Page 23

CAMERINO

Panorama della città

Accanto alla chiesa si trova il Palazzo arcivescovile, con i suoi portici e le sue forme rinascimentali edificato nella seconda metà del ‘500 come la statua bronzea di Sisto V dovuta allo scultore camerinese Tiburzio Vergelli. Al suo interno è possibile visitare il museo arcidiocesano “Giacomo Boccanera”. Il Palazzo ducale è stato la dimora dei Varano; oggi è la sede dell’Università. Dal cortile rinascimentale, voluto da Giulio Cesare Varano, si accede agli eleganti loggiati e agli ambienti interni tra i quali meritano una visita le scuderie e le sale d’armi del 15° secolo. Mediante una bella scala elicoidale si può scendere all’Or-

Chiesa di S. Venanzio, lunetta

to botanico dell’Università per ammirare un’importante collezione di piante officinali e caratteristiche serre ricavate all’interno di alcune grotte che si aprono alla base delle mura. Palazzo Bongiovanni, di impianto rinascimentale, fu sede vescovile. All’interno si possono apprezzare le belle stanze decorate. Oggi è la sede del Comune di Camerino. L’ottocentesco Teatro “Filippo Marchetti” si presenta a ferro di cavallo con tre ordini di palchi e il loggione. Nel soffitto, dipinto dal tolentinate Francesco Ferranti, sono state rappresentate quattro scene dell’opera lirica Ruy Blas del Marchetti, mentre sopra il boc-

cascena, decorato con putti e ninfe, si trova l’apoteosi del musicista a cui il teatro fu intitolato nel 1881. Il complesso del Convento di S. Domenico, sviluppatosi tra il 13° ed il 16° secolo, ha subìto nel tempo diversi cambiamenti di destinazione. Ora è sede della Pinacoteca e Museo civici e del Polo Museale Unicam. La sezione archeologica raccoglie molti ed interessanti reperti databili dal paleolitico all’età romana. La Pinacoteca conserva opere di esponenti della scuola pittorica camerte del Quattrocento.

Duomo, arca di S. Ansovino

21

Città sulla Via Lauretana  
Città sulla Via Lauretana  

http://www.via-lauretana.it

Advertisement