Page 1

EDILIZIA SOCIALE ED EFFICIENZA ENERGETICA 7 aprile 2016 │ Urban Center Bologna


EDILIZIA SOCIALE ED EFFICIENZA ENERGETICA

2


Ã

EFFICIENTAMENTO


PATRIMONIO IMMOBILIARE RESIDENZIALE

Epoca di costruzione (anni)

Numero di edifici residenziali (valori assoluti)

Distribuzione per anno (percentuali)

1918 e precedenti

1.832.504

15,0

1919-1945

1.327.007

10,9

1946-1960

1.700.836

14,0

1961-1970

2.050.833

16,8

1971-1980

2.117.651

17,4

1981-1990

1.462.767

12,0

1991-2000

871.017

7,1

2001-2005

465.104

3,8

2006 e successivi

359.979

3,0

Totale

12.187.698

Fonte: Censimento ISTAT 2011

31.138.278 abitazioni

100,0

4


PATRIMONIO RESIDENZIALE PRIVATO

56,7%

Fonte: Censimento Istat 2011

5


PATRIMONIO IMMOBILIARE COMUNALE

12 10 8 6 4 2 0

Fonte: simulazioni Nomisma-Anci su dati parametrici

6


QUALITÀ DELL’ OFFERTA ABITATIVA

Fonte: Nomisma

7


ORIENTAMENTI EUROPEI

v

v

v

v

Edifici responsabili per un’ampia quota del consumo di energia (40% nell’UE) e di emissioni di CO2 (circa il 38%) Entro il 2020 l’Italia deve contribuire all’obiettivo di riduzione del 20% del consumo energetico dell’UE ed entro il 2030 del 27% Immobili pubblici in prima linea nelle esigenze di riqualificazione energetica e nuove esigenze abitative in ambito privato Qualità garantita e monitorata per uno sviluppo «intelligente», «sostenibile» e «inclusivo»

Direttiva 2012/27 8


OBIETTIVI EUROPEI VINCOLANTI

Fonte: Elaborazioni ENEA

9


OGGETTI DI LAVORO

Ex IACP (Bologna)

10


OGGETTI DI LAVORO

Ex Palazzo degli Specchi (Ferrara)

11


OGGETTI DI LAVORO

Ex Manicomio (Imola)

12


LE «BUONE DOMANDE»

1.

2.

3.

4.

5.

Perché «evidenze e consapevolezze» non hanno prodotto la cultura del cambiamento in campo immobiliare, energetico, sismico e ambientale? Perché non si riesce a tradurre in «politiche e azioni» la forte attenzione maturata sulla necessità di intervenire sul patrimonio immobiliare pubblico e privato? Con quali obietti strategici e paradigmi di intervento vengono costruiti i “progetti di riuso” urbano dal mondo pubblico-privato? Quali nuove relazioni pubbliche e private dobbiamo immaginare per rigenerare la “città pubblica” e gli spazi urbani? Quali strumenti normativi e finanziari sono “realmente” disponibili e accessibili per sostenere i piani di intervento sui patrimoni immobiliari? 13


Ã

MOVENTI


INTERESSE REALE (patrimonio privato) INTENZIONI COMPRAVENDITA 12

>100 mld investimento

12,2 (3.159.000)

6,6 mln famiglie

10

8

6,6 (1.695.000)

%

8,0 (2.070.000)

6

INTENZIONI RIQUALIFICAZIONE

4

12

2

10 0

8 % 6 4

1,1mln famiglie Fonte: Indagine Nomisma 2015

2 0

15


INTERESSE REALE (patrimonio pubblico)

UNITÀ IMMOBILIARI TIPOLOGIA DI UNITÀ IMMOBILIARE

Numero

Superficie media

Superficie

valori ass.

valori %

mq

valori %

mq

residenziale e commerciale

681.159

70,7%

48.697.688

10,9%

71

destinate a fini istituzionali (uffici, scuole, caserme, ecc.)

282.934

29,3%

397.999.864

89,1%

1.407

TOTALE

964.093

100,0% 446.697.552 100,0%

463

100 mld

investimento

Fonte: stime elaborate da Nomisma su dati Ministero Tesoro (gennaio 2014)

16


INTERESSE REALE (edilizia sociale)

Confronto tra canoni (euro/mese) a Bologna per un’abitazione di 70 mq Min 77

ERP Med* 210

Max 539

Min 323

Concordato ** Med 408

Max 493

Libero Med 670

Min 586

Max 755

* La media dei canoni ERP è calcolata rispetto a tutti i canoni in essere e non rispetto al minimo e al massimo applicato. ** Abitazione usata con 4/7 elementi rispetto ai 15 indicati all'interno dell'Accordo Territoriale del Comune di Bologna del 2013

Canoni (euro/mese)

12 10 8 6 4 2 0

Fonte: Nomisma

Dall’assottigliamento dei canoni mercato e dalla necessità di mantenere i canoni sociali su soglie compatibili si è creata una fascia centrale di compresenza dove il «mercato» compete con il «privato sociale» e con il «pubblico». 17


SPESA PUBBLICA A CONFRONTO

Retrofit

Rinnovabili

Investimento

23,9 miliardi di € (in tre anni)

220 miliardi di € totali dal 2008 al 2030 (10 miliardi di € l'anno)

Occupazione attivata

382.000

130.000

Risparmio energetico

0,75 miliardi di € l'anno

1,86 miliardi di € l'anno

Effetti sul PIL

Effetti sull'import

+4,96% in 10 anni con stimolo fiscale

Irrilevante

+2,2% nel 2030 8,4 miliardi di € verso Germania e Cina per componentistica

18


Ã

DUBUGGING


AREE DI ATTENZIONE

20


RISORSE POSSIBILI

Come costruire procedure di qualitĂ e appetibili per il mercato?

Come qualificare la spesa attuale e attivare finanza europea?

Quali condizioni di utilizzo e accessibilitĂ ? Fonte: Nomisma-Anci

21


SOSTENIBILITÀ DI PROGETTO Descrizione Tasso di sconto pari al 8%

IPOTESI MERCATO

Attraverso la “Guida all’analisi costi benefici dei progetti di investimento”, la Commissione Europea ha indicato un valore del tasso di sconto compreso tra il 3% e il 5,5%, ma per l’Italia un tasso compreso tra il 6% e il 10% può essere considerato realistico. Per le nostre simulazioni assumiamo un tasso di sconto intermedio pari all’8%. Tasso di sconto pari al 4%

IPOTESI INVIMIT

Considerato il vantaggio della Sgr del Mef nella provvista dei fondi, e la necessità di coprire gestione e rischi di struttura, si ipotizza un tasso di sconto tra il 3% e il 5%. Tasso di sconto pari al 2%

IPOTESI BEI

La BEI, (Banca Europea per gli Investimenti) raccoglie sui mercati finanziari ingenti risorse e le destina, a condizioni più vantaggiose rispetto al mercato domestico, al finanziamento di progetti coerenti con gli obiettivi dell’Unione europea.

22


STRUMENTI DISPONIBILI

23


DIMENSIONAMENTO DI PROGETTO

Interesse minimo di investimento per un appalto di riqualificazione energetica

2 mln €

Valore medio degli appalti di riqualificazione energetica

5 mln €

Fatturato di «sicurezza»

Fonte: Ministero dello Sviluppo Economico

Dimensione appalto x 2,5

24


ESIGENZE DELLA DOMANDA

RISPARMIO

Fonte: Indagine Nomisma sulla famiglie 2013-2015

EDIFICIO

CONTESTO

25


POLITICHE DI SVILUPPO

EDIFICI-QUARTIERI

Riuso, rinnovamento, ricontestualizzazione

AREE DISMESSE

Processi generativi di sviluppo

CITTÀ-TERRITORIO

Riuso di suolo e ricucitura urbana

Città in cerca di economie, economie in cerca di città

Rinnovamento urbano = Rinnovamento politiche pubbliche

26


RIGENERARE CITTÀ

27


SOGGETTI DI OFFERTA

GRUPPO 1 ESCO

Fatturato ≥ 12,5 mln Euro

GRUPPO 2 5 mln ≤ Fatturato ≥ 12,5 mln Euro

GRUPPO 3 Fatturato ≤ 5 mln Euro

15%

6%

79%

Fatturato Medio

210 mln Euro

83 mln Euro

576 k Euro

Patrimonio Netto Medio

55 mln Euro

1,8 mln Euro

378 k Euro

2,4 mln Euro

40 k Euro

5,4 k Euro

Consistenza

EBIT

medio

Fonte: Nomisma

28


SOGGETTI DI OFFERTA

Fonte: Nomisma

29


NUOVA «TEORIA DEL VALORE»

30


Marco MARCATILI Responsabile UnitĂ Strategie Urbane e Sviluppo locale +39 340.3586912 marco.marcatili@nomisma.it

Profile for Fondazione per l'Innovazione Urbana

Presentazione di Marco Marcatili (Nomisma)  

Convegno "Edilizia sociale ed efficienza energetica. Il progetto HERB e le pratiche di rigenerazione del patrimonio abitativo pubblico" nell...

Presentazione di Marco Marcatili (Nomisma)  

Convegno "Edilizia sociale ed efficienza energetica. Il progetto HERB e le pratiche di rigenerazione del patrimonio abitativo pubblico" nell...

Advertisement

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded