Issuu on Google+

BLOG DEL LIBERO PENSIERO

Sommario 10 aprile 2012 Segnalazioni………………………………………………………………………………… Emozioni di Gianni Donaudi………………………………………………………………. L’Opinione di Marco Lombardi ……………………………………………………………. Satira Murale…………………………………..…………………………..………………..… Storia e Fumetti di Marco Pugacioff………………………………………………………… Inviaci le tue segnalazioni a: evasion.giornale@libero.it EVASION

1


SEGNALAZIONI comitato3marzo@gmail.com:

Migliaia di persone sono scese in piazza a Molfetta per rivendicare un bisogno collettivo di verità e giustizia per le vittime della Truckcenter. Ora la vicenda processuale è giunta ad uno snodo cruciale, venerdì 13 aprile ci sarà una l'udienza preliminare presso il tribunale per decidere in merito all'eventuale rinvio a giudizio di altre due aziende coinvolte nella vicenda, la Nuova Solmine e Meleam spa. In caso negativo, la morte di cinque lavoratori non avrà alcun colpevole, né il produttore del veleno né il suo acquirente, essendo assolutamente residuali le altre responsabilità accertate.

Il 3marzo 2008 cinque operai della Truck.Center, azienda addetta al lavaggio di automezzi presso la zona artigianale di Molfetta perdevano la vita a causa delle esalazioni di acido solfidrico respirati nella cisterna, in cui avrebbero dovuto lavorare. Benchè siano passati già quattro anni dalla sentenza, non è stata ancora fatta giustizia. Anzi una sentenza assurda e paradossale, ha assolto in primo grado l' Eni, l'azienda produttrice del veleno, che ha causato la strage. Non conosciamo ancora le motivazioni della sentenza, la pubblicazione è slittata di ulteriori 90 giorni, un assurdità se pensiamo che sono bastati soltanto venti minuti per emetterla.

Per questi motivi il Comitato Tre Marzo organizza il giorno dell'udienza preliminare venerdì 13 aprile alle ore 9 una conferenza stampa,nei pressi del tribunale, in piazza Manfredi,angolo via Fra' Diego Alvarez Siamo convinti che la sicurezza sul lavoro non sia un costo o una posta di bilancio qualsiasi ma un diritto inalienabile dei lavoratori,uno dei cardini su cui ogni paese civile dovrebbe costruire la propria società. Comitato 3 Marzo.

::::::::::::::::::::::::::::::::

Il Comitato Tre marzo, formato da partiti associazioni e singoli cittadini, consapevole che soltanto quando si mantiene alto il livello di mobilitazione e di attenzione dell'opinione pubblica, è possibile ottenere giustizia, ha nella rottura del silenzio mediatico, che ha caratterizzato tutta la vicenda, uno dei suoi obiettivi principali., E' questa la logica che ha portato il comitato, all'organizzazione di una manifestazione il 3 marzo scorso in occasione del quarto anniversario della strage. EVASION

2


Tra secondo e terzo millennio mostra antologica di Angela Caporaso

"Tra secondo e terzo millennio" mostra antologica di Angela Caporaso a cura di Paolo Schiera dal 21/4/2012 al 28/4/2012 Quartiere Militare Borbonico Caserma De Martino Casagiove - Ce - Italia

-

ex

La mostra sarà visitabile nei giorni 21 e 22 Aprile ed in seguito per appuntamento tel + 39 3498182634 Inaugurazione: sabato 21 - ore 18 Presentiamo la mostra personale di Angela Caporaso, artista casertana con un passato di profonda ricerca interiore e culturale. Angela Caporaso inizia a dipingere giovanissima stando molto attenta ad ogni istanza culturale che si affaccia. Non solo pittura quindi ma anche ricerca EVASION

psicoanalitica, filosofica e letteraria. Il tutto confluisce nel messaggio grafico quale manifestazione evidente dello scorrere dei tempi e delle istanze culturali. L’equilibrio viene raggiunto in un gioco delicato modulando peso e forma alle sue creazioni che contengono leggerezza e femminilità. La mostra deve essere vista come un corpo unico i cui collage raccontano attraverso gli occhi dell’artista l’evoluzione sociale e culturale degli ultimi vent’anni. Segni e simboli da noi tutti riconosciuti che manifestano un nuovo racconto di vita nella combinazione fra di loro. L’artista è sempre protesa verso tutto ciò che è multimedialità e mezzo di comunicazione al fine di poter amplificare il messaggio creativo. Il progressivo diffondersi delle scoperte comunicative ci permette di diventare eroi della nostra epoca in quanto detentori di un potere forte qual è quello della conoscenza. I mezzi di comunicazione ci permettono di raggiungere in un battito d’ali il sapere globale. “Tra il secondo e il terzo millennio” è il titolo del catalogo che raccoglie le opere più significative degli ultimi anni. Il titolo del catalogo vuole essere un messaggio forte al valore delle opere dell’artista che sempre scorrono lungo il tempo cercando di traghettare verso il futuro idee e pensiero. Paolo Schiera L’esposizione sarà accompagnata da un catalogo realizzato da Edizioni Amande con testi di Paolo Schiera e un’intervista ad Angela Caporaso a cura di Alberto Buzzo Si ringrazia l’Amministrazione Comunale di Casagiove per la gentile collaborazione Quartiere Militare Borbonico Caserma De Martino Via Santa Croce 81022 - Casagiove (Caserta), Italia

ex

Accademia di Belle Arti di Bologna e

3


déja.vu presentano

ren.con.tre uno sguardo al panorama artistico italiano | 19 aprile > 10 maggio 2012 a cura di Lelio Aiello, Sergia Avveduti, Paolo Parisi

Teatro dell'Accademia di Belle Arti di Bologna | via delle Belle Arti 54 NICO VASCELLARI (talk, 19 aprile, h 12), MARIO AIRO' (talk, 26 aprile, h 12), BERT THEIS (talk, 10 maggio 12, h 12) CASABIANCA, CRUDO, EX-BRUN, INTERNO 4, SANT'ANDREA DEGLI AMPLIFICATORI, CHARLOTTE BEAN, FAUVE! GEGEN A RHINO, UNA (talk+live concert, 3 maggio, h 14>19) Accademia di Belle Arti di Bologna e déjà.vu presentano la sesta edizione di ren.con.tre, programma di incontri dedicati al panorama artistico italiano a cura di Lelio Aiello, Sergia Avveduti e Paolo Parisi. Da sempre incentrato su una lettura trasversale dell'arte italiana anche quest'anno ren.con.tre porta a Bologna artisti di respiro internazionale. Durante questa edizione presenteranno i propri percorsi artistici autori nati in tre decenni successivi, Bert Theis, Mario Airò e Nico Vascellari, per offrire al pubblico e soprattutto alle nuove generazioni di studenti che ha Bologna si cimentano con lo studio dell'arte contemporanea un confronto diretto con autori i quali, nella diversità delle proprie poetiche, ben rappresentano l'attualità della ricerca artistica del nostro paese. EVASION

Quest'anno, a completare il programma di incontri, si è pensato ad una giornata speciale durante la quale si darà la parola ad alcune realtà espositive nate a Bologna negli ultimi anni, progetti culturali che rendono vivo il panorama non istituzionale della città ideati, nella maggior parte dei casi, da ex studenti dell'Accademia di Bologna: Casabianca, Crudo, Ex-Brun, Interno 4, e Sant'Andrea Degli Amplificatori. Una giornata a chiusura della quale si esibiranno dal vivo i gruppi musicali Charlotte Bean, Fauve! Gegen a Rhino e UNA. Il primo incontro si terrà il 19 aprile con Nico Vascellari, artista visivo e musicista (frontman dei With Love appartenenti alla scena del noise punk). Musica, video, scultura, installazione e performance sono gli strumenti creativi che Vascellari utilizza e plasma a suo piacimento in un unico linguaggio espressivo, specchio di una continua osmosi tra arte e vita. Nella sua poetica possiamo trovare uno stretto rapporto con la natura e una certa fascinazione per i rituali, lo spiritualismo e le pratiche di culto arcaiche. Il secondo appuntamento, il 26 aprile, vede come protagonista Mario Airò che crea spazi e situazioni utilizzando oggetti, immagini, testi, suoni e fonti luminose giocando sulla delicatezza, sull'effetto incantatorio, rivolgendosi all'immaginazione e all'intuizione, a volte messa alla prova del pubblico, per trasformare gli ambienti espositivi in spazi mentali e avvolgenti. I suoi lavori sono caratterizzati da un ampia gamma di raffinati riferimenti culturali che includono letteratura, cinema e storia dell'arte. Il 3 maggio sarà l'occasione per incontrare i fautori di alcuni recenti progetti culturali bolognesi, Casabianca, Crudo, Ex-Brun, Interno 4, Sant'andrea Degli Amplificatori, che spaziano dall'organizzazione di mostre ed eventi performativi, alla comunicazione eventi, all'ideazione e gestione di spazi di incontro e confronto sulle arti contemporanee. A seguire si darà spazio 4


alla musica con un concerto live di tre gruppi presenti sulla scena musicale italiana Charlotte Bean, Fauve! Gegen a Rhino e UNA, progetti che vedono come protagonisti alcuni studenti iscritti all'Accademia di Bologna, giovani che affiancano allo studio delle arti grafiche e visive la pratica professionale di linguaggi sonori. Ultimo incontro, 10 maggio, sarà quello con Bert Theis, artista nato in Lussemburgo ma adottato da Milano dove vive e lavora dal 1992, e dove ha dato vita insieme ad altri artisti, scrittori, curatori e musicisti a Isola Art Center, luogo di incontro, condivisione culturale di spazi e realtà urbane. Bert Theis è tra gli artisti della sua generazione che intorno agli anni '90 hanno iniziato a operare nei contesti pubblici sviluppando strategie operative inserite in contesti urbani e legate a modalità relazionali. "Il presupposto di una società dell'accellerazione e della sovraccumulazione fa da sfondo comune alle opere di Bert Theis che cercano di porsi al suo interno come aree interstiziali, zone di sosta o piattaforme per il relax, capaci di coagulare temporaneamente piccole comunità di persone con esplicito riferimento alle isole felici, all'utopia delle terre ferme, all'esotico, alle vegetazioni tropicali". déjà.vu è un progetto dell'associazione culturale aritmia. In bilico tra didattica ed esposizione, produzione e formazione, realizza progetti che si inseriscono nel dibattito sull'arte del presente. Porta avanti una ricerca che include artisti, studenti, pubblico e luoghi, in una dimensione dialogica e partecipativa e si pone principalmente come progetto di ricerca e sperimentazione dei linguaggi........ ..........Fotografia©Emanuela Ascari déjà.vu /Aritmia infoline tel 051.6341586 info@dejavu-bo.it déjà.vu press press@dejavu-bo.it www.dejavu-bo.it

EVASION

Alice Tambourine Lover Presentazione dell'album "Naked Songs" 17 Aprile h:22.00 @ Candy Bar - Bologna 19 Aprile h:22.00 @ eKoin Ri-pub - Bari 20 Aprile h:22.00 @ Palmares Club Torre Santa Sabina (BR) 21 Aprile h:22.00 @ Korova - Trani Questi sono i negozi dove potete trovare i dischi di Alice Tambourine Lover!!! http://www.godownrecords.com/en-UK/alice-tambourine-lover.php

   

BOLOGNA: Disco D'Oro Via Galliera 23 - 40121 Bologna, shop@discodoro.it

https://www.facebook.com/profile.php?id=1496531476&sk=info

   

BOLZANO: Riff Records Store Strumenti musicali, cd e vinili. Noleggio audio/luci, stampa cd/dvd Via Fago 48B Bolzano

https://www.facebook.com/profile.php?id=100003304993021&sk=info

Prima recensione di "Naked Songs" l'album di Alice Tambourine Lover http://www.perkele.it/index.asp?pag=recensioni2&id=3765

Una parte degli Alix (storica band psychedelic della prima ondata di stoner italiano) ha deciso di riunirsi attorno al progetto Alice Tambourine Lover, facendoci gradita sorpresa. Alice Albertazzi e Gianfranco Romanelli (coppia nella vita e nella musica) appendono al muro le distorsioni della band madre (ma non il wah wah!) presentandosi con nove gemme di autentico candore. Un dolce tappeto acustico dove esplorare al meglio le qualità vocali di Alice, vera chanteuse dalla classe cristallina, e dove il risultato assomiglia molto, nella forma, alla primigenia creatività di una PJ Harvey di album come "Dry" e "Rid of Me" ("Track of You" e soprattutto "Shall I Walk Around") e nei contenuti riflette un mood interiore libero di esprimersi in qualunque 5


registro: folk, country, blues al ralenti o psychedelic roots. Qualcosa di simile a ciò che ha fatto, di recente, Jason Simon dei Dead Meadow, registrando le sue honey songs solo con l'ausilio della chitarra classica e di qualche inserto effettistico. In queste "Naked Songs" (mai titolo fu più azzeccato) troviamo giri settantiani di "Angels Gone" e "Candy Cars" (quest'ultima è sintesi perfetta di come avrebbero potuto suonare gli Alice In Chains se nel loro "Unplugged" ci fosse stata una femme fatale al canto), spogliati di qualunque ruvidezza e appoggiati a chorus desiderosi di sporcarsi con il pop. In certe occasioni il discorso diviene via via più intimista, come nelle bellissime "Let Desires Come" e "Pills of Fire" dove la voglia di raccontarsi, di esplorare le proprie emozioni, è tanto più funzionale quanto le strutture compositive rimangono semplici ed evocative; altre volte il ritmo cresce e la voglia di lasciarsi andare segue traiettorie più allegre, "Hungry Thieves", ritmo in levare e schiocco delle dita assicurato e "Crash" dove Alice sembra tornare bambina, tanta è la spontaneità riscontrabile nei suoi vocalizzi. Il tutto risuona omogeneo e privo di forzature, cosa non di poco conto se consideriamo che gli Alix godono di una riconoscibiltà tale da non permettere, ipoteticamente, cambi di direzione: a maggior ragione, chapeau! Speriamo che il progetto non si limiti a questo singolo episodio e affronti al meglio il discorso appena iniziato. "Naked Songs", canzoni nude: un volo d'uccello sugli elementi basici della musica che si ama, con cui si è cresciuti. Un ritorno a casa con la testa sgombra da cattivi pensieri, con la volontà di creare un calore famigliare, un angolo dove raccogliere le forze. Chiunque abbia voglia di farsi accarezzare le orecchie, deve interessarsi a questo progetto: true songs in a true life. Eugenio Di Giacomantonio http://www.facebook.com/pages/Alice-Tambourine-Lover/146845028693480

http://www.myspace.com/alicetambourinelover

EVASION

UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI MESSINA DIPARTIMENTO DI IGIENE, MEDICINA PREVENTIVA E SANITA’ PUBBLICA “R. DE BLASI” ************************************************ Santi Antonino Delia Coordinatore del Corso Integrato di “Sanità Pubblica e Medicina delle Comunità” Direttore Dipartimento di Igiene, Medicina Preventiva e Sanità Pubblica “R. De Blasi” A.O.U. Policlinico “G. Martino” - Torre Biologica, 3° piano Via Consolare Valeria - 98125 Messina Tel. + 39-090-2213353 Segreteria +39-090-2213352 Fax: +39-0902213351 Laboratori: +39-090-221.2444/221.7096/221.7100/221.3358 Cellulare: 338-7747484; 347-3320714 E-mail adelia@unime.it

AGRICOLTURA BIOLOGICA: QUESTIONE DI INTERESSE STRATEGICO NAZIONALE

Agroecologia, Biodiversità ed Alimentazione Biologica: Diritti dei Cittadini e degli Agricoltori e Doveri delle Istituzioni di Giuseppe Altieri, Agroecologo La Fame e la Sete... dei mercanti E' di pubblico dominio che l'Agricoltura industriale rappresenta la principale causa di inquinamento mondiale e gli allevamenti intensivi producono più CO2 e Metano (Gas Serra) di tutti i trasporti mondiali, riguardanti soprattutto prodotti agroalimentari che solcano gli oceani della globalizzazione. Purtroppo però, 6


montagne di "fesserie pseudoscientifiche" vengono buttate in pasto ai mass media, proponendo pericolosi OGM per la crisi produttiva dell'agricoltura, gli sconvolgimenti climatici, la carenza idrica e desertificazione, causate proprio da Pesticidi, Diserbanti, Disseccanti ed OGM che distruggono l'Humus (con incremento ulteriore di Gas Serra) e provocano alluvioni per mancanza di trattenimento d'acqua nei terreni, compromettondo la salute degli Agricoltori e dei Consumatori. Si vuol preparare la gente alla fame e alla sete... ...quella dei Mercanti che monopolizzano i mercati agricoli, speculando sui bisogni primari, mentre i prezzi pagati agli agricoltori hanno raggiunto il minimo storico, con la paglia (12 €/q.le) che vale più del grano (11,5 €/q.le) e le arance pagate 8 centesimi al kg... mai successo nella storia umana. Come si è arrivati a tutto ciò? Oggi al mondo alleviamo miliardi di bovini equivalenti (corrispondenti a 3 maiali, 7 pecore, 100 polli) che mangiano almeno come 20 miliardi di persone (!), in "fabbriche animali" piene di medicine e ormoni. Li nutriamo con Mais, Soia e altri prodotti e sottoprodotti agro-zootecnici industriali (OGM, deiezioni dei polli, ecc). Le coltivazioni intensive consumano più petrolio dell'energia solare fissata attraverso la fotosintesi (carburanti, chimica, conservazione, trasporti), in un sistema dove lunghi stoccaggi espongono i cereali a notevoli perdite e sviluppo di micotossine, con il 50 % di ortaggi e frutta buttati senza essere consumati ! Massacriamo da 50 anni i terreni più fertili e produttivi, accumulando molti residui chimici, soprattutto nelle carni, che si fissano negli organi umani, al vertice della catena alimentare. Ci stiamo mangiando l'eredità dei padri, lasciando i figli senza futuro. Mentre 1 miliardo di esseri umani soffrono la fame nera... L'Italia usa il 35% di tutti i Pesticidi EVASION

europei (in continuo aumento), con 118 residui chimici nelle acque di falda (ARPA-ISPRA). "Concause aggravanti" che moltiplicano gli effetti tossici sul metabolismo umano e il DNA. E mentre il "Bel Paese" conquista il record mondiale dei tumori infantili superando gli USA (OMS), con incremento annuo doppio (2%) rispetto alla media UE (1,1%), l'aspettativa di vita sana italiana crolla di 10 anni dal 2004 ad oggi (Eurostat). I tumori aumentano parallelmente al mercato dei Pesticidi (dati significativi in Veneto), cosi come la spesa per malattie, che supera l'80% dei bilanci regionali... e la chiamano sanità. Disseccanti "arancio" distruggono il paesaggio italiano e, come non bastasse, nell'indifferenza di Sindaci ed USSL, si irrorano strade, piazze e palazzi, quando esistono mezzi Naturali più efficienti per controllare erba, Zanzare, Mosche. Un lavoro sporco e nascosto delle ditte produttrici e distributrici di Biocidi chimici. In Francia Monsanto ha subito multe salate per pubblicità menzognera, avendo per anni indottrinato agricoltori e cittadini sull'innocuità del disseccante Glifosate, che molti usano addirittura nei giardini di casa, mentre in Argentina è stato vietato dai tribunali. Prodotto pericolosissimo che va bandito immediatamente. I responsabili di questi attentati alla salute umana e all'ambiente sono noti. I Sindaci, tutori della Salute, dovrebbero vietare i Pesticidi chimici nel territorio dichiarandolo BIOLOGICO. Bisogna fermarsi subito, anche perchè ...è già troppo tardi. Prima che Tradizioni e Culture, Biodiversità e Territori, Economie e Sicurezze alimentari, Salute ed Ambiente vengano spazzati via, definitivamente. E i terreni dei contadini falliti finiscano nelle mani dei nuovi latifondisti mondiali multinazionali. "Troppo cibo per poter mangiare tutti" L'eccedenza in ogni settore agroalimentare, ottenuta a danno della Natura e delle popolazioni più deboli 7


semischiavizzate, crea il crollo dei prezzi alla produzione a vantaggio di speculatori che invadono i mercati internazionali, mettendo a rischio le sicurezze alimentari e sanitaria di tutti i paesi e le loro economie agricole tradizionali. In Italia 800.000 ditte agricole han chiuso negli ultimi 10 anni (Coldiretti), un indotto di 3 milioni lavoratori e 3 milioni di ha abbandonati ! E ci preoccupiamo della FIAT, per poche migliaia di lavoratori, che dovrebbero tornare subito in Agricoltura, approfittando proprio della crisi industriale... e dei fondi UE per nuove partire iva agricole (50.000 €, ndr). Molte famiglie non hanno soldi sufficienti per mangiar bene e comprano "cibo spazzatura" nei discount... non è meglio coltivare un orto o andare a lavorar in campagna? Agroecologia e Sovranità alimentare Sovranità alimentare attraverso Produzioni Biologiche Tradizionali, Biodiversità locale e filiere corte o dirette, dai produttori ai consumatori. Dove se non in Italia? Il paese più ricco di biodiversità e tradizione sta subendo un attacco mortale al suo patrimonio primario, Agricolo e Sementiero, ed alla Salute del suo popolo. Mentre l'80% del Sud America è autosufficiente, coltivando solo il 30% dei terreni agricoli marginali e meno produttivi, in collina e montagna, dove sopravvive solo l'Agricoltura Tradizionale. In India 800 milioni di contadini garantiscono la sovranità alimentare del paese, anche se milioni di tonnellate di derrate vengono distrutte nei magazzini, invece di destinarle ai poveri delle città che non hanno soldi per mangiare. Dati FAO dimostrano che in tutti i sistemi agricoli mondiali, con l'aumento delle superfici aziendale diminuisce notevolmente la produttività per ettaro di terreno perchè l'industrializzazione non rende possibili consociazioni colturali e corretti avvicendamenti. Molti sistemi di EVASION

"policoltura" sullo stesso terreno ed "Agricultura Sinergica" (es. mais con fagioli, zucche e zucchine) consentono produzioni per ettaro doppie e triple di quelle industriali, conservando l'ambiente, la salute e la fertilità dei terreni. E producono posti di lavoro dignitosi, in una agricoltura nel contempo moderna e tradizionale, in sostanza Agroecologica. Cuba, ridotto alla fame nel 1989, per l'embargo e l'abbandono dei sovietici, si è rimboccata le maniche e in dieci anni di "Periodo Especial" ha ricostruito un tessuto rurale, recuperando l'autosufficienza alimentare e sanitaria (Medicina Naturale), con sistemi di produzione biologici avanzatissimi. Di necessità virtù... (G. Altieri: "La rivoluzione della Naturaleza", Mediterraneo, n° 3). "Cibus in primis" Così nell'antica Roma, laddove non serviva l'appellativo "Biologico". E nemmeno 50 anni fa... come ci ricorda lo splendido documentario di Enrico Bellani "Respiro di Terra" (1973), sull'agricoltura tradizionale umbra sottoposta al primo assedio dei Mercanti di Pesticidi. E non si tratta di rifiutare la meccanizzazione e tornare alla zappa, anche se un grande sviluppo dell'orticoltura familiare, sociale e "condominiale" è oggi auspicabile, grazie alla crisi economica e finanziaria per troppi capitali in poche avide mani. Liberiamo l'agricoltura da Pesticidi chimici, inutili e tossici, venduti da una fitta rete di commercianti senza scrupoli e senza ricetta (la legge è in parlamento da almeno 20 anni) ne assistenza tecnica indipendente (su cui la comunità europea aveva pur investito molte risorse negli anni '80-'90), finita nel lavoro burocratico dei sindacati agricoli che concertano le politiche regionali, spesso in conflitto di interessi, per la loro partecipazione in Consorzi agrari e Cooperative che ritirano raccolti e vendono chimica e semi, o in società di servizi d'assistenza, con concorrenza sleale verso i professionisti Agronomi e Periti Agrari. 8


Liberiamola inoltre dall'industria di trasformazione agro-alimentare "truccata" per i supermarkets e, soprattutto, dal commercio speculativo che lascia agli agricoltori meno del 20% del prezzo pagato dal consumatore. Facciamo la spesa in campagna attraverso filiere corte (GAS) o dirette dal produttore al consumatore; insegnando ai nostri figli odori e sapori veri della Natura... il Sacro profumo del Letame. Se un GAS di 100 famiglie acquista 200 € al mese per famiglia di alimenti biologici (20.000 €), lasciando agli agricoltori il 60% del prezzo finale, abbiamo 8.000 € al mese per organizzare l'offerta, la domanda e la consegna a domicilio, furgoni ecologici inclusi (4 posti di lavoro). Cosa aspettiamo a sviluppare "Econologia" (economia ecologica) e Commerci Equi? Ed allora è proprio il caso di dire "Mangiacomeparli". E ne abbiamo fatto anche un marchio a garanzia dei consumatori, 100% Italiano, 100% Biologico, 100% libero da OGM. Il potenziale occupazionale nazionale è di almeno 500.000 posti di lavoro (ISFOL). Che aiuterebbero il ripopolamento delle campagne ed il recupero dell'agricoltura periurbana, per un altro milione di lavoratori. Cui si aggiungono almeno 20.000 tecnici Agroecologi indipendenti. Tutto ciò è previsto dalle norme Agroambientali Europee (dal 1992), obbligatorie e prioritarie nei Piani di Sviluppo Rurale, le ricchissime finanziarie agricole regionali. Ma le cose, purtroppo, non sono andate come i legislatori europei avevano previsto ed le regioni, con miopia cronica, hanno per lo più contrastato gli obiettivi della politica comunitaria agroambientale. Priorità e criticità nei Programmi Agroambientali regionali a tutela dei diritti inviolabili alla salute e all'ambiente. EVASION

Dal 2007 al 2013 l'Europa ha stanziato 200 miliardi di € per lo Sviluppo Rurale, atti a pagare i servizi ecologici forniti dagli agricoltori e sostenerne gli investimenti, in tal senso prioritari. Oltre ai premi PAC (sostegno ai redditi), altri 300 miliardi ancor oggi utilizzati, tra l'altro, per allevamenti industriali in base al numero di animali: una vera follia ! Con conseguente "suicidio di massa" per troppe carni industriali. Pagamenti Agroambientali prioritari ed obbligatori per gli agricoltori-allevatori biologici, atti a compensare mancati ricavi (produzioni non "gonfiate" con la chimica), maggiori costi (tra cui manodopera), più il 20% per la transazione Biologica. Ma le regioni non applicano correttamente le norme comunitarie, erogando al Biologico pagamenti inferiori a quanto previsto dalle norme, con ritardi di anni, non sostenendo la bioriconversione delle aree intensive, dove si usa la maggior parte della chimica, fortemente raccomandata dall'UE per ottenere un vero risultato agroambientale. Soprattutto, quasi tutte le regioni regalano soldi per fittizie riduzioni di inputs chimici, non controllabili (Corte dei Conti UE, Nota n. 3/2005), denominate impropriamente "Agricoltura Integrata". Senza obblighi di "sostituzione" dei pesticidi con mezzi biologici (oggi ampiamente registrati al commercio e, pertanto, sottoposti a prove di efficacia), come prevede la decisione CE 30-12-1996 sull'Agricoltura Integrata, secondo la quale i mezzi chimici si possono impiegare solo se le ecoalternative non sono sufficienti. Si sperperano così enormi risorse per ...acquistare Pesticidi, secondo Disciplinari anacronistici e non scientifici che permettono interventi chimici superiori alla normale pratica degli agricoltori. Una truffa comunitaria che ha bloccato lo sviluppo del biologico in Italia, incrementando il mercato dei pesticidi e disseccanti chimici (Glifosate), anche su colture prima non trattate, come il Grano. Con tutte le conseguenze sulla salute trattandosi della base dietetica 9


nazionale. Pagamenti a risultato negativo, contro cui sono stati avviati ricorsi amministrativi (Umbira, Marche, Toscana e Campania) dopo un esposto alla Carte dei Conti dei Bioagricoltori Umbri nel 2000. Ad esempio, nel 2010 la Regione Umbria ha aperto un bando di pagamenti per riduzioni di diserbi sul Tabacco, da 3/4 presunti a 2 (quando sulla coltura si impiega in media un solo diserbo) e per presunte riduzioni di impiego di fungicidi chimici, non controllabili. Così il Tabacco chimico ottiene contributi doppi del Biologico. E non si spiega come possa essere stato approvata dalla Commissione UE che troppo spesso "copre" il lavoro scorretto delle regioni, puntualmente censurato dalla Corte dei Conti e in servizi televisivi nazionali, Ambiente Italia (2001), Report Rai 3: "Ipocrisia di Stato", "Come Bio comanda". Ad oggi in Italia abbiamo speso solo il 30% dei 25 miliardi disponibili nei PSR 2007-'13. Soldi che rischiamo di perdere anche per la futura programmazione 2014-'20, per mancata volontà di riconversione biologica dell'Agricoltura da parte delle Regioni. E' urgente, pertanto, un Piano Nazionale Agroambientale, supportato da Esperti Agroecologi e dai portatori di interesse del biologico, scavalcando se necessario le Regioni, in quanto Ambiente e Salute (Art. 9 e 32 della Costituzione Italiana) sono diritti inviolabili tutelati dallo Stato e non delegati. Con i soldi disponibili è possibile riconvertire al biologico quasi tutta l'agricoltura italiana. PIANO DI RICONVERSIONE BIOLOGICA DELL'AGRICOLTURA ITALIANA (Evitando distrazione di fondi verso l'Agricoltura Integrata) Seminativi avvicendati, Cereali e leguminose da granella: 3.000.000 Ha x 400 €/ha in media di pagamento agroambientale = 1,2 Miliadi di € - Mais 800.000 ha x 600 €/ha = 0,5 miliardi di € EVASION

- Olivi: 1.000.000 ha x 500 €/ha = 0,5 Miliardi di € - Vigneti: 700.000 € x 700 €/ha = 0,5 miliardi di € - Frutteti: 400.000 ha x 1.500 € /ha = 0,6 miliardi di € - Orticoltura: 200.000 ha x 2.500 €/ha = 0,5 miliardi di € - Prati avvicendati, Pascoli e Prati Pascoli 3.500.000 di ha x 100 € ha = 0,35 miliardi di € Avanzano anche fondi per il Tabacco Biologico: 20.000 ha x 5.000 €/ha = 100 milioni di € Totale di spesa prevista: 4 miliardi di € all'anno Aggiungiamo 400 € per unita bovina adulta (UBA) biologica (corrispondente a 3 maiali, 7 pecore, 100 galline, ecc) x 3.000.000 di UBA = 1,2 miliardi di € La Certificazione Biologica dal "processo" al "prodotto": il diritto a non essere inquinati L'Europa rimborsa le spese di biocertificazione (3.000 € per azienda), per cui è ora di interrompere il conflitto di interesse "produttore che paga l'ente di certificazione" con doppia burocrazia inutile. Siano le regioni a pagare i controllori, rafforzando ispezioni ed analisi dei residui chimici. Con tolleranza zero, poichè l'agricoltore biologico ha diritto a non essere inquinato dai vicini che usano la chimica, i quali devono mantenere la "deriva dei pesticidi all'interno delle loro proprietà". Oggi i certificatori chiedono ai produttori biologici di buttare i raccolti lungo il confine, contaminati dalla deriva chimica. Una vera e propria "Inversione del Diritto", che molti cittadini e associazioni stanno cercando di sanare con denunce ai tribunali civili e penali, per il rimborso dei danni. Alcuni enti di certificazione hanno chiesto di alzare i limiti di residui chimici nei prodotti biologici per rischi di derive. E' incredibile che le autorità competenti abbiano concesso la presenza di residui chimici negli alimenti biologici, in quanto il 10


bioconsumatore pretende tolleranza zero. Il recente scandalo delle importazioni di falsi prodotti biologici è la logica conseguenza, mentre i produttori seri vengono danneggiati, nonostante il grande lavoro del sistema di controllo agroalimentare nazionale italiano. Ciò vale anche per l'assurda soglia di "tolleranza" senza etichettatura di OGM nei prodotti biologici (9 grammi per kg di singolo ingrediente), che consente di importare prodotti "bio" contaminati accidentalmente da paesi che coltivano OGM o lungo le filiere commerciali e dei trasporti. Un vero e proprio "cavillo di Troia", che potrebbe aprire in futuro alle coltivazioni di OGM anche in Italia, le quali contaminano irreversibilmente le altre varietà e tutto l'ambiente circostante passando DNA transgenico ad altre specie attraverso il Trasferimento Genico Orizzontale (TGO). Ricordo che gli ogm si diffondono anche e soprattutto attraverso il trasferimento genico orizzontale e non solo con il polline, il che significa che gli ogm oggi importati a scopo alimentare, umano o animale, una volta mangiati diffondono pezzi di dna transgenico ai batteri intestinali durante la digestione e al terreno con la decomposizione delle feci. Mentre nel sangue di chi se ne nutre di trovano frammenti di DNA e micro-Rna modificati, come dimostrano recenti ricerche cinesi. Compaiono pertanto sempre nuove malattie ed allergie, che non possiamo nemmeno prevedere. Per questo motivo bisogna rispettare l'inviolabilità la memoria genetica di tutti gli esseri viventi, garantita dalla Carta dei Diritti dell'Uomo (Michele Ttirmarchi) e bandire a partire dall'Italia tutti gli (sia sementi che alimenti), prima che il flagello del TGO diventi irreversibile. Secondo l'Istituto Oncologico Ramazzini non esiste "soglia di tolleranza" medicoscientifica, poichè ogni sostanza estranea al metabolismo umano naturale, provoca rischi ed effetti mutageni, teratogeni e cancerogeni, le cui conseguenze EVASION

dipendono semmai dalla resistenza immunitaria individuale. Ma non dovremmo essere tutti uguali di fronte al Diritto? E' più corretto parlare di soglie di danno accettato e, semmai... di "Intolleranza". Laddove i bambini sopportano residui chimici molto più elevati, essendo tarati su un corpo adulto di 60 kg (!) e la legge non considera la sommatoria dei diversi pesticidi presenti in un alimento, Coctayl micidiale per la salute umana. Residui accumulati nel corpo per decenni, finche non siamo più in grado di sopportarli. Nonostante il referendum del 1992, per l'abolizione di tale crimine dalle norme di legge. Inoltre, circa 60 OGM vengono importati oggi in Italia, senza autorizzazione dell'organo competente, ovvero il Consiglio dei Ministri UE, che non si è mai espresso a maggioranza qualificata... avranno paura i politici di esporsi per i danni alla popolazione? Ed allora ci pensano i "tecnici" della "Commistione" europea, salvo che ogni paese può rifiutarsi di importare e/o coltivare OGM... La politica di Ponzio Pilato. Mentre diversi Enti di Certificazione Biologica si prestano oggi a "controllare" ciò che non è verificabile, ovvero l'Agricoltura Integrata falsificata, senza obbligo legislativo di fatturazione dei Pesticidi agli agricoltori. Il consumatore è pertanto ingannato dal marchio "farfallina" (Agricoltura disIntegrata Toscana), con gli agricoltori prime vittime dei Pesticidi. Un brutto esempio d'Etica di fronte al dio denaro. Sarebbe necessario un ricorso alla Corte di Giustizia europea, nei confronti di chi consente una distorsione talmente palese delle norme Agroambientali e Costituzionali dei paesi membri e una Super procura che affronti definitivamente il problema della chimica inutile e tossica in Italia. Dal conflitto interessi

alla

convergenza

di

11


Oggi è facile eliminare i pesticidi ma è difficilissimo liberarsi dai venditori di chimica. Ma, a ben pensare, converrebbe anche ai Consorzi Agrari vendere prodotti per l'Agricoltura Biologica: ci guadagnerebbero molto di più... soprattutto in un regime di corretti Pagamenti Agroambientali agli agricoltori biologici, che sarebbero ben felici di utilizzare prodotti naturali (anche se più costosi) invece della chimica mortale. E' necessario avviarsi verso la "convergenza di interessi", per il bene di tutti, sostenuti dai Pagamenti Agroambientali Europei. Ci pensino bene i responsabili dei Sindacati Agricoli Italiani. Le stesse industrie chimiche del settore hanno chiesto norme più chiare in Italia sulle questioni agroambientali, al fine di poter investire nella diffusione delle tecniche sostitutive dei Pesticidi chimici di sintesi. Cosa aspettiamo? 2012 e 2013 sono anni cruciali per salvare lo Sviluppo Rurale in Italia. Ed è necessario aprire immediatamente Bandi Agroambientali Regionali con pagamenti adeguati alla riconversione biologica dell'agricoltura, interrompendo la distrazione di risorse verso la Falsa Agricoltura Integrata, concentrando i Pagamenti per il Benessere Animale (oggi sperperati in misure inutili) solo agli allevatori Biologici. E' necessaria l'immediata introduzione della prescrizione con ricetta di eventuali interventi chimici sulle coltivazioni (Agricoltura "Bio-Integrata"), solo in mancanza di tecniche alternative biologiche disponibili e registrate al commercio, ovvero efficaci e pertanto, obbligatorie e prioritarie. Così come prevede il codice deontologico della Professione degli Agronomi, i quali, come tutti i Professionisti, devono prescrivere in primis le tecniche Agroecologiche senza ripercussioni sulla salute e l'ambiente, diritti inviolabili costituzionalmente tutelati, mentre i venditori di Pesticidi Chimici non possono prescrivere gli interventi agli agricoltori, trattandosi di abuso di EVASION

Professione. L'articolo 41 della Costituzione italiana regola in tal senso l'attività economica, nel rispetto degli interessi collettivi. Provate ad entrare in un consorzio agrario? E per la prossima programmazione Europea è necessario riconoscere il ruolo dell'agricoltura nella fissazione e riduzione dei Gas Serra, secondo quanto previsto dal protocollo di Kyoto, con il calcolo dei crediti di carbonio e di compensi specifici per gli agricoltori che incrementalo l'humus nei terreni, riducono il consumo di energia non rinnovabile e aumentano la biodiversità aziendale, reintroducendo siepi, consociazioni colturali e aree vegetazionali indisturbate, nel rispetto dell'Art. 44 della nostra Costituzione, unica al mondo a tutelare la fertilità dei terreni per le generazioni future. Dobbiamo ridurre di almeno il 70% gli animali allevati al mondo. Immediatamente. In Italia, invece di allevare 10 milioni di Unita Bovine Adulte equivalenti, ne bastano 3 milioni in allevamenti biologici, eliminando l'importazione di milioni di tonnellate di OGM e Mangimi, ad alto rischio di micotossine e residui chimici. Rimarrebbero a disposizione degli italiani ancora 500 grammi di carne procapite alla settimana, allevata al pascolo naturale. E qualcosa in più, sotto forma di latte o formaggi. Più un pò di pesce fresco pescato dai mari che ci circondano. Se proprio non vogliamo diventar vegetariani. Torniamo alla Tradizione Agroecologica e all'Artigianato dei nostri Maestri dei campi e del Vino, del Grano e del Pane ...a un giusto prezzo. La Madre Terra ha risorse abbondanti per tutti i propri figli... ...ma non sufficienti per l'avidità dei pochi che non la rispettano, in nome del dio denaro e del potere più stupido che si possa immaginare: quello di far del male agli altri. Negli ultimi 70 anni abbiamo avuto più morti di cancro ed avvelenamenti di tutte 12


le vittime delle guerre della storia umana. Prof. Giuseppe Altieri, Agroecologo Docente Ordinario di Fitopatologia, Entomologia, Agricoltura Biologica, Agroecologia - Ist. Agrario Todi Studio AGERNOVA - Servizi Avanzati per l'Agroecologia e la Ricerca ACCADEMIA MEDITERRANEA PER L'AGROECOLOGIA E LA VITA (AMA la Vita) Loc. Viepri Centro 15, 06056 Massa Martana (PG) tel 075-8947433, Cell 347-4259872 P. IVA 02322010543 Email: agernova@libero.it http://www.agernova.it

:::::::::::::::::::::::::::::::: Amor di Luce Personale di ORONZO LIUZZI CoArt gallery, Vico S. Francesco 4/6 – Corato (Ba) Vernissage sabato 14 aprile 2012 ore 19:30 dal 14 al 30 aprile 2012 tutti i giorni h. 10-12 / 18-22 in occasione della serata inaugurale seguirà la performance dell'artista

Sabato 14 Aprile presso la Coart gallery di Corato, in Vico S. Francesco 4/6, alle ore 19:30 si terrà il vernissage di “Amor di Luce” personale di Oronzo Liuzzi, a cura di Alexander Larrarte. Dall'ombra, le tenebre e l'oblio una continua sperimentazione e ricerca tesa verso la luce. L'arte di Liuzzi vibra di EVASION

colore e di luce nel desiderio quell'identificazione con l'assoluto.

di

Saranno presenti in mostra due installazioni inedite e opere edite con l'intento di definire un percorso artistico laddove “Amor di Luce” è in inteso come viaggio policromo, cessazione di un incubo e la “luce”, intesa come “soluzione”, diviene ossessione. Dalle parole dell'artista: “Un vile segno della finzione si aggira per il teatro degli orrori. Cambia colore e dialoga con se stessa. E’ in continuo movimento. Si dispera di notte. A volte l’incubo del rimorso corrode le sue foglie secche. La sua figura incarna perfettamente l’indifferenza l’arroganza l’ambizione il potere. Preferisce il debole pensiero al pensiero forte. Condivide l’enigma e progressivamente entra nell’ombra. Senza sosta recita divinamente nel teatro degli orrori. Rifiuta l’essenza della luce il dire la vita e la circolazione dei valori. Un camaleonte che brancola nel buio più assoluto. E’ il nuovo barbaro descritto da Alessandro Baricco. Un mondo davvero singolare il nostro: ci alimentiamo di linguaggi commestibili e spegniamo la luce per accendere le tenebre e vomitiamo la vita e riduciamo l’essere nel totale disfacimento. Macchine schizofreniche represse depresse si fondono con il flusso di un continuo brusio in un mondo caotico arido e senza pietà. ‘Il cercare stesso è lo scopo’ direbbe Heidegger ‘e, nel contempo, il ritrovamento’. …e la luce è venuta nel mondo e testimonia la vita e ci salva dalla lacerazione del dramma e della tragedia e ci racconta le vibrazioni dell’amore e l’amore neutralizza la tensione della morte e rende possibile l’impossibile e visibile l’invisibile e la conoscenza al non sapere. La luce è in vita e la vita si salda con il concetto oltreumano dell’eterno. …e la luce è venuta nel mondo e lo spirito dell’arte viaggia nella luce e con la luce.” 13


E-LITE studiogallery "Overture 2012"

Note biografiche: Oronzo Liuzzi nato a Fasano (BR) vive e lavora a Corato. laureato in Filosofia Estetica, artista poliedrico, utilizza diverse tecniche espressive. Ha pubblicato circa una ventina di libri tra poesia e narrativa. Durante la quarantennale attività artistica ha esposto in numerosi musei e gallerie a carattere nazionale ed internazionale. Tra le varie mostre personali: 1983 chiostro comunale/mostra conferenza con l'intervento di Filiberto Menna e Achille Bonito Oliva, Corato (Ba); 1991: Milan Art Center Milano. Svariate le collaborazioni e collettive, tra queste si ricordano: “italian Report” a cura di Ruggero Maggi e Shozo Shimamoto, Metropolitan Museum, Tokyo (Giappone); 10th Contemporary Art Galery, Ankara (Turchia); “Italian Art Team” Highland Cultural Center, Highland-New York (USA); “Mini>Maxi”a cura di Lamberto Pignotti, Galleria la Cuba d'Oro (Roma); IV Biennale Internazioinale del Libro d'ArtistaNomadismo delle culture a cura di F. Fedi e G. Gini, Biblioteca Alexandrina, Alexandria (Egitto); “Memorie Presenti” a cura di Alexander Larrarte, Museo della Città e del Territorio, Corato (Ba); 54^ Biennale di Venezia, Palazzo delle Esposizioni, Torino; “Espiare” a cura di Alexander Larrarte e Roberto Lacarbonara, Ex Convento dei Padri Domenicani, Ruvo (Ba).

Giovedì 19 aprile alle ore 18.30 nei nuovissimi locali di Corte San Blasio, 1/c a Lecce, tra le caratteristiche vie del centro storico, a due passi dalla centralissima piazza S.Oronzo, la galleria E-LITE apre i battenti presentando i lavori di quattro artisti: Carlo Cofano - Lucio Diodati - Massimo Quarta - Valentino Marra

Orari/info/contatti: CoArt gallery Vico San Francesco 4/6, Corato (Ba) Dal 14 al 30 aprile 2012 Vernissage 14 aprile 2012 ore 19:30 Tutti i giorni h. 10.00-12.00 / 18.00-22.00 Info: coartgallery@hotmail.it +39 349.6141159

Evento: "Overture 2012" Sede: galleria E-LITE - Corte San Blasio, 1/c LECCE Telefono : 38511172 Periodo: 19 aprile - 12 maggio 2012 Vernissage : Giovedì 19 aprile alle ore 18.300

::::::::::::::::::::::::::::::::

direttore artistico MIRELLA CORICCIATI

EVASION

14


FAREPOESIA NEL MONDO Progetto di Mailart

EMOZIONI di Gianni Donaudi Le idee.. distinte dalle ideologie Ed il buon senso ritorna!

Farepoesia: Poesia, Arte, Società Dimensioni, supporto e tecnica liberi Le opere ricevute non saranno restituite Nessuna selezione, nessuna giuria, nessuna tassa, nessuna vendita Mostra a Pavia dal 19 al 21 ottobre 2012 Spazio espositivo Santa Maria Gualtieri all’interno del Festival PAVIART POETRY 2012 organizzato da O.M.P. e Farepoesia Documentation anche online in http://farepoesia.egiloo.com http://www.mupa.it e-mail per informazioni: daliobaracchi@hotmail.com tutti i lavori devono essere spediti per posta SCADENZA 30 settembre 2012 spedisci a: TITO TRUGLIA Via Torino 37 I-27100 Pavia ITALIA

Il saggio Confucio

Machiavelli, l'ideologo dell'utile, ha fatto più danni di Attila, egli insegnò il valore della furbizia politica (ideologica) mentre il suo contemporaneo, il buon Guicciardini, si dovette accontentare di fare la parte del Confucio italiano.. la “forza delle sue idee” poco ha influito sul sistema sociale dello stivale, almeno apparentemente. Ciò non ostante riconosco che le idee, nell'accezione del "comune buon senso" hanno un valore ed una profondità che nessuna ideologia o religione può sognare di raggiungere. L'arrampicarsi del Machiavelli ebbe ed ha avuto un certo successo nello svolgimento del sistema politico ed ancora oggi il suo "insegnamento" viene preso ad esempio di pragmatismo (e di "ragion di stato") che travalica le debolezze dell'umano. Mentre i buoni propositi e le riflessioni del Guicciardini vengono lasciate agli esami di coscienza serali dei saggi che si ritirano dal mondo. Eppure nelle idee di Guicciardini vi sono i sempi di un vero e proprio cambiamento!

EVASION

15


"Muoviti, incontra, apri la strada alle novità e sarai così capace di sormontare qualsiasi ostacolo si frapponga sulla via, e di essere un modello d’esempio positivo per gli amici e per tutti coloro che ti seguiranno! Ma solamente individuando da subito gli errori ti sarà possibile correggerli ed evitare il peggio. Basta sapersi guardare dentro con saggezza per trovare la strada giusta per affrontare una decisione importante. E così sarai capace di esprimere sensazioni profonde su ciò che è giusto e vero..." (R. Wilhelm) Queste qualità ed atteggiamenti mi ricordano, per analogia, gli eventi e gli episodi leggendari della vita del grande maestro Taoista Zhuang Zi, vissuto realmente nel III secolo a. C., ed autore del “Libro del fiore del sud”. Il suo fu un esempio di comportamento nobile e saggio di chi ha già superato il mondo e che interiormente non ha più alcun legame con l’esistenza mondana, che però talora può trovarsi nella situazione di dover rientrare nella società per avvicinarsi agli altri ed impartire i suoi insegnamenti e fornire il suo aiuto... senza pretesa alcuna. Paolo D'Arpini Segue un intervento dell'amico Giorgio Vitali

sociologico

Il fattore più importante tra quelli che formano la base per una reale possibilità di cambiamento è la forza delle idee…. E’ necessario saper distinguere le idee dalle ideologie. Queste ultime sono idee formulate per consumo pubblico e soddisfano la necessità di tutti di alleviare il senso di colpevolezza nella convinzione di agire per qualcosa di buono o desiderabile… Le ideologie sono “beni” già pronti enunciati dai Media, dagli oratori e dagli ideologi per manipolare la massa, e per scopi che hanno ben poco a che fare con EVASION

l’idea, anzi, spesso ne rappresentano l’opposto. Queste ideologie sono spesso elaborate “ad hoc”. Per esempio quando si rende popolare una guerra descrivendola come necessaria “per la libertà”, o quando “ideologie religiose” sono utilizzate per razionalizzate lo “status quo ante” politico, anche se in completo contrasto con l’idea genuina di quella religione, nel cui nome si propagandano le ideologie. Per la sua essenza, un’ideologia non attiva il pensiero e tanto meno il sentimento. E’ come una pillola che esercita effetti eccitanti o soporiferi. [Stiamo attualmente assistendo, disgraziatamente inermi, e di conseguenza impotenti, all'accerchiamento dell'Iran da parte di un imponente dispiegamento di armi di distruzione totale, e non solo di Massa, col rischio di annientamento della Vita sul Pianeta qualora entrassero in funzione, accerchiamento che sappiamo dovuto alla sete imperialistica di fonti energetiche per le esigenze statunitensi e di "sicurezza" per Israele. Il tutto mentre i tromboni dell'ideologia e della menzogna mediatica pianificata gridano alla minaccia iraniana. Non altro, per l'esattezza, furono le "sante Crociate".] L’idea, al contrario, si riferisce a ciò che, in un modo o nell’altro, è reale. Fa appello alla “ragione umana”, induce a pensare ed a sentire attivamente. La FORZA dell’idea diventa inoltre sempre più grande in una situazione in cui coloro che difendono lo status quo non hanno idee, come accade oggi , specie in Italia, a causa anche della natura della nostra burocrazia e del nostro tipo di organizzazione sociale e statale. Infatti, le idee e la verità non esistono al di fuori ed indipendentemente dall’uomo, e, così come la mente dell’uomo è necessariamente influenzata dal suo

16


corpo, dalla sociale.

sua

esistenza

fisica

e

Ed ora alcune citazioni citabili: Rudolf Steiner:

L’uomo è capace di conoscere la Verità ed è capace di “amare”, ma se, nella sua totalità, è minacciato da una forza superiore, se lo si rende impotente e pauroso, le sue operazioni sono distorte o paralizzate. L’effetto paralizzante del potere poggia anche su una promessa implicita: la promessa che chi è in possesso del potere potrà liberare l’uomo dal fardello della incertezza e della responsabilità verso se stesso. La sottomissione dell’uomo a tale condizione di minacciosa promessa costituisce la reale “caduta”. Sottomettendosi al potere (dominio) egli perde il suo potere (potenza). Può essere intelligente, può essere capace di manipolare le cose e se stesso, ma accetta come verità ciò che coloro che hanno potere su di lui, chiamano “verità”. Perde infine il suo potere di amare perché le sue emozioni sono legate a quelli da cui dipende.

"Il gradino più alto della vita individuale è il pensare puramente concettuale, senza riguardo ad un determinato contenuto percettivo. Noi determiniamo il contenuto di un concetto, per pura intuizione, dalla sfera ideale. Un simile concetto non contiene nulla che si riferisca a determinate “percezioni”. Quando arriviamo al “volere” sotto l’influenza di un concetto che invece implica una percezione, cioè di una rappresentazione, allora è proprio questa percezione che determina noi, ci definisce, attraverso il pensare concettuale. Ma quando agiamo sotto l’influenza di “intuizioni”, la molla del nostro agire è il pensare puro. Poiché in filosofia si è abituati a chiamare “ragione” la facoltà del pensare puro, così è giustificato chiamare ragione pratica la molla morale sottostante a questa modalità del pensare. ( In definitiva, poiché ogni forma del pensare non è anonima né impersonale, ogni forma del pensare contiene in sé un aspetto morale, imprescindibile, che è quello che caratterizza ogni persona umana.) ......... Max Heindel:

Il risultato è che ci sentiamo impotenti e ci disprezziamo per la nostra impotenza. Siamo al buio e ci infondiamo coraggio ma non abbiamo le condizioni necessarie per corroborare questo coraggio.

"I moderni scienziati materialisti debbono ancora molto imparare e molto disimparare. benché essi combattano strenuamente ciò che con scherno chiamano “illusioni” dello scienziato occultista, sono poi obbligati a riconoscere le loro verità e accettarla una dopo l’altra. E’ soltanto questione di tempo; ma verrà il giorno in cui saranno obbligati ad accettarle tutte. Mesmer fu più che messo in ridicolo; ma quando i materialisti ebbero cambiato il nome della forza da lui scoperta, chiamandola “ipnotismo” invece di “mesmerismo”, essa divenne subito “scientifica”. Venti anni fa, Madame Blavatsky, una fedele discepola di maestri orientali, disse che la Terra aveva un terzo movimento, oltre ai due che conducono il giorno, la notte e le stagioni. Essa indicò inoltre che l’inclinazione dell’asse della Terra è causata da un movimento che, a suo tempo, porterà il Polo Nord al posto che occupa ora l’Equatore e, ancora più tardi, al posto ora occupato dal Polo Sud. Questo, essa disse, era conosciuto dagli antichi Egiziani e il famoso planisfero di Dendera dimostrava che essi avevano registrato tre di tali rivoluzioni. Queste dichiarazioni, assieme alla sua insuperabile opera, “La Dottrina Segreta”, meritarono soltanto le burle ed il sarcasmo" ............

Giorgio Vitali

::::::::::::::::::::::::::::::::

Perde pertanto anche il “senso morale”. La sua stessa “voce” non può richiamarlo a sé, perché egli non è più capace di ascoltarla, attento com’è ad ascoltare la voce di chi ha potere su di lui. In verità, la LIBERTA’ è la condizione necessaria della FELICITA’, intesa come capacità di preservare la propria integrità contro il potere altrui, soprattutto contro il POTERE ANONIMO DEL MERCATO, DEL SUCCESSO, DELLA PUBLIC OPINION, DEL SENSO COMUNE, (o piuttosto del “nonsenso comune”) e della MACCHINA, non solo automobile, della quale siamo diventati “servi”.

EVASION

17


L’OPINIONE di Marco Lombardi

che, proprio dietro il cunicolo, è pronto a divorarci, non è solo un mostro “altro”, è il nostro mostro, l'ombra che non si stanca mai di seguirci, in una contro-sindrome di peter pan che ci vede eterni-vecchi dentro, morire assieme ad un paese avidamente abbarbicato al proprio, piccolo o grande, tesoretto. Marco Lombardi

::::::::::::::::::::::::::::::::

Se la realtà è un dedalo senza uscita La cronaca giudiziaria svela all'opinione pubblica il funzionamento della politica italiana, in mano a partiti politici dove a comandare non sono i leader preferiti dalla base, ma i tesorieri, figure anonime che tengono i cordoni della borsa e decidono come far confluire i flussi finanziari a seconda delle esigenze dei singoli notabili – un tempo si parlava di correnti. E' questa l'essenza della democrazia? Questo il modello di sviluppo per il quale i nostri padri hanno lottato? No, quello che ci si staglia davanti è un enorme dedalo, una matrice intricata per sfuggire alla quale non c'è filo di Arianna. E' una parte imponente della realtà percepita, che modella aspettative e comportamenti, sorretta da una trama di norme confuse e contraddittorie, come quelle che hanno fatto gettare la spugna ai super tecnici della Commissione Giovannini, individuati per chiarire una volte per tutte come si articola la retribuzione di un parlamentare italiano. Ma il minotauro EVASION

E poi ci stupiamo dell'odio Cinquantamila dollari, al cambio attuale poco di quarantamila Euro (circa settanta milioni delle vecchie lire), a tanto ammonta il valore della vita di un afghano secondo il governo degli Stati Uniti d'America. E' questo infatti l'indennizzo, che sa tanto di patteggiamento forzato, offerto per ciascuna delle diciassette vittime della follia omicida di un militare americano di stanza a Kandahar. Forse in quella regione del medio oriente tale cifra è un inestimabile tesoro, ma di certo per gli standard occidentali il solo pensarla avrebbe destato vergogna. L'uomo paragonato insomma ad un hamburger di McDonald's: stessi ingredienti in ogni parte del mondo, 18


ma prezzi diversi. Dopo l'indice Big Mac, che misura il livello di benessere economico di un paese, avremo l'indice Dead Man, che rivela il peso di uno Stato nello scacchiere delle relazioni internazionali. E' davvero questa la civiltà che vogliamo? Marco Lombardi

:::::::::::::::::::::::::::::::: Le zucche troppo vuote dei violenti

bisogno di tempo e spazio. Evidentemente certi individui non hanno altri pensieri con cui riempire le loro menti. Una volta individuati e condannati i delinquenti, proporrei allora di obbligarli ad un periodo non di lavori bensì di studi forzati, vale a dire preparare e sostenere un esame durissimo in materie sostanziose come filosofia o letteratura, il superamento del quale sia condizione necessaria (ma non sufficiente) allo scontare della pena. Detto ciò, rimane l'insanabile ferita della “diversità”, come questa resista malgrado una liquidità di valori che connota, per dirla alla Bauman, questa epoca. La diversità percepita ha radici socio-culturali antiche, su cui si innesta il ruolo dei mass media, della cultura contingente insomma, che rende difficile sfuggire stereotipi di opposta genesi, sostenuti cioè da chi osteggia la diversità, come da chi la vive come bandiera di un orgoglio esibito al mondo. In attesa che il muro si sgretoli e temo ce ne vorrà di tempo, almeno in Italia, sarebbe bene che le così dette “tendenze sessuali”, fossero perlomeno incluse nelle categorie protette dalla normativa antidiscriminatoria, il che, anche in vista della riforma dell'articolo 18, non sarebbe cosa banale.

Marco Lombardi A pochi giorni dalla strage di Tolosa e passati circa tre mesi da quella xenofoba di Firenze, l'ennesimo episodio di violenza verso il “diverso”, stavolta ad Andria, nel foggiano, contro una sede di Arcigay ed i suoi frequentanti. Assai meno grave nell'esito e, si presume, nelle intenzioni, ha visto una decina di giovani armati di mazze chiodate attaccare i locali dell'associazione che difende i diritti degli omosessuali. E' dunque il movente ad avere medesima gravità di altri episodi più efferati. Ci si chiede come certe paranoie, che nascono nella cultura sociale, benché spinte all'estremo in nuclei di idro-fobici possano arrivare ad un tale livello di maturazione. E' come un seme che cresce a dismisura: per farlo ha EVASION

::::::::::::::::::::::::::::::::

19


Il loro canto libero e la nostra rabbia compressa

SATIRA MURALE

Acqua Ferrarelle a impatto zero? Palle! Beato chi si può permettere esternazioni in libertà senza pagar pegno, anche se a forza di tirare perfino il più solido mantello si strappa. Non si addice infatti ad un ministro tecnico, soprattutto se dotato di provata (da lacrime) umanità, sventolare sullo sbattutto grugno di cassaintegrati e disoccupati “paccate” di soldi di cui, forse, essi percepiranno appena il fugace fruscio. Non spetta poi al titolare di una Autorità di Garanzia metterci al corrente, peraltro nella sua veste ufficiale, delle proprie vedute filosofiche sul concetto di sudditi e su quello di cittadini. Confini tali disgressioni ai simposi conviviali d'alta società, cui certo egli partecipa in compagnia di illustri benemeriti stufi di essere considerati “mariuoli” solo per aver accumulato patrimoni enormi in un paese sempre più povero. Non si sottovaluti invece il buon senso di quella moltitudine di italiani che non arriva alla fine del mese e tartassata lo è davvero, ben disposta a sopportare la presunzione di disonestà, se è il prezzo da pagare per una maggiore giustizia sociale. Chi onesto lo è davvero ed è abituato a farsi suddito dei potenti e dei più furbi, non si offenderà di certo. Marco Lombardi EVASION

L'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha condannato la società Ferrarelle s.p.a. a pagare 30mila euro di multa per pubblicità ingannevole. Sotto accusa gli spot che definivano l'acqua Ferrarelle un prodotto a impatto zero grazie a una collaborazione con il progetto Impatto Zero di Lifegate. La compensazione della CO2 messa in atto da Ferrarelle sarebbe durata solo 2 mesi e avrebbe compensato appena il 7% delle emissioni annue dell’azienda. Troppo poco, ha stabilito l'Antitrust, per poter definire il prodotto ecosostenibile. In gergo tecnico la società ha tentato di fare greenwashing, cioè ha provato a lavarsi la coscienza con un detersivo non ecologico. L'unica acqua a basso impatto ambientale è quella del rubinetto! (Fonti: Greenme e Informarexresistere)

Ciao Jocko! Ci mancherai Purtroppo dobbiamo dare la triste notizia della scomparsa di Jocko, il terzo toro da

20


monta più fertile del mondo. Di origine francese, il suo seme è arrivato ovunque, nella sola Francia è stato distribuito in 23.370 fattorie. Si stima che Jocko lasci qualcosa come 400mila eredi, 161.888 quelli registrati. L'anno scorso era andato in pensione dopo 14 anni di onorata carriera e 1,7 milioni di dosi di liquido seminale donato. Secondo i suoi proprietari della cooperativa agricola Creavia, era il toro più felice del mondo. (Fonte: Reuters)

Rallenta la deforestazione nel mondo Secondo gli studiosi del Dipartimento terra e ambiente (Dta) del CNR la buona notizia è da prendere con cauto ottimismo: “Il tasso di deforestazione nel 2000-2010 è sceso a 13 milioni di ettari l’anno. Quello del decennio precedente era di 16 milioni di ettari. Inoltre, nei paesi in via di sviluppo si procede sempre più a rimboschimenti su larga scala.” Il tasso di riforestazione è di 7 milioni di ettari all'anno, la metà rispetto ai 13 persi. (Fonte: Ecoblog)

EVASION

Anche i delfini si dicono “Ciao” Lo ha scoperto un team di biologi marini dell'Università scozzese di St.Andrews secondo cui questi animali sono in grado di salutarsi e presentarsi l'uno con l'altro marchiando i messaggi con una sorta di firma vocale. Ma c'è di più: grazie a questa particolare modalità di comunicazione due delfini sono in grado di riconoscersi anche a distanza di molto tempo dal primo incontro. Gli scienziati sono riusciti ad ascoltare vere e proprie conversazioni tra animali ma non amiamo il gossip e ci facciamo i fatti nostri...

Arrivato anche in Italia il Cash Mob Nato negli Stati Uniti nel 2011, il Cash Mob prevede che un gruppo di persone si consoci per acquistare in massa prodotti da un negozio di quartiere, o a gestione familiare, in difficoltà economiche. In genere ogni partecipante deve spendere almeno 15-20 euro nel negozio segnalato, il quale deve poi restituire il favore facendo una piccola donazione a un ente benefico o organizzando qualcosa per la comunità. Il primo gruppo italiano è nato a Milano e sta organizzando un evento per il 14 aprile 2012 alle ore 18:00. (Fonte: Buonenotizie.it)

21


San Carlos di Antioquia

Goncalo Mabunda

E' il primo comune della Colombia ufficialmente dichiarato libero dalle mine anti-persona. La bonifica di oltre 700 ordigni inesplosi ha consentito il rientro a casa di 2.700 sfollati. (Fonte: Misna.org segnalata da Daniele)

Questo artista 37enne del Mozambico crea le sue sculture riciclando vecchie armi, bombe e granate. Il suo obiettivo è trasformare in arte l'orrore della guerra.

Mi faccio la casa sull'albero New entry bestiali Scoperta a New York una nuova specie di rana leopardo. Vive in un appartamento a Staten Island. (Fonte: TMNews)

Record In Sudafrica, dice il Ministro dei Trasporti, le strade sono campi di battaglia. Per questo motivo ha deciso di conferire un'onorificenza ufficiale a Hazel Souma, 80enne di Città del Capo, detentrice di un invidiabile primato: in 60 anni di patente non ha mai preso una contravvenzione e non ha mai fatto incidenti. Il premio è una supercar.

EVASION

12 adulti e una bambina ci sono riusciti sui Monti Pelati, in Piemonte, fondando, nel 2002, il primo “villaggio arboricolo” d'Italia. Abbarbicate sui castagni,a 6-7 metri di altezza, tutte e 7 le casette sono state costruite con materiali naturali e riciclati utilizzando le tecniche della bioedilizia. Gli abitanti di questo piccolo e particolare ecovillaggio si occupano di tener pulito e curato il bosco e da qualche mese producono anche un apparecchio elettronico che trasforma in musica i segni vitali degli alberi. Hanno un sito internet, che però risulta irraggiungibile. (Fonte: Greenme.it)

Elettrodomestici condivisi Gli Elettrocomunitari o “elettrodomestici condivisi” sono un'idea di tre neolaureati in disegno industriale: Martina Muggiri, Francesco Fortino e Jacopo Severitano, finalisti alla quinta edizione del Samsung Young Design Award. In pratica i condomini potrebbero risparmiare soldi ed energia elettrica utilizzando elettrodomestici comuni, dalla lavatrice al frullatore, alla stampante. Si calcola che in media ogni elettrodomestico che abbiamo in casa passa inattivo il 67% del proprio ciclo di vita. Ogni famiglia potrebbe pianificare la condivisione in base alle proprie esigenze e utilizzare una tessera magnetica che permette di accedere all'area comune dove si trovano gli apparecchi solo nelle fasce

22


orarie prestabilite. Così si ridurrebbero un sacco di sprechi. (Fonte: Corriere)

Gli Usa sono intimamente cattivi? Dopo le foto delle torture nel carcere iracheno di Abu Ghraib gli Usa avevano promesso che non sarebbe più successo. Ma hanno continuato. Per anni la tortura “moderata” ha fatto parte delle disposizioni operative ufficiali. Solo l’elezione di Obama ha portato a vietare le torture. Sappiamo che Obama si è anche impegnato a evitare gli errori dell’aviazione che massacravano civili inermi bombardando feste di matrimonio e funerali, scambiati per assembramenti di Talebani. Ma non c’è riuscito. Il numero di vittime collaterali continua a essere spaventoso. Poi ci sono stati i marines che hanno orinato sui cadaveri di alcuni afgani, un gesto orribile all’interno di ogni cultura ma particolarmente infamante per un musulmano che dà grandissima importanza al rispetto delle spoglie. A seguire un gruppo di marines ha bruciato alcune copie del Corano. Infine un soldato Usa è impazzito, è entrato carico di armi in un villaggio e ha fatto irruzione in una serie di abitazioni uccidendo donne e bambini: 16 morti. Appare evidente che c’è qualche cosa che non va.

quasi cinquant'anni bloccano la costruzione di un camposanto in paese. C'è ora da capire cosa fare con i due che finora hanno trasgredito all'ordinanza. (Fonte: Ilgazzettino)

Il ladro imbranato Nantong, Cina: entra in una banca per compiere una rapina a mano armata ma gli cade a terra il caricatore della pistola. I clienti ne hanno approfittato per scappare e i cassieri per dare l'allarme. L'uomo è stato arrestato. (Fonte: Repubblica)

L'Antilope Addax e la Giraffa Peralta A Termit-Tin Toumma, nel centro-est del Niger, è stata istituita una nuova riserva naturale di 97.000 chilometri quadrati (il progetto risale al 2004!). La zona è considerata un santuario delle Antilopi Addax, specie in via di estinzione di cui rimangono solo 200 esemplari. Sempre dal Niger, savana di Kourè, a sud di Niamey, arriva un'altra buona notizia: la giraffa peralta (camelopardalis peralta) si sta ricostruendo un futuro. L'ultimo censimento rivela che il numero di questi animali è sestuplicato negli ultimi 15 anni, passando da 50 esemplari nel 1996 a 310 nel 2011. (Fonte: Misna.org, segnalata da Daniele)

Vietato morire! “E' fatto divieto, per quanto nelle possibilità di ciascuno, ai cittadini residenti o comunque di passaggio di oltrepassare il confine della vita terrena per andare nell'aldilà”. Recita così l'ordinanza n.9 del sindaco di Falciano del Massico, in provincia di Caserta. Un atto provocatorio per protestare contro i “motivi politici” che da

EVASION

L'Enciclopedia Britannica dice addio alla carta 23


L'edizione 2012, 32 volumi, non verrà stampata su carta ma sarà edita solo in formato digitale. L'edizione 2010, l'ultima cartacea, costava 1.400 dollari per 60 kg di carta. La versione online costerà invece solo 70 dollari. (Fonte: Repubblica)

New entry quasi bestiali

Realizzata in Cina la torta più alta del mondo Presentata in un centro commerciale a Luoyang, nella provincia di Henan, è alta 8 metri e ha richiesto 500 kg di uova, 260 di farina, 200 di panna, 100 di frutta e 80 di cioccolato. 20 pasticceri ci hanno lavorato per 24 ore. Poi sono arrivate 3.000 persone... (Fonte: Curiosone.com)

I medici le avevano detto che suo figlio era un po' più grande della norma ma Cynthia Sigler, una donna della California del Sud, non pensava certo di dare alla luce un bambino di 6,3 kg. E' il neonato più grande che il primario Jerald White abbia mai visto in tutta la sua carriera. Consuma 15 litri di latte materno al giorno.

Facebookate Batman esiste! E' stato assunto dalla polizia di Taubaté, in Brasile, per pattugliare le strade più malfamate della città. Dal 17 marzo André Luiz Pinheiro, ex militare in pensione, si travestirà da supereroe e girerà per le strade, disarmato, cercando di mettere paura ai malintenzionati e ricucire i rapporti tra cittadinanza e forze dell'ordine. Verrà pagato in natura, insetti soprattutto. (Fonte: Giornalettismo.com)

Un uomo dello Stato di Washington è stato accusato di bigamia. Alan L. O'Neill si era sposato una volta nel 2001, poi nel 2009 ha cambiato nome e si è risposato con un'altra, ma senza divorziare dalla prima. Non lo avrebbero mai scoperto se Facebook non avesse suggerito alle due mogli di diventare amiche. (Fonte: LaPresse)

Bicibus In Olanda, dove si stima che il 50% degli spostamenti avvenga in bicicletta, l'azienda Tolkamp Metaalspecials

EVASION

24


http://www.tolkampmetaalspecials.nl/ ha messo in vendita il Bicibus, un “autobusbicicletta” progettato per trasportare ben 11 bambini in assoluta sicurezza più l'autista. In salita parte un motorino elettrico che assiste la pedalata. Oltre ad essere un mezzo di trasporto ecologico permette anche di far fare esercizio fisico ai bambini, che sono il “motore” del Bicibus. Ne sono già stati venduti 25 esemplari in Olanda, Belgio e Germania (Bicibus, non bambini!). (Fonte: Ecoblog)

Recidivo a dir poco Adam Ashe, di Eugene, nell'Oregon, è stato arrestato mentre tentava un furto in una banca. Era stato appena rilasciato di prigione dopo una condanna a due anni per incendio. La sua libertà è durata meno di due ore. Riaccompagnato in cella ha chiesto indietro lo spazzolino da denti. (Fonte: Registerguard.com)

Venti messicani A Oaxaca, in Messico, è stato inaugurato l'impianto eolico più grande di tutta l'America Latina. 204 aerogeneratori per una potenza operativa installata di 306 MW. Fornirà energia rinnovabile a 700mila famiglie risparmiando all'atmosfera 670mila di tonnellate di CO2 all'anno. (Fonte: Misna.org)

Susie Dixon Centenaria di Barrow-on-Trent, nel Derbys, ha ottenuto il rinnovo del permesso di guida valido per altri tre anni. E' una delle pochissime in Gran Bretagna ad avere la patente senza mai aver fatto gli esami. Nel 1930, quando iniziò a guidare, non esistevano ancora. (Fonte: Curiosone.com)

E' Batman psicosi! Spuntano con funghi. Il secondo, vive in un edificio abbandonato a Dunajska Streda, 55 km da Bratislava, senza acqua e luce (la Bat-caverna non ha l'abitabilità). Nonostante questo, Zoltan Kohari, 26 anni, travestito da Batman, passa le giornate aiutando le persone con piccoli lavoretti o accompagnandole da qualche parte. In cambio riceve, stavolta davvero, cibo.

EVASION

Ecologia estrema: strade riciclate dai wc L'iniziativa è della città di Bellingham, nello Stato di Washington. Per la pavimentazione di una nuova area pedonale i tecnici stanno riciclando 400 water closet recuperati da una vicina discarica. Il materiale ottenuto

25


dal recupero dei WC è stato battezzato Poticrete e contiene fino al 20% di ceramica riciclata, circa 5 tonnellate di rifiuti in meno. Il resto è cemento. Anche i lampioni sono ecologici grazie alla tecnologia LED.

giochi di strada dimenticati e spettacoli teatrali. L'importante è fare tutto con molta calma e lentamente. Avvisate che arriverete tardi in ufficio. (Fonte: Buonenotizie.it)

La Tariffa sui rifiuti non è assoggettabile all'IVA!

Storie rosa di ladri

La ha stabilito la Cassazione, sentenza n.3756 depositata l’8 marzo 2012, secondo cui la Tariffa dei rifiuti TIA1, TIA2 o TARSU, è un tributo e non una entrata patrimoniale, come sostenuto erroneamente dall’Agenzia delle Entrate e, come tale, non assoggettabile al pagamento dell'IVA del 10%. Si può chiedere il rimborso fino al 30 marzo tramite L'associazione Contribuenti Italiani. Secondo le stime la Pubblica Amministrazione dovrà rimborsare qualcosa come 300 milioni di euro. (Fonte: BuoneNotizie.it)

Una dipendente di una lavanderia industriale di Siena è stata denunciata per furto aggravato. Da anni rubava biancheria che poi rivendeva in Romania. In casa gli agenti hanno trovato 32 tonnellate di vestiti, lenzuola, asciugamani, accappatoi e plaid. Verrà processata a secco. (Fonte: Ansa)

Storie divine di ladri

26 marzo 2012 Ricorre la sesta edizione della Giornata mondiale della lentezza, “un'occasione per riflettere e sensibilizzare sui danni economici, ambientali e sociali del vivere a folle velocità, in un momento difficile di grandi trasformazioni, confusione e incertezza” ha spiegato Bruno Contigiani, presidente dell’Associazione “L’Arte di vivere con lentezza”. Molte le città che hanno aderito finora: a Milano gireranno i Vigili della Lentezza con il compito di rallentare chi vive troppo di fretta e si stanno organizzando sessioni di Tai Chi,

EVASION

Cortemilia, Cuneo: entra in Chiesa e ruba due bottiglie di vino consacrato. Una fedele però lo ha visto e ha chiamato i carabinieri. L'uomo è stato fermato nei pressi della sua abitazione con ancora la refurtiva nascosta sotto al cappotto. Rischia una condanna a un'eternità da astemio. (Fonte: LaPresse)

La tassista del Cairo In occasione della giornata internazionale della donna un quotidiano egiziano ha

26


pubblicato la storia di Nadia Abdel-Gaber, la prima tassista donna del Cairo. Madre single di tre figli, ripudiata dal marito, aveva investito tutto i suoi risparmi in un taxi da noleggiare a autisti professionisti ma questi chiedevano percentuali troppo alte sui viaggi; e così nel 2011 si è messa al volante lei stessa. Non lavora di notte, sceglie attentamente i suoi clienti e spesso viene assunta per tutta la giornata da altre donne, che si sentono più a proprio agio ad avere un'autista. (Fonte: Misna.org, segnalata da Daniele)

Annamaria Tarantola, vicedirettore generale della Banca d’Italia, secondo cui se la Lehman Brothers si fosse chiamata Lehman Sisters le cose sarebbero andate diversamente. Daniela Del Boca, economista del Collegio Carlo Alberto di Torino, aggiunge: “Se le donne raggiungessero i livelli di occupazione degli uomini gli aumenti del Pil sarebbero del 13% nell’Eurozona e del 22% in Italia”. (Fonte: LaStampa)

Orto in condotta Sono in tutto 425 gli istituti scolastici italiani che hanno inserito la coltivazione di un orto tra le materie di studio. Da Torino a Genova, dalle Marche alla Sicilia, la pratica si sta diffondendo in tutto il Paese e permette agli insegnanti di fare lezione di scienze, di botanica, di geografia, lasciando che i bambini si divertano giocando con la terra. “Riuscire a trasformare la scuola in qualcosa di vivo è un'esperienza affettiva a cui i bambini si legano”, racconta Nadia Nicoletti, maestra dal 1975 e una delle pioniere degli orti a scuola. (Fonte: Repubblica)

Tale padre, tale figlia A Coxsackie, New York, la Polizia ha arrestato padre e figlia mentre trasportavano in auto 18 kg di caramelle corrette alla cannabis. Rischiano un “dolcetto o scherzetto” dal giudice. (Fonte: LaPresse)

Johnny Barnes, Mr. Happy Man L'economia in rosa Come ogni anno in occasione della Giornata mondiale della donna vengono pubblicati una quantità industriale di dati e informazioni: è scientificamente dimostrato, ad esempio, che le aziende con più donne ai vertici hanno una probabilità minore di entrare in crisi e di fallire. A sostenerlo è

EVASION

Ottantottenne, residente a Hamilton, nell'arcipelago delle Bermuda, ogni giorno si piazza sulla rotatoria di Crown Lane e saluta, ringrazia, acclama, benedice chiunque passi. Dice ti amo agli automobilisti, applaude i ciclisti e abbraccia i pedoni. Lo chiamano Mr Happy Man o Mr Feel Good.

27


Acqua potabile per tutti In anticipo rispetto al 2015 nel mondo è stato raggiunto l'Obiettivo del Millennio di dimezzare la percentuale di persone senza accesso all’acqua potabile. Lo sostengono l’Organizzazione mondiale della Sanità e l’Unicef nel nuovo rapporto “Progress on Drinking Water and Sanitation 2012”. Alla fine del 2010 l’89% della popolazione mondiale, circa 6,1 miliardi di persone, ha avuto accesso a fonti migliorate d’acqua potabile, l'1% in più rispetto a quanto stabilito dagli Obiettivi. Nel 2015 arriveremo al 92%. Per “migliorate” si intendono fonti idriche periodicamente controllate. Molto peggio vanno invece le cose per quanto riguarda i servizi igienici: finora solo il 63% della popolazione mondiale ha accesso a servizi igienico-sanitari, si arriverà al 67% nel 2015 ma comunque al di sotto del 75% previsto. (Fonte: Misna.org)

Amazon ritira la carne di balena Il gigante del commercio elettronico ha annunciato che ritirerà dalla vendita 147 prodotti a base di carne di balena, delfino e altri cetacei a rischio estinzione, distribuiti attraverso il proprio portale giapponese amazon.co.jp. La decisione arriva grazie a due campagne di protesta, una dell'Ong EIA che a fine febbraio aveva reso noto un report scioccante, e l’altra dell'animalista Melissa Sehgal, che ha lanciato una petizione. (Fonte: Greenme)

L'insospettabile ladro di libri Un dipendente ministeriale dell'Assia, Germania, è stato arrestato a Darmstadt per furto di libri. In casa gli agenti hanno trovato 24mila volumi rubati da oltre 50 diverse biblioteche. Prediligeva soprattutto testi antichi di geologia e scienze, e aveva racimolato una collezione del valore di milioni di euro. Rischia fino a dieci anni di prigione, la buona notizia è che avrà un sacco di tempo per leggere. (Fonte: Corriere.it)

EVASION

28


Storia e Fumetti di Marco Pugacioff Obama firma i preparativi per la legge marziale? Di Jacopo Castellini Il 16 marzo scorso, il presidente Obama, nel silenzio mediatico generale, ha firmato un ordine esecutivo che suona come un campanello d'allarme per tutti gli americani. L'Ordine Esecutivo 12919, denominato “National Defense Resources Preparedness” [“Preparazione delle risorse per la difesa nazionale”] è di fatto un emendamento al “Defense Production Act del 1950” e fornisce al presidente totale controllo su tutte le risorse presenti negli Stati Uniti in caso di guerra o di emergenza. Ma chi stabilisce cosa sia una “emergenza”? Con così tanti cittadini scontenti dell'attuale amministrazione, è una domanda che le persone potrebbero porsi in questi giorni. La prima sezione dell'ordine esecutivo definisce lo scopo dell'emendamento e la possibilità del suo utilizzo in tempi di pace: Sezione 101. Scopo. Il presente ordine delega le autorità ed indirizza le politiche di gestione delle risorse per la difesa nazionale ed i programmi sottoposti al Defense Production Act del 1950, come emendato. (b) valuta su basi continue la capacità dell'industria domestica e la base tecnologica per soddisfare le richieste in tempi di pace ed in tempi di emergenza nazionale, valutando specificamente l'utilizzo delle risorse più necessarie e le fonti di produzione, compresi subappaltatori e supplenti, materiali, manodopera qualificata, il personale tecnico e professionale; EVASION

La sezione seconda dispone ogni gabinetto dei rami dell'esecutivo ad ottenere il controllo su tutte le risorse. Per esempio, (4) il segretario dei trasporti rispetto a tutte le forme di trasporto civile; (6) il segretario del commercio rispetto a tutti gli altri materiali, servizi, e facilitazioni, inclusa la costruzione di materiali”. Nulla è tralasciato, persino l'acqua è inclusa! Cosa comporta questo per i cittadini? Gli agricoltori dovrebbero essere i primi ad allarmarsi. Sapere che il governo può letteralmente confiscare ogni fattoria ed ogni attrezzo su ordine del presidente è una prospettiva quantomeno inquietante. Nel passato, quando ordini simili sono stati invocati, i diritti costituzionali degli americani sono stati calpestati. Vi è una ragione per cui il Presidente Obama ritiene necessario emendare quest'ordine esecutivo? Forse sospetta un'imminente guerra esterna (contro Iran, Siria, Sudan, Uganda) oppure una guerra civile, tra le proteste di Occupy e quelle dei Tea Party? Se è così, Obama si sta assicurando che tale situazione non sfugga al suo controllo. L'ordine in questione è identico all'EO (executive order) 12919, firmato dal presidente Cinton il 7 Giugno 1994, che era a sua volta un emendamento all'EO 10789, voluto da Eisenhower nel 1958, e fu nuovamente emendato da Bush Jr. con l'EO 13286 del 2003. Nello specifico, l'ordine esecutivo di Obama assegna ai dipartimenti esecutivi ed alle agenzie responsabili dei piani e dei programmi relativi alla difesa nazionale cinque competenze: identificare le richieste per le emergenze; supportare la capacità industriale e tecnologica della nazione; 29


prepararsi allo sfruttamento di risorse necessarie e scarse in periodi di minaccia nazionale; rafforzare l'efficienza dell'industria di base per supportare la difesa nazionale;

È una produzione editoriale dell’Associazione Vibrazioni Lucane

favorire la cooperazione tra il commercio ed i settori della difesa. Ad oggi, la notizia ha goduto di ampia circolazione sui social networks, accolta dall'allarme in merito ad una possibile (o probabile) instaurazione della legge marziale. Tali timori -osservano alcunisarebbero infondati. Infatti, lo stesso Bush Jr, alla sigla dell'analogo provvedimento nel 2003, fu accusato di voler instaurare la legge marziale e sospendere le elezioni del 2004 e del 2008, ma nulla di questo accadde. Ad ogni modo, che l'ordine esecutivo di Obama rappresenti un preparativo di instaurazione della legge marziale o il semplice emendamento ad ordini esecutivi preesistenti, la notizia solleva in realtà un altro, vero problema di fondo. Come scrive Doug Mataconis di outsidethebeltway: il fatto che il Presidente degli Stati Uniti possa attualmente esercitare una tale potere sin dai tempi della Guerra di Corea e della Guerra Fredda è un riflesso di come il potere sia in realtà senza controllo. Il fatto che un ordine esecutivo come questo sia stato rilasciato un venerdì pomeriggio e sia stato largamente ignorato dai media tradizionali è un'indicazione di come sia facile per i politici manipolare le notizie. E l'idea che il governo abbia delle competenze come quelle indicate nel documento, anche se solo teoricamente, nella totale ignoranza del popolo americano, è un riflesso di quanto poco sappiamo di ciò che viene fatto nel nostro nome. L'illegittimità di decisioni come queste è molto più profonda di un ordine esecutivo relativamente innocuo. EVASION

PRODUZIONI VIDEO, COMUNICAZIONE, EVENTI… ::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

WWW.SIDERURGIKATV.COM Web-Tv di Video, Filmati, Eventi, Informazioni, Notizie dall’Italia e dal Vulture… con quattro redazioni da tutta Italia (500.000 contatti) Contatti ed Informazioni: e-mail: evasion.giornale@libero.it

Tel. 349.6711604

30


Evasion, notizie del libero pensiero