Issuu on Google+

Periodico di Informazione | N.02 | Febbraio 2014

Tele Valle Olona o i r o t i r r e t l e d e c o v la Fiction

Celebrità e appassionati a confronto tra ascolti da record

Sulle orme della Valle

Immagini e percorsi del territorio

Segnalaci curiosità, iniziative, problematiche, disservizi e necessità, compleanni, laurea, nuove idee o proposte alternative perchè Tele Valle Olona è la TV del Tuo territorio

Tele Valle Olona | www.televalleolona.it | e-mail: redazione@televalleolona.it


Rinaldo Pescasport di Menin Ivana

Via Cadorna, 26 21054 Fagnano Olona - VA-

La qualitĂ  per la tua Pesca

2 | Tele Valle Olona Magazine

N. 02 | Febbraio 2014


7

Sommario

14 04

AVID Varese Onlus

31

A fianco di invalidi e disabili

06

Soffi di novità dalla Valle Olona

Eventi, curiosità e manifestazioni del territorio

11

13

Orchestra Amadeus

34

Standing ovation per il coro diretto dal Maestro Marco Raimondi a Somma, Castellanza e Saronno

38

Sport genuino e divertente

44

Prospettiva Urbanistica

45

Fiction: Appassionati e grandi Star

46

Risanamento del Fiume Olona

47

Regione Lombardia mantiene le promesse

22

Omaggio al Pirata Pantani Cercafamiglia

Adotta un amico a 4 zampe

Oroscopo - Ricorrenze - Compleanni Mandaci via e-mail una foto e i tuoi auguri

San Valentino

Omaggio agli innamorati con le dediche dei lettori

Conosciamo Francesca Belussi

21

Come Star Bene

A 10 anni dalla scomparsa del campione

Adottato il nuovo Piano di Governo del Territorio

20

N.02 | Febbraio 2014

Rubrica dedicata alla cura del corpo: Pavimento pelvico, fisioterapia in gravidanza e post partum

Un successo il “XXVIII° torneo di calcetto indoor”

14

Tele Valle Olona Magazine

Regione Lombardia

Attività e provvedimenti dell’ente regionale

Varese Land of Tourism

Agenzia del Turismo ed Elmec guardano insieme a EXPO

Volandia, Festival dei sapori Skyspark, il futuro del volo è green

24

S. Antonio e benedizione degli animali Tradizione popolare a favore degli amici di compagnia

26

Emergenza fiumi e maltempo

Volontari della Protezione Civile sempre all’erta

30

Salute e prevenzione

Tele Valle Olona Magazine www.televalleolona.it redazione@televalleolona.it

Tornare in forma con una dieta equilibrata

N. 02 | Febbraio 2014

Tele Valle Olona Magazine | 3


4 | Tele Valle Olona Magazine

N. 02 | Febbraio 2014


N. 02 | Febbraio 2014

Tele Valle Olona Magazine | 5


Soffi di novità dalla Valle Olona Solbiate Olona: a teatro con “1,2,3, Shakespeare” Si è alzato il sipario della rassegna al Centro Socio Culturale con l’associazione culturale “Ronzinante” con un divertente viaggio nel mondo dello scrittore inglese

R

ipartito in grande stile il grande Teatro a Solbiate Olona, con l’ormai tradizionale “SolbiAteatro”. Sul palco dell’Auditorium del Centro Socio Culturale l’ospite protagonista è stata l’associazione Culturale Ronzinante di Merate. con un divertente viaggio nel mondo di William Shakespeare, dal titolo “Un, due, tre Shakespeare”. La rappresentazione ha fornito uno spettacolo parafrasando la celebrazione delle opere di uno dei più grandi compositori di tutti i tempi. Lo spettacolo, pluripremiato in ambito di diverse competizioni e rassegne teatrali, è stato pensato come parodia delle opere di William Shakespeare che vengono messe in scena, in forma ridotta, dagli attori. Una serata decisamente brillante nella quale sono state passate in rassegna le opere Romeo e Giulietta, Tito Andronico, Otello, Giulio Cesare, Antonio e Cleopatra e Macbeth, volgendo verso la conclusione con i tre attori che hanno rappresentato l’Amleto sempre più velocemente fino ad arrivare a recitarlo...al contrario. Per avere tutte le date e restare aggiornati si consiglia di leggere il calendario completo della rassegna in corso.

La passeggiata ecologica, ed in particolare “il Crocifisso” che domina la valle Olona, sono stati realizzati dai volontari della Contrada dei Calimali, dallʼanno 1987 al 2000. Questo luogo, particolarmente caro per la sua sacralità a tante famiglie e a tutti i bambini che in occasione della annuale “festa degli alberi” hanno messo a dimora decine di abeti, aceri e querce, rappresenta anche la memoria storica dellʼassociazione Calimali che in questo luogo ha realizzato numerose iniziative culturali ed ambientali.

Ci appelliamo pertanto al senso civico di coloro che lo frequentano per mantenerlo ordinato e pulito. In occasione della pulizia effettuata dai volontari il giorno 11 gennaio 2014, sono stati evidenziati numerosi danneggiamenti alle strutture e, quel che è peggio, agli alberi con profonde incisioni alla corteccia e imbrattamento con vernici. Gli autori di questo scempio sappiano che non verranno più tollerate azioni simili. Invitiamo tutti i fruitori di questo luogo a segnalare immediatamente alle forze dellʼordine ogni comportamento scorretto chiamando la Polizia Locale 0331/611594 oppure i Carabinieri 0331/617012 6 | Tele Valle Olona Magazine

N. 02 | Febbraio 2014


Fagnano Olona: la Pro Loco racconta la vita del paese nel 2013 Il pregevole magazine realizzato dai volontari ripercorre le attività e manifestazioni promosse dall’Ente.

N

ato da una battuta scherzosa sul fatto che la Pro Loco sia l’unico riferimento istituzionale rimasto in paese dopo l’arrivo del Commissario, ed essendo venuto meno anche il giornalino del Comune stesso, la Pro Loco ha pensato di pubblicare un numero speciale che riassume le immagini delle migliori iniziative dell’anno ed evidenzia numerose peculiarità locali, tra dialetto, curiosità, poesia e proverbi. Si presenta così “Pro Loco Fagnano NEWS - La Cultura al tuo fianco”: un libretto pregevole, ben organizzato editorialmente e di facile lettura. Dopo l’introduzione della Presidente Armida Macchi Porta, si ripercorre in pillole il lavoro svolto nell’anno legato a eventi, richiami e suggerimenti. Da tempo pensavamo di realizzare una pubblicazione periodica – spiega la Presidente Armida Macchi – e ringraziamo Paolo Bossi per avere realizzato un progetto che serve a mantenere il contatto con la popolazione, dare soddisfazione a chi ha lavorato in tutti questi mesi come i nostri infaticabili volontari, al massimo della condivisione, come anche il nostro sito internet, sempre curato e aggiornatissimo. Avere poi giovani così nel nostro direttivo – prosegue la Presidente Macchi – che sanno utilizzare le nuove tecnologie, ammodernano e rendono sempre inserita la Pro Loco nel cuore dei fagnanesi, anche tecnologicamente. La pubblicazione è stata distribuita dapprima al termine del concerto di Natale in San Gaudenzio, ed essendo andato a ruba, ne sono state ristampate numerose altre copie distribuite per il paese ad inizio anno. Le ultime copie sono ancora disponibili presso l’ufficio informazioni del Comune al Castello Visconteo, nella biblioteca di piazza Matteotti oppure è possibile leggerlo comodamente da casa, visitando il sito dell’associazione all’indirizzo www.proloco-fagnanoolona.org.

Busto Arsizio: nasce “Spazio Arte Carlo Farioli” L’associazione culturale vuole mantenere vivo il ricordo dell’artista bustocco, attraverso le sue opere.

P

er ricordare l’artista Bustocco i figli Elisabetta e Stefano, con un gruppo di amici, hanno fondato l’Associazione culturale “Spazio Arte Carlo Farioli “ con sede nell’ex studio-galleria di via Silvio Pellico a Busto Arsizio. Lo scopo – spiega Elisabetta Farioli – è quello di far vivere il nome di nostro padre, della sua opera. Un patrimonio artistico che si concretizza non solo nei dipinti ma anche nelle vetrate, nelle ceramiche, nei mosaici negli affreschi eseguiti e lasciati in città e in gran parte d’Italia. Per questo si è pensato di promuovere iniziative culturali, mostre di artisti emergenti o affermati, ed eventi a cui occasionalmente potranno affiancarsi esposizioni di opere inedite di Farioli. In un momento in cui tutto appare grigio, in cui l’interesse si concentra purtroppo solo su problemi e difficoltà; in un momento in cui anche le tradizioni che ci legano alle nostre radici più profonde, al nostro passato, si dissolvono e si dimenticano; in un momento in cui l’arte forse non è tra le priorità della gente… abbiamo voluto che il coraggio prendesse il sopravvento. Crediamo in questo progetto per dare spazio e perché no speranze ai giovani e a chi desidera esprimersi attraverso tutte le forme che l’arte e la creatività offrono.

Contatti Associazione culturale “Spazio Arte Carlo Farioli “, via Silvio Pellico, Busto Arsizio (VA) e-mail: spazioartec.farioli@libero.it Tel. 348-7224557 o 348-3138947 N. 02 | Febbraio 2014

Tele Valle Olona Magazine | 7


FERROVIA DELLA VALMOREA CASTELSEPRIO: ARCHEOLOGIA FERROVIARIA

CASELLO FERROVIARIO 5

!!!!!All'interno del Parco! RTO! (Rile-Tenore-Olona), immerso nel verde della Valle Olona e quasi anonimo, a pochi chilometri tra Cairate e Lonate Ceppino, in località "Crotto Valle Olona" di Castelseprio, esiste uno degli ultimi edifici ferroviari ancora presenti (in totale sono 3 i superstiti, sui 15 originari) lungo la Ferrovia della Valmorea: il Casello!5. L'immobile, dopo una breve e fruttuosa trattativa tra il Comune di Castelseprio e le Ferrovie Nord Milano, e stipulando un contratto d’accomodato d’uso con l’Associazione Amici della Ferrovia Valmorea, è diventato luogo di ritrovo dei soci e adibito alla raccolta e testimonianza storica ferroviaria.

Come

si accennava prima, l’edificio è uno dei pochi sopravvissuti ed ha alle sue spalle più di 100 anni di storia, essendo costruito tra il 1913 e il 1915, periodo in cui vi fu il prolungamento della seconda parte del tracciato da Cairate sino a Val Morea, e per questo fu rinominata in seguito Ferrovia della Valmorea. La sua funzione di casello ferroviario con il classico movimento delle sbarre abbassate per impedire ai carretti o veicoli di fermarsi non è mai stato svolto, se non sporadicamente con l'uso di una bandiera rossa per un eventuale veicolo di passaggio, essendo la strada ad uso locale come strada consortile.

I

l casello, inoltre, una piccola parte nella storia della Ferrovia Valmorea se l’è ritagliata, in quanto a ridosso del ”Crotto Valle Olona” (una delle più rinomate trattorie della Valle Olona con i suoi succulenti piatti preparati ai viandanti) punto di ritrovo serale del sabato per le innumerevoli ragazze e ragazzi della valle che frequentavano l’animata sala da ballo (menzionata più volte dalla Sig.ra Armida Macchi, presidente della Pro Loco di Fagnano), che utilizzavano il treno da Fagnano Olona e dai paesi limitrofi per raggiungere la località, per poi alla sera inoltrata, con le scarpe in mano per non rovinarle dalle pietre, comminavano a ritroso lungo i binari per tornare a casa.

Un altro aneddoto (ancora da appurare) racconta che

un giorno durante il passaggio di uno sporadico treno merci diretto a Castiglione Olona, appena oltrepassato il casello 5 deragliò rovinosamente dai binari (per la scarsa manutenzione del tracciato a monte di Cairate) ed il personale di macchina intervenne con l’aiuto di alcuni contadini della zona che muniti di cavalli e buoi, rimossero la locomotiva, sviata dal tracciato, ricomposero il binario, ed invitarono tutti i partecipanti ad un’onorata bevuta presso il “Crotto” adiacente al casello ferroviario.

Quello che si è appurato è invece un’altra storia, che riteniamo molto più umana e consona ai nostri tempi. La vicenda della famiglia Bolognini che nel 1949, appena sposata e in cerca di un'abitazione, scelse il casello di soli 50 mq su due piani come residenza. Con un piccolo camino a legna, attingendo l’acqua potabile prima dall’adiacente pozzo e in seguito da una sorgiva distante un centinaio di metri, vi abitarono tranquillamente tutta la vita crescendo due figli. La Sig.ra “Orsolina” (così tutti la ricordano) regalava agli sporadici passanti, le preziose uova fresche del suo pollaio, ed a tutti un sereno ed incoraggiante sorriso.

Attualmente

l’Associazione sta attuando il suo recupero per offrire una seconda vita al Casello 5; consentire ai soci di incontrarsi e realizzare, senza grandi pretese viste le dimensioni dell'edificio, un piccolo ma significativo museo ferroviario con libri, modelli ferroviari e tutto quello che riguarda il mondo delle ferrovie. Il "casellino", come noi dell’Associazione lo chiamiamo affettuosamente, è visitabile tutte le prime domeniche del mese da aprile a ottobre, per scoprire la storia locale, ed offre la possibilità per un piacevole rinfresco in serena compagnia.

© Testo & foto: Marco Baroni, Emanuela C. Bissoli 8 | Tele Valle Olona Magazine

N. 02 | Febbraio 2014


2 MARZO 2014 ValmoreaBikeExpress IN OCCASIONE DELLA VII° GIORNATA delle FERROVIE DIMENTICATE V° ANNIVERSARIO RINASCITA della VALMOREA ITINERARIO IN BICICLETTA A LATO DEL SEDIME FERROVIARIO DELLA VALMOREA IMMERSI DELLA STORIA DELLA VALMOREA

PERCORSO I°: CASTIGLIONE O. - CASTELSEPRIO (Casello 5) 6 km. PERCORSO II°: FAGNANO OLONA - CAIRATE (Castelseprio Casello 5) 7,5 km. RITROVO ORE 9.30 Castiglione Olona: Presso l’area “ BASCULA PESA CARRI ” Percorso I°

Linea Ferroviaria della Valmorea. Visita guidata dell’area. Partenza escursione con guida, in bicicletta & mountain bike.

RITROVO ORE 9.30 Fagnano Olona: Piazza del castello via Roma, visita del castello. Percorso II°

Partenza escursione con guida, in bicicletta & mountain bike.

ARRIVO ORE 11.30 : In località ” CROTTO VALLE OLONA ” di Castelseprio, casello 5. ( Caffè, aperitivo & musica “ Trasportistica” )

  

  GLI ORGANIZZATORI DECLINANO OGNI RESPONSABILITA’ PER DANNI SUBITI O ARRECATI A COSE E/O PERSONE DURANTE L’ESCURSIONE IN BICICLETTA & MOUNTAIN BIKE AGLI ESCURSIONISTI VERRA’ RICHIESTO LA COMPILAZIONE UN MODULO D’ISCRIZZIONE PER LO SCARICO DI RESPONSABILITA’ E’ CONSIGLIATO ABBIGLIAMENTO ADEGUATO, ALLA PRATICA DI ATTIVITA’ SPORTIVE

  

  

N. 02 | Febbraio 2014

Tele Valle Olona Magazine | 9


10 | Tele Valle Olona Magazine

N. 02 | Febbraio 2014


Orchestra Amadeus

Standing ovation per il Coro diretto dal Maestro Marco Raimondi a Somma, Castellanza e Saronno

C

Astellanza – Un inizio anno davvero da incorniciare per il Coro e l’Orchestra Sinfonica Amadeus che dopo la breve pausa per festeggiare il Natale, la Stagione “Itinerari Musicali” sostenuta dalla Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus è ripartita con tre eventi di grande importanza e tradizione nel giro di pochi giorni quali il Concerto di Capodanno al Teatro Italia di Somma Lombardo ed i Concerti dell’Epifania presso la Chiesa di San Giulio a Castellanza ed il Teatro Giuditta Pasta a Saronno. Il tutto esaurito era noto da tempo ed i pochi biglietti lasciati disponibili al botteghino la sera stessa dei concerti sono andati esauriti in brevissimo tempo. Un successo di pubblico a cui la compagine diretta dal Maestro Marco Raimondi è abituata da tempo ma che sta crescendo continuamente ed ha costretto gli interpreti a realizzare ben tre bis alla fine di tutti i concerti, prima di poter concludere la serata tra la standing ovation del pubblico presente. Da segnalare anche l’abilità degli esecutori ad affrontare con determinazione e competenza, in eventi così ravvicinati, un repertorio assai impegnativo passando dai walzer di Strauss padre e figlio al “Te Deum” di Mozart, dal “Gloria” di Poulenc al meglio della produzione operistica di Verdi, Puccini e Rossini, fino al Tannahuser di Richard Wagner e la Carmen di George Bizet. Oltre all’orchestra hanno impressionato il coro, sempre più convincente, gli ottimi cantanti, la soprano americana Barbara Suzanne Post e il tenore sud coreano Rho Seong Hoon a Somma Lombardo e Saronno e la soprano armena Elisa Veta Martirossian a Castellanza, tutti interpreti di statura internazionale ed un eccellente Maestro Enrico Raimondi al pianoforte. La bacchetta e la grande presenza scenica del Maestro Marco Raimondi, in grado di passare con disinvoltura dalla direzione al dialogo con il pubblico, hanno fatto il resto. Tre concerti che hanno incontrato i gusti di tutti, ragazzi ed adulti, giovani e meno giovani che stanno riscoprendo il piacere della grande musica in un contesto ispirato alla cultura ed alla solidarietà sociale. Non bisogna infatti dimenticare che tutti gli eventi erano finalizzati alla raccolta di fondi per attività solidali oltre al sostegno dell’infanzia e dell’istruzione. “Non scopriamo certo oggi le qualità del coro e orchestra Amadeus e del loro direttore” ha commentato il Segretario Generale della Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus, Carlo Massironi, che ha presenziato ai concerti con il Presidente Luca Galli. “Questa stagione sta riscuotendo un successo che va oltre ogni più ottimistica aspettativa grazie alla qualità che sa offrire ad un pubblico sempre più partecipe che si lascia entusiasmare e coinvolgere trasportato dall’esecuzione”, conclude il Presidente a conferma che il binomio cultura e solidarietà sociale, obiettivo della Fondazione, è stato pienamente raggiunto. N. 02 | Febbraio 2014

Tele Valle Olona Magazine | 11


12 | Tele Valle Olona Magazine

N. 02 | Febbraio 2014


Sport genuino e divertente

Un successo il “XXVIII° TORNEO DI CALCETTO INDOOR”

C

assano magnago - Il giorno dell’Epifania ha sancito la chiusura del “XXVIII° Torneo di calcetto Indoor” al Palazzetto “F. TACCA“ al gran completo, pubblico sugli spalti e atleti sul campo di gara. Il Torneo, in dieci giorni di intensa attività sportiva, ha visto la partecipazione di ben trentadue squadre suddivise in quattro categorie: Piccoli Amici (2006-2007), 1°Pulcini (2005), 2° Pulcini (2003-2004) ed Esordienti (2001-2002). Nello sviluppo della competizione sono state disputate settantuno partite, con una grande affluenza di pubblico, oltre 2500 persone, ma soprattutto hanno giocato e si sono divertiti 500 bambini. La manifestazione - patrocinata dal Comune di Cassano Magnago, dalla Provincia di Varese, dalla Regione Lombardia Sport, dal Consiglio della Regione Lombardia e dalla Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus - ha consolidato il progetto su “la vera promozione sportiva dei bambini, la riqualificazione delle strutture e del territorio”. Giornate di gara, un susseguirsi di partite dalle varie fasce di età dai 6 ai 12 anni, bambini carichi di agonismo sportivo, genitori e spettatori pronti ogni momento a incitare e applaudire le performance degli atleti. Tutto organizzato anche nei dettagli così come il pronto soccorso dove a prestare il servizio ambulanze è stata la Gesas Ambulanze coop. soc. Onlus di Cassano Magnago. La giornata conclusiva dedicata alle finali ha avuto i seguenti risultati: categoria Pulcini (2005) 1° classificata a.s.c.d. Torino club; categoria Pulcini (2003-2004) 1° classificata G.S. Soccer Boys; categoria Esordienti (20012002); regina del Torneo, 1° classificata G.S. Soccer Boys. Dopo lo spettacolo offerto dagli atleti in campo durante le gare conclusive, si è passati come di consueto alla premiazione di tutte le 32 squadre partecipanti con coppe e trofei dalla signora Saccomanno, da Adriano Montagnoli per la Cooperativa Sociale Garibaldi, Rocco Loreto come agenzia immobiliare Loreto Casa, Carlo Massironi come Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus. Premiati gli organizzatori del Torneo “Amatori Calcio Cassano Magnago A.S.D.” tutti i bambini partecipanti con gadget dedicati alla manifestazione. Grande è stata la soddisfazione espressa dal Sindaco di Cassano Magnago, Nicola Poliseno e dagli organizzatori del Torneo con a capo il Presidente Stefano Vezzaro.

Al via la riqualificazione dell’ex circolo in via Verdi-via Matteotti

I

niziati i lavori di demolizione del complesso di proprietà della Cassano Magnago Servizi spa e Coop Garibaldi in via Verdi/via Matteotti con l’abbattimento di parte dell’ex circolo, del vecchio traliccio semaforico e con la demolizione del vecchio magazzino comunale. Il circolo è stato per lungo tempo uno spazio di aggregazione, quando le sale erano piene per le partite trasmesse in pay Tv oppure quando si tenevano i tornei di bocce. L’intervento prevede la riqualificazione dell’intera area con notevole allargamento della sede stradale; un corpo di fabbrica che si sviluppa da due ai cinque piani; due piani interrati di cui il secondo ad uso condomini mentre al primo livello saranno realizzati una trentina di parcheggi pubblici con ascensore per accesso alla piazza; lungo via Garibaldi sono previsti 10 parcheggi a raso e la realizzazione del marciapiedi. Da ultimo, la costruzione di due piazzette: una di circa 420 mq e l’altra di 190 mq. Sono previsti portici su quasi tutto il fronte dell’immobile con sviluppo di attività commerciali, farmacia, servizi sanitari e circolo a piano terra, uffici e abitazioni dal primo piano. N. 02 | Febbraio 2014

Tele Valle Olona Magazine | 13


Prospettiva Urbanistica

Adottato il nuovo Piano di Governo del Territorio

C

airate – Approvato in tempi record, in quanto in una seduta di nemmeno tre ore, il Consiglio Comunale ha licenziato l’approvazione del nuovo Piano di Governo del Territorio (P.G.T.). Nella serata anticipata la convocazione a prima dell’orario di cena, sono state discusse tutte le 121 osservazioni spiegate e rese visibili in maniera ottimale anche per il pubblico grazie ad un super lavoro di grafica che la giunta ha predisposto personalmente evidenziando punto per punto lo spaccato del paese a cui si riferiva. Operatività riportata peraltro anche nelle riprese caricate sul sito internet del comune in modo da rendere di facile consultazione anche la visione da parte di chiunque si connette. “E’ stato fatto un ottimo lavoro dall’Assessore al Territorio, dagli Uffici preposti e dal Professionista, che con la loro disponibilità hanno permesso di arrivare alla fine della strutturazione del piano e ringraziamo ciascuno di loro per impegno e serietà espressi. Paolo Mazzucchelli Il PGT era uno strumento che mancava da tanto, così come una programmazione Sindaco di Cairate collettiva e con l’approvazione odierna, si traccia una linea guida importante sullo sviluppo del nostro Territorio almeno per i prossimi cinque anni. Ringraziamo inoltre anche i partiti di opposizione, con i quali abbiamo sempre dialogato, costruendo passo passo il PGT in maniera trasparente, per la loro partecipazione attiva e costruttiva alla discussione nel merito senza cadere in ripicche date dal gioco delle parti ma nell’interesse comune del paese, segno che la politica locale, dei nostri paesi, ben legata al territorio pone in risalto ancora un esempio di serietà e efficienza al contrario di quanto avviene a Roma nel Governo nazionale” ha spiegato nella dichiarazione di voto finale l’Assessore Luigi Innocenti esprimendo ovviamente parere positivo da parte della maggioranza.

14 | Tele Valle Olona Magazine

N. 02 | Febbraio 2014


Breve cronistoria del P.G.T. cairatese • 24 aprile 2009 - il Responsabile dell’area Tecnica del Comune di Cairate ha affidato l’incarico di progettazione del nuovo Piano di Governo del Territorio all’Arch. Paolo Favole di Milano. • 29 luglio 2009 - la Giunta Comunale ha avviato il procedimento per la VAS, Valutazione Ambientale Strategica. • Maggio 2011 - avviene il cambio di Amministrazione, con il Sindaco uscente Clara Fanton che lascia il timone del paese a sindaco Paolo Mazzucchelli. • 15 giugno 2013 - il Consiglio Comunale ha adottato il Piano di Governo del Territorio redatto. • 12 dicembre 2013 - il Consiglio Comunale ha controdedotto alle 121 osservazioni pervenute dai cittadini ed approvato definitivamente il P.G.T.

Commenti positivi riscossi dal nuovo P.G.T. Cairatese Legambiente Legambiente Tradate riconosce che nel recente Documento di Piano del Comune di Cairate sono presenti numerosi aspetti positivi relativi alla protezione e riqualificazione dell’ambiente. Come sottolineato più volte nel documento, la posizione peculiare del Comune di Cairate è fondamentale nella definizione dei collegamenti di permeabilità ecologica sia tra le aree verdi nord/sud che tra quelle est/ovest. Omissis Legambiente Tradate non può che apprezzare tali azioni dei comuni che finalmente hanno compreso quanto la difesa dell’ambiente sia un parametro essenziale nella definizione del territorio e condivide la volontà espressa nel Documento di piano di superare la forma dei PLIS locali per giungere a forme di tutela superiori che interessino l’intera area dell’Olona.

N. 02 | Febbraio 2014

Provincia di Varese Per quanto riguarda le azioni per il riequilibrio, la riqualificazione e la riorganizzazione del tessuto insediativo consolidato, al quale il piano intende imprimere una forma e sul quale vuole agire per contenere l’erosione degli spazi verdi liberi, e per quanto riguarda gli obiettivi e le politiche per il sistema ambientale, si riscontra che effettivamente il piano manifesta una piena coerenza con la lettura del territorio e che le scelte compiute sono efficaci per il raggiungimento degli obiettivi dichiarati. Omissis …si ritiene correttamente delimitato il TUC, sia per Cairate sia per le due frazioni e si considera molto coerente il target volto a non limitare e contenere il processo di urbanizzazione anche sulle aree libere prossime, di margine e talvolta incluse nelle frange dell’urbanizzate, in un ottica di salvaguardia delle aree agricole. Omissis Per quanto riguarda le politiche ambientali proposte, si apprezza e si ritiene molto corretto l’approccio adottato… Omissis (relativamente alle previsioni di valle) …si è di fronte a un lodevole tentativo di affrontare e risolvere una criticità ambientale la cui portata travalica i confini comunali… Omissis La definizione dei centri storici e dei nuclei di antica formazione è svolta in maniera accurata… Tele Valle Olona Magazine | 15


16 | Tele Valle Olona Magazine

N. 02 | Febbraio 2014


N. 02 | Febbraio 2014

Tele Valle Olona Magazine | 17


18 | Tele Valle Olona Magazine

N. 02 | Febbraio 2014


Impianti di riscaldamento, condizionamento e idraulici Preventivi Gratuiti

Metti la testa a posto

di Lancia Emilio

Acconciature Uomo - Donna - Bambino Area riservata bambini Tel. 340-3285419 Via Carlo de Simoni Tradate (VA) N. 02 | Febbraio 2014

Tele Valle Olona Magazine | 19


Appassionati e grandi Star Quasi 3

milioni di accessi per il

rivoluzionario progetto televi-

sivo che valorizza il territorio. Scopriamo insieme Francesca Belussi, attrice di talento selezionata per il progetto Fiction di Vera Television. Classe 1983, nata a Trescore Balneario, si è laureata in “Scienze della Comunicazione di massa e nuovi mass media” e vanta una già lunga carriera tra TV e teatro, manifestazioni canore, cinema e doppiaggio. Ama fare sport, ascoltare musica (su tutti i Metallica), cantare, leggere (Oscar Wilde e Milan Kundera) andare al cinema e viaggiare. presentatrice di manifestazioni

Festival di Castrocaro nel 2009; Wanna summer in tour in collaborazione con Valtur negli anni 2009, 2010 e 2011; Kledi Dance, scuola di ballo di Kledi Kadiu, nel 2009 e 2010; Danza in Fiera, anni 2010, 2011 e 2013.

Il progetto di Vera Television, la TV dei talenti, sta riscuotendo enorme successo. Sono oltre 800 le persone che si sono candidate per ottenere una parte in Fiction, e 500 di questi hanno i requisiti necessari per la partecipazione. 46 sono gli attori e le attrici già selezionati per i ruoli definitivi. Numeri da record anche per i Followers di Fiction sui vari social network, oltre 4.000, e gli accessi al sito http://fiction.veratelevision.it giunti a 2.903.559. CONTATTI: www.veratelevision.it http://fiction.veratelevision.it e-mail: fiction@veratelevision.it tel: 350.5209727

Francesca Belussi

Televisione

Canale 5: - recitato nella fiction 100 vetrine, 2 puntate nel 2009; - programma Mattino Cinque, intervistata come conduttrice di Wanna Dance nel 2008 e 2009. Boing: - Conduttrice delle cinque edizioni del programma per ragazzi Wanna Dance (200 puntate circa). MT Channel (SKY canale 412): - Conduttrice del programma MT Junior (100 puntate circa). Italia 1: - programma Colorado Café, “Sondaggina”, stagione 2007; - programma Riding the web, redazione Moto GP 2013. Rete 4: - Programma Vivere Meglio, “Vitamina” del professor Trecca. (tre stagioni dal 2006); - Programma “Storie d’amore e d’amicizia”, di Al Bano. All music: - Programma Modeland, fashion DJ, 2005. Italia teen television (canale satellitare Sky) - programma Dance it, per due stagioni, 2005 e 2006. Betting channel (canale satellitare): - Presentatrice del Programma Speciale Europei. Inoltre Francesca annovera diverse apparizioni in canali satellitari con programmi e ospitate. 20 | Tele Valle Olona Magazine

Cinema

Film “Perduto Amor” di Franco Battiato; Cortometraggio “Broken bolero”.

teatro

Spettacolo del comico Pino Campagna in arte “Papy Ultras”; “La rappresentazione della paura”, con il regista Andrea Dalla Zanna, nel 2007.

Moda e pubblicità

Catalogo di moda per le stiliste Paola Prata, Nadia Fassi. Campagna stampa per noti brand internazionali, tra i quali Gelati GIS, Fiorucci make-up, Scarpe Stone Haven, IGI&CO, Geox, Bata, Francesco Amadori, Fabbri Editore, Fastweb, Leroy Merlin, Real Time TV, Tod’s, Samsung, Benetton, Telecom, Lumberjack, Frigerio, Chicco, Vodafone. Vincitrice della fascia “Miss make up” al concorso “Una ragazza per il cinema”, 2001. N. 02 | Febbraio 2014


Risanamento del fiume Olona Regione Lombardia mantiene le promesse

V

Alle Olona - Regione Lombardia mantiene gli impegni presi in campagna elettorale e conferma gli ingenti stanziamenti pensati per il risanamento del Fiume Olona. Secondo il Presidente della Commissione Ambiente e Protezione Civile in Regione Lombardia, Luca Marsico “Regione Lombardia non abbandona la battaglia per il risanamento del Fiume Olona, anzi resta in campo per garantire puntualmente la piena realizzazione degli obiettivi tracciati con la risoluzione approvata nel corso del Consiglio regionale dello scorso mese di settembre che ha segnato con precisione la strada maestra da imboccare”. “La piena collaborazione da parte dell’Assessore Regionale all’Ambiente, Claudia Terzi, ci ha consentito di avere celermente le risposte e garanzie certe sul futuro di un Fiume, come l’Olona, che ha avuto la mia massima attenzione sia come assessore provinciale che in qualità di Presidente della Commissione Ambiente e Protezione Civile in Regione Lombardia”, aggiunge il Consigliere. Nel bilancio recentemente approvato dalla Regione sono stanziati fondi per i controlli ambientali da parte di Arpa sulla qualità idrica per quasi 1,5 milioni di euro in 2 anni. Non va poi dimenticato il contenuto nel Piano d’Ambito dell’ATO della Provincia di Varese, approvato lo scorso anno dalla Provincia con un grande impegno da parte dell’attuale Commissario Straordinario Dario Galli. All’interno del documento si possono trovare le risorse utili per gli interventi a favore del fiume, i tempi e le risorse finanziarie. Con l’avvio del Piano d’Ambito provinciale supportato attivamente da Regione Lombardia e attraverso l’approvazione della risoluzione da parte del Consiglio regionale lombardo, sono stati percorsi i primi importanti passi di un cammino che sarà lungo ma che vedrà la Commissione e l’Assessorato sempre attenti e dialoganti con i cittadini e le amministrazioni locali per portare avanti, con vigore, i lavori e le opere attese e necessarie.

Regione Lombardia conferma i finanziamenti destinati al risanamento del Fiume Olona

N. 02 | Febbraio 2014

Tele Valle Olona Magazine | 21


Volandia, il Parco e Museo del Volo tra i più grandi al mondo Area ex Officine Caproni Via per Tornavento, 15 21019 Case Nuove - Somma Lombardo (VA) Come arrivare SS336 superstrada per Malpensa - uscita Somma L.Do. Ampio parcheggio gratuito. Passerella pedonale di collegamento con il Terminal 1 per chi volesse raggiungere il Parco e Museo del Volo in treno da Milano, Saronno, Busto Arsizio, Luino, Bellinzona. Orari di apertura dal martedì al venerdì (10.00 – 18.00) sabato, domenica e festivi (10.00 – 19.00). Infoline 0331.230007 www.volandia.it

info@volandia.it

Nuovo laboratorio nell’area Baby Costruisci il tuo spacecraft e vola in orbita!!! Il nuovo progetto ludico per i più piccoli. È questo il divertente laboratorio per bambini a vera e propria navicella in 3D. Uno speciale mezzo di trasporto pronto ad andare partire dai 3 anni programmato al museo, in orbita…e a seguire i piccoli eroi dello spazio fino nell’area Baby Volandia. a casa. I piccoli, dopo aver ammirato i fantastici aerei ed elicotteri negli storici padiglioni delle officine Caproni, si sono cimentati costruendo un meraviglioso mezzo che permetterà loro di “volare” in orbita e far volare anche la fantasia. “Armati” di colori decorando i cartoncini, piegandoli con un gioco di incastri e realizzando con le loro mani una 22 | Tele Valle Olona Magazine

N. 02 | Febbraio 2014


SkySpark, il futuro del volo è green L’aereo elettrico al 100 %, esposto al Terminal 1 di Malpensa, da febbraio sarà a Volandia “Volare e raggiungere ottime prestazioni con un velivolo elettrico si può. Ed è questa la sfida del futuro”. È con queste parole che Maurizio Cheli, con un passato da astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea, Tenente Colonnello dell’Aeronautica Militare e capo pilota collaudatore dell’Eurofighter Typhoon, presenta al pubblico il suo gioiello: SkySpark. Il velivolo elettrico 100% ecologico, detentore del primato mondiale di velocità per classe, rimasto in esposizione al Terminal 1 dell’aeroporto intercontinentale di Milano Malpensa fino al 31 gennaio scorso e da febbraio in mostra a Volandia, il Parco e Museo del Volo adiacente l’aerostazione. Un evento nato dalla stretta collaborazione fra Volandia e Sea, socio fondatore del Museo dell’Aeronautica. Il futuro del volo – racconta Maurizio Cheli – dovrà essere green. L’idea di SkySpark è nata come una sfida tecnologica e sportiva che ci ha portato a partecipare ai “Giochi dell’Aria” di Torino 2009, dove il velivolo ha superato i 250km/h. Un traguardo che per noi di DigiSky è solo un punto di partenza. Stiamo infatti lavorando per migliorare le prestazioni e applicare la tecnologia di SkySpark ad altri velivoli, arrivando finalmente al giorno in cui il volo sarà davvero green. Il nostro augurio – aggiunge Cheli – è che lungo il cammino possiamo incontrare nuovi partners che ci aiutino a realizzare il nostro sogno.

N. 02 | Febbraio 2014

Stretta di mano tra l’astronauta Maurizio Cheli (al centro) ed il Presidente della Fondazione Museo dell’Aeronautica, Marco Reguzzoni

conosciamo SKYSPARK SkySpark è un dimostratore tecnologico a propulsione elettrica dotato di un motore di soli 25kg che tuttavia sviluppa una potenza di 65kW, spinto da un propulsore elettrico di nuova concezione, che ha raggiunto e superato in efficienza e compattezza i motori tradizionali, oltre ad offrire la possibilità di un controllo elettronico della potenza senza precedenti. Un sogno, nato dalla volontà, dalla passione e dalle competenze di un team di professionisti che potrebbe aprire un nuovo scenario nel mondo dell’aeronautica. L’obiettivo è sviluppare un bimotore ibrido che significherebbe anche aumentare la sicurezza in volo. Può essere il primo passo per future flotte di aerei da turismo “ecologici”.

Tele Valle Olona Magazine | 23


S.Antonio e Benedizione animali Tradizione popolare a favore degli amici di compagnia

F

agnano Olona - Giornata di festa in Chiesa Santa Maria Assunta alle Fornaci che ha visto l’invasione del mondo contadino che si esprimeva con trattori e mondo animale presente in massa. Tante le novità infatti nell’edizione di quest’anno che la Pro Loco di Armida Macchi Porta ha messo in campo grazie ai suoi infaticabili volontari e il risultato è stato notevole. Nell’ampia area verde intorno alla chiesa si sono aggirati per la benedizione più che raddoppiando i numeri degli anni precedenti, una trentina di trattori di ogni modello e dimensioni con alcuni esemplari davvero imponenti tirati a lucido per l’occasione. Lo stesso vale per il mondo animale, dai cani che ovviamente restano i più numerosi, a gatti, canarini, bengalini, pesciolini, tartarughe marine, criceti, fino a vitelli, cavalli, pony, galline, conigli, oche e perfino un bell’esemplare di pappagallo. La giornata è iniziata con la Santa La Presidente della Pro Loco, gli organizzatori e parte del numeroso gruppo di autisti dei trattori Messa celebrata dal Parroco Don Reginaldo Morlacchi che ha sottolineato nell’omelia dedicata al Battesimo di Gesù, anche la particolarità del momento con un fitto offertorio con i prodotti tipici della terra portati dai figli dei contadini, proposta rievocativa della Pro loco ringraziata dall’altare per tutti i movimenti ed iniziative messe in campo. Momento semplice ma molto significativo, inserito molto bene nel contesto religioso legando tutti i vari aspetti della civiltà contadina e della quotidianità.

All’uscita persone, uomini e trattori hanno chinato il capo o esploso suonate di clacson per la gioia di ricevere la benedizione e le gocce di acqua benedetta impartita dal parroco all’assemblea. Momento di festa conclusivo mentre si ammiravano animali e trattori, chiacchierando e socializzando tra foto ricordo e carezzine ai tanti animali arrivati, alcuni dei quali assolute prime visioni soprattutto per i più piccoli. 24 | Tele Valle Olona Magazine

N. 02 | Febbraio 2014


N. 02 | Febbraio 2014

Tele Valle Olona Magazine | 25


Emergenza fiumi e maltempo Volontari della Protezione Civile sempre all’erta

C

airate - L’emergenza maltempo che ha colpito la nostra Provincia nei giorni di Natale e Santo Stefano ha visto impegnato il Gruppo Comunale della Protezione Civile di Cairate, allertato in seguito alle abbondanti precipitazioni che hanno causato l’ innalzamento del livello dei corsi d’acqua Tenore e Olona. “Nella giornata di Natale - spiega l’Assessore a Sicurezza, Polizia Locale e Protezione Civile Luigi Innocenti - date le incessanti precipitazioni abbiamo deciso di inviare una squadra della ProCiv per monitorare il corso dei fiumi, valutando così che la situazione fosse ancora nei limiti. Il giorno di Santo Stefano, in seguito alla pioggia persistente, all’allarme sopraggiunto dalla Regione e da Zona 3 nei comuni che si affacciano sul fiume Olona, che segnalavano l’innalzamento del bacino artificiale dell’Olona creato a Malnate, abbiamo continuato il monitoraggio del territorio, controllando tutte le griglie di drenaggio (Via Prealpi, Moncucca, Cavour e Piazza Loano) decidendo così di intervenire a liberarle da ghiaia, terra e fogliame che ostruivano la Luigi Innocenti ricezione dell’acqua proveniente dalla collina”. Assessore a Sicurezza, Polizia In questo modo i volontari al lavoro sono riusciti a mettere subito in sicurezza Locale e Protezione Civile i centri abitati di Peveranza e Bolladello. Tuttavia nel tardo pomeriggio la situazione peggiorava nuovamente, quando la via XX Settembre, la strada in valle che collega Cairate a Lonate Ceppino, era ormai allagata diventando non percorribile. “Sentito il Comandate di Polizia Locale Giuseppe Molinaro - continua l’Assessore Innocenti- e confermato lo stato grave di allerta, con il Sindaco Paolo Mazzucchelli abbiamo verificato le condizioni delle abitazioni limitrofe al fiume Olona, constatando che diverse cantine erano allagate”. Inoltre data la gravità del momento, la Prefettura di Varese comunicava al Sindaco Mazzucchelli di allertare le abitazioni della valle sulla probabile esondazione dell’Olona, in quanto il bacino di Malnate era ormai colmo, e attivando il Piano d’Emergenza. Tutti i Volontari della Protezione Civile sono stati convocati in Sede, nell’ex palazzo comunale, date le nuove disposizioni urgenti da approntare nel caso d’evacuazione. Il tutto, dalla prevenzione all’organizzazione logistica e l’intervento si sono svolti sotto il controllo attento e costante del Comandante Molinaro. A fine giornata, grazie al cessare della pioggia che per giorni ha imperversato nel varesotto, il livello del Fiume Olona è rimasto invariato ed il monitoraggio del Territorio è continuato poi fino a tarda notte anche se fortunatamente il peggio era passato. “Voglio esprimere a tutti i Volontari della Protezione Civile, al Comandante Molinaro e ai suoi agenti della Polizia Locale, il Ringraziamento mio personale, del Sindaco Mazzucchelli e di tutta l’Amministrazione, per il grande spirito di squadra e di sacrificio messo in campo da tutti i soggetti coinvolti in questi giorni nonostante il periodo di Feste Natalizie” conclude l’Assessore a Sicurezza, Polizia Locale e Protezione Civile, Luigi Innocenti.

26 | Tele Valle Olona Magazine

N. 02 | Febbraio 2014


Le situazioni critiche sul territorio cairatese, ed alcuni degli interventi posti in essere dalla Protezione Civile per garantire la sicurezza sulle strade

N. 02 | Febbraio 2014

Tele Valle Olona Magazine | 27





    


Salute &

Prevenzione

Hai un argomento o una notizia da segnalarci? Dillo a tvo@veratelevision.it

Tornare in forma con una dieta equilibrata: zuppa e minestrone!

P

er riequilibrare la dieta dopo gli eccessi che ci hanno accompagnato nel nuovo anni, un valido aiuto può venire da zuppe, minestre e creme di verdura. Lo conferma lo studio recentemente pubblicato sul British Journal of Nutrition, in cui alcuni ricercatori della Università dello Iowa, utilizzando i dati relativi a più di 10 mila adulti arruolati in una vasta indagine di sorveglianza nutrizionale, hanno visto che i consumatori abituali di zuppe tendono ad avere minori problemi di sovrappeso e di “giro vita”. Il consumo di zuppe è associato a una migliore qualità della dieta: minore apporto di grassi e maggiore di fibra, diverse vitamine e minerali. Unico dato negativo riscontrato è l’aumento del consumo di sodio, poiché spesso le zuppe contengono molto sale. La dieta del minestrone è una delle più amate perché consente di perdere peso in modo bilanciato e relativamente rapido, fino a 5 kg la settimana, non prevedendo un programma troppo ipocalorico. Il minestrone è un piatto completo, che sazia e che ha pochissime calorie. La dieta del minestrone si basa sull’eliminazione di alcuni tipi di alimenti, come ad esempio i carboidrati, costringendo il nostro corpo a consumare i grassi presenti nell’organismo. Il dimagrimento è molto rapido e i primi risultati si possono osservare già dopo poco tempo. Uno dei lati negativi di questa dieta però è che è decisamente molto monotona. Mangiare minestrone ogni giorno può stufare, ed ecco che allora sarà necessario, con un po’ di fantasia, trovare nuove ricette, sempre con poche calorie per variare la dieta. Gli amanti delle zuppe tendono, inoltre, a preferire generalmente alimenti a minor densità energetica (meno calorie a parità di volume). E poiché la quantità di cibo che consumiamo nella giornata è piuttosto costante, dando la preferenza a cibi a bassa densità energetica (come la frutta e la verdura) si introducono meno calorie. 30 | Tele Valle Olona Magazine

Uno studio pubblicato su Appetite mostra il lavoro svolto dai ricercatori della Pennsylvania State University che hanno messo a confronto metodi diversi per ridurre la densità energetica dei piatti. Gli studiosi hanno proposto, a 60 adulti, gli stessi menu: un giorno in versione “normale” , gli altri tre diminuendo la densità energetica del primo piatto del 20% attraverso la riduzione dei grassi oppure aumentando la proporzione di verdura o aumentando l’acqua utilizzata nella preparazione. I piatti di accompagnamento non subivano, invece, alcuna modifica. Tutte le strategie si sono rivelate efficaci nel ridurre le calorie complessive di giornata, ma l’effetto più marcato si è avuto con i piatti alleggeriti dai grassi. La dieta ideale prevede piatti semplici da cucinare, porzioni da misurare a occhio, nessun limite al consumo di verdura e l’utilizzo di cibi surgelati, che sono pratici, pur mantenendo le virtù nutrizionali della materia prima. Il programma La dieta delle zuppe si basa su un principio semplice. Nei primi tre giorni disintossica, poi introduce le proteine per dare sprint al metabolismo e obbligare l’organismo a utilizzare i grassi di deposito. La dieta dura una settimana e fa perdere 4-5 chili. Si consiglia di non proseguire oltre, mentre è possibile ripeterla più volte nel corso dell’anno. Non prevede alcun calcolo delle calorie: si basa sulla limitazione qualitativa e non quantitativa degli alimenti. Le verdure proposte possono essere condite con sale e limone o aceto (l’olio non è previsto). A colazione bevete un tè o un caffè, frutta mentre per lo spuntino e la merenda andrà bene un succo di frutta o un tè. A pranzo preparate una zuppa di verdure così come a cena, abbinandola a frutta di stagione. Le zuppe andranno mangiate nei primi tre giorni abbinate a verdure grigliate, dal quarto giorno possiamo concederci un secondo diverso a pranzo – un latticino magro o del pesce – e la zuppa sarà riservata solo alla cena. N. 02 | Febbraio 2014


Rubrica dedicata alla cura del corpo

Come Star Bene

a cura di Denise Masiero Fisioterapista, Specialista in Traumatologia dello sport e Riabilitazione funzionale denise.masiero.ch@gmail.com

Patologia Affrontiamo insieme un argomento delicato, che interessa il corpo femminile nel corso della gravidanza, dando alcuni utili suggerimenti per star bene e vivere meglio.

pavimento pelvico, fisioterapia in gravidanza e post partum Modificazioni anatomiche e fisiologiche della gravidanza: Durante la gravidanza, nel periodo di 40 settimane dal concepimento al parto, avvengono notevoli cambiamenti nel corpo femminile. L’utero cresce da 5 a 6 volte rispetto alla grandezza originaria, il diaframma si alza di 4 cm, aumenta la profondità della respirazione, mentre la frequenza respiratoria non varia. Le dimensioni del cuore aumentano ed è sollevato per lo spostamento del diaframma, aumenta la portata e la frequenza cardiaca. I muscoli addominali sono stirati al loro limite di elasticità e i muscoli del pavimento pelvico si abbassano anche di 2.5 cm, devono opporre resistenza al cambiamento totale di peso. In gravidanza si ha un aumento del livello metabolico basale e della produzione di calorie. Il centro di gravità si sposta in alto e in avanti, di conseguenza avvengono dei compensi posturali per mantenere la stabilità e l’equilibrio, come l’aumento della lordosi cervicale e lombare, si arrotonda il cingolo scapolare e il rachide dorsale, il peso si sposta verso i talloni per portare il centro di gravità posteriormente. Alterazioni patologiche indotte dalla gravidanza: Diastasi dei muscoli retti > separazione dei muscoli retti dell’addome nella linea mediana lungo la linea alba. Si necessita di effettuare esercizi correttivi. Dolore lombare da postura > si interviene con esercizi adattati, istruzioni posturali, applicazioni locali superficiali, miglioramenti delle attività lavorative. Dolore sacro iliaco del cingolo pelvico > localizzato nella parte posteriore della pelvi, lancinante e profondo nelle natiche, il dolore può irradiarsi alla parN. 02 | Febbraio 2014

te posteriore della coscia o al ginocchio, ma non al piede. In questo caso è opportuno modificare l’attività giornaliera e la modalità degli esercizi, oppure utilizzare una stabilizzazione esterna con una cintura o corsetto adatto. Vene varicose > si interviene con l’utilizzo di calze elastiche, esercizi per gli arti inferiori e si consiglia di mantenere il più possibile le gambe alzate. Lassità articolare > diminuzione della qualità elastica del sostegno legamentoso, provocata dall’aumento dei livelli ormonali (relaxina, progesterone), aumenta il rischio di trauma. Si suggerisce l’attività senza carico del peso corporeo o attività aerobiche leggere come nuoto, cammino, bicicletta e la modificazione degli esercizi per diminuire lo stress articolare. Sindromi da compressione nervosa > TOS ( sindrome dello stretto toracico), CTS (sindrome del tunnel carpale), causate da ritenzione idrica, alterazioni circolatorie o ormonali, ecc… Il PARTO è un fattore di rischio per le DISFUNZIONI del PAVIMENTO PELVICO: Prolasso > perdita di efficienza della funzione di sostegno; Incontinenza urinaria o fecale > spesso associata al prolasso, è la perdita involontaria di contenuto vescicale o intestinale conseguente a un’insufficienza neuromuscolare e muscolo-scheletrica; Dolore e Ipertono > possono essere correlati al ritardo della guarigione di lacerazioni perineali, traumi dei tessuti molli, ecc… Come interventi si possono adottare delle tecniche manuali, comprese le tecniche intrarettali e intravaginali; l’uso degli esercizi e biofeedback; essenziali anche la rieducazione neuromuscolare e gli ausili visivi per insegnare alle pazienti la funzione del pavimento pelvico. Tele Valle Olona Magazine | 31


Cinzia Lavanderia Via Dante Alighieri, 39 Fagnano Olona (VA) Tel. 0331.611654

Per informazioni:

Kokoro Dai

Via Cadorna, 1 Cairate, frazione Peveranza Tel. 348.4715697 340.9323650 info@kokorodai.it www. kokorodai.it Facebook: Kokoro Dai

32 | Tele Valle Olona Magazine

N. 02 | Febbraio 2014


Via Ortigara 15 - 21054 Fagnano Olona (VA) Tel e Fax. 0331 610340 - Tel. 0331 619318 Auto sostitutiva gratuita - Garanzia sul lavoro www.carrozzeriazoccarato.com

N. 02 | Febbraio 2014

Tele Valle Olona Magazine | 33


Omaggio al Pirata Pantani A 10 anni dalla scomparsa del campione

| di Paolo Bossi |

I M

l 14 febbraio per gli amanti del ciclismo è considerato un giorno funesto. Quel giorno, nel 2004, si spense “Il Pirata”. Campione romagnolo, capace di far scoccare nuovamente la scintilla nel cuore di tanti sportivi con le imprese sulle montagne. Marco Pantani riuscì a vincere Giro e Tour nello stesso anno, il 1998, mandando in visibilio con i suoi scatti gli appassionati delle due ruote. Anche quelli che non erano tifosi furono assaliti dall’onda rosagialla che Marco diffuse a livello mondiale. Ci manca un campione, con la sua grinta, la sua classe e la capacità di rialzarsi anche dopo i gravi incidenti che hanno segnato parte della sua carriera. Arrivederci campione... Au revoir Monsieur Pantanì...

arco Pantani (Cesena, 13/01/1970 – Rimini, 14/02/2004) è stato uno dei più grandi ciclisti su strada. Scalatore puro, ha contribuito a far amare il ciclismo nel nostro paese, con i suoi scatti repentini e folgoranti sulle prestigiose vette dei Grandi giri. Professionista dal 1992 al 2003, soprannominato “il Pirata”, grazie alla bandana in testa, vinse in maniera fantastica la straordinaria accoppiata Giro d’Italia e Tour de France nel 1998. Accoppiata riuscita solamente in precedenza a “mostri sacri” delle due ruote come Fausto Coppi, Jacques Anquetil, Eddy Merckx, Bernard Hinault, Stephen Roche e Miguel Indurain. Dopo essersi cimentato da giovanissimo nel mondo del calcio, ricevette in regalo una bicicletta dal nonno Sotero. Tesserato nel G.C. Fausto Coppi di Cesenatico mostrò subito le sue doti di grande scalatore, vincendo molte gare. Nel 1990 fu terzo al Giro d’Italia dilettanti, nel 1991 terminò al secondo posto e ottenne la vittoria finale nel 1992. La sua esplosione da ciclista professionista avvenne nel 1994: al Giro d’Italia con le vittorie di tappa a Merano, all’Aprica e con il secondo posto finale, ed al suo debutto al Tour de France che concluse sul terzo gradino del podio, aggiudicandosi la maglia bianca di miglior giovane. Nel corso della preparazione atletica per il Giro d’Italia 1995, un incidente con un’automobile lo costrinse a puntare solo sul Tour de France. Nonostante la sfortuna - che ha purtroppo sempre accompagnato la vita sportiva del campione padano - il 12 luglio sull’Alpe d’Huez andò all’attacco a 13 km dal traguardo. Staccò i principali avversari, raggiunse e superò il gruppetto di testa riuscendo ad ottenere una strepitosa vittoria di tappa. In quello stesso anno conquistò anche la medaglia di bronzo ai mondiali in linea. 34 | Tele Valle Olona Magazine

N. 02 | Febbraio 2014


«Avrei voluto essere battuto dagli avversari, invece ancora una volta mi ha sconfitto la sfortuna»

Marco Pantani, 25 maggio 1997

Nel 1998 partecipò e si impose di forza al Giro d’Italia rivaleggiando con gli specialisti della cronometro come Alex Zülle. Riuscì a guadagnare un margine tale da poter compensare la propria debolezza nelle prove contro il tempo. Decisiva fu la frazione conclusa a Plan di Montecampione, il 4 giugno. In quella tappa, con Zülle ormai alla deriva (perse oltre mezz’ora), Pantani attaccò ripetutamente Tonkov. Il russo, dopo un duello accanito, dovette cedere subendo un passivo di circa un minuto negli ultimi due chilometri, mentre il romagnolo andò a vincere la tappa ipotecando il successo finale. Dopo aver affrontato un’adeguata preparazione, si presentò al Tour de France del 1998 con ambizioni di vittoria. Riuscì a imporsi, battendo Jan Ullrich, e divenne il primo italiano a trionfare al Tour dai tempi di Felice Gimondi, ultimo vincitore nel 1965. Dopo le prime dieci tappe Pantani aveva quasi 5 minuti da recuperare. Andò all’attacco durante la quindicesima frazione, sul Col su Galibier a quasi 50 chilometri dal traguardo, e giunse a Les Deux Alpes in solitaria con quasi nove minuti di vantaggio sul rivale. di Pier Mario Tognoli Quel giorno conquistò la maglia gialla definitivamente. Il distacco (Solbiate Olona) inflitto agli avversari in classifica non venne più colmato, e quella storica impresa consacrò “il Pirata” nella storia del ciclismo. Oggi il Giro d’Italia è sul Mortirolo, La Grande Boucle era sua! manchi tu Marco nel gruppo di corridori Il 14 febbraio 2004, purimpegnati sulla salita più inerpicata, troppo Pantani si spendove tu scattavi se, lasciando sgomenti tutti gli appassionati dele il vuoto lasciavi, le due ruote, per la peral traguardo volavi dita di un grande corricome in un arrembaggio dore. Uno degli sportivi con qualche minuto di vantaggio. più popolari del dopoLo spettacolo era sicuro, guerra, protagonista di per il tifoso eri un gran talento leggendarie imprese e per l’avversario un portento. duelli con i corridori più La gioia ci accompagna anche a Parigi forti della sua epoca. ai Campi Elisi, Le spoglie di Marco Pantani riposano nel cimitero di Cesenatico, un dove la gente ti acclamava mausoleo per i tifosi che giungono da ogni parte del mondo per po“chapeau chapeau Pantanì” sare un fiore e pregano in intimità per lui. il trionfo è arrivato fino a qui. Per ricordare le sue Dall’esaltazione alla denigrazione doti di scalatore il Giro il passo è breve, d’Italia dal 2004 asseper una sentenza di una giustizia sportiva, gna ad una salita, la per te inaudita più “rappresentativa”, fin da farti perdere la vita. il titolo di “Montagna Caro Pirata Pantani”, onore conora che corri leggero lassù nel cielo, cesso fino ad a quel mocon la bandana rovesciata mento solo al Campioper l’umanità abbandonata, nissimo Fausto Coppi, perdonaci a cui si dedica sempre la per il nostro distacco in quel momento, “Cima Coppi”, ovvero il passo più alto percorso quando il tuo cuore si è spento dal Giro. in un lungo tormento.

Il Pirata

N. 02 | Febbraio 2014

Tele Valle Olona Magazine | 35


36 | Tele Valle Olona Magazine

N. 02 | Febbraio 2014


Tommaso Canale

OPERA NEL SETTORE POMPE FUNEBRI ADDOBBI DA OLTRE 40 ANNI SUL TERRITORIO DI FAGNANO OLONA. ADDOBBATORE DELLE PARROCCHIE E DELLE ASSOCIAZIONI DI FAGNANO OLONA. SI TROVA NELLA SEDE VIA ROMA, 13 - FAGNANO OLONA TEL. 0331.619146 - CELL. 347.5427511 N. 02 | Febbraio 2014

Tele Valle Olona Magazine | 37


CERCAFAMIGLIA

Adotta un amico a 4 zampe

Per ogni ulteriore richiesta di informazioni contattare Viviana al numero 340.3512539

Zampe d’Oro Onlus L’associazione ZAMPE D’ORO ONLUS nasce dall’amore e dal rispetto di un gruppo di persone verso gli animali in difficoltà. Inizialmente partiti come gruppo di condivisione aiuti su Facebook, abbiamo deciso di costituirci ufficialmente associazione per cercare di aiutare nel massimo rispetto delle regole e della trasparenza, volontari, rifugi e altre associazioni, supportandole nelle situazioni di emergenza, sia con aiuti materiali che di divulgazione/educazione su varie problematiche, come il randagismo e la sterilizzazione.

nOel Bellissima lupetta, ha circa un anno. Trovata randagia, viveva sotto un ponte e cercava cibo nei rifiuti. Ora anche lei è qui da noi a “Zampe d’Oro Onlus”, in cerca di una casa. Noel è molto bella, dolce e intelligente. Cerca continuamente coccole da chiunque le si avvicina e da bacini a tutti.

38 | Tele Valle Olona Magazine

Non abbiamo un rifugio, ma ci appoggiamo ad una pensione per ospitare cani tolti da situazioni precarie e di degrado. Operiamo autonomamente, autofinanziandoci, con una quota mensile associativa. ZAMPE D’ORO ONLUS è un anello, una mano che cerca altre mani per portare aiuti. Una piccola ma laboriosa associazione che con impegno e dedizione aiuta volontari e altre associazioni che ogni giorno lottano per ridare vita e dignità al miglior amico dell’uomo. Zampe d’Oro conta sull’aiuto dei soci per continuare in quella che considera una vera missione. SE AMI GLI ANIMALI E DESIDERI AIUTARCI AD AIUTARLI, COLLABORA CON NOI:

Sito: www.associazionezampedoro.org associazionezampedoro@gmail.com Facebook: www.facebook.com/zampe. doro.7?ref=ts&fref=ts Twitter: @zampedoro N. 02 | Febbraio 2014


BELLA

ADE

La storia di Bella ricalca quella di altri cagnolini, come Carlotta. Abbandonata con i cuccioli in pancia, in pericolo perchè non voluta dagli abitanti del paese, è ora qui da noi a “Zampe d’Oro Onlus” in cerca di casa.

Ade è un cagnolone taglia grande, sui 30kg già castrato, di circa due anni. Ha una mascellona forte tipica dei molossoidi ma sempre sorridente, pelo idrorepellente e corporatura snella ma forte: doni regalati dai lontani parenti terranova e pastore tedesco da cui ha ereditato anche un ottimo ed equilibrato istinto a “fare la guardia”. Si cerca per lui una casa con giardino, dove possa sfogare la sua esuberanza, ma anche di una famiglia che possa avere tempo di stare con lui perché ha bisogno della sicurezza di non venir mai abbandonato.

Bella è un cane di taglia media, di circa 1 anno, sterilizzata.

CARLOTTA Arrivata in un paese della Campania un paio di anni fa, dopo aver dato alla luce dei bellissimi cuccioli che hanno trovato subito casa, la dolcissima Carlotta è rimasta a vivere da randagia.... Come spesso succede, ad un certo punto gli abitanti della zona non la volevano più; era diventata un peso e, per paura che le potesse succedere qualcosa di spiacevole l’abbiamo portata qui da noi, in cerca finalmente di una famiglia e di una casa. Taglia media, circa 6 anni, sterilizzata, ha perso la vista da un occhio.


Informatica 2° livello (intermedio) Come usare i motori di ricerca e i siti istituzionali, leggere i giornali online, comprare e pagare online. 8 Lezioni, due volte la settimana (da definire). Dalle ore 18.30 alle ore 20.30. Da Marzo 2014. Quota di iscrizione: 200,00 € comprensivi di materiale didattico. Attestato di partecipazione Tedesco: 1° livello (base) Inglese: 2° livello (intermedio) 18 Lezioni da 2 ore. Dalle ore 18.30 alle ore 20.30. Da Febbraio a Giugno 2014. Quota di iscrizione: 200,00 € comprensivi di materiale didattico. Attestato di partecipazione.

40 | Tele Valle Olona Magazine

N. 02 | Febbraio 2014


Fagnano Olona

via C. Colombo Calipolis - approdo del parco medio olona

Domenica 2 febbraio ore 18.00

Gran falò della gioeubia

Associazione Volontari Contrada dei Calimali O.N.L.U.S. www.calimali.org N. 02 | Febbraio 2014

info@calimali.org Tele Valle Olona Magazine | 41


42 | Tele Valle Olona Magazine

N. 02 | Febbraio 2014


San Gaudenzio di Novara Gaudenzio di Novara (Ivrea, 327 – Novara, 22 gennaio 418) è stato il primo vescovo di Novara. Venerato come santo dalla Chiesa cattolica, è considerato protettore della città e della diocesi di Novara. San Gaudenzio lascia la città natale di Ivrea, navigando sulla Dora, affresco di Luca Rossetti della Chiesa di San Gaudenzio a Ivrea. Gaudenzio fu convertito al cristianesimo da Eusebio, vescovo di Vercelli. Divenuto amico di Sant’Ambrogio, iniziò a diffondere la dottrina cristiana nel basso Novarese. Il successore di Ambrogio, Simpliciano, lo consacrò vescovo di Novara nel 398 dando così vita alla diocesi gaudenziana, staccandola dalla sede metropolitana di Milano. Culto: la sua festa liturgica è il 22 gennaio. A lui è stata dedicata dai cittadini l’omonima Basilica di San Gaudenzio, sormontata dall’altissima cupola di Alessandro Antonelli. San Gaudenzio è inoltre il patrono di alcune località italiane, tra le quali: Baceno (VB), Boca (NO), Cavallirio (NO), Crusinallo frazione di Omegna (VB), Erbareti frazione di Sabbia (VC), Secugnago (LO), Varallo Sesia (VC), Rovegro frazione di San Bernardino Verbano (VB) e Fagnano Olona (VA).

Compleanni Vip 1/02 - Giorgio Tirabassi 2/02 - Carlo Delle Piane 3/02 - Blythe Danner 4/02 - Gabrielle Anwar 5/02 - Charlotte Rampling, Jennifer Jason Leigh, Laura Linney 6/02 - Alice Eve 8/02 - Nick Nolte 9/02 - Joe Pesci 10/02 - Francesca Neri

17/02 - Paris Hilton, Leonardo Pieraccioni 18/02 - Greta Scacchi, John Travolta, Matt Dillon 19/02 - Jeff Daniels 20/02 - Giulio Scarpati, Johnny Dorelli 21/02 - Alan Rickman, Roberto Faenza

11/02 - Jennifer Aniston, Burt Reynolds, Leslie Nielsen

23/02 - Emily Blunt

12/02 - Franco Zeffirelli, Claudia Mori, Claudio Amendola, Christina Ricci

25/02 - Teo Teocoli

24/02 - Alessandro D’Alatri, Alessandro Gassman 26/02 - Daniele Vicari

13/02 - Kim Novak

27/02 - Filippo Timi

14/02 - Alan Parker, Valerio Mastandrea

29/02 - Michèle Morgan

44 | Tele Valle Olona Magazine

Zodiaco

acquario 21/01 - 19/02 Segno di aria

È il segno degli ideali umanitari e della fratellanza. Gli Acquari cercano di migliorare la vita dei colleghi e il loro potere proviene dall’intelletto. Sono distaccati, impersonali e credono nella giustizia sociale. Sono generalmente stabili, ma sono inclini ad improvvisare cambiamenti di opinioni, idee, pensieri e piani. Hanno un grande bisogno di libertà e di conseguenza possono assolvere meglio al loro destino nei rapporti basati sull’amicizia. Nella loro personalità è presente una qualità ingannevole e sognatrice e mostrano inoltre un senso di rispetto e di logica. L’Acquario è anche il segno della solitudine e di conseguenza i nativi si ritrovano sempre un po’ isolati. Gli Acquario sono onesti e fedeli e in genere godono di buona salute. Chi appartiene a questo segno accomuna all’originalità ed all’indipendenza, anche un’anormalità spinta all’eccesso, che può causare violente oscillazioni d’umore e rendere possibile l’assurdo, l’imprevisto e l’imprevedibile. La permalosità è peculiare del segno; l’individuo cerca sempre di affermare la sua libertà d’essere e d’agire. Quando non si sente amato e compreso soffre e può cadere in uno stato di prostrazione, anche perché il suo equilibrio non è dei più stabili. Tende sempre ad andare avanti, a cercare novità, ad evitare le convenzioni. L’Acquario ha bisogno di contatti umani anche se poi è abbastanza incapace di legarsi, è poco loquace e non è assolutamente duttile. In certi casi dimostra un distacco che sembra anche disprezzo assoluto per le opinioni degli altri, un’indifferenza che a volte può essere una sorta di cattiveria nei confronti altrui. La donna dell’Acquario è un’ottima educatrice di figli con i quali instaura rapporti di amicizia. E’ piena di interessi che allarga con numerose letture e adora i viaggi. N. 02 | Febbraio 2014


Omaggio agli innamorati

San Valentino

In vista della ricorrenza del 14 febbraio, tanti sono stati gli amici che hanno scritto a TVO per indirizzare al proprio partner gli auguri. Vi proponiamo un estratto dei messaggi. E Buon San Valentino!

Curiosità sul santo, protettore degli innamorati Fin dal quarto secolo A.C. i pagani rendevano omaggio, con un singolare rito annuale, al dio Lupercus. I nomi delle donne e degli uomini che adoravano questo Dio venivano messi in un’urna e opportunamente mescolati, quindi un bambino sceglieva a caso alcune coppie che per un intero anno avrebbero vissuto in intimità affinché il rito della fertilità fosse concluso. L’anno successivo sarebbe poi ricominciato nuovamente con altre coppie. Determinati a porre fine a questa primordiale vecchia pratica, i padri precursori della Chiesa hanno cercato un santo “degli innamorati” per sostituire il deleterio Lupercus. Nel 270 D. C il vescovo Valentino di Interamna, (oggi è la città di Terni), amico dei giovani amanti, fu invitato dall’imperatore pazzo Claudio II e questi tentò di persuaderlo di convertirsi nuovamente al paganesimo. San Valentino, con dignità, rifiutò di rinunciare alla sua Fede e, imprudentemente, tentò di convertire Claudio II al Cristianesimo. Il 24 febbraio, 270, San Valentino fu lapidato e poi decapitato. La storia sostiene inoltre che mentre Valentino era in prigione in attesa dell’esecuzione, sia “caduto” nell’amore con la figlia cieca del guardiano, Asterius, e con la sua fede avesse ridato miracolosamente la vista alla fanciulla e che, in seguito, le avesse firmato il messaggio d’addio: “dal uando ti ho visto per la prima volta vostro Valentino”, una frase che vive ancora oggi nella penna degli innamorati. ho pensato che sarebbe nata una grande amicizia! Quando ti ho visto la seconda volta ho immaginato un’avventura, alla Laura per un grande S. Valentino... terza una storia d’amore. Oggi, dopo edicata ad Alessandra un giorno come un altro per dimostrarti averti visto altri milioni di volte so che quanto ti amo. Auguri piccolo tesoro. non c’è nulla al mondo che potrebbe L ’amore è come il vento farmi impazzire così. TI AMO!!!! Vaga ogni momento Un giorno nella gioia Un giorno nel dolore uon S. Valentino tesoro. Non importa Ma il mio amore non vaga invano se non potremo trascorrerlo insieme, il Cerca qualcosa che lo renda felice mio amore per te non conosce calendari Soffrirò in silenzio e misure: ovunque tu sia, è infinito ogni Nasconderò le lacrime giorno stella Abbraccerò il vento Pensando di averti tra le mie braccia Mi abbandonerò al mondo E lascerò che la vita continui…. er tutta la vita ho cercato qualcosa Anche se vorrei fermarla, di perfetto... poi sei arrivato tu...ti amo al momento in cui Stefano ti tenevo stretta a me. iao Francesca Ti guardo inerte, ammirandoti ogni come un 15 enne mi sono preso una particolare, il tuo viso m’inebria ogni bella sbandata per te. a dolcezza del tuo sguardo accarezza giorno di una bellezza immortale, Ti guardo negli occhi e non capisco più la mia anima. Il calore delle tue mani perdendosi nei tuoi splendidi occhi nulla, ascolto la tua voce e vado in confuincendia il mio corpo. Ti amo. Buon San verdi che illuminano tutto il mio sione non sento nulla al di fuori di te che Valentino. mondo. mi risuoni nell’orecchio del cuore.. Un uomo per vivere ha bisogno Sei il mio ossigeno e senza vederti vado di cibo e acqua, non pensavo che in astinenza e questo porta a chiudermi fosse assolutamente indispensabile tutto dentro. eri sera il cielo era stranamente l’amore, fino a quando non ho Mi basta un tuo sorriso per rinascere, illuminato anche se non c’era una stella. conosciuto te. mentre sono a lavorare ti vedo col penMi sono chiesto come mai tutta questa Un Bacione grande come l’universo, siero in qualsiasi oggetto che mi passa luce... Guardandolo più attentamente ne per una stella magnifica come davanti agli occhi. ho viste due... erano i tuoi occhi lassù che l’immenso splendore del sole Ti voglio bene tesoro mi osservavano...

Q

D

A

B

C

P L I

N. 02 | Febbraio 2014

Tele Valle Olona Magazine | 45


Regione Lombardia Piazza Città di Lombardia, 1 - 20124 Milano www.regione.lombardia.it Centralino 02.6765.1 Call center 800.318.318 numero verde gratuito da telefono fisso, cellulare e da fuori regione I due numeri sono attivi da lunedì a sabato dalle ore 8,00 alle ore 20,00

Attività e provvedimenti adottati dall’ente regionale Maroni: «Serve cura choc per ripianare i conti dell’Aler. Basta con i vecchi manager»

N

el corso della seduta in Consiglio Regionale il Presidente Roberto Maroni è intervenuto parlando di Aler, riportando una serie di dati sulla gestione dell’ente ed ha affermato di volere una netta discontinuità con il passato. Non ho interesse a riprendere persone che hanno gestito in questi anni nel modo che abbiamo visto - ha aggiunto a margine, riferendosi alle voci trapelate sui valzer di poltrona tra le varie Aler lombarde, soprattutto tra quella ipotizzata tra Brescia e Milano con Lorella Sossi a prendere il posto di Domenico Ippolito nel capoluogo meneghino. Maroni racconta all’aula i risultati della due diligence sui conti di Aler Milano. Dati, in gran parte, resi noti nei giorni scorsi a mezzo stampa. Per ribadire due concetti fondamentali: l’indebitamento finanziario netto, al 30 novembre 2013, era di 345 milioni di euro, mentre il fabbisogno finanziario necessario alla manutenzione del patrimonio dell’agenzia ammonta a 1,264 miliardi. Solo noi - osserva l’Assessore alla Casa Paola Bulbarelli - abbiamo avuto la forza e il coraggio di togliere il coperchio a una pentola piena di numeri drammatici. In merito Maroni ha aggiunto: ora serve una cura choc in grado di mettere in ordine i conti del passato e permettere ad Aler di continuare a svolgere una funzione sociale a cui non vogliamo abdicare. Quanto alla Commissione d’inchiesta, che l’opposizione vorrebbe istituire per far luce sulle responsabilità del disastro finanziario, il governatore leghista taglia corto: «Io, in linea di principio, non ho nulla in contrario». Sullo sfondo poi il tema della convenzione con Palazzo Marino per la gestione della case popolari di proprietà del Comune. Maroni dice che l’intesa con Milano va riscritta e riconcordata.

46 | Tele Valle Olona Magazine

N. 02 | Febbraio 2014


Varese Land of Tourism

Agenzia del Turismo ed Elmec guardano 5 insieme a EXPO 201 vincia di Varese ed Elmec Agenzia del Turismo della pro po e oggi fanno squadra lavorano fianco a fianco da tem anche in ottica Expo 2015. l’ente di promozione del È stato rinnovato l’accordo tra rese e una delle aziende più territorio della Provincia di Va l Nord. innovative e tecnologiche de i giorni negli uffici di L’accordo sottoscritto in quest za di Dario Galli, CommisElmec informatica, alla presen cia di Varese e Presidente sario Straordinario della Provin Della Chiesa, Direttore dell’Agenzia del Turismo; Paola aldo Ballerio, Presidente dell’Agenzia del Turismo e Rin per il biennio 2014 -2015. di Elmec informatica, è valido vede la collaborazione La partnership tra gli enti pre a serie di progetti, oltre dell’azienda di Brunello ad un ottaggio, come per altro agli eventi internazionali di can ottaggio del 2012 (Local già avvenuto agli Europei di can Solar ed Eolo) e ai Mondiali sponsor con i marchi Elmec me main sponsor (sempre Master di settembre 2013 co Eolo). con i marchi Elmec Solar ed ll’Agenzia del turismo e sia Sia Dario Galli, Presidente de dell’Agenzia del Turismo, Paola Della Chiesa, Direttore ione «per questa partnership esprimono la propria soddisfaz senta un fiore all’occhiello con una delle aziende che rappre e dell’innovazione tecnologica. della nostra provincia nel settor do di collaborare, crediamo In passato abbiamo già avuto mo Elmec, che ha sostenuto sia i con reciproca soddisfazione, con ospitati alla Schiranna, sia una grandi eventi di canottaggio già del territorio. serie di iniziative di promozione e l’accordo biennale ci conÈ importante poi sottolineare com una serie di nuove iniziative sentirà di programmare al meglio in vista di Expo».

Paola Della Chiesa Direttore Varese Land of Tourism

“la tua Provincia a portata di mano” Varese Land of Tourism Agenzia del Turismo della provincia di Varese Viale Ippodromo, 21100 Varese tel. +39.0332.252.071 e-mail: agenziaturismova@gmail.com www.vareselandoftourism.it

N. 02 | Febbraio 2014

Tele Valle Olona Magazine | 47


a n o l O e l l a V e Tel o i r o t i r r e t o la TV del tu

Tele Valle Olona website: www.televalleolona.it e-mail: redazione@televalleolona.it


Tvo magazine 02 2014