Issuu on Google+

Periodico mensile d’informazione culturale e pibblicitaria. Iscr. Trib. di Perugia del 17/05/2007 n. 23/2007. Dir. Resp. Simone Bandini. Sped. Abb. Post. 70% - Aut. Cns/Cbpa/Centro1 - Iscr. R.O.C. n. 18175. Grafx: Riccardo Barafani - prestampa: Lino Service - Stampa S.A.T.

Anno XV, nr. 130 | DICEMBRE 2016

1

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life


in copertina: La Gioielleria Cozzari per Valley Life

DICEMBRE 2016 EDITORE, DIRETTORE RESPONSABILE Dr. Simone Bandini ( Tel: 339 7370104) DIRETTORE ESECUTIVO Avv. Valentina Augusti Venturelli PROGETTO GRAFICO e IMPAGINAZIONE Riccardo Barafani IN REDAZIONE Raffaella Fava Serena Gustinelli TRADUZIONI Ray Keenoy ABBONAMENTI Abbonamento annuale (10 uscite) con bollettino postale: 20,00 € C.C. n° 52822921 Intestato a Simone Bandini

2

AUTORI: Simone Bandini: Editore e direttore di Valley Life, dr. in Filosofia. Valentina Augusti Venturelli: Direttore esecutivo, consulente legale, Avvocato. Raffaella Fava aka La Divina : Redazione, Liceo Classico ad indirizzo linguistico. Serena Gustinelli: Redazione, perito commerciale con specializzazione linguistica. Alberto Barelli: Curatore biblioteca Centro Studi Castello di Sorci. Elisa Nocentini: Coop. Atlante Servizi Culturali. David Carobi: Mediaco pediatra. Riccardo Angeletti: Presidente S.i.i.pa.c., psicoterapeuta. John Duffield & Vanessa Grant: curatori della GrantField Gallery Moreno Feliciotti: Medico osteopata. Fabio Pauselli: Dr. in Scienze Ambientali, resp.le previsioni Umbriameteo. Le opinioni degli autori non sono necessariamente le opinioni dell’editore. © Valley Life - tutti i diritti riservati. Ne è vietata la riproduzione anche parziale

14 10 66

CULTURE

LIFESTYLE

PLEASURE

Questa edizione è stata chiusa lunedì 12 dicembre alle ore 9.15 con una telefonata transappenninica.

REDAZIONE Piazza Matteotti, 2 06012 Città di Castello (PG) Tel. e Fax 075 3721779 Mob. 333 1254600 info@valleylife.it

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

www.valleylife.it

9

AVERE RADICI IN CIELO TO HAVE ROOTS IN THE SKY

10

COSA SIGNIFICA TORNARE A CASA WHAT IT MEANS TO COME HOME

14

LE SALE CINEMA AGLI EX SECCATOI DEL TABACCO THE PROJECTION ROOMS AT THE EX SECCATOI DEL TABACCO

16

GLI ANGELI THE ANGELS

18

THE ART OF INTERIOR DESIGN

22

ROBERTA, MAESTRA DELLA LANA ROBERTA THE KNITTING TEACHER

25

QUANDO IL SESSO DIVENTA UNA PATOLOGIA WHEN SEX BECOMES PATHOLOGY

32

UNA MATTINA CON GABRIELE MAZZOCCHI A MORNING WITH GABRIELE MAZZOCCHI

35

CHI DI PUNTA FERISCE, DI TACCO PERISCE WOUNDED BY STILETTO, PERISHED ON HEELS

38

TUTTI DALLA GEMELLA! EVERYBODY TO THE TWINS’!

42

BACK (TO) SCHOOL

44

LO SPAZIO NELLA CORSA THE SPACE IN RUNNING

50

ORIENTAMENTI DI BENESSERE HEALTH GUIDELINES

52

IL TROFEO CALESSE PER L’A.A.C.C. THE CALESSE TROPHY FOR THE A.A.C.C.

54

THE PERFECT IMPERFECTIONS

55

APORTAPORTESE

58

L’ARTE DI ESPORTARE THE ART OF EXPORTING

64

SALUTE E SORRISO CON L’OSTEOPATIA SALUTE E SORRISO WITH OSTEOPATHY

66

LA BOTTEGA DEI SAPORI

68

ROSTICCERIA LA GRATICOLA

70

LE CARNI DELLA VALTIBERINA TIBER VALLEY MEAT

74

LA CITTÀ DEL CONAD CONAD CITY

80

PROFUMI E SAPORI PER L’ACCADEMIA HOSTARIA FLAVOURS AND AROMAS AT L’ACCADEMIA HOSTARIA

84

IL MONDO DI STEFANO BIRETTONI THE WORLD OF STEFANO BIRETTONI

93

SARÀ UN INVERNO FREDDO IT WILL BE A COLD WINTER

3

Visit our web site www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life


C

M

Y

CM

4

5

MY

CY

CMY

K

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life


6

7

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life


EDITORIAL

AVERE RADICI IN CIELO

TO HAVE ROOTS IN THE SKY

“So che un frassino s'erge Yggdrasill lo chiamano, alto tronco lambito d'acqua bianca di argilla. Di là vengono le rugiade che piovono nelle valli. Sempre s'erge verde su Urðarbrunnr”

di

Simone Bandini

Ash I know standing, named Yggdrasill, a lofty tree, laved with limpid water: thence comes dew that in dales fell; stands always over the green Urd’s well.   Poetic Edda , Völuspá, Prophecy of the Seeress

Edda poetica,  Völuspá, Profezia della Veggente

8

9 LO YGGDRASILL O ALBERO COSMICO DELLA MITOLOGIA NORRENA

Come l’albero della vita avere un centro, e radici in cielo. E’ il migliore augurio che possiamo farvi, è la migliore condizione che possiate desiderare. Avere un centro - ovvero essere in armonia con la sfera materiale e spirituale che sono forma e sostanza dell’Io e del Tutto. Avere radici in cielo – ovvero agire, costruire e distendersi verso le cose ultime ed eterne. Questi aspetti essenziali della condotta umana, legati al mito dei primordi, sono all’origine del desiderio universale di cogliere la verità stessa del mondo. Ed è proprio attraverso il linguaggio simbolico che l’uomo esprime la sua conoscenza imperfetta. Adottando un atteggiamento di matrice religiosa, volendo con questo stendere un ponte tra l’umano e il divino, tra limite e infinità. L’immagine evocativa dell’Albero del Mondo (axis mundi od asse cosmico) è antichissima. Platone stesso parla dell’uomo come di una ‘pianta celeste’, ovvero un albero rovesciato, le cui radici protendono verso il cielo ed i rami verso la terra. E’ intuitivo capire, come spiega Renè Guenon che ‘se ciò accade è anzitutto perché la radice rappresenta il Principio, mentre i rami rappresentano lo spiegamento della manifestazione’, la vita stessa in questa terra. Nella Divina Commedia, nei canti XXII e XXV del Purgatorio, Dante Alighieri descrive due alberi rovesciati presso la sommità della montagna che giace proprio sotto il piano del Paradiso Terrestre. Le anime del Purgatorio, bramose di nutrirsi e dissetarsi presso l’Albero della Vita, non possono salirvi poiché non possiedono la necessaria purezza. La materia è un limite se appesantita dal peccato. Come si vede, l’origine della nostra forza è in cielo.

Ascolto consigliato

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

www.valleylife.it

  To have a centre, and roots in the sky like the tree of life. It’s the best we could wish for you, it’s the best thing you could possibly want for yourself. To have a centre – or be in harmony with the material and spiritual spheres that are the form and substance of the ego and of totality. To have roots in the sky – that is to act, build and stretch toward ultimate and eternal things. These essential aspects of human conduct, linked to the myth of origins, constitute the universal desire to grasp the very truth of the world. And it is through symbolic language that man expresses his imperfect knowledge. Adopting a religiously derived attitude, wanting with this to draw a bridge between the human and the divine, between boundedness and infinity. The evocative image of the World Tree (Axis mundi or cosmic axis) is very old. Plato himself speaks of man as a “heavenly plant”, that is an inverted tree, whose roots stretch to the sky and whose branches stretch to the ground. It’s an intuitive understanding, as René Guenon explains. If it occurs it is primarily because the root is the Principle, while the branches represent the unfolding of events, the very life of this earth. In the Divine Comedy, in songs XXII and XXV of Purgatory, Dante describes two overturned trees at the top of the mountain that lies just below the level of Eden. The souls in Purgatory, eager to feed and quench their thirst at the Tree of Life, cannot climb it because they lack the necessary purity. Matter is a limit if weighed down by sin. As we see, the source of our strength is in heaven.

“Fake Plastic Trees”, Radiohead

tel. +39 075 372 17 79

Recommended listening

Valley Life


RUES DES MILLES, ORECCHINI STAR DUST

10

FRAGRANZE PER AMBIENTI DR. VRANJES

Cosa significa tornare a casa di

WHAT IT MEANS TO COME HOME

Simone Bandini

“Come in una pianura quattro cavalli / spinti dai colpi di frusta, / tutti insieme balzano in alto e compiono in fretta il loro cammino, / così balzava in alto la poppa della nave, / e dietro di lei si gonfiavano / le grandi onde scure del mare risonante. / E quella correva avanti sicura: neppure un falco, che è il più veloce degli uccelli, / avrebbe potuto raggiungerla” Omero, Odissea (XIII, vv. 81-87)

informazione pubblicitaria

La forza prorompente di questa visione del ramingo Ulisse, in procinto di raggiungere l’amata Itaca, è l’iperbole di ogni grande ritorno. La “Casa” è il luogo della bellezza, degli affetti, delle virtù inviolate, di tutto ciò che amiamo e che deve durare in eterno.

“As in a plain four horses/ driven by the blows of the whip / all together leap up and perform in a hurry their way,/ so leapt aloft the stern of the ship,/ and behind her swelled/ large dark waves of the sounding sea. / And that ran safe ahead: even a hawk, which is the fastest bird,/ could reach” Homer, Odyssey (XIII, vv. 81-87)   The rumbustious power of this vision of the wandering Ulysses, about to reach his home in beloved Ithaca, is the hyperbole of every great return. The “home” is a place of beauty, of the affections, of the inviolate virtues, of all that we love and that has to last forever.

Ho voluto esordire con questa epica allegoria per restituire un’impressione netta che Luigi Cozzari mi ha dato sin dal primo incontro. Quella di custodire un antico sapere. Con quel garbo e quella delicatezza che solo chi conosce a fondo e rispetta l’animo umano può avere. Non c’è nulla di più intimo della propria casa. Con i suoi ambienti, i suoi oggetti, la sua famiglia. E non c’è alcunché di più ‘classico’, inteso come unione perfetta di forma e sostanza. Ciò che è bello è anche vero ed anche giusto in senso morale. Lo spirito del Natale dunque, l’abitudine di scambiarsi doni per celebrare la vita, la rinascita e la salvezza, vive in questo mistero del bello che ha valore salvifico

 I wanted to begin with this epic allegory to give the full impression Luigi Cozzari made right from the first. Of being the custodian of ancient wisdom. With that grace and delicacy that only he who deeply understands and respects the human soul can have. There is nothing more intimate than your own home. With its rooms, its objects, the family. And there is nothing more “classic” – understood as the perfect union of form and substance. What is beautiful is also true as well right in the moral sense. In the spirit of Christmas, therefore, the habit of exchanging gifts to celebrate life, rebirth and salvation, lives on this mystery of beauty that bears the salvation of election and redemption.

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

di elezione e redenzione. But now with Luigi just a few Ma adesso con Luigi giusto qualche profane ideas for this new season: indicazione profana per questa “fashion jewellery is back strongly nuova stagione: “Il gioiello moda in pink and yellow tones combined è tornato prepotente specie nei with white as in the creations of toni rosa e giallo abbinati al bianco Rues des Mille or in the Pandora come nelle creazioni di Rues des earrings collection. Important Mille o nella collezione orecchini gifts such us solitaires, enernity di Pandora. Non tramontano mai rings and other important pieces HAMILTON, OROLOGIO JAZZMASTER ed anzi sono in crescita i regali with a point of diamond light, importanti quali solitari, verette never go out of fashion. There e pezzi importanti con un punto luce di diamante. is also a certain return to coloured stones such as C’è anche un certo ritorno alle pietre di colore quali sapphires, rubies and emeralds. The “romance of the zaffiri, rubini e smeraldi. Apprezzato il ‘romanticismo mechanical” is highly appreciated in the technology della meccanica’ e la tecnologia degli orologi moda, of fashion watches, to hold and enjoy over time, like da conservare e godere nel tempo, delle grandi griffes the big names Mont Blanc, Hamilton, Tissot, Swatch Mont Blanc, Hamilton, Tissot, Daniel Wellington e and Daniel Wellington. Swatch. And accessories for the home? A great vogue for E gli accessori per la nostra casa? In grande voga gli kitchen equipment, useful and often witty, real strumenti per la cucina, utili e spesso spiritosi, veri items of decor for spaces “on show”, seen in the oggetti di arredo per spazi ‘a vista’, nel caleidoscopico kaleidoscopic worlds of Alessi and Thun. Then there’s mondo di Alessi e Thun. Bellissima la collezione the beautiful collection of modern kitchenware and modern kitchenware & utensils di Joseph Joseph. La utensils from Joseph Joseph. Then there are room profumazione per ambienti è poi esplosa: candele, fragrances which have really taken off: candles, fragranze particolari, oggetti di design profumati (Dr. special fragrances, perfumed designer objects (Dr. Vranjes Firenze) … insomma dalla piccola decorazione Vranjes Firenze) ...as well as small decorative items spesso luminosa di pouf, lampade e lanterne al legno like bright ottomans, lamps and lanterns to vintage vintage decapato di box ed insegne. Poiché il Natale è wooden pickle boxes and signs. After all Christmas is anzitutto la festa della luce. first of all the festival of light.

Info: Gioielleria Cozzari, Via L. Da Vinci, 57/70, Pierantonio (Pg), Tel. 075 9414012 / 075 9414191 oppure Via Ruggero Grieco 1 Umbertide (PG) / www.cozzari.it. www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

11

informazione pubblicitaria

ALESSI, ALZATA A TRE ELEMENTI


made in italy 12

13

convenienza e qualità, tanti servizi di personalizzazione che solo il produttore ti può dare Camiceria Etrusca - Ros.Men s.r.l. Viale Romagna,73 - 06012 Città di Castello, Perugia - Italy Tel. +39 0.75 851 1328 - Fax +39 0.75 851 1171 - www.camiceriaetrusca.com www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life


“IL GRANDE CRETTO DI GIBELLINA”

Le sale cinema agli Ex Seccatoi del Tabacco a cura di

Elisa Nocentini

THE PROJECTION ROOMS AT THE EX SECCATOI DEL TABACCO

14

15

Una baracca dismessa sulla cima di una collina, il canto degli uccelli e poi lo scampanellio disordinato di un gregge al pascolo. Queste sono le immagini e i rumori che fanno da sottofondo e accompagnano lo sguardo nelle prime scene de “Il Grande Cretto di Gibellina”, short film della regista olandese Petra Noordkamp, commissionato da  The Solomon R. Guggenheim Foundation in occasione della grande retrospettiva newyorkese del 2015 dedicata ad Alberto Burri.

An abandoned cabin on top of a hill, the birds singing and then the chaotic bells of a grazing herd. These are the sights and sounds that are the background and draw the eye in the first scenes of Il Grande Cretto di Gibellina [The Great Cretto of Gibellina] a short film by Dutch filmmaker Petra Noordkamp, commissioned by The Solomon R. Guggenheim Foundation on the occasion of the great New York retrospective exhibition dedicated to Alberto Burri in 2015.

Il cortometraggio è un delicato omaggio alla grandiosa opera che Burri realizza a partire dal 1985 nella valle del Belice distrutta da un terremoto nel 1968 e che dopo varie vicissitudini, nell’anno del Centenario, è stata portata a compimento. Adattando un Cretto alle dolci pendenze del territorio, Burri compatta e ricopre le macerie da un sudario bianco fatto di cemento; memoriale alle vittime e alla potenza della natura. Silenzi e passaggi sospesi tra i sentieri creati sull’antico impianto urbanistico, si interpongono a vecchie riprese degli abitanti di quei luoghi, in quella che sembra essere una giornata di festa, così triste e così lontana allo sguardo di oggi. Il paese, il brulicare delle persone e poi il vuoto, la perdita, l’assenza. Tutto si svolge nel bianco, quel colore che attraverso la conoscenza della luce, il Maestro sapeva far virare in molte altre gradazioni pittoriche. Anche il docu film di Stefano Valeri, dal titolo “Alberto Burri. Il tempo dell’arte”, prodotto dalla Fondazione Palazzo Albizzini Collezione Burri e Baburka Production, apre proprio sul formarsi di un cretto nero, per poi lasciare che il ticchettio

The short film is a delicate homage to the great work that Burri made starting in 1985 in the valley of Belice whose communities were destroyed by an earthquake in 1968 and which, after many vicissitudes and in the year of his centenary, has been brought to completion. Adapting one of his Cretti [a form of Land Art, tr.] to the gentle slopes of the area, Burri compacted and held the rubble together with a white shroud made of concrete; in recognition of the victims and of the power of nature. Silence and passages lingering on the paths created on the old town layout are interposed with old footage of the inhabitants of those places, on what appears to be a festa day, so sad and so distant to the contemporary eye. The town, the swarm of people and then the emptiness, the loss, the absence. Everything takes place in white, the colour that through his knowledge of light, the Maestro [Burri] knew how to navigate through numerous pictorial gradations. The documentary by Stefano Valeri, entitled Alberto Burri. Il tempo dell’ arte [Alberto Burri. The time of art], produced by the Fondazione Palazzo Albizzini Collezione Burri and

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

ipnotico di un metronomo, indichi l’inizio della storia. Da Città di Castello, alla reclusione americana, alle prime esperienze romane, fino alla messa in opera dei suoi due musei a conclusione di una vita dedicata all’arte. È Il Presidente della Fondazione Burri, Bruno Corà, che sapientemente guida lo spettatore all’interno delle sale allestite da Burri e attraverso tutta la sua opera. Due poetici ed esaustivi sguardi dentro la sperimentazione artistica di Burri, in programmazione giornaliera nelle due sale cinema allestite nella mostra BURRI: LO SPAZIO DI MATERIA / TRA EUROPA E USA, presso gli Ex Seccatoi del Tabacco. Oltre a questi progetti cinematografici, è possibile vedere interessanti pellicole su Jackson Pollock, Alexander Calder, Piero Manzoni, Jasper Johns, Jannis Kounellis, Michelangelo Pistoletto e Sol LeWitt. Affascinanti e rari approfondimenti ad una mostra che terminerà l’8 gennaio e che insieme alla sezione documentaria, concludono un iter espositivo completo in ogni sua parte.

www.valleylife.it

Baburka Productions, opens right on the formation of a black fissure, and then lets the hypnotic ticking of a metronome indicate the beginning of his story. Città di Castello, the American imprisonment, the first Roman experience, up to the creation of two museums at the end of a life dedicated to art. The President of the Burri Foundation, Bruno Cora, expertly guides the viewer inside the rooms set up by Burri and through all his work. Two poetic and thoughtful gazes into Burri’s artistic experimentation, shown daily in the two projection rooms set up at the exhibition BURRI: LO SPAZIO DI MATERIA/ TRA EUROPA E USA [BURRI: THE MATERIAL/ SPACE BETWEEN EUROPE AND USA], at the Ex Seccatoi del Tabacco [Former Tobacco Drying Sheds]. In addition to these film projects, one can see interesting films on Jackson Pollock, Alexander Calder, Piero Manzoni, Jasper Johns, Jannis Kounellis, Michelangelo Pistoletto and Sol LeWitt. Fascinating and rare insights in an exhibition that will end on the 8th January and which, together with the documentation section, complete the entirety of a truly comprehensive exhibition process.

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life


Gli angeli di

THE ANGELS

Alberto Barelli

«E l’angelo le disse: non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. Ed ecco tu concepirai nel seno e partorirai un figliolo e gli porrai nome Gesù» (Luca 1-26)

16

“And the angel said unto her, Fear not, Mary for thou hast found favour with God. And, behold, thou shalt conceive in thy womb, and bring forth a son, and shalt call his name JESUS.” (Luke: 31, 32) KJV

È questo senza dubbio l’annuncio più lieto portato da un angelo And this is undoubtedly the happiest angelic announcement di cui si ha notizia nel Nuovo Testamento, in cui l’intervento documented in the New Testament, where the intervention degli esseri celesti come messaggeri è molto più frequente che of celestial beings as messengers is much more frequent than nella prima parte della Bibbia. È sempre un angelo ad annunciare in the first part of the Bible. And it was an angel too who ai pastori la nascita del figlio di Dio, celebrata il Santo Natale. announced the birth of God’s son to the shepherds and that is Il ruolo degli angeli è quello di fare da tramite tra la terra e il celebrated at Christmas. cielo e questa funzione è richiamata The role of the angels is to act as a bridge dalle ali, con le quali sono rappresentati between heaven and earth, and this non solo nel cristianesimo ma anche function is clear from their wings, which in altre religioni, a partire da quelle are represented not only in Christianity monoteistiche. Le ali d’angelo hanno but also in other monotheistic comunque più di un significato. religions. The angels’ wings though In primo luogo rappresentano la have more than one meaning. Firstly smaterializzazione e l’ascensione e, they represent dematerialization and proprio per questo, anche in alchimia ascension, and because of this, in simboleggiano l’elevazione e uno stato alchemy they symbolize elevation di purificazione. Le ali richiamano and a state of purification. The wings quindi anche la spiritualità e le facoltà therefore evoke spirituality and the di immaginazione (si pensi al detto faculty of imagination (we say that che la fantasia ha le ali). Le ali hanno imagination has wings). Finally wings infine anche una funzione protettiva also have a protective function and, in e, in questo senso, non si può non this sense, one can not help but think ricordare come il cristianesimo of how Christianity has the concept of riconosca l’esistenza dell’angelo the guardian angel. We like to think custode. Ci piace pensare che questo that this is the role of the two angels sia il ruolo dei due angeli che Piero that Piero della Francesca depicted in GLI ANGELI DELLA MADONNA DEL PARTO della Francesca ha voluto raffigurare his famous painting kept in Monterchi nel celebre dipinto La Madonna del of the Madonna del Parto. Angels in Parto custodito a Monterchi. Con their protective function recur in the la funzione di protezione gli angeli ornamental frescoes of palaces and ricorrono negli affreschi ornamentali houses and it is not difficult to find them di palazzi ed abitazioni e non è depicted in sculptures as well, scattered difficile vederli raffigurati in sculture around historic town centres, like the disseminate nei centri storici, come one illustrated in Città di Castello. quella presente a Città di Castello In the specifically Christian category riportata nell’illustrazione. of celestial beings the angels are the Nella concezione degli esseri celesti closest to humankind. The celestial propria del cristianesimo gli angeli hierarchy in fact includes nine orders costituiscono soltanto la categoria più divided into three major orders: the first vicina agli uomini. La gerarchia celeste includes the holy Thrones [or Elders], prevede nove ordini, suddivisi in tre Cherubim and Seraphim; the second ordini maggiori: il primo comprende i the celestial intelligences Powers, santi Troni, i Cherubini e i Serafini; il Virtues and Dominions; the third the UNA FONTANA DI CITTÀ DI CASTELLO secondo le celesti intelligenze Podestà, Angels, Archangels and Rulers. This Virtù e Dominazioni; il terzo gli classification was made in the Corpus Angeli, gli Arcangeli e i Principati. Tale Dionysiacum, which includes the De classificazione è stata formulata nel coelesti hierarchia. Its influence has Corpus dionysiacum, comprendente made of it a reference text, especially anche il De coelesti hierarchia. Per since, although its attribution is l’influenza che ha avuto è un testo di problematic, as is its genesis, it is riferimento, tanto più che, anche se la characterized by a high speculative sua attribuzione è problematica, come level. An Italian translation is the del resto la sua genesi, è caratterizzato volume Dionigi Areopagita [Dionysius da un elevato livello speculativo. Una Areopagite], Tutte le opere, a cura di traduzione italiana è il volume Dionigi Piero Scazzoso, introduzione e apparati Areopagita, Tutte le opere, a cura di di Enzo Bellini, Rusconi, Milano, 1981. Piero Scazzoso, introduzione e apparati di Enzo Bellini, Rusconi, Milano, 1981. LE ALI DI ISIDE

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

17

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life


18

19

di John

Duffield & Vanessa Grant

informazione pubblicitaria

“La vostra casa dovrebbe raccontare la storia di chi siete ed essere una collezione di quello che amate”. Nate Berkus

"Your home should tell the story of who you are and be a collection of what you love." Nate Berkus

Che il flusso turistico non sia più una questione legata alla stagionalità è un dato di fatto: per questo, gli imprenditori locali mettono in pratica strategie mirate allo scopo di incrementare lo sviluppo economico. Pur continuando a mettere in scena un meraviglioso mix fra le opere di artisti locali e internazionali da qui alla fine dell’inverno, alla Grantfield Gallery stiamo concentrando l’attenzione sull’importante mercato dell’interior design.

With tourist traffic no longer a seasonal feature of our daily lives, local business owners often make focal adjustments on the scope of their various activities, to suit the economic environment. Although Grantfield Gallery of Fine Art continues to show a wonderful mix of both local and international artists throughout the Winter months, we turn our attention to the serious business of Interior Design services.

Molti dei nostri clienti hanno accolto questo periodo dell’anno come un’opportunità per effettuare un restyling delle loro case, in maniera tale da incrementare i rendimenti da locazione durante il periodo estivo o per aumentare le chance di stabilire prezzi di vendita dell’immobile su cifre più prossime alle loro aspettative. Le prime impressioni rappresentano un fattore chiave per entrambi gli attori, compratore e proprietario; più sarà positivo l’impatto visivo, migliori saranno i risultati.

Many of our clients see this time of year as an opportunity to re-stage and re-model their homes, thereby increasing rental yields for the summer season, or dramatically improving their chances of achieving a home sale price more in line with expectations. First impressions are such a key element with both potential buyers and tenants. The greater the visual impact, the better the end result. Grantfield Design Studios can provide assistance in a range of ways, suiting every budget, to enhance and improve

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

home owners chances of effectively connecting with their target audience. From simple re-arrangements, improving function and flow, to sourcing unique design items that compliment your home, we have two decades of experience in igniting the imaginations of both home buyers and sellers, upgrading spaces, and re-purposing rooms to optimise a viewers perception of how things could be. This Winter, Grantfield Design Studios travels to Bali, Indonesia to source a broad variety of interior fabrics and furnishings, outdoor dining furniture and unique pieces to mix with established Tuscan interiors, lending a look that few owners can hope to realise alone, giving spaces an eclectic and diverse elemental feel. Grantfield offers free home consultations for owners who are looking to improve their chances for rentals and sales. In an increasingly bleak global economy, the simplest touch is often the most effective.

informazione pubblicitaria

The art of interior design

Il Grantfield Design Studio può fornire assistenza in molti modi e per ogni tipo di budget, al fine di accrescere le possibilità dei proprietari di raggiungere i referenti più adatti al loro target. Dalla semplice riorganizzazione volta al miglioramento funzionale alla ricerca di oggetti d’arredo unici a corredo della vostra casa, vantiamo vent’anni di esperienza nell’accendere l’immaginazione di compratori e venditori, aggiornando gli spazi e riproporzionando le stanze per ottimizzare la prospettiva degli spettatori su come le cose potrebbero essere. Questo inverno, la Grantfield Design Studios si sposterà a Bali, in Indonesia, per selezionare un’ampia varietà di manufatti e tessuti, mobili da esterno e pezzi unici da mescolare agli arredi tipici della Toscana - per offrire uno sguardo che solo pochi proprietari sarebbero in grado di elaborare da soli e conferire agli spazi un tocco eclettico ed originale. Grantfield si propone per consulenze gratuite ai venditori che cercano di incrementare le loro possibilità di affittare e vendere; in un contesto economico sempre più arido, la semplicità è spesso l’approccio più efficace.

For information and details of our home service packages, please visit our website www.grantfielddesign.com or call us on 334 8894185. www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life


PRODOTTO ARTIGIANALE ITALIANO

20

21

informazione pubblicitaria

www.valleylife.it

Ceramiche Artistiche Nuova Cer Via dei Carrai, 12 06019 Umbertide (PG) www.nuovacer.com - info@nuovacer.com tel. +39 075 372 17 79

Factory store Lun - Ven 8:30 - 12:30 14:45 - 18:00

Valley Life

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life


SACCO IMBOTTITO POUR ENFANT

ROBERTA LUCARINI

Roberta, maestra della lana

di Valentina

22

Augusti Venturelli

ROBERTA THE KNITTING TEACHER

informazione pubblicitaria

Sarà stato circa un anno fa quando, volendo fare una copertina alla mia bimba che sarebbe arrivata in primavera, andai a comprare la lana in questo piccolo negozio dal grande cuore…

It must have been about a year ago when, wanting to make a blanket for the baby that would arrive in the spring, I went to buy the wool in this little shop with a big heart...

Già definirlo negozio è un termine improprio, perché da Roberta il tricoter è sublimato ad arte. Lei lo ha chiamato “Hobby Lana”, ma frequentandolo ho imparato che è molto più di un passatempo. Ma andiamo per fila… quanta lana? E di che tipo? E quante maglie montare? Avevo tutti questi dubbi in testa, quando la Signora Roberta Lucarini mi ha offerto una scelta di modelli già realizzati indicandomi la migliore delle lane per neonati. Perché la qualità dei filati è una prerogativa di Hobby Lana e, su questo, Roberta ha ragione. I frequenti lavaggi in lavatrice, nel tempo, non hanno alterato minimamente i miei capolavori - mi permetto la licenza non per millanteria, ma perché tutti sono stati arricchiti dalle mani d’oro di Roberta che li ha fatti diventare tali! Avevo imparato a lavorare a maglia da piccola, con mia mamma, che mi preparava i modelli, le calature e provvedeva a cucire e confezionare i golfini e i vestitini, che, quella volta, erano per le bambole. Ma la mia mamma non c’è più e non sapevo davvero a chi rivolgermi. Roberta mi ha rassicurato fin da subito che il mercoledì e il venerdì sera dopo cena avrebbe insegnato - sempre nel suo negozio - sia a chi non avesse mai preso in mano un paio di ferri od un uncinetto, sia a chi possedeva giusto i rudimenti ma ignorava tutto il resto. O semplicemente aveva visto un modello che voleva rifare. Roberta è sempre in grado di dare qualsiasi tipo di spiegazione. E così, giorno dopo giorno, alla mia copertina si aggiungevano i bordi con gli aumenti sugli angoli e le farfalle all’uncinetto… quelle sì, che prima di prendere il volo avevano messo a dura prova la pazienza infinita della “maestra”, come tutte noi la chiamiamo. E, fatta la copertina, via con il “sacco nanna” - che all’Ospedale di Arezzo (dove ho partorito) è stato talmente apprezzato che avevo la fila di dottoresse e infermiere ad ammirarlo. Roberta mi ci ha ricamato un prato con i fiori e le farfalle, ma io ci volli anche le libellule… Lei borbottò un po’, ma quelle libellule sembra che volino!

Already calling it a shop is a misnomer, because at Roberta’s the tricoteuse is sublimated to her art. She calls it Hobby Lana [wool], but visiting her I learned that it is much more than a pastime. But let’s go one step at a time... how much wool? And what kind? And how many stitches should I do? I had all these doubts in my head when Signora Roberta Lucarini offered me a choice of already made samples to show me the best wool for babies. Roberta is absolutely right, yarn quality is a must at Hobby Lana.. Frequent washing in the washing machine, over time, has not altered my masterpieces in the least – I allow myself the liberty of pointing this out, not to brag, but because all of them have been enriched by the golden hands of Roberta who made them to stay like that! I learned to knit as a child, with my mum, who sorted out the patterns, needle size etc. and arranged to sew and make sweaters and dresses, which, back then, were for dolls. But my mum is gone and I did not really know where to turn. Roberta reassured me right away that on Wednesday and Friday evenings after dinner she teaches – right there in the shop – both to those who have never picked up a pair of knitting needles or a crochet hook, and to those who have just the basics but don’t know the rest. Or simply that they had seen a pattern that they wanted to reproduce. Roberta is always able to give all sorts of advice. And so, day after day, my blanket’s sides grew with seams on the corners and crocheted butterflies... those things that before taking flight had put a strain on the infinite patience of the teacher, as all we call her. And once finished the blanket, I began with the “sleep-over bag” – at the Arezzo Hospital (where I gave birth) it was so appreciated, I had a line of doctors and nurses admiring it. Roberta embroidered it with a lawn with flowers and butterflies, but I also wanted dragonflies... She grumbled a bit , but those dragonflies really do seem to fly!

23

Info: HobbyLana di Roberta, Via Della Rocca 2, ( zona Porta S.M.Maggiore) Città di Castello tel. 075 8553489 / per vedere i modelli Fb: Hobbylana di Roberta www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life


IL DR. RICCARDO ANGELETTI

Quando il sesso diventa una patologia

24

WHEN SEX BECOMES A PATHOLOGY

Riccardo Angeletti

Vi siete mai chiesti se il rapporto con il sesso possa trasformarsi in una malattia?

Have you ever wondered if our relationship with sex can become an illness?

Può sembrare paradossale ma la risposta è positiva: una patologia esiste e prende il nome di Sex Addiction. La S.I.I.Pa.C. Umbria ha già accolto diverse persone con problematiche legate a questa forma di malattia. L'ostacolo primario nel chiedere aiuto è la vergogna, il timore di essere giudicati, di essere additati come "diversi", "strani" o "pazzi" ma, una volta superato questo scoglio, possiamo dire che gran parte del lavoro è stata fatta, il resto maturerà nel corso del trattamento. Vale, a questo punto, riportare l'esperienza vissuta da un nostro paziente che è riuscito a trovare il coraggio di affrontare il suo problema e ha deciso di chiederci aiuto. Questo paziente una volta superata la vergogna iniziale che gli aveva impedito per anni di esternalizzare la propria problematica, continuando a soffrire, ci racconta delle sue relazioni extraconiugali, contandone 4/5 come stabili; riferisce di provare intense fantasie sessuali non appena percepisce nell'altra persona un barlume di disponibilità; è così ossessionato per la pornografia che quando è al lavoro non riesce a fare a meno di entrare in siti a luci rosse; si masturba compulsivamente più e più volte al giorno, anche dopo aver concluso un rapporto sessuale; lo eccita particolarmente inviare messaggi osè a diversi contatti della sua rubrica ed infine, racconta di avere continui pensieri relativi all'avere rapporti sessuali con trans. Tolto il peso che lo affliggeva e iniziato il programma terapeutico predisposto dalla S.I.I.Pa.C. Umbria, il paziente comincia a star meglio con se stesso e con gli altri. Un buon inizio per ritornare a vivere...

It may seem paradoxical, but the answer is yes: a pathological condition exists and is called Sex Addiction. The SIIPa.C. Umbria has already taken on a number of people with this form of illness. The primary obstacle to asking for help is shame, the fear of being judged, of being singled out as “different”, “weird” or “crazy” but, once over this hurdle, we can say that much of the work has been done, the rest will come during treatment. It would be worthwhile at this point, to share the experience of one of our patients who managed to find the courage to face his problem and decided to ask for help. This patient, once he’d got over the initial shame that for years had prevented him from seeking help and so continue to suffer, told us about his extramarital affairs – 4 or 5 of them counting as stable. He spoke about experiencing intense sexual fantasies as soon as the other person demonstrated a glimmer of availability; he was so obsessed with pornography that while at work he couldn’t help going onto adult web sites; masturbated compulsively over and over again in the daytime, even after having a sexual liaison; it especially excited him to send messages to several contacts on his phone address list and finally, he says he had continuous thoughts related to having sex with transgender people. Once the weight that afflicted him was removed by starting the treatment program prepared by SIIPa.C. Umbria, the patient began to feel better with himself and with others. A good start in coming alive again.

La S.I.I.Pa.C. Umbria e' pronta ad accogliere ed ascoltare chiunque desideri maggiori informazioni o chiarimenti al riguardo. Email:siipac.umbria@gmail.com www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

25

informazione pubblicitaria

di


26

27

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life


28

29

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life


30

31

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life


GABRIELE MAZZOCCHI IN LABORATORIO

Una mattina con Gabriele Mazzocchi di

A MORNING WITH GABRIELE MAZZOCCHI

Simone Bandini

informazione pubblicitaria

E’ una visita entusiasmante quella all’amico Gabriele Mazzocchi ed alla sua Giemme Centro Cornici. Siamo partiti insieme, 15 anni or sono e molte volte abbiamo lavorato gomito a gomito nell’allestimento di mostre di artisti locali e stranieri. Il suo negozio, con laboratorio a vista, è oggi un punto di riferimento in città per cornici di ogni genere, stampe e grafiche d’autore.

It’s exciting to visit my friend Gabriele Mazzocchi at his Giemme Centro Cornici [picture framers]. We started at the same time 15 years ago and many times have worked shoulder to shoulder preparing for exhibitions by local and foreign artists. His shop, with its visual laboratory, is now a town landmark for all kinds of frames, prints and signature graphics.

“Prima di partire con il mio laboratorio”, esordisce Gabriele, “ho fatto per qualche tempo il rappresentante per una nota azienda del perugino, leader nella triade arte-cornici-poster. Allora eravamo agli albori. Era un business tutto da costruire poiché ancora inglobato nel vasto mondo dell’arredamento. Ho imparato così il mestiere dal mastro corniciaio Mario Bellavita”. “La cornice, devo dire, apre ipotesi di lavoro in un mondo sconfinato. Si può incorniciare di tutto su qualsiasi supporto come legno, tela e carta”. Il lavoro fondamentale di Gabriele è così di individuare, assieme al committente quello giusto - e della tonalità cromatica giusta - ordinare poi il materiale e produrlo artigianalmente su misura. Non è difficile poiché se si visita il negozio di oltre 100 metri quadrati si possono visionare più di 400 campioni! Si può incorniciare di tutto, dicevamo: “Da un vecchio

“Before starting my workshop,” Gabriele begins, I worked for a time as sales representative for a famous Perugia company, a leader in the artframes-poster triad. Those were the early days. It was a business to be built, still incorporated back then in the vast world of interior design. So I learned the trade from master framer Mario Bellavita.” A frame, I have to say, opens up work possibilities in an endless world. You can frame anything on any type of backing like wood, fabric or paper. Gabriele’s job at its root is to find, along with the client, the right one – and just the right colour – then sort out the material and produce it custom-made. Not so difficult because if you visit the 100-plus square metre store you can see over 400 samples! You can frame everything, we said: “From an old brick to a silver fork, a sports shirt to an important photograph, from a degree certificate to an adorable little dress pour enfant or even an evocative

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

mattone ad una forchetta d’argento, da una maglia di uno sportivo ad una fotografia significativa, da un attestato di laurea ad un adorabile vestitino pour enfant od anche un evocativo capoletto”. E’ indubbiamente un modo per immortalare un momento, un oggetto. “E’ sempre presente nelle nostre vite”, prosegue, “l’idea del bello e, specialmente per quanto riguarda casa propria, la voglia di costruire un porto sicuro che, una volta chiusa la porta, possa restituire un senso di familiarità e protezione”. Molto importante inoltre il settore delle grafiche d’autore che negli anni si è affinato grazie alla collaborazione con artisti di fama nazionale quali Pino Procopio, Francesco Musante, Andrea Agostini e da ultimo Lisandro Rota: “Le stampe e le serigrafie artistiche sono in forte crescita. Sono ottimi finisseur per l’arredamento in grado di dare quel final touch desiderato. Che sia lo skyline di New York piuttosto che un paesaggio toscano od un capoletto di una Madonna con Bambino”. E noi, da un catalogo di oltre 4000 immagini abbiamo già scelto la nostra: un provocatorio murales di Banksy! Ah, da non dimenticare… sono di gran tendenza le specchiere incorniciate, in grado di amplificare i volumi delle abitazioni e creare giochi di luce e prospettive.

headboard.” And certainly it’s a way to immortalize a moment, an object. “The idea of beauty is always present in our lives,” he continues, “especially with regards to our own home, with the desire to build a safe harbour that, once the door is closed, can bring us back to a sense of familiarity and security.” The signature graphic art sector is very important and has also developed over the years thanks to collaboration with nationally renowned artists such as Pino Procopio, Francesco Musante, Andrea Agostini and, just recently, Lisandro Rota; “Prints and artist’s screen prints are a rapidly growing area. They are an excellent finisseur for décor, able to add that desirable finishing touch. Whether it’s the New York skyline or a Tuscan landscape or a headboard with a Madonna and Child. And we, from a catalogue of over 4000 images have already chosen ours: a provocative mural by Banksy! Oh, we musn’t forget... framed mirrors are a big trend, they can boost the sense of space in a house and create tricks of light and perspective.

Info: Giemme Centro Cornici è a Città di Castello in Via Rodolfo Morandi / Tel. 075 8554515 / 333 3566780 www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

33

informazione pubblicitaria

32


NUOVA COLLEZIONE SCARPE DONNA

Chi di punta ferisce, di tacco perisce

34

Serena Gustinelli

WOUNDED BY STILETTO, PERISHED ON HEELS

Dal tacco borchiato al semplice tronchetto, da Scarpe Diem a Trestina ce n’è per tutti i gusti, che si cerchi una calzatura di foggia elegante da indossare per un avvenimento importante o, più semplicemente, si abbia voglia di qualcosa di nuovo. Certo è che Martina Canterini non vi lascerà ... a piedi!

From high heels to simple Chelsea boots at Scarpe Diem in Trestina there is something for all tastes, whether you’re looking for stylish fashion footwear to wear for an important event or, more simply, just feel like something new. What is certain is that Martina Canterini won’t leave you ...barefoot!

Eccomi di nuovo qui, in visita alla mia boutique preferita di Viale Parini, sempre ricca di modelli di tendenza candidati a diventare parte del mio generoso parterre di scarpe. Oggi in particolare sono protesa verso il prossimo futuro per cui, dopo i saluti di rito, vado subito al dunque chiedendo a Martina di soddisfare la mia curiosità e illuminarmi circa le tendenze del 2017 . “Non ci crederai – mi rivela – ma per la prossima stagione è previsto il grande ritorno degli stivaletti texani, anche nella versione bicolore del bianco e nero, di fianco ai quali continueranno a far furore i miei amatissimi stivali cuissards. Per quanto riguarda i classici tronchetti - prosegue la ragazza – questi si arricchiranno di fibbie, frange e pellami laminati; e per le più esigenti, una pioggia di strass, paillettes e inserti in Svarowsky, nelle versioni con e senza tacco”. Ma la vera new entry sarà il plumage sulla linguetta che andrà a sostituire i lacci tradizionali, per un tocco di originalità. Per quanto riguarda la proposta uomo, è il caso di dire che prenderà ancora più piede la tendenza degli stivaletti beatles, con cerniera laterale e sfumature che virano dal nero al grigio o dal marrone al grigio, da indossare con le proposte della calzetteria in abbinamento ad uno sfizioso papillon. E dove altrimenti potreste trovare, se non qui, il giusto regalo da mettere sotto l’albero della vostra donna, magari insieme ad un paio di orecchini ed un bracciale unusual che Martina saprà consigliare al meglio? Dulcis in fundo, a partire dal 5 Gennaio e per i successivi sessanta giorni, da Scarpe Diem iniziano i saldi, l’ occasione più ghiotta per un nuovo paio di scarpe.

Here I am again, visiting my favourite boutique in Viale Parini, always full of trendy styled candidates for my generous parterre of shoes. Today, in particular, we are looking forward to the near future so that, after the customary greetings, I go straight to the point by asking Martina to satisfy my curiosity and enlighten me about the trends for 2017. “It’s hard to credit” – she tells me – “but for next season the return of the Texan boot bigtime is expected, including in the two-tone black and white version, alongside which my beloved cuissard boots will continue to make a showing. As for the classic Chelsea boots” – the young woman tells me – “these will be adorned with buckles, fringes and laminated leather; and for the most demanding, a shower of rhinestones, sequins and Svarowsky inserts, in versions with and without heels.” But the real new entry will be plumage shoe clips that will replace traditional laces, for a touch of originality. As for the man side of things, it is right to say that it will take in the recent trend of Beatles boots with side zipper and shades that change colour from black to gray or brown to gray, to wear with matching socks and a delicious bowtie. And where else could you find, if not here, the right gift to put under the tree of your lady, perhaps with a pair of earrings and a distinctive bracelet that Martina will advise you on? Last but not least, from the 5th of January and for the following sixty days, Scarpe Diem has its Sale, your best opportunity to nab a new pair of shoes.

Scarpe Diem / Viale Parini, 11/b a Trestina / 346-8424410 / Fb: Scarpe Diem www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

35

informazione pubblicitaria

di


36

37

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life


Tutti dalla gemella! di

Serena Gustinelli

39

EVERYBODY TO THE TWINS’!

informazione pubblicitaria

Da ventidue anni, un solido punto di riferimento per gli abitanti di Selci ma anche per i visitatori da tutta la Valtiberina, tanto è ricca la sua proposta, dalle idee regalo ad ogni tipo di articoli per la scuola.

For twenty-two years, a solid point of reference for the inhabitants of Selci but also for visitors from the entire Tiber Valley, because its range is so rich, from gift ideas to every type of article for school.

Oggi vi parlo di un posto che porto nel cuore da quando ho iniziato a camminare o poco più, quindi mi perdonerete se talvolta cadrò in qualche cliché legato ai ricordi della mia vita. E’ sempre un grande piacere venire a trovare Elena e gironzolare per il suo negozio con lo stesso sguardo che avevo da piccola, quando tutto si accendeva in questo piccolo mondo che, in particolare nel periodo natalizio, diventava forziere di cose belle da regalarsi e regalare. Ricordo ancora quando venivo qui a comprare tutto il necessaire per la scuola, dai quaderni del cartone animato più in voga ai diari e le penne, tornando infine a casa con un malloppo ben assortito. Quando la mamma mi mandava a chiedere se fossero arrivati i libri per la scuola, ricordo che li prendevo sempre con il velo protettivo sopra perché senza sarebbero durati poco. Inizialmente, l’attività fu avviata insieme alla sorella gemella Valeria che però, dopo qualche anno, decise di intraprendere un altro percorso professionale per cui fu Elena con le sue sole forze a portare avanti quest’avventura diventando un punto di riferimento per tutti i compaesani.

Today I’m talking about a place that I have had in my heart more or less since I started to walk, so forgive me if sometimes I fall into some cliché bound up with memories of my own life. It’s always a great pleasure to come to find Elena and wander around her store with the same look I had as a child, when everything was lit up in this little world just as it should be, in particular at Christmas time, when it would become a treasure chest of nice things to treat yourself with or to give away. I still remember when I came here to buy all the necessaire for school, from the cartoon exercise books then in vogue, to diaries and pens, finally returning home with a nice assortment of swag. When mum sent me to ask if they had the books for school, I remember that I always got them with protective plastic covers because otherwise they wouldn’t last too long. Initially, the business began with twin sister Valeria who however, after a few years, decided to pursue another career path whereby Elena relied on her own powers to carry out this adventure, becoming a reference point for the whole community.

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

Da un paio d’anni il negozio ha deciso di puntare i riflettori sulla linea Acqua dell’Elba, completamente Made in Italy e che comprende prodotti per la cura della persona, per i bimbi e per la casa. E che dire della passione e della maestria di Elena nel confezionare bomboniere di ogni sorta? Anche la mia famiglia si è affidata a lei per il ricordo della mia Prima Comunione e, come me, tante sono le persone cui è stata donata una bomboniera firmata da lei. Per questo Natale, l’allestimento del negozio lascia davvero senza parole: dalla profumeria alla pelletteria che annovera marchi come Basile, El Charro, Renato Balestra, Laura Biagiotti e la nuova linea Naj Oleari. E inoltre, i servizi di fax e fotocopie, la ricevitoria, il pagamento bollettini delle varie utenze, le ricariche telefoniche e il nuovo servizio di ricarica e attivazione Pay Pal per fare acquisti in rete in tutta sicurezza. E brava Elena!

For a couple of years the store has decided to turn the spotlight on the Acqua dell’Elba line, which is completely Made in Italy and includes products for personal care, for children and for the home. And what about Elena’s passion and skill in packing party favours of all sorts? My own family has relied on her for a memento of my First Communion and, like me, many are the persons who have had a bomboniere signed by her. For this Christmas, the dressing of the shop really leaves us breathless: so many perfumes and leather goods including brands like Basile and El Charro, Renato Balestra, Laura Biagiotti and the new Naj Oleari line. And also, there are the fax and photocopying services, the betting service, the payments taken for various utilities, phone top-ups and the new service for charging and activating PayPal to make online purchases safely. Good on you Elena!

Info: Tabaccheria Ricevitoria Nocchi Elena, viale Francesco Nardi, 9 / Tel. 075 8610076 / Selci (Pg) www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

informazione pubblicitaria

38


40

41

8 DICEMBRE HAPPY BAND

MUSICHE NATALIZIE PER BAMBINI

10/11 DICEMBRE CHRISTMAS QUIZ GIOCHI PER BAMBINI

17/18 DICEMBRE LA MAGIA DI NATALE www.valleylife.it

GIOCHI DI PRESTIGIO

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life


Back (to) School di

DONATELLA GRANCI

43

Raffaella Fava

informazione pubblicitaria

Quando qualcosa non va, il nostro corpo ci parla e lo fa attraverso segnali precisi, come i sintomi più o meno evidenti di un disagio. Questi campanelli di allarme, identificabili nelle manifestazioni dolorose più disparate, oltre ad un innegabile fastidio, possono rappresentare un’opportunità per conoscere e correggere la propria struttura scheletrica e i suoi eventuali vizi di forma, più correttamente definiti difetti posturali. Come, ce lo spiega Donatella Granci, insegnante di lungo corso di ginnastica correttiva nonché esclusivista del marchio Back School (Scuola della Schiena) per la zona di Città di Castello.

When things go wrong, our body tells us and does so through specific signals, with symptoms of more or less obvious discomfort. These alarm bells, identifiable in all kinds of painful episodes, as well as an undeniable discomfort, can be an opportunity to learn about and correct one’s skeletal structure and its defects, more correctly defined as postural defects. Donatella Granci, long-standing teacher of remedial gymnastics and sole distributor of the Back School brand for the Città di Castello area, explains how.

La palestra al primo piano dello stabile che ospita il polo commerciale La Tina è una sorta di salotto della salute, mi verrebbe da dire, dove si entra con la fronte corrugata dal dolore e si esce col sorriso. Parola di Donatella Granci, diplomata ISEF con conseguimento della qualifica di docente Back School secondo il metodo Benedetto Toso, con all’attivo quasi vent’anni di esperienza nella cura delle patologie legate ai difetti di postura, dall’ infanzia sino alla terza età. “I risultati positivi cui si giunge praticando questo tipo di attività fisica – ci spiega lei stessa - sono testimoniati dai volti distesi dei miei pazienti già dopo poche sedute individuali; non tutti sanno che una sofferenza articolare,

The gym on the first floor of the building that houses the La Tina mall is a sort of health lounge, I would call it, where you go in with a brow furrowed in pain and leave with a smile. The words of Donatella Granci, an ISEF graduate with the Back School teacher qualification according to the Benedetto Toso method, with nearly twenty years of experience in the treatment of illness related to posture defects, from infancy to old age under her belt. “The positive results which can be reached by practicing this kind of physical activity” – she herself explains – “are seen in the relaxed faces of my patients after only a few individual sessions; not everybody realises that joint pain, or a hernia, an inflammation of the sciatic

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

così come un’ernia, un’infiammazione del nervo sciatico o un disagio correlato agli arti inferiori, nella stragrande maggioranza dei casi sono sintomi legati ad un problema che, di fatto, affligge la colonna vertebrale e che si manifesta veicolando il dolore verso altre parti del corpo”. Per questo, sottolinea Donatella, prima di intraprendere un percorso riabilitativo alla Back School è indispensabile effettuare tutti gli accertamenti medici specialistici del caso, fare una risonanza o effettuare esami radiologici perché, aggiunge: “Il primo step verso uno stato di benessere fisico è rappresentato dall’individuazione del problema alla base della sofferenza; la struttura vertebrale varia da soggetto a soggetto per cui pazienti diversi accomunati dalla stessa patologia potrebbero necessitare di un trattamento personalizzato a seconda del caso”. Da qui, la scelta di Donatella di fare delle sedute individuali volte al raggiungimento di due scopi fondamentali: l’allontanamento graduale dei medicinali utilizzati per combattere il dolore e il miglioramento della qualità della vita.

nerve or discomfort in the lower limbs, in most cases are symptoms related to a spinal problem that manifests itself by conveying pain to other parts of the body.” In this case, Donatella tells me, before embarking on a rehabilitation program at the Back School, it’s vital to perform specialized medical investigations, with a resonance test or x-rays because, she adds: “The first step towards a state of physical well-being comes from the identification of the problem at the root of the suffering; the vertebral structure varies from person to person so different patients with the same issue may require personalized treatment as appropriate.” Hence Donatella’s choice to do individual sessions is aimed at achieving two basic purposes: the gradual removal of pain killers and improving the quality of life.

informazione pubblicitaria

42

Back School / via Moncenisio, 28 / Città di Castello (Pg) / 347 4233513 / grancidonatella@gmail.com www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life


FRANCIA, BORGOGNA, TRA LE COLLINE DEL BEAUJOLAIS

Lo spazio nella corsa

di

44

THE SPACE IN RUNNING

Simone Bandini

Hai visto che bel panorama? E che bei posti! Quante volte vi avranno chiesto di raccontare ciò che avevate attorno. Magari una vista emozionante tra le foreste dell’Appennino o magari un paesaggio urbano, la riva di un fiume od un antico ponte romano. Se un tempo mi accorgevo a malapena di ciò che avevo intorno, dello spazio fisico della mia corsa, oggi riesco invece a percepire qualcosa di più della vecchia armonia di sottofondo cui ero abituato: cuore e respiro, i muscoli che si tendono, l’orchestra mondana della gente e della natura.

Did you see that beautiful view? And what beautiful places! How many times have people asked you to tell them about the scenery. Maybe an impressive panorama in the Apennine forests or perhaps an urban landscape, the river shore or an ancient Roman bridge. Where once I barely realized what was around me, the physical space of my run, I can now perceive something more than the old background harmony I used to: heart and breathing muscles are stretched and there’s the world-orchestra of people and nature.

Se la corsa è indubbiamente un viaggio interiore, trascendentale, in grado di trasformare profondamente la persona, la sua struttura ed i suoi orientamenti, essa è altresì un movimento ben determinato in uno spazio fisico che, per estensione, diviene uno spazio sociale, culturale ed infine metafisico – specie nei momenti di maggiore stanchezza quando le forza sembrano abbandonarvi! Se un tempo la trance agonistica mi faceva volare di un volo leggero e impalpabile tra le contrade ed i paesi del mondo – tanto è che mi ricordo la sensazione netta (lo stress!) di non riuscire ad afferrare nemmeno un bicchiere d’acqua ai rifornimenti in maratona – oggi, pur mantenendo una buona tensione atletica, percepisco più nettamente il milieu di una gara. Lo spazio attorno alla corsa trasforma questo momento in un’esperienza decisamente più complessa, aumentando i fattori critici ed essendo superato il dato meramente agonistico. No, non ho allentato la presa. Mi sono accorto che c’è altro. Sarà forse la nascita della mia primogenita. Non sono più chiuso nell’esperienza univoca e assoluta di una gara. Non mi alimento più della sola stamina che ho dentro e che un tempo mi bastava… sono aperto al mondo e ne posso sentire il canto. Come nell’ultima maratona corsa a novembre nel Beaujolais, a nord di Lione, in Francia. Mi sono emozionato spesso lungo il percorso: per il calore della gente festante nei paesini di provincia, per i paesaggi aperti e rotolanti della Valle del Rodano, per i fasti medievali degli chateaux e delle loro cantine, per la goliardia del vino e dei contadini, al pensiero di mia figlia che mi aspettava al traguardo. Quante cose nuove ho trovato. Mentre un tempo mi sarei ricordato semplicemente la fatica ed il fango delle vigne.

If running is undoubtedly an inner transcendental journey, that can profoundly transform the person, their structure and orientation, it is also a well-defined movement in a physical space that, by extension, becomes a social, cultural, and finally metaphysical space – especially during times of increased fatigue when your strength seem to abandon you! If at one time the runners’ trance made me fly in a light intangible flight between the quarters and towns of the world –so much so that I remember the distinct feeling (stress!) of being unable to even grasp a glass of water at a marathon rest stop – today, while maintaining good athletic tension, I perceive much more clearly the milieu of a race. The space around the race transforms the moment into a far more complex experience, increasing one’s critical faculties and going beyond the merely competitive. No, I have not slackened my grip. I realized that it’s something else. Maybe it was the birth of my first child. I am no longer completely closed up within the unique experience of a race. I’m no longer running just on the stamina that I have inside and that once was enough for me...I am open to the world and I can hear its song. Like in the last marathon run in November in Beaujolais, north of Lyon, France. I was often moved by things along the way: the warmth of people cheering us on in the villages of the province, the open and rolling landscapes of the Rhone Valley, the medieval splendour of the chateaux and their cellars, the light heartedness of the wine and the peasants, the thought of my daughter waiting for me at the finish line. How many new things I found. Where once I would have remembered just fatigue and the mud of the vineyards.

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

45

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life


46

47

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life


48

49

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life


PARENTS AND CHILDREN

Orientamenti di benessere

di

50

HEALTH GUIDELINES

David Carobi

Nutrirsi, nella logica della vita, è indispensabile e farlo in maniera corretta aiuta a stare bene. A partire dall’allattamento al seno, la nostra alimentazione assume un ruolo di fondamentale importanza per la salute degli anni futuri.

Feeding oneself, in the logic of life, is essential and doing it properly helps one to stay healthy. Starting with breastfeeding, our diet plays a role of fundamental importance for our health in future years.

Lo stile alimentare cui una madre introduce il proprio bambino sarà la base sulla quale il bambino stesso farà riferimento per alimentarsi in maniera autonoma, più o meno equilibratamente. Un atteggiamento forzatamente restrittivo a tavola può solo produrre squilibri nel nostro organismo; le proteine della carne e del pesce, così come frutta e verdura (preferibilmente di stagione), carboidrati e grassi sono tutti elementi indispensabili. Nutritevi, dunque, e nutrite i vostri figli secondo questa consapevolezza, con serenità e fantasia; milioni di bambini nel mondo soffrono e muoiono per malattie legate alla malnutrizione, patologie pressoché sconosciute nella aree sviluppate del pianeta dove già da anni, grazie alle vaccinazioni, non rappresentano più un problema. Così come il cibo, è altrettanto importante far stare i vostri figli all’aperto, anche nelle stagioni fredde, sfavorendo piuttosto i luoghi chiusi, caldi, secchi e affollati; in tal maniera, darete loro l’opportunità di irrobustire le loro difese immunitarie. Da ultimo e non in ordine di importanza, il gioco: l’attività ludica intrattenuta insieme ai vostri figli è l’arte migliore cui possa dedicarsi un genitore. Attraverso il gioco, si innesca uno scambio generazionale delle proprie esperienze in un clima sereno e di divertimento. E con queste parole, vi lascio augurando a tutti voi un felice Natale.

The food style which a mother brings to her child will be the basis on which the child itself will come to eat independently, in a more or less balanced way. A forcibly restrictive attitude at the table can only produce imbalances in our bodies; the proteins of meat and fish, as well as fruits and vegetables (preferably seasonal), carbohydrates and fats are all essential elements. Feed yourselves, then, and feed your children according to this awareness, with serenity and with imagination – millions of children in the world suffer and die from diseases related to malnutrition, diseases virtually unknown in developed areas of the world where they haven’t been a problem for years, thanks to vaccination policies. As well as food, it is equally important to take your children outdoors, even in cold seasons, avoiding too much time in warm, dry and crowded enclosed spaces; this way, you will give them the opportunity to strengthen their immune systems. Last, but not least, play: managing playful activity done with your children is the best skill that a parent can have. Play triggers the exchange between generations of experiences in a serene and diverting atmosphere. And with that, I leave you, wishing you all a Happy Christmas.

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

51

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life


PREMIAZIONI DELL’EDIZIONE 2016

Il Trofeo Calesse per l’ A.A.C.C di

52

THE CALESSE TROPHY FOR THE AACC

Raffaella Fava

Questo, il nome del premio istituito nel 2011 da Primo Mariotti, alias Piffa, in memoria del signor Alberto Martinelli, storico promotore della gara di Lancio di Ruzzola Amatoriale che ogni anno ravviva l’estate pistrinese. Fa un freddo cane in questa gelida mattina di dicembre mentre cammino verso lo studio di Marco, il figlio del mitico Calesse, che approfittando del Natale ormai imminente ha pensato a Valley Life per un regalo speciale.

This is the name of the award established in 2011 by Primo Mariotti, aka Piffa, in memory of Sig. Alberto Martinelli, veteran promoter of the Lancio di Ruzzola race which every year enlivens Pistrino’s summer. It’s freezing on this cold December morning as I walk towards Marco’s office. Marco the son of the legendary Calesse, who taking advantage of soon to arrive Christmas has thought of Valley Life for a special gift.

Più che un articolo di approfondimento, questo vuol essere un messaggio per gli amici e i sostenitori di un’iniziativa a metà tra sport e folklore e che, oltre a divertire chiunque ne prenda parte, ha una valenza importante nel mondo della beneficienza. Già, perché i proventi generati dalle adesioni alla gara si trasformano in fondi da destinare all’associazione A.A.C.C. (Associazione Altotevere Contro il Cancro, ndr) sino all’ultimo centesimo. Si tratta di una competizione di Lancio Ruzzola Amatoriale che si sviluppa su 2 km di percorso stradale, da Canciolo alle Grotte di Pistrino, una tradizione che si perpetua da quasi dieci anni. “In attesa della prossima edizione della gara, prevista per il 24 giugno 2017 – dicono Marco Martinelli e Primo Mariotti – ci è parsa, quella del Natale, l’occasione più giusta per ringraziare sostenitori, sponsor, volontari e amici della manifestazione ai quali, attraverso queste pagine, vorrei inviare i nostri personali e più cari auguri di buone feste”. Arrivederci dunque al prossimo Trofeo Calesse!

More than a feature article, this should be seen as a message for friends and supporters of an effort lying somewhere between sport and folklore and that, in addition to entertaining anyone who takes part, has an important significance in the world of charity. Yes indeed, because the income generated by race participants turns, down to the last penny, into money for the AACC association (Altotevere Association Against Cancer, ed). It is a Lancio di Ruzzola Amatoriale competition [Cheese throwing competition, tr] which takes place over a 2 km road journey from Canciolo to Pistrino Caves in a tradition that has been carried on for almost ten years. “Waiting for the next edition of the race, scheduled for June 24th, 2017” –Marco Martinelli and Primo Mariotti tell me – “it seemed Christmas was the best opportunity to thank the supporters, sponsors, volunteers and friends of the event to who, through these pages, I would like to send our personal best seasonal wishes.” So, see you at the next Calesse Trophy!

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

A6 Bianchina Ad_1324.qxp_. 13/04/2015 14:21 Page 1

53

AISPA

The Anglo-Italian Society for the Protection of Animals

Bianchina, 8 years old, Palermo LNDC kennel

She cannot find the Words

WE CAN

For over 60 years AISPA has been the voice of those who do not have a voice. Thanks to your support we can help animal welfare projects in Italy to rescue, lovingly look after and find a new home for thousands of animals. Please help our projects to do more and to do it better. Please check out our website www.aispa.org.uk. Email us at info@aispa.org.uk or fill out the form below and return it to us by post. YES, I WANT TO SUPPORT AISPA I enclose a donation of £ . . . . . . . . . . . (Cheque/PO/CAF made payable to: AISPA) Please Gift Aid my donation. AISPA will send you Gift Aid information Name . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Address . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . ...........................................................................................

Post Code . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . AISPA, Anglo-Italian Society for the Protection of Animals 30 - 34 New Bridge Street, London, EC4V 6BJ UK registered charity no. 208530

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life


The perfect imperfections 54

Serena Gustinelli

informazione pubblicitaria

Ritorna l’appuntamento stagionale con l’hair stylist Gabriele Lanzi che, in vista dell’anno nuovo, ci parlerà delle nuove tendenze ed esamineremo così tagli e colori che dal jet-set sono giunti in salone.

Time for our seasonal appointment with hair stylist Gabriele Lanzi with who, in view of the new year, we’ll talk about new trends and look at the cuts and colours that have made their way from the jet-set to the hair salon

Incontro con entusiasmo Gabriele Lanzi aka il mio parrucchiere, che però, stavolta, invece di vedermi sulla poltrona, mi guarda un po’ perplesso prendere appunti! Anticipazioni! Vogliamo delle anticipazioni! La conversazione volge così subito ai nuovi stili e tendenze per l’anno nuovo. Gabriele mi racconta con partecipazione come la tendenza del 2017 sia già molto legata alle imperfezioni in generale: un ricciolo estremo, capelli molto corti, frange che tendono a scoprire molto il viso. “Un ricciolo mosso nei perimetri laterali con forte accentuazione nella parte alta, tutto sta nel creare zone dove dare contrasto, in punti precisi e con tecniche talvolta molto complicate”, così ne riassume il senso. Ma ora parliamo anche di colore ‒ che vedrà tonalità sfumate e degradate talvolta anche con delle spugne per stemperare meglio il tutto. Delle tecniche di pittura vera e propria. I colori classici come rosso e marrone vengono raggiunti dai nuovi grigi e color petrolio che insieme a blu e verde richiedono tecniche specifiche per essere realizzati correttamente. Non passano poi mai i biondi cosiddetti “freddi” ed i silver grey. Per le signore invece il trend vede una riqualificazione del capello naturale, ovvero lasciato bianco ma ben curato con specifici colori anti giallo o coprendo il bianco con grigi naturali. E bravo Gabriele! Ci vediamo prima di Natale, così da poter avere capelli perfetti per le feste!

Meeting with Gabriele Lanzi, aka my hairdresser, fills me with enthusiasm, but this time, instead of seeing me in the chair, he’s looking at me a bit confused as I take notes! Hot news! We want the latest! So the conversation turns quickly to new styles and trends for the new year. Gabriele tells me eagerly that the 2017 trend is very much bound up with imperfections in general: an exaggerated curl, very short hair, or fringes that tend to uncover the face a lot. “A wavy curl on the side with a strong emphasis on the upper part of the head. Everything is based on the idea of creating areas of contrast, with precise and sometimes very complicated techniques”. This is how he sums it up. But let’s talk about colour too – we will see blurred and degraded hues sometimes sponged to better moderate everything. Real painter’s techniques. The classic colours such as red and brown are joined by the new gray and petrol, which along with blue and green, require special GABRIELE LANZI techniques to be implemented properly. “Platinum” blonde and so called silver gray never loose out. For ladies though the trend sees a come back of natural hair, left white but well looked after with special anti-yellowing or covering the white hair with natural gray. Well done Gabriele! We’ll see you before Christmas, so that we can have perfect hair for the holidays!

Info: Hair Corner di Gabriele Lanzi, Piazza Pellegrini 7, Pieve Santo Stefano (AR) Tel. 0575 797284 / haircornergabrielelanzi@gmail.com www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

APortaPortese

di

AT APORTAPORTESE

Simone Bandini

Dove trovare mille e più mille idee regalo per il Natale e soluzioni alternative ed originali per l’arredo della casa o dell’azienda? Come poter dare nuova vita e monetizzare velocemente oggetti riposti e dimenticati in garage? APortaPortese naturalmente, una grande esposizione allestita con gusto ed inventiva che adotta la formula della vendita in conto vendita.

Where can one find thousands and thousands of gift ideas for Christmas and alternative and original solutions for furnishing home or office? How can you give new life and quickly monetise objects put away and forgotten in the garage? At APortaPortese of course – a great display of goods arranged with taste and inventiveness, working on the sale on consignment system.

Un po’ come se fosse una stanza delle meraviglie di memoria barocca gli spazi ambientati che si succedono APortaPortese suscitano curiosità, stupore ed emozione. I proprietari li hanno allestiti dopo un’attenta analisi preliminare al fine di verificarne lo stato ed il valore: “Oltre alla valutazione degli oggetti – ci spiegano – è fondamentale la collocazione, l’armonia e la coerenza degli stessi”. In effetti qua si trova un po’ di tutto, secondo i criteri della funzionalità, utilità pratica o mera estetica; tuttavia è netta la sensazione che tutto sia scelto con cura: collezionismo e hobbistica, arredamento, abbigliamento, accessori per la casa e per la persona, bigiotteria e persino elettronica. “I nostro maggiori frequentatori”, precisano, “sono privati in cerca di oggetti particolari

A bit like the Wunderkammer of baroque memory the filled spaces that follow one after the other at APortaPortese, arouse curiosity, wonder and feeling. The proprietors have arranged them after a detailed preliminary analysis to check their condition and value: “In addition to the evaluation of the goods” – they explain – “their organisation, placing them harmoniously and consistently, is essential”. In fact here there’s a little of everything, according to the criteria of functionality, practicality or just aesthetics; However, there is a clear sense that everything is carefully chosen: collectibles and hobby items, furniture, clothing, home accessories and for the individual, jewellery and even electronics. “Our most frequent visitors” they point out, “are individuals looking for particular items

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

55

informazione pubblicitaria

di


informazione pubblicitaria

www.valleylife.it

at reasonable prices or venues or hostelries on the lookout for furniture and accessories. Nevertheless the availability of our advice – which we offer with all seriousness and passion – is crucial. We can talk a lot with our visitors, if they so desire, in order to clarify their ideas and goals and help them save time and money.” The store is attended by a cross-section of people, from those looking for fine antiques down to seekers after a simple bargain: “We listen to people. We welcome those who have to sell to raise money and those who, out of necessity, need to buy cheaply. Ours is really a fantastic world of endless surprises – you can find anything from a key ring to a Burri painting!” “It’s is not an unimportant fact, this psychological and social effort of listening with compassion and care to those who come to us,” they conclude. After all, even with its commercial logic, it still lends a hand to those in need: “And we are achieving considerable professional development – we deal with a myriad of objects and have gained great experience in the field – but it is also a beautiful chance to increase our awareness of the world and the people around us.”

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

57

informazione pubblicitaria

56

ed a buon mercato oppure locali o strutture ricettive a caccia di arredi e accessori. Non di meno l’aspetto della nostra consulenza – che proponiamo con serietà e passione – è fondamentale. Parliamo molto, se lo desiderano, con i nostri visitatori, al fine di chiarire loro idee ed obiettivi ed aiutarli a risparmiare tempo e denaro”. E’ un’esposizione trasversale frequentata da un pubblico eterogeneo, da chi cerca antiquariato di livello fino alla semplice occasione: “Ascoltiamo le persone. Accogliamo chi deve vendere per la necessità di incassare e chi deve invece, gioco forza, acquistare a basso costo. Il nostro è davvero un mondo fantastico dalle infinite sorprese – si può trovare da un portachiavi ad un quadro di Burri!” “Non è secondario infatti, questo aspetto psicologico e, azzarderei sociale, dell’ascoltare con umanità ed attenzione chi viene da noi”, concludono. In fondo, pur in una logica commerciale, si tratta comunque di dare una mano a chi ha bisogno: “E’ indubbiamente per noi una notevole crescita professionale – trattiamo una miriade di oggetti ed abbiamo ormai una grande esperienza nel settore – ma è altresì una bella chance per accrescere la nostra sensibilità nei confronti del mondo e delle persone che ci circondano”.

APortaPortese è in Via Biturgense, loc. Cerbara di Città di Castello ed è aperto dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.30. Per tutto il mese di dicembre anche la domenica pomeriggio / www.aportaportese.it aportaportese2013@libero.it / Tel. 366 3193769 / Fb: facebook.com/Aportaportese

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life


L’arte di esportare di

Raffaella Fava

59

THE ART OF EXPORTING

informazione pubblicitaria

Dopo un paio d’anni circa dall’ultimo nostro incontro con Filippo Bianchi, responsabile di Export Area, torniamo con lui ad affrontare gli aspetti più complessi dell’internazionalizzazione del mercato, caratterizzata ancora oggi da una tutt’altro che trascurabile tendenza all’ improvvisazione. E’ stata, questa, la prima volta in cui mi sono addentrata in un terreno tanto lontano dal mio tipo di formazione nonché dai miei interessi personali; tuttavia, in poco meno di un’ora di conversazione, ho immagazzinato una gran quantità di concetti di estrema attualità, senza distarmi un secondo. Merito dell’irresistibile oratoria di Filippo.

It’s a couple of years or so since we last met with Filippo Bianchi, head of Export Area, and now we’re back with him to look at the most complex aspects of market internationalization, still marked by a not so insignificant tendency to improvise. This is the first time that I have travelled in a land so far away from my kind of education and personal interests. However, in just under an hour’s conversation, I took on board a large quantity of highly relevant concepts, without getting lost for a single second. Thanks to Filippo’s irresistible explication.

“Non tutte le PMI (piccole medie imprese, ndr) italiane comprendono che l’internazionalizzazione è una strategia di crescita premiante, da affrontare con metodologie specifiche; l’espansione fuori dai confini di casa nostra è un’opzione cui tutte le aziende possono aspirare con buoni risultati. Ovviamente, le modalità cambiano in base ai settori e alle dimensioni aziendali nonchè alla proattività del management e dell’imprenditore che, specie nelle realtà più piccole, è titubante nel delegare così come nell’entrare in mercati che non conosce, precludendosi così nuove opportunità." Queste le parole di Filippo Bianchi, un professionista nel supporto alle imprese che intendono affermarsi al di fuori

“Not all Italian SMEs (small and medium-sized enterprises, ed.) realize that internationalization is a rewarding growth strategy, to be tackled with quite specific methodologies; expansion outside our national borders is an option that all companies can aspire to with good effect. Of course, the method changes according to sector and company size as well as how proactive the managers and entrepreneurs are who, especially in smaller firms, can be rather hesitant to delegate as well as to enter unknown markets – thereby ruling out new opportunities.” These are the words of Fillipo Bianchi, a professional in the field of supporting companies wishing to establish themselves outside our national borders, and wanting to do

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

dei confini nazionali e che vogliono farlo nel modo giusto, adottando strumenti validi ed efficaci; come quelli che è in grado di offrire Export Area, la società di consulenza in favore dell’imprenditoria nostrana nel processo di espansione verso i Paesi del mondo. “Il presupposto principale affinché un determinato tipo di prodotto possa essere esportato con successo – sottolinea Filippo – è che sia competitivo; la globalizzazione ha reso possibile la diffusione di ogni genere di beni di consumo in altrettanti angoli del pianeta per cui è indispensabile agire avvalendosi di un piano di marketing studiato ad hoc. A partire dalla conoscenza dei Paesi in cui si intende operare e che è necessario studiare a fondo per comprenderne le caratteristiche economiche, sociali, politiche, gli usi, i costumi, l’etnia; non basta accendere il computer sperando così di mettersi in affari con l’altro capo del mondo soltanto perché si ha qualcosa da vendere ed una connessione internet”. Chiaro, no? Per questa ragione, i collaboratori in forza alla Export Area si propongono come tramite fra la PMI (piccola media impresa) e i mercati esteri più ricettivi. Perché anche il migliore dei prodotti italiani, se proposto in maniera inadeguata, può trasformarsi in una goccia destinata a dissolversi nel mare delle offerte.

it right, using valid and effective tools; like those that Export Area are able to offer – a consulting firm for our local entrepreneurs in the process of expansion to the countries of the world. “The main condition for a given type of product to be successfully exported” – Filippo tells me – “is that it should be competitive; globalization has made possible the spread of all kinds of consumer goods to many corners of the world so it is essential to act in accordance with a marketing plan designed ad hoc. Starting from the knowledge of the countries in which they will operate, and that you need to study hard to understand the economic, social and political conditions, local customs and ethnic groups; not just turn on the computer hoping to do business with the other end of the world just because you have something to sell and an internet connection.” Obvious, no? For this reason, the collaborators of Export Area are available as a conduit between the SME and the most receptive foreign markets. Because even the best Italian products, if presented poorly, can turn into just one drop lost in the sea of products on offer.

Exportarea / Via A. Grandi, 10 / Città di Castello / 075 465 23 41 / 075 465 23 26 sales@exportarea.eu business development: tender@exportarea.eu www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

informazione pubblicitaria

58


60

61

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life


62

63

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life


Salute e Sorriso con l’osteopatia

64

Moreno Feliciotti

SALUTE & SORRISO WITH OSTEOPATHY

informazione pubblicitaria

L'osteopatia è un sistema di diagnosi e cura basato sulle tradizionali conoscenze mediche, estranea all’utilizzo di medicinali e chirurgia, praticata esclusivamente attraverso manipolazioni e manovre efficaci nel trattamento dei sistemi neuro-muscolo- scheletrico, cranio-sacrale e viscerale.

Osteopathy is a system of diagnosis and treatment based on traditional medical knowledge, that does not use drugs or surgery but is practiced exclusively through manipulation and effective manoeuvres for the treatment of the neuro-muscular-skeletal, cranio-sacral and visceral systems.

Si tratta di una forma di assistenza incentrata sulla salute della persona, piuttosto che sulla malattia, che si avvale di un approccio causale e non sintomatico (spesso infatti la causa del dolore trova la sua locazione lontano dalla zona dolorosa) ricercando le alterazioni funzionali del corpo espresse da una sintomatologia che può sfociare in dolore di vario genere. L'osteopatia si occupa principalmente dei problemi strutturali e meccanici di tipo muscolo scheletrico, a cui possono associarsi anche alterazioni funzionali di organi e viscere nonchè del sistema cranio sacrale; e in virtù di una visione olistica del corpo umano, è valida anche l'ipotesi contraria per cui un problema organico viscerale può causare dolori di tipo muscolo scheletrico. Grazie ai principi su cui si basa, questa disciplina interviene su persone di tutte le età, dal neonato all'anziano fino alla donna in gravidanza. E’ efficace nel trattamento di diversi disturbi che spesso affliggono l'individuo impedendogli di condurre una vita serena come cervicalgie, lombalgie, sciatalgie, artrosi, discopatie, cefalee, dolori articolari e muscolari da trauma, alterazioni dell'equilibrio, nevralgie, otiti, sinusiti, disturbi ginecologici e digestivi.

It is a form of assistance focused on the person’s health rather than disease and which makes use of a causal rather than a symptomatic approach (often in fact the cause of pain is located elsewhere than the painful area) and which studies the functional alterations of the body expressed by a symptom that can give pain of various kinds. Osteopathy deals mainly with structural and mechanical problems of a skeletomuscular kind, which can also be associated with the functional impairment of organs and viscera as well as of the cranio-sacral system; and employs a holistic view of the human body and also applies the opposite hypothesis that a visceral organic problem can cause pain of a skeletomuscular kind. Thanks to the principles on which it is based, this discipline treats people of all ages, from newborns to the elderly and including pregnant women. It is effective in treating different ailments that often plague the individual preventing him or her leading a peaceful life, such as neck pain, back pain, sciatica, osteoarthritis, disc problems, headaches, traumatic joint and muscle pain, balance disorders, neuralgia, ear infections, sinus infections, gynaecological and digestive disorders.

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

65

In particolare, la sinergia con la sfera odontoiatrica pone il paziente nella condizione di avvalersi di un trattamento più efficace e veloce senza il rischio di incorrere in recidive. Nello specifico, l’intervento dell'osteopata prima e durante il trattamento ortodontico ha lo scopo di eliminare le interferenze posturali che arrivano e partono dall'apparato stomatognatico allo scopo di ottimizzare il lavoro di eventuali dispositivi in bocca. Inoltre, possono essere trattate tutte le problematiche associate alle articolazioni temporo-mandibolari .

In particular, in synergy with the dental area it prepares the patient for more effective and speedy treatment without the risk of incurring in relapses. In particular, Osteopathic intervention before and during the orthodontic treatment eliminates the postural interferences that come and go in the stomatognatical apparatus, in order to optimize the work of any tools in the mouth. In addition, any problems associated with the temporo-mandibular joints can be treated.

Il dott. Moreno Feliciotti, medico osteopata, riceve su appuntamento presso la clinica Salute e Sorriso Centro Odontoiatrico, via Giuseppe di Vittorio, 2, Città di Castello / Per info e appuntamenti: 075 997 6290 SERVIZIO 24H 393 83 02 160 www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

informazione pubblicitaria

di


VITTORIO FABIO MENCI (SX) E STEFANO MERCATI (DX)

La Bottega dei Sapori di

67

THE SHOP OF FLAVOUR

Raffaella Fava

informazione pubblicitaria

O per meglio dire, della qualità. Già, perché Vittorio Fabio Menci e Stefano Mercati, neonata coppia di soci in affari, il prossimo 17 dicembre taglierà il nastro inaugurale di una nuova realtà ancora tutta da scoprire ma con un carattere già ben delineato, per emergere e distinguersi nel caos del mercato di massa.

Or rather, the shop of quality. Yes, because Vittorio Fabio Menci and Stefano Mercati, a couple of fledgling business associates, next December 17th will cut the ribbon on a new business with its life all ahead of it but with an already well-defined character, to emerge and stand out in the chaos of the mass market.

Un ex trombettista appassionato di gastronomia ed un macellaio di professione; questo, l’identikit dei due ragazzi che vi presentiamo, a pochi giorni da Natale, certi del fatto che diventeranno grandi amici di tutti i buongustai della città. La Bottega dei Sapori si propone come un negozio di alimentari vecchio stampo, di quelli che fino a pochi anni orsono popolavano le nostre strade, dove da bambini si andava a comprare la merenda di pane e prosciutto mentre la mamma si aggirava per gli scaffali con la lista della spesa in mano. Un’alternativa alla grande distribuzione, con una selezione di prodotti di gastronomia altamente selezionati. Proveniente da una famiglia di musicisti, Vittorio si è avvicinato a questo mondo dopo aver abbandonato la musica per dedicarsi al commercio alimentare mentre Stefano torna ad esercitare la professione di macellaio dopo una lunga esperienza nel settore. “La nostra offerta – ci raccontano i due ragazzi introducendoci alla loro tipologia di prodotto – presenterà come caratteristiche di base la bontà, anzitutto, e la

A former trumpeter and food enthusiast and a professional butcher; These, are the identikits of the two lads that we now present to you, a few days before Christmas, secure in the knowledge that they will become great friends of all the town’s gourmets. La Bottega dei Sapori will be an old-fashioned grocers’, the kind that until a few years ago populated our streets, where children would go for a snack of bread and ham while mum prowled the shelves shopping list in hand. An alternative to large retailers, with a selection of carefully selected food products. Coming from a family of musicians, Vittorio has entered this world after leaving music to devote himself to the food trade while Stefano returns to the butchery trade after long experience in the field. “Our offering” – the lads explain introducing the type of product they will deal in – “will have as basic features goodness, first, and quality, including guarantee of origin. Meats will be predominantly white in line with the trend that has taken hold especially in recent years and has seen

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

qualità, compresa la garanzia di provenienza. Carne, principalmente, prevalentemente bianca in linea col trend che ha preso piede soprattutto negli ultimi anni e che ha visto un calo dei consumi di carne rossa. Poi un ricchissimo menu gastronomico, a partire dalla porchetta artigianale (ogni giovedì e sabato) - prodotta da noi come tutte le altre preparazioni, sia quelle pronte da mettere in tavola che pronte a cuocere: pollo, piccione, anatra, faraona, oca, filetto di maiale al pepe verde, anatra all’arancia ripiena e disossata, petto di pollo ripieno, polpettone, hamburger e, in occasione del Natale, la strepitosa galantina”. Immancabili, naturalmente, il pane di produzione locale e affettati e formaggi di qualità, dal prosciutto toscano tagliato al coltello al dolce di Parma. Ma Vittorio e Stefano hanno pensato anche ai primi piatti per cui al bancone della Bottega dei Sapori saranno disponibili anche pasta fresca, lasagne e cappelletti e per tutto il periodo delle feste verranno confezionati cesti natalizi.

a decline in red meat consumption. Then an extensive gourmet menu, starting with artisan porchetta (Thursdays and Saturdays) – produced by us like all the other prepared foods, ready to eat or ready to cook: chicken, pigeon, duck, guinea fowl, duck, pork tenderloin with green pepper, duck à l'orange stuffed and boned, stuffed chicken breast, meatloaf, burgers and, at Christmas, amazing galantine.” Inevitably, of course, locally produced bread and cold cuts, from knife-cut Tuscan prosciutto to dolce di Parma and quality cheeses. But Vittorio and Stefano have also thought of first courses so fresh pasta, lasagne and cappelletti will be available at the counter of the Bottega dei Sapori and throughout the holiday season Christmas baskets will be put together for you. ww

La Bottega dei Sapori è a Badiali, in Via Madonna del Combarbio, 14/b, Città di Castello (Pg) Info e prenotazioni: 348 5721035 / 338 3494885 . Email: labottegadeisapori.badiali@gmail.com Fb. La Bottega dei Sapori

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

informazione pubblicitaria

66


I CAPPELLETTI DELLA SIGNORA MARIA VOLPI

68

CON LA FIGLIA CINZIA CIGNARINI (DX)

Rosticceria La Graticola di

Serena Gustinelli

informazione pubblicitaria

Ed eccoci pronti per un’altra storia di successo tutta da raccontare, dedicata ad un posto che dal 1990 appaga i sensi di tutta Città di Castello - e non solo - con le sue famose specialità. Venite a conoscere con noi la Rosticceria Pizzeria La Graticola e gli artefici di questi favolosi manicaretti.

And here we are ready to tell another success story, dedicated to a place that has delighted the senses of all Città di Castello since 1990 – and not only – with its famous specialties. Come and explore the Rosticceria Pizzeria La Graticola with us and meet the architects of these fabulous dishes

A darci il benvenuto è Cinzia Cignarini, dal 2010 braccio destro della mamma, la signora Maria Volpi. Chissà quanti cappelletti sono stati preparati nel corso di tutti questi anni, considerato che in occasione delle festività natalizie ne vengono “chiusi” mediamente più di 100 kg e per gli amanti più appassionati, su richiesta: “Li facciamo anche a ferragosto!”, sorride Cinzia. Immancabile la pasta fresca, sempre esposta al bancone: ravioli, agnolotti, tagliatelle, lasagne e gli amatissimi cannelloni. Una menzione speciale và al delizioso impasto nero tradizionale per crostini, che alla Graticola si prepara secondo la ricetta di una volta, con fegatini e interiora

Cinzia Cignarini right arm of her mother, Mrs. Maria Volpi since 2010, welcomes us. Who knows how many cappelletti have been cooked up in the course of all these years, considering that during the Christmas holidays they “fold up” an average of more than 100 kg of them and, for the most passionate cappelletti lovers, on request: “We’ll make them even in August!” smiles Cinzia. There’s truly memorable pasta always on display at their counter: ravioli, tagliatelle, lasagne and beloved cannelloni. A special mention goes to the delicious traditional black paste for crostini, made at La Graticola according to a time-honoured recipe, with liver and

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

I TRADIZIONALI CROSTINI NERI

a garantire un sapore autentico, oltre a prezzemolo, capperi e altri aromi naturali. Ma ci fermiamo qui con la lista per non svelare i segreti della cuoca! Aprendo il capitolo dedicato alle carni, si scoprono i magnifici arrosti, conditi in modo semplice e genuino: polli ruspanti, anatre, conigli, faraone, oche piccioni e cacciagione, sempre in base alla stagionalità. E’ un piacere osservare come una ragazza giovane come Cinzia sia così legata al mondo della antiche tradizioni culinarie, un traguardo raggiunto in maniera pressoché fisiologica grazie al tempo passato accanto alla mamma. Assaggiare le prelibatezze de La Graticola è godere del gusto della IL GIRARROSTO tradizione, esaltato in maniera sublime da una cuoca autentica. Concludiamo il nostro viaggio nel gusto con una parentesi dedicata al paradisiaco sformato di carciofi ed al succoso roast beef di girello, cotto al forno senza alcun soffritto, condito solo con aglio, olio, acqua e infine tagliato e addolcito col sugo di cottura.

intestines to ensure an authentic flavour, as well as parsley, capers and other natural seasonings. But we have to stop the list here so as not to reveal the cook’s secrets! Opening the chapter on meat, you will discover magnificent roasts, served in a simple and genuine way: free-range chickens, ducks, rabbits, guinea fowl, geese and game birds, always following the seasons. It’s a real pleasure to observe how a young person like Cinzia is so connected to the world of venerable culinary traditions, something arrived at in an almost physiological way thanks to the time spent with her Mum. To sample the delights of La Graticola is to enjoy the tastes of tradition, exalted in a sublime way by a genuine cook. We end our journey in taste with a parenthesis dedicated to the heavenly artichoke timbale and the juicy silverside of roast beef, oven baked without any soffrito, seasoned only with garlic, oil, water and finally carved and sweetened with its own roasting juices.

Info: Rosticceria Pizzeria La Graticola, via Pieve delle Rose, 24a / Città di Castello (PG) / 075 8521907

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

69

informazione pubblicitaria

ARROSTI E SFORMATI

Valley Life


MAURIZIO CHIMENTI (SX) E DANILO ANTONELLI (DX)

Le carni della Valtiberina

di

TIBER VALLEY MEAT

Serena Gustinelli

informazione pubblicitaria

Dall’allevamento alla vendita, stamattina parliamo di una storia d’amicizia che resiste al tempo e che, oggi, è diventata un’attività di successo. Il senso? Far conoscere qualità e gusto delle carni del nostro territorio. Ne parliamo con Danilo Antonelli e Maurizio Chimenti.

From raising animals to selling meat, this morning we talk about a story of friendship that has resisted the travails of time and which, today, has developed into a successful business. The purpose? To raise awareness of the quality and flavour of local meats. We spoke with Danilo Antonelli and Maurizio Chimenti.

Ho il piacere di conoscere Danilo Antonelli che, dal duemila, gestisce l’azienda di famiglia che è stata fondata nel 1964 e che è stata tramandata di padre in figlio fino ai giorni nostri. L’allevamento non è il solo impiego dell’Antonelli che è specializzato anche in produzioni agricole ed ortive oltre che nella produzione di olio e vino. La stalla dove vivono gli animali, di antiche origini, è stata adeguata ai migliori standard al fine di rispettare il benessere degli animali, i quali sono alimentati con i cereali , l’orzo, il granturco e il favino, unicamente di produzione propria. I bovini allevati, di qualità eccellente, si distinguono in Chianine, Limousine e un misto dei due. Le Limousine permettono delle produzioni qualitativamente elevate delle carni. Passeggiando tra questi colossi (di nome e di fatto) è subito evidente la pulizia a garanzia di un ambiente sano, privo in qualsiasi modo di agenti lesivi, a vantaggio della serenità degli animali. Da Gragnano le carni vengono poi portate a Maurizio

I have the pleasure of meeting Danilo Antonelli who, from the year 2000, has managed the family business founded in 1964 and which has been handed down from father to son until today. Husbandry is not Antonelli’s only responsibility, he also specializes in arable production, growing vegetables as well in oil and wine production. The historic barn where the animals live, has been adapted to the highest animal welfare standards and they are fed with cereals, barley, maize and broad beans that they grow entirely themselves. The beef herd are divided into Chianina, Limousine and a mixture of the two. Limousines allow a qualitatively higher production of meat. Walking among these giants (in name and in fact) the cleanliness here is obvious and this ensures a healthy environment, without using any noxious chemicals, to the great benefit of the animals’ wellbeing. From Gragnano the meat is then taken to Maurizio Chimenti and his San Pietro Carni, where it is processed in ways that

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

Chimenti ed alla sua San Pietro Carni, dove vengono lavorate rispettando il pregio della materia prima ed anzi esaltandola. San Pietro Carni nasce nel 1997, e da allora l’unico must dell’azienda è quello di lavorare carni di alta qualità. Il punto vendita di Sansepolcro ha ormai cinque anni ed è molto apprezzato, nato da un’intuizione che si è concretizzata nel tempo. Il parterre di carni che Maurizio espone fa davvero perdere la testa: impossibile non citare l’hamburger, o come si dice da noi la “svizzera”, in preparazioni diverse tra cui quella con carne biologica. Il tutto arricchito da salse prodotte artigianalmente e contorni pronti come spinaci, verdure ripiene e gratinate. Ottimo il filetto di maiale in crosta, stuzzicanti i panati di vitello e tacchino… sono molte le specialità da scoprire. Tra gli stagionati consigliamo il prosciutto toscano invecchiato in ambiente naturale (non in cella) … poi è il momento dei sott’oli come salsiccia, lombetto e Mr. Mazzafegato! Tra gli insaccati faccio conoscenza con il “cuore di spalla”, una nobile parte della spalla magra e saporita, ideale per gli sportivi! Sono ottime anche la bresaola artigianale, la mortadella ed il prosciutto cotto. I cesti natalizi sono confezionati al momento e sono originalissimi”! Da amante della buona carne ho fatto il test del capocollo (che adoro particolarmente)… esame superato!

respect the quality of the raw material and even improve on it. San Pietro Carni was founded in 1997, and since then the only must of the company is to deal in high-quality meat. The Sansepolcro outlet has been going for five years now and is very much appreciated, developed from an idea that took shape over time. The parterre of meat that Maurizio offers really makes one lose one’s head: it’s impossible not to mention the burgers, or as we say the svizzera, in various formats including one with organic meat. All are enriched by handcrafted sauces and prepared side dishes like spinach, stuffed vegetables and au gratin. Excellent crusted pork tenderloin, tantalizing veal and turkey breaded cutlets... there are many specialties to discover. Among the preserved meats I recommend the naturally aged (i.e. not in a high tech drying room) Tuscan prosciutto... then it’s time for oil pickles like sausage, loin and Mr. Mazzafegato! [a local liver-based sausage, tr.] Among the preserved meats to get to know there is cuore di spalla [heart of pork shoulder], a noble part of the lean and flavourful shoulder, ideal for sportsfolk! They is also excellent artisan bresaola, mortadella and cooked ham. Their Christmas baskets are packed on the spot and are very original! As a lover of good meat I made the capocollo test (which I particularly love)... exam passed!

Info: San Pietro Carni, Via Senese Aretina all’interno di Penny Market, 16, Sansepolcro (AR) / Tel. 3384051499 / 0575 740628 Antonelli Sergio, Giorgio, Enrico e Danilo Società Agricola, Località Vannocchia 63, Sansepolcro / Tel.0575 734731

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

71

informazione pubblicitaria

70


72

73

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life


FEDERICA BUSCHI (DX) E FEDERICA ROSSI (SX)

74

di

CONAD CITY

Serena Gustinelli

informazione pubblicitaria

Dal 2003, nel popoloso quartiere di La Tina a Città di Castello c’è un supermercato accogliente e ricco di cose buone. Lo gestiscono con vitalità e simpatia Federica Buschi e Federica Rossi che nel tempo, lo hanno fatto crescere tal quale una grande gioiosa famiglia.

Since 2003 there has been a friendly supermarket full of good things in the populous neighbourhood of La Tina in Città di Castello. Run with vitality and charm by Federica Rossi and Federica Buschi who, over time, have seen it grow like a great happy family.

Proprio come dice il nome, il Conad City di La Tina è una cittadella in cui trovare tutto il necessaire per il quotidiano e le imminenti festività. Incontriamo Federica Buschi e Federica Rossi che assieme gestiscono il market da diversi anni. Nella prima mattina di un fresco mercoledì dicembrino, mi portano al calduccio nel loro “ufficio” e così, dopo le prime confidenze, mi raccontano nel dettaglio quali sono i punti cardine della loro attività. Si tratta dell’evoluzione della vecchia bottega di una volta e che quindi, discosta molto dalle grandi catene di supermercati in cui vige un commercio a tratti anonimo e massificato; qui tutti si salutano, qualcuno chiede consigli allo staff affaccendato ma cordiale. Il lato umano è maniacalmente curato, si nota. Qui più che di mera clientela, si parla davvero di persone. D’altronde il celebre slogan non recitava: “Persone oltre le cose!?”

Just like the name says, Conad City in La Tina is a citadel where you can find all the necessaire for everyday and for the upcoming holidays. We meet Federica Buschi and Federica Rossi who have managed the supermarket together for several years. In the early morning of a cool Wednesday in December, they bring me into the warmth of their “office” and there, after a little bit of a chat, they tell me in detail the key points of their business. We’re talking about the evolution of the old kind of shop, and then, in contrast to the big supermarket chains which have introduced a somewhat anonymous and massified business, here everybody greets everyone and people ask advice from the busy but friendly staff. The emphasis on the human side is taken absolutely seriously, and you notice it straightaway. Here it is more than about mere customers, it’s really about people. Besides doesn’t the famous slogan read:

Sicuramente un cenno va fatto al reparto macelleria e gastronomia, dove il vero fondamentale è la freschezza assoluta e stagionale dei prodotti, legata ad un’elevata qualità delle materie prime lavorate. Le carni, lavorate direttamente dal personale, sono trattate solo con prodotti genuini; la preparazione è frequente così da evitare l’uso di qualsiasi tipo di conservante. Ne sono un esempio gli hamburger, i pronti a cuocere, le polpette e le salsicce di produzione propria: leccornìe super richieste molto conosciute in città. Le carni sono di prima scelta e, per garantirlo, sono statuite analisi a campione sugli elaborati. Vista la vicinanza con le festività natalizie, parliamo infine dei cesti regalo, allestiti e personalizzati dagli addetti – che vi potranno consigliare con scelte tematiche. Splendide confezioni regalo di alta gastronomia e prodotti tipici, con bottiglie d’annata di prestigiose cantine, da gustare e condividere con parenti e amici. Parlando con queste due giovani donne, la cosa che più mi ha colpito è stata l’aria distesa e di totale agio in cui mi sono trovata. In tutti questi anni queste ragazze si sono fatte davvero volere bene dalla gente del quartiere – ed anche dai “forestieri” in trasferta che, come me, fanno giusto un po’ di strada!

“People before things!?” A mention should definitely be made of the butchery and deli, where the fundamental fact is the absolute freshness and seasonality of the products, resulting from the high quality of raw materials used. Meat is processed directly by the staff, and only treated with natural products; its preparation frequently avoids the use of any type of preservative. For example the ready to cook burgers, meatballs and sausages, they make themselves: delights that are well-known in town. The meats are first class and, to ensure this, samples of the prepared foods are analysed. Given the proximity of the holiday season, let’s talk about gift baskets, assembled and customized by professionals – who will be able to advise you with themed choices. Beautiful gourmet gift packs with local products, vintage wines from prestigious cellars to enjoy and share with family and friends. Talking with these two young women, the thing that struck me most was the relaxed air and sense of total ease in which I found myself. In all these years, these girls have earned the affection of the people of the neighbourhood – and even that of the “foreigners” like me, who have come from a bit of a distance just to be here!

Info: Conad City è in Via Sante Santinelli 12 a Città di Castello. Tel. 075 8522868 Aperti dal Lunedì al Sabato dalle 8 alle 13, e dalle 16 alle 19.30.

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

75

informazione pubblicitaria

La città del Conad


R I S TO R A N T E P I Z Z E R I A

Menù

76

Domenica 25 Dicembre 2016

dalle ore 12.30

Carpaccio di tacchino con rucola e grana Mix di sfogliatine ripiene Tortino caldo di cavolfiore e pecorino *** Cappelletti in brodo di Cappone Gnocchetti al Blu del Moncenisio e Noci *** Filetto di Vitello al Barolo con polenta fritta e cipolle caramellate *** Tortino caldo al cioccolato fondente e gelato al Pistacchio ***

77

Acqua, Vini, caffè, liquori

€uro 38.00 p.p.*

Info & Prenotazioni: Tel.: 075.855.5729 Cell.: 340.3537899 *previste riduzioni per bambini da concordare con la direzione

www.valleylife.it

Ristorante “il Fiore”, via L. Milani 31 - Città di Castello PG Tel.: - www.ristoranteilfiore.com tel. +39075.855.5729 075 372 17 79 Valley Life

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life


78

79

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life


GIACOMO BRUNETTI SI INTRATTIENE CON GLI OSPITI

AGNOLOTTI AL RAGÙ ANTICO

TAGLIATA DI MANZO AI PORCINI

Profumi e sapori de L’Accademia Hostaria di

80

Simone Bandini

FLAVOURS AND AROMAS AT L’ACCADEMIA HOSTARIA

Già in passato ci eravamo occupati di lui e ritrovarlo è stato un piacere. È Giacomo Brunetti, chef de L’Accademia Hostaria, ristorante caratteristico dalla cucina autentica.

We had dealings with him in the past and encountering him again was a real pleasure. That’s Giacomo Brunetti, chef at L’Accademia Hostaria, a restaurant known for authentic cooking.

Arriviamo al locale in una tipica serata invernale camminando per le vie del centro storico di Città di Castello. Entrando veniamo accolti dal sorriso generoso di Giacomo. La musica di sottofondo ci regala subito il buon umore, complice l’atmosfera creata da un arredamento ben curato e capace di fondere particolari dell’Umbria più tipica con elementi di design. Quadri, mobilio, bottiglie, punti luce, tutto è disposto con gusto. Non manca neppure il caminetto, l’ideale per riscaldare l’atmosfera nelle stagioni più fredde. Ben distribuiti gli spazi. Due sale più grandi e una più piccola e raccolta. C’è anche il soppalco, ideale per cene fra amici e incontri al lume di candela. Contribuisce al fascino degli ambienti la sapiente ristrutturazione, capace di esaltare le forme delle antiche mura lasciandone scoperte di tanto in tanto le antiche pietre e i mattoni. Decidiamo di sederci vicino ad una delle grandi vetrate per approfittare della suggestiva vista sui vicoli del centro e di una ottima panoramica della sala principale. Dopo aver consultato il menù confidiamo a Valeria, che è già al nostro tavolo, le nostre decisioni e ci lasciamo consigliare sulla scelta dei vini. Optiamo per due tipologie differenti, entrambe a marchio Donini, cantina ufficiale del ristorante. Decido per un calice di Rosso Tarragoni, un vino del 2012 ben strutturato prodotto con uve Sangiovese e Cabernet (€5). Poi un bicchiere più morbido e delicato, un Elma Bianco, da uve di Pinot Grigio

We get to the venue on a typical winter evening, walking through the streets of Città di Castello’s old town. On entering we are greeted by Giacomo’s warm smile. The background music immediately puts us in a good mood helped by a the great atmosphere created by very nice décor that merges typically Umbrian elements with high end design. Paintings, furniture, bottles, lights, everything is tastefully arranged. There’s also a fireplace, ideal for warming the atmosphere in the colder seasons. Well distributed spaces. Two larger rooms and a smaller, more intimate one. There’s a mezzanine too, ideal for meetings and candle lit dinners with friends. The insightful renovation contributes to the charm of the rooms where the shapes of ancient walls leave traces here and there of venerable stones and brickwork. We decide to sit near one of the large windows to enjoy the views of the scenic streets of the town centre, and a fine view of the main room. After consulting the menu we entrust our order to Valeria, who is already at our table, and allow her to advise us on the wines. We opt for two different types, both from the Donini stables, the restaurant’s official supplier. I decide for a glass of Rosso Tarragoni, a 2012 wine made from Sangiovese and Cabernet grapes with a good structure (€5). Then a soft and delicate glass of Elma Bianco, from Pinot Grigio grapes (€4). As unrepentant gourmets we decide to

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

81

L’ANTIPASTO ACCADEMIA (PARTICOLARE)

GNOCCHETTI AL PESTO DI RUCOLA E SALSICCIA

(€4). Da buongustai impenitenti decidiamo di condividere un antipasto e propendiamo per quello che ci pare il più sfizioso, l’Accademia (€10). Arrivano i vini e noi ne approfittiamo gustandoli insieme ai vari tipi di pane (originale quello all’anice, squisito quello ai salumi). Ecco l’antipasto, generoso e ricco di profumi, colori ma soprattutto sapori: crostini di carne (che a me ricordano quelli della mamma), sformato di verdure, quiche lorraine, pecorino stagionato e ricotta guarnita con una confettura all’albicocca. Bella giostra di sapori. Il tempo di un altro sorso di vino e passiamo ai primi piatti: Gnocchetti al pesto di rucola e salsiccia (€9) e Agnolotti al ragù antico (€10). Oltre alla consistenza, è il gusto che ci

www.valleylife.it

share an appetizer and pick what seems the tastiest, the Accademia (€10). Here come the wines and we take the opportunity of enjoying them together with various types of bread (the aniseed bread is rather original and delicious with salami). And then comes the starter, generous and full of scents, colours and above all, flavours: meat crostini (which remind me of my mother’s), vegetable flan, quiche lorraine, pecorino and ricotta topped with apricot jam. A beautiful carousel of flavors. Time for another sip of wine and we go on to the pasta dishes: gnocchi with arugula pesto and sausage (€9) and Agnolotti with old-fashioned ragout (€10). In addition to the consistency, it is the taste that conquers us. The

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life


IL ROMANTICO BALCONCINO

82

83

STRACCETTI DI POLLO AL CURRY CON PATATE ARROSTO

QUATTRO ASSAGGI A DISCREZIONE DELLO CHEF

conquista. Il ragù con un sapore che definirei autentico, si rivela una piacevole conferma, mentre un condimento al rosmarino rende speciali gli gnocchetti. Secondi piatti? Straccetti di pollo al curry con patate arrosto (€12) e Tagliata di manzo ai porcini (€17). Qui è il curry la scelta giusta che conferisce al pollo un raffinato gusto esotico; mentre sono i porcini ad esaltare la qualità della carne. A questo punto il palato è gratificato, ma per niente al mondo rinunceremmo al dolce. Li vorremmo assaggiare tutti, quindi scegliamo i Quattro assaggi a discrezione dello chef (€6), un tripudio di prelibatezze: tiramisù, panna cotta, crème brulée e tortino al cioccolato. Non manca proprio nulla. E soprattutto non avanza nulla. Giusto lo spazio per un caffè (il mio) e per i saluti. Non tarderemo a tornare. I sapori autentici, le proposte alternative e l’ambiente curato de L’Accademia Hostaria di Giacomo Brunetti ci hanno convinto. Merito di una cucina fatta di materie prime eccellenti e sapientemente cucinate.

ragout has a flavour I would call truly authentic, a definite pleasure, while a touch of rosemary favours the gnocchi. Main courses? Straccetti di pollo al curry con patate arrosto [chicken curry with roast potatoes] (€12) and Tagliata di manzo ai porcini [steak with porcini mushrooms] (€ 17). Here the curry is the right choice giving the chicken a fine exotic taste; while the porcini enhance the quality of the meat. At this point the palate has been well gratified,a but we won't renounce dessert. We would like to taste them all, so we choose the Quattro assaggi a discrezione dello chef (€6) [Four tastings at the chef’s discretion], a feast of delicacies: tiramisu, pannacotta, crème brulée and chocolate cake. Nothing is missing. And definitely nothing is left over. Just enough room for a coffee (mine) and for farewells. We will soon come back. The authentic flavours, unusual dishes and the well-thought out space of Giacomo Brunetti’s L’Accademia Hostaria won us over. Thanks to a menu of excellent raw materials expertly cooked.

Info: L’Accademia Hostaria, Via del Modello 1, Città di Castello (PG) / Tel. 075 8523120 - 328 7049060 / Chiuso di lunedì.

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life


TSTEFANO BIRETTONI, PIZZAIOLO ACROBATA

Il mondo di Stefano Birettoni di

84

Simone Bandini

informazione pubblicitaria

Giovane e determinato, Stefano Birettoni si è formato alla corte di Danilo Pagano ed è istruttore della Scuola Nazionale Maestri Pizzaioli. Intraprendente, estroso, e giramondo ha già avuto esperienze professionali a Malta, in Germania ed addirittura a Reykjavik in Islanda. Lo raggiungiamo al telefono in Austria, a Vienna, presso la pizzeria del centro “Riva” dove lavora da qualche mese.

Young and determined, Stefano Birettoni studied at the court of Danilo Pagano and is an instructor at the National School of Pizza Makers. A resourceful and imaginative globetrotter who has already had professional experience in Malta and Germany and even in Reykjavik, Iceland. We reach him by phone in Austria, in Vienna, at the city centre’s Riva pizzeria where he has worked for a few months.

26 anni ed un gran talento da pizzaiolo acrobatico, il pizza flyer tifernate comunica con entusiasmo ed autorevolezza il suo genio in cucina: “Se si parla di ‘pizza’, ovunque si vada, questo nome è sempre associato all’Italia, paese di cultura, di buon cibo e grande tradizione ristorativa. C'è un perché se quando si entra in un locale all’estero, se il pizzaiolo è italiano si sta più tranquilli ed è giudicato sinonimo di qualità!” Ma come dev’essere fatta una pizza? “Certamente con un impasto leggero e digeribile e guarnita con prodotti del territorio in grado di definirla e dotarla di un carattere specifico. Per questo è importante la conoscenza e la ricerca costante di materie prime di altissima qualità”, prosegue Birettoni. Da quel diploma ottenuto nel 2012, frequentando il Corso di pizzeria ed arte bianca dell’Università dei Sapori di Perugia, ne è passato di tempo e forse Matteo non avrebbe immaginato che il suo talento l’avesse spinto così lontano. Non possiamo che plaudere a questo giovane professionista della pizza che magari, chissà, un giorno ritornerà dalle nostre parti per aprire il suo locale: “Amo la mia terra di origine dove ho trascorso la mia infanzia e la prima età adulta! Ho ancora molti amici in vallata che sento quotidianamente e non manco mai di informarmi con avidità sui fatti e gli eventi di rilievo della Valtiberina”, conclude.

26 years old and a great acrobatic pizza talent, the Castello pizza flyer communicates with enthusiasm and all the authority of his genius in the kitchen: “If you talk about ‘pizza’, wherever you go, it’s a term always associated with Italy, the land of culture, good food and great catering traditions. It’s a fact that if you go into a foreign venue and the pizza-maker is Italian you feel more relaxed because that’s considered synonymous with quality!” But how should pizza be made? “For sure with light and digestible dough garnished with local products that can define it and give it a specific character. So a knowledge of, and constant search for the highest quality raw materials is essential,” Birettoni continues. From the diploma he got in 2012, attending the Corso di pizzeria ed arte bianca dell’Università dei Sapori di Perugia, it’s been a while and perhaps Stefano would not have imagined that his talent would go so far. We can only applaud this young professional pizza-maker, and, who knows, perhaps one day he will return to our town to open his own place: “I love my paese, where I spent my childhood and early adulthood! I still have many friends in the valley that I talk to every day and I never fail to eagerly inform myself on the doings and significant events of the Tiber Valley” he concludes.

85

Se volete contattare Stefano Birettoni scrivete una mail a bire.ste89@gmail.com o consultate il suo profilo fb

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life


TIP

IC

86

O

87

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life


PI

Z

’ ZA

s

89

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life


TO

P

90

4

91

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life


WEATHER

Sarà un inverno freddo

IT WILL BE A COLD WINTER

92

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

di

Fabio Pauselli

A dispetto dei fattori negativi quali la persistenza della QBO+ (correnti stratosferiche occidentali) ed il notevole deficit, sia in spessore ma soprattutto in estensione, dei ghiacci artici marini, occorre però rilevare un innevamento precoce, esteso ed abbondante sulle aree polari e sub polari euro asiatiche.

Despite negative factors such as the persistence of the QBO [Quasi-Biennial Oscillation] of Western stratospheric currents and the substantial deficit in Arctic marine ice both in terms of its thickness but especially in its extension, there has however been widespread and abundant early snow in the European and Asian polar and sub polar areas.

A favore di un inverno più freddo della norma concorrono anche un Vortice Polare finora molto debole - già in novembre insidiato da flussi di calore provenienti dal comparto asiatico - un ENSO negativo (più comunemente denominata Nina, fenomeno inverso de El Nino), poi ancora una PDO (Pacific Decadal Oscillation) positiva ed un’attività solare in ulteriore discesa (entro il 2019/2020 dovrebbe raggiungere il minimo)… Potremmo continuare ancora elencando anche altre variabili in divenire, ma rischieremmo solo di fare una lista fine a se stessa poiché composta da acronimi che la stragrande maggioranza dei nostri lettori ignorano. Dopo qualche breve e poco intenso assaggio a fine novembre, le fredde correnti provenienti dai settori nord orientali dell’Europa dovrebbero tornare ad interessarci nella seconda metà di dicembre. Probabilmente non in maniera troppo diretta, ossia il bacino di aria gelida stazionerà sull’Europa orientale; poi però grazie alla rotazione oraria - con disposizione da sud ovest verso nord est - di un anticiclone stazionante sull’Europa occidentale, l’aria fredda affluirà sull’Italia attraverso la “porta” adriatica. Sul nostro territorio dovremmo avere temperature sotto media per alcuni giorni, fino a dopo il 20 dicembre, con qualche nevicata anche a quote basse. Il miglioramento è atteso per il 21-23 dicembre, ma solo temporaneo: lo schema precedentemente descritto ha buone possibilità di ripetersi nei giorni a ridosso del Natale con condizioni di freddo invernale che potranno protrarsi fino agli ultimi giorni dell’anno. Gennaio 2017 dovrebbe iniziare con clima tendenzialmente più mite, con un anticiclone sopra l’Italia e gelate pian piano sostituite da nebbie a causa di correnti più miti ed umide occidentali che sostituiranno le precedenti orientali. Dopo una prima metà del mese con correnti atlantiche, il freddo potrebbe tornare prepotente durante la seconda metà del mese per poi placarsi ad inizio febbraio. La seconda metà dell’inverno, invece, dovrebbe presentarsi diversamente: fasi anticicloniche più brevi ma più frequenti ed alternanza di perturbazioni provenienti da occidente e da settentrione; quindi maggiore umidità e più precipitazioni ma anche minor freddo rispetto alle perturbazioni in seno a correnti orientali.

A Polar Vortex is also contributing towards a colder winter than usual, but so far it is very weak – as early as November it was affected by heat flows coming from the Asian sector – and a negative ENSO (more commonly known as La Niña, the reverse phenomenon of El Niño), with PDO (Pacific Decadal Oscillation) becoming positive and solar activity falling further (by 2019/2020 it should reach its lowest point)... We could go on and list other variables in formation, but risk just making a list for its own sake composed of acronyms that the vast majority of our readers will not understand. After a short and very intense taster in late November, the cold currents from the north eastern areas of Europe should return to affect us in the second half of December. Probably not in a very direct manner, from the cold air basin over Eastern Europe; but then thanks to the clockwise rotation – with a movement from the south west to the north east – the stationing of an anticyclone over Western Europe – cold air will flow over Italy through the Adriatic “door”. In our area we should have temperatures below average for a few days, until after the 20th of December, with some snow even at low altitudes. An improvement is expected December 21st to 23rd, but only temporarily: the scheme described above has a good chance of repeating itself in the days before Christmas with cold winter conditions continuing until the last days of the year. January 2017 should begin with a milder tendency in the climate, with an anticyclone over Italy and frosts gradually replaced by mists because of milder humid western currents that will replace the earlier eastern ones. After a first half of the month with Atlantic currents, the cold could push its way back during the second half of the month and then subside at the beginning of February. The second half of winter, however, should present itself rather differently: shorter but more frequent anti-cyclonic phases and alternating disturbances coming from the west and north; with higher humidity and more precipitation but also milder with the disturbances from eastern currents.

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

93


/CALENDARIO EVENTI - Dicembre/Gennaio 2016/2017 /EVENTS - December/January 2016/2017

94

17 dicembre - Città di Castello - Concerto di auguri della “Filarmonica G. Puccini” , Teatro Comunale degli Illuminati, ore 21. 17 dicembre – Sangiustino – “La Casina di Babbo Natale”, Piazzale Stazione, ore 16.00. 18 dicembre – Montone - Mercato natalizio dei prodotti agricoli, Piazza Fortebraccio dalle ore 9.00 alle 13.00. 18 dicembre – Città di Castello - “A Christmas Dream” , letture e canti di Natale a cura di Accademia Visionaria, Piazza Matteotti ore 17.30. 18 dicembre - Anghiari - Mercatino Natalizio Piazza Baldaccio dalle ore 10,00. Visite guidate con spiegazione e storia del paese e della tradizione presepiale dalle ore 18,00. Info: 0575/749279 o proloco@anghiari.it . Orario d’apertura tutti i giorni 9,30-12,30 16,00-18,30. 18 dicembre – Città di Castello – Retrò, mercatino delle cose vecchie e usate, centro storico, dalle ore 8.30 alle ore 20. 19 dicembre – Montone - “Un principe” liberamente ispirato ad Amleto di W. Shakespeare, interpretato dalla compagnia “Occhi sul mondo”, Teatro San Fedele ore 21, www.montonein.it . 22 dicembre – Pieve Santo Stefano – Grande Concerto di Natale, Teatro Papini, ore 21,15. 23 dicembre – Sansepolcro - Inaugurazione Presepe di Santa Marta, a cura della Rionale di Porta Romana. Ore 17.00. 24 dicembre – Città di Castello - Babbo Natale in piazza con il Vespa Club, Piazza Matteotti, ore 16.30 24 dicembre – Città di Castello - Concerto di brani natalizi della Filarmonica G. Puccini, Piazza G. Matteotti, ore 17.00. 24 dicembre – Anghiari - “Il ceppo in Piazza” , ore 17,30: quaranta Babbi Natale scenderanno in sella alle loro vespe per la “ruga” di Anghiari fermandosi in piazza Baldaccio a consegnare libri e palloni ai bambini. 25 dicembre – Città di Castello – “Vacanze di Natale al Clover”, dalle ore 22,30. 25 dicembre - Città di Castello - Babbo Natale scende il Tevere in canoa , ponte sul Tevere, ore 16.30 25 - 26 dicembre 2016 e 6 gennaio – Città di Castello - Loc. Volterrano, dalle ore 17.30. 25 e 26 dicembre 2016 e 1 e 6 gennaio 2017  - Le Ville di Monterchi – Presepe Vivente, ricostruzione di scene di vita all’epoca della nascita di Gesù. info@presepeviventeleville.it  26 dicembre – Città di Castello - Concerto di Natale della Corale “M. Alboni”, Santuario Madonna delle Grazie, ore 17.30. 26 dicembre – Umbertide – Concerto di Natale del “Corus Facte Ebe Igi”. 26 dicembre – Anghiari - “Anghiari si accende”, suggestive luminarie nel centro storico dalle ore 18,00 alle ore 21,00. Visite guidate con spiegazione e storia del paese e della tradizione presepiale. 27 dicembre - Umbertide - “Fotografia in Umbria”, mostra mercato di materiale fotografico, fotocamere 800/900, grande formato, panoramiche, dagherrotipi, fotografie XIX e XX secolo, microcamere, Scuole Mavarelli Pascoli. 31 dicembre – Città di Castello - “Capodanno in piazza”, Piazza G. Matteotti, dalle 22,30 , festeggiamenti in piazza per il nuovo anno. 31 dicembre – Montone - “Aspetta con noi il 2017”, festeggiamenti in piazza per il Capodanno. 31 dicembre – Umbertide – Festeggiamenti in piazza per il Capodanno. 31 dicembre – Sansepolcro - Capodanno in Piazza con musica ed animazione, Piazza Torre di Berta, dalle ore 23,30. Fino al 6 gennaio 2017 – Città di Castello – “Burri, Lo Spazio di Materia tra Europa e Usa”, Ex Seccatoi del Tabacco. Ved. pag. 14,15 Dal 3 al 8 gennaio 2017 – Umbertide - XVII Mostra Internazionale di Arte Presepiale, Duomo inferiore Dal 3 al 8 gennaio 2017 – Città di Castello - XVII Mostra Internazionale di Arte Presepiale, Duomo inferiore. 5 gennaio 2017 – Città di Castello – Tradizionale canto della Pasquella, un gruppo di stornellatori e fisarmonicisti attraversano il Centro storico della città proponendo un antico canto popolare sul tema dell’avvento di Gesù e sulla venuta dei Re Magi, centro storico dalle ore 15.00 . 6 gennaio 2017 - Città di Castello – La Befana dei Vigili del Fuoco, iniziativa organizzata dai vigili del fuoco della città , con la Befana che scende dalla Torre Civica portando piccoli doni ai bambini presenti. 6 gennaio 2017 – Anghiari - “Vai di Ronda” dalle 18,00 alle 02,00, terza edizione del concerto in via di Ronda a cura di Mearevolutionae. I MERCATI LOCALI: Fino all’ 8 gennaio 2017 – San Giustino - “Contatti/Kontakti: LUNEDÌ /Pieve Santo Stefano 10 artisti slovacchi e 10 artisti italiani a Villa Graziani”, sessanta MARTEDÌ/Trestina, Mercatale di Cortona, Selci di Sangiustino, opere nel segno del gemellaggio esistente fra Perugia e la città Sansepolcro, “Orto&Bio” a Città di Castello. slovacca, Villa Magherini Graziani. MERCOLEDÌ/Pistrino di Citerna, Umbertide, Anghiari. GIOVEDÌ/Città di Castello, Lama di Sangiustino 29 gennaio 2017 – Città di Castello – “E vissero felici VENERDÌ/Pietralunga, San Giustino. e contenti”, un evento ricco di proposte per il giorno del SABATO/Città di Castello, Sansepolcro, matrimonio e non solo, Palazzo Bufalini dalle ore 10 alle 21. Umbertide (Il Mercato della Terra, P.zza Matteotti) DOMENICA/Monterchi OGNI TERZO SABATO DEL MESE/Sansepolcro”Il Mercatale”, mercatino di antiquariato e modernariato. antiche.

95

INFO APT Arezzo 0575 23952-3

Sansepolcro 0575 740536

Umbertide 075 9417099

Sestino 0575 772642

Città di Castello 075 8554922

Anghiari 0575 749279

Pieve S. Stefano 0575 797702

Badia Tedalda 0575 714020

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life


96

www.valleylife.it

tel. +39 075 372 17 79

Valley Life


Valley Life n.130, dicembre 2016