Issuu on Google+

21 (733) ANNO DELLA FEDE

Unità Pastorale della Val Liona Domenica Domenica10 febbraio 2013 –V V del tempo ordinario Uff.. dell’Unità Pastorale a SPIAZZO Orario: martedì-mercoledì mercoledì-giovedì 9.30-12.00 Mercoledì e giovedì ore or 15.30-19.00 Mercoledì pom. (su richiesta) anche per archivio Giovedì pom. anche per prenotazione case e stanze

Domenica 10 febbraio La PAROLA dal Vangelo di Luca (5,1-11) (5,1 In quel tempo, mentre la folla gli faceva ressa attorno per ascoltare la parola di Dio, Gesù, stando presso il lago di Gennèsaret, vide due barche accostate alla sponda. I pescatori erano scesi e lavavano le reti. Salì in una barca, che era di Simone, e lo l pregò di scostarsi un poco da terra. Sedette e insegnava alle folle dalla barca. Quando ebbe finito di parlare, disse a Simone: «Prendi il largo e gettate le vostre reti per la pesca». Simone rispose: «Maestro, abbiamo faticato tutta la notte e non abbiamo amo preso nulla; ma sulla tua parola getterò le reti». Fecero così e presero una quantità enorme di pesci e le loro reti quasi si rompevano. Allora fecero cenno ai compagni dell’altra barca, che venissero ad aiutarli. Essi vennero e riempirono tutte e due le barche fino a farle quasi affondare. Al vedere questo, Simon Pietro si gettò alle ginocchia di Gesù, dicendo: «Signore, allontànati da me, perché sono un peccatore». Lo stupore infatti aveva invaso lui e tutti quelli che erano con lui, per la pesca che e avevano fatto; così pure Giacomo e Giovanni, figli di Zebedèo, che erano soci di Simone. Gesù disse a Simone: «Non temere; d’ora in poi sarai pescatore di uomini». E, tirate le barche a terra, lasciarono tutto e lo seguirono.

Telefono fisso 0444/889557 Cell. Parrocchia 347 3327097 e-mail: unitapastorale.valliona@alice.it bollettino e notizie inretewww.upvalliona.joomlafree.it www.upvalliona.joomlafree.it

PRENDI IL LARGO… e getta le reti per la pesca! È l’invito che ci fa Gesù in questa domenica. Dopo aver visto -e non per casocaso le barche vuote senza pescatori. Lo invita a salire e a pescare dove Lui dice. Mi piace vedere Pietro che, dopo aver ascoltato l’insegnamento per p la folla, ora è chiamato ad obbedire alla Parola di Gesù. Egli si fida di Gesù, anche se corre il rischio di essere deriso, perché, perché si sa, si pesca di notte e non di giorno, ma… presero una quantità enorme di pesci e le loro reti si rompevano. Tanto da chiamare le altre barche in aiuto per trasportarlo a riva. Questa possibilità donataci in questa domenica è l’anticipo di ciò che succederà nel tempo di quaresima. Un tempo in cui dobbiamo stare con Gesù, con la sua parola, per pescare in abbondanza. Ma anche che per inginocchiarci di fronte a Gesù dicendo: “Signore, allontanati da me che sono un peccatore” e per questo vedere la nuova possibilità che la fede ci dona: diventare pescatori di uomini come Pietro. Questo è il tempo della quaresima: quaresima passare dalla riva al mare. Incontrare Gesù riscoprendo la nostra professione di FEDE,, espressa dal CREDO. È scoprire , conoscere ciò che già viviamo ogni domenica e ogni giorno. Queste domeniche, iniziando da oggi, oggi hanno lo scopo di metterci a contatto con quella che chiamiamo professione di fede, fede IL CREDO.

Inizia il tempo di quaresima Con il mercoledì delle Ceneri inizia il tempo di Quaresima, tempo di grazia nel quale siamo chiamati a rinnovare gli impegni del battesimo. In particolare l’Anno della Fede ci offre l’opportunità di riscoprire la preghiera del CREDO e il suo significato. Recitare il Credo è pregare veramente – non la ripetizione di un testo – È un’occasione offerta al nostro cuore per aprirsi alla realtà di un Dio che si rivela come Trinità.

“Sì, Signore, noi crediamo. Aumenta la nostra fede”


IL CREDO è una serie di affermazioni sintetiche che costituiscono il fondamento dell’essere cristiani. Fin dai primissimi tempi i discepoli di Gesù si sono serviti di alcune brevi frasi per cercare di sintetizzare la realtà del loro maestro. In genere erano formule brevi che con il tempo la chiesa ha ampliato sia per esigenze di completezza e sia per prendere le distanze dalle deviazioni (eresie) che cominciavano a manifestarsi riguardo al mistero di Gesù Cristo. Inoltre si è sentita la necessità di raccogliere l’essenziale della fede in sintesi articolate e complete destinate in particolare a coloro che intendevano entrare a far parte della comunità mediante il Battesimo. Per questa ragione tali sintesi vengono chiamate Simboli della fede e costituiscono anche oggi il primo e fondamentale riferimento di ogni catechesi di iniziazione alla vita cristiana. Fra tutti i simboli della fede, due hanno un posto speciale nella Chiesa di oggi:

Il Simbolo Apostolico, così chiamato perché ritenuto il più antico riassunto della fede degli apostoli. La sua autorità deriva dal fatto che è il simbolo accolto dalla Chiesa di Roma, dove ebbe la sua sede Pietro, il primo degli apostoli, e dove egli portò l’espressione della fede comune.

Il Simbolo detto di Nicea-Costantinopoli, il quale trae la sua autorità dal fatto di essere frutto dei primi due concili ecumenici (Nicea 325; Costantinopoli 381). Attualmente questo simbolo viene usato sia dalle chiese dell’Occidente che da quelle dell’Oriente. La Chiesa per conferire il Battesimo a coloro che intendono farne parte propone dunque una serie di affermazioni a cui occorre prestare l’assenso (credo). Da qui la consuetudine di chiamare Credo l’insieme di queste affermazioni.

Credere è credere in Qualcuno E’ l’esperienza del fidarsi. Ricordiamo la fede di Pietro: “Signore fino ad ora non abbiamo pescato nulla ma sulla tua parola getterò le reti”.

Gli impegni e le iniziative di quaresima il giorno delle Ceneri, ai ragazzi del catechismo sarà consegnato il cartoncino con il Simbolo apostolico per riscoprire, custodire e vivere il Credo dalla prima domenica di Quaresima (17 febb.) in tutte le chiese saranno disponibili gli stessi cartoncini e durante la celebrazione della S.Messa reciteremo il Simbolo apostolico chi lo desidera lo può portare a casa per riflettere sulle domande e riportare le riflessioni in chiesa negli appositi cestini: diventeranno “parole da pregare” ogni domenica, alle porte delle chiese, saranno raccolte le offerte “Un pane per amor di Dio” – quanto donato sarà interamente destinato alla solidarietà attraverso i missionari. ogni venerdì alle ore 20.00 Via Crucis itinerante nelle cinque chiese: - venerdì 22 febb. chiesa di S.Germano - venerdì 1° marzo chiesa di Spiazzo - venerdì 8 marzo chiesa di Grancona - venerdì 15 marzo chiesa di Villa - venerdì 22 marzo chiesa di Campolongo - venerdì santo 29 marzo ore 15.00 a Grancona

ATTENZIONE – IMPORTANTE Per tutto il periodo della quaresima, nei giorni festivi e feriali, l’orario e i luoghi delle S.Messe subiranno cambiamenti e modifiche per motivi pastorali. Vi raccomandiamo di guardare con attenzione il bollettino settimanale.


S.MESSE DAL 10 al 17 FEBBRAIO 2013

DOMENICA 10 febbraio Giornata delle aggregazioni laicali 8.00 S.GERMANO

9.30 SPIAZZO

Prima lettura Isaia 4,1-2.3-8 Salmo 137 Seconda lettura Corinzi15,1-11

Vangelo Luca 5,1-11

11.00 VILLA

18.00 CAMPOLONGO

Lunedì 11 febbraio GIORNATA MONDIALE DEL MALATO Madonna di Lourdes SPIAZZO ore 15.00 disponibilità di Confessione per gli anziani ore 15.30 S.Messa per ammalati e anziani di tutta la Val Liona - def. Pasqualotto Adino – ann. Danzo Luigi - def. Pirollo Maria e Severino (non c’è S.Messa alla sera) Martedì 12 CAMPOLONGO ore 19.00 (sera) - def. Cogo Dino e Adriana

Martiri di Abitene

Mercoledì 13 febbraio LE CENERI - ASTINENZA E DIGIUNO - SPIAZZO ore 10.00 S.Messa e imposizione delle Ceneri per anziani e adulti - VILLA del FERRO ore 15.00 celebrazione per i ragazzi del catechismo - GRANCONA ore 20.00 S.Messa e imposizione delle Ceneri per tutti - ann. 55° matrimonio Brunello Silvano e Fridosio Idelma –ann.Quarzo Massimo e fam. - ann. Pelizzaro Cirillo e Teresina – ann.Girardi Amelia, Giovanni e PeottaSergio – - def. Peotta Giuseppe e fam., Casarotto Fulvio e fam. Baldovin- VILLA del FERRO ore 20.30 Veglia vicariale con tutti i giovanissimi Giovedì 14 VILLA ore 19.00

Santi Cirillo e Metodio, patroni d’Europa - def. Zulian Danilla – ann. Bertesina Romana e Vottarghi Domenico

Venerdì 15 S.GERMANO ore 19.00 - def. Basso Rino, Silvio e Natalia

san Claudio

SABATO 16 SPIAZZO ore 19.00 prefestiva con i ragazzi del Camm.Penitenziale anno B Prima lettura Dt 24,4-10 Sal 90 DOMENICA 17 febbraio Seconda lettura Rm 10,8-13 1^ di quaresima Vangelo Lc 4,1-13

8.30 S.GERMANO

10.30 GRANCONA

11.00 VILLA

15.00 CAMPOLONGO Pro-popolo

lunedì 11 febbraio – Beata Vergine Maria di Lourdes XXI GIORNATA MONDIALE DEL MALATO - “VA’ E ANCHE TU FA’ LO STESSO” Quest’anno al centro del messaggio del Papa è il Buon Samaritano. Per i malati, per gli operatori sanitari, per i fedeli cristiani e per tutte le persone di buona volontà, “è un momento forte di preghiera, di condivisione, di offerta della sofferenza per il bene della Chiesa e di richiamo per tutti a riconoscere nel volto del fratello infermo, il volto di Cristo”. Lunedì 11 a Spiazzo, alle ore 15.00 disponibilità per le confessioni di anziani e ammalati alle ore 15.30 celebrazione della S.Messa per tutti gli ammalati della Val Liona Gli ultrasettantenni che lo desiderano, possono ricevere il sacramento dell’Unzione degli infermi.

SPECIALE CATECHESI questa settimana gli incontri di catechismo sono sospesi. Tutti i ragazzi sono attesi MERCOLEDÌ 13 a Villa del Ferro ore 15.00 per la celebrazione delle Ceneri. Sabato 16 febb. a Spiazzo saranno presentati alla comunità i ragazzi del Camm. Penitenziale B che si stanno preparando al Sacramento della Confessione. Sono attesi in chiesa, dalle loro catechiste, alle ore 18.00


Impegni settimanali dell’Unità Pastorale Domenica 10

MELEDO

9.00

Coro Aquiloni alla Casa di Riposo

Lunedì 11

SPIAZZO

15.00

Confessioni per anziani, seguirà la S.Messa

Martedì 12

SPIAZZO

20.30

Coordinatori coppie giovani

VICENZA SPIAZZO SPIAZZO COSTABISSARA

9.15 20.00 21.30 18.00

SPIAZZO

20.00

SPIAZZO

21.00

Ritiro preti a Monte Berico Gruppo partecipanti al corso Ministri Consolazione Animatori della 5^ tappa Esercizi spirituali catechiste “Ritrovare la gioia del credere” (Villa S.Carlo) 3 gg. ASCOLTO DELLA PAROLA “La voce di un sottile silenzio” 1Re 19,8b-13 (9° incontro) Coppie fidanzati 5° gruppo A

SPIAZZO S.GERMANO VICENZA CAMPOLONGO

9.30 15.00 8.30 15.00

Giovedì 14

Venerdì 15

Sabato 16 Domenica 17

Coppie fidanzati 5° gruppo B Prove Coro Aquiloni Caritas, ritiro spirituale (Casa Sacro Cuore) Gruppo giovani coppie, S.Messa poi incontro e attività a S.Germano, si conclude con la cena

Oggi, Domenica 10 febbraio 2013 GIORNATA DIOCESANA DELLE AGGREGAZIONI LAICALI

“Ricercare il bene comune per amare la società” Benedetto XVI nella “Caritas in veritate” afferma che il bene comune coniuga insieme giustizia e carità. “Amare qualcuno – afferma il Papa – è volere il suo bene e adoperarsi efficacemente per esso. Accanto al bene individuale, c’è un bene legato al vivere sociale delle persone: il bene comune”. La Consulta diocesana delle Aggregazioni laicali ha scelto il questo tema, essendo “il bene comune” la bussola per giudicare le molteplici proposte politiche e soprattutto le realizzazioni pratiche dei movimenti politici. Più esplicitamente: 1. non è bene comune quello che danneggia alcuni a favore di altri, creando sperequazioni stridenti nella società 2. non è bene comune servirsi della politica per interessi personali, essendo il “servizio” prerogativa dell’impegno politico 3. non è bene comune tendere solo alla crescita economica materiale trascurando i beni essenziali quali il rispetto della dignità di ognuno, della vita, della famiglia, del bisogno di aprirsi agli altri nella collaborazione e nella condivisione dei beni della terra 4. non è bene comune esonerare i cittadini dalla partecipazione sociale con scelte autoritarie o con messaggi emotivi totalizzanti avendo ogni uomo diritto di prendere parte alla costruzione del proprio progetto di vita Il bene comune è invece l’insieme di quelle condizioni che consentono e favoriscono negli esseri umani, nelle famiglie e nelle associazioni il conseguimento più pieno della loro perfezione (Gaudium et Spes n.74) . Il tema della Giornata vuole essere, per i laici appartenenti alle Aggregazioni laicali, uno stimolo per una coscienza critica ed un criterio per le scelte quotidiane di vita sociale per testimoniare il Vangelo.

Notizie dalla comunità civile COMUNE DI GRANCONA: SI AVVISA CHE IL COMUNE GARANTISCE UN SERVIZIO DI TRASPORTO GRATUITO AI SEGGI ELETTORALI AL FINE DI GARANTIRE L’ESERCIZIO DEL DIRITTO DI VOTO DEGLI ELETTORI NON DEAMBULANTI O PORTATORI DI HANDICAP. IL SERVIZIO FUNZIONERÀ NELLA GIORNATA DI DOMENICA 24 FEBBRAIO 2013 DALLE ORE 25.00 ALLE ORE 17.00. PER USUFRUIRE DEL SERVIZIO DI TRASPOSTO È SUFFICIENTE TELEFONARE ALL’UFFICIO ELETTORALE 0444.889522 E COMUNICARE COGNOME E NOME DELL’ELETTORE, RELATIVO INDIRIZZO DI RESIDENZA E UN RECAPITO TELEFONICO.


10-17febbraio