Page 82

winetour

Valpolicella: terra di vino e di bellezza

Valpolicella

Veneto

di Piero Caltrin

Un enoturista che si rispetti non può non prevedere nel suo carnet di viaggio una sosta in questo lembo di terra veneta, interamente disegnato da colline vitate. Qui troverà tutto ciò che cerca: vini Doc e Docg tra i più interessanti (con l’Amarone in prima fila) ma anche storia, arte e tanto relax nel verde «È senza dubbio l’idea di buen retiro la chiave di lettura della Valpolicella». La introduce così la sua terra Olga Bussinello, direttore del Consorzio di Tutela di questa zona collinare, soavemente distesa ai piedi delle Prealpi Veronesi. «Il nostro territorio credo possa essere considerato la massima espressione del mondo rurale inteso nella sua accezione più positiva: 82

marzo 2015

un’oasi lontana dalle frenesie e dallo stress metropolitano che conserva ancora i ritmi lenti e l’autenticità dei tempi andati. Basta pensare al buon cibo e al buon vino, alle passeggiate nella campagna o in bici, al senso di ospitalità delle nostre strutture. È tutto molto slow, suggestivo, raffinato, rigenerante. Ideale insomma per chi ha voglia di staccare la spina per un po’, senza dover andare in Polinesia!». Ville, borghi rurali, pievi, natura e acque termali: la Valpolicella non è dunque “solo” la culla dell’Amarone ma un territorio ricco di bellezze naturali e testimonianze artistiche. Per chi arriva in quest’area collinare, situata a nord di Verona e in prossimità del Lago di Garda, si preannuncia quindi un percorso sensoriale unico, un viaggio che parla di storia, tradizioni e cultura popolare. Ad af-

Ospitalità italiana marzo 2015  

Ospitalità italiana marzo 2015

Ospitalità italiana marzo 2015  

Ospitalità italiana marzo 2015

Advertisement