__MAIN_TEXT__
feature-image

Page 1


Il gioco costituisce un momento relazionale molto prezioso sia per il genitore che per il bambino che può condividere una modalità di crescita che gli appartiene fin dalla primissima infanzia. Il gioco di libera espressività corporea offerto dalla psicomotricità permette una profonda condivisione delle emozioni tra adulti e bambini, tra mamma e il suo bambino, tra il papà e il desiderio di appropriarsi del mondo esterno del proprio bambino. L’attività richiede una buona capacità da parte dell’adulto di mettersi in una posizione ludica di divertimento e di relazione affettiva alla pari con il proprio figlio. Dott.ssa Maria Ruini Psicologa Psicomotricista


L’idea di proporre un percorso psicomotorio ad un gruppo di bambini piccoli coinvolgendo anche i genitori, è nata dalla consapevolezza che l’educazione psicomotoria è una pratica educativa che considera l’esperienza corporea come elemento fondamentale dello sviluppo dell’identità della persona, come espressione della vita emozionale e dell’evoluzione dei processi cognitivi.

Il percorso si è articolato in alcuni pomeriggi ed ogni incontro è stato condotto dalla Dott.ssa Maria Ruini, psicologa psicomotricista.


Il cerchio

Ogni incontro è caratterizzato dal rituale iniziale nel quale tutti i bambini in cerchio con il proprio genitore vengono accolti. E’

il

momento

dell’attesa in

cui

comincia ad affiorare l’emozione dell’esperienza psicomotoria.


Dopo il rituale iniziale, Maria da’ il via ai giochi esplicitando in cosa consistono, in modo tale da aiutare il genitore a gestire il momento con il proprio bambino.


La canzoncina del saluto che conclude l’incontro


Profile for utda

Nido Scarabocchio - Esperienze di psicomotricità  

Nido Scarabocchio - Esperienze di psicomotricità  

Profile for utda