Issuu on Google+

IL LUSSO DA SFOGLIARE

NUOVA EDIZIONE € 3,50 COVER STORY CASA FELTRI “Amare Bergamo” Guests CLAUDIA & ROBERTA PEDRETTI MARIO POGGINI DISTRETTO INSIEME SUL SERIO Fashion & Luxury KANAKA GARAGE - OTTICA FOPPA GLYCINE PASSEPARTOUT

16

Anno VI - Autunno 2013 Periodico trimestrale

3,50

BERGAMO

Speciale Wedding I GIARDINI DI GIAVA CASTELLO DEGLI ANGELI L’OFFICINA DELLE FATE ATELIER ROSSANA MORETTI LA DOLCE VITA - JEUNESSE AG STUDIO FOTOGRAFICO Motori SOGNI A QUATTRO RUOTE CENTRO PORSCHE BERGAMO BONALDI MOTORI ARCADIA RENT UP Social AEREC ACCADEMIA DELLO SPORT PER LA SOLIDARIETÀ Business GLS ITALY GSI SCAME PARRE UP CARAVAGGIO & TREVIGLIO LABORATORIO OTTICO FRIGERIO Supporto Tecnico MARCO CROTTI ANDREA PERRON - CABUS MOVIMENTO D’OPINIONE


Progetto Giardino... trasforma


i tuoi spazi

Progetto Giardino - Gruppo La Fercolor 24061 Albano Sant’Alessandro (BG) - Via Tonale, 81 Tel. 035 582340 - Fax 035 4521647 www.progettogiardino.info - info@progettogiardino.info


16

BERGAMO

IL LUSSO DA SFOGLIARE

NUOVA EDIZIONE € 3,50 COVER STORY CASA FELTRI “Amare Bergamo”

U

niti… per vincere!

Con questa edizione autunnale, Up Bergamo cambia pelle. Lo fa per essere più vicino a tutti i suoi lettori e, allo stesso modo, ai propri amici e inserzionisti. Non si tratta di una vera e propria rivoluzione.Tutte le caratteristiche peculiari che, in cinque anni, hanno permesso ad Up Bergamo di ritagliarsi uno spazio ben definito all’interno dell’alto di gamma dell’editoria locale, resteranno invariate. Formato e finiture di qualità, immagini d’effetto e altamente professionali e, ancora, distribuzione capillare e certificata, continueranno a essere alcuni dei più importanti biglietti da visita della nostra rivista. Dove cambia, dunque, Up Bergamo? Innanzitutto nelle tematiche; chi vi scrive crede, infatti, che una rivista, quanto più possibile gradevole da sfogliare, meriti di essere letta; siamo certi che i contenuti, più di ogni altro elemento, faranno la differenza.

Guests CLAUDIA & ROBERTA PEDRETTI MARIO POGGINI DISTRETTO INSIEME SUL SERIO Fashion & Luxury KANAKA GARAGE - OTTICA FOPPA GLYCINE PASSEPARTOUT

16

Anno VI - Autunno 2013 Periodico trimestrale

3,50

BERGAMO

Speciale Wedding I GIARDINI DI GIAVA CASTELLO DEGLI ANGELI L’OFFICINA DELLE FATE ATELIER ROSSANA MORETTI LA DOLCE VITA - JEUNESSE AG STUDIO FOTOGRAFICO Motori SOGNI A QUATTRO RUOTE CENTRO PORSCHE BERGAMO BONALDI MOTORI ARCADIA RENT UP Social AEREC ACCADEMIA DELLO SPORT PER LA SOLIDARIETÀ Business GLS ITALY GSI SCAME PARRE UP CARAVAGGIO & TREVIGLIO LABORATORIO OTTICO FRIGERIO Supporto Tecnico MARCO CROTTI ANDREA PERRON - CABUS MOVIMENTO D’OPINIONE

Editoriale editorial di Giovanni Volpe

Ed è proprio in questa direzione che, d’ora in avanti, all’interno di Up Bergamo troverete un’inedita sezione denominata “Supporto Tecnico”; pagine curate da professionisti di alto livello, nei settori più disparati, attraverso le quali la nostra testata si cimenterà nel non facile ma stimolante compito di azzerare le distanze, oggi, ahimè, più che mai presenti, tra cittadino e istituzioni, tra la quotidianità e le sue sempre nuove e complesse regole. Pagine che si prefiggono l’ambizioso ma reale obiettivo di unire, proprio in un momento in cui, troppo spesso, pare avere la meglio un poco costruttivo desiderio di dividere, a tratti di distruggere. Altro capitolo della nostra piccola grande rivoluzione è rappresentato, inoltre, dalla messa a punto di una sezione, “Up Social”, che da qualche edizione a questa parte sta riscuotendo un particolare favore da parte di lettori e inserzionisti; continueremo dunque a presentarvi realtà, locali e non, concretamente dedite al sostegno di chi ne abbia bisogno, seguendone attentamente attività, iniziative e proposte per il futuro. Un futuro nel quale Up Bergamo si propone di essere ancora più vicino a tutti voi, perché uniti… si vince!

TOGETHER... TO WIN! With this autumn edition, Up Bergamo changes its skin. The objective is to be closer to all its readers and, likewise, to its friends and advertisers. This is not a real revolution. All the characteristics that, in five years, have allowed Up Bergamo to cut out a well-defined space within the high range of local publishing, will remain unchanged. Format and quality finishes, highly professional and stunning images and, again, widespread and certified distribution, continue to be some of our magazine’s most important business cards. Where does Up Bergamo change then? First of all in its topics; the writers of Up Bergamo believe, in fact, that a magazine, as pleasant as possible to look through, deserves to be read; we are confident that the contents, more than any other element, will make the difference. It is in this direction that, from now on, inside Up Bergamo you will find an unprecedented section called "Supporto Tecnico"; pages edited by senior professionals in various fields, through which our magazine will compete in the difficult but exciting task to reset the distance, now, more than ever, present between citizens and institutions, between everyday reality and its always new and complex rules. Pages that have set the ambitious but real goal of uniting, in a time when too often an unconstructive desire to divide, sometimes to destroy seems to prevail. Another chapter in our small revolution is represented also by the development of a section, "Up Social", that since few editions ago is gaining special support among readers and advertisers; it will continue to present real stories, local and not, particularly dedicated to the support of those who need it, following closely activities, initiatives and proposals for the future. A future in which Up Bergamo aims to be even closer to you, because together... we win!

Up Bergamo

3


16

BERGAMO

18 14

54

20

38

24

60 42

6 30 50 64 Sommario content 6 14 18 20 24 30 4

Up Bergamo

Cover story CASA FELTRI AMARE BERGAMO

Fashion & Luxury 38 GLYCINE Più forti... del tempo

Donne di successo Un successo... a passo di danza!

42 PASSEPARTOUT Un Passepartout per la sigaretta elettronica

Travelling 18 Elba: montagne e colline verdi in alto mare!

50

Wedding 50 I GIARDINI DI GIAVA Che la favola abbia inizio...

19 Portonovo

54 CASTELLO DEGLI ANGELI C’era una volta un castello

Reading 20 Moby Dick, di H. Melville

60 L’OFFICINA DELLE FATE Vesti il tuo sogno...

22 Billy Budd, di H. Melville

64 ATELIER ROSSANA MORETTI La femminilità della sposa 2014

Distretto Insieme sul Serio Insieme... sul Serio!

Fashion & Luxury 30 KANAKA GARAGE - OTTICA FOPPA Un angolo... d’estate

68 LA DOLCE VITA Specchio delle mie brame... 71 ACCESSORIES Sì... le voglio! 72 WEDDING CAKE Wedding cake... non osare chiamarle torte


68

82

98128

84

106

71

86

110 134

72

88

116 141

76

94

122 146

Wedding 76 LUNA DI MIELE Benvenuti in Paradiso!

82

Motori 82 SOGNI A QUATTRO RUOTE Un nuovo modo di sognare a quattro ruote 84 CENTRO PORSCHE BERGAMO Una Panamera “carica” di novità 86 BONALDI MOTORI Lo stile si mette in... coda 88 ARCADIA RENT La vera soddisfazione del cliente

94

UP Social 94 AEREC Il Giornale dell’Accademia L’Accademia sbarca a Bergamo 98 ACCADEMIA DELLO SPORT PER LA SOLIDARIETÀ Il cuore oltre la crisi!

106

Business 106 GLS ITALY Anticipiamo il futuro 110 GSI GSI: un successo... senza confini 116 SCAME PARRE I nostri primi cinquant’anni

122 134 141 146 148

Up Caravaggio 122 Benvenuti... in città! 128 LABORATORIO OTTICO FRIGERIO I migliori occhiali del mondo! Up Treviglio È quasi autunno... ma respiriamo primavera! Supporto Tecnico Fisco: primi passi verso la semplificazione La parificazione di tutti i figli Precari “storici” Backstage

UP Bergamo’s Friends Tutti gli amici di UP Bergamo Up Bergamo

5


16

BERGAMO

COVER STORY

A di Giovanni Volpe • foto Giorgio Sorti

6

Up Bergamo

mare Bergamo


aura Adele Feltri ci accoglie oggi in maniera informale nella sua abitazione, qui in Bergamo, città nella quale, dopo vent’anni trascorsi in provincia, è tornata con grande gioia; il motivo? L’amore per questa città, nella quale è nata e cresciuta e dalla quale, per motivi familiari e di lavoro, si era allontana, con la promessa a se stessa che vi avrebbe fatto ritorno. La nostra chiacchierata di oggi servirà a conoscere meglio e capire valori e obiettivi che animano questa donna di grande spirito, sia in ambito professionale, che privato. Un’occasione per introdurre ai nostri lettori colei che in un futuro prossimo sarà una nostra collaboratrice che potrete seguire in un percorso di approfondimento nel suo settore, quello immobiliare. Per fare ciò, come nella più classica consuetudine, diamo prima uno sguardo alla sua casa - specchio dell’animo di ciascuno di noi . Cosa ha maggiormente apprezzato del ritorno a Bergamo? “In questi cinque anni ho avuto modo di vivere pienamente la città con la sua effervescenza, le molte opportunità e i continui mutamenti. Ho ritrovato i sapori della mia infanzia, nei borghi storici dove sono nata e cresciuta, e i profumi in Città Alta dove ho vissuto”. La scelta di lavorare e vivere nella stessa città con la sua famiglia da cosa è dettata? “Questo connubio ci avvantaggia, perché viviamo con passione, curiosità e amore Bergamo; perché qui abbiamo le nostre radici e questo ci permette di conoscerla anche professionalmente, commercialmente, e di sentire gli umori

L

delle persone, lavorando, dunque, con un’alta professionalità e serenità”. Dando ora uno sguardo alla sua dimora, scopriamo una vera passione di Laura per l’arredo minimal inserito in ambienti d’inizio secolo. Casa sua è, infatti, una villa degli anni 20 costruita dall’architetto milanese Giovanni Muzio, una delle pochissime tracce a Bergamo di questo famoso progettista. È stata mantenuta la forma originale con un restauro conservativo; la sola differenza si nota con un arredo minimale ed essenziale che la rispecchia, fatta di pochi oggetti pensati per essere funzionali e che le piacciono, atti a creare un’atmosfera accogliente. Niente che sia sopra le righe com’è nel suo stile sia nel privato, che nella vita lavorativa. Ciò è senz’altro dovuto all’educazione ricevuta che si respira anche nel suo studio, dove regna un clima professionalmente familiare in quanto, dopo aver aperto nel 2009 "Casafeltri " con il suo socio Giovanni Pilenga e aver venduto l'agenzia in provincia di Milano, ora anche la figlia Federica ha deciso di intraprendere questa attività. “Il pendolarismo, alla nostra età, è deleterio sia mentalmente che fisicamente, per cui in momenti dove tutti cercavano di espandersi con numerose succursali noi abbiamo deciso di avere una sola struttura ben organizzata, sia come sede che in fatto di qualità del lavoro. In questo modo si riescono a seguire meglio clienti e collaboratori, e tutti possono trovarci sempre al nostro posto di lavoro e avere una risposta in tempo reale a ogni propria esigenza”.

TO LOVE BERGAMO Laura Adele Feltri welcomes us in her house in Bergamo, a city in which, after twenty years in the country, she has returned to with great joy; why? The love for this city, where she grew up and from which she was away, for family and work reasons, with a promise to herself that she would return. Today’s conversation will help us to better understand the values and objectives behind this woman of great spirit, both in the professional and private sectors. An opportunity to introduce to our readers the woman who will be one of our collaborators that you will follow in a specialization course of study in her field, real estate. To do it, as in every classic tradition, we take a look to her house - the soul’s reflection of each of us -. What did you most appreciate about your return to Bergamo? "In these five years I have had the opportunity to fully experience the city, the many opportunities and the continuous changes. I found the sensations of my childhood in the historical villages where I was born and raised, and the smells in Città Alta where I lived". Where does the choice to work and live in the same city with your family comes from? "This combination gives us an advantage because we live with passion, curiosity and love Bergamo; because here we have our roots and this allows us to know the city even professionally, commercially, and to feel the mood of the people, working, therefore, with high professionalism and serenity". Having a look at her house, we discover Laura’s true passion for minimal style inserted in turn of the century decor. Her house is, in fact, a villa from the 20s built by the Milanese architect Giovanni Muzio, one of the few examples of this famous designer in Bergamo. It was kept in its original shape with a conservative restauration work; you’ll notice that the only difference is the minimal and essential furniture that reflect her personality, consisting of a few objects designed to be functional and to create a cozy atmosphere. Nothing over the top in her style, both in private and working life. This is due to her upbringing also apparent in her office, where the atmosphere is professional and familiar, and since the opening in 2009 of "Casafeltri" with her partner Giovanni Pilenga and after selling the agency in Milan, now even her daughter Federica has decided to undertake this activity. "Commuting, at our age, is damaging both mentally and physically, so in moments where everyone was trying to expand with many branches we have decided to have a single well organized structure, both as a venue and in terms of quality of work. This way you can better track customers and employees, and everyone can always find us at our work place and get an answer in real time whatever their need might be". Up Bergamo

7


Acconciatura: Myfair di Cristian Moioli - Via Palazzolo, 23 - Bergamo

Fiori: Fratelli Mazzoleni - Via Broseta, 28 - Bergamo

Laura Feltri does not fail to present herself as "a woman who never gives up"; this is the definition that she gives of herself and after the recent general economic difficulties, she has decided to give a boost to her work by combining the traditional brokerage work with a strong component of financial advice - as already done in the past – as well as legal and design. "During the years we spent in the Milan’s area, our strength was financial advice: it was important that the buyer was aware of what his economic situation was before going through a purchase; all this thanks to the collaboration with some local banks which we developed and strengthened over the years" How are things going in Bergamo? "My customers have a bigger awareness of their economic availability; on the other hand, they are less aware of the city’s changes on a regional level, which are reflected in the value of the property. This is not for lack of knowledge, but because we are going through a period that has damaged the economic balance of an entire financial system, which means making essential the role of the real estate consultant and not just that of the sales expert: buyers demand that their purchase be a worthwhile investment, now and in the future". Is there a chance to buy a house and have the assurance of its value? "Absolutely, if the real estate agency shows the real characteristics of the property also weighing in the eventual negatives, making an equation between the value per square meter and the location of the same; it is a skill that is acquired by assiduously working in the area, knowing the continuous mutations that develop in the city; I’m talking about those derived, for example, from the ever-growing tourism and from the commerce that, although with a contraction, are still very active". Tell us some examples of what, as a projection, will have a growing economic return, in Bergamo... "The airport, with its countless low cost flights, has become an important source of income for traders, businesses and now also for small businesses like restaurants, shops and bed & breakfasts. As a natural consequence of this phenomenon, our customers always ask us for properties to be used for these activities, as well as for the purchase of a first home; airline pilots are also constantly looking for rental houses in reserved and characteristic places, to enjoy the peaceful atmosphere, typical of our city".

8

Up Bergamo

Laura Feltri non manca di presentarsi come “una donna che non si arrende mai”; questa è la definizione che dà di se stessa dopo che, in questi ultimi anni di grandi difficoltà economiche generali, ha deciso di dare una sferzata alla sua attività affiancando al tradizionale lavoro di intermediazione anche una forte componente di consulenza sia finanziaria - come già fatto in passato - che legale e progettuale. “Negli anni in cui siamo stati in provincia di Milano, la nostra forza era la consulenza finanziaria: era importante che l'acquirente fosse a conoscenza di quanto potesse disporre economicamente prima di affrontare un acquisto; questo grazie al rapporto di collaborazione con alcune banche locali, che avevamo sviluppato e consolidato negli anni". Come vanno invece le cose a Bergamo? “La mia clientela ha una maggiore consapevolezza della propria disponibilità economica; al contrario, è meno cosciente dei mutamenti a livello territoriale della città, che si riflettono sul valore degli immobili. Questo non per una loro mancanza, ma perché stiamo attraversando un periodo che ha compromesso gli equilibri economici di un intero sistema finanziario, rendendo sempre più indispensabile il ruolo del consulente immobiliare e non più solo quello del puro venditore: chi compra vuole che il suo acquisto sia un investimento valido, oggi come in futuro”. Esiste la possibilità di comprare una casa e di avere la certezza del suo valore? “Assolutamente sì, se l'agenzia immobiliare mostra le reali peculiarità del bene dando anche il giusto peso agli eventuali difetti, facendo un'equazione tra il valore al metro quadro e l'ubicazione dello stesso; si tratta di una competenza che si acquisisce lavorando sul territorio in modo assiduo, conoscendo le continue mutazioni che si sviluppano in città; mi riferisco a quelle derivate per esempio dal turismo sempre più numeroso e dal commercio che, se pur con una contrazione, è ancora molto attivo”. Ci faccia alcuni esempi di ciò che, in proiezione, avrà un ritorno economico crescente, a Bergamo… “L’aeroporto, con i suoi innumerevoli voli low cost, è divenuto un’importante fonte di guadagno per commercianti, imprese e ora anche per piccole aziende come ristoranti tipici, negozi che vendono prodotti di nicchia e bad&breakfast. Come naturale conseguenza di questo fenomeno, la nostra clientela ci chiede spesso anche immobili da adibire a queste attività, oltre all'acquisto della prima casa o a quello di immobili da mettere a reddito; gli stessi piloti delle varie compagnie, cercano costantemente alloggi in affitto, in luoghi riservati e caratteristici, per godere dell’atmosfera serena, propria della nostra città”.


16

BERGAMO

COVER STORY

Tendaggi: di Gambirasio - Via Tasso - Bergamo

Up Bergamo

9


www.casafeltri.it - Via Cucchi 3 - Bergamo - Tel. 035 422053 10

Up Bergamo


16

BERGAMO

COVER STORY È stato difficile penetrare nel mercato di Bergamo? “Nel mercato no, ma nella mentalità un po’ troppo chiusa, conservatrice, del bergamasco sì, anche alla luce del fatto che ci siamo approcciati con l’esperienza fatta a Milano che ha inevitabilmente reso tutto più difficoltoso; ora, però, i miei concittadini ci hanno conosciuto, valutato e, attraverso un vivace passaparola, sono venuti in studio affidandoci i loro beni immobiliari”. Cosa hanno capito di voi? “Gli acquirenti hanno capito la nostra particolare concretezza nella soluzione di ogni problema e nella soddisfazione di ogni loro esigenza; i venditori hanno invece appreso che esiste una strategia per commercializzare un immobile, univoca per alcuni aspetti ma, per molti altri, tagliata su misura per il singolo proprietario. Gli investitori sanno di non dover aver fretta e che l’immobile da mettere a reddito, o con il quale aprire una nuova attività, va cercato con cura per posizione e logistica economica”. Visionerete molti immobili immagino… “Direi proprio di sì; pare che nessuno voglia vendere e invece è proprio in questo momento che molti alienano i beni sfitti o non più adatti alle loro esigenze; facciamo una cernita in merito a cosa proporre alla nostra clientela che abbia per fulcro un equo rapporto qualità/prezzo, caposaldo di Casafeltri. Abbiamo la fortuna di entrare in case bellissime, le vediamo conservate, trasformate con canoni attuali, e sempre affascinanti anche qualora abbiano bisogno di essere ristrutturate”. Il suo fiore all’occhiello è costituito da una consulenza per il cliente, realmente ad ampio raggio, a livello legale, fiscale e progettuale… “È verissimo; facciamo costantemente corsi di aggiornamento presso gli studi notarili e dai commercialisti, e quando viene pubblicata una nuova normativa, ne siamo informati in tempo reale. Le faccio un esempio concreto: in questo momento, grazie alle agevolazioni fiscali introdotte, siamo in grado di proporre appar-

tamenti che hanno un prezzo molto competitivo in quanto, non avendo i canoni di funzionalità che oggi tutti ricercano, sono da ristrutturare. L’acquirente è dunque avvantaggiato da leggi che consentono un risparmio economico, che porterà ad avere una gestione dell’immobile prossima al “costo zero.” Certamente bisogna essere in grado di mostrarli e di agevolare e semplificare al cliente l'iter burocratico; tenga presente che, qui in città, i palazzi storici del centro sono molto amati e ambiti; la soglia dello zero non si tocca quasi mai, ma ci si va vicino, rendendoli, di fatto, sogni possibili”. Cosa si intende per "progettualità"? Vedo che nel vostro sito ne parla alla voce "reinventare gli spazi"… “Si tratta, a mio parere, dell’arma vincente, e non solo nostra, nel proporre un immobile, ma anche di uno strumento realmente ed estremamente efficace nelle mani del cliente; è la capacità di mostrare una proprietà, non nell’attuale stato di fatto, ma per come potrebbe essere trasformata e rivoluzionata, affrontando una minima spesa” . È vero che in ufficio ha chiesto ai suoi collaboratori di continuare ad adottare metodologie di comunicazione classiche oltre a mail e social network vari? “È vero, e la mia richiesta è il frutto di attente osservazioni e controlli che ci hanno svelato come, a volte, tutto questo frenetico invio di mail finisca per rivelarsi una perdita di tempo, con il paradossale ma concreto rischio di arrecare proprio difficoltà comunicative. Ciò che dico ogni giorno ai miei collaboratori è che"si può e si deve dare di più”; forse sarò anche un po’ tradizionalista come i bergamaschi doc, ma sono convinta che i clienti avranno tanto più fiducia in noi, in Casafeltri, quanto più saremo in grado di andarli a trovare e conoscere di persona. Solo così annulleremo distanze, fisiche e non, figlie di una comunicazione tecnologica certamente comoda, ma troppo spesso asettica e priva di un confronto diretto e immediato, elementi sui quali noi fondiamo il nostro successo”.

Was it hard to get into Bergamo’s market? "It was not in the market, but more in the rather closed and conservative mentality, even in light of the fact that we approached them with the Milan’s experience which ,certainly made the process more difficult; now, however, my fellow citizens have known and evaluated us and they came to our studio trusting us with their estate". What did they understand about you? "Buyers have understood our ability to resolve each problem and the satisfaction of all their needs; sellers have instead learned that there is a strategy to merchandise a property, unique under certain aspects, but for some others , tailored to the individual owner. Investors know not to be in a hurry and that the property to be used as income, or to open a new business, must be sought carefully by looking at location and economic logistics". I believe you view many buildings… "I would say so, it seems that nobody wants to sell, but it is exactly at this time that many people put up for sale their property whether vacant or no longer suited to their needs; we make a selection of what to propose to our customers that has at its centre an equitable ratio between quality and price, the Casafeltri’s keystone. We have the luck to get into beautiful homes, we see them preserved, transformed with today's standards, and always charming even if they need to be restructured". Your flagship is made up by your broad range expertise to the customer, on a legal, fiscal and planning level… "It's true; we constantly go to refresher courses at notaries’ and accountants’ offices, and when new legislation is published, we are informed in real time; I give you a concrete example: at this time, thanks to the introduced tax concessions, we are able to offer apartments at very competitive prices which, since they are not having the functionality’s canons that everyone is looking for today, need to be remodeled. The buyer is therefore favoured by laws that allow cost savings, and that results in the management of property next to a "cost zero". Certainly we must be able to show them and to facilitate and simplify the bureaucracy to the customer; keep in mind that, in Bergamo, the historic buildings in the centre are very loved and sought after ; the zero threshold can hardly be achieved, but you can get really close, thus making them, in fact, possible dreams". What do you mean by "planning"? I see that your website talks about it in the heading "reinventing spaces" ... "It is, in my opinion, a winning weapon, and not just ours, in proposing a property, but also a real and extremely effective tool in the client’s hands; it is the ability to show a property, not in the current state, but for how it could be transformed and revolutionized by facing minimal cost". Is it true that in your office you asked your employees to keep using more classic methods of communication over e-mails and different social networks? "It's true, and my request is the result of careful observation and controls that have revealed how, sometimes, all this frantic sending of e-mails ends up being a waste of time, with , paradoxically, a real risk of causing communication problems. What I say every day to my colleagues is that "we can and should give more"; maybe I am a traditionalist such as a true “bergamasca”, but I am convinced that customers will have much more confidence in us, in Casafeltri, the more we are able to visit them and meet in person. Only this way, we will cancel distances, physical and otherwise, daughters of definitely convenient technological communication tools, but too often aseptic and devoid of a direct and immediate confrontation on which we base our success".

Cuscini: di Santorsola - Via S. Orsola, 19 - Bergamo

Up Bergamo

11


16

BERGAMO

R

ubriche

DONNE DI SUCCESSO TRAVELLING READING DISTRETTO INSIEME SUL SERIO Up Bergamo

13


A DANCING SUCCESS! The women’s success of Up Bergamo’s autumn edition is marked by elegant dance steps, those of Claudia and Roberta Pedretti, dancers and teachers as well as artistic directors of Arabesque Danse. Only a few moments after meeting them, we already had the impression of being in front of two women that have made their passion a lifestyle. The seriousness, discipline and self-control with which they pose, reflect perfectly how ballet has become part of their life. Claudia’s professional journey begins with a graduation at the Accademia di Danza Nazionale in Rome; Roberta got her professional dancer’s diploma at the ballet school of Teatro alla Scala in Milan. Arabesque Danse has a decade-long experience in dance teaching.

14

Up Bergamo


16

BERGAMO

DONNE DI SUCCESSO

U

n successo… a passo di danza!

di Manila Barbati foto Carmelo Poidomani

l successo al femminile dell’edizione autunnale di Up Bergamo è scandito da eleganti passi di danza, quelli di Claudia e Roberta Pedretti, ballerine e insegnanti professioniste nonché direttrici artistiche di Arabesque Danse. Solo pochi istanti dopo averle incontrate abbiamo già l'impressione di avere di fronte due donne che della loro passione hanno fatto un unico stile di vita. La serietà, la disciplina e la compostezza con cui si pongono, fanno trasparire perfettamente quanto la danza classica sia ormai diventata parte di loro. Il percorso artistico professionistico di Claudia inizia con una laurea all'Accademia di Danza Nazionale di Roma; Roberta ha invece conseguito il suo diploma di ballerina professionista alla scuola di ballo del Teatro alla Scala di Milano. Arabesque Danse vanta un'esperienza ormai decennale nell'insegnamento della danza.

I

Up Bergamo

15


Le alte competenze dei professionisti che la dirigono sono una garanzia per l'allievo, che avrà la certezza di una conforme applicazione delle metodologie didattiche. Uno degli obiettivi principali che la scuola di danza si pone è quello di poter consentire, a bambini e ragazzi, il raggiungimento di un corretto ed equilibrato rapporto con il proprio corpo, così da trarne il giusto stimolo di crescita e maturazione tramite una disciplina sana quale è da sempre la danza. I corsi proposti sono: propedeutica alla danza (a partire dai tre anni d’età), Danza Classica, Passo a Due, Repertorio, Danza Moderna, Danza Contemporanea, Jazz e Hip Hop. Oltre a queste discipline la scuola di danza Arabesque offre corsi e stage di Flamenco, Danza del Ventre e Danze Popolari.

The high skills of the professionals who run the school are a guarantee to the student, who will be certain of a uniform application of the teaching methods. One of the dance school’s main objectives is to be able to allow children and young people to achieve a fair and balanced relationship with their body, so that they grow and mature through the healthy discipline which is characteristic of dance. The courses offered are: preparatory dance (for kids over three years old), Classical Dance, Paso Doble, Repertoire, Modern Dance, Contemporary Dance, Jazz and Hip Hop. In addition to these disciplines Arabesque dance school offers courses and internships in Flamenco, Belly Dance and Folk Dances.

16

Up Bergamo


16

BERGAMO

DONNE DI SUCCESSO Uno spazio importante è stato riservato anche ai corsi di Pilates, disciplina che mira al rafforzamento muscolare in maniera non traumatica, per aumentare funzionalità e agilità del corpo. Un altro obiettivo importante che Claudia e Roberta Pedretti si pongono, nel campo artistico e professionale, è quello di individuare e preparare coloro che, in possesso di particolare predisposizione fisica e requisiti attitudinali, possano ambire al raggiungimento di traguardi prestigiosi, come l'inserimento nel mondo del teatro e dello spettacolo; ne sono un esempio Andrea Radaelli e Gloria Ubbiali. Altro fiore all'occhiello della scuola è poi il saggio di fine anno che si tiene al teatro Creberg, momento importante in cui gli allievi hanno la possibilità di esibirsi, avendo così occasione di esprimere le loro qualità, frutto di costante impegno e grande passione. Claudia, Roberta e tutto lo staff di Arabesque Danse vi aspettano per cogliere il vero ritmo della vita... quello unico e inconfondibile che solo la danza ci può regalare!

An important space is also reserved to Pilates, a discipline that aims to strengthen muscles in a non-traumatic way, to increase functionality and agility of the body. Another important objective of Claudia and Roberta Pedretti, in the artistic and professional sector, is to identify and prepare those who, possessing particular physical ability and aptitude, may aspire to the achievement of important goals, such as the entrance in the world of theatre and entertainment; Andrea Radaelli and Gloria Ubbiali are two exemples. One of the school’s highlights is also the dance recital at the end of the year at the Creberg’s theatre, an important moment in which students have the opportunity to perform, thus having the chance to express their qualities, the result of continued commitment and great passion. Claudia, Roberta and all the staff at Arabesque Danse are waiting to grab the rhythm of life... the unique and unmistakable one that only dance can give us!

Up Bergamo

17


E

lba: montagne e colline verdi in alto mare! di Witness

S

iamo all’interno dell’arcipelago toscano, nell’isola che fu dimora napoleonica e dall’Imperatore amata e trasformata, sia nel territorio che nell’animo degli abitanti.

Il sole è appena tramontato dietro il Monte Capanne. In lontananza, a sinistra si intravede la Corsica

Golfo di Capoliveri - Portoferraio visto da villa dei Mulini: una residenza di Napoleone - L’isola di Montecristo

18

Up Bergamo


16

BERGAMO

TRAVELLING

P

ortonovo

di Witness

arche, Ancona, Monte Conero: Portonovo. A pochi chilometri dal centro cittĂ , mare limpido e ambiente incontaminato.

M

Il piĂš grande allevamento naturale dei moscioli piĂš buoni del mondo!

Un fortino a guardia dei nemici, oggi dimora romantica e speciale

Up Bergamo

19


M

oby Dick, di H. Melville

andra Petrignani, nella presentazione di una edizione popolare, definisce l'opera di Melville "...un romanzo travolgente, che bisogna respirare più che tentare di interpretare...". Ha ragione. Il mare è il mondo e i marinai, di qualsiasi razza o religione, ne sono gli abitanti. Ognuno con il proprio ruolo e il proprio destino. La vita è viaggio e avventura e la balena bianca è la forza selvaggia, che l’uomo è determinato a sfidare, fino alle più estreme conseguenze. Moby Dick è un capolavoro originalissimo – inizia con la frase "Chiamatemi Ismaele." – e come tale, ha diverse chiavi interpretative. Se una lettura giovanile è in grado di farci vivere, ciascuno con la propria fantasia, le avventure del mare come pochi altri libri, una rilettura, dopo che la vita ci ha insegnato anche cose che non desideravamo imparare, ci introduce, come raramente accade, nei meandri dei rapporti tra gli uomini, forti o deboli che siano, dinanzi all’inaffrontabile. Raccontare Moby Dick è come cercare di riassumere un’enciclopedia. Possiamo solo prenderne alcune parti e, affidandoci all’autore, cercare di comunicare a chi ci legge il valore e il senso dell’intera storia. Allora viene subito in mente la descrizione del dolore di chi aspetta chi non torna più, un dolore insulare e incomunicabile. Oppure il momento in cui il piccolo marinaio Pip, finito in mare, si trova di fronte alla solitudine assoluta, insopportabile, quella che porta alla pazzia, alla perdita di se stessi. E ancora: Achab, paziente e folle, che è solo come tutti i comandanti o il carpentiere del Pequod, capace di fare tutto, come il coltello di Sheffield – multum in parvo - antesignano del coltellino svizzero multiuso. Alla fine del libro, dopo centinaia di pagine che scorrono via una dopo l’altra, lievi o intense come la brezza marina, arrivano gli ultimi tre capitoli, uno per ogni giorno di caccia alla balena bianca, tre episodi nei quali il Capitano Achab sfida il grande capodoglio, non per interesse o per ambizione, ma per vincerlo.Tre episodi in cui la grande balena, provocata, scatena la sua straordinaria forza su barche e uomini.Tre scontri al termine dei quali Achab, dopo l’ultima profonda ferita inferta a Moby Dick, viene trascinato in fondo al mare, subito seguito dal suo equipaggio e dalla sua nave. A conclusione della vicenda non manca un riferimento biblico: mentre anche la cima dell’albero più alto sta per essere inghiottita dal mare e il ramponiere Tashtego, quasi completamente sommerso, sta dando l’ultimo colpo di martello per fissare la bandiera mostravento, un falco marino, in volo lì attorno, finisce con un’ala inchiodata all’albero, venendo così trascinato, come tutto il resto, in fondo al mare. Così, Achab e tutti gli altri, come Satana che precipitava all’inferno, affondano portando con loro una parte viva di cielo. L’unico superstite, salvo per caso, colui che ci racconta tutta la storia, si chiama Ismaele. Come il figlio che Abramo ebbe da Agar, anche lui come Isacco, destinato a generare una stirpe ma diversa dall’altra.

S

20

Up Bergamo

di Mario Poggini


16

BERGAMO

READING - I RITROVATI

MOBY DICK - H. MELVILLE Sandra Petrignani, during the presentation of a popular edition, defines Melville’s work "... an overwhelming novel, that you have to breathe more than try to interpret...". She's right. The sea is the world, and the sailors, whatever their race or religion, are its inhabitants. Each with their own role and their own destiny. Life is travel and adventure and the white whale is the wild force that man is determined to face, with the most extreme consequences. Moby Dick is a highly original masterpiece – it starts with the phrase "Call me Ishmael." - And as such, it has several interpretative keys. Whenever a youth novel is able to make us live, each with our own imagination, the adventures of the sea as only few other books can do, re-reading it after life has also taught us things that we didn’t want to learn, introduces us into the details of the relationships between men, strong or weak that they may be, in front of the unsurmountable. Telling Moby Dick is like trying to summarize an encyclopedia. We can only take some sections and, trusting the author, try to communicate, to whomever is reading us, the value and the meaning of the whole story. Then immediately comes to mind the description of the pain of those who are waiting for people to return, an incommunicable pain. Or the moment when the little sailor Pip, after ending up in the sea, is facing total solitude, intolerable, the one that leads you to madness, to the loss of yourself. And again: Ahab patient and crazy, who’s alone just like all the commanders or the carpenter of Pequod, able to do everything, like the Sheffield’s knife - Multum in Parvo – predecessor of the multipurpose Swiss knife. At the end of the book, after hundreds of pages that run off one after the other, gentle or intense as the sea breeze, are the last three chapters, one for each day of white whale hunting, three episodes in which Captain Ahab challenges the big sperm whale, not for self-interest or ambition, but to defeat it. Three episodes in which the big whale, when annoyed, unleashes its extraordinary strength on boats and men. Three battles at the end of which Ahab, after the last deep wound inflicted to Moby Dick, is dragged into the sea, followed by his crew and ship. The end of the story does not lack a biblical reference: while even the top of the tallest tree is about to be swallowed into the sea and the harpooner Tashtego, is giving the last hammer blow to fix the flag that indicates the wind direction, a sea hawk, flying around there, ends up with a wing nailed to the tree, thus being dragged, like everything else, at the bottom of the sea. So, Ahab, and all others, like Satan who fell into hell, sink, bringing with them a living part of heaven. The only survivor, by chance, the one who tells us the whole story is Ishmael. Like the son that Abraham had with Hagar, he’s like Isaac, designated to generate a lineage different from the other one.

Up Bergamo

21


B di Mario Poggini

22

Up Bergamo

illy Budd, di H. Melville illy Budd è il Bel Marinaio: bellezza virile, forza e giovialità. È il fulcro del gruppo, colui al quale gli amici, dopo uno scherzo o un commento salace, rivolgono lo sguardo quasi ne cercassero l’approvazione. Billy ha natali incerti e un portamento nobile, alimentato da intricate quanto misteriose radici, è un uomo ingenuo e puro, l’antipatia e l’invidia gli sono estranee e quando le incontra, pur nelle vesti della malizia e della cattiveria, non le sa riconoscere. Va per mare da quando ha l'età per farlo e recentemente, come tanti altri, è stato arruolato a forza: ora è a bordo della Bellipotent, da settantaquattro cannoni. Billy lavora sulle cime degli alberi, è gabbiere di parrocchetto, sta al suo posto e svolge i compiti affidati con precisione e lealtà. Sulla stessa nave c'è John Claggart, maestro d'armi e sottufficiale. Quando incrocia il Bel Marinaio è sempre sorridente e gentile, ma quando lo vede da lontano, mentre parla o scherza con qualcuno, ha d'improvviso una "espressione malinconica e struggente, come se avesse potuto amare Billy, se ciò non gli fosse stato vietato dal destino e dalle leggi". L'antipatia e l'invidia di Claggart, col passare dei giorni, alimentano in lui un odio tanto più determinato quanto irrazionale, fino a spingerlo a denunciare Billy Budd al comandante con un’accusa falsa e infame. La tragedia è inarrestabile e precipita velocemente. Per Billy Budd non ci saranno speranze: il Bel Marinaio verrà sacrificato alla ragion di Stato, non senza accettare però, consapevolmente, le conseguenze delle proprie azioni, fino a condividere le ragioni del proprio carnefice. Il romanzo è breve e intenso, bellissimo. Anche questa volta si parla di marinai, ma qui il mare e la nave sono solo fondale e palcoscenico della vicenda umana. Herman Melville l'ha scritto poco prima di morire, a trent’anni dal precedente romanzo, usando uno stile secco ed essenziale. Mentre Moby Dick fa pensare a un dipinto tridimensionale, pieno di colori e di particolari, in Billy Budd i personaggi, i ruoli e i sentimenti, rimandano ad un disegno di poche linee, ma esattamente quelle che ci vogliono per sviscerare, con precisione chirurgica, alcuni aspetti dell’animo umano e l’incapacità, o forse l’impossibilità, di gestirli.

B


16

BERGAMO

READING - I RITROVATI

BILLY BUDD H. MELVILLE Billy Budd is the Beautiful Sailor: manly beauty, strength and gioviality. He’s the fulcrum of the group, the one whom his friends, after a joke or a spicy comment, turn their gaze to looking for approval. Billy has uncertain origins and a noble manner, powered by intricate and mysterious roots, he is a naive and pure man, he doesn’t know dislike and envy and when he encounters them, even in malice and wickedness, he doesn’t know how to recognize them. He has been sailing since he was old enough to do so, and recently, like many others, has been forced to enlist: he is now aboard the Bellipotent, a seventy-four cannon vessel. Billy works on the mast, he’s a top-man, he stays in his place and performs his job with accuracy and loyalty. On the same ship is John Claggart, master of arms and noncommissioned officer. When he runs into the Beautiful Sailor he’s always smiling and polite, but when he sees him from a distance, while talking or joking with someone, suddenly he has a "melancholy and yearning expression, as if he could have even loved Billy, if he had not been denied by fate and the laws". Claggart’s antipathy and jealousy, as time passes, fester into a more determined than an irrational hate, that pushes him to report Billy Budd to the commander with a false and infamous accuse. The tragedy is unstoppable and develops quickly. There will be no hope for Billy Budd: the Beautiful Sailor will be sacrificed, but not without consciously accepting the consequences of his actions, even understanding his executioner’s reasons. The novel is short and intense, beautiful. We talk about sailors once more, but here the sea and the ship are just background and stage for a human story. Herman Melville wrote it just before his death, thirty years from the previous novel, by using a dry and essential style. While Moby Dick suggests a three-dimensional painting, full of colours and details, the characters in Billy Budd, the roles and feelings, remind us of a drawing of only few lines, but exactly what it takes to thrash out, with surgical precision, some aspects of the human soul and the inability, or perhaps the impossibility, to manage them.

Up Bergamo

23


24

Up Bergamo


16

BERGAMO

DISTRETTO INSIEME SUL SERIO

I

nsieme... sul Serio!

di Giovanni Volpe

hi l’ha detto che la crisi non possa trasformarsi in una vera e propria risorsa? La pensavano così, e continuano a farlo, amministrazioni comunali, associazioni provinciali quali Ascom e Confesercenti, Confederazione Sindacale Cisl della Provincia di Bergamo e, soprattutto, le associazioni locali dei commercianti di sei comuni che sorgono lungo il fiume Serio che si sono riuniti dando vita a un’iniziativa molto interessante e concreta. Ne parliamo con Marco Casali, il manager di Ascom, che segue questo progetto e rappresenta in qualche modo il punto di riferimento per le diverse categorie e le associazioni che vi partecipano. Quali sono innanzitutto i comuni che hanno aderito a questa iniziativa e di che portata è il potenziale indotto ad essa riferibile? “I comuni che hanno aderito a “Insieme sul Serio” sono sei e più precisamente Alzano Lombardo, Nembro, Albino, Pradalunga, Ranica e Torre Boldone; gli esercizi commerciali potenzialmente interessati sono circa 600, a fronte di una popolazione totale stimabile attorno alle 65.000 unità; si tratta dunque di un progetto di una certa portata e che coinvolge importanti comuni della nostra provincia”. Qual è l’obiettivo principale di questo Distretto del Commercio e cosa state facendo in concreto per raccogliere il favore di tanti cittadini e commercianti? “Mai come in questo periodo il cittadino ha bisogno di fatti, di concretezza, di poter cioè misurare in qualche modo l’efficacia della singola idea, della singola iniziativa, della singola novità che gli venga proposta; per questo abbiamo ideato e creato la Seriocard”. Di cosa si tratta? “Si tratta sostanzialmente di un vero e proprio strumento di fidelizzazione della clientela. Un primo significativo nucleo di commercianti ha già aderito all’iniziativa e sta utilizzando con successo e tangibili risultati questa card. I consumatori sono stati informati – attraverso comunicazioni sui media, la distribuzione di volantini, ecc – in merito a tutti i vantaggi collegati all’utilizzo della Seriocard, che viene distribuita gratuitamente a tutti gli esercenti che aderiscono al circuito i quali, a loro volta, applicano gli sconti previsti sugli acquisti”.

C

TOGETHER... SERIOUSLY! Who said that the crisis can’t be turned into a real resource? They thought so, and continue to do so, municipalities, provincial associations such as Ascom and Confesercenti, CISL Trade Union Confederation of Bergamo’s county, and above all the local associations of merchants in six towns situated along the river Serio who decided to collaborate for the start of a very interesting and realistic initiative. We spoke with Marco Casali, Ascom’s manager, who follows this project and somehow represents the reference point for the various categories and associations that take part. What are the first municipalities that have joined this initiative and what is the generated potential attributable to? "The municipalities that have joined "Insieme sul Serio" are six and more precisely Alzano Lombardo, Nembro, Albino, Pradalunga, Ranica and Torre Boldone; the shops that could potentially be interested are about 600, with a population estimated around 65,000; so this is quite a big project that involves important towns in our countryside”. What is the main goal of this Commerce District and what are you seriously doing to collect the favour of so many citizens and merchants? "Never like this period, citizens need facts and concreteness, which means they have to be able to somehow measure the efficiency of each single idea, of individual initiative and any proposed news; which is why we have designed and created the Seriocard". What does it consist of? "It's basically a real tool for customer’s loyalty. A first important group of merchants has already joined the initiative and is successfully using this card with concrete results. Consumers were informed - through media communications, distribution of fliers, etc. - about all the benefits associated with the use of the Seriocard which, free of charge, is distributed to all the shops participating in the initiative who also apply discounts available on purchases". Up Bergamo

25


16

BERGAMO

DISTRETTO INSIEME SUL SERIO

Ci spieghi meglio il funzionamento di questa Seriocard… “È tutto molto semplice; il consumatore ha diritto a uno sconto su ciascun acquisto che abbia un valore di almeno 2 euro. Lo sconto, calcolato in percentuale sulla cifra spesa, viene automaticamente registrato e accumulato sulla carta. Al raggiungimento di un importo minimo accumulato di 5 euro, il titolare della card può decidere se usufruire, completamente o in parte, del credito maturato utilizzandolo come fosse denaro contante, in qualsiasi negozio del circuito Seriocard”. “La percentuale del ribasso va dal 2 al 5%, a seconda della tipologia del negozio; il 2% viene applicato sugli alimentari, in edicole, cartolerie e librerie, nei negozi di elettronica e ottica e in quelli che vendono articoli per animali; il 3% viene posto invece sulle prestazioni degli artigiani, nei concessionari di auto e moto, sui prodotti per la persona, sui servizi, nelle strutture ricettive, nella ristorazione e sui tabacchi; infine il 5% riguarda abbigliamento e calzature, casalinghi e prodotti per la casa, gioielli e orologi, articoli sportivi e tempo libero. Lo sconto, tradotto in euro, si accumula sulla Seriocard e, rispetto ai tradizionali cataloghi premi, può essere utilizzato per l’acquisto di qualsiasi prodotto o servizio in vendita presso gli stessi esercizi convenzionati”. Come si pi può richiedere la card e com’è possibile verificarne il credito raggiunto? “La Card è promossa e offerta in omaggio dagli esercizi commerciali e artigianali associati che espongono la vetrofania con il logo del Distretto e della Seriocard. Il cliente che richiede la carta, non deve far altro che compilare un modulo che andrà poi riconsegnato in uno dei negozi che aderiscono all’iniziativa. L’utente riceverà, così, la sua carta che, attiva da subito, potrà essere utilizzata immediatamente. Ci sono due modi per verificare il proprio saldo-crediti sulla card: leggere le informazioni riportate su ogni scontrino ricevuto in seguito a un acquisto effettuato con la carta, oppure collegarsi al portale www.insiemesulserio.it e accedere all’area riservata ai titolari di Seriocard, inserendo le credenziali di accesso personali”. In conclusione, uno sguardo ai numeri che, come ben saprà, hanno la loro importanza… “Per quanto il Distretto del Commercio - Insieme sul Serio - sia sorto di recente, sono già state distribuite oltre 10.000 card. Gli esercizi che hanno aderito all’iniziativa, all’interno dei quali risulti attiva Seriocard, sono un centinaio; le transazioni medie mensili, comprese nella circoscrizione, si aggirano attorno ai 120.000 euro, con relativi sconti di circa 3.500 euro al mese cumulati dai clienti”. Continueremo il nostro viaggio all’interno di questo ambizioso progetto e lo faremo coinvolgendo, di volta in volta, tutti i comuni aderenti all’iniziativa presentandovene l’anima e i suoi protagonisti: commercianti e cittadini.

26

Up Bergamo


Could you explain better how the Seriocard works... "It's all very simple; the consumer is allowed a discount on each purchase that has a value of at least € 2. The discount calculated as a percentage of the amount spent is automatically recorded and stored on the card. When you reach a minimum accumulated amount of 5 euros, the card holder can decide whether to use, in whole or in part, the credit accrued by using it as if it were cash in any store on the Seriocard circuit". "The discount rate goes from 2 to 5%, depending on the type of store; 2% is applied on food, in news-stands, stationers and bookshops, electronic and optical stores and those who sell items for animals; 3% for artisans’ work, car and motorcycle dealers, products for the person, on accommodation services, catering and tobacco; finally 5% is for clothing and footwear, household goods and products for the house, jewellery and watches, sporting goods and leisure. The discount, translated into euros, accumulates on the Seriocard and compared to traditional catalog awards, it can be used to purchase any product or service sold in any shop on the Seriocard’s circuit". How can you request the card and how can you verify the accumulated credit? "The card is promoted and offered by associated commercial and artisanal enterprises exposing on their windows the District and Seriocard’s logo sticker. The customers who request the card, only have to fill out a form which should then be returned to one of the stores participating in the initiative. The user will receive his card that can be used immediately. There are two ways to check your balance on the card: read the information on each receipt received after you make a purchase with the card, or go to www.insiemesulserio.it and access the area reserved to Seriocard holders, and input your personal login information". Finally, a look at the numbers, as you well know, they have their importance... "Even if the Commerce District – Insieme sul Serio - was recently created, over 10,000 cards have already been distributed. The shops that joined the initiative are about a hundred; the monthly transaction averages, including the district, are around 120,000 euros, with related discounts of about € 3,500 per month accumulated by customers". We will continue our journey through this ambitious project and we will involve, from time to time, all participating municipalities and we will introduce you its soul and its protagonists: merchants and citizens.

Up Bergamo

27


16

BERGAMO

F

ashion & luxury

KANAKA GARAGE OTTICA FOPPA GLYCINE PASSEPARTOUT Up Bergamo

29


di Giovanni Volpe • foto Fabio Toschi

U 30

Up Bergamo

n angolo... d’estate


16

BERGAMO

KANAKA GARAGE - OTTICA FOPPA

un angolo magico quello che ha ospitato, lo scorso 25 luglio, una serata-evento che ha avuto per protagonista indiscussa “The New One”, l’ultima affascinante street tracker firmata dagli specialisti del Kanaka Garage di Bergamo. Incantevole l’allestimento dedicato a questa presentazione; merito della maestria dei padroni di casa dell’Angolone di Porta San Giacomo, Cece e Simo, due veri numeri uno dell’ospitalità di casa nostra che, con i loro soci e tutto lo staff, hanno saputo aggiungere sapori e buona musica a questa riuscita serata. Sotto i riflettori la splendida BMW bicilindrica su base R65, magistralmente reinterpretata e resa unica dagli ormai noti “kanaki”; una Special carica di personalità e originalità, con diversi tocchi d’autore che sono alla base dello stile esclusivo di questo già conosciutissimo Garage bergamasco.

È

A SUMMER’S CORNER... It’s a magic corner that, on July 25, hosted an evening event which had as undisputed star "The New One", the latest fascinating street tracker signed by the Kanaka Garage’s specialists in Bergamo. The set up dedicated to this presentation was enchanting; thanks to the skills of the Angolone hosts’ of Porta San Giacomo, Cece and Simo, two real number ones in hospitality that, along with their partners and all their staff, have been able to inject flavour and good music into this successful evening. Under the spotlight was the beautiful twin-cylinder BMW R65, masterfully reinterpreted and made unique by the well known "kanaki"; a Special full of personality and originality, with several unique touches that are the basis of the exclusive style of this already well known Garage in Bergamo .

Up Bergamo

31


32

Up Bergamo


16

BERGAMO

KANAKA GARAGE - OTTICA FOPPA

Oltre a noi di Up Bergamo, quali immancabili appassionati e media partner, ha preso parte alla serata anche l’Ottica Foppa di Grassobbio, una realtà all’interno della quale la passione per stile e motori procede all’unisono e con successo.

Besides Up Bergamo, inevitable fan and media partner, Ottica Foppa in Grassobbio also took part in the evening, a reality in which passion for style and motors successfully proceed in unison.

Up Bergamo

33


Non ci resta, dunque, che dedicare queste pagine a quanti si siano persi questa piacevole serata, certi che le immagini dell’amico e fotografo Fabio Toschi sapranno trasmettervi al meglio l’atmosfera che abbiamo respirato in questo incantevole angolo… d’estate.

So we can only dedicate these pages to those who may have missed this pleasant evening, certain that our friend and photographer Fabio Toschi’s images will communicate to you the atmosphere that we breathe in this beautiful corner... of summer.

34

Up Bergamo


16

BERGAMO

KANAKA GARAGE - OTTICA FOPPA

IL LUSSO DA SFOGLIARE

BERGAMO

Up Bergamo

35


CITTÀ ALTA quadrilocale di circa 260 mq in via Tassis nel cuore di Città Alta. Inserito in piccola corte del 1400 con scenografica veranda, completo di box doppio e cantina € 950.000 rif. 55A immobile esente ace.

PIAZZA PONTIDA grande bilocale di 70 mq in palazzo del 1600 accuratamente restaurato nel 2007 con valorizzazione dei dettagli d’epoca e 40 mq di terrazza attrezzata pergotenda. € 225.000 rif. 10C cl. G, > 175 kwh

CENTRALE appartamento di 142 mq a piano alto, garanzia di sicurezza e notevole luminosità. Caratterizzato da grandi vetrate con vista su città alta. Climatizzato con piacevole giardino condominiale. € 320.000 rif. 21L cl. G, > 175 kwh

CITTÀ ALTA a pochi passi, appartamento di 90 mq da ristrutturare con luminosa veranda, in bel palazzo del 1700 con volte e affreschi recuperati. Possibilità di creare un comodo trilocale. € 195.000 rif. 11C cl. G, > 175 kwh

PIAZZA PONTIDA appartamento/ufficio di 220 mq con interessante doppio ingresso, inserito in elegante e prestigioso palazzo d’epoca. Completa la proprietà un box quadruplo. € 760.000 rif. 73C cl. C, 24,8 kwh

BORGO S. CATERINA adiacente al borgo, nuovo quadrilocale di 140 mq con terrazza - giardino pensile, molto soleggiato ed inserito in prestigioso recupero in Classe A+ (BOX) € 550.000 rif. 51 S cl. A+, < 14 kwh

CENTRO quadrilocale con giardino in splendido recupero di villa originale liberty che conserva inalterati e rivisitati in chiave moderna i decori. Grande zona living, doppi servizi e giardino di 250 mq oltre a cantina e due box. € 740.000 rif. 69C cl. D, 88,1 kwh

PARCO DEI COLLI ai piedi di città Alta, villa singola disposta su tre livelli abitativi, con terrazza vista città alta, interamente circondata da parco privato di 2000 mq. Da ristrutturare con possibilità di ampliamento metratura. € 2.100.000 rif. 101 O cl. G, > 175 kwh

BERGAMO/BORGHETTO Mozzo, villa singola di 360 mq circa, inserita in elegante residence di sole ville, totalmente circondata da ampio giardino con due box doppi e spaziosa taverna. € 1.150.000 rif. 105PR cl. C, < 87 kwh

CINQUE VIE in prossimità della rinomata Piazza Pontida, monolocale al secondo piano con ascensore in elegante palazzo d’epoca. Ideale come appoggio o come investimento. € 85.000 rif. 8Cbis cl. G, > 175 kwh

BORGO PIGNOLO bilocale ampio di 70 mq all’ultimo piano con camino. In palazzo del 1700, stupendo e soleggiatissimo con possibilità di recupero mansarda sovrastante. € 160.000 rif. 9C cl. G, > 175 kwh

CITTÀ ALTA elegante e spettacolare appartamento all’ultimo piano con altana a vetrate con vista a 360° sulla città. Inserito in bel palazzo del ‘400, finiture pregiate ed accurate. € 580.000 rif. 1A cl. G, 211,32 kwh

PIAZZA PONTIDA bilocale accuratamente restaurato in palazzo del 1400, travi a vista, filodiffusione, predisposizione domotica, allarme, aria condizionata ottimamente rifitito. € 195.000 rif. 3Cbis cl. G, > 175 kwh

REDONA grazioso bilocale in corte completamente restaurata a pochi passi da tutti i servizi e mezzi. Ultimo piano con travi a vista e parquet possibilità arredamento. Completo box ampio. € 155.000 rif. 1R cl. G, > 175 kwh

S. ALESSANDRO ampio trilocale duplex inserito in restauro accurato di corte del 1600. Ultimo piano con camino, travi a vista e interessante possibilità di personalizzazione soppalco. € 280.000 rif. 40C cl. E, 134,91 kwh

LORETO nuovo bilocale a pochi passi dal golf di Bergamo, molto grazioso con giardino privato accessibile da tutti i locali e cantina e scelta vari box singoli o doppi. Possibilità scelta finiture. € 160.000 rif. 3L cl. B, < 58 kwh

OSPEDALE grande bilocale di 90 mq all’ultimo piano con ascensore in piacevole palazzo liberty. Molto luminoso con camino e possibilità terrazza a pozzo, dotato inoltre di cantin e posto auto. € 198.000 rif. 1 O cl. G, > 175 kwh

BORGO S. CATERINA trilocale con ampio balcone vivibile in nuova realizzazione in classe energetica A+, elegante palazzina di sole 6 unità abitative, al 2° piano con ascensore (Box) € 325.000 rif. 21 S cl. A+, < 14 kwh

CINQUE VIE appartamento su due livelli al terzo e ultimo piano con ascensore in palazzo d'epoca completamente recuperato. Impreziosito dai dettagli d’epoca finemente recuperati e dalla terrazza vivibile. Box. € 455.000 rif.20C cl. C, 86,06 kwh

ACCADEMIA CARRARA nuovi trilocali in piccolo contesto totalmente ristrutturato, piano terra con giardinetto privato o primo piano con balcone completi di box sotto la palazzina. € 265.000 rif. 23C cl. C, 83,3 kwh

NUOVO OSPEDALE trilocale su 2 livelli con giardino e ampio balcone con splendida vista in prestigioso recupero di antico cascinale in classe B. Disponibili vari box € 325.000 rif.23 O bis cl. B, < 58 kwh

VIA NULLO trilocale di 120 mq ultimo piano con ascensore, in palazzo primi ‘900. Travi a vista, camino, riscaldamento a pavimento, aria condizionata, ottime finiture. Con box compreso. € 450.000 rif. 43C cl. E, 144 kwh

PIAZZA S. ANNA elegante appartamento di 175 mq affacciato direttamente sui giardini della piazza e con vista città alta. Pregiate finiture, camino del ‘700, marmi pregiati, riscaldamento a pavimento. € 540.000 rif. 34C cl. F, 148,88 kwh

VALTESSE appartamento di 2160 mq all’ultimo piano in palazzina recente circondata dal verde e dalla tranquillità. Dotato di soggiorno di 50 mq con ampie vetrate, molto luminoso con doppi servizi, cantina e box. € 300.000 rif. 20V cl. G, > 175 kwh

www.

.it


l’evoluzione immobiliare CENTRALISSIMO in elegante palazzo nobiliare di metà '800 affrescato, appartamento di 240 all'ultimo piano su due livelli con ampia terrazza vivibile e finiture di pregio. Completo di tre box e due posti auto. € 1.150.000,00 rif. 76C cl. G, > 175 kwh in aggiornamento

S. CATERINA AD.ZE attico di rappresentanza di 300 mq disposto su due piani collegati da scala interna. Finiture pregiate, camino di fine ‘700 e terrazza di oltre 100 mq con vista magnifica su città alta, 2 cantine e 2 box doppi. € 1.150.000 rif. 52 S cl. G, > 175 kwh

NUOVO OSPEDALE splendito quadrilocale di nuova costruzione all’ultimo piano con vista su città alta. Totali mq 160 con terrazza a pozzo di 30 mq e scenografico soppalco (Box doppio) € 420.000 rif. 50 O cl. B, < 58 kwh

P.ZZA PONTIDA quadrilocale da ristrutturare/ personalizzare internamente ubicato in tranquilla laterale di via Broseta. Piano alto con ascensore, completo di posto auto. € 230.000 rif. 66 O cl. G, > 175 kwh

P.LE LOVERINI spettacolare attico con terrazza di 60 mq che lo circonda vista sui colli e su città alta. Caratterizzato da ampie vetrate che lo rendono luminosissimo, impianto satellitare, finiture di pregio e box doppio. € 600.000 rif. 50R cl. G, > 175 kwh

P.ZZA RISORGIMENTO quadrilocale piano alto a prezzo affare ! a Loreto con vista su Borgo Canale e i colli di città alta. Da rinfrescare internamente, già libero. € 160.000 rif. 54L cl.G, 193,6 kwh

CONCA FIORITA/VALTESSE in quartiere verdeggiante e tranquillo, soluzione indipendente con ampio giardino. Disposta su tre livelli oltre all’interrato e un’ampia mansarda openspace. Progetto per abitazione in classe B. € 550.000 Rif. 104V

LONGUELO Polaresco, villa di testa di 180 mq con giardino esclusivo di 150 mq e terrazza coperta di circa 40 mq. Inserita in elegante residence di recente costruzione, ne completa la proprietà il box doppio. € 650.000 rif. 103L cl. B, < 58 kwh

REDONA soluzione indipendente d’inizio '900 ristrutturata con finiture di design. Zona living con spazioso porticato e zona notte con quattro camere e tripli servizi, affaccio sull’ampia terrazza. Posti auto coperti. € 590.000 Rif. 100R cl. E,127,02 kwh

AD.ZE BORGO S. CATERINA Villa singola di 240 mq su due piani abitativi con affaccio sul giardino privato di 200 mq, più seminterrato, mansarda open space, box e cantina. Ambienti luminosi e ristrutturati. € 410.000 Rif. 101R cl. G, 191,47 kwh

POSTE CENTRALI zona di forte passaggio pedonale, negozio di 30 mq con bagno ed ampia vetrina fronte strada. Luminoso e con ottima visibilità. € 1.000,00 mensili. Rif. 308C cl. G, > 175 Kwh

CITTÀ ALTA in elegante restauro di palazzina quattrocentesca, attico su due livelli con finiture di pregio e spettacolare vista sulla città antica. Completo di cantina. € 1.150,00 mensili. Rif. 252A cl. G, 211,32 kwh

BORGO PIGNOLO in palazzo d'epoca del 1500 completamente recuperato, al terzo e ultimo piano bilocale completamente ristrutturato ed arredato con mobili nuovi. € 550 mensili spese comprese. Rif.260C-1 esente ace

VIA TASSO in zona ideale per lo shopping, negozio di circa 50 mq. composto da unico locale con bagno in perfette condizioni, con due ampie vetrine fronte strada. € 1.300,00 mensili. Rif. 302C cl. C, 81,33 kwh

SANT'ALESSANDRO esclusivo contesto del 1800, quadrilocale all''ultimo piano di 150 mq servito da ascensore. Dotato di posto auto esclusivo. € 1.170,00 mensili. Rif. 251C esente ace

SANT’ALESSANDRO nel salotto commerciale della città, negozio fronte strada di circa 70 mq con ampie vetrine, zona di forte passaggio pedonale con visibilità garantita. € 2.500,00 mensili rif. 303C cl. G, > 175 kwh

via cucchi 3 - bergamo - 035 4220053


di Giovanni Volpe

P

iù forti… del tempo

alla sua fondazione per opera di Eugene Meylan nel 1914, il marchio Glycine non ha mai smesso di produrre raffinati orologi nel suo stabilimento di Bienne, in Svizzera e, ad oggi, è riconosciuto come uno dei veri pionieri dei “multi fuso orario” dedicati all’aviazione nonché per la sua produzione di alta qualità, imponenti dimensioni e design. Fin dalla sua nascita, l’azienda è sempre stata posseduta e condotta da una famiglia svizzera e attualmente è diretta dal suo proprietario Stephan Lack. Nel 1931, Meylan presentò al mercato mondiale un movimento meccanico a carica automatica interamente di sua invenzione. L'anno 1934 vide poi il lancio di una gamma di cronometri con Certificato OSQC – Official Swiss Quality Control -. A causa dell’incombente Guerra Mondiale, lo stato richiese un pesante dazio alla società ma, nonostante ciò, Glycine sopravvisse riuscendo anche ad essere uno dei 29 espositori della Fiera di Basilea nel 1938: un evento al quale, in seguito, questo marchio non è mai più mancato.

D 38

Up Bergamo


16

BERGAMO

GLYCINE

STRONGER THAN TIME... Since its founding by Eugene Meylan in 1914, the brand Glycine has never stopped producing fine watches in its factory in Bienne, Switzerland, and today, it is recognized as one of the pioneers of the "multiple time zone" created for aviation and for its high-quality production, impressive size and design. Since the beginning, the company has always been owned and run by a Swiss family and it is currently managed by its owner Stephan Lack. In 1931, Meylan introduced to the world market his own invention, a mechanical movement with automatic winding. The year 1934 saw the launch of a series of chronometers with Certificate OSQC - Official Swiss Quality Control -. Because of the coming World War, the state asked for heavy taxes from society, but despite this, Glycine survived and it also managed to be one of the 29 exhibitors at the Basel Fair in 1938: an event that this brand has not been absent from since.

Up Bergamo

39


16

BERGAMO

GLYCINE Al termine della Seconda Guerra Mondiale, Glycine attivò una nuova produzione e presentò una gamma di orologi con movimento a carica automatica. Il 1952 vide la nascita dei cronometri VACUUM, incredibilmente resistenti all’acqua e agli urti. Un anno importante è inoltre rappresentato dal 1953 quando fu presentato al mercato mondiale l’AIRMAN, un rivoluzionario orologio che, oltre all’ora locale, mostrava il tempo nel resto del mondo attraverso un semplice e immediato colpo d'occhio. Da allora la linea AIRMAN è sempre stata presente nella collezione proposta dalla Glycine, e, in occasione del traguardo dei sessant’anni dalla sua nascita, rappresenta di fatto la punta di diamante dell’intera produzione. Negli anni '70anche Glycine passò attraverso la crisi che colpì l’industria orologiera svizzera, ma riuscì a sopravvivere e, a partire dall’inizio degli anni ’90, l’azienda definì e implementò un nuovo concetto di brand inserendo in modo crescente, all’interno della propria collezione, orologi con movimenti meccanici con un aumento costante di diametri, conferendo così alla società lo status di audace innovatore.

At the end of the Second World War, Glycine activated a new production and presented a series of watches with automatic movements. The year 1952 saw the birth of VACUUM chronometers, extremely resistant to water and shock. Another important year is 1953 when the AIRMAN was introduced to the world market. It was a revolutionary watch that, in addition to local time, showed the time in the rest of the world by a simple quick glance. Since then the AIRMAN line has always been presented in the Glycine’s collection, and, to mark the sixty year milestone since its birth, it represents the finest point of the entire production. During the 70s, Glycine also experienced the crisis that hit the Swiss watch industry, but it managed to survive and, from the beginning of the 90s, the company defined and implemented a new brand concept by inserting in ascending order, inside their collection, watches with mechanical movements with a steady diameter increase, thus giving the company the status of bold innovator.

40

Up Bergamo


Alla fiera di Basilea del 2002, una vera e propria novità mondiale fu presentata sotto il nome di AIRMAN 7: un orologio con tre movimenti a carica automatica indipendente, capace di mostrare contemporaneamente quattro diversi fusi orari su tre quadranti, anch’essi in totale autonomia tra loro. Da allora tutte le linee della collezione Glycine sono state realizzate e affinate, per rispondere al meglio alle richieste degli appassionati di questi oggetti. I modelli Lagunare, Incursore e Combat sono ormai solide realtà, così come i modelli KMU48; insieme declinano uno stile intramontabile in chiave contemporanea. Le solide basi della società assieme all’innegabile robustezza e affidabilità dei propri prodotti, fanno di Glycine un nome rispettato nel mondo dell’orologeria svizzera. Le collezioni Glycine sono distribuite in esclusiva per l’Italia dalla Lowell S.r.l. di Modena e, per Bergamo e provincia, dalla gioielleria Lo Smeraldo di Torre Boldone.

At the Basel’s fair in 2002, a real novelty was introduced to the world under the name of AIRMAN 7: a watch with three automatic independent winding movements capable of displaying four different time zones on three dials, each one in total autonomy. Since then all the Glycine collection lines have been refined, to better respond to the requests of fans of these items. The models Lagunare, Incursore and Combat are now well-established, as well as the models KMU48; together they present a timeless style with a contemporary twist. The company’s solid foundation together with the strength and reliability of its products, make Glycine a respected name in the world of Swiss watchmaking. Glycine collections are distributed in Italy by Lowell Srl in Modena and, in Bergamo and its province, by the jewelry store Lo Smeraldo in Torre Boldone.

Up Bergamo

41


il business del momento. Tutti ne parlano, tutti vogliono investire nel settore e tutti vogliono provare almeno una volta, anche solo per sfizio, cosa si provi a “svapare”. Parliamo di sigarette elettroniche, le cosiddette “e-cig” che sembrano aver dato scacco alla leadership delle sigarette tradizionali. Nel mondo ci sono più di un miliardo di persone che fumano sigarette pur essendo consapevoli del danno che provocano a se stessi, per una manciata di minuti di piacere.

È

A PASSEPARTOUT FOR ELECTRONIC CIGARETTE It’s the business of the moment. Everyone talks about it, everyone wants to invest in this industry and everyone wants to try at least once, just for fun, what it feels like to "svapare". Let's talk about electronic cigarettes, the so-called "e-cig" that seem to have taken off the leadership from the traditional cigarettes. In the world there are more than one billion people who smoke cigarettes while being aware of the damage they do to themselves for just few minutes of pleasure.

42

Up Bergamo


16

BERGAMO

PASSEPARTOUT

U

n Passepartout per la sigaretta elettronica di Evelyn Lamberto â&#x20AC;˘ foto Andrea Rotondella

Up Bergamo

43


16

BERGAMO

PASSEPARTOUT

Quindi, avvicinarsi alla cultura di un nuovo modo di fumare, non significa soltanto risparmiare ma rappresenta la scelta di compiere un importante passo verso la cura della propria salute. Sono questi ultimi i principi portanti di Passepartout che coniuga abilmente un prezzo competitivo con una qualità di sicura provenienza. Il negozio Passepartout di Grumello del Monte, infatti, è rivenditore autorizzato Vivilavì, azienda importatrice di sigarette elettroniche certificate a livello europeo con sede a Castelli Calepio, e di liquidi di alta qualità prodotti a Zanica. Per questo il trasporto a chilometro zero fa sì che il negozio sia svincolato da qualunque speculazione sulle spese di spedizione. Scegliere Passepartout non significa solo acquistare dei prodotti di alta qualità; vuol dire anche supportare le aziende produttrici e importatrici bergamasche, nonché avere la possibilità di comprare prodotti corredati da manuale d’uso in lingua italiana. Nulla di più affidabile dei prodotti di casa nostra che, oltre a offrire una certificazione indispensabile per la tutela della propria salute, permettono una performance di alto livello. Il personale di Passepartout è inoltre consapevole dell’importanza di fornire ai propri clienti anche tutte le informazioni utili a iniziare e proseguire il consumo dell’eco-fumo nel modo più completo e salutare possibile. Passepartout è un negozio dal volto familiare, capace di offrire alla propria clientela un servizio di vendita e post-vendita efficiente ed efficace, con l’impegno di un’assistenza mirata e soddisfacente senza dimenticare un ulteriore e interessante valore aggiunto: Passepartout è un negozio affiliato Lyoness. Sperimentando un settore neonato ed in continua evoluzione risulta facile smarrirsi nella nebbia di prodotti di basso livello resi accattivanti da un prezzo che sembra stracciare la concorrenza ma occorre prestare molta attenzione e non farsi gettare fumo negli occhi. Trovare un negozio di sigarette elettroniche che risponda alle esigenze del cliente non è quindi impresa da poco ma Passepartout può rappresentare la chiave d’accesso adeguata per svapare in tutta sicurezza e qualità. Il successo di Passepartout deriva non solo dall’attenzione alla lavorazione del prodotto ma soprattutto dal grande interesse verso il cliente al quale sarà presto dedicata un’originalissima iniziativa che vi presenteremo il prossimo autunno e della quale, ad oggi, ci è dato sapere solo lo slogan, originale ed efficace: “Non rompiamoci… i polmoni!”.

44

Up Bergamo


So, get closer to the culture of a new way of smoking it’s not just about save money but it represents the choice to take an important step towards the care of your health. Those are the main Passepartout’s points that combines a competitive price with quality. The shop Passepartout in Grumello del Monte, in fact, is an authorized seller Vivilavì, company based in Castelli Calepio importer of certified electronic cigarettes in Europe, and liquids of high quality produced in Zanica; this means that the shop is free from any speculation on shipping. Choose Passepartout is not just about buying products of high quality; it also means supporting the manufacturers and importers of Bergamo, and to have the opportunity to buy products with an Italian instruction’s book. Nothing is more safe than the products from our country that, in addition to offering a certification necessary for the protection of your health, allow a high level of performance. The Passepartout store’s staff is also aware of the importance of providing its customers with all the information that they need to start and continue the use of the eco-smoke in the most complete and healthy way. Passepartout is a shop with a familiar face, able to offer its customers a service of sales and after-sales efficiently and effectively, with a focused and satisfying assistance not to mention an additional and interesting extra value: Passepartout is a shop Lyoness’ affiliate. When experiencing a newborn and evolving industry, it is easy to get lost in the mist of low-level products made attractive by a price that seems to avoid the competition, but you should be careful and not to pull the wool over your eyes. Find a store of electronic cigarettes that meets the needs of the customer is not so easy but Passepartout can be the key to access the svapare world in safety and with quality. The success of Passepartout comes not only by the attention to the manufacturing of the product but also by the big interest towards the customer to who will soon be dedicated an original initiative that we will present next Autumn and that today we are allowed to know only the slogan, original and effective: "Do not break our... lungs".

Up Bergamo

45


Cascina del Sole www.cascinadelsole.it - Carobbio degli Angeli (BG) - Via Carducci, 6 - Tel. 035 954042 - info@cascinadelsole.it


IL LUSSO DA SFOGLIARE

W

edding

di Manila Barbati


16

BERGAMO

WEDDING

F

iori che parlano d 'amore, location da favola, abiti da sogno, beauty da star, scarpe e anelli che brillano, wedding cake d'artista, foto e video per fissare la magia e, dulcis in fundo, un viaggio indimenticabile. Tutto questo è ciò che vi racconteremo... Tutto questo siete voi, sia che siate già sposi o che vi accingiate ad esserlo, a voi è dedicato. A tutti quelli che ci credono, a tutti quelli che si ricredono, a quelli che hanno ancora voglia di sognare, a tutti quelli che lasciano la porta aperta alla speranza, a quelli che lo hanno già provato o ne sono alla ricerca... Un Amore grande, immenso, coinvolgente e sconvolgente che riempie il cuore e l 'anima e fa pensare che... sì... ne è valsa la pena! A tutti voi, cavalieri e principesse, l 'augurio di trovarlo, mantenerlo, celebrarlo... Congratulazioni!

48

Up Bergamo


Up Bergamo

49


C 50

Up Bergamo

he la favola abbia inizio... di Manila Barbati â&#x20AC;˘ foto AG Studio FotograďŹ co


16

BERGAMO

I GIARDINI DI GIAVA

iori e poesia come tramite per arrivare al tuo cuore Profumi ed eleganza Creatività e buon gusto Questi gli ingredienti principali per far si che il tuo matrimonio si celebri in un’atmosfera unica e indimenticabile… Per ottenere tutto ciò affidarsi ad arte e professionalità è assolutamente indispensabile. Andrea Brazzoli, creatore e anima de “I giardini di Giava” - laboratorio floreale nel centro di Bergamo - saprà donare al tuo giorno speciale una magia unica, quella dell’amore….

F

LET THE FAIRY TAIL BEGIN... Flowers and poetry to get to your heart Perfumes and elegance Creativity and good taste These are the main ingredients to make sure that your wedding is celebrated in a unique and unforgettable atmosphere... To get all of this, it is absolutely essential to rely upon art and professionalism. Andrea Brazzoli, creator and soul of "I giardini di Giava" - floral workshop in the centre of Bergamo - will give a unique magic to your special day, that of love...

Up Bergamo

51


16

BERGAMO

I GIARDINI DI GIAVA

Gli uomini coltivano 5000 rose nello stesso giardino... e non trovano quello che cercano... e tuttavia quello che cerca

I giardini di Giava Via San Tomaso, 94 - Bergamo www.giardinidigiava.it 52

Up Bergamo


ano potrebbe essere trovato in una sola rosa o in un po' d'acqua. Ma gli occhi sono ciechi. Bisogna cercare col cuore! Da Il Piccolo Principe di Antoine-Marie-Roger de Saint-ExupĂŠry

Up Bergamo

53


Câ&#x20AC;&#x2122;

era una volta un castello

54

Up Bergamo


16

BERGAMO

CASTELLO DEGLI ANGELI

ille anni di storia… svelati tra residenza, monastero, di nuovo residenza, oggi espressione di Emozione… cedono al passante, attraverso scintille di istanti, sogni indelebili e magie da raccontare per sempre… Castello degli Angeli è un’antica dimora medievale del X secolo, riportata agli antichi splendori da un sapiente e rispettoso restauro, divenendo così luogo ideale dove lasciarsi trasportare dalla fantasia immersi in un'atmosfera senza tempo… Ruotando magicamente su se stesso, tra i preziosi interni e i suggestivi esterni, regala all’ospite molteplici opportunità ed esperienze: la fantasia diventa realtà durante indimenticabili eventi, la pietanza accompagna il lusso, reinterpretato con originalità dagli chef del ristorante “Barbariccia”, il vino diviene sinonimo di passione nell’Azienda Agricola e, infine, l’incontro si compie nel “Relais In Charme”.

M

ONCE UPON A TIME THERE WAS A CASTLE A thousand years of history...Revealed between residence, monastery, and again residence, today expression of emotion... Give way to the passer-by, through sparkling moments, permanent dreams and magic that you can tell forever... Castello degli Angeli is an ancient medieval X century residence, restored to its previous glory by a wise and respectful restauration work, so that it becomes an ideal place where you can get carried away by imagination while immersed in a timeless atmosphere ... Magically revolving between precious interiors and beautiful exteriors, it offers guests many opportunities and experiences: fantasy becomes reality during unforgettable events, the meal accompanies luxury interpreted with originality by the Chefs of "Barbariccia" restaurant, the wine becomes synonymous of passion in the Azienda Agricola and the magic unfolds in the "Relais In Charme".

Up Bergamo

55


16

BERGAMO

CASTELLO DEGLI ANGELI

56

Up Bergamo


La prima volta quando….“è amore a prima vista”…. Accolti dal Castello, si percepiscono immediatamente il suo fascino e la sua energia. La strada interpoderale che attraversa le vigne accompagna l’immediata sensazione di distanza dalla realtà, trasformandosi in un’esperienza di sospensione, dedicata a se stessi. Accolti nella sala principale, Navata della Chiesa Conventuale, emerge con delicata eleganza la magnificenza di uno spazio senza confini. Due sale attigue, Sala Affreschi e Sala Stemma, arricchite dallo splendore di antichi dipinti e identificate come spazi privati, intimi e di raccoglimento ma, al tempo stesso, aree dedicate al gioco, musica e danze. Il Chiostro settecentesco, vestigia del passaggio monastico, narra lo scorrere dei secoli, dedicando oggi ai suoi visitatori suggestioni autentiche. Nei giardini, dove l’incanto della natura evoca distensione e benessere, il grande Cedro bicentenario abbraccia i nuovi ospiti offrendogli i suoi servigi. Infine il Parco Piscina e l’Area 43, spazi moderni e di design, accolgono l’intrattenimento di chiusura evento, quale luogo di coronamento della festa.

The first time when... "it’s love at first sight"... When you arrive at Castello degli Angeli, you immediately feel welcomed by its charm and energy. The road that crosses the vineyard accompanies an immediate sensation of distance from reality translating into an experience of suspension, dedicated to yourself. Upon entering the main hall, Convent Church Nave, the magnificence of limitless space emerges with delicate elegance. Two rooms, Sala Affreschi and Sala Stemma, with beautiful ancient paintings are identified as private spaces but at the same time they are areas used for playing, music and dancing. The seventeenth century cloister, vestige of a monastic past, tells us of the passing of centuries, now inspiring real emotions in its guests. Inside the gardens, where the enchantment of nature evokes wellness, the big bicentennial cedar wood tree hugs its guests and offers its services. Finally, the Parco Piscina and the Area 43, modern design spaces, welcome the entertainment at the end of the celebration, as the perfect party coronation place.

Up Bergamo

57


58

Up Bergamo


16

BERGAMO

CASTELLO DEGLI ANGELI Castello degli Angeli garantisce sempre l’esclusiva della location, e “sposa la libertà”. I festeggiati saranno gli unici e veri "protagonisti di casa", godendo di ogni spazio a loro dedicato, e valutando nei particolari ogni dettaglio di questo importante avvenimento. Gli sposi sceglieranno liberamente tra il servizio banqueting interno del ristorante Barbariccia o quello proposto da altri catering. Lo staff Castello, con professionalità, passione ed energia, sarà garante della perfetta realizzazione dell’evento così che il risultato sia quello da sempre sognato: un giorno speciale, stupendo e indimenticabile! Matrimoni e non solo… Cerimonie civili, party, feste private, battesimi, comunioni, cresime, cene romantiche, dichiarazioni d’amore, soggiorni di charme, eventi aziendali e tanto altro… …Perché Castello degli Angeli è Emozione… per ogni occasione… in ogni stagione!

Castello degli Angeli always guarantees the exclusivity of the location and it "exhudes freedom". The groom and the bride will be the only true “hosts”, they will enjoy every space dedicated to them and they will choose any single detail of their event. The couple will freely decide between the banqueting service offered by the Barbariccia restaurant or the one proposed by other catering companies. The staff at Castello, with professionalism, passion and energy, will guarantee the perfect realization of the event so that the result will be the one that you always dreamed of: a special, wonderful and unforgettable day! Weddings and more... civil ceremonies, parties, private parties, christenings, communions, confirmations, romantic dinners, declarations of love, charming stays, business events and more... …Because Castello degli Angeli is Emotion…for any occasion... in every season!

Up Bergamo

59


16

BERGAMO

L’OFFICINA DELLE FATE

V

di Manila Barbati

esti il tuo sogno...

,

Officina delle Fate è un delizioso e accogliente Atelier nel cuore di Milano dedicato agli abiti da sposa. Nasce nel 1999 da un’idea di Silvana Sormani che ha scelto questo originalissimo nome per dare la sensazione di qualcosa di magico e allo stesso tempo creativo e laborioso. Dopo qualche anno anche le figlie Sarah e Corinna decidono di dare il loro contributo e si uniscono allo staff. Attualmente l’Officina delle Fate costituisce un importante punto di riferimento per le spose non solo della Lombardia, ma di tutta Italia, grazie a un passaparola veramente efficace e anche a un richiamo di pubblico frutto del programma televisivo “CHI VESTE LA SPOSA Mamma contro Suocera”, in onda su LeiTv - canale SKY 127-, che affida alle mani delle consuocere l’ardua scelta dell’abito da sposa. Gli ambienti eleganti e magici di questo loft affacciato sul Parco delle Basiliche, i soffitti originali a cassettoni e le finestre ad arco, creano la cornice ideale per gli abiti appesi alle pareti che, importanti, semplici o sartoriali che siano, offrono una diversificata e vasta scelta, distinguendosi nei materiali e nei modelli. “La nostra filosofia si basa sull’intento di riuscire ad accontentare tutte le spose proponendo abiti di marchi importanti a prezzi contenuti”, raccontano Sarah e Corinna, “La parte Outlet, con abiti di campionario e fine collezione, è stata pensata per una clientela esigente, che non desidera spendere una fortuna ma che ugualmente desideri un abito di ottimo livello. Il laboratorio poi, provvede a rimettere l’abito in taglia e a fare tutte le eventuali modifiche richieste nello specifico”. Per quanto riguarda le “Collezioni”, L'Officina delle Fate si affida a pochi nomi che garantiscono modelli attuali, eleganti e raffinati ma sempre con quel “quid” in più che rende i capi unici. Di prioritaria importanza è l'utilizzo di tessuti di qualità e un'interpretazione sempre originale e personalizzata della moda sposa.

L

DRESS YOUR DREAM... L'Officina delle Fate is a delightful and welcoming Atelier in the heart of Milan dedicated to wedding dresses. It was founded in 1999 by Silvana Sormani who invented this very original name to give the idea of something magical and creative at the same time. After a few years her daughters Sarah and Corinna decided to get involved and join the staff. Currently L'Officina delle Fate has become an important point of reference for brides, also thanks to the TV program "CHI VESTE LA SPOSA Mamma contro Suocera", on LeiTv (SKY channel 127), which puts the difficult choice of the wedding dress in the hands of mothers-in-law. The elegant and magic of this loft overlooking the Parco delle Basiliche, with its original ceilings and arched windows, create the ideal space for the dresses hanging on the walls and it doesn’t matter if you pick an important, simple or tailored dress, each one offers diversified materials and patterns that make it unique. "Our philosophy is to be able to satisfy all the brides by proposing to them clothes of major brands at reasonable prices", said Sarah and Corinna, "The Outlet, with sample and end collection dresses, was designed for demanding customers who do not want to spend too much money but also ask for excellence in a dress. The laboratory then, will size the dress and will make any change required". Regarding the "Collections", L'Officina delle Fate relies on a few names that provide modern, elegant and refined styles but always with that "something" that makes the items unique. Of primary importance is the use of quality fabrics and an always original and personalized bridal fashion.

60

Up Bergamo


Up Bergamo

61


62

Up Bergamo


16

BERGAMO

L’OFFICINA DELLE FATE

Naturalmente non ci sono problemi di “misure” poiché gli abiti saranno ordinati alle Case nelle taglie richieste; per quanto riguarda invece il campionario proposto nella parte “Outlet”, si arriva a vestire una sposa di taglia 44/46 al massimo. Per le spose più esigenti c’è, invece, la sezione Couture: “Il nostro laboratorio è il cuore della nostra azienda. Le modelliste creano abiti di eleganza raffinata, con tessuti insoliti e preziosi; creazioni uniche, su misura e completamente realizzate a mano. Questo è il valore aggiunto dell’abito sartoriale: partendo da un semplice schizzo o da un bozzetto, si arriva a costruire insieme alla sposa l'abito dei suoi sogni”. Seguendo lo stile e i desideri di ogni donna, L’Officina delle Fate promette di stupire e rendere eccezionale non solo il giorno del matrimonio, ma anche il giorno della prova. Perché indipendentemente dal budget, senza fare alcuna differenza tra Outlet, Collezioni e Couture, tutte le spose hanno il diritto di sentirsi delle principesse. Tutto questo avviene in un'atmosfera di grande complicità: Sarah, Corinna e Monica prima di tutto lasciano scegliere alla sposa gli abiti che desidera provare e poi, dopo aver cercato di capire che tipo di cerimonia abbia in mente e, soprattutto, che immagine voglia dare di sé, consiglieranno la soluzione più appropriata donando preziosi suggerimenti. La magia è un po’ questa, riuscire a creare un clima di grande serenità per consentire alle spose di superare dubbi e incertezze. “Perchè più che clienti, le nostre spose sono prima di tutto donne, l'una diversa dall'altra, in un momento unico della loro vita. Capita spesso che a volte il primo abito indossato sia quello giusto, ma riguarda un tipo di donna molto decisa e sicura di ciò che vuole. Qualcuna invece proprio non riesce a decidere e qui sta a noi cercare di capire la persona e le sue esigenze”. L’ Atelier delle Fate ha proposte e idee per ogni tipo di donna, classica, tradizionale o estrosa che sia. “L’abito dev’essere quello che fa sognare, deve rappresentare un modo di essere. La sposa dovrà sentirsi in ogni attimo bellissima e perfettamente a proprio agio, senza dover mai interpretare un personaggio, bensì essendo unicamente se stessa”. Perché come dicono sempre Sarah e Corinna durante “CHI VESTE LA SPOSA Mamma contro Suocera”, “l’abito non si guarda ma si indossa”! Per il resto basta crederci… e i sogni si avverano.

Of course there are no problems of "sizes" because the clothes will be sorted in the Houses on the basis of size requirement. The dresses that we propose in the "Outlet" come to a maximum size of 44/46. For the most demanding brides, we have a section called Couture: "Our laboratory is the heart of our company. The patterns create clothes of refined elegance, with unusual and precious fabrics; unique, tailor-made and entirely handmade creations. This is the added value of tailor-made dresses: starting from a sketch we create with the bride the dress of her dreams". Following the style and desires of every woman, L’Officina delle Fate promises to impress and provide excellence not only on the wedding day, but also on the day of her fitting. All brides have the right to feel like a Princess regardless of their budget and their choice of Outlet, Collections and Couture. All this takes place in an atmosphere of complicity: Sarah, Corinna and Monica first of all let the bride pick the dresses she would like to try on and then, after figuring out what type of ceremony she wants and more importantly, the image she wants to give of herself, advise the most appropriate solution by giving their precious suggestions. The magic is in creating an atmosphere of serenity to allow brides to overcome their doubts and worries. "More than customers, our brides are first of all women, all different, in a particular moment of their lives. It often happens that the first dress they try on is the right one, but that involves a very determined type of woman and one who is sure of what she wants. Instead when we encounter a woman who cannot decide, it is up to us to try to understand who she is and what her needs are". The "Atelier delle Fate" has suggestions and ideas for every kind of woman whether classic, traditional or unusual. "The dress should be the one that makes you dream, it must be a way of being. The bride has to feel beautiful and perfect, without ever having to play a character, but being only herself". Because as Sarah and Corinna always say at "CHI VESTE LA SPOSA Mamma contro Suocera", "you don’t look at the dress, you wear it"! All you have to do is to believe... and dreams will come true.

Up Bergamo

63


L

a femminilità della sposa 2014

di Rossana Moretti

a moda degli abiti da sposa drappeggiati in voga quest’anno, alternati da semplicissimi abiti lisci e puliti in mikado tagliati a pannelli, lascia spazio alle nuove tendenze 2014. E, come d'incanto, tra le miriadi di novità fatte di dettagli e di forme degli abiti, frutto di conoscenza e intuizione degli stilisti, ecco emergere con chiarezza le caratteristiche principali sulle quali si baseranno i modelli del prossimo anno. Parliamo di tagli e modelli diversi, con lunghezze differenti, ma anche di tessuti e di materiali particolari. Il dettaglio, come sempre, gioca un ruolo importantissimo e fa la differenza; per il 2014 si parla di fiori ricamati su tulle morbido e impalpabile, applicazioni floreali su pizzi sottili, pioggerelline di strass su tulle invisibile e, ancora, forme geometriche - a volte quasi tecniche - di tessuti lisci o cangianti, che ritroviamo nei fiocchi e nelle cinture che avvolgono il punto vita. E che dire del dettaglio “spallina”, vero must della nuova stagione, visto che, care amiche e novelle spose, l'abito senza spalline si ridimensiona! (foto decoltè mod 516). Maniche in pizzo: si tratta di una tendenza lanciata in qualche modo da Kate Middleton che, in tutta la sua naturale bellezza, in occasione delle nozze con il principe William d’Inghilterra, ha sfoggiato un abito da sposa a maniche lunghe coprendo le spalle; come ignorarlo? Ha fatto sognare tutte le neo spose del periodo e il trend delle maniche viene riconfermato anche nel 2014. Non solo manica lunga ma anche ¾; oppure manichetta (foto mod 520). In alternativa si trovano spalline strette all’attaccatura dell’abito e che si allargano alle estremità: raffinate ed eleganti.

L

THE FEMININITY OF THE 2014 BRIDE The draped wedding dresses in fashion this year, alternated by simple straight dresses in mikado, leave space to new trends in 2014. And like magic the main features on which next year's styles will be based clearly emerge among the countless novelties of new dress details and shapes, the product of designers’ knowledge and intuition. We are talking about cuts and different patterns, of different lengths, but also of fabrics and special materials. The details, as always, play an important role and make the difference; for 2014 it comes down to flowers embroidered on a soft and light tulle, floral applications on thin lace, rhinestone sprinkles on invisible tulle and, again, geometric shapes – at times almost technical – of plain or iridescent fabric, which we find in bows and belts that wrap around the waist. And what about the "shoulder strap" detail, a must for the new season, because, dear friends and brides, the strapless dress is resized! (Photo neckline mod 516). Lace sleeves: This trend was somehow launched by Kate Middleton who, in all her natural beauty, on her wedding day to Prince William wore a wedding dress with long sleeves covering her shoulders; how to ignore it! It caught the imagination of all brides at the time and the sleeves’ trend is reconfirmed in 2014. Not only long but also ¾ sleeve; or short sleeve (photo mod 520). As an alternative, you can find narrow straps near the dress seams widening at the shoulder: stylish and elegant.

64

Up Bergamo


16

BERGAMO

ATELIER ROSSANA MORETTI - ALTA MODA PER SEMPRE

In voga scollature sulla schiena e trasparenze intagliate nel pizzo, non troppo aggressive in quanto la sposa deve essere fine e delicata; e poi un piccolo scollo a “V” che prosegua sino al punto vita mette sempre in risalto la silhouette, rendendo la sposa il massimo della femminilità (foto mod 503, 502). Applicazioni tridimensionali di fiori (altro dettaglio haute couture ricamato a mano dalle sarte più capaci): arricchiscono le favolose gonne stile principessa in un’esaltazione del romanticismo per quel giorno così speciale e indimenticabile (foto mod 510). Pizzo: ancor più di quest'anno, la stagione 2014 vedrà il pizzo sempre in prima linea. A partire dal più apprezzato, il macramè (mod 501), con trama di fiori spesso molto vistosa, per arrivare al delicato e sottilissimo chantilly (decoltè mod 508) e al pizzo rebrodè; novità assoluta dell'Atelier ROSSANA MORETTI sarà, inoltre, il pizzo chantilly macramè (mod 501), disegnato e prodotto in esclusiva. Ever green, lo Stile principessa torna ad essere di tendenza; le ampie gonne in tulle, con volumi e arricciature al punto vita, rendono il movimento dell' abito quasi una sorta di danza, tra strati soffici e romantici; tutto ciò per la felicità della sposa, che ha sempre sognato di poter indossare, un giorno, l’abito delle favole. (mod 512). È bene si ricordi, al di là delle tendenze, che tutti i nostri consigli si allineano sempre e comunque alla figura e alla personalità di ogni singola sposa. “Alta moda per sempre” e... stile..., che l’Atelier ROSSANA MORETTI mette a disposizione delle proprie giovani clienti. Tessuti innovativi e pizzi tra i più pregiati, senza dimenticare la consulenza diretta e preziosa della stilista che disegnerà, a richiesta e “su misura”, decoltè, gonne, abiti e accessori, rigorosamente unici! In style, low back necklines and transparencies cut into lace, not too aggressive as the bride should always be refined and delicate; and then a small "V" neck that continues to the waistline always puts emphasis on the silhouette, making the bride the most feminine (photo mod 503, 502). Three-dimensional flower applications (another high fashion detail embroidered by hand by the most capable seamstresses) enrich the fabulous princess style skirts in an exaltation of romanticism of that special and memorable day (Photo mod 510). Lace: this year even more, the 2014 season will see lace in the front line. Starting with the most appreciated, from macramé (mod 501), with an often showy flower texture, to the delicate and thin chantilly (cleavage mod 508) and to the rebrodè lace; absolute novelty of the Atelier ROSSANA MORETTI will also be the chantilly macramè lace (mod 501), exclusively designed and produced. Ever green, the Princess style returns to be a trend; the large tulle skirts with volume and gatherings at the waist, make the dress movement almost a kind of dance, between soft and romantic layers; all of this for the bride’s happiness, who has always dreamed of wearing the fairy tale dress one day (Mod 512). It is good to remember that beyond trends, our advices are always tailored to each bride’s figure and personality. "High fashion forever" and… style… which Atelier ROSSANA MORETTI makes available to its young customers. Innovative fabrics and the most exquisite laces, not to mention the direct and priceless advice from the designer who will create upon request and "to size" necklines, skirts, dresses and accessories, strictly unique!

Up Bergamo

65


S

F

di Manila Barbati foto Carmelo Poidomani

68

Up Bergamo

inalmente il grande giorno è arrivato! Parola d'ordine: essere "la più bella del reame". Per non sbagliare affidiamo il nostro look a mani esperte dove eccellenza, professionalità e tanta creatività sono la miglior garanzia. Puoi trovare tutto questo a Bergamo presso "La Dolce Vita", dove conoscerai Roberta, "anima" e titolare di questo frizzante e curato negozio del centro. Quando la si vede all'opera si percepisce immediatamente che tutta l'energia che sprigiona è alimentata dalla grande passione per il suo lavoro. Stilista parrucchiera e make up artist, Roberta saprà accompagnarti e consigliarti in quella che diventerà la tua scelta definitiva verso l'acconciatura e il trucco ideali, mantenendo i tuoi punti di forza senza mai stravolgerli e sapendo reinterpretare la tua personalità al meglio attraverso quello che sarà il look scelto insieme. Avvalendosi di uno staff professionale e all'avanguardia, che Roberta stessa tiene in costante aggiornamento tecnico, la Dolce Vita si appoggia a partners di livello come Paul Mitchell, marchio americano leader nei prodotti luxury per la cura del capello. A conquistarci definitivamente, poi, sarà quell'atmosfera allegra e spumeggiante... Ecco, ci siamo, la magia è avvenuta... Ora lo specchio ci rimanda quell'immagine da sempre sognata: acconciatura super chic, trucco perfetto a prova di lacrime, aspetto radioso et...voilà... La sposa è servita! Nel vederci andare via soddisfatte, Roberta accennerà un sorriso felice di aver contribuito anche lei a rendere ancor più prezioso quel giorno unico e indimenticabile.

pecchio delle mie brame...


16

BERGAMO

LA DOLCE VITA

MAGIC MIRROR ON THE WALL... Finally the big day has arrived! The password is: be "the fairest one of all". To avoid mistakes we hand over our look to expert hands where excellence, professionalism and lots of creativity are the best guarantee. You can find this in Bergamo at "La Dolce Vita", where you will meet Roberta, "soul" and owner of this sparkling and well-kept shop in the centre. When you see her at work you immediately understand that all the energy that she emanates is powered by the passion for her job. As hair stylist and make up artist, Roberta will guide you and advise you on what will be your ideal hairstyle and makeup, while maintaining your strengths without distorting them and she will reinterpret your personality through the look that you choose together. With a professional staff and advanced technology, the Dolce Vita relies on partners such as Paul Mitchell, American brand leader in luxury products for hair care. To conquer us permanently is a happy and bubbly atmosphere... Here we go, magic takes places ... Now the mirror reflects that image that we always dreamed of: super chic hairstyle, perfect tear-proof make-up , radiant look... et voilĂ ... The bride is ready! While we leave satisfied, Roberta will hint a smile, happy to have contributed to make even more precious that unique and unforgettable day.

Up Bergamo

69


16

BERGAMO

ACCESSORIES

S

ì... le voglio! arola d’ordine: brillare! Non esiste principessa senza una favolosa scarpetta, sinonimo di eleganza e femminilità. Luce e sensualità vestiranno i nostri piedi per farci sentire ancor più una sposa “all’altezza”…

P

YES… I WANT THEM! Password: to shine! There is no princess without a fabulous shoe, synonymous of elegance and femininity. Light and sensuality will dress our feet to make us feel even more a perfect bride...

Abbi fede... Mettila al dito!

Up Bergamo

71


W

edding cake... non osare chiamarle torte!

72

Up Bergamo


16

BERGAMO

WEDDING CAKE

iù che torte sono delle vere e proprie opere d’arte, non soltanto per gli occhi ma anche per il palato. La wedding cake ormai detta legge, spaziando da quella più classica alla più stravagante, dalla più estrosa alla più chic, la parola d’ordine è soltanto una… STUPIRE! E se non riesci a frenare la voglia di tuffartici dentro, allora il gioco è fatto, la tua wedding cake è servita!

P

WEDDING CAKE... DON’T YOU DARE CALLING THEM CAKES! More than cakes they are real artwork, not only for the eyes but also for the palate. The wedding cake now lays down the law, ranging from the most classic to the most extravagant, from the unusual to the most chic, the password is only one... TO SURPRISE! And if you cannot control the urge to jump in, then you're done, your wedding cake is served!

Up Bergamo

73


M AG

PhotoWedding è lo sguardo che racconta il tuo matrimonio. Discreto ma puntuale, descrive e immortala ogni attimo, ogni sorriso, ogni emozione del giorno più bello nella vita di una coppia. Il nostro stile documenta il giorno del matrimonio in ogni suo aspetto: dalla preparazione degli sposi alla cerimonia, dal taglio della torta alla festa serale; il tutto con l’occhio di chi partecipa e si sente coinvolto in questa giornata speciale. AG PhotoWedding sa quanto sia importante il servizio fotografico per conservare un ricordo indelebile delle nozze, ecco perché si mette a disposizione degli sposi realizzandone i desideri e regalando loro il ricordo perfetto! AG Play Music è l’Agenzia per i tuoi eventi. Un’azienda dinamica, con un ventaglio di proposte ampio e variegato, che renderà speciale ogni momento della tua cerimonia. AG Play Music è live music, spettacolo, dj set, dance, il tutto costruito sui tuoi desideri e le tue esigenze. AG Play Music realizza fedelmente le richieste degli sposi e, creando la giusta atmosfera, fa si che un giorno speciale si trasformi in un momento indimenticabile.

omenti unici


16

BERGAMO

B

LUNA DI MIELE

76

Up Bergamo

di Marisa Jerinò

envenuti in Paradiso!


erimonia e festeggiamenti sono stati un successo… Ora è tempo di partire e di vivere un’esperienza unica, indimenticabile, in compagnia dell’anima gemella. E che luna di miele da sogno sarebbe se sullo sfondo non vi fosse un’atmosfera paradisiaca, un mare cristallino, una natura incontaminata e colori degni della più romantica delle favole disneyane…? Benvenuti ad Antigua… benvenuti in paradiso! Antigua si trova nelle Piccole Antille e ha come capitale St. John's; colonizzata dagli Inglesi all'inizio del ‘600, ha una superficie di circa 300kmq e 7500 abitanti; fu scoperta alla fine del ‘400 da Cristoforo Colombo che le diede il nome di Santa Maria de Antigua, dalla statua della cattedrale di Siviglia dove aveva pregato prima di partire per il suo epico viaggio. L’isola offre un vasto numero di alberghi dove alloggiare e appartamenti d'affittare; il taxi è il mezzo di trasporto più adatto per spostarsi nell'isola ma esiste anche il servizio autobus; non mancano, ovviamente, resorts di alto livello, degni della più indimenticabile delle lune di miele. Rinomata per le sue 365 spiagge naturali - una per ogni giorno dell’anno - Antigua vanta acque cristalline che oscillano dal verde smeraldo al blu cobalto e distese di sabbia talmente bianca da sembrare “finta”. Fra le numerose spiagge spicca HALF MOON BAY celebre per la sua forma a mezza luna, la GALLEY BAY, amata dai surfisti e RENDEZ VOUS BAY, un'oasi ancora incontaminata. Sull’isola tutto scorre a ritmo di musica; è onnipresente, suonata da bande locali che utilizzano strumenti a percussione ricavati dai barili del petrolio attraverso i quali producono coinvolgenti note di reggae e calypso che scandiscono i ritmi quotidiani.

C

WELCOME TO PARADISE! The ceremony and the celebrations were a success... Now it's time to leave and live an exclusive and unforgettable experience with your soul mate. And what kind of honeymoon would it be if the background were not a heavenly atmosphere, a crystal clear sea, untouched nature and colours worthy of Disney’s most romantic fairy tales...? Welcome to Antigua... welcome to paradise! Antigua is located in the Lesser Antilles and St. John is the capital; colonized by the British at the beginning of ‘600, it has an area of about 300 square kilometers and 7500 residents; it was discovered at the end of '400 by Christopher Columbus who gave the island the name of Santa Maria de Antigua, name inspired by the Seville cathedral’s statue where he had prayed before leaving for his epic journey. The island offers a wide range of places to stay or rent a flat; the taxi is the main kind of transportation used to go around the island but there is also a bus service; there are, of course, high level resorts, worthy of the most unforgettable honeymoons. Famous for its 365 natural beaches - one for every day of the year - Antigua boasts clear waters ranging from emerald green to cobalt blue and stretches of sand so white it seems "fake". Among the many beaches, the wonderful HALF MOON BAY famous for its half-moon shape, the GALLEY BAY, loved by surfers and RENDEZ VOUS BAY, an untouched oasis. On the island everything flows to the rhythm of music; it is everywhere, played by local bands that use percussion instruments derived from barrels of oil which produce irresistible sounds of reggae and calypso rhythms.

Up Bergamo

77


16

BERGAMO

LUNA DI MIELE

E lo sport? È ancora evidente l’influenza inglese tanto che la disciplina nazionale è il cricket. La lussureggiante vegetazione di Antigua offre varie piante che formano la foresta pluviale - il bambù gigante, l’albero della gomma, il mogano e varietà di orchidee e rampicanti -. I fondali marini ospitano pesci di ogni foggia e colore, coralli, altozoi e alcionari. Da visitare, poi, PASTURE BAY, celebre per la sua stupenda spiaggia dove la rara tartaruga marina Hawskbill, ormai in estinzione, depone le uova.Tra le maggiori attrazioni di Antigua, l'English Harbour con Nelson Dockyard: si tratta del porto di Nelson sulla costa Sud che tra l'inizio del ‘700 e la fine dell'800 è stato base della marina inglese; nei mesi che vanno da dicembre ad aprile, con il clima estremamente gradevole e fuori dalla stagione delle piogge consente vacanze veramente da sogno. Altro evento che richiama appassionati da tutto il mondo è rappresentato dalla settimana della vela - Sailing Week - che si svolge ogni anno durante l’ultima settimana di aprile; per ogni sua edizione arrivano in loco centinaia di imbarcazioni da ogni parte del mondo. E come si mangia ad Antigua? Viste le numerose e differenti popolazioni che si sono stanziate sull’isola, anche la gastronomia ha subìto le influenze più disparate creando un insieme di ricette fantasiose basate sulla cucina creola; fra le portate locali più diffuse, il riso che si gusta bollito, al dente, ripassato in casseruola a fuoco lento per un effetto secco e croccante; protagoniste di quasi ogni ricetta, spezie e frutta: ananas, noce di cocco, mango, avocado e plantano. Ma il re della tavola antiguana è il pesce - cernie, king fish, wahoo e così via – che viene cucinato in un’infinità di modi: alla griglia, stufato con spezie, accompagnato da curry o dal chutney, una particolare salsa agrodolce piccante usata anche per condire frittelle a base di papaia; infine, fra le verdure, il calaloo, simile agli spinaci, bollito e aggiunto alla carne di maiale o al granchio. Insomma, sono infinite le tentazioni alle quali cedere per vivere una luna di miele da sogno ad Antigua, prima indimenticabile tappa di un dolce viaggio senza tempo… in Paradiso!

78

Up Bergamo


And sport? You can still see the British influence as cricket is the national sport. Antigua’s green vegetation offers a variety of plants that shape the rainforest - the giant bamboo, the rubber tree, mahogany, and varieties of climbing orchids -. The seabed accommodates many fish of every shape and colour, corals and soft corals. One must not forget to visit PASTURE BAY, famous for its beautiful beach where the rare sea turtle Hawskbill, now in danger of extinction, lays its eggs. Among Antigua’s major attractions we find the English Harbour with Nelson Dockyard: this is the port of Nelson on the South coast which between the beginning of the ‘700 and the ‘800 was the base of the British navy; from December to April, with extremely enjoyable weather and out of the rainy season, you can have a real dreamy vacation. Another event that attracts music lovers from all over the world is Sailing Week which takes place every year during the last week of April; for each edition hundreds of boats from all over the world arrive on site. And how do you eat in Antigua? Since different peoples settled on the island, even food has gone through the most disparate influences creating a collection of imaginative recipes based on Creole cuisine; rice cooked in a variety of ways is among the most popular local dishes. Spices and fruits such as pineapple, coconut, mango, avocado and plantains are the ingredients used in almost every recipe. But fish is the king of the Antiguan table - grouper, king fish, wahoo and more – which is cooked in countless ways: grilled, stewed with spices, accompanied by curry or chutney, a special spicy sweet and sour sauce used also to flavour pancakes made from papaya; and finally, among vegetables, the calaloo, similar to spinach, boiled and added to pork or crab. So there are countless temptations to indulge in to live a dreamy honeymoon in Antigua, the first stage of a sweet and unforgettable timeless journey... in Paradise!

Up Bergamo

79


I

l nostro viaggio allâ&#x20AC;&#x2122;interno del mondo sposi termina qui. A tutti voi l â&#x20AC;&#x2122;augurio di iniziarne uno altrettanto indimenticabile, qualunque esso sia.


16

BERGAMO

M

otori

a cura di Giovanni Volpe

SOGNI A QUATTRO RUOTE CENTRO PORSCHE BERGAMO BONALDI MOTORI ARCADIA RENT Up Bergamo

81


U

n nuovo modo di sognare a quattro ruote di Giovanni Volpe il sogno, ormai davvero possibile, che Renault ha regalato a quanti vivano l’auto come un oggetto utile, concreto e possibilmente sostenibile sia dal punto di vista ecologico che da quello prettamente economico. Zoe fa sì che tale sogno diventi finalmente realtà e lo fa vantando design, abitacolo, prestazioni, sicurezza e persino autonomia da prima della classe, senza dimenticare un prezzo di partenza ragionevole: poco più di 21mila euro, ai quali vanno aggiunti 79 euro al mese per il noleggio delle batterie. Sì, perché Zoe è una vettura a “emissioni zero”, elettrica e in grado di percorrere, stando ai dati del costruttore, ben 210km con una carica completa, che diventano 130, 140 secondo le prove di importanti riviste specializzate.

È

A NEW WAY OF DREAMING ON FOUR WHEELS It’s the dream that Renault has given to those who live the car as a useful, concrete and acceptable object from both an ecological and economic point of view. Zoe makes this dream finally come true through first class design, interior, performance, security and autonomy, not to mention a reasonable price: just over 21 thousand euro to which you must add 79 euro per month to rent batteries. Yes, because Zoe is a "zero emission" car, electric and able to travel, according to the manufacturer's data, 210km on a full charge, which become 130, 140 according to important specialized magazines tests. Zoe, more than four meters long in size, is a modern car with a very pleasant exterior design and a bright and voluminous interior. On the road you feel safe while driving it and, thanks to the 88cv produced by the electric motor, it ensures a certain spirit on shorter distances and about 135km/h top speed; all in absolute silence, broken only between about 20 and 30km/h, when it is possible to make sure that Zoe emits a sound of different levels, to alert, especially in the cities of its arrival. In 6 or 9 hours you can fully charge Zoe’s batteries, only if you can count on a good electrical system of more than 3 kilowatts. Zoe is a whole new way of dreaming on four wheels, a dream that I wanted to share with you, despite my uncontrollable passion for roar, smell and driving... the old-fashioned way.

82

Up Bergamo


16

BERGAMO

SOGNI A QUATTRO RUOTE La Zoe, lunga oltre quattro metri, è una vettura modernissima e molto gradevole sia nel design esterno che in quello del luminoso e voluminoso abitacolo. Su strada vanta un comportamento di guida estremamente rassicurante e, grazie agli 88cv prodotti dal propulsore elettrico, garantisce un certo brio sulle distanze brevi e circa 135km/h di velocità massima; il tutto nel più assoluto silenzio, rotto di proposito soltanto tra i 20 e i 30km/h, quando è possibile fare in modo che la Zoe emetta un suono di diverse tonalità per avvisare, soprattutto in città, del proprio arrivo. In 6, 9 ore è possibile ricaricare completamente le batterie della Zoe, a patto di poter contare su un buon impianto elettrico, superiore ai 3 kilowatt. Zoe rappresenta un modo tutto nuovo di sognare a quattro ruote; un sogno che ho voluto condividere con voi, nonostante la mia sfrenata passione per rombo, odori e guida… vecchia maniera.

Up Bergamo

83


16

BERGAMO

CENTRO PORSCHE BERGAMO

U di Giovanni Volpe

84

Up Bergamo

na Panamera “carica” di novità a versione 2014 della Panamera, la prima coupè quattro porte di casa Porsche, ha appena beneficiato di un restyling che ne ha interessato marginalmente il design e, in modo più importante e incisivo, la tecnica, in particolare i propulsori. Esteticamente la nuova Panamera presenta affinamenti di dettaglio che uniti regalano maggiore freschezza e dinamismo al suo generoso corpo vettura; nuovi proiettori e prese d’aria anteriori, così come la bombatura sul cofano motore. Posteriormente, invece, spiccano un inedito porta targa, terminali di scarico dalla forma specifica e, soprattutto, un lunotto posteriore meno bombato e di dimensioni maggiori. Sotto il cofano sono però celate le novità più importanti della Panamera 2014, tra le quali spicca il rinnovato propulsore dell’ecologica versione S e-hybrid; nuove le batterie del cuore elettrico da 70Kw di potenza della vettura che sono ora al litio, dunque più leggere, dalla durata maggiore e ricaricabili più rapidamente, per la precisione in sole 4 ore attraverso una comune presa da 220 Volt. La Panamera e-hybrid può viaggiare per circa 36 chilometri in modalità elettrica ed è accreditata di una velocità massima di 135Km/h; in abbinamento al motore benzina V6 da 333 cavalli – per un totale di ben 416cv – la vettura può essere condotta scegliendo fra quattro modalità di guida: E-Power, del tutto elettrica, Hybrid, E-Charge, grazie alla quale si possono ricaricare le batterie in marcia, e Sport, la più grintosa. Consumi da record, emissioni di gas nocivi estremamente basse, confort regale – soprattutto nelle inedite versioni Executive caratterizzate da un passo allungato di ben 15 centimetri – e, infine, grande sicurezza e dinamismo abbinati al proverbiale piacere di guida che anche con la nuova Panamera rimane tipicamente Porsche.

L


A PANAMERA "FULL" OF NEWS The 2014 version of the Panamera, the first four-door coupe by Porsche, has just received a restyling that has marginally affected the design but, more importantly and incisively, the technology, specifically the engines. Esthetically, the new Panamera presents detail refinements that together give more freshness and dynamism to its generous car body; new headlamps and front air intakes, as well as a camber on the hood. Standing out in the back are a brand new license plate frame, specifically shaped tailpipes and, above all, a less cambered and larger size rear window. However, the most important news of the Panamera 2014 are hidden under the hood, among which the renewed ecologic S-hybrid version engine; new electric batteries of 70Kw power that are now lithium batteries, therefore lighter, with longer duration and more rapidly rechargeable precisely in 4 hours through a common 220 Volt plug. The Panamera E-hybrid can travel for about 36 km in electric mode with a maximum speed of 135km / h; in combination with a V6 gas engine of 333 hp - for a total of 416 hp - the car can be driven by choosing between four driving modes: E-Power, electric only, Hybrid, E-charge, which allows recharging the batteries while driving, and Sport, the most spirited. Record consumption, extremely low harmful gases emissions, regal comfort - especially in the brand new Executive versions characterized by an extended wheelbase of 15 centimeters - and, finally, great safety and dynamism combined with the proverbial driving pleasure that even with the new Panamera remains typical Porsche’s.

Up Bergamo

85


16

BERGAMO

BONALDI MOTORI

L

o stile si mette in… coda di Giovanni Volpe

nutile negarlo, difficilmente le versioni “allungate” delle pur belle sorelle due volumi, hanno mai riscosso un particolare successo nel Vecchio Continente, tanto che esaurire la lista dei brutti anatroccoli di questa categoria, richiederebbe non poco tempo. Proprio in questo presupposto si cela, al contrario, il successo stilistico della nuova Audi A3 Sedan, l’inedita variante a tre volumi di una delle migliori e più desiderate compatte di sempre: questa Audi non è una banale A3 allungata ma una vettura originale, sportiva e che punta proprio sul design. La nuova Sedan deriva sì dalla versione Sportback della A3, ma qui ci sono ben 15 centimetri di lunghezza in più grazie ai quali i designer di Inglostadt hanno potuto tracciare linee originali e slanciate, oltre a regalare il giusto agio a passeggeri posteriori e bagagli; ciliegina sulla torta, poi, l’appena accennato spoiler posteriore che toglie ogni dubbio su indole e dinamismo della vettura. Anche nell’abitacolo tutto è realizzato in pieno stile Audi ovvero sfruttando magistralmente un sapiente mix tra design, ergonomia e un livello di finiture difficilmente eguagliabile anche da concorrenti di categoria superiore; di altissimo livello pure i contenuti hi-tech di questa A3 che sfoggia quanto di meglio possa vantare la più recente produzione Audi e, in assoluto, il mercato. Notevoli, infine, anche le qualità dinamiche della A3 Sedan; in questa sua realizzazione Audi ha saputo concentrare soluzioni in grado di rendere la vettura un giusto compromesso tra piacere di guida e comfort di alto livello; merito di sospensioni ben tarate – morbide ma mai cedevoli – e di propulsori, sia a benzina che a gasolio, moderni, prestazionali e parchi nei consumi. Per una volta lo stile si mette… in coda.

I

86

Up Bergamo


THE STYLE IS... IN THE TAIL No need to deny that the "stretched" versions of the beautiful hatchback sisters, was unlikely to be successful in the Old Continent, so that eliminating the list of the ugly ducklings in this category, would require a lengthy period of time. Precisely in this assumption lies the styling success of the new Audi A3 Sedan, the all-new variety of one of the best and most desired compacts: this is not a trivial extended Audi A3 but an original and sporting car, that is focused especially on design. The new sedan is certainly derived from the A3Sportback version, but it’s now 15 centimeters longer. Thanks to that the Inglostadt designers have been able to create original and slim lines, as well as giving enough space to backside passengers and luggage.The icing on the cake is the rear spoiler that removes all doubts on the car’s character and dynamism. Even in the cabin everything is based on Audi’s style, which means using a judicious mix of design, ergonomics, and a level of finishes that is difficult to beat even by higher category competitors; of high level also the hi-tech contents of this A3 that shows off the best that the latest Audi production can boast and, overall, the market. Noteworthy, finally, the A3 Sedan’s dynamic qualities; with this creation Audi has been able to concentrate solutions that make the car a good balance between driving pleasure and high level comfort; thanks to well-tuned suspensions - soft but never yielding - and engines, both gasoline and diesel, modern, performance oriented and low on fuel consumption. For once the style is... in the tail.

Up Bergamo

87


16

BERGAMO

ARCADIA RENT

88

Up Bergamo


L

a vera soddisfazione del cliente di Giovanni Volpe • foto Carmelo Poidomani

nche per la piccola mascotte a quattro ruote è tempo di relax e del primo check-up della sua brillante carriera di compagna di lavoro, ormai parte integrante dello staff della nostra rivista. La nostra Volkswagen Up! ha, infatti, compiuto i suoi primi 15mila chilometri e, come puntualmente indicato dal suo computer di bordo, è tempo di tagliando! Nella scelta tra acquisto o noleggio a lungo termine, abbiamo a suo tempo optato per la seconda soluzione e abbiamo scelto Arcadia Rent, emergente società del settore, nata sulla scorta di anni di esperienza nel mondo della logistica – con Executive prima e GLS poi – da parte del suo ideatore e fondatore, l’imprenditore Stefano De Rui, sempre affiancato dai fratelli Alberto e Silvano.

A

A CUSTOMER’S REAL SATISFACTION Even for our small four-wheel mascot it is time to relax and to have the first check-up of her brilliant career as a work-mate, now an integral part of our magazine’s staff. Our Volkswagen Up! has, in fact, completed her first 15 thousand kilometers and as it is promptly indicated to us by the on-board computer, it's time to for service! When we had to choose between buying a car or a long term rental, at the time we opted for the second solution and we chose Arcadia Rent, emerging company in the industry, founded on years of experience in logistics - with Executive first and then with GLS - by his creator and founder, the businessman Stefano De Rui, always supported by his brothers Alberto and Silvano.

Up Bergamo

89


16

BERGAMO

ARCADIA RENT

90

Up Bergamo


Una società dinamica e molto moderna Arcadia Rent, che ci ha assistiti con estrema efficienza e disponibilità, sin dal momento della scelta dell’autovettura e della formula di copertura assicurativa ad essa dedicata; la stessa puntualità l’abbiamo riscontrata in questo primo intervento di assistenza, che abbiamo deciso di documentare, ad opera di Autoriparazioni Rota di Cavernago. È stato sin da subito tutto molto semplice; è bastato, infatti, fissare telefonicamente l’appuntamento con Thomas, figlio primogenito del titolare dell’autofficina, fornendo per l’occasione il numero di telaio della nostra Up!. Nel giro di meno di 24ore, lo staff di Autoriparazioni Rota ha ordinato e ricevuto in sede tutti i pezzi di ricambio originali, acquistati per l’occasione nella concessionaria Volkswagen Gruppo Bonaldi, esclusivista del marchio per Bergamo e provincia; in questo modo siamo certi che la nostra scattante “collaboratrice” tornerà come nuova e continuerà ad essere pienamente garantita dall’importante costruttore tedesco. Pochi abili e rapidi interventi e la piccola grande Up! è più in forma di prima; olio, filtri, tutti i liquidi del caso e, ancora, pneumatici, climatizzatore e persino un controllo al fondo della vettura al fine di verificare che l’abbondante sale gettato sulle nostre strade durante lo scorso interminabile inverno, non abbia fatto danni. Ecco, ora la nostra Up! è pronta a rimettersi in pista, grazie a efficienza, gentilezza, rapidità ed estrema professionalità da parte di Arcadia Rent e di uno dei suoi fornitori, Autoriparazioni Rota. Ci rivediamo fra 15mila chilometri!

Arcadia Rent is a dynamic and very modern company, which has supported us with extreme efficiency and availability, from the choice of a car to the insurance coverage; we have seen the same punctuality in the first road assistance by Autoriparazioni Rota in Cavernago, which we decided to document. Everything has been very simple since the beginning; it’s been enough, really, to schedule an appointment by telephone with Thomas, eldest son of the garage’s owner, providing the VIN number of our Up!. In less than 24 hours, Autoriparazioni Rota’s staff ordered and received all the original spare parts, purchased for the occasion from the Volkswagen Gruppo Bonaldi, that has the brand exclusive for Bergamo and its province; this way we are confident that our snappy "collaborator" will be as good as new and will continue to be fully warrantied by the important German manufacturer. A few skilful and fast interventions and the little big Up! is in a better shape than before; oil, filters, all the necessary fluids and, again, tires, air conditioning and even a control of the bottom of the car in order to verify that the salt thrown on our roads during the past long winter, did not do any damage. Here it is, now our Up! is ready to get back on track, thanks to efficiency, friendliness, speed and extreme professionalism by Arcadia Rent and one of its suppliers, Autoriparazioni Rota. See you in 15 thousand miles!

Up Bergamo

91


Un “progetto

di vita”... da

vivere!

ASSOCIAZIONE TERRA D’EUROPA ONLUS WWW.TERRADEUROPA.EU - INFO@TERRADEUROPA.EU


16

BERGAMO

p U

Social

a cura di Silvano De Rui

La cosa più pericolosa da fare è rimanere “immobili”.

William Seward Burroughs II

Presidente AEREC Dott. Ernesto Carpintieri

AEREC ACCADEMIA DELLO SPORT PER LA SOLIDARIETÀ Up Bergamo

93


ra economia, imprenditoria, cultura e solidarietà, l’Accademia Europea per le Relazioni Economiche e Culturali ha festeggiato, venerdì 5 luglio, il suo “Academy Day”, l’annuale iniziativa che raccoglie i membri dell’organizzazione presieduta da Ernesto Carpintieri, proponendo sempre spunti di riflessione e confronto sui più importanti temi legati all’economia e all’imprenditoria. Maria Pia Fanfani è stata tra gli Ospiti d’Onore della serata che si è svolta a Palazzo Brancaccio, premiata per una vita di impegno e dedizione alla cause umanitarie; con lei, anche Pupo, a cui è stato assegnato un premio alla carriera per la musica ma anche per le sue iniziative nel sociale così come Michele Cucuzza, che all’attività giornalistica ha sempre alternato quella di testimonial, cooperante e anche saggista, ultima opera “Il male curabile”. Premio alla Carriera per il Giornalismo anche a Sarina Biraghi, Direttore de “Il Tempo”, tra le poche donne ad avere, fino ad oggi, ricoperto la massima carica in un quotidiano nazionale. A Giovanni Carnovale è stato conferito il Premio Internazionale AEREC per la Ricerca Scientifica e a Barbara Di Palma il Premio per il Giornalismo televisivo. Nel corso della Convocazione Accademica AEREC, sono stati nominati il Presidente del Distretto AEREC di Bergamo, Silvano De Rui e il Vicepresidente Luigi Stracuzzi. L’Academy Day ha avuto inizio nel pomeriggio, nella Sala delle Colonne della Camera dei Deputati, con una Conferenza ed un Convegno, la prima riguardante il tema dell’”Accesso ai fondi europei per le PMI”, promosso come opportunità per fronteggiare la crisi economica in atto, e il secondo dal titolo “Il volto nuovo dell’imprenditoria italiana”. Durante quest’ultimo sono state messe a confronto le testimonianze di tre giovani imprenditori che AEREC ha voluto anche premiare per gli importanti traguardi raggiunti: Riccardo Toto, Amministratore Unico della compagnia aerea Linvingstone, Domenico Pontrandolfo, co-fondatore di Certipass, leader nel settore della certificazione informatica e Danilo Iervolino, fondatore e Presidente dell’Università Telematica Pegaso. Nel corso dell’Academy Day sono state illustrate anche le iniziative umanitarie messe in atto negli ultimi mesi dalla ONG fondata dall’AEREC, Missione Futuro, presieduta da Carmen Seidel.

T

94

Up Bergamo

Between economy, business, culture and solidarity, the Accademia Europea per le Relazioni Economiche e Culturali has celebrated, on Friday July 5, its "Academy Day", the annual initiative that brings together members of the organization chaired by Ernesto Carpintieri, always proposing good points of reflection and discussion on the most important issues related to the economy and to private enterprise. Maria Pia Fanfani was among the guests of honour of the evening which was held at Palazzo Brancaccio, awarded for a lifetime of commitment and dedication to humanitarian causes; Pupo was also awarded for his music career but also for his initiatives in the social arena along with Michele Cucuzza, who alternated his journalism career to that of testimonial, collaborator and also essayist, his latest work "Il male curabile". A lifetime achievement award for journalism also to Sarina Biraghi, Director of "Il Tempo", one of the few women to have held the highest position in the office of a national newspaper. Giovanni Carnovale was the recipient of the International AEREC Prize for Scientific Research and Barbara Di Palma the Award for Television Broadcasting. In the course of the Convocazione Accademica AEREC, Silvano De Rui was nominated President of the AEREC Bergamo District, and Luigi Stracuzzi vice-president. Academy Day started in the afternoon in the Sala delle Colonne in the Camera dei Deputati with a conference and a convention, the first one on the theme of the "access to EU funds for PMI", promoted as an opportunity to deal with the ongoing economic crisis , and the second one titled "The new face of Italian entrepreneurship". During the last one the testimonies of three young businessmen were compared, whom AEREC also wanted to reward for their significant achievements: Riccardo Toto, CEO of Livingstone Airline, Domenico Pontrandolfo, co-founder of Certipass, a leader in computer certification and Danilo Iervolino, founder and President of Università Telematica Pegaso. In the course of Academy Day recent humanitarian initiatives were also presented, activated by the ONG founded by AEREC, Mission Future, chaired by Carmen Seidel.


16

BERGAMO

AEREC

L'AEREC premia lâ&#x20AC;&#x2122;imprenditoria giovanile, la carriera e l'impegno umanitario di Maria Pia Fanfani

Maria Pia Fanfani

Sarina Biraghi

Michele Cucuzza

Pupo

Giovanni Carnovale

Riccardo Toto

Barbara Di Palma

Danilo Iervolino

Domenico Pontrandolfo

Up Bergamo

95


ra il 2010 quando l’avvocato Andrea Perron, mio carissimo amico nonché prezioso consulente, con entusiasmo e ammirazione mi ha presentato AEREC, Accademia Europea per le Relazioni Economiche e Culturali. L’importanza dei suoi contenuti, finalizzati a una reale crescita sia professionale che sociale, e le sue credenzialità hanno suscitato ben presto in me il desiderio di approfondire meglio la conoscenza della missione che la stessa si propone e l’interesse nei confronti dei progetti in essere. In Aerec ho percepito, da subito, una “grande e affiatata famiglia” fatta da persone nelle quali ho riconosciuto ciò che da sempre mi contraddistingue: “la voglia di fare” e soprattutto il desiderio di “fare bene e del bene”. Uno degli elementi più importanti in cui ho sempre creduto e continuo a credere fortemente è il “concetto di squadra”, soprattutto quando si è motivati da un obiettivo comune: far crescere l’economia e dimostrare che possiamo dedicare parte del nostro tempo a chi è più sfortunato di noi. Bergamo, città di grandi uomini, grandi imprese e grandi ideali, si propone come una sede più che mai appropriata per questa Associazione; sensibile a questi due importanti concetti dimostra fattivamente quanto sia fondamentale aver “voglia di fare e di fare bene” senza mai perdere di vista chi, nella vita, non abbia avuto la chance di nascere in realtà socio economiche ottimali che diano la possibilità di esprimersi, facendo fruttare al meglio le proprie capacità lavorative e di relazione. Ecco perché sono convinto che nella mia città non si potrà che operare con successo. Per di più, l’imminente nascita di un sito bergamasco è stata subito accolta dalla sede centrale con grande entusiasmo. Va precisato tuttavia che in Aerec si entra unicamente su segnalazione. Solo chi è già affiliato può proporre alla Presidenza l’entrata di un nuovo socio. La sede di Roma ha il compito di vagliare il curriculum del “potenziale” Accademico e ha facoltà di decidere se accettarlo o meno. Noi di Bergamo saremo un avamposto di Aerec Italia che si impegnerà a lavorare in perfetta sincronia con qualsiasi Aerec in Europa e che, senza chiedere nulla, cercherà di portare avanti il programma stabilito contando sulle proprie forze e la capacità di comunicare lo stato di appartenenza ad una associazione di livello, prestigio e senso del dovere quale Aerec ha dimostrato di essere.

E

96

Up Bergamo

"THE ACADEMY" LANDS IN BERGAMO It was 2010 when attorney Andrea Perron, my dear friend and valuable advisor, with interest and respect introduced me to AEREC, Accademia Europea per le Relazioni Economiche Culturali. The importance of its contents, aimed to real growth both professional and social, and its credentials aroused in me the desire of developing a better understanding of the mission that it aspires to and interest on current projects. In AEREC I immediately felt a "large and close-knit family" formed by persons in whom I recognized what has always distinguished me: "the desire to do" and above all the desire to "do well by doing good". One of the most important elements which I have always believed in and I still do is the "team concept", especially when it is motivated by a common goal: grow the economy and show that we can devote some of our time to those who are not as lucky as we are. Bergamo, city of big men, big business and high ideals, is a very appropriate home to this Association; sensitive to these two important concepts, it effectively demonstrates how important it is "wanting to do and doing it well" without ever forgetting those who, in life, did not have the chance to be born in the finest socio-economic situation which give individuals the possibility to express themselves, making the most of their working skills and relationships. That's why I am convinced that in my town AEREC will be able to operate successfully. The birth of a site in Bergamo was immediately welcomed by the head office with big enthusiasm. It should be noted, however, that you can join AEREC only if you’ve been signaled out. Only existing members may propose to the Presidency the admission of a new partner. The office in Rome is responsible for the evaluation of the "potential" Academic’s curriculum and may decide whether to accept him or not. Bergamo will be an outpost for AEREC in Italy. It will attempt to work in perfect sync with any AEREC in Europe and, without asking anything, it will pursue the established program relying on its own strength and ability to communicate the status of belonging to an important and prestigious association, with a big sense of duty which AEREC has proven to have.


16

BERGAMO

AEREC

Ad affiancarmi in questa nuova avventura sarà l’amico Luigi Stracuzzi. Persona eccezionale e di grandi valori che, munito del mio medesimo entusiasmo, non ha esitato un solo attimo a sposare con me questo proposito. Insieme faremo quello che siamo capaci di fare, infondere la nostra carica emotiva a chi, come noi, abbia la stessa positiva voglia di raggiungere sani obiettivi e le competenze necessarie a trovare soluzioni, affinché Aerec diventi una comunità sempre più numerosa e solidale. Mi piace pensare che “aggiungi un posto a tavola che c’è un amico in più” sia la base di partenza per dare vita alle nostre idee costruendo così una “grande famiglia” fatta di individui che desiderano mettersi in gioco unendo le proprie forze e supportandosi l’un l’altro. Figurativamente parlando l’idea della famiglia è proprio questa: tante e tante persone che fanno il giro del mondo migliaia e migliaia di volte tenendosi per mano. La forza dell’unione nella quotidianità degli eventi, qualsiasi essi siano. La sede orobica di Aerec verrà inaugurata entro la fine di quest’anno e diventerà presto un punto di riferimento per tutti gli Accademici che vorranno confrontarsi con il territorio ma anche, e soprattutto, per coloro i quali abbiano la voglia e la curiosità di avvicinarsi a questo “mondo di bene” e assaporarne la magia. Vorrei concludere dicendo che Bergamo, diventata ormai da anni la “mia” città di adozione, è ricca di persone capaci di dare senza chiedere e la loro risposta a questo progetto sarà senza alcun dubbio un accorato ed entusiastico “SI”; con il loro sostegno diventeremo il più importante avamposto Aerec d’Italia. E questa non è una scommessa ma una promessa!

My partner in adventure will be my friend Luigi Stracuzzi. Wonderful person with big values, bearing the same enthusiasm I have, who has not hesitated for a moment to marry this idea with me. Together we will infuse our emotional charge to those who, like us, have the same positive desire to achieve healthy goals and have the skills that we need to find solutions, so that AEREC will become an increasingly large and supportive community. I like to think that "add a place at the table for one more friend" is the starting point to give life to our ideas, thus building a "big family" made up of individuals who want to get involved by joining their forces and supporting each other. Metaphorically speaking the idea of family is the following: many people who go around the world thousands and thousands of times holding each other’s hands. The strength of the union is in the daily events, whatever they may be. The “orobica” AEREC’s venue will be inaugurated by the end of this year and will soon become a reference point for all the Academics who want to deal with the territory, but also, and especially, for those who have the desire and curiosity to approach this "world of good" and feel the magic. I would like to finish by saying that Bergamo, for years "my" adopted city, is full of people who can give without asking and their response to this project will be a heartfelt and enthusiastic "YES"; with their support we will become the most important AEREC outpost in Italy. And this is not a bet, but it’s a promise!

Silvano De Rui Presidente Aerec Distretto di Bergamo

Silvano De Rui

Luigi Stracuzzi

Up Bergamo

97


I

98

Up Bergamo

di Giovanni Volpe

l cuore oltre la crisi!


16

BERGAMO

ACCADEMIA DELLO SPORT PER LA SOLIDARIETÀ

proprio vero, non tutte le vittorie hanno la stessa importanza, lo stesso sapore; le più sudate, quelle che sembravano essere davvero impossibili, una volta ottenute regalano una soddisfazione senza precedenti e tutti gli sforzi profusi per raggiungerle si trasformano, magicamente, in slancio e risorse per la battaglia che verrà. È questo, in sintesi, il significato più importante che Giovanni Licini, anima del Tennis Vip e punto di riferimento dell’Accademia dello Sport per la Solidarietà, attribuisce a questa delicata edizione del torneo tennistico divenuto da anni un irrinunciabile crocevia della beneficenza della nostra città. La serata di gala alla Cantalupa di Brusaporto si è trasformata nella celebrazione, oggi come mai importante, del desiderio di non mollare e del senso di responsabilità di quanti, da anni, profondono il proprio concreto sforzo per il bene di chi ne abbia davvero bisogno.

È

HEART OVER CRISIS! It 's true, not all victories have the same importance, the same flavour; the most difficult ones, the ones that looked really impossible, once achieved offer you unmatched satisfaction and all efforts to reach them are transformed, magically, into new resources for the coming battle. And this, in summary, is the most important message that Giovanni Licini, heart and soul of Tennis Vip and reference point of the Accademia dello Sport per la Solidarietà, gives to this delicate edition of the tennis tournament that for a few years has become an essential charity event in our city. The gala evening held at Cantalupa in Brusaporto turned a celebration, never more important than today, of the desire not to give up and a sense of responsibility of those who, for years, provided real commitment to those who really needed it.

Up Bergamo

99


Ecco perché, simbolicamente e concretamente, l’edizione 2013 del Tennis Vip lascerà un positivo e indelebile segno; 440 invitati a un galà condotto da Marco Bucarelli tra premiazioni, ospiti d’onore, novità e tributi ad amici e protagonisti del Vip scomparsi. “Vista la crisi economica imperante avevamo pensato di sospendere per un anno questo evento, ma la caparbietà e la partita della solidarietà ci hanno spinto ad andare avanti”: parole importanti, nella loro delicatezza, quelle di Giovanni Licini che ha risposto alla crisi con alcune novità – una su tutte il doppio misto open per “classificati”, ampliando di fatto la rosa delle categorie già presenti nel circuito del Tennis Vip – e con la presenza di Vladimir Petkovic, allenatore della Lazio e uomo da sempre impegnato nel sociale attraverso un costante impegno nella Caritas svizzera; un doveroso cenno, infine, a un grande uomo di

That is why, symbolically and concretely, the 2013 edition of Tennis Vip will leave a positive and indelible mark; 440 invited guests to a gala hosted by Marco Bucarelli with awards, guests of honour, news and tributes to past friends and participants of Tennis Vip. "Due to the economic crisis, we had planned to suspend this event for one year, but persistence and a spirit of solidarity drove us to move forward" were the important words expressed by Giovanni Licini who responded to the crisis with some new ideas - the mixed doubles open to "classified players", thus expanding the categories already present in the circuit of the Tennis Vip and the presence of Vladimir Petkovic, Lazio’s coach and a man who has always been involved in social work through a constant dedication to the Swedish Caritas; a worthy mention, finally, to a great sportsman

100

Up Bergamo


16

BERGAMO

ACCADEMIA DELLO SPORT PER LA SOLIDARIETÀ

Up Bergamo

101


16

BERGAMO

ACCADEMIA DELLO SPORT PER LA SOLIDARIETÀ

102

Up Bergamo


sport e amico del Tennis Vip scomparso recentemente, Franco Morotti, alla cui figura sono legate molte delle pagine più belle dello sport orobico. Nemmeno il tempo di chiudere il Vip 2013 e già si è proiettati allo “SKI&VIP 2014” e al Tennis Vip del prossimo anno… Il cuore oltre la crisi!

and friend of Tennis Vip who recently died, Franco Morotti. Tennis Vip 2013 is not even over yet, and we are already moving forward to "SKI&VIP 2014", and at Tennis Vip 2014... Heart over crisis!

Up Bergamo

103


Lavora con noi... lavora per

redazione@upbergamo.com


16

BERGAMO

B

usiness

GLS ITALY GSI SCAME PARRE

Up Bergamo

105


16

106

BERGAMO

Up Bergamo


A

nticipiamo il futuro

di Giovanni Volpe • foto Ufficio Marketing GLS

eader della qualità nelle spedizioni in Europa: parte da queste poche ma significative parole il nostro viaggio alla scoperta del corriere espresso GLS – acronimo di General Logistics Systems –. Numeri importanti quelli riferiti al nostro Paese che parlano di 10 centri di smistamento, 134 sedi e 3.235 veicoli ogni giorno al lavoro con il preciso e comune obiettivo di offrire un servizio di qualità. Proprio sul concetto di qualità si basa, infatti, l’attività di GLS che non manca di mostrare il proprio dinamismo e la propria capacità di guardare al futuro con sensibilità e attenzione nei confronti dell’ambiente, oltre che della propria clientela. In questo senso l’iniziativa Think Green incarna al meglio il concreto impegno dell’azienda che, al fine di preservare quanto più possibile l’ambiente all’interno del quale opera e nel quale tutti viviamo, garantisce l’impiego di veicoli moderni alimentati attraverso carburanti sensibilmente meno impattanti di quelli tradizionali, oltre che prestare la dovuta attenzione allo smaltimento. GLS mostra inoltre la propria naturale propensione alla crescita e il costante miglioramento globale del proprio servizio, anche attraverso la considerazione che il suo Managing Director Europe South, Klaus Schädle, rivolge alle iniziative delle singole sedi, progetti che siano in grado di elevare ulteriormente gli standard qualitativi e d’immagine del Gruppo. È il caso della sua recente visita in GLS Bergamo, sede che nel corso del primo semestre del 2013 ha avviato due inediti servizi perfettamente in linea con la filosofia Think Green e l’attenzione alla soddisfazione del singolo cliente, da sempre prerogativa di GLS. Nella fattispecie stringendo una partnership con una moderna società specializzata in logistica a impatto zero, l’Ecologistica Orobici, attraverso la quale il cliente ha la possibilità di spedire ogni genere di collo – dai pochi grammi di una raccomandata, a ben 130kg – sfruttando cicli e/o altri veicoli a impatto zero.

L

WE ANTICIPATE THE FUTURE “Quality leader in shipments to Europe”: our journey to discover the courier GLS - General Logistics Systems -, starts from these few but significant words. Important numbers those referred to our country consisting in 10 sorting centres, 134 branches and 3,235 vehicles working every day with the specific and common goal of providing quality service. The activity of GLS is really based on the concept of quality, as it does not fail to show its dynamism and its ability to look to the future with sensitivity and care for nature, as well as its customers. In this sense the initiative Think Green encloses the concrete commitment that, in order to preserve as much as possible of the environment within which it operates and which we all live in, it guarantees the use of modern vehicles powered through fuels significantly less impacting than traditional ones, as well as paying the utmost attention to their disposal. GLS also shows its natural propensity for growth and the continuous improvement of its overall service, including the consideration that its Managing Director South Europe, Klaus Schädle, directs to the initiatives of individual sites, projects that are able to achieve even higher quality and image standards of the Group. It is the case of his recent visit to GLS Bergamo, site that during the first half of 2013 has launched two new services perfectly in line with the philosophy of Think Green and attention to individual customer satisfaction, always a prerogative of GLS. Case in point, forging a partnership with a company that specializes in zero impact modern logistics, the Ecologistica Orobici, with which the customer has the possibility to send any kind of package - from a few grams of a letter to 130kg - using cycles and / or zero impact vehicles.

Up Bergamo

107


16

BERGAMO

E ancora, l’ideazione e la promozione di un inedito servizio in grado di azzerare le distanze tra l’Azienda e i privati attraverso l’individuazione nelle edicole di veri e propri GLS Point; si tratta de “Le tue spedizioni sotto casa”, un’iniziativa realmente innovativa attraverso la quale GLS potrà sensibilmente accrescere la capillarità della propria presenza sul territorio oltre ad offrire un comodo e fidelizzante servizio ai clienti; questi potranno, infatti, inviare e ricevere pacchi direttamente sotto casa, presso l’edicola di fiducia, godendo appieno degli alti standard qualitativi del servizio GLS. Continua dunque senza incertezze la crescita di questo Gruppo che, a 36 anni dalla sua fondazione, non ha mai smesso di investire in qualità e attenzione nei confronti della clientela e del “nostro” ambiente. Oggi più che mai GLS anticipa il futuro.

And again, the creation and promotion of a brand new service that will shorten the distances between the Company and individuals by identifying in the news-stands real GLS Points; it is "Your shipments outside your home”, a truly innovative initiative through which GLS will significantly increase the capillarity of its presence on the territory in addition to offering a comfortable and loyal service to its customers; they will be able, in fact, to send and receive parcels directly outside their house, at their trusted news-stand having the full advantage of the high quality standards of GLS service. The growth of this Group continues without hesitation and, after thirty-six years since its foundation, has never stopped investing in quality and attention to customers and "our" environment. Today more than ever GLS anticipates the future.

108

Up Bergamo


Up Bergamo

109


110

Up Bergamo


16

BERGAMO

G

SI: un successo… senza confini

di Manila Barbati • foto Chiara Isner Matera

i capita spesso di intervistare imprenditori, anche di un certo calibro, al cui cospetto colgo, al primo impatto, quella naturale, quasi scontata, propensione a manifestare il proprio ruolo di comando. Non altrettanto frequentemente mi succede di trovarmi di fronte a “un manager prestato all’imprenditoria”, come lui ama definirsi, che riesce a trasmettermi, da subito, la grande passione e il rispetto per il lavoro e le persone. Laureato in ingegneria chimica, l’Ing. Stefano Maria Profeti pare ogni tanto si dimentichi del proprio titolo, quasi si volesse in qualche modo svincolare dalla figura d’imprenditore. Ma imprenditore lui lo è, eccome, tanto che la sua azienda da quest’anno è entrata di diritto a far parte delle “Grandi Imprese”. Con circa 400 dipendenti, GSI - Global System International, solo nel 2012 ha vantato un fatturato di ben 60 milioni di euro, peraltro in costante crescita grazie all’acquisizione di nuovi mercati esteri. Ed è proprio sull’internazionalizzazione globale che GSI ha puntato da subito, sin dalla sua fondazione datata 2002, quando l’Ing. Profeti ebbe l’intuizione vincente, quella cioè di lavorare in un’ottica di sistema che non si limiti esclusivamente ad una prima fase, che prevede lo stampaggio delle materie plastiche, bensì badando anche ai passaggi successivi, quali l’assemblaggio e la verniciatura; un elemento fondamentale per poter offrire al cliente un pacchetto completo. Oggi, dopo soli undici anni, GSI è presente con stabilimenti operativi in Italia, Germania, Gran Bretagna e Cina, una sede commerciale negli Stati Uniti e un nuovo sito in Brasile, che consta di ben tre stabilimenti, pronto a entrare in funzione a tutti gli effetti nell’aprile del 2014.

M

GSI: A SUCCESS... WITHOUT LIMITS It happens quite often that I have to interview businessmen, even pretty important ones, who after a first quick look, show the natural, almost obvious, propensity to express their leadership role. It is not so often that I find myself in front of "a manager dedicated to the enterprise", as he likes to define himself, who manages to communicate to me the big passion and respect for people and work. With a degree in chemical engineering, Eng. Stefano Maria Profeti looks like he forgot his title, as though he wanted to distance himself from the figure of businessman. But he is most definitely a businessman and his company this year has every right to be part of the "Big Companies". With approximately 400 employees, GSI Global System International, boasted a turnover of more than 60 million euros in just 2012 and it is in constant growth thanks to new foreign markets. And it’s exactly global internationalization that GSI has focused on since it was founded in 2002, when Eng. Profeti had the winning idea to work within a system that doesn’t stop at the first phase, which involves the moulding of plastics, but it also pays attention to the next steps, such as assembly and painting, an essential element if you want to offer customers a complete package. Today, after only eleven years, GSI is operating in Italy, Germany, Great Britain and China, it has sales offices in the United States and a new site in Brazil, with three sites, which will be ready for operation in April 2014.

Up Bergamo

111


16

BERGAMO

Lo incontro nel suo stabilimento di Scanzorosciate, in provincia di Bergamo. Ing. Profeti, ci spieghi i punti di forza della sua Azienda. “Al primo posto c’è sicuramente il lavoro di squadra, credere nelle persone e nelle capacità individuali, così da lasciare ad ognuno il giusto spazio decisionale, riconoscendo loro l’importanza dovuta. Creare un ambiente di lavoro sereno, dove ogni collaboratore si senta parte integrante di un sistema che funziona a dovere. A testimonianza di questo, si è appena concluso un open day dedicato ai nostri dipendenti e alle loro famiglie; una giornata con un programma denso di attività di ogni genere, un clima festoso e gioviale con l’importante obiettivo di consolidare ancor più i rapporti umani, uscendo per qualche ora dalla quotidianità lavorativa. Sicuramente un altro punto di forza è costituito dalla concreta e continua opera di ampliamento dei diversi campi d’azione dell’azienda, sia a livello di settori serviti, che in merito alla nostra presenza sui mercati internazionali. Gli standard qualitativi raggiunti, essendo GSI sempre all’avanguardia sia nel campo delle macchine agricole e industriali che nel settore elettrico, sono diventati con orgoglio il nostro primo biglietto da visita”. Se le chiedessi di rivolgere per un istante uno sguardo al futuro? “Sicuramente ciò che mi sta più a cuore riguarda un futuro prossimo: l’avvio dei nuovi stabilimenti in Brasile. In particolare l’impianto di Belo Horizonte, che si avvarrà di tecnologie di ultimissima generazione sul piano della produzione di componenti strutturali in SMC. Sarà infatti in funzione l’unica pressa presente in tutto il Sud America con una taglia di stampaggio di ben 4000 tonnellate, grazie alla quale saremo in grado di realizzare pezzi di dimensioni sempre maggiori. In questa scommessa brasiliana si cela dunque quella che è poi la mia personale sfida al mercato attuale: proporre GSI su nuove piazze con uno spirito innovativo, ponendoci come concreto e stimolante obiettivo il fatto di saper individuare soluzioni sempre più avanzate rispetto all’offerta che il Paese in questione ad oggi propone”.

I met him in Scanzorosciate, in the Bergamo area. Eng Profeti, explain to us the strengths of your Company. "In the first place there is teamwork, believing in people and in individual capabilities; leaving them the right space to make a decision, recognizing their importance. Creating a happy working environment where every employee feels part of a system that works properly. As evidence of this, an “open day” dedicated to our employees and their families has just finished; a day with a packed program of every kind of activities, a festive and joyful atmosphere with the important objective to consolidate even more the human relationships. Definitely another strong point is the concrete and continuous expansion work of our fields of operations, at either the level of sectors served or our presence in the international markets. The achieved quality standards have proudly become our first business card". And if for a moment I asked you to look at the future? "Surely what I care most about is the near future: the opening of new plants in Brazil. In particular, the Belo Horizonte site, which will use the latest generation technologies in terms of production of structural components in SMC. It will be running the only press present in South America with a record capacity of 4000 tons. In this Brazilian bet lies, therefore, my personal challenge to the current market: offer GSI’s services to new areas with an innovative spirit, having the real and challenging goal of being able to identify solutions that are more advanced than what the country in question proposes".

112

Up Bergamo


Up Bergamo

113


114

Up Bergamo


16

BERGAMO

Eng Profeti, forgive our curiosity, but I could not help but notice the phrase "never give up" affixed to the wall... "To me more than just a phrase, it represents the motto of my life! Obviously, there were many, and will continue to be, difficult moments during which it is necessary to use all the tenacity, strength and conviction that, translated into additional resources and energy are the key to "Never give up!". I am leaving this pleasant meeting with Eng. Profeti convinced of the fact that thanks to commitment, ability, dedication and above all never-ending passion, he, his company and his collaborators "will not give up"... NEVER!"

Ing. Profeti, perdoni la curiosità, ma non ho potuto fare a meno di notare la frase “never give up” affissa sul muro… “Per me più che una semplice frase direi rappresenti in qualche modo il motto della mia vita! Ovviamente sono stati molteplici, e continueranno ad esserlo, i momenti di difficoltà durante i quali è necessario ricorrere a tutta la tenacia, forza e convinzione che, tradotte in risorse ed energia in più, sono fondamentali per “non mollare MAI!!”. Mi congedo da questo piacevolissimo incontro con l’Ing. Profeti convinta, a mia volta, del fatto che grazie a impegno, capacità, dedizione e ancor prima passione infinita, lui, la sua Azienda e i suoi collaboratori “will not give up”… NEVER!!”.

Up Bergamo

115


I

nostri primi cinquantâ&#x20AC;&#x2122;anni

di Giovanni Volpe

116

Up Bergamo


16

BERGAMO

iassumere in poche pagine i primi cinquant’anni di un’azienda di successo di casa nostra, senza ridurre il tutto a un mero elenco di date e traguardi lunghi una vita, è il minimo che possa fare per Scame Parre che, a dispetto della straordinaria espansione globale conquistata nel corso degli anni, è ancora un’azienda con un cuore, e che rappresenta la concretizzazione dell’ambizioso sogno di un uomo, Giovanni Scainelli, il suo fondatore. Un sogno figlio di anni – erano i primi Sessanta - durante i quali sognare, in un’Italia in pieno boom economico e sociale, era doveroso e, soprattutto, aveva ancora un senso; una realtà, quella di Scame Parre, che anche il corriere espresso GLS ha visto crescere ed evolversi in oltre quindici anni di fattiva collaborazione. Stefano Scainelli, attuale direttore generale di Scame Parre e figlio del fondatore dell’azienda, ci ha raccontato in che modo quel sogno si sia concretizzato; un successo in continua espansione che si traduce in oltre 800 dipendenti, 16 società estere e tre uffici commerciali in tutto il mondo. Dopo cinquant’anni ad alti livelli, quale pensa sia il segreto di Scame Parre? “Credo che indipendentemente da quella che possa essere l’attività nella quale ci si cimenti, lo spirito con il quale si decide di affrontarla rappresenti il primo passo e in qualche modo il segreto di un buon risultato; nonostante, rispetto ai tempi degli esordi, oggi molte cose attorno a noi siano cambiate, non esattamente in meglio purtroppo, il nostro spirito è ancora quello di allora; noi, infatti, non abbiamo perso entusiasmo, voglia di fare, di innovare, ricercare e investire, anzi…”.

R

OUR FIRST FIFTY YEARS Summarizing the first fifty years of a successful company in a few pages, without reducing everything to a plain list of dates and targets, is the least I can do for Scame Parre that, in spite of the extraordinary global expansion that has occurred over the years, is still a company with a heart, and represents the realization of the ambitious dream of a man, the founder Giovanni Scainelli. A dream born over the years – it was the early 60s - during which dreaming, in an Italy experiencing an economic and social boom, was appropriate and, above all, it still had sense; a reality, the Scame Parre’s one, that even the courier Gls has seen grow and evolve in more than fifteen years of active cooperation. Stefano Scainelli, currently the Scame Parre’s general manager, the company founder’s son told us how the dream materialized; a growing success, translated into more than 800 employees, 16 foreign companies and three sales offices all over the world. After fifty years at high levels, what do you think is the Scame Parre’s secret? "I believe that no matter what the activity may be, the spirit you face it with is the first step and somehow the secret to a good result; although today, compared to when we started, many things have changed, unfortunately not exactly for the better, our spirit is still the same it used to be; we, in fact, have not lost enthusiasm, desire to do, to innovate, invest and seek, on the contrary…"

Up Bergamo

117


Poco fa si riferiva implicitamente ai primi anni ’60, quelli cioè durante i quali suo padre Giovanni fondò Scame Parre; com’è cambiato il mercato e com’è cambiata la sua azienda per continuare a esserne protagonista? “Evidentemente il mercato e, prima ancora, la società odierna, sono in continua evoluzione; la dinamicità di un’azienda diventa di basilare importanza perché nel corso del tempo, con sempre maggiore frequenza, cambiano le esigenze del singolo così come quelle delle aziende; non a caso posso affermare che, se fino a qualche tempo fa la missione di Scame Parre era costituita dalla produzione e vendita del prodotto, oggi si parla semmai di vendita di “soluzioni elettriche”, ovvero del prodotto e del servizio ad esso collegato”. A proposito di prodotti, ci ricordi quelli che meglio identificano Scame Parre e ci spieghi in che direzione si muove oggi il vostro settore… “Nel corso della nostra storia abbiamo saputo innovare e creare prodotti – poi imitati da aziende di tutto il mondo – che sono stati e continuano ad essere simboli della nostra capacità di rimanere sempre un passo avanti agli altri; a partire dal 1985 - anno durante il quale inventammo gli adattatori industriali, seguiti poi dai connettori industriali senza viti – i nostri prodotti hanno segnato un cambiamento all’interno di un settore in costante e rapida evoluzione; non a caso più recentemente il nostro concetto di innovazione si è tradotto in un avanguardistico sistema di installazione modulare”. E il futuro? “Il futuro è già qui per certi versi; a livello industriale la parola chiave è senza dubbio “specializzazione”, il che significa ridurre ragionevolmente la gamma di prodotti al fine di investire in innovazione; altro concetto imprescindibile parlando di futuro per Scame Parre è sicuramente quello di diversificazione geografica…”. Cioè? “È innegabile che a livello globale si stia attraversando un periodo difficile che nel nostro Paese è reso ancor più delicato dalla mancanza, a mio parere, di una concreta e lungimirante politica industriale; ecco perché a partire dalla metà degli anni ‘90 abbiamo allargato i nostri confini andando pian piano alla conquista del mondo; oggi Scame Parre, con sedici società e tre strategici uffici commerciali esteri, conta oltre 800 dipendenti di cui circa le metà lavora fuori dal nostro Paese; e proprio dall’estero giunge quasi il 50% del nostro fatturato”. Per concludere, ci parli del vostro recente impegno nella realizzazione di componenti per la ricarica di veicoli elettrici… “Diciamo che, oggi più che mai, è importante guardare al domani con occhi fiduciosi e con quanto più possibile entusiasmo; è innegabile in tal senso che lo sfruttamento di energia pulita diventerà una consuetudine in un futuro ormai prossimo. Ecco il perché di questo nostro impegno nell’ambito della mobilità elettrica che ad oggi, per la verità, non incide in maniera decisiva sul piano di numeri e introiti, ma ci sta dando una non trascurabile visibilità a livello mediatico; nel frattempo Scame Parre continua ad avere fattivi rapporti di collaborazione con i distributori e, in linea con il cambiamento generale del mercato, siamo sempre più legati anche a grandi installatori e importanti studi tecnici”. Si conclude questo nostro affascinante viaggio alla scoperta dei primi cinquant’anni di un’azienda, Scame Parre, che racchiude in sé quanto di meglio caratterizzi da sempre l’imprenditoria bergamasca; famiglia, lungimiranza, tenacia e capacità di crescere in maniera costruttiva e sempre fedele all’idea originaria, quella del suo fondatore.

118

Up Bergamo


16

BERGAMO

You were referring to the early '60s, the years during which your father Giovanni founded Scame Parre; how did the market change and how has your company changed to continue to be the protagonist of it? "Obviously the market and, before that, today's society, are constantly evolving; the company’s dynamism becomes of primary importance because over time, individuals’ and companies’ needs are changing; it is not by chance I can say that, although until a few years ago the Scame Parre’s mission consisted of producing and selling the product, today we talk about the sale of "electrical solutions", that is the product and the service connected to it". Regarding products, remind us of those that best identify Scame Parre and explain to us what your industry trend is today... "Throughout our history, we have been able to create and innovate products – then, imitated by companies around the world - which have been and continue to be symbols of our ability to always stay one step ahead of others; beginning in 1985 – the year that we invented the industrial adapters, followed by industrial connectors without screws – our products have marked a change within an industry in constant and rapid evolution; not surprisingly, recently, our innovation’s concept has been translated in an avant-garde system of modular installation". And the future? "In some ways the future is already here; on an industrial level the key word is certainly "specialization", which means reasonably reducing the range of products in order to invest in innovation; speaking of Scame Parre’s future, another essential concept is definitely geographical diversification... ". Which is? "It’s true that the world is going through a difficult period and in our country is made even more delicate by the absence, in my opinion, of a concrete and farsighted industrial policy; that is the reason why, since the mid 90s, we have gone beyond our borders while slowly conquering the world; today Scame Parre, with its sixteen companies and three strategic offices abroad, has more than 800 employees, with half of them working outside our country and about 50% of our income coming from abroad ". Finally, tell us about your recent commitment in the realization of components for electric vehicle recharging... "Let's say that today, more than ever, it is important to look to the future with trusting eyes, and with as much enthusiasm as possible; in this sense it is unquestionable that the use of clean energy will become routine in the near future. That is the reason for our commitment in the electric mobility field that, although not significantly affecting numbers and revenues, is currently providing significant visibility with the media; in the meantime, Scame Parre continues to have effective relations of cooperation with distributors and, in line with the overall change in the market, we are also increasingly linked to big installers and important technical studies". This is the end of our fascinating journey of discovery of the first fifty years of a company, Scame Parre. It represents the best of what has always characterized Bergamo’s private enterprise; family, foresight, tenacity and ability to grow in an always constructive and faithful way to the original idea, its founder’s.

Up Bergamo

119


Arcadia Rent 24127 Bergamo - Via Grumello, 32/B Tel. 035 4325128/129 www.arcadiarent.it info@arcadiarent.it


IL LUSSO DA SFOGLIARE

CARAVAGGIO


16

BERGAMO

CARAVAGGIO

B 122

Up Bergamo

envenuti… in città! di Giovanni Volpe


roprio così: Caravaggio è una vera e propria città e lo deve a Luigi Einaudi, Presidente della Repubblica che il 22 dicembre dell’ormai lontano 1954 scrisse un passo storico di questa nota località della bassa bergamasca. E come ogni città che si rispetti, Caravaggio è ricca di storia, di illustri cittadini di ieri e di oggi, ed è soprattutto una cittadina nella quale si vive bene. A testimoniarlo un’accurata ricerca pubblicata qualche tempo fa sul settimanale Panorama, secondo la quale Caravaggio è risultato essere il comune della bergamasca nel quale si viva meglio; interessante anche la modernità dei criteri statistici impiegati che hanno dato tali lusinghiere risultanze; accanto ai soliti parametri, infatti, ne sono stati inseriti alcuni in grado di stabilire quanto si viva meglio in questa città: un preciso indice climatico, un’accurata stima del patrimonio artistico/archeologico e del suo reale stato di conservazione; infine una sorta di chicca, un “indice di evasione” introdotto dall’Agenzia delle Entrate, dal quale si scopre l’altissimo senso civico dei caravaggini e la loro grande fedeltà fiscale.

P

WELCOME... TO THE CITY! That's right: Caravaggio is a real city thanks to Luigi Einaudi, President of the Italian Republic who on December 22, 1954 wrote a historic piece of this popular district of Bergamo. And like any self-respecting city, Caravaggio is full of history, prominent citizens of the past and of the present, and above all it’s a town where life is good. As proof, a careful research published a few months ago in the weekly magazine “Panorama”, chose Caravaggio, as a town with the best life style. More advanced statistical criteria have given gratifying results. Next to the usual parameters, in fact, new ones were incorporated to measure the quality of life in this city: a precise climate index, an accurate estimate of the artistic and archaeological heritage and its current condition; and finally a sort of gem, an "index of tax evasion" introduced by the Agenzia delle Entrate, from which you will discover the “caravaggini’s” high sense of civic duty and their big tax loyalty.

Up Bergamo

123


Gente laboriosa in grado di costruire il proprio presente e le prime basi di domani, senza trascurare, anzi valorizzando, l’importante passato che fa bella mostra di sé in ogni angolo della città; Caravaggio è, infatti, ricca di storia e di monumenti che, da decenni, rappresentano un vero e proprio punto di riferimento per il turismo sacro e per esperti e appassionati d’arte di tutto il mondo. Il prossimo Natale andremo alla scoperta delle meraviglie artistiche e architettoniche della città; intanto vi presentiamo ciò che rende gradevole, vivibile e molto interessante la Caravaggio di oggi: le accoglienti vie dello

Hardworking people able to build their present and the foundations of the future, without forgetting, the important past that is proudly displayed in every corner of the city. Caravaggio is rich in history and has plenty of monuments that, for decades, were a real point of reference for tourism, experts and art lovers from around the world. This Christmas we're going to discover the artistic and architectural wonders of the city; in the meantime we present you what makes Caravaggio today attractive, liveable and very interesting:

124

Up Bergamo


16

BERGAMO

CARAVAGGIO

Up Bergamo

125


shopping, i locali caratteristici nei quali pare il tempo si sia fermato, l’atmosfera magica che avvolge tutto e tutti, compresi gli imprenditori della zona che, con grande lungimiranza e spirito collaborativo, promuovono le proprie attività attraverso iniziative di comarketing. Benvenuti a Caravaggio, dunque… Benvenuti in città!

the cozy shopping streets, the traditional shops where time seems to have stopped, the magic atmosphere that envelops everything and everyone, including the businessmen in the area who, with big foresight and collaborative spirit, promote their activities through co-marketing initiatives. Welcome to Caravaggio then... Welcome to the city!

126

Up Bergamo


Produzione propria: panna montata, frappè, granite, semifreddi, torte gelato, yogurt soft.

GELATERIA DANIEL'S di Brolis Daniele Piazza Locatelli, 14 - 24043 Caravaggio (BG) - Tel. 348 8883831


16

BERGAMO

LABORATORIO OTTICO FRIGERIO

128

Up Bergamo


I

migliori occhiali del mondo! di Nicoletta Romano foto Carmelo Poidomani

rtigianalità abbinata ad alta tecnologia: ecco il segreto di Alberto Frigerio, titolare dell’omonimo negozio di ottica di Caravaggio e che non teme di passar per presuntuoso se afferma di aver ideato e realizzato “i migliori occhiali del mondo”. Suggestivo penetrare nell’universo affascinante di questo personaggio geniale, che gravita, perfettamente a suo agio, tra arnesi manuali vecchio stile ed alta tecnologia. Il suo interloquire è pacato ma le sue convinzioni sono sicure, ferme e contrarie ad ogni manierismo: il know-how tecnico accumulato in trent'anni di esperienza, non solo nell'ottica ma anche nell'oreficeria e nell'orologeria, gli ha consentito di brevettare un prodotto unico da indossare sul naso. Così come esistono le varie collezioni e le mode suggerite dalle scelte dei fabbricanti, possiamo altrettanto affermare che il laboratorio di via Fabio Mangone è una piccola Maison esclusiva.

A

THE BEST GLASSES IN THE WORLD! Craftsmanship combined with high-tech: this is Alberto Frigerio’s secret, owner of the optical shop in Caravaggio and he’s not afraid to look too confident when he claims to have designed and created "the best glasses in the world". It’s suggestive to walk into the fascinating world of this genius character, who gravitates, with simplicity, between old-fashioned and high-tech hand tools. The way he talks is calm but his convictions are strong, firm and contrary to every mannerism: the technical know-how accumulated over thirty years of experience, not only in the world of glasses but also in jewelry and watch making, has allowed him to create a special product to be worn on the nose. Although there are various collections and fashions suggested by the choices of manufacturers, we can also say that the laboratory on Fabio Mangone street is a small exclusive Maison.

Up Bergamo

129


130

Up Bergamo


16

BERGAMO

LABORATORIO OTTICO FRIGERIO Un atelier che sta all'alta sartoria come il pret à porter sta alle grandi firme. Ogni occhiale realizzato dalle dita esperte di Frigerio è costruito artigianalmente in base all’individuale morfologia del viso, con delle montature che pesano solo 3 grammi e sono costituite da resistentissimi e leggerissimi fili di titanio senza alcuna saldatura. Non esistono limiti per la scelta della forma: ogni montatura, assolutamente su misura, viene forgiata esclusivamente a mano con l'ausilio di supporti strumentali innovativi e computerizzati, utili alla creatività, alla ricerca del comfort e dell'estetica ideale. Ogni fruitore ha la possibilità di osservare, ancor prima della realizzazione e sul proprio viso proiettato in video, la portabilità del prodotto e di modificarlo a suo piacimento. Per la soluzione delle varie tipologie refrattive vengono usate lenti dalle prestazioni elevate, frutto di trattamenti di tecnologia avanzata, pre-calibrate su misura e lavorate singolarmente con la cura del pezzo unico. La colorazione delle montature è eseguita tramite anodizzazione e consente di scegliere fra più di 40 colori e di cambiarla ogni volta che lo si desideri. Ogni creazione è una realtà unica e inimitabile che contempla, con raffinata eleganza, la ricerca della leggerezza, della stabilità e dell'estetica nell'architettura visiva, coniugata a un rigoroso sviluppo dell'utilità, della funzionalità e della durata. Il tutto, sommato alla salvaguardia della personalità di chi l’indossa, con equilibrio e armonia. Eleganza, linea, leggerezza estrema, le innegabili qualità di questi occhiali. I “Frigerio addicted” sono ormai legioni. Uomini d’affari, donne in carriera e tutti coloro i quali vogliano “vedere”, senza costrizioni e sicuri di esibire una montatura perfettamente adatta al loro viso, convergono in quel di Caravaggio. Un mese di attesa per avere addosso i migliori occhiali del mondo: una volta inforcati non se ne può più fare a meno! A workshop comparable to high fashion as the “ready-to-wear” is compared to the big brands. Each pair of glasses made by Frigerio’s experts hands are totally handmade according to the individual face’s morphology, with frames of only 3 grams weight and are made with highly resistant and lightweight titanium wires without any welding. There are no limits when you decide your glasses’ shape: every frame, absolutely tailor-made, is made by hand with the support of innovative and computerized instruments useful for creativity, in search of comfort and perfect aesthetics. Each user has the ability to see, even before its creation and on his face projected on video, the wearability of the product and he can modify it as he wishes. High-performance lenses are used for the selection of different refractive types, the result of an advanced technology process, pre-calibrated to measure and individually made with single piece care. The frames colour is performed by anodization and it lets you choose among more than 40 shades that may be changed anytime you wish. Each creation is a unique and inimitable reality, with refined elegance, the pursuit of lightness, stability and with the aesthetics of visual architecture, combined with the rigorous development of utility, functionality and durability. All this, added to the personality characteristics of whoever wears the glasses, with balance and harmony. elegance, line, extreme lightness, the undeniable quality of these glasses. The "Frigerio addicted" are now legions. Businessmen, career women and all those who want to "see" without constraints , and confident of wearing frames perfectly suited to their face, converge in Caravaggio. A month wait for you to wear the best glasses in the world: but once you have them you can’t live without them!

Up Bergamo

131


Alice Matisse Abbigliamento 0-16 anni

Via G. Matteotti, 30 - 24043 Caravaggio (Bg) - Tel. 036352541


IL LUSSO DA SFOGLIARE

TREVIGLIO


È

quasi autunno… ma respiriamo primavera!

di Giovanni Volpe

i sono soddisfazioni difficilmente misurabili in denaro ma che riempiono l’animo e regalano nuovo slancio a chi abbia la fortuna di riceverle; una di queste l’avete regalata voi trevigliesi a chi scrive e a tutto il suo staff, probabilmente – e ciò la rende se possibile ancora più bella – senza nemmeno rendervene conto. Sto parlando del calore con il quale tutti, davvero tutti voi commercianti del centro, avete accolto lo staff di Up Treviglio che mi fregio di rappresentare con queste poche ma doverose parole. Parole di chi, come me, passeggiando per via Roma e per tutte le caratteristiche viuzze del vostro centro storico, ha sentito la vostra partecipazione al nostro lavoro, a voi dedicato. Partecipazione e interesse spassionati che ognuno, a proprio modo, ci ha riservato mentre fotografavamo le vostre colorate vetrine; un clima di cordialità che sempre più spesso, nei centri di dimensioni maggiori, si va perdendo.

C

IT'S ALMOST AUTUMN... BUT WE BREATHE SPRING! There are satisfactions that you can hardly measure in money, but that fill up your soul and give new impetus to those who have the good fortune to receive them; one of which you, people from Treviglio, have donated to the writer and to all his staff, and probably - that makes it even more beautiful - without even realizing it. I'm talking about the warmth that has welcomed the staff of Up Treviglio which I represent with these few but important words. Words of someone like me, who walking along Via Roma and all the narrow streets of your city centre, felt your contribution in our work dedicated to you. Dispassionate involvement and interest that, everyone in his own way, gave us while we photographed your coloured windows; an atmosphere of cordiality that more and more often in the cities, is being lost.

134

Up Bergamo


16

BERGAMO

TREVIGLIO

Up Bergamo

135


Voi trevigliesi, invece, mantenete intatto e difendete questo clima, facendone il vostro migliore biglietto da visita. Ciò che è certo è che in tanti ci avete accolti fra le vie che custodite tanto gelosamente; chi tenendo al sicuro le nostre attrezzature, chi offrendoci un caffè, tutti semplicemente con un sorriso… gratis.

136

Up Bergamo


16

BERGAMO

TREVIGLIO

You â&#x20AC;&#x153;trevigliesiâ&#x20AC;?, however, keep intact and defend this atmosphere, and you are making it your best business card. What is certain is that so many of you have accepted us in your streets that you defend so jealously; some of you by keeping our equipment secure, some by offering us a coffee, all with just a smile... for free.

Up Bergamo

137


16

BERGAMO

TREVIGLIO

138

Up Bergamo


Da parte nostra, come avrete avuto già modo di constatare e come potrete continuare a vedere in futuro, abbiamo creato una rete di distribuzione di “Up Bergamo e Treviglio – il lusso da sfogliare” ad hoc con GLS Bergamo e l’ecologistica di Orobici; stiamo ritrovando entusiasmo grazie alla vostra sempre crescente risposta e sta rinascendo qualcosa di bellissimo, Up Treviglio. Ecco perché è quasi autunno… ma respiriamo primavera!

On our part, as you may already have had the opportunity to see and you’ll continue to see in the future, we have created a perfect distribution network of "Up Bergamo e Treviglio – il lusso da sfogliare" with GLS Bergamo and Orobici. We are getting more excited and thanks to your increasing response, something beautiful is born again, Up Treviglio. That's why it's almost autumn... but we breathe spring!

Up Bergamo

139


PPT Oro-Bici Logistica srl 24121 Bergamo - Via Monte Sabotino, 2 - tel. 035 245728 - cel. 366 9024113 - www.orobici.it - info@orobici.it


16

BERGAMO

SUP a cura di Silvano De Rui

La crisi è la più grande benedizione per le persone e le nazioni, perché la crisi porta progressi. La creatività nasce dall’angoscia come il giorno nasce dalla notte oscura. È nella crisi che sorge l'inventiva, le scoperte e le grandi strategie. Chi supera la crisi supera se stesso senza essere 'superato'.

porto tecnico

I nostri esperti al servizio del cittadino

Albert Einstein

MARCO CROTTI ANDREA PERRON-CABUS MOVIMENTO D’OPINIONE Up Bergamo

141


F 142

Up Bergamo

isco: primi passi verso la semplificazione di Marco Crotti Dottore Commercialista lle misure contenute nel DDL n. 10 del 19 giugno 2013 - con le quali il Consiglio dei Ministri ha inteso procedere allo snellimento di numerose attività fiscali - si sono aggiunti gli interventi, tutti di carattere amministrativo, annunciati il 3 luglio 2013 dal Direttore dell’Agenzia delle Entrate, anch’essi tesi alla riduzione e alla semplificazione di adempimenti a vantaggio di imprese e cittadini. Gli interventi, in sede amministrativa, riguardano quattro direttrici principali: semplificazione degli studi di settore, snellimento delle comunicazioni antievasione e antielusione e riduzione di informazioni richieste con i modelli di dichiarazione, miglioramento dei servizi online. Ecco alcune interessanti novità. Per quanto concerne gli studi di settore, si segnala l’abrogazione, a partire dal periodo d’imposta 2012, dell’obbligo di presentazione del modello dei dati rilevanti da parte delle imprese in liquidazione coatta amministrativa o in fallimento. Decade, sempre per il periodo d’imposta 2012, l’obbligo di presentazione del modello da parte dei soggetti colpiti dal terremoto dell’Emilia, del Veneto e della Lombardia che dichiarano la cessazione dell’attività, la liquidazione volontaria o un periodo non normale di svolgimento dell’attività. A partire dal periodo d’imposta 2013 (Modello Unico 2014) la comunicazione relativa alle variazione dei criteri di valutazione dei beni delle imprese iscritti in bilancio dovrà essere comunicata all’Agenzia delle Entrate direttamente nella dichiarazione dei redditi. Le minusvalenze da partecipazione di importo superiore a 5 milioni di euro e le minusvalenze di importo superiore a 50.000 euro non dovranno più essere inviate alla Direzione Regionale delle Entrate competente, ma dovranno essere comunicate direttamente in dichiarazione dei redditi. In merito allo Spesometro - che prevede l’obbligo per gli operatori economici di comunicare all’Agenzia delle Entrate le operazioni rilevanti ai fini IVA - l’intervento è di larga portata e riguarda i dati da comunicare, le operazioni interessate, la modalità e la tempistica di invio. Un successivo provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate specificherà, con riferimento alle operazioni da inviare relative al 2014, la possibilità di comunicare, per ciascun cliente o fornitore, in alternativa: - le singole operazioni effettuate, indipendentemente dall’importo; - l’ammontare complessivo dell’imponibile e dell’imposta relativa all’anno di riferimento. Sarà inoltre previsto che, nel caso di documento riepilogativo delle fatture emesse e ricevute di importo inferiore a 300 euro nel mese, dovranno essere comunicati esclusivamente il numero del documento e l’ammontare complessivo dell’imponibile e dell’imposta. Saranno semplificati anche gli adempimenti comunicativi riguardanti i dati relativi ai beni concessi in godimento ai soci o ai familiari dell’imprenditore. Si segnalano in particolare due casi per i quali è stata prevista l’esclusione della comunicazione: - i beni concessi in godimento al socio dipendente o lavoratore autonomo che costituiscono fringe benefit; - i finanziamenti concessi ai soci o ai familiari dell’imprenditore. Infine, a breve, l’Agenzia delle Entrate ridefinirà il concetto di errore per modico valore: non dovrebbe più essere considerato doloso, bensì colposo. In sostanza, per gli errori di importo ridotto, il contribuente vedrà ricalcolata la sanzione solo su quanto non pagato e non sull’intero importo. Non sarà inoltre annullata l’eventuale adesione a istituti deflattivi, quali ad esempio il ravvedimento operoso.

A


16

BERGAMO

L

a parificazione di tutti i figli di Andrea Perron-Cabus Avvocato

ecentemente, il Consiglio dei Ministri del 12 luglio 2013, n. 14, ha approvato lo schema di Decreto Legislativo che provvede alla revisione delle disposizioni vigenti in materia di filiazione (adempiendo così a quanto disposto dall’articolo 2 della legge 10 dicembre 2012, n. 219 al fine di pervenire alla parificazione di figli (ex) naturali e figli (ex) legittimi). Ce ne occupiamo, quale primo argomento di questa rubrica periodica, che tratterà delle più significative notizie giurisprudenziali o normative, poichè l’intervento del Governo costituisce una importante novità nel panorama normativo italiano, puntando alla eliminazione della distinzione tra figli legittimi e figli naturali, nonchè un esempio (a mio avviso sempre più raro) di riforma organica della materia, che in alcuni punti risultava essere non più al passo con l’evoluzione del comune sentire e dei costumi pubblici. Di seguito, per cenni, i principali aspetti della riforma, ferma restando la disponibilità ad approfondimenti con chi vi fosse interessato. • Il primo concetto ad essere ridefinito è quello di potestà genitoriale, ora sostituito da quello di “responsabilità genitoriale”, intesa come l’insieme dei “diritti e doveri di cui è investita una persona fisica o giuridica in virtù di una decisione giudiziaria, della legge o di un accordo in vigore, riguardanti la persona o i beni di un minore. Il termine comprende, in particolare, il diritto di affidamento e il diritto di visita” (secondo quanto stabilito in materia dall’art. 2, n. 7, Reg. CE n. 2201/2003). • In materia di successioni ereditarie a tutti i figli (nati fuori del matrimonio o al suo interno) è riservato lo stesso identico trattamento normativo. • I genitori devono scegliere la residenza abituale del fanciullo di «comune accordo». • I nonni posso richiedere, avanti il Tribunale dei Minorenni, che sia tutelato il loro diritto «di mantenere rapporti significativi con i nipoti minori di età”. • Ai figli maggiorenni portatori di handicap grave si applicano integralmente le disposizioni previste in favore dei figli minori. Si chiarisce che i figli maggiorenni portatori di handicap grave sono, ai fini della presente riforma, coloro i quali siano portatori di handicap ai sensi dell’articolo 3, comma 3, l. 104/92 (Legge-quadro per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate). • Viene introdotto l’istituto dell’affidamento familiare, che può essere disposto dal Giudice nei casi di “temporanea impossibilità di affidare il minore ad uno dei genitori”. • Il minore deve di fatto essere sempre ascoltato, in ogni procedimento in cui debbano essere adottate decisioni che lo riguardino, salvo che il giudice lo ritenga in contrasto con il suo interesse o manifestamente superfluo. Resta da verificare come potrà essere attuato tale obbligo nei casi di minori in tenera età (che possono essere ascoltati se siano “capaci di discernimento”, indica la norma), con quali cautele e con quali risorse per attuarle (sono previste dalla legge, per le audizioni dei minori, le cd. «sale di ascolto», munite di vetro specchio; in mancanza di queste sale, i difensori possono partecipare all’audizione solo se autorizzati dal giudice).

R

perroncabus@izzisl.com

Up Bergamo

143


P

recari “storici”

Movimento d’Opinione - Marisa Jerinò

l MOVIMENTO D’OPINIONE è un’associazione che si occupa di cultura e territorio cercando di essere, per il cittadino e le aziende, l’anello di congiunzione con le Istituzioni. In questa rubrica condivideremo problematiche sottoposte al Movimento fornendo al lettore informazioni e, possibilmente, risposte. Questo spazio si propone, quindi, di essere uno strumento interattivo e ci aspettiamo che il lettore ci renda partecipi di piccoli e grandi disagi incontrati come cittadino e/o come azienda. I casi più comuni verranno da noi trattati e approfonditi perché le informazioni che daremo possano essere di utilità comune. Il primo argomento che sta a cuore a tanti che ci hanno scritto riguarda la situazione del precariato nella scuola e, visto l’inizio imminente delle lezioni, in questa nostra prima puntata fra le pagine di Up Bergamo, ci occuperemo proprio di questa delicata questione. Sta assumendo proporzioni mastodontiche la spinta dei precari “storici” della scuola verso la stabilizzazione; sono stati presentati ricorsi da oltre 20.000, tra supplenti docenti e Ata, per l’immissione in ruolo. Si tratta di personale che ha svolto almeno 36 mesi di servizio su posti vacanti, esattamente come stabilisce una direttiva comunitaria - la 1999/70/CE - fatta propria da diversi tribunali del Vecchio Continente. Dai dati forniti dalla Ragioneria dello Stato, che ha calcolato gli effetti sui tagli alla scuola caratterizzando la politica della passata legislatura, si apprende che i precari della scuola siano passati dal 46% del totale del pubblico impiego al 15% con un taglio pari a 160mila unità. Una vera e propria mannaia che ha decurtato il personale nella scuola tra il 2009 e il 2011 a 1.025.326 persone, rispetto ai precedenti 1.183.108.

I

Un taglio ricaduto interamente sulle spalle dei docenti precari. Invecchiano i docenti dietro la cattedra, ma invecchiano anche i precari in attesa di una stabilizzazione che tarda sempre di più ad arrivare. La legge Fornero che allunga l’età lavorativa sia per gli uomini che per le donne, riduce il turn-over degli insegnanti del 50% nelle classi italiane. E secondo i sindacati, a questo punto, sono a rischio anche tutte le 11.542 assunzioni del concorso dei docenti bandito lo scorso autunno. L’allarme dei sindacati è scattato a fronte dei dati sulle domande di pensionamento del personale della scuola, diffusi dal Ministero dell’Istruzione. Dati che comunque confermano che il quadro dell’occupazione si sia ridotto drasticamente. I docenti che andranno in pensione da settembre sono 10.009, mentre nello scorso anno scolastico sono stati 21.112. Sono di 3.343 unità le uscite del personale Ata, contro i 5.336 dell’anno precedente. Il maggior numero di pensionamenti nelle scuole superiori dove sono state presentate 3.187 domande. Poche meno nella scuola primaria con 3.090 domande. A seguire le richieste di riposo nella scuola media (2.439) e nella materna (1.293). Tra il personale tecnico ausiliario, gli Ata, a lasciare il posto sono soprattutto i collaboratori scolastici (2.180 domande) e gli assistenti amministrativi (756). Tra le conseguenze della riforma Fornero, in effetti, non ci sarebbe solo l’aumento del precariato storico della scuola (160mila stando agli ultimi dati della Funzione Pubblica), ma anche quella inevitabile di alzare l’età media del personale, peraltro esasperando una caratteristica della scuola italiana già stigmatizzata dal rapporto Ocse sull’Educazione del 2012. In 19 su 32 dei Paesi dell’Ocse, il 60% dei docenti di scuola secondaria ha almeno 40 anni mentre in Italia sono oltre il 70% (ma anche Germania e Austria superano questa soglia). I giovanissimi, cioè i docenti sotto i trent’anni d’età, in Italia sono solo lo 0,5%, mentre la media Ocse nella primaria arriva al 14%.Tutto ciò dovrebbe portarci a riflettere poiché in uno stato che tuteli il lavoro, ma soprattutto i “ suoi figli”, non si dovrebbe poter continuare a lasciare i supplenti in balìa del loro destino da precari per vent’anni e più!

144

Up Bergamo


Illuminare è un’arte MAXIMAL SRL DIVISIONE EVOLUCI - VIA LEONARDO DA VINCI N. 10 - 23900 LECCO - ITALY


16

BERGAMO

BACKSTAGE

146

Up Bergamo


Up Bergamo

147


16

BERGAMO

UP BERGAMO’S FRIENDS

Casa Feltri 24122 Bergamo - Via Cucchi, 3 tel: 035 4220053 www.casafeltri.it casafeltri@casafeltri.it

Arabesque Danse Pedretti A.S.D. 24052 Azzano San Paolo (BG) - Via Verdi cel: 348 3623162 - 347 9395448 clarabesque@libero.it

Gioielleria Lo Smeraldo - Glycine 24020 Torre Boldone (BG) - Via Carducci, 6/8 tel: 035 361301 www.losmeraldo-preziosi.it smeraldo@losmeraldo-preziosi.it

Passepartout Store 24064 Grumello del Monte - Via Martiri della Libertà, 27/a cel: 335 7993901 www.passepartout-store.com info@passepartout-store.com

Cascina del Sole 24060 Carobbio degli Angeli (BG) - Via Carducci, 6 tel: 035 954042 www.cascinadelsole.it info@cascinadelsole.it

T

I Giardini di Giava 24121 Bergamo - Via S. Tomaso, 94/a tel: 035 221099 www.giardinidigiava.it info@giardinidigiava.it

Castello Degli Angeli 24060 Carobbio degli Angeli (BG) - Via Scalette, 6 tel: 035 951056 www.castellodegliangeli.it info@castellodegliangeli.com

L’Officina delle Fate 20100 Milano - Via Molino delle Armi, 41 tel: 02 29060969 www.lofficinadellefate.it info@lofficinadellefate.it

Atelier Rossana Moretti 24121 Bergamo - Via G. Verdi, 26/b tel: 035 4284401 - cell: 389 0560516 www.vanessasteel.com info.vanessasteel.com

La Dolce Vita 24121 Bergamo - Via Martiri di Cefalonia, 4/a tel: 035 242242 ladolcevita_bg@yahoo.it

Jeunesse 24121 Bergamo - Via Martiri di Cefalonia, 4 tel: 035 219440 - cell: 339 5902057 www.jeunesse-estetica.it info@jeunesse-estetica.it

utti gli amici di UP Bergamo ALL THE FRIENDS OF UP BERGAMO

148

Up Bergamo


AG Studio Fotografico 24121 Bergamo - Via Madonna della neve, 49 cel: 349 4474697 www.agstudiofotografico.it info@agstudiofotografico.it

Oberti S.P.A. 24124 Bergamo - Via dei Bersaglieri, 2 tel: 035 361000 www.obertispa.it

Centro Porsche Bergamo Bergamo - Via 5° Alpini, 8 tel: 035 4532911 Bonaldi Motori S.P.A. Concessionari VW, AUDI, SKODA, SEAT Bergamo - Via 5° Alpini, 8 tel: 035 4532711 Bonaldi Filiale Treviglio Concessionaria AUDI, VW e Veicoli Commerciali Treviglio (BG) - Via Caravaggio, 53 tel: 0363 45577

Arcadia Rent 24127 Bergamo - Via Grumello, 32/B tel: 035 4325128 www.arcadiarent.it info@arcadiarent.it

Accademia dello Sport per la Solidarietà 24125 Bergamo - Via Gleno, 21 tel: 035 271172 www.sportesolidarieta.it info@sportesolidarieta.it

GLS - Bergamo 24127 Bergamo - Via Grumello, 32 tel: 035 4325111 www.gls-italy.com bergamo@gls-italy.com

GSI 24020 Scanzorosciate (BG) - Via Enrico Fermi, 57 tel: 24020 Scanzorosciate (BG) – Via Enrico Fermi, 57 www.gsigroup.net info@gsigroup.net

Scame Parre S.p.A. 24020 Parre (BG) - Via Costa Erta, 15 tel: 035 705000 www.scame.com scame@scame.com

Laboratorio Ottico Alberto Frigerio 24043 Caravaggio - Via Fabio Mangone, 14/a tel: 0363 51221 www.otticafrigerio.it alberto_frigerio@hotmail.com

Rota Gianfranco Autoriparazioni 24050 Cavernago (BG) - Via Papa Giovanni XXIII, 35 tel: 035 840009

AEREC 00199 Roma - Via Sebino, 11 tel: 03 85865700 www.aerec.org info@aerec.org

CPZ s.p.a. 24060 Costa di Mezzate (BG) - Via Landri, 37 tel: 035 681322 www.cpzgroup.com

Up Bergamo

149


G

LS Bergamo: le tue spedizioni sotto casa

150

Up Bergamo


16

BERGAMO

Spedisci dal tuo edicolante di fiducia EDICOLA CAFFETTERIA MAZZINI VALONCINI TERESA DI CUGINI LOREDANA & C. S.N.C. CARTOLERIA GIORNALI CICOLARI SEVERINO MANZONI MICHELANGELO RIVENDITA GIORNALI RICEVITORIA DI SONZOGNI CORRADO CAFFEDICOLA 67 DI ASPERTI IVAN L'ACQUARELLO S.N.C. MARCHETTI MAURIZIO LUKA'S SAMBUCA S.N.C. OBERTI DI OBERTI G.E. MATTEIS ANDREA ALAN S.A.S. DI BRAMBILLA GIANMARCO LECCHI ROBERTO MARUCCIA GIULIO BONALUMI CLAUDIO GAIA DI BARETTI ROSSANO BERTULETTI PAOLO TABACCHERIA PACIFICO MARINI MARINA EDICOLA ROSSONI FABRIZIO EDICOLA OBERTI S.N.C. EDICOLA N. 8 DI PUNTONIERI ROBERTO ESPOSITO ANDREA L'ALTRA EDICOLA DI RICCI ALBERTO SUNFLOWER DI HANNOLORE ALGHISI CARTOLIBRERIA EDICOLA TRESOLDI ANGELO EDICOLA L'INFORMAZIONE DI GATTI CARLA LUCIA LA BOTTEGA DI GIANNA DI TRAVI FABIO TERESA S.R.L. FADIGATI MARIA STELLA EDICOLA CARTOLERIA DEL VIALE S.N.C. EDICOLA DI BERTASA MARCO MORETTI OSCAR LUCIANO BETTONI CORRADO & C. S.A.S. EDICOLA KRIZIA DI MAGRI ISIDORO EDICOLA GORLE DI CERUTI DANIELA & C. S.N.C. SIMONI MARIA PRIVATIVA N. 1 DI BOLIS GIANCARLO GANDOLFI TULLIO CARTOLERIA CAMURRI LORENZA CARTOLIBRERIA SAMARCANDA DI ZANOTTI PAOLO PORTICO DELLA MUSICA CAFFIERO PATRIZIA VALSECCHI MAURIZIO EDICOLA NUVOLA S.N.C. DI ROTA A. BAR TABACCHI TOP 2 DI VALTELLINA MAURO OLTRE L'EDICOLA DI BORGHINI MARCELLO ANDREOLETTI PIERANGELO LEGRAMANTI MATTEO ARTO GIANCARLO EDICOLA ROMA E CARTOLERIA DI CERUTI CLAUDIO EDICOLA PINELLO MASSIMO DONIZETTI 14 DI GRITTI ORSOLA CORNA BONAVENTURA BAR TABACCHI EDICOLA GIOCHI CAVALLI ANTONIO MARIELLA BELOMETTI CARTOLANDIA S.A.S. BONVICINO GIANPIERO EDICOLA SCANDOLERA STEFANIA

VIA MAZZINI, 33 VIA VITTORIO VENETO, 8 VIA MARCONI, 11 VIA DE GASPERI VIA MARCONI, 11 VIA EUROPA, 67 VIA LOCATELLI, 29 VIA ALDO MORO, 48 PIAZZA LIBERTÀ, 7 LARGO MEDAGLIE D'ORO, 8 LARGO PORTA NUOVA, 7 VIA SUARDI, ANGOLO S. CATERINA VIA SAN BERNARDINO, 78 VIA ZAMBONATE, 62 VIA PASTEUR, 8 VIA BORGO PALAZZO, 158 VIA FERMI, 9 VIA PIERANTONIO UCCELLI, 1 VIA PROMESSI SPOSI, 31 VIA SAN LORENZO, 8/A VIA STATUTO, 29/A VIALE PAPA GIOVANNI, 106 VIALE VITTORIO EMANUELE, 3 VIA BATTISTI, 2 VIA SERIATE, 4/A VIA LOCATELLI, 10 VIA EINAUDI, 20 PIAZZA GARIBALDI VIA KENNEDY, 4 VIA CAROLINA FINAZZI, 8 VIA PAPA GIOVANNI XXIII, 6 VIALE AMEDEO DUCA D'AOSTA, 18 VIA PROVINCIALE, 70 VIA PASUBIO, 2 VIA TONALE E MENDOLA, 210 VIA PROVINCIALE VIA MARCONI, 1/B VIA CELADINA, 18/19 VIA ROMA, 41 VIA FORLANINI, 17 VIA SAN MICHELE, 2 VIA ROMA, 10 PIAZZA SIGNONI, 23 VIA CERVI, 28 VIA DECO E CANETTA, 55 VIA ITALIA, 29 VIA MARTIRI DELLA LIBERTÀ, 9/C P.ZZA LIBERTÀ, 7 VIA BORGHETTO, 19 VIA C. COLOMBO VIA PONTIROLO, 25 VIA ROMA, 29 PIAZZA LIBERTÀ, 291 VIA DONIZETTI, 16 VIA GOTTI, 18 VIA P. CAVALLI, 44 VIALE ITALIA, 3/E PIAZZA PAPA GIOVANNI XXIII, 3 PIAZZA ITALIA VIA CAVOUR, 3

ALBINO ALBINO ALME ALMENNO S.BARTOL ALMENNO SAN SALVATORE ALZANO LOMBARDO ALZANO LOMBARDO ARCENE AZZANO SAN PAOLO BERGAMO BERGAMO BERGAMO BERGAMO BERGAMO BERGAMO BERGAMO BERGAMO BERGAMO BERGAMO BERGAMO BERGAMO BERGAMO BERGAMO BERGAMO BRUSAPORTO CALVENZANO CARAVAGGIO CARAVAGGIO CASIRATE D'ADDA CHIUDUNO COLOGNO AL SERIO COMUN NUOVO DALMINE DALMINE ENDINE GAIANO GHISALBA GORLE GORLE GRASSOBBIO PONTE SAN PIETRO PONTIROLO NUOVO RANICA SAN GIOVANNI BIANCO SCANZOROSCIATE SERIATE SERIATE SORISOLE STEZZANO TORRE BOLDONE TREVIGLIO TREVIGLIO TREVIGLIO URGNANO VERDELLO VILLA D'ALME' VILLA DI SERIO VILLONGO ZANICA ZOGNO ZOGNO Up Bergamo

151


IL LUSSO DA SFOGLIARE

BERGAMO

IL LUSSO DA SFOGLIARE

NUOVA EDIZIONE € 3,50 COVER STORY CASA FELTRI “Amare Bergamo” Guests CLAUDIA & ROBERTA PEDRETTI MARIO POGGINI DISTRETTO INSIEME SUL SERIO Fashion & Luxury KANAKA GARAGE - OTTICA FOPPA GLYCINE PASSEPARTOUT

16

Anno VI - Autunno 2013 Periodico trimestrale

3,50

BERGAMO

Speciale Wedding I GIARDINI DI GIAVA CASTELLO DEGLI ANGELI L’OFFICINA DELLE FATE ATELIER ROSSANA MORETTI LA DOLCE VITA - JEUNESSE AG STUDIO FOTOGRAFICO Motori SOGNI A QUATTRO RUOTE CENTRO PORSCHE BERGAMO BONALDI MOTORI ARCADIA RENT UP Social AEREC ACCADEMIA DELLO SPORT PER LA SOLIDARIETÀ Business GLS ITALY GSI SCAME PARRE UP CARAVAGGIO & TREVIGLIO LABORATORIO OTTICO FRIGERIO Supporto Tecnico MARCO CROTTI ANDREA PERRON - CABUS MOVIMENTO D’OPINIONE

UP Bergamo Periodico Trimestrale Autunno 2013 - n. 16

Direttore Responsabile Giovanni Volpe up.bergamo@gmail.com Segreteria di Redazione Francesca Moraschi 035 4325116 redazione@upbergamo.com Art Director Silvia Benaglia Editing Silvia Cordella Traduzione Francesca Moraschi 035 4325116 redazione@upbergamo.com

www.upbergamo.com redazione@upbergamo.com

Responsabili Commerciali Manila Barbati 347 3764745 manilabarbati.up@gmail.com Maurizio Bovelacci 348 5815279 info@upbergamo.com

Info pubblicità 347 537 8130 up.bergamo@gmail.com 347 376 4745 manilabarbati.up@gmail.com

152

Up Bergamo

Fotografi Michele Maggioni Chiara Isner Matera Carmelo Poidomani Giorgio Sorti Andrea Rotondella Fabio Toschi Collaboratori Testi e rubriche Giovanni Volpe Mario Poggini Manila Barbati Marisa Jerinò Marco Crotti Andrea Perron-Cabus Silvano De Rui Witness Evelyn Lamberto Web Division Eistek srl www.eistek.com

Publishing Supervisor Luigi Stracuzzi Amministrazione Loretta Guerci Valentina Giuffrida Editore Top Ten srl - Bergamo 035 4325126 Stampa CPZ spa CPZ s.p.a. Costa di Mezzate (BG) Postalizzazione GLS - Bergamo PPT Oro-Bici Logistica srl Un ringraziamento particolare a: Silvano De Rui Alberto De Rui Stefano De Rui Antonello Di Salvo Pierpaolo Testa Roberta Degli Innocenti Iader Pozzoni Maurizio Di Palo Francesca Finazzi Renato Cortesi Mauro Bombardieri Marzio Carrara Carlo Carrara Michela Mantecca Stefania Scandella Antonio Filisetti Giuseppe Presti Paolo Civera Domenico Foti Pietro Musci Maurizio Casali Elena Sangaletti Andrea Rovatti Stefano Cantoni Moira Cossali Ernesto Carpintieri Giulio Aureli Michela Calderaro Barbara Fusari Leda Castelletti Sarah Bianchi Corinna Vendramin Autorizzazione Tribunale di Bergamo n° 33 del 26/11/2008 Testi e materiale fotografico contenuti in questa rivista, sono di proprietà di TOP TEN s.r.l. È pertanto vietata ogni riproduzione, anche solo parziale, non autorizzata dall’editore e/o dal direttore responsabile.



Up Bergamo 16 2013