Page 17

La difficile vita dei pellegrini

Serravalle di Chienti, chiesa di S. Lucia, Madonna di Loreto Sotto e nella pagina a fianco: tatuaggi dei pellegrini lauretani raffiguranti la Madonna di Loreto e il Bambino

Loreto, statua della Madonna nera posta sull'altare della Santa Casa

lunghi - non tutti i pellegrini provenivano dalle vicinanze del santuario - e si può immaginare quanto faticosi e pericolosi fossero considerando che le difficoltà erano moltiplicate per dieci, o per cento, o per mille. Pedro de Villa del Puerto de Santa Maria, scelto fra i marinai di Cristoforo Colombo per sciogliere un voto fatto alla Madonna di Loreto in occasione di una gravissima tempesta, nel 1493 partì addirittura dal Portogallo. I pellegrini viaggiavano preferibilmente di giorno perché in questo modo si aveva maggiore sensazione di sicurezza: i briganti e i ladri agivano infatti prevalentemente quando la luce diminuiva o regnava la notte: allora era meglio non farsi trovare per strada. Per tale motivo si preferiva anche viaggiare in gruppi più numerosi possibile per cui i pellegrini isolati non trovavano di meglio, lungo il viaggio, che unirsi a gruppi precostituiti, formati spesso da Confraternite religiose che avanzavano precedute dalle rispettive insegne. E così procedevano, pregando, cantando lodi al Signore, parlando, scambiandosi esperienze di viaggio e di vita. Si incrociavano dialetti e lingue diverse, si veniva a conoscenza di nomi di località mai sentiti prima, ci si scambiavano informazioni sui raccolti, sulle carestie, le pestilenze, sulla vita nel proprio villaggio per il quale la distanza aumentava la nostalgia. Si sapeva che lungo la strada avrebbero trovato anche brava gente che li avrebbe aiutati caritatevolmente e che avrebbero ricevuto buona accoglienza negli ospedali che sorgevano nei pressi della cerchia muraria dei paesi, spesso appena dentro. Chi aveva con sé un animale poteva ricoverarlo nel porticato annesso all’ospizio; quelli che

15

Città sulla Via Lauretana  
Città sulla Via Lauretana  

http://www.via-lauretana.it

Advertisement