Issuu on Google+


i copertina: in K Kenya, donne Rendille d Foto: Marta Venezia F

I V I AG G I D I M AU R I ZI O L E V I

L’

Essenza delViaggiare

Il catalogo partenze estive che, come di consueto, aggiorna il catalogo generale che abbiamo pubblicato nel mese di Settembre dell’anno scorso, è quest’anno particolarmente significativo. Oltre ai cambiamenti di carattere tecnico legati alle variazioni degli operativi aerei, alle oscillazioni delle valute (quest’anno fortunatamente il USD non è aumentato, ma addirittura leggermente diminuito) e agli inevitabili aumenti dei servizi in loco, abbiamo aggiunto dei nuovi viaggi, molto originali, che sicuramente soddisferanno le aspettative dei nostri viaggiatori. Abbiamo organizzato e confermato viaggi nei luoghi più insoliti del mondo: dalle foreste di West Papua ai vulcani dell’estremo oriente russo in Kamchatka; dai canyon del Mustang in Nepal a quelli delle Ande argentine; dal deserto dell’Oman alla calotta polare della Groenlandia. Siamo un tour operator che ha a cuore la qualità dei servizi che offre. Cerchiamo di prevedere tutti gli imprevisti che potrebbero verificarsi in corso di viaggio e ci impegniamo al massimo delle nostre possibilità per risolverli. Aerei che partono in ritardo con coincidenze perse, visti d’ingresso che arrivano all’ultimo minuto (ciò spesso dipende anche dalle iscrizioni al viaggio fatte all’ultimo minuto), vetture che si guastano, hotel in overbooking, tariffe aeree economiche che si esauriscono nel giro di poche ore, guide o accompagnatori che si ammalano poco prima che arrivi il gruppo… Le tasse aeree sono diventate sempre di più una voce importante del costo finale del viaggio. Ci sentiamo anche noi a disagio nel ricevere in continuazione comunicazioni dalle compagnie aeree di aumenti che hanno portato le tasse aeree, per certe destinazioni, a oltre € 500. Incredibile!!! Purtroppo non possiamo inglobarle nel prezzo del viaggio dato il loro costante aumento. Ascoltiamo, rispondiamo, ci adoperiamo, assistiamo i casi più complicati dei rimborsi assicurativi, sollecitiamo i fornitori locali dei servizi per avere le camere migliori e le auto più nuove, contrattiamo con le compagnie aeree per avere i posti garantiti con largo anticipo … e allo stesso tempo prepariamo i più stravaganti preventivi: dal viaggio in Mongolia con qualche giorno di estensione mare in Sri Lanka allo stop in Kenya dopo un tour in Australia. Il nostro lavoro è complesso e spesso sfibrante, al mattino presto si dialoga con gli operatori dei paesi asiatici e nel tardo pomeriggio con quelli del continente americano. Abbiamo quasi sempre i cellulari accesi per assistere i passeggeri in partenza, sabato e domenica compresi. Ci scusiamo in anticipo se non riusciamo sempre a soddisfare le esigenze dei nostri viaggiatori e a risolvere immediatamente gli eventuali problemi. Come sempre sarete seguiti in viaggio dai nostri accompagnatori italiani o dalle guide locali che abbiamo selezionato per la loro professionalità ed esperienza. Vi aiuteranno a gustare al meglio il viaggio scelto. Maurizio Levi e tutta l’equipe de “I Viaggi di Maurizio Levi”

2

Il presente catalogo è un aggiornamento del Catalogo Generale ed è valido fino al 30 Settembre 2011. Per Condizioni Generali e Coperture Assicurative, valgono quelle riportate sul Catalogo Generale. “Deserti - Viaggi e Spedizioni” Ottobre 2010-Settembre 2011. Le quotazioni sono state aggiornate sulla base del rapporto di cambio medio del mese di Marzo 2011: • USD/Euro = 0,71 • Rand/Euro = 0,100 • Yen/Euro = 0,0085 • Yuan/ Euro = 0,105 • Real Brasiliano/Euro = 0,40 • Australian Dollar/Euro = 0,70


Novità Estate 2011 17 ASIA CENTRALE

61 TURCHIA DELL’EST Un viaggio nella regione orientale, tra i resti di antiche civiltà lungo la costa del Mar Nero, le valli dell’Altopiano Anatolico, le rive del Lago Van e ai piedi del Monte Ararat e del Monte Nemrut

Attraverso il cuore dell’Asia più sconosciuta. La Valle di Fergana, le cime innevate del Pamir, gli insediamenti dei nomadi Kyrghisi e Tajiki, la sconosciuta Dushambe.

56 ZIMBABWE

38 ARGENTINA/CILE/BOLIVIA Gli spettacolari salares a 4.000 m, i vulcani, i funghi di pietra, i pueblos sperduti, le lagune colorate, il deserto d’alta quota e le “quebradas”.

Dalle splendide pitture rupestri delle Matopos Hills alle misteriose rovine di Great Zimbabwe, i selvaggi Parchi della valle dello Zambesi, il lago Kariba.

12 TRANSTIBETANA OVEST

55 KAOKOLAND (Namibia) La parte più selvaggia e spettacolare di questo meraviglioso paese ormai ben conosciuto nelle zone classiche. Una innovativa spedizione tra isolate tribù e paesaggi desertici.

Viaggio nelle sconosciute regioni dell’altopiano tibetano occidentale. Da Kathmandu a Kashgar attraverso il lago Manasarovar, il Monte Kailash e le rovine del Regno di Guge.

Asia 04 - Mongolia 09 - Cina 12 - Transtibetana Ovest 13 - Transiberiana Orientale 14 - Giappone 15 - Corea del Nord 16 - Kamchatka 17 - Asia Centrale 18 - Uzbekistan 19 - Via della Seta 20 - Indonesia 21 - Irian Jaya - West Papua 24 - Australia

India e dintorni 25 - Thailandia - Laos - Vietnam 26 - Birmania 27 - India 34 - Nepal 36 - Bhutan

Americhe 66 - Groenlandia 38 - Argentina 40 - Cile 41 - Bolivia 42 - Brasile 44 - Perù del Nord 45 - Messico

Africa Orientale & Australe 47 - Etiopia 48 - Uganda - Rwanda 49 - Tanzania 52 - Kenya 53 - Madagascar 54 - Namibia 56 - Zimbabwe 57 - Botswana

Medio Oriente 24 AUSTRALIA

46 MESSICO CENTRALE Un itinerario fuori dalle rotte turistiche sulle tracce degli indios Totonachi, tra sconosciuti siti archeologici, mercati, foreste, vulcani e cactus.

Spedizione nella regione delle Kimberley, una delle aree più selvagge dell’Australia. Dalle terre aborigene di Cape Laveque al Kakadu National Park.

58 - Libano 59 - Oman e Isola di Masirah 60 - Iran 61 - Turchia Orientale

Africa Nera 62 - Mali, Timbuctù 63 - Ghana - Togo - Benin

Sahara 64 - Marocco

TEMPI DI PRENOTAZIONE È importante sapere che, a causa dei sempre più ristrettivi vincoli imposti dalle compagnie aeree, le disponibilità e le tariffe vengono mediamente garantite fino a 45 giorni dalla partenza e fino a 60 giorni nei periodi di alta stagione. Pertanto una vostra prenotazione effettuata entro tali termini aiuta a dare maggiore garanzia alle quote di viaggio proposte, evitando possibili supplementi per prenotazioni dopo tali scadenze. 3


Mongolia Viaggio di 13 giorni attraverso le vallate, le praterie e il deserto (in hotel e gher)

Nella terra di Gingis Khan Itinerario day by day: 1°-2° Italia, Ulaan Baatar; 3° Parco Hustain Nuruu, Karakorum; 4°-5° Valle di Orkhon, Ongiin Hiid; 6°-8° Bayan Zag, dune di Khongorin; 9°-10° Valle di Yol, Dalanzagad; 11° Ulaan Baatar; 12°-13° Partenza e arrivo in Italia.

Un viaggio attraverso un paese spettacolare e selvaggio, ma con un ottimo confort (tutti i pernottamenti nelle suggestive gher, le grandi tende mongole arredate con letti e mobili) e con automezzi fuoristrada moderni ed efficienti. Dalla capitale Ulaan Baatar che offre interessanti musei e templi buddhisti, attraverso la parte centrale del paese fino a Karakorum e il grande monastero di Erdene Zuu, il più importante della Mongolia. Poi la splendida vallata di Orkhon tra praterie e rocce nere di origine vulcanica. Continui incontri con i nomadi mongoli, le loro gher sparse nelle praterie e i

4

branchi di cavalli. Le grandi dune del deserto di Gobi, nell’estremo sud del paese, il sito di Bayan Zag, dove furono scoperti i resti di interi dinosauri tra le rocce rosse dette appunto “rupi fiammeggianti” e la valle di Yol, situata nel Parco Nazionale, dove si possono incontrare gli argali e avvistare numerose aquile. Tanti aspetti interessanti, ma vero elemento predominante di questo viaggio è una natura grandiosa e primordiale. Tutti i gruppi sono accompagnati dai nostri esperti tour leader italiani. Si utilizzano vetture tipo Toyota Land Cruiser e gher per 2 persone.

Date di partenza 2011

Quota di partecipazione da Milano:

Giu Lug Ago Set

10-14 partecipanti € 2.780 8-9 partecipanti € 2.880 (*) partenza in occasione del Naadam durata 12 gg + € 90 (a) Suppl. alta stagione aerea € 120 Suppl. Sgl. € 270

12 10(a)(*) 6(a) e 20 7


Mongolia Viaggio di 16 giorni attraverso il deserto di Gobi e le praterie dell’altopiano mongolo (in hotel, gher e 4 notti in tenda).

Deserto e nomadi dell’Asia centrale Itinerario day by day: 1°-2° Italia, Ulaan Baatar; 3°-5° Gobi Centrale, Bayan Zag, Valle di Yol; 6°-8° Sud Gobi, dune di Khongorin, Kherman Tsaw; 9°-10° Lago Orog, Shargaljiuut Springs; 11°-12° Orkhon Valley, Karakorum; 13°-14° Parco Hustain Nuruu, Ulaan Baatar; 15°-16° Partenza e arrivo in Italia.

Ancora non scoperta dal turismo, la Mongolia è una terra per viaggiatori. Uno dei paesi più sconosciuti dell’Asia centrale abitato prevalentemente da nomadi sparsi tra steppe, deserti e montagne. Un paesaggio infinito, dolce e quasi malinconico tra il verde tenero delle sterminate praterie, il giallo ocra delle enormi dune e il nero delle formazioni rocciose di origine vulcanica, viaggiando con comode e moderne fuoristrada. Gli incontri con i cavalieri nomadi, eredi del mitico Gengis Khan e il fascino di passare la notte negli accampamenti dormendo nelle

gher. Tra le dune del deserto di Gobi e le carovane di irsuti cammelli a due gobbe. Kharakorum, l’antica capitale, il monastero di Erdene Zuu circondato da possenti mura, la valle delle aquile, le scenografiche formazioni rocciose rosse di Bayanzag e quelle sconosciute di Kerman Tsaw nel profondo Gobi, la splendida e verdissima valle di Orkhon tra rocce vulcaniche, fiumi e cascate, i cavalli selvaggi… e a Luglio la fantastica festa del Naadam. Tutti i gruppi sono accompagnati dai nostri esperti tour leader italiani. Si utilizzano vetture tipo Toyota Land Cruiser e gher per 2 persone.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano:

Giu Lug Ago Set

10-14 partecipanti € 3.240 8-9 partecipanti € 3.340 (*) Partenza Naadam Festival, durata 15 gg + € 90 (a) Suppl. alta stagione aerea € 120 Suppl. Sgl. € 250

9 10(a)(*) 6(a) e 17 3

5


Mongolia Viaggio di 19 giorni dal deserto di Gobi al lago Khovsgol (in hotel e gher).

Dal deserto alla foresta Itinerario day by day: 1°-2° Italia, Ulaan Baatar; 3°-5° Gobi Centrale, Bayan Zag, Valle di Yol; 6°-8° Dune di Khongorin, Ongiin Hiid, Orkhon Valley; 9°-10° Karakorum, Tsenker Hot Springs; 11°-13° Vulcano Khorgo/Terkhiin, Moron; 14°-16° Lago Khovsgol, Moron; 17° Ulaan Baatar; 18°-19° Partenza e arrivo in Italia.

Un paese affascinante, ancora incontaminato, dove si respira l’aria degli ambienti primordiali nei quali era l’uomo che doveva adattarsi alla natura selvaggia. Grandi spazi, praterie, montagne, dune, laghi, vulcani, incontri con i solitari nomadi nelle loro tende, monasteri buddhisti e tanto altro. Questo itinerario vuole offrire una visione completa di tutti gli ambienti della Mongolia. Da Ulaan Baatar verso sud fino alle alte dune gialle del deserto di Gobi frequentate da nomadi che allevano cammelli, poi con un percorso che attraversa le verdi praterie ondulate punteggiate dai piccoli accampamenti

6

di nomadi con le loro gher dove si incontrano grandi mandrie di cavalli, si raggiungono le montagne della parte centrale del paese e il grande monastero di Erdene Zuu. Proseguendo verso l’estremo nord al confine con la Siberia, si passa attraverso una regione di coni vulcanici e si raggiunge il grande lago Khovsgol, dall’acqua di un azzurro cristallino, fitte foreste ed altre etnie nomadi. Un viaggio nello spazio, ma anche nel tempo. Tutti i gruppi sono accompagnati dai nostri esperti tour leader. Si utilizzano vetture tipo Toyota Land Cruiser e gher per 2 persone.

Date di partenza 2011

Quota di partecipazione da Milano:

Giu 26 Ago 3(a)

10-14 partecipanti € 3.660 8-9 partecipanti € 3.770 (a) Suppl. alta stagione aerea € 120 Suppl. Sgl. € 390


Mongolia Spedizione di 21 giorni attraverso l’ovest del paese (in hotel, gher e tenda).

Dal deserto ai monti Altaj Itinerario day by day: 1°-3° Italia, Ulaan Baatar; 4°-6° Karakorum, Orkhon Valley, Taikhar; 7°-8° Vulcano Khorgo/ Terkhiin, Monti Otgontenger; 9°-11° Dune Bor Hyarin, Khyargas, Lago Achit, Olgiy; 12°-15° Altay Tavan Bogd; 16°-18° Khurgan, Khoton, Tolbo, Khovd; 19° Ulaan Baatar; 20°-21° Partenza e arrivo in Italia.

Una spedizione inedita nella parte centrooccidentale del paese fino all’estremo confine con Cina e Russia. Attraverso gli estesi e spettacolari paesaggi delle province di Arkhangai e Zavkhan. L’incontro con i fieri nomadi mongoli che vivono nelle isolate tende, punti bianchi nelle immense praterie, allevando yak, capre e cavalli. Il massiccio di Otgon Tenger Uul, la cima più elevata della catena montuosa del Khangai Nuruu, venerato dai mongoli come luogo abitato dagli dei. La vasta area desertica con i cordoni di dune di Bor Khyarin Els e Mongol Els, che custodi-

scono piccoli laghi salati. Poi si raggiungono le vallate dei monti Altaj circondate da vette perennemente innevate che superano i 4.000 m. e dove si trovano gli sperduti accampamenti dei kazaki, una differente etnia che vive di nomadismo e caccia, addestrando le aquile a questo scopo. Un viaggio-scoperta per grandi viaggiatori che vogliono esplorare una delle ultime zone sconosciute e selvagge dell’Asia e incontrare popolazioni con usi e costumi differenti. Tutti i gruppi sono accompagnati dai nostri esperti tour leader italiani. Si utilizzano vetture tipo Toyota Land Cruiser e gher per 2 persone.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano:

Giu 10(*) Lug 14(a)(*) Ago 3(a)

10-14 partecipanti € 3.840 8-9 partecipanti € 3.950 (a) Suppl. alta stagione aerea € 120 (*) Durata 20 giorni Suppl. Sgl. € 230 7


Mongolia Spedizione di 12 giorni attraverso il Parco Tavan Bogd (in hotel, gher e tenda).

Festival delle Aquile sui Monti Altaj Itinerario day by day: 1° -2° Italia, Ulaan Baatar; 3°-6° Volo per Olgiy, i Monti Altay; 7°-8° Festival delle Aquile; 9° Olgiy, Lago Tolbo, Khovd; 10°-11° Ulaan Baatar; 12° Partenza e arrivo in Italia.

Lo straordinario ed unico incontro dei cacciatori kazaki nei loro tradizionali costumi in occasione della più importante festa che si tiene ogni anno nel mese di ottobre tra gli spettacolari Monti Altaj, nell’estremo ovest del paese. Le esibizioni delle aquile utilizzate abitualmente per cacciare animali da pelliccia come lupi, volpi, marmotte e zibellini; il Buskashi, la competizione dei cavalieri per il possesso di una pelle di capra. Queste e molte altre curiose e incredibili usanze di un popolo che utilizza da sempre

8

il cavallo. Ci si addentra poi tra le selvagge vallate del Parco Nazionale di Tavan Bogd, ai confini con Cina e Russia. Praterie costellate di scenografici laghi e limitate all’orizzonte da catene montuose perennemente innevate. Tombe a tumulo in pietra risalenti al periodo degli Unni, e numerosi balbal turchi, le stele funerarie scolpite in forma di uomo. Ma soprattutto i nomadi kazaki che all’inizio dell’inverno scendono a valle con le numerose mandrie di yak, pecore, capre e cavalli, e che trasportano le gher e le vettovaglie con piccole carovane di cammelli.

Date di partenza 2011

Quota di partecipazione da Milano:

Set

10-14 partecipanti € 3.480 con guida locale e accompagnatore italiano 8-9 partecipanti € 3.580 con guida locale e accompagnatore italiano Suppl. Sgl. € 230

25


Cina del Nord Viaggio di 19 giorni attraverso il Sichuan e il Gansu (in hotel).

La via del tè e dei cavalli Itinerario day by day: 1°-2° Italia, Chengdu; 3°-4° Kangding, Danba; 5°-6° Luho, Baiyu; 7°-9° monastero di Kathok, Dege; 10°-12° Garze, Seda, Maer’kang; 13°-15° Hongyuan, Zoigè, il monastero di Langmusi; 16° Il monastero di Labrang; 17° Binglingsi, Lanzhou, 18° Pechino; 19° Partenza e arrivo in Italia.

Un avvincente viaggio in una regione selvaggia e poco frequentata. Il percorso inizia da Chengdu, capitale del Sichuan, regno delle foreste abitate dal panda gigante. Prosegue tra i panorami mozzafiato delle sacre vette del Kham e dell’Amdo (che superano i 6.000 m), lo storico regno tibetano, lungo l’antica via commerciale del tè e dei cavalli. Per secoli i mercanti tibetani hanno barattato erbe, lana e soprattutto mattonelle di tè con prodotti cinesi. Lungo il percorso si incontrano numerosi monasteri buddhisti intrisi di misticismo, non frequentati dal turismo di massa come in altre regioni della Cina. Nel mese di Agosto è prevista la

partecipazione allo straordinario Festival di Kathok. Si aprono quindi i grandiosi paesaggi dell’altopiano, sterminate praterie ondulate, punteggiate dalle tende bianche e nere dei nomadi golok che si spostano con le mandrie di yak alla ricerca dei pascoli estivi. Si raggiunge poi, nella provincia del Gansu, il villaggio rurale di Langmusi, incastonato tra boschi e vette innevate e circondato dagli edifici rossi e bianchi degli innumerevoli monasteri. Infine il monastero di Labrang, il più grande istituto lamaista, per dimensioni e importanza, di tutto l’altopiano tibetano. Tutti i gruppi sono accompagnati dai nostri esperti tour leader italiani.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano:

Giu Lug Ago Set

10-14 partecipanti € 3.980 con guida locale e ns accompagnatore (a) Suppl. alta stagione aerea € 340 (*) partenza in occasione del Festival di Kathok, durata 20 gg Suppl.Sgl. € 535

7 12 1 (a)(*) 6

9


Cina del Sud Minoranze etniche e paesaggi del Guanxi e dello Yunnan. 16 giorni, tutto in hotel.

Le minoranze etniche Itinerario day by day: 1°-3° Italia, Guilin, Yangshuo; 4°-5° Il fiume Li, Longsheng, Guilin, Kunming; 6°-9° Yunnan: Yuanyang, Janshui, Kunming; 10°-12° Lijiang e dintorni; 13°-15° Gola del Salto della Tigre, Zhongdian, partenza; 16° Arrivo in Italia.

Un affascinante viaggio che offre il giusto equilibrio tra arte, cultura, popolazioni e paesaggi. Il paesaggio incantevole di Guilin e Yangshuo, nella provincia del Guangxi, caratterizzato dalle bizzarre formazioni carsiche ricoperte da una lussureggiante vegetazione. I fiumi Yulong e Li, dove a bordo delle tipiche zattere di bambù si può assistere alla pesca con i cormorani. Longsheng, la più spettacolare regione di risaie a terrazzamenti della Cina. Poi in volo a Kunming e proseguimento via terra per Yuanyang per avvicinare le minoranze etniche dello Yunnan del sud: gli Yi, i Dai, i Miao, gli Hani. L’antica cittadina di Janshui, un museo

10

all’aperto, famosa per i suoi numerosi ponti ad arco. Si prosegue in volo per Lijiang, dove non si può fare a meno di rimanere incantati dalla raffinata bellezza architettonica che rimanda l’immaginazione alla sospirata Cina di un tempo. L’etnia Naxi e la cultura sciamanica. La spettacolare Gola del Salto della Tigre lungo il fiume Yangtze. Zhongdian, la mitica Shangri-La, immersa tra il blu del cielo e le vette innevate e per finire Songzanlin Sì, il più importante monastero buddhista della Cina sudoccidentale, arroccato sulle pendici himalayane. Tutti i gruppi sono accompagnati dai nostri esperti tour leader italiani a partire da 10 partecipanti.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano / Roma:

Mag Giu Lug Ago Set Ott

10-14 partecipanti € 3.380 con guida locale e ns accompagnatore 8-9 partecipanti € 2.970 con guida locale di lingua inglese 5-7 partecipanti € 3.180 con guida locale di lingua inglese (a) Suppl. alta stagione aerea € 340 Suppl.Sgl. € 460

14 11 9 6(a) 3 8


Cina Deserti Spedizione di 17 giorni attraverso le sconosciute regioni della Mongolia Interna e dello Xinjiang (in hotel, 3 notti in tenda).

I deserti della Via della Seta Itinerario day by day: 1°-3° Italia, Pechino, Lanzhou; 4°-5° Wuwei, Zhangye, Alashanyouqi; 6°-9° Spedizione nel deserto di Badan Jaran, Ejina; 10°-11° Khara Khoto, Jiayuguan; 12°-13° Yulin, Dunhuang; 14°-15° Turpan, Jaohe, Gaochang, Bezeklik; 16° Urumqi, Pechino; 17° Partenza e arrivo in Italia. 16° Arrivo in Italia.

Il viaggio ripercorre in parte il ben noto corridoio del Hexi nel Gansu, il ramo principale della Via della Seta. Poi però si spinge in una delle zone meno conosciute e più misteriose della Mongolia Interna cinese: lo sperduto altopiano del GobiAlashan con lo straordinario deserto di Badan Jaran. Questo impenetrabile deserto è caratterizzato da vere e proprie montagne di sabbia, dune gigantesche che spesso arrivano a 500 m. di altezza e che incastonano, come gemme, numerosi laghi di acqua dolce e salata. Le antiche piste carovaniere passavano ai margini dell’Alashan e anche i più importanti esploratori come lo svedese Hedin

o i russi Przewalskij e Kozlov, che a cavallo del secolo si erano proposti di cancellare le ultime macchie bianche dalle carte dell’Asia Centrale, non osarono addentrarvisi. Una vera e propria spedizione in 4x4 nel deserto per raggiungere le rovine della mitica Khara Khoto, la “Città Nera”, capitale del regno perduto dei Tanguti, assediata e distrutta dai mongoli di Gengis Khan e ora inghiottita dal deserto. Il viaggio prosegue con la visita delle grotte buddhiste di Yulin e Dunhuang e infine la zona di Turpan con le città morte di Jaohe e Gaochang. Un’esperienza davvero unica e indimenticabile!

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano / Roma:

Giu Lug Ago Set

10-14 partecipanti € 4.480 con guida locale e ns accompagnatore (a) Suppl. alta stagione aerea € 340 Suppl.Sgl. € 390

16 7 6(a) 15

11


Transtibetana Ovest Spedizione di 22 giorni attraverso le sconosciute regioni dell’altopiano tibetano occidentale (in hotel, guest house e tenda).

Kathmandu-Monte Kailas-Kashgar Itinerario day by day: 1°-3° Italia, Kathmandu; 4°-6° Nyalam, Lago Peiku-Tso, Saga, Paryang; 7°-8° Lago Manasoravar, Darchen; 9°-11° Trekking Monte Kailash; 12°-13° Zanda, Tsaparang: il Regno di Guge; 14°-15° Ali, Rutok, Domar; 16°-17° L’Aksai Chin, Dahongliutan, Mazar; 18°-20° Yecheng, Yarkand, Kashgar; 21° Pechino; 22° Italia.

Viaggio-spedizione nel Tibet occidentale (Ngari): il “Tetto del Mondo”. Un vasto territorio di frontiera situato in uno degli angoli più remoti dell’Asia, scarsamente popolato e con un’altitudine media di oltre 4.500 m.. Da Katmandhu a Kashgar, lungo la via meridionale, attraverso sconfinate distese di steppa gialla e desertiche lande di sabbia, tra la catena montuosa dell’Himalaya a sud e gli immensi laghi dell’altopiano del Changtang a nord. Lo spettacolare lago turchese di Peiku-Tso; il venerato lago Manasarovar che, con le sue acque color blu zaffiro, le sponde sabbiose e le cime innevate

12

sullo sfondo, offre uno scenario mozzafiato; il trekking intorno alla sacra vetta del Monte Kailash insieme ai pellegrini che intraprendono il percorso per purificarsi da tutti i peccati; i sorprendenti resti dell’antico e sconosciuto regno buddhista di Guge a Tsaparang… Poi si continua verso nord, oltre Ali, attraverso l’altopiano dell’Aksai Chin e tra le catene montuose del Karakorum a ovest e del Kunlun a Est. Si giunge infine a Kashgar, nello Xinjiang, per la visita dell’animatissimo bazar domenicale che richiama tutte le etnie della regione: Uiguri, Tadjiki, Kirghisi.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano / Roma:

Lug 5 Ago 2(a)

10-14 partecipanti € 4.780 con nostro accompagnatore (a) Suppl. alta stagione aerea € 180 Suppl.Sgl. € 530


Transiberiana Orientale Viaggio di 18 giorni attraverso la Siberia lungo la mitica BAM (linea Baikal-Amur) (in hotel e 5 notti in treno).

Da Vladivostok al Lago Baikal Itinerario day by day: 1°-2° Italia, Mosca; 3°-5° Vladivostok, la riserva della tigre siberiana; 6° Khabarovsk; Irkutsk, Lago Baikal, Listvyanka, Isola Olkhon; 7°-8° Ulan Ude, monastero di Ivolginsk; 7°-10° Linea BAM: Komsomolsk-Tynda-Severobaikalsk; 11°-12° Ulan Ude 13°-14° Irkutsk, Lago Baikal, Listvyanka; 15°-17° Isola Olkhon, Irkutsk; 18° Partenza e arrivo in Italia.

La Transiberiana, la linea ferroviaria più lunga del mondo (9.289 km), collega Mosca a Vladivostok attraversando gli immensi spazi della Siberia e dell’ Estremo Oriente russo. Il nostro viaggio si concentra su uno dei due rami orientali della ferrovia e propriamente sulla linea BAM (Baikalo-Amurskaya-Magistral). Iniziata negli anni ’30 e terminata nel 1991, la BAM è stata definita “Progetto Eroico del XX Secolo” perché in buona parte costruita in un territorio di taiga vergine e catene montuose. Da Mosca in volo a Vladivostok sulla costa del Pacifico, vivace città che conserva sugge-

stivi nuclei storici dell’epoca zarista. Escursione alla Riserva della Tigre Siberiana di Gaivoron. In aliscafo lungo il fiume Amur per Khabarovsk. Si procede in treno lungo la BAM per le remote città di Komsomolsk, Tynda, e Severobaikalsk. Poi in volo a Ulan Ude, la bella capitale della Repubblica dei Buriati, con una popolazione di origine mongola e di religione buddhista. E infine Irkutsk con il Lago Baikal, una distesa cristallina di acqua azzurra, che contiene un quinto della riserva d’acqua dolce del pianeta. Tutto questo in una delle zone meno turistiche della Russia.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano / Roma:

Lug 10 e 31(a) Ago 21

10-14 partecipanti € 5.740 con nostro accompagnatore 8-9 partecipanti € 5.950 con nostro accompagnatore (a) Suppl. alta stagione € 180 Suppl. Sgl. Hotel € 590 Scompartimento treno uso singola € 1.440 13


Giappone Viaggio di 14 giorni tra templi e natura nella tradizione del Giappone moderno (in hotel, ryokan e monastero).

Cipango, il paese dai tetti d’oro Itinerario day by day: 1° Partenza; 2°-3° Tokyo; 4°-5° Hakone, Takayama; 6° I villaggi tradizionali di Shirakavago, Gokayama e Kanazawa; 7°-8° Hiroshima, Isola di Miyajima; 9°-10° Kurashiki, Kyoto; 11° Uji, Nara, Kyoto; 12°-13° Monte Koya, Osaka; 14° Partenza e arrivo in Italia.

Il Giappone ha affascinato un numero incalcolabile di avventurieri fin da quando Marco Polo, nel XIII secolo, fece scoprire al mondo “Cipango il paese dai tetti d’oro”. Sebbene il Giappone dei nostri giorni non sia più l’eldorado del passato, esercita ancora un fascino irresistibile. Tokyo, l’energica capitale, considerata una delle più moderne e popolose metropoli del mondo. Il Parco Nazionale di Fuji-Hakone-Izu, con la sua cornice di montagne dominate dal Monte Fuji. Shirakawago e Gokayama, paesini di montagna immersi in un paesaggio rurale che sembra

uscito direttamente dall’antichità giapponese. L’isola di Miyajima con il Santuario Itsukushima che nei momenti di alta marea sembra galleggiare sul mare. Kyoto e Nara, le antiche capitali che custodiscono tesori inestimabili e tradizioni mai decadute. I templi del monastero buddhista Shingon sulla vetta del Monte Koya. Tutto questo e tanto altro viaggiando anche in shinkansen, i “treni proiettile” che raggiungono i 270 km/h e dormendo alcune notti nei ryokan, i tipici alberghi giapponesi. Preparatevi a un’esperienza di viaggio molto particolare!

NON VOLEVAMO TOGLIERE L’IDEA DI UN VIAGGIO IN UN PAESE DALLA CULTURA MILLENARIA E ORIGINALE, MA LA SITUAZIONE ATTUALE CI SCONSIGLIA DI PROPORRE PARTENZE PER L’ESTATE. SPERIAMO TUTTO SI RISOLVA PER IL MEGLIO E CI AUGURIAMO CHE IL PROSSIMO ANNO MOLTI DI VOI POSSANO REALIZZARE IL SOGNO DI UN VIAGGIO NEL PAESE DI CHIPANGO.

14


Corea del Nord Viaggio di 12 giorni nella sconcertante realtà di un paese isolato e chiuso in se stesso (in hotel).

Un mondo a parte Itinerario day by day: 1°-2° Italia, Pechino, 3°-4° Pyongyang; 5° Panmujion: confine Corea del Nord / Corea del Sud, Kaesong, l’antica capitale; 6°-7° La West Sea Barrage, Nampho,i Monti Myohyang; 8°-9° I Monti Myohyang; Pyongyang; 10°-11° Treno per Pechino e volo per l’Italia; 12° arrivo in Italia

Un paese assolutamente chiuso al mondo esterno, rimasto fermo ai tempi della Russia stalinista, che permette un vero e proprio viaggio nel tempo. Un sistema completamente diverso dal nostro, che non può non suscitare curiosità nella mente di un appassionato di viaggi. Si raggiunge la capitale Pyongyang con un volo via Pechino. Ciò che colpisce sono i numerosi ritratti del “Grande Leader”,gli enormi monumenti commemorativi con falci e martelli: schiere di contadini e soldati al seguito di immense bandiere, gli onnipresenti striscioni e slogan politici, la mancanza di cartelloni pubblicitari. Da Pyongyang a Panmujom, la Linea

di Demarcazione Militare tra Corea del Nord e Corea del Sud, lungo il 38° parallelo, con la sala dei colloqui di pace e il famoso tavolo rigorosamente diviso in due parti identiche. Kaesong, l’antica capitale della Corea, con la scuola confuciana contenente i reperti dell’antica dinastia Koryo. I paesaggi idilliaci del Parco Naturale dei Monti Myohyang, con imponenti foreste, cascate, rocce e piante millenarie. Tanta gente, dai bambini agli anziani, pronta a manifestare la propria amicizia. In alcune partenze sii avrà l’occasione di assistere alle colossali e incredibili sfilate e manifestazioni legate ai festeggiamenti locali.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano:

Giu 15 Lug 6 Ago 6(a)(*), 17(m)(*) e 31(*) Ott 5 (*) Partenze in occasione della festa dell’Arirang

13-15 partecipanti € 3.340 10-12 partecipanti € 3.640 8-9 partecipanti € 3.940 (m) Suppl. media stagione aerea € 140 (a) Suppl. alta stagione aerea € 240 Suppl. Sgl. € 550 15


Kamchatka Viaggio di 15 giorni nella straordinaria natura dell’estremo oriente russo (in hotel, guest house e tenda, con ecursioni in elicottero)

La penisola dei vulcani Itinerario day by day: 1°-2° Italia, Mosca, Petropavlovsk; 3° Valle dei Geyser; 4°-6° Cascate Viluchinsky, Vulcano Mutnovsky, Paratunka; 7°-8° I villaggi di Milkovo e Esso; 9°-10° I nomadi Eveni; 11°-12° Petropavlovsk, la Baia di Avacha; 13° I salmoni e gli orsi del lago Kurilskoye; 14° Petropavlovsk, 15° Partenza e arrivo in Italia.

Situata nella parte nord-orientale della Federazione Russa, la penisola di Kamtchatka fa parte di quell’area conosciuta come “Anello di fuoco del Pacifico”. Dei suoi circa 200 vulcani, evidente espressione dello scontro tettonico tra la zolla del Pacifico e quella dell’Eurasia, una trentina sono quelli considerati attivi. La Kamchatka rappresenta un vero paradiso per chi ancora cerca la nuova frontiera. Terra di contrasti, propone paesaggi straordinari: dai vulcani fumanti ai ghiacciai, dalle bollenti sorgenti d’acqua termale ai fiumi dalle acque fresche e brulicanti di salmoni, dalle foreste

16

che ricoprono almeno un terzo della superficie della penisola alla tundra artica delle zone settentrionali. Cammineremo all’interno del cratere del Vulcano Mutnovsky in un ambiente da “Viaggio al centro della Terra”. Esploreremo in barca le coste della Baia di Avacha alla ricerca delle colonie di leoni marini e di uccelli. In elicottero raggiungeremo la Valle dei Geyser e poi più a nord nella tundra un accampamento di nomadi Eveni, allevatori di renne. Osserveremo gli orsi intenti nella caccia ai salmoni lungo le rive del Lago Kurilskoye. Nostro accompagnatore italiano nelle date programmate.

Date di partenza 2011

Quota servizi in loco:

Lug 15 Ago 10, 22(*) e 26(**)

Partenze di gruppo con accompagnatore dall’Italia: 12-14 partecipanti € 3.730 / 10-11 partecipanti € 4.050 8-9 partecipanti € 4.580 Partenze in gruppi (max 16 partecipanti) di nazionalità mista con guida locale in inglese: (*) Partenza speciale “orsi” durata 11 giorni € 3.440; (**) Partenza speciale “orsi” durata 18 giorni € 4.760 Tariffe voli: a partire da € 1.150 + tasse


Asia Centrale 16 giorni attraverso l’ex Asia sovietica tra i monti e i nomadi del Pamir (in hotel, guest house e yurta).

Uzbekistan, Tajikistan, Kyrghizistan Itinerario day by day: 1°-2° Italia, Tashkent, Tajikistan, Khojand; 3°-4° Istaravshan, Dushambe; 5°-11° Verso il Pamir: Kalaikhum, Khorog, Ishkashim, Langar, Bulunkul, Alichur, Murgab; 12°-13° Lago Karakul, Kyrghizistan, Sary Tash, Osh; 14° Uzbekistan, Adijan, Ferghana; 15° Kokand, Tashkent; 16° Italia.

Questo straordinario viaggio si sviluppa attraverso tre delle cinque repubbliche indipendenti sorte in Asia Centrale nel corso del 1991, conseguentemente al crollo dell’ex Unione Sovietica. Perno geopolitico e immenso serbatoio di riserve naturali, l’Asia Centrale ammalia i viaggiatori amanti dell’avventura con territori immensi e ricchi di fascino storico, artistico e naturale, dove avvennero per secoli fittissimi scambi commerciali e religiosi tra i popoli Uzbeki, Kazaki, Kyrghizi, Turkmeni e Tagiki. Dushambe, la più bella capitale centroasiatica; il fiume Pianji, l’Oxus delle fonti classiche, che segna il con-

fine con l’Afganistan; il Corridoio di Wakhan, uno dei rami più frequentati della Via della Seta, nonché scenario del “Grande Gioco” tra Gran Bretagna e Russia agli inizi del XX secolo; i pastori nomadi kyrghizi, che migrano attraverso i “jailo”, i pascoli estivi d’alta quota, con mandrie di yak e capre; la mitica Valle di Fergana… ma soprattutto il Pamir, noto localmente con il nome di Bam-i-Dunya, il “Tetto del Mondo”. Un viaggio che richiede un certo spirito di adattamento, in una delle aree meno turistiche di tutta l’Asia. Tutti i gruppi sono accompagnati dai nostri esperti Tour Leader.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano / Roma:

Lug 7 Ago 2(*) e 18

10-14 partecipanti € 3.370 8-9 partecipanti € 3.550 (*) Durata viaggio 18 giorni, suppl €. 220 Suppl. Sgl. € 280 / 350

17


Uzbekistan Viaggio di 12 giorni tra mitiche città, mercati e villaggi di montagna (in hotel).

Nel cuore dell’ Asia Centrale Itinerario day by day: 1°-3° Italia, Tashkent, Samarkanda; 4°-5° Il mercato di Urgut, Shakhrisabz, Langar; 6°-7° Bukhara; 8° Bukhara: escursione a Paikand e Chor Bakr; 9°-10° Khiva; 11° Urgench, Tashkent; 12° Partenza e arrivo in Italia.

Nel cuore dell’Asia Centrale, l’Uzbekistan è da sempre un crocevia di popoli e culture differenti che hanno lasciato un ricchissimo patrimonio architettonico e artistico che evoca Gengis Khan e Tamerlano, miti affascinanti per i viaggiatori. Samarcanda città-leggenda dove si respira l’atmosfera grandiosa della Via della Seta e si rimane incantati davanti alle splendide moschee; Bukhara, città-antica, le cui stradine polverose, i palazzi e i caravanserragli nascosti ricordano gli importanti commerci del passato; Khiva città-museo raccolta all’interno della cinta di mura e perfettamente

18

conservata, considerata la città più bella del paese; Shakhrisabz, città natale di Tamerlano. Ma il nostro itinerario non prevede solo la visita delle città monumentali, ma va anche alla ricerca del contatto con la vita locale: come ad esempio il grande mercato della domenica di Urgut, che richiama orde di visitatori dalle campagne circostanti spesso con i loro caratteristici abbigliamenti, o il remoto villaggio di montagna di Langar, dove i ritmi di vita sono fermi nel tempo. Ottime guide locali di lingua italiana e nostro accompagnatore a partire da 10 partecipanti.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano / Roma:

Giu Lug Ago Sett Ott

10-14 partecipanti € 2.180 con accompagnatore italiano 8-9 partecipanti € 1.960 con guida locale di lingua italiana Suppl. Sgl. € 250

16 14 4 e 18 1 e 15 6 e 20


Via della Seta 23 giorni attraverso Cina, Kyrghizistan e Uzbekistan (in hotel, 1 notte in yurta).

Dalla Cina all’ Uzbekistan Itinerario day by day: 1°-2° Italia, Lanzhou; 3°-4° Binglingsì, Labrang; 5°-6° Ta’er, Zhanghye; 7°-8° Jayuguan, Dunghuang; 9°-11° Turpan, Urumqi; 12°-14° Kashgar, Lago Karakul; 15° Torugart Pass, Naryn; 16°-18° Lago Songkol, Bishkek, Tashkent; 19°-20° Samarkanda; 21°-22° Sentyab, Tashkent: 23° Partenza e arrivo in Italia.

Un viaggio lungo l’antica Via della Seta è un viaggio tra storia e leggenda. Dalla capitale dell’Impero Celeste, alle province del Gansu e del Qinghai con gli antichi monasteri tibetani ricchi di tradizioni e religiosità. Le grotte di Binglingsi sul fiume Giallo; i monasteri di Labrang e Ta’er; il “Buddha dormiente” di Zhangye; Jayuguan, l’ultimo baluardo della Grande Muraglia; le grotte di Mogao a Dunghuang. Le rovine delle città morte nei pressi dell’oasi di Turpan nello Xinjiang. Urumqi e quindi in aereo Kashgar per assistere al mercato domenicale che richiama tutte le etnie della regione: Uiguri, Tadjiki, Kirghisi. Poi l’altopiano del Pamir, con una sosta allo splendido

lago Karakul, alla base di una delle più belle montagne dell’Asia Centrale: il Mutzagata. Attraversato il difficoltoso Torugart Pass si entra nel cuore montuoso del Kyrghizistan, nella zona dei jailo, i pascoli estivi d’alta quota. Si trascorre una notte in yurta, sulle rive del lago Songkol, nel vero spirito nomade, ospiti di una famiglia di pastori kyrghizi. Poi le moderne capitali Bishkek e Tashkent. Samarcanda, vero crocevia di popoli e culture dell’Asia Centrale, con le famose e splendide moschee in maiolica azzurra. E infine il villaggio tradizionale di Sentyab e la Kardvan Valley tra i monti Nuratau.Viaggio condotto da nostri esperti accompagnatori italiani.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano / Roma:

Lug 5 Ago 2(a) Set 6

10-14 partecipanti € 4.500 8-9 partecipanti € 4.880 (a) Suppl. alta stagione aerea € 180 Suppl. Sgl € 530

19


Indonesia Viaggio di 20 giorni tra le isole dell’arcipelago indonesiano (in hotel).

Giava, Bali, Sulawesi: monumenti, culture, paesaggi Itinerario day by day: 1°-4° Italia, Yogyakarta; 5°-8° Volo per Surabaya, i vulcani Bromo e Kawa Ijen, in traghetto a Bali; 9°-12° Bali: villaggi, templi e spiagge; 13°-15° L’isola di Sulawesi, il popolo Toraja; 16°-18° Il lago Tempe a Sengkan, il mare di Tanjung Bira; 19° Makassar, volo per Jakarta, partenza; 20° Arrivo in Italia.

13.677 isole di cui 3.000 abitate e solo una decina di grande estensione. Questa particolare morfologia ha creato una serie di diversità culturali ed ambientali che non si trovano in nessun altro paese al mondo. Il viaggio vuole dare una panoramica sugli aspetti che riteniamo i più interessanti del paese. A Giava: il tempio di Prambanan, il mandala di Borobudur, considerato una delle più impressionanti creazioni della civiltà umana, il vulcano Bromo dove la natura ha espresso tutta la sua spettacolarità e il vulcano Kawa Ijen con i colori psichedelici delle miniere di zolfo. In traghetto si raggiun-

20

ge Bali, un vero paradiso terrestre, dove armoniosi paesaggi di risaie a terrazza si alternano ai palmeti e ai villaggi abitati da una popolazione dolcissima che frequenta suggestivi templi induisti. Si vola poi a Sulawesi, un altro mondo con popolazioni autoctone che professano religioni particolari come i Toraja, il “popolo dell’altopiano”, che praticano un particolarissimo culto dei morti e abitano in sorprendenti villaggi con le case a forma di antiche barche. Tutti i pernottamenti sono previsti in ottimi hotel (5* e 4*), tranne 2 notti. Esperta guida di lingua italiana.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano / Roma:

Lug 14 Ago 4(a) Set 1 Partenze individuali tutti i giorni

10-14 partecipanti € 4.430 con guide locali e ns accompagnatore 8-9 partecipanti € 4.100 con guide locali di lingua italiana 6-7 partecipanti € 4.260 con guide locali di lingua italiana (a) Suppl. alta stagione aerea € 280 Suppl Sgl. € 540


Irian Jaya - West Papua Grande spedizione etnografica di 20 giorni tra le popolazioni più primitive del mondo (in hotel, guest house e tenda)

Ritorno all’età della pietra Itinerario day by day: 1°-2° Italia, Jayapura; 3°-8° Volo per Wamena, trekking nella Valle del Baliem, i Dani; 9°-11° Volo per Dekai, navigazione fluviale, Mabul; 12°-14° Trekking nella foresta pluviale, i Koroway; 15°-18° Navigazione fluviale, gli Asmat Agats, Timika; 19°-20° Volo perJakarta e rientro in Italia.

Un itinerario che non si svolge nei deserti di sabbia, di cui siamo specialisti, ma in un deserto verde, un ambiente naturale incontaminato e selvaggio dove l’uomo ha dovuto adattarsi a difficilissime condizioni di vita. Una spedizione impegnativa per le difficoltà intrinseche del territorio, un’esperienza da ricordare per sempre: l’incontro con gli ultimi popoli fermi all’età della pietra. I Dani, con i loro “koteka”, i curiosi astucci penici, che vivono tra le montagne dell’altopiano della Valle del Baliem, in piccoli villaggi circondati da campi terrazzati coltivati a patate

dolci; in Agosto è prevista la partecipazione al festival tribale di Wamena. I Koroway, un popolo di cacciatori-raccoglitori, che vivono in capanne costruite sugli alberi a decine di metri di altezza dal suolo, in una foresta pluviale vergine perennemente allagata. Gli Asmat, che vivono lungo i fiumi che sfociano nel Mar d’Arafura, un tempo conosciuti per la pratica del cannibalismo, oggi famosi per l’architettura delle longhouses e per le sculture lignee. Lunghi spostamenti fluviali in longboat a motore.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano / Roma:

Giu Lug Ago Set

9-10 partecipanti € 5.300 con guida locale di lingua italiana 7-8 partecipanti € 5.650 con guida locale in lingua italiana (*) Partenza in occasione del Festival della Valle del Baliem (a) Suppl. alta stagione aerea € 280 Suppl. Sgl. € 330

16 8 4(a)(*) 2

21


Indonesia Viaggio di 20 giorni tra le selvagge isole di un arcipelago sconosciuto. In hotel e tenda.

Viaggio alle Molucche Itinerario day by day: 1°-3° Italia, Ambon; 4°-8° l’Isola di Ceram: il golfo di Sawai, il Manusela National Park, le isole Pulau Tuju; 9°-10° Ambon, Banda Neira; 11°-13°Arcipelago delle isole Banda; 14°-17° L’Atollo di Kay; 18°-19° Ambon, Jakarta, partenza; 20° Arrivo in Italia.

Un viaggio dedicato agli amanti della natura e del mare nelle “Isole delle Spezie”, una volta dominio della Compagnia delle Indie Orientali. Da Ambon, la capitale, alla grande isola di Ceram, l’isola dei chiodi di garofano. Ceram è soprattutto natura: montagne impervie coperte di vegetazione che si gettano drammaticamente in un fantastico mare e la selvaggia giungla primaria del Manusela National Park, dove si avrà l’opportunità di salire su apposite piattaforme, costruite sugli alberi, per osservare dall’alto la bellezza incontaminata della foresta. L’arcipelago delle Isole

22

Banda, il regno della noce moscata, ricco di vestigia coloniali: forti olandesi e portoghesi, sontuose dimore e pittoresche viuzze nel villaggio di Banda Neira. Le Banda rappresentano un raro esempio di biodiversità marina, di origine vulcanica, le isole sono circondate da splendide barriere coralline ricche di pesci variopinti che ne fanno un paradiso per praticare lo snorkeling, infine le isole dello sconosciuto Atollo di Kay, perle incastonate nel mare delle Molucche del Sud dove ci perderemo tra spiagge bianche e villaggi di pescatori.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano / Roma:

Lug 1 Ago 4(a) Set 3

10 partecipanti € 3.480 con guida locale in lingua inglese 8-9 partecipanti € 3.680 con guida locale in lingua inglese 6-7 partecipanti € 3.950 con guida locale in lingua inglese (a) Suppl. alta stagione aerea € 280 Suppl Sgl. € 320


Indonesia Viaggio di 17 giorni (6 di navigazione) tra popolazioni, varani giganti e vulcani (in hotel e barca).

Le isole della Sonda Itinerario day by day: 1°-2° Italia, Bali; 3°-5° Isola di Flores; 6°-11° Crociera nei Parchi Nazionali Marini di Komodo e Pulau Tujuhbelas; 12°-14° Isola di Sumba; 15°-16° Bali, partenza; 17° Arrivo in Italia.

Flores, Komodo, Rinca e Sumba, le isole più sconosciute dell’arcipelago della Sonda, offrono una grande varietà di ambienti, popolazioni e scenari diversi. Flores, con i suoi piccoli e incontaminati villaggi tradizionali situati nella foresta e sulle pendici dei vulcani. Il vulcano Keli Mutu, residenza degli spiriti, con i tre incredibili laghi colorati all’interno del suo cratere, considerato una delle meraviglie naturali del mondo. Le isole coralline che formano il parco naturale marino di Pulau Tujuhbelas. Rinca piccola isola, non frequentata dai turisti, si-

tuata nel Parco Nazionale di Komodo, ospita i terribili varani giganti, veri mostri preistorici lunghi fino a quattro metri, oltre a mandrie di cavalli bradi, bufali d’acqua, cervi e rari uccelli. Sumba, con le bellissime spiagge e con gli interessanti villaggi di cultura Marapu, con le case dagli alti tetti spioventi e le tombe reali megalitiche. Un viaggio con 6 piacevolissimi giorni in barca tra culture sconosciute e una natura stupefacente, organizzato e condotto da Stefano Piazza una guida italiana professionista che vive in Indonesia.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano / Roma:

Lug 14 Ago 1(a) e 18 Set 1

10-12 partecipanti € 4.100 7-9 partecipanti € 4.280 (a) Suppl. alta stagione aerea € 280 Suppl Sgl. € 400 Suppl cabina singola € 950 23


Australia Viaggio-spedizione di 22 giorni tra la costa del’Oceano Indiano e il Mare d’Arafura, attraverso le Kimberleys e la Top End (in hotel e tenda).

Natura Primordiale Itinerario day by day: 1°-3° Italia, Perth, Broome; 4°-6° Gli aborigeni di Cape Laveque; 7°- 14° La Gibb River Road: Tunnel Creek, Windjana, Manning Gorge, El Questro, Bungles Bungles, Kununurra; 15°-17° Lago Argyle, Victoria River; 18°-20° Kakadu National Park, Darwin; 21°-22° Partenza e arrivo in Italia

Un viaggio costoso, ma unico e mai proposto in Italia, in una delle aree più selvagge dell’Australia, la regione delle Kimberley, dove maestosi fiumi stagionali hanno eroso antiche catene montuose plasmando una natura straordinaria. Da Broome, attraverso le terre aborigene di Cape Laveque, a Kununurra, lungo la Gibb River Road. Il misterioso Tunnel Creek e Windjana Gorge, che ospita una grossa colonia di coccodrilli d’acqua dolce. Visiteremo anche il Parco Nazionale Purnululu–Bungle Bungle con le insolite formazioni rocciose a strati di colori arancione e nero. Il viaggio continua

24

nel Northern Territory dove visiteremo il Kakadu National Park, dove a bordo d’imbarcazioni si ammira un’avifauna abbondante e i più grossi coccodrilli esistenti al mondo. Darwin è la città più a nord dell’Australia, qui si respira un’aria particolarmente internazionale trovandosi geograficamente più vicina a Singapore che a Sydney. I gruppi sono accompagnati da Carla Piazza, autrice dell’unica guida sull’Australia scritta da un italiana che ha vissuto in loco 6 anni guidando gruppi attraverso l’outback. Possibilità di estendere il viaggio su base individuale in tutta l’Australia.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano:

Lug 9, 13(*) e 30(a) Ago 1(a)(*) e 20 Ago

12-14 partecipanti € 7.450 10-11 partecipanti € 7.950 Suppl Sgl. € 975 (*) itinerario “soft” 18 gg “Outback e città” tutto hotel a partire da € 5.330 (*) Suppl Sgl. € 1.160 (a) Suppl. alta stagione aerea € 440


Thailandia - Laos - Vietnam Viaggio di 18 giorni, tra le minoranze etniche, dal Triangolo d’Oro alla Baia di Halong (in hotel)

Attraverso l’Indocina Itinerario day by day: 1°-2° Italia, Bangkok, Chiang Rai; 3° Il Triangolo d’Oro, Chiang Saen; 4°-5° Navigazione sul Mekong: Huay Xay, Pakbeng, Pak Ou; 6°-7° Luang Prabang; 8°-9° Oudomoxai; Dien Bien Phu; 10°-11° Lai Chau, Lao Cai, Sapa; 12°-13° Mercato di Bac Ha, Hanoi; 14°-16° Baia di Halong, Hoa Lu, Hanoi; 17°-18° Partenza e arrivo in Italia.

Un’affascinante itinerario che combina le regioni settentrionali di tre paesi dell’Indocina, realizzabile grazie alla recente apertura delle frontiere in un’area che fu teatro di violenti conflitti e lungo isolamento. Un viaggio che soddisfa l’interesse per l’incontro con le popolazioni locali, la natura e le vestigia storiche. Il Triangolo d’Oro thailandese. La navigazione sul mitico Mekong, con le sacre grotte dei Mille Buddha di Pak Ou. Il misticismo di Luang Prabang, dove all’alba i monaci buddhisti si aggirano tra i meravigliosi templi per la questua giornaliera. Poi il trasferimento via terra dal Laos al Vietnam tra colline e ampie

valli ricoperte da una fitta foresta, dove vivono numerose minoranze etniche che grazie all’isolamento, dovuto alle asperità morfologiche del territorio, hanno conservato usi e costumi ancestrali. Sapa e il vicino mercato tradizionale di Bac Ha, dove in un tripudio di colori è possibile incontrare tutte le tribù autoctone. In treno ad Hanoi e proseguimento via terra per Hoa Lu, l’antica capitale, che si trova tra verdi risaie e bizzarre formazioni rocciose. Infine la splendida Baia di Halong, navigando su una tipica giunca in legno, tra miriadi di isole che si innalzano dalle acque verde smeraldo del Golfo del Tonchino.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano / Roma:

Lug 13 Ago 10(a) Set 7

10-14 partecipanti € 3.500 guida locale e nostro accompagnatore 7-9 partecipanti € 3.180 con guida locale di lingua italiana (a) Suppl. alta stagione aerea € 280 Suppl. Sgl. € 650

25


Birmania Viaggio di 15 giorni tra antichi templi e popoli dello Shan (in hotel).

Festival del Lago Inle Itinerario day by day: 1°-3° Italia, Singapore, Yangon; 4° Volo per Heho, Grotte di Pindaya, Kalow; 5°-6° Loikaw, i villaggi delle donne “giraffa”; 7°-8° Sagar, Lago Inle: Festival; 9°-12° Heho, volo per Mandalay, Mingun, Bagan; 13° Monte Popa, Yangon; 14°-15° Partenza e arrivo in italia

Il festival più spettacolare della Birmania si svolge tutti gli anni, durante la luna piena del mese di ottobre, nella cornice idilliaca del Lago Inle. Un giorno di grande festa sul lago: le immagini sacre di Buddha vengono trasferite, a bordo della splendida barca dorata a forma del mitico uccello Karaweik, nella pagoda Paung Da OO, scortate da centinaia di piccole imbarcazioni bardate a festa. Processioni e danze, suoni e costumi dai colori sgargianti, fedeli in festa e gruppi tribali accorsi dalle montagne circostanti, creano uno scenario indimenticabile. Il festival raggiunge l’apice con le gare di velocità tra le lunghissime imbarcazioni

26

provenienti dai vari villaggi: ogni barca ha 80 rematori che remano con le gambe all’unisono. Il viaggio prevede anche una spedizione sull’altopiano dello Shan, in una zona solo recentemente aperta al turismo, alla ricerca delle autentiche donne Padaung “le donne dal collo lungo”. Gli sfarzosi templi di Mandalay, l’antica capitale Amarapura e Mingun. Lo straordinario parco archeologico di Bagan, dichiarato dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità, con migliaia di santuari, stupa, templi e pagode che svettano dalla rigogliosa vegetazione. E infine Yangon, dove potremo ammirare la spettacolare cupola d’oro della Pagoda Shwedagon.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano / Roma:

8 Ott

10-14 partecipanti € 2.790 con guida locale di lingua italiana 5-9 partecipanti € 2.960 con guida locale di lingua italiana Suppl. Sgl. € 490


India - Rajasthan Viaggio di 13 giorni per incontrare originali popolazioni tribali nel deserto del Thar. In hotel e residenze di Maharaja.

Tradizioni del deserto del Thar Itinerario day by day: 1°-2° Italia, Delhi, Agra; 3°-4° Agra, Jaipur; 5°-6° Udaipur, la fortezza di Kumbalgarh; 7°-8° I templi di Ranakpur, il forte di Bhadrajun: safari in jeep tra villaggi delle comunità pastorali; 9°-10° Attraverso il deserto del Thar, Jaisalmer; 11° Jodhpur; 12° Jodhpur, Delhi, partenza; 13° Arrivo in Italia.

Fedeli al nostro stile di ricercare luoghi poco frequentati dal turismo e ancora autentici, proponiamo un itinerario insolito in una regione conosciuta, ma che negli angoli più reconditi del deserto del Thar nasconde ancora caratteristici villaggi di capanne e fango abitate da una popolazione che ha mantenuto uno stile di vita tradizionale. Le donne indossano ricchi gioielli e abiti sgargianti e gli uomini voluminosi turbanti di colore rosso. La fortezza di Kumbalgarh sui monti Aravalli, con l’imponente cinta muraria. I magnifici templi jainisti in marmo bianco di Ranakpur. Il forte di Ba-

drajun, dove il Maharaja locale ci guiderà tra i villaggi dei suoi possedimenti terrieri. Ma anche il famoso Taj Mahal di Agra; Jaipur, la “città rosa”, con il vicino forte Amber; Udaipur, la “città bianca”, con il romantico lago Pichola; Jodhpur, la “città azzurra”, con la fortezza di Meherangarh. E la stupenda Jaisalmer, costruita su di una collina in pieno deserto e circondata da mura medioevali, con un’architettura sofisticata e unica. Il viaggio può essere effettuato anche su base individuale con brave guide locali di lingua inglese. Tutti i gruppi sono accompagnati dai nostri esperti tour leader.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano / Roma:

Mag Giu Lug Ago Set

10-14 partecipanti € 2.480 con nostro accompagnatore 8-9 partecipanti € 2.670 con nostro accompagnatore Partenze individuali con guide locali di lingua inglese base 2 pax € 2.180 base 4 pax € 2.060 (a) Suppl. alta stagione aerea € 160 Suppl. Sgl. € 345

19 16 7 11(a) 1

27


India - Ladakh Breve Viaggio di 11 giorni lungo la valle di Rupsu fino al lago Tso Moriri (in hotel e campi tendati fissi).

Festival di Korzok Itinerario day by day: 1°-2° Italia, Delhi, Leh; 3° La Valle di Leh: Tiksey, Hemis, Shey; 4° Lamayuru, Rizong, Ulay Tokpo; 5° Alchi, Likir, Leh; 6°-8° Lago Tso Moriri: Festival del monastero di Korzok; 9° Tso Moriri, Leh; 10° Volo per Delhi, partenza; 11° Arrivo in Italia..

Un viaggio breve ma intenso, in occasione di un evento speciale, in un’aspra regione che grazie al suo isolamento geografico è rimasta al riparo dall’interferenza coloniale e dai contraccolpi della rivoluzione culturale. In volo a Leh per la visita dei noti monasteri buddhisti rimasti fermi nel tempo: Hemis, Tiksey, Rizong, Alchi, Lamayuru... Poi ci si dirige verso est per raggiungere l’azzuro lago di Tso Moriri (4.500), il “lago delle montagne”, che si snoda lungo la base della Rupsu Valley, schiacciato contro la parete occidentale dell’Himalaya. Fino a pochi anni fa quest’area era chiusa agli stranieri data la disputa di confine

28

tra India e Cina. Nel minuscolo villaggio di Korzok, posto sulla sponda occidentale del lago, c’è un monastero del XVIII secolo dove si svolge un importante festival religioso. Le affascinanti cerimonie buddhiste rappresentano sicuramente una delle massime attrattive, ma l’aspetto più straordinario di questo viaggio è l’incontro con i pastori nomadi khampa, di origine tibetana, che migrano attraverso le vallate himalayane in cerca di pascoli per le mandrie di yak e capre pashmina. I khampa ogni anno si raccolgono attorno alle acque cristalline del lago, tra le montagne ricoperte di neve, per partecipare al festival di Korzok.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano / Roma:

Partenze individuali possibili tutti i giorni Lug 27 (in occasione del Festival di Korzok)

11-14 partecipanti € 1.960 con guida locale e nostro accompagnatore 9-10 partecipanti € 2.140 con guida locale e nostro accompagnatore base 4 partecipanti € 1.860 con guida locale Suppl. Sgl. € 310


India - Ladakh Viaggio di 17 giorni attraverso le valli dell’Himalaya (in hotel e campi tendati fissi).

Via terra al piccolo Tibet Itinerario day by day: 1° Italia, Delhi; 2°-3° Delhi, Amritsar; 4°-6° Dharamsala, Manali; 7°-8° Sarchu, Leh; 9° Tiksey, Hemis, Shey; 10°-11° Lamayuru, Rizong, Ulay Tokpo, Alchi, Likir; 12°-14° Valle di Nubra; 15°-16° Leh, Delhi, partenza; 17° Arrivo in Italia.

Un itinerario accuratamente studiato e collaudato da molti anni per vivere intensamente le vallate più nascoste dell’Himalaya e i superbi panorami che le circondano. Dalla pianura indiana, dove si visitano Amritsar, con il suggestivo Tempio d’Oro dei Sikh, Dharamsala e Manali, si supera la catena himalayana con una strada spettacolare, incastonata tra montagne e ghiacciai, che sale da 2.000 a quasi 5.000 metri. Si raggiungono così le isolate valli del Ladakh con gli interessantissimi monasteri buddhisti rimasti fermi al medioevo. Le affascinanti cerimonie durante i festival di Hemis e Dak

Thok, momenti particolari di grande folklore e l’incontro con genti di origine tibetana che vivono in piccoli villaggi sperduti tra le montagne. Poi la Nubra Valley, al di là del passo Khardung-La, a ben 5.600 m (la più alta strada carrozzabile del mondo), che custodisce uno straordinario deserto di alta quota, dove le dune di sabbia sono circondate da cime di 7.000 metri e dove i piccoli, antichi monasteri permettono di entrare in contatto con la forte spiritualità dei monaci tibetani, legati a tradizioni ancestrali. Tutti i gruppi sono accompagnati dai nostri esperti tour leader.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano / Roma:

Giu Lug Ago Set

10-14 partecipanti € 2.960 8-9 partecipanti € 3.180 (a) Suppl. alta stagione aerea € 160 / Suppl. Sgl. € 580 (*) partenza in occasione del festival di Lamayuru (**) partenza in occasione del festival di Hemis (***) partenza in occasione del festival di Dak Thok Possibile estensione ad Agra

19(*) 3(**) e 31(a)(***) 17 2

29


India - Uttarakhand Viaggio di 14 giorni lungo le vie di pellegrinaggio ai piedi delle vette himalayane + estensione di 4 giorni alla Valle dei Fiori (in hotel, guest house e campi tendati fissi).

Alle sorgenti dei fiumi sacri Itinerario day by day: 1°-2° Italia, Delhi, Haridwar; 3°-4° Barkot, trekking Yamunotri; 5°-6° Harsil, Gangotri, Uttarkashi; 7°-9° Guptakashi, trekking Kedarnath; 10°-11° Joshimath, Badrinath, Mana; 12°-13° Rishikesh, Delhi, partenza; 14° Arrivo in Italia. Da Joshimat estensione di 4 giorni alla Valle dei Fiori.

Una regione di colline ondulate e boscose, vette innevate che superano i 6.000 m, fiumi, cascate, laghi e ghiacciai. Nel nord-ovest dell’Uttarakhand, esattamente nella provincia del Garwhal, nascono dai ghiacciai dell’Himalaya i fiumi sacri dell’India: lo Yamuna, il Gange, il Mandakini e l’Alaknanda. Ogni anno, durante la stagione dei yatra (pellegrinaggi), da aprile a novembre, centinaia di migliaia di devoti e mistici hindu percorrono i sentieri del Char Dham, il sacro pellegrinaggio, che tocca i quattro antichi templi alle sorgenti spirituali dei fiumi sacri, rispettivamente i templi di: Yamunotri, Gangotri,

Kedarnath e Badrinath. Lo scopo primario del nostro viaggio è l’incontro con i pellegrini e i sadhu che coprono lunghe distanze per bagnarsi nelle gelide acque dei fiumi. Non mancheremo le città sante di Rishikesh e Haridwar per partecipare alla commovente cerimonia serale del Ganga Aarti, l’adorazione del Gange. Possibile estensione alla Valle dei Fiori, scoperta nel 1931 dall’alpinista inglese Frank Smythe che scrisse: “In tutte le mie spedizioni in montagna non ho mai visto una valle più bella dove l’animo umano possa trovare riposo”. Il viaggio prevede alcuni trekking non particolarmente impegnativi.

Date di partenza 2011 Quote di partecipazione da Milano / Roma: Mag Giu Lug Ago Set Ott 30

15(*) 12(*) 17 7(a) e 21 18 9

10-14 partecipanti € 2.580 con guida locale e nostro accompagnatore 8-9 partecipanti € 2.780 con guida locale e nostro accompagnatore base 4 partecipanti € 2.360 con guida locale di lingua inglese (a) Suppl. alta stagione aerea € 160 (*) Suppl. alta stagione servizi locali € 180 / Suppl. Sgl. € 530 Estensione alla Valle dei Fiori a partire da € 540


India - Himachal Pradesh Viaggio di 17 giorni tra deserti d’alta quota, villaggi tradizionali e monasteri buddisti (in semplici hotel, guest house e campi tendati fissi).

Le valli nascoste del Kinnaur e dello Spiti Itinerario day by day: 1°-3° Italia, Delhi, Chandigar; 4° Shimla; 5°-7° Rampur, Sarahan, Rakchan, Chitkul, Sangla; 8°-10° Recong Peo, Kalpa, Nako, Tabo; 11° Pin Valley; 12°-13° Dhankar, Lallung, Kaza; 14°-15° Lago Chandra, Manali; 16° Kullu, volo per Delhi, partenza; 17° Arrivo in Italia.

L’Himachal Pradesh, terra di nevi perenni, è il luogo in cui le pianure del subcontinente indiano cedono progressivamente il passo alla catena dell’Himalaya. Il nostro viaggio si svolge nella parte occidentale di questo stato dai panorami mozzafiato, ai confini con il Tibet, lontano dai sentieri più battuti dove si può cogliere l’essenza dei popoli della montagna. La fertile valle di Kinnaur, adagiata ai piedi del massiccio del Kinnaur-Kailash, la cui vista incute un timore reverenziale, dove sorgono alcuni dei villaggi tradizionali più belli dell’Himalaya, abitati dai kinnauri, una popolazione di stirpe probabilmen-

te indoeuropea dedita all’agricoltura. La valle di Spiti, situata sul versante dell’Himalaya che riceve meno precipitazioni, caratterizzata da spogli deserti d’alta quota che indussero R.Kipling ad affermare: “Qui vivono certamente gli dei; questo non è un luogo adatto agli uomini”.Tutti gli abitanti di Spiti sono Buddhisti e gli imponenti “gompa” dalla tradizionale struttura architettonica tibetana dominano gli aspri e desolati paesaggi della valle. Poi la verde valle di Lahaul ricoperta di boschi e ricca di rigogliosi frutteti. Da Shimla a Manali lungo un’itinerario davvero insolito.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano / Roma:

Lug 15 e 31(a) Ago 17 Set 2

10-14 partecipanti € 3.070 8-9 partecipanti € 3.280 (a) Suppl. alta stagione aerea € 160 Suppl. Sgl. € 590

31


India - Tamil Nadu & Kerala Viaggio di 11 giorni tra i templi del Tamil Nadu e le Backwaters del Kerala, in resort, hotel e houseboat.

Da Madras a Fort Cochin Itinerario day by day: 1° Italia-Chennai (Madras), 2° Kanchipuram, Mamallapuram; 3° Dharasuram, Chidambaram, Tanjore; 4°-5° Tanjore, Trichy, Madurai; 6° I Ghati Occidentali, Periyar; 7°-8° Kumarakkom, Aleppey, navigazione nelle Backwaters; 9° Cochin; 10° Volo per Bombay e coincidenza per l’Italia; 11° Arrivo in Italia

Simile a un colossale triangolo incuneato nell’Oceano Indiano l’India del Sud è caratterizzata da fertili pianure delimitate da coste lambite dal mare e da colline ondulate rese piacevolmente verdeggianti dalle piogge monsoniche. Il nostro viaggio ha inizio a Madras, sul Golfo del Bengala, e si spinge nel cuore del Tamil Nadu, la culla della civiltà dravidica. La tranquilla Mamallapuram, capitale e porto marittimo dei Pallava, famosa per le sue antiche sculture rupestri poco distanti dal mare. Gli antichi siti di Kanchipuram, Chindambaram, Trichy, Tanjore e Madurai, con i templi colossali dai ripidi scalini e dai torreggianti

32

“gopuram”, le torri d’ingresso decorate con mille colori. Poi si fa ingresso nello stato del Kerala che si estende tra la catena montuosa dei Ghati Occidentali e il Mar Arabico. Kumarakkom e Aleppey: le Backwaters del Kerala, le acque interne che costeggiano il litorale e penetrano nell’entroterra; un’intricata rete di fiumi, canali e lagune che bagna un’infinità di risaie e palmeti, mentre eleganti case galleggianti navigano da un villaggio all’altro. E infine Fort Cochin, la “Perla del Mar Arabico”,con una delle espressioni artistiche più famose dell’India, il “Kathakali”,un’incredibile miscela di danza, pantomima e teatro religioso.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano / Roma:

Mag Giu Lug Ago Set

10–14 partecipanti € 2.450 con accompagnatore dall’Italia Partenze individuali con guida di lingua italiana / inglese: base 8 pax € 2.260 base 4 pax € 2.380 base 2 pax € 2.780 (a) Suppl. alta stagione aerea dal 16.7 al 15.8 € 180 Suppl. Sgl. € 470

12 16 7 4(a) 22


India - Gujarat Viaggio di 17 giorni attraverso i deserti del Kutch. Tutto in hotel.

Tarnetar: la festa dell’ombrello Itinerario day by day: 1°-2° Italia, Mumbai; 3°-4° Volo per Vadodra, Chotta Udepur, Jambughoda; 5°-7° Champaner, Vadodra, Ahmedabad; 8°-10° Patan, Modera, Dasada, Wankaner; 11°-12° Festival di Tarnetar; 13°-14° Bhavnagar, Palitana, Bhavnagar; 15° Ahmedabad; 16°-17° Volo per Mumbai, partenza e arrivo in Italia.

Una delle mete meno turistiche di tutta l’India, il Gujarat custodisce un patrimonio artistico, culturale, sociale e naturale di inestimabile valore. Nel mese di Settembre, nei pressi del sacro santuario di Tarnetar, si svolge l’incredibile sagra o “festa dell’ombrello”, l’occasione per trovare moglie: chi porta al braccio un piccolo ombrello indica la propria disponibilità al matrimonio, se il matrimonio viene combinato la nuova coppia fa un giro per la fiera all’ombra dell’ombrellino sorretto da un compare. Il viaggio prevede anche la visita dela freneti-

ca e accogliente Ahmedabad, dove il Mahatma Ghandi fondò il Sabarmati Ashram e cominciò a svolgere il ruolo di guida spirituale del paese lanciando la campagna della non-violenza. Le vaste e desolate pianure salmastre del Deserto del Kutch, popolate dagli ultimi esemplari di khur, l’asino selvatico dell’Asia. Le comunità pastorali dei popoli nomadi che vivono tra i deserti del Sindh e del Thar. Gli splendidi monumenti dell’arte jainista a Palitana, cittadella religiosa arroccata sulla collina, dove si ergono più di 800 templi, luogo di pellegrinaggio importantissimo.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano / Roma:

Ago 22

10-14 partecipanti € 3.850 con guide locali e nostro accompagnatore Suppl. Sgl. € 690

33


Nepal - Trekking nel Mustang Viaggio di 20 giorni nel piccolo regno himalayano (in hotel, guest house e tenda).

L’ Ultimo Regno Itinerario day by day: 1°-2° Italia, Kathmandu; 3° Via terra a Pokhara; 4° Volo per Jomson, inizio trekking, Kagbeni; 5°-11° Chele, Syambochen, Tsarang, Lo Manthang; 12°-16° Dhi Goan, Tange Tetang, Muktinath, Jomson, fine trekking; 17° Volo per Pokhara; 18° Volo per Kathmandu, 19° La valle di Kathmandu; 20° arrivo in Italia.

Sebbene nominalmente parte del Nepal, il Regno del Mustang, circondato dal Tibet su tre lati e governato da una famiglia reale tibetana, sopravvive come uno degli ultimi reami dell’antico Tibet. Nel 1950 il Nepal si aprì al turismo, ma il Mustang rimase chiuso agli stranieri fino al 1991 e ancora oggi la possibilità di raggiungerlo rimane limitata, sia perché non esistono strade sia perché l’afflusso di turisti è ristretto e regolamentato. Il territorio del Mustang è percorribile solo a piedi o a dorso di cavallo e di yak, lungo sentieri di montagna. Il nostro trekking ripercorre la via carovaniera che per secoli ha consentito il com-

34

mercio del sale tra India e Tibet. Attorniati dalle moli maestose del Dhalaugiri e dell’Annapurna, si procede in una fantastica scenografia himalayana: villaggi dalle caratteristiche abitazioni intonacate di terra cruda; piccoli monasteri buddhisti; terrazzamenti coltivati a orzo; montagne che si colorano di mille sfumature; una sorridente popolazione locale che vive in una realtà fuori dal tempo. Da Kathmandu si raggiunge via terra Pokhara e poi si procede in volo per Jomson da cui ha inizio e fine il trekking (13 giorni effettivi) che conduce a Lo Manthang, la capitale dell’Ultimo Regno. Guida locale di lingua inglese.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione:

Partenze individuali tutti i giorni con guida di lingua inglese

base 2-3 pax € 2.640 base 4-8 pax € 2.460 20 Mag(*) partenza in occasione del Tiji Festival a Lo-Manthang (suppl € 120) (a) Suppl. alta stagione aerea dal 23.7 al 15.8 € 220 Permessi per il trekking USD 500 Suppl. Sgl. € 250


Nepal Viaggio di 12 giorni dalla Valle di Kathmandu al Parco Chitwan (in hotel e resort).

Ai piedi dell’Himalaya tra templi e natura Itinerario day by day: 1°-2° Italia, Kathmandu; 3° Swayanbunath, Patan; 4°-5° Chitwan National Park; 6°-7° Pokhara, Sarangkot, Kathmandu; 8° Nagarkot, Changu Narayan, Bhaktapur; 9° I villaggi di Shanku e Bajira Jogini, Bodnath, Pashupatinat; 10°-11° Dakshinkali, i villaggi di Pharping e Kirtipur, partenza; 12° Arrivo in Italia.

Un paese dalla ricca cultura millenaria che conserva le più antiche tradizioni buddhiste e induiste. La splendida valle di Kathmandu, disseminata di siti di origine medioevale che riservano spaccati di vita immutati nei secoli: la struttura urbana di Kathmandu con case tradizionali in legno; le cremazioni sul sacro fiume Bagmati a Pashupatinath. Gli occhi di Buddha del maestoso stupa di Bodnath; la città-museo di Patan antica capitale del regno, dove la maestria degli artisti nefari raggiunge il massimo splendore nell’architettura dei templi, delle case, delle piazze.

L’antica Bhaktapur, Patrimonio dell’Unesco, con i suoi palazzi, pagode, templi e la folla variopinta che si aggira nei vicoli animati. Il Parco Nazionale di Chitwan, nella foresta del Terai, ex riserva di caccia della famiglia reale, uno degli ultimi santuari che proteggono il rinoceronte asiatico e la tigre reale, dove si effettua un safari a dorso d’elefante con la possibilità di vedere anche buoi della giungla, orsi labiati, sciacalli e cinghiali. La tranquilla Pokhara, dove nelle giornate limpide, l’imponente catena montuosa dell’Annapurna (8.091 m) si riflette nelle acque del lago Phewa.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione:

Partenze individuali tutti i giorni con guida di lingua italiana/inglese

base 5-9 pax € 1.960 base 4 pax € 2.080 base 2-3 pax € 2.180 (a) Suppl. alta stagione aerea dal 16.7 al 15.8 € 160 Partenze di gruppo con accompagnatore dall’Italia 18 Mag / 22 Giu / 13 Lug / 3(a) Ago / 21 Set base 10-14 partecipanti € 2.260 / Suppl. Sgl. € 380

35


Bhutan Viaggio di 13 giorni in occasione dei festival religiosi (in hotel).

La terra del Drago Tonante Sono previste due partenze in occasione dei principali festival bhutanesi. Gli itinerari si differenziano per lo svolgimento del tour ma non per il contenuto.

E’ dal 1974 che il Bhutan ha aperto le sue porte al visitatore straniero, dopo secoli di isolamento. Uno degli ultimi regni buddhisti ad aver mantenuto un giusto equilibrio tra tradizione e modernità, grazie alla lungimirante e saggia politica della famiglia reale. Ci muoveremo nella zona centro-occidentale del paese, su un altopiano ricoperto di boschi e incastonato di verdissime valli. Visiteremo i numerosi Dzong, le fortezze-monastero sede allo stesso tempo del potere religioso, politico e economico. Da Paro a Thimphu, Punakha, Wangdi Phodrang, Tongsa, Bumthang, le principali località del

36

paese. Tutto questo in occasione di uno degli Tshechu, suggestive feste religiose, che si svolgono durante tutto l’anno secondo le date del calendario bhutanese. Il culmine dello Tshechu è rappresentato dalle danze cham: i danzatori, con il viso coperto da meravigliose maschere di legno intagliato e bronzo dorato, si muovono in cerchio al ritmo di tamburi, gong, trombe e cimbali. ll festival è anche un incontro sociale dove la gente partecipa per gioire della compagnia e mostrare gli abiti della festa. Tutti i gruppi sono accompagnati dai nostri esperti tour leader.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano / Roma:

Lug 4(*) Set 29(**) Partenze individuali possibili tutti i giorni con Lufthansa

11-14 partecipanti € 3.760 8-10 partecipanti € 3.940 Suppl. Sgl. € 340 (*) Partenza in occasione dei festival di Nimalung e Kurjey nella valle di Bumthang (**) Partenza in occasione dei festivals di Gangtey e Thimphu (a) Suppl. alta stag. aerea € 180 (dal 16 Lug al 15 Ago)


Bhutan Viaggio di 16 giorni in occasione dei festival religiosi (in hotel).

Dove il passato vive nel presente Sono previste due partenze in occasione dei principali festival bhutanesi. Gli itinerari si differenziano per lo svolgimento del tour ma non per il contenuto.

Un paese fuori dall’ordinario dove è illegale comprare le sigarette, dove giganteschi falli dalle proprietà protettive sono dipinti sulle facciate di molte case, dove la felicità degli abitanti è più importante del prodotto interno lordo. Un regno medievale che inevitabilmente deve confrontarsi con i tempi moderni, ma che cerca strenuamente di mantenere la sua identità culturale. Uno straordinario itinerario che attraversa l’intero paese da ovest a est per visitarne gli splendidi Dzong, le fortezze-monastero sede allo stesso tempo del potere religioso e politico, per ammirarne gli splendidi paesaggi pre-himalayani e per conoscer-

ne le tradizioni ancora intatte. Un viaggio tutto via terra da Bagdogra, nel West Bengala indiano, a Guwahati, nello stato indiano dell’Assam. Phuensholing, Paro, Thimphu, Punakha, Wangdi Phodrang, Trongsa, Bumthang, e quindi la regione dell’est poco frequentata dal turismo e ancora più interessante: la valle di Ura, Mongar, Trashigang, Samdrup Jongkhar. Alla fine di questo viaggio avremo un’idea completa del Bhutan, delle sue difficili realtà di frontiera con l’India, della vita di un popolo dove in ogni famiglia c’è almeno un figlio monaco e dove la religione permea tutti gli aspetti quotidiani.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano / Roma:

Lug 1(*) Ott 3(**) Partenze individuali possibili tutti i giorni con Lufthansa

11-14 partecipanti € 4.150 / 8-10 partecipanti € 4.360 Suppl. Sgl. € 360 (*) Partenza in occasione dei festivals di Nimalung e Kurjey nella valle di Bumthang (**) Partenza in occasione dei festival di Thimphu e Thangbi Mani (a) Suppl. alta stag. aerea € 180 (dal 16 Lug al 15 Ago)

37


Argentina - Cile - Bolivia Viaggio di 17 giorni, nei deserti d’alta quota andini (in hotel).

Sconfinando tra le Ande Itinerario day by day: 1°-2° Italia, Buenos Aires; 3° Salta; 4°-6° Quebrada de las Conchas,, Quebrada de las Flechas, Salta; 7° Quebrada de Humahuaca; 8°-9° Salinas Grandes, Passo de Jama, San Pedro; 10° Laguna Verde, laguna Colorada; 11°-12° Salar de Uyuni; 13° Tupiza; 14° Purmamarca; 15° Salta, Buenos Aires; 16° Visita della capitale, partenza; 17° Arrivo in Italia.

Si viaggia tra i paesaggi più spettacolari e sconosciuti delle regioni andine dell’Argentina, del Cile e della Bolivia. Dai verdi vigneti di Cafayate alle aride e coloratissime Quebradas, spettacolari canyon di rocce rosse punteggiati di enormi cactus. Dalla bella città coloniale Salta si parte per lo straordinario attraversamento delle Ande con il passo de Jama a oltre 4.000 m. Si scende in Cile nell’oasi di San Pedro de Atacama e l’interessantissimo Museo con le mummie della cultura atacameña. Poi in Bolivia e il deserto dove si trova la Laguna Verde, la Laguna Co-

38

lorada e l’area geotermica dei geyser di Sol de la Mañana per arrivare in uno dei luoghi più impressionanti dell’intero viaggio: il Salar di Uyuni, il più grande lago salato al mondo a 3.600 m di altezza. Proprio nel salar, si pernotta nell’originale hotel costruito tutto con blocchi di sale, dove lo spettacolo del Salar di notte trasmette la sensazione di essere in un altro pianeta. I pernottamenti si effettuano in buoni hotel e in piacevoli “hosterie” locali. Guida locale argentina di lingua italiana, nostro accompagnatore a partire da 10 partecipanti.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano / Roma:

Part. individ. possib. tutti i gg Partenze di gruppo: Giu 9 Lug 7(m) e 28(a) Ago 18(m) Set 8(m) Ott 6

13-14 partecipanti € 3.950 con guida locale e nostro accomp. 10-12 partecipanti € 4.200 con guida locale e nostro accomp. 7-9 partecipanti € 3.880 con guida locale di lingua spagnola (m) Suppl. media stagione aerea € 240 (a) Suppl. alta stagione aerea € 380 Suppl. Sgl. € 940


Argentina del Nord Viaggio di 16 giorni attraverso montagne, “quebradas” colorate, lagune e pueblos (in hotel e 3 notti in rifugio)

Deserti d’alta quota Itinerario day by day: 1°-2° Italia, Buenos Aires; 3-4° Salta, Quebrada de Humahuaca; 5°-6° Salinas Grandes, Tolar Grande; 7° La mina Julia a 5200 m; 8°-9° Cono di Arita, salar Antofalla; 10°-11° Antofagasta della Sierra, i funghi di pietra di Pedra Pomez; 12°-13° Quebrada de Las Flechas, Salta; 14°-15° Buenos Aires, partenza; 16° Arrivo in Italia.

Un viaggio che permette di far conoscere i paesaggi più spettacolari e sconosciuti delle regioni andine dell’Argentina del Nord. Da Salta, la bella città coloniale ai piedi delle Ande ci si inoltra tra le montagne. In questa regione si trovano alcuni degli ambienti naturali più belli delle Ande: la Quebrada de Humahuaca, vallata di rocce multicolori protetta dall’Unesco, i “salares”, antichi resti di laghi, le scenografice formazioni del “deserto rosso” a oltre 3.500 m, le lagune d’alta quota ricche di fenicotteri rosa, la miniera di zolfo a 5.000 m dai colori psichedelici, i coni

vulcanici che si innalzano tra le montagne circondati da nere colate laviche, il “campo de pedra pomez” un inaspettato labirinto di torrioni di pomice bianca che emergono dalla sabbia nera, i graziosi pueblos andini dove la vita sembra essersi fermata. Il viaggio si effettua con vetture fuoristrada percorrendo piste sterrate fino a passi di circa 4.800 m di altitudine sotto cieli blu scuro e spettacolari paesaggi desertici. I pernottamenti in buoni hotel, in piacevoli “hosterie” locali, e tre notti in buoni rifugi di montagna. Esperte guide locali di lingua italiana.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano / Roma:

Partenze individuali possibili tutti i giorni Partenze di gruppo: Giu 11 Lug 2(m) Ago 6(a) e 20(m) Set 10

10-14 partecipanti € 3.670 5-9 partecipanti € 3.780 (a) Suppl. alta stagione aerea € 380 (m) Suppl. media stagione aerea € 240 Suppl. Sgl. € 630 39


Cile Viaggio di 13 giorni nel nord + possibile estensione all’Isola di Pasqua (in hotel)

Il Grande Nord - Estensione all’Isola di Pasqua Itinerario day by day: 1°-2° Italia, Santiago; 3°-5° Arica, Putre, il Parco di Lauca; 6°-7° Salar de Surire, Cariquima, Iquiqe; 8°-10° Calama, San Pedro de Atacama, lagune Miscanti e Miniques, Valle della Luna; 11°-12° Geyser del Tatio, Calama, Santiago, partenza; 13° Arrivo in Italia. Possibile estensione di 4 giorni all’Isola di Pasqua.

Pablo Neruda si riferiva alla sua terra natale come al “Paese sottile”, lunga striscia di terra stretta fra le Ande e l’Oceano Pacifico. Il nostro viaggio si sviluppa nel nord del Paese. Da Santiago si vola al porto di Arica, al confine con il Perù, per visitare la valle di Azapa con le mummie chinchorro risalenti a circa 6/7000 anni fa e la valle di Lluta con gli enormi geoglifi precolombiani. Quindi via terra si raggiunge Putre sull’altopiano stepposo ai piedi dei colossi andini, base per effettuare le escursioni al Parco Nazionale di Lauca con il Lago Chungarà (4.500 m), il più alto lago del mon-

40

do. Si prosegue per Iquique attraverso i grandiosi paesaggi caratterizzati dalla sagoma del Vulcano Guallatire e dall’abbagliante Salar di Surire. Si continua poi per l’arido e ventoso deserto di Atacama, con le remote lagune Misquanti e Miniques, la meravigliosa Valle della Luna e l’area geotermica di El Tatio, dove numerosi geyser sprigionano i loro zampilli ogni giorno. Al ritorno a Santiago, è possibile un’estensione di 4 giorni alla misteriosa Isola di Pasqua, l’ “Ombelico del Mondo”, sperduta nella sconfinata distesa azzurra dell’Oceano Pacifico. Guide locali di lingua spagnola.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano / Roma:

Partenze individuali possibili tutti i giorni Partenze di gruppo: Giu 16 Lug 14(m) Ago 11(a) Set 1

7-10 partecipanti € 3.390 con guida locale parlante italiano 4-6 partecipanti € 3.480 con guida locale parlante spagnolo 2-3 partecipanti € 3.780 con guida locale parlante spagnolo (a) Suppl. alta stagione aerea € 380 (m) Suppl. media stagione aerea € 240 Suppl. Sgl € 600 Estensione isola di Pasqua (4 giorni): su richiesta


Bolivia Viaggio di 16 giorni dalla selva all’altopiano andino (in hotel e rifugi)

Dalla foresta alle Ande Itinerario day by day: 1°-2° Italia, Santa Cruz; 3°-5° La missione di San Javier, Conceptiòn; volo per Sucre; 6° Sucre; 7°-8° Il mercato di Tarabuco, Potosì; 9°-10° Uyuni, la regione del Sud Lipez; 11°-12° La Laguna Colorada, il Salar de Uyuni; 13° Oruro, La Paz; 14° Tiahuanaco; 15° Partenza; 16° Arrivo in Italia

Il paese più sconosciuto e isolato del Sud America che si sviluppa dalla foresta Amazzonica alle alte cime delle Ande. Un paese ancora genuino per l’isolamento geografico, la scarsità di strade e strutture e la mancanza di turismo di massa. La popolazione indios, con uno stile di vita non così diverso dai tempi coloniali, che si incontra negli isolati villaggi e nei caratteristici e colorati mercati dove sia le donne che gli uomini indossano i tipici abbigliamenti e i copricapi colorati. Una natura spettacolare tra le vallate andi-

ne dove si aprono gli scenografici paesaggi del Salar di Uyuni, la più grande distesa di sale al mondo, che si attraversa in tutta la sua larghezza e le inaspettate e spettacolari lagune colorate di alta quota con colonie di fenicotteri rosa che si incontrano viaggiando in un deserto colorato e sempre diverso. Ma anche le antiche missioni gesuitiche nella foresta, la città di la Paz e le rovine preincaiche di Tiahuanaco, le città coloniali di Sucre e Potosì. Tutti i gruppi oltre gli 8 partecipanti sono accompagnati dalla nostra esperta guida italiana residente in loco.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano / Roma:

Giu Lug Ago Set Ott

10-14 partecipanti € 3.760 con guida italiana 8-9 partecipanti € 3.880 con guida italiana (a) Suppl. alta stagione aerea € 340 (m) Suppl. media stagione aerea € 220 Suppl. Sgl € 290

13 11(m) 9(a) e 22(m) 5 3

41


Brasile Bahia Viaggio di 16 giorni alla scoperta dello stato di Bahia in occasione della Festa di Nostra Signora di Buona Morte a Cachoeira (in hotel e pousadas)

Terra Magica Itinerario day by day: 1°-2° Italia, Salvador De Bahia; 3°-4° Cachoeira: Festa di Nostra Signora di Buona Morte; 5°-7° Isola di Boipeba, la spiaggia di Cueira; 8°-11° Il P.N. di Chapada Diamantina, il Poço Azul; 12°-13° Mangue Seco; 14° Salvador De Bahia; 15°-16° Partenza e arrivo in Italia

Un viaggio intenso, per chi cerca l’emozione della scoperta, in una terra straordinaria, costellata di paesaggi meravigliosi e intrisa di tradizioni antiche. Un tempo centro del traffico degli schiavi, lo stato di Bahia possiede la più forte impronta africana di tutto il Brasile. Salvador de Bahia, la città di Jeorge Amado: “Non esiste una città così, anche se insisti a cercarla per le vie del mondo”. La Festa di Nostra Signora di Buona Morte a Cachoeira, con le suggestive cerimonie appartenenti al culto del Candomblè. La selvaggia

42

isola di Boipeba, che si distingue per la sua rara bellezza e per la diversità dei suoi ecosistemi: i boschi di mangrovie, le bianche spiagge bordate di palme da cocco, la barriere corallina e le piscine naturali di acqua cristallina. La natura incontaminata e mozzafiato del Parco Nazionale di Chapada Diamantina, dove in 4x4 si percorrono piste tracciate dai cercatori d’oro e di diamanti, tra montagne, torrenti, cascate, caverne e pozzi d’acqua trasparente. Il villaggio di Mangue Seco e le limitrofe spiagge immacolate e deserte. Guida italiana esperta residente in loco da molti anni.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano / Roma:

Ago 13

5-10 partecipanti € 3.780 (a) Suppl. alta stagione aerea incluso Suppl.Sgl: € 570


Brasile del Nord Est Viaggio di 17 giorni attraverso spiagge bianche, dune mobili e lagune cristalline

Dune e lagune Itinerario day by day: 1°-2° Italia, Fortaleza; 3°-6° Costa del Cearà: Mudau, Jericoacoara, Lagoa Paraiso; 7°-8° Tatajuba, Camocin, Delta del Rio Parnaiba, Tutoia; 9°-10° Caburè, Atins, il Rio Preguica, Barreirinhas; 11°-13° Parco Nazionale dei Lençóis Maranhenses, Santo Amaro; 14° San Luis; 15° San Paolo; 16°-17° Partenza e arrivo in Italia.

In 4x4 attraverso gli splendidi ambienti dei tre parchi nazionali più famosi del Nord Est del Brasile: il Parco Nazionale di Jericoacoara nello stato del Ceará, il Parco Nazionale del Delta del Rio Parnaíba e il Parco Nazionale dei Lençóis Maranhenses nello stato del Maranhão. Dalla moderna città di Fortaleza alla mitica spiaggia di Jericoacoara, una delle piú belle spiagge del mondo, circondata da un sistema di dune mobili che avanzano continuamente all’incessante soffiare dei venti; dalla Lagoa Paraiso, uno specchio di acqua dolce verde sme-

raldo, alla foresta di mangrovie di Mangue Seco abitata da variopinti ippocampi; poi i villaggi di pescatori, la fauna e la flora delle selvagge isole del Delta del Rio Parnaiba. Si raggiunge il Parco Nazionale dei Lençóis Maranhenses, l’inesplorato e remoto “Deserto Bianco”, una scoperta recente per la geografia e ancora un mistero per la geologia, un mondo “mobile” di dune intercalate da lagune cristalline dove vivono sparpagliati i “caboclos”, popolazione nativa che si dedica all’agricoltura e alla pesca. Per finire a São Luís, una delle più belle città coloniali del nordest.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano / Roma:

Partenze individuali possibili tutti i giorni Partenze di gruppo: Giu 15(*) Lug 7(m) Ago 2(a) e 16(m) Set 1 Ott 2

10-14 partecipanti € 3.580 con accompagnatore italiano 6-9 partecipanti € 3.370 con guida locale di lingua italiana (a) Suppl. alta stagione aerea € 260 (m) Suppl. media stagione aerea € 160 (*) Festival di Bumba Boi a San Luis, 16 gg da € 3.150 Suppl.Singola: € 585

43


Perù del Nord Viaggio di 16 giorni tra paesaggi e siti archeologici sconosciuti del Nord (in hotel)

Culture sconosciute Itinerario day by day: 1°-3° Italia, Lima, Cajamarca; 4° Celendin, Leymebamba; 5°-6° Revash, fortezza di Kuelap; 7° Ciclayo; 8°-9° Museo di Sipan e Senora de Cao, le piramidi di Tucume, Trujllo; 10° Chan Chan; 11° Canyon del Pato, laguna di Llanganuco; 12° Chavin de Huantar, Chacas; 13° Punta Olimpica; 14°-15° Ghiacciao Patorouri, Lima, partenza; 16° Italia

Le regioni settentrionali del Perù vantano una complessità archeologica e storica pressochè sconosciuta al grande pubblico che spesso identifica il Perù con l’impero Inca la cui nascita risale alla meta del XIII secolo d.C. mentre le più antiche culture pre-incaiche risalgono addirittura a circa 3.000 a.C. Fu infatti la costa settentrionale del Perù che vide la nascita delle prime società organizzate. I misteriosi siti di Caral, antica città, Sechin affascinante centro cerimoniale e Chavin de Huantar, la più importante testimonianza del Perù precolombiano. Poi a Trujillo: le piramidi del Sole e della Luna della cultura Moche e Chan Chan,

44

l’antica capitale del regno Chimù. Più a nord Chiclayo con il museo “del Señor de Sipan”.E infine la cultura Chachapoya con l’imponente complesso archeologico di Kuelap, città fortificata, soprannominata la “Machu Picchu del Nord” tra selvagge vallate e villaggi abitati dai polpoli andini con i loro vestiti colorati e i caratteristici mercati. Anche dal punto di vista ambientale e paesaggistico le regioni settentrionali costituiscono una vera sorpresa con i panorami mozzafiato della più grande concentrazione di alte montagne esistenti sul pianeta dopo l’Himalaya, la Cordigliera Bianca, con più di 30 cime che superano i 6.000 metri.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano:

Giu Lug Ago Set

10-14 partecipanti € 3.700 con guida di lingua italiana 7-9 partecipanti € 3.840 con guida di lingua italiana 4-6 partecipanti € 3.760 con guida-autista di lingua spagnola (m) Suppl. media stagione aerea € 180 (a) Suppl. alta stagione aerea € 380 Suppl. Sgl € 490

11 7(m) 5(a) 10


Messico Viaggio di 15 giorni dalle montagne della Sierra alle bianche spiagge della Baja (in hotel)

Sierra Tarahumara e Baja California Itinerario day by day: 1°-2° Italia, Mexico City, Chihuahua; 3°-4° Creel, Barranca del Cobre; 5°-6° Cerocahui, El Fuerte, Topolobambo; 7°-8° Traghetto per La Paz, isola Espiritu Santu, Loreto; 9° Isola Coronado; 10°-11° Bahia Conception, Mulegè, Santa Rosalia, San Francisco, San Ignacio; 12°-13° Bahia Magdalena, La Paz; 14°-15° Partenza e arrivo in Italia

La natura selvaggia della Sierra Madre che si attraversa con uno scenografico itinerario in treno da Chihuahua a Los Mochis sul Mare di Cortes passando dagli straordinari canyons della Barranca del Cobre e visitando i tradizionalj insediamenti degli indios Tarahumara. Poi raggiunta la costa a Topolobampo, con un comodo traghetto notturno si attraversa il Mare di Cortes e si approda sulla penisola della Baja California. Inizia la seconda parte del viaggio, in fuoristrada, percorrendo piste che attraversano paesaggi vari e di rara bellezza: la sierre dell’interno punteggiate di cactus giganti, le oasi ver-

deggianti, le stupende baie delimitate da acque turchesi, le dune costiere e gli strapiombi dei selvaggi canyon. Sono previste tre escursioni in barca: all’isola Espiritu Santu e all’isola Coronado, nel Mare di Cortez e nella Baia Magdalena nell’Oceano Pacifico per incontri ravvicinati con foche e delfini. Si visitano poi interessantissime antiche missioni gesuitiche (San Javier, Mulegè, Santa Rosalia, San Ignacio) alcune sulla costa e altre isolate in vallate raggiungibili solo con vetture 4x4. Tutti i gruppi sono accompagnati da guide di lingua spagnola e inglese, accompagnatore italiano a partire da 10 partecipanti.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano:

Giu Lug Ago Set

10-14 partecipanti € 4.120 8-9 partecipanti € 3.880 (a) Suppl. alta stagione aerea € 320 (m) Suppl. media stagione aerea € 170 Suppl. Sgl € 560

19 10(m) 13(a) 4

45


Messico Viaggio di 14 giorni tra piramidi, foreste, vulcani, cactus e indios (in hotel)

Sulle orme dei Totonachi Itinerario day by day: 1° Italia, Mexico City, Puebla; 2°-4° Cantona e Yohualichan, Cuetzalan; 5° El Tajin, Casitas; 6°-7° Filo Bobo, La Antigua, Veracruz, Jalcomulco; 8°-9° Cotlamani, Jalapa, Coatepec; 10° Trekking alle falde dei vulcani, Tehuacan; 11°-12° I cactus della Sierra Mixteca, Cholula; 13° Puebla, Città del Messico, partenza; 14° Arrivo in Italia

Un itinerario poco comune, fuori dalle rotte turistiche convenzionali, in un paese di inesauribile fascino. In Messico, oltre un migliaio di anni fa, sono fiorite diverse culture e si sono sviluppati imperi grandiosi.I discendenti delle antiche genti, decine di comunità indigene, mantengono ancora oggi, nonostante l’attuale modernismo, le vestigia dei loro antichi costumi di vita. Il pueblo di Cuetzalan con il variopinto mercato della domenica frequentato dagli indios Totonachi che giungono dai villaggi circostanti per vendere i loro prodotti. Gli sconosciuti siti archeologici del periodo totonaco: Yohualichan, Tajin, Filo

46

Bobo, con innumerevoli piramidi ancora nascoste nella giungla. La “Danza dei Voladores”, un’antico rito propiziatorio legato al culto della fertilità. La vivace Veracruz, sul Golfo del Messico, fondata dal Conquistatore Cortes, da sempre il principale porto del paese. Coatepec, la capitale del caffè, circondata dalle piantagioni e pervasa dall’aroma dell’inebriante bevanda. Le passeggiate ai piedi del Pico de Orizaba e dei vulcani Popocatepetl, Malinche e Ixtaccihuatl. I cactus e le impronte di dinosauro della Sierra Mixteca. Tutti i gruppi sono accompagnati da esperta guida di lingua spagnola / italiana.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano:

Lug 3 Ago 4(a)

7-12 partecipanti € 3.260 4-6 partecipanti € 3.520 (a) Suppl. alta stagione aerea € 320 Suppl. Sgl € 780


Etiopia Viaggio di 16 giorni nella regioni dell’Omo tra popolazioni arcaiche (hotel e bungalows)

Popoli primitivi della valle dell’Omo Itinerario day by day: 1° Italia, Addis Abeba; 2° Lago Langano; 3°-4° Arba Minch, lago Chamo, Parco Netch Sar; 5°-6° Jinka, popolo Mursi; 7°-10 i mercati e i polpoli della valle dell’Omo (Hamer, Karo, Dassanech, Galeb), i mercati di Dimeka e di Turmi; 11°-13° Konso, Yabelo, cratere El Sod, Awasa; 14°-15° Tiya, Adadi Maryam, Addis Abeba, partenza; 16° Arrivo in Italia.

Un viaggio con un ottimo confort tra le popolazioni più primitive dell’Africa che a causa di un isolamento geografico-ambientale hanno mantenuto usi e costumi tradizionali vivendo in villaggi sperduti e incontaminati. I popoli Mursi, Hammer, Konso, Galeb, Karo, con pitture corporee differenti gli uni dagli altri, che praticano ancora le scarificazioni facciali, i loro semplici mercati e i caratteristici villaggi, le complesse e fantasiose acconciature delle bellissime donne, le decorazioni corporee e la vita legata a usi e abitudini ancestrali. Straordinari gli incontri “on the road” con

pastori vestiti di pelli e con il corpo ed il viso dipinti come fossero appena usciti da una foto del secolo scorso. Unici sono poi gli incontri con le donne Mursi che utilizzano ancora i piattelli labiali. Il Parco Mago, con estese savane che ricordano il Kenya; l’incredibile visione del cratere di El Sod dove i Borana raccolgono il sale nel cratere in una ambiente primordiale. Un viaggio vario, ma prevalentemente etnografico attraverso un mondo che purtroppo è destinato a scomparire. Tutti i gruppi sono accompagnati da nostri esperti tour leader a partire da 8 partecipanti..

Date di partenza 2011

Quota di partecipazione da Milano / Roma:

Lug 18 Ago 1 (a) e 15 Set 5

10-14 partecipanti € 3.070 con nostro accompagnatore dall’Italia 8-9 partecipanti € 3.190 con nostro accompagnatore dall’Italia 6-7 partecipanti € 3.160 con guida locale di lingua italiana (a) Suppl. alta stagione aerea € 140 Suppl.Sgl € 230 47


Uganda - Rwanda 10 giorni attraverso i selvaggi Parchi dell’Uganda e l’incontro con i gorilla di montagna (in lodge).

I Parchi, i laghi e i gorilla di montagna Itinerario day by day: 1° Italia, Kampala; 2°-3° Murchison Falls National Park; 4° Foresta e scimpanzè; 5°-6° Parco Queen Elizabeth; 7°-8° Parco dei Vulcani in Rwanda e i gorilla di montagna; 9° Proseguimento per Kigali, partenza; 10° Arrivo in Italia.

Un vero safari tra le zone più selvagge dell’Africa, ma con un ottimo comfort. Si viaggia attraverso gli scenografici Parchi Nazionali dell’Uganda che si estendono alla base delle “Montagne della Luna”, lungo il corso del Nilo e sulle sponde dei grandi laghi. L’incontro con una natura incontaminata, ancora non affollata di turisti: il Parco Murchison dove il Nilo precipita attraverso una strettissima gola formando le spettacolari cascate, il Parco Queen Elizabeth, sulle sponde del lago Edoardo, dove si concentrano tutti gli esemplari della fauna selvaggia africana

48

e milioni di uccelli. La navigazione sul canale di Kazinga ammirando dall’acqua gli animali che si recano all’abbeverata. La ricerca dei simpatici scimpanzè che saltano di ramo in ramo nella Kibale Forest. L’incontro con gli ultimi gorilla di montagna in Rwanda, addentrandosi nella foresta, condotti da espertissimi rangers, per un’esperienza davvero unica, fortemente emotiva, da ricordarsi per sempre e che da sola giustifica questo straordinario viaggio. Tutti i gruppi sono accompagnati da guide locali di lingua inglese.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione servizi in loco:

Lug 1 e 16 Ago 14(a) e 26 Set 16 Partenze individuali possibili tutti i giorni

6 partecipanti € 2.080 / 4 partecipanti € 2.360 2 partecipanti € 3.180 - Suppl. sgl € 370 Ingresso al Parco dei gorilla USD 500 Ingresso al Parco degli scimpanzè USD 90 Voli da Milano / Roma: fino al 23 Lug e dopo il 16 Ago a partire da € 580 + tasse dal 24 Lug al 15 Ago a partire da € 880 + tasse


Tanzania 18 giorni per visitare i Parchi del Nord e del Sud e spingersi fino all’Oceano (in hotel e lodge)

I Parchi e l’Oceano Itinerario day by day: 1°-2° Italia, Arusha; 3°-7° I parchi del nord: Manyara, Ngorongoro, Serengeti; 8°-10° Volo per il Parco Ruaha, tre notti al Kwihala Camp; 11° Il Parco Mikumi; 12°-14° La Riserva Selous, 3 notti al Lake Manze Camp; 15°-16° L’Oceano, Kilwa e l’Isola dei Sultani; 17° Dar Es Salam, partenza; 18° Arrivo in Italia.

Un grande viaggio che permette di ammirare gli ambienti e la fauna di tutto il paese visitando anche i Parchi meno conosciuti e meno affollati. Si inizia dai Parchi del Nord con il suggestivo Lago Manyara; il famoso Serengeti, recentemente dichiarato una delle sette meraviglie naturali del mondo; l’impressionante cratere di Ngorongoro, un vero paradiso perduto. In volo con un piccolo aereo verso sud per lo sconfinato e selvaggio Parco Ruaha, ricco di predatori, ma non di turisti. Si prosegue via terra verso est fino a raggiungere il Parco Mikumi, piccolo ma con una superficie pianeggiante che costituisce un’habitat ideale per l’eland, la più gran-

de antilope del mondo. Ancora verso sud lungo una pista di terra rossa che contrasta con il verde rigoglioso dei Monti Uluguru. E poi il Selous, il più esteso Parco dell’Africa, attraversato dal fiume Rufiji che crea un fantastico ecosistema di lagune e zone umide brulicanti di ippopotami e coccodrilli. Qui avremo anche l’opportunità di osservare gli animali “dall’acqua” con una escursione in barca sul fiume e la possibilità di effettuare un safari a piedi, scortati da un ranger armato. Infine l’Oceano Indiano con Kilwa e l’Isola dei Sultani. Tutti i gruppi sono condotti da esperte guide locali di lingua italiana. Pernottamenti in ottimi lodge.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Roma:

Giu Lug Ago Set

10-14 partecipanti € 4.820 4-9 partecipanti € 4.970 (a) Suppl. alta stagione aerea € 320 (sp) Partenza speciale del 15 Giu riduzione € 370 Ingresso Parchi USD 630 (€. 450) Suppl. Sgl. € 960

15(sp) 13 10(a) 7

49


Tanzania Safari di 9 giorni tra i Parchi più belli del Nord Tanzania (in hotel e lodge)

Da Ngorongoro a Serengeti Itinerario day by day: 1° Italia, Arusha; 2° Il lago Manyara; 3°-4° Il Parco Serengeti; 5°-6° Le gole di Olduvai, il Cratere di Ngorongoro; 7° Il Parco Tarangire; 8° Ritorno a Arusha, partenza; 9° Arrivo in Italia.

Nel Nord della Tanzania sono localizzati alcuni dei Parchi africani con la maggior concentrazione al mondo di animali selvaggi. Serengeti, Ngorongoro, Manyara, nomi che tutti noi abbiamo sentito nominare nei documentari televisivi e che sicuramente hanno suscitato la voglia di vivere “in diretta” gli incontri con questa fauna africana. In Africa si dice che chi riesce a vedere i “big Five” - leone, leopardo, elefante, rinoceronte e bufalo - in un unico viaggio, è fortunato. In Tanzania questa chance è molto alta anche con un safari breve come quello che vi propo-

50

niamo. Naturalmente la natura africana non è solo l’incontro con gli animali, ma anche i paesaggi unici e grandiosi che si possono vedere solo in questo continente. Le sterminate savane erbose del Parco Serengeti; la selvaggia maestosità del cratere di Ngorongoro, l’oasi naturalistica che è il Parco del lago Manyara, gli ambienti alberati e ricchi di branchi di elefanti del Parco Tarangire. Il programma prevede safari all’alba ed al tramonto, l’ora migliore per incontrare gli animali, a bordo di vetture fuoristrada condotte da esperte guide e pernottando in ottimi lodge.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione servizi in loco:

garantite tutti i giorni

base 6 partecipanti € 1.650 base 4 partecipanti € 1.700 base 2 partecipanti € 1.980 Suppl. Sgl. € 350 / ingresso Parchi USD 330 (€ 240) Voli da Milano / Roma: fino al 23 Lug e dopo il 16 Ago a partire da € 780 + tasse dal 24 Lug al 15 Ago a partire da € 1.100 + tasse


Tanzania Viaggio di 9 giorni per visitare il più selvaggio e il più esteso Parco d’Africa (in hotel e lodge)

I Parchi Ruaha e Selous Itinerario day by day: 1° Italia-Dar Es Salam; 2°-4° Volo per il Parco Ruaha, tre notti al Kwihala Camp 5°-7° Volo per la Riserva Selous: safari in 4x4, in barca e a piedi, tre notti in campo tendato lusso; 8° Volo per Dar Es Salam, partenza; 9° Arrivo in Italia

Un viaggio breve ma intenso per chi è appassionato di viaggi naturalistici e cerca luoghi originali e non affollati. Il selvaggio e poco conosciuto Parco Ruaha, caratterizzato da savane semi aride e foreste paludose ricchissime di animali, in particolare lungo il corso del fiume omonimo. La Riserva Selous, una delle aree protette più grandi dell’intero pianeta, dove l’interferenza umana è praticamente nulla e l’ambiente è ideale per ospitare quella che viene definita la più grande popolazione di mammiferi di tutta l’Africa. Ben tre fiumi, il Rufiji, il Beho Beho e il Ruaha, riforniscono d’acqua la riserva, dando origine a

un’insieme di ecosistemi unico al mondo. Oltre ai tradizionali safari in 4x4, si effettuano safari a piedi (walking safari, vietati nella maggior parte degli altri parchi africani) accompagnati da rangers armati. Ma un’esperienza straordinaria è sicuramente rappresentata dall’escursione in barca sul fiume Rufiji, per osservare al tramonto gli ippopotami, i coccodrilli e i branchi di elefanti all’abbeverata. I rangers che guidano le escursioni sono di lingua inglese. Tutti gli spostamenti si effettuano con piccoli aerei da turismo. Lodge di lusso tra i più esclusivi: Kiwhala Camp nel Parco Ruaha, Impala Camp nella Riserva Selous.

Date di partenza 2011 Quote di partecipazione servizi in loco: garantite tutti i giorni

€ 2.960 (a) Suppl. alta stagione servizi locali (dal 6 Lug al 31 Ott) € 420 Suppl. Sgl. € 590 / 660 Ingresso Parchi USD 290 (€. 210) Voli da Milano / Roma: fino al 23 Lug e dopo il 16 Ago a partire da € 780 + tasse dal 24 Lug al 15 Ago a partire da € 1.100 + tasse

51


Kenya Viaggio di 16 giorni tra popolazioni, paesaggi e animali selvaggi (in lodge)

Viaggio al Lago Turkana Itinerario day by day: 1°Italia, Nairobi; 2° Il Monte Kenya; 3°-4° Il Parco Samburu; 5° L’oasi di Marsabit; 6° Kalacha; 7°-9° Il deserto di Chalbi, il lago Turkana; 10°-12° Maralal, il lago Baringo, il lago Bogoria, il lago Nakuru; 13°-14° La Riserva Maasai Mara; 15°-16° Rientro a Nairobi, partenza e arrivo in Italia.

Le regioni del Nord del Kenya: deserti aridi abitati da tribù primitive e il “lago di giada”, il misterioso lago Turkana. Un viaggio che unisce l’aspetto etnografico a quello naturalistico. I Borana, i Gabbra, i guerrieri Turkana, i pescatori El Molo, i pastori Samburu, Rendille e Pokot, popolazioni che vivono di nomadismo in una regione remota e spettacolare di vulcani e deserti. La ricerca della fauna africana nelle riserve del Nord e del Sud. Da Nairobi verso Nord fino al Parco Samburu, abitato da specie selvagge uniche. Poi Marsabit, un’incredibile vulcano che crea un’oasi ver-

52

deggiante in pieno deserto. Attraverso il deserto di Chalbi, si raggiunge quindi il lago Turkana per visitare i villaggi delle etnie locali. A sud percorrendo la Rift Valley con superbi paesaggi e visitando i laghi vulcanici: Baringo, Bogoria e Nakuru, veri santuari dell’avifauna africana. Al confine con la Tanzania, la famosa riserva Maasai Mara, dove si possono osservare tutti gli esemplari della fauna africana. Un viaggio con vetture fuoristrada da safari e pernottamenti in ottimi lodge. Esperte guide locali di lingua inglese e nostro accompagnatore.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano / Roma:

Lug Ago Set Ott

10-14 partecipanti € 4.160 con guida locale in inglese e nostro accompagnatore Ingresso ai Parchi Nazionali € 270 (USD 380) (a) Suppl. alta stagione aerea € 260 (*) Durata 17 giorni Suppl. Sgl. € 790

9 7(a)(*) 10 1


Madagascar Viaggio di 17 giorni dalla costa occidentale all’altopiano centrale (in hotel).

Isola segreta Itinerario day by day: 1°-2° Italia, Antananarivo; 3°-6° Morondava, Bekopaka, i Piccoli e i Grandi Tsingy; 7°-9° Morondava, Belo, Morombe; 10°-12° Salary; 13° Parco dell’Isalo; 14°-16° Parco Ranomafana, Ambositra, Antsirabè, Antananarivo, partenza; 17° Arrivo in Italia.

Il Madagascar offre caratteristiche morfologiche molto differenti, flora e fauna con decine di specie endemiche, popolazioni interessanti ed ospitali che rispecchiano le diverse origini dall’Africa all’Oriente. Dalla capitale, Antananarivo, si vola a Morondava e, lungo la “Via dei Baobab”, si raggiunge Bekopaka per la visita della Riserva Bemaraha con le spettacolari rocce aguzze chiamate Piccoli e Grandi Tsingy. Poi verso sud lungo la costa ovest, la regione meno turistica, con i villaggi abitati dall’etnia di pescatori Vezo e le selvagge spiagge di Salary, lambite dalla barriera corallina. Si pro-

segue verso l’interno per il Parco dell’Isalo, un susseguirsi di canyon profondi circondati da ampie savane e da scenografiche formazioni rocciose. Infine si risale sull’altopiano per l’incontro con i lemuri nella foresta del Parco Ranomafana. Antsirabè, caratteristica cittadina in stile coloniale francese affollata da nugoli di “posy”, i colorati risciò locali. Un mondo a sè che non può non suscitare curiosità e interesse in un viaggiatore. I gruppi sono accompagnati da esperte guide locali di lingua italiana. Da 11 partecipanti, nostro accompagnatore.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano / Roma:

Partenze individuali possibili tutti i giorni Giu 12 Lug 10(m) e 31(a) Ago 19(m)(*) Set 4

11-14 partecipanti € 3.880 con nostro accompagnatore dall’Italia 8-10 partecipanti € 3.660 con guida locale di lingua italiana 6-7 partecipanti € 3.860 con guida locale di lingua italiana (*) Durata 18 giorni, suppl. giorno extra € 130 (m) Suppl. media stagione aerea € 180 (a) Suppl. alta stagione aerea € 380 Suppl.Sgl € 530

53


Namibia Viaggio di 15 giorni dalle dune del Namib alla selvaggia Kaokoland (in lodge)

Popolazioni e paesaggi Itinerario day by day: 1°-2° Partenza, Windhoek; 3°-4° Sossusvlei e il deserto del Namib; 5°-6° Walvis Bay, Swakopmund; 7°-8° Le foche di Cape Cross, le incisioni rupestri di Twyfelfontein; 9°-10° Damaraland, Kaokoland, il popolo Himba; 11°-12° Il Parco Etosha; 13° La Riserva Privata di Erindi; 14° Windhoek, partenza; 15° Arrivo in Italia.

Un viaggio confortevole in uno straordinario paese dove la natura ha espresso una grandiosità, una bellezza e una varietà di ambienti naturali che è difficile incontrare in altri luoghi del mondo. Il deserto del Namib, con i primordiali paesaggi dai colori pastello, le enormi dune di sabbia rossa e i tramonti che incantano. L’incredibile incontro “veramente ravvicinato” con migliaia di foche che giocano tra le onde dell’Atlantico. Le montagne e le vallate della Damaraland, con foreste pietrificate, incisioni rupestri prei-

54

storiche e i rari elefanti del deserto. La Kaokoland, selvaggia regione al confine con l’Angola, lungo il fiume Kunene, dove si trovano i piccoli villaggi di capanne dei nomadi Himba, le cui bellissime donne si vestono di pelli di animali e si coprono il corpo di argilla rossa. Il Parco Etosha, dove si possono ammirare tutti gli esemplari della fauna selvaggia africana, dagli elefanti alle leggiadre gazzelle, dai leoni alle rare antilopi nere. Le sistemazioni sono previste in ottimi lodge e tutti i gruppi sono accompagnati da esperte guide italiane o sudafricane di lingua italiana.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano / Roma:

Giu Lug Ago Set Ott

11-14 partecipanti € 4.100 8-10 partecipanti € 4.280 (a) Suppl. alta stagione aerea € 360 Suppl.Sgl. € 550

18 2 e 31(a) 7(a) e 19 10 e 24 8


Namibia - Kaokoland Viaggio di 15 giorni nella selvaggia regione della Kaokoland (con 8 notti in campo e in lodge)

Il deserto che vive Itinerario day by day: 1°-2° Partenza, Windhoek, Swakopmund; 3° Damaraland; 4°-6° Opuwo, Epupa Falls, villaggi Himba; 7°-9° Van Zyl Pass, Marienfluss, le dune di Hartmann Valley; 10°-11° Il fiume Kunene, gli elefanti del deserto; 12° Palmwag Lodge; 13° Twyfelfontein, Windhoek; 14° Partenza; 15° Arrivo in Italia.

La regione della Kaokoland è ancora una zona selvaggia e isolata dove vivono piccoli clan Himba, un’etnia che ha mantenuto uno stile di vita assolutamente tradizionale. Le belle e slanciate donne, a seno nudo, e con gonnellini di pelle di antilope decorati con conchiglie, si spalmano il corpo con grasso animale e polvere di ematite che sembrano delle statue nel deserto. Il viaggio prevede l’attraversamento di tutta questa regione a ridosso del fiume Kunene, che delimita il confine con l’Angola, percorrendo difficili piste che portano in luoghi splendidi: le cascate Epupa, la straordinaria

pianura di Marienfluss sabbia rossa, distese di erba gialla e antilopi, le dune della Hartmann Valley e la Serra Cafema dove il fiume Kunene crea selvaggi canyon. Poi verso sud costeggiando la Skeleton Coast una zona aridissima con paesaggi desertici e primordiali. Si rientra a Windhoek visitando anche le interessanti incisioni rupestri di Twyfelfontein. L’organizzazione locale è perfetta: grandi tende ad igloo con lettini, materassi, lenzuola e coperte, doccia e toilette da campo. Esperte guide locali di lingua inglese, nostro accompagnatore a partire da 10 partecipanti.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano / Roma:

Giu Ago Set Ott

6-12 partecipanti € 3.580 con guida locale di lingua italiana (a) Suppl. alta stagione aerea € 360 Suppl.Sgl. € 160

2 e 30 7(a) e 19 15 e 29 13

55


Zimbabwe Viaggio di 17 giorni attraverso un paese sconosciuto ricco di storia e e di animali selvaggi (in hotel e lodge).

Natura selvaggia Itinerario day by day: 1°-2° Italia, Vittoria Falls; 3°-4° Parco Hwange; 5°-6° Matppos Hills, Great Zimbabwe la storia dell’Africa; 7°-8° Le Highland dell’Est; 9°-11° Il Parco Mbizi e il Parco Mana Pools sul fiume Zambesi; 12°-13° Il lago Kariba, il Parco Matusadona; 14° Il Parco Chizarira; 15° Victoria Falls; 16°-17° Johannesburg, Italia.

Un viaggio attraverso un paese ora pacificato che offre ambienti e situazioni sempre diverse. Dalle cascate Vittoria il Parco Hwange, considerato il regno degli elefanti, per incontrare la grande fauna africana, poi le spettacolari Matopos Hills (patrimonio UNESCO) caratterizzate da curiose formazioni rocciose tra le quali si trovano inaspettate pitture rupestri. Le misteriose ed affascinanti rovine di Great Zimbabwe, vero enigma della storia africana prima di raggiungere le inaspettate Eastern Highlands con paesaggi di montagne, boschi e una fauna originale. Si prosegue verso Nord fino a

56

raggiungere le sponde del fiume Zambesi nel Parco di Mana Pools considerato dai rangers il più bel parco d’Africa. Una breve navigazione sul lago Kariba ed eccoci nel Parco di Matusadona che si sviluppa sulle sponde del lago con grandi branchi di animali selvaggi che si recano all’abbeverata. Tra selvagge colline disabitate si trova il Parco Chizarira, poco conosciuto, ma ricco di animali. Tutti i pernottamento sono previsti in ottimi lodge; i gruppi sono condotti da esperti rangers sudafricani di lingua inglese e nostro accompagnatore italiano da 11 partecipanti.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano / Roma:

Lug 9 Ago 11 e 22

11-13 partecipanti a partire da € 4.660 con guida sudafricana in inglese e nostro accompagnatore 6-10 partecipanti a partire da € 4.480 con guida sudafricana in inglese (a) Suppl. alta stagione voli e servizi locali € 480 Suppl.Sgl. a partire da € 370


Botswana Viaggio di 14 giorni attraverso i Parchi del Botwana, il Delta dell’Okavango, le cascate Victoria (in lodge e campi tendati preallestiti)

Il regno degli animali Itinerario day by day: 1°-2° Italia, Maun, Delta dell’Okawango; 3° in piroga nel Delta; 4°-6° Riserva Moremi; 7°-10° La savana di Savuti e il nord del Parco Chobe; 11°-12° Victoria Falls in Zimbabwe, le cascate Vittoria; 13° Partenza; 14° Arrivo in Italia.

Un ambiente in cui deserto e riserve naturali, acqua e regioni aride si fondono con armonia. Il Delta dell’Okavango, luogo unico al mondo, creato da un fiume che si perde nel deserto. In piroga tra lagune, isole e ninfee giganti per vivere l’esaltante esperienza degli incontri ravvicinati con la vita animale. La riserva di Moremi, proprio ai margini del Delta, dove l’esuberante vegetazione permette la sopravvivenza di moltissimi animali. Il Parco di Chobe con le più grandi mandrie di elefanti di tutta l’Africa, ma anche numerosi bufali, kudu, antilopi e predatori come leoni, leopardi e licaoni,

senza l’affollamento di altri automezzi di turisti. Le spettacolari cascate Vittoria, chiamate “il fumo che tuona”, un grande spettacolo che emozionò anche David Livingstone. Un viaggio in una natura incontaminata dedicato alla ricerca degli animali selvaggi nel paese che offre i safari più belli d’Africa. Un itinerario magnificamente organizzato con campi tendati preallestiti forniti di lettini con lenzuola, tavoli e sedie, in mezzo alla savana per assaporare un reale contatto con la natura. Tutti i gruppi sono condotti da esperti rangers di lingua inglese.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano / Roma:

Lug Ago Set Ott

8-14 partecipanti € 3.740 4-7 partecipanti € 3.880 (a) Suppl. alta stagione aerea € 360 (*) Suppl. alta stagione servizi locali € 130 Suppl.Sgl. € 260

3 e 30(a) 7(a)(*) e 19 11 2

57


Libano Viaggio di 8 giorni tra straordinari siti archeologici, mare e montagne. In hotel

Nella terra dei Fenici Itinerario day by day: 1° Italia-Beirut; 2° Le grotte di Jeita, Harissa, Byblos; 3° Tripoli, la Valle di Qadisha, Bcharrè; 4° I Cedri, la Valle della Bekaa, i templi di Baalbek, Zahlè; 5�� La cittadella di Aanjar, il palazzo di Beiteddine, il villaggio di Dair al-Qamar, Sidone; 6° Il tempio di Echmoun, le rovine di Tiro, Beirut; 7° Beirut: visita della città; 8° Volo per l’Italia.

Considerato in passato la Francia del Medio Oriente, il Libano vide scomparire il proprio nome dalle cartine turistiche quando si disgregò a causa di una guerra civile che ebbe inizio nel 1975. Oggi le cose sono cambiate e un viaggio in Libano non solo è di nuovo possibile, ma è anche sorprendentemente agevole e tranquillo. Da Beirut a Byblos, pittoresco porto peschereccio, al tempo dei fenici punto nevralgico per il commercio e l’esportazione del papiro in Egitto. Tripoli, nel nord del paese, un labirinto di stretti vicoli, suq pieni di colori, caravanserragli e moschee. La splendida Valle

di Qadisha dove si trovano splendidi monasteri maroniti e una delle ultime foreste millenarie di alberi di cedro. La Valle della Bekaa e la mitica Baalbeck, la città romana più importante del Medio Oriente, dove sono rimaste in piedi 6 delle 54 colonne più grandi del mondo antico. Il palazzo di Beittedine e villaggio di Deir al Qamar, tra i Monti Chouf, roccaforte della comunità drusa. E poi nel sud del Paese le rovine di Tiro, con il più ampio e meglio conservato ippodromo romano del mondo… Se volete assistere al trionfo della rinascita sulla distruzione, questo è il momento migliore per partire.

Date di partenza 2011 Quote di partecipazione da Milano: Mag Giu Lug Ago Set Ott 58

14 4 9 (a)(*) 13 17 8 e 29

13-15 partecipanti € 1.620 con guida locale e accompagnatore italiano 10-12 partecipanti € 1.780 con guida locale e accompagnatore italiano 8-9 partecipanti € 1.540 con guida locale di lingua italiana 6-7 partecipanti € 1.640 con guida locale di lingua italiana (a) Suppl. alta stagione aerea € 150 (*) Suppl. alta stagione locale € 120 Suppl.Sgl € 320 / (a) € 450


Oman e Isola di Masirah Viaggio di 16 giorni tra le montagne, i deserti, le coste del Sultanato dell’Oman e dell’Isola di Masirah (in hotel e tenda).

Terra incognita Itinerario day by day: 1° Italia, Muscat; 2°-3° Montagne dell’Hajar, Nizwa; 4°-5° Deserto di Wahiba; 6°-7° Baia di Al Khaluf; 8°-9° Isola di Masirah; 10°-12° la costa dell’Oceano Indiano, le tartarughe di Ras El Hadd; 13° Sur, Wadi Shab, Muscat; 14°-15° Muscat, partenza; 16° Arrivo in Italia.

È un viaggio in una natura selvaggia, intatta e grandiosa che sorprende ogni giorno. Dalla bella e pulita capitale Muscat, si attraversano le grandi montagne dell’Hajar, con una scenografica pista tra canyons, oasi nascoste e piccoli villaggi fino alla bella oasi di Nizwa con un antico forte e un interessante e vivace souk. Poi attraverso le grandi dune delle Wahiba Sands, fino a raggiungere le coste dell’oceano Indiano nell’incredibile baia di Khaluf circondata da dune bianco latte. La selvaggia isola di Masirah, al largo della costa dell’oceano Indiano di cui si fa il periplo

sperando di incontrare le tartarughe. Risaliremo verso Nord correndo con le nostre 4x4 su sterminate spiagge sabbiose disabitate superando promontori, dune che si perdono in mare, piccoli villaggi di pescatori, enormi colonie di uccelli e tartarughe, a pochi metri dalle onde. Una regione che in Agosto presenta un clima caldo, ma non torrido; un viaggio che offrirà anche le occasioni per un paio di giornate di mare con piacevoli bagni nello splendido oceano color turchese. Tutti i viaggi sono accompagnati da nostre guide italiane esperte del paese.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano:

Lug 9 Ago 6(a) e 20

10-14 partecipanti € 2.980 7-9 partecipanti € 3.180 (a) Suppl. alta stagione aerea € 180 Suppl.Sgl € 440

59


Iran Viaggio di 9 giorni tra siti archeologici, moschee e vecchie città. In hotel.

L’antica Persia Itinerario day by day: 1° Arrivo a Tehran; 2° Visita della cittài; 3° Volo e visita di Yazd; 4° Il villaggio zoroastriano di Cham, la tomba di Ciro, Shiraz; 5° Le rovine di Persepoli, la necropoli di Naqsh-e-Rostam, volo per Isfahan; 6°-7° Visita di Isfahan, la perla dell’architettura persiana; 8° Il villaggio tradizionale di Abyaneh, Kashan,Tehran; 9° Volo notturno per l’Italia.

La Persia è una terra dove dai tempi più antichi si sono succedute continuamente civiltà diverse, lasciando ciascuna importanti testimonianze di inestimabile valore. Si inizia il viaggio con la visita degli interessantissimi musei di Tehran. Poi in volo a Yazd, ai margini del deserto di sale, con le caratteristiche torri del vento che svettano sulla città e un centro storico ben mantenuto. Si prosegue via terra per Shiraz per la visita della maestosa Tomba di Ciro il Grande. Shiraz, la capitale letteraria della Persia. Straordinarie le rovine di Persepolis con i tori androcefali

60

a guardia del palazzo di Dario e le scalinate decorate con perfetti bassorilievi che mostrano la sfilata dei popoli che portano le offerte al Re dei Re. E ancora Isfahan, con le sue cupole turchesi, i suoi giardini e i suoi bazar, che più di ogni altra città iraniana evoca nel viaggiatore i miti dell’antica Persia. Infine, sulla strada per Teheran, Kashan, con il giardino di Fin, le case tradizionali e la moschea d’Aga Bozorg. Un viaggio completo in un paese tranquillo che ricorderemo non solo per i monumenti, ma anche per la simpatia e la gentilezza della gente.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano:

Partenze giornaliere con voli Lufthansa possibili su base 2 partecipanti Partenze di gruppo: Mag 7 e 28 Giu 18 Lug 9 Ago 6(a) e 20 Set 3 e 17

10-14 partecipanti € 2.480 con guida locale e accompagnatore dall’Italia 6-9 partecipanti € 2.380 con guida locale di lingua italiana Suppl.Sgl € 410 (a) Suppl. alt stagione aerea € 110


Turchia Orientale Viaggio di 13 giorni tra siti archeologici, antiche città e paesaggi dell’Anatolia. In hotel.

Civiltà e paesaggi dell’ Anatolia Itinerario day by day: 1° Italia-Istambul-Ankara; 2° Le rovine ittite di Hattusas, Amasya; 3°-4° Trabzon, Erzurum; 5° Kasr, Ani, Dogubeyazit; 6°-7° Lago Van, il sito di Cavustepe, l’isola di Akdamar, Diyarbakir; 8°-9° Hasankeif, Mardin, Sanliurfa; 10° Harran, il Monte Nemrut; 11° Gazi Antep; 12°Antakya, Adana; 13° Volo per l’Italia.

Terra di frontiera tra Europa e Asia, in bilico fra progresso e tradizione, la Turchia è al centro della nostra storia fin dalle origini. Un viaggio nella regione orientale, terra di nascita del Tigri e dell’Eufrate, ai confini con la Georgia, l’Armenia, l’Iran, l’Iraq e la Siria, tra i resti di antiche civiltà lungo la costa del Mar Nero, le valli dell’Altopiano Anatolico, le rive del Lago Van e ai piedi del Monte Ararat e del Monte Nemrut… Il Museo delle civiltà anatoliche di Ankara; le città ittite di Hattusas e Yazilikaya; Amasya, capitale dei re del Ponto; Trabzon,

l’antica Trebisonda; Erzurum, la Theodosiopolis bizantina; Kasr, con l’imponente castello e la chiesa degli Apostoli; la “città fantasma” di Ani; Dogubeyazit con il palazzo-fortezza di Ishak Pasha; Van, con l’isola di Akdamar e il vicino sito urartu di Cavustepe; Diyarbakir, l’antica Amida; Mardin, l’antica Marida; Sanliurfa, l’antica Edessa; il tumulo di Antioco I sul Monte Nemrut, con le gigantesche e enigmatiche teste scolpite; Antakya, l’antica Antiochia… Un vero e proprio viaggio nel tempo e nello spazio.

Date di partenza 2011 Quote di partecipazione da Milano: Giu Lug Ago Set Ott

2 7 1(*) e 15 8 6

12-15 partecipanti € 2.730 con guida locale e accompagnatore dall’Italia / 10-11 partecipanti € 2.880 con guida locale e accompagnatore dall’Italia / 8-9 partecipanti € 3.100 con guida locale e accompagnatore dall’Italia / 6-7 partecipanti € 3.100 con guida locale - Suppl.Sgl € 295 (*) Partenza 1 Ago durata 17 gg con estensione Cappadocia a partire da € 3.150

61


Mali, Timbuctù Viaggio di 11 giorni per conoscere le etnie Dogon e Songhai, i popoli del fiume e la mitica Timbuctù (in hotel)

Genti e mercati del Sahel Itinerario day by day: 1° Italia-Bamako; 2°-3° Segou, danze Bobo, San; 4° Il mercato di Djennè; 5°-6° I villaggi Dogon, Mopti; 7° Mopti, navigazione sul fiume Niger; 8°-9° La mitica Timbuctù; 10° Volo per Bamako, il mercato dell’artigianato, partenza; 11° arrivo in Italia

Un paese che per il suo isolamento geografico offre uno spaccato di vita tradizionale africana non ancora contaminata dall’emulazione dello stile di vita occidentale. L’opportunità di entrare in contatto con l’etnia Dogon, unica e ancora legata a ritmi di vita ancestrali. I suoi scenografici villaggi tra le rocce della grande falesia di Bandiagara. Poi una breve navigazione sul fiume Niger, vera anima di questo paese: la vita dei pescatori Bozo, i piccoli villaggi sulle sponde, le scene di pesca, l’incontro con le piroghe cariche di merci sul fiume. Djennè con la splendida moschea

62

in argilla, vero capolavoro d’architettura africana dove saremo in occasione dell’animatissimo mercato settimanale. Mopti e la vita sulle banchine del porto, incredibili scene d’altri tempi. La mitica Timbuctu’ che tutti i viaggiatori anelano conoscere. L’interessante mercato dell’artigianato di Bamako, le belle sculture di legno, i semplici e genuini incontri con le donne nei loro variopinti vestiti. Un itinerario che permette una visione completa del paese e con tutti i pernottamenti in hotel. Tutti i gruppi sono accompagnati da esperte guide di lingua italiana.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano / Roma:

Lug 8 Ago 5(a) e 19 Set 9

11-14 partecipanti € 2.660 6-10 partecipanti € 2.850 (a) Suppl. alta stagione aerea € 170 Suppl.Sgl. € 390


Ghana - Togo - Benin Viaggio di 16 giorni per conoscere popoli e paesi dell’Africa occidentale (in hotel).

I colori dell’ Africa Itinerario day by day: 1° Italia, Lomè; 2° Cerimonia vudù; 3°-4° Accra, il castello di Elmina; 5°-6° Kumasi, i funerali degli Astanti; 7°-8° Wa, le case-fortezza dei Lobi; 9° I Gurunsi; 10°-11° Le etnie Moba, Tamberma e Somba; 12° I villaggi Taneka, Dassa; 13°-14° Il Palazzo di Abomey, le palafitte di Ganviè; 15° Lomè, partenza; 16° Arrivo in Italia

Un viaggio che permette di attraversare tre paesi con popolazioni e ambienti geografici molto diversi. Dalle foreste della costa che si affaccia sul golfo di Guinea, con i castelli portoghesi da cui transitavano gli schiavi e i villaggi di pescatori costruiti su palafitte, alle savane del nord dove la vita si sviluppa ancora attorno ai piccoli villaggi dall’architettura armoniosa ed elaborata. Gli incontri con i colorati e vocianti mercati africani, il culto degli antenati, i feticci, le colorate feste tradizionali dell’Akwasidae, le maschere Gelede ancora utilizzate durante le cerimonie, le danze e

gli incredibili riti vudù. Lo straordinario villaggio su palafitte di Ganviè e le antiche città di Abomey e Ouidah in Benin, i villaggi fortificati del Nord, i coloratissimi costumi degli Ashanti a Kumasi in Ghana dove arriveremo in occasione delle feste tradizionali o durante la celebrazione dei funerali, che sono vere e proprie feste popolari. Un viaggio dallo spiccato carattere etnografico grazie ad uno stretto contatto con la vera e originale vita africana, agli incontri con le numerose etnie che nei piccoli villaggi hanno mantenuto tradizioni e riti ancora saldamente radicati al passato.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano / Roma:

Giu Ago Set Ott

10-14 partecipanti € 2.950 6-9 partecipanti € 3.180 (a) Suppl. alta stagione aerea € 260 Suppl.Sgl. € 480 (*) partenze in occasione della festa dell’Akwasidae

21(*) 2(a)(*) 13 (*) 25(*)

63


Marocco Trekking tra le montagne dell’Alto Atlante, 10 giorni, 5 di trekking (in hotel, tenda e riad).

Trekking nell’ Alto Atlante Itinerario day by day: 1° Italia, Ouarzazate; 2° El Kelaa, inizio trekking; 3°-7° Trekking (Tiranimine, Ouaouchki. Ait Ahmed, Tourbist), El Kelaa; 8° Ouarzazate, Marrakech; 9° Marrakech; 10° Partenza e arrivo in Italia

Addentrarsi tra le montagne dell’Alto Atlante, un luogo dal fascino straordinario: montagne disabitate ed incontri con carovane di berberi, scenografici villaggi dall’architettura di terra rossa e verdi vallate silenziose incastonate in aspre montagne ocra, cime innevate e rigogliosi palmeti. Tutto questo al passo lento e silenzioso del trekking che permette di assaporare a fondo tutte le emozioni e un grande senso di libertà. Un percorso vario e non particolarmente impegnativo, alla portata di tutti quelli che amano vedere camminando, raggiungendo villaggi dove non arrivano stra-

64

de e automobili. I paesaggi grandiosi dei monti della catena del M’Goun di oltre 4000 mt., spesso con tracce di neve anche in piena estate, le spettacolari gole del fiume omonimo che si percorrono con lunghi guadi fino al villaggio di Bouthrarar, uno dei migliori esempi di architettura in terra di tutto il Marocco, i gesti millenari dei mulattieri che ci accompagnano per tutto l’itinerario, sono solo alcune delle grandi suggestioni che rimarranno in noi. Esperte guide locali di montagna di lingua francese.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano / Roma:

Lug 15 Ago 5(a) e 19

5-10 partecipanti € 1.340 4 partecipanti € 1.400 2-3 partecipanti € 1.520 Suppl. Sgl. € 160 (a) Suppl. alta stagione aerea € 120 Partenze individuali possibili tutti i giorni anche su base 2 partecipanti


Marocco Viaggio di 9-12 giorni nel Sud tra montagne, deserto e fortezze d’argilla (in hotel, campo tendato di lusso e riad).

A cena tra le dune Itinerario day by day: 1° Italia, Marrakech; 2° Alto Atlante, Skoura, Boumalne; 3° Gole del Dades, gole del Todra; 4° Il deserto del sud, Jebel Sarhro, la valle del Draa, Zagora; 5° Mahmid, l’erg M’zhil; 6° L’oasi di Foum Zguid, la kasbah di Taourirt, Ouarzazate; 7°-8° La via del sale, Telouet, Marrakech; 9° Partenza e arrivo in Italia.

Vi condurremo in luoghi poco conosciuti, tra spazi immensi, montagne, villaggi e dune. Da Marrakech si scavalcano le montagne dell’Alto Atlante per raggiungere le spettacolari gole del Dades e del Todrà. Poi ancora montagne: il Jebel Sarhro con le sue formazioni rocciose erose dal vento in forme bizzarre. Ed eccoci ai margini del Sahara: la valle del Draa, che è un susseguirsi continuo di splendi ksur, i villaggi fortificati di argilla dalle facciate decorate. L’oasi di Zagora, la porta del deserto. L’oasi di Mahmid, circondata dalle dune, antico porto sahariano dove arrivavano le ca-

rovane di cammelli. Percorrendo piste appena visibili si raggiungere l’erg Mhzil, nell’estremo sud dove si trascorre una suggestiva notte in un conforteve campo tendato tra le dune, sotto il cielo stellato. Nuovamente attraverso le montagne seguendo l’antica “via del sale” per ritornare a Marrakech, la millenaria, con la sua famosa piazza Djemaa El Fna. Un itinerario studiato per far conoscere il mosaico di ambienti del più vario paese del Nord Africa, in piccoli gruppi con preparate guide di lingua italiana, utilizzando suggestive strutture di charme.

Date di partenza 2011

Quote di partecipazione da Milano / Roma:

Mag Giu Lug Ago Set Ott

7-12 partecipanti € 1.880 4-6 partecipanti € 1.980 2 partecipanti € 2.520 (a) Suppl. alta stagione aerea € 120 (**) Partenze estive durata 12 gg - prezzo a partire da € 2.080 Suppl. Sgl € 420 / Suppl. Sgl 12 gg € 450 Partenze individuali possibili tutti i giorni anche su base 2 partecipanti

14 4 14(**) 4(a)(**) e 18(**) 10 8 e 29

65


Groenlandia Viaggio di 10 giorni nella natura, in hotel e chalet

Nella terra degli Inuit Itinerario day by day: 1°-2° Italia, Copenhagen, Ilulissat; 3°-4° Ilulissat: sole di mezzanotte, icebergs e balene; 5°-7° Navigazione in battello: Ilimanaq, stazione di Ataa, ghiacciaio Eqi sermia, Rodebay, Ilulissat; 8°Ilulissat: escursione opzionale in elicottero al ghiacciao Sermeq Kujalleq ; 9°-10° Volo per Copenhagen, arrivo in Italia.

L’isola più grande del mondo, ricoperta per l’80% dalla calotta polare, la Groenlandia è il paese del ghiaccio. La popolazione è costituita in maggioranza da Inuit. Nelle fredde acque groenlandesi si trovano ancora numerose balene, foche e trichechi, nonostante la tristemente nota caccia a questi animali rappresenti ancora la principale fonte di reddito. In volo a Ilulissat, la “città degli iceberg”, che si affaccia sulla scenografica Baia di Disko, dove centinaia di immensi blocchi di ghiaccio galleggiano nelle acque calme del fiordo. Il safari in barca per avvistare le balene che si

Date di partenza 2011

spingono nella baia alla ricerca di plancton. Tre giorni di navigazione lungo la costa con la visita dei minuscoli e antichissimi insediamenti di pescatori Inuit di Ilimanaq e Rodebay. Il ghiacciaio di Eqi Sermia per assistere alla rottura del fronte e ascoltare l’inquietante rumore dei blocchi di ghiaccio che precipitano in mare. L’escursione opzionale in elicottero al ghiacciaio Sermeq Kujalleq, il più veloce e produttivo dell’emisfero nord. Tutto questo nei mesi estivi, con la luce del sole di mezzanotte e temperature miti. Guida locale di lingua inglese o italiana.

Quota servizi in loco:

Partenze individuali possibili per persona € 1.840 (partecipanti di nazionalità mista) tutti i lunedì, martedì, Suppl. Sgl € 330 (solo 5 notti) mercoledì e venerdì Quota voli da Milano / Roma: via Copenhagen con Air Greenland a partire da € 1.200 66


Anteprima Partenze Ottobre 2011 Sahara

Africa Australe

India e dintorni

SUDAN Il Regno dei Faraoni Neri, 16 e 23 Ott Magica Terra Millenaria, 23 Ott

TANZANIA Da Ngorongoro a Serengeti, tutti i giorni

INDIA Orissa, 26 Ott

Parchi Ruaha e Selous, tutti i giorni

Rajasthan, 20 Ott

ALGERIA Trekking sul Tassili, 30 Ott

BOTSWANA Il regno degli animali, 2 Ott

Uttarakhand, 9 Ott

EGITTO Il Gran Mare di Sabbia, 8 e 29 Ott

NAMIBIA Popolazioni e paesaggi, 8 Ott

Deserto sconosciuto, 1 e 22 Ott

Kaokoland, 13 Ott

Spedizione al Gilf Kebir, 22 Ott Il deserto e le oasi in hotel e 4x4, 13 Ott MAROCCO A cena tra le dune, 8 e 29 Ott

Africa Nera MALI Scorci d’Africa, 28 Ott GHANA, TOGO, BENIN Colori d’Africa, 25 Ott ERITREA Dahlak, isole di sogno, 28 Ott ETIOPIA La Rotta Storica, 29 Ott GUINEA BISSAU E ISOLE BIJAGOS 19 Nov

Medio Oriente OMAN Terra incognita, 8 e 29 Ott,

BHUTAN Festival di Thimpu, 3 Ott NEPAL Ai piedi dell’Himalaya, tutti i giorni Trekking nel Mustang, tutti i giorni

Americhe

Il paese dei Sultani, 28 Ott

CILE Il grande Nord, 5 Ott

Rub Al Khali, 30 Ott

ARGENTINA DEL NORD 28 Ott

ARABIA SAUDITA 30 Ott

BRASILE DEL NORD-EST 2 Ott

LIBANO Nella terra dei Fenici, 8 e 29 Ott

Asia

GIORDANIA Petra e Wadi Rum, 9 e 23 Ott

CINA DEL SUD Le minoranze etniche, 22 Ott

SIRIA Tra Oriente e Occidente, 8 e 22 Ott

LAOS-CAMBOGIA 5 Nov

TURCHIA DELL’EST 12 Ott

BIRMANIA Templi e popoli, 8 e 22 Ott UZBEKISTAN Nel cuore dell’Asia, 6 e 20 Ott

67


I programmi dettagliati e le cartine degli itinerari sono disponibili sul sito www.deserti-viaggilevi.it

I Viaggi di Maurizio Levi srl • Via Londonio, 4 • 20154 Milano Pos: Lat N 45° 28,740’ • Long E 9° 10,254’ Tel. 02-34934528 • Fax 02-34934595 • E-mail: info@deserti-viaggilevi.it


Catalogo Viaggi Estate 2011