Page 1

TUTTO BIANCOAZZURRO ••• Periodico sportivo a cura dell’Ufficio Stampa USD AKRAGAS. Distribuzione gratuita esclusivamente all’interno dello stadio “Esseneto” di Agrigento •••

Un periodico per gli sportivi akragantini

Da questa domenica l’USD Akragas ha un prodotto editoriale in più. Dopo il sito ufficiale nasce infatti l’House Organ “Tutto biancoazzurro”, una pubblicazione che accompagnerà la stagione agonistica della nostra squadra di calcio e che conterrà informazioni, curiosità, immagini e tutto quant’altro legate all’Akragas calcio. Questa pubblicazione, curata dall’ufficio stampa della società biancoazzurra, è uno degli strumenti necessari per aumentare il senso di appartenenza degli sportivi akragantini. Verrà distribuita periodicamente in occasione delle gare interne di campionato e questo prodotto consente un approccio più immediato e conoscitivo con le gare che l’Akragas andrà ad affrontare. Ovviamente vuole stimolare la partecipazione ed il coinvolgimento degli sportivi tenendoli aggiornati circa le attività che si realizzeranno oltre a favorire la circolazione delle informazioni tra gli spettatori presenti allo stadio. I contenuti e le pagine vengono decise ed impostate in modo da far conoscere il più possibile la squadra e i protagonisti nonché tutti i soggetti che gravitano attorno alla società biancoazzurra. Buona lettura. Ufficio Stampa USD Akragas

Stadio “Esseneto” domenica 22 settembre ore 15:00 Akragas vs Battipagliese

Alessi: “Il progetto Akragas è ambizioso”

Ritrovato il calcio che conta, Agrigento calcistica vuole ancora maggior peso specifico nel panorama nazionale. La serie D è la base per rilanciarsi. Ne è convinto il presidente Silvio Alessi che ha dato una nuova impronta alla società biancoazzurra; da due anni al vertice, vuole continuare a programmare in grande. “Sono contento di come ci stiamo muovendo – dichiara il presidente akragantino. Già dallo scorso anno sono state gettate le base per un progetto di rilancio del calcio biancoazzurro che si è concretizzato col ritorno in serie D dopo quasi venti anni. Questa categoria spero sia un ulteriore passo verso altri importanti traguardi anche in considerazione della riforma dei campionati già avviata. Noi ci presenteremo al meglio sia sotto l’aspetto societario che sotto quello prettamente tecnico. Il nostro organico – continua, può far solo bene”. Attorniato da altri dirigenti la nuova avventura è iniziata nel migliore dei modi: l’Enel è lo sponsor principale ed una accresciuta visibilità, grazie alla diretta Rai di domenica in occasione della partita contro la corazzata Savoia, sono alcune componenti che permettono di pianificare nel migliore dei modi la stagione senza dimenticare

1

gli oltre quattrocento abbonanti. “Numeri importanti – continua Alessi. Sono entusiasta perché finalmente si è compreso che l’Akragas è fortemente legata a questa città e alla sua gente. Siamo l’unica società di calcio italiana ad avere l’Enel quale main sponsor e ciò ci inorgoglisce perché abbiamo presentato un progetto ambizioso fortemente voluto da gente che ama questi colori, questa maglia”. Ed il popolo biancoazzurro ripaga gli sforzi della dirigenza con un notevole incremento di presenze allo stadio ma anche con altre iniziative come il primo club “curva sud Willy Ingrassia” e soprattutto acquistando i prodotti col marchio Akragas nei punti vendita che commercializzano il marchio. “Circondato da validissimi collaboratori –afferma il presidente, questa società vuole mettere in pratica quello che ormai da anni viene fatto dalle più importanti società di calcio ossia una partecipazione fattiva al progetto da parte di tutti: dagli sponsor, agli imprenditori locali, alle aziende con interessi nel nostro territorio e soprattutto coinvolgendo un gran numero di sportivi anche quelli residenti fuori Agrigento. Noi ci crediamo.”


Rispetto per la Battipagliese ma i tre punti servono a Noi Intervista a Pino Rigoli

Era importante vincere in Coppa Italia e l’Akragas lo ha fatto con pieno merito violando il campo del Noto che in questa stagione non aveva subito sconfitte. Ora tutta l’attenzione è rivolta alla partita di oggi contro la forte Battipagliese. “Era importante rialzarci subito dopo la battuta di arresto a Torre Annunziata – ammette l’allenatore biancoazzurro Pino Rigoli. La squadra, nonostante lo stop, ha riposto bene sin dall’allenamento di lunedì e poi mercoledì in Coppa abbiamo vinto su un campo dove era difficile giocare a calcio contro una squadra imbattuta segnando tre gol fuori casa che non sono roba da poco. Quindi andiamo avanti e preparati per affrontare all’Esseneto una squadra importante anche se attardata in classifica. Non considero l’attuale posizione dei campani – continua il tecnico akragantino, perché la Battipagliese è e rimane una delle favorite per la vittoria finale anche se siamo alle prime giornate di campionato e ci sono solo tre squadre a punteggio pieno. La Battipagliese, per l’organico formato, è di livello assoluto non dico come il Savoia ma quasi. Noi ci siamo preparati per bene. La squadra è serena.

Naturalmente c’è una grande amarezza dopo la sconfitta per come è maturata e secondo me con un punteggio e con tre gol al passivo che ci penalizzano molto che fa apparire una differenza madornale tra la mia squadra ed il Savoia per quello che si è visto in campo.Però nel calcio ci può stare che una squadra ottimizzi le occasioni da rete noi, invece, in qualche situazione non siamo stati fortunati però siamo pronti a rialzarci subito”. Si è rivisto in campo per uno spezzone di partita anche Gaspare Pellegrino. “La partita di Coppa era una tappa di avvicinamento verso la gara odierna. Pellegrino ha ripreso a lavorare con la squadra e siamo contenti per lui visto che dopo oltre un mese e mezzo è rientrato in squadra”. Un cenno al pubblico biancoazzurro da parte di Pino Rigoli: “mi auguro che contro la Battipagliese possa esserci tanto pubblico perché contro i campani la differenza la può fare la gente che accorrerà all’Esseneto. Deve darci la forza che in questo momento abbiamo bisogno perché quella che ci apprestiamo a giocare sarà una partita dura e difficile e secondo me allo stesso livello tecnico di quella giocata contro il Savoia”.

I Precedenti

Due soli precedenti contro la Battipagliese. Entrambe le partite furono giocate nella stagione di serie C2 1993/94: 14 novembre Akragas – Battipagliese 1 a 1 e il 17 aprile 1994 Battipagliese – Akragas 0 a 1. I biancoazzurri agrigentini dopo un mese dalla conclusione del campionato furono retrocessi per la storia della fidejussione fasulla. Squalificato: Savanarola Diffidato: Aprile Akragas, così domenica scorsa: 4 - 3 - 3 Valenti De Rossi, Astarita, Chiavaro, Parisi, Assenzio, Aprile, Bonaffini, Savanarola, Saraniti, Arena

La terna arbitrale di Akragas - Battipagliese • arbitro: Curti di Milano • assistenti; Longo e Nocella

Coppa Italia: l’Akragas torna a vincere, super Saraniti. Ora sotto con la Gioiese

Noto – Akragas 0 - 3

Amarcord biancoazzurro Una delle più forti formazioni biancoazzurre di sempre. Stagione 1983/84. Allenatore Franco Scoglio. In alto: Bardelli, Venturelli, Rossi, Catalano, Colusso, Cracchiolo, Quercioli. In basso: De Brasi, Mari, Chiavaro e Bianco. 2

Noto: Scaffia, Lanzaro (46° Scapellato D.), Oriolo (46° Cassese), Salese, Montalto, Iannelli, Corsino, D’Angelo, Figliomeni (55° Greco), Pepe, Scapellato. In panchina Scordino, Landolina, Scoddo, Failla, Esposito, Gennarini. Allenatore: Betta Akragas: Zelletta, Parisi, Paladino, Caci (70° Leanza), Astarita, Fontana, Cocuzza, Assenzio (60° Pellegrino), Saraniti (75° Costa), Arena, Savanarola. A disposizione: Lo Monaco, De Rossi, Aprile, Chiavaro, Bonaffini, La Malfa. Allenatore: Rigoli Reti: 15’ Arena, 29’ Saraniti, 72’ Saraniti Una bella prova del collettivo biancoazzurro che supera i trentaduesimi di finale della Coppa Italia battendo al Palatucci il Noto. L’Akragas, unica isolana rimasta nella competizione, dovrà affrontare il prossimo ottobre la Gioiese allo stadio Esseneto. La partita, gara unica, è valevole per i sedicesimi di finale e nel caso di parità al termine dei novanta minuti regolamentari si va dritto ai calci di rigore.


I nostri avversari: la Battipagliese ••• La Storia •••

L’ Associazione Sportiva Dilettantistica Battipagliese è una società di calcio di Battipaglia, in provincia di Salerno, sorta dalle ceneri dell’ Unione Sportiva Battipagliese, fondata nel 1929 e fallita nel 2004 dopo la retrocessione in Eccellenza. Attualmente milita in Serie D.A partire dal 1988, quando vinse lo spareggio con la Sarnese, ha trascorso numerosi anni in Serie C1 e serie C2 con risultati alterni. Ha conquistato la promozione in Serie C1 al termine delle stagioni 1989-1990 e 1996-1997. Nel 1990-1991 torna in Serie C2, nel 19911992 nel Campionato Nazionale Dilettanti. Nel 1992-93 arriva l’immediata riscossa vincendo il suo girone in CND (Campionato Nazionale Dilettanti) e partecipando alle finali dello scudetto Dilettanti perso alle finali romane contro Crevalcore Eurobuilding e Vogherese. Tra l’altro in quelle finali le intemperanze dei tifosi campani porteranno a una lunga squalifica del Pastena. Alcuni anni in Serie C2 portano al trionfale 1997 con l’ultima promozione in terza serie. Nel 1997-1998 rimase in Serie C1 eliminando ai play-out il Palermo. A partire dal 1998-99 la squadra retrocede tre volte consecutive, fino a dover giocare in Eccellenza e al fallimento che ha determinato la rifondazione del team come Rinascita Battipaglia. Vince il campionato 2009/2010 riconquistando la Serie D e l’anno seguente (20102011) conserva la categoria battendo ai playout il

Pisticci (dopo essersi posizionata 14ª nel Girone G).Disputa otto stagioni in Serie C2 e tre in Serie C1. Dal 2000 fino al 2005 gioca in Serie D e dal 2005-2006 al 2009-2010 è relegata in Eccellenza regionale. Al termine della stagione 2004-2005, la Battipagliese retrocede in eccellenza e viene esclusa dai campionati per dissesto economico-finanziario. Il club viene rifondato, a seguito dell’acquisto del titolo sportivo della Rinascita campagna verde, da parte di alcuni imprenditori del luogo, che l’hanno rifondata con la denominazione di Rinascita Battipaglia, che riparte dal campionato di eccellenza campana. Per la stagione 20072008, il club cambia denominazione in Associazione Sportiva Dilettantistica Battipagliese, e sfiora la promozione in Serie D perdendo i play off nazionali, dopo essersi classificata al secondo posto in campionato. Nella Stagione 2009-2010, la Battipagliese vince il campionato e viene promossa in Serie D. Nelle due stagioni successive rimane in quarta serie. Nella stagione 2012-2013 la Battipagliese cambia società: a novembre l’imprenditore Giuseppe Sabatino, insieme ai fratelli Toni e Walter Procida, con un gruppo di imprenditori, rilevano la società conquistando la salvezza in serie D. Per la stagione 2013-2014 la società ha in cantiere un progetto importante.

••• Risultati ••• 3a giornata di campionato

••• Classifica •••

••• L’Organico ••• Manzo

••• Le partite della ••• 4a giornata

Cammarota

“Sono molto contento di essere ritornato e sono pronto a scendere subito in campo. Siamo una buona squadra e possiamo sicuramente giocarcela fino alla fine del campionato. Il mio obiettivo? Personalmente mi metterò sempre a disposizione del mister. Fisicamente sto bene. Dobbiamo cercare assolutamente in tutti i modi di vincere”. Così Andrea Cammarota, nuovo centrocampista della Battipagliese, “Siamo una buona squadra e possiamo sicuramente giocarcela fino alla fine del campionato. Il mio obiettivo? Personalmente mi metterò sempre a disposizione del mister. Fisicamente sto bene. Domenica dobbiamo cercare assolutamente in tutti i modi di vincere”.

Così domenica scorsa Battipagliese (4-3-3)

Bianco Fricano, Sodano (12’st D’Avanzo), Esposito, Garofalo; Alleruzzo, Platone, Teti; Manzo (42’st Fiorillo), Olcese, Boldrini. A disposizione: Viscido, Merola, Bravoco, Pivetta, Odierna, Greco, Donisa. Allenatore: Squillante 3


Photogallery

••••••••••••••••••••••••••••• ••• Akragas - Ragusa 3 - 0 •••

••• Pomigliano - Akragas 0 - 1 •••

La squadra biancoazzurra saluta la tifoseria presente a Pomigliano

••• Savoia - Akragas 3 - 0 •••

La sequenza del vantaggio agrigentino contro il Ragusa • 1

La sequenza del vantaggio agrigentino contro il Ragusa • 2

La sequenza del vantaggio agrigentino contro il Ragusa • 3

L’acrobazia vincente di Saraniti per il raddoppio biancoazzurro

Coppa Italia ••• Noto - Akragas 0 - 3 •••

La terza rete di De Rossi

La tifoseria akragantina sugli spalti del Giraud di Torre Annunziata ph. Paolo Interlando

ph. Paolo Interlando

ph. Paolo Interlando

ph. Paolo Interlando

Sito ufficiale dell’Akragas

www.usdakragas.com Pitagora

4

TUTTO BIANCOAZZURRO numero 1  

Il giornalino dell'Akragas distribuito gratuitamente all'interno dello stadio Esseneto ogni qualvolta l'Akragas gioca in casa.

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you