Issuu on Google+

Peggy Guggenheim compagna e musa, una donna in anticipo

Elisamaria Covre| Elisa Pini | Maria Letizia Tega | Valentina Toscano


La storia dell’arte non è caratterizzata solo dalla materialità degli oggetti ma principalmente da persone, relazioni, intuizioni, azioni.

Man Ray | Peggy Guggenheim | 1924


“Una vera collezionista che non si preoccupava di avere dei quadri, ma di avere la bellezza�

Il progetto scientifico


Cosa Raccontare la vita di Peggy Guggenheim, la donna che con un gesto creativo durato poco più di una vita ci ha lasciato una collezione d’arte eterna. Dove Triennale di Milano Quando 2 ottobre 2015 –30 gennaio 2016 Perché Chiusura della PGC per ampliamento della sede di Palazzo Venier dei Leoni


Come?

La storia


  narrazione

di una storia di vita attraverso un percorso

temporale e geografico   citazioni

della collezionista

  retroscena

della sua vita, gli amori, le relazioni con gli

artisti, le sue debolezze, le simpatie e le antipatie   coinvolgere   percorso

ed appassionare il pubblico

emotivo ed affascinante  


I protagonisti


Jackson Pollock

Man Ray

Jean Cocteau

Marcel Duchamp

Alexander Calder

Max Ernst

Samuel Beckett

Emilio Vedova

Laurence Vail

Costantin Brancusi

Tancredi

Yves Tanguy


“ma allora perché si dedica a tutto ciò?” “non potevo cerco permettermi di comprare i grandi maestri del passato, e comunque considero mio dovere proteggere l’arte del mio tempo”

Il valore di una collezione


DalĂŹ | The Spectral Cow |1926 | $ 175 Calder | Mobile | 1941 | $ 475 Ernst | The Numerous Family |1926 | $ 250 Magritte |The Key of Dreams | 1936 | $ 75 Giacometti | Woman With a Cut | 1931 | $ 250 Kandinskij| Composition |1922 | $ 800 Klee | Mrs P. in the South |1924| $ 200 Malevich| Suprematist Composition | 1915 | $ 500


“Peggy non pretendeva di essere storica dell’arte, critica o artista, nonostante avesse avuto una buona formazione a inizio secolo, non si metteva in concorrenza con gli importanti personaggi dell’avanguardia intellettuale, letteraria, artistica che la circondavano. Era sempre pronta ad ascolta e agire in base ai consigli delle persone intorno a lei�

Il curatore


Philip Ryland attuale direttore della Collezione Peggy Guggenheim esperto della vita della collezionista e delle opere presenti nella collezione in Italia da pi첫 di 30 anni figura di rilievo a livello internazionale obiettivo PGC: far conoscere e valorizzare la figura di Peggy Guggenheim autorevolezza nella richiesta di prestito delle opere


“Quando tornai a Parigi ripresi a comprare quadri e sculture ma questa volta in modo serio e sistematico. Il mio motto era compra un quadro al giorno, e lo seguivo alla lettera�

Le opere


Sala 1. Peggy O’Keefee, Pegeen, Calder, Tanguy, Ferragamo, Fortuny, Gragnor e De Lorenzo Sala 2. Francia: la Vita Bohemienne Man Ray, Arp, Duchamp, Vail, Abbott Sala 3. Londra: Guggenheim Jeune Brancusi, Kandinskij, Pevsner, Van Velde, Tanguy, Freund, Tunnard Sala 4. Europa: un’opera al giorno Dalì, Brancusi, Legér Sala 5. New York: Art of this Century Ernst, Matta, Pollock, Hoffman, Still, Rothko, Gottlieb Sala 6. XXIV Biennale d’Arte di Venezia Vedova, Santomaso, Calder Sala 7. Peggy, l’ultima dogaressa Bacci, Tancredi, Costantini, Davie


PEGGY

“Un giorno Leon mi portò a trovare Alfred Stieglitz. Mi misero in mano il primo quadro astratto che avessi mai visto. Era di Georgia O’Keeffe ed io me lo rigirai in mano quattro volte prima di decidere in che modo guardarlo”

Georgia O’Keeffee |Abstracción. Resplandor I |1921 | Museo Thyssen-Bornemisza, Madrid


PEGGY “Indossai un orecchino di Tanguy e uno di Calder per dimostrare la mia imparzialità fra l’arte surrealista e quella astratta”

Yves Tanguy | Earrings for Peggy Guggenheim | 1938 | Peggy Guggenheim Collection, Venezia

Alexander Calder | Earrings for Peggy Guggenheim | 1938 | Peggy Guggenheim Collection, Venezia


Francia: LA VITA BOHEMIENNE

“A quel tempo, non capivo niente di arte e Marcel cercò di educarmi. Non so cosa avrei fatto senza di lui. Tanto per cominciare mi insegnò la differenza fra surrealismo e astrattismo. Poi mi presentò a tutti gli artisti suoi amici che lo adoravano e fui molto ben ricevuta dovunque andassi. Organizzò delle mostre per me e mi dette moltissimi consigli: devo a lui la mia introduzione nel mondo dell’arte moderna”

Marcel Duchamp | Scatola in una valigia |1941 |Collezione Peggy Guggenheim, Venezia


Francia: LA VITA BOHEMIENNE

“La prima cosa che comprai per la mia collezione fu un bronzo di Arp. Mi portò alla fonderia dove era stato fuso e me ne innamorai tanto che chiesi di poterlo tenere tra le mani: nello stesso istante in cui lo sentii volli esserne la proprietaria”

Jean Arp | Head and Shell |1933| Peggy Guggenheim Collection, Venice  


Londra: GUGGENHEIM JEUNE

“Kandinskij e la moglie organizzarono per conto loro tutta la mostra di Londra, che comprendeva quadri dal 1910 al 1937. Sembrava che stessero organizzando un’operazione in Borsa, non una mostra di quadri, anche perché Kandsnskij assomigliava più ad un agente di Wall Street che ad un artista”

Vasily Kandinskij | Croce Bianca | 1922 | Collezione Peggy Guggenheim, Venezia


Londra: GUGGENHEIM JEUNE

“C’era anche uno splendido quadro chiamato Le Soleil Dans Son Ecrin. Questo quadro mi spaventò per molto tempo, ma poi capii che era il più bello della mostra e alla fine superai la paura: adesso è mio”

Yves Tanguy |Il sole nel suo portagioie | 1937 | Collezione Peggy Guggenheim, Venezia


Europa: UN’OPERA AL GIORNO

“Dopo aver litigato sparii dalla vita di Brancusi per diversi mesi, durante i quali acquistai Maiastra dalla sorella di Poiret. Però ambivo all’Uccello nello Spazio e cercai di sistemare la faccenda”

Constantin Brancusi Maiastra 1912 Collezione Peggy Guggenheim, Venezia

Constantin Brancusi Uccello nello spazio 1932-1940 Collezione Peggy Guggenheim, Venezia


Europa: UN’OPERA AL GIORNO

“Comprai Uomini in città il giorno in cui Hitler invase la Norvegia. Léger non digerì mai il fatto che pensassi a comprare quadri proprio quel giorno”

Fernand Léger | Uomini in città | 1919 | Collezione Peggy Guggenheim, Venezia


New York: ART OF THIS CENTURY

“Max dipingeva in veranda e io mi sentivo particolarmente eccitata quando al risveglio trovavo, proprio davanti a me, sul cavalletto, l’ultimo quadro che aveva dipinto: era come assistere alla sua nascita”

Max Ernst | La vestizione della sposa | 1940 | Collezione Peggy Guggenheim, Venezia


New York: ART OF THIS CENTURY

“Ero felice di aver collocato Pollock nella storia cui apparteneva: uno dei più grandi pittori del nostro tempo”

Jackson Pollock | Foresta incantata | 1947 | Collezione Peggy Guggenheim, Venezia


New York: ART OF THIS CENTURY “Avemmo la grande gioia di scoprire e di organizzare la prima mostra individuale non solo di Pollock, ma anche di Hoffman, Still, Rothko e Gottlieb�

Hans Hoffman Primavera a Cape Cod 1961 Collezione Peggy Guggenheim, Venezia

Mark Rothko Senza titolo (rosso) 1968 Collezione Peggy Guggenheim, Venezia

Adolph Gottlieb Senza Titolo 1965 Collezione Peggy Guggenheim, Venezia

Clyfford Still Jamais 1944 Collezione Peggy Guggenheim, Venezia


XXIV Biennale di Venezia “Fu attraverso Santomaso che venni invitata ad esporre tutta la mia collezione alla XXIV Biennale di Venezia: lo aveva suggerito al segretario generale della Biennale, Rodolfo Pallucchini, e ci mettemmo d’accordo per sistemare i quadri nel padiglione Greco, che era libero a causa della partecipazione dei greci alla guerra�


PEGGY, L’ULTIMA DOGARESSA

“Fin dal 1952 avevo finanziato un giovane pittore italiano di Feltre, che Bill Congdon mi aveva chiesto di aiutare; si chiamava Tancredi […] Gli promisi $ 75 al mese in cambio di due gouaches”

Tancredi | Senza titolo |1953 | Collezione Peggy Guggenheim, Venezia


PEGGY, L’ULTIMA DOGARESSA

“Il mio secondo protetto fu Edmondo Bacci, un pittore molto lirico, sulla quarantina, le cui opere erano ispirate a Kandinskij. Viveva in modo molto organizzato e con lui tutto procedeva ordinatamente e con successo; al contrario di Tancredi, che, appena trentenne, aveva un temperamento da folle ed era protagonista di continue risse”

Edmondo Bacci | Avvenimento #247 |1956 | Collezione Peggy Guggenheim, Venezia


La sede


  centralità

sia nell’assetto urbanistico sia nel contesto culturale

milanese   edificio

prestigioso, modulare e flessibile, espressamente concepito per ospitare grandi manifestazioni e attività museali   punto

di riferimento nella vita culturale ed economica   motore di un intenso dialogo internazionale tra società, arte e impresa   l’ architettura moderna della sede esalta il “valore contemporaneo” che le opere di Peggy ebbero all’epoca del loro acquisto   Facility

Report della sede espositiva


Allestimento


  esterno:

ORECCHINI GIGANTI (riproduzione da disegno di Alexander Calder)

  interno:

sala Peggy  pannelli didascalici, grande foto di Peggy dimensione 1:1 corridoio NY ambiente oscurato per favorire la proiezione, cuffie sala Francia:la vita bohemienne materiali duri e preziosi (argento, rame, acciaio) sala Londra: Guggenheim Jeune temi di leggerezza e ironia sala Europa: un quadro al giorno allestimento semplice con colori neutri sala NY: Art of this Century riallestimento della galleria newyorkese  

sala XXIV Biennale di Venezia Padiglione Grecia su progetto di Carlo Scarpa sala Peggy, l’ultima dogaressa colori neutri bookshop colore bianco. Ai muri stencil con citazioni della collezionista di colore rosso. Espositori in vetro per i gioielli, tavoli e scaffali per cataloghi e libri.


Prodotti editoriali


Adulti . scheda tecnica opere presenti in mostra . approfondire ciò che è stato visto in mostra ampliando i racconti della vita di Peggy. . testi del curatore . testi di Karole Vail, nipote di Peggy, Associate Curator al Guggenheim . testi tratti dalla sua autobiografia

Bambini Zia Peggy libro illustrato da Fabian Negrin conoscere l’arte e le vicende personali degli artisti zia bizzarra e coraggiosa passione per i suoi cagnolini


Comunicazione


IMMAGINE COORDINATA lettering chiaro, asciutto e ben leggibile di colore rosso vivo. base fascia bianca ‘Peggy Guggenheim. Compagna e musa, una donna in anticipo’, e le date, la sede, i patrocini e tutti i loghi degli sponsor coinvolti.

COMUNICAZIONE VERTICALE Tutta l’immagine coordinata grafica è associata all’immaginario del viaggio o della segnaletica stradale tipica americana

COMUNICAZIONE ORIZZONTALE una comunicazione a terra che introduce il tema della città e alcune citazioni particolari della stessa Peggy > font della tipologia “american street”


Eventi Collaterali


Proiezioni di documentari Rassegna cinematografica in collaborazione con Spazio Oberdan Jackson Pollock, di E. Harris, 2000 Lezioni di vero, di M. Scorsese, 1989 Rothko’s Room, di D. Thompson, 2008 Concerti jazz Aperitivi bohÊmienne Visite della mostra accompagnate da musica classica in audio-diffusione


Gli sponsor


Questa mostra è stata organizzata in collaborazione con:

Con il contributo di:

Sponsor tecnici:

In collaborazione con:


Il budget


IVA BIGLIETTERIA PREVENDITA CATALOGO ADULTI CATALOGO BAMBINI MERCHANDISING VISITE GUIDATE LABORATORI DIDATTICI SERATE ED EVENTI SPONSOR CAMBI MERCE RICAVI Merchandising Catalogo Adulti Catalogo Bambini RIMANENZE

0% 22% 0% 0% 22% 22% 22% 22% 22% 22%

IVA SEGRETERIA, COMITATO SCIENTIFICO, CURATELA Collaborazioni Compensi professionali Viaggi Studio e compenso curatori ALLESTIMENTO Progetto Allestimento Progetto grafica mostra Realizzazione allestimento Realizzazione grafica mostra ASSICURAZIONI Assicurazioni su Opere TRASPORTI

22% 22% 22% 22% 22% 22% 22% 22% 22% 22% 0% 0%

% su tot ricavi € 1.103.200 45,75%

TOTALE

€ 7.000 0,29% € 336.000 13,93% € 280.000 11,61% € 264.600 10,97% € 51.450 2,13% € 49.000 2,03% € 120.000 4,98% € 150.000 6,22% € 50.000 2,07% € 2.411.250 -€ 18.000 -€ 17.250 -€ 15.000 -€ 50.250 % su tot costi 1,74% -€ 34.000

TOTALE

-€ 10.000 -€ 8.000 -€ 6.000 -€ 10.000 -€ 112.000 5,72% -€ 17.000 -€ 10.000 -€ 70.000 -€ 15.000 -€ 280.000 14,30% -€ 280.000 -€ 210.000 10,73%


Trasporti sulle Opere Spese accompagnatori (per diem, aereo, hotel) SPESE PER I PRESTITI Fee COMUNICAZIONE, PROMOZIONE, P.R. Cambi merce Affissioni Web Grafica e stampa materiali e produzione video Traduzioni (inclusa grafica mostra) Ufficio Stampa Marketing Diretto Spedizioni Realizzazione cene, rinfreschi, inaugurazione Campagne media Siae e Diritti SERVIZI Custodia diurna Custodia notturna (serate) Biglietteria - personale Biglietteria Biglietteria - prevendita BOOKSHOP Allestimento Personale Merchandising - Acquisto CATALOGO Redazione, legatura e stampa LABORATORI DIDATTICI Materiale Personale

11% 22% 0% 22% 0% 22% 22% 22% 22% 22% 22% 22% 22% 22% 22% 22% 22% 22% 22% 22% 22% 22% 22% 22% 22% 22% 22% 22% 22%

-€ 190.000 -€ 20.000 -€ 550.000 28,10% -€ 550.000 -€ 319.000 16,30% -€ 50.000 -€ 50.000 -€ 5.000 -€ 25.000 -€ 8.000 -€ 8.000 -€ 10.000 -€ 3.000 -€ 10.000 -€ 140.000 -€ 10.000 -€ 90.300 4,61% -€ 37.440 -€ 7.680 -€ 27.680 -€ 14.000 -€ 3.500 -€ 150.180 7,67% -€ 10.000 -€ 27.680 -€ 112.500 -€ 186.250 9,51% -€ 186.250 -€ 10.304 0,53% -€ 5.000 -€ 5.304


EVENTI COLLATERALI Proiezioni Concerti Aperitivi Visita in musica COSTI MARGINE DIRETTO MARGINE DIRETTO %

22% 22% 22% 22% 22%

-€ 15.460 -€ 5.600 -€ 4.480 -€ 3.680 -€ 1.700 -€ 1.957.494 € 403.506 16,7%

INCIDENZA RICAVI ESENTI SU TOTALI IVA DI COMPETENZA

71,3% -€ 265.199

STIMA PRO-RATA

-€ 189.084

MARGINE DIRETTO con prorata MARGINE DIRETTO %

€ 214.422 8,9%

0,79%


2%  

2%  

2%  

BIGLIETTERIA  

6%  

PREVENDITA  

5%  

CATALOGO  ADULTI  

46%  

11%  

CATALOGO  BAMBINI   MERCHANDISING   VISITE  GUIDATE   LABORATORI  DIDATTICI  

12%  

SERATE  ED  EVENTI   SPONSOR  

14%   0%  

CAMBI  MERCE  


“Affermavano spesso che sarei entrata a far parte della storia, ed io ho sempre trovato questa tesi, per quanto esagerata, molto commovente�


Peggy Guggenheim exhibition