Issuu on Google+

Catalogo prodotti

SEDE:

DEPOSITO:

Via A. Manzoni - Scala B, Int.6 85050 Villa D’Agri (PZ)

C/da Mazzicanino 87016 Morano Calabro (CS)

TEL.

0981 30446

E-MAIL:

pessolanomarmi@tiscali.it

P.IVA:

01368310767

SITO WEB

www.pessolanomarmi.it

CHI SIAMO La storia e l’esperienza La Pessolano Rappresentanze è un’impresa che opera nel settore della commercializzazione di pietre naturali. Con sede a Viggiano, vanta clienti in tutta Italia ed è un punto di riferimento per il sud. La sua esperienza nel settore e la qualità riconosciuta, che raggiunge punte di eccellenza, ne hanno fatto un punto di riferimento per il sud italia e per chi sceglie un servizio affidabile e attento.

CONSULENZA Consulenza tecnica alla progettazione L’ufficio tecnico svolge un ampio ventaglio di attività per assistere il cliente in tutte le fasi che caratterizzano il rapporto commerciale, cercando di studiare la soluzione sia in termini di scelte cromatiche che di caratteristiche fisico-meccaniche. Grazie alla collaborazione con il laboratorio interno, è possibile ottenere lavorati particolari e su misura che consentono la realizzazione di qualsiasi esigenza progettuale.

INDICE Pietra di Gorgoglione

8

Cubetti e tozzetti Binderi Lastre e piastrelle superficie naturale Lastre e piastrelle superficie lavorata Lastrame irregolare Cordoni Smolleri, Tranciato, Facciavista Pedate, Bancali, Copertine e lavorati

10 10 11 11 12 12 13 14

Lavorazioni Porfido

16 18

Cubetti e tozzetti Binderi Lastre e piastrelle superficie naturale Lastrame irregolare, palladiana, o opus incertum Cordoni Pezzi speciali Smolleri, Tranciato, Facciavista Lastre e piastrelle superficie lavorata Pedate, Bancali, Copertine Alzate Zoccolino e battiscopa

20 20 21 21 22 22 23 24 25 26 27

Granito

28

Cubetti e tozzetti Binderi Lastre e piastrelle superficie naturale Cordoni Pezzi speciali Pedate, Bancali, Copertine Zoccolino e battiscopa

30 30 31 32 33 34 35

Quarzarenaria

36

Cubetti e tozzetti Binderi Lastre e piastrelle superficie naturale Lastrame irregolare Lastre e piastrelle superficie lavorata Pedate, Bancali, Copertine Alzate Zoccolino e battiscopa

38 38 39 40 40 41 41 42

Basalto

44

Cubetti e tozzetti Binderi Lastre e piastrelle superficie lavorata Pezzi speciali Cordoni

46 46 47 47 48

CARATTERISTICHE FISICO-MECCANICHE

Quarzite

50

Cordoni Smolleri, Tranciato, Facciavista Lastre e piastrelle superficie naturale Lastrame irregolare Pedate, Bancali, Copertine

52 52 53 54 55

Ardesia

56

Resistenza al gelo

Lastre e piastrelle superficie naturale Lastrame irregolare, palladiana, o opus incertum Rivestimento preassemblato

58 58 59

Ciottoli Pietre decorative Monoliti Novità

60 64 66 68

La resitenza al gelo indica l’attitudine di una pietra a disgregarsi per mezzo del processo di gelivazione in seguito alle ripetute variazioni di volume che l’acqua, presente negli interstizi del materiale, subisce a causa dell’alternanza di gelo e disgelo (il volume dell’acqua cresce del 10% per congelamento). Se una pietra è molto resistente al gelo si dice che è antigeliva. Norma di riferimento: UNI EN 12371.

gelo

Resistenza allo scivolamento La resistenza allo scivolamento in assenza di lucidatura (usrv) valuta le proprietà di attrito della superficie del materiale lapideo naturale bagnato d’acqua. A seconda della durezza dei diversi elementi di cui la pietra è composta si hanno superfici più o meno scabrose e che tendono a rimanere tali nel tempo. Norma di riferimento: UNI EN 1341 Appendice D. UNI EN 1342 - “Si suppone che i cubetti con finitura rustica e i cubetti a spacco forniscono una resistenza alla scivolosità soddisfacente senza

scivolamento

necessità di prove”.

Resistenza alla compressione La resistenza alla compressione è un parametro caratteristico di ogni pietra e corrisponde al massimo carico che la pietra stessa, sottoposta ad una crescente sollecitazione di schiacciamento, può sopportare prima

compressione

di rompersi. Norma di riferimento: UNI EN 1926.

Resistenza all’imbibizione Il coefficiente di imbibizione è il rapporto, espresso in percentuale, tra l’aumento di massa che subisce un materiale quando è saturo d’acqua e la sua massa allo stato naturale. In altre parole l’imbibizione (o assorbimento d’acqua) è la quantità d’acqua che la pietra può assorbire. Tale caratteristica è strettamente legata alla porosità della roccia. Norma di riferimento: UNI EN 13755.

imbibizione

Resistenza all’abrasione La resistenza all’abrasione indica la resistenza che la superficie di una pietra oppone alle azioni connesse con il movimento e l’attrito di altri materiali a contatto con essa. La resistenza all’abrasione è una delle caratteristiche più importanti in un’ottica di previsione della durata della pietra. Norma di riferimento: UNI EN 1341 Appendice C.

abrasione

Soluzioni consigliate Soluzioni per la città Soluzioni per l’esterno Soluzioni per l’interno

CITTÀ

Per ogni prodotto contenuto nelle schede di questo depliant è stata consigliata la soluzione progettuale migliore: per la città (strade, piazze, marciapiedi, ecc.), per gli esterni (cortili, giardini, pertinenze private e commerciali) e per l’edilizia (scale, davanzali, rivestimenti di pareti) sia ottimale, idoneo o sconsigliato.

ESTERNI

INTERNI

Pietra di Gorgoglione

Pietra di Gorgoglione

8

9

Nome petrografico: Riolite

Grigio Jaipur

Questa pietra risulta essere una fra le più importanti pietre da pavimentazione e da rivestimento. Le sue applicazioni sono infinite e le varie forme geometriche e cromatiche ricavabili, consentono di proporre elementi di arredo, interno ed esterno, moderni e raffinati. L’arenaria feldspatica di Gorgoglione cosi denominata, si presenta nel suo particolare colore giallo ocraceo, che tende alla terra bruciata ed infine ci sorprende con il grigio cenere e le venature più brune. In recenti restauri conservativi, la pietra ha saputo restituire l’antica identità ad importanti complessi architettonici, ville di pregevole valore, centri storici riscoperti ed abbazie in vari contesti urbani della toscana, dell’Umbria e, delle, Marche.

Gradi di resistenza

abrasione

imbibizione

gelo

compressione

scivolamento

COLORAZIONE

CROMATISMO

ESTRAZIONE

SUPERFICIE

STRUTTURA

grigio cenere con aloni di giallo ocra

non omogeneo

blocchi e falde

piano sega bocciardato, sabbiato, rigato spuntellato piano a spacco piano cava

granulare a grana medio fine

CUBETTI E TOZZETTI CITTÀ

ESTERNI

INTERNI

I cubetti di pietra di Gorgoglione sono elementi da pavimentazione di forma pressoché cubica ottenuti per spaccatura meccanica di lastre con piano naturale. Il prodotto si presenta, pertanto, con due superfici naturali ed i lati a spacco. Vengono prodotti in diversi formati e spessori. Le diverse tipologie di formato. di spessore e di colore. ne fanno un prodotto eclettico che si adatta alle varie esigenze d’uso. Inoltre l’ampia gamma di disegni di posa garantisce massima libertà nelle scelte esteticoprogettuali. Viene consigliato, in abbinamento ad altre pietre naturali, per creare contrasti cromatici e di finitura superficiale. Nelle rampe e comunque lungo le superfici in forte pendenza il cubetto esalta le sue intrinseche ed indiscutibili qualità di antisdrucciolevolezza.

11

LASTRE E PIASTRELLE SUPERFICIE NATURALE Le piastrelle in pietra di Gorgoglione, provenienti dalla segagione dei blocchi. hanno il piano lavorato ed i lati segati. perfettamente squadrali e regolari, eventualmente rifiniti a spacco per rendere il prodotto più grezzo. Il prodotto lavorato a spessori e formati adeguati trova ampio CITTÀ ESTERNI INTERNI utilizzo nella pavimentazione dei centri urbani. Soprattutto nelle opere di recupero degli stessi in linea con il grande utilizzo che nei secoli si è fallo di questa pietra. Per l’uniformità di cromia, la facilità di lavorazione e l’ottimo rapporto qualilà-prezzo l’arenaria trova sempre maggior impiego anche nelle moderne soluzioni estetico progettuali.

PIANO

naturale

FORMATI STANDARD CUBETTI TIPO (cm)

SPESSORE (cm)

TIPO (cm)

SPESSORE (cm)

4/6

4/6

6/8

2/4

6/8

6/8

6/8

4/6

8/10

8/10

8/10

6/8

10/12

10/12

10/10

2/4

12/14

12/14

10/10

4/6

14/18

14/18

10/10

6/8

10/10

14/18

CITTÀ

naturale

LATI

SPESSORE (cm)

LARGHEZZA (cm)

LUNGHEZZA (cm)

COSTE

2/3

da 10 a 30

a correre

a spacco

3/6

da 10 a 40

a correre

a spacco

5/8

da 10 a 40

a correre

a spacco

2/4

da 15 a 30

a correre

segate

3/6

da 15 a 40

a correre

segate

5/8

da 15 a 40

a correre

segate

LASTRE E PIASTRELLE SUPERFICIE LAVORATA ESTERNI

INTERNI

Il bindero in pietra di Gorgoglione, di forma simile ad un parallelepipedo, ha la faccia superiore a piano naturale con lati paralleli e coste tranciate, di norma ortogonali al piano o in leggero sottosquadra. Storicamente utilizzato a contenimento e a delimitazione a raso di pavimentazioni in cubetti e aiuole, il bindero trova ampia diffusione anche come specifico materiale per pavimentazioni che oltre al lato estetico privilegiano la necessità di particolari doti di resistenza.

PIANO

Le piastrelle in pietra di Gorgoglione con piano lavorato presentano la possibilità di diverse finiture della superficie: bocciardato, rigato e filo sega. Il prodotto, visti gli alti gradi di resistenza e le tipologie diverse di finitura superficiale e di colore, ha un utilizzo ottimale CITTÀ ESTERNI INTERNI nelle pavimentazioni esterne, sia carrabili che pedonali. Viene inoltre consigliato, in abbinamento ad altre pietre naturali, per creare contrasti cromatici. Il materiale è poi perfetto per la creazione di fasce e campiture ornamentali ove ci si prefiggono grandi effetti estetici.

PIANO

a spacco

a spacco

FORMATI STANDARD

TOZZETTI

BINDERI

LATI

bocciardato, rigato, filo sega

LATI

segati

FORMATI STANDARD

FORMATI STANDARD LARGHEZZA (cm) LUNGHEZZA (cm) SPESSORE (cm)

SPESSORE (cm)

LARGHEZZA (cm)

LUNGHEZZA (cm)

COSTE

3

da 20 a 30

a correre

segate

10

15/30

5/8

10

15/30

8/12

4

da 20 a 30

a correre

segate

12

15/30

10/15

6

da 20 a 30

a correre

segate

14

20/30

15/20

8

da 20 a 30

a correre

segate

Pietra di Gorgoglione

10

LASTRAME IRREGOLARE Ciò che sì intende normalmente per palladiana è un [astrarne irregolare proveniente direttamente dalla selezione del materiale in cava. Queste lastre. di forma poligonale. presentano superlicie naturale, spessore variabile e lati grezzi. Si distinguono in base alle loro dimensioni e spessore. CITTÀ ESTERNI INTERNI Pur essendo un materiale che consente di realizzare soluzioni applicative a basso costo, la palladiana offre la possibilità di plasmare contesti ambientali completamente diversificali conferendo agli stessi notevole valore aggiunto: ambienti montani e marini come cottages e alberghi, cortili privati e vialetti di giardini, palchi e percorsi pubblici. zone di raccordo per piscine all’aperto e aree verdi di sosta. Usate in verticale le lastre irregolari consentono di ottenere rivestimenti e zoccolature funzionali a scopi protettivi e decorativi.

PIANO

naturale

LATI

naturali

FORMATI STANDARD TIPO

DIAGONALE MEDIA (cm) SPESSORE (cm)

normale

20

2/5

sottile

20

1/3

gigante

40

3/7

gigante sottile

40

2/4

gigante maxi

40

7/10

TESTA bocciardata, spuntellata LATO A VISTA bocciardato, spuntellato FORMATI STANDARD - PRODOTTI DA BLOCCHI SPESSORE TESTA (cm) ALTEZZA (cm) LUNGHEZZA (cm) a correre

7

20/25

a correre

8

20/25

a correre

10

20/25

a correre

12

20/25

a correre

15

20/25

a correre

Ottenuto dalla tranciatura delle piastrelle, lo smollero ha la testa superiore tranciata a vista, due coste a spacco, mentre le due facce laterali sono a piano naturale di cava. Questo prodotto viene usato principalmente per pavimentare superfici in forte pendenza come per esempio le rampe di accesso ai garage. Inoltre, grazie alla sua superficie irregolare, viene utilizzato sia per creare particolari contrasti nel disegno delle superfici, sia per rivestire in modo rustico pilastri, muretti o pareti.

CITTÀ

TESTA

LATO A VISTA piano naturale di cava FORMATI STANDARD - PRODOTTI DA FALDE tranciata

SPESSORE TESTA (cm) ALTEZZA (cm) LUNGHEZZA (cm) 6

20/25

a correre

7

20/25

a correre

8

20/25

a correre

10

20/25

a correre

12

20/25

a correre

15

20/25

a correre

ESTERNI

INTERNI

Testa a spacco - Lati due a spacco, due piano naturale I tranciati facciavista sono elementi utilizzati per il rivestimento di muri. Hanno la faccia a vista e le due teste tranciate, mentre i piani di appoggio possono essere sia piano cava che segati. La lunghezza è a correre e la profondità (entranza) di norma è variabile tra i 4 ed i 14 cm. Date le loro caratteristiche dimensionali ed estetiche i tranciati vengono per lo più utilizzati per il rivestimento di muri di sostegno, per il contenimento di piccoli terrapieni e per il paramento delle facciate di manufatti edilizi.

FORMATI STANDARD - SMOLLERI

Possono essere prodotti da blocchi e da falde. Le principali lavorazioni proposte per i materiali da blocchi sono: coste e teste segate con superfici a vista lavorate a bocciarda o a puntillo. Le lavorazioni per i prodotti da falda CITTÀ ESTERNI INTERNI sono: piano naturale di cava e teste tranciate. Posati verticalmente i cordoni vengono inpiegati per la formazione di marciapiedi, aiuole e per la delimitazione di aree pavimentate. Possono essere abbinati ad altri prodotti dello stesso materiale o associati ad altre pietre (in particolare quarzoarenaria) permettendo un’ampia libertà di scelta estetica.

15/30

SMOLLERI, TRANCIATO, FACCIAVISTA

Testa a spacco - Lato a vista a spacco - Altri lati piano naturale (o segati)

CORDONI

6

13

Pietra di Gorgoglione

12

TIPO

SPESSORE(cm)

ENTRANZA (cm)

pavimentazione rivestimento

5/8

3/7

facciavista

10

5/8

spaccatello

5/8

15/20

FORMATI STANDARD - TRANCIATO/FACCIAVISTA TIPO

ALTEZZA (cm)

ENTRANZA (cm)

facciavista 8/14

8/14

massimo 12

facciavista 15/20

15/20

massimo 14

spaccatello 8/14

5/8

massimo 10

Questi prodotti realizzati da blocchi possono essere lavorati con diverse tipologie di finitura: filo sega; levigato; licidato; anticato; spuntellato. Hanno spessore uniforme e le coste segate lavorabili anch’esse con diversi tipi di finiture: costa piana; a mezzo toro; a toro; su forti spessori con cornici particolari, anche su richiesta del committente.

PRODOTTI SU MISURA

CITTĂ€

ESTERNI

INTERNI

15

Pietra di Gorgoglione

PEDATE, BANCALI, COPERTINE E LAVORATI

14

Unistone

La creatività è libera di esprimere le forme, i disegni, i colori e le armonie che desidera, sicura di ottenere un ottimo risultato, funzionale, gradevole alla vista, con i materiali (non solo con le pietre) e le lavorazioni che più piacciono. Facile da progettare e da posare in opera

Il sistema modulare UNISTONES è costituito da una serie di TOZZETTI, di PIASTRELLE (le cui dimensioni sono multiple del quadrato base) e di FASCE RETTANGOLARI (le cui dimensioni si combinano a quelle dei quadrati) aventi spessore variabile a seconda dell’utilizzo. Il sistema modulare consente la facile realizzazione di pavimentazioni e rivestimenti sia di superfici di grandi dimensioni (specialmente esterne quali giardini, piazze, cortili, terrazze, strade) sia di piccole superfici (esterne come marciapiedi, oppure interne), con fuga da mm 6 tra i moduli oppure senza fuga. La componibilità dei moduli UNISTONES permette di creare una ricchissima varietà di schemi di posa e di disegni, facilitati nella progettazione dalla vasta gamma di materiali e di colori degli stessi. La componibilità consente di coordinare e di incrociare motivi ornamentali (rosoni, greche, fasce di decoro, ...), interruzioni funzionali (tappeti d’ingresso, delimitazioni di spazi, ...) e geometrie di posa tra pavimentazioni e rivestimenti verticali o zoccolature con grande risultato estetico che agevola le operazioni di montaggio all’installatore.

17

Unistone

Unistone

16

18

Porfido

19

Grigio Plata

II porfido, o riolite, è una roccia magmatica effusiva, cioè formatasi per effetto della riduzione di pressione e del rapido raffreddamento derivante dalla fuoriuscita dalla crosta terrestre del magma. È costituito da una pasta microcristallina in cui sono immersi una serie di cristalli isolati, detti fenocristalli. La composizione mineralogica è costituita da quarzo, sanidino, plagioclasio, nonché biotite, pirosseni e pasta vetrosa: le sue caratteristiche fanno del porfido una pietra estremamente resistente. Tipico del Porfido Rosso Trentino Camparla” è il suo aspetto lastriforme, che consente la “coltivazione” e la divisibilità in lastre secondo piani paralleli subverticali o molto inclinati, e la possibilità di estrarre anche una minima parte di blocchi.

Misto Selce

Misto Rosso Magellano

Rosso Siena Rosè

COLORAZIONE

CROMATISMO

ESTRAZIONE

SUPERFICIE

STRUTTURA

grigio rosato

omogeneo, mediamente brillante

lastre

piano naturale

porfirica a grana media con evidenti fenosristalli di quarzo

COLORAZIONE

CROMATISMO

ESTRAZIONE

SUPERFICIE

STRUTTURA

grigio, violaceo

omogeneo, mediamente brillante

lastre

piano naturale

porfirica a grana media con evidenti fenosristalli di quarzo

COLORAZIONE

CROMATISMO

ESTRAZIONE

SUPERFICIE

STRUTTURA

rosso ad alternanze grigie

variegato, mediamente brillante

lastre

piano naturale

porfirica a grana media con evidenti fenosristalli di quarzo

COLORAZIONE

CROMATISMO

ESTRAZIONE

SUPERFICIE

STRUTTURA

rosso, rosato

omogeneo, mediamente brillante

lastre

piano naturale

porfirica a grana media con evidenti fenosristalli di quarzo

COLORAZIONE

CROMATISMO

ESTRAZIONE

SUPERFICIE

STRUTTURA

grigio

omogeneo, mediamente brillante

blocchi

lavorata

porfirica a grana media con evidenti fenosristalli di quarzo

COLORAZIONE

CROMATISMO

ESTRAZIONE

SUPERFICIE

STRUTTURA

grigio, verde

omogeneo, mediamente brillante

blocchi

lavorata

porfirica a grana media con evidenti fenosristalli di quarzo

COLORAZIONE

CROMATISMO

ESTRAZIONE

SUPERFICIE

STRUTTURA

rosso

omogeneo, mediamente brillante

blocchi

lavorata

porfirica a grana media con evidenti fenosristalli di quarzo

COLORAZIONE

CROMATISMO

ESTRAZIONE

SUPERFICIE

STRUTTURA

rosa

omogeneo, mediamente brillante

blocchi

lavorata

porfirica a grana media con evidenti fenosristalli di quarzo

COLORAZIONE

CROMATISMO

ESTRAZIONE

SUPERFICIE

STRUTTURA

rosa, grigio, verde

variegato, mediamente brillante

blocchi

lavorata

porfirica a grana media con evidenti fenosristalli di quarzo

COLORAZIONE

CROMATISMO

ESTRAZIONE

SUPERFICIE

STRUTTURA

rosso, oro grigio, marrone

variegato, mediamente brillante

blocchi, lastre

piano naturale, fiammato, fiammato e patinato

porfirica a grana media con evidenti fenosristalli di quarzo

Gradi di resistenza Grigio Perla

abrasione

imbibizione

gelo

compressione

scivolamento

Grigio Alpi

Rosso Dolomiti

Rosa Antico

Misto Colore

Rosso Camparta

Porfido

Nome petrografico: Riolite

19

CUBETTI E TOZZETTI CITTÀ

ESTERNI

INTERNI

21

LASTRE E PIASTRELLE SUPERFICIE NATURALE

I cubetti in porfido sono elementi da pavimentazione di forma pressoché cubica ottenuti per spaccatura meccanica di lastre a piano cava. Il prodotto si presenta pertanto con superfici naturali ed i lati a spacco. Le diverse tipologie di formato volutamente create per rispettare l’indispensabile correlazione tecnica fra spessori e destinazioni d’uso identificano un prodotto assolutamente eclettico e versatile. La vasta gamma di geometrie di posa tradizionalmente disponibili unita alle varietà cromatiche del colore e alle doti di resistenza e di dure volezza impareggiabili, consentono massima libertà allo spazio creativo nelle scelte progettuali.

Le piastrelle a superficie naturale, che provengono dalla squadratura delle lastre estrattedalla cava, vengono lavorate o mediante compressione meccanica (tranciatura), creando così coste spaccate ortogonalmente al piano o in leggero sottosquadra, o attraverso segagione con CITTÀ ESTERNI INTERNI dischi diamantati, generando lati perfettamente squadrati e regolari. Generalmente le piastrelle sono prodotte con lunghezza a correre. Grazie all’alta resistenza allo scivolamento, sono adatte sia all’utilizzo nelle pavimentazioni pubbliche di piazze, strade e marciapiedi che in quelle private di edifici e giardini. Inoltre, negli spessori minori, le piastrelle possono essere impiegate come materiale di rivestimento di pareti interne ed esterne.

PIANO

PIANO

LATI

naturale

a spacco

naturale

LATI

a spacco

FORMATI STANDARD CUBETTI

FORMATI STANDARD

TOZZETTI TIPO (cm)

SPESSORE (cm)

SPESSORE (cm)

LARGHEZZA (cm)

LUNGHEZZA (cm)

COSTE

4/6

6/8

4/6

3/6

da 10 a 40

a correre

a spacco

6/8

8/10

6/8

5/8

da 10 a 40

a correre

a spacco

8/10

8/10

10/10

4/6

10/12

10/12

10/10

6/8

3/6

da 15 a 40

a correre

segate

12/14

12/14

10/10

8/10

5/8

da 15 a 40

a correre

segate

14/18

14/18

TIPO (cm)

SPESSORE (cm)

4/6 6/8

BINDERI

LASTRAME IRREGOLARE “PALLADIANA” O “ OPUS INCERTUM”

Il bindero, di forma simile ad un parallelepipedo, ha la faccia superiore a piano naturale con lati paralleli e coste tranciate, di norma ortogonali al piano o in leggero sottosquadra. Storicamente utilizzato a contenimento e a delimitazione a raso di pavimentazioni in cubetti e aiuole, il bindero trova ampia diffusione anche come specifico materiale per pavimentazioni che oltre al lato estetico privilegiano la necessità di particolari doti di resistenza, in questo senso le numerose applicazioni in tutta Europa hanno contribuito a consolidare nel tempo il ruolo del bindero come precipuo elemento da pavimentazione che va ad esaltare il contesto ambientale in cui è inserito richiamandolo alle tradizioni del passato.

PIANO

naturale

LATI

CITTÀ

ESTERNI

INTERNI

Ciò che si intende normalmente per palladiana è un lastrame irregolare prove niente direttamente dalla selezione del materiale in cava. Queste lastre, di forma poligonale, presentano superficie naturale, spessore variabile e lati grezzi. Si distinguono in base alle loro dimensioni e CITTÀ ESTERNI INTERNI spessore. Pur essendo un materiale che consente di realizzare soluzioni applicative a basso costo, la palladiana offre la possibilità di plasmare con testi ambientali completamente diversificati conferendo agli stessi notevole valore aggiunto: ambienti montani e marini come cottages e alberghi, cortili privati e vialetti di giardini, parchi e percorsi pubblici, zone di raccordo per piscine all’aperto e aree verdi di sosta. Usate in verticale le lastre irregolari consentono di ottenere rivestimenti e zoccolature funzionali a scopi protettivi e decorativi.

PIANO

a spacco

naturale

FORMATI STANDARD

LATI

a spacco

FORMATI STANDARD

LARGHEZZA (cm) LUNGHEZZA (cm) SPESSORE (cm)

TIPO

LUNGHEZZA (cm) SPESSORE (cm)

10

15/30

5/8

normale

15/30

5/8

10

15/30

8/12

sottile

15/30

8/12

12

15/30

10/15

gigante

15/30

10/15

14

20/30

15/20

gigante sottile

20/30

15/20

Porfido

20

CORDONI CITTÀ ESTERNI INTERNI I cordoni venendo prodotti da lastre piano cava dì spessore elevato, hanno sempre un lato a vista con piano naturale e un lato lavorato. Le lavorazioni possibili della testa vanno dalla più semplice ed economica tranciatura alle più pregiate finiture e sagomature partendo da una superficie segata o lavorata. Il cordone, inoltre, può essere prodotto con diversi raggi di curvatura o con tagli (bocche di lupo) per il deflusso delle acque. Posati verticalmente o a raso i cordoni delimitano i marciapiedi e le aree pavimentate. Posati ad una quota superiore al piano finito vengono utilizzati per contenere gli esuberi del terreno circostante in presenza di aiuole o di piani inclinati. Con determinate lavorazioni si impiegano per il raccordo di gradinate e piani superficiali posti a quote differenti. La vasta gamma di tipologie prodotte soddisfa ampiamente tutte le esigenze applicative d’uso.

TESTA TESTA

LATI

a spacco, segata, fiammata, bocciardata piano cava

LATI

a spacco

23

SMOLLERI, TRANCIATO, FACCIAVISTA Ottenuto dalla tranciatura delle piastrelle, questo prodotto viene usato principalmente per pavimentare superfici in forte pendenza come per esempio le rampe di accesso ai garage. Inoltre, grazie alla sua superficie irregolare, viene utilizzato sia per creare particolari contrasti nel disegno delle superfici, sia per rivestire in modo rustico pilastri, muretti o pareti.

SPESSORE TESTA (cm) ALTEZZA (cm) LUNGHEZZA (cm) 20/25

a correre

6

20/25

a correre

7

20/25

a correre

8

20/25

a correre

10

20/25

a correre

12

20/25

a correre

15

20/25

a correre

PEZZI SPECIALI CITTÀ

ESTERNI

INTERNI

Sotto questa dicitura vengono raggruppati prodotti comevoltatesta per passi carrai (1), canaline (2) e caditoie (3). • 1 I voltatesta vengono ricavati da blocchi mediante segagione, sagomatura e successiva fiammatura dei lati in vista (per minimo 15 cm). Utilizzati quasi sempre in coppia, alle estremità di un passo carraio, raccordano le cordonate alle soglie di accesso, Testa piano cava - Lati segati e fiammati • 2 Le canaline vengono ricavate eia lastre con spessore elevato mediante segagione, sagomatura e successiva bocciardatura del piano creando sulla lunghezza della lastra una concavità di ca. 2 cm per la raccolta dell’acqua piovana. Testa fiammata e concava 2 cm - Lati segati • 3 Le caditoie hanno le lavorazioni delle canaline con l’aggiunta di feritoie per lo smaltimento dell’acqua piovana. Testa fiammata e concava 2 cm con 4 feritoie - Lati segati

FORMATI STANDARD

FORMATI STANDARD - SMOLLERI TIPO

ALTEZZA (cm)

ENTRANZA (cm)

facciavista 8/14

8/14

massimo 12

facciavista 15/20

15/20

massimo 14

spaccatello 8/14

5/8

massimo 10

FORMATI STANDARD - TRANCIATO/FACCIAVISTA

TIPO

DIMENSIONI (cm)

SPESSORE (cm)

voltatesta

40x40 - 50x50

20

TIPO

SPESSORE(cm)

ENTRANZA (cm)

canalina

25xcorrere - 30xcorrere 35xcorrere - 40xcorrere

6

pavimentazione rivestimento

5/8

3/7

facciavista

10

5/8

40x40 - 50x50

6 -8 -10

spaccatello

5/8

15/20

caditoia

INTERNI

I tranciati facciavista sono elementi utilizzati per il rivestimento di muri. La lunghezza è a correre e la profondità (entranza) di norma è variabile tra i 4 ed i 14 cm. Date le loro caratteristiche dimensionali ed estetiche i tranciati vengono per lo più utilizzati per il rivestimento di muri di sostegno, per il contenimento di piccoli terrapieni e per il paramento delle facciate di manufatti edilizi.

Testa a spacco - Lato a vista a spacco - Altri lati piano naturale (o segati)

5

ESTERNI

Testa a spacco - Lati due a spacco, due piano naturale

segati fino ad un’altezza di 15 cm

FORMATI STANDARD

CITTÀ

Porfido

22

Le piastrelle con superficie lavorata, provengono dal taglio dei blocchi estratti dalla cava Camparta e hanno spessori e dimensioni regolari. Le coste sono segate e il piano viene lavorato mediante fiammatura o lasciato a taglio disco per essere rifinito in opera mediante lucidatura o levigatura. CITTÀ ESTERNI INTERNI Le piastrelle con superficie fiammata e a spessore fisso trovano applicazione in contesti residenziali e commerciali di alta qualità. Le capacità del materiale di resistere alle aggressioni prodotte da tutti quegli elementi che normalmente deteriorano le proprietà fisiche, cromatiche ed estetiche fanno si di poterlo utilizzare in ambienti pubblici e privati, dove, vengono richieste caratteristiche di resistenza, antisdrucciolevolezza, funzionalità e planarità. Le piastrelle a superficie levigata da lucidare in opera e destinate al rivestimento di interni particolari offrono invidiabili prestazioni di durevolezza. Piano fiammato, fiammato e patinato - Lati segati

25

PEDATE, BANCALI, COPERTINE CITTÀ

ESTERNI

INTERNI

Questi articoli possono essere a superficie naturale, se ottenuti da lastre a superficie naturale piano cava di vari spessori e dimensioni e a superficie lavorata, se segati da blocco. • A superficie naturale. Tali prodotti possono avere i lati a spacco o i lati segati. I primi si ricavano con tranciatura meccanica e selezionando gli spessori. I secondi vengono invece ottenuti segando le lastre ed CITTÀ ESTERNI INTERNI eseguendo un ulteriore calibratura dei lati visibili in modo da ottenere uno spessore più uniforme. a superficie lavorata • A superficie lavorata. Questi prodotti, al contrario degli articoli a superficie naturale, hanno spessore uniforme (ad esclusione del semilucido); la loro superficie viene lavorata con fiammatura, patinatura, levigatura o lucidatura, in base all’effetto finale desiderato. I lati segati possono essere trattati con la stessa lavorazione del piano ed eventualmente sagomati con profilo a toro e a mezzo toro. I prodotti a superficie e spessori naturali sono indicati per scale esterne, giardini, muretti dove il grado di finitura sia piuttosto rustico e con tolleranze accettabili. I prodotti a superficie naturale, ma con misure rettificate a macchina, si prestano ad efficaci soluzioni applicative per esterni che esaltino le proprietà fisiche del materiale senza alterazione dello stato originario. I prodotti a superficie lavorata, più rifiniti ed elaborati, sono ideali per le applicazioni di alta qualità, sia per uso esterno (per cui si raccomanda il tipo fiammato) che interno (per cui si raccomandano i tipi fiammato, patinato, semilucidato, lucidato ed il levigato).

FORMATI STANDARD PEDATE, BANCALI, COPERTINE A SUPERFICIE NATURALE LAVORAZIONE COSTE LARGHEZZA (cm) LUNGHEZZA (cm)

SPESSORE (cm)

LAVORAZIONI AGGIUNTIVE

tranciate

25, 30, 33

fissa o a correre

3/4

gocciolatoio

tranciate

35, 40

fissa o a correre

4/5

gocciolatoio

segate, calibrate e smussate

da 10 a 40

fissa o a correre

3-4-5-6-7-8

costa retta o toroidale (fiammata, levigata, lucida) e a spacco. Gocciolatoio. Pezzi sagomati

segate, calibrate e a spacco o fiammate

da 10 a 40

fissa o a correre

da 10 a 19

costa sagomata. Pezzi speciali

PEDATE, BANCALI, COPERTINE A SUPERFICIE LAVORATA TESTA

LATI

fiammato, fiammato e patinato

segati

FORMATI STANDARD SPESSORE (cm) LARGHEZZA (cm) LUNGHEZZA (cm) 2-3-4

da 20 a 50

a correre o fissa

LAVORAZIONE PIANO LARGHEZZA (cm) LUNGHEZZA (cm)

SPESSORE (cm)

LAVORAZIONI AGGIUNTIVE

semilucido

da 10 a 40

fissa o a correre

3-4-5-6-8

costa retta o toroidale (levigata, lucida) e a spacco. Gocciolatoio. Pezzi sagomati

fiammate, patinato, levigato e lucido

da 10 a 40

fissa o a correre

2-3-4-5-6-8

costa retta o toroidale (levigata, lucida) e a spacco. Gocciolatoio. Pezzi sagomati

Porfido

LASTRE E PIASTRELLE SUPERFICIE LAVORATA

24

ALZATE Le alzate possono essere a superficie naturale, quando sono ottenute da lastre piano cava di spessore sottile e a superficie lavorata quando sono segate da blocco (ad esclusione del piano semilucido ottenuto da lastre piano cava). Le alzate a superficie naturale, avendo uno spessore variabile, necessitano di particolare attenzione nella lavorazione delle teste a vista, che possono essere calibrate e lavorate come le teste delle pedate. Parte integrante dei gradini, le alzate servono a rivestirne la parte verticale. Di norma alzata e pedata hanno la stessa lavorazione anche se, per ottenere particolari effetti cromatici e visivi, possono essere abbinate finiture diverse.

CITTÀ

ESTERNI

INTERNI

a superficie naturale

CITTÀ

ESTERNI

INTERNI

a superficie lavorata

27

ZOCCOLINO E BATTISCOPA Gli zoccolini a superficie naturale sono ottenuti da lastre piano cava di spessore sottile, ulteriormente segate nello spessore, per ottenere una dimensione di 1,5/2,5 cm. Quelli a superficie lavorata, che vengono invece ricavati da blocco (ad esclusione del piano semilucido che è ottenuto da lastre piano cava), hanno spessore uniforme. Lo zoccolino viene usato come finitura complementare alle pavimentazioni esterne e alle scalinate (abbinato o non per tipologia di materiale e finiture superficiali). Analogamente, come battiscopa, viene usato all’interno di edifici al fine di coprire le imperfezioni delle giunture tra pavimento e muro

CITTÀ

ESTERNI

INTERNI

a superficie naturale

CITTÀ

ESTERNI

INTERNI

FORMATI STANDARD ALZATE SUPERFICIE NATURALE LAVORAZIONE PIANO

ALTEZZA (cm)

LUNGHEZZA (cm)

SPESSORE (cm)

LAVORAZIONI AGGIUNTIVE

naturale

da 8 a 20

fissa o a correre

2,5/3,5

Teste: calibrate, a spacco, scalpellate,levigate, lucide, sagomate

FORMATI STANDARD ZOCCOLINO SUPERFICIE NATURALE ALTEZZA (cm)

LUNGHEZZA (cm)

SPESSORE (cm)

LAVORAZIONE LATO A VISTA

da 8 a 20

a correre

1,5/2,5

bisellato

ALZATE SUPERFICIE LAVORATA LAVORAZIONE PIANO

ALTEZZA (cm)

LUNGHEZZA (cm)

SPESSORE (cm)

LAVORAZIONI AGGIUNTIVE

semilucido

da 8 a 20

fissa o a correre

2,5/3,5

Teste: calibrate, levigate, lucide, sagomate

semilucid, fiammato, patinato, levigato o lucido

da 8 a 20

fissa o a correre

2

Teste: spacco, scalpellate, fiammate, levigate, lucide, sagomate

ZOCCOLINO SUPERFICIE LAVORATA ALTEZZA (cm)

LUNGHEZZA (cm)

SPESSORE (cm)

LAVORAZIONE LATO A VISTA

da 8 a 20

fissa o a correre

1,5

Piano: semilucido, fiammato, patinato, levigato, lucido. Lato a vista: bisellato fiammato

Porfido

26

28

Granito

29

Nome petrografico: Granodiorite (granito nel caso del Granito Rosso Manga Recife)

I

l granito è una roccia ignea intrusiva, risultato del lento raffreddamento di magma (cioè masse fluide di origine vulcanica) nella profondità della crosta terrestre. Solidificato a pressione e temperatura altissime, questo tipo di pietra presenta una struttura mollo compatta e completamente olocristallina Il suo nome deriva dal latino granum (a grani), con chiaro riferimento proprio alla struttura olocristallina. Il granito è classificato tramite il diagramma OAPF, nel quale si colloca nel campo delle rocce soprassature , ossia con contenuti di quarzo compresi tra i 12% e il 60%. Gli altri minerali fondamentali presenti sono feldspati (ortoclasio. sanidino e microclino), plagioclasio e miche. Derivando da un magma acido, cioè con un contenuto di silice superiore al 65%, il granito è una roccia acida o sialica, come si evince anche dalla ricca presenza di silicio e alluminio.

Gradi di resistenza

abrasione

imbibizione

gelo

compressione

Grigio Pechino

Bianco Kindia

Nero Namib

Giallo Ghana

scivolamento

Rosa Dheli

Manga Recife

COLORAZIONE

CROMATISMO

ESTRAZIONE

SUPERFICIE

grigio

omogeneo, mediamente brillante

blocchi

lavorata, a spacco olocristallina a grana (cubetti, binderi) medio fine.

STRUTTURA

COLORAZIONE

CROMATISMO

ESTRAZIONE

SUPERFICIE

grigio

omogeneo, mediamente brillante

blocchi

a spacco (cubetti, olocristallina a grana binderi e cordoli) fine; generalmente equigranulare

COLORAZIONE

CROMATISMO

ESTRAZIONE

SUPERFICIE

pepe e sale a prevalenza bianca

variegato, mediamente brillante

blocchi

lavorata, a spacco olocristallina a grana medio fine; generalmente equigranulare

COLORAZIONE

CROMATISMO

ESTRAZIONE

SUPERFICIE

nero

omogeneo, mediamente brillante

lastre

lavorata, a spacco olocristallina a (cubetti e binderi) grana medio fine; generalmente equigranulare

COLORAZIONE

CROMATISMO

ESTRAZIONE

SUPERFICIE

giallo

varie tonalità, mediamente brillante

blocchi

lavorata, a spacco olocristallina a (cubetti e binderi) grana medio fine; generalmente equigranulare

COLORAZIONE

CROMATISMO

ESTRAZIONE

SUPERFICIE

rosa

omogeneo, mediamente brillante

blocchi

lavorata, a spacco olocristallina a (cubetti e binderi) grana medio fine; generalmente equigranulare

COLORAZIONE

CROMATISMO

ESTRAZIONE

SUPERFICIE

rosa

omogeneo, mediamente brillante

piccoli blocchi

olocristallina a grana a spacco (cubetti e binderi) medio fine

STRUTTURA

STRUTTURA

Granito

Grigio Aruba

STRUTTURA

STRUTTURA

STRUTTURA

STRUTTURA

29

CUBETTI E TOZZETTI I cubetti in granito sono elementi da pavimentazione di forma pressoché cubica ottenuti per spaccatura meccanica di tutte le facce. Vengono prodotti in diversi formali e spessori. Le diverse tipologie di formalo, di spessore e di colore, ne fanno un prodotto eclettico che si adatta alle varie esigenze d’uso. Inoltre l’ampia gamma di disegni di posa garantisce massima libertà nelle scelte estetico-progettuali. Viene consigliato, in abbinamento ad altre pietre naturali, per creare contrasti cromatici e di finitura superficiale. Nelle rampe e comunque lungo le superlici in forte pendenza il cubetto di granito esalta le sue intrinseche ed indiscutibili qualità di antisdrucciolevolezza

CITTÀ

ESTERNI

INTERNI

PIANO a spacco LATI a spacco COLORI DISPONIBILI (cubetti) Grigio Aruba, Grigio Pechino, Rosso Manga, Nero Namib, Giallo Ghana, Rosso FORMATI STANDARD CUBETTI TOZZETTI TIPO (cm)

SPESSORE (cm)

TIPO (cm)

SPESSORE (cm)

4/6

4/6

10/10

4/6

6/8

6/8

10/10

6/8

8/10

8/10

9/11

9/11

11/13

11/13

PIANO

a spacco LATI a spacco

SPESSORE (cm)

CITTÀ

ESTERNI

Nero Namib, Giallo Ghana, Rosso Manga Recife

LARGHEZZA (cm) LUNGHEZZA (cm) SPESSORE (cm) 10

a correre

5/8

10

a correre

8/12

10

a correre

10/15

12

a correre

5/8

12

a correre

10/15

Le piastrelle in granito. provenienti dalla segagione dei blocchi, hanno il piano lavorato ed i lati segati. perfettamente squadrati e regolari ed eventualmente rifiniti a spacco per rendere il prodotto più grezzo. La superficie si presta a molteplici lavorazioni, da quella più grezza (3 punta) a quella più pregiala (lucida). Il prodotto, visti gli alti gradi di resistenza e le tipologie diverse di finitura superficiale e di colore, ha un utilizzo ottimale nelle pavimentazioni esterne, sia carrabili che pedonali. Viene inoltre consigliato, in abbinamento ad altre pietre naturali, per creare contrasti cromatici. Il materiale è poi perfetto per la creazione di fasce e campiture ornamentali ave ci si prefiggano grandi effetti estetici.

FORMATI STANDARD

COLORI DISPONIBILI (cubetti) Grigio Aruba, Grigio Pechino, Rosso Manga,

FORMATI STANDARD

LASTRE E PIASTRELLE SUPERFICIE NATURALE CITTÀ

ESTERNI

INTERNI

CITTÀ

ESTERNI

INTERNI

PIANO bocciardato, fiammato, spazzolato, sabbiato, lucidato, levigato LATI segati o a spacco COLORI DISPONIBILI (cubetti) Grigio Aruba, Bianco Kindia, Nero Namib, Giallo Ghana, Rosa Dheli

BINDERI Il bindero in granito, di forma simile ad un parallelepipedo, ha la faccia superiore a spacco con lati paralleli e coste tranciate di norma ortogonali al piano o in leggero sottosquadra. Prodotto estremamente versatile il bindero in granito viene utilizzato sia per il contenimento e la delimitazione di pavimentazioni. piazzali ecigli stradali sia per la segnalazione a raso di aree di sosta, piste ciclabili, strisce pedonali e comunque ogni qualvolta sia necessario creare fasce di contrasto odi demarcazione lungo percorsi pedonali o carrabili. Utile l’abbinamento ad altri prodotti dello stesso materiale o ad altre pietre. in modo da ottenere un ampia varietà estetica, In alcuni casi il bindero di granito è funzionale alla formazione di aiuole e spartitraffico o al rivestimento di muretti e gradinate.

31

INTERNI

DIMENSIONI (cm)

COSTE

4/5

30x60

a spacco

6/7

30x60 - 40x80 - 50x100

a spacco

8/9

50x100

a spacco

10/11

50x100

a spacco

12/13

50x100

a spacco

2

30x60 - 40x40

segate

3

30x60 - 40x40

segate

4

30x60 - 40x40

segate

6

40x80

segate

8

50x100

segate

10

50x100

segate

12

50x100

segate

Granito

30

CORDONI CITTÀ

ESTERNI

INTERNI

I cordoni in granito vengono prodotti da blocco. Si distinguono in varie tipologie a seconda della lavorazione della lesta ed il fianco in vista e principalmente: bocciardatura fine su piano segato o bocciardatura su piano a spacco. Il cordone può essere prodotto con diversi raggi di curvatura o con tagli (bocche di lupo) utilizzati per il deflusso delle acque. Posati verticalmente i cordoni vengono impiegati per la formazione di marciapiedi, aiuole e per la delimitazione di aree pavimentate. Utilizzati come alzata di collegamento fra i vari piani di calpestio lungo una scala a gradoni il risultato estetico ottenuto viene esaltato e valorizzato dal contemporaneo significato funzionale che facilita la visione del cambio di livello con enormi vantaggi per la deambulazione pedonale. Possono essere abbinati ad altri prodotti dello stesso materiale o associati ad altre pietre permettendo un’ampia libertà di scelta estetica.

TESTA segata e bocciardata fine LATO A VISTA segato e bocciardato fine ALTRI LATI segati TESTA a spacco e bocciardata LATO A VISTA a spacco e bocciardato ALTRI LATI a spacco COLORI DISPONIBILI Grigio Aruba, Bianco Kindia, Nero Namib, Giallo Ghana, Rosa Dheli

33

PEZZI SPECIALI

FORMATI STANDARD SPESSORE TESTA (cm) ALTEZZA (cm) LUNGHEZZA (cm)

CITTÀ

ESTERNI

INTERNI

CITTÀ

ESTERNI

INTERNI

Sotto questa dicitura vengono raggruppali prodotti come voltatesta per passi carrai (1), canali ne (2) e caditoie (3). • 1 I voltatesta vengono ricavati da blocchi mediante segagione, sagomatura e successiva fiammatura dei lati in vista (per minimo 15 cm). Utilizzati Quasi sempre in coppia, alle estremità di un passo carraio, raccordano le cordonate alle soglie di accesso. Piano bocciardato - Lati segati • 2 Le canaline vengono ricavate da lastre con spessore elevato mediante segagione, sagomatura e successiva bocciardatura del piano creando sulla lunghezza della lastra una concavità di ca. 2 cm per la raccolta dell’acqua piovana. Piano bocciardato e concavo 3 cm - Lati segati • 3 Le caditoie hanno le lavorazioni delle canaline con l’aggiunta di feritoie per lo smaltimento dell’acqua piovana. Piano bocciardato con 3 feritoie - Lati segati Colori disponibili Grigio Aruba, Bianco Kindia, Nero Namib, Giallo Ghana, Rosa Dheli

FORMATI STANDARD SMUSSO

BOCCIARDATURA

TIPO (cm)

DIMENSIONI (cm)

SPESSORE (cm)

40x40 50x50

20

8

20

50 o 100

arrotondato

media

Voltatesta

10

25

100

arrotondato

media

canalina

40x100 50x100

10

caditoia

40x40 50x50

10

12

25

50 o 100

arrotondato

media

12

15

100

no

media

15

15

100

no

media

14

25

100

arrotondato

media

15

25

50 o 100

arrotondato

media

20

25

100

arrotondato

media

30

25

100

arrotondato

media

8

20

100

arrotondato

fine

10

15

100

arrotondato

fine

12

25

100

arrotondato

fine

15

25

100

arrotondato

fine

30

25

100

arrotondato

fine

ALZATE Nelle alzate a superficie il piano e le eventuali teste a vista possono essere fiammati, patinali, levigati o lucidi. Parte integrante dei gradini, le alzate servono a rivestirne la parte verticale. Di norma alzata e pedata hanno la stessa lavorazione anche se, per ottenere particolari effetti cromatici e visivi. possono essere abbinale finiture superficiali diverse.

PIANO fiammato, patinato, levigato, lucido LATI segati COLORI DISPONIBILI Grigio Aruba, Bianco Kindia, Nero Namib, Giallo Ghana, Rosa Dheli FORMATI STANDARD ALZATE SUPERFICIE NATURALE ALTEZZA (cm)

LUNGHEZZA (cm)

SPESSORE (cm)

LAVORAZIONI AGGIUNTIVE

da 8 a 20

fissa o a correre

2

Teste: fiammate, lucide, levigate

Granito

32

PEDATE, BANCALI, COPERTINE CITTÀ

ESTERNI

INTERNI

I cordoni in granito vengono prodotti da blocco. Si distinguono in varie tipologie a seconda della lavorazione della lesta ed il fianco in vista e principalmente: bocciardatura fine su piano segato o bocciardatura su piano a spacco. Il cordone può essere prodotto con diversi raggi di curvatura o con tagli (bocche di lupo) utilizzati per il deflusso delle acque. Posati verticalmente i cordoni vengono impiegati per la formazione di marciapiedi, aiuole e per la delimitazione di aree pavimentate. Utilizzati come alzata di collegamento fra i vari piani di calpestio lungo una scala a gradoni il risultato estetico ottenuto viene esaltato e valorizzato dal contemporaneo significato funzionale che facilita la visione del cambio di livello con enormi vantaggi per la deambulazione pedonale. Possono essere abbinati ad altri prodotti dello stesso materiale o associati ad altre pietre permettendo un’ampia libertà di scelta estetica.

35

ZOCCOLINO E BATTISCOPA CITTÀ

TESTA segata e bocciardata fine LATO A VISTA segato e bocciardato fine ALTRI LATI segati TESTA a spacco e bocciardata LATO A VISTA a spacco e bocciardato ALTRI LATI a spacco COLORI DISPONIBILI Grigio Aruba, Bianco Kindia, Nero Namib, Giallo Ghana, Rosa Dheli FORMATI STANDARD LARGHEZZA (cm) LUNGHEZZA (cm)

SPESSORE (cm)

LAVORAZIONI AGGIUNTIVE

25

120

4

costa retta o toroidale (levigata, lucida), bocciardata, fiammata, fiammata e patinata. Gocciolatoio. Pezzi sagomati

30

120

4

costa retta o toroidale (levigata, lucida), bocciardata, fiammata, fiammata e patinata. Gocciolatoio. Pezzi sagomati

33

120

4

costa retta o toroidale (levigata, lucida), bocciardata, fiammata, fiammata e patinata. Gocciolatoio. Pezzi sagomati

35

120

4

costa retta o toroidale (levigata, lucida), bocciardata, fiammata, fiammata e patinata. Gocciolatoio. Pezzi sagomati

40

120

4

costa retta o toroidale (levigata, lucida), bocciardata, fiammata, fiammata e patinata. Gocciolatoio. Pezzi sagomati

ESTERNI

INTERNI

Gli zoccolini a superficie lavorata, che vengono invece ricavati da blocco, hanno spessore uniforme: la finitura del piano e delle eventuali parti a vista può essere fiammata, patinata, levigata o lucida. Lo zoccolino viene usato come finitura complementare alle pavimentazioni esterne e alle scalinate (abbinato o non per tipologia di materiale e finiture superficiali). Analogamente. come battiscopa, viene usato all’interno di edifici al fine di coprire le imperfezioni delle giunture Ira pavimento e muro.

Granito

34

PIANO fiammato, patinato, levigato, lucido LATI segati COLORI DISPONIBILI Grigio Aruba, Bianco Kindia, Nero Namib, Giallo Ghana, Rosa Dheli FORMATI STANDARD ZOCCOLINO SUPERFICIE LAVORATA ALTEZZA (cm)

LUNGHEZZA (cm)

SPESSORE (cm)

LAVORAZIONE LATO A VISTA

da 8 a 20

a correre

1,5

Lato a vista: bisellato, fiammato

36

Quarzarenaria

37

Grigio Tulum

L

a quarzoarenaria o arenaria Quarzifera è una roccia di origine sedimentaria a componente quarzifera, con elevato contenuto di Quarzo. Proprio il Quarzo conferisce a questa pietra le caratteristiche di compattezza e durezza che la fanno apprezzare nell’edilizia. Mentre l’origine sedimentaria spiega la scabrosità del piano naturale.

Beige Togo

Giallo Panama

Gradi di resistenza

abrasione

imbibizione

gelo

compressione

Giallo Belize

scivolamento

Misto Modak

COLORAZIONE

CROMATISMO

ESTRAZIONE

SUPERFICIE

STRUTTURA

grigio chiaro

omogeneo, brillante

lastre

piano naturale, piano lavorato

isotropa, a parte qualche rara laminazione interna; grana medio fine

COLORAZIONE

CROMATISMO

ESTRAZIONE

SUPERFICIE

STRUTTURA

beige

sfumato chiaro/scuro, brillante

lastre

piano naturale, piano lavorato

isotropa, a parte qualche rara laminazione interna; grana medio fine

COLORAZIONE

CROMATISMO

ESTRAZIONE

SUPERFICIE

STRUTTURA

giallo-beige

omogeneo

lastre

piano naturale, piano lavorato

isotropa, a parte qualche rara laminazione interna; grana medio fine

COLORAZIONE

CROMATISMO

ESTRAZIONE

SUPERFICIE

STRUTTURA

giallo chiaro

sfumato chiaro/scuro, brillante

lastre

piano naturale, piano lavorato

isotropa, a parte qualche rara laminazione interna; grana medio fine

COLORAZIONE

CROMATISMO

ESTRAZIONE

SUPERFICIE

STRUTTURA

rosso bourdex

variegato brillante

lastre

piano naturale, piano lavorato

isotropa, a parte qualche rara laminazione interna; grana medio fine

Quarzoarenaria

Nome petrografico: quarzite

37

CUBETTI E TOZZETTI CITTÀ

ESTERNI

INTERNI

l cubetti di quarzo arenaria sono elementi da pavimentazione di forma pressochè cubica ottenuti per spaccatura meccanica di lastre con piano naturale. Il prodotto si presenta, pertanto, con due superfici naturali e di lati il spacco. Vengono prodotti in diversi formali e spessori. I cubetti di quarzo arenaria, visti gli alti gradi di resistenza, hanno un utilizzo animale nelle pavimentazioni esterne sia carrabili che pedonali. L’ampia gamma di disegni di posa garantisce massima libertà nelle scelte estetico-progettuali

PIANO naturale LATI a spacco COLORI DISPONIBILI (cubetti e tozzetti) Grigio Tulum, Beige Togo, Giallo Panama, Giallo Belize, Misto Modak

39

LASTRE E PIASTRELLE SUPERFICIE NATURALE Le piastrelle di quarzoarenaria provengono dalla squadratura mediante tranciatura di lastre a superficie naturale, in modo da creare così coste spaccate ortogonalmente al piano o in leggero sottosquadra. Possono tuttavia essere prodolle anche con coste segate. Generalmente queste piastrelle sono a misura fissa. Le piastrelle a superficie naturale, grazie agli alti gradi di resistenza e un piano di calpestio perfettamente antiscivolo. Sono adatte all’utilizzo sia nelle pavimentazioni pubbliche di piazze. strade e marciapiedi che in quelle private di edifici e giardini. Per l’uniformità di cromia e un piano naturale omogeneo la Quarzo arenaria trova sempre maggior impiego anche nelle moderne soluzioni estetico-progettuali.

CITTÀ

ESTERNI

PIANO naturale LATI a spacco o segati COLORI DISPONIBILI (cubetti e tozzetti) Grigio Tulum, Beige Togo, Giallo Panama, Giallo Belize, Misto Modak FORMATI STANDARD CUBETTI

TOZZETTI

TIPO (cm)

SPESSORE (cm)

TIPO (cm)

SPESSORE (cm)

8/10

8/10

10/10

6/8

12/12

8/9

15/15

8/9

BINDERI

CITTÀ

ESTERNI

INTERNI

Il bindero in quarzo arenaria, di forma simile ad un parallelepipedo, ha la faccia superiore a spacco con lati paralleli e coste tranciate di norma ortogonali al piano o in leggero Sottosquadra, Prodotto estremamente versatile il bindero in quarzoarenaria viene utilizzato sia per il contenimento e la delimitazione di pavimentazioni, piazzali e cigli stradali sia per la segnalazione a raso di aree di sosta, piste ciclabili. strisce pedonali e comunque ogni qualvolta sia necessario creare fasce di contrasto odi demarcazione lungo percorsi pedonali o carrabili. Utile l’abbinamento ad altri prodotti dello stesso materialeo ad altre pietre, in modo da ottenere un ampia varietà estetica. In alcuni casi il bindero in quarzo arenaria è funzionale alla formazione di aiuole e spartitraffico o al rivestimento di muretti e gradinate

PIANO a spacco LATI a spacco COLORI DISPONIBILI (cubetti) Grigio Tulum, Beige Togo, Giallo Panama, Giallo Belize, Misto Modak FORMATI STANDARD LARGHEZZA (cm) LUNGHEZZA (cm) SPESSORE (cm) 10

a correre

5/8

10

a correre

8/10

12

a correre

8/10

FORMATI STANDARD SPESSORE (cm)

DIMENSIONI (cm)

COSTE

2,5/3,5

20x40 - 30x60 - 40x80 - 40x40

a spacco

4/6

20x40 - 30x60 - 40x80 - 40x40

a spacco

2

20x40 - 30x60 - 40x40 - 56x56

segate

4

20x40 - 30x60 - 40x40 - 56x56

segate

INTERNI

Quarzoarenaria

38

LASTRAME IRREGOLARE “PALLADIANA” O “ OPUS INCERTUM” CITTÀ

ESTERNI

INTERNI

41

PEDATE, BANCALI, COPERTINE Questi prodotti in quarzoarenaria hanno di norma il piano naturale, ma lo spessore uniforme; la loro superlicie può essere lavorata in base all’effetto finale desiderato. I lati possono essere trattati con la stessa lavorazione del piano ed eventualmente sagomati con profilo a toro e a mezzo toro. I prodotti a superficie lavorata, sono ideali per le applicazioni di alta qualità. sia per uso esterno che interno.

INTERNI

CITTÀ

ESTERNI

INTERNI

FORMATI STANDARD LARGHEZZA (cm) LUNGHEZZA (cm)

FORMATI STANDARD

25

DIAGONALE MEDIA(cm) SPESSORE (cm)

120

SPESSORE (cm) 4

30

120

4

33

120

4

normali

20

2,5/3,5

35

120

4

gigante

40

4/6

40

120

4

LASTRE E PIASTRELLE SUPERFICIE LAVORATA

ALZATE

Le piastrelle in Quarzoarenaria con piano lavorato presentano la possibilità di diverse finiture della superficie: sabbiata,patinata. levigata. lucidata. Il prodotto, visti gli alti gradi di resistenza e le tipologie diverse di finitura superficiale e di colore. ha un utilizzo ottimale nelle pavimentazioni esterne, sia carrabili che pedonali. Viene inoltre consigliato. in abbinamento ad altre pietre naturali, per creare contrasti cromatici. Il materiale è poi perfetto per la creazione di fasce e campiture ornamentali ove ci si prefiggano grandi effetti estetici.

Le alzate in quarzoarenaria hanno di norma il piano naturale, ma lo spessore uniforme; la loro superficie può essere lavorata in base all’effetto finale desiderato. I lati sono solitamente segati. Parte integrante dei gradini, le alzate servono a rivestirne la parte verticale. Di norma alzata e pedata hanno la stessa lavorazjone anche se, per ottenere particolari effetti cromatici e visivi. possono essere abbinate finiture superficiali diverse.

CITTÀ

PIANO sabbiato, levigato, patinato, lucidato LATI segato COLORI DISPONIBILI (cubetti) Grigio Tulum, Beige Togo, Giallo Panama, Giallo Belize, Misto Modak FORMATI STANDARD

ESTERNI

PIANO naturale LATI spacco PIANO naturale e patinato, sabbiato e patinato, levigato, lucidato LATI segate, sabbiate, sabbiate e patinate, toro, mezzo toro COLORI DISPONIBILI Grigio Tulum, Beige Togo, Giallo Panama, Giallo Belize, Misto Modak

PIANO naturale LATI a spacco COLORI DISPONIBILI (cubetti e tozzetti) Grigio Tulum, Beige Togo, Giallo Panama, Giallo Belize, Misto Modak

TIPO

CITTÀ

ESTERNI

Quarzoarenaria

Ciò che si intende normalmente per palladiana è un lastrame irregolare proveniente direttamente dalla selezione del materiale in cava. Queste lastre, di forma poligonale, presentano superficie naturale, spessore variabile e lati grezzi. Si distinguono in base alle loro dimensioni e spessore. Pur essendo un materiale che consente di realizzare soluzioni applicative a basso costo, la palladiana offre la possibilità di plasmare contesti ambientali completamente diversificati conferendo agli stessi notevole valore aggiunto: ambienti montani e marini come cottages e alberghi, cortili privati e vialetti di giardini, parchi e percorsi pubblici, zone di raccordo per piscine all’aperto e aree verdi di sosta. Usate in verticale le lastre irregolari consentono di ottenere rivestimenti e zoccolature funzionali a scopi protettivi e decorativi.

40

INTERNI

PIANO naturale, naturale e patinato, sabbiato e patinato, levigato, lucidato LATI segati COLORI DISPONIBILI Grigio Tulum, Beige Togo, Giallo Panama, Giallo Belize, Misto Modak FORMATI STANDARD ALTEZZA (cm)

LUNGHEZZA (cm)

SPESSORE (cm)

10

50

1,5

50

1,5

SPESSORE (cm)

DIMENSIONI (cm)

12

2

20x20 - 20x40 - 30x30 - 30x60 40x40 - 50x50 - 60x60

13

50

1,5

15

50

1,5

42

ZOCCOLINO E BATTISCOPA CITTÀ

ESTERNI

INTERNI

Quarzoarenaria

Gli zoccolini in Quarzoarenaria hanno di norma il piano naturale, ma lo spessore uniforme; la loro superficie può essere lavorata in base all’effetto finale desiderato. I lati sono solitamente segati. Parte integrante dei gradini, le alzate servono a rivestirne la parte verticale. Di norma alzata e pedata hanno la stessa lavorazione anche se, per ottenere particolari effetti cromatici e visivi, possono essere abbinate finiture superficiali diverse.

43

PIANO naturale, naturale e patinato, sabbiato e patinato, levigato, lucidato LATI segati COLORI DISPONIBILI Grigio Tulum, Beige Togo, Giallo Panama, Giallo Belize, Misto Modak FORMATI STANDARD ALTEZZA (cm)

LUNGHEZZA (cm)

SPESSORE (cm)

10

50

1,5

12

50

1,5

13

50

1,5

15

50

1,5

44

Basalto

45

Nome petrografico: basalto Grigio Laos

I

l basalto è una roccia effusiva di origine vulcanica, risultato dalla fuoriuscita di magma dalla litosfera. La riduzione di pressione e il rapido raffreddamento a contatto con l’atmosfera terrestre hanno arrestalo il processo di cristallizzazione, conferendo a questa pietra una struttura mollo compatta con pasta microcristallina di colore scuro o nero con un contenuto di silice relativamente basso. Il colore scuro deriva dalle caratteristiche del magma ultrabasico da cui si è originato. Il basalto è formalo principalmente da silicati di ferro e magnesio. plagioclasio calcico e pirosseni.

Nero Gabon

COLORAZIONE

CROMATISMO

ESTRAZIONE

SUPERFICIE

STRUTTURA

grigio

omogeneo

blocchi

a spacco, lavorata

grana fine

COLORAZIONE

CROMATISMO

ESTRAZIONE

SUPERFICIE

STRUTTURA

nero

omogeneo

blocchi

a spacco, lavorata

grana fine

Basalto

Gradi di resistenza

abrasione

imbibizione

gelo

compressione

scivolamento

45

46

CUBETTI E TOZZETTI CITTÀ

ESTERNI

INTERNI

47

LASTRE E PIASTRELLE SUPERFICIE LAVORATA

I cubetti in basalto sono elementi da pavimentazione di forma pressoché cubica ottenuti per spaccatura meccanica di tutte le facce. Vengono prodotti in diversi formali e spessori. Il cubetto in basalto presenta una superlicie a spacco leggermente ondulata pur mantenendo il suo colore originale. Viene consigliato, in abbinamento ad altre pietre naturali, per creare contrasti cromatici e di finitura superficiale.

Le piastrelle in basalto vengono ricavate da blocchi e si presentano con superficie lavorata e i lati segali, perfettamente squadrati e regolari. I vari tipi di lavorazione variano leggermente il cromatismo originale. Le piastrelle in basalto, visti gli alti gradi di resistenza, hanno un utilizzo ottimale nelle pavimentazioni esterne sia carrabili che pedonali. Vengono inoltre consigliate in abbinamento ad altre pietre naturali, per creare forti contrasti cromatici.

PIANO a spacco LATI a spacco COLORI DISPONIBILI Grigio Laos, Nero Gabon

PIANO bocciardato, fiammato, puntillo, fiammato e patinato, fiammato e rigato, graffiato, rigato a puntillo, lucido, levigato

CITTÀ

ESTERNI

INTERNI

LATI segati COLORI DISPONIBILI Grigio Laos, Nero Gabon FORMATI STANDARD

FORMATI STANDARD

TOZZETTI

TIPO (cm)

SPESSORE (cm)

TIPO (cm)

SPESSORE (cm)

6/8

6/8

6/6

5/7

8/10

8/10

8/8

8/10

10/10

4/6

10/10

6/8

12/12

7/9

15/15

6/8

SPESSORE (cm)

DIMENSIONI (cm)

2

30x60 - 40x40

3

30x60

4

30x60 - 40x70

5

40x70 - 50x70

7

40x70

Basalto

CUBETTI

PEZZI SPECIALI

BINDERI CITTÀ

ESTERNI

INTERNI

Il bindero in basalto, di forma simile ad un parallelepipedo. ha la faccia superiore a spacco con lati paralleli e coste tranciate,di norma ortogonali al piano o in leggero sottosquadra. Viene utilizzato a contenimento e a delimitazione a raso di pavimentazioni in cubetti e aiuole; il bindero trova inoltre ampia diffusione anche come specifico materiale per pavimentazioni che oltre al lato estetico privilegiano la necessità di particolari doti di resistenza.

Sotto questa dicitura vengono raggruppati prodotti come canaline (1) e caditoie (2). • 1 le canaline vengono ricavate da lastre con spessore elevato mediante segagione, sagomatura e successiva bocciardatura del piano creando sulla lunghezza della lastra la concavità desiderata per la raccolta dell’acqua piovana.

Piano bocciardato, fiammato, a puntillo e concavo cm - Lati segati •

PIANO a spacco LATI a spacco COLORI DISPONIBILI (cubetti) Grigio Laos, Nero Gabon

2 Le caditoie hanno le lavorazioni delle canali ne con l’aggiunta di feritoie per lo smaltimento dell’acqua piovana.

Piano bocciardato, fiammato, a puntiIlo con 4 feritoie - Lati segati Colori disponibili Grigio Laos

FORMATI STANDARD LARGHEZZA (cm) LUNGHEZZA (cm) SPESSORE (cm) 10

a correre

FORMATI STANDARD

5/8

TIPO

DIMENSIONI (cm)

SPESSORE (cm)

40x80 - 50x80

6-8

40x40 - 50x50

6-8

10

a correre

8/10

canalina

12

a correre

8/10

caditoia

CITTÀ

ESTERNI

INTERNI

48

CORDONI CITTÀ

ESTERNI

49

INTERNI

Basalto

I cordoni in basalto vengono prodotti da blocco. la principale lavorazione proposta è la bocciardatura su lati segati con smussatura, ma sono possibili anche finiture diverse. I cordoni in basalto si possono ottenere anche da spaccatura meccanica,con finiture a puntillo o rigatura. Il cordone può essere prodotto con diversi raggi di curvatura o con tagli (bocche di lupo) utilizzati per il deflusso delle acque. Posati verticalmente i cordoni vengono impiegali per la formazione di marciapiedi,aiuole e per la delimitazione di aree pavimentate. Utilizzati come alzala di collegamento Ira i vari piani di calpestio lungo una scala a gradoni il risultato estetico ottenuto viene esaltato e valorizzato dal contemporaneo significato funzionale che facilita la visione del cambio di livello con enormi vantaggi per la deambulazione pedonale. Possono essere abbinati ad altri prodotti dello stesso materiale o associati ad altre pietre permettendo un’ampia libertà di scelta estetica.

TESTA segata e bocciardata, fiammata, fiammata e patinata, fiammata e rigata a puntillo, graffiata LATO A VISTA segato e lavorato come la testa ALTRI LATI segati TESTA a spacco, a spacco e lavorata a puntillo LATO A VISTA a spacco, a spacco e lavorata a puntillo ALTRI LATI segati COLORI DISPONIBILI Grigio Laos, Nero Gabon FORMATI STANDARD SPESSORE TESTA (cm) ALTEZZA (cm) LUNGHEZZA (cm) 8

20

a correre

10

25

a correre

12

25

a correre

15

25

a correre

30

20

a correre

50

Quarzite

51

Nome petrografico: quarzite Chiara Bahia

Giallo Jamila

Rosa Nadira

CROMATISMO

ESTRAZIONE

SUPERFICIE

STRUTTURA

bianco

omogeneo, brillante

lastre

piano naturale

a laminazioni sottili, grana fine

COLORAZIONE

CROMATISMO

ESTRAZIONE

SUPERFICIE

STRUTTURA

giallo, rosato

variegato, brillante

lastre

piano naturale

a laminazioni sottili, grana fine

COLORAZIONE

CROMATISMO

ESTRAZIONE

SUPERFICIE

STRUTTURA

rosa

variegato, brillante

lastre

piano naturale

a laminazioni sottili, grana fine

Gradi di resistenza

abrasione

imbibizione

gelo

compressione

scivolamento

Quarzite

L

a Quarzite è una roccia metamorfica la cui genesi deriva da un metamorfismo regionale e la cui roccia di origine è la Quarzoarenaria. Si distingue per la brillantezza dei suoi colori, impreziositi dai riflessi argentati delle miche.

COLORAZIONE

51

52

CORDONI CITTÀ

ESTERNI

INTERNI

I cubetti di quarzite sono elementi da pavimentazione di forma pressoché cubica ottenuti per spaccatura meccanica di lastre con piano naturale. Il prodotto si presenta, pertanto, con due superfici naturali ed i lati a spacco. La colorazione mista di cubetti e tozzetti garantisce massima libertà nelle scelte estetico-progettuali anche con l’accostamento ad altri materiali. La destinazione finale è comunque prettamente pedonale.

PIANO naturale LATI a spacco COLORI DISPONIBILI colori misti

53

LASTRE E PIASTRELLE SUPERFICIE NATURALE Ciò che si intende normalmente per opus è un lastrame irregolare proveniente direttamente dalla selezione del materiale in cava. Queste lastre, di forma poligonale, presentano superficie naturale, spessore variabile e lati grezzi. Si distinguono in base alle loro dimensioni e CITTÀ ESTERNI INTERNI spessore. La palladiana di quarzite, per la sua uniformità superficiale, per il fascino dei suoi colori e per gli alti gradi di resistenza, è un materiale pregiato indicato per Qualunque tipo di utilizzo sia negli interni che negli esterni poiché garantisce effettisorprendenti quando irradiato da diversi gradi di illuminazione. Assolutamente versatile è poi materiale complementare per arricchire qualsiasi opera pubblica, commerciale e residenziale.

FORMATI STANDARD CUBETTI

TOZZETTI

TIPO (cm)

SPESSORE (cm)

TIPO (cm)

SPESSORE (cm)

4/6

4/6

4/6

2,5/4

6/8

2,5/4

8/10

2,5/4

10/10

2,5/3,5

PIANO naturale LATI a spacco o segati COLORI DISPONIBILI Chiara Bahia, Giallo Jamila, Rosa Nadira FORMATI STANDARD

I tranciati facciavista sono elementi utilizzati per il rivestimento di muri. Hanno la faccia a vista e le due teste tranciate mentre i piani di appoggio sono piano cava. la lunghezza è a correre e la profondità (entranza) di norma è variabile tra i 4 e di 16cm. Date le loro caratteristiche dimensionali ed estetiche i tranciati vengono per lo più utilizzati per il rivestimento di muri di sostegno, per il contenimento di piccoli terrapieni eper il paramento delle facciale di manufatti edilizi. I cromatismi della quarzite, inoltre, li rendono perfetti anche per il rivestimento di muri interni, in qualsiasi tipo di ambiente.

PIANO a spacco LATI a spacco COLORI DISPONIBILI (cubetti) Colori Misti FORMATI STANDARD - SMOLLERI ENTRANZA (cm)

SPESSORE (cm)

LUNGHEZZA (cm)

5/7

3/5

a correre

5/7

5/8

a correre

4/6

4/10

a correre

10/15

6/8

a correre

CITTÀ

ESTERNI

DIMENSIONI (cm)

COSTE

2,5/4

20x40 - 25x50 - 30x60 40x60 - 40x40 - 50x50 60x60

a spacco

1,3/2,5

17x37 22x47 27x57 37x37 47x47 57x57

segate

Quarzite

SMOLLERI, TRANCIATO, FACCIAVISTA

SPESSORE (cm)

INTERNI

LASTRAME IRREGOLARE “PALLADIANA” O “ OPUS INCERTUM”

54

55

PEDATE, BANCALI, COPERTINE CITTÀ

Ciò che si intende normalmente per palladiana è un lastrame irregolare proveniente direttamente dalla selezione del materiale in cava. Queste lastre, di forma poliganale, presentano superficie naturale, spessore variabile e lati grezzi. Si distinguono in base alle loro dimensioni e spessore. CITTÀ ESTERNI INTERNI Pur essendo un materiale che consente di realizzare soluzioni applicative a basso costo, la palladiana offre la possibilità di plasmare contesti ambientali completamente diversificati conferendo agli stessi notevole valore aggiunto: ambienti montani e marini come cottages e alberghi, cortili privati e vialetti di giardini, parchi E percorsi pubblici, zone di raccordo per piscine all’aperto e aree verdi di sosta. Usate in verticale le lastre irregolari consentono di ottenere rivestimenti e zoccolature funzionali a scopi protettivi e decorativi.

Questi prodotti in quarzite hanno di norma il piano naturale e lo spessore variabile: la loro superficie è a piano naturale. I lati possono essere tranciati o segali. Sono possibili alcune lavorazioni quali calibratura e lavorazione della testa a toro e mezzo toro.

PIANO naturale LATI a spacco COLORI DISPONIBILI Chiara Bahia, Giallo Jamila, Rosa Nadira

PIANO naturale LATI a spacco o segati COLORI DISPONIBILI Chiara Bahia, Giallo Jamila, Rosa Nadira

FORMATI STANDARD

ESTERNI

INTERNI

TIPO (cm)

DIAGONALE MEDIA (cm)

SPESSORE (cm)

LARGHEZZA(cm)

LUNGHEZZA (cm)

SPESSORE (cm)

COSTE

normale extra sottile

8/13

0,8/1,2

35

70/130

3/5

segate

sottile

8/13

1,3/2,5

35

70/130

3/5

a spacco

normale

8/13

2,5/3,5

40

70/130

3/5

a spacco

mini sottile extra

15/25

0,8/1,2

50

70/130

3/5

a spacco

mini sottile

15/25

1,3/2,5

60

70/130

3/5

a spacco

mini normale

15/25

2,5/3,5

gigante sottile

4/7

1,3/2,5

gigante

4/7

3,4/5

Quarzite

FORMATI STANDARD

56

Ardesia

57

Nome petrografico: ardesia Giallo Ibiza

L’ardesia è una roccia metamorfica, appartenente alla famiglia delle filladi. Presenta una grana medio-fine, con lucentezza molto viva e scisosità evidente. Il termine ardesia deriva da un’antica parola francese “ardesie” (XII secolo) che a sua volta deriverebbe da Ardennes, provincia francese in cui si sviluppò in passato una della prime industrie estrattive per la produzione di lastre sottili da copertura. Si ritiene che l’ardesia fu utilizzata in principio circa duemiladuecento anni fa nella zona del Tigullio (ovvero nell’area compresa tra il comune di Lavagna e la Valle Fontanabuona). Non a caso dal nome del popolo che abitava la zona - i Tigullii - viene fallo derivare il termine di lingua Ialina tegula, tegola, che è il principale prodotto dell’ardesia. Mentre l’Ardesia Nero Izmir è un’ardesia vera e propria. le ardesie Giallo Ibiza e Grigio Chester sono due tipologie di filIadi.

Grigio Chester

Nero Izmir

COLORAZIONE

CROMATISMO

ESTRAZIONE

SUPERFICIE

STRUTTURA

tonalità di giallo

mediamente brillante

lastre

a spacco

a laminazioni sottili

COLORAZIONE

CROMATISMO

ESTRAZIONE

SUPERFICIE

STRUTTURA

grigio

mediamente brillante

lastre

a spacco

a laminazioni sottili

COLORAZIONE

CROMATISMO

ESTRAZIONE

SUPERFICIE

STRUTTURA

nero

omogeneo

lastre

a spacco

a laminazioni sottili

Gradi di resistenza 57 imbibizione

gelo

compressione

scivolamento

Ardesia

abrasione

LASTRE E PIASTRELLE SUPERFICIE NATURALE Le piastrelle in ardesia vengono ricavate da lastre e si presentano con superficie naturale e i lati segati, perfettamente squadrati e regolari. Visti gli alti gradi di resistenza, hanno un utilizzo ottimale nelle pavimentazioni esterne. Vengono inoltre consigliate in abbinamento ad altre pietre naturali, per creare forti contrasti cromatici.

CITTÀ

ESTERNI

INTERNI

58

59

RIVESTIMENTO PREASSEMBLATO I rivestimenti preassemblati in ardesia sono composti da listelli in pietra naturale con lati segati e piano a spacco incollati in pannelli di formalo 15x60 cm. Questa soluzione è l’ideate per rivestire a scopi protettivi e/o decorativi CITTÀ ESTERNI INTERNI pareti interne ed esterne ad un basso costo: interventi di questo genere. oltre che vantaggiosi in termini economici, lo sono anche al Iato pratico. considerala l’eccezionale semplicità di applicazione. Gli elementi angolari consentono inoltre di avere una finitura di pregio anche nelle circostanze solitamente più difficili, quali per l’appunto gli angoli.

PIANO naturale LATI a spacco COLORI DISPONIBILI Giallo Ibiza, Grigio Chester, Nero Izmir FORMATI STANDARD SPESSORE (cm)

DIMENSIONI (cm)

0,8/1,5

20x40 - 30x60 - 30x30 - 40x40

PIANO naturale LATI a spacco COLORI DISPONIBILI Giallo Ibiza, Grigio Chester, Nero Izmir FORMATI STANDARD SPESSORE (cm) 15x60

DIMENSIONE (cm) ELEMENTI DISPONIBILI 1/2,5

angolare

Ciò che si intende normalmente per palladiana è un lastrame irregolare proveniente direttamente dalla selezione del materiale in cava. Queste lastre, di forma poliganale, presentano superficie naturale, spessore variabile e lati grezzi. Si distinguono in base alle loro dimensioni e spessore. Pur essendo un materiale che consente di realizzare soluzioni applicative a basso costo, la palladiana offre la possibilità di plasmare contesti ambientali completamente diversificati conferendo agli stessi notevole valore aggiunto: ambienti montani e marini come cottages e alberghi, cortili privati e vialetti di giardini, parchi E percorsi pubblici, zone di raccordo per piscine all’aperto e aree verdi di sosta. Usate in verticale le lastre irregolari consentono di ottenere rivestimenti e zoccolature funzionali a scopi protettivi e decorativi

PIANO naturale LATI a spacco COLORI DISPONIBILI Giallo Ibiza, Grigio Chester FORMATI STANDARD TIPO

PEZZI A M²

SPESSORE (cm)

normale extra sottile

8/13

0,8/2,5

gigante sottile

4/7

1,3/3,5

CITTÀ

ESTERNI

INTERNI

Ardesia

LASTRAME IRREGOLARE “PALLADIANA” O “ OPUS INCERTUM”

60

Ciottoli

61

GRANULOMETRIA Immagini in dimensione reale riferite al colore Bianco Carrara

Prodotto già esistente in natura senza necessità di ulteriori lavorazioni, il ciottolo di fiume ha una forma pressoché arrotondata, che lo rende immediatamente utilizzabile grazie alle opportune selezioni di dimensione. Semplice, ma efficace, il ciottolo è uno tra gli elementi per l’arredo urbano e nel settore dei privati che più si addice a dare un tocco di “charme” alle pavimentazioni. Arrotondato dalla spinta dell’acqua nel corso dei secoli, questo tipo di pietra si adatta a diverse soluzioni, non solo “di contorno”. Proprio per assecondare le esigenze dei clienti e per accendere la fantasia verso soluzioni alternative, la Pessolano marmi commercializza ciottoli di varie pietre.

7-15 mm

15 - 25 mm

Gradi di resistenza 25 - 40 mm

imbibizione

gelo

compressione

scivolamento

TIPOLOGIA DI IMBALLAGGIO

BANCALI MISTI - 7/15 - 15/25 SACCO 10kg

SACCO 25 kg

bianco carrara 40 sacchi

bianco carrara 33 sacchi

verde alpi 20 sacchi

verde alpi 10 sacchi

rosso verona 20 sacchi

rosso verona 10 sacchi

giallo mori 20 sacchi

giallo mori 10 sacchi

Ciottoli

abrasione

60 - 100 mm

Sacco da 25kg - bancale 100x120 da 1575kg / 63 sacchi - bancale euro da 1250kg / 50 sacchi Sacco da 10kg - bancale da 1000kg / 100 sacchi Saccone da 1500kg

GRANULATI ZANDOBBI O DAL 1929 AL SERVIZIO

DELLA

CLIENTEL A

63

ROSSO LEVANTO

GRANULOMETRIA

GRANULOMETRIA

TIPO (cm)

TIPO (cm)

7 - 15 mm

7 - 15 mm

25 - 40 mm

25 - 40 mm

40 - 60 mm

40 - 60 mm

NERO EBANO

ROSA CORALLO

GRANULOMETRIA

GRANULOMETRIA

TIPO (cm)

TIPO (cm)

7 - 15 mm

7 - 15 mm

25 - 40 mm

25 - 40 mm

40 - 60 mm

40 - 60 mm

OCCHIALINO

VERDE ALPI

GRANULOMETRIA

GRANULOMETRIA

TIPO (cm)

TIPO (cm)

7 - 15 mm

7 - 15 mm

25 - 40 mm

25 - 40 mm

40 - 60 mm

40 - 60 mm

Ciottoli

MARMO CARRARA

62

GIALLO MORI GRANULOMETRIA TIPO (cm) 7 - 15 mm 25 - 40 mm 40 - 60 mm

GRANULATI ZANDOBBI O DAL 1929 AL SERVIZIO

DELLA

CLIENTEL A

64

Pietre decorative

65

In questa sezione troviamo tutte le rocce naturali che non hanno subito interventi di modifica della forma da parte dell’uomo. Esse sono utilizzate principalmente per arredare spazi esterni quali giardini, parchi pubblici e ovunque sia richiesto di limitare l’impatto ambientale.

Gradi di resistenza

imbibizione

gelo

compressione

scivolamento

Pitre decorative

abrasione

GRANULATI ZANDOBBI O DAL 1929 AL SERVIZIO

DELLA

CLIENTEL A

66

Monoliti

67

Questi esemplari sono rocce ornamentali di grandi dimensioni e di origine naturale. Si tratta di vere e proprie sculture naturali capaci di creare scenari suggestivi ad alto valore estetico e scenografico nel rispetto dell’ambiente.

Gradi di resistenza

imbibizione

gelo

compressione

scivolamento

Monoliti

abrasione

GRANULATI ZANDOBBI O DAL 1929 AL SERVIZIO

DELLA

CLIENTEL A

68

Novità

69

STONEBOX Stone Box è un sistema innovativo di gabbioni per la realizzazione di recinzioni e muri di contenimento. Grazie alla loro facilità di collocazione e alla possibilità di riempirli scegliendo tra una vasta gamma di pietre naturali di colori e forme, secondo le esigenze del cliente, rappresentano un prodotto altamente versatile ed allo stesso tempo solido, ideale come strumento di arredo nella progettazione di giardini, nell’edilizia e nell’architettura del paesaggio urbano. La posa è facilissima. È come posare un semplice mattone e sarà sempre possibile in un secondo momento riutilizzarli e riposizionarli altrove. Stonebox è un nuovo concetto per realizzare muri e renderà la vita più facile alle imprese edili, tecnici paesaggistici, architetti, operatori del verde, comunità montane, uffici tecnici e ingegneristici.

Specifiche Box · Reti elettrosaldate · Filo Ø 5,6 mm · Tiranti interni · Maglie dimensioni 5 - 20 cm · Aste in acciaio zincato · Granulometria sassi da 50 mm a 180 mm

Come si realizzano gli StoneBoxe La preparazione delle gabbie si può distinguere vin tre fasi: Fase 1. Assemblaggio dei pannelli per la formazione della gabbia vuota. Fase 2. Posizionamento delle gabbie preformate all’interno del vibro compattatore e inizio della procedura di riempimento con materiale prescelto. Fase 3. chiusura della gabbia e riempimento finale con un granulato più fine per ben compattare e chiudere la parte superficiale. Gli StoneBox sono quindi pronti per essere posizionati in cantiere.

Applicazioni Uso decorativo

Pareti decorative

Arredo urbano

Muri di recinzione

Giardinaggio

Bacini acquatici

Muri di contenimento e terrapieni

Facile e veloce da posizionare

Estetica piacevole e ottimo grado di finitura

Gabbie antierosive

Gabbie indeformabili nel tempo

Pronto per la posa

Ecologico

Movimentazione pratica

Sistema moderno

Muri fino a 7 m di altezza

Vasta scelta di pietre naturali

Barriera antirumore

Gabbioni drenanti

Vasta gamma di dimensioni

Facilmente removibile e riutilizzabile

Soluzione economica riducendo i costi di cantiere

Grande modularità

Resistente 1.000 ore al test di corrosione al sale (DIN 50021- SS)

Prodotto disponibile tutto l’anno indipendentemente dalle condizioni meteo

Novità

Vantaggi

Si adatta perfettamente ai vostri bisogni specifici

GRANULATI ZANDOBBI O DAL 1929 AL SERVIZIO

DELLA

CLIENTEL A

70

71

GRAVEL FIX

Pavimentazione drenante Stistema stabilizzante per granulati e ciottoli GravelFix è un prodotto innovativo ed un ottima soluzione per la pavimentazione pratica ed economica. E’ stato progettato da architetti e professionisti del verde per ottenere i migliori risultati nello stabilizzare granulati e ciottoli decorativi. Utilizzare GravelFix è facile e veloce. Grazie alle numerose applicazioni e ai suoi importanti vantaggi GravelFix è un prodotto innovativo molto richiesto.

Applicazioni principali: parcheggi pubblici e privati

piste pedonali e ciclabili

aree e viali cimiteriali

parchi e giardini

terrazzi e giardini

passi carrali

aree giochi

aree condominali

Vantaggi: pavimentazione drenante al 100%

non è sensibile al gelo e al sale

facilmente tagliabile e adattabile a tutti gli ambienti

Gravel Fix non necessita di manutenzione

la struttura Gravel Fix impedisce la formazione di orme le lastre possono essere posate su superfici con e di solchi dovuti al passaggio di biciclette o automobili pendenza fino al 45% senza necessità di ancoraggio pavimentazione dotata di geotessile che rallenta la crescita delle erbacce e trattiene granulati o ciottoli

prodotto completamente riciclabile a base di polipropilene di alta qualità puro al 100%;

pavimentazione economica che mantiene inalterato il colore nel tempo

pavimentazione pedonale idonea al traffico leggero e pesante, moto, biciclette e carrozzine per disabili

Specifiche Gravel Fix · Struttura a nido d’ape con alveoli di 42 mm

· Resistente alla compressione fino a 300 t/m2

· Stoccaggio di una lunga durata al riparo dei raggi UV

· Polipropilene di alta qualità puro al 100% completamente riciclabile

· Altezza alveoli 32 mm

· Lastre di 0,9 m2 con geotessile di 30 g/m2 applicato al lato inferiore

· ISO 9001

· 16949 Lloyds

· Dimensione lastre 80x120 cm

· REACH

· Peso lastra 1,5 kg

· Made CEE

· 70 lastre per bancale

· Bancale di 63 m2

Istruzioni e consigli per come posare Gravel Fix

Novità

Posizionamento e ancoraggio bordi per definire il perimetro della realizzazione. Per ottenere un design architettonico ricurvo, è consigliabile utilizzare bordi in PVC o alluminio che dovranno sporgere indicativamente di 5,2 cm sopra il fondo ben compatto. Pressare al meglio il fondo della realizzazione e renderla tutta uniforme ed evitare avallamenti. Consigliamo di livellare e compattare il fondo utilizzando sempre uno strato finale di 4 cm di sabbia ben pressata. Dopo la realizzazione del fondo i pannelli Gravel Fix possono essere posizionati sulla superficie. I pannelli sono facilmente adattabili alla forma del vostro lavoro. Per riempire Gravel Fix si può utilizzare uno solo o due formati di granulati. Usando 2 misure di granulati, riempire prima con una misura più piccola fino al bordo, compattare i granulati fini usando una macchina vibrante, applicare dunque lo strato finale con i granulati o ciottoli scelti. Usando 1 sola misura di granulati o ciottoli, riempire direttamente Gravel Fix con il prodotto scelto senza compattare la superficie del Gravel Fix. Riempire i pannelli uniformante fino a formare uno strato di 2 cm sopra la superficie del Gravel Fix. Una volta riempite a dovere le celle del Gravel Fix avrete già determinato il vostro lavoro. la superficie sarà quindi percorribile senza alcun problema.

GRANULATI ZANDOBBI O DAL 1929 AL SERVIZIO

DELLA

CLIENTEL A

73

Altre Pietre

Altre pietre

72


CATALOGO