Page 1

1


La nascita e la divulgazione di una torta soffice come una nuvola. Vi racconto la Storia Fantastica della Fluffosa Nel mondo fantastico delle Bloggers, la Storia della Fluffosa inizia con una semplice torta chiffon all’acqua, che prenderà nei mesi e nelle diverse mani delle amiche, tutte le sfumature e variazioni di gusto che la loro arte è riuscita ad esprimere. All’arancia, al timo, alla cannella, al cioccolato, al limone… E’ stato un tam-tam delicato ma imperturbabile. Molte Bloggalline si sono cimentate in questa cake sofficissima, con l’eccitazione di bambine; io stessa ogni volta che ne sforno uno, sorrido ininterrottamente, e l’attesa del raffreddamento dentro lo stampo con i piedini a testa in giù, è ormai condivisa tra tutte come un piccolo evento di gioia. Al raduno delle Bloggalline al Boscolo Etoile ne ho portata una ed è lì che è stata battezzata all’unanimità la torta ufficiale delle Bloggalline. E’ una torta semplice, da forno, ma alta e così soffice che mette il buonumore. Vorremmo sempre poterne avere una fetta a colazione. E qualsiasi bambino o adulto ne abbia assaggiata una fetta, non ha potuto esimersi dal chiederne il bis! E’ bella al tatto, al palato e al profumo, prima ancora di arrivare al gusto perfetto. Quello che sognavamo da bambini in una cucina della nonna o della zia. Il profumo vero della Bakery. Ognuna che ha provato a farla ha avuto la stessa netta sensazione di cucinarla contemporaneamente alle altre bloggalline, come attraverso un fil rouge impercettibile, una liason d’affetto e di amicizia. Un’esperienza davvero unica. Grazie a Silvia Macedonio e a Enrica Fashion di Gusto che hanno avuto l’idea di creare l’hashtag #iomangiolafluffosa, dove sono raccolte tutte le Fluffose del momento. Grazie a Sara Drilli che in tempo immemore mi ha chiamato e ribattezzato, con mio immenso onore, Mrs. Fluffy. A Valeria Valdambrini che ha creato pazientemente questo pdf, che spero presto diventi un libro vero e proprio. Un bacio Fluffosissimo, Monica Zacchia

2


1. Fluffosissima al limone di Dolci Gusti (http://www.dolcigusti.com/2014/02/fluffosissima-al-limone.html) Per uno stampo da chiffon cake o uno stampo da 28 cm o uno stampo senza foro con bordi alti 250 g di zucchero e 6 g di stevia (o 300 g di zucchero) 285 g di farina 00 7 uova bio 160 g di spremuta di limone bio filtrata scorza dei limoni bio 120 g di olio di riso 1 bustina di lievito per dolci (io lievito bio) 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio 1 baccello di vaniglia (o estratto naturale) zucchero a velo per spolverizzare

Separate i tuorli dagli albumi. Setacciate insieme in una grande ciotola la farina, lo zucchero, la stevia, il bicarbonato e il lievito. Fate un buco al centro e versate in questo ordine e senza mescolare: l'olio, i tuorli, la spremuta del limone, la scorza del limone grattugiata, i semi della bacca di vaniglia. Montate a neve ferma gli albumi con 3 gocce di limone. Mescolate gli ingredienti nella ciotola fino ad ottenere un composto omogeneo e da ultimo inserite gli albumi montati. Versate il composto nello stampo senza ungerlo né infarinarlo. Se usate uno stampo tradizionale invece sì. Infornate e cuocete a 165° per 55 minuti e poi a 175° per 10 minuti. Fate freddare il dolce nello stampo capovolto (se quello da chiffon cake) sformate e spolverizzate con zucchero a velo. *Olio di Riso: ricco di proprietà antiossidanti, antinfiammatorie e preventive delle malattie cardiovascolari, è una fonte importante di vitamina E. Oltre a non avere sapore caratteristico e quindi rimanendo neutro nella sua funzione di grasso nobile in un dolce. Utilizzato molto in cosmesi, qui la sua parte è rendere 'bella' e leggera una torta, che di suo è già soffice come l'aria. **Stevia: è un dolcificante naturale, estratto da una piantina originaria del Brasile, tra l'altro molto bella; ha un potere dolcificante 250 volte più dello zucchero, e ha zero calorie. Non modifica il suo sapore in cottura e non ha perlopiù nessuna controindicazione. 3


2. Sofficissima all'arancia di Dolci Gusti (http://www.dolcigusti.com/2013/12/sofficissima-allarancia.html) Per uno stampo da chiffon cake o uno stampo da 28 cm 300 g di zucchero 285 g di farina 00 7 uova bio 210 g di spremuta di arancia scorza dell'arancia non trattata 120 g di olio di semi 1 bustina di lievito per dolci (io lievito bio) 1 cucchiaino di sale 1 baccello di vaniglia (o estratto naturale) per lo sciroppo all'arancia 3 cucchiai di zucchero semolato la spremuta di un'arancia filtrata 200 ml di acqua

Separate i tuorli dagli albumi. Setacciate insieme in una grande ciotola la farina, lo zucchero, il sale e il lievito. Fate un buco al centro e versate in questo ordine e senza mescolare: l'olio, i tuorli, la spremuta dell'arancia, la scorza grattugiata dell'arancia, i semi della bacca di vaniglia Montate a neve ferma gli albumi con 3 gocce di limone. Mescolate gli ingredienti nella ciotola fino ad ottenere un composto omogeneo e da ultimo inserite gli albumi montati. Versate il composto nello stampo senza ungerlo né infarinarlo. Se usate uno stampo tradizionale invece sì. Infornate e cuocete a 165° per 55 minuti e poi a 175° per 10 minuti. Fate freddare il dolce nello stampo capovolto (se quello da chiffon cake) sformate e spolverizzate con zucchero a velo. Io no.

4


Per lo sciroppo: Scaldate nel pentolino a fuoco basso tutti gli ingredienti fino ad ottenere uno sciroppo. Spennellatelo sopra alla torta appena sfornata fino ad ultimarlo. Questa lo assorbirà tutto.

3. Torta sofficissima con l'acqua di Dolci Gusti (http://www.dolcigusti.com/2012/10/torta-sofficissima-con-lacqua.html) Per uno stampo da 28-30 cm o per quello da chiffon cake: 300 g di zucchero 285 g di farina 00 7 uova bio 195 g di acqua frizzante 120 g di olio di semi 1 bustina di lievito per dolci (io lievito bio) 1 cucchiaino di cremor tartaro 1 cucchiaino di sale scorza di 1 limone bio grattugiata 1 baccello di vaniglia (o estratto naturale)

Prima di tutto separate i tuorli dagli albumi. Setacciate insieme in una grande ciotola la farina, lo zucchero, il sale e il lievito. Fate un buco al centro e versatevi in questo ordine e senza mescolare: l'olio, i tuorli, l'acqua, la scorza grattugiata del limone, i semi della bacca di vaniglia o un cucchiaino di estratto naturale (prima o poi fatelo che è comodissimo e si riutilizzano le bacche, per un risparmio notevole). Montate a neve fermissima gli albumi con il cremor tartaro. Mescolate gli ingredienti nella ciotola fino ad ottenere un composto omogeneo; incorporarvi con delicatezza gli albumi a neve. Versate nello stampo senza ungerlo né infarinarlo. Infornate e cuocete a 165° per 55 minuti e poi a 175° per 10 minuti. Vale la prova stecchino. Togliete il dolce fate raffreddare capovolto (qui ho avuto molta paura, ma è andata bene come per lo chiffon cake). Passate un coltello intorno ai bordi, sformatelo e inondatelo di zucchero a velo o cioccolato. 5


4. la Fluffosa al cioccolato ... con il cremor tartaro di Dolci Gusti (http://www.dolcigusti.com/2014/03/la-fluffosa-al-cioccolato-con-il-cremor.html) 240 g di farina 00 60 di cacao amaro trappisti o di buona qualitĂ 300 g di zucchero 130 g di olio di semi (io di riso) 180 g di acqua tiepida 3 uova bio 4/5 albumi che avete in freezer da smaltire oppure in tutto 6 uova bio 1 busta di lievito per dolci 1 busta di cremore di tartaro un pizzico di sale 1 limone grattugiato

Setacciate farina, cacao, zucchero, sale e lievito; emulsionate olio e acqua con una forchetta: unite all'impasto con una spatola, aggiungete il limone e amalgamare uno alla volta i tuorli. Montate gli albumi con il cremore di tartaro e amalgamate delicatamente i due composti. Infornate a 150° per 1 ora e 15'. Non aprite il forno. Sfornate la teglia capovolgere e raffreddare. Osservazioni per questo dolce usare l'apposito tegame per ciambella americana. Se volete farlo bianco, usate 300 g di farina.

5. Fluffosissima al cocco #iomangiolafluffosa di Dolci Gusti (http://www.dolcigusti.com/2014/06/fluffosissima-al-cocco.html) Per uno stampo da angel cake di 24 cm (Se usate un qualsiasi stampo va bene lo stesso, basta imburrare e infarinare bene) 6


300 g di zucchero 185 g di farina di cocco 100 g di farina 00 180 g di latte di cocco (quello in latta) 30 g di latte 7 uova bio 120 g di olio di semi o riso 1 bustina di lievito bio 1 cucchiaino di sale per ultimare 2 cucchiai di gelatina di albicocche farina di cocco

Setacciate le farine con lo zucchero, il lievito e il sale in una grande boule. Separate le uova. Montate gli albumi con 3 gocce di limone. Fate un buco al centro delle farine mettete in questo ordine olio/tuorli/latte di cocco/ latte/. Mescolate bene con una frusta a mano e aggiungete gli albumi montati a neve ferma mescolando dal basso verso l'alto. Infornate a 165 per 55 minuti poi a 175 per 10'. Capovolgete lo stampo e fate freddare. Sformate la fluffosa. Scaldate la gelatina di albicocche, spennellate tutta la fluffosa e fate aderire la farina di cocco sui bordi e sulla superficie.

6.Fluffosa al Limone con Lemon Curd di Nigella di Clara pasticcia (http://clarapasticcia.blogspot.it/2014/06/fluffosa-al-limone-con-lemon-curd-di.html)

7


Per uno stampo da chiffon cake o uno stampo da 25 cm o stampo senza foro con bordi alti 250 g zucchero 285 g farina autolievitante 7 uova 160 g spremuta limoni filtrata scorza dei limoni utilizzati per la spremuta 120 g olio di semi 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio 1 baccello di vaniglia (o estratto naturale) zucchero a velo per spolverizzare Lemon Curd di Nigella 2 limoni 3 uova medie 60 g burro 225 g zucchero semolato

Separiamo i tuorli dagli albumi. Spremiamo i limoni e grattugiamo le bucce. Setacciamo insieme la farina, lo zucchero, e il bicarbonato. Facciamo un buco al centro degli insiemi farinosi e versiamo senza mescolare: l'olio, i tuorli, la spremuta del limone, la scorza del limone, i semi della bacca di vaniglia. Montiamo a neve fermissima gli albumi, aiutandoci con 3 gocce di limone. Adesso mescoliamo tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo e poi uniamo gli albumi lavorati. Versiamo nello stampo da chiffon cake senza ungere nÊ infarinare (nello stampo tradizionale invece ungiamo e infariniamo). Inforniamo a 165° per 55 minuti e poi a 175° per ulteriori 10 minuti. Lasciamo freddare il dolce nello stampo capovolto (se quello da chiffon cake, altrimenti lasciamo raffreddare tradizionalmente dentro lo stampo appoggiato su di una gratella). Intanto che la torta cuoce e si raffredda, prepariamo il lemon curd. Mettiamo il burro, lo zucchero e il succo dei limoni in una ciotola che porrai sopra un pentolino 8


d'acqua per far cuocere a bagnomaria, fino a quando lo zucchero non sarà completamente sciolto. Poniamo sopra una fiamma dolce a ciotola. Rimuoviamo dal fuoco e lasciamo raffreddare un pochino. Aggiungiamo le uova ben battute e rimettiamo sopra il fuoco, mescolando continuamente fino a quando si è addensato. Mettiamo la crema ottenuta dentro dei vasetti sterilizzati a far raffreddare. Si conserva in frigorifero per circa 2 settimane. Infine, quando il dolce si sarà raffreddato, sformiamolo. Prima di servire spolverizziamo con zucchero a velo. In questi giorni, conservato in frigorifero e servito subito è una delizia ancora più goduriosa. E con la salsa anglosassone al limone ... caspita che delirio di gusto pazzesco!!!

7. Fluffosissima all'Arancia di Monica Zacchia di Clara pasticcia (http://clarapasticcia.blogspot.it/2014/03/fluffosissima-allarancia.html) Per uno stampo da chiffon cake o uno stampo da 25 cm 300 g zucchero semolato 285 g farina 00 7 uova 210 g spremuta di arancia scorza 1 arancia non trattata 120 g olio di semi 1 bustina lievito per dolci 1 cucchiaino sale 1 baccello vaniglia (o estratto naturale) per lo sciroppo all'arancia 3 cucchiai zucchero semolato spremuta di 1 arancia filtrata 200 ml acqua Separiamo i tuorli dagli albumi. Montiamo a neve ferma gli albumi con 3 gocce di limone. Prendiamo una ciotola capiente e setacciamo insieme la farina, lo zucchero, il sale e il lievito. Facciamo un buco nel centro e versiamoci -seguendo quest'ordine- : l'olio, i tuorli, la spremuta e la polpa dell'arancia, la scorza grattugiata dell'arancia, i semi della bacca di vaniglia. 9


Mescoliamo gli ingredienti nella ciotola fino ad ottenere un composto omogeneo e infine inseriamo gli albumi montati. Ora versiamo questo profumato composto nel nostro stampo da chiffon cake, senza ungerlo né infarinarlo. Sì invece, se usassimo una tortiera tradizionale. Inforniamo a 165° (io a gas e non ventilato) per 55 minuti e poi a 175° per 10 minuti. Mentre il dolce cuoce prepariamo lo sciroppo: inseriamo in un pentolino tutti gli ingredienti e scaldiamo a fiamma dolcissima fino ad ottenere uno sciroppo. Quando sforneremo la torta, spennelliamola dello sciroppo. La torta lo assorbirà tutto. Facciamo infine freddare la super fluffy nello stampo capovolto se abbiamo utilizzato quello da chiffon cake, oppure senza capovolgere se abbiamo usato una tortiera classica. Quando ben raffreddata, sformiamo con cura e spolverizziamo con zucchero a velo.

8. La torta del momento: la Fluffosa di Semi di vaniglia (http://semivaniglia.blogspot.it/2014/06/la-torta-del-momento-la-fluffuosa.html) Fluffosa al limone per uno stampo da chiffon cake da 21 cm di diametro 215 g di zucchero di canna 205 g di farina 00 5 uova il succo di un limone la buccia di un limone 85 g di olio di semi 1 bustina di lievito per dolci 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio 1 bacello di vaniglia zucchero a velo per spolverare Separate i tuorli dagli albumi. Setacciate insieme la farina, lo zucchero, il bicarbonato e il lievito in una ciotola. 10


Aggiungete in quest'ordine e senza mescolare: l'olio, i tuorli, il succo di limone, la scorza di limone e i semi di vaniglia. Quindi mescolate il composto fino ad ottenere una miscela omogenea. A parte montate gli albumi a neve ferma e poi aggiungeteli al composto mescolando dal basso verso l'alto per non smontarli. Versate il composto nello stampo senza ungerlo e cuocete a 160° per 30 minuti e poi alzate a 175° per altri 10 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare nello stampo capovolto. Quando sarà freddo sformate il dolce con l'aiuto di un coltellino affilato. Spolverate con zucchero a velo e servite.

9. Fluffosa al Cioccolato con cacao e Fragole fresche di Clara pasticcia (http://clarapasticcia.blogspot.it/2014/06/fluffosa-al-cioccolato-con-cacao-e.html) Per uno stampo di 25 cm 240 g farina che lievita 60 g cacao amaro 300 g zucchero semolato 130 g olio di semi 180 g acqua tiepida 3 uova intere 4 abumi 1 busta cremore di tartaro un pizzico di sale Ganache al cioccolato fondente: 150 g panna fresca 150 g cioccolato fondente 70% q.b. Fragole Fresche q.b. cacao amaro

11


Setacciamo la farina, il cacao, lo zucchero e il sale e poniamoli in un recipiente capiente. Emulsioniamo l'olio e l'acqua e uniamo alla farina. Amalgamiamo con cura e poi aggiungiamo uno alla volta i tuorli. Montiamo a neve fermissima gli albumi insieme al cremore di tartaro. Amalgamiamo con delicatezza i due composti. Inforniamo a 160° per 50 minuti e 175° gli ultimi 10 minuti. Sforniamo e capovolgiamo per fare raffreddare. Mentre la torta raffredda prepariamo la ganache: portiamo a bollore la panna, spegniamo la fiamma e uniamo il cioccolato spezzettato. Giriamo con cura fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo. Lasciamo raffreddare completamente e poi montiamo con le fruste. Quando la torta sarà perfettamente fredda tagliamola in orizzontale a metà e farciamola con le fragole fresche tagliate a pezzi e la ganache. Possiamo anche rivestirla con questa golosissima crema e riempire il foro del dolce con fragole fresche. Spolverizziamo con caco amaro e conserviamo in frigo.

10. La Mitica Fluffosa al Cioccolato di Pepper's Matter (http://peppersmatter.wordpress.com/2014/06/15/la-mitica-fluffosa-al-cioccolato/) Per uno stampo di 26 cm di diametro (senza buco centrale): 150 g di Farina 00 100 g di Farina Integrale Bio 50 g di Cacao Amaro (Monica ne mette 60, io avevo solo 50g) 300 g di Zucchero 130 g di Olio di Semi (io mais) 180 g di Acqua Tiepida 6 Uova 1 Bustina di Lievito per Dolci 1 Bustina di Cremor Tartaro 1 Cucchiaino di Estratto di Vaniglia 1 Pizzico di Sale

12


Cominciate Dividendo i Tuorli dagli Albumi e montate a neve ferma gli albumi con il cremor tartaro. Setacciate tutte le polveri in una ciotola, emulsionate acqua e olio ed uniteli alle polveri con una spatola, aggiungete la vaniglia ed amalgamate i Tuorli uno alla volta. Una volta che l’impasto sarà ben amalgamato aggiungete gli albumi montati a neve, mescolando delicatamente per evitare che si smontino. Imburrate ed infarinate la base di un normale stampo da Torta o da Ciambella (ameno che non abbiate lo stampo americano, quello della Chiffon cake con i piedini per capirci, che invece non va imburrato ed infarinato), versate delicatamente il composto ed infornate a 150°C per circa 1 ora e 15 minuti, senza mai aprire il forno. Sfornate e capovolgete la teglia, in modo da far raffreddare la fluffosa a testa in giù.

11. Chiffon cake ‘la fluffosa’ al limone e lime di ...facciamo che ero la cuoca? (http://facciamocheerolacuoca.blogspot.it/2014/10/chiffon-cake-la-fluffosa-al-limone-e.html)

200 g. farina macinata a pietra (tipo 1) 90 g. farina d’orzo 280 g. zucchero semolato 7 uova medie biologiche 120 g. olio di semi di girasole biologico 120 g. succo di limone biologico filtrato 20 g. succo di lime filtrato buccia grattugiata di un limone 15 g. cremor tartaro (o lievito in polvere) ½ cucchiaino bicarbonato di sodio 1 cucchiaino di polvere di vaniglia di vaniglia biologica (o i semini di una bacca) zucchero a velo per finire Accendete il forno a 170°. Separate i tuorli dagli albumi, e montate gli albumi a neve ferma con poche gocce di limone. Riunite tutti gli ingredienti secchi in un contenitore capiente, farina, lievito e bicarbonato

13


setacciati, insieme con lo zucchero. Fate un buco al centro e versate gli altri ingredienti seguendo questo ordine, senza mescolare: l'olio, i tuorli, il succo di limone e lime, la scorza del limone grattugiata, i semi della bacca di vaniglia (o la polvere). Mescolate gli ingredienti fino ad ottenere un impasto omogeneo e da ultimo inserite gli albumi montati a neve, amalgamandoli delicatamente mescolando dall’altro verso il basso per non smontarli. Versate il composto nello stampo da chiffon cake, senza ungerlo né infarinarlo. Potete anche utilizzare uno stampo tradizionale (da ciambella), in questo caso però dovrete imburrarlo ed infarinarlo. Infornate e cucinate sul ripiano più basso del forno a 165° per 55 minuti, quindi alzate la temperatura a 175° e continuate la cottura per altri 10 minuti. Ogni forno è diverso, pertanto è sempre consigliabile verificare la cottura facendo la prova stecchino, dovrà uscire bello asciutto. Estraete dal forno, capovolgete lo stampo (quello da chiffon cake dispone dei piedini appositi che permettono all’aria di passare sotto) e lasciate raffreddare per una decina di ore prima di toglierla dallo stampo. Cospargete di zucchero a velo e servite.

12. Chiffon cake senza glutine alla crema chantilly e frutti di bosco di La cucina dello stivale (http://lacucinadellostivale.blogspot.it/2014/05/chiffon-cake-senza-glutine-alla-crema.html) Per uno stampo da chiffon cake da 28 cm: 300 g di zucchero 210 ml di acqua

14


200 g di farina di riso 120 ml di olio di riso 85 g di maizena 7 uova scorza di un limone bio 1 bustina di lievito per dolci gluten free 1 cucchiaino di sale 1 baccello di vaniglia Per la crema chantilly: 200 ml di latte 30 g di zucchero 20 g di maizena 2 tuorli 1 bacca di vaniglia 100 ml di panna fresca frutti di bosco a piacere (io fragole e mirtilli)

Separate i tuorli dagli albumi. Setacciate la farina, la maizena, lo zucchero, il sale e il lievito. Mettete tutto in una ciotola e versate in questo ordine: l'olio, i tuorli, l'acqua, la scorza grattugiata del limone e i semi della bacca di vaniglia. Mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo. Montate a neve ferma gli albumi e uniteli al composto. Mescolate dal basso verso l'alto per non smontare gli albumi. Versate il composto nello stampo da chiffon cake senza ungerlo nÊ infarinarlo. Infornate a 165°C per 55 minuti e poi a 175°C per 10 minuti. Fate raffreddare il dolce nello stampo capovolto per alcune ore. Nel frattempo preparate la crema pasticcera. Sobbollite il latte con una stecca di vaniglia. In una terrina, montate i tuorli con lo zucchero e incorporate la maizena setacciata. Togliete la stecca di vaniglia che avete lasciato in infusione nel latte, versate il latte a filo nel composto e mescolate. 15


Trasferite il composto in un pentolino e cuocete la crema mescolando di continuo per non far creare grumi. Lasciate sobbollire finchè la crema non si addensa. Togliete la crema dal fuoco, versatela in una ciotola, copritela con la pellicola trasparente e lasciate raffreddare. Per renderla una crema chantilly, quando sarà fredda, montate la panna e incorporatela delicatamente alla crema (le dosi dovrebbero essere 1:3, ossia 1 parte di panna per 3 parti di crema). Quando anche la torta sarà fredda, sformatela e ricavatene due o tre dischi. Farcite ogni disco con abbondante crema chantilly e frutti di bosco. Infine spolverizzate il dolce con zucchero a velo e mantenetelo in fresco fino al momento di servire.

13. La fluffosa al cioccolato (Io fluffo, tu fluffi, egli fluffa) di La cucina di Esme (http://lacucinadiesme.blogspot.it/2014/06/io-fluffo-tu-fluffi-egli-fluffa.html) Per uno stampo da ciambella da 28 cm: 160 g di farina 00 40 di cacao amaro trappisti o di buona qualità 200 g di zucchero 85ml di olio evo leggero 120 g di acqua tiepida 4 uova bio 1 busta di lievito per dolci un pizzico di sale In una ciotola unite gli ingredienti secchi setacciandoli: la farina, il cacao, lo zucchero, il sale e il lievito. Poi in un bicchiere grande emulsionate olio e acqua con una forchetta. A questo punto aggiungete l’emulsione nella ciotola della farina e amalgamate con una spatola. Dividete i tuorli dagli albumi e aggiungeteli uno alla volta all’impasto amalgamando sempre soltanto con la spatola, cercate di far assorbire il precedente prima di aggiungere l'altro. Montate gli albumi a neve con un pizzico di sale e poi uniteli al composto. Imburrate ed infarinate lo stampo e infornate in modalità statica a 150° per 1 ora e 15'. Non aprite il forno.

16


Sfornate la teglia capovolgetela e lasciate raffreddare completamente prima di estrarre il dolce dallo stampo. Cospargete di zucchero a velo, e se siete molto golosi seritelo con della panna montata.

14. La Chiffon Cake pi첫 morbida del mondo! di Chiarapassion (http://www.chiarapassion.com/2014/02/la-chiffon-cake-piu-morbida-del-mondo.html) Fluffosa all'arancia Per uno stampo da angel food da 26 cm 300 g di zucchero 290 g di farina 00 7 uova medie 220 g di spremuta di arancia scorza dell'arancia non trattata 120 ml di olio di semi 1 bustina di lievito per dolci 2,5 g di sale (un cucchiaino raso) semi di un baccello di vaniglia (o estratto naturale) per lo sciroppo all'arancia 3 cucchiai di zucchero semolato la spremuta di un'arancia filtrata 200 ml di acqua Separate i tuorli dagli albumi. In una grande ciotola setacciate insieme la farina, lo zucchero, il sale e il lievito. Fate un buco al centro e versate in questo ordine e senza mescolare: l'olio, i tuorli, la spremuta dell'arancia, la scorza grattugiata dell'arancia, i semi della bacca di vaniglia. Montate a neve ferma gli albumi. Mescolate gli ingredienti nella ciotola fino ad ottenere un composto omogeneo e da ultimo inserite gli albumi montati incorporandoli delicatamente con una spatola dall'alto verso il basso per non smontare l'impasto. 17


Versate il composto nello stampo senza ungerlo né infarinarlo. Se usate uno stampo tradizionale invece imburratelo e infarinatelo. Infornate in forno statico caldo a 160° per 55 minuti e poi a 175° per 10-15 minuti. Fate freddare il dolce nello stampo capovolto (se quello da chiffon cake). Fate raffreddare il dolce per 12 ore prima di togliere la torta dallo stampo. Sformate e versate a piacere la salsa sulla torta, io l'ho trovata ottima anche senza sciroppo. Per lo sciroppo all'arancia in un pentolino mettete tutti gli ingredienti e fate cuocere a fuoco basso facendo ridurre il composto.

15. Chiffon Cake mascarpone e caffè...la Fluffosa Tiramisù di Dolci in boutique (http://dolcinboutique.blogspot.it/2014/06/chiffon-cake-mascarpone-e-caffela.html) 285 g di farina 300 g di zucchero (200+100) 3 cucchiaini di lievito 1/2 cucchiaino di sale 120 ml di acqua fredda 60 ml di caffè ristretto 80 ml di olio di semi di mais 100 g di mascarpone 7 tuorli 7 albumi ½ cucchiaino di cremor di tartaro Per la copertura 200 g di mascarpone 100 g di zucchero a velo Cacao in polvere

Preriscaldate il forno a 160 ° statico. 18


In un bel contenitore grande versate la farina setacciata con il sale e il lievito. Fate un buco al centro e unite l’olio di semi di mais, i tuorli, 200 g di zucchero, l’acqua, il caffè e il mascarpone. Mescolate il tutto con uno sbattitore elettrico a velocità bassa e fino a quando il composto siamo lisci e senza grumi. In una boule montate a neve ferma gli albumi con i restanti 100 gr di zucchero e il cremor di tartaro. Poi amalgamate i due composti unendo in tre tempi gli albumi montati, aiutandovi con una spatola meglio se di silicone, io movimento deve essere deciso ma delicato, dall’alto verso il basso per non sgonfiare la montata. Versate il composto nello stampo apposito ( io non avevo quello con il buco e ho usato uno stampo alto in alluminio) di circa 22 cm di diametro, senza imburrare. Infornate per 50 minuti a 160°, poi alzate a 170° e procedete per altri 10 minuti. Se non avete lo stampo a ciambella come me, la cottura sarà un po’ più lunga, questo perché il calore si diffonde più lentamente al centro se non è forato. Sfornate la torta immediatamente e lasciatela raffreddare capovolta sul collo di una bottiglia o sui piedini se avete lo stampo giusto ( da angel food cake) In un paio d’ore dovrebbe essere raffreddata abbastanza per essere tirata fuori dallo stampo, la mia è caduta da sola appena pronta. Intanto preparate la copertura Montate con delle fruste elettriche il mascarpone e lo zucchero a velo setacciato, mettete in sac a poche e fate degli spuntoncini sulla fluffy ormai fredda, spolverate con cacao amaro ed ecco pronta la Tiramisù Flaffy Cake!

16. Io, le bloggalline e la mitica fluffosa di In the mood for pies (http://inthemoodforpies.blogspot.it/2014/06/io-le-bloggalline-e-la-mitica-fluffosa.html) Fluffosa al cacao Per uno stampo per angel cake da 13 cm 100 g zucchero + 6 g stevia in polvere 120 g farina 00 30 g cacao amaro 65 g olio di semi ( io ho usato l'olio di colza)

19


90 g acqua tiepida 3 uova ( separate tuorli e albumi ) ½ bustina di lievito per dolci ½ cucchiaino di cremor tartaro ( per montare gli albumi ) 1 pizzico di sale semi di mezza bacca di vaniglia ( io uso i semi di vaniglia bio e ne metto la punta di un coltello)

In una ciotola mescolate tutti gli ingredienti secchi (farina, zucchero, stevia, sale, lievito, cacao), in un'altra emulsionate acqua, olio e aggiungete i tuorli. Unite ora delicatamente gli ingredienti umidi ai secchi e mescolate bene. Montate i tuorli con il cremor tartaro e aggiungeteli, delicatamente, al composto precedente senza smontarli. Senza imburrare lo stampo versateci il composto e mettete in forno caldo a 150° per circa 1 ora. Quando sarà cotta rovesciate subito lo stampo e senza sformare la torta lasciatela raffreddare a testa in giù. Quando sarà fredda spingete delicatamente il fondo della tortiera e sformate il dolce ( se non avete lo stampo da angel cake potete usare una tortiera a cerniera o uno stampo da gugelupf ma in questo caso andrà ben imburrata e infarinata ). Spolverizzate con zucchero a velo e se volete servite con della panna montata. Potete anche ricoprirla con una glassa o farcirla secondo i vostri gusti.

17. Torta fluffosa marmorizzata al cacao di Barbie magica cuoca (http://barbiemagicacuocagr.blogspot.it/2014/06/torta-fluffosa-marmorizzata-al-cacao.html) Per uno stampo chiffon cake da 18 cm 96,5 g di farina 00 e 20


76,5 g di farina 00 + 20 di cacao amaro di buona qualità 96,5 + 96,5 g di zucchero 42+ 42 g di olio di semi 58 + 58 g di acqua tiepida 2 + 2 uova bio circa ¾ di una busta di lievito per dolci un pizzico di sale la scorza di 1/2 limone grattugiato

Preparate i due composti - quello bianco e quello al cioccolato - in due ciotole diverse. Per quello bianco utilizzerete solo la farina e la buccia di limone; per quello al cacao la dose di farina ridotta + il cacao amaro. Per entrambi i composti setacciate tutti gli ingredienti solidi, emulsionate olio e acqua con una forchetta, unite all'impasto con una spatola, solo per l'impasto senza cacao aggiungete la scorza di limone grattugiata e amalgamate uno alla volta i tuorli. Montate gli albumi a neve aiutandovi con qualche goccia di limone e amalgamate delicatamente ai due composti. Alternate i due composti nello stampo chiffon cake senza imburrare nè infarinare! Infornate a 150° per 1 ora e 15'. Non aprite il forno. Sfornate la teglia e fate raffreddare capovolta. Tips & Tricks 

ovviamente anche i comuni mortali sprovvisti dello stampo in questione possono preparare la torta. Basta imburrare e infarinare un comune stampo da 24 cm con il buco al centro e far raffreddare la torta normalmente (e non a testa in giù :D)

per montare bene gli albumi consiglio uova a temperatura ambiente e l'aggiunta del succo di limone

18. Torta fluffosa al limone di Barbie magica cuoca (http://barbiemagicacuocagr.blogspot.it/2014/04/torta-fluffosa-al-limone.html) Per uno stampo da chiffon cake di 18 cm

21


4 uova bio 190 gr di zucchero 180 gr di farina 75 gr di olio di semi di girasole (io mais) 100 gr di spremuta di limone bio la buccia dei limoni grattugiata circa 3/4 di una bustina di lievito per dolci 1/2 cucchiaino scarso di bicarbonato di sodio circa 3/4 di baccello di vaniglia o estratto naturale

Preriscaldate il forno a 165° in modalità statica. In una grande terrina setacciate insieme la farina, lo zucchero, il lievito ed il bicarbonato. Separate i tuorli dagli albumi. Fate una fontana nella terrina e inseritevi i tuorli, l'olio, il succo e la buccia di limone e l'estratto di vaniglia e mescolate finché il tutto non sarà ben amalgamato. Montate gli albumi a neve ben ferma con 3 gocce di succo di limone e aggiungeteli da ultimo al composto mischiando dall'alto verso il basso per non smontarli. Versate l'impasto nello stampo senza ungerlo né infarinarlo (olè olè olè olè!) e infornate a 165° per 55 minuti e poi a 175° per altri 10 minuti. Lasciate raffreddare il dolce nello stampo capovolto e sformate.

19. La mia chiffon cake (e cinque buoni motivi per cucinarla) di Fornelli di salvataggio (http://fornellidisalvataggio.wordpress.com/2014/07/03/la-mia-chiffon-cake-e-cinque-buonimotivi-per-cucinarla/) 285 g di farina 00 300 gr di zucchero 6 uova grandi 195 ml di acqua 120 ml di olio (di semi o di oliva leggero) 22


1 bustina di lievito 1 bustina di cremor tartaro 1 pizzico di sale scorzetta grattuggiata di limone, o arancia, o i semi di un baccello di vaniglia

Preriscaldate il forno a 160° In una ciotola ampia mettete nell’ordine: la farina, lo zucchero, un pizzico di sale. Fate al centro un buco a fontana, e senza mescolare versateci: l’olio, poi i tuorli, l’acqua, gli aromi e infine la bustina di lievito chimico. In un’altra ciotola mettete i 6 albumi rimanenti e il cremor tartaro. Montate a neve fermissima. Dopo aver montato gli albumi, frullate gli altri ingredienti finchè avranno un aspetto omogeneo. Montateli per qualche minuto. Con una spatola in silicone, amalgamate al composto gli albumi a neve e versate nella teglia senza carta da forno, nè olio, nè altro. Lo stampo deve essere il classico stampo di alluminio alto . Infornate nel ripiano basso del forno, a 160° i primi 40 minuti. Alzate a 175° gli ultimi 10 minuti, senza aprire. Sfornate, e: se avete lo stampo con i piedini, capovolgete e fate freddare così. se non lo avete (o la nonna ci ha tolto i piedi), capovolgete e infilate su una bottiglia. Utilizzate una bottiglia come supporto. Mettetelo a freddare capovolto su di una bottiglia. Scusate non lo so dire meglio. Guardate la foto

23


Quando sarà fredda aiutatevi con una spatolina per staccarla dalla teglia. Per la colazione è perfetta così, oppure la potete accompagnare con una crema leggera e servire come dolce. Conservatela coperta, per quello che dura!

20. Fluffosa ai semi di papavero e sciroppo di sambuco di Dolci a go go (http://www.dolciagogo.it/2014/07/fluffosa-ai-semi-di-papavero-e-sciroppo.html) Per uno stampo da ciambella di 20/22 cm 150 g di farina 150 g di zucchero 3 uova 70 ml di olio 70 ml di acqua 40 ml di sciroppo di sambuco 1/2 bustina di lievito 2 cucchiaini di cremor tartaro Un pizzico di sale 1 cucchiaio colmo di semi di papavero Separate i tuorli dagli albumi e preriscaldare il forno a 170°. In una ciotola setacciate tutti gli ingredienti secchi, fate un buco al centro e aggiungere i tuorli, l'olio, l'acqua, lo sciroppo di sambuco di sambuco e i semi di papavero e mescolare il tutto con il frullino. Montate gli albumi con il cremor tartaro a neve ben ferma. Aggiungete l'albume al composto con una spatola mischiando dall'alto verso il basso, facendo attenzione a non smontare il tutto. Versare nello stampo: se avete quello da chiffon cake lo stampo non deve essere ne imburrato e infarinato, mentre se utilizzate altri stampi la procedura è quella classico con stampo imburrato e infarinato. Cuocere 40 quindi sfornate e lasciate raffraddare la torta capovolta (se usate lo stampo originale) altrimenti togliete la torta dallo stampo e lasciatela freddare su di una gratella.

24


21. Torta Fluffosissima al limone di Monica Zacchia di A Thai Pianist (http://vatineesuvimol.blogspot.it/2014/04/torta-flufissima-al-limone-dimonica.html#.U7rPFLHm7uM) Per uno stampo da chiffon cake o uno stampo da 28 cm o uno stampo senza foro con bordi alti 250 g di zucchero e 6 g di stevia (o 300 g di zucchero) 285 g di farina 00 7 uova bio 160 g di spremuta di limone bio filtrata scorza dei limoni bio 120 g di olio di riso 1 bustina di lievito per dolci (io lievito bio) 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio 1 baccello di vaniglia (o estratto naturale) zucchero a velo per spolverizzare

Separate i tuorli dagli albumi. Setacciate insieme in una grande ciotola la farina, lo zucchero, la stevia, il bicarbonato e il lievito. Fate un buco al centro e versate in questo ordine e senza mescolare: l'olio, i tuorli, la spremuta del limone, la scorza del limone grattugiata, i semi della bacca di vaniglia. Montate a neve ferma gli albumi con 3 gocce di limone. Mescolate gli ingredienti nella ciotola fino ad ottenere un composto omogeneo e da ultimo inserite gli albumi montati. Versate il composto nello stampo senza ungerlo né infarinarlo. Se usate uno stampo tradizionale invece sì. Infornate e cuocete a 165° per 55 minuti e poi a 175° per 10 minuti. Fate freddare il dolce nello stampo capovolto (se quello da chiffon cake) sformate e spolverizzate con zucchero a velo.

25


22. La torta "fluffosa" cocco e cacao di Fior di vaniglia (http://fiordvaniglia.blogspot.it/2014/06/la-torta-fluffosa-cocco-e-cacao.html) Per uno stampo 20 cm di diametro bordi alti 200 g di farina 00 230 g zucchero 30 g di farina di cocco 30 g di cacao amaro, una bustina di lievito per dolci 5 uova mezzo bicchiere di latte mezzo bicchiere di olio di semi una bustina di vanillina un cucchiaino di sale zucchero a velo per spolverizzare (facoltativo) In una ciotola abbastanza capiente setacciate farina, cacao e lievito, unite lo zucchero, il sale, il cocco e mescolate. Fate un buco al centro e ponetevi i tuorli, l'olio, il latte e la vanillina, mescolate bene il tutto con una frusta a mano. Montate a neve ben ferma gli albumi, uniteli al composto ottenuto in precedenza e mescolate. Prendete lo stampo (se stampo da chiffon cake non imburrate e infarinate, se altro stampo si), versate il composto e cuocete in forno caldo a 165 gradi per 55 minuti, poi a 175 gradi per 10 minuti. Sfornate e fate raffreddare completamente prima di sformare. Spolverizzate a piacere con zucchero a velo.

23. Torta al limone‌la Fluffosa di Monica!!!! di Panedolcealcioccolato (http://panedolcealcioccolato.blogspot.it/2014/04/torta-al-limonela-fluffosa-dimonica.html#.U7uuQLHm7uM)

26


Fluffosa al Limone Per uno stampo da chiffon cake da 28cm o stampo senza foro da 28cm con bordi alti 300g di zucchero (io di canna bio) 285g di farina 00 7 uova bio il succo di 1 limone bio la scorza di 1 limone bio 120g di olio di Riso (in alternativa olio di semi di girasole) 1 bustina di lievito per dolci 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio 1 baccello di vaniglia Bourbon zucchero a velo q.b.

Separare i tuorli dagli albumi. Setacciare insieme, in una grande ciotola, la farina, lo zucchero, il bicarbonato e il lievito. Fare un buco al centro e versare in questo ordine e senza mescolare: l' olio, i tuorli, la spremuta del limone, la scorza del limone, i semi del baccello di vaniglia. Montare a neve ferma gli albumi (io senza aggiungere niente). Mescolare gli ingredienti nella ciotola fino ad ottenere un composto omogeneo e per ultimo unire gli albumi montati facendo molta attenzione a non smontarli (movimenti lenti e dal basso verso l' alto). Una volta ottenuto un composto omogeneo, versare il tutto nello stampo senza ungerlo e senza infarinarlo (se si usa uno stampo tradizionale invece si dovrà procedere come al solito con burro e farina). Infornare e cuocere a 165°C per 55 minuti e poi a 175°C per altri 10 minuti. Sfornare e lasciare raffreddare il dolce nello stampo capovolto (se quello da chiffon cake). Estrarre la torta dallo stampo con l' aiuto di un coltello e spolverare con zucchero a velo.

27


24. La fluffosa di Monica al limone, mirtilli e cioccolato bianco di Dolcemente inventando ovvero i pasticci di Ale (http://www.dolcementeinventando.com/2014/05/la-fluffosa-di-monica-al-limone.html) Per uno stampo da ciambella di 22 cm di diametro 150 g di zucchero 140 g di farina 00 3 uova 80 g di succo di limone la scorza grattugiata di un limone 60 g di olio di semi di girasole mezza bustina di lievito per dolci la punta di un cucchiaino di bicarbonato la polpa di mezzo baccello di vaniglia 80 g di mirtilli 70 g di cioccolato bianco fuso Separate i tuorli dagli albumi. Setacciate insieme in una grande ciotola la farina, lo zucchero, il bicarbonato e il lievito. Fate un buco al centro e versate in questo ordine e senza mescolare: l'olio, i tuorli, la spremuta del limone, la scorza del limone grattugiata, i semi del baccello di vaniglia Montate a neve ferma gli albumi con 3 gocce di limone. Mescolate gli ingredienti nella ciotola fino ad ottenere un composto omogeneo e da ultimo inserite gli albumi montati e dopo averli incorporati, anche i mirtilli. Dato che l'impasto è molto leggero e spumoso, i mirtilli si depositeranno sul fondo dellla vostra torta, ma quando la sformerete appariranno in superficie. Versate il composto nello stampo unto e infarinato. Infornate e cuocete a 165° per 55 minuti e poi a 175° per 10 minuti. Fate freddare il dolce nello stampo, sformate e decorate con cioccolato bianco fuso.

28


25.Chiffon Cake....o la Fluffosa !!!......prima parte! di Zagara e cedro (http://zagaraecedro.blogspot.it/2014/07/chiffon-cakeo-la-fluffosa-prima-parte.html) 300g di farina 00 300g di zucchero 15g di lievito per dolci 2,5g di sale fino 7 uova medie 300 ml di acqua 125 ml di olio di semi di girasole i semi di mezzo baccello di vaniglia o un cucchiaino abbondante di essenza di vaniglia la scorza grattugiata di un limone bio 2,5g di cremor tartaro (agente naturale lievitante)

Premessa importante e doverosa per evitare spappolamenti e scatafasci. La ricetta prevede uno stampo dal diametro 26 per Chiffon Cake o Angel Food. L'importante è che sia in alluminio e che abbia i bordi molto alti oppure prolungate voi l'altezza con la carta forno almeno di 15 cm vi accorgerete che il preparato ha grandi volumi. Per la Chiffon che ho preparato io ho usato uno stampo in silicone che ho imburrato per bene ed infarinato, ma così facendo si è subito staccata afflosciandosi un pochetto, ma il risultato come vedete è comunque soddisfacente. Se voi avete uno stampo per ciambella in alluminio è perfetto, vi basterà prolungare l'altezza con carta forno e capovolgere lo stampo sul collo di una bottiglia, (visto che non sarà fornito di piedini) non imburrate e non infarinate quando si sarà freddata staccatela piano piano con la lama di un coltello. In una capiente ciotola mescolate gli ingredienti secchi che avrete setacciato quali, farina, lievito, zucchero e sale. A parte dividete i tuorli dagli albumi in altre due ciotole, in quella con i tuorli unite, l'acqua, l'olio, la vaniglia e la scorza grattugiata del limone, mescolate brevemente ed aggiungete poco alla volta gli ingredienti secchi della prima ciotola quindi montate con fruste elettriche il tutto per qualche minuto fino a quando non avrete ottenuto un impasto omogeneo e ben montato. Nella ciotola con gli albumi aggiungete il cremor tartaro,a questo punto montate a neve ferma con le fruste elettriche e di seguito unite i due composti poco alla volta con una palettina 29


leccapentole e mescolate delicatamente dall'alto verso il basso per non smontare il tutto. Versate nell'apposito stampo o secondo i consigli dati in alto e mettete in forno statico a 160° per circa 1 ora e mezzo, controllate di tanto in tanto perchè questo tempo di cottura può variare da forno a forno. Non appena sarà pronta e dorata, capovolgete subito lo stampo (vedi consigli sopra) e lasciate raffreddare, appena fredda staccate la Chiffon dalle pareti con la lama di un coltello in maniera delicata e sformate. Coprite con zucchero a velo e servite. Si mantiene ben morbida per qualche giorno,meglio se avete un contenitore per torta adatto a conservarla.

26. Carrot Chiffon Cake....la Fluffosa!!! parte seconda di Zagara e cedro (http://zagaraecedro.blogspot.it/2014/07/carrot-chiffon-cakela-fluffosa-parte.html) Con queste dosi io ho preparato 2 ciambelle dal diametro 20 eventualmente potete farne un'unica usando un diametro più grande tipo un 24 a bordi alti meglio se di alluminio. 150g di farina 00 200g di zucchero 200g di carote (pesate al netto della buccia) 8 g di lievito per dolci un pizzico di sale fino 4 uova 150 ml di acqua 60 ml di olio di semi di girasole un cucchiaino di essenza di vaniglia la scorza grattugiata di 1 limone piccolo 2 g di cremor tartaro Per decorare zucchero a velo q.b mandorle con la buccia tritate grossolanamente

30


Iniziamo a setacciare le polveri in una ciotola, farina, lievito, zucchero e sale a parte separate i tuorli dagli albumi, nella ciotola con i tuorli unite l'acqua, l'olio, vaniglia e la buccia del limone e le carote tritate in maniera molto sottile, quindi mescolate velocemente e unite pian piano le polveri della prima ciotola a quest'ultimo composto, adesso montate con le fruste elettriche per qualche minuto, dovrete raggiungere una consistenza omogenea e spumosa. A parte montate anche gli albumi con il cremor tartaro a neve ferma,quindi unite con una palettina e senza smontare i due composti, amalgamate per bene il tutto mescolando dal basso verso l'alto. Versate il composto nello stampo che avete scelto e infornate in forno statico e preriscaldato a 160째 per circa 45 minuti poco pi첫. Lasciate raffreddare rima di procedere a sformare il dolce. Spolverate di zucchero a velo e lasciate cadere delle mandorle tritate grossolanamente.

27. Cupcakes al limone con meringa italiana (Evoluzione della "Flufosissima" di Monica Zacchia) di Il Laboratorio delle torte (http://ilaboratoriodelletorte.blogspot.it/2014/04/cupcakes-al-limone-con-meringaitaliana.html) Ricetta cupcakes al limone (1\3 della ricetta totale della "fluffosissima"al limone ) Per 12 cupcakes al limone 95 gr di farina 00 100 gr di zucchero semolato 40 ml di olio di semi 5 gr di lievito in polvere 53 ml di succo di limoni bio scorza grattugiata degli stessi limoni bio 1/3 di cucchiaino di bicarbonato di sodio 1/2 bacca di vaniglia 2 uova intere grandi Forno caldo a 165째. 31


Separare i tuorli dagli albumi e tenere da parte. Setacciare insieme in una ciotola capiente la farina, lo zucchero, il bicarbonato e il lievito. Sistemare "a fontana", quindi al centro versare l'olio, i tuorli, il succo di limone, la scorza, i semi della bacca di vaniglia, estratti incidendo per il lungo la bacca e raschiando via i semi con la punta di un coltellino. Mescolare. Montare a neve ferma gli albumi con 2 gocce di limone e incorporarli delicatamente al primo composto. Con l'aiuto di una sac a poche riempire con l'impasto i pirottini sistemati negli incavi dell'apposita teglia per cupcakes. Infornare e cuocere a 165° per 5 minuti, poi alzare la temperatura a 175° continuando la cottura per 10 minuti e infine a 180° per 7 minuti. Fare sempre la prova stecchino prima di sospendere o prolungare la cottura. Lasciar raffreddare. FROSTING MERINGA ITALIANA 100 gr di albumi 35 ml di acqua 135 gr di zucchero semolato 2 gocce di succo i limone biologico scorza 1 un limone biologico per decorare termometro per lo zucchero cannello Cominciare a montare a bassa velocità gli albumi con le gocce di limone. In un pentolino dal fondo spesso, versare l'acqua e mescolando aggiungere lo zucchero. Porre su fuoco medio/basso spennellando spesso i bordi interni del pentolino con un pennellino e acqua per evitare che lo zucchero cristallizzi o caramelli ai bordi. Mescolare dolcemente ogni tanto. Misurare la temperatura con il termometro per lo zucchero. Quando la temperatura raggiungerà i 114°, aumentare la velocità della montata degli albumi. Quando lo sciroppo avrà raggiunto i 118°/119°, spegnere, togliere velocemente dal fuoco, diminuire la velocità della montata e e versare a filo, possibilmente facendolo scivolare lungo le pareti della planetaria, lo sciroppo. Aumentare di nuovo la velocità e continuare a montare fino a raffreddamento. Con l'aiuto di una sac a poche decorare i cupcakes. Flambare con il cannello tenendolo a fiamma bassa e abbastanza lontano dalla meringa. 32


Terminare cospargendo ogni cupcake con la scorza di limone grattugiata.

28. Fluffosissima marziana, ovvero chiffon cake lime e zucchine di Le mie ricette con (e senza) (http://lemiericetteconesenza.blogspot.it/2014/06/fluffosissima-marziana-ovvero-chiffon.html) Per uno stampo da chiffon cake da 18 cm 150 g di zucchero 145 g di farina 00 3 uova bio 180 g di zucchine (2 piccole zucchine) 60 ml di spremuta di lime 60 ml di olio di riso 1/2 bustina di lievito per dolci 1 pizzico di bicarbonato di sodio zucchero a velo per spolverizzare Ho lavato e tagliato a pezzi le zucchine, con un frullatore a immersione le ho passate assieme al succo di lime, in modo da ottenere un composto semiliquido. Ho setacciato in una grande ciotola la farina, lo zucchero, il bicarbonato e il lievito, ho fatto un buco al centro e versato l'olio, i tuorli, il mix di zucchine e lime e ho mescolato gli ingredienti con un cucchiaio di legno fino ad ottenere un composto omogeneo. A questo punto ho montato a neve ferma gli albumi con 3 gocce di lime e li ho aggiunti, molto delicatamente, con movimenti dall'altro al basso, al composto. Infine ho versato il tutto nello stampo, senza ungerlo né infarinarlo (se si usa uno stampo normale e non quello apposito da chiffon cake, meglio infarinare e imburrare) e l'ho cotto a 165° per 45 minuti e poi a 175° per 5 minuti. Un volta sfornato, ho capovolto lo stampo sino a quando la torta si è raffreddata, infine ho sformato e spolverizzato con zucchero a velo.

29. Fluffosa al Chai Latte di Perle ai porchy (http://perleaiporchy.blogspot.it/2014/07/fluffosa-al-chai-latte-chai-latte_5.html) 33


Per 1 tazza di Chai Latte 100g di acqua 50g di latte 1 bustina di tea nero 4 fettine di zenzero fresco 4 semi di cardamomo 1 pizzico di cannella 1 pizzico di pepe Portare ad ebollizione l'acqua con le spezie. Togliere dal fuoco e aggiungere la bustina di tea e lasciar riposare per 10 minuti. Togliere la bustina e aggiungere il latte. Riportare sul fornello a fiamma bassa e lasciare infondere per 5 minuti senza portare ad ebollizione. Filtrare. Ingredienti per la torta per uno stampo da 20 cm e due da 12 di alluminio 150g di zucchero 143g di farina 3 uova grandi 60 g olio di mais 1 bustina di lievito per dolci 1 cucchiaino di sale 98g di chai latte Scaldare il forno a 150째C. Separare i tuorli dagli albumi. In una ciotola capiente setacciare la farina con lo zucchero, il lievito e il sale.

34


Aggiungere nell'ordine: l'olio, i tuorli, il chai latte. Mescolare finchè il composto non sia omogeneo. Montare gli albumi a neve ferma e aggiungerli al primo composto. Versare negli stampi senza ungere o infarinare. Infornare e cuocere per 55 minuti. Alzare la temperatura a 175°C e cuocere altri 10 minuti. Lasciar freddare totalmente le torte negli stampi capovolti e sformare.

30. Chiffon cake al mango e latte di cocco ovvero la fluffosa in versione "brasiliana" di Dolcemente inventando ovvero i pasticci di Ale (http://www.dolcementeinventando.com/2014/06/chiffon-cake-al-mango-e-latte-di-cocco.html) Per uno stampo di 18 cm di diametro 100 g di farina 00 45 g di farina di manioca 150 g di zucchero semolato 4 cucchiai di olio di riso 180 g di polpa di mango maturo 120 g di latte di cocco ( per lo piĂš la parte solida) 1 pizzico di bicarbonato 8 g di lievito per dolci 3 uova scaglie di cocco e fettine di mango per decorare

Mescolate in una terrina la farina, il lievito, lo zucchero e il bicarbonato. Effettuate un buco al centro e mettete i tuorli e l'olio e mescolate il tutto. Nel mixer frullate il mango e il latte di cocco fino a formare una crema, aggiungete al composto di 35


farina e uova e mescolate bene. In un'altra terrina montate a neve fermissima gli albumi e senza smontare il composto, aggiungeteli all'impasto mescolando dal basso verso l'alto. Infornate a 160° per almeno 50 minuti. Attendete che la torta si raffreddi poi decoratela con scaglie di cocco e fettine di mango.

31. Chiffon cake black & white di La cucina del cuore (http://lacucinadelcuore.altervista.org/chiffon-cake-black-white/) Per uno stampo angel cake da 25 cm di diametro 285 gr di farina 00 100 gr di olio di semi + un po’ per ungere lo stampo 225 gr di zucchero semolato ½ cucchiaino di bicarbonato 100 ml di acqua frizzante a temperatura ambiente 6 uova grandi 1 bustina di vanillina 1 bustina di lievito istantaneo per dolci 1 pizzico di sale 1 limone non trattato 1 cucchiaino di succo di limone filtrato 4 cucchiai di cacao amaro Zucchero a velo per decorare

Separiamo i tuorli dagli albumi e montiamo questi ultimi a neve ferma con il cucchiaino di succo di limone. Setacciamo la farina, il lievito e il bicarbonato e mettiamo gli ingredienti in una ciotola, facendo una fontanella al centro. Aggiungiamo l’olio di semi, l’acqua frizzante, i tuorli, il pizzico di sale, la vanillina e metà scorza di limone grattugiata. Amalgamiamo il tutto con una frusta a mano, fino 36


ad ottenere un composto omogeneo. Aggiungiamo gli albumi montati a neve, mescolando delicatamente con movimenti circolari dal basso verso l’alto. Versiamo in una diversa ciotola ¼ di composto, a aggiungiamo il cacao amaro, mescoliamo per bene con la frusta a mano. Versiamo il composto nero nello stampo (non oliato, né imburrato e infarinato), e versiamoci sopra anche il composto bianco. Con uno stecchino facciamo dei movimenti circolari per dare una leggera mescolata ai due composti. Inforniamo a 170°, per circa 50-55 minuti (prova dello stecchino). Facciamo raffreddare lo stampo capovolto, (circa 3 ore), sformiamolo e spolveriamolo con lo zucchero a velo.

32. Una nuvola di cioccolato ovvero la fluffosissima al cioccolato di Profumo di cannella e cioccolato (http://www.profumodicannellaecioccolato.com/2014/07/una-nuvola-di-cioccolato-ovverola.html#more) Per uno stampo da chiffon cake da 25 cm oppure uno stampo da ciambella da 24 cm) 240 gr di farina per dolci 60 gr di cacao amaro 250 gr di zucchero 25 gr di truvia Stevia (oppure altri 50 gr di zucchero) 130 gr di olio di semi 180 gr di acqua tiepida 3 uova intere 4-5 albumi (175 gr) oppure 6 uova intere 1 bustina di cremor tartaro 1 bustina di lievito per dolci Un pizzico di sale

37


In una grande ciotola setacciare farina, cacao, zucchero, truvia, lievito e sale. Mescolare l'acqua con l'olio e aggiungere all'impasto, mescolare con un cucchiaio e uno alla volta aggiungere i 3 tuorli (mettere da parte gli albumi). Montare a neve fermissima tutti gli albumi con il cremor tartaro e poi amalgamare i due composti con movimenti dall'alto verso il basso per non far smontare gli albumi. Versare il composto nell'apposito stampo senza imburrare , mentre invece se usate un comune stampo da ciambella imburrare e infarinare. Infornare in forno statico e caldo a 165째 per 55 minuti e poi ancora per 10 minuti a 175째 per 10 minuti. Vale la prova stecchino. Una volta pronta girare lo stampo e lasciarla raffreddare. Se non dovesse staccarsi aiutarsi con uno stecchino di legno da passare sui bordi. Per chi non ha lo stampo, sformare e lasciare raffreddare.

33. Torta fluffosa al limone senza glutine di Pane amore celiachia (http://paneamoreceliachia.blogspot.it/2014/07/torta-fluffosa-al-limone-senza-glutine.html) Per uno stampo da angel cake da 22 cm, in alluminio 165g zucchero 190g farina (per me 190g Preparato sg per dolci lievitati) 4 uova intere 2 tuorli 105g succo di limone (per me in versione sg 125g succo di limone) scorza grattugiata di 1 limone bio 80g olio 10g lievito 1 punta di cucchiaino di bicarbonato 1 baccello di vaniglia Separate i tuorli dagli albumi. 38


Setacciate insieme in una grande ciotola la farina, lo zucchero, la stevia, il bicarbonato e il lievito. Fate un buco al centro e versate in questo ordine e senza mescolare: l'olio, i tuorli, la spremuta del limone, la scorza del limone grattugiata, i semi della bacca di vaniglia Montate a neve ferma gli albumi con 3 gocce di limone. Mescolate gli ingredienti nella ciotola fino ad ottenere un composto omogeneo e da ultimo inserite gli albumi montati. Versate il composto nello stampo senza ungerlo né infarinarlo. Se usate uno stampo tradizionale invece sì. Infornate e cuocete a 165° per 55 minuti e poi a 175° per 10 minuti. Fate freddare il dolce nello stampo capovolto (se quello da chiffon cake) sformate e spolverizzate con zucchero a velo.

34. Finalmente...la Fluffosa! di Cupcake Club (http://cupcakeclublaura.blogspot.it/2014/07/finalmentela-fluffosa.html) Fluffosa cacao e fragole 5 uova 240 gr di farina 00 60 gr di cacao amaro 300 gr di zucchero 130 ml di olio di semi ½ bustina di lievito 1 cucchiaino di bicarbonato 50 ml di acqua 130 ml di sciroppo di fragole (fatto facendo bollire per circa ½ oretta 200 gr di fragole con 2 cucchiai di zucchero e il succo di ½ limone e ne prendo il succo) Separare gli albumi dai tuorli. Setacciare assieme la farina, il lievito, bicarbonato, il cacao e lo zucchero in una ciotola. Fare un buco nel mezzo e versarci (ma senza mescolare) in questo ordine l’ olio, i tuorli, l’ acqua e lo sciroppo di fragole. 39


Montare gli albumi con un pizzico di sale. A questo punto mescolare tutti gli ingredienti e successivamente aggiungere gli albumi montati, mescolando delicatamente dal basso verso l’ alto. Trasferire in composto in uno stampo da chiffon cake, o comunque in uno stampo con i bordi alti. Infornare a 165° per 55 minuti e a 175° per altri 10. Sfornare e lasciare raffreddare (se si ha lo stampo da chiffon cake farla riposare a testa in giu). Sformare e decorare con dello semplice zucchero a velo. Se volete dargli un tocco in più, aggiungete un pungo di gocce di cioccolato e nel buco della ciambella mettere delle belle fragole fresche e sarà una bontà assoluta!!

35. La Fluffosa delle Bloggalline alle ciliegie sciroppate di One in A Million (http://yayetta-oneinamillion.blogspot.it/2014/07/la-fluffosa-delle-bloggalline-alle.html) Fluffosa alle ciliegie sciroppate Per uno stampo da 18 cm 180 gr di farina; 150 gr di zucchero; 1/2 bustina di lievito per dolci; 1/2 cucchiaino scarso di bicarbonato di sodio; 4 uova bio; 75 gr di olio di semi di girasole; 100 gr di sciroppo di ciliegie; punta di un cucchiaino di cremor tartaro; ciliegie e sciroppo per servire. Accendete il forno a 165°. In una ciotola unite tutti gli ingredienti secchi, setacciando la farina con il lievito ed il bicarbonato e aggiungendo lo zucchero. Separate i tuorli dagli albumi. Mettete in un'altra terrina i tuorli, l'olio e lo sciroppo e mescolate bene. Montate a neve gli albumi con un pizzico di cremor tartaro. 40


Unite gli ingredienti secchi a quelli umidi e mescolate bene, quindi aggiungete gli albumi, mescolando piano dall'alto verso il basso, cercando di non smontarli. Versate il composto nello stampo (né unto né infarinato), non battete sul fondo (rischierete di togliere l'aria incorporata dagli albumi) e infornate per circa 50 minuti, poi alzate al temperatura a 175° e lasciate dorare per altri 10 minuti. Prelevate dal forno e fate raffreddare a testa in giù (sugli appositi piedini). Quando è completamente freddo girate e passate i bordi con la lama di un coltello, quindi sformate, tagliate a fette e servite accompagnata da sciroppo e ciliegie.

36. La fluffosa al limone di Monica (senza il buco) e la caduta nel buco di Dolci armonie (http://dolciarmonie.blogspot.it/2014/05/la-fluffosa-al-limone-di-monica-senza.html) Per uno stampo senza foro dai bordi alti di 20 cm di diametro: 150 g di zucchero 143 g di farina 00 3 uova bio 80 g di spremuta di limone bio filtrata scorza di un limone bio 60 g di olio di Mais mezza bustina di lievito per dolci la punta di un cucchiaino di bicarbonato di sodio zucchero a velo per guarnire

Setacciate assieme in una ciotola la farina, lo zucchero, il bicarbonato e il lievito. Separate i tuorli dagli albumi e montate a neve ferma questi ultimi. Fate un buco al centro della ciotola con la farina e versate in questo ordine e senza mescolare: l'olio, i tuorli, la spremuta del limone, la scorza del limone grattugiata, ora potete mescolare gli ingredienti nella ciotola fino ad ottenere un composto omogeneo, aggiungete gli albumi montati a neve e mescolate dall'alto verso il basso. Versate il composto nello stampo, imburrato e infarinato. 41


Infornate la torta a 165° per 55 minuti e poi a 175° per 10 minuti. Sfornate, fate freddare la torta nello stampo capovolto, (io non avendo lo stampo con i piedini ho optato per la soluzione che vedete in foto) sformatela e guarnitela con con zucchero a velo.

37. Chiffon cake all’arancia di Siciliani creativi in cucina (http://www.sicilianicreativiincucina.it/chiffon-cake-arancia/) Per uno stampo in alluminio da 24 centimetri circa: 285 grammi di farina 00 300 grammi di zucchero semolato extrafine 2 cucchiai di estratto di vaniglia biologico mezzo cucchiaino di sale fino 120 millilitri di olio di semi (io ho usato quello di mais, ma va bene anche quello di girasole) la scorza grattugiata di 2 arance biologiche (meglio se di Ribera!) 210 millilitri di succo d’arancia filtrato 7 uova (tuorli e albumi separati) una bustina di lievito per dolci mezzo cucchiaino di cremor tartaro o di bicarbonato per la bagna 4 cucchiai di zucchero di canna 200 millilitri di succo d’arancia filtrato 100 millilitri di acqua minerale 42


Preriscaldare il forno a 165 gradi statico. Mettere gli albumi in una ciotola e tutti gli altri ingredienti nell’altra: prima la farina setacciata con il lievito e il cremor tartaro, poi lo zucchero, quindi il succo di arancia, la scorza grattugiata, l’olio di semi, l’estratto di vaniglia, i tuorli e infine il sale. Montare a neve ferma gli albumi. Con una normale frusta a mano, mescolare gli ingredienti contenuti nell’altra ciotola fino a ottenere un impasto cremoso e omogeneo. A questo punto, unire poco per volta gli albumi al composto, utilizzando una spatola e facendo il solito movimento dall’altro verso il basso per incorporare più aria possibile. Vedrete che il composto gonfierà e si formeranno delle piccole bolle di aria in superficie. Versare il composto nello stampo per chiffon cake (se non ne avete usate uno stampo anti aderente imburrato e infarinato) e infornare a 165 gradi per 50 minuti in forno statico, poi alzare la temperatura a 175 gradi per altri 10 minuti. Una volta cotta, sfornare e capovolgere lo stampo, lasciando capovolto finché la torta non sarà tiepida. Mentre la torta cuoce, preparare la bagna mettendo tutti gli ingredienti in un pentolino e facendoli sobollire a fuoco basso finché il liquido non si riduce della metà. Quando la torta sarà tiepida, toglierla dal contenitore, rigirarla e spennellarla con la bagna finché non l’avrà assorbita tutta. Questa torta è perfetta per la colazione, ma anche in qualunque altro momento della giornata e si mantiene a lungo: la mia è sopravvissuta perfettamente per sei giorni, dopo non so, perché l’abbiamo finita tutta!

38. Banana Zebra Chiffon Cake e una vittoria alquanto inaspettata! di La cucina dello Stivale (http://lacucinadellostivale.blogspot.it/2014/10/banana-zebra-chiffon-cake-e-una.html) Ingredienti per uno stampo da 28 cm: 300 g di zucchero 260 g di farina 00 160 g di acqua 120 g di olio di riso (o semi) 30 g di cacao amaro 7 uova bio 1 banana matura 1 baccello di vaniglia (o estratto naturale) 1 bustina di lievito per dolci 1/2 cucchiaino di cremor tartaro (o bicarbonato di sodio) Schiacciate la banana con una forchetta riducendola a purea e tenete da parte. 43


In una ciotola setacciate insieme le farine, lo zucchero, il lievito e il cremor tartaro. Fate un buco al centro e versate in questo ordine e senza mescolare: l'olio, i tuorli, l'acqua, la banana schiacciata, i semi della bacca di vaniglia. A parte montate a neve ferma gli albumi con 3 gocce di limone. Mescolate ora velocemente gli ingredienti nella ciotola fino ad ottenere un composto omogeneo, poi dividetelo in due parti e in una versate il cacao amaro. Mescolate delicatamente per amalgamare il cacao, poi unite metà degli albumi montati nel composto al cacao e l'altra metà nel composto bianco. Incorporate gli albumi nelle due ciotole mescolando dal basso verso l'alto. Alternate i due composti nello stampo da chiffon cake senza imburrare nè infarinare! Cuocete a 165°C per 55 minuti e poi a 175°C per 10 minuti. Fate freddare completamente il dolce nello stampo capovolto prima di sformarlo.

39. Chiffon cake: al limone e al cocco di La cucina dello Stivale (http://lacucinadellostivale.blogspot.it/2014/08/chiffon-cake-al-limone-e-al-cocco.html) Chiffon cake al limone Per uno stampo da chiffon o angel cake di 18 cm 190 g di zucchero 180 g di farina 100 g di succo di limone bio 65 g di olio di riso (o di semi) 3 uova bio circa 3/4 di una bustina di lievito per dolci 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio 1 cucchiaino di estratto di vaniglia (o i semi di mezzo baccello) la buccia dei limoni grattugiata Preriscaldate il forno a 165° in modalità statica. In una ciotola setacciate gli ingredienti secchi: farina, zucchero, lievito e bicarbonato. Versate al centro e in questo ordine i tuorli, l'olio, il succo, la buccia di limone e l'estratto di vaniglia e mescolate finché il tutto non sarà ben amalgamato.

44


Montate gli albumi a neve ben ferma con 3 gocce di succo di limone e aggiungeteli da ultimo al composto mischiando dal basso verso l'alto per non smontarli. Versate l'impasto nello stampo senza ungerlo nÊ infarinarlo e infornate a 165° per 55 minuti e poi a 175° per altri 10 minuti. Lasciate raffreddare completamente il dolce nello stampo capovolto, poi sformate e cospargete con zucchero a velo. Note se non avete lo stampo da chiffon cake potete imburrare e infarinare un comune stampo con il buco al centro e far raffreddare la torta normalmente. Chiffon cake al cocco Per uno stampo da chiffon o angel cake di 18 cm 150 g di zucchero 95 ml di acqua 75 g di farina 00 75 g di farina di cocco 65 g di olio di riso (o di semi) 3 uova 1/2 bustina di lievito per dolci 4 g di cremor tartaro (o bicarbonato) buccia grattugiata di limone un pizzico di sale

Seguite lo stesso procedimento della versione al limone, setacciando prima gli ingredienti secchi e aggiungendo poi quelli umidi.

45


40. Fluffosa al lime e lo stampo imperfetto di Maninpasticcio (http://maninpasticcio.blogspot.it/2014/07/fluffosa-al-lime-e-lo-stampo-imperfetto.html) 7 uova 300 gr di zucchero 285 gr di farina 00 150 gr di succo di lime scorza di lime 120 gr di olio di mais 15 gr di lievito per dolci 1 bacca di vaniglia zucchero a velo qb Per prima cosa ho separato i tuorli dagli albumi. Ho setacciato in una capiente ciotola, la farina, lo zucchero e il lievito. Ho unito senza mescolare, l'olio, i tuorli, il succo e la scorza di lime, e i semini estratti dal baccello di vaniglia. Ho montato a neve gli albumi e dopo aver mescolato tutti gli altri ingredienti, li ho aggiunti , incorporandoli con delicatezza. Ho versato il composto nello stampo di alluminio con i bordi alti, senza imburrarlo o infarinarlo, e l'ho trasferito nel forno a 165° per 55" e poi a 170° per altri 10". Ho fatto raffreddare il dolce, capovolgendolo su una gratella ( ecco il perchÊ delle righe) e l'ho poi capovolto e cosparso di zucchero a velo. A questo punto bisogna solo assaggiarlo, assolutamente inutile aggiungere altro!

41. Fluffosissima: uno stile di vita di Momenti senza glutine (http://momentisenzaglutine.blogspot.it/2014/07/fluffosissima-uno-stile-di-vita.html) Fluffosa senza glutine al limone per me stampo per ciambelle da 28 cm di diametro e almeno 8 cm di h

46


250 g Zucchero e 6 g Stevia (oppure 300 g Zucchero) 210 g Farina di Riso Finissima 65 g Amido di Riso Senza Glutine 7 Uova Codice O 160 g Succo di Limoni d'Amalfi IGP filtrato Scorza dei Limoni Usati 120 g Olio di Riso 1 Bustina di Lievito per Dolci Senza Glutine (la mia era di 16 g e l'ho usata tutta) 1/2 Cucchiaino di Bicarbonato di Sodio 1 Baccello di Vaniglia o Estratto Naturale (io non l'ho usato) Zucchero a Velo Senza Glutine per lo Spolvero Separate i tuorli dagli albumi. Setacciate insieme in una grande ciotola la farina, lo zucchero, la stevia, il bicarbonato e il lievito. Fate un buco al centro e versate in questo ordine e senza mescolare: l'olio, i tuorli, la spremuta del limone, la scorza del limone grattugiata, i semi della bacca di vaniglia Montate a neve ferma gli albumi con 3 gocce di limone. Mescolate gli ingredienti nella ciotola fino ad ottenere un composto omogeneo e da ultimo inserite gli albumi montati. Versate il composto nello stampo senza ungerlo né infarinarlo. Se usate uno stampo tradizionale invece sì. Infornate e cuocete a 165° per 55 minuti e poi a 175° per 10 minuti. Fate freddare il dolce nello stampo capovolto (se quello da chiffon cake) sformate e spolverizzate con zucchero a velo. Vi lascio qui alcuni consigli miei poiché ho usato uno stampo differente da quello per la Chiffon Cake. Ho anche un forno che vive di vita propria, per cui mi sembra doveroso. - Ho unto leggermente lo stampo versando un po' d'olio all'interno e spargendolo con un tovagliolino di carta per assorbirne la quantità eccessiva qualora ce ne fosse. Mi raccomando: abbiate cura di ungere anche la zona del foro dello stampo. - Ho infornato a 165°, forno già caldo e non l'ho passato a 175°. Oltretutto il mio è stato veramente poco. Dopo mezz'ora ho controllato il mio dolce, ballava ancora un po'. Dopo altri 6/7 minuti sono ritornata e la prova stuzzicadente è andata a buon fine. Era pronto. -Ho lasciato il dolce ancora un po' nel forno spento, con sportello chiuso. Dopo una decina di minuti l'ho tirato fuori e vedrete che sarà staccato dai bordi dello stampo. L'ho tenuto comunque un po' capovolto, come suggerisce Monica nella sua ricetta, ma solo una decina di minuti. Ho dato poi un colpo secco allo stampo ed è uscita meravigliosamente dallo stampo.

47


42. #iomangiolafluffosa….semi di papavero e te' della strega! di La cucina di Azzurra (http://lacucinadiazzurra.blogspot.it/2014/07/iomangiolafluffosasemi-di-papavero-e-te.html) 300 g di farina 00 300 g di zucchero bianco 15 g (1 tbs) di lievito per dolci 2,5 g (1/2 tsp) di sale fino 7 uova 300 ml di tè (io tè strega artigianale) raffreddato 125 ml di olio di semi di girasole 1 cucchiaino di estratto di vaniglia 2,5 g di cremor tartaro (1/2 tsp) 1 cucchiaio di semi di papavero Per la salsa al limone: 250 g di zucchero 140 g di succo di limone filtrato 118 g di acqua

Dividete gli ingredienti secchi dai liquidi. Preparate in una ciotola farina setacciandola, lievito, zucchero, mescolando bene.

sale e semi di papavero

Separate i tuorli dagli albumi mettendoli in due ciotole separate. Nella ciotola con i tuorli aggiungete il tè, l'olio e la vaniglia e mescolate bene con una frusta a mano. Unite gli ingredienti secchi e montate con fruste elettriche per 20 minuti. Nella ciotola con albumi mettete il cremor tartaro e montate a neve ferma per circa 10 minuti. Incorporate gli albumi all'altra ciotola in 3 volte con movimenti delicati dal basso verso l'alto. Versate il composto nello stampo da Angel Cake io per sicurezza un goccino di burro lo passo sempre sulle pareti, ma non è indispensabile. Infornate a 160°C per 70-75 minuti. Capovolgete la torta sulle zampette dello stampo e lasciate riposare per 12 ore prima di toglierla dallo stampo. 48


Per lo sciroppo al limone: Versate gli ingredienti in un tegame e fate cuocere a fuoco basso facendo ridurre il composto fino ad ottenere la consistenza desiderata. Versate a piacere sulla torta.

43. Carrot chiffon cake ovvero la fluffosa piu famosa del web di La cucina dello stivale (http://lacucinadellostivale.blogspot.it/2014/07/carrot-chiffon-cake-ovvero-la-fluffosa.html) Per uno stampo da chiffon cake da 28 cm: 300 g di zucchero 200 g di carote grattugiate 200 g di farina 00 85 g di farina di mandorle 160 g di spremuta di limone bio filtrata 120 g di olio di riso 7 uova bio 1 baccello di vaniglia (o estratto naturale) 1 bustina di lievito per dolci 1/2 cucchiaino di cremor tartaro (o bicarbonato di sodio) scorza di limone Separate i tuorli dagli albumi. In una ciotola setacciate insieme le farine, lo zucchero, il lievito e il cremor tartaro. Fate un buco al centro e versate in questo ordine e senza mescolare: l'olio, i tuorli, la spremuta del limone, le carote grattugiate, la scorza del limone grattugiata, i semi della bacca di vaniglia. A parte montate a neve ferma gli albumi con 3 gocce di limone. Mescolate velocemente gli ingredienti nella ciotola fino ad ottenere un composto omogeneo e da ultimo unite gli albumi montati. Amalgamate mescolando dal basso verso l’alto per incorporare gli albumi. Versate il composto nello stampo senza ungerlo nÊ infarinarlo. Cuocete a 165°C per 55 minuti e poi a 175°C per 10 minuti. 49


Fate freddare completamente il dolce nello stampo capovolto prima di sformarlo.

44. Anche io Fluffo! Fluffosa al limone di Briciole di bontà (http://bricioledibonta.blogspot.it/2014/06/fluffosa-limone-torta-soffice-ricetta.html) Per uno stampo a ciambella da 24 cm 4 uova 190 g di zucchero 190 g di farina 75 ml di olio di semi ( io di mais) 100 ml di succo di limone ( circa 2 e mezzo) la buccia di due limoni 4 cucchiaini da te di lievito chimico 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio 2 cucchiaini di estratto di vaniglia Glassa al cioccolato 80 g di cioccolato bianco 40 ml di panna Separare i tuorli dagli albumi e preriscaldare il forno a 165°-170° In una ciotola setacciare tutti gli ingredienti secchi, fare un buco al centro e aggiungere i tuorli, l'olio, il succo del limone, la sua buccia e l'estatto di vaniglia, mescolare il tutto con una spatola finchè non sarà ben amalgamato Montare gli albumi con 3 gocce di succo di limone a neve ben ferma, oppure passate un limone tagliato nelle pareti della ciotola in cui andrete a montare gli albumi, questo permetterà all'albume di montare bene. Ora aggiungete l'albume al composto mischiando dall'alto verso il basso, facendo attenzione a non smontare il tutto Versare nello stampo: se quello da angel cake lo stampo non deve essere imburrato e infarinato, mentre se utilizzate altri stampi la procedura è quella classico con stampo imburrato e infarinato. Cuocere i primi 40 minuti, poi alzare al 175°-180° per minuti e sfornare Se utilizzate lo stampo da angel cake, capovolgete lo stampo e lasciare raffreddare così, in caso 50


contrario sformare e lasciar intiepidire Glassa al cioccolato Nel forno a microonde, sciogliere la panna e il cioccolato, e versare al filo sulla torta fredda.

45. Again..Fluffosa cocco e ananas Pina colada cake di Briciole di bontà (http://bricioledibonta.blogspot.it/2014/07/fluffosa-torta-cocco-ananas-ricetta.html) Per uno stampo a ciambella da 24 cm 4 uova 150 g di zucchero 70 g di farina 140 g di farina di cocco 50 ml di olio di semi ( io di mais) 20 ml di rhum 90 ml di succo di un ananas 4 cucchiaini da te di lievito chimico 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio 2 cucchiaini di estratto di vaniglia

Separare i tuorli dagli albumi e preriscaldare il forno a 165°-170° In una ciotola setacciare tutti gli ingredienti secchi, fare un buco al centro e aggiungere i tuorli, l'olio,il succo d'ananas e il latte, mescolare il tutto con una spatola finchè non sarà ben amalgamato Montare gli albumi con 3 gocce di succo di limone a neve ben ferma, oppure passate un limone tagliato a metà nelle pareti della ciotola in cui andrete a montare gli albumi, questo permetterà all'albume di montare bene. Ora aggiungete l'albume al composto mischiando dall'alto verso il basso, facendo attenzione a non smontare il tutto Versare nello stampo: se quello da angel cake lo stampo non deve essere imburrato e infarinato, 51


mentre se utilizzate altri stampi la procedura è quella classico con stampo imburrato e infarinato. Cuocere i primi 40 minuti, poi alzare al 175°-180° per minuti e sfornare Se utilizzate lo stampo da angel cake, capovolgete lo stampo e lasciare raffreddare così, in caso contrario sformare e lasciar intiepidire.

46. Chiffon cake o fluffosa di Azzurra ne fa di tutti i colori (http://azzurratagliaecucina.blogspot.it/2014/07/chiffon-cake-o-fluffosa.html) Per uno stampo da 28-30 cm o per quello da chiffon cake: 300 g di zucchero 285 g di farina 00 7 uova bio 195 g di acqua frizzante 120 g di olio di semi 1 bustina di lievito per dolci (io lievito bio) 1 cucchiaino di cremor tartaro 1 cucchiaino di sale scorza di 1 limone bio grattugiata 1 baccello di vaniglia (o estratto naturale) Prima di tutto separate i tuorli dagli albumi. Setacciate insieme in una grande ciotola la farina, lo zucchero, il sale e il lievito. Fate un buco al centro e versatevi in questo ordine e senza mescolare: l'olio, i tuorli, l'acqua, la scorza grattugiata del limone, i semi della bacca di vaniglia o un cucchiaino di estratto naturale (prima o poi fatelo che è comodissimo e si riutilizzano le bacche, per un risparmio notevole). Montate a neve fermissima gli albumi con il cremor tartaro. Mescolate gli ingredienti nella ciotola fino ad ottenere un composto omogeneo; incorporarvi con delicatezza gli albumi a neve. Versate nello stampo senza ungerlo né infarinarlo. Infornate e cuocete a 165° per 55 minuti e poi a 175° per 10 minuti. Vale la prova stecchino. Togliete il dolce fate raffreddare capovolto (qui ho avuto molta paura, ma è andata bene come per lo chiffon cake). Passate un coltello intorno ai bordi, sformatelo e inondatelo di zucchero a velo o cioccolato. 52


47. Chiffon cake allo champagne di My secret room (http://www.mysecretroom.it/chiffon-cake-allo-champagne/) Per uno stampo dal Ø di 25 cm 290 gr di farina Manitoba 300 gr di zucchero extrafine 10 uova da agricoltura biologica 200 ml di Champagne 120 ml di olio di semi di lino Bio 1 bacca (o una bustina di vanillina) di vaniglia scorza di un limone Bio non trattato 1 bustina di lievito chimico in polvere per dolci 1 bustina (8 gr) di cremor tartaro 1 pizzico di sale fino Zucchero a velo (per spolverizzare) quanto basta Prepariamo la chiffon cake allo champagne Accendete il forno in modalità statico a 160° e iniziate dagli ingredienti secchi. Setacciate la farina in una ciotola molto capiente, aggiungetevi il lievito, lo zucchero extrafine e il pizzico di sale. Mettete da parte. Separate – utilizzando 2 ciotole – i tuorli dagli albumi avendo cura di non mischiarli mai. Nella ciotola dei tuorli aggiungetevi lo champagne a temperatura ambiente e l’olio di semi di lino. sbattete il tutto con una frusta a mano. Grattugiate la scorza di un limone biologico - non trattato – e incidete una bacca di vaniglia per estrarre i semi, se non l’avete utilizzate pure una bustina di vanillina, aggiungete questi ingredienti al composto di tuorli e champagne e sbattete fino ad ottenere una crema liscia e omogenea. Incorporate quest’ultima agli ingredienti secchi (farina, zucchero extrafine e lievito). Mescolate accuratamente tutti gli ingredienti. Mettete da parte. Montate gli albumi. Versateli nella ciotola di una planetaria con un pizzico di sale – potete montare gli albumi anche utilizzando uno sbattitore elettrico – iniziate a montare gli albumi. Quando saranno diventati bianchi, ma saranno ancora morbidi, versatevi la bustina di cremor tartaro e continuate a montare fino a quando gli albumi appariranno a neve ferma. Trasferite con delicatezza gli albumi così montati – a piccole cucchiaiate – nella ciotola con il composto ottenuto con uova e farina, mescolate dolcemente con una spatola dall’alto verso il basso, questa accortezza vi eviterà di smontarli e vi ripagherà con una chiffon cake allo champagne “cuscinosa”. Versate delicatamente il composto ottenuto nello stampo per chiffon cake che non dovrà essere 53


ne imburrato ne infarinato. la crema della chiffon cake risulterà abbastanza compatta – non liquida – per questo vi invito ad usare una spatola per distribuirla equamente. Infornate la vostra chiffon cake in forno statico che avrete precedentemente preriscaldato a 160° per e fate cuocere per 60 minuti. La chiffon cake, come il soufflè in cottura deve espandersi verso l’alto, per questo motivo è bene posizionare lo stampo nella parte bassa del forno. Una volta trascorso il tempo di cottura, sfornatelo subito. Capovolgete lo stampo – se avete usato quello della chiffon cake, questo sarà provvisto di appositi piedini – in modo che il dolce non si “sieda su se stesso” e si raffreddi staccandosi dai bordi da solo (se questo non dovesse avvenire, aiutatevi con la lama di un coltello). Quando la chiffon cake sarà completamente raffreddata, dovrete staccare anche la parte superiore dello stampo, anche in questo caso potete aiutarvi con la lama di un coltello. La vostra chiffon cake alta morbida e leggerissima è pronta per essere spolverizzata con lo zucchero a velo o guarnita con ganache di vario gusto o frutta di stagione.

48. La fluffosa nel fornetto Versilia di Dolci pasticci (http://www.dolcipasticci.it/fluffosa-nel-fornetto-versilia/) 300 g di farina 00 (io Mix per dolci senza glutine) 300 g di zucchero 130 g di olio di semi (io di riso) 180 g di acqua tiepida 5 tuorli 6 albumi 1 busta di lievito per dolci un pizzico di sale 1 limone grattugiato + il succo Setacciare insieme gli ingredienti secchi: farina, zucchero, sale e lievito. Emulsionare olio e acqua con una forchetta e unire all’impasto con una spatola. Aggiungere il limone e, uno per volta, i tuorli. Montare gli albumi a neve e amalgamarli delicatamente al composto. Imburrare e infarinare bene il fornetto e versare l’impasto. Versare mezzo bicchiere d’acqua nello spargifiamma del fornetto e mettere sul fuoco con fiamma medio-alta per i primi 5 minuti. Trascorso questo tempo, abbassare a minimo e continuare la cottura per circa 45 minuti (verso la 54


fine, fare una prova cottura, inserendo uno stecchino di quelli lunghi in uno dei buchi posti sul coperchio). Sfornare la ciambella nel modo tradizionale e lasciar raffreddare.

49. Fluffosa al limone senza glutine di La celiaca pasticciona (http://laceliacapasticciona.blogspot.it/2014/07/fluffosa-al-limone-senza-glutine.html) Per uno stampo da chiffon cake o uno stampo da 28 cm o uno stampo senza foro con bordi alti come suggerisce Monica: 280 g di zucchero 200 g di farina di riso sottilissima consentita (con spiga barrata AIC sul pacco o con la scritta senza glutine) 85 g di fecola di patate consentita (con spiga barrata AIC sul pacco o con la scritta senza glutine) 7 uova a temperatura ambiente 160 g di succo di limone 120 g di olio di semi 1 bustina di lievito consentito (con spiga barrata AIC sul pacco o con la scritta senza glutine) ½ cucchiaino di bicarbonato 1 stecca di vaniglia Il segreto sta tutto nello stampo da chiffon cake in alluminio e nel montare le uova a temperatura ambiente per almeno 15 minuti. Monica spiega benissimo l’esecuzione della ricetta qui, quindi io mi limito a riscrivere gli ingredienti nella versione senza glutine e ad indicare una temperatura di cottura di 10 gradi inferiore. Bisogna fare attenzione perchè le nostre farine vogliono sempre qualche grado in meno. Procedere come scrive Monica: “Separate i tuorli dagli albumi. Setacciate insieme in una grande ciotola la farina (per noi celiaci di riso e la fecola), lo zucchero, il bicarbonato e il lievito. Fate un buco al centro e versate in questo ordine e senza mescolare: l'olio, i tuorli, la spremuta del 55


limone, la scorza del limone grattugiata, i semi della bacca di vaniglia. Accendete il forno a 1. Montate a neve ferma gli albumi con 3 gocce di limone (questa operazione io la faccio durare almeno 10 minuti). Mescolate gli ingredienti nella ciotola fino ad ottenere un composto omogeneo e da ultimo inserite gli albumi montati. Versate il composto nello stampo senza ungerlo né infarinarlo. Se usate uno stampo tradizionale invece sì. Con le nostre farine: cuocere in forno a 150 ° per circa 50 minuti e a 160° per altri 10 minuti. Fate freddare il dolce nello stampo capovolto (se quello da chiffon cake) sformate e spolverizzate con zucchero a velo“.

50. Fluffosa al limone e limoncello di La ricetta che Vale (http://laricettachevale.blogspot.it/2014/07/fluffosa-al-limone-e-limoncello.html) Per uno stampo da Angel cake 26 cm di diametro non imburrato e non infarinato (potete utilizzare anche un normale stampo, in questo caso imburrate e infarinate!) 290 g di farina 00 280 g di zucchero semolato 7 uova di grandezza media 120 g di olio di riso 140 g di succo di limoni filtrato 20 g di liquore limoncello 15 g di baking - lievito per dolci non vanigliato (oppure bio vanigliato con bacche di vaniglia Bourbon) 3 g di bicarbonato di sodio i semini di una bacca di Vaniglia Bourbon la buccia grattugiata di un limone Separare i tuorli dagli albumi e montare questi ultimi a neve ferma con qualche goccia di limone. Tenere da parte. In una ciotola riunire lo zucchero e la farina setacciata con il lievito e il bicarbonato. Fare un buco al centro e versare nel seguente ordine e senza mescolare l'olio, i tuorli, il succo di 56


limone e il limoncello, la vaniglia e la buccia grattugiata di limone. Mescolare adesso tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo. Unire gli albumi montati, a mano con l'aiuto di una spatola e con movimenti delicati dal basso verso l'alto. Versare il composto nello stampo e infornare a 165째C per 50 min. circa e poi alzare la temperatura a 175째C e proseguire la cottura per altri 10 min. (vale la prova stuzzicadenti) Sfornare e capovolgere subito lo stampo facendo raffreddare il dolce in questo modo per circa 12 ore. Sformare e spolverizzare con zucchero a velo.

51. Fluffy cup cake pistacchio fragole e gianduia di Un biscotto per due (http://biscottoperdue.blogspot.it/2014/07/fluffy-cup-cake-pistacchio-fragole-e.html) Per circa 30 cupcake: 300 g di zucchero 285 g di farina 00 7 uova 195 g di acqua 120 g di olio di semi 1 bustina di lievito per dolci 1 cucchiaino di cremor tartaro 1 cucchiaino di sale scorza di 1 limone grattugiata 2 cucchiaini di estratto di vaniglia bourbon 2 cucchiaini di pasta di pistacchio 250 g di mascarpone 250 g di panna da montare 200 g di fragole 2 cucchiai di crema gianduia pistacchi per decorare

57


Prima di tutto separate i tuorli dagli albumi. Setacciate insieme in una grande ciotola la farina, lo zucchero, il sale e il lievito. Fate un buco al centro e versatevi in questo ordine e senza mescolare: l'olio, i tuorli, l'acqua al pistacchio ( ho sciolto i 2 cucchiaini di pasta al pistacchio), la scorza grattugiata del limone, la vaniglia. Montate a neve fermissima gli albumi con il cremor tartaro. Mescolate gli ingredienti nella ciotola fino ad ottenere un composto omogeneo; incorporarvi con delicatezza gli albumi a neve. Versate nei pirottini (i miei erano quelli che vanno direttamente in forno). Infornate e cuocete a 180° per 20 minuti. In planetaria con la frusta K montare la panna e aggiungervi il mascarpone. Ho diviso in due la crema ed in una ho aggiunto le fragole tagliate a pezzettini piccolissimi e nell'altra la crema alla gianduia. Decorati i cupcake ho guarnito con pistacchi tritati. Servire freddi.

52. La strana storia della chiffon cake - Chiffon cake al limone di Cake garden project (http://cakegardenproject.com/2014/07/01/la-strana-storia-della-chiffon-cake/) Per uno stampo di 28 cm diametro 250 gr di zucchero semolato 285 gr di farina 00 7 uova bio 160 g di spremuta di limone bio filtrata scorza dei limoni bio 120 g di olio di semi di girasole 1 bustina di lievito per dolci 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio 1 baccello di vaniglia (o estratto naturale) zucchero a velo q.b. per spolverare due pesche noci 500 ml di panna da montare 250 ml di sciroppo di limone (con 100 ml di zucchero liquido – metodo Montersino, 100 ml di acqua e 50 ml di succo di limone) 58


Montare a neve ferma i bianchi d’uovo Setacciare la farina, il lievito, il bicarbonato e unirli allo zucchero Fare un buco in mezzo e aggiungere l’olio, i tuorli, la buccia grattugiata dei limoni e il loro succo e la polpa della vaniglia Mescolare bene e poi, delicatamente, aggiungere i bianchi montati a neve. Mettere il composto nella tortiera senza, e dico senza imburrarla e infornare a 165 gradi nel forno preriscaldato per 55 minuti e poi a 175 gradi per gli ultimi dieci minuti ma io ci ho messo di meno…. dipende sempre dal proprio forno. Sfornare il dolce e capovolgerlo. Deve stare in questa scomoda posizione finché non è del tutto freddo. si staccherà dalla tortiera da solo, contateci! Ho tagliato a pezzetti le due pesche e passate dentro un po’ di succo di limone per non farle annerire Montare la panna Tagliare a metà il dolce, inumidire con lo sciroppo di limone, spalmare due terzi di panna e aggiungere le pesche a pezzetti Con la rimanete panna sporcare i bordi della torta, come una stuccatura venuta male, e finire la copertura con una spolverata di zucchero a velo sulla sommità

53. Fluffosa al limone di Love Cooking (http://simolovecooking.blogspot.it/2014/07/fluffosa-al-limone.html) Per uno stampo da 28 cm 300 gr di zucchero 285 gr di farina 00 7 uova bio 160 g di spremuta di limone bio filtrata scorza dei limoni bio 120 g di olio di semi di girasole 1 bustina di lievito per dolci 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio 1 baccello di vaniglia

59


zucchero a velo per spolverizzare Separate i tuorli dagli albumi. Grattugiare la scorza dei limoni e spremerne il succo. In una grande ciotola setacciare la farina, lo zucchero, il bicarbonato e il lievito. Fate un buco al centro e versare in questo ordine e senza mescolare: l'olio, i tuorli, la spremuta del limone, la scorza del limone grattugiata, i semi della bacca di vaniglia. Mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo. Montate a neve ferma gli albumi con 3 gocce di limone e aggiungerli al composto. Imburrare e infarinare lo stampo (se avete quello apposito non serve) e infornare a 165° per 55 minuti e a 175° per 10 minuti. Far raffreddare la torta (capovolta se possedete l'apposito stampo) quindi spolverizzare di zucchero a velo.

54. Chiffon Cake Integrale con Fragole e Cioccolato di Le ricette per gli amici del Pozzo Bianco (http://www.pozzobianco.it/wp/?p=4416) Per uno stampo da Chiffon Cake da 17 cm di diametro: 170 gr di farina integrale di Kamut 200 gr di zucchero integrale di canna 30 gr di cacao amaro in polvere 4 uova 100 ml di acqua gassata 2 cucchiai di Rum 80 ml di olio di semi di girasole purea di fragole (preparata con 50 gr di fragole, un cucchiaio di zucchero ed un cucchiaio di acqua) 1 bustina da 10 gr di lievito naturale (a base di cremor di tartaro), un pizzico di sale

Preparare la purea di fragole: tagliare le fragole (ben mature) a piccoli pezzi e porle in un bicchiere insieme con 1 cucchiaio di zucchero ed 1 cucchiaio di acqua. Lasciare macerare per almeno un’ora; trasferirli con il sughetto che si sarà formato nel bicchiere 60


di un frullatore ad immersione e frullare molto bene fino ad ottenere una purea liquida. In un robot da cucina con lame tritare lo zucchero di canna in modo da ridurlo a granella molto fine. In un recipiente riunire la farina setacciata, lo zucchero, 3/4 di bustina di lievito, il cacao ed un pizzico di sale. Rompere le uova, separare i tuorli dagli albumi e montare questi, insieme con 1/4 di bustina del lievito cremor di tartaro, a neve fermissima. In un altro recipiente riunire i tuorli, l’olio, l’acqua gassata, la purea di fragole ed il rum: utilizzare fruste elettriche per per miscelare e gonfiare gli ingredienti. Aggiungere agli ingredienti liquidi,mescolando delicatamente, la farina mescolata a lievito, zucchero e cacao. Aggiungere quindi gli albumi montati a neve con movimenti del cucchiaio dall’alto verso il basso in modo che non si sgonfino e si incorpori aria durante la lavorazione: l’impasto, mentre si miscela, deve risultare molto morbido e formare delle bolle. Utilizzare per la cottura uno stampo da chiffon cake (con i piedini o la parte centrale più alta rispetto a bordi) in modo che dopo la cottura e la lievitazione in forno, la torta possa essere raffreddata capovolta e sollevata dal piano di appoggio. Questo passaggio e’ importante perché consente alla torta di raffreddarsi incorporando aria e le impedisce di abbassarsi a fine cottura. Versare il composto nello stampo non imburrato, non unto d’olio ne’ infarinato: anche questo passaggio e’ importante perché consente alla torta, a fine cottura, di rimanere “sospesa” nello stampo capovolto per molte ore senza staccarsi. Cuocere in forno preriscaldato a 160 gradi (nella parte bassa del forno) per 45 minuti. Togliere quindi la torta dal forno e capovolgere subito lo stampo Dopo 8-10 ore (di fatto il giorno dopo) favorire il distacco della torta dallo stampo con una spatola o un coltellino sottile e diritto, che dovrà essere passato tra la torta e le pareti. Così si presenterà : Spolverizzare con poco zucchero al velo e tanti, tanti frutti di bosco.

55.Chiffon cake alla cannella di La bottega delle dolci tradizioni (http://www.labottegadelledolcitradizioni.it/2014/07/chiffon-cake-alla-cannella.html) Per uno stampo da chiffon cake di 28 cm 300g di zucchero 285g di farina 00 7 uova bio (io 4 uova e 3 albumi) 195g di acqua 120ml di olio di semi

61


lievito per dolci (una bustina) cremor tartaro (una bustina) 1 cucchiaino di sale cannella a go go

Separiamo i tuorli dagli albumi. In una ciotola capiente inseriamo gli ingredienti in polvere, farina, zucchero, sale, lievito. Facciamo un buco al centro e inseriamo in quest'ordine senza mescolare l'olio, i tuorli, l'acqua e la cannella. Montiamo a neve fermissima gli albumi con il cremor tartaro. Mescoliamo gli ingredienti nella ciotola fino ad ottenere un composto omogeneo e liscio. Incorporiamo con delicatezza gli albumi a neve mescolando con una spatola dal basso verso l'alto. Una volta ottenuto un composto ben amalgamato versiamolo nello stampo senza ungere ne imburrare. Inforniamo a 165° per 55 minuti, quindi alziamo la temperatura a 175° per 10 minuti. Controlliamo la cottura negli ultimi 10 minuti con uno stecchino (io ho usato uno spiedo!!) Una volta cotto estraiamo la fluffosa dal forno e capovolgiamo lo stampo (facendolo reggere sui piedini, non temete, non crollerà!) fino a far raffreddare il dolce. Una volta freddo passiamo un coltello affilato tutto intorno e sformiamolo dallo stampo. Decoriamolo a piacere con glasse o semplicemente con lo zucchero a velo!

56. Fluffy, sempre fluffy, fortissimamente fluffy! #iomangiolafluffosa cioccolato e caffe' di Con grano di sale (http://congranodisale.blogspot.it/2014/07/fluffy-sempre-fluffy-fortissimamente.html) Fluffosa cioccolato e caffè: 200 g. di farina 00 185 g. di zucchero 4 uova bio

62


80 g. olio di riso 80 g. acqua meglio se gasata 1 tazzina di caffè ristretto 50 g. di cioccolato extra fondente un pizzico di sale 1 bustina di cremor tartaro 4 g. bicarbonato di sodio burro e farina per lo stampo (non serve se usate lo stampo da chiffon cake)

Separare i tuorli dagli albumi. Fare sciogliere il cioccolato a bagnomaria o nel microonde. In una ciotola capiente setacciare gli ingredienti secchi:farina, zucchero, sale e bicarbonato. Fare un buco al centro e versare in quest'ordine senza mescolare olio, tuorli, acqua, caffè e cioccolato precedentemente sciolto. Montare gli albumi con il cremor tartaro a neve fermissima e scoprirete che non si smontano! Mescolare gli ingredienti della ciotola, quindi aggiungere gli albumi, mescolando dal basso verso l'alto delicatamente per non smontare il composto. Trasferire nello stampo imburrato e infarinato e cuocere sul fornello a gas per circa un'ora. Fare la prova stecchino per controllare la cottura prima di toglierlo dallo stampo e fare raffreddare completamente su una gratella prima di tagliare...se ci riuscite! Per la cottura in forno con stampo per chiffon cake, cuocere a 165° per 55 minuti e a 175° per altri 10 minuti. Capovolgere lo stampo e lasciare raffreddare completamente per permettere la discesa del dolce.

57. Fluffosa al cioccolato di Un biscotto per due (http://biscottoperdue.blogspot.it/2014/07/stregata-dalla-fluffa-non-potevo-non.html) Per uno stampo 20 cm alto 10 cm

63


240 g di farina 00 60 di cacao amaro di buona qualitĂ 300 g di zucchero 130 g di olio di semi 180 g di acqua tiepida 6 uova 1 busta di lievito per dolci 1 busta di cremore di tartaro un pizzico di sale 1 grattugiata di arancia (io) 1 confezione di panna fresca da montare

Setacciate farina, cacao, zucchero, sale e lievito. Emulsionate olio e acqua con una forchetta: unite all'impasto con una spatola, aggiungete la buccia grattugiata di un arancia ben pulita, i tuorli amalgamati in precedenza poco per volta. Montate gli albumi con il cremore di tartaro e amalgamate delicatamente i due composti. Infornate a 150° per 1 ora e 15'. Sfornate la teglia capovolgere e raffreddare. Tagliare a metà la fluffa e con saccapoche aggiungere la panna montata...

58. Fluffosa arancio e limone di Un pezzo della mia Maremma (http://www.unpezzodellamiamaremma.com/2014/07/fluffosa-arancio-limone.html/) Per uno stampo 26/28 cm: 235 grammi di farina O 50 grammi di farina di riso

64


7 uova il succo di 1 limone scorza grattata di 1 limone e 1 arancio 120 grammi di olio extravergine, io bio della Sabina molto delicato 2 bustine di cremor di tartaro 1/2 bustina di lievito per dolci salsa all’arancio e limone da versare sulla torta: il succo di due arance e 1 limone 100 grammi di zucchero 1 bicchierino di grappa Glassa da mettere sopra fatta con zucchero a velo e qualche cucchiaio di succo d’arancio, sopra zeste di limone Separare i tuorli dagli albumi e montare molto bene questi ultimi, setacciare la farina in una ciotola insieme al cremor di tartaro e al lievito (la prossima volta non metto il lievito, io uso sempre e solo il cremor di tartaro), aggiungere poi lo zucchero e mischiare gli ingredienti. Versare al centro l’olio evo, i tuorli gli agrumi spremuti e mescolare, per ultimo aggiungere gli albumi montato a neve con molta delicatezza per evitare di smontarli. Versare nello stampo (io della poppy citrus) e infornare a forno già caldo 165°C per 55 minuti poi alzare per altri 10 minuti a 175°, io non l’ho fatto perché il mio forno è a gas e scalda di più, io l’ho tolta a 45 minuti ed era cotta alla perfezione ed è uscita immediatamente appena girata. Ho preparato la salsa facendo bollire per pochi minuti il succo delle arance e del limone con lo zucchero e e poi l’ho versato lentamente sulla torta, che avevo rimesso nel suo stampo, praticando dei fori in modo da far assorbire la sala alla torta. Quando era fredda l’ho tolta dallo stampo e vi ho versato sopra una glassa fatta con zucchero a velo e succo d’arancio e sopra zeste di limone.

59. La Fluffosa al cioccolato senza glutine di Borderline (http://borderline83.blogspot.it/2014/07/la-fluffosa-al-cioccolato-senza-glutine.html) 50 g di farina per dolci (Mix DS)

65


20 g di farina di riso 50 g di amido di mais 30 g di cacao amaro senza glutine 150 g di zucchero semolato 65 g olio di semi 90 g di acqua tiepida 3 uova bio 2 albumi 1 busta di lievito per dolci 1/2 busta di cremore di tartaro un pizzico di sale 1/2 limone grattugiato * è possibile utilizzare mix di farina che presentino il simbolo della spiga sbarrata.

Setacciate le farine, il cacao, lo zucchero, il sale e il lievito. In una boule emulsionate olio e acqua aiutandovi con una forchetta, unite la parte liquida a quella solida lavorandola con una spatola, aggiungete il limone e amalgamate, uno alla volta, le 3 uova. Montate gli albumi con il cremore di tartaro e amalgamate, molto delicatamente, i due composti. Infornate a 150°C per 1 ora e 15'. N.B. Per chi usa uno stampo da ciambella ricordarsi di imburrare e infarinare la teglia e di non capovolgerla subito. (teglia da 22 cm). Per chi usa il tegame da angel o chiffon cake ricordatevi di non imburrare e di non infarinare e soprattutto di capovolgere l'apposito tegame. Non aprire mai il forno.

60. Fluffosa cacao e panna acida di Torte delle mie brame (http://tortedellemiebrame.altervista.org/fluffosa-cacao-panna-acida/) Per uno stampo da chiffon da 24 x 8 cm 180 gr di farina 20 gr di cacao amaro 225 gr di zucchero 66


10 gr di lievito 5 uova 160 gr di panna acida 30/40 gr di acqua (dipende da quanto è "soda" la panna acida) 75 gr di olio di semi 2 cucchiaini di estratto di vaniglia 5 gr di cremor tartaro

Riscaldare il forno a 160° Unire farina, zucchero, lievito, cacao e quindi, senza amalgamare, aggiungere 30 gr di acqua, tuorli, olio, panna acida e vaniglia. Montare a neve le chiare con il cremor tartaro. Amalgamare il composto di uova e farina, ecc.. finchè non sarà liscio, omogeneo ed abbastanza morbido (eventualmente a questo punto aggiungere poca altra acqua se il composto fosse troppo duro). Unire, quindi, poco alla volta le chiare montate a neve ferma, molto delicatamente per non smontarle. Versare il preparato in uno stampo da chiffon (o in un altro stampo di alluminio) NON imburrato NE' infarinato e cuocere, nel ripiano medio basso del forno, a 160° per 50/55 min. poi alzare a 180° e cuocere altri 10/15 min. Far raffreddare il dolce capovolto su una griglia o sugli appositi piedini (almeno un paio di ore) e staccare con l'aiuto di una spatola.

61. Fluffosa melone e cocco...la torta per Riccardo! di Un metro quadro di cucina (http://www.unmetroquadrodicucina.it/2014/07/fluffosa-melone-e-coccola-torta-per.html) 200 gr di polpa di melone frullata 150 gr di zucchero di canna 4 uova 4 cucchiai di Olio di oliva

67


150 gr di farina di cocco 60 gr di farina 0 1/2 cucchiaino di bicarbonato 8 gr di lievito in polvere 8 gr di cremor tartaro un pizzico di sale

Accendete il forno a 160°. Cominciate con il mescolare in una terrina la farina con il lievito ed il bicarbonato setacciati e la farina di cocco. In un'altra ciotola sbattete i rossi d'uovo con l'olio d'oliva e lo zucchero fino a farli diventare un composto spumoso. Fate un buco al centro della ciotola con la farina, ed aggiungete il composto di uova e la polpa di melone, amalgamando bene il tutto. montate a neve le chiare d'uovo con un pizzico di sale ed aggiungendo, quando saranno quasi montate completamente, il cremor tartaro setacciato. Unite le chiare d'uovo montate al resto del composto mescolando dal basso verso l'alto, cercando di non smontarle. Mettete in uno stampo NON imburrato (vedi sopra) e cuocete per circa 45 minuti, facendo sempre la "prova stecchino" prima di sfornare. Una volta sfornata, mettetela girata a testa in giú a raffreddarsi, e se non doveste avere l'apposito stampo, basterá poggiare i bordi dello stampo su tre bicchieri, per stabilizzarlo (deve sempre esserci aria al di sotto). Quando la torta sará fredda, passate un coltello lungo il bordo, la torta si staccherá facilmente. Una volta fredda io l'ho ricoperta con una glassa fatta con acqua e zucchero a velo, poi spolverata di cocco disidratato.

62. Fluffosa all’anice, cannella e lime di Semplicemente cucinando (http://www.semplicementecucinando.it/2014/07/25/fluffosa-allanice-cannella-e-lime/)

Per uno stampo da 18 cm di diametro

68


Per lo sciroppo alla cannella e lime 80 g di zucchero 120 ml acqua il succo di 2 lime Per l'impasto 150 g di farina 0 150 g di zucchero 7,5 g di lievito 1 punta di sale fino 2 cucchiaini di semi di anice 2 cucchiaini di cannella in polvere 3 uova medie 150 ml di acqua 60 g di olio extravergine di oliva leggero 1, 25 g di cremor tartaro La sera prima ho preparato lo sciroppo alla cannella: sciogliete in un tegamino o zucchero con l’acqua, portate a bollore, lasciate bollire 2 o 3 minuti quindi aggiungete le stecche di cannella lasciando sul fuoco, a ripresa del bollore, per altri 3 minuti. Fate raffreddare lo sciroppo e tenetelo in frigorifero sino alla mattina. Per l’impasto: raccogliete in una ciotola gli ingredienti secchi: la farina setacciata, il licito, lo zucchero ed infine il sale. Separate gli albumi dai tuorli raccogliendo i primi in una grande ciotola e montandoli a neve ferma insieme al cremor tartaro. Mettete i tuorli in un’altra ciotola piuttosto capiente, aggiungete – mescolando con una frusta a mano – l’acqua, l’olio, l’anice, la cannella in polvere ed incorporate gli ingredienti secchi. Montate con le fruste elettriche sino ad ottenere un composto spumoso e gonfio. Trasferite il composto appena preparato nella ciotola con gli albumi montati : versatene poco alla volta incorporando ogni volta delicatamente con l’aiuto di un lecca pentole. Versate il composto nello stampo e cuocete in forno già caldo a 160° per 45/50 minuti. 69


Sfornate e capovolgete subito lo stampo: a me si è gonfiata parecchio, superando il bordo e sono stata costretta, non sfruttando i piedini in dotazione, ad inserirlo sul collo di una bottiglia. Trovato l’equilibrio “instabile” ;-) l’ho lasciata così sino a completo raffreddamento. La fluffosa è scesa ! Ho appena un po’ limato il bordo esterno con la lama di un lungo coltello. Per lo sciroppo alla cannella e lime: filtrate lo sciroppo per eliminare le stecche lasciate in infusione, portate a bollore per farlo restringere alla consistenza voluta quindi unite il succo dei lime. Mescolate bene e pennellate delicatamente tutta la superficie della fluffosa ….impressionante come lo beve!

63. Chiffon Cake con farina d’avena, cannella e uva sultanina di Cooking with Marica (http://www.cookingwithmarica.net/chiffon-cake-con-farina-d-avena-cannella-e-uvasultanina/) 300 g di zucchero (io ho usato zucchero di canna bianco) 185 g di farina 00 100 g di farina d' avena un pizzico di sale 7 uova rigorosamente bio 50 g di uva sultanina 50 ml di grappa per ammorbidire l'uva sultanina 5 g (un cucchiaino di cannella in polvere) 120 g di olio vegetale 1 bustina di lievito per dolci ½ cucchiaino di bicarbonato di sodio 3 gocce di limone per montare gli albumi a neve zucchero a velo per spolverizzare Separate i tuorli dagli albumi Setacciate insieme in una grande ciotola le farine, lo zucchero, la cannella, il bicarbonato, il lievito ed il sale Fate un buco al centro del composto e versate in questo ordine e senza mescolare: l'olio, i tuorli, l'uva sultanina con la sua grappa Montate a neve ferma gli albumi con 3 gocce di limone 70


Mescolate gli ingredienti nella ciotola fino ad ottenere un composto omogeneo e da ultimo inserite gli albumi montati a neve delicatamente e lentamente Versate il composto nello stampo senza ungerlo né infarinarlo se avete lo stampo dedicato allo chiffon cake; se usate uno stampo tradizionale invece si. Infornate nel ripiano inferiore e cuocete a 165° per 55 minuti e poi a 175° per 10 minuti Fate freddare il dolce nello stampo capovolto (se quello da chiffon cake) sformate e spolverizzate con zucchero a velo. Note: Se non trovate la farina d'avena potete usare i fiocchi di avena precedentemente fatti polverizzare nel mixer/frullatore per circa 30 secondi. Se fate la torta per bambini mettete a bagno l'uva sultanina nel latte anziché nella grappa. Potete accompagnare questa torta con della frutta fresca di stagione condita con lo zucchero a velo.

64. Fluffosa alle noci pecan di Con un poco di zucchero (http://conunpocodizucchero.wordpress.com/2014/07/28/fluffosa-alle-noci-pecan/) 210 gr farina 00 250 gr zucchero 25 gr cacao amaro 50 gr noci pecan tritate finemente + 20 per la decorazione 10 gr lievito per dolci 1 pizzico di sale 120 gr olio di semi 195 gr acqua 7 uova medie 8 gr cremor tartaro

Preriscaldate il forno a 165° C. Setacciate insieme in una grande ciotola farina, cacao, sale e lievito. Aggiungete lo zucchero e le noci tritate e mescolate. Fate un buco al centro e versatevi nell’ordine l’olio, i tuorli e l’acqua. Mescolate tutto con una frusta a mano ottenendo un impasto omogeneo. Montate gli albumi a neve fermissima insieme al cremor tartaro e incorporateli delicatamente 71


all’impasto con una spatola. Disponete ordinatamente le restanti 20 noci pecan intere nello stampo da chiffon cake ( o in un stampo grande per ciambellone) e versatevi sopra l’impasto. Infornate per 55 minuti poi alzate la temperatura del forno a 175° e terminate la cottura per altri 10 minuti. Sfornate la torta e, se avete lo stampo giusto che è dotato di piedini, ribaltatelo e attendete che si stacchi magicamente e naturalmente, altrimenti attendete che si raffreddi e capovolgetelo.

65. Chiffon cake di Il gatto pasticcione (http://www.ilgattopasticcione.blogspot.it/2014/07/chiffon-cake.html) 8 uova 240 gr di zucchero 160 gr di acqua 125 gr di olio di semi 240 gr di farina '00 1 e 1/2 bustina di lievito per dolci un pizzico di sale 1 limone Prendere le uova a temperatura ambiente e separare i tuorli dagli albumi; con lo sbattitore frullare i tuorli con lo zucchero, unire il pizzico di sale, il limone grattugiato, l'acqua, l'olio e per ultima la farina setacciata. In una ciotola montare a neve ferma gli albumi con il lievito setacciato. Unire delicatamente gli albumi al composto precedente, con movimenti dall'alto al basso per non smontare il composto. A questo punto versare tutto in uno stampo da chiffon cake del diametro di 25 o 26 cm, senza imburrare. Infornare a 165° per 60 minuti, fare comunque la prova stecchino per essere sicuri che all'interno sia cotto bene. Tirare fuori dal forno e mettere la teglia a testa in giù per il tempo necessario affinché si raffreddi. E poi potete gustare questa torta paradisiaca!!!

72


66. Ho fluffato pure io di Il Blog di Micky (http://ilblogdimiky.com/2014/06/23/ho-fluffato-pure-io/) Fluffosa al limone 300 gr di zucchero 285 gr di farina 00 7 uova il succo di 1 limone la scorza di 1 limone 120 gr di olio di semi di girasole) 1 bustina di lievito per dolci 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio 1 bustina di vanillina zucchero a velo q.b. Separate i tuorli dagli albumi. Setacciate in una ciotola, la farina, lo zucchero, il bicarbonato, la bustina di vanillina e il lievito. Fate un buco al centro e versate in questo ordine e senza mescolare: l'olio, i tuorli, la spremuta del limone, la scorza del limone. Mescolate gli ingredienti nella ciotola fino ad ottenere un composto omogeneo. Montate a neve ferma gli albumi (mi sono dimenticata di mettere un pizzico di sale) e incorporate al composto facendo molta attenzione a non smontarli (movimenti lenti e dal basso verso l'alto). Versate il tutto nello stampo dopo averlo unto con burro e farina. Infornate e cuocere a 175°C per 55 minuti e poi a 185°C per altri 10 minuti (forno statico). Sfornate e lasciare raffreddare il dolce nello stampo. Spolverare con zucchero a velo. Note: Io ho usato uno stampo da ciambella in quanto non avevo lo stampo della chiffon cake :(

67. Un quarto di paradiso può essere mangiato: Fluffosa all'arancia e cioccolato fondente di On the clouds 73


(http://annaontheclouds.blogspot.it/2014/07/un-quarto-di-paradiso-puo-essere.html?m=1) 300 gr di zucchero 285 gr di farina 00 7 uova bio 210 gr di spremuta di arancia scorza dell'arancia non trattata 120 gr di olio di semi 1 bustina di lievito per dolci 1 cucchiaino di sale 1 baccello di vaniglia 1 barretta di cioccolato fondente e arancia scorza di arancia (facoltativo)

Preriscaldate il forno a 160°. Separate i tuorli dagli albumi. Setacciate insieme, in una ciotola grande, la farina, lo zucchero e il lievito. Formate con le mani un cratere nella farina e versate, senza mescolare, gli altri ingredienti in questo ordine : l'olio, i tuorli, la spremuta d'arancia, la scorza grattugiata d'arancia e i semi della bacca di vaniglia. Mescolate tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto omogeneo. Montate gli albumi a neve ferma con le gocce di limone e versatele nel composto precedente, mescolando dall'alto verso il basso. Non dovete smontare gli albumi. Imburrate e infarinate uno stampo da Chiffon Cake, o se non l'avete va benissimo anche un classico stampo per ciambelle da 28 cm. Infornate e lasciate cuocere a 160° gradi per 55 minuti e poi a 180° per 10 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare. Premessa: se avete lo stampo da Chiffon Cake, lasciate raffreddare capovolto. Una volta freddo, togliete dallo stampo e sciogliete nel microonde la barretta di cioccolato fondente. Spalmate la superficie della Fluffosa con la cioccolata sciolta e grattugiate un pò di scorzetta di arancia.

74


68. Fluffosa caffè, cacao e cannella di Un pezzo della mia maremma (http://www.unpezzodellamiamaremma.com/2014/07/fluffosa-caffe-cacao-e-cannella.html/) Per uno stampo da 18 cm 120 grammi di farina di riso 30 grammi di cacao amaro 100 grammi di zucchero semolato, io ne ho messi 120 ma è davvero poco dolce ( potete arrivare a 150 grammi) 65 grammi di olio biologico della Sabina, delicato senza sapori particolarmente marcati 90 ml di caffè forte 1 cucchiaino di cannella 3 tuorli, 3 albumi, bio 1/2 di lievito per dolci 1 pizzico di sale Separare i tuorli dagli albumi e montare molto bene questi ultimi, setacciare la farina in una ciotola insieme al lievit0, aggiungere poi lo zucchero e mischiare gli ingredienti. Versare al centro l’olio evo, i tuorli il caffè, la cannella e mescolare bene senza fruste, basta un cucchiaione, aggiungere alla fine gli albumi montati a neve con molta delicatezza per evitare di smontarli. Versare nello stampo della Chiffon cake senza imburrare, prima di infornare grattateci sopra del cioccolato fondente. Infornare a forno già caldo 165°C per 55 minuti, aumentare poi a 175 per altri 10 minuti (io non l’ho fatto perché il mio forno è a gas e scalda di più), l’ho tolta a 45 minuti ed era cotta alla perfezione, l’ho girata su un piatto, lo stampo rimane sospeso con le sue zampine, e dopo 10 minuti è caduta, perfettamente cotta.

69. Fluffosa alla vaniglia e karkadè di Staffetta in cucina (http://staffettaincucina.blogspot.it/2014/07/fluffosa-alla-vaniglia-e-karkade.html) Per uno stampo da 24 cm

75


215 gr di zucchero 200 gr di farina 00 5 uova 140 gr di acqua 85 gr di olio di riso 12 gr di lievito 1 bustina di vanillina 1 cucchiaino di cremor tartaro 1 cucchiaino di sale per la glassa 150 g di zucchero a velo 30 g di sciroppo di bissap o karkadè Per prima cosa separate i tuorli dagli albumi. In una ciotola molto molto capiente inserite la farina setacciata, lo zucchero, il sale, la vanillina e il lievito. Fate un buco al centro e versate l'olio, i tuorli e l’acqua, in questo ordine e senza mescolare. Montate a neve ferma gli albumi con il cucchiaino di cremor tartaro. Mentre gli albumi si montano, mescolate gli ingredienti nella ciotola fino ad ottenere un composto omogeneo e senza grumi, e per ultimo inserite gli albumi montati. Versate il composto nello stampo da chiffon cake senza ungerlo né infarinarlo. Cuocete a 165° per 55 minuti e poi a 175° per 10 minuti. Fate freddare il dolce nello stampo capovolto, lasciate raffreddare a lungo e poi sformate passando un coltellino delicatamente sui lati della torta. Fate scaldare in un pentolino e a fiamma bassa lo zucchero a velo setacciato e lo sciroppo di karkadè. Mescolate bene con una frusta affinché non si formino dei grumi. Non appena il composto è un po’ fluido, versatelo sulla fluffosa disposta sopra una gratella da pasticceria.

70. La Fluffosa al cioccolato di Vanille en Rose (http://vanilleenrose.blogspot.it/2014/07/la-fluffosa-al-cioccolato.html) 300 gr di zucchero

76


285 gr di farina "00" 7 uova bio 60 gr di cacao amaro 120 gr di olio di semi 1 bustina di lievito 180gr di acqua tiepida un pizzico di sale zucchero a velo

Accendete il forno a 165°. Setacciate in una ciotola la farina, lo zucchero, il lievito e il cacao. Versate, in un'altra ciotola, l'olio, l'acqua e i tuorli. Montate a neve ben ferma gli albumi con un pizzico di sale. Mescolate assieme tutti gli ingredienti e aggiungete gli albumi. Versate nello stampo da ciambella (precedentemente unto con un po' d'olio) e cuocete per 55 minuti e poi per altri 10 a 175°. Spegnete il forno e aspettate altri 10 minuti. Tirate fuori lo stampo e lasciate raffreddare. Spolverate a piacere con lo zucchero. Alcune considerazioni: Per fare questo dolce ci vorrebbe lo stampo da chiffon cake perchè deve raffreddarsi capovolta. Io ho utilizzato un semplicissimo stampo da ciambella e l'ho lasciata raffreddare normalmente ed è venuta benissimo :) Altra cosa, la ricetta di Monica prevede il cremor tartaro che non ho trovato al supermercato; ho quindi montato normalmente gli albumi. Io ho messo 60g di cacao perchè la volevo bella cioccolatosa, voi potete metterne di meno. L'ho anche servita accompagnata da un po' di panna montata per smorzare un po' l'amaro.

71. Fluffosa Mojito style di La pagnotta innamorata (http://lapagnottainnamorata.altervista.org/fluffosa-mojito-style/? doing_wp_cron=1406717799.1637780666351318359375)

77


300 gr Zucchero 285 gr Farina 00 succo e scorza grattugiata di 5 lime 120 gr di olio di semi 1 mazzetto di menta fresca 1 bustina di lievito per dolci 1 bicchierino di rum bianco 1 bacca di vaniglia zucchero a velo Per prima cosa separate i tuorli dagli albumi e unire i tuorli in una capiente ciotola agli ingredienti solidi setacciati (farina, zucchero e lievito) e all'olio, al succo e alla scorza di lime, al rum, alla menta tritata e ai semini della bacca di vaniglia. Il tutto senza mescolare. Montare a neve gli albumi e quando saranno ben montati, uniteli delicatamente agli altri ingredienti dopo averli mescolati. Versare il composto nello stampo di alluminio da Chiffon Cake, senza imburrarlo o infarinarlo e trasferirlo in forno a 165° per 55 minuti e poi a 170° per altri 15. Quando è cotto (fate comunque sempre la prova stecchino perché ogni forno e diverso e potreste aver bisogno di farlo cuocere un po' di più) sfornatelo e ponetelo a raffreddare capovolto sugli appositi piedini, lasciatelo raffreddare del tutto e poi toglietelo dallo stampo aiutandovi con un coltello a lama liscia. Cospargetelo di zucchero a velo e gustatene da leggerezza e la bontà!

72. F come Fluffosa al Cioccolato, anche io! di My kitchen dictionary (http://my-kitchen-dictionary.blogspot.it/2014/07/f-come-fluffosa-al-cioccolato-anche-io.html?m=1) 60 gr Cacao amaro 300 gr Zucchero 6 Uova 180 gr Latte di mandorla tiepido

78


130 gr Olio di girasole 1 bustina di Lievito 1 bustina di Cremor Tartaro 1 pizzico di Sale 3 gocce di Aroma di vaniglia Zucchero a velo Decorazioni di zucchero Meringhette

Scaldate il forno a 150°C (programma Dolci, ventilato). In una ciotola setacciate la farina, il cacao, zucchero, il sale e il lievito e mescolate bene. un'altra ciotola, emulsionate acqua e olio aggiungete questa agli ingredienti secchi amalgamate.

lo In e ed

Incorporate un tuorlo alla volta. Intanto con il KA, montate gli albumi con il cremor tartaro. Unite i due composti delicatamente. Versare nella teglia senza imburrarla e infornate per circa 1 ora e 15 min. Assolutamente, non aprite quella porta! Sfornate e fate raffreddare capovolta con sotto un piatto, fino a quando si staccherĂ da sola. Con un coltello staccate il coperchietto. Guarnire semplicemente con lo zucchero a velo o come la fantasia vi dice

73. Fluffosa alla menta e gocce di cioccolato di La ciliegina sulla torta (http://blog.giallozafferano.it/lacilieginasullatortaci/fluffosa-alla-menta-e-gocce-di-cioccolato/) 140 gr di farina 115 gr di zucchero semolato 3 uova grandi 50 ml di latte 50 ml di sciroppo alla menta 60 gr di olio d’oliva (dal sapore delicato) 79


10 gr di lievito per dolci un pizzico di sale 150 gr di cioccolato (al latte e bianco) Procedimento: Preriscaldate il forno a 160°. In una ciotola ho mescolato la farina, il lievito e lo zucchero e ho poi creato una fontana. Al centro della fontana ho versato i tuorli, l’olio e il latte con lo sciroppo alla menta, e ho mescolato il tutto con la frusta in modo da creare un bell’impasto liscio ed omogeneo. Ho montato a neve ferma in un’altra ciotola gli albumi con il pizzico di sale. Quando saranno ben montati vanno aggiunti a poco a poco al resto dell’impasto, molto delicatamente. Ho versato l’impasto pronto in una tortiera con il buco al centro (in realtà andrebbe usato lo stampo da Chiffon Cake, ma io non ce l’avevo, perciò mi sono arrangiata così ). La tortiera non va né imburrata, né infarinata; io ho solo messo intorno al bordo della carta da forno, in modo che la torta non si alzasse oltre i bordi cadendo nel forno. La torta va infornata a 160° per 40 minuti e poi altri 10 minuti a 170°. Prima di sfornare ricordatevi sempre di fare la prova dello stecchino. Una volta cotta la torta va fatta raffreddare rovesciando la tortiera a testa in giù. Se la torta dovesse essere più alta dello stampo che utilizzate potete usare delle ciotoline come piedini o infilare il collo di una bottiglia dentro alla tortiera. Quando la torta sarà completamente raffreddata potrete toglierla dallo stampo e impiattarla.

74. Angel food cake all'arancia e cannella: è tempo di fluffosa! di Pan per focaccia (http://www.panperfocacciablog.com/2014/07/angel-food-cake-allarancia-e-cannella-e.html) Per un angel cake da 25cm di diametro 2 cup di zucchero 1,5 cup di albumi (o 12 albumi di uova medie) 1,33 cup di farina 00 1 cucchiaino raso di sale

80


1 cucchiaino di cremor tartaro buccia di arancia grattugiata 1/2 baccello di vaniglia Per la glassa: zucchero a velo succo di arancia cannella in polvere

Mettiamo in una ciotola gli albumi, il cremor tartaro e il sale e montiamo per circa 1', poi uniamo 1,5 cup di zucchero a pioggia e continuiamo a montare ad alta velocità finchÊ non otteniamo una meringa bianca e soda. Aggiungiamo buccia di arancia grattugiata a piacere e i semi della bacca di vaniglia e montiamo ancora per 1'. A parte mescoliamo la farina e lo zucchero restante, poi uniamo questi due ingredienti alla meringa un cucchiaio alla volta e incorporiamoli con delicatezza con una spatola, eseguendo un movimento dal basso verso l'alto. Travasiamo l'impasto nella teglia per angel food cake ne imburrata ne infarinata e livelliamolo delicatamente con la spatola. Cuociamo nel forno preriscaldato a 175°C per circa 45', controllando la cottura con uno stecchino di legno (una volta punzecchiata la torta deve riemergere asciutto e pulito). Una volta cotta, ribaltiamo lo stampo e lasciamolo riposare appoggiato sui piedini per 1h circa o fino a completo raffreddamento. Passato questo tempo liberiamo la torta dallo stampo, staccando i bordi con la lama di un coltello. Prepariamo la glassa con il succo di mezza arancia e zucchero a velo quanto basta per renderla densa e opaca, poi uniamo la punta di un cucchiaino di cannella e mescoliamo il tutto. Versiamo la glassa sulla parte superiore della torta e distribuiamola con il dorso di un cucchiaio.

75. La fluffosa al limone delle bloggalline di Cucino io (http://www.cucino-io.com/2014/07/30/la-fluffosa-al-limone-delle-bloggalline/) Per uno stampo da chiffon cake di 18 cm

81


4 uova bio 190 gr zucchero 180 gr farina 75 gr olio di semi di girasole 100 gr spremuta di limone bio 3/4 di una bustina di lievito per dolci 1/2 cucchiaino scarso di bicarbonato di sodio baccello di vaniglia o estratto naturale Preriscaldate il forno a 165° in modalità statica. In una grande terrina setacciate insieme la farina, lo zucchero, il lievito ed il bicarbonato. Separate i tuorli dagli albumi. Fate una fontana nella terrina e inseritevi i tuorli, l’olio, il succo di limone e la vaniglia e mescolate finché il tutto non sarà ben amalgamato. Montate gli albumi a neve ben ferma con 3 gocce di succo di limone e aggiungeteli da ultimo al composto mischiando dall’alto verso il basso per non smontarli. Versate l’impasto nello stampo, se avete lo stampo giusto, senza ungerlo né infarinarlo. Io ho usato uno stampo da panettone e quindi ho unto e infarinato. Infornate a 165° per 55 minuti e poi a 175° per altri 10 minuti. Ma regolatevi con uno secchino perché nonostante i tempi lunghi, non tutti i forni sono uguali. Avendo lasciato la piastra sotto lo stampo, ho dovuto allungare di atri 10 minuti i tempi di cottura. Se avete lo stampo giusto lasciate raffreddare il dolce nello stampo capovolto e poi sformate. Se non avete lo stampo giusto, provate a capovolgerla se non fuoriesce dal bordo dello stampo, posizionando lo stampo su dei supporti, in modo che passi l’aria. Una volta fredda sformatela e guarnitela a piacere.

76. Fluffosa al limone con crema chantilly e marzapane senza glutine di La Celiaca Pasticciona (http://laceliacapasticciona.blogspot.it/2014/08/fluffosa-al-limone-con-crema-chantilly.html) Per uno stampo da chiffon cake o uno stampo da 28 cm o uno stampo senza foro con bordi alti: 280 g di zucchero

82


200 g di farina di riso sottilissima consentita (con spiga barrata AIC sul pacco o con la scritta senza glutine) 85 g di fecola di patate consentita (con spiga barrata AIC sul pacco o con la scritta senza glutine) 7 uova a temperatura ambiente 160 g di succo di limone 120 g di olio di semi 1 bustina di lievito consentito (con spiga barrata AIC sul pacco o con la scritta senza glutine) ½ cucchiaino di bicarbonato 1 stecca di vaniglia Per la crema pasticciera: 200 g latte fresco intero 50 g panna liquida fresca 4 tuorli 75 g di zucchero semolato 9 g di Amido di riso consentito 9 g di Amido di mais consentito 1 bacca di vaniglia scorza di 2 limoni grattugiata Per la chantilly: 400 g di crema pasticciera 500 g di panna montata 10 g colla di pesce in fogli consentita 15 g di scorza di limone grattugiata 12 g di limoncello Per la bagna: acqua, limoncello e zucchero proporzionati a seconda dei propri gusti. 200 g di marzapane (ricetta qui:http://laceliacapasticciona.blogspot.it/2011/04/lavori-in-corsoilmarzapane.html) 83


Per il bordo della torta usate la decorazione che più vi aggrada. Separate i tuorli dagli albumi. Setacciate insieme in una grande ciotola la farina (per noi celiaci di riso e la fecola), lo zucchero, il bicarbonato e il lievito. Fate un buco al centro e versate in questo ordine e senza mescolare: l'olio, i tuorli, la spremuta del limone, la scorza del limone grattugiata, i semi della bacca di vaniglia. Accendete il forno a 1 Montate a neve ferma gli albumi con 3 gocce di limone (questa operazione io la faccio durare almeno 10 minuti). Mescolate gli ingredienti nella ciotola fino ad ottenere un composto omogeneo e da ultimo inserite gli albumi montati. Versate il composto nello stampo senza ungerlo né infarinarlo. Se usate uno stampo tradizionale invece sì. Con le nostre farine: cuocere in forno a 150 ° per circa 50 minuti e a 160° per altri 10 minuti. Fate freddare il dolce nello stampo capovolto (se quello da chiffon cake) e sformate. Crema pasticciera: In un tegamino mettere i tuorli con lo zucchero e mescolare con una frusta. Sciogliere in metà del latte tiepido l’amido di mais e alla fine aggiungerlo nel tegamino con l’altra parte di latte. Mescolare sciogliendo il tutto per bene e portare su una fiamma bassa. Girare con una frusta continuamente, fin quando non sarà denso come un budino. Togliere dalla fiamma e aggiungere la scorza di limone grattugiata. Lasciare raffreddare in una ciotola con la pellicola trasparente completamente aderente la superficie della crema. Una volta che si sarà raffreddata trasferire in frigo per qualche ora. Portare a temperatura ambiente prima dell'uso. Successivamente si procede alla realizzazione della chantilly: in una ciotolina mettere acqua fredda e immergervi i fogli di colla di pesce per circa 10 minuti. Montare la panna. Scaldare al una parte della crema pasticcera e aggiungervi la colla di pesce scolata e ben strizzata. Valentina raccomanda di non superare i 65°. Mescolare per bene ed unire al resto della crema. Aggiungere il limoncello e la panna montata cercando di non smontare la chantilly facendo dei movimenti dal basso verso l'alto. Per preparare il marzapane vi rimando al post dedicato. Suddividere la torta in 3 dischi e procedere inumidendo il primo disco adagiato sul piatto con la bagna. Versare uno strato di chantilly. Fare la stessa procedura per il secondo strato. Stendere il marzapane con il mattarello utilizzand lo zucchero a velo per il ripiano e ricavare un disco forato al centro. Disporlo sopra il secondo strato di torta che è già stato ricoperto di bagna e chantilly. Mettere altro strato sottile di chantilly. L'ultimo disco deve essere inumidito su entrambi i lati. Una volta assemblata, lasciare riposare la torta tutta la notte in frigo. il mattino seguente ricoprirela orta con la chantilly rimasta. Guarnire i lati con qualche decorazione. Fare riposare 2 ore in frigo.

77. Fluffosa pistacchi e latte di mandorle di Cakes and Co (http://blog.giallozafferano.it/cakesandco/fluffosa-pistacchi-e-latte-di-mandorle/) 84


Per uno stampo da chiffon cake di 25 cm di diametro 300 gr di zucchero semolato 185 gr di farina 00 100 gr. di farina di pistacchi di Bronte 7 uova bio 160 ml di latte di mandorla bio 120 g di olio di riso 1 bustina di lievito bio per preparazioni sia dolci che salate 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio 1 pizzico di sale Per decorare: Zucchero a velo qb Pistacchi di Bronte tritati finemente Separate i tuorli dagli albumi. In una ciotola capiente setacciate la farina 00 e quella di pistacchi, il bicarbonato e il lievito, e unite quindi lo zucchero e il sale. Fate un buco al centro e versate l’olio di riso, i tuorli e il latte di mandorla. Mescolate il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo. Montate a neve ben ferma gli albumi ed uniteli delicatamente al composto preparato in precedenza con movimenti delicati e mescolando dal basso verso l’alto. Versate il composto nella teglia da chiffon cake senza ne ungerlo ne infarinarlo, se invece usate un normale stampo per ciambella dovrete imburrarlo e infarinarlo. Infornate e cuocete in forno statico preriscaldato a 165° per circa 55 ′ minuti poi alzate la temperatura a 175° e cuocete altri 10′ minuti. Sfornate e capovolgete lo stampo ( se è quello da chiffon cake con gli appositi piedini) a testa in giù fino a completo raffreddamento del dolce. Infine sformate la vostra flufflosa e cospargetela di zucchero a velo e pistacchi tritati.

78. Fluffosa al limone, zenzero e cannella di Caru's Bakery http://carusbakery.blogspot.it/2014/09/fluffosa-al-limonezenzero-e-cannella.html 85


300 gr di zucchero semolato 285 gr di farina 00 7 uova 160 gr di succo di limone Scorza di limone 120 g di olio di semi 1 bustina di lievito per dolci 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio Pizzico di sale 2 cucchiaini di cannella in polvere 1 cucchiaino di zenzero in polvere 1 baccello di vaniglia zucchero Per la copertura Albume di 1 uovo 200 gr di zucchero a velo Granelli di zucchero Iniziate separando i tuorli dagli albumi. In una ciotola setacciate la farina, il lievito, lo zucchero, il bicarbonato, il sale, lo zenzero e la cannella. Mescolate bene e create un buco al centro, versate in questo ordine e senza mescolare: l'olio, i tuorli, il succo di limone, la scorza del limone e la vaniglia. Mescolate gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo. Montate a neve ferma gli albumi e uniteli al precedente composto. Versate il tutto in una teglia da Chiffon Cake (se usate uno stampo tradizionale dovrete prima imburrarlo e infarinarlo). Cuocete in forno preriscaldato a 165째 per 55 minuti e poi a 175째 per 10 minuti. Fate raffreddare il dolce nello stampo capovolto. Per la copertura, mettete l'albume in una ciotola e iniziando a mescolare aggiungete lo zucchero a velo fino ad ottenere un composto liscio. Versate la glassa sulla superficie della ciambella facendola strabordare sui lati. Spolverate con dei granelli di zucchero colorato.

79. Chiffon Cake alle Nocciole con Crema al Passito di Pantelleria, la Fluffosa delle 86


Bloggalline di 2 Amiche in Cucina (http://amichecucina.blogspot.it/2014/10/chiffon-cake-alle-nocciole-con-crema-al.html) 150 g di farina 100 g di farina di nocciole 30 g di cacao amaro 30 g di cacao dolce 300 g di zucchero 130 ml di olio di semi 180 g di acqua tiepida 3 tuorli 8 albumi 1 bustina di lievito per dolci 8 g di cremor tartaro Un pizzico di sale Per la crema al Passito di Pantelleria: 50 g di tuorli 30 g di zucchero 20 g di amidi di mais 200 ml di latte 40 ml di Passito di Pantelleria Preriscaldate il forno a 150 gradi. In una ciotola mescolare farina setacciata, cacao, farina di nocciole, sale, lievito e cremor tartaro. Mescolare l'olio e l'acqua ed unirli alle farine mescolando, aggiungere i tuorli uno alla volta. Montate gli albumi a neve ed aggiungeteli delicatamente al resto degli ingredienti. . Versate l'impasto nello stampo da chiffon cake NON imburrato, fate cuocere per 75 minuti. Appena sfornata capovolgete lo stampo e fate freddare per un paio d'ore. Per la crema, montate i tuorli con lo zucchero e il passito, aggiungete l'amido e il latte tiepido, versate in un tegamino e mescolate finchĂŠ non inizierĂ ad addensarsi, allontanate dal fuoco. Trasferite la crema in una ciotola e fate raffreddare. Servite la torta con la crema la Passito fredda o tiepida.

80. Chiffon Cake Integrale Pesche e Spumante di Pozzo Bianco di Maurizia (http://www.pozzobianco.it/wp/?p=4525) 87


Per uno stampo da Chiffon Cake da 17 centimetri di diametro 200 grammi di farina integrale di Kamut 180 grammi di zucchero integrale di canna 4 uova 100 ml di spumante 80 ml di olio di semi di girasole 80 grammi di purea di pesche (preparata con 80 grammi di polpa di pesca, 1 cucchiaio di acqua ed 1 cucchiaio di zucchero) 1 bustina (da 10 grammi ) di lievito naturale a base di cremore di tartaro) un pizzico di sale. Frutta fresca per decorare. Preparare la purea di pesche: sbucciare le pesche e tagliare la polpa in piccoli pezzi, porla in una ciotola con 1 cucchiaio di acqua ed 1 di zucchero. Mescolare e lasciare riposare per un’ora circa in un luogo fresco.Trascorso questo tempo frullare la preparazione con un frullatore ad immersione fino ad ottenere una purea uniforme e liquida. Frullare lo zucchero di canna in un frullino (se è formato da granella molto grossa); basteranno 5 minuti per renderlo un po’ più fine. Riunire gli ingredienti secchi (farina, zucchero, 3/4 della bustina di lievito, ed il pizzico di sale) in un contenitore. In un secondo contenitore riunire i tuorli delle uova, l’olio, lo spumante e la purea di pesche. lavorarli con le fruste elettriche fino a rendere la preparazione ben spumosa. A parte montare gli albumi a neve fermissima insieme con 1/4 della bustina di lievito. Incorporare quindi agli ingredienti solidi quelli liquidi lavorando l’impasto delicatamente in modo che rimanga ben morbido e gonfio. (Risultato simile si ottiene, per mia esperienza, anche facendo il contrario, cioè incorporando agli ingredienti liquidi quelli solidi) Incorporare gli albumi delicatamente, con un cucchiaio di legno ed un movimento rotatorio dall’alto al basso: l’impasto deve gonfiarsi a poco a poco e formare delle bolle. Versare l’impasto nello stampo da Chiffon, non unto o infarinato e cuocere in forno statico prerscaldato a 160 gradi per 45 minuti. Porre la torta nel ripiano medio-basso del forno. A cottura ultimata estrarre la Chiffon, voltarla subito ….. ed aspettare alcune ore (io aspetto sempre il giorno dopo o almeno 3 ore ). Sformarla con l’aiuto di un coltellino piatto che dovrà essere passato lungo i bordi. Decorare la parte superiore della torta con fettine di pesca e servirla con altra frutta fresca per decorazione.

81. Rainbow chiffon cake di Il Fior di Cappero (http://www.ilfiordicappero.com/2014/10/4-vittoria-raimbow-chiffon-cake.html) 88


6 uova grandi temperatura ambiente (circa 130 gr peso rossi, 260 gr peso albumi) 285 gr di farina 00 300 gr di zucchero semolato fine 195 ml di acqua a temperatura ambiente 120 ml di olio di semi di arachidi 4 gr di bicarbonato 1 bustina di cremor tartaro (8 gr) un pizzico di sale vaniglia qualche goccia di acqua di rose per il frosting al mascarpone: 250 gr di mascarpone 250g di panna fresca da montare 2 cucchiai di zucchero a velo

Metti in una ciotola grande la farina setacciata con il bicarbonato e il cremor tartaro; aggiungi lo zucchero e un pizzico di sale. Mescola e poi fai un buco al centro dove versi l'olio, i tuorli, l'acqua, le gocce di acqua di rose. Lascia riposare, senza mescolare. Montate a neve fermissima gli albumi (la "neve" deve fare i cosidetti becchi e se capovolgete la ciotola non si deve muovere). Ora riprendi la ciotola con la farina e mescola tutti gli ingredienti con le fruste, o con una spatola, fino a che il composto non diventa liscio e omogeneo. Poi incorpora gli albumi lentamente, in 2-3 volte, delicatamente, mescolando dall'alto in basso per non smontarli. Non imburrare lo stampo da chiffon cake e versaci dentro tutto il composto. Inforna nel ripiano basso del forno già caldo a 160°, per almeno 50/55 min (la torta deve essere già "solida") e poi alza a 175° per altri 10 min. Togliere la torta dal forno e copovolgetela a testa in giù, sui piedini dello stampo o, comunque, su dei supporti in modo che l'aria passi sotto e la torta non tocchi il piano. 89


Ora si deve aspettare che si raffreddi completamente, circa un paio d'ore... almeno. Stacca, quindi, delicatamente i bordi con una spatola. Per la finitura, lavora il mascarpone con un cucchiaio. Mettilo nella planetaria con le fruste e inizia a montare aggiungendo la panna e lo zucchero a velo, fino alla giusta consistenza. Quando la torta sarĂ raffreddata, spalma tutta la superficie con il frosting, lisciando bene. Poi metti la torta su una base un po' piĂš stretta della torta, meglio se girevole, e appoggiala su una leccarda da forno ricoperta di carta forno. Decora tutta la torta con gli zuccherini colorati, recuperando man mano quelli che cadono sulla carta forno.

82. Fluffosa al mandarino e cannella di Un pinguino in cucina (http://unpinguinoincucina.blogspot.it/2014/10/fluffosa-al-mandarino-e-cannella.html) Per uno stampo da budino di 16 cm + 5 tortini formato muffin: 150g di farina 00 150g zucchero 60g olio di semi 90g di succo al mandarino 100% 3 uova 1/2 bustina di lievito per dolci 1 cucchiaino di cannella in polvere 1 pizzico di sale

Separare i tuorli dagli albumi. Setacciare insieme in una ciotola la farina, lo zucchero, la cannella e il lievito. Fare un buco al centro e versare in questo ordine e senza mescolare l'olio, i tuorli e il succo al mandarino. Montare a neve ferma gli albumi (io ho aggiunto anche 3 gocce di limone). Mescolare gli ingredienti nella ciotola fino ad ottenere un composto omogeneo e, infine, unire 90


delicatamente gli albumi montati, mescolando dal basso verso l'alto per evitare che si smontino. Versare il composto nello stampo imburrato e infarinato (se usate quello originale saltate questo passaggio) lasciando 3cm tra la fine dell'impasto e il bordo dello stampo (altrimenti rischia di strabordare) e versare il resto negli stampini da muffin (con pirottini). Cuocere nel forno preriscaldato a 170° per 40 minuti circa (i muffin ci metteranno circa 25 minuti), sfornare e attendere qualche minuto prima di sformare il dolce (se usate lo stampo originale, fate raffreddare il dolce nello stampo capovolto prima di sformarlo).

83. Fluffosa al tiramisù di La ciliegina sulla torta (http://blog.giallozafferano.it/lacilieginasullatortaci/fluffosa-al-tiramisu/) 285 g di farina 300 g di zucchero 1 bustina di lievito per dolci 1/2 cucchiaino di sale 120 ml di caffè (fatto raffreddare) 60 ml di latte 80 ml di olio di oliva (dal sapore delicato) 100 g di mascarpone 7 tuorli 7 albumi Per la crema al burro meringata al cioccolato: 1 albume 75 gr di zucchero semolato 75 gr di burro a temperatura ambiente 50 gr di cioccolato al latte Preriscaldate il forno a 160°. In una ciotola ho mescolato la farina, il lievito e lo zucchero e ho poi creato una fontana. Al centro della fontana ho versato i tuorli, l’olio e il latte con il caffè, e ho mescolato il tutto con la frusta in modo da creare un bell’impasto liscio ed omogeneo, a questo punto ho aggiunto anche il mascarpone amalgamando il tutto per bene. Ho montato a neve ferma in un’altra ciotola gli albumi con il pizzico di sale. Quando saranno ben montati vanno aggiunti a poco a poco al resto dell’impasto, molto delicatamente. Ho versato l’impasto in una tortiera imburrata (ma se avete lo stampo da Chiffon Cake non c’è assolutamente motivo di imburrarlo). 91


La torta va infornata a 160° per 40 minuti e poi altri 10 minuti a 170°. Prima di sfornare ricordatevi sempre di fare la prova dello stecchino. Una volta cotta ho sfornato la torta e l’ho lasciata raffreddare completamente nel suo stampo. Una volta che si sarà completamente raffreddata togliete la fluffosa dallo stampo e impiattatela. Potete servire la torta semplicemente spolverizzata di zucchero a velo oppure potete prendere ispirazione dalla mia, che è stata impreziosita con una crema al buro meringata al cioccolato. Crema al burro meringata al cioccolato: [La preparazione della meringa va effettuata a bagno maria.] In una ciotola a bagno maria montate a velocità media l’albume con lo zucchero semolato e un pizzico di sale, fino a ottenere una bella meringa. A questo punto togliete dall’acqua la ciotola e continuate a montare la meringa fino a che non si sarà un po raffreddata. Dopo circa 5 minuti aggiungete il burro (poco alla volta) continuando a montare il tutto. Intanto per riciclare il pentolino di acqua calda utilizzatelo per sciogliere a bagno maria il cioccolato. Quando tutto il burro sarà stato incorporato alla meringa aggiungete il cioccolato fuso, sempre continuando a montare il composto con le fruste ( a velocità minima). Una volta che il cioccolato sarà ben amalgamato la crema sarà pronta. Se dovesse risultare un pò morbida lasciatela riposare in frigo una ventina di minuti, dopodichè sarà perfetta per decorare le vostre torte.

84. Fluffosa al limone di Che dolce fai? (http://chedolcefai.blogspot.it/2014/10/fluffosa-al-limone.html) per uno stampo da chiffon cake di 25 diametro 300g zucchero semolato 285g farina 00 7 uova 160ml succo di limone scorza dei limoni 120g olio di girasole 1 bustina di lievito per dolci 1/2 cucchiaini di bicarbonato i semini di una bacca di vaniglia In una ciotola setacciate la farina, il lievito, bicarbonato e lo zucchero e mescolate. Separate i tuorli dagli albumi.

92


Unite alla farina, ma senza mescolare, l'olio, i tuorli, la spremuta, la scorza e i semini. Montate a neve ferma gli albumi con tre gocce di succo di limone. Mescolate gli ingredienti liquidi a quelli secchi e amalgamate per bene, in ultimo inserite gli albumi. Versate nello stampo da chiffon cake senza imburrare e infarinare. Infornate in forno statico a 165° per 50/55 minuti e poi a 175° per altri 10. Fate raffreddare la torta nello stampo capovolto (se avete quello da chiffon cake capirete il perché di quei strani piedini). Sformate e spolverizzate con zucchero a velo. Nota : Quando andrete a sformare la vostra chiffon cake munitevi di coltello affilato per staccare la base ( che poi diventerà la parte sopra) dal fondo.

85. Fluffosette versione mini della Chiffon cake o Fluffosa di Menta e Cioccolato (http://www.mentaecioccolato.com/2014/08/chiffon-cake-al-limone-rinominata.html) Per 8 porzioni (dipende dallo stampo che avete) 180 g di farina 00 190 g di zucchero 12 g di lievito per dolci 1/2 cucchiaino di bicarbonato o cremor tartaro vaniglia 1 pizzico di sale 75 ml di olio di riso o girasole 100 ml di succo di limone+ la scorza (2-3 limoni circa) 4 uova a temperatura ambiente. Inoltre: Zucchero a velo Alcune raccomandazioni prima di iniziare: Questa dose va bene anche per uno stampo da chiffon cake da 18 cm. Oppure uno stampo da ciambella classico da 28 cm o anche quello da kouglopf. 93


Usando lo stampo da chiffon cake NON va imburrato ed una volta sfornato il dolce va messo a raffreddare completamente a testa in giù lasciandolo dentro. Ecco perchè ci sono i piedini. Stessa cosa se usate altri stampi a ciambella in alluminio (generalmente la parte centrale è più alta e potete infilarla in una bottiglia. Negli altri casi invece imburrate oppure oliate come ho fatto io e dopo poco aver sfornato togliete dallo stampo e fate raffreddare su una gratella. In questo caso si abbasserà un po'. La preparazione è semplicissima se seguite questa procedura. Setacciate in una ciotola le polveri. Quindi farina, sale, lievito, bicarbonato, unite anche lo zucchero e la vaniglia (i semini di mezza bacca oppure la punta di cucchiaino se usate quella in vasetto) Dividete i tuorli dagli albumi e montate a neve ferma questi ultimi e mettete da parte. Versate nella ciotola delle polveri nell'ordine l'olio, i tuorli, il succo di limone con la scorza grattugiata e mescolate con un cucchiaio di legno o una spatola. Unite poco per volta mescolando da sotto a sopra gli albumi, versate nello stampo o negli stampini oliati ed infornate a 165° per 50 minuti circa fate una prova con lo stecchino per controllare la cottura dopo 40 minuti circa. Nel caso dello stampo unico la cottura sarà di 1 ora e 10 circa. Sfornate e lasciate raffreddare seguendo le spiegazioni che vi ho scritto sopra.

86. Fluffosa al tè bancha fragolina di Cakes and co. (http://blog.giallozafferano.it/cakesandco/fluffosa-bancha-fragolina/) Per uno stampo da chiffon cake di 25 cm di diametro 300 gr di zucchero semolato 290 gr di farina 00 7 uova bio 160 ml di latte intero Un cucchiaino di tè bancha fragolina 120 g di olio di riso 1 bustina di lievito bio per preparazioni sia dolci che salate 1/2 cucchiaino di cremor tartaro 1 pizzico di sale Per lo sciroppo al tè bancha fragolina: 125 ml. di acqua 94


65 gr. di zucchero semolato un cucchiaino di tè bancha In un pentolino mette a scaldare il latte con in infusione il tè portandolo quasi a bollore a questo punto spegnete la fiamma e lasciate il tè in infusione nel latte fino a quando non sarà completamente freddo. Filtrate il latte eliminando le foglie di tè e mettetelo da parte. In una ciotola capiente setacciate la farina 00 e il lievito, unite quindi lo zucchero e il sale. Fate un buco al centro e versate l’olio di riso, i tuorli e il latte aromatizzato al té bancha fragolina. Mescolate il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo. Montate a neve gli albumi quando saranno semi montati unite il cremor tartaro e continuate poi a montarli fino a quando non saranno perfettamente montati a neve ben ferma a questo punto uniteli delicatamente al composto preparato in precedenza con movimenti delicati e mescolando dal basso verso l’alto. Versate il composto nella teglia da chiffon cake senza ne ungerlo ne infarinarlo, se invece usate un normale stampo per ciambella dovrete imburrarlo e infarinarlo. Infornate e cuocete in forno statico preriscaldato a 165° per circa 55 ′ minuti poi alzate la temperatura a 175° e cuocete altri 10′ minuti. Sfornate e capovolgete lo stampo ( se è quello da chiffon cake con gli appositi piedini) a testa in giù fino a completo raffreddamento del dolce. Nel frattempo preparate lo sciroppo al tè bancha fragolina. Riscaldate in un pentolino l’acqua portandola quasi ad ebollizione, spegnete il fuoco, ponete il tè in infusione e fate raffreddare. Eliminate le foglie di tè e riportate il pentolino sul fuoco, unite lo zucchero nell’infuso e portate la soluzione ad ebollizione, a questo punto tutto lo zucchero dovrebbe essersi sciolto altrimenti aspettate che si sciolga, quindi spegnete il fuoco e lasciate raffreddare completamente lo sciroppo prima di utilizzarlo. Una volta fredda sformate la vostra fluffosa e bagnatela, su tutta la superficie, con l’aiuto di un pennellino, con lo sciroppo al tè bancha fragolina.

87. Fluffosa al Matcha di A thai pianist (http://vatineesuvimol.blogspot.it/2014/11/fluffosa-al-matcha.html?m=1) Per uno stampo da chiffon cake o uno stampo da 28 cm o uno stampo senza foro con bordi alti 6 uova bio 320 g di zucchero 285 g di farina 00 (per me: 200g di farina di riso + 85g di maizena, versione glutenfree) 1 bustina di lievito per dolci

95


1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio 1 pizzico di sale 15 g di Matcha 120 g di olio di semi 180 g di acqua zucchero a velo e matcha per spolverizzare Separate i tuorli dagli albumi. Setacciate insieme in una grande ciotola la farina (ovvero la farina di riso+ maizena), lo zucchero, la stevia, il bicarbonato, il lievito e il matcha. Fate un buco al centro e versate in questo ordine e senza mescolare: l'olio, i tuorli, l'acqua. Montate a neve ferma gli albumi. Mescolate gli ingredienti nella ciotola fino ad ottenere un composto omogeneo e da ultimo inserite gli albumi montati. Versate il composto nello stampo (per me stampo da ciambella, quindi ho ben unto e infarinato) Infornate e cuocete a 165° per 55 minuti e poi a 175° per 10 minuti.(per me, a 155° per 55 minuti). Fate freddare il dolce nello stampo capovolto (se quello da chiffon cake). sformate e spolverizzate con zucchero a velo e matcha a piacere.

88. Chiffon cake al limone… la Fluffosa! di Tra zucchero e vaniglia (http://blog.cookaround.com/trazuccheroevaniglia/chiffon-cake-limone/) Per uno stampo da chiffon cake da 28 cm di diametro 300 g di zucchero 285 g di farina 00 7 uova 160 g di spremuta di limone filtrata (circa 2 grandi) scorza grattugiata dei limoni 96


120 g di olio di semi di girasole (riso nella ricetta originale) 1 bustina di lievito per dolci 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio i semini di una bacca di vaniglia o un cucchiaio abbondante di estratto di vaniglia

Separare i tuorli dagli albumi. Setacciare insieme in una grande ciotola la farina, lo zucchero, il bicarbonato e il lievito. Fare un buco al centro e versare in questo ordine e senza mescolare: l’olio, i tuorli, la spremuta di limone, la scorza grattugiata e i semini della bacca di vaniglia. Montare a neve ferma gli albumi con 3 gocce di limone. Mescolare gli ingredienti nella ciotola fino ad ottenere un composto omogeneo e da ultimo inserire gli albumi montati. Versare il composto nello stampo senza ungerlo né infarinarlo e infornare in modalità statica a 165°C per 55 minuti nella parte più bassa del forno e poi a 175°C per 10 minuti in quella più alta. Far raffreddare benissimo il dolce nello stampo capovolto (ecco a cosa servono i piedini dello stampo!), poi sformare passando una spatola lungo i bordi. Spolverizzare con zucchero a velo e servire.

89. Chiffon cake al cioccolato e glassa al caffe’ e cardamomo ... 'quello che ami rimane.. di ….facciamo che ero la cuoca? (http://facciamocheerolacuoca.blogspot.it/2014/10/chiffon-cake-al-cioccolato-e-glassa-al.html) 190 gr farina macinata a pietra tipo 1 70 gr farina d’orzo biologica 30 gr cacao amaro 40 gr cioccolato fondente tritato 280 gr zucchero 7 uova biologiche

97


1 cucchiaino polvere di vaniglia biologica (o i semini di una bacca) 1 presa sale 110 gr acqua 30 gr rum 15 gr cremor tartaro 3 gr bicarbonato Glassa al caffè e cardamomo 4-5 cucchiai di caffè forte 250 g zucchero a velo 3 bacche cardamomo Accendete il forno a 170°. Separate i tuorli dagli albumi, e montate gli albumi a neve ferma insieme al cremor tartaro. Riunite tutti gli ingredienti secchi in un contenitore capiente, farina, il bicarbonato setacciati, con lo zucchero, il cacao, ed il sale. Fate un buco al centro e versate gli altri ingredienti seguendo questo ordine, senza mescolare: l'olio, i tuorli, i semi della bacca di vaniglia (o la polvere), l’acqua ed il rum. Mescolate gli ingredienti con una frusta fino ad ottenere un impasto omogeneo e da ultimo inserite gli albumi montati a neve, amalgamandoli delicatamente mescolando dall’altro verso il basso per non smontarli. Per ultimo unite il cioccolato fondente tritato, mescolate e versate il composto nello stampo da chiffon cake, senza ungerlo né infarinarlo. Potete anche utilizzare uno stampo tradizionale (da ciambella), in questo caso però dovrete imburrarlo ed infarinarlo. Infornate posizionandola sul ripiano più basso del forno a 165° per 55 minuti, quindi alzate la temperatura a 175° e continuate la cottura per altri 10 minuti. Dato che ogni forno è diverso, è sempre consigliabile verificare la cottura facendo la prova stecchino, dovrà uscire bello asciutto. Estraete dal forno, capovolgete lo stampo (quello da chiffon cake dispone dei piedini appositi che permettono all’aria di passare sotto) e lasciate raffreddare per una decina di ore prima di toglierla dallo stampo. Glassa al caffè e cardamomo Estraete i semini delle bacche di cardamomo e riduceteli in polvere in un mortaio, uniteli allo zucchero. 98


Incorporate poco per volta il caffè molto caldo allo zucchero a velo, continuate a mescolare fino a raggiungere la densità che desiderate. Io volevo una glassa leggera ma profumata. Versate la glassa sulla torta e lasciate che scivoli lungo i bordi in modo irregolare.

90. La chiffon cake dei morti viventi, in ritardo su Halloween.. di La mia cucina rossa (http://lamiacucinarossa.blogspot.it/2014/11/la-chiffon-cake-dei-morti-viventi-in.html) Chiffon cake arancia e cioccolato fondente 285 g di farina 300 g di zucchero 7 uova bio 210 g di spremuta di arancia scorza dell'arancia non trattata 120 g di olio di semi 1 bustina di cremor tartaro 1 cucchiaino di bicarbonato 200 g di cioccolato fondente 72% 150 g di panna fresca lingue di gatto meringhette Rompete le uova e separate i tuorli dagli albumi e montate questi ultimi a neve fermissima. In una ciotola capiente versate la farina, lo zucchero, il cremor tartaro e il bicarbonato, mescolate bene, poi versate rispettando l'ordine e senza mescolare aggiungete l'olio di semi, i tuorli, la spremuta, la scorza dell'arancia grattuggiata. Miscelate bene e per ultimo aggiungete gli albumi, incorporandoli pochi per volta e sempre dell'alto al basso, con una spatola, per non farli smontare. Versate il composto in uno stampo da chiffon cake da 26 cm di diametro (si tratta di uno stampo di alluminio col buco, col fondo estraibile e coi piedini per far raffreddare la torta rovesciata, si trova nei negozi di casalinghi forniti. In alternativa, stampo da ciambellone ma riducendo le dosi di 1/3), mettete in forno a 165° per 55/60 minuti. Fate la prova con uno stecco da spiedini per tastare la cottura. Una volta tirato fuori dal forno fate raffreddare la torta capovolta finchè non si 99


stacca da sola. Intanto preparate le decorazioni, fate fondere a bagnomaria 50 gr di cioccolata fondente, poi decorate i biscottini con le scritte che preferite ed uniteli due a due. Preparate i cancelli del cimitero facendo colare con un cucchiaino il cioccolato fuso su un foglio di carta forno e fate raffreddare finchè non si è perfettamente indurito, poi staccate delicatamente. Preparate la ganache; tagliate al coltello il cioccolato, poi in un pentolino scaldate la panna finchè la superficie non inizia a incresparsi, ma prima che prenda il bollore. Togliete dal fuoco e versate la cioccolata, mescolando bene con una spatolina di silicone finchè non è sciolta del tutto. Fate raffreddare bene poi montate con le fruste. Con una spatola rivestite la torta di ganache, senza tirare troppo, tenendola un po' irregolare. Poi appoggiate delicatamente le decorazioni e mettete in frigo fino al momento di servire. Aggiungete le meringhe all'ultimo minuto.

91. Chiffon Cake - La torta Fluffosa – di Mamma in carri...ola! (http://mammaincarriola.blogspot.it/2014/06/chiffon-cake-la-torta-fluffosa.html) 258 gr di farina 300 gr di zucchero una bustina di lievito in polvere un pizzico di sale un baccello di vaniglia 210 gr di spremuta di arancia scorza dell'arancia 120 gr di olio di semi 7 uova sciroppo di arancia: 200 ml di acqua la spremuta di un'arancia filtrata 3 cucchiai di zucchero semolato Innanzitutto accendere il forno a 165°. Imburrare e infarinare la tortiera ( meglio se quella da Chiffon Cake, che non serve nemmeno perchè si stacca da sola! ) ma io ho usato una normale tonda dal diametro di 28cm. 100


Montare a neve gli albumi con tre gocce di limone. Setacciare in una grande ciotola la farina con il lievito, aggiungere lo zucchero e il sale. Fare un buco nel centro e versate nell'ordine e senza mescolare l'olio, i tuorli, la spremuta e la scorza dell'arancia, i semini della vaniglia. Mescolare gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo e per ultimo gli albumi montati. Versare nello stampo e informare a 165° x 55 minuti e ancora 10 minuti a 175°. Se lo fate nello stampo della Chiffon Cake fate raffreddare il dolce nello stampo capovolto. Spennellare con lo sciroppo preparato o con zucchero a velo. ***** La Strana Storia della Chiffon Cake (tratto da http://cakegardenproject.com di Monica Sgandurra)

La Chiffon è una torta americana, soffice come la famosa stoffa, impalpabile, morbida, insomma una di quelle torte che vorresti vedere materializzarsi la mattina a colazione quando invece hai davanti a te solo un vasetto di yogurt. Come in tutte le leggende, anche la storia della Chiffon cake è avvolta da aloni misteriosi: non si sa da dove venisse né perché si trasferì a Los Angeles ma Harry Baker, il suo inventore, si materializzò ad Hollywood nel 1923 con l’anziana madre. Nella vita Harry non faceva il pasticcere ma l’assicuratore. Il suo pallino, la sua ossessione erano però i dolci, soprattutto la ricerca di un particolare dolce la cui base di partenza era quella di un composto di uova montate. Fino a quel momento nel mondo delle cakes due erano le basi di riferimento: le torte che si gonfiavano per la montatura delle uova e quelle invece con dentro il burro che crescevano per l’aggiunta del lievito. Baker a Los Angeles lavorò nella sua cucina ad oltre 400 variazioni nella ricerca spasmodica della torta perfetta. E’ il 1927 l’anno che vide nascere la sua star, la sua creatura soffice e misteriosa, una morbida ed alta cake le cui versioni furono inizialmente alla frutta, dalla versione all’arancia a quella al pompelmo o all’albicocca. La consacrazione a icona delle alte cakes fu quando il suo inventore, per strani giri pasticceri approdò al Brown Derby, un nuovissimo ristorante (in realtà una catena di ristoranti nati nel 1926) di Los Angeles a Wilshire Boulevars. Il ristorante ebbe subito successo fin dall’inizio forse per i piatti che si servivano (oltre alla Baker Cake – si chiamava così prima di cambiare in Chiffon – si serviva la Cobb salad, altro piatto innovativo inventato dal proprietario del ristorante, una insalata di uovo, avocado, pomodoro, pollo, cipolla, pancetta, formaggio Roquefort) o forse per la sua immagine, la sua architettura che ancora oggi si studia come icona dell’architettura vernacolare delle streets americane. Il piccolo edificio, a forma di bombetta, posto all’angolo del 3427 Wilshire Boulevard, era stato pensato per quella che stava diventando la nuova modalità di spostamento di massa, ossia 101


l’automobile. Insegne luminose, enormi simboli, edifici a forma di hot dog dovevano catturare l’attenzione delle persone che ormai possedevano la velocità dell’automobile. Una specie di richiamo che avveniva attraverso l’utilizzo di macro forme, immagini simboliche o iconiche di ciò che si vendeva o che si mangiava. Nel caso del Brown Derby, di proprietà di Robert Coob e di Herbert Somborn, ex marito di Gloria Swanson, la bombetta, il derby appunto, accoglieva sotto la sua cupola attori e registi, produttori e giornalisti della Hollywood Golden Age, un posto maledettamente di moda frequentato da chi voleva farsi vedere. E qui che la nostra cake ebbe il primo pubblico, le prime grandi soddisfazioni: Harry Baker arrivò a lavorare per 18 ore consecutive per produrre le quarantadue torte al giorno che serviva nel ristorante e che le stars di Hollywood si contendevano con isterismi glicemici. Le ordinazioni fioccavano come i dollari! Si dice che la Baker Cake fosse il dolce preferito di Barbara Stanwyck e che il fatto che il suo inventore non rilevasse la ricetta di questa torta senza burro ed incredibilmente leggera, ma dall’impasto compatto e quasi umido, non faceva altro che aumentare l’aura di leggenda di questa dolcezza. Per venti anni Baker non svelò il suo segreto, ossia il fatto che la massa grassa di questa torta era, non il burro, ma l’olio di semi, piccolo ingrediente che trasformò la torta come la prima vera novità dolciaria degli ultimi cento anni. Molto tempo dopo, durante un’intervista al Minneapolis Tribune, Baker disse che l’aggiunta dell’olio era stato per lui, in quella ricerca spasmodica dell’ingrediente per la ricetta perfetta, “come avere un sesto senso, una intuizione che andava al di là del terreno, come una percezione ultra terrestre, una folgorazione cosmica”… Insomma, un’altra star hollywoodiana era nata, una cake che fece la fortuna del suo pasticcere e del ristorante che l’aveva messa nel suo menu. Ma il segreto non poteva durare a lungo, prima o poi si svela, almeno quelli del nostro mondo. Nel 1947 Harry Baker vendette alla General Mills, il colosso americano alimentare, la sua ricetta, che da quel momento entrò nella produzione delle miscele delle torte da preparare in casa. Ogni casalinga americana poteva così avere la sua Baker cake, la torta delle stars a casa propria, cotta nel forno familiare. Uno status symbol. Ma l’ingrediente segreto rimase segreto ancora per un po’ finché un anno dopo, nel maggio del 1948 fu svelato in un articolo sul Better Homes and Gardens; la prima ricetta pubblicata fu quella dell’Orange Chiffon Cake e fu studiata da Betty Crocker. Ormai la Baker cake si sarebbe chiamata da quel momento in poi Chiffon cake, come la morbida ed impalpabile stoffa. Nello stesso anno fu pubblicato un opuscolo di Betty Crocker che conteneva ben quattordici ricette della Chiffon cake, tra le quali la Golden Chiffon Cake, insomma una quasi indigestione…… La Chiffon divenne così la TORTA cult degli anni ’50 tanto che due o tre volte al mese veniva pubblicata una ricetta delle sue tante varianti nel supplemento domenicale del New York Times, e l’articolo veniva letto e ritagliato da migliaia di massaie americane. Qualcuno però ancora oggi si domanda se la Chiffon cake sia stata una ricetta originale; pare che secondo un articolo di Sylvia Lovegren sulle mode alimentari del 1955, torte simili alla Chiffon erano popolari all’inizio del 1900, sotto il nome di Torta Sissy. *****

102


Indice per tipo di Fluffosa (il n. è riferito al numero di ordine attribuito alla ricetta) N.b. Anche se è stata effettuata una classificazione per tipo non significa che le ricette delle fluffose appartenenti ad una tipologia siano uguali tra di loro. Fluffosa “classica”: nn. 19 – 25 – 46 – 65

Fluffosa al limone: nn. 1 – 8 – 18 – 20 – 23 – 36 – 39 – 44 – 52 – 53 – 66 – 75 – 84 – 88

Fluffosa al limone (mini): n. 85

Fluffosa al limone e lime: n. 11

Fluffosa al limone e lemon curd: n. 6

Fluffosa al limone e limoncello: n. 50

Fluffosa al limone, mirtilli e cioccolato: n. 54

Fluffosa limone, zenzero e cannella: n. 78

Fluffosa lime e zucchine: n. 28

Fluffosa al lime: n. 40

Fluffosa all'arancia: nn. 2 – 7 – 14 – 37 – 91

Fluffosa arancio e limone: n. 58

Fluffosa arancia e cioccolato fondente: n. 67 – 90

Fluffosa (angel cake) arancia e cannella: n. 74

Fluffosa mandarino e cannella: n. 82

Fluffosa all'acqua: nn. 3

Fluffosa anice, cannella e lime: n. 62

Fluffosa alla cannella: n. 55

Fluffosa alla vaniglia e karcadè: n. 69

Fluffosa al cioccolato/cacao: nn. 4 – 9 – 10 – 13 – 16 – 32 – 57 – 70 – 72

Fluffosa cacao e panna acida: n. 60

Fluffosa cioccolato e caffè: n. 56

Fluffosa al cioccolato con glassa al caffè e cardamomo: n. 88

Fluffosa caffè, cacao e cannella: n. 68

Fluffosa menta e gocce di cioccolato: n. 73

Fluffosa mojito style (rum, menta e lime): n. 72

103


Fluffosa tiramisù: n. 83

Fluffosa rainbow: n. 81

Fluffosa integrale fragole e cioccolato: n. 54

Fluffosa integrale pesche e spumante: n. 80

Fluffosa cacao e fragole: n. 34

Fluffosa variegata/marmorizzata al cacao: nn. 17 – 31

Fluffosa zebrata al cacao con banana: n. 38

Fluffosa cocco e cacao: n. 22

Fluffosa al cocco: nn. 5 – 39

Fluffosa cocco e ananas: n. 45

Fluffosa mango e latte di cocco: n. 30

Fluffosa alle carote: nn. 26 – 43

Fluffosa alle noci pecan: n. 64

Fluffosa alle nocciole con crema al passito di Pantelleria: n. 79

Fluffosa con pistacchi e latte di mandorle: n. 77

Fluffosa con farina di avena, cannella e uva sultanina: n. 63

Fluffosa ai semi di papavero e sciroppo di sambuco: n. 20

Fluffosa ai semi di papavero e tè della strega: n. 42

Fluffosa al chai latte: n. 29

Fluffosa al tè bancha fragolina: n. 86

Fluffosa al matcha: n. 87

Fluffosa alle ciliegie sciroppate: n. 35

Fluffosa mascarpone e caffè: n. 15

Fluffosa allo champagne: n. 47

Fluffosa nel fornetto Versilia (senza glutine al limone): n. 48

Fluffosa senza glutine al limone: nn. 33 – 41 – 49

Fluffosa senza glutine alla crema chantilly e frutti di bosco: n. 12

Fluffosa senza glutine alla crema chantilly e marzapane: n. 76

Fluffosa senza glutine al cioccolato: n. 59

Fluffosa-Cupcakes al limone e meringa italiana: n. 27

Fluffosa-Cupcakes pistacchio, fragole e gianduia: n. 51

104


Raccolta a cura di: Valeria Valdambrini Copertina, header & footer: Silvia Macedonio Introduzione: Monica Zacchia Postfazione: Monica Sgandurra 105

Le Fluffose delle Bloggalline  

Raccolta di 91 varianti del dolce simbolo delle Bloggalline: la Fluffosa (ovvero come un semplice Chiffon Cake divenne un fenomeno virale)

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you