Page 169

Sentenza Corte di Cassazione n. 12408 del 7 giugno 2011 – danno biologico per lesioni “macropermanenti” da incidente stradale «La Corte di Cassazione Civile sez. III, con la sentenza n. 12408 del 7 giugno 2011 si è pronunciata nuovamente sui criteri di risarcimento del danno non patrimoniale derivante da incidente stradale. Con tale sentenza, fra l’altro, la Cassazione: 1. ha ribadito che, per il risarcimento del danno biologico per le lesioni di lieve entità (c.d. micropermanenti), trova sempre applicazione la tabella unica da applicare su tutto il territorio nazionale, predisposta dal legislatore in attuazione dell’articolo 139 del Codice delle assicurazioni (d.lgs n. 209/2005); 2. ha ritenuto – in attesa dell’analoga tabella unica di legge per le lesioni di non lieve entità (da 10 a 100 punti – c.d.macropermanenti), prevista dall’articolo 138 del Codice e non ancora diramata – di riconoscere come parametri generali da porre alla base del risarcimento del danno su tutto il territorio nazionale quelli elaborati dal Tribunale di Milano. In presenza delle molteplici ed eterogenee tabelle applicate dai diversi Tribunali a livello locale, infatti, la Cassazione ha ravvisato la necessità di uniformare il risarcimento del danno biologico per le lesioni macropermanenti subite da vittime della strada residenti in regioni diverse.

Aggiornamento annuale degli importi per il risarcimento del danno biologico per lesioni di lieve entità Con Decreto del 17 giugno 2011, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale s.g. n. 147 del 27 giugno 2011, il Ministero dello sviluppo economico ha provveduto ad aggiornare gli importi previsti dall’art. 139, comma 1, del Codice delle Assicurazioni relativi alle lesioni di lieve entità di cui alla tabella attuata con il Decreto del Ministero della Salute il 3 luglio 2003. 166

Il libro nero della Rc Auto  

di Vincenzo Borogomeo

Il libro nero della Rc Auto  

di Vincenzo Borogomeo

Advertisement