Page 90

della polizza. E non è tutto perché la nuova normativa prevede anche un incremento delle pene che passano da un minimo di 1 anno ad un massimo di 5 (attualmente sono da 6 mesi a 4 anni). Rischieranno naturalmente grosso anche i periti che si presteranno a certificare danni inesistenti oppure tenteranno di maggiorarli. La proposta di legge intende colpire anche un’altra piaga tutta italiana, quella dei contrassegni assicurativi contraffatti. Verranno sostituiti da sistemi elettronici e telematici in grado di essere rilevati a distanza anche dai caselli autostradali e dai varchi dei centri storici. Inoltre, verrà redatto un elenco di tutte i mezzi immatricolati che non risultano muniti di assicurazione. Resterà in piedi il diritto dei proprietari a non assicurare l’automobile se resta ferma in garage o in un’area privata; perché sulla strada pubblica l’assicurazione rimane obbligatoria anche se il mezzo è fermo. Quando poi la mancanza di copertura assicurativa verrà rilevata a distanza, le sanzioni verranno recapitate a domicilio, perché le forze dell’ordine non avranno l’obbligo della contestazione immediata. Non solo: accanto a tutto questo, presso il Ministero dei Trasporti è prevista anche l’istituzione di un elenco delle auto che risultano prive di assicurazione, stimate oggi in 3,5 milioni. Lo stesso Ministero invierà poi lettere ai proprietari informandoli delle conseguenze di una eventuale circolazione senza copertura assicurativa. Ogni anno è prevista una raccolta di informazioni generalizzata del settore: le compagnie dovranno mandare relazioni all’ISVAP; l’istituto a sua volta, sulla base della relazione, predisporrà una relazione alle Camere sull’attività svolta dal gruppo di lavoro. Le compagnie dovranno infine specificare nei bilanci le riduzioni per gli oneri da sinistri derivanti dalla lotta alle frodi. Gli oneri del provvedimento, quantificati in 2,3 milioni annui dal 2012, saranno coperti da un incremento del contributo di vigilanza a carico delle compagnie di assicurazione che non potranno rivalersi sui premi. 87

Il libro nero della Rc Auto  

di Vincenzo Borogomeo

Il libro nero della Rc Auto  

di Vincenzo Borogomeo

Advertisement