Page 1

BLOG DEL LIBERO PENSIERO Sommario 31 Maggio 2010 Segnalazioni, Contatti …..…………………………………………..…………………….. PAG.2

Satira Murale……………………………………………………….……………………….. PAG 4

EVASION

1


SEGNALAZIONI - CONTATTI – NEWS ufficiostampa@elexpo.it:

Eleonora D'Andrea Contemporanea E' lieta di invitarLa all'inaugurazione della mostra

NUOVE DIMENSIONI RAF FAEL LO G ORI & MIM MO I ACOP INO INAUGURAZIONE SABATO 28 MAGGIO

dalle ore 17.30 fino alle ore 21.00 PRATO - Via Gioberti, 14 - 59100 Prato La Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea di Via Gioberti 14 a Prato è lieta di presentare la mostra bipersonale "Nuove dimensioni" di Raffaello Gori e Mimmo Iacopino dal 28 Maggio al 10 Luglio 2011 Parola d'ordine di quest' esposizione è: sperimentazione. La continua e quasi EVASION

ossessiva ricerca di mezzi espressivi innovativi, avvicina il lavoro di queste due personalità artistiche, che, in momenti e località italiane differenti, hanno condotto uno studio sui materiali extrartistici e sul loro utilizzo nell'arte sperimentale. Carta velina, polistirolo e stoffe come il raso o il velluto, vengono decontestualizzate e reinserite nelle opere come parti strutturali, in alcuni casi addirittura divenendone i soggetti, elevandosi non solo ad opera d'arte ma anche a firma identificativa del loro creatore. Raffaello Gori, pioniere dell'astrattismo italiano degli anni ‘70, oggi presenta gli esiti più recenti della sua indagine sperimentale in costante evoluzione. Impalpabilità e dissolvenze cromatiche caratterizzano i suoi lavori attraverso l'uso, del tutto nuovo e inconsueto, all'epoca come oggi, della carta velina, del polistirolo, delle plastiche trasparenti, del polietilene e del colore. Verso la fine degli anni ‘70, la ricerca dell'assoluto, nelle cromie e nella forma, lo "costringe" a ripartire dalle origini; la sua indole pragmatica lo porta ad un'indagine che va oltre la figurazione, arrivando così a quella che di fatto è la base della pittura: la tela grezza. Lo stravolgimento e l'innovazione arrivano con il capovolgimento del supporto, che assume così una nuova identità, nel retro del quale, Gori, applica colore ed inusuali materie, per poi chiudere la struttura con carta velina o con materiale tensionato, aprendo così le opere verso una nuova dimensione. Ciò che ne scaturisce è un sorprendente gioco emozionale di trasparenze e sovrapposizioni del tutto unico e rivoluzionario per quegli anni. Raffaello Gori trasforma le tele in "scatole" che conquistano la terza dimensione grazie alla luce, la quale, riflettendosi sulle superfici, mette in evidenza il lavoro dell'artista su più livelli, 2


accendendo il riverbero e la forza cromatica ed espressiva di queste opere. La tensione verso una forma assoluta si esplica in un lirismo cromatico molto suggestivo, che si fa forza della leggerezza e della trasparenza dei materiali.

karenina.it@gmail.com

MARKERS 8 - Mapping - Mostra collettiva d'arte contemporanea

La ricerca di Mimmo Iacopino invece, parte dalla sua originaria professione di fotografo di still life che lo avvicina al mondo dell'arte, grazie allo studio del colore, della luce e della composizione. Dopo un primo periodo pittorico, improntato all'astrattismo, Iacopino passa alla sperimentazione e nel 2000 elabora "Metro" l'opera che diventrà il tratto distintivo di quest'artista. Un rapporto estremamente fisico con i materiali, che scaturisce dalla necessità di Iacopino di "farli suoi" tagliandoli, intrecciandoli e plasmandoli. Diversi sono i supporti utilizzati, che vengono prelevati dal quotidiano e ricontestualizzati con ironia nelle opere: metri da sarto, strisce di velluto e raso, fili di rame e carta fotografica stampata. Anche in questo caso le suggestioni sono date dalla luce che, riflettendosi su queste griglie estremamente geometiche, da' vita a riflessi sempre nuovi, variando continuamente la profondità e l'intensità cromatica delle opere. Un gioco di luci e materiali, che rende perfettamente l'idea di arte ironica e spensierata che sta alla baste della produzione di Mimmo Iacopino, artista attualmente riconosciuto a livello internazionale, grazie alle numerose esposizione nelle Gallerie italiane ed estere più rinomate. (Lisa Bonetti)

Sede espositiva: ArtLife for the World Gallery, Art Director Simonetta Gorreri. Periodo: 1° giugno - 28 luglio 2011. Recapiti: Cannaregio 6021 Venezia 30121 (Vicino a Ponte di Rialto) Per informazioni: Tel: 041 5209723 Email artlifefortheworld@libero.it Orari: 10.00 – 19.00 (chiedere in loco, possono variare) Curatori e promotori: International Artists’ Museum, 972ART, Doron Polak, Amir Cohen. Si ringraziano Dennis Oppenheim e N a n c y S p e r o . Artisti: Sol LeWitt, Dani Karavan, Dennis Oppenheim, Nancy Spero, Jack Sal, Yechiel Shemi, Caterina Davinio, Joshua Neustein, Yaakov Hefetz, Margalit Mannor e altri.

Via Vincenzo Gioberti, 14 - 59100 Prato PO / Via Settembrini, 26 - 20124 Milano Cod. Fisc. DNDLNR80B60G999C P.IVA 01870840970 Tel.- fax. 0574-574670 cell. 345-2816111 www.elexpo.it

EVASION

3


Il titolo “Mapping” (mappare, mappature) si riferisce a un termine usato in ambito cartografico - creare mappe, o un termine preso dalla matematica nell'ambito delle funzioni. La mappa è un insieme di simboli convenuti che descrivono idee - una descrizione piana e schematica della superficie della Terra. Nel passato, fare mappe era un'arte segreta effettuata da specialisti. Il termine in matematica indica una funzione che associ una variabile di un gruppo con una variabile di un altro gruppo. Esso descrive la dipendenza di variabili, definizione presa in prestito dai settori della scienza e dell'economia. Mappe esistono anche in settori diversi: mappe anatomiche, mappe di termini, ecc.. Gli artisti che partecipano a questa esposizione hanno mappato loro esperienze personali o sociali, storie dalle loro vite e culture alle quali appartengono. La mostra include sessantasei artisti internazionali - circa un terzo da Israele - e vede in esposizione nomi di fama mondiale, come Sol LeWitt, Dani Karavan, Dennis Oppenheim, Nancy Spero, Jack Sal, Yechiel Shemi, Caterina Davinio, accanto ad artisti affermati appartenenti a varie generazioni, tra cui Joshua Neustein, Yaakov Hefetz, Margalit Mannor, e anche giovani artisti emergenti. La mostra è promossa dall'International Artists’ Museum, organizzazione che coinvolge artisti da Israele e da tutto il mondo, e porta a Venezia una nuova edizione del Progetto Markers, più volte presente dal 2001 negli eventi collaterali della Biennale. Il titolo, “Markers”, vuole costituire la possibilità per ogni artista di lasciare un segno nel nuovo Millennio. Precedenti edizioni hanno riguardato l'arte contemporanea e la poesia, installazioni in siti lungo il Canal Grande, la realizzazione di tende d'artista ed espressioni artistiche relative all'arte elettronica, al video e al libro d'artista. Il progetto Markers è stato esposto con successo in varie sedi a Venezia ed ha EVASION

avuto un percorso itinerante a New York, Berlino, all'Edinburgh Festival, alla Lodz Biennale in Polonia, in Texas, e in altri paesi. Un volume, disponibile in galleria, riassume lo sviluppo del progetto Markers dal 2001 al 2011 e contiene anche i lavori della presente mostra. L'inaugurazione è prevista per il primo di giugno, il giorno di apertura della Biennale di Venezia, all'ArtLife for the World Gallery, vicino al ponte di Rialto a Venezia. ::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::: SATIRA MURALE

Gossip Arnold Schwarzenegger Terminato il matrimonio.

è

in

crisi.

New entry bestiali Nel Parco Nazionale del Gran Paradiso è nato Siel (Cielo), un rarissimo esemplare di gipeto (o avvoltoio barbuto). Non succedeva dal 1913. Il ragazzo mangia carcasse. (Fonte: Ecologiae)

Bandiere Blu 2011 Premiate per la qualità dell'acqua di balneazione e la sostenibilità dei servizi

4


233 spiagge italiane, 2 in più rispetto allo scorso anno. Prime nella classifica della Fondazione per l'educazione ambientale (Fee) la Liguria (17 bandiere blu), le Marche e la Toscana (16). Zero bandiere blu alle coste dell'Umbria.

Legno certificato dall'Indonesia Tutto il legname proveniente dall'Indonesia e importato in Europa dovrà essere accompagnato da una certificazione che ne attesti la non provenienza da foreste primarie e protette. L'accordo è stato firmato a Giacarta dal governo locale e dal Commissario europeo al Commercio, Karel de Gucht. Intese simili sono state siglate anche con Ghana, Camerun e Congo. Sono invece ancora in corso le trattative con Malesia e Liberia. (Fonte: Ansa Ambiente)

El Hierro 100% rinnovabile Grazie a 5 turbine eoliche (potenza complessiva di 11,5 megawatt) e 6 generatori idroelettrici (11,3 megawatt) questa piccola isola dell'arcipelago delle Canarie sarà alimentata al 100% da fonti rinnovabili entro la fine dell'anno. Costo dell'operazione: 65 milioni di euro ma una volta ripagato l'investimento iniziale la vendita dell’energia prodotta frutterà all'amministrazione 9 milioni di euro

EVASION

all’anno. (Fonte: Yeslife.it)

Schizofrenici nucleari Giorgio Meletti, su Il Fatto, ci ricorda quel che scrivevano i nuclearisti prima dell’apocalisse giapponese. Varrebbe la pena di rileggerlo: “Il nucleare è una tecnologia sicura. Con le norme e gli standard attuali, incidenti come quello avvenuto a Chernobyl non possono più ripetersi… le probabilità di un evento catastrofico di quel tipo sono una ogni cento milioni di anni.” Il problema è che, a quanto pare, la misura immensa del loro errore di valutazione non li ha assolutamente portati, almeno nella loro frangia governativa, a un profondo ripensamento. Nel quasi totale silenzio dei media si è compiuto un assalto a un treno carico d’oro: il fotovoltaico è il nemico da battere per impossessarsi di mille casse d’oro. La situazione è oltre il grottesco e il demenziale.

Montecitorio sborsa circa 54 milioni di euro l'anno per l'affitto di palazzi e uffici, ovvero 147mila euro al giorno. Più precisamente ogni onorevole costa 8 milioni di euro al mese. Vanno poi aggiunti i costi di segreteria e l'indennità che da gennaio verrà ridotta a 1000 euro mensili. ROMA - La scoperta sa di acqua calda. Ma la cifra al dettaglio è una novità e soprattutto ha del clamoroso. I 630 deputati non costano solo i 14 mila e passa euro al mese tra indennità (ridotta di mille euro, sì, ma solo dal prossimo gennaio), diaria e rimborsi spese. Ma 22 mila euro. Non il doppio ma giù di lì. E se la denuncia, confermata da tabelle e dati ufficiali, non ha suscitato clamore, è perché avvenuta in una sala di Montecitorio deserta, lunedì pomeriggio, quando solo una manciata di parlamentari si sono presentati in aula 5


per discutere il bilancio interno 2010 della Camera. Come sempre un affare tra intimi, come sempre quando l'anno in esame sta quasi per terminare. Che il re è nudo lo ha proclamato la radicale Rita Bernardini. E anche i deputati questori, guidati dal pidiellino Francesco Colucci, non hanno potuto fare altro che ammettere la debacle. "Vi rendete conto o no, colleghi, che tra palazzi e uffici, Montecitorio spende ormai in affitti 54 milioni di euro l'anno, ovvero 147mila euro al giorno? E sapete questo cosa vuol dire? Che ciascun onorevole, ciascuno di noi, costa 8 mila euro al mese. È evidente che qualsiasi italiano, con quella cifra in mano, si affitterebbe una stanza perfino più grande e comoda rispetto a quelle che concedono. E soprattutto si pagherebbe anche la segreteria". Già, la segreteria. Perché invece ai deputati, come ai senatori, viene pagata a parte, con tanto di voce mensile da 4 mila euro. Soldi com'è noto affidati direttamente all'onorevole che poi li gestisce a proprio piacimento. Non l'ennesima trovata dei radicali, stavolta. Quando ieri pomeriggio il bilancio interno è stato approvato, è passato anche l'ordine del giorno del pidiellino napoletano Amedeo Labocetta che così lo ha commentato in aula: "Con l'approvazione dell'ordine del giorno si potrà finalmente porre fine allo scandalo che riguarda l'affitto degli immobili della Camera e che rende sempre più ricco l'imprenditore Sergio Scarpellini (titolare della società unica titolare della decina dei immobili affittati da Montecitorio, ndr). Che ha sin qui ricevuto negli anni, dalla presidenza Violante ad oggi, oltre trecento milioni di euro per immobili che valgono al massimo centocinquanta milioni senza che nessuno dei suoi successori, Casini, Bertinotti e Fini, intervenisse per porre fine a questo enorme sperpero di denaro pubblico". La sua tesi è che spendendo meno di un EVASION

terzo di quanto oggi paga per l'affitto, la Camera potrebbe diventare proprietaria degli immobili. Ma che il vento fosse cambiato lo si è capito quando a prendere la parola è stato il questore (da più legislature) Colucci, anche lui espressione della maggioranza. "Può essere ancora valido il principio a suo tempo approvato secondo cui la Camera deve garantire un ufficio a ciascun deputato?" ha chiesto rivolto ai pochi colleghi in aula. Da qui, la rescissione dei contratti di affitto di palazzo Marini, tanto per cominciare. E a seguire gli altri. Ma per ottenere risparmi a sei zeri, bisognerà attendere anni. Mentre è stato bocciato ieri un altro ordine del giorno firmato Idv che prevedeva la cancellazione, tranchant, del vitalizio degli onorevoli. Per il momento, il bilancio comunque virtuoso 2010 certifica risparmi da 315 milioni di euro consolidati nel periodo 2006-2011, che aumenteranno fino al 2013, quando si sentiranno gli effetti della "sforbiciatà" di 1.000 euro dalla busta paga dei deputati, e del 5% sulle retribuzioni dei dipendenti che guadagnano tra 90mila e 150mila euro, fino al 10% degli stipendi sopra i 150mila euro, oltre a un taglio delle spese non vincolate, per un totale di 60 milioni di euro. Nel 2010 la Camera costerà quasi un miliardo di euro, con un tasso di crescita della spesa dell'1,3%: il più basso negli ultimi 10 anni. Disco verde ieri anche ai conti di quest'anno del Senato, che il presidente Schifani ha definito "virtuosi". Tutto all'insegna dell'austerity anche lì. Scure sul ventre molle delle pensioni dei dipendenti. La pianta organica di Palazzo Madama sarà ridotta del 20% rispetto al limite massimo previsto, sarà bloccato il turnover per due anni e innalzato il limite per la pensione. Che finora consentiva, come alla Camera, scivoli shock già a 57 anni. (La Repubblica 22 Settembre 2010)

6


Cantare sul balcone di casa e' un diritto Lo ha stabilito la Corte di Cassazione pronunciandosi sul caso di un 58enne fiorentino che aveva sporto denuncia contro una vicina di casa perche' cantava sul balcone. Secondo i giudici, sentenza 20750, “zittire una persona mentre da' libero sfogo al canto sul balcone della propria finestra equivale a tenere un comportamento quantomeno inopportuno se non addirittura potenzialmente atto a ledere i diritti della persona�. Le richieste dell'uomo sono state respinte e dovra' anche sborsare 300 euro per aver fatto perdere il tempo all'orchestra della giustizia. (Fonte: Aduc)

Avvistati tre UFO a Roma

Gli autori dell'avvistamento non sono cittadini comuni ma militari del 17.mo Reggimento di stanza a Sabaudia, persone addestrate che sanno riconoscere le normali traiettorie di volo da oggetti volanti non identificati. Secondo quanto riportato dai militari, gli Ufo stavano sospesi a un centinaio di metri di altezza, scomparivano e riapparivano cambiando repentinamente quota (movimenti impossibili per un normale velivolo). Alla fine si sono allontanati verso ovest. Esisterebbe un filmato, ma soprattutto c'e' il crop circle nella piazza del Vaticano.

EVASION

L'arte di ingegnarsi La cancelleria del Tribunale di Treviglio, a Bergamo, non ha soldi per comprare i faldoni dove conservare i documenti dell'archivio, cosi' hanno esposto un cartello in cui ringraziano gli avvocati per la disponibilita' all'acquisto. L'iniziativa e' sperimentale, se avra' successo verra' pubblicata in Gazzetta Ufficiale. (Fonte: Tgcom.it) Ecologia estrema: il Bonsai fotovoltaico Messo a punto dall'architetto Vivien Muller e presentato al Salone del Lusso di Parigi, e' alto 40 cm e fra i suoi rami sono appese 42 celle fotovoltaiche, per una superficie totale di 2.178 cmq. I pannelli solari di Electree alimentano una presa usb con cui si puo' ricaricare il telefonino, il computer e altri piccoli apparecchi domestici. Costa quanto 70 barili di petrolio. (Fonte: Yeslife) Storie di ladri??? Livorno: entra nel ristorante, mangia tre portate di pesce e crostacei, poi va dal cameriere e gli dice: “Non ho denaro, se volete posso lavare i piatti sporchi�. Il gestore del locale ha fatto intervenire una pattuglia della Polizia ma non ha sporto denuncia verso l'uomo, gia' conosciuto alle autorita' per una decina di casi simili. Il detersivo sta sul primo ripiano... (Fonte: Affaritaliani.it) 7


Mondiali Si e' svolto a Gloucester, in Inghilterra, l'annuale Campionato del mondo di calci sugli stinchi. I partecipanti si imbottiscono di paglia le gambe e hanno novanta secondi di tempo per stendere l'avversario calciandolo sugli stinchi. Alla sera vengono serviti con le patate. (Fonte: Repubblica) E' psicosi! Ci risiamo! Australia: attaccato da uno squalo bianco, si difende prendendolo a pugni. Immediatamente soccorso ha riportato una frattura della mascella e una lussazione della pinna. L'agricoltura all'ambiente

biologica

fa

bene

Cattura 5 volte piu' anidride carbonica di quella immagazzinata, in proporzione, dai nostri boschi. Lo ha detto Maria Grazia Mammuccini, direttrice di Arsia Toscana (Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l'Innovazione nel Settore Agricoloforestale), durante un convegno tenutosi a Terra Futura. (Fonte: Greenplanet.net)

Vibro-wind: l'eolico piezoelettrico

Invece di far girare le pale, il vento viene convogliato per far vibrare dei particolari oscillatori in grado di produrre energia elettrica. Costa meno di una normale turbina eolica, e' piu' semplice da installare, richiede meno spazio e ha un impatto ambientale e visivo molto minore. Alla lunga fa venire un po' di delirium tremens... (Fonte: Ecologiae.com) E' partito il progetto MARS 500 Per 520 giorni 3 russi, un italiano (Diego Urbina), un francese e un cinese rimarranno chiusi in un container ad alta tecnologia, simulando il viaggio verso Marte. Si tratta della piu' realistica simulazione di una missione umana sul pianeta rosso mai realizzata e sembra che una delle incognite principali sia l'odore della convivenza: per non perdere la forma fisica gli “astronauti” devono fare due ore di esercizio fisico al giorno ma le scorte d'acqua previste non permettono piu' di una doccia alla settimana. Il tutto avviene in un modulo abitativo di 40 mq. La buona notizia e' che e' previsto un piano di evacuazione d'emergenza. (Fonte: Focus)

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

PRODUZIONI VIDEO, COMUNICAZIONE, EVENTI…

Grazie a una borsa di studio da 100mila dollari alcuni studenti della Cornell University’s sono riusciti a mettere a punto un pannello eolico piezoelettrico. EVASION

8

Evbasion - 31 Maggio 2011  

blog del libero pensiero

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you