Issuu on Google+

frvianel@gmail.com

DOMENICA 13 MARZO 2011 > ORE 14.30

STADIO PIERLUIGI PENZO S.ELENA - VENEZIA

FBC UNIONE VENEZIA VS

US Opitergina L N D

S E R I E

D

G I R O N E

C

C A M P I O N A T O

2 0 1 0 / 2 0 1 1


La nuova proprietà del FBC UNIONE VENEZIA si è presentata alla città ed alla tifoseria nel corso di una conferenza stampa tenutasi in Municipio a Mestre alla presenza del Sindaco Giorgio Orsoni, del ViceSindaco Sandro Simionato e dell’Assessore allo sport Andrea Ferrazzi. Nel corso dell’incontro la delegazione di VeneziaUnited ha dato il benvenuto al nuovo Presidente Yuri Korablin, consegnandogli questa lettera : " E’ con vero piacere che diamo il più caloroso benvenuto a mr. Yuri Korablin, alla nuova Società, che da oggi in poi si farà carico delle sorti sportive del nostro glorioso Sodalizio cittadino. Grandi responsabilità, unite a grande visibilità dovranno aiutare lo sviluppo di questo ambizioso progetto sportivo che non potrà prescindere da uno stretto rapporto con la comunità sportiva cittadina. L’Associazione Venezia United ha svolto, da quando si è costituita nel giugno 2010, una costante azione nel territorio veneziano per sostenere in modo partecipato e trasparente il FBC Unione Venezia, promuovendo un modello di governance per il calcio cittadino nel solco delle raccomandazioni contenute nella “Risoluzione

del Parlamento europeo del 29 marzo 2007 sul futuro del calcio professionistico in Europa” e nella “Risoluzione del Parlamento europeo dell'8 maggio 2008 sul Libro bianco sullo sport”. Va sottolineata l’importanza di tale azione per i suoi risvolti sociali ed etici improntati alla lealtà sportiva e, attraverso di essa, alla valorizzazione dell’identità civica. Si sono concretizzati alcuni risultati tangibili nel numero degli associati , nella sottoscrizione delle quote, nell’allestimento di alcune iniziative di marketing a sostegno del FBC Unione Venezia. Venezia United ha aggregato oltre 1.100 associati, raggiungendo la quasi totalità di coloro che sostengono il FBC Unione Venezia allo Stadio.

E’ un traguardo di particolare importanza, così come altamente significativi sono risultati gli interventi dell’Associazione a supporto di FBC Unione Venezia. L’affermazione di un modello innovativo di partecipazione non può prescindere dall’instaurazione di un dialogo, in un percorso condiviso, con la nuova Proprietà del FBC Unione Venezia,. Per questa ragione chiediamo un incontro per definire gli impegni comuni, per fissare le scadenze e verificare il percorso fatto e calibrare i prossimi traguardi. Il Presidente Franco Vianello Moro "

UNA PASSIONE CONDIVISA. UN FUTURO SICURO, VINCENTE E SOSTENIBILE.


S

anche non potrebbe cisivo se in e d essere e r entramb mezzo (pe otesse )p la squadre eso att n l’i i rs a v tro . o inciamp ruppo di Intanto il g o (con ic n u C Enrico attento di o rd a u g s lo Balashov Korablin, in) deve e Samokh gi con og la vederse vigiana di e tr ra lt ’a un on one, ma n s la minor b data n la a m to n poi così ta a lassific come la c supporre. far e b b e potr a, infatti, L’Opitergin storia di ga ha una lun ategorie c lle e pregio n te e anche e n e v ri o min ose o, che le c quest’ann re a ir g o n ra non semb

vinti che Siamo con zia-Treviso ne Unione Ve o sia la rz a m ? del 27 e le partite tt madre di tu na essere isog E allora b e convinti ch to n a tt re alt li g e it re part tutte le alt vono roverdi de o e n io c n ara vis re T erchè vincerle. P e non ti n non fa sco ler perdere sembra vo i dall’alto d un colpo, e di n io z a z iz n un’orga ra non semb gioco che un balbettio lc a i d soffrire a he rarissim (con qualc e consente ch eccezione sti di le e c o c n ia ai b ani). tra gli…um rimanere ta s te a ti an Quindi av testa alta) bassa (o a avversario, iasi con quals anvitese i si chiam S uanto in q o Rovigo, o che si im s il derbys l Penzo giocherà a iorni ig ic fra quind

ltro , ha senz’a benissimo dire nel suo a d qualcosa . ampionato , finale di c erò p , ia z e n e L’Unione V l suo de ha la forza co attacco, ri o g a m s ta fan gnare di e s i d capace ue gol a d media oltre ter contare i po partita e d lasse ric o fu e u d ia su come Matt ri a in straord , in b u Z il m E Collauto e dati da due on ben assec ti come an forti attacc o e Gustavo ze z a Fabio M Rulo”. l “E i tt e rr Fe pensi mai o n u E ness e ne qualch di andarse , perché ma minuto pri sulla torta a in g e ili la c eroverdi la n io c gli aran empre alla mettono s fine.

5

» Oggi in Campo RITORNO: 13.03.11

27A GIORNATA

Rovigo - Belluno Este - Chioggia Sottomarina Kras Repen - Città di Concordia Pordenone - Montecchio Maggiore FBC UNIONE VENEZIA - Opitergina Montebelluna - Sanvitese Torviscorsa - Tamai San Paolo Padova - Treviso

Facciamo il punto.

SandonàJesolo - Union Quinto

La ciliegina finale. Pub_Match_Graspo_15x5cm:Layout 1

24-02-2011

15:34

Pagina 1

“AL RISTORANTE GRASPO DE UA” nel cuore della città, la cucina italiana e tipica veneziana che conquisterà il vostro cuore

Spazio pubblicitario per informazioni: 348 5818927 NUOVA GESTIONE S. Marco 5094/A (Rialto) t. +39(0)415205644 info@algraspodeua.it

design+stampa: Compuservice, Venezia


6

» La Classifica

dopo la 26a GIORNATA

in riferimento alla posizione rispetto la precedente giornata (media inglese) Pos.

Squadra

P.ti

G

V

N

P

Gf

Gs

1

Treviso

58

26

17

7

2

49

19

2

FBC UNIONE VENEZIA

56

26

16

2

6

56

31

3

Tamai

45

26

12

9

5

47

33

4

San Paolo Padova *

44

26

13

6

7

40

33

5

SandonàJesolo

43

26

12

7

7

40

30

6

Union Quinto

42

26

11

9

6

42

30

7

Rovigo

39

26

10

9

7

31

24

8

Chioggia Sottomarina

39

26

10

9

7

29

28

9

Pordenone

34

26

9

7

10

41

39

10

Este

33

26

8

9

9

36

34

11

Sanvitese *

30

26

7

10

9

35

41

12

Città di Concordia

30

26

8

6

12

36

48

13

Montebelluna

26

26

7

5

14

22

36

14

Montecchio Maggiore

25

26

6

7

13

32

42

15

Opitergina

25

26

5

10

11

39

51

16

Belluno

25

26

7

4

16

28

42

17

Kras Repen

21

26

4

9

13

31

51

18

Torviscosa

18

26

3

9

14

34

56

* Sanvitese penalizzata di 1 punto per irregolarità nella passata stagione. * San Paolo Padova penalizzata di 1 punto per irregolarita nella passata stagione (Albignasego)

Marcatori: 23 RETI: Zubin (Unione Venezia) 19 RETI: Amodeo (SandonàJesolo) 18 RETI: Llullaku (Tamai) 17 RETI: Della Bianca (Città di Concordia) 16 RETI: Perna (Treviso) 15 RETI: Adriano (Chioggia Sottomarina), Lucchini (San Paolo Padova), Ferretti (Treviso) 13 RETI: Sessolo (Pordenone) 12 RETI: Moresco (Este), Knezevic (Kras Repen) 11 RETI: De Freitas (Montebelluna), Volpato (San Paolo Padova), Roman Del Prete (Union Quinto), Mazzeo (Unione Venezia) 10 RETI: Rondon (Este) 9 RETI: Cattelan (Chioggia Sottomarina), Dall’Acqua (Opitergina), Rossi (Pordenone), Monti (Sanvitese) 8 RETI: Roveretto (Montecchio Maggiore), Cacurio (Sanvitese), Antonelli (Rovigo), Carpin (Torviscosa), Vianello (Union Quinto) Marcatori FBC UNIONE VENEZIA: 6 RETI: Lelj 4 RETI: Ferretti 3 RETI: Malagò 2 RETI: Collauto, Nichele 1 RETE Cardin, Casagrande 1 AUT Vianello pro Torviscosa

UNA GIURIA

» Domenica 27 Febbraio 2011

composta dai giornalisti accreditati in tribuna e da una selezione di soci Venezia United sceglie per ogni incontro casalingo il

Man of the Match

NESSUNO SI SOGNI DI CHIAMARLO FABIETTO

Se lo ricordano in tanti, una manciata di anni fa, girare con quel borsone più grande di lui quando giocava nelle giovanili arancioneroverdi. Era un simpatico ragazzino bolognese, con l’aspetto da bambino a cui la non spiccata statura aggiungeva tenerezza. ora anche la determinazione di E più di qualcuno lo chiamava “Rulo” Ferretti. “Fabietto”, perché grazie anche a Fabio Mazzeo, però, nel frattempo quel modo gioioso di interpretare ha acquistato anche peso reale, il calcio aggiungeva simpatia e oltre a quello tecnico, e anche se familiarità. non è alto si avvale di due gambe, Ora Fabietto, dopo aver navigato oltre che dinamiche, anche altrove, è tornato da dove era potenti (si guardino i calci di partito. Insomma, a casa. punizione dalla lunga distanza). Il Ci è tornato dalla porta tutto aggiunto a una grandissima principale, dall’alto dei gol dose di fantasia creativa. messi a segno in giro, e non è un Il gol segnato al San Paolo, caso che Andrea Seno, quando lasciamo stare se la palla è anche ha costruito la squadra, abbia incocciata sulla mano distesa, è ripensato a Mazzeo, giusto stato un capolavoro di atletismo completamento di un attacco che e, appunto, fantasia. Perché lo ha il peso e l’arguzia di Zubin e splendido cross di Casagrande

Fabio

MAZZEO

lo vedeva molto più indietro del pallone e la genialata del tuffo a pesce di testa è stata un gesto da ricordare negli annali della bella stagione arancioneroverde. Gesto che gli è valsa la consegna del Premio, e non è la prima volta, generosamente offerto dalla Signora Maria Bonaldo, presidente della Federtabaccai di Venezia. Bravo Fabietto…pardon, Signor Fabio.


9

8

» FBC Unione Venezia in Arancioneroverde

Amm

Esp

Min.

Assist

Presenze tot.

Reti

-7

1

0

900

0

10

-7

14

-23

1

0

1260

0

15

-24

5

0

0

0

175

0

5

0

05.11.92

1

0

0

0

10

0

2

0

Michael

29.01.90

24

1

5

0

2116

3

63

2

FALCIER

Nicola

31.05.91

21

0

7

1

1759

1

22

0

NICOLETTO

Rudy

08.02.79

24

0

5

0

1848

1

25

0

VIANELLO

Filippo

05.04.76

23

0

4

0

1923

0

64

2

BARZAN

Nicolò

1994

2

0

0

0

39

0

2

0

BOROTTO

Andrea

28.12.90

9

0

2

0

213

0

10

0

CASAGRANDE Filippo

5.01.92

14

1

0

0

906

1

14

1

COLLAUTO

Mattia

10.11.73

25

2

3

0

2160

4

216

15

LELJ

Tommaso

06.04.85

25

6

3

0

2198

4

26

6

MALAGÒ

Matteo

18.04.91

23

3

1

1

1594

4

41

3

NICHELE

Matteo

16.05.81

25

2

5

0

2213

4

61

7

PILON

Michael

16.08.91

1

0

0

0

25

0

1

0

BISIOL

Luca

19.10.92

0

0

0

0

0

0

1

0

FERRETTI

Gustavo

10.02.84

10

4

0

0

534

1

10

4

DE FREITAS

Marco Antonio

23.10.78

6

0

0

0

68

0

6

0

MAZZEO

Fabio

15.02.83

26

11

2

0

1527

6

34

12

ZUBIN

Emil

18.09.77

26

23

1

0

2307

8

27

24

A

DI NAPOLI

Arturo

18.04.74

11

2

1

0

369

2

81

23

D

PIANU

William

07.12.75

8

0

4

0

627

0

8

0

P

D

C

A

Cognome

Nome

Data nascita

CASINI

Alessandro

16.06.92

10

MENEGATTI

Pietro

17.01.92

ALIBERTI

Ciro

BUSO

Mattia

CARDIN

05.02.89

Presenze Goal

Ceduti

D

RIGONI

Simone

21.04.88

4

0

0

0

29

0

28

0

P

RUSSO

Andrea

05.06.91

2

-1

0

0

180

0

2

-1

A

SALZANO

Aniello

20.07.91

16

1

1

0

602

2

16

1

Probabile Formazione

ZUBIN MAZZEO COLLAUTO

MALAGÒ

NICHELE LELJ

CARDIN

FALCIER VIANELLO

NICOLETTO

CASINI


10

» Lo Staff

» Squadra Ospite

Allenatore

Accompagnatore

Presidente

Vice Allenatore

Segretario

Amm. Delegato

CUNICO ENRICO BRAZZALE RAFFAELLO

RIVOLA EDOARDO MEZZACASA PAOLO

KORABLIN YURI

Direttore Sportivo

Preparatore Atletico

Resp. Marketing

GUERRA IGNAZIO

SAMOKHIN ALEKS RIGONI ENRICO VENTURINI MASSIMO

Medico

Resp. Sett. Giovanile

Segretario del CdA

Massaggiatore

Segr. Sett. Giovanile

CASALE PAOLO BEGGIO MICHELANGELO FIORIN PAOLO Magazzinieri

BEVERESCO GIORGIO PINTON ROBERTO

SENO ANDREA

BENUSSI GIOVANNI PASQUALETTO TIZIANO Speaker allo stadio

ZAGO PAOLO

campi campi delle delle serie serie maggiori. maggiori.

Così domenica scorsa

Consiglieri

VIANELLO ALESSIO Sede e Contatti

Via Gozzi 55, Mestre fbcunionevenezia@libero.it +39 041 5321552

» Lo Stadio Denominazione: Denominazione: Stadio Stadio Pierluigi Pierluigi Penzo. Penzo. Proprietà Proprietà ee Gestione: Gestione: Comune Comune di di Venezia. Venezia. Fondazione: Fondazione: 1913. 1913. ÈÈ uno uno tra tra ii più più vecchi vecchi

US Opitergina: storia e assetto tattico

GUERRA IGNAZIO

Preparatore Portieri

LOTTI MASSIMO

11

Dimensioni: Dimensioni: lunghezza m.105,

larghezza: m.65. Capienza Capienza Totale: Totale: 7.500 posti. Posti Posti Coperti: Coperti: 1600 (di tribuna).

testo: Fabrizio Capigatti - disegni e colori: Federico Toffano - CapitanVenezia® è di F.Capigatti/E.Tenderini

DALL'ACQUA

L’Opitergina viene fondata nel 1946 e per oltre un trentennio milita esclusivamente nei campionati regionali. Al termine della stagione 1979-80 viene promossa in Serie D, massima divisione raggiunta in tutta la storia del club biancorosso. Per oltre un decennio l’Opitergina mantiene la categoria, sfiorando addirittura la promozione in C2 nel 1982. Al termine della stagione 1991/92, però, viene nuovamente retrocessa: da allora i biancorossi alternano partecipazioni in Eccellenza con altre in Promozione, fino alla promozione della scorsa estate in Serie D.

BARDELLOTTO

FARDIN

FAVERO PAOLUCCI

BETTIOL

GRAVA

ARTUSI NIERO

PAISAN

ZAROTTI

Il tecnico De Agostini, arrivato a febbraio, schiera la sua squadra con un 4-3-3 con Dall’Acqua terminale offensivo e Favero, originariamente mezzapunta, in cabina di regia. In difesa gli elementi di maggiore esperienza sono Artusi e Pasian.


13

12

» Squadra Ospite

» Curiosità in campo

US Opitergina: la rosa Cognome

Nome

Anno

Ruolo

ZAROTTI

Luca

1992

Portiere

DE BIASI

Federico

1993

Portiere

SALTAREL

Stefano

1977

Portiere

ARTUSI

Nicola

1980

Difensore

GRAVA

Mattia

1991

Difensore

PASIAN

Alberto

1981

Difensore

NIERO

Fabio

1989

Difensore

PANAROTTO

Nicolò

1991

Difensore

TOSO

Marco

1991

Difensore

ARNOLDO

Giovanni

1994

Centrocampista

BETTIOL

Jacopo

1990

Centrocampista

MASTELLOTTO

Matteo

1991

Centrocampista

BIONDO

Andrea

1987

Centrocampista

DEI ROSSI

Alessandro

1992

Centrocampista

PAOLUCCI

Alessandro

1986

Centrocampista

BARDELLOTTO

Gian Marco

1990

Centrocampista

DE PANDIS

Vito

1978

Centrocampista

MARTINA

Antonio

1987

Attaccante

BUORO

Riccardo

1994

Attaccante

FARDIN

Matteo

1991

Attaccante

FURLAN

Federico

1986

Attaccante

DALL'ACQUA

Stefano

1981

Attaccante

Allenatore: DE AGOSTINI Stefano

• L’Unione Venezia ha sempre vinto nella sua storia contro l’Opitergina: tre incontri, incluso quello dell’andata, e altrettanti successi per gli arancioneroverdi, sempre con un gol di scarto L’unico precedente al Penzo è quello giocato in Serie D nell’autunno del 1982, quando gli allora neroverdi si imposero per 2-1. L’Unione Venezia è imbattuta da sette turni di campionato e vince da sei consecutivi, oltre ad aver vinto tutte le ultime sei gare giocate al Penzo. In queste sei partite casalinghe gli arancioneroverdi hanno segnato ben 16 gol subendone appena uno. L’Opitergina ha vinto una sola gara nelle ultime nove, ma in trasferta non perde dallo scorso novembre (1-4 a Tamai) con un’imbattibilità esterna che dura da sei turni consecutivi. L’Unione Venezia è di gran lunga il miglior attacco del campionato con 56 reti realizzate, mentre l’Opitergina ha la seconda peggiore difesa del torneo con 51 gol subiti, cinque in meno del fanalino di coda Torviscosa. Stefano Dall’Acqua è il miglior marcatore biancorosso con 10 reti, due in meno di Mazzeo e meno della metà delle 23 finora realizzate da Zubin, ma ha già segnato due volte in carriera agli arancioneroverdi: una nella gara d’andata e una nello sfortunato derby giocato a Treviso nell’ultima stagione di Serie B.


15

14

» Prossimi incontri 28a GIORNATA / 20.03.11 Città di Concordia - Este Union Quinto - Kras Repen Montecchio Maggiore - Montebelluna Chioggia Sottomarina - Pordenone Sanvitese - Rovigo Opitergina - San Paolo Padova Tamai - SandonàJesolo Treviso - Torviscosa Belluno - FBC UNIONE VENEZIA 29a GIORNATA / 27.03.11 Belluno - Pordenone SandonàJesolo - Chioggia Sottomarina Torviscosa - Città di Concordia Kras Repen - Montecchio Maggiore Montebelluna - Rovigo Este - Sanvitese Opitergina - Tamai FBC UNIONE VENEZIA - Treviso San Paolo Padova - Union Quinto

» Prossima Trasferta

20.03.11

Pubblicato per gentile concessione di Ve.Sport

Altro capoluogo di provincia triveneto (oltre a Venezia, Treviso, Rovigo, Padova e Pordenone) e quindi ancora una città vera e propria da godersi in questa nostra quinta serie sempre più nobilitata da squadre blasonate. E una piacevole passeggiata per Belluno dischiude ai nostri occhi delle bellezze che renderanno la visita assai interessante. Belluno deriva dal celtico Belo-donum – collina splendente – e in effetti ancor oggi la cittadina si erge su una rocca (tant’è che dal parcheggio ai piedi della città – in località Lambioi – si giunge in centro con un sistema di scale mobili). E una volta raggiunto il centro storico ci si gode la città dai palazzi opulenti, fedele alla Serenissima e decisivo snodo grazie all’arteria importantissima costituita dal Piave che portava in laguna

il preziosissimo legname del Cadore, essenziale per le costruzioni e per la flotta di San Marco. Piazza Duomo è spettacolare, col quattrocentesco Palazzo dei Rettori, il palazzo del Vescovo, la cattedrale e la Torre civica. Merita di sostarci qualche minuto a rimirar le arcate, le logge e le bifore dei palazzi, i portali barocchi del Duomo, lo snello campanile del Juvarra, la torre civica e quella dell’orologio. Ma il centro non si esaurisce qui, ci sono altre importanti residenze e soprattutto due maestose porte che impreziosiscono la città.

Insomma, gli elementi per una trasferta interessante ci sono tutti, poi il responso definitivo è lasciato allo stadio, il Polisportivo di Piazzale della resistenza, dove la centenaria squadra bellunese (fondata nel 1905) cercherà di ostacolare il nostro testa a testa a distanza col Treviso. Anche perché i gialloblù devono salvarsi e sono terz’ultimi. Occhi aperti per evitar gli sgambetti… Magari confidando nell’arcigna difesa del buon Rudy Nicoletto, difensore che vive a Feltre ed è un ex del Belluno. Vai Rudy, sei in tutti noi.

IN OGNI STADIO INNALZIAMO I NOSTRI COLORI



25^ Giornata Ritorno 2010-2011 | Match Program