Page 117

di un sistema antifrode per rafforzare l’operatività della struttura, rendere più efficace la battaglia contro le truffe assicurative modificando le procedure di offerta previste dalla legge per la liquidazione dei sinistri RC Auto, completare la disciplina sul risarcimento dei danni alla persona, intervenire sulla tabella delle lesioni micropermanenti prevedendo criteri di valutazione obiettivi.

Il caso della Yara Abbiamo parlato spesso di truffe assicurative e di polizze fantasma, ma il caso della Yara vale più di mille discorsi. Per risolvere la questione è scesa in campo direttamente l’ISVAP dichiarando che «la compagnia di assicurazioni Yara non è abilitata ad operare nel ramo RC Auto». Motivo? «Sono stati segnalati casi di commercializzazione di polizze temporanee RC Auto contraffatte – spiegano all’ISVAP – riportanti la denominazione sociale di Yara con sede in 58, Davies Street, Westminster, London w11k 5jf, United Kingdom. Al riguardo si segnala che la suddetta denominazione sociale è del tutto simile a quella della società irlandese Yara Insurance Limited, con sede legale c/o Willis Management Ltd, Grand Mill Quay, Barrow Street, Dublin 4, che risulta abilitata ad operare in Italia in regime di libera prestazione di servizi in alcuni rami danni ma non nel ramo RC Auto». Ma come fare a scoprire truffe del genere? Basta andare sul sito dell’ISVAP.

Attenti ai falsi L’ISVAP è scesa si nuovo in campo nel novembre del 2011 per denunciare la commercializzazione di polizze Rc auto false intestate alla compagnia: Haifa Insurance, società che non rientra tra le compagnie autorizzate o, comunque, abilitate all’esercizio dell’attività assicurativa sul territorio della Repubblica italiana. L’Istituto di 114

Il libro nero della Rc Auto  

di Vincenzo Borogomeo

Il libro nero della Rc Auto  

di Vincenzo Borogomeo

Advertisement