Page 47

LORETO

Panorama della città verso il mare

Che cosa vedere La Piazza della Madonna si apre all’estremità dell’asse principale dell’abitato come un vero e proprio spazio monumentale contornato dagli elementi architettonici che caratterizzano la città. Fa da sfondo, in un impatto scenico, la mole del Santuario. La Basilica che racchiude la Santa Casa è una costruzione rinascimentale, frutto della creatività e dell’ingegno dei più grandi architetti dell’epoca: Alberti, Giuliano da Sangallo,

Sagrestia, affreschi di Luca Signorelli

Francesco di Giorgio Martini, Bramante, Sansovino, Antonio da Sangallo il Giovane… Ciò che colpisce è soprattutto la cupola con un diametro di 22 metri - dimensione che la colloca al terzo posto in Italia - costruita da Giuliano da Sangallo in soli nove mesi (1500). Ma di certo emozionante nella sua spettacolarità è il rivestimento marmoreo della Santa Casa - ideato dal Bramante -, racchiusa nella basilica, che misura 610 metri quadrati e che vide impegnati per circa settanta anni oltre trenta tra architetti e scultori. E tanti illustri pittori, al contempo, si dedicarono alla decorazione delle varie parti del Santuario. Da ricordare Luca Signorelli, Melozzo da Forlì, Federico Zuccari e Cesare Maccari che rinnovò il ciclo pittorico della cupola (1890-1907) sostituendo i danneggiati affreschi del Pomarancio. Di quest’ultimo rimangono tuttavia le raffigurazioni delle scene della vita della Madonna, le immagini dei profeti e delle sibille visibili nella Sala del Tesoro. Sul sagrato la statua di Sisto V è opera di Antonio Calcagni, mentre le tre porte di bronzo

Piazza della Madonna, fontana

sono dovute a Antonio di Girolamo, Antonio Calcagni e Tiburzio Vergelli. La fontana al centro della piazza fu creata dall’illustre Carlo Maderno e dallo zio Giovanni Fontana che, per alimentare la fontana e sopperire alle esigenze dei pellegrini, nel 1620 vi condussero l’acqua mediante il lungo e monumentale "Acquedotto degli Archi". Del 1497 è il Palazzo apostolico, completato su disegno del Bramante, che racchiude la piazza su due lati. Interessanti le varie fortificazioni nate dall’esigenza di difendere il Santuario dalle scorrerie dei pirati che du-

45

Città sulla Via Lauretana  
Città sulla Via Lauretana  

http://www.via-lauretana.it

Advertisement