Issuu on Google+

semplici casi di ordinario abbandono


2

giorgio curreli

GIORGIO CURRELI vive e lavora sul Lago di Garda ha iniziato a fotografare a 14 anni, quando ha sposato la passione del padre per la fotografia dedica questa passione proprio a lui


Quando una struttura è vecchia, superata, non funzionale, quasi sempre è più semplice abbandonarla e aspettare che divenga un ammasso di macerie, piuttosto che trasformarla in qualcosa di utile per la società. E così un ospedale sulla spiaggia, un OPG (Ospedale Psichiatrico Giudiziario, già Manicomio Criminale), una fabbrica nella bassa parmense, una colonia estiva, ma anche tanti altri posti in tutte le regioni d’Italia, si trasformano in accoglienti rifugi per senzatetto, immigrati clandestini e fotografi curiosi. Lo scopo di questo progetto personale, iniziato nel 2008 e ad oggi ancora in progress, è semplicemente fissare in una serie d’immagini gli scorci, a volte freddi a volte poetici, che questi luoghi offrono ai visitatori.


ex Ospedale Marino - Cagliari -


6

giorgio curreli


semplici casi di ordinario abbandono

7


semplici casi di ordinario abbandono

9


10

giorgio curreli


semplici casi di ordinario abbandono

11


Da sempre se penso al panorama della spiaggia del Poetto non posso fare a meno di vedere il vecchio Ospedale Marino. La struttura, progettata negli anni ‘30 dall’architetto Ubaldo Badas per ospitare la Colonia Marina “DVX”, dopo la guerra divenne sede dell’ospedale Marino, fino al suo trasferimento nella sede attuale avvenuto nei primi anni ‘90. Per decenni è stata considerata un esempio di razionalismo, finendo sulle pagine delle più autorevoli riviste mondiali di architettura. Oggi versa in stato di degrado e abbandono totale. Un progetto della Regione vorrebbe rivalorizzarlo e risanarlo, ma ancora non è chiaro se, come e quando. Lo splendore della spiaggia su cui sorge è nei ricordi di generazioni di cagliaritani, compresa la mia che è probabilmente una tra le ultime che ha potuto goderne prima dello scempio fatto con l’opera di “ripascimento”.


ex OPG Ordanino - Castiglione delle Stiviere - MN


16

giorgio curreli


semplici casi di ordinario abbandono

17


semplici casi di ordinario abbandono

19


20

giorgio curreli


semplici casi di ordinario abbandono

21


22

giorgio curreli


semplici casi di ordinario abbandono

23


semplici casi di ordinario abbandono

25


26

giorgio curreli


Un tempo si chiamavano Manicomi Criminali, dalla Legge Basaglia in poi sono diventati Ospedali Psichiatrici Giudiziari (ma la sostanza non è cambiata, come testimoniano vari reportage). Il Manicomio Criminale di Castiglione delle Stiviere è stato costituito nel 1939 ed ha occupato la vecchia sede, un ex-convento situato nel centro storico del paese, fino al 1998 quando è stato trasferito in località Ghisiola, nella campagna a qualche chilometro dal centro abitato. La vecchia struttura, in comproprietà tra le ALER di Brescia e Mantova, è stata posta in vendita con più sessioni d’asta andate deserte. Attualmente è un vero e proprio “motel” per disperati e dimenticati dalla società e in definitiva, anche se non ospita più la struttura sanitaria, la sua destinazione d’uso non è mutata.


ex salvarani - Parma -


30

giorgio curreli


semplici casi di ordinario abbandono

33


semplici casi di ordinario abbandono

35


38

giorgio curreli


Abbandonata a se stessa nei primi anni ‘80, con l’inizio della liquidazione della storica azienda parmigiana che produceva cucine, la fabbrica Salvarani di Baganzola è giunta fino all’inizio del nuovo millennio, quando parte dell’area di 33 ettari su cui insisteva è stata destinata a divenire il paradiso del tempo libero e dello shopping. Demolita nel corso del 2009, sarà sostituita dall’Urban District: strutture ricreative, cinema, impianti sportivi, parcheggi e un grande (e immancabile...) centro commerciale destinato ai grandi marchi non food. Pur avendo vissuto per alcuni anni a Parma, non mi ero mai soffermato su quest’area adiacente alla Fiera, fino a che degli amici non mi hanno fatto notare che qualcosa stava succedendo. Una domenica di novembre del 2008 ho trovato lo spettacolo affascinante che ho fissato in questi scatti: una foresta di cemento protesa verso il cielo, a terra un tappeto di macerie e rottami di metallo come foglie cadute dai rami per la stagione autunnale ormai inoltrata.


colonia estiva

santa maria bambina

- Treviso Bresciano -


42

giorgio curreli


semplici casi di ordinario abbandono

43


44

giorgio curreli


semplici casi di ordinario abbandono

45


semplici casi di ordinario abbandono

47


50

giorgio curreli


La Colonia Estiva della scuola Santa Maria Bambina di Brescia si trovava in una bellissima posizione, sopra il lago d’Idro, in prossimità di un piccolissimo borgo: Treviso Bresciano. L’estate era per me il desiderio di andare proprio li, insieme a tutte i miei compagni. Anche se con noi c’erano le suore che ci tenevano un pò sotto torchio, era comunque un piccolo angolo di paradiso per bambini. L’ultima volta che ci sono stata come ospite risale a circa 30 anni fa. L’ultima volta che mi hanno tagliato i capelli a zero, sì, perchè quell’estate ci fu un’epidemia di pidocchi, e io da buona capellona me li ero presi tutti. Sono tornata due anni fa con la mia famiglia, per far vedere ai miei bimbi dove la mamma andava in vacanza d’estate dopo la scuola, quando la loro nonna lavorara, ed è stato un tonfo al cuore vedere la mia colonia estiva un rudere allo sfascio. Comunque una gita affascinante, chi come come me c’è stato da bambino, non può mancare una visita alla Ex Colonia. Valentina G.


Progetto grafico | Valentina Granzotto info@vg-design.net


Semplici casi di ordinario abbandono