono l'efficienza dei una reazione di tipo fotoatomico. Inoltre non è possibile utilizzare la fusione nello spazio esterno, in quanto non è possibile contenere la reazione a catena; un reattore atomico nello spazio esploderebbe, mentre un reattore ad energia fotoatomica no. Per questo motivo Atlas, la navicella di Goldrake ha un accumulatore di energia solare, o meglio un accumulatore di impulsi di energia luminosa irradiata dai corpi celesti, perché nello spazio aperto il reattore atomico deve rimanere rigorosamente spento. Sia i propulsori atomici che quello fotoatomico hanno serie difficoltà a funzionare anche nelle profondità marine, a causa della pressione elevata e della mancanza di ossigeno; questo problema è stato risolto quasi del tutto da Kenzo Kabuto, utilizzando la super lega NZ, il problema della pressione è scomparso quasi completamente, limitando così la perdita di potenza nelle profondità marine. Il Grande Mazinga è infatti in grado di combattere molto efficacemente in acqua, a differenza di Mazinga Z e di Goldrake. Il modulo Delfino Spaziale ha un propulsore realizzato in super lega NZ utilizzando lo stesso progetto di Kenzo Kabuto, e questo permette a Goldrake di combattere efficacemente anche in acqua. Particolare menzione va al sistema di propulsione ibrido messo a punto dagli scienziati di Vega. Pur non conoscendo i dettagli, in quanto si tratta di un sistema alieno, i reattori nucleari di Vega si basano su una trasformazione ibrida di fusione e fissione. Questo particolare procedimento tecnologico permette di ottenere dei motori efficienti, ma particolarmente inquinanti e pericolosi. Il motivo di un ritorno a tecnologie meno efficaci, se non addirittura controproducenti, visto l'alto tasso di radioattività dei reattori Vegani, va ricercato nel prioritario bisogno dell'impero spaziale di Vega di consumare una grandissima quantità di Energia. L'utilizzo del Vegatron, materiale dall'alto peso atomico, molto radioattivo, ma anche facilmente estraibile da un minerale presente in alte quantità sui pianeti conquistati, ha risolto in maniera eccellente la grande richiesta di energia dell'enorme regno di Vega. Dal punto di vista formale i motori che muovono i dischi da combattimento di Vega, sono formati da una parte a fusione di Elio, e una parte a fissione di Vegatron. Un altro vantaggio nell'utilizzo del Vegatron è dato dal risultato della trasformazione atomica del Vegatron, che può essere utilizzato anche come arma; le scorie del processo vengono accumulate e usate per produrre i Raggi Vegatron. Ovviamente questo avviene quando il Vegatron è usato per scopi militari; per l'utilizzo civile le scorie radioattive devono essere opportunamente stoccate e trattate. Abbiamo però scoperto in seguito, che tali procedure di sicurezza non venivano osservate; la società Vegana era diventata troppo grande e troppo consumistica, serviva energia, a poco prezzo, tanta e subito, il risultato è stato quello di trasformare i pianeti dell'Impero, Vega compreso, in masse radioattive inabitabili. L'impero di Vega si è dissolto in seguito alla sua stessa spinta espansionistica, Goldrake ha dato solo il colpo di grazia al perfido sovrano.

9


MAZINGA Z – DATA BOOK

GLI EPISODI 1. Nascita di robot un prodigioso Il Dottor Hell, perfido scienziato di origine Tedesca, affida al suo assistente, il Barone Ashura, strano essere metà uomo e metà donna due giganteschi robot, i mostri meccanici Garada K7 e Dablas M2, potenti armi con le quali conquistare il mondo intero. Prima di compiere la sua missione, il Barone Ashura deve però uccidere il professor Yuzo Kabuto, l'unico al mondo a conoscenza dei diabolici piani di Hell. Trovato il nascondiglio dello scienziato Giapponese, Ashura lo fa radere al suolo dai suoi soldati, le Maschere di Ferro. All'interno dell'abitazione distrutta, Koji e Shiro Kabuto, i nipoti del professore, trovano un laboratorio segreto, dove è nascosto Mazinga Z, invincibile robot costruito in Super Lega Z e alimentato ad energia Fotoatomica. Il professore morente consegna il robot al maggiore dei due fratelli, Koji, il quale si mette ai comandi dell'automa, purtroppo con scarsi risultati, mentre i due mostri guerrieri di Hell attaccano la città . Intanto mentre Koji tenta di controllare Mazinga incontra un altro robot gigante dall'aspetto femminile.

2. Fermate l'esercito di Ashura Ai comandi del secondo robot, Aphrodite Alpha, c'è la bella Sayaka Yumi, figlia del professor Gennosuke Yumi, uno dei più stretti collaboratori del defunto professor Kabuto. La ragazza accompagna Koji e Shiro al Laboratorio per le ricerche sull'energia Fotoatomica, istituto fondato da Kabuto e ora diretto da Yumi. Qui i ragazzi apprendono da Yumi di una spedizione scientifica sull'isola di Rodi, dove Hell ha trovato i resti dell'antica civiltà Micenea, che aveva costruito i giganteschi robot dei quali, ora, si sta servendo il malefico scienziato. Il professor Kabuto, unico sopravvissuto della spedizione ha dedicato il resto della sua vita al tentativo di contrastare le ambizioni di Hell, ideando la teoria dell'energia Fotoatomica, scoprendo una super lega eccezionalmente resistente e costruendo quindi Mazinga. Aiutato da Sayaka, Koji si lancia con Mazinga Z contro i mostri meccanici Garada K7 e Dablas M2, annientandoli facilmente, e dimostrando ad Hell tutta la potenza del robot progettato dal nonno.

3. Operazione distruzione Mazinga Koji e Shiro fanno la conoscenza degli amici motociclisti di Sayaka; Boss, Nuke e Moocha. La rivalità tra i ragazzi fa immediatamente scoccare la scintilla, ed è subito rissa. Intanto il dottor Hell, come impazzito per la sconfitta, sembra intenzionato a distruggere la propria armata di Mostri Meccanici, ritenuti troppo deboli per combattere contro Mazinga, ma il Barone Ashura la fa desistere; Koji Kabuto non sembra ancora in grado di pilotare al meglio il robot, anche se i Mostri Meccanici sono più deboli potrebbero comunque avere la meglio sull'inesperto ragazzo. Una volta sconfitto il nemico di turno, Sayaka fa confezionare dal padre una tuta protettiva per Koji, onde evitare che il giovane si ferisca durante i maldestri tentativi di pilotaggio di Mazinga Z.

4. Mazinga Z in difficoltà (inedito) Aphrodite A viene equipaggiata con due missili che vengono sparati dal seno del robot, per poter aiutare Koji durante le battaglie. I due robots devono vedersela con Guayer Q5, che utilizza un'onda elettromagnetica in grado di mettere fuori uso la loro strumentazione elettronica. Yumi prepara quindi un Gas particellare in grado annullare l'effetto di tali onde; Boss e Shiro si recano sul luogo della battaglia e sparano un razzo che propaga tali particelle. Una volta che Mazinga Z è di nuovo in grado di muoversi liberamente, il mostro meccanico è spacciato.

10


MAZINGA Z – DATA BOOK

5. Il fantasma di Mazinga Z (inedito) Mazinga Z sembra impazzito, attacca la periferia della città , e le case alle pendici del monte Fuji. In realtà si tratta di un'illusione creata dall'ennesimo Mostro Meccanico di Hell, Kingdam X10. E' una trappola per costringere Mazinga Z a combattere contro un falso nemico e in modo che termini tutta l'energia, e possa quindi essere sconfitto dal robot di Hell.

6. Attacco su due fronti Approfittando di un previsto fronte di nebbia che dovrebbe avvolgere le falde del Fuji, Hell prepara due Mostri Meccanici per un attacco doppio. Il Mostro Meccanico Zai La attacca la città , e, mentre Mazinga si dirige verso di lui, il Mostro Dan Chen approfitta della nebbia per dirigersi indisturbato verso l'Istituto di Ricerche per L'Energia Fotoatomica. Aphrodite A e l'esercito riescono a rallentare Dan Chen quel tanto che basta, per permettere a Mazinga di sconfiggere Zai La e tornare in tempo per battere anche Dan Chen.

7. Le tattiche del Barone Ashura Ashura fomenta la folla contro Mazinga Z, Koji e l'Istituto di Yumi. Egli asserisce che se la città di Tokyo è sotto i continui attacchi dei Mostri Meccanici del dottor Hell è solo per la presenza di Mazinga, e convince la popolazione a picchettare l'Istituto e la casa di Koji. Scoraggiato il ragazzo si rifiuta di combattere, e solo Shiro riesce a convincerlo dell'importanza della sua missione.

8. La grande statua di Abdora La statua del diavolo nel parco, è in realtà il Mostro Meccanico Abdora V6, che attacca la città durante la notte, e poi torna al suo posto. Solo Boss e i suoi amici assistono alla trasformazione, ma non vengono creduti. Intanto all'Istituto viene votata una mozione per modificare Aphrodite in modo da poter essere usata per combattere, ma l'ordine del giorno viene respinto per i voti determinanti di Yumi e Koji.

9. Deimos F-3, robot scomponibile Il nuovo Mostro Meccanico Deimos F3 ha la capacità di potersi comporre e scomporre a piacimento. Approfittando di una assenza di Yumi, Ashura rapisce i tre professori dell'istituto e li ipnotizza, mentre Deimos F-3, finge di precipitare nei pressi dell'Istituto. Apparendo distrutto e innocuo attira l'attenzione di Koji e degli altri, che imprudentemente si avvicinano troppo. Il robot si ricompone all’improvviso e ferisce Koji, intanto i tre professori fanno uscire Mazinga Z dalla piscina lasciandolo in balia del mostro.

10. Dyan dal braccio d'acciaio Ashura rapisce Shiro, e con questo ricatta Koji; il ragazzo dovrà abbandonare Mazinga Z se vorrà rivedere vivo il fratellino. Intanto Koji scopre un piano di Ashura di costruire una base operativa avanzata su di un'isola, ma non può intervenire per non mettere a repentaglio l'incolumità di Shiro.

11. Il grande cannone Galeno Durante la seconda guerra mondiale, il Giappone aveva radunato tutti i più famosi scienziati per costruire il più grande cannone del mondo; il "Cannone Galeno" e la polvere da sparo "Mac Dun". Cannone e polvere sono rimasti nascosti per decenni in una grotta del monte Fuji. Ora il Barone Ashura ha ritrovato l’enorme arma, e si mette al lavoro per restaurarla ed utilizzarla per bombardare l'Istituto di Ricerca per l'Energia Fotoatomica. I movimenti di Ashura vengono scoperti per caso da Sayaka e Moocha. L'intera banda di amici si travestirà da Maschere di Ferro per sventare i piani di Hell.

11


MAZINGA Z – DATA BOOK

12. Il tradimento di Vicong Vicong è un robot giocattolo costruito da un geniale ragazzino, Yonichi. Questo robot viene notato dal Barone Ashura, che decide di usarlo per provare il "fucile gigantogeno", arma creata dal dottor Hell, in grado di aumentare le dimensioni di qualunque cosa. Viene quindi portato alle dimensioni di un Mostro Meccanico e lanciato contro la città . Nonostante Yonichi lo consideri quasi un fratello, aiuterà Mazinga Z a distruggerlo, rivelando a Koji il punto debole di Vicong.

13. Una gara di pupazzi di neve Korongo S2 è un Mostro Meccanico che ha la forma di una sfera, ed è in grado di modificare le sue dimensioni. Per sfuggire al controllo di Aphrodite, si camuffa da enorme palla di neve, che viene poi utilizzata da Boss, Nuke e Moocha per partecipare ad un concorso di pupazzi di neve.

14. Battaglia contro Spartan K-5, il robot gigante (inedito) Spartan K5 è un mostro meccanico dotato di forza e tecnica di combattimento eccezionale, ma totalmente privo di spirito combattivo. Viene utilizzato lo stesso da Ashura nella speranza che la visione di Mazinga Z risvegli la sua voglia di combattere, ma il gigante d'acciaio si ferma nel parco, diventando in breve tempo un'attrazione turistica. Essendo stato creato utilizzando i geni di un grande cacciatore Watusso e di un antico gladiatore romano, il suono di un tamburo, unito alle ovazioni della folla che fuoriescono da una radio, risvegliano in lui gli antichi istinti, portandolo a combattere.

15. Attacco con l'alta marea Il Barone Ashura colloca una serie di mine lungo la costa, e facendole esplodere provoca un'ondata di alta marea su Tokyo. Approfittando della confusione lancia l'attacco con i due Mostri Meccanici Chigul E3 e Gorias W3, i quali sono costretti alla resa da Mazinga, ma lo danneggiano a loro volta. Ashura è più rapido con le riparazioni, e Koji è costretto ad utilizzare un Mazinga non del tutto riparato, con i tre professori a bordo che eseguono le modifiche sul momento.

16. Il tornado misterioso Un mostro guerriero capace di generare un tornado inganna il Laboratorio, che invia Koji a bordo del solo Hover Pilder ad investigare. Il mostro avvolge il velivolo con una sostanza collosa facendolo precipitare. Gli stessi attacchi di Ashura all'Hover Pilder, considerato ormai innocuo, permettono invece al velivolo di liberarsi ed agganciarsi a Mazinga.

17. L'ultimatum di Ashura Questa volta Ashura utilizza un Mostro in grado di muoversi sottoterra, e fa sprofondare interi quartieri di Tokyo. Per porre fine alla distruzione della città , egli pretende che il professor Yumi rassegni le dimissioni dalla direzione del Laboratorio di Ricerche per l'Energia Fotoatomica, e che al suo posto venga messo il Dottor Hell. Ancora una volta la popolazione viene fomentata contro il Laboratorio di Yumi.

18. Glossam, il terrore del mare Il Mostro Meccanico Glossam X2 è responsabile dell'affondamento di numerose navi. Mazinga Z non è in grado di combattere in acqua, ma viene modificato dal professor Gordon, esperto in robotica e da sua figlia Lisa, ingegnere, scampata per miracolo al naufragio della nave sulla quale viaggiava, attaccata dal mostro.

12


MAZINGA Z – DATA BOOK

19. Il mostro volante Dopo che Mazinga è stato modificato per poter combattere in mare, Hell decide di attaccare dal cielo. Appare quindi il primo robot volante della serie; Diabolicus X1. Per sconfiggerlo Koji fa modificare il pugno a razzo di Mazinga, collegandolo ad una lunga catena per agganciare il mostro volante e trascinarlo a terra.

20. Una prova di coraggio Mitsuo è un ragazzino, compagno di classe di Shiro, che non dimostra di avere molto coraggio, ed è costretto a subire le angherie di Onimaru suo coetaneo. Viene catturato da Ashura perché assiste al collaudo del Mostro Meccanico Stronger T4, il quale lo utilizza come ostaggio all'interno del robot. Anche Onimaru viene coinvolto; i due ragazzini collaboreranno per fuggire, e permettere quindi a Mazinga di colpire il mostro.

21. Duello nella città fantasma Un parco giochi ricavato in una città fantasma western, viene preso di mira dal Dottor Hell per essere trasformato in laboratorio di riparazione per i Mostri Meccanici. Koji, Shiro, Boss, Nuke e Moocha sono al parco di divertimento al momento dell'attacco di Ashura.

22. La fortezza subacquea Salus La fortezza subacquea Sarudo attacca numerose navi nell'oceano. Koji interviene, ma essendo senza armi subacquee viene catturato dalla fortezza, che è però costretta a lasciarlo andare per non essere distrutta a sua volta. Nello scontro successivo, Mazinga può contare su di una Raggio Fotonico potenziato, messo a punto dai tre professori del Laboratorio.

23. I capricci di Yuri Il mostro guerriero Dam Dam L2, è dotato di un raggio trivella, che gli serve per individuare i giacimenti di Japanium nel sottosuolo del monte Fuji. Per permettere al Mostro di agire liberamente, Ashura rapisce la nipote di Jumi, Yuri, costretta sulla sedia a rotelle. La bambina, però, ritroverà l'uso delle gambe, riuscendo a fuggire, e permettendo a Koji di combattere liberamente.

24. L'attacco del robot supersonico Un robot volante di Hell, dalla velocità supersonica, bombarda prima la città e poi l'Istituto di Ricerche per l'Energia Fotoatomica. Mazinga Z sembra impotente di fronte alla velocità di Jinrai, ma riesce a scoprire, e ad utilizzare a suo vantaggio, il punto debole del Mostro: un brevissimo istante in cui il robot si ferma prima di colpire con il suo fulmine.

25. I tre fratelli Aeros I tre mostri meccanici volanti Aeros B1, B2 e B3 attaccano il Giappone. Aeros B1 entra nel vulcano del Monte Fuji per raggiungere la lava, successivamente il magma viene aspirato da Aeros B2, mentre Aeros B3 ha il compito di far esplodere la lava causando un tremendo cataclisma in grado di distruggere L'Istituto di Ricerca che si trova ai piedi del Fuji. I primi due robot hanno successo, ma Mazinga riesce a fermare il terzo Mostro Volante e impedire così la catastrofe.

26. Ryo contro Ashura: faccia a faccia Questa volta il Mostro Meccanico di Hell è un robot pilotato direttamente dal Barone Ashura. Durante lo scontro con Mazinga, vengono coinvolti Saizo e il suo cane Norako. Purtroppo la cagnolina rimane uccisa nella battaglia. Il ragazzo, sconvolto dal rancore verso Koji, lo affronta. Kabuto, sentendosi in colpa per l'accaduto, non reagisce e rimane gravemente ferito. Questo darà un grosso vantaggio ad Ashura, ma Saizo resosi conto dell'errore, aiuta Mazinga a sconfiggere il nemico a rischio della sua stessa vita.

13


MAZINGA Z – DATA BOOK

27. La cattura di Afrodite-A Il Mostro Meccanico Belgas V5 attira l'attenzione di Aphrodite A e la cattura, portandola nella Fortezza Sottomarina Sarudo, dove il Barone Ashura la può studiare e carpire i segreti dell'energia Fotoatomica.

28. Rubare la super-lega Z (inedito) Un cyborg creato da Hell assume le sembianze del professor Yumi, per poter entrare liberamente nell'Istituto di Ricerche per l'Energia Fotoatomica e rubare il Japanium, il minerale necessario alla realizzazione della Super Lega Z.

29. Una vittoria in extremis Il mostro meccanico Greigus C3 attacca mentre Koji è impegnato in una festa tradizionale. Il robot di Hell mette fuori combattimento Mazinga e attacca l'Istituto, ma poi Koji si riscatta e distrugge il mostro all'ultimo istante, utilizzando a suo vantaggio l'enorme forza del nemico. Nota: nel corso dell'episodio, viene affermato dai tre professori che Aphrodite è fatta di Japanium, il materiale più resistente al mondo, ovvero in super lega Z come Mazinga, ma questo non corrisponde certo al vero, vista la facilità con cui viene sempre perforata la sua corazza.

30. I ladri di diamanti Un mostro alle pendici del Monte Fuji, utilizza due grossi diamanti per emettere dei raggi molto potenti, in grado di assorbire i materiali e trasformarli in energia che poi usa come arma. Questi diamanti attirano l'attenzione di due ladruncoli cercatori d'oro, che finiranno nei guai cercando di rubare le due pietre preziose.

31. I tre mostri volanti Un gruppo di tre tecnici dell'Istituto di Ricerca viene rapito dal dottor Hell ed utilizzato per comandare tre Mostri Meccanici volanti. Una scossa lanciata da un fucile messo a punto dai tre professori del Centro, mette fuori uso uno dei mostri, mentre Koji salverà gli altri due tecnici colpendo i mostri al collo e staccandogli la testa.

32. Cerberus J-3, il robot a tre teste Prima battaglia aerea per Mazinga Z. Il metodo, ideato dallo stesso Koji e sviluppato dai tre professori, per permettere a Mazinga di volare e combattere contro Cerberus J3, è a dir poco originale. Un paio di grossi missili sparati dal petto di Aphrodite, che diventa così una super maggiorata, vengono presi al volo dal robot di Koji che in questa maniera può spiccare il volo.

33. Attacco aereo Yumi si reca in America, dal Professor Smith, per sottoporgli un riguardante Mazinga Z. Il professor Smith collabora con Yumi e il disegno viene perfezionato. Al ritorno in Giappone, l'aereo su cui viaggia il professore viene attaccato e rapito dal mostro meccanico di Hell. I disegni originali del progetto vengono rubati da Ashura, ma Yumi è salvato da Mazinga.

14


MAZINGA Z – DATA BOOK

34. Battaglia nel cielo Il misterioso progetto trafugato da Ashura altro non era che il disegno del Jet Scrander, un apparecchio in grado di permettere a Mazinga Z di volare. Yumi, essendo il progettista del velivolo, non ha certo bisogno del disegno originale per costruirlo, e così inizia lo sviluppo dello Scrander. Hell invia Rico, un cyborg infiltrato nell'Istituto del Professor Smith di New York come assistente, in Giappone al Centro Ricerche di Yumi. La spia abbasserà la barriera durante l'attacco del Mostro Meccanico Genocyder F9, ma i tecnici dell'Istituto riusciranno a terminare il Jet Scrander anche sotto il bombardamento del Mostro, permettendo finalmente a Mazinga di combattere ad armi pari contro i mostri volanti.

MAZINGA Z CONTRO DEVILMAN (film cinematografico) Durante uno scontro tra Mazinga Z e i Mostri Meccanici, viene risvegliata la Arpia Silen, esponente del regno dei Demoni. Il Dottor Hell approfitta dell'occasione per allearsi al popolo dei Demoni contro i loro nemici giurati; Mazinga Z e Akira Fudo, alias Devilman. Intanto il professor Yumi mette a punto il Jet Scrander, un apparecchio in grado di far volare Mazinga Z. L'Arpia Silen, grazie a i suoi diabolici poteri penetra nell'Istituto e danneggia in maniera grave lo Scrander. I tecnici del Centro riusciranno a riparare l'apparecchio giusto in tempo per permettere a Koji di salvare Devilman attaccato nei cieli da Mostri Meccanici e Demoni insieme.

35. Gli specchi abbaglianti di Desma A-1 Il personale del Laboratorio è tutto impegnato alla ricostruzione dello stesso, dopo che Genocyder F9 lo ha completamente raso al suolo. Hell decide quindi di attaccare immediatamente con Desma A1. Questo mostro ha a disposizione un raggio ipnotico che crea una forte illusione e la perdita dei sensi. Per poterlo sparare, però il robot, deve necessariamente voltarsi di spalle. Koji e Sayaka sfruttano questo punto debole per combinare un attacco ed avere la meglio sul Mostro Meccanico.

36. Il mostro dei cinque laghi (inedito) Un enorme cetaceo viene avvistato in uno dei cinque laghi; Shiro, Sayaka, Nuke e Moocha vengono inghiottiti dal mostro del lago, mentre il solo a riuscire a fuggire è Boss. Con l'intervento di Mazinga si scopre che l'enorme mammifero non è altro che un mostro di Ashura, che raffina Uranio per costruire bombe atomiche. I quattro ragazzi riescono a fuggire utilizzando il filtro per il ricambio dell'acqua, permettendo così a Koji di combattere liberamente. Granada E3, è però in grado di volare e ha due testate atomiche come armi.

37. Sabotaggio ! Una Maschera di Ferro penetra nell'Istituto di Ricerche per l'Energia Fotoatomica, sotto le false sembianze del professor Smith collaboratore di Yumi, e riesce a sabotare il Jet Scrander. Yumi riesce a sventare il piano e ad avvisare Koji, impedendo l'aggancio dello Scrander con Mazinga.

38. Minerva X il robot misterioso (inedito) Hell costruisce Minerva X, trafugando i progetti di Yuzo Kabuto, un robot che ha le stesse armi di Mazinga Z. Il robot è una versione femminile di Mazinga Z, e si rifiuta di combattere contro di lui, anzi, pare proprio volerlo aiutare. Ma la distruzione dei suoi centri di controllo, da parte del Mostro Meccanico Arciere J5, la fanno impazzire, e, Sayaka sarà suo malgrado costretta a distruggerla.

15


MAZINGA Z – DATA BOOK

39. L'ultima occasione di Ashura In questo episodio fa la sua comparsa il nuovo braccio destro di Hell, il Conte Blocken, il quale si limita, per il momento ad osservare l'azione di Ashura. Sfruttando un consistente accumulo di energia sottomarina, il Mostro Meccanico Zarigan G8 provoca un terremoto che devasta Tokyo. Mazinga Z interviene, ma le poche armi che può utilizzare sott'acqua vengono neutralizzate, e il robot è catturato da Sarudo. Grazie all'intervento di Yumi, che sparerà un raggio fotonico per stabilizzare la falda, Mazinga riesce a liberarsi e a distruggere, oltre al mostro, anche la stessa Sarudo. Ashura riesce comunque a mettersi in salvo.

40. La fortezza volante del conte Blocken (inedito) Prima missione per il Conte Blocken, gli elmetti di Ferro, e per la fortezza volante Gool. Dopo un primo scontro con Mazinga Z, il perfido Conte decide di lanciare il Mostro Meccanico F3 contro un parco giochi allo scopo di catturare Shiro e gli altri ragazzi, ed usarli come ostaggi, in modo che sia Mazinga, con il suo stesso peso ad ucciderli.

41. La vendetta del conte Blocken Spiando l'addestramento di Koji, Blocken intuisce che il ragazzo ha ancora qualche difficoltà a controllare Mazinga Z alle alte quote. Kirma K5 è un Mostro Meccanico in grado di superare i 20.000 metri di altitudine, limite massimo per Mazinga Z. A tale quota la struttura delle ali di Mazinga viene danneggiata seriamente e l'invincibile robot sembra destinato alla sconfitta.

42. Bombardamento a tappeto Blocken decide un attacco su due fronti; mentre la fortezza volante Gool impegna Mazinga Z, il Mostro Meccanico Deltan V8 attacca la città , sfruttando la sua invisibilità ai radar. Dalla Fortezza Gool partono gli Elmetti di Ferro a bordo di un aereo da combattimento componibile, ma, obbedendo ad un ordine di Blocken, colpiscono contemporaneamente Mazinga e il mostro meccanico. Deltan V8 si vendica abbattendo gli elmetti di Ferro, e, una volta rimasto solo, viene a sua volta sconfitto da Mazinga Z.

43. Bandiera bianca Il Conte Blocken invia il mostro meccanico Gyron G1 all'Istituto di Ricerca per l'Energia Fotoatomica con una bandiera bianca, come messaggero di pace, con l'assurda proposta di distruggere Mazinga Z in cambio della distruzione dello stesso mostro. Rifiutata la proposta, Mazinga Z è costretto a combattere privo del Jet Scrander, in riparazione, mentre Gool fa paracadutare gli elmetti di Ferro all'assalto del Centro. Il nuovo Jet Scrander potenziato, viene lanciato appena in tempo, ed è ora in grado di usare l'affilata l'ala come arma per tagliare in due i mostri meccanici.

44. L'elmetto a energia solare L'elmetto ad energia solare che ricopre il capo del mostro guerriero Roda R2 è in grado di catturare l'energia del sole e di tramutarla in un micidiale raggio. Prima missione della nuova Fortezza sottomarina Budo, già intravista alla fine dell'episodio precedente, che sancisce il ritorno del Barone Ashura nelle tattiche di conquista del Dottor Hell.

45. Decimo anniversario Durante la festa per il decimo anniversario della nascita del Laboratorio di Ricerche per l'Energia Fotoatomica, Ashura decide di mandare all'attacco il Mostro Meccanico Basil F7, dotato di piastre elettromagnetiche in grado di schiacciare al suolo Aphrodite e Mazinga.

16


MAZINGA Z – DATA BOOK

46. Il bambino abbandonato I Gemelli Brozas, robots ninja di Hell piazzano un microbomba al cobalto nella piscina di uscita di Mazinga Z. a complicare le cose c'è un neonato abbandonato dalla madre davanti all'Istituto di Ricerca. La madre, disperata, sul punto del suicidio viene per caso a conoscenza della presenza della bomba, ascoltando il dialogo tra Ashura e le Maschere di Ferro. La donna viene raccolta da Koji priva di sensi, ma riuscirà a svelare in tempo il piano di Ashura.

47. Ashura e Blocken: rivali! Hell decide di fare collaborare Ashura e Blocken: il primo dovrà impegnare Mazinga in un duello sottomarino, mentre al secondo spetterà il compito di attaccare l'Istituto di Ricerca. La rivalità tra i due farà fallire un piano che sembrava destinato al successo.

48. Il robot di Boss Misteriosi uomini incappucciati rapiscono i tre professori, Morimori, Sewashi e Notsusori. Subito dopo uno strano Mostro Meccanico fa la sua comparsa, Mazinga interviene, ma scopre che il nuovo arrivato non è affatto un robot di Hell. E' nato un nuovo paladino della pace; Boss Robot, il robot pilotato da Boss, Nuke e Moocha.

49. La rivolta del robot impazzito E' stato appena costruito, ma Borot combina già i primi guai; il Conte Blocken decide di sfruttare l'imbecillità di Boss a proprio vantaggio. Ipnotizzato dal mostro meccanico Gun Bina M5, Boss attacca Koji e l'Istituto di Ricerca. Quando interviene Koji, Boss lo trascina tra le grinfie di Gun Bina M5, che utilizzando le due fruste che ha sulla testa assorbe tutta l'energia di Mazinga Z. Utilizzando le ultime gocce di Energia Fotoatomica, Mazinga Z riesce a danneggiare il mostro, mentre Aphrodite gli da il colpo di grazia.

50. La caduta del Jet-Scrander Il mostro meccanico Braver A3 è di tipo componibile, finge di essere fatto a pezzi sia da Borot che da Aphrodite, per poi ricomporsi immediatamente dopo. Usa la stessa tattica anche con Mazinga Z, e Koji, nonostante fosse stato avvertito, abbocca in pieno; fingendo di essere battuto, il mostro colpisce ed abbatte il Jet Scrander, e quindi costringe Mazinga Z a combattere a terra, in condizioni di inferiorità . Sarà Boss a rendersi utile, una volta tanto, recuperando il Jet Scrander e lanciandolo verso Mazinga Z.

51. Assassino dall'inferno. La banda di Dokuro (inedito) oppure: Una taglia su Ryo Ashura mette una taglia sulla testa di Koji Kabuto di ben 1.000.000 Yen, nella speranza che qualche avido malvivente possa uccidere il ragazzo. Dokuro è intenzionato ad uccidere Koji per intascare la taglia e potere così curare la sorella, rimasta gravemente ferita in un incidente motociclistico da lui stesso provocato.

52. Le conseguenze di un litigio A causa di un banale litigio tra di loro, Koji e Sayaka vanno in battaglia pieni di rancore. La ragazza si rifiuta di aiutare Mazinga Z contro un mostro meccanico di Hell particolarmente potente, e Koji rimane gravemente ferito nello scontro. Ritornato all'attacco, il mostro incontra la debole resistenza di Boss Robot. Sayaka, preoccupata per la sorte di Boss decide di pilotare personalmente Mazinga Z, mentre Koji, ancora convalescente la segue a bordo di Aphrodite. I due si scambiano i rispettivi robot al volo, in questa maniera Koji può avere la meglio su Tarison M1. Nota: in questo episodio Sayaka veglia tutta la notte su Koji, e, mentre questi è privo di sensi lo bacia. Alla fine della puntata Koji si finge gravemente ferito, e la ragazza gli dichiara tutto il suo amore. I due, però, tornano immediatamente a litigare.

17


MAZINGA Z – DATA BOOK

53. La doppia trasformazione di Fayzer V-1 Un mostro guerriero di piccole dimensioni attacca prima Borot e poi Aphrodite; nel bel mezzo della battaglia, Fayzer aumenta le proprie dimensioni a quelle di un normale mostro meccanico. Quando il piccolo mostro riappare, Mazinga Z lo raggiunge, solo per scoprire che in realtà i mostri sono due, identici, ma di dimensioni differenti. Mentre Koji è bloccato dalla versione piccola, la versione grande di Fayzer attacca l'Istituto. Ma i due mostri sono legati l'uno all'altro, e quando Mazinga Z colpisce Fayzer piccolo, Fayzer grande abbandona il Centro Ricerca per andare in soccorso del suo doppio.

54. Un super-pugno a razzo L'autonomia di Mazinga Z è ridotta al limite, l'estrazione del Japanium, necessario alla reazione di fusione Fotaoatomica, è andata a rilento, ed ora le scorte scarseggiano. Mazinga Z è costretto al ritiro a causa della scarsità di Energia, contro il mostro testuggine Jaser I1. Per scalfire la sua corazza, viene progettato un pugno a razzo speciale, il "Pugno a razzo superprotetto" che riesce a perforare il mostro meccanico.

55. Sulle nevi del Fuji Shiro e Sayaka rimangono bloccati, all'osservatorio del monte Fuji, da un'abbondante nevicata. Sempre a causa del maltempo il radar dell'Istituto di Ricerca non funziona, e quindi l'osservatorio del monte Fuji diventa un obiettivo strategico, che viene immediatamente attaccato dagli elmetti di Ferro. Mazinga Z interviene, ma durante lo scontro il Jet Scrander viene danneggiato. Il robot rimane quindi bloccato in altura, mentre il mostro meccanico Blogen G3 attacca il Laboratorio. Yumi costruisce quindi un paio di sci in super lega Z, che Koji trasporta con l'Hover Pilder fino al luogo dove è rimasto bloccato Mazinga Z, che sciando riesce a raggiungere il fondo valle e a distruggere il mostro.

56. Il furto della Superlega-Z! Boss assiste ad una lotta intestina tra Maschere di Ferro di Ashura ed Elmetti di Ferro di Blocken. L'intervento di Mazinga permette la cattura di due elementi, uno per entrambi gli schieramenti. Interrogati, i due cyborg di Hell sembrano ansiosi di far fallire i piani di attacco della rispettiva controparte. In realtà tutto era stato pianificato; rimasti soli, ma ben legati, l'Elmetto di Ferro sacrifica la sua vita, viene colpito da un raggio che lo disintegra, ma che lascia intatte le corde con cui era legato, simulando così una fuga che sarebbe stata impossibile. Il sopravvissuto si offre di collaborare per far fallire il piano di Blocken: la Maschera di Ferro si fa perciò accompagnare da Sayaka e gli altri al punto di estrazione del Japanium, per disinnescare l'ordigno che l'Elmetto di Ferro avrebbe dovuto piazzare in quel punto. Ma una volta raggiunta la meta, immobilizza le guardia, entra all'interno della miniera, piazza una trasmittente e si fa esplodere. La trasmittente guida il Mostro Meccanico Yubrin T9, dotato di trivelle, fino al prezioso minerale, che viene così prelevato. Una volta uscito all'esterno, Yubrin T9 viene distrutto, ma non prima di riuscire a passare il materiale trafugato al Mostro Meccanico volante Satan Klaus P10, che riesce a portare il prezioso carico nella fortezza sottomarina Budo, prima di essere a sua volta disintegrato da Mazinga Z. nota: questa è l'ultima puntata di Mazinga Z che la Rai ha trasmesso, e non è neppure difficile immaginare il perché; nell'episodio seguente, Hell riesce a mettere in scacco l'Istituto di Ricerca, e Yumi, fatto evacuare l'edificio, piuttosto che farsi catturare vivo, si punta una pistola alla tempia, pronto a togliersi la vita. Una scena piuttosto forte, soprattutto per il clima che si era venuto a creare in quegli anni intorno ai cartoni animati giapponesi. In piena protesta dei genitori per la violenza in Tv, la Rai ha scelto di mandare in onda l'anime robotico forse meno adatto; Mazinga Z è infatti quello che mantiene di più l'impronta un po' macabra e splatter tipica dello stile di Go Nagai. Se prendiamo ad esempio il suo seguito, il Grande Mazinga, notiamo che, sebbene la serie sia completamente incentrata su battaglie fino all'ultimo sangue, non assistiamo mai a cadute di stile o a violenza gratuita, come invece accade spesso in Mazinga Z.

18


MAZINGA Z – DATA BOOK

57. Il dottor Hell occupa il Giappone (inedito) Al Laboratorio di Ricerca c'è un grande nervosismo; il dottor Hell è in possesso del Japanium, il che significa che il prossimo Mostro Guerriero che manderà sarà costruito in super lega Z. A sorpresa, ad attaccare è invece Gool, che cattura Mazinga Z con una rete metallica resistentissima, evidentemente fatta di super lega. Mazinga Z viene depositato a bordo di Budo, e quindi portato lontano, mentre gli elmetti di Ferro di Blocken, e il mostro Guerriero Balmos Q7 attaccano e occupano il Centro Ricerche. Ma Ashura non accetta di buon grado di non partecipare alla vittoria, quindi torna con Budo verso il Giappone, mentre Koji, utilizzando il Jet Scrander riesce a spezzare la rete di super lega e ad arrivare in tempo per salvare l'Istituto. Ma non è finita: Balmos Q7 è costruito in super lega Z ed appare invulnerabile alle armi di Mazinga Z. In realtà Koji si rende conto che non tutto il robot nemico è realizzato con lo straordinario materiale, ma solo la corazza e l'elmetto, e lo decapita colpendolo al collo con le lame Scrander.

58. La fortezza dell'inferno Per velocizzare le fasi di attacco verso l'Istituto di Ricerca, Hell decide di costruire una base avanzata in un'isola nell'arcipelago Giapponese. Affida la costruzione dell'Isola dell'Inferno a Blocken e Ashura, che questa volta dovranno collaborare, lasciando da parte la loro rivalità . Mentre Ashura si occupa della costruzione della Base, Blocken fa attaccare la casa di Koji e Shiro dagli Elmetti di Ferro, che la fanno saltare in aria. Scampato all'attentato, Koji dovrà vedersela con Giant F3, mandato come diversivo all'attacco. Mazinga Z ha dei seri problemi di surriscaldamento da attrito ai meccanismi delle giunture, ed è in grosse difficoltà .

59. Dichiarazione di guerra dalla fortezza dell'inferno Le riparazioni di Mazinga Z necessitano più tempo del previsto, e contro Titan G9 si devono mobilitare Boss e Sayaka. Anche Koji da il suo contributo a bordo del solo Hover Pilder. Durante la riparazione viene sviluppata una nuova arma per Mazinga Z; le "Scuri Atomiche" una versione potenziata del pugno a razzo. Ma i lavori sul robot vanno a rilento, e Titan non incontra che una debole resistenza, questo fa pensare ad Hell di poter conquistare l'istituto senza neppure completare l'Isola dell'Inferno. Con grande soddisfazione di Ashura, Mazinga viene approntato in tempo, e distrugge il mostro, non senza difficoltà , così i lavori di realizzazione dell'Isola dell'inferno vengono completati. Koji e Shiro, rimasti senza casa, si trasferiscono a vivere all'Istituto di Yumi.

60. La nuova arma di Mazinger Z Boss crea scompiglio al Centro Ricerche; mascherato da fantasma si aggira di notte nei dintorni della camera di Sayaka per controllare che Koji non approfitti del fatto di vivere sotto lo stesso tetto della ragazza. Intanto il nuovo mostro di Ashura, Jesus Cross V9, attacca l'Istituto. Per sconfiggerlo, Koji farà ricorso ad una nuova arma: le Punte Perforanti.

61. Il robot mortale e la canzone di Reno X Shiro e Boss salvano la piccola Loreline da un attacco degli Elmetti di Ferro. Hell è interessato alla ragazzina per via di suo padre, il dottor Stolehein Heinrich esperto in robotica. Il dottore, un tempo acerrimo rivale del professor Yuzo Kabuto, ritenuto morto in un incidente, è in realtà un cyborg. Costruì per il dottor Hell un robot migliore di Mazinga Z, ma fuggì con esso prima che fosse completato. Assalito da un mostro meccanico di Hell, Heinrich in punto di morte confessa a Loreline il suo segreto. La piccola non è umana, ma un cybrg, parte integrante del robot perfetto che aveva progettato per Hell: Reno X. La ragazzina decide quindi di realizzare il sogno del padre, quello di dimostrare di essere superiore a Yuzo Kabuto, e si unisce a Reno X per combattere contro Mazinga Z. Ma il robot di Kabuto si dimostra comunque superiore a quello di Heinrich.

19


MAZINGA Z – DATA BOOK

62. Incidente?! Il volo del Boss Robot E' il chiodo fisso di Boss; il suo Borot deve per forza volare. Dopo aver messo in croce i tre professori del centro, ottenendo risultati tutt'altro che incoraggianti, i ragazzi decidono di prendere "in prestito" il comando a distanza del Jet Scrander. Ovviamente la manovra di aggancio tra lo Scrander e il Boss robot non riesce, ma durante i tentativi, il mostro guerriero attacca e Koji si trova in pericolo. Sayaka decide quindi di utilizzare i missili modificati di Aphrodite per permettere a Borot di volare; lo stupido robot, però riesce ad agganciare un solo razzo, e, privo di controllo colpisce in pieno il mostro meccanico permettendo a Mazinga Z di distruggerlo.

63. Il centro di ricerca è in pericolo La convivenza tra Sayaka, Koji e Shiro diventa problematica; i due ragazzi non sono molto ordinati, e non fanno le pulizie nella loro camera. Per questo motivo Yumi decide di assumere Hitomi, la ragazza che guida il furgone della lavanderia. Ashura si sostituisce alla ragazza, quindi entra nell'Istituto, manomette il radar, e il Jet Scrander. Quando la vera Hitomi viene ritrovata, è troppo tardi; il mostro guerriero attacca e Ashura riesce a fuggire. Ma il dispositivo per manomettere lo Scrander viene ritrovato, e grazie a quello Mazinga Z può finalmente distruggere il mostro meccanico.

64. Donna 007 Misato contro i nemici Boss propone a Yumi di assumere Misato per svolgere le faccende domestiche dell'Istituto. La ragazza è una sua lontana parente, molto carina e gentile, e questo scatena la gelosia di Sayaka. Blocken, intanto organizza l'evasione di tre pericolosi criminali, proprio nei pressi del Centro di Yumi. I tre si impossessano dell'edificio sgominando tecnici e guardie, e feriscono Koji. Sotto l'attacco del mostro meccanico, Misato propone ai tre evasi di fuggire a bordo dell'elicottero della base, che lei stessa è in grado di pilotare. Una volta che i tre criminali si allontanano dalla base, Koji è in grado di intervenire. Misato, intanto, si rivela una spietata combattente; con manovre spericolate mette K.O. i tre malviventi.

65. I palloni-bomba portati dal vento Misato viene ufficialmente presentata allo staff dell'Istituto di Ricerca, mentre Hell sviluppa un nuovo piano. Attaccare sfruttando dei palloni bomba portati dal vento, i quali sorvolano Tokyo e sganciano il loro carico di morte, mentre altri proseguono verso il centro, che però è difeso dalla barriera. Koji interviene e distrugge i palloni con i suoi pugni a razzo, ma i palloni che incontra sono di un tipo diverso; esplodendo emettono delle onde magnetiche che mettono fuori uso la strumentazione del robot. Privo di controllo, Mazinga finisce in fondo al mare, e il mostro meccanico, Marion P3, comandato da Ashura si dirige verso l'Istituto dove incontra solo la debole resistenza di Aphrodite e Boss. Koji riesce a riprendersi, e riesce a constatare che Mazinga Z non ha subito danni permanenti al sistema di controllo, come invece credevano Blocken ed Hell, quindi arriva in tempo per affrontare Marion P3 e salvare l’Istituto.

66. L'assassino invisibile, Jenova M9 Il nemico questa volta attacca dall'alto; Jenova M9, cecchino dalla mira infallibile, è in grado di colpire terra appostandosi su di un'ala di Gool; la precisione dei suoi colpi, sparati da una distanza incredibile, è tale da impedire a Mazinga Z di avvicinarsi, non solo, ma lo danneggia seriamente. Misato non finisce di stupire; si scopre che la ragazza è laureata in elettronica, ed esegue la taratura del comando a distanza dello Scrander per permettere l'aggancio a Borot e salvare così Boss, Nuke e Moocha che erano tenuti sotto tiro dal cecchino. Riparato Mazinga Z, Koji riesce ad avvicinarsi abbastanza a Jenova da costringerlo al combattimento; a distanza ravvicinata, Jenova si sente battuto, e il suo codice d'onore lo costringe ad autodistruggersi, sparandosi un colpo in testa con la sua pistola.

20


MAZINGA Z – DATA BOOK

67. Non piangere, Koji Koji salva una ragazza dall'assalto delle Maschere di Ferro di Ashura, e la porta all'Istituto di Ricerca, dove riceve le prime cure. Erika, così si chiama la giovane, ha perso la memoria, ma soffre di convulsioni, provocategli dal ricordo di un mostro gigantesco visto sul monte Fuji. Koji decide quindi di accompagnarla nei dintorni del luogo in cui è stata trovata, con l'Hover Pilder, per cercare le tracce di questo mostro, nell'eventualità che si tratti di un robot di Hell. I due ragazzi vengono intrappolati da Ashura in una grotta, e qui, Koji scopre che Erika è in realtà un robot di Hell, che lo ha condotto in trappola. Ma durante la sua breve esistenza come robot, Erika, ha sviluppato una coscienza, ed è diventata molto religiosa, quindi, in preda al rimorso aiuta Koji a fuggire. Colpita dagli Elmetti di Ferro, rivela al ragazzo il punto debole del mostro meccanico, subito prima di morire.

68. Duca Gorgon, il guardiano dell'Inferno Questa volta Hell è veramente furioso; Mazinga Z si è rivelato troppo forte, e Blocken e Ashura troppo inetti per poterlo battere. Lo scienziato si scaraventa contro la sua armata di mostri meccanici distruggendo ed imprecando. Il conte Blocken decide quindi di lanciare il suo ultimo mostro contro l'Istituto di Ricerca; Skeleton O7 si dimostra ben poca cosa, distrutto al primo colpo. I suoi resti vengono portati in un capannone a fianco del Centro, per essere studiati dai tecnici. Ci si chiede che cosa abbia spinto Hell a mandare un mostro così debole. Indispettito dall'ennesima sconfitta Hell affida ad Ashura un delicato compito: firma di suo pugno una lettera destinata al Duca Gorgon, il guardiano della porta degli Inferi, ed invia il Barone Ashura a chiedere il suo aiuto. Una volta raggiunte le coordinate, Budo viene risucchiata verso il fondo del mare, e Ashura si ritrova la cospetto del Duca Gorgon, essere metà uomo e metà Tigre. Non senza difficoltà Ashura riesce a farsi consegnare dallo strano essere una "Bestia Meccanica", molto più potente dei Mostri Meccanici utilizzati finora. Intanto Blocken non desiste, attacca il Laboratorio con Gool, facendo intervenire Mazinga Z ed allontanandolo dalla base. Mentre Mazinga Z è impegnato con Gool, i rottami del mostro meccanico, si ricompongono e questi attacca il Centro Ricerca. Ma Blocken non tiene conto della scarsa agilità di Gool rispetto a Mazinga, e la fortezza volante non riesce ad impedire a Koji di tornare immediatamente indietro e sconfiggere il mostro. Intanto Guetos Beta 3, la Bestia Meccanica di Gorgon raggiunge le coste del Giappone.

69. Addio Pilder! L'episodio si apre con l'apparizione del corvo parlante, che diventerà in seguito un personaggio fisso del cast, nella serie del Grande Mazinga. Il pestifero volatile prende di mira Boss, ed in seguito, godendo della protezione di Koji, semina disastri anche all'interno dell'istituto di Ricerca. Intanto Guetos Beta 3, la prima Bestia Meccanica di Gorgon attacca. Il nuovo nemico appare subito velocissimo e fortissimo; è in grado di lanciare un fluido denso e liquido capace di sciogliere la super lega Z. Dotato di intelligenza e strategia superiore a quella dei Mostri di Hell, Guetos concentra i suoi attacchi verso l'Hover Pilder, che identifica immediatamente come il punto debole di Mazinga Z. Alla fine Koji avrà ragione della Bestia Meccanica, ma il Pilder subisce danni irreparabili, e dovrà essere ricostruito. Da questo momento, Mazinga Z diventa inutilizzabile.

70. Il nuovo mostro del Dottor Hell All'istituto di Ricerca per l'Energia Fotoatomica si discute il progetto per la costruzione del nuovo Pilder. Intanto, il Conte Blocken raggiunge il Duca Gorgon per farsi consegnare una nuova Bestia Meccanica. Il Duca non è molto convinto, la sua preziosa creatura è appena stata distrutta da Mazinga, ma il Conte insiste che questo è il momento giusto per entrare in azione. La bestia meccanica attacca l'istituto, e a difenderlo ci sono solo Aphrodite e Boss, che riescono a trattenerla il tempo sufficiente a preparare una trappola; Misato e Shiro piazzano gli esplosivi con l'autoblindo, mentre Koji a bordo dell'elicottero attira la Bestia sull'ordigno distruggendola.

21


MAZINGA Z – DATA BOOK

71. Un nuovo Pilder per Mazinger Z! Il progetto del nuovo Pilder è stato completato; sono stati inoltre incrementati i sistemi di potenza interna di Mazinga Z e progettate nuove armi per lo Scrander. Questa volta a lanciare la Bestia Meccanica è lo stesso Gorgon, coadiuvato da Ashura, e, in attesa che il Pilder sia pronto, ad affrontarlo escono Borot e Aphrodite, che vengono sgominati facilmente. All'arrivo di Mazinga Z, la Bestia Meccanica sposta la battaglia in cielo, ma il Jet Scrander non è ancora completato, e Koji utilizza il nuovo Jet Pilder per combattere in cielo, con ottimi risultati. Nel frattempo Ashura attacca via terra l'Istituto con le sue maschere di ferro. Sconfitto il robot di Gorgon, Mazinga torna alla base e manda in fuga l'esercito di Ashura.

72. La potente arma di Mazinger Z! Questa volta il Duca Gorgon è su tutte le furie, e grida vendetta nei confronti dell'Istituto di Ricerca, a tale scopo manda la Bestia Meccanica Apolon A1 che provoca strani incidenti nell'oceano. Il Duca Gorgon e il dottor Hell hanno una discussione, nella quale il primo accusa gli uomini del secondo di essere i responsabili dei continui fallimenti contro Mazinga. I due rinnovano comunque l'accordo che avevano stipulato parecchi anni prima, al tempo della tragica spedizione su Rodi. In un Flashback si vede il primo incontro tra Hell e Gorgon; dopo aver ritrovato i robot Micenei sull'isola di Rodi, aver ucciso gli scienziati della spedizione, ed assistito impotente alla fuga di Yuzo Kabuto, Hell viene assalito dal Duca Gorgon, che ha intenzione di ucciderlo per fermare la sua ambizione. Hell invece propone una collaborazione per eliminare i nemici comuni e Gorgon accetta. Il mostro di Gorgon, assieme a Blocken ed Ashura, attacca Mazinga Z, il quale ottiene la vittoria grazie ad una nuova arma: il pugno a razzo rotante, messo a punto dai soliti tre professori della base.

73. Il furto di Mazinger Z Rimasti senza carburante per il loro Borot, Boss, Nuke, Moocha prendono "in prestito" quello del Jet Pilder. Koji rimane a secco proprio nel bel mezzo di un'azione, ed è costretto ad abbandonare Mazinga per tornare alla base. Mazinga viene rapito da Blocken, e portato su Gool. Koji tenta di penetrare nella fortezza volante, ma Gorgon decide di far precipitare Mazinga Z sull'Istituto, per distruggerlo assieme ad esso. Il ragazzo riesce ad effettuare l'aggancio, mentre Yumi lancia il Jet Scrander appena ricostruito e il robot si salva. Il nuovo Scrander può contare su una nuova arma, le Lame Stelle del Sud, che si rivelano decisive nella battaglia contro la nuova Bestia Meccanica.

74. La fine di Aphrodite-A Mentre Koji è impegnato ad insegnare a Misato ad andare in motocicletta, la Bestia Meccanica volante di Gorgon attacca. A causa di un banale incidente, Koji rimane ferito, quindi ad arginare l'avanzata del mostro ci pensano i coraggiosi Boss e Sayaka. Ma la Bestia volante si dimostra troppo forte per i due robot, quindi Koji decide di intervenire, nonostante le sue condizioni fisiche. Preoccupato dell'iniziativa personale di Gorgon, Hell invia il Barone Ashura con il suo esercito di maschere di ferro ad attaccare l'Istituto, per soffiare la vittoria al Duca Miceneo. Intanto Sayaka è restia ad intervenire; Mazinga Z è in difficoltà , ma il mostro è troppo forte per la sua Aphrodite. Alla fine la ragazza decide di intervenire, il suo robot viene completamente distrutto, ma il suo intervento consente a Koji di riprendere il fiato e di distruggere il mostro. Una volta distrutto i nemico principale, anche Ashura è costretto al ritiro. Aphrodite è distrutta, ma Yumi promette alla figlia che costruirà un altro robot per sostituirla.

22


MAZINGA Z – DATA BOOK

75. Lotta fino alla morte il mostro meccanico Gorgon Gorgon e Blocken, a bordo di Gool attaccano assieme l'Istituto di Ricerca. Mentre la Bestia Meccanica Sapenda I6 tiene impegnato Mazinga Z, Gool assale il Centro. Gorgon ha intenzione di distruggere l'Istituto schiaccinadolo direttamente con Gool. La barriera regge giusto il tempo per permettere a Mazinga Z di intervenire in sua difesa. Per tornare in tempo alla Base, Koji deve lasciare Boss Robot in balia della Bestia Meccanica. Ma Boss dimostra di avere delle risorse inaspettate, e riesce, contro ogni previsione a distruggere il Mostro di Gorgon.

76. Il nuovo Robot, Diana-A All'Istituto, il nuovo robot destinato a Sayaka sta per essere completato. Dianan A, questo è il suo nome, ha come centro di controllo la Scarlet Mobile, una motocicletta che si aggancia alla testa del robot come il Pilder con Mazinga Z. Sayaka esce per testare la motocicletta, ma il suo allenamento viene notato dalla banda di teppisti comandata da Geronimo, il quale assale la ragazza e gli ruba il prezioso mezzo. Koji, da testa calda quale è, decide di affrontare i teppisti, che sovrastandolo di numero lo feriscono gravemente. Molto più saggiamente, Boss interviene con Borot, recuperando immediatamente la motocicletta di Sayaka. Ma la notizia del ferimento di Koji giunge ad Hell, che invia una Bestia Meccanica di Gorgon contro l'Istituto. Il nuovo robot si rivela molto valido a contenere l'attacco, ma è comunque necessario l'intervento di Mazinga Z per sgominare il nemico.

77. Il conte Blocken Blocken attacca l'Istituto di Ricerca con Gool, per sviare Mazinga dalla presenza di un mostro sotterraneo. Nello scontro il corpo meccanico del Conte viene tagliato in due. Yumi comunque individua il mostro nel sottosuolo. Il mostro viene stanato da Mazinga Z, e durante la lotta Koji si accorge che la sua testa è imbottita di esplosivo. Mazinga trancia di netto il capo del mostro, e lo lancia contro la Fortezza Gool, che nel frattempo era stata affidata ad Ashura. Gool rimane seriamente danneggiata, e, nel tentativo di rientrare alla base, si schianta sull'isola infernale, mettendo in pericolo la vita dello stesso Hell.

78. La fine del Barone Ashura Il Conte Blocken, decide di mandare i suoi Elmetti di Ferro ad uccidere il Barone Ashura, stanco della sua ingombrante presenza, che considera ormai un peso. Sentendosi abbandonato anche dal dottor Hell, Ashura, decide di fuggire, e si reca da Gorgon per chiedergli una Bestia Meccanica, con la quale portare l'ultimo decisivo assalto a Mazinga. Nonostante la severità con cui il Duca Gorgon giudica Ashura, gli accorda l'uso di Elephans G3, in quanto vede in lui un nuova luce di rivalsa negli occhi. Mentre la Bestia Meccanica attacca l'Istituto, Ashura tiene impegnato Mazinga nel fondo del mare con Budo, e con una tattica suicida fa esplodere la sua fortezza contro il robot, per impedirgli di tornare alla base. Ashura perisce tra le braccia di Gorgon, assolutamente convinto di aver distrutto Mazinga Z assieme a Budo. In realtà Mazinga Z si salva e raggiunto il Laboratorio di Ricerca distrugge Elephans G3.

23


MAZINGA Z – DATA BOOK

79. Mazinger, un secondo prima dell'esplosione Durante una rilassante gita a pesca, Koji viene assalito dagli Elmetti di Ferro che lo catturano. Koji viene legato ad un albero con un sottile ma resistentissimo filo metallico, e il terreno tutto intorno a lui viene minato. Intanto l'Istituto di Ricerca viene attaccato dalla Bestia Meccanica Greeks Y2, e il professor Mori Mori esce con la jeep per andare a cercare il ragazzo, mentre Dianan e Borot tentano di contenere l'assalto del mostro. Nel tentativo di liberare Koji, Mori Mori entra nel campo minato, e il suo veicolo esplode uccidendolo. Koji si libera, e raggiunge Mazinga Z, mentre alla Bestia Meccanica si aggiunge anche il Mostro Meccanico Jet Firer P1, creato da Hell ad immagine e somiglianza del defunto Ashura. Battuto Greeks, Jet Firer si avvinghia a Mazinga Z con l'intenzione di farsi esplodere, ma Koji, nel ricordo di Mori Mori riesce a trovare la forza di liberarsi all'ultimo istante.

80. La trappola di Partos Una comunicazione dell'esercito di Hell viene intercettata dall'Istituto di Ricerca per l'energia Fotaoatomica. Le truppe di Hell si stanno radunando sull'Isola di Bados per un attacco in grande stile. Yumi intuisce immediatamente che si tratta di un maldestro tentativo di mettere in trappola Mazinga Z, ma Koji non è d'accordo: una sfida è una sfida e il ragazzo non vuole tirarsi indietro. Su Bados, Gorgon, ha preparato la trappola per Mazinga, confidando nella stupidità di Koji, che infatti raggiunge l'isola e viene bloccato. Con Mazinga fuori gioco, Blocken attacca l'Istituto con un mostro e gli Elmetti di Ferro. Sayaka, con i professori Sewashi e Notsusori, si recano su Bados a bordo dell'idrovolante, e liberano Koji, bombardando a tappeto l’isola. Koji torna alla base e la salva dalla furia dell'esercito di Blocken. Nota: In questo episodio Hell sfrutta a proprio vantaggio il peggior punto debole di Mazinga Z, ovvero Koji Kabuto. Il ragazzo, stupidamente coraggioso e pieno di se, cade in una trappola concepita con una banalità sconvolgente. Yumi capisce immediatamente che si tratta di una trappola, lo capisce persino Shiro, che è solo un bambino, e fa di tutto per impedire a Koji di cacciarsi in quella situazione. Al contrario Hell non dubita per una attimo che il banale stratagemma funzionerà con Koji.

81. Che tu sia maledetto, Koji! Il dottor Hell costruisce un cyborg con le sembianze di Koji, con l'intenzione di introdurlo nell'Istituto di Ricerca e rubare Mazinga Z. Koji viene intrappolato dagli Elmetti di Ferro di Blocken, e il suo sosia meccanico si introduce nella base. Il cyborg è però privo di autocontrollo e si comporta in maniera violenta e assurda. Gli amici di Koji pensano che egli sia impazzito, solo Misato, è convinta che ci sia qualcosa di strano, e con una azione di forza libera il vero Koji che così può salvare la situazione. Nota: ancora una puntata concepita in maniera assurda ed ingenua; la serie Tv di Mazinga Z è piena zeppa di trovate assolutamente banali, che ne diminuiscono il valore; il sosia di Koji se ne va in giro per la base picchiando e distruggendo tutto e tutti, e nessuno pensa che possa trattarsi di un falso. Inoltre il cyborg non è in grado di parlare ma solo di emettere strani ruggiti, e questo non insospettisce nessuno. Infine, ancora una volta, Koji cade nelle mani di Blocken, che non lo uccide, ma si limita a legarlo ad un albero.

82. Mazinger Z nelle mani del nemico Durante l'ennesimo tentativo di far volare il suo pesante robot, Boss trova una gigantesco uccello, e decide di cavalcarlo per esaudire il suo sogno. L'uccello è in realtà una Bestia Meccanica di Gorgon (nota: che altro poteva essere un uccello di 20 metri?). Per liberare Boss, Koji è costretto a consegnare Mazinga Z al nemico. Anziché distruggere l'odiato robot, Blocken vuole pilotarlo personalmente contro la Base di Yumi, con scarsissimi risultati, permettendo a Koji di ritornarne in possesso, e di salvare l'Istituto. Per tornare a bordo di Mazinga Z, Koji usa la Scarlet Mobile e la rampa iridata di Dianan A per lanciarsi addosso al Pilder.

24


MAZINGA Z – DATA BOOK

83. Attenzione!! Il nuovo assistente!! Il nuovo assistente del dottor Hell fa la sua prima comparsa, e si rivela un nemico potente e terribile. Con le sue arti magiche riesce ad ipnotizzare e ad usare per i suoi scopi sia Boss che Sayaka. Allucinazioni, ipnotismo, stregoneria, il nuovo nemico crea lo scompiglio tra i nostri eroi. A complicare le cose l'intervento di un mostro meccanico che attacca l'istituto. Persino Koji rimane vittima dei sortilegi del raccapricciante stregone, e solo il provvidenziale intervento di Misato riuscirà a farlo riprendere in tempo per salvare l'Istituto.

84. Una tomba in fondo al mare per Mazinger Z Un mostro sottomarino di Gorgon costringe Mazinga Z in fondo al mare. Come di consueto il robot si trova in enorme difficoltà a combattere in acqua, e Koji finisce privo di sensi in fondo all'oceano. Solo il provvidenziale intervento di Borot, equipaggiato con una curiosa maschera da sub, riuscirà a fare riprendere i sensi a Koji e a permettergli di sbarazzarsi della Bestia Meccanica. A complicare le cose c'è anche l'intervento di una serie di pesci-robot esplosivi.

85. Pericolo! L'ombra nera del terrore! Il Marchese Pigman torna a colpire. Approfittando dell'assenza del professor Yumi, recatosi ad un congresso, penetra nell'Istituto, uccidendo due guardie e seminando il terrore. Dopo la sua visita i dipendenti della Base vengono colti da strani malori, e si sospetta una epidemia causata dall'acqua; Boss e Dianan vanno alla diga ad indagare e trovano un mostro. Nottetempo, mentre Mazinga cerca di stanare il mostro dalla Diga, Pigman assale l'Istituto, mettendo KO i pochi dipendenti rimasti. Solo Shiro rimane a difendere la Base, fino all'arrivo di Mazinga che colpisce Pigman tranciandogli il corpo a metà . Il Marchese avrà ancora la forza per fuggire, nonostante i gravi danni subiti.

86. L'odissea del Dottor Watson Il dottor Watson arriva in Giappone dagli U.S.A. per studiare alcune migliorie da apportare a Mazinga Z. Gorgon passa la notizia a Hell, che organizza un agguato al dottore. Un mostro meccanico comandato da Pigman fa precipitare l'elicottero su cui viaggia lo scienziato, pilotato da Misato; i due si salvano, ma sono costretti a rifugiarsi in una grotta. Impossibilitato a raggiungerli, il mostro fa saltare l'ingresso del rifugio bloccando dentro i due malcapitati, che iniziano a soffrire per mancanza d'ossigeno. Intanto Dianan e Boss cercano di intervenire, mentre Mazinga Z è fermato da un altro mostro. Boss va in aiuto di Mazinga Z, bloccato in fondo al mare, e che inizia ad avere seri problemi con la pressione. Anche il mostro di Pigman raggiunge Mazinga Z, e Sayaka può così liberare Misato e Watson ormai esausti. Raggiunta la terraferma, Mazinga Z riesce ad avere la meglio sui due mostri.

87. Esplosione! Il terribile Marchese Pigman Boss, Nuke, Moocha, Sayaka e Shiro si concedono una serata di relax in campeggio, con i loro robot al seguito, ma vengono rapiti dal Marchese Pigman. Il raccapricciante stregone, propone un ultimatum al dottor Yumi: egli, assieme a tutti i tecnici e dipendenti dovranno abbandonare l'Istituto e Mazinga Z, in cambio della salvezza dei ragazzi. Yumi è costretto ad accettare, suo malgrado, e Pigman si impossessa del Laboratorio. Inutile il tentativo di Borot e Dianan, che tentano di riprendersi la Base, ma, vengono fermati, prima dalla barriera, e poi dal mostro meccanico di turno. Pigman intanto si ribella ad Hell; con in mano l'Istituto e soprattutto Mazinga Z, egli può dominare il mondo da solo. Hell e Blocken, attaccano il Centro con Gool, e Koji ne approfitta per entrare a riprendersi Mazinga. Utilizzando un dispositivo energetico che il dottor Watson ha installato sulla sua motocicletta, il ragazzo infrange la barriera e si impossessa del robot. A questo punto è facile per lui avere la meglio sul mostro meccanico,. Un po' più difficile, invece, è la lotta contro lo stesso Pigman, dotato di poteri eccezionali. Alla fine però, Koji ha la meglio sullo stregone e lo uccide.

25


MAZINGA Z – DATA BOOK

88. Vivi o morti? La battaglia dell'isola dell'Inferno Dopo la morte di Ashura e Pigman, per Hell si rende necessario stringere i tempi. Egli pianifica le battaglia finale contro Mazinga Z preparando un agguato sull'Isola Infernale. Compito del Conte Blocken è quello di attirare sull'Isola Mazinga, utilizzando la Fortezza volante Gool. Il resto delle truppe e delle armi verrà usato per abbattere il robot. Una volta giunto sopra la Base del Dottor Hell, Mazinga Z viene bersagliato da una enorme quantità di missili, ed abbattuto; immediatamente una colata di lava investe il robot di Koji, e il ragazzo è costretto a congelare la lava intorno a Mazinga per non farlo fondere. Questo però immobilizza l'invincibile robot, che rimane facile preda dell'attacco del mostro meccanico. Koji è catturato e crocefisso, in attesa di essere fucilato, mentre Mazinga Z preso e portato all'interno della base e gettato in una vasca di acido. Lo sbarco di Borot e Dianan A sull'isola fa volgere la situazione in favore dei nostri eroi. Koji viene salvato, e raggiunto il Pilder, riesce a recuperare un Mazinga Z già intaccato dall'azione degli agenti corrosivi. Nonostante i danni, il robot ha la meglio sul mostro meccanico, e da inizio alla distruzione dell'isola. Hell e Blocken sono costretti a rifugiarsi nei sotterranei, con lo scienziato tedesco furioso, a causa del mancato intervento del Duca Gorgon in sua difesa. Alla fine, Gorgon, che si era tenuto in disparte, attacca Boss e Sayaka, costringendo Koji a smettere la sua opera di distruzione per portare in salvo gli amici. La resa dei conti finale è solo rimandata.

89. Non c'è piùtempo da perdere. Mostro a 4000 metri di profondità ! Approfittando dei danni subiti da Mazinga Z, Gorgon invia la sua Bestia Meccanica Gilania Beta 5, che raggiunge il sottosuolo dell'Istituto di Ricerca. Intanto l'esercito di Blocken attacca l'istituto frontalmente, guidato dal Duca Gorgon. Mazinga, Dianan e Borot intervengono, ma si crea una situazione di stallo. Nel mostro è installata una potente bomba, e Gorgon minaccia di farla esplodere se i robot fermeranno l'avanzata dell'esercito. Yumi, decide di sfruttare il magma presente nel sottosuolo intorno all'istituto; lancia delle onde elettromagnetiche, che fanno riscaldare la lava, che inizia a minacciare il mostro, costringendolo a tornare in superficie, proprio quando il piano di Gorgon sembrava avere successo. Una volta uscito dal sottosuolo, la Bestia Meccanica è facile preda di Mazinga.

90. La collera di Shiro! Uno sparo alla mamma! La madre di Koji e Shiro, ritenuta morta in un incidente, si ripresenta al più piccolo dei suoi figli. La donna, in realtà , si era finta morta, in quanto, pacifista convinta, non riusciva a sopportare l'idea che il suocero stesse costruendo un robot da guerra. Ora che è venuta a conoscenza che suo figlio Koji è il pilota di Mazinga Z, cerca di convincere il piccolo Shiro a fare desistere il fratello dalla sua lotta contro Hell, per poter vivere tutti di nuovo assieme e in pace. La madre arriva ad imporre al piccolo di sabotare il Jet Pilder, ma Koji lo scopre, e su consiglio del Dottor Yumi accetta di avere un colloquio a quattrocchi con la donna. Koji riesce quindi a convincere Shiro che si tratta solo di un falso, di un cyborg di Hell con le sembianze della loro defunta madre. Lo stesso Shiro, colpisce a morte il robot, furioso per essere stato ingannato in maniera così vile. Koji torna a laboratorio, e distrugge il mostro di Hell che nel frattempo aveva attaccato, convinto che il piano di sabotare il Pilder fosse andato a buon fine.

26


MAZINGA Z – DATA BOOK

91. L'ultima occasione !! Battaglia decisiva contro il Dottor Hell All'Istituto di Ricerca per l'Energia Fotoatomica, viene messo a punto il piano per l'assalto all'Isola Infernale; finalmente la battaglia finale è arrivata, il momento di porre fine alle ambizioni di Hell è giunto. Mazinga Z raggiungerà l'isola in volo con il Jet Scrander, mentre Dianan A e Borot lo raggiungeranno in seguito via mare. Ma sull'isola Hell ha già pensato alle contromosse: manda il mostro meccanico Haribiyun V6 ad intercettare Mazinga, ed allo stesso tempo lo bombarda con una gragnola di missili. Il mostro riesce a trascinare sul fondo marino il robot di Koji, che come al solito è in grande difficoltà in acqua. Sayaka e Boss, dal canto loro raggiungono la base di Hell, dove vengono attaccati da un altro mostro meccanico, Saiga O3. Koji riesce a liberarsi e a raggiungere l'aria aperta; il cielo la maggiore potenza di Mazinga Z è decisiva, e il mostro è presto battuto. Raggiunti i compagni, Mazinga non ha difficoltà a liberarsi del secondo mostro meccanico, mentre Hell e Blocken fuggono a bordo di Gool, mandando allo sbaraglio l'intero esercito e innescando un ordigno di auto distruzione dell'Isola, nella speranza che Koji li lasci fuggire per portare in salvo i suoi amici. Ma Dianan e Borot sono ancora in buone condizioni e si allontanano via mare con lo stesso mezzo con cui sono arrivati, e, mentre Koji insegue Gool, assistono all'esplosione dell'Isola Infernale. La lenta Fortezza Gool viene presa d'assalto da Mazinga Z, che la passa da parte a parte più volte, prima di farla esplodere definitivamente. Il lontananza, il Duca Gorgon osserva soddisfatto: è giunto il momento che Micene emerga dalle tenebre e attacchi la terraferma.

92. La battaglia finale !! Coraggio Mazinger Z Sconfitto il dottor Hell, il Duca Gorgon spezza il sigillo dell'entrata al regno delle tenebre di Micene, dove il Generale Nero, capo delle sette armate, sta attendendo il rapporto del suo sottoposto per iniziare l'invasione della terraferma. Per distruggere definitivamente l'Istituto di Ricerca e Mazinga Z vengono inviati i due Mostri Meccanici Gratanias e Piranias, che mettono a mal partito i robot del centro. Mazinga Z, cerca di resistere strenuamente, ma i due nuovi mostri sembrano invincibili, e il robot è praticamente distrutto; Koji è gravemente ferito, e prima di perdere i sensi vede un altro Mazinga accorrere in suo aiuto. Dalla Fortezza delle Scienze, un laboratorio scientifico in riva al mare, è stato mandato in suo aiuto un altro robot, simile a Mazinga Z; il Grande Mazinga. Il Grande Mazinga non ha difficoltà a sbarazzarsi dei Mostri Guerrieri di Micene, e a salvare Koji, che viene ricoverato nello stesso Istituto. Qui vengono accompagnati Yumi, Sayaka, Shiro e Boss, per sincerarsi delle condizioni del ragazzo. Il dottor Yumi viene invitato a colloquio con il responsabile della base, che altri non è che il padre di Koji e Shiro, il dottor Kenzo Kabuto, creduto morto durante un esperimento scientifico. Kabuto prende il testimone da Yumi per lottare contro il temibile Impero di Micene, e chiede di non rivelare la sua identità ai suoi due figli. Ripresosi completamente, Koji si reca negli Stati Uniti, assieme a Sayaka, per studiare all'Istituto Watson. Kenzo Kabuto guarda l'aereo dei due ragazzi partire, e giura di sconfiggere l’Impero di Micene con il Grande Mazinga, per dare un futuro di pace alla Terra.

27


MAZINGA Z – DATA BOOK

PERSONAGGI E MEZZI GLI EROI PROFESSOR YUZO KABUTO Scienziato Giapponese di fama mondiale, si laurea in Ingegneria e Fisica all'università di Berlino. Ancora studente sviluppa un primo abbozzo sulla teoria dell'energia Fotoatomica, ricerca che impegnerà quasi tutta la sua vita professionale. Colleghi universitari di Juzo furono lo scienziato tedesco Hell e la dottoressa Yumiko Shiozai, che diventerà in seguito sua moglie, e dalla quale avrà il figlio Kenzo. Il professor Yuzo Kabuto divenne tristemente noto alle cronache, non tanto per le sue scoperte scientifiche, ma per la tragica spedizione archeologica sull'Isola di Rodi, della quale fece parte. Egli fu uno dei due sopravvissuti della misteriosa vicenda di cronaca, che vide la morte di centinaia di scienziati di tutto il mondo. In effetti fu l'unico a lasciare l'isola vivo, in quanto l'altro sopravvissuto, il Dottor Hell, rimase ancora qualche anno a studiare sull'isola. Durante le indagini stupì molto la reticenza del professor Kabuto nell'esporre i fatti; egli si limitò a confermare la versione del suo collega ed amico dottor Hell, senza aggiungere particolari rilevanti; le autorità Greche e Nipponiche non rimasero mai completamente soddisfatte dell'esito delle indagini, ma entrambi gli scienziati non furono mai formalmente accusati di nulla. Tornato in patria, Yuzo moltiplicò i suoi sforzi, e lo studio, fino ad allora teorico, sull'energia Fotoatomica divenne realtà . Fondò l'Istituto per la Ricerca sull'energia Fotoatomica, dove, assieme ai suoi più stretti collaboratori, il figlio Kenzo e il professor Gennosuke Yumi, sviluppò il primo reattore a fusione Fotoatomica. Come catalizzatore per la reazione di fusione Fotoatomica, lo scienziato fece largo uso di Japanium, un raro minerale che viene estratto principalmente nelle profondità del monte Fuji; utilizzando questo minerale, il professor Kabuto sviluppò anche una resistentissima lega di acciaio speciale, che venne chiamata Super Lega Z. Assieme al professor Yumi e al figlio, progettò due automi, di dimensioni gigantesche; i due robot rimasero però solo un progetto cartaceo; uno dei due venne in seguito costruito dal professor Yumi, il robot Aphrodite A, anche se lo scienziato si era sempre rivelato scettico sull'opportunità di costruire robots di dimensioni così notevoli. Il secondo progetto, chiamato Minerva X, sparì nel nulla. A causa di un terribile incidente di laboratorio, il professor Kenzo Kabuto perse la vita, e il dolore per la grave perdita convinse Yuzo a ritirarsi, lasciando l'Istituto di ricerca per l'Energia Fotoatomica nelle mani del professor Yumi. Ufficialmente Yuzo Kabuto si trasferì in un domicilio di Tokyo, assieme ai nipoti Koji e Shiro, nato da pochi mesi, ed alla moglie del figlio Kenzo, che morì qualche anno più tardi. In pratica, però, Yuzo trascorreva solo brevissimi periodi nella sua residenza cittadina; egli preferiva vivere nella sua villa alle pendici del monte Fuji. Sappiamo adesso che questa villa nascondeva in realtà un enorme laboratorio scientifico, dove lo studioso ha continuato a svolgere il suo lavoro sulla robotica, e dove ha sviluppato il robot gigante Mazinga Z. Dotato di armi straordinarie, e di un potentissimo motore ad energia Fotoatomica, costruito in super lega Z, Mazinga fu in seguito consegnato al nipote maggiore Koji, che lo utilizzò per combattere le ambizioni di conquista del dottor Hell. Il professor Juzo Kabuto morì per mano del perfido Barone Ashura, che fece esplodere la villa laboratorio, ubbidendo agli ordini precisi del dottor Hell, che vedeva nello scienziato nipponico un ostacolo ai suoi piani di conquista. PROFESSOR GENNOSUKE YUMI Attuale direttore del Centro di Ricerca per l'Energia Fotoatomica, carica che gli è stata affidata personalmente dal Professor Yuzo Kabuto dopo essersi ritirato dall'attività di ricerca. Collabora alla realizzazione del reattore a Fusione Fotoatomica, nonché allo sviluppo della Super Lega NZ. Partecipa al progetto di Aphrodite A e Minerva X, in seguito trafugato, ma non sa nulla della progettazione di Mazinga Z. Costruisce quindi Aphrodite A, e la affida alla guida di sua figlia Sayaka, nonostante sia sempre stato molto scettico riguardo alla realizzazione di automi di tali dimensioni. Non sa nulla di quello che è accaduto al professor Kabuto nella spedizione sull'Isola di Rodi, ma sospetta che sia successa una cosa molto grave, sospetti che trovano conferma in una lettera, che Kabuto consegna al nipote Koji in punto di morte, ed indirizzata proprio all'amico Yumi. Di carattere serio e calmo, si dimostra sempre un buon leader, e riesce quasi sempre a gestire nel migliore dei modi il carattere impulsivo di Koji.

28


MAZINGA Z – DATA BOOK

KOJI KABUTO (RIO KABUTO) E' il nipote maggiore del professore Yuzo Kabuto, ed è a lui che, l'anziano scienziato, affida Mazinga Z. Ha un carattere impulsivo e testardo, e tende a mettersi nei guai, cacciandosi in situazioni più grandi di lui, incapace com'è di tirarsi indietro e ritirarsi quando la situazione lo richiede. Ha un grande spirito di competizione, specialmente nei confronti degli altri ragazzi, e questo lo fa diventare un po' sbruffone, a volte. E' costretto tuttavia a prendere lezioni di pilotaggio di robot dalla figlia del professor Yumi, Sayaka. Nel corso della serie prenderà , un po' alla volta, coscienza della portata della sua missione, e questo lo farà diventare un po' più prudente, anche se la sua tendenza è sempre quella di buttarsi a capofitto nelle battaglie, senza riflettere molto. In Italia, Koji è stato chiamato Ryo, e questo appare molto strano, visto che il nome degli altri personaggi è rimasto invariato; oltretutto il personaggio era già comparso in Italia, nella serie di Goldrake con il nome di Alcor, e nella serie del Grande Mazinga con il nome originale, l'adattatore avrebbe potuto anche utilizzare un nome già noto. La giustificazione che diede la Rai, per questa scelta infelice era molto semplice; Mazinga Z fu acquistato dalla Spagna, dove aveva goduto di un successo straordinario, e non direttamente dal Giappone. Gli spagnoli avevano cambiato il nome del solo protagonista perché Koji non suonava molto bene in Spagnolo. Si tratta in effetti di una leggenda, infatti, nella versione spagnola del cartone, Koji mantiene il suo nome originale, e l'unico personaggio che cambia nome, è Boss che diventa Heppe. Come al solito sono stati l'adattamento e la censura italiana a fare il pasticcio; probabilmente chi ha acquistato la serie per conto della Rai, non ne conosceva il contenuto, per questo motivo, oltre allo stravolgimento del nome del personaggio principale, la messa in onda della serie è stata in seguito sospesa, a causa di alcune scene in alcuni episodi, non proprio adatte ad un pubblico di bambini. SHIRO KABUTO E' il fratello più piccolo di Koji, ed è un personaggio creato per avvicinare i telespettatori più piccoli al cartone. Serve agli sceneggiatori per sdrammatizzare alcune situazioni, nonché a creare siparietti comici, di solito con la complicità di Sayaka, Boss o i tre professori assistenti di Yumi. A volte Shiro però si rivela più saggio del fratello maggiore, e ci sono occasioni in cui la sua presenza riesce a far mantenere la calma all'impulsivo Koji. SAYAKA YUMI E' la figlia del professor Yumi, nonché pilota di Aphrodite A, il robot, di sembianze femminili, creato per scopi pacifici, che diventa la spalla di Mazinga Z. Inizialmente il ruolo della ragazza è quello di insegnare i primi rudimenti sulla guida dei robots a Koji, il quale, con l'orgoglio che lo contraddistingue, non accetta di buon grado la situazione. Poi, con l'inasprirsi del conflitto, anche il debole robot che pilota diventa indispensabile ad arginare gli attacchi dei Mostri Meccanici, e a trattenerli giusto il tempo per fare intervenire Mazinga. Come Koji, anche lei è testarda e orgogliosa, è innamorata del ragazzo, ma i due litigano spesso.

29


MAZINGA Z – DATA BOOK

BOSS E' il capo di una scalcinata banda di motociclisti. Grasso, lento e stupido, Boss è un teppista più guascone che cattivo, anzi, dimostra spesso di avere un grande cuore. Si sente sia rivale che buon amico di Koji; è innamorato di Sayaka, ma sembra perdere le bave per ogni bella ragazza che gli capiti a tiro. Compare nell'episodio 3, e diventa una dei protagonisti fissi del cartone, anzi, assieme a Koji e ai suoi due amici è l'unico a comparire in tutte e tre le serie di Mazinga. Costruisce, o meglio si fa costruire, un suo robot, utilizzando materiale di scarto. MOOCHA E' uno dei due inseparabili amici di Boss, il più sveglio dei due. Sempre leali tra di loro, i due ragazzi, subiscono un po' le angherie del più grosso amico, ma lo seguono sempre volentieri; evidentemente assieme a Boss non ci si annoia mai. NUKE E' il terzo componente del gruppo, è quello che ha perennemente il mocciolo al naso. I tre ragazzi pilotano assieme il Boss Robot, (in origine Borot ovvero spazzatura), e di solito, Nuke e Moocha hanno il compito di … pedalare, per far funzionare le strampalate armi ed accessori dello scassatissimo robot. Una curiosità : nell'episodio 3, i componenti della banda di Boss sono 5, gli altri due ragazzi non compaiono mai più in seguito.

PROFESSOR MORIMORI E' uno dei tre aiutanti del professor Yumi, troverà la morte nell'episodio 79 nel tentativo di salvare Koji intrappolato dal malefico conte Blocken.

PROFESSOR SEWASHI Altro aiutante del professor Yumi all'Istituto di Ricerche per l'Energia Fotoatomica, è basso ed ha una lunga barba.

PROFESSOR NOTSUSORI L'ultimo aiutante di Yumi, è alto e calvo. I tre professori sono sempre utilissimi punti di riferimento per le riparazioni e i potenziamenti di Mazinga Z. Costruiscono senza progetto e dal nulla Boss Robot.

30


MAZINGA Z – DATA BOOK

MISATO E' una lontana parente di Boss, e viene assunta da Yumi per occuparsi delle faccende domestiche al Laboratorio di Ricerche per l'Energia Fotoatomica. La ragazza incarna alla perfezione lo stereotipo di donna ideale giapponese; molto abile nelle faccende domestiche, cuoca eccezionale, carina, di carattere dolce, gentile e disponibile. Dimostra inoltre di avere doti di vera combattente, è in grado di pilotare l'elicottero della base, e con scaltrezza e sangue freddo riesce a risolvere una delicata situazione, nella quale il Centro di Yumi era tenuto sotto scacco da alcuni criminali evasi. Appare a partire dall'episodio 64 e rimarrà come protagonista fino alla fine del cartone. Rimane all'Istituto ad occuparsi delle faccende domestiche, mansione che dichiara di prediligere, ma, viste le sue grandi capacità , verrà utilizzata anche per missioni e combattimenti contro Hell. Nell'episodio 66 "L'assassino invisibile, Jenova M9, si scopre addirittura che la ragazza è un'esperta di elettronica. Non torna nella serie successiva, c'è da immaginare che una volta che Shiro e Koji abbiano abbandonato l'Istituto, la sua presenza non sia più necessaria. Una curiosità : Misato è uno dei personaggi femminili più riusciti anche del Manga di Gosaku Ota, dove ha una caratterizzazione grafica diversa, è una biondina molto più sexy; ritornerà anche nella serie successiva, dove avrà anche l'onore di pilotare il Grande Mazinga. Fa però una fine terribile, viene uccisa in maniera molto violenta dalla Marchesa Yanus. RUMI E' al governante di Shiro e Koji. Siccome i due ragazzi sono orfani, e il nonno è troppo impegnato col suo lavoro di sviluppo alla villa sul monte Fuji, Koji e Shiro vivono con la governante. Appare solo nel primo episodio, è costretta a rivelare al Barone Ashura dove si trova Yuzo Kabuto, e poi viene uccisa.

I TECNICI DELL'ISTITUTO DI RICERCA PER L'ENERGIA FOTOATOMICA Non viene mai dato spazio alle loro storie, ma all'Istituto di Yumi lavorano un sacco di persone, tra tecnici e operai, che si occupano principalmente delle riparazioni dopo le battaglie.

YONICHI E' un ragazzino geniale, che costruisce un robot giocattolo. Notato dal Barone Ashura, questo robot viene rubato ed utilizzato per collaudare il "fucile gigantogeno", che ne aumenta le dimensioni fino a farlo diventare un Mostro Meccanico. Nonostante Yonichi fosse molto affezionato alla sua creatura, svelerà a Koji il punto debole del suo robot, per permettergli di distruggerlo.

PROFESSOR GORDON Scienziato Americano, esperto in robotica e responsabile del progetto Hosmon, che prevede di lanciare un robot nello spazio. Fa visita al Laboratorio di Ricerche nell'episodio 18. La nave su cui viaggiano sua moglie e sua figlia viene attaccata dal Mostro Guerriero Glossam X2, e sua moglie perde la vita nel naufragio. Realizza la modifica a Mazinga Z che gli permette di combattere sott'acqua.

31


MAZINGA Z – DATA BOOK

LISA GORDON E' la figlia del Professor Gordon, riesce a scampare all'attacco di Glossam alla "Queen Mary", la nave sulla quale lei e la madre viaggiano, per raggiungere il padre ospite del Laboratorio di Ricerche per l'Energia Fotoatomica. E' un ingegnere elettronico, e collabora con il padre al progetto di modifica di Mazinga Z. Compare nell'episodio 18 "Glossam il terrore del mare". MITSUO E' un timido ragazzino, compagno di classe di Shiro, ed è spesso maltrattato da Onimaru, il bullo della scuola. Viene catturato da Ashura, in quanto assiste ad una attacco del mostro meccanico Stronger T4, nell'episodio 20 "Una prova di coraggio". Con l'inganno Ashura convince il bambino ad entrare all'interno del robot, per potersi vendicare delle angherie subite dall'amico. Egli cattura quindi Onimaru, ma il gioco si trasforma immediatamente in tragedia. Entrambi i ragazzi vengono tenuti in ostaggio da Stronger, che li utilizza come scudo per non essere attaccato da Mazinga. ONIMARU E' il bullo della classe di Shiro, e prende di mira l'ultimo arrivato Mitsuo, nell'episodio 20 "Una prova di coraggio". Viene rapito assieme a quest'ultimo dal mostro meccanico Stronger T4. I due ragazzini diventeranno amici, dopo che Mitsuo, da sempre accusato di essere un vigliacco, dimostrerà un grande coraggio aiutando Onimaru, che si era rotto una gamba, anziché fuggire da solo dalle grinfie del robot di Ashura. YURI E' la nipotina del Professor Yumi, e appare nell'episodio 23 "I capricci di Yuri". E' costretta su una sedia a rotelle, e questo la rende viziata ed intrattabile. In realtà il suo è solo un disturbo psicosomatico, dovuto alla mancanza di attenzione da parte dei suoi genitori. Alla fine dell'episodio ritroverà l'uso delle gambe, rimanendo coinvolta in una battaglia tra Mazinga Z e il Mostro Meccanico di Hell. SAIZO E NORAKO Appaiono nell'episodio 26 "Ryo contro Ashura: faccia a faccia". Norako è una cagnoletta randagia, che per sfamare i suoi cuccioli è costretta a rubare, mentre Saizo è un ragazzo vagabondo che si prende cura di lei. Purtroppo, durante lo scontro tra Mazinga Z e il mostro meccanico pilotato da Ashura, la cagnetta rimane colpita e muore. Saizo accusa Koji dell'accaduto, e lo attacca colpendolo con una catena. Kabuto, che si sente in qualche maniera responsabile, non reagisce, e nello scontro riporta delle gravi ferite agli occhi, che lo rendono momentaneamente cieco. Resosi conto dell'errore, Saizo aiuterà Koji nel successivo scontro con Ashura, guidando i colpi del ragazzo a rischio della propria incolumità . DOTTORI CACHI, KATA E YOKOI Sono tre tecnici del Laboratorio di Ricerca per l'Energia Fotoatomica, che di ritorno da una trasferta di lavoro vengono rapiti dal dottor Hell, ed utilizzati per pilotare i tre Mostri Meccanici Volanti Megaron P1, P2 e P3.

32


MAZINGA Z – DATA BOOK

HIROSHI CACHI E' il figlio del Dottor Cachi, uno dei tre dottori del Centro Ricerche rapito dal dottor Hell nell'episodio 31 "I tre mostri volanti". Diventerà molto amico di Shiro. Ashura farà in modo che in bambino veda il padre pilotare il Mostro Guerriero Megaron P1, in modo che possa avvisare Koji ed impedirgli quindi di abbattere i robots volanti.

PROFESSOR SMITH Scienziato Americano di fama mondiale, aiuta Yumi nella progettazione del Jet Scrander. Appare nell' episodio 33 "Attacco aereo".

LA GIOVANE MADRE E IL BAMBINO ABBANDONATO Appaiono nell'episodio 46 "Il bambino abbandonato". Questa giovane vedova, a causa di una malattia, abbandona il proprio figlioletto davanti all'Istituto di Ricerche per l'Energia Fotoatomica. Decisa a togliersi la vita, si reca sulle montagne, dove assiste al dialogo tra Ashura e le Maschere di Ferro, in cui si discutono i dettagli di un piano per fare esplodere Mazinga Z ed il centro. Attaccata dalle Maschere di Ferro, è raccolta priva di sensi da Koji, che era andato a cercarla. Viene affidata alle cure di Boss, e a questi rivela il piano di Ashura. Boss riesce, a bordo delll sua moto, a raggiungere in tempo il Centro, e a salvare Koji e Mazinga. DOKURO E' il capo di una banda di teppisti motociclisti, che prende di mira Koji nell'episodio 51 " Assassino dall'inferno. La banda di Dokuro". L'astuto barone Ashura è l'artefice di questa situazione; egli ha infatti messo una taglia su Koji di 1.000.000 di Yen. Dokuro vuole intascare quei soldi per poter curare la sorella, Aiko, rimasta ferita durante un incidente motociclistico causato dallo stesso fratello. Ashura però esagera, e per essere sicuro che Dokuro porti a termine il suo compito farà rapire Aiko. Per questo motivo, il giovane lascerà perdere Koji per concentrare i suoi sforzi nel salvataggio della sorella. AIKO E' la sorella di Dokuro, rimasta gravemente ferita in un incidente motociclistico. Ora soffre di una forma di invalidità , che può essere corretta solo con una costosa operazione. LORELINE E' una ragazzina che viene salvata da Boss e Shiro da un attacco degli elmetti di Ferro. La piccola fa amicizia con Shiro, ma scoprirà in seguito di non essere umana, ma bensì un robot molto sofisticato. La piccola fa parte integrante del robot guerriero Reno X, tramite il quale, il suo creatore, voleva dimostrare la sua superiorità scientifica nei confronti di Yuzo Kabuto. Quando la bambina si unisce al gigantesco robot, questi acquista sentimenti umani. Il dottor Heinrich, il progettista del robot, sviluppò questa macchina per conto del dottor Hell, ma, affezionatosi alla bambina fuggì assieme a Loreline a al robot.

33


MAZINGA Z – DATA BOOK

DOTTOR STOLEHEIN HEINRICH Acerrimo rivale del professor Yuko Kabuto, Heinrich accetta di progettare un robot perfetto per conto del dottor Hell. Rimasto vittima di un terribile incidente automobilistico, il suo corpo venne ricostruito dallo stesso Hell che lo fece diventare un cyborg. Heinrich progetta un robot diviso in due parti; la prima è un robot gigante da combattimento, Reno X, mentre la seconda è una bambina robot, Loreline, che unita a Reno X, dona a quest'ultimo i propri sentimenti e la propria intelligenza. Affezionatosi alla bambina, Heinrich, fugge assieme ad essa, e si nasconde in una villa sul monte Fuji, dove vive assieme alla bambina spacciandosi per suo padre. Ritrovato da Hell, morirà per mano del mostro meccanico Riba F9. In punto di morte rivelerà tutto a Loreline, la quale andrà incontro al suo destino, combinandosi con Reno X e combattendo contro Mazinga Z. HITOMI E' la ragazza che guida il furgone della lavanderia. Yumi decide di contattarla per offrirle di lavorare all'Istituto di Ricerca come donna delle pulizie. Ashura, che sempre tiene sotto controllo i movimenti del Centro, la immobilizza e ne prende il posto, per intrufolarsi nella base di Mazinga.

ERIKA E' una giovane e bella ragazza, molto religiosa, che Koji salva da un assalto delle Maschere di Ferro. In realtà si tratta di un robot di Hell, chiamata in codice Spia R1. Mette in trappola Koji, facendolo catturare da Ashura, ma poi viene presa dai sensi di colpa e lo salva. Viene uccisa dagli Elmetti di Ferro, colpita da numerose raffiche di mitra, ma in punto di morte riuscirà a comunicare a Koji il punto debole del Mostro Meccanico Mondos Q3. Durante la sua breve esistenza, nonostante sia un automa, la ragazza acquisisce coscienza di se stessa, tanto da diventare molto religiosa, e questo gli ha permesso di morire come un vero essere umano. IL CORVO PARLANTE Appare nell'episodio 69 "Addio Pilder!", e prende immediatamente di mira Boss e il suo Borot. Koji lo prende immediatamente in simpatia, e lo ospita all'Istituto di Ricerca, dove la simpatica canaglia creerà un grande scompiglio. E' l'unica apparizione del corvo nella serie di Mazinga Z, ma tornerà in pianta stabile nella serie dedicata al Grande Mazinga, come membro della squadra di Boss. DOTTOR WATSON Esperto Americano di Robotica, giunge in Giappone per studiare alcune migliorie a Mazinga Z, nell'episodio 86. E' il titolare dell'Istituto Watson, dove Koji e Sayaka si trasferiranno alla fine della serie.

LA SIGNORA KABUTO MADRE DI KOJI E SHIRO Nell'episodio 90 assistiamo ad un piano di Hell, che prevede l'uso di un cyborg dalle sembianze della madre di Shiro e Koji. La madre dei due ragazzi, compare poi nell'episodio 91, sotto forma di sogno, per spronare Koji a continuare a lottare per la pace.

34


MAZINGA Z – DATA BOOK

PROFESSOR KENZO KABUTO Sempre nell'episodio 91, appare assieme alla madre di Koji, anche il padre, il dottor Kenzo Kabuto. Egli, però, a differenza di sua moglie, non è veramente morto. Nell'episodio successivo, l'ultimo di Mazinga Z, scopriamo che il corpo dello scienziato è stato ricostruito meccanicamente da suo padre, Yuzo Kabuto. Kenzo, ha quindi costruito il Grande Mazinga, per combattere contro l'Impero di Micene, e dirige l'Istituto scientifico "Fortezza delle scienze". Tutto questo viene rivelato dallo stesso Kenzo ad un incredulo dottor Yumi, che non si aspettava certo di rivedere il suo vecchio collega creduto morto. Al contrario, Koji, non sarà messo al corrente della cosa, e partirà per gli Stati Uniti senza sapere che suo padre è ancora vivo. TETSUYA TSURUGI Fa la sua comparsa nell'episodio 92, l'ultimo della serie. E' il pilota del Grande Mazinga, e salva Koji da una tragica fine. Si libera facilmente dei Mostri Guerrieri che hanno appena distrutto Mazinga Z. Nel finale dell'episodio ha un piccolo colloquio con Shiro, in cui gli rivela che il segreto del Grande Mazinga è la super lega NZ, evoluzione della super lega Z di Mazinga Z.

I ROBOT, I MEZZI E LA BASE ISTITUTO DI RICERCA PER L'ENERGIA FOTOATOMICA Creato dal professor Yuzo Kabuto, e diretto dal professor Yumi, il centro ha come scopo lo studio dell'energia Fotoatomica per utilizzi pacifici. Per questo motivo, Kabuto spostò nel suo laboratorio privato, i suoi studi sulla robotica e la cibernetica che lo portarono alla costruzione di Mazinga Z, proprio per evitare un coinvolgimento del centro e di Yumi in un progetto di guerra. Dopo che Mazinga Z è stato affidato a Koji, il centro diventa a tutti gli effetti la base del robot, e come tale subirà gli attacchi dei Mostri meccanici di Hell. Sempre in balia del nemico, il centro ha ben poche armi di difesa; i soliti missili e raggi pressoché inutili, e una barriera che cade sempre molto velocemente. Più volte viene praticamente raso al suolo. LE ARMI DELL'ISTITUTO DI RICERCA PER L'ENERGIA FOTOATOMICA Per opporre un minimo di resistenza ai vari Mostri Meccanici che l'attaccano, l'Istituto si affida ad una barriera magnetica, che però cede sempre molto velocemente, nonché a missili e raggi fotonici.

35


MAZINGA Z – DATA BOOK

MAZINGA Z L'invincibile robot da combattimento progettato e sviluppato dal professor Yuzo Kabuto, è costruito con una innovativa lega metallica, dalle caratteristiche tecniche eccezionali, la super lega Z, e spinto da un reattore a fusione Fotoatomica che gli permette di sviluppare una potenza straordinaria. In punto di morte, Yuzo Kabuto, affida questa arma straordinaria a suo nipote Koji, mettendolo in guardia; "Koji, con Mazinga Z puoi scegliere se essere un Dio o un Demone". E' proprio questa la traduzione della parola Mazinga, "DioDemone". Dotato di armi potenti e fantastiche, Mazinga Z è stato creato proprio per frenare le ambizioni di conquista del dottor Hell. Il progetto di questo robot, trae ispirazione dal ritrovamento degli antichi robots Micenei sull'isola di Rodi, che il professor Kabuto aveva collaborato a restaurare, e dei quali aveva studiato a fondo la composizione. Durante la svolgimento della storia, al progetto originale verranno apportate modifiche e migliorie, dal professor Yumi e il suo staff tecnico, come nuove armi, o la possibilità di volare. Altezza: 18 metri Peso: 20 tonnellate Potenza: 65.000 CV Forza di presa: 150 tonnellate Falcata: 6,8 metri Velocità al passo: 50 km/h Velocità in corsa: 360 km/h Velocità in acqua: 20 nodi Salto in elevazione: 20 metri Circonferenza del collo: 5,6 metri Circonferenza del petto: 13,6 metri Circonferenza delle braccia: 5,3 metri Circonferenza delle gambe: 6,2 metri Lunghezza delle braccia: 7 metri Lunghezza delle gambe: 9 metri Composizione: Super Lega Z Progetto: Professor Yuzo Kabuto Pilota: Koji Kabuto HOVER PILDER (ALIANTE SLITTANTE) E' una piccola navicella, spinta da propulsori ad elica, che contiene la cabina comandi di Mazinga Z. Per poter funzionare, l'invincibile robot, deve essere agganciato al Pilder, che si posa all'interno della corona sulla testa. Al grido "Mazinga Fuori!", il robot esce dalla piscina posta a fianco dell'istituto di ricerca per l'energia fotoatomica. A questo punto Koji grida "Agganciamento!" e posiziona il Pilder sopra la testa di Mazinga, quindi le ali con le eliche del velivolo si piegano verso l'alto, consentendo all'apparecchio di agganciarsi all'interno dell'alloggiamento. Lunghezza: 3,1 metri Larghezza: 2,8 metri Velocità massima: 320 km/h Velocità in ascensione: 25 km/h Massima altitudine: 9000 metri Potenza: 8500 CV Tempo di innesto con Mazinga: Circa 10 secondi Altezza: 1,4 metri Peso: 350 Kg Composizione: Super Lega Z Progetto: Professor Yuzo Kabuto Pilota: Koji Kabuto

36


MAZINGA Z – DATA BOOK

PUGNI A RAZZO (Rocket Punch) Tutto il pugno, compreso l'avambraccio viene sparato con grande potenza contro il nemico. Una volta raggiunto il bersaglio, il pugno può essere comandato per continuare a colpire, oppure per tornare indietro e ricongiungersi a Mazinga Z.

RAGGIO CICLONICO (Rust Hurricane) Una raffica di aria emessa dalle feritoie del volto del robot. Questo vento contiene particelle in grado di corrodere il metallo dei mostri meccanici.

RAGGIO FOTONICO (Koshiryoku Beam): Sono due raggi laser gialli che escono dagli occhi del robot.

MISSILE CENTRALE (Missile Punch) L'arma più discussa e la meno realistica di Mazinga Z, ma anche una delle più affascinanti. E' un grosso missile che viene sparato dall'addome di Mazinga Z, che si apre allo scopo, facendo intravedere anche una vera e propria rampa di lancio. Inspiegabilmente Mazinga Z è in grado di spararne una grande serie ripetutamente. RAGGIO TERMICO (Breast Fire) L'arma che Mazinga Z usa di più , in pratica la più potente. Dalle piastre rosse sul petto esce questo raggio, talmente caldo essere in grado di sciogliere il metallo.

ESTINTORE Dalle fessure del volto di Mazinga Z esce un potente getto di acqua, utilizzato nell'episodio 7 "Le tattiche del Barone Ashura".

MISSILI DIGITALI Partono dalle dita del Robot. Poco utilizzate, perché poco efficaci. Fanno la loro comparsa nell'episodio 10 "Dyan dal braccio d'acciaio"

37


MAZINGA Z – DATA BOOK

FARO PILDER Utilizzato nell'episodio 16 "Il tornado misterioso"; Koji utilizza il potente faro del Pilder per poter scorgere il nemico nascosto dal tornado da lui stesso creato. Viene usato anche in altre occasioni, come ad esempio nell'episodio 25 "I tre fratelli Aereos".

PISTOLA DI KOJI E' una pistola a raggi. Curiosamente, all'inizio della serie, il Pilder non dispone di nessuna arma, per combattere Koji alza il vetro dell'apparecchio e usa la sua pistola. Episodio 16 "il tornado misterioso".

PUGNO A CATENA Al pugno a razzo viene fissata una robusta catena; anziché lanciarla come al solito, Koji la fa roteare come se fosse un lazo, prima di lanciarla. Rappresenta il primo ingegnoso modo di combattere i mostri volanti da terra, appare solo nell'episodio 19 "Il mostro volante".

RAZZI MARINI Progettati dal professor Gordon e da sua figlia Lisa, permettono a Mazinga Z di potersi muovere anche in acqua. Sono due razzi che fuoriescono dai piedi.

MISSILI PILDER L'Hover Pilder, e poi anche il Jet Pilder, è in grado di lanciare questi piccoli missili. Vengono introdotti a partire dall'episodio 20, "Una prova di coraggio", prima di allora, Koji sollevava il parabrezza del Pilder ed usava la sua pistola a raggi.

CORTINA FUMOGENA Viene lanciata dall'Hover Pilder: Serve per distrarre il nemico e permettere l'agganciamento con Mazinga. Appare nell'episodio 33 "Attacco aereo".

38


MAZINGA Z – DATA BOOK

JET SCRANDER A partire dall'episodio 34, oppure dal film "Mazinga Z contro Devilman", Mazinga Z è in grado di volare, e lo fa grazie a questo apparecchio, progettato dal professor Yumi. All'inizio Nagai si era sempre rivelato ostile all'idea di permettere a Mazinga di volare, lo stesso design del robot, evidenziava quanto fosse pesante e forte, a discapito dell'agilità . Secondo l'idea originaria, lo scontro tra robots doveva essere una lotta tra giganti, far tremare la terra e dare l'idea di forza e possanza fisica. Quando Mazinga mette le ali, anche il suo design viene leggermente modificato, la sua figura, un tempo decisamente poco aggraziata, ora appare più filante ed aerodinamica. Anche le storie ne guadagnano, le battaglie sono ora più dinamiche e veloci, le trame dei nemici si fanno più accurate ed astute, visto che i Mostri Meccanici possono muoversi più rapidamente e coprire distanze maggiori. Tecnicamente si tratta di un apparecchio dotato di due ali rosse, due razzi di propulsione, e un timone giallo con lo stemma simile ad una Z rossa. Un'antenna permette di guidarlo automaticamente verso Mazinga, ma può essere anche controllato a distanza dall'Istituto di ricerca per l'energia fotoatomica, oppure dall'Hover Pilder. Si aggancia alla schiena del robot attraverso una specie cintura che si stringe all'addome di Mazinga Z. Apertura alare: 12,8 metri Velocità massima: Mach 3 Peso: 1 ton Massima altitudine: 20.000 metri Composizione: Super Lega Z Progetto: Professor Gennosuke Yumi Pilota: Koji Kabuto, in volo automatico quando sganciato da Mazinga Z. LAME TAGLIENTI (Scrander Cutter) Il filo delle ali del Jet Scrander, è affilato in modo da tagliare in due i mostri. Compare per la prima volta nell'episodio 43 "Bandiera bianca".

PUGNO A RAZZO SUPERPROTETTO (Kyoka Rocket Punch) Viene progettato ed usato solo nell'episodio 54 "Un super pugno a razzo". Il pugno è super blindato, di colore bianco, mentre al polso vi è una corona chiodata di colore oro. In un primo tempo ne erano previsti due, ma poi è stato realizzato solo il destro, per mancanza di tempo.

SCURI ATOMICHE (Iron Cutter) Compaiono a partire dall'episodio 59 "Dichiarazione di guerra dalla fortezza dell'Inferno". Si tratta di una versione potenziata del pugno a razzo. Dagli avambracci del robot escono due mezze scuri, in grado di tagliare in due i mostri meccanici. E' sicuramente una delle armi più efficaci ed affascinanti di Mazinga Z.

39


MAZINGA Z – DATA BOOK

PUNTE D'ACCIAIO (Drill Missiles) Altra arma di grande fascino. Gli avambracci di Mazinga Z si aprono a 90 gradi all'altezza del gomito, e dal braccio escono dei piccoli aghi appuntiti. Compaiono a partire dall'episodio 60 "La nuova arma di Mazinger Z", inedito in Italia.

JET PILDER Nell'episodio 69 assistiamo alla distruzione dell'Hover Pilder, da parte della prima Bestia Meccanica lanciata dal Duca Gorgon. Per sostituire il vecchio Aliante Slittante, Yumi ne progetta una versione riveduta e corretta, di prestazioni migliorate, che al posto dei motori ad elica utilizza una propulsione jet orientabile. Appare a partire dall'episodio 71. La propulsione a reazione, e le ali a geometria variabile sono in grado di fargli raggiungere mach 3; i razzi a reazione sono orientabili per il decollo e l'ascesa verticali, ed è dotato di missili e raggi. Lunghezza: 3,2 metri Larghezza: 5,8 metri Velocità in ascensione: 120 km/h Massima altitudine: 9000 metri Potenza: 8500 CV Tempo di innesto con Mazinga: Circa 5 secondi Altezza: 3 metri Composizione: Super Lega Z Progetto: Professor Gennosuke Yumi Pilota: Koji Kabuto MISSILI PILDER Semplici missili che fuoriescono dalle due bocche di fuoco poste sotto le ali del Jet Pilder. RAGGI FOTONICI PILDER Dalle aperture anteriori del Pilder vengono lanciati questi raggi molto potenti.

RAGGI CONGELANTI (Reito Beam) Raggio in grado di congelare qualunque cosa, viene emesso dalle antenne di Mazinga Z. E' spesso usato subito dopo il raggio termico per rendere fragile il metallo dei mostri, che vengono poi finiti con un missile o con un pugno a razzo. Compare la prima volta nell'episodio 72 "La potente arma di Mazinger Z!"

40


MAZINGA Z – DATA BOOK

PUGNO A RAZZO ROTANTE (Daisharin Rocket Punch) Appare a partire dall'episodio 72 "La potente arma di Mazinger Z!" è in pratica un pugno a razzo lanciato a velocità superiore, grazie alla rotazione delle braccia.

LAME STELLE DEL SUD (Southern Cross Knife) Apparse in seguito, negli episodi inediti. Le ali di Mazinga sono state modificate per poter sparare delle lame a forma di stella, simili agli Shurinken dei Ninja, attraverso delle fessure poste sul bordo. Compaiono nell'episodio 73 "Il furto di Mazinger Z".

ONDE ELETTROMAGNETICHE Sono onde emesse dalle dita per mandare fuori uso i dispositivi elettronici. Vengono usate nell'episodio 77 per stanare un mostro sotterraneo.

EMISSIONE DI ENERGIA Nell'episodio 86, "L'odissea del Dottor Watson", Mazinga Z per liberarsi i piedi bloccati da una morsa di ghiaccio, emette queste onde che lo liberano.

APHRODITE A Robot di sembianze femminili, pilotato da Sayaka Yumi. E' stato progettato dal professor Yuzo Kabuto, con la collaborazione di suo figlio Kenzo e del professor Yumi. Dopo il ritiro a vita privata di Kabuto, Yumi decide di costruire il robot, per utilizzarlo per scopi pacifici. Aphrodite A è stata progettata per utilizzare il motore a energia fotoatomica, ma prima che fosse sviluppata la superlega Z, quindi Yumi, nonostante fosse in possesso delle tecnologie relative al nuovo materiale, preferì attenersi al disegno originale e costruirlo in acciaio speciale. D'altro canto non poteva immaginare che potesse essere utilizzato anche per scopi bellici. Inizialmente priva di armi, Aphrodite viene in seguito dotata di due missili sparati dal seno del robot. Altezza: 16 metri Peso: 18 tonnellate Composizione: Acciaio Progetto: professori Yuzo Kabuto e Gennosuke Yumi Pilota: Sayaka Yumi

41


MAZINGA Z – DATA BOOK

MISSILI FOTONICI Aphrodite nasce come robot da utilizzare per scopi pacifici, inizialmente non è dotato di alcuna arma. In seguito, visto che Sayaka aiutava comunque Koji contro i mostri, il suo robot venne dotato di due semplici, ma potenti missili, posizionati nel petto.

MISSILI FOTONICI MAGGIORATI Sono un paio di Super Missili, ideati da Koji e sviluppati dai tre scienziati, Morimori, Sewashi e Notsusori, per permettere a Mazinga Z di volare. Sayaka attende che Mazinga Z, sia in posizione e in corsa, dopodiché lancia i missili, Koji li con le mani di Mazinga, allarga le braccia e decolla. I due razzi hanno due pulsanti per aumentare la velocità , che vengono premuti dallo stesso Mazinga Z. Compaiono nell'episodio 32 "Cerberus J-3, il robot a tre teste", e poi vengono riutilizzati nell'episodio 62 "Incidente?! Il volo del Boss Robot", nel tentativo di fare volare Borot. DIANAN ALPHA Appare a partire dall'episodio 76, per sostituire Aphrodite A. Di potenza superiore al vecchio robot, è comunque stata progettata solo per compiti di appoggio e ricognizione, Yumi, non è mai stato molto d'accordo con il fatto che la figlia Sayaka partecipasse in maniera troppo attiva alle battaglie. Altezza: 16 metri Peso: 18 tonnellate Composizione: Super Lega Z Progetto: professor Gennosuke Yumi Pilota: Sayaka Yumi SCARLET MOBILE Questa motocicletta contiene la cabina di pilotaggio di Dianan Alpha. Si aggancia alla testa del robot, come l'Hover Pilder di Mazinga Z, ma l'aggancio avviene tramite un raggio trattore che fuoriesce dalla nuca del robot, che crea una sorta di rotaia solida che la motocicletta percorre fino all'innesto. Nella puntata seguente, il raggio trattore esce dalla fronte del robot e non dalla nuca, entrando la Scarlet Moblie è quindi costretta a ruotare di 180 gradi. Lunghezza: 2 metri Larghezza: 1 metri Altezza: 1.2 metri Composizione: Super Lega Z Progetto: professor Gennosuke Yumi Pilota: Sayaka Yumi MISSILI FOTONICI esattamente come quelli di Aphrodite, questi missili formano il seno del robot. Sono però più potenti.

42


MAZINGA Z – DATA BOOK

RAGGIO SCARLET (Scarlet Beam) E' un raggio emesso dallo scudo della Scarlet Mobile. Può essere usato sia da Dianan che dalla Scarlet Mobile, e rappresenta l'arma più potente del robot.

BOROT (BOSS ROBOT) Letteralmente Borot significa rottame o spazzatura, infatti, il robot è stato costruito utilizzando rottami di ferro. I tre aiutanti del professor Yumi, i professori Moromori, Notsusori e Sewashi vengono costretti con la forza da Boss e i suoi amici a costruire Borot, in fretta e furia. I tre professori fanno del loro meglio, ma senza un progetto preciso e utilizzando solo rottami e ferrovecchio, costruiscono un robot dotato solo di forza bruta, lento e stupido come il suo pilota. Borot ha molte armi inventate sul momento, ma nessuna che funzioni veramente. L'unica possibilità di Borot è quella di lottare corpo a corpo, sfruttando la sua enorme massa. Borot, infatti pesa quasi 5 volte Mazinga Z. Altezza: 12 metri Peso: 95 tonnellate Potenza: 12.000 CV Velocità in corsa: 120 km/h Composizione: Ferro recuperato da rottami Progetto: Photon Power Institute Team; professori Morimori, Notsusori e Sewashi (in realtà senza un progetto preciso ma basandosi su un disegno realizzato dallo stesso Boss) Pilota: Boss, Nuke e Moocha MINERVA X Robot femminile dall'aspetto simile a quello di Mazinga Z, fu progettato all'Istituto di Ricerche per l'Energia Fotoatomica dai professori Yuzo e Kenzo Kabuto, e dal professor Yumi. Minerva X è stata progettata prevedendo l'utilizzo della super lega Z e dell'Energia Fotoatomica. Il suo funzionamento è completamente automatico, senza necessità di pilota, ma il professor Kabuto, ad insaputa di Yumi, ha inserito nel progetto un controllo supplementare, a forma di diadema posto sull'addome del robot, che permetteva alle onde elettromagnetiche di Mazinga Z di avere il pieno controllo su Minerva X. Dotata delle stesse armi di Mazinga Z, e delle stesse potenzialità , meno forte, ma più agile e leggera, Minerva X era il partner perfetto; quando si fosse trovata ad agire nelle vicinanze di Mazinga, Minerva avrebbe obbedito a tutti gli ordini strategici che gli venivano impartiti. I progetti di questo robot furono trafugati da un collaboratore del Centro di Ricerche, e poi venduti al Dottor Hell. Lo scienziato Tedesco decide di costruire e quindi lanciare Minerva X contro Mazinga Z, più per interesse scientifico, che per strategia. Egli infatti, essendo privo del Japanium, costruisce il robot usando delle normali leghe di acciaio e materiali compositi, ed inoltre è costretto ad utilizzare un normale reattore a fusione anziché un reattore ad energia Fotoatomica. Il funzionamento dello strano diadema che Minerva ha sull'addome è sconosciuto anche allo stesso Hell. A causa dell'utilizzo di energia atomica, in luogo di quella fotoatomica, i sistemi di raffreddamento di Minerva non funzionano come dovrebbero, e le temperature di esercizio aumentano notevolmente. Quando Minerva X, mandata ad attaccare Tokyo dal Barone Ashura, entra in contatto con Mazinga Z, il controllo passa al diadema, causando un surriscaldamento del sistema, i liquidi di raffreddamento vanno in ebollizione e si espandono, fuoriuscendo dagli occhi del robot, dando la sensazione che Minerva pianga. Portata al Centro Ricerche, Yumi, che riconosce immediatamente il vecchio progetto al quale ha partecipato personalmente, non sembra invece conoscere il segreto del diadema (ovvio, non sapeva nulla di Mazinga Z all'epoca del progetto), e lo fa analizzare, scoprendo che si tratta di un controllo supplementare che permette a Mazinga Z di utilizzare il proprio computer per gestire tutte le funzioni di Minerva X. Gli scienziati scoprono però anche un altro segreto; a causa delle alte temperature di esercizio, anche il diadema sul petto ha dei malfunzionamenti; quando viene colpito, il circuito va fuori uso, e il

43


MAZINGA Z – DATA BOOK

controllo passa nuovamente al programma installato da Hell, facendo diventare Minerva X un vero demonio pronto ad attaccare anche lo stesso Mazinga. Durante la successiva battaglia, rispondendo al controllo di Mazinga Z, Minerva X combatte contro ill Mostro Meccanico Arciere J5, il quale la colpisce all'addome, facendola impazzire. Nonostante Yumi avesse costruito un altro diadema di controllo, in grado di inibire il programma di Hell, Koji non riuscirà ad avvicinarsi abbastanza per installarlo; Sayaka sarà costretta a colpire Minerva con i missili distruggendola. Prima di spegnersi definitivamente, Koji riesce a rimettere a posto il diadema, e Minerva tornerà ad essere, per pochi brevi attimi, la fedele compagna di Mazinga. Appare solo nell'episodio 38 "Il misterioso robot Minerva X", episodio inedito in Italia. ELICOTTERO DELL'ISTITUTO DI RICERCHE PER L'ENERGIA FOTOATOMICA Compare per la prima volta nell'episodio 22 "La Fortezza subacquea Salus"; si tratta di un piccolo velivolo di supporto, utilizzato poi diverse volte durante la serie. Nell'episodio 64 "Donna 007 Misato contro i nemici" viene usato da Misato per catturare gli evasi che occupano l'Istituto. Nell'episodio 70 "Il nuovo mostro del Dottor Hell", Koji è costretto ad usarlo per combattere contro un mostro di Gorgon, perché Mazinga Z è inservibile a causa della distruzione del Pilder. Funziona con una propulsione a reazione orientabile, molto simile a quella usata poi dal Jet Pilder. AUTOBLINDO DELL'ISTITUTO DI RICERCHE PER L'ENERGIA FOTOATOMICA Si tratta di un mezzo blindato dotato di missili. Compare nell'episodio 62 "Incidente?! Il volo del Boss Robot". Viene usato raramente, ma nell'episodio 70 "Il nuovo mostro del Dottor Hell", Koji a bordo di questo mezzo riesce a distruggere un mostro di Gorgon.

L'IDROVOLANTE DELL'ISTITUTO DI RICERCHE PER L'ENERGIA FOTOATOMICA Questo mezzo appare nell'episodio 80 "La trappola di Partos". Si tratta di un grosso aereo, con i galleggianti per l'ammaraggio, in grado di eseguire bombardamenti. Raderà al suolo la vecchia base di Hell sull'isola di Bados.

CUNEO DI ENERGIA Il dottor Watson modifica la moto di Koji, in modo che venga rivestita da un cuneo di energia, che il ragazzo usa per spezzare la barriera del Laboratorio eretta da Pigman che si era impossessato dell'Istituto di Yumi nell'episodio 87. Erroneamente nella serie sottotitolata, Watson dice di aver modificato la moto per permetterle di volare, ma, in realtà si nota chiaramente che una volta premuto il pulsante si forma intorno alla moto una barriera appuntita di energia, che viene usata per oltrepassare la barriera. Dopodiché Koji effettua un salto con la moto per entrare nel Pilder, da qui probabilmente l'equivoco.

44


MAZINGA Z – DATA BOOK

ONDE ELETTROMAGNETICHE Al laboratorio ci sono questi emettitori di onde, che vengono usati nell'episodio 89, per eccitare il magma sotto la Bestia Meccanica di Gorgon, e costringerla a tornare in superficie.

LA FORTEZZA DELLE SCIENZE E' l'istituto scientifico diretto dal professor Kenzo Kabuto, nonché la base operativa del Grande Mazinga.

IL GRANDE MAZINGA Evoluzione di Mazinga Z, costruito dal figlio di Yuzo Kabuto, Kenzo, per contrastare le ambizioni di conquista del regno di Micene. Costruito in super lega NZ, è decisamente più potente di Mazinga Z. Distrugge con estrema facilità i due mostri guerrieri che avevano appena avuto la meglio sul vecchio Mazinga Z. Altezza: 25 metri Peso: 32 tonnellate Potenza: 90.000 CV Forza di presa: 200 ton Falcata: 7,5 metri Velocità al passo: 70 km/h Velocità in corsa: 450 km/h Velocità in acqua: 25 nodi Salto in elevazione: 30 metri Massima profondità : 8000 metri Velocità massima: Mach 4 Massima altitudine: 50000 metri Circonferenza collo: 6,2 metri Circonferenza petto: 18,5 metri Circonferenza braccia: 6,5 metri Circonferenza gambe: 7 metri Lunghezza braccia: 9,8 metri Lunghezza gambe: 13 metri Lunghezza del piede: 4 metri circa Composizione: Super Lega Nz Progetto: Professor Kenzo Kabuto Pilota: Tetsuya Tsurugi

45


MAZINGA Z – DATA BOOK

Durante questa apparizione il Grande Mazinga utilizza le seguenti armi: PUGNO ATOMICO (Atomic Punch) Analogo al pugno a razzo di Mazinga Z; la maggiore potenza è data dal peso maggiore e dalla composizione in super lega NZ. GRANDE BOOMERANG (Great Boomerang) La piastra rossa sul petto di Mazinga diventa per l'occasione un'arma da lancio o da taglio. Proprio come un boomerang, se lanciata, torna indietro per essere ripreso e riagganciato al petto. DOPPIO FULMINE – MISSILE LASER (Thunder Break) Le antenne del Grande Mazinga sono in grado di raccogliere l'energia elettrostatica presente nell'aria. La differenza di potenziale che si viene a creare tra le antenne e l'aria fa scatenare un fulmine, che Mazinga può convogliare con un dito e lanciare contro il nemico. Il fulmine può essere raccolto anche dalla Lama Diabolica e addirittura da Venus e lanciato da questi. L'accumulo di energia che scatena i fulmini è detto "Doppio Fulmine", mentre il lancio è detto "Missile Laser". SPADA DIABOLICA (Mazinger Blade) E' l’arma simbolo del Grande Mazinga, quella che gli permette di avere dei corpo a corpo molto spettacolari con i mostri guerrieri. Ne ha due, poste nelle alette delle gambe, che fungono da "fodero".

46


MAZINGA Z – DATA BOOK

I NEMICI I nemici di Mazinga Z sono perlopiù raccapriccianti e grottesche figure, nate dalla diabolica e fervida fantasia del dottor Hell. Si tratta principalmente di Cyborg, cioè di essere creati unendo parti umane con parti meccaniche. Quello che mi stupisce maggiomente dei nemici di Mazinga Z è la loro folle stupidità tattica e strategica. Probabilmente vado controcorrente, affermando che se a suo tempo, la Rai interruppe la programmazione di Mazinga, forse non fece un errore. In molti episodi i villain di Mazinga Z sono eccessivamente violenti e crudeli, senza una precisa ragione, anzi, a volte la loro sete di sangue va decisamente a discapito del risultato finale. Cito un esempio lampante: nell'episodio 79, il Conte Blocken cattura Koji, e anziché ucciderlo immediatamente, lo lega ad un albero, utilizzando un sottile filo metallico che produce profonde ferite al ragazzo ogni volta che tenta di muoversi. La scena è piuttosto cruenta, ma quello che mi lascia sbalordito è lo scopo di questa macabra crocifissione; l'area intorno alla croce viene minata, in modo che chiunque tenti di salvare Koji, venga ucciso, quindi Blocken se ne va, lasciando il suo più pericoloso nemico in vita. La triste sorte di finire sul campo minato, toccherà al professor Mori Mori. Il risultato, di questa macabra strategia di Blocken, è che egli, per uccidere un Mori Mori qualunque si lascia sfuggire l'occasione di eliminare il pilota di Mazinga Z, suo più acerrimo nemico. Semplicemente assurdo. DOTTOR HELL (DOTTOR INFERNO) Scienziato Tedesco di fama mondiale, conseguì la laurea in Fisica Nucleare all'università di Berlino, dove fece la conoscenza del professor Yuzo Kabuto. Di carattere molto elitario ed egocentrico, Hell, come molti scienziati tedeschi dell'epoca, collaborò attivamente al nazismo. I suoi esperimenti, sempre al di là di ogni etica morale, furono molto utili al disegno di conquista di Adolf Hitler, ma lo scienziato non pubblicò tutti i suoi lavori; il suo scopo principale era quello di tenere per se le scoperte più estreme, e utilizzarle in seguito per prendere il posto dello stesso Fuhrer. Se lo studioso avesse offerto tutte le sue conoscenze scientifiche al terzo Raich, ora la Germania Nazista dominerebbe il mondo. Durante la seconda guerra mondiale, uno spietato Generale delle S.S., dalla fama sanguinaria, il conte Blocken, giunse praticamente morto nel laboratorio di Hell. Egli lo salvò, trasformandolo in un cyborg, dotandolo di un corpo meccanico dalle caratteristiche eccezionali. Sfruttando il suo nuovo corpo, il Conte Bloken assunse il controllo delle varie mafie europee, e, con i ricavi illeciti delle proprie attività sovvenzionò gli esperimenti del Dottor Hell. In seguito il dottor Hell fu a capo della tragica spedizione sull'isola di Rodi, dove rinvenne le antiche spoglie della civiltà Micenea. L'antico popolo era dotato di una tecnologia eccezionale, molto superiore a quella attuale, ed usava questa tecnologia per difendersi dagli attacchi dei popoli nemici. Distrutta da un immane cataclisma, la scienza Micenea era andata perduta per sempre, ma ora, Hell aspirava ad entrare in possesso di quelle tecnologie che gli avrebbero permesso la conquista del mondo. Egli entrò quindi in possesso dei giganteschi robots guerrieri di Micene, e delle conoscenze necessarie alla loro costruzione. Tentò quindi di uccidere tutti gli scienziati coinvolti nella spedizione, ma il professor Yuzo Kabuto riuscì a fuggire al massacro. Rimase ancora qualche anno sull'isola di Rodi, per terminare i suoi studi, poi trasferì i suoi laboratori sull'isola di Bados, che acquistò dal governo Greco. Sull'isola di Rodi scoprì anche i segreti dell'ingegneria genetica di Micene, tecnologia che gli permise di costruire il Barone Ashura, nato dall'unione del DNA di due mummie Egizie, una maschile ed una femminile, nonché di dotare i suoi giganteschi robots, che chiamò Mostri Meccanici, di un sistema di centri nervosi di derivazione umana, che poteva controllare grazie ad uno speciale bastone, denominato "Canna di Rodi". Muore nelle penultima puntata delle serie, la 91, mentre tenta una disperata fuga a bordo della Fortezza Volante Gool, assieme al Conte Blocken, dopo che la sua base, l'Isola Infernale, è stata distrutta dai robots del Laboratorio di Ricerca sull'Energia Fotoatomica.

47


MAZINGA Z – DATA BOOK

BARONE ASHURA Nato dall'unione di due mummie ritrovate dal dottor Hell, una maschile ed una femminile, il Barone Ashura è il primo luogotenente dello scienziato Tedesco. Ha un carattere ossequioso e codardo nei confronti dei potenti, ma la sua doppia natura lo rende perfido ed astuto. Comanda l'esercito delle "Maschere di Ferro", nonché i Mostri Meccanici (Kikaiju) creati da Hell, che controlla grazie alla "canna di Rodi" che il suo capo gli consegna nelle prima puntata. Messo alle strette dalla presenza del Conte Blocken e del Duca Gorgon, che lo giudicano un ingombrante codardo buono a nulla, dimostrerà valore e coraggio nell'ultima sua azione contro Mazinga Z, dove troverà la morte, ma verrà considerato un eroe sia da Hell, che dal duro Duca Gorgon (episodio 78. La fine del Barone Ashura). IL CAVALLO MECCANICO DEL BARONE ASHURA Viene utilizzato durante le missioni a terra, si tratta di un elegante cavallo meccanico. CONTE BLOCKEN E' il secondo luogotenente di Hell a comparire nel cartone, anche se in realtà , Blocken è stato creato prima del Barone Ashura. Creatura grottesca quanto o forse più del Barone ermafrodita, Blocken ha un corpo cybernetico che gli consente di staccare la testa dal corpo, e di farla volare grazie alla propulsione di piccoli jet posti alla base del collo. In origine il Conte Blocken era un sanguinario ufficiale delle S.S. Tedesche, diventato famoso per la sua crudeltà e sete di sangue. Praticamente ucciso durante la fase finale della seconda guerra mondiale, fu portato nel laboratorio del Dottor Hell, che aveva sempre disperato bisogno di cadaveri o moribondi per i suoi esperimenti scientifici. Vista l'importanza del personaggio, Hell adoperò tutto se stesso per ridare vita a Blocken e gli donò un nuovo corpo dotato di capacità straordinarie. Sempre riconoscente allo scienziato, Blocken si adoperò per finanziare le ricerche di Hell. Grazie alle sue straordinarie capacità , l'ex ufficiale nazista si impossessa facilmente dell'organizzazione criminale Union Corse, e con gli introiti derivati da tali attività finanzia la spedizione di Hell sull'isola di Rodi, nonché tutti i suoi successivi studi, la sua base sull'isola di Bados, la costruzione della base sottomarina Sarudo, della Fortezza volante Gool e della Fortezza sull'isola Infernale. Scende in campo personalmente contro Mazinga, richiamato dallo stesso Hell, comandando il suo esercito personale, gli "Elmetti di Ferro", e utilizzando la sua Fortezza Volante Gool. Muore nella penultima puntata, mentre cerca di portare in salvo il Dottor Hell a bordo di Gool. DUCA GORGON E' il guardiano del portale che conduce all'antico regno sotterraneo di Micene. L'antico popolo si è rifugiato nelle viscere della terra, dopo che un immane cataclisma distrusse la sua civiltà nel Mare Egeo. Il portale che conduce a Micene è sigillato, i suoi abitanti attendono che giunga il momento giusto per andare alla conquista del mondo esterno, e il Duca Gorgon è appunto il guardiano incaricato di controllare che l'accesso rimanga inviolato. Appare al dottor Hell sull'isola di Rodi, mentre ancora lo scienziato tedesco sta osservando il collega Yuzo Kabuto che fugge a bordo del motoscafo. Gorgon assale Hell con l'intenzione di ucciderlo, in quanto Micene vede nello scienziato una minaccia alla loro aspirazione di conquistare la Terra. Hell, però, lo convince che il vero nemico è Yuzo Kabuto, e quindi i due stringono un patto di non belligeranza (episodio 72). Dopo i continui fallimenti dei Mostri Meccanici contro Mazinga Z, il dottor Hell incarica il Barone Ashura di recarsi al cospetto di Gorgon, pregandolo di aiutarlo nel compimento della propria missione di conquista (episodio 68). Di carattere irascibile e sbrigativo, Gorgon, che appare come un essere metà uomo e metà tigre, accetta di donare una propria Bestia Meccanica ad Ashura, ma solo dopo avergli fatto prendere uno spavento con i fiocchi, minacciandolo in ogni modo. Le Bestie Meccaniche di Gorgon, risultano essere molto più sofisticate e forti dei Mostri Meccanici di Hell, hanno un sistema nervoso derivato da cellule animali, e già la prima provoca gravi danni a Mazinga Z, tanto da costringere Yumi a progettare e costruire un nuovo Pilder. All'inizio il contributo di Gorgon è limitato al

48


MAZINGA Z – DATA BOOK

fornire le sue Bestie Meccaniche ad Hell, poi incomincia ad agire personalmente e a collaborare in maniera più diretta con i suoi alleati. Lo infastidisce molto la presenza di Ashura, che considera un vile e servile individuo, ma si ricrederà , quando vedrà una luce di rivalsa negli occhi del Barone, poco prima della sua morte. Gorgon scioglierà i sigilli del regno di Micene nell'ultima puntata, quindi comunicherà al suo Imperatore le notizie della morte di Hell, e delle debilitate condizioni di Mazinga Z dopo lo scontro finale con il perfido scienziato Tedesco. Questo indurrà il Generale Nero a sferrare il primo attacco per la conquista della Terra di superficie. MARCHESE PIGMAN A dare manforte al dottor Hell, arriva dall'Africa il Marchese Pigman. Raccapricciante figura di un altissimo guerriero Masai, con innestato, al posto del capo, il corpo di un piccolo stregone Pigmeo. Le arti magiche oscure del Marchese Pigman, lo rendono un nemico veramente terribile. Egli però si ribella ad Hell, ed agisce di propria iniziativa, riuscendo quasi a conquistare il Laboratorio di Yumi, ma sottovaluta Mazinga Z e rimane ucciso. La sua carriera è veramente breve, compare nell'episodio 83 e muore nell'episodio 87. RICO L'assistente del professor Smith, è in realtà è un robot spia di Hell. Lo avvisa del colloquio tra Yumi e Smith in America, permettendo il furto dei disegni originali, e poi si reca personalmente all'Istituto di Ricerche per l'Energia Fotoatomica nel tentativo di boicottare la realizzazione pratica dell'apparecchio. Appare negli episodi 33 "Attacco aereo" e 34 "Battaglia nel cielo". ISOLA DI BADOS (PARTOS) Si tratta di un piccolo isolotto, che il Dottor Hell acquistò dal governo Greco, allo scopo di trasferirvi i laboratori scientifici, e di utilizzarlo come base per il proprio esercito di Mostri Meccanici e Maschere di Ferro. Dopo la scoperta dei resti Micenei sull'Isola di Rodi, il dottor Hell, rimase su quell'isola per terminare i suoi studi, ma ad un certo punto iniziò ad avere la necessità di trovare un posto più isolato, dove poter dare inizio agli esperimenti più arditi, che le tecnologie appena scoperte, gli avevano ispirato. Trasferì quindi i laboratori e i materiali da Rodi a Bados, utilizzando il danaro che gli veniva fornito dalle attività criminali gestite dal Conte Blocken. In un eccesso di megalomania, trasferì anche le antiche rovine trovate a Rodi, e che ora fanno bella mostra sulla piccolissima Isola di Bados. Riguardo a quest'isola, manga e anime dedicati a Mazinga fanno un po' di confusione; Nel manga di Gosaku Ota, edito dalla Granata Press, si fa riferimento a Bados come l'isola in cui vennero ritrovate le rovine Micenee, ma questo è ovviamente impossibile; l'Isola è poco più di uno scoglio. Nell'anime invece si dice che gli antichi reperti furono ritrovati nell'Isola di Rodi, infatti quest'isola viene raffigurata con paesaggi molto vasti, mentre Bados è molto piccola anche nella serie Tv, quindi c'è da desumere che si tratti di due isole differenti. Anche la posizione di quest'isola è abbastanza misteriosa; il nome suggerisce che si tratti di un isolotto Greco, ma nell'episodio 80 "La trappola di Partos", Mazinga Z la raggiunge molto velocemente partendo dal Giappone, addirittura Sayaka va in suo soccorso utilizzando l’idrovolante del Laboratorio. Il fatto, invece che Bados sia molto lontana dal Giappone, si desume dalla visione dell'episodio 58, "La fortezza dell'inferno", durante il quale viene costruita una base avanzata, nell'arcipelago del Giappone, proprio allo scopo di evitare le lunghe distanze che separano L'isola di Bados dal laboratorio di Ricerche per l'Energia Fotoatomica, e facilitare quindi gli attacchi. Insomma, riguardo a questo piccolo isolotto la storia fa un po' di confusione; ritengo plausibile che nelle intenzioni di Nagai, Bados fosse l'isola dove si è sviluppata la civiltà Micenea, e dove, millenni più tardi vennero ritrovati i resti di quell'antico popolo, ma che per errore, o disattenzione, sia stata disegnata un po' troppo piccola. Forse nella mente degli sceneggiatori, la civiltà Micenea non doveva essere, almeno all'inizio, così grande ed importante, ma solo un piccolo villaggio su di un isolotto, poi, con lo sviluppo della trama diventò una grande potenza del mar Egeo, ma, nessuno si preoccupò di darle un territorio più grande. A pensarci fu la Tv italiana, che trasformò l'isola di Bados in Rodi, e quindi ritengo che sia più giusto citare quest'ultima come patria dei Micenei, anche se probabilmente è sbagliato. Viene abbandonata in favore dell’Isola dell’Inferno ed utilizzata in seguito per intrappolare Mazinga Z, nell'episodio 80 "La trappola di Partos". Viene rasa al suolo da un bombardamento a tappeto di Sayaka con l'Idrovolante.

49


MAZINGA Z – DATA BOOK

FORTEZZA SOTTOMARINA SARUDO (SALUS) E' la base mobile di partenza dei mostri Meccanici, che Ashura lancia contro Mazinga; La parte che affiora ha la forma di una normale isola, mentre nella parte inferiore ci sono i motori, e può immergersi completamente per sparire alla vista del nemico. Viene distrutta nell'episodio 39 "L'ultima occasione di Ashura". FORTEZZA VOLANTE GOOL E' una gigantesca nave volante, comandata dal Conte Blocken. Nonostante la sua mole è piuttosto agile, e riesce in qualche occasione a tenere impegnato Mazinga. Ha una grande capacità di fuoco e riesce a trasportare numerosi Mostri Meccanici ed Elmetti di Ferro, che utilizza per gli assalti all'Istituto di Ricerca per l'Energia Fotoatomica. Verrà distrutta da Mazinga Z nella penultima puntata, con a bordo il Dottor Hell e il Conte Blocken, mentre tentano la fuga dopo la distruzione dell'Isola Infernale. Appare la prima volta nell'episodio 40 "La fortezza volante del Conte Blocken", episodio inedito in Italia. lunghezza: 200 m altezza: 100 m velocità : mach 1 Progetto: Dottor Hell su supervisione del Conte Blocken Pilota: La fortezza è comandata dal Conte Blocken

FORTEZZA SOTTOMARINA BUDO Compare alla fine dell'episodio 43 "Bandiera bianca", e prende il posto della Fortezza Sarudo, e sancisce il ritorno del Barone Ashura nelle tattiche di attacco del dottor Hell. Viene lanciata in un attacco kamikaze contro Mazinga Z nell'episodio 78 "La fine del Barone Ashura". lunghezza: 350 m altezza: 120 m Progetto: Dottor Hell Pilota: La fortezza è comandata dal Barone Ashura FORTEZZA DELL'INFERNO Ad un certo punto del conflitto, il dottor Hell sente la necessità di creare una base avanzata, in modo da poter accelerare gli attacchi portati al Laboratorio di Ricerche per l'Energia Fotoatomica. Fa costruire così una fortezza da Blocken e Ashura, su di un isolotto dell'arcipelago Giapponese. La fortezza dell'Inferno è dotata di tutte le strutture che erano presenti anche su Bados, i laboratori per gli esperimenti scientifici, le officine per la costruzione e la riparazione dei robot e dei mezzi meccanici, gli alloggi per l'esercito delle Maschere di Ferro e per gli Elmetti di Ferro, nonché gli attracchi per le fortezze Sarudo e Gool. E' difesa da numerose batterie di missili e da barriere laser. Diventa quindi la nuova base del dottor Hell, che trasferisce il proprio centro comando da Bados all'isola dell'Inferno.

50


MAZINGA Z – DATA BOOK

LA BASE DEL DUCA GORGON E' sul fondo dell'oceano, ed è protetta da una cupola di vetro. E' l'anticamera del regno degli inferi, il portale che conduce all'Impero delle Tenebre, dove si è rifugiato l'antico popolo di Micene, del quale il Duca Gorgon è il Guardiano. Egli è stato inviato dal Ministro Argos, su ordine dello stesso Imperatore delle Tenebre, come osservatore del mondo di superficie, per riferire l'esito della guerra tra il dottor Hell e Mazinga Z, e questa è diventata la sua base operativa. Quando un emissario di Hell, raggiunge le coordinate sotto le quali si trova la cupola della base di Gorgon, una potente tromba marina li trascina fino all'interno della costruzione. Qui il visitatore si ritrova al cospetto del temibile Duca Gorgon, ed è meglio che abbia avuto un buon motivo per aver osato disturbarlo. MASCHERE DI FERRO Sono l'esercito del Barone Ashura. Durante gli assalti del perfido Barone, le persone uccise vengono raccolte, e nel loro cervello impiantato un dispositivo neurologico di controllo e trasformati in cyborg. La parte superiore della calotta cranica, che racchiude il cervello umano, è quindi formata da un elmetto metallico, che prosegue e copre anche gli occhi, fino a formare una maschera, che una volta rimossa lascia scoperto il cervello, come si nota nell'episodio 37 "Sabotaggio". MEZZI TERRESTRI DELLE MASCHERE DI FERRO Sono automobili con il tetto scoperto, in grado di lanciare raggi infuocati dai fari. Vengono usati per gli assalti al Laboratorio di Ricerca per l'Energia Fotoatomica.

CAVALLI MECCANICI DELLE MASCHERE DI FERRO Esattamente uguali al cavallo meccanico di Ashura, solo di differente colore. Vengono utilizzati solo nell'episodio 17 "L'ultimatum di Ashura".

CARRI ARMATI DELLE MASCHERE DI FERRO Appaiono nell'episodio 66 "L'assassino invisibile Jenova M9". Attaccano l'Istituto di Ricerca, approfittando del fatto che il mostro meccanico Jenova tiene sotto scacco Mazinga Z impedendogli di uscire ed intervenire.

51


MAZINGA Z – DATA BOOK

ELMETTI DI FERRO Compongono l'esercito personale del Conte Blocken, e, così come accade per le maschere di Ferro, non sono altro che cadaveri che hanno impiantato nel cervello un controllo neurologico, e quindi riportati in vita e potenziati con parti meccaniche. Per poter eseguire questa operazione, la scatola cranica dell'individuo viene rimossa, e sostituita da una calotta metallica, che ha la forma di un elmetto tedesco della seconda guerra mondiale. Anche in questo caso, l'elmetto arriva a ricoprire gli occhi. CARRI ARMATI DEGLI ELMETTI DI FERRO Analoghi a quelli degli Elmetti di Ferro, sono semplici cari armati, che vengono usati per gli assalti all'Istituto.

GERONIMO E' il capo di una banda di teppisti motociclisti, che rubano la Scarlet Mobile nell'episodio 76. Feriscono gravemente Koji, che stupidamente li affronta faccia a faccia. Molto più saggiamente, Boss gli scatena contro il suo Borot, e i teppisti se la fanno letteralmente sotto.

PESCI MECCANICI ESPLOSIVI Compaiono nell'episodio 84 "Una tomba in fondo al mare per Mazinger Z", sono orribili pesci robot che attaccano sia Mazinga Z che Borot, esplodendo al contatto.

LA FALSA MADRE DI SHIRO E KOJI E' in realtà un cyborg del dottor Hell, che ha le sembianze delle defunta signora Kabuto. La donna è morta prima dell'inizio della serie Tv, in un incidente, lasciando Koji e Shiro orfani. Molti credono che la donna sia morta nello stesso incidente di laboratorio che ha trasformato il marito in un cyborg, ma, ovviamente questo non è possibile, in quanto Shiro, non ha nessun ricordo del padre, mentre ricorda benissimo la madre. La falsa mamma di Shiro dichiara di essersi finta morta quando aveva capito che il suocero, Yuzo Kabuto, stava costruendo Mazinga Z per combattere. Si dichiara quindi pacifista convinta, e promette a Shiro di tornare con i due ragazzi, solo se Koji rinuncerà a combattere. Riesce a convincere Shiro a sabotare il Jet Pilder.

52


MAZINGA Z – DATA BOOK

GENERALE NERO Compare nell'ultimo episodio, il 92 "La battaglia finale!! Coraggio Mazinger Z". E' a capo delle sette armate dell'Impero di Micene, il regno sotterraneo e aspetta il rapporto del Duca Gorgon per iniziare l'attacco decisivo alla Terra emersa.

IMPERATORE DELLE TENEBRE E' il capo supremo del regno sotterraneo di Micene. E' un essere soprannaturale, a volte raffigurato come una sfera incandescente, altre come un volto di fuoco. In questo caso viene raffigurato con delle saette di luce.

I MOSTRI MECCANICI I MOSTRI MECCANICI DI HELL I mostri meccanici (Kikaiju) creati da Hell, sono giganteschi robot, alti una ventina di metri, e costruiti seguendo, e migliorando i progetti degli automi ritrovati durante gli scavi effettuati sul'isola di Rodi. Si tratta, nella maggior parte dei casi, di enormi Cyborg, dotati di centri nervosi umani, e quindi di una volontà propria. I centri nervosi di questi robot sono comandati da un basone speciale, detto "Canna di Rodi", che il dottor Hell consegna ad Ashura nel primo episodio. Questa canna non fa altro che mandare degli impulsi elettrici ai centri neurologici dei mostri meccanici, agendo, quando necessario, su servomeccanismi che mettono in circolazione droghe e sostanze chimiche, le quali sono assolutamente necessarie a mantenere il controllo sulle enormi creature, donandogli, a seconda dei casi, stati di benessere, di tranquillità di dolore o di aggressività . Non sempre questi cocktails di farmaci e droghe funzionano a dovere, come nel caso del mostro guerriero Spartan K5, che non riusciva mai a raggiungere l'aggressività necessaria al combattimento. MOSTRO MECCANICO GARADA K7 (KIKAIJU GARADA K7) E' il primo robot che compare nell'anime, ed il primo nemico di Mazinga Z assieme a Dablas M2. I robot di Hell vengono chiamati "Mostri Meccanici", Kikaiju in originale, e dotati di un sistema nervoso di derivazione umana, sono controllati attraverso la "Canna di Rodi" un potente trasmettitore neurologico. Sulla sua testa sono collocate due falci, che l'automa può lanciare verso il nemico, inoltre ha a disposizione una serie di coppie di missili che lancia dalle orbite degli occhi.

Altezza: 18,5 metri Peso: 27 tonnellate Potenza: 37.000 CV Forza di presa: 62 tonnellate Composizione: Lega di acciaio ad alta resistenza Progetto: Dottor Hell

Armi a disposizione: Falci: Sono le due falci che spuntano ai lati della testa, Garada K7 può impugnarle ed usarle come arma. Missili oculari: I due bulbi oculari si aprono ed escono due missili, compresi di rampa di lancio.

53


MAZINGA Z – DATA BOOK

MOSTRO MECCANICO DABLAS M2 (KIKAIJU DOUBLAS M2) Compagno di Garada K7 nelle prime due puntate del cartone; non fa una bella figura, viene distrutto da Mazinga Z abbastanza facilmente, nonostante Koji non abbia ancora la completa padronanza del robot. Garada K7 e Dablas M2 sono diventati due veri miti, sono ricomparsi in successive produzioni dedicate a Mazinga e hanno goduto di due splendide riproduzioni metalliche della Bandai. E' dotato di due teste alloggiate su due lunghi colli snodati, con i quali immobilizza il nemico, dalle bocche delle teste lancia dei raggi laser, ed emette delle scariche elettriche dalla "tastiera" che ha sul petto. Altezza: 18 metri Peso: 26 tonnellate Potenza: 77.000 CV Forza di presa: 135 tonnellate Composizione: Lega di acciaio ad alta resistenza Progetto: Dottor Hell

Armi a disposizione: Raggi Laser: Sono due raggi laser lanciati dalle bocche delle due teste di Dablas Raggi Pettorali: Escono dai sei fori posti nel petto, hanno l'aspetto di una grande scarica elettrica. vengono usati nei corpo a corpo. Presa Mortale: Le due teste sono fissate a due colli che si allungano con un meccanismo telescopico. e sono un grado di avvolgere il nemico e di stringerlo come in una morsa. Mentre le spirali avvolgono l’avversario, la testa può rivolgervi contro il suo raggio. MOSTRO MECCANICO GROMAS R9 (Gromasen R9) Niente di eccezionale, è il nemico che compare nel terzo episodio; il suo design, veramente poco ispirato, lo fa apparire molto simile a Mazinga Z, è anche in grado di sparare i pugni atomici.

MOSTRO MECCANICO GUAYER Q5 (GAIA Q5) Compare nell'episodio 4 "Mazinga Z in difficoltà ", ha un'onda elettromagnetica che fa impazzire la strumentazione di Mazinga Z e Aphrodite. MOSTRO MECCANICO KING DAM X10 E' l'avversario di Mazinga nell'episodio 5 "Il fantasma di Mazinga Z". E' dotato di un raggio ipnotico in grado di creare delle illusioni assolutamente realistiche, che utilizza per proiettare l'immagine di un falso Mazinga Z da fare combattere contro quello vero. Una volta scoperto, combatte con una spada. MOSTRO MECCANICO ZAI LA Spara serie di quattro missili da un'apertura sull'addome, e può usare le corna come potenti trivelle. Appare nell'episodio 6 "Attacco su due fronti". MOSTRO MECCANICO DAN CHEN Spara un gas corrosivo con la coda. Appare nell'episodio 6 "Attacco su due fronti". Stranamente questi due mostri non hanno nessuna sigla numerica che li contraddistingue.

54


MAZINGA Z – DATA BOOK

MOSTRO MECCANICO HOZONES B3 Episodio 7 "Le tattiche del Barone Ashura". Questo mostro è in grado di sparare un raggio incendiario dagli occhi, e dal petto fuoriescono due tentacoli in grado di lanciare un denso liquido corrosivo. MOSTRO MECCANICO ABDORA U6 Appare nell'episodio 8 "La grande statua di Abdora", attacca all'improvviso e di notte, poi si trasforma nella grande statua del Diavolo al centro di un parco. E' dotato di raggi incendiari emessi dagli occhi, da punte che fuoriescono dal corpo e di una grande forza fisica. MOSTRO MECCANICO DYAN N4 (DAYAN N4) E' il nemico dell'episodio 10 "Dyan dal braccio d'acciaio". Combatte usando la forza bruta, e le braccia, che è in grado di lanciare come i pugni a razzo di Mazinga, ma che una volta lanciati, anziché colpire il nemico lo afferrano e lo stringono in una mortale morsa. MOSTRO MECCANICO BRIGHTON J2 Spara delle Shurinken dalla cintura e le punte che ha sulla testa, ed è in grado di lanciare raggi dalle piastre pettorali. E' il Kikaiju dell'episodio 11 "Il grande cannone Galeno". MOSTRO MECCANICO DEIMOS F3 Ha la possibilità di scomporsi e ricomporsi a piacimento, e questo suggerisce ad Ashura la possibilità di poterlo fare entrare all'interno dell'Istituto di Ricerca per l'Energia Fotoatomica. Ha a disposizione dei missili che spara dalla fronte, e sulla testa ha due enormi asce che usa per colpire i nemici facendole ruotare a grande velocità . Appare nell'episodio 9 "Deimos F3, robot scomponibile". Una leggenda vuole che questo Kikaiju abbia ispirato a Nagai la creazione di Jeeg. MOSTRO MECCANICO VICONG 09 (BICONG O9) E' un robot giocattolo costruito dal piccolo Yonichi, che viene notato dal Barone Ashura e trasformato in mostro meccanico grazie ad un raggio in grado di aumentare le dimensioni di oggetti ed esseri viventi. Ha la particolarità di essere privo della mano sinistra, in quanto Yonichi non lo aveva ancora terminato. Appare nell'episodio 12 "Il tradimento di Vicong". MOSTRO MECCANICO SPARTAN K5 Appare nell'episodio 14 "Battaglia contro Spartan K-5, il robot gigante" episodio inedito in Italia. Si tratta di un Mostro Meccanico dotato di forza e tecnica eccezionali, ma completamente privo di spirito combattivo, e si limita solo all'autodifesa. Siccome è innocuo diventa in breve tempo un'attrazione turistica. Una combinazione di suoni risveglia in lui gli antichi istinti; il suo corredo genetico è ricavato da quello di un grande cacciatore Watusso, unito a quello di un antico gladiatore Romano, quindi il suo spirito combattivo si ridesta ascoltando il suono di un tamburo unito a quello della folla durante la trasmissione radiofonica di una evento sportivo. Mazinga Z è in grosse difficoltà contro di lui.

55


MAZINGA Z – DATA BOOK

MOSTRO MECCANICO KORONGO S2 (GORONGO S2) Ha la forma di una grossa sfera piena di fori, dai quali fuoriescono la testa e gli arti, oppure grosse bocche da fuoco. E' in grado di diminuire le sue dimensioni, e si camuffa da enorme palla di neve, che Boss, Nuke e Moocha utilizzano per costruire un pupazzo di neve. Episodio 13 "Una gara di pupazzi di neve" MOSTRO MECCANICO CHIGUL E7 Compare nell'episodio 15 "Attacco con l'alta marea" e attacca la città mentre Gorias W3 attacca l'Istituto. Ha la forma di insetto, con asce al posto delle braccia e trivelle. Non è molto forte, non riesce a trattenere Mazinga per abbastanza tempo per permettere a Gorias di attaccare L'Istituto. MOSTRO MECCANICO GORIAS W3 (GOLIAS W3) Fruste e scariche elettriche sono le sue armi, ha un po' più di fortuna di Chigul, e riesce a danneggiare Mazinga Z, ma è a sua volta costretto al ritiro. Riparato in tempi brevi, affronterà un Mazinga ancora inefficiente, ma non riuscirà a batterlo. Episodio 15 "Attacco con l'alta marea". MOSTRO MECCANICO VULCANO P5 (BALKAN P5) Dai fori che ha sulle gambe fuoriesce un forte vento che lo fa sembrare un tornado, in questa maniera si avvicina all'Istituto di Ricerca per l'Energia Fotoatomica. Dai due cannoni che ha sulla testa spara proiettili di una sostanza collosa che fa precipitare l'Hover Pilder. Episodio 16 "Il tornado misterioso". MOSTRO MECCANICO HOLZON V3 Nell'episodio 17 "L'ultimatum di Ashura" è il Mostro Meccanico che provoca gli sprofondamenti degli edifici di Tokyo, utilizzando una trivella che fuoriesce dalla testa. MOSTRO MECCANICO GLOSSAM X2 E' un mostro sottomarino, ha due grosse cesoie sulla testa, con le quali fa affondare le navi, ed è in grado di sparare siluri sottomarini. Compare nell'episodio 18 "Glossam il terrore del mare". MOSTRO MECCANICO DIABOLICUS X1 (DEVILER X1) Episodio 19 "Il mostro volante". Questo è il primo mostro volante di Hell, mette ovviamente in grande difficoltà Mazinga Z costretto a combattere a terra. MOSTRO MECCANICO STRONGER T4 Compare nell'episodio 20 "Una prova di coraggio". E' in grado di generare dei potenti tifoni grazie alle eliche che ha sull'addome. Tiene prigionieri due ragazzini, Mitsuo e Onimaru. Mazinga non potrà attaccarlo se non prima di aver portato in salvo i bambini.

56


MAZINGA Z – DATA BOOK

MOSTRO MECCANICO VINDER A2 E' una specie di insetto meccanico. Episodio 21 "Duello nella città fantasma". MOSTRO MECCANICO VALANGER M2 (BALANGA M2) Mostro sottomarino è il nemico di Mazinga Z nell'episodio 22 "La fortezza subacquea Salus. Nell'episodio appare anche un mostro meccanico Valanger M1, ma questo è formato solo da una serie di mine di forma sferica. MOSTRO MECCANICO DAM DAM L2 E' un grosso parallelepipedo dotato di due enormi ruote chiodate. Quando si mette in verticale, emette un raggio perforante, che è in grado di scavare in profondità , alla ricerca dei giacimenti di Japanium. Episodio 23 "I capricci di Yuri". MOSTRO MECCANICO JINRAI S1 Vola a velocità supersonica, bombardando la città e il Laboratorio di Ricerche. Episodio 24 "L'attacco del robot supersonico". MOSTRO MECCANICO AEROS B1 E' il primo dei tre Fratelli Aeros, ha il compito di entrare nella bocca vulcanica del Fuji ed aprire un passaggio verso la lava per Aeros B2. Episodio 25 "I tre fratelli Aeros". MOSTRO MECCANICO AEROS B2 E' un'enorme pompa, in grado di aspirare con la sua parte superiore aperta, e di rilasciare le sostanze aspirate con la sua coda. E' in grado di aspirare e riutilizzare anche le armi di Mazinga. Episodio 25 "I tre fratelli Aeros". MOSTRO MECCANICO AEROS B3 E' il terzo dei tre fratelli Aeros, al suo interno avviene al reazione in grado di scatenare l'eruzione vulcanica del Fuji. Il suo compito è semplicemente quello di entrare nella bocca del vulcano, ma Mazinga riesce ad impedirglielo. Episodio 25 "I tre fratelli Aeros". MOSTRO MECCANICO DYNAV U5 (DAYMA U5) Appare nell'episodio 26 "Ryo contro Ashura faccia a faccia". Non è precisamente un mostro meccanico, in quanto è pilotato dal Barone Ashura; Hell è infatti convinto che il fattore umano sia quello che determina la maggiore forza di Mazinga Z rispetto ai suoi robots.

57


MAZINGA Z – DATA BOOK

MOSTRO MECCANICO BELGAS V5 Episodio 27 "La cattura di Afrodite A". Mostro Meccanico componibile; ogni parte può staccarsi dal corpo e volare grazie a dei razzi. Emette onde sonore dolorosissime. MOSTRO MECCANICO HOGAS D5 Episodio 28 "Rubare la super-lega Z", inedito in Italia. Mostro volante, mette in difficoltà Mazinga Z, perché Koji riceve delle false indicazioni da un sosia del Dottor Yumi intrufolatosi nell'Istituto di Ricerca. MOSTRO MECCANICO GREIGUS C3 (GREN GHOST C3) Episodio 29 "Una vittoria in extremis". Al posto delle mani ha due sfere legate a robuste catene. E' in grado di sprigionare e trasmettere una enorme quantità di calore utilizzando l'ala che ha sulla testa. MOSTRO MECCANICO BRONTUS M3 Ha un paio di grossi diamanti sul petto, che emettono dei temibili raggi, in grado di assorbire i materiali e trasformarli in energia che poi usa come arma. Episodio 30 "I ladri di diamanti".

MOSTRI MECCANICI VOLANTI MEGARON P1, P2 E P3 (CACHI P1, KATA P2 E YOKOI P3) Hanno la forma di insetti, sono uguali tra di loro a parte il colore. Vengono pilotati dai tre dottori del Laboratorio di Ricerche rapiti da Hell nell'episodio 31 "I tre mostri volanti".

MOSTRO MECCANICO CERBERUS J3 (GELBROS J3) E' il primo Mostro Meccanico ad affrontare Mazinga Z in un duello aereo, prima ancora che venga costruito il Jet Scrander. Accade nell'episodio 32 "Cerberus J3 il robot a tre teste".

MOSTRO MECCANICO BARAS K9 E' l'ultimo mostro volante che Mazinga Z deve affrontare da Terra. Attacca l'aereo con cui Yumi sta facendo ritorno in Giappone con i progetti del Jet Scrander, nell'episodio 33 "Attacco aereo".

58


MAZINGA Z – DATA BOOK

MOSTRO MECCANICO GENOCYDER F9 E' il primo Mostro Meccanico di Hell ad avere l'onore di incontrare il Jet Scrander, nell'episodio 34 "Battaglia nel cielo". E' una specie di grosso caccia bombardiere, in grado di lasciare cadere grappoli di bombe sull'Istituto. Rade completamente al suolo il Centro di Ricerca per l'Energia Fotoatomica MOSTRO MECCANICO DESMA A1 Appare nell'episodio 35 "Gli specchi abbaglianti di Desma A1". Quando gira le spalle, la corazza a forma di testuggine che ha sulla schiena, si apre ed appare un volto, che emette due raggi ipnotici dagli occhi, e che trasportano il colpito in una sorta di terza dimensione dove la sua immagine viene riflessa più volte, come se si trovasse in una casa degli specchi. E' tutta una illusione, e dopo un po' il malcapitato perde i sensi. MOSTRO MECCANICO GRANADA E3 Episodio 36 "Il mostro dei 5 laghi" inedito in Italia. Appare come un enorme cetaceo, in realtà sotto il suo aspetto "naturale" si nasconde un robot, che non è altro che una raffineria di Uranio. Il mostro setaccia il fondo di laghi, divorando rocce, che poi filtra assieme all'acqua, e trattiene l'Uranio che gli serve per fabbricare ordigni atomici. Al momento dello scontro con Mazinga Z, il mostro cela la sua vera natura, ed è in grado di volare. E' equipaggiato con due missili atomici; uno esplode ben lontano dalla città , l'altro viene colpito da Koji un attimo dopo che il mostro lo ha lanciato, distruggendo Granada E3 stesso. MOSTRO MECCANICO MULTICIPITE Q9 (ROKRON Q9) E' un mostro dotato di più teste, che possono muoversi indipendentemente, può volare e diventare invisibile, emettendo nel frattempo onde in grado di disturbare i radar. Appare nell'episodio 37 "Sabotaggio". Cattura Boss e Sayaka e li tiene sospesi sopra il Centro Ricerche, mentre il falso professor Smith sabota il Jet Scrander. MOSTRO MECCANICO ARCIERE J5 (ARCHERIAN J5) Compare nell'episodio 38 "Il misterioso robot Minerva X" inedito in Italia. Non fa certo una bella figura, è distrutto immediatamente da Minerva X che protegge Mazinga Z. In un ultimo attimo di vita, però, colpisce Minerva all'addome, facendola impazzire. MOSTRO MECCANICO ZARIGAN G8 Ha l'aspetto di un enorme pesce, con i suoi raggi causa un forte terremoto sfruttando l'energia accumulata ne fondo dell'arcipelago Giapponese. Episodio 39 "L'ultima occasione di Ashura. MOSTRO MECCANICO GREYDER F3 Compare nell'episodio 40 "La fortezza volante del conte Blocken" episodio inedito in Italia. Si tratta di un mostro volante lanciato direttamente da Gool, ed è di tipo componibile, con la testa che si stacca dal corpo ed è in grado di combattere autonomamente. MOSTRO MECCANICO KIRMA K5 (KARMA K5) E' un mostro volante in grado di raggiungere altissime quote, e di sfruttare il punto debole del Jet Scrander di Mazinga Z, cioè di non poter superare i 20.000 metri di altitudine, nonché lo scarso allenamento di Koji alle alte quote. Episodio 41 "La vendetta del Conte Blocken". MOSTRO MECCANICO DELTAN V8 Episodio 42 "Bombardamento a tappeto". Mostro anfibio, ha la particolarità di poter essere invisibile ai radar. Viene colpito dagli elmetti di Ferro, nel tentativo di distruggere Mazinga Z.

59


MAZINGA Z – DATA BOOK

AEREI COMPONIBILI DEGLI ELMETTI DI FERRO Compaiono nell'episodio 42 "Bombardamento a tappeto" sono due caccia che si combinano ad un corpo centrale. Mettono in difficoltà Mazinga Z, ma colpiscono anche il Mostro Meccanico Deltan V8 che si vendica abbattendoli. MOSTRO MECCANICO GYRON G1 Viene inviato dal Conte Blocken come falso messaggero di pace, proponendo l'assurda proposta di distruggere Mazinga Z in cambio della distruzione dello stesso. Episodio 43 "Bandiera bianca". MOSTRO MECCANICO RODA R2 (ROOD R2) E' dotato di un elmetto in grado di catturare l'energia solare e tramutarla in potenti raggi che spara dall'addome. Quando il cielo è coperto, l'elmetto è in grado di volare indipendentemente dal corpo e di catturare i raggi del sole al di sopra delle nuvole. Compare nell'episodio 44 "L'elmetto a energia solare" MOSTRO MECCANICO BASIL F7 (BAZIL F7) E' il nemico di Mazinga nell'episodio 45 "Decimo anniversario". Il suo corpo è formato da una serie di piastre elettromagnetiche che si attaccano al corpo del nemico e lo schiacciano a terra. MOSTRI MECCANICI GEMELLI BROZAS S1 e S2 (BLAZAS S1 e S2) Di dimensioni umane, sono due robots programmati per agire in segreto come se fossero ninja giapponesi. Il loro scopo è quello di penetrare nell'Istituto di Ricerca e piazzare una microbomba al cobalto su Mazinga Z. Episodio 46 "Il bambino abbandonato". MOSTRO MECCANICO MANDERA M3 (MANDORA M3) Episodio 47 "Ashura e Blocken: rivali!". Tiene impegnato Mazinga Z in mare, mentre il Mostro Meccanico Bosra Q5 attacca l'Istituto. Ashura però gli ordina di abbandonare Mazinga al suo destino e di attaccare a sua volta il Centro, per non lasciare tutta la gloria al Conte Blocken. I due mostri meccanici si combattono tra loro facendo fallire un piano che, fino a quel momento, stava andando a meraviglia. MOSTRO MECCANICO BOSRA Q5 (BASRA Q5) Episodio 47 "Ashura e Blocken: rivali!". E' il mostro del conte Blocken; ha il compito di attaccare e distruggere il Centro Ricerche, approfittando dell'assenza di Mazinga Z, impegnato contro il mostro di Ashura. MOSTRO MECCANICO KASIMOR T7 (KAJIMOFU T7) E' il Kikaiju che compare nell'episodio 48 "Il robot di Boss". Ha una enorme bocca da fuoco sopra la testa, con la quale spara raffiche di missili.

60


MAZINGA Z – DATA BOOK

MOSTRO MECCANICO GUN BINA M5 (GAMBINA M5) E' in grado di sparare un raggio ipnotico, con il quale ipnotizza Boss, nell'episodio 49 "La rivolta del robot impazzito". Lancia del fluido vischioso dalla bocca che ha sul petto, in grado di sciogliere la super lega Z, e con le due fruste che ha sulla testa riesce a risucchiare l'Energia di Mazinga Z. MOSTRO MECCANICO BRAVER A3 (BRIVER A3) Ennesimo mostro meccanico componibile; la sua specialità è quella di fingersi battuto e poi attaccare all'improvviso. Episodio 50 "La caduta del Jet Scrander" MOSTRO MECCANICO DAGAN G3 Appare nell'episodio 51 "Assassino dall'inferno. La banda di Dokuro" inedito in Italia. MOSTRO MECCANICO TARISON M1 (BAZUSON M1) E' il mostro meccanico che appare nell'episodio 52 "Le conseguenze di un litigio". Le sue lame sono in grado di tagliare la super lega Z. MOSTRO MECCANICO DOPPIO FAYZER V1 (DOUBLE FAYZER V1) Sono in realtà due mostri identici, ma di dimensioni diverse. Finge di potersi trasformare da piccolo a grande, e con questo stratagemma inganna Mazinga Z, costringendolo a combattere con la sua versione piccola, mentre Fayzer V1 grande attacca l'Istituto. Episodio 53 "La doppia trasformazione di Fayzer V1. MOSTRO MECCANICO JASER I1 (JEIZER F1) E' a forma di testuggine, con tre teste. Quando si ritrae all'interno della propria corazza è inscalfibile. Episodio 54 "Un super pugno a razzo" MOSTRO MECCANICO BLOGEN C3 (BLOGUN C3) Ha un'arma a energia fredda, in grado di congelare qualunque materiale, e di portarlo al limite di rottura, poi colpisce con le punte rotanti che ha al posto delle mani. Episodio 55 "Sulle nevi del Fuji". MOSTRO MECCANICO YUBRIN T9 Ha due gusci che uniti formano una trivella, con la quale penetra nella miniera Japanium dell'Istituto e ruba il prezioso minerale. Compare nell'episodio 56 "Il furto della Superlega-Z!" MOSTRO MECCANICO SATURNO P10 (SATAN KLAUS P10) E' uno dei Mostri Meccanici dalla forma più strana, è infatti un malefico Babbo Natale con tanto di slitta trainata da due razzi e cappellino rosso con pon pon bianco. Compare nell'episodio 56 "Il furto della Superlega-Z!"

MOSTRO MECCANICO BALMOS Q7 Dopo aver trafugato un certa quantità di Japanium, Hell realizza una corazza ed un elmetto in super lega Z che utilizza per blindare questo Mostro Meccanico. Koji si accorge della cosa e lo colpisce alla base del collo, decapitandolo. Episodio 57 "Il dottor Hell occupa il Giappone" inedito in Italia.

61


MAZINGA Z – DATA BOOK

MOSTRO MECCANICO GIANT F3 E' un gigantesco mostro guerriero, cingolato. Somiglia molto di più ad una escavatrice che non ad un mostro meccanico, infatti è usato per la costruzione della base sull'Isola dell'inferno. Ashura è costretto a mandarlo contro Mazinga Z per creare un diversivo e poter continuare i lavori di costruzione sull'isola. La sua mole è sufficiente a mettere Mazinga Z in difficoltà . Episodio 58 "La fortezza dell'inferno". MOSTRO MECCANICO TITAN G9 Anche questo mostro meccanico è, come il precedente, gigantesco ed anche lui collabora fattivamente alla costruzione dell'Isola dell'Inferno. Una volta completato il suo lavoro all'isola, viene mandato contro il Giappone. E’ sconfitto dalla nuova arma di Mazinga Z, le Scuri Atomiche. Episodi 58 "La fortezza dell'inferno" e 59 "Dichiarazione di guerra dalla fortezza dell'inferno". MOSTRO MECCANICO JESUS CROSS V9 (DECROSS V9) Temibile mostro con una enorme croce collegata al corpo, con la quale vola come se fosse un elicottero, e che usa come arma per tagliare il nemico. Episodio 60 "La nuova arma di Mazinger Z" MOSTRO MECCANICO RIBA F9 (RIVER F9) Appare nell'episodio 61 "Il robot mortale e la canzone di Reno X". Non combatte contro Mazinga Z, ma solo contro Reno X. MOSTRO MECCANICO RENO X (RAIN X1) E' il robot perfetto progettato dal dottor Heinrich, per conto del dottor Hell, al solo scopo di dimostrare la sua superiorita nei confronti di Yuzo Kabuto. Parte integrante del robot, è la piccola Loreline, una bambina cyborg, che da al robot un cuore umano, rendendolo quindi superiore agli altri. Nonostante questo robot sia effettivamente molto forte, non si dimostra all'altezza di Mazinga Z che lo sconfigge. Episodio 61 "Il robot mortale e la canzone di Reno X". MOSTRO MECCANICO NITAN Q3 Mostro volante che appare nell'episodio 62 "Incidente?! Il volo del Boss Robot". Non è molto forte, riesce a mettere in difficoltà Koji, solo perché Mazinga Z rimane privo del Jet Scrander, momentaneamente sottratto da Boss. MOSTRO MECCANICO FUANGASO B7 (FANGAS B7) Anche questo mostro volante non è fortissimo, e mette in difficoltà Mazinga Z solo perché Ashura manomette il Jet Scrander. Episodio 63 "Il centro di ricerca è in pericolo". MOSTRO MECCANICO DEVIL CHIEF A1 Ha l'aspetto di un guerriero pellerossa. Lancia un boomerang realizzato in super lega Z. Appare nell'episodio 64 "Donna 007 Misato contro i nemici". MOSTRO MECCANICO MARION P3 La sua arma più efficace sono i suoi pugni a razzo, che imitano in tutto e per tutto le scuri atomiche di Mazinga. Episodio 65 "I palloni-bomba portati dal vento".

62


MAZINGA Z – DATA BOOK

MOSTRO MECCANICO JENOVA M9 E' un infallibile cecchino, in grado di colpire, con la sua carabina, oggetti da una distanza incredibile. Attacca Mazinga Z dall'alto appostato su di un'ala di Gool, in questa maniera tiene in scacco l'Istituto di Ricerca. E' dotato però di un grande senso dell'onore, e si rifiuta di sparare direttamente agli esseri umani, che considera indifesi. Quando Koji lo costringe a combattere a terra, sentendosi battuto, Jenova si suicida sparandosi un colpo alla testa. Episodio 66 "L'assassino invisibile, Jenova M9". MOSTRO MECCANICO MONDOS Q3 Molto temibile e forte questo mostro, che appare nell'episodio 67 "Non piangere, Koji". Mette in difficoltà Mazinga Z, ma viene facilmente sconfitto quando Erika confida a Koji che il punto debole del mostro sono gli occhi. MOSTRO MECCANICO SKELETON O7 E' il mostro componibile usato nell'episodio 68 "Duca Gorgon, il guardiano dell'Inferno". Finge di essere battuto, e poi si ricompone nelle vicinanze dell'Istituto di ricerca, mentre Mazinga è impegnato a combattere contro Gool. Emette un suono in grado di far perdere i sensi alle persone, e lo usa contro Koji, però sono i suoi stessi attacchi contro Mazinga che scuotono il pilota e lo fanno reagire. LE BESTIE MECCANICHE DI GORGON Le bestie meccaniche (Youkikaiju) sono i mostri meccanici del Duca Gorgon. Costruiti seguendo i ritrovati della scienza Micenea, sono, come i mostri meccanici di Hell, dei Cyborg, ma il loro sistema nervoso è derivato da animali, dei quali assumono anche l'aspetto. Vengono comandati con semplici comandi vocali, e le droghe necessarie al loro controllo vengono gestite direttamente dal computer centrale. Hanno una spirito combattivo maggiore, rispetto ai mostri di Hell, ma la loro maggiore potenza dipende esclusivamente dallo sviluppo dei processi costruttivi che la scienza di Micene ha apportato alle sua macchine da quando l'antico popolo si è traferito nelle viscere della terra. Le bestie meccaniche di Gorgon, sono tuttavia meno potenti dei Mostri Guerrieri di Micene, in quanto, solo alla costruzione di quest'ultimi sono riservati tutti gli ultimi ritrovati tecnici, nonché una realizzazione più accurata. BESTIA MECCANICA GUETOS Beta 3 E' la prima Bestia Meccanica che il Duca Gorgon dona alla causa del Dottor Hell. Compare nell'episodio 68 "Duca Gorgon, il guardiano dell'Inferno", ma è in quello seguente, il 69 "Addio Pilder!" che la vediamo combattere contro Mazinga Z. di potenza terrificante, questa Bestia Meccanica lancia un liquido denso e vischioso in grado di sciogliere facilmente la super lega Z. Egli concentra i suoi attacchi sull'Hover Pilder, distruggendolo completamente.

63


MAZINGA Z – DATA BOOK

BESTIA MECCANICA MINOS M7 E' la seconda Bestia Meccanica di Gorgon, viene distrutta da Koji con i semplice elicottero e autoblindo dell'Istituto, in quanto Mazinga Z è fuori uso, in attesa che venga costruito il nuovo Pilder. E' in grado di volare usando il gonnellino come se fosse un elicottero, lancia onde assordanti dalle corna, ha shurinken che estrae dalla schiena e lancia missili dalla bocca. Episodio 70 "Il nuovo mostro del Dottor Hell". BESTIA MECCANICA UNICORN SIGMA 2 Spara dei raggi dal suo corno, e dal collo delle onde distruttive. Episodio 71 "Un nuovo Pilder per Mazinger Z!". BESTIA MECCANICA APOLON A1 E' un mostro perennemente avvolto dalle fiamme, che utilizza come arma. Mazinga lo distrugge congelandolo con i raggi congelanti, e poi colpendolo con il nuovo pugno a razzo rotante. Episodio 72 "La potente arma di Mazinger Z!". BESTIA MECCANICA KENTORU GAMMA 7 (KENTOL T7) Con il busto umanoide su un corpo di cavallo, usa una lunga lancia ed uno scudo. Emette raggi dalle corna. Episodio 73 "Il furto di Mazinger Z". BESTIA MECCANICA ARPIA ASSASSINA P7 (HARPIA P7) Mostro volante, compare nell'episodio 74 "La fine di Aphrodite-A". Combatte contro un Koji ferito, e distrugge Aphrodite A. BESTIA MECCANICA SAPENDA I6 (SERPENTER I6) E' un serpente meccanico con corpo umanoide completo di spada ed armatura. Il suo collo è in grado di allungarsi a piacimento. Koji è costretto a lasciarlo a Boss, per tornare a difendere l'Istituto di Ricerca; Borot, usando la spada del mostro riesce a distruggerlo tagliandogli il collo. Episodio 75 "Lotta fino alla morte il mostro meccanico Gorgon". BESTIA MECCANICA DRAGO OMEGA 1 (DRAGON W1) E' un serpentone in grado di sparare fiamme dalla bocca e dotato di missili. E' il primo nemico affrontato da Diana Alpha, che se la cava egregiamente. Episodio 76 "Il nuovo Robot, Diana-A". MOSTRO MECCANICO BARASUTA A7 (BLASTER A7) Ritorna un mostro meccanico, cioè un robot costruito dal dottor Hell e non dal Duca Gorgon come i precedenti. La sua testa è imbottita di esplosivo, Mazinga Z lo distrugge usando il raggio termico, ma trancia la testa con le scuri atomiche e la lancia contro Gool. Episodio 77 "Il conte Blocken". BESTIA MECCANICA ELEFANS G3 Mostro con la testa di elefante, spara missili dalla proboscide e raggi dalle orecchie. Attacca l'istituto mentre Mazinga Z è impegnato con la Fortezza Budo. In questa puntata, la 78 "La fine del Barone Ashura" Ashura troverà la morte.

64


MAZINGA Z – DATA BOOK

BESTIA MECCANICA GREEKS Y2 Ha una lama enorme, con la quale danneggia in maniera grave Mazinga Z. Spara dei raggi con la faccia. Episodio 79 "Mazinger, un secondo prima dell'esplosione".

MOSTRO MECCANICO JET FIRER P1 Creato da Hell ad immagine e somiglianza del defunto Barone Ashura, questo Mostro meccanico volante lancia dei missili dalle ali. Il suo corpo è imbottito di esplosivo, con il quale tenta di autodistruggersi assieme a Mazinga. Episodio 79 "Mazinger, un secondo prima dell'esplosione". MOSTRO MECCANICO BLAKER F2 Compare nell'episodio 80 "La trappola di Partos", cerca di conquistare l'Istituto mentre Mazinga Z è intrappolato sull'isola di Bados. Incontra la resistenza del solo Boss Robot che si batte come un leone contro di lui. MOSTRO MECCANICO TRIPLE L5 Ha una mano supplementare al posto della testa, un design decisamente curioso. Episodio 81 "Che tu sia maledetto, Koji!". BESTIA MECCANICA HAWK U2 Questa Bestia Meccanica di Gorgon, cattura Borot con uno stratagemma; si finge un normale uccello, e Boss lo cavalca nell'illusione di poter volare. C'è da notare che il mostro è alto 20 metri, e Boss non sospetta neppure per un istante che possa trattarsi di una bestia di Hell ... Episodio 82 "Mazinger Z nelle mani del nemico". MOSTRO MECCANICO CHICHERON N9 Coadiuvato dal terribile Marchese Pigman questo mostro fa più danni grazie all'intervento dello stregone che non alle sue capacità . Episodio 83 "Attenzione!! Il nuovo assistente!!". BESTIA MECCANICA POSES O2 Bestia Meccanica sottomarina, ha la curiosa forma di cavalluccio marino. Riesce ad intrappolare Mazinga Z in fondo al mare. Episodio 84 "Una tomba in fondo al mare per Mazinger Z" MOSTRO MECCANICO REIYAS D5 Ha la forma di Manta, e si nasconde nella diga. Il sospetto è che sia il responsabile dell'epidemia scoppiata tra i dipendenti dell'Istituto di Ricerca per l'Energia Fotoatomica. Episodio 85 "Pericolo! L'ombra nera del terrore!". MOSTRO MECCANICO BORNEST S9 Ha la forma di uno scheletro, e genera una nebbia densa e spessa. Fa precipitare l'elicottero su cui viaggiano Misato e Watson. Episodio 86 "L'odissea del Dottor Watson". MOSTRO MECCANICO PARLAS DELTA 5 E' racchiuso in due conchiglie, può combattere per terra, e per mare. Si richiude nelle conchiglie per difendersi, mentre per attaccare usa un tridente. Blocca Mazinga Z due volte, la prima sulla terra, con un raggio congelante, la seconda in fondo al mare prendendogli un piede tra le conchiglie. Episodio 86 "L'odissea del Dottor Watson".

65


MAZINGA Z – DATA BOOK

MOSTRO MECCANICO GLORY R2 Questo mostro può sparare i pugni a razzo come Mazinga, dei missili dalle ginocchia e un raggio dalle corna. Episodio 87 "Esplosione! Il terribile Marchese Pigman". MOSTRO MECCANICO HARCHEN SMITH X9 (HARCHENSHOT X9) Ha la forma di un soldato tedesco della seconda guerra mondiale. Dagli avambracci escono degli scudi resistentissimi, ha dei missili che lancia dal petto e dalle mani può sparare un liquido denso. La sua arma più significativa è una croce tedesca, che lancia contro il nemico, e, quando questa si conficca nel corpo del nemico, gli lancia una potente scarica elettrica. Episodio 88 "Vivi o morti? La battaglia dell'isola dell'Inferno" BESTIA MECCANICA GILANIA BETA 5 (KILANIA B5) Penetra nel sottosuolo per distruggere il Laboratorio di Ricerca con una bomba installata nel suo corpo, viene invece costretto a tornare in superficie da delle onde elettromagnetiche lanciate da Yumi per smuovere il magma sotto di lui. Una volta in superficie è facile preda di Mazinga. Episodio 89 "Non c'è più tempo da perdere mostro a 4000 metri di profondità " MOSTRO MECCANICO KLABAS P9 Al posto di un braccio ha una sorta di trombone dal quale emette un vento fortissimo. Non è niente di granché. Episodio 90 "La collera di Shiro! Uno sparo alla mamma!" MOSTRO MECCANICO HARIBIYUN V6 (HARABYUN V6) Riesce ad intrappolare Mazinga Z nel fondo marino, grazie ai suoi arpioni a catena. Una volta che Koji riesce a spostare il duello in aria, per lui non c'è scampo. Episodio 91 "L'ultima occasione!! Battaglia decisiva contro il Dottor Hell" MOSTRO MECCANICO SAIGA O3 Respinge l'attacco di Dianan e Borot, ed è l'ultimo mostro meccanico di Hell. E' un mostro terrestre, non in grado di volare, e quando arriva Mazinga Z viene distrutto facilmente. Episodio 91 "L'ultima occasione!! Battaglia decisiva contro il Dottor Hell" MOSTRI GUERRIERI DI MICENE (SENTOUJUU) Nell'ultimo episodio appaiono i primi due Mostri Guerrieri agli ordini del Generale Nero di Micene. Si tratta di versioni molto potenziate delle Bestie Meccaniche di Gorgon, in quanto sono Cyborg con il cervello e il sistema nervoso ricavato dai soldati di Micene. Sono costruiti secondo gli ultimi ritrovati scientifici dei Micenei, ed hanno intelligenza e capacità tattiche superiori ai precedenti mostri. Hanno la caratteristica di avere un volto "organico" retaggio del loro precedente aspetto umano. MOSTRO GUERRIERO GRATANIAS Ha aspetto umanoide, con due temibili punte al posto delle mani. E' in grado di volare e di lanciare raggi laser. Assieme a Piranias è l'artefice della distruzione di Mazinga Z, ma cade subito sotto i colpi del Grande Mazinga. Episodio 92 "La battaglia finale!! Coraggio Mazinger Z". MOSTRO GUERRIERO PIRANIAS Mostro anfibio, lancia missili con la bocca. Mette a mal partito Mazinga Z, ma non fa una gran bella figura contro il Grande Mazinga. Episodio 92 "La battaglia finale!! Coraggio Mazinger Z".

66


MAZINGA Z – DATA BOOK

I PERSONAGGI DEI FILMS MAZINGA Z CONTRO DEVILMAN Questo è il primo di sei mediometraggi cinematografici dedicati a Mazinga e al suo mondo. Questi film sono stati realizzati per le sale cinematografiche, e rappresentano degli incroci narrativi tra le varie serie ideate da Go Nagai. In questi film troviamo i super robot, che di solito non combattono assieme nelle diverse serie Tv, collaborare in avventure autoconclusive. In questo primo episodio assistiamo all'incontro tra Mazinga Z e Devilman. LA STORIA Durante uno scontro tra Mazinga Z e tre mostri meccanici del dottor Hell, viene risvegliata per errore la terribile Arpia Silen, la quale attacca la città , mettendo in allerta Akira Fudo, ovvero Devilman, che decide di seguirla fino alla catena dell'Himalaya, dove, protetti dai ghiacci perenni si trovano gli altri esponenti del regno dei Demoni. La stessa idea la ha anche il dottor Hell, che prepara la sua Fortezza volante Navalon, e parte assieme ad Ashura alla volta del rifugio dei Demoni. Qui, aiutato da un mostro meccanico, libera dai ghiacci il Generale Zannin e il Demone Bugo, e li colpisce con un raggio per il controllo psichico assieme a Silen. Lo scienziato tedesco intende sfruttare le capacità dei Demoni per distruggere Mazinga Z, e contemporaneamente il nemico dell'antico popolo demoniaco, Akira Fudo. Dopo aver assistito al patto, Akira decide di prendere contatto con Koji Kabuto, per avvertirlo, che se Mazinga Z non sarà presto in grado di volare, contro i nuovi nemici non ci sarà scampo per lui. Il ragazzo, irascibile come al solito, non vede di buon occhio l'intromissione dello sconosciuto, e i due si sfidano in un emozionante duello in moto. Capito il valore del rivale, Koji inizia a preoccuparsi delle sue parole; ma Yumi aveva già studiato il punto debole del robot progettato da Yuzo Kabuto, e mostra al ragazzo orgoglioso il Jet Scrander, un apparecchio in grado di far volare Mazinga Z. All'interno dell'Istituto, si era però celato il Demone Bugo, un essere formato da un corpo pieno di occhi, in grado di mimetizzarsi alla perfezione in qualunque ambiente. Nottetempo, la Arpia Silen penetra nella Base di Mazinga e distrugge il Jet Scrander appena terminato; aiutata da Bugo, ella rapisce Sayaka e Shiro, e li porta in una base sopra le nuvole, dove si trova anche la Fortezza Navalon, per offrirli al dottor Hell. Devilman interviene, e, senza impegnarsi in combattimento si riprende i due ragazzi e li riporta a terra. Hell allora decide di concentrare i suoi attacchi su Devilman, in quanto i suoi poteri gli consentono di ovviare alle debolezze di Mazinga Z, e vorrebbe evitare una collaborazione tra i due. A tale scopo vengono inviati il Demone Bugo e il mostro meccanico Barbadus F7, che trascinano Devilman in mare, suo punto debole. Interviene però Koji, in sua difesa, e riesce a salvarlo, distruggendo anche il mostro meccanico. A questo punto Hell rompe tutti gli indugi; manda una armata di mostri meccanici via terra ad occuparsi di Mazinga Z, e tre mostri volanti per attaccare l'Istituto di Ricerche per l'Energia Fotoatomica. Si uniscono all'attacco anche l'Arpia Silen, e Bugo. Mentre Koji è impegnato a terra, Devilman, si lancia in un duello aereo con i mostri volanti per difendere il Centro di Yumi, e riesce a provocare ingenti danni alle fila nemiche. Poi, però, la superiorità numerica dei mostri lo fa capitolare. Viene catturato e portato tra le nuvole, dove viene crocefisso, in attesa del colpo di grazia. Liberatosi dei mostri meccanici, Koji, chiede a Yumi di lanciare il Jet Scrander, appena ricostruito, nonostante non sia mai stato provato prima. Tramite l'apparecchio, Mazinga Z è in grado di raggiungere l'amico e salvarlo. Nello scontro, Bugo, Silen e Zannin perdono la vita, mentre la Fortezza volante Navalon, viene abbattuta e distrutta, ed Hell costretto alla fuga. Ormai in grado di volare, Mazinga Z è diventato un robot imbattibile.

67


MAZINGA Z – DATA BOOK

I PERSONAGGI, I MEZZI E I NEMICI I DUE MOSTRI MECCANICI INIZIALI Appaiono all'inizio, del film, il primo è a forma di rettile, ha due lunche braccia che finiscono ad artiglio, e una lingua in grado di lanciare scariche elettriche. Il secondo di forma umanoide, ha una grossa scure ed è in grado di lanciare diversi tipi di raggi.

KOJI KABUTO Il testardo ed irascibile pilota di Mazinga Z, sempre pronto a lanciarsi a capofitto nelle imprese più disperate, senza la minima prudenza. Sempre pronto a rispondere alla minima provocazione, in questo film sfida Akira Fudo in un pericoloso duello motociclistico. Poi si alleerà con lui per combattere i mostri. SHIRO KABUTO Il fratellino di Koji, in questo film ha un ruolo del tutto marginale.

ALIANTE SLITTANTE C'è ancora il vecchio Hover Pilder, che Koji tiene sotto casa; per intervenire con Mazinga Z deve raggiungere il Centro, e nel tragitto si dovrà scontrare con i due mostri meccanici a bordo di questo piccolo velivolo.

MAZINGA Z Il punto debole del robot costruito da Yuzo Kabuto è senza dubbio la sua incapacità di volare. Per questo motivo non riesce a raggiungere velocemente i nemici, e si trova in difficoltà contro i mostri volanti. LABORATORIO DI RICERCA PER L'ENERGIA FOTOATOMICA Non può mancare la base di Mazinga Z, dove viene progettato il Jet Scrander.

SAYAKA YUMI Anche per lei un ruolo piuttosto marginale, all'inizio si scontra con Aphrodite contro i mostri meccanici, ma viene distrutta subito.

68


MAZINGA Z – DATA BOOK

APHRODITE A Compare all'inizio, ma viene fatta a pezzi immediatamente dai due mostri meccanici.

PROFESSOR YUMI Il capo dell'Istituto di Ricerca per l'Energia Fotoatomica, progetta, assieme ai tre professori della base il Jet Scrander. E' restio ad utilizzarlo senza averlo prima testato, ma dovrà cedere alle richieste di Koji e Sayaka. BARONE ASHURA E' il collaboratore del Dottor Hell, essere raccapricciante metà uomo e metà donna.

MOSTRO VOLANTE DEMONCRY J5 Dopo che i primi due mostri sono stati sconfitti da Mazinga Z, Ashura lancia questo mostro volante contro Mazinga. Koji non ha grosse difficoltà a distruggerlo. Esplode dentro ad un profondo crepaccio, causando il risveglio della Arpia Silen. Distrugge Aphrodite al primo colpo. ARPIA SILEN Della tribù dei Demoni, ha due gigantesche ali attaccate alla testa, e temibili artigli. E' uno dei nemici più importanti di Devilman.

AKIRA FUDO - DEVILMAN Ha gli stessi poteri dei demoni, perché appartiene alla loro stirpe, ma è in parte umano, infatti può cambiare il suo aspetto e vivere in mezzo agli uomini. Decide di combattere contro la sua stessa gente, perché scopre che gli esseri umani hanno sentimenti che la sua gente, e lui stesso, non hanno. DOTTOR HELL Il perfido scienziato tedesco, in questo film vuole utilizzare le capacità dei demoni contro Mazinga Z. Lancerà contro il robot anche una grande armata di Mostri Meccanici.

FORTEZZA VOLANTE NAVALON E' la fortezza volante che Hell utilizza nel film. Viene distrutta alla fine da Mazinga Z. Non compare nella serie TV.

69


MAZINGA Z – DATA BOOK

MOSTRO MECCANICO MANTES K9 Dotato di due trivelle, perfora i ghiacci dell'Himalaya per riportare alla luce i Demoni, il Generale Zannin e Bugo. E' in grado di volare, e fa parte dell'armata di mostri volanti che attaccano l'Istituto. Viene danneggiato, perdendo una trivella, ma sopravvive ed è lui che deve dare il colpo di grazia a Devilman, ma è distrutto da Mazinga Z un attimo prima di poterlo fare. GENERALE ZANNIN E' uno dei tre demoni risvegliati, il capo. Muore alla fine per mano di Mazinga Z.

DEMONE BUGO Formato da una enorme quantità di occhi, partecipa attivamente a tutte le fasi dello scontro, distrugge assieme a Silen il Jet Scrander, impegna in battaglia in mare Devilman e Mazinga, attacca l'Istituto e cattura Devilman. Anche lui viene distrutto nello scontro finale conto Mazinga Z. BOSS NUKE E MOOCHA La banda di Bossa al completo compare anche in questo episodio extra, ma con ruoli del tutto secondari.

JET SCRANDER E' l'apparecchio che permette a Mazinga Z di voalre. In questo film ha una colorazione diversa rispetto alla serie televisiva, con una grossa Z rossa sul timone.

I TRE PROFESSORI Mori Mori, Sewashi e Notsusori sono presenti anche in questo episodio. Solo Mori Mori ha un ruolo leggermente più importante; con la pistola a raggi di Koji riesce a ferire e far fuggire il Demone Bugo dall'Istituto. FORTEZZA SUBACQUEA SALUS E' la fortezza di Ashura, la stessa usata nella serie TV.

MOSTRO MECCANICO BARBADUS F7 Assieme a Bugo trascina Devilman in fondo al mare, per ucciderlo. Viene distrutto dal raggio termico di Mazinga Z, il colpo di grazie glielo da la stessa Fortezza Salus che lo travolge, quando ormai è quasi completamente fuso.

70


MAZINGA Z – DATA BOOK

ARMATA DI MOSTRI MECCANICI Sono i mostri meccanici terresti utilizzati per l'attacco finale. Non vengono chiamati per nome, perché sono troppi, alcuni compaiono solo per qualche fotogramma. ARMATA DI MOSTRI VOLANTI Assieme ai mostri meccanici terrestri vengono lanciati anche questi tre mostri volanti, per attaccare l'Istituto. Uno dei tre è Mantes K9, già visto, mentre il mostro che sgancia grappoli di bombe dall'addome si chiama Scaral P7. Il terzo è sconosciuto.

71


MAZINGA Z – DATA BOOK

LA SIGLA CANTANTE : Galaxy Group AUTORE : Azuma, Watanabe, Verde Quando udrai un fragor a mille decibel su dal ciel piomberà Mazinger, veloce il distruttore come un lampo non da scampo, odia la paura, non conosce la pietà ... Altolà falsità , fermati malvagità su di voi, avvoltoi, c'è Mazinger... C'è Mazinger... si!! Con gli occhi può incendiare un'astronave che va... Mazinga Z, Mazinga Z uoooh..... Quando tu soffrirai sotto la schiavitù , su dal ciel piomberà Mazinger, col cuore fermo nell'immenso vuoto, va contro l'ignoto se lassù lo incontrerà ... Ama la verità , gli oppressi difenderà , per la tua libertà c'è Mazinger... Mazinga Z, Mazinga Z uoooh..... Mazinga Z, Mazinga Z uoooh....!

CREDITS Titolo - Majinga Zetto (Mazinga Z) Anno di produzione - 1972 Episodi - Totale 92 di cui 51 trasmessi in Italia Soggetto originale - Go Nagai Animazione - Kazuo Nakamura Disegni - Yoshiyuki Hane Sceneggiatura - Susumu Takahisa, Keisuke Fujikawa Regia - Yugo Serigawa, Mineo Soda, Takashi Katsumada, Norishige Shirane, Nobuo Onuki, Bonjin Nagaki Colonna sonora - Michiaki Watanabe Prodotto da - Toei Doga

72


MAZINGA Z – DATA BOOK

DOPPIATORI Claudio Sorrentino - KOJI KABUTO Liliana Sorrentino - SAYAKA YUMI Gianfranco Bellini - BOSS Massimo Rossi - NUKE Aldo Massasso - PROFESSOR YUMI Lino Troisi - DOTTOR INFERNO Laura Gianoli - BARONE ASHURA (DONNA) Antonio Colonnello - BARONE ASHURA (UOMO) Fabrizio Manfredi - SHIRO KABUTO Giancarlo Padoan - MASCHERE DI FERRO Dante Biagioni - CONTE BLOCKEN

DISPONIBILITA' IN ITALIA La serie Tv di Mazinga Z fu trasmessa incompleta dalla Rai, che mise in onda solo 51 delle 92 puntate che la compongono. Di queste 51, solo 48 furono registrate da qualche fan, di solito, si tratta delle delle repliche andate in onda su Italia 7. Di facile reperibilità tra gli appassionati sono gli episodi italiani in formato digitale VideoCD, DivX e DVD Video, sia nella versione registrata dalla Tv, sia nella versione presa dai DVD Giapponesi, con l'audio italiano rimontato. C'è da dire che in queste versioni, l'audio italiano è spesso inframezzato da quello Giapponese, in quanto, la serie messa in onda dalla Rai è stata notevolmente tagliata; gli episodi italiani durano una media di 16-18 minuti, contro i 22 di quelli originali. Circola anche, sempre tra gli appassionati, la serie completa di 92 puntate, in Giapponese con i sottotitoli in Italiano. C'è da dire che i sottotitoli lasciano molto a desiderare, ma aiutano comunque a capire la storia. Nei negozi, riguardo a Mazinga Z si trova ben poco: i due films cinematografici "Mazinga Z contro Devilman" e "Mazinga Z contro l Generale Nero" editi dalla Dynamic Italia, con doppio audio italiano. Si tratta comunque di due dei titoli più riusciti, e i due di maggiore durata, tra i 6 films dedicati alla saga di Mazinga. Spezzoni dei due film li trovate anche nell'ignobile DVD "Mazinga contro Goldrake", mentre il film completo "Mazinga Z contro Devilman" è presente anche nella videocassetta dal titolo "Mazinga contro gli Ufo Robot".

73


MAZINGA Z – DATA BOOK

SOMMARIO LA TRAMA .........................................................................................................................................................2 IL FINALE...........................................................................................................................................................4 DA ATLANTIDE A MICENE ...............................................................................................................................6 L'ENERGIA FOTOATOMICA, ATLANTIDE E GLI SPAZIALI ............................................................................ 7 GLI EPISODI .................................................................................................................................................... 10 1. Nascita di robot un prodigioso .................................................................................................................. 10 2. Fermate l'esercito di Ashura ..................................................................................................................... 10 3. Operazione distruzione Mazinga.............................................................................................................. 10 4. Mazinga Z in difficoltà (inedito)................................................................................................................. 10 5. Il fantasma di Mazinga Z (inedito) ............................................................................................................ 11 6. Attacco su due fronti ................................................................................................................................. 11 7. Le tattiche del Barone Ashura .................................................................................................................. 11 8. La grande statua di Abdora ...................................................................................................................... 11 9. Deimos F-3, robot scomponibile............................................................................................................... 11 10. Dyan dal braccio d'acciaio...................................................................................................................... 11 11. Il grande cannone Galeno ...................................................................................................................... 11 12. Il tradimento di Vicong ............................................................................................................................12 13. Una gara di pupazzi di neve................................................................................................................... 12 14. Battaglia contro Spartan K-5, il robot gigante (inedito)........................................................................... 12 15. Attacco con l'alta marea .........................................................................................................................12 16. Il tornado misterioso ...............................................................................................................................12 17. L'ultimatum di Ashura .............................................................................................................................12 18. Glossam, il terrore del mare ................................................................................................................... 12 19. Il mostro volante ..................................................................................................................................... 13 20. Una prova di coraggio ............................................................................................................................13 21. Duello nella città fantasma ..................................................................................................................... 13 22. La fortezza subacquea Salus ................................................................................................................. 13 23. I capricci di Yuri ...................................................................................................................................... 13 24. L'attacco del robot supersonico.............................................................................................................. 13 25. I tre fratelli Aeros..................................................................................................................................... 13 26. Ryo contro Ashura: faccia a faccia ......................................................................................................... 13 27. La cattura di Afrodite-A...........................................................................................................................14 28. Rubare la super-lega Z (inedito)............................................................................................................. 14 29. Una vittoria in extremis ...........................................................................................................................14 30. I ladri di diamanti..................................................................................................................................... 14 31. I tre mostri volanti ................................................................................................................................... 14 32. Cerberus J-3, il robot a tre teste ............................................................................................................. 14 33. Attacco aereo.......................................................................................................................................... 14 34. Battaglia nel cielo.................................................................................................................................... 15 MAZINGA Z CONTRO DEVILMAN (film cinematografico) .......................................................................... 15 35. Gli specchi abbaglianti di Desma A-1..................................................................................................... 15 36. Il mostro dei cinque laghi (inedito).......................................................................................................... 15 37. Sabotaggio ! ........................................................................................................................................... 15 38. Minerva X il robot misterioso (inedito) .................................................................................................... 15 39. L'ultima occasione di Ashura.................................................................................................................. 16 40. La fortezza volante del conte Blocken (inedito)...................................................................................... 16 41. La vendetta del conte Blocken ............................................................................................................... 16 42. Bombardamento a tappeto ..................................................................................................................... 16 43. Bandiera bianca...................................................................................................................................... 16 44. L'elmetto a energia solare ...................................................................................................................... 16 45. Decimo anniversario...............................................................................................................................16 46. Il bambino abbandonato .........................................................................................................................17 47. Ashura e Blocken: rivali! .........................................................................................................................17 48. Il robot di Boss........................................................................................................................................ 17 49. La rivolta del robot impazzito.................................................................................................................. 17 50. La caduta del Jet-Scrander .................................................................................................................... 17

74


MAZINGA Z – DATA BOOK

51. Assassino dall'inferno. La banda di Dokuro (inedito) ............................................................................. 17 52. Le conseguenze di un litigio ................................................................................................................... 17 53. La doppia trasformazione di Fayzer V-1 ................................................................................................18 54. Un super-pugno a razzo .........................................................................................................................18 55. Sulle nevi del Fuji.................................................................................................................................... 18 56. Il furto della Superlega-Z! .......................................................................................................................18 57. Il dottor Hell occupa il Giappone (inedito) ..............................................................................................19 58. La fortezza dell'inferno............................................................................................................................19 59. Dichiarazione di guerra dalla fortezza dell'inferno.................................................................................. 19 60. La nuova arma di Mazinger Z................................................................................................................. 19 61. Il robot mortale e la canzone di Reno X ................................................................................................. 19 62. Incidente?! Il volo del Boss Robot .......................................................................................................... 20 63. Il centro di ricerca è in pericolo............................................................................................................... 20 64. Donna 007 Misato contro i nemici .......................................................................................................... 20 65. I palloni-bomba portati dal vento ............................................................................................................ 20 66. L'assassino invisibile, Jenova M9........................................................................................................... 20 67. Non piangere, Koji .................................................................................................................................. 21 68. Duca Gorgon, il guardiano dell'Inferno ................................................................................................... 21 69. Addio Pilder! ........................................................................................................................................... 21 70. Il nuovo mostro del Dottor Hell ............................................................................................................... 21 71. Un nuovo Pilder per Mazinger Z!............................................................................................................ 22 72. La potente arma di Mazinger Z! ............................................................................................................. 22 73. Il furto di Mazinger Z...............................................................................................................................22 74. La fine di Aphrodite-A .............................................................................................................................22 75. Lotta fino alla morte il mostro meccanico Gorgon.................................................................................. 23 76. Il nuovo Robot, Diana-A .........................................................................................................................23 77. Il conte Blocken ...................................................................................................................................... 23 78. La fine del Barone Ashura ...................................................................................................................... 23 79. Mazinger, un secondo prima dell'esplosione..........................................................................................24 80. La trappola di Partos ..............................................................................................................................24 81. Che tu sia maledetto, Koji!...................................................................................................................... 24 82. Mazinger Z nelle mani del nemico.......................................................................................................... 24 83. Attenzione!! Il nuovo assistente!!............................................................................................................ 25 84. Una tomba in fondo al mare per Mazinger Z..........................................................................................25 85. Pericolo! L'ombra nera del terrore! ......................................................................................................... 25 86. L'odissea del Dottor Watson................................................................................................................... 25 87. Esplosione! Il terribile Marchese Pigman ...............................................................................................25 88. Vivi o morti? La battaglia dell'isola dell'Inferno.......................................................................................26 89. Non c'è più tempo da perdere. Mostro a 4000 metri di profondità ! ........................................................26 90. La collera di Shiro! Uno sparo alla mamma! ..........................................................................................26 91. L'ultima occasione !! Battaglia decisiva contro il Dottor Hell .................................................................. 27 92. La battaglia finale !! Coraggio Mazinger Z..............................................................................................27 PERSONAGGI E MEZZI .................................................................................................................................. 28 GLI EROI ...................................................................................................................................................... 28 PROFESSOR YUZO KABUTO................................................................................................................. 28 PROFESSOR GENNOSUKE YUMI ......................................................................................................... 28 KOJI KABUTO (RIO KABUTO)................................................................................................................. 29 SHIRO KABUTO ....................................................................................................................................... 29 SAYAKA YUMI.......................................................................................................................................... 29 BOSS ........................................................................................................................................................30 MOOCHA .................................................................................................................................................. 30 NUKE ........................................................................................................................................................30 PROFESSOR MORIMORI........................................................................................................................30 PROFESSOR SEWASHI..........................................................................................................................30 PROFESSOR NOTSUSORI ..................................................................................................................... 30 MISATO .................................................................................................................................................... 31 RUMI .........................................................................................................................................................31 I TECNICI DELL'ISTITUTO DI RICERCA PER L'ENERGIA FOTOATOMICA ........................................ 31

75


MAZINGA Z – DATA BOOK

YONICHI ................................................................................................................................................... 31 PROFESSOR GORDON ..........................................................................................................................31 LISA GORDON ......................................................................................................................................... 32 MITSUO .................................................................................................................................................... 32 ONIMARU ................................................................................................................................................. 32 YURI..........................................................................................................................................................32 SAIZO E NORAKO ................................................................................................................................... 32 DOTTORI CACHI, KATA E YOKOI .......................................................................................................... 32 HIROSHI CACHI ....................................................................................................................................... 33 PROFESSOR SMITH ...............................................................................................................................33 LA GIOVANE MADRE E IL BAMBINO ABBANDONATO ........................................................................ 33 DOKURO .................................................................................................................................................. 33 AIKO..........................................................................................................................................................33 LORELINE ................................................................................................................................................ 33 DOTTOR STOLEHEIN HEINRICH ........................................................................................................... 34 HITOMI...................................................................................................................................................... 34 ERIKA .......................................................................................................................................................34 IL CORVO PARLANTE.............................................................................................................................34 DOTTOR WATSON .................................................................................................................................. 34 LA SIGNORA KABUTO MADRE DI KOJI E SHIRO................................................................................. 34 PROFESSOR KENZO KABUTO .............................................................................................................. 35 TETSUYA TSURUGI ................................................................................................................................35 I ROBOT, I MEZZI E LA BASE..................................................................................................................... 35 ISTITUTO DI RICERCA PER L'ENERGIA FOTOATOMICA.................................................................... 35 LE ARMI DELL'ISTITUTO DI RICERCA PER L'ENERGIA FOTOATOMICA ....................................... 35 MAZINGA Z............................................................................................................................................... 36 HOVER PILDER (ALIANTE SLITTANTE).............................................................................................36 PUGNI A RAZZO (Rocket Punch)......................................................................................................... 37 RAGGIO CICLONICO (Rust Hurricane) ...............................................................................................37 RAGGIO FOTONICO (Koshiryoku Beam): ...........................................................................................37 MISSILE CENTRALE (Missile Punch) .................................................................................................. 37 RAGGIO TERMICO (Breast Fire) ......................................................................................................... 37 ESTINTORE .......................................................................................................................................... 37 MISSILI DIGITALI.................................................................................................................................. 37 FARO PILDER....................................................................................................................................... 38 PISTOLA DI KOJI.................................................................................................................................. 38 PUGNO A CATENA ..............................................................................................................................38 RAZZI MARINI....................................................................................................................................... 38 MISSILI PILDER.................................................................................................................................... 38 CORTINA FUMOGENA ........................................................................................................................38 JET SCRANDER................................................................................................................................... 39 LAME TAGLIENTI (Scrander Cutter) .................................................................................................... 39 PUGNO A RAZZO SUPERPROTETTO (Kyoka Rocket Punch) ..........................................................39 SCURI ATOMICHE (Iron Cutter)........................................................................................................... 39 PUNTE D'ACCIAIO (Drill Missiles)........................................................................................................ 40 JET PILDER .......................................................................................................................................... 40 MISSILI PILDER.................................................................................................................................... 40 RAGGI FOTONICI PILDER................................................................................................................... 40 RAGGI CONGELANTI (Reito Beam) .................................................................................................... 40 PUGNO A RAZZO ROTANTE (Daisharin Rocket Punch) .................................................................... 41 LAME STELLE DEL SUD (Southern Cross Knife)................................................................................ 41 ONDE ELETTROMAGNETICHE .......................................................................................................... 41 EMISSIONE DI ENERGIA..................................................................................................................... 41 APHRODITE A.......................................................................................................................................... 41 MISSILI FOTONICI ...............................................................................................................................42 MISSILI FOTONICI MAGGIORATI ....................................................................................................... 42 DIANAN ALPHA........................................................................................................................................ 42 SCARLET MOBILE ...............................................................................................................................42

76


MAZINGA Z – DATA BOOK

MISSILI FOTONICI ...............................................................................................................................42 RAGGIO SCARLET (Scarlet Beam) ..................................................................................................... 43 BOROT (BOSS ROBOT) ..........................................................................................................................43 MINERVA X .............................................................................................................................................. 43 ELICOTTERO DELL'ISTITUTO DI RICERCHE PER L'ENERGIA FOTOATOMICA ...............................44 AUTOBLINDO DELL'ISTITUTO DI RICERCHE PER L'ENERGIA FOTOATOMICA...............................44 L'IDROVOLANTE DELL'ISTITUTO DI RICERCHE PER L'ENERGIA FOTOATOMICA..........................44 CUNEO DI ENERGIA ...............................................................................................................................44 ONDE ELETTROMAGNETICHE .............................................................................................................. 45 LA FORTEZZA DELLE SCIENZE............................................................................................................. 45 IL GRANDE MAZINGA .............................................................................................................................45 PUGNO ATOMICO (Atomic Punch)...................................................................................................... 46 GRANDE BOOMERANG (Great Boomerang) ...................................................................................... 46 DOPPIO FULMINE – MISSILE LASER (Thunder Break) ..................................................................... 46 SPADA DIABOLICA (Mazinger Blade) ................................................................................................. 46 I NEMICI .......................................................................................................................................................47 DOTTOR HELL (DOTTOR INFERNO) ..................................................................................................... 47 BARONE ASHURA................................................................................................................................... 48 IL CAVALLO MECCANICO DEL BARONE ASHURA .............................................................................. 48 CONTE BLOCKEN ................................................................................................................................... 48 DUCA GORGON....................................................................................................................................... 48 MARCHESE PIGMAN ..............................................................................................................................49 RICO .........................................................................................................................................................49 ISOLA DI BADOS (PARTOS) ................................................................................................................... 49 FORTEZZA SOTTOMARINA SARUDO (SALUS).................................................................................... 50 FORTEZZA VOLANTE GOOL.................................................................................................................. 50 FORTEZZA SOTTOMARINA BUDO ........................................................................................................ 50 FORTEZZA DELL'INFERNO .................................................................................................................... 50 LA BASE DEL DUCA GORGON .............................................................................................................. 51 MASCHERE DI FERRO........................................................................................................................51 MEZZI TERRESTRI DELLE MASCHERE DI FERRO .......................................................................... 51 CAVALLI MECCANICI DELLE MASCHERE DI FERRO ...................................................................... 51 CARRI ARMATI DELLE MASCHERE DI FERRO ................................................................................ 51 ELMETTI DI FERRO................................................................................................................................. 52 CARRI ARMATI DEGLI ELMETTI DI FERRO ...................................................................................... 52 GERONIMO .............................................................................................................................................. 52 PESCI MECCANICI ESPLOSIVI .............................................................................................................. 52 LA FALSA MADRE DI SHIRO E KOJI...................................................................................................... 52 GENERALE NERO ................................................................................................................................... 53 IMPERATORE DELLE TENEBRE............................................................................................................ 53 I MOSTRI MECCANICI................................................................................................................................. 53 I MOSTRI MECCANICI DI HELL .............................................................................................................. 53 MOSTRO MECCANICO GARADA K7 (KIKAIJU GARADA K7)...............................................................53 MOSTRO MECCANICO DABLAS M2 (KIKAIJU DOUBLAS M2) ............................................................54 MOSTRO MECCANICO GROMAS R9 (Gromasen R9) .......................................................................... 54 MOSTRO MECCANICO GUAYER Q5 (GAIA Q5) ................................................................................... 54 MOSTRO MECCANICO KING DAM X10................................................................................................. 54 MOSTRO MECCANICO ZAI LA ............................................................................................................... 54 MOSTRO MECCANICO DAN CHEN ....................................................................................................... 54 MOSTRO MECCANICO HOZONES B3 ................................................................................................... 55 MOSTRO MECCANICO ABDORA U6 ..................................................................................................... 55 MOSTRO MECCANICO DYAN N4 (DAYAN N4) ..................................................................................... 55 MOSTRO MECCANICO BRIGHTON J2 .................................................................................................. 55 MOSTRO MECCANICO DEIMOS F3....................................................................................................... 55 MOSTRO MECCANICO VICONG 09 (BICONG O9) ............................................................................... 55 MOSTRO MECCANICO SPARTAN K5.................................................................................................... 55 MOSTRO MECCANICO KORONGO S2 (GORONGO S2) ...................................................................... 56 MOSTRO MECCANICO CHIGUL E7 ....................................................................................................... 56

77


MAZINGA Z – DATA BOOK

MOSTRO MECCANICO GORIAS W3 (GOLIAS W3) .............................................................................. 56 MOSTRO MECCANICO VULCANO P5 (BALKAN P5) ............................................................................ 56 MOSTRO MECCANICO HOLZON V3...................................................................................................... 56 MOSTRO MECCANICO GLOSSAM X2 ................................................................................................... 56 MOSTRO MECCANICO DIABOLICUS X1 (DEVILER X1) ...................................................................... 56 MOSTRO MECCANICO STRONGER T4 ................................................................................................56 MOSTRO MECCANICO VINDER A2 ....................................................................................................... 57 MOSTRO MECCANICO VALANGER M2 (BALANGA M2) ...................................................................... 57 MOSTRO MECCANICO DAM DAM L2 .................................................................................................... 57 MOSTRO MECCANICO JINRAI S1 ......................................................................................................... 57 MOSTRO MECCANICO AEROS B1 ........................................................................................................ 57 MOSTRO MECCANICO AEROS B2 ........................................................................................................ 57 MOSTRO MECCANICO AEROS B3 ........................................................................................................ 57 MOSTRO MECCANICO DYNAV U5 (DAYMA U5) .................................................................................. 57 MOSTRO MECCANICO BELGAS V5 ...................................................................................................... 58 MOSTRO MECCANICO HOGAS D5........................................................................................................ 58 MOSTRO MECCANICO GREIGUS C3 (GREN GHOST C3) .................................................................. 58 MOSTRO MECCANICO BRONTUS M3 .................................................................................................. 58 MOSTRI MECCANICI VOLANTI MEGARON P1, P2 E P3 (CACHI P1, KATA P2 E YOKOI P3)............ 58 MOSTRO MECCANICO CERBERUS J3 (GELBROS J3) ....................................................................... 58 MOSTRO MECCANICO BARAS K9......................................................................................................... 58 MOSTRO MECCANICO GENOCYDER F9..............................................................................................59 MOSTRO MECCANICO DESMA A1 ........................................................................................................ 59 MOSTRO MECCANICO GRANADA E3................................................................................................... 59 MOSTRO MECCANICO MULTICIPITE Q9 (ROKRON Q9)..................................................................... 59 MOSTRO MECCANICO ARCIERE J5 (ARCHERIAN J5)........................................................................ 59 MOSTRO MECCANICO ZARIGAN G8 .................................................................................................... 59 MOSTRO MECCANICO GREYDER F3 ................................................................................................... 59 MOSTRO MECCANICO KIRMA K5 (KARMA K5).................................................................................... 59 MOSTRO MECCANICO DELTAN V8....................................................................................................... 59 AEREI COMPONIBILI DEGLI ELMETTI DI FERRO ................................................................................ 60 MOSTRO MECCANICO GYRON G1 ....................................................................................................... 60 MOSTRO MECCANICO RODA R2 (ROOD R2) ...................................................................................... 60 MOSTRO MECCANICO BASIL F7 (BAZIL F7) ........................................................................................60 MOSTRI MECCANICI GEMELLI BROZAS S1 e S2 (BLAZAS S1 e S2) ................................................. 60 MOSTRO MECCANICO MANDERA M3 (MANDORA M3) ...................................................................... 60 MOSTRO MECCANICO BOSRA Q5 (BASRA Q5) .................................................................................. 60 MOSTRO MECCANICO KASIMOR T7 (KAJIMOFU T7) ......................................................................... 60 MOSTRO MECCANICO GUN BINA M5 (GAMBINA M5)......................................................................... 61 MOSTRO MECCANICO BRAVER A3 (BRIVER A3)................................................................................ 61 MOSTRO MECCANICO DAGAN G3........................................................................................................ 61 MOSTRO MECCANICO TARISON M1 (BAZUSON M1) ......................................................................... 61 MOSTRO MECCANICO DOPPIO FAYZER V1 (DOUBLE FAYZER V1) ................................................ 61 MOSTRO MECCANICO JASER I1 (JEIZER F1) ..................................................................................... 61 MOSTRO MECCANICO BLOGEN C3 (BLOGUN C3) ............................................................................. 61 MOSTRO MECCANICO YUBRIN T9 ....................................................................................................... 61 MOSTRO MECCANICO SATURNO P10 (SATAN KLAUS P10) .............................................................61 MOSTRO MECCANICO BALMOS Q7 ..................................................................................................... 61 MOSTRO MECCANICO GIANT F3 .......................................................................................................... 62 MOSTRO MECCANICO TITAN G9 .......................................................................................................... 62 MOSTRO MECCANICO JESUS CROSS V9 (DECROSS V9) ................................................................62 MOSTRO MECCANICO RIBA F9 (RIVER F9) .........................................................................................62 MOSTRO MECCANICO RENO X (RAIN X1) ...........................................................................................62 MOSTRO MECCANICO NITAN Q3.......................................................................................................... 62 MOSTRO MECCANICO FUANGASO B7 (FANGAS B7)......................................................................... 62 MOSTRO MECCANICO DEVIL CHIEF A1 ..............................................................................................62 MOSTRO MECCANICO MARION P3 ...................................................................................................... 62 MOSTRO MECCANICO JENOVA M9...................................................................................................... 63

78


MAZINGA Z – DATA BOOK

MOSTRO MECCANICO MONDOS Q3 .................................................................................................... 63 MOSTRO MECCANICO SKELETON O7 ................................................................................................. 63 LE BESTIE MECCANICHE DI GORGON ................................................................................................63 BESTIA MECCANICA GUETOS Beta 3................................................................................................... 63 BESTIA MECCANICA MINOS M7............................................................................................................ 64 BESTIA MECCANICA UNICORN SIGMA 2 .............................................................................................64 BESTIA MECCANICA APOLON A1 ......................................................................................................... 64 BESTIA MECCANICA KENTORU GAMMA 7 (KENTOL T7) ................................................................... 64 BESTIA MECCANICA ARPIA ASSASSINA P7 (HARPIA P7) ................................................................. 64 BESTIA MECCANICA SAPENDA I6 (SERPENTER I6)........................................................................... 64 BESTIA MECCANICA DRAGO OMEGA 1 (DRAGON W1) ..................................................................... 64 MOSTRO MECCANICO BARASUTA A7 (BLASTER A7) ........................................................................ 64 BESTIA MECCANICA ELEFANS G3 ....................................................................................................... 64 BESTIA MECCANICA GREEKS Y2 ......................................................................................................... 65 MOSTRO MECCANICO JET FIRER P1 .................................................................................................. 65 MOSTRO MECCANICO BLAKER F2....................................................................................................... 65 MOSTRO MECCANICO TRIPLE L5......................................................................................................... 65 BESTIA MECCANICA HAWK U2 ............................................................................................................. 65 MOSTRO MECCANICO CHICHERON N9...............................................................................................65 BESTIA MECCANICA POSES O2 ........................................................................................................... 65 MOSTRO MECCANICO REIYAS D5 ....................................................................................................... 65 MOSTRO MECCANICO BORNEST S9 ................................................................................................... 65 MOSTRO MECCANICO PARLAS DELTA 5 ............................................................................................65 MOSTRO MECCANICO GLORY R2 ........................................................................................................ 66 MOSTRO MECCANICO HARCHEN SMITH X9 (HARCHENSHOT X9).................................................. 66 BESTIA MECCANICA GILANIA BETA 5 (KILANIA B5) ........................................................................... 66 MOSTRO MECCANICO KLABAS P9....................................................................................................... 66 MOSTRO MECCANICO HARIBIYUN V6 (HARABYUN V6) .................................................................... 66 MOSTRO MECCANICO SAIGA O3 ......................................................................................................... 66 MOSTRI GUERRIERI DI MICENE (SENTOUJUU).................................................................................. 66 MOSTRO GUERRIERO GRATANIAS...................................................................................................... 66 MOSTRO GUERRIERO PIRANIAS.......................................................................................................... 66 I PERSONAGGI DEI FILMS.........................................................................................................................67 MAZINGA Z CONTRO DEVILMAN .......................................................................................................... 67 LA STORIA ............................................................................................................................................... 67 I PERSONAGGI, I MEZZI E I NEMICI ...................................................................................................... 68 I DUE MOSTRI MECCANICI INIZIALI .................................................................................................. 68 KOJI KABUTO....................................................................................................................................... 68 SHIRO KABUTO ................................................................................................................................... 68 ALIANTE SLITTANTE ...........................................................................................................................68 MAZINGA Z ........................................................................................................................................... 68 LABORATORIO DI RICERCA PER L'ENERGIA FOTOATOMICA ...................................................... 68 SAYAKA YUMI ...................................................................................................................................... 68 APHRODITE A ...................................................................................................................................... 69 PROFESSOR YUMI..............................................................................................................................69 BARONE ASHURA ...............................................................................................................................69 MOSTRO VOLANTE DEMONCRY J5 .................................................................................................. 69 ARPIA SILEN ........................................................................................................................................ 69 AKIRA FUDO - DEVILMAN................................................................................................................... 69 DOTTOR HELL ..................................................................................................................................... 69 FORTEZZA VOLANTE NAVALON ....................................................................................................... 69 MOSTRO MECCANICO MANTES K9 .................................................................................................. 70 GENERALE ZANNIN ............................................................................................................................70 DEMONE BUGO ................................................................................................................................... 70 BOSS NUKE E MOOCHA..................................................................................................................... 70 JET SCRANDER................................................................................................................................... 70 I TRE PROFESSORI.............................................................................................................................70 FORTEZZA SUBACQUEA SALUS ....................................................................................................... 70

79


MAZINGA Z – DATA BOOK

MOSTRO MECCANICO BARBADUS F7 .............................................................................................70 ARMATA DI MOSTRI MECCANICI....................................................................................................... 71 ARMATA DI MOSTRI VOLANTI ........................................................................................................... 71 LA SIGLA .........................................................................................................................................................72 CREDITS..........................................................................................................................................................72 DOPPIATORI ................................................................................................................................................... 73 DISPONIBILITA' IN ITALIA ..............................................................................................................................73

80


MAZINGA Z – DATA BOOK

I PAPER MODEL Sono modellini da ritagliare ed incollare

81


MAZINGA Z – DATA BOOK

82


MAZINGA Z – DATA BOOK

83


MAZINGA Z – DATA BOOK

84


MAZINGA Z – DATA BOOK

85


MAZINGA Z – DATA BOOK

86


MAZINGA Z – DATA BOOK

87


MAZINGA Z – DATA BOOK

88


MAZINGA Z – DATA BOOK

89


MAZINGA Z – DATA BOOK

90


MAZINGA Z – DATA BOOK

91


MAZINGA Z – DATA BOOK

92


MAZINGA Z – DATA BOOK

93


MAZINGA Z – DATA BOOK

94


MAZINGA Z – DATA BOOK

95


MAZINGA Z – DATA BOOK

96


MAZINGA Z – DATA BOOK

97


MAZINGA Z – DATA BOOK

98


MAZINGA Z – DATA BOOK

99


MAZINGA Z – DATA BOOK

100


MAZINGA Z – DATA BOOK

101


Mazinga z data book 1